Settore Formazione e Lavoro Servizio Occupazione Disabili. SOTTOCOMITATO DISABILI 16 aprile 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settore Formazione e Lavoro Servizio Occupazione Disabili. SOTTOCOMITATO DISABILI 16 aprile 2013"

Transcript

1 Settore Formazione e Lavoro Servizio Occupazione Disabili SOTTOCOMITATO DISABILI 16 aprile 2013 PROGETTO DI GESTIONE INFORMATIZZATA DEGLI ESONERI (PROGETTO MAV) L art. 5 della legge 68/99 disciplina l istituto dell esonero: si tratta della possibilità, per i datori di lavoro privati e gli enti pubblici economici, di non assumere l intera quota di disabili dovuta per legge dietro il pagamento di un contributo. L esonero ha le seguenti caratteristiche: è un istituto parziale (puo riguardare al massimo il 60% delle quota d obbligo), è concesso se esistono particolari situazioni (pericolosità, faticosità o alta specializzazione delle mansioni), è temporaneo (nella nostra Provincia viene rilasciato fino al 31 dicembre dell anno successivo a quello in cui viene effettuata la richiesta, e in seguito puo essere rinnovato per altri due anni e così via) è oneroso (il contributo è di circa all anno per ogni persona esonerata). L organo deputato a ricevere l istanza e a rilasciare l autorizzazione all esonero è la Provincia, mentre il contributo va versato ad un fondo regionale in due rate semestrali posticipate; nel solo caso in cui un azienda partecipi a gare con enti pubblici, e quindi è soggetta alla certificazione di ottemperanza di cui all art. 17 della legge 68/99, il pagamento deve essere effettuato contestualmente alla presentazione della domanda. Attualmente la procedura di ricezione dell istanza e di trattazione della pratica è parzialmente informatizzata, mentre la procedura di versamento del contributo prevede il pagamento da parte dell azienda tramite conto corrente bancario o versamento in contanti in posta. La determinazione dell importo viene fatta direttamente dall azienda e l ufficio provinciale provvede a fare dei controlli a campione sulla correttezza degli importi versati. Al fine di verificare in modo puntuale chi, tra i soggetti in obbligo di assunzione, ha ottemperato all obbligo di pagamento dell esonero e se è stato versato l importo corretto, ma anche per semplificare il sistema di riscossione degli esoneri, in collaborazione con: Regione Lombardia, il Settore Sistema informativo lavoro della Provincia di Milano e tutte le province lombarde, si è proceduto ad un analisi funzionale della procedura finalizzata alla realizzazione di un sistema informatico che prevede che il pagamento degli esoneri avvenga attraverso MAV (Pagamento mediante avviso) bancario. Al fine di evitare la tradizionale stampa cartacea del bollettino MAV, la Tesoreria regionale ha proposto l utilizzo di MAV virtuali: in pratica il sistema informativo provinciale permetterà ad ogni singola azienda soggetta al pagamento degli esoneri di accedere al sistema e di visualizzare la propria posizione rispetto ai conteggi e alle scadenze calcolate sulla base dell esonero concesso. La stessa azienda, dopo avere preso visione della situazione elaborata dal sistema, potrà attivare la funzione di generazione del MAV virtuale corrispondente alla scadenza che intende pagare. Provincia di Milano - Settore Formazione e Lavoro - 16 aprile

2 Il nuovo sistema offre indubbiamente notevoli vantaggi: per le aziende costituisce una semplificazione procedurale, oltre a permettere una migliore trasparenza, poiché in ogni momento l azienda puo verificare la propria posizione; per la Regione permette di gestire l incasso in modo totalmente automatizzato semplificando anche la contabilizzazione dello stesso. La criticità riguarda il notevole aggravio di lavoro che comporta la nuova procedura per il Servizio Occupazione Disabili: si deve considerare che dal momento in cui l esonero viene concesso al momento in cui si deve effettuare il pagamento, la situazione aziendale puo modificarsi e con essa anche il contributo esonerativo dovuto puo cambiare : es. se un azienda apre una procedura di mobilità tutti gli obblighi di cui alla legge 68/99 vengono sospesi, tra cui anche il contributo esonerativo. Allo stesso modo se un azienda, dopo avere chiesto un esonero per un certo numero di disabili, assume o computa un lavoratore in quota disabili, o riduce/ aumenta la propria forza lavoro e di conseguenza la quota di disabili da assumere varia, la quota di esonero viene corrispondentemente ridotta/aumentata. Finora era l azienda che, in autonomia, determinava l importo da versare, tenendo conto delle variazioni intervenute; l ufficio effettuava dei controlli a campione. Con il nuovo sistema è l ufficio provinciale che deve tenere costantemente aggiornata la situazione aziendale, in modo che gli importi determinati siano corretti. Si deve inoltre tenere conto che non sempre le aziende comunicano tempestivamente tali variazioni (richiesta computo, variazioni di base di computo, entrata in situazioni di crisi, ecc.) per cui si rischia di generare errori, ritardi e contenziosi. I numeri della Provincia di Milano Aziende che attualmente hanno attivo un esonero: 640 Esoneri autorizzati nel 2012 (ex novo o proroghe): 424 Provincia di Milano - Settore Formazione e Lavoro - 16 aprile

3 Progetto MAV Progetto innovativo per la gestione della riscossione delle somme di cui all Art. 5 della legge 12 marzo 1999 n. 68 a valere sul Fondo Regionale Disabili Sottocomitato per il collocamento dei disabili 16 Aprile 2013

4 Progetto MAV Il progetto nasce da una collaborazione tecnica tra Regione Lombardia e Provincia di Milano - Settore Sistema informativo lavoro, che presidia e coordina l attività di sviluppo e manutenzione del sistema informativo SINTESI per conto di tutte le province lombarde. SINTESI è il Sistema Integrato dei servizi per l impiego che implementa i servizi trasferiti alle Province in materia di lavoro.

5 Contesto tecnologico Tra i moduli applicativi di Sintesi è presente anche quello che gestisce la Legge 68/1999, che consente anche la gestione dell anagrafica delle aziende, la gestione del fascicolo dei lavoratori (categorie protette), l inoltro da parte delle aziende del prospetto informativo, l elaborazione della graduatoria degli iscritti alle categorie protette, ecc Questo progetto si inserisce in tale contesto proponendo l implementazione della gestione informatizzata dei contributi esonerativi (ex art. 5. della Legge 68/99) attraverso l utilizzo del MAV virtuale.

6 Contesto normativo - L articolo 5 comma 4 legge 68/99, definisce cosa si intende per esonero parziale monetizzato - Il DM n. 357/2000 definisce l iter procedimentale per la riscossione degli esoneri - L organo deputato a ricevere l istanza di esonero e rilasciare l autorizzazione all esonero è la Provincia

7 Obiettivo del Progetto La finalità che si vuole conseguire è quella di realizzare un sistema completamente informatizzato per la gestione di tutto l iter del procedimento, dal momento della richiesta dell esonero da parte dell azienda, ai documenti prodotti dall ente, fino ai piani di pagamento.

8 Situazione attuale e criticità La concessione degli esoneri da parte degli uffici provinciali avviene attraverso procedure cartacee e le Aziende in obbligo versano i contributi esonerativi e le sanzioni dovute unicamente tramite bollettino postale intestato a Regione Lombardia. Tale modalità di pagamento oltre che poco agevole per le aziende non risponde alle esigenze di trasparenza, monitoraggio e controllo dei flussi finanziari

9 Fattori chiave di innovazione Gestione elettronica di tutto il flusso procedimentale amministrativo attraverso l eliminazione dei fascicoli cartacei e la razionalizzazione dei flussi documentali. Digitalizzazione delle operazioni di pagamento da parte delle Aziende e di incasso da parte della Regione, attraverso l introduzione di strumenti di incasso evoluti come il MAV (pagamento Mediante AVviso) che consente di ottimizzare e velocizzare le fasi di riscossione.

10 Cos è il MAV? Il pagamento Mediante Avviso, detto anche MAV, è una procedura interbancaria standardizzata di incasso mediante bollettino (la banca del creditore invia un avviso mediante bollettino al debitore). Il MAV è pagabile senza spese sia presso qualsiasi sportello bancario, sia se pagato tramite altri canali, anche telematici, messi a disposizione dalle banche.

11 Funzioni da informatizzare (1) 1. Richiesta telematica rilascio di esonero 2. Rilascio documenti da parte della Provincia 3. Visualizzazione per le Aziende del piano di pagamento, le cui fasi di pagamento sono generate automaticamente dal documento di esonero (sulla base dei calcoli elaborati utilizzando l algoritmo definito da Regione Lombardia)

12 Funzioni da informatizzare (2) 4. Creazione del MAV attraverso la cooperazione applicativa con il sistema standard di UNIMATICA utilizzato dalla Tesoreria Regionale, con possibilità per l azienda di stampare direttamente dal sistema SINTESI l avviso di pagamento o generare un formato per pagamento tramite la propria Home Banking 5. Implementazione servizi di interoperabilità per l aggiornamento sui sistemi provinciali della notifica e aggiornamento dei dati del pagamento degli esoneri

13 Funzioni da informatizzare (3) 6. Gestione delle rettifiche e annullamenti 7. Gestione richiesta di rimborso 8. Gestione del calcolo delle sanzioni amministrative 9. Realizzazione Cruscotto di Monitoraggio per fornire agli operatori provinciali e regionali una visione complessiva degli esoneri rilasciati, dei MAV generati e dei pagamenti effettuati dalle aziende. (Ad ogni MAV sarà associato un codice univoco che consentirà di risalire sempre all Azienda che ha effettuato il pagamento)

14 Vantaggi per le Aziende - Semplificazione dei rapporti finanziari con la PA - Trasparenza delle modalità di pagamento - Possibilità di verificare in tempo reale la propria posizione e ricevere telematicamente comunicazioni di avviso in prossimità delle scadenze (come avviene in Regione per il bollo auto).

15 Vantaggi per le Province - Rinnovamento tecnologico attraverso l informatizzazione delle modalità di gestione dei servizi. - Maggiore tempestività nella verifica dei pagamenti necessari al rilascio della certificazione dell'ottemperanza. - Possibilità di disporre di strumenti di monitoraggio del fondo disabili di propria competenza (tramite interoperabilità tra il sistema regionale e i sistemi provinciali).

16 Vantaggi per la Regione Riduzione dei tempi di gestione delle pratiche Semplificazione della gestione dell'incasso e contabilizzazione dello stesso Semplificazione delle procedure di monitoraggio/verifica delle riscossioni, delle scadenze e dei ritardi nei pagamenti degli esoneri da parte delle aziende Semplificazione e velocizzazione del monitoraggio del Fondo Regionale.

FAC-SIMILE PER RICHIESTA DI ESONERO PARZIALE ( Da compilare su carta intestata dell Azienda richiedente, in BOLLO)

FAC-SIMILE PER RICHIESTA DI ESONERO PARZIALE ( Da compilare su carta intestata dell Azienda richiedente, in BOLLO) FAC-SIMILE PER RICHIESTA DI ESONERO PARZIALE ( Da compilare su carta intestata dell Azienda richiedente, in BOLLO) Alla PROVINCIA DI AREZZO Serv. Categorie Protette Via S. Lorentino 25 52100 AREZZO Oggetto:

Dettagli

SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE

SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE COMUNE DI CASANDRINO ROVINCIA DI NAPOLI SETTORE PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA E SVILUPPO ECONOMICO SERVIZIO RISORSE FINANZIARIE BILANCIO TRIBUTI E CONTROLLO DI GESTIONE SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE

Dettagli

FORUM PA 2011 PIANO STRAORDINARIO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA GIUSTIZIA

FORUM PA 2011 PIANO STRAORDINARIO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA GIUSTIZIA Ministero della Giustizia DGSIA Sistemi Informativi Automatizzati per il processo telematico FORUM PA 2011 PIANO STRAORDINARIO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA GIUSTIZIA I pagamenti elettronici Maria Pia

Dettagli

Roma, 10/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 31

Roma, 10/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 31 Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/03/2014 Circolare n. 31 Ai Dirigenti

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra La CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO (di seguito CCSE o Ente), con sede in Roma, in Via Cesare

Dettagli

3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA

3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA 3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA >> LA RISCOSSIONE MEDIANTE CARTELLA L Agenzia delle Entrate svolge l attività di riscossione nazionale dei tributi tramite la società per azioni

Dettagli

RICHIESTA DI ESONERO PARZIALE DAGLI OBBLIGHI DI ASSUNZIONE DEI DISABILI AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 3 L. 68/99 e D.M. n. 357/00.

RICHIESTA DI ESONERO PARZIALE DAGLI OBBLIGHI DI ASSUNZIONE DEI DISABILI AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 3 L. 68/99 e D.M. n. 357/00. (inviare con raccomandata A.R. o consegnare a mano) Apporre una marca da bollo da euro 14.62 Alla PROVINCIA DI UDINE Centro per l Impiego Ufficio disabili Viale Duodo, 3/a 33100 UDINE RICHIESTA DI ESONERO

Dettagli

Guida Facile al servizio di e-billing Cbill. Servizio di e-billing CBILL. Incassi e Pagamenti. La doppia funzione.

Guida Facile al servizio di e-billing Cbill. Servizio di e-billing CBILL. Incassi e Pagamenti. La doppia funzione. Guida Facile al servizio di e-billing Cbill 1 Servizio di e-billing CBILL Incassi e Pagamenti. La doppia funzione. 2 GUIDA FACILE AL NUOVO SERVIZIO Servizio di e-billing CBILL Cos è il servizio di e-billing

Dettagli

Il Dirigente Generale dell Agenzia regionale per l Impiego e la Formazione professionale,

Il Dirigente Generale dell Agenzia regionale per l Impiego e la Formazione professionale, Num.cod.fiscale:80012000826 Partita I.V.A.: 02711070827 REPUBBLICA ITALIANA ASSESSORATO DEL LAVORO, DELLA PREVIDENZA SOCIALE,DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE E DELL EMIGRAZIONE Il Dirigente Generale dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

ALLEGATO N. 3 MODALITA DI ESPLETAMENTO DELLE FUNZIONI DI CUI ALL ART. 2BIS AFFIDATE A TRENTINO RISCOSSIONI

ALLEGATO N. 3 MODALITA DI ESPLETAMENTO DELLE FUNZIONI DI CUI ALL ART. 2BIS AFFIDATE A TRENTINO RISCOSSIONI ALLEGATO N. 3 MODALITA DI ESPLETAMENTO DELLE FUNZIONI DI CUI ALL ART. 2BIS AFFIDATE A TRENTINO RISCOSSIONI 1. TIPOLOGIA PROCEDURE Il servizio, che può riguardare, anche disgiuntamente, sia le fasi pre-coattive

Dettagli

La Digitalizzazione in Regione Lombardia

La Digitalizzazione in Regione Lombardia La Digitalizzazione in Regione Lombardia Il progetto EDMA: il percorso di innovazione di Regione Lombardia nell'ambito della dematerializzazione Milano, Risorse Comuni, 19 Novembre 2009 A cura di Ilario

Dettagli

AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO TECNICO SEZIONE AIUTI COMUNITARI ALLEGATO ALLA CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI PAGAMENTO AI BENEFICIARI DI AIUTI COMUNITARI, CONNESSI E COFINANZIATI

Dettagli

Progetto SINTESI. Modulo COB

Progetto SINTESI. Modulo COB Progetto SINTESI Modulo COB Istruzioni operative per la compilazione online della richiesta di esonero parziale comprensiva di imposta di bollo e per il versamento dei contributi esonerativi tramite MAV

Dettagli

LA CITTADINANZA DIGITALE

LA CITTADINANZA DIGITALE . 1. LA CITTADINANZA DIGITALE Cambia il rapporto tra cittadini e amministrazione partendo dal principio che i cittadini sono al centro dell azione amministrativa, che essi godono di diritti di cittadinanza

Dettagli

Il nuovo servizio e-billing in ambito CBI

Il nuovo servizio e-billing in ambito CBI Il nuovo servizio e-billing in ambito CBI Dario Piovera Head of EB Network Products Product Development ebanking - Cash Management Global Transaction Banking UniCredit S.p.A. Roma, 22 novembre 2012 Lo

Dettagli

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO Protocollo d Intesa e convenzione di erogazione di servizi Trento, 27 Marzo 2014 LE FINALITA PROMUOVERE E SVILUPPARE UNA FATTIVA COLLABORAZIONE

Dettagli

DICHIARA. - che l organico complessivo aziendale, in ambito nazionale, alla data odierna risulta essere il seguente:

DICHIARA. - che l organico complessivo aziendale, in ambito nazionale, alla data odierna risulta essere il seguente: Alla CITTA METROPOLITANA di Bari Servizio Lavoro e Formazione Professionale Ufficio Collocamento Obbligatorio Via Postiglione, 50 70126 BARI Il sottoscritto....... in qualità di legale rappresentante della

Dettagli

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Il GAL Ternano in esecuzione della deliberazione adottata dal Consiglio di Amministrazione n. 12/2014 all ordine del giorno in data 29/01/2014

Dettagli

AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO TECNICO SEZIONE AIUTI COMUNITARI ALLEGATO ALLA CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI PAGAMENTO AI BENEFICIARI DI AIUTI COMUNITARI, CONNESSI E COFINANZIATI

Dettagli

FIRMA SU TABLET DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI FIRMA ELETTRONICA AVANZATA

FIRMA SU TABLET DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI FIRMA ELETTRONICA AVANZATA FIRMA SU TABLET DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI FIRMA ELETTRONICA AVANZATA L operatività della Banca con i suoi Clienti normalmente si avvale dell utilizzo di documenti cartacei; detti documenti: abilitano

Dettagli

SERVIZI DEDICATI ALLA P.A. LOCALE

SERVIZI DEDICATI ALLA P.A. LOCALE MERCATO PRIVATI - COMMERCIALE IMPRESA SERVIZI DEDICATI ALLA P.A. LOCALE APRILE 2012 MERCATO PRIVATI - COMMERCIALE IMPRESA I servizi di Poste Italiane per la gestione diretta degli incassi dei tributi locali

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI 1. Le norme del presente regolamento costituiscono la disciplina generale dell accertamento e della riscossione di tutte le entrate comunali non aventi

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO COMUNE DI GREVE IN CHIANTI Provincia di Firenze SETTORE 2 SERVIZI DI GESTIONE ECONOMICO-FINANZIARIA Ufficio Tributi DETERMINAZIONE N.39 DEL 19/04/2011 N. Registro generale 162 OGGETTO: Imposta comunale

Dettagli

Introduzione. Importanti evoluzioni. Fatture tradizionali o elettroniche?

Introduzione. Importanti evoluzioni. Fatture tradizionali o elettroniche? Introduzione Dal 18 ottobre 2012, grazie alla Piattaforma per la Certificazione dei Crediti, chiedere la certificazione dei crediti relativa a somme dovute per somministrazioni, forniture, appalti e prestazioni

Dettagli

Progetto Attivazione servizi online per disabili e categorie protette

Progetto Attivazione servizi online per disabili e categorie protette Progetto Servizi innovativi nel settore dei servizi per il lavoro PON Governance e Azioni di Sistema Obiettivo Convergenza 2007-2013 (FSE) Progetto Attivazione servizi online per disabili e categorie protette

Dettagli

Pagamenti elettronici e MUDE Piemonte

Pagamenti elettronici e MUDE Piemonte P. Palermo Direzione Soluzioni Applicative Area Bilancio, Programmazione e Procurement Torino, novembre 2014 La Piattaforma Pagamenti Piemonte 2 Pagamenti elettronici: situazione attuale Pagamenti elettronici

Dettagli

CONVENZIONE SERVIZIO BENE COMUNE PACCHETTO INTEGRATO

CONVENZIONE SERVIZIO BENE COMUNE PACCHETTO INTEGRATO CONVENZIONE SERVIZIO BENE COMUNE PACCHETTO INTEGRATO Il Comune di Mede, con sede in Mede, P.za Della Repubblica, n 37, P.IVA 00453550188, di seguito indicato come Cliente, legalmente rappresentato dal

Dettagli

Allegato A) R E L A Z I O N E

Allegato A) R E L A Z I O N E Allegato A) MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE AL RISPETTO DI QUANTO PREVISTO DALL ART. 9 D.L. 01/07/2009, N. 78 CONVERTITO IN LEGGE 03/08/2009, N. 109 DECRETO ANTICRISI R E L A Z I O N E Si richiama innanzitutto,

Dettagli

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 02.05.2007 Modificato con Delibera del Consiglio n. 52 del 20.12.2007

Dettagli

AI DIRETTORI REGIONALI AI DIRETTORI PROVINCIALI e SUBPROVINCIALI AI DIRETTORI DELLE AGENZIE

AI DIRETTORI REGIONALI AI DIRETTORI PROVINCIALI e SUBPROVINCIALI AI DIRETTORI DELLE AGENZIE Direzione Centrale delle Prestazioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Roma, 14-02-2006 Messaggio n. 4711 Allegati OGGETTO: Nuova applicazione ICRATE web per liquidazione delle

Dettagli

Forum Banche e PA 2010

Forum Banche e PA 2010 Forum Banche e PA 2010 Servizi bancari e finanziari per la PA e per gli investimenti pubblici Fondo Unico Giustizia Dal progetto all operatività 18 febbraio 2010 Relatore Carlo Lassandro Equitalia Giustizia

Dettagli

Vademecum della cartella di pagamento

Vademecum della cartella di pagamento in collaborazione con Direzione Regionale Veneto Vademecum della cartella di pagamento Guida pratica per il cittadino contribuente La cartella di pagamento 3 La notifica 3 Dove e come pagare 4 Dove chiedere

Dettagli

La Strategia Multicanale dei Pagamenti in favore del Cittadino

La Strategia Multicanale dei Pagamenti in favore del Cittadino La Strategia Multicanale dei Pagamenti in favore del Cittadino Multi-channel Payment Strategy for Citizen Roma, 1 dicembre 2014 Agenda Il Gruppo Equitalia L ICT come fattore abilitante il cambiamento La

Dettagli

ELEMENTI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA E ACCESSORI DELL UNIVERSITA DI SASSARI

ELEMENTI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA E ACCESSORI DELL UNIVERSITA DI SASSARI ALLEGATO 1 ELEMENTI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA E ACCESSORI DELL UNIVERSITA DI SASSARI Il concorrente dovrà presentare un offerta relativamente agli elementi e ai

Dettagli

Scheda n. 1. Riferimenti normativi e organizzativi inerenti l attuazione del procedimento

Scheda n. 1. Riferimenti normativi e organizzativi inerenti l attuazione del procedimento Scheda n. 1 Iscrizione elenco anagrafico ex DPR 442/2000 e acquisizione stato di disoccupazione mediante sottoscrizione della DID Dichiarazione di Immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa

Dettagli

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 16 DEL 18.05.2011

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO A/3 CONTO CORRENTE ORDINARIO (clienti non consumatori)

FOGLIO INFORMATIVO A/3 CONTO CORRENTE ORDINARIO (clienti non consumatori) FOGLIO INFORMATIVO A/3 CONTO CORRENTE ORDINARIO (clienti non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni (di seguito la Banca ) Sede Legale e

Dettagli

Tutto è più semplice. Un territorio online per cittadini e imprese.

Tutto è più semplice. Un territorio online per cittadini e imprese. Un territorio online per cittadini e imprese. Mantova, 10 Febbraio 2015 Digitalizzare i processi e le procedure, un obbligo di legge ma soprattutto una scelta per essere al passo con il mondo delle imprese

Dettagli

Guida Operativa per Singolo Atleta Si raccomanda di utilizzare Explorer versione 9 o superiore, Firefox o Chrome aggiornati alle ultime versioni.

Guida Operativa per Singolo Atleta Si raccomanda di utilizzare Explorer versione 9 o superiore, Firefox o Chrome aggiornati alle ultime versioni. Iscrizione Atleti alle Liste Punti FIS On-Line Guida Operativa per Singolo Atleta Si raccomanda di utilizzare Explorer versione 9 o superiore, Firefox o Chrome aggiornati alle ultime versioni. Importante!!!

Dettagli

PARAMETRI B1 ELENCO DEI 51 PROCEDIMENTI SEMPLIFICATI NEL 2012

PARAMETRI B1 ELENCO DEI 51 PROCEDIMENTI SEMPLIFICATI NEL 2012 PARAMETRI B1 ELENCO DEI 51 PROCEDIMENTI SEMPLIFICATI NEL 2012 PROGR AREA DGeDC TITOLO SINTETICO DESCRIZIONE2 DGeDC COINVOLTE TIPOLOGIA INTERVENTO BENEFICIARIO PRINCIPALE DEMATERIALIZZAZIONE 1 ISTITUZIONALE

Dettagli

Elementi di Valutazione per l affidamento del servizio di cassa dell Università di Pisa

Elementi di Valutazione per l affidamento del servizio di cassa dell Università di Pisa Allegato 1 alla Convenzione ELEMENTI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELL UNIVERSITÀ DI PISA Il concorrente dovrà presentare un offerta relativamente agli elementi e

Dettagli

Allegato C1. Adozione dell Ordinativo Informatico con firma digitale.

Allegato C1. Adozione dell Ordinativo Informatico con firma digitale. APPENDICE ALLA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI TRA. (denominazione scuola), con sede in.., Via.. n.., C.F. n. più avanti denominata semplicemente

Dettagli

************************************************ CONVENZIONE

************************************************ CONVENZIONE Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. Commerciale Imprese e P.A. Area Territoriale Lombardia Alla c.a. dott Dario Chiarin. OGGETTO: Servizio Bene Comune Pacchetto Integrato - offerto da Poste Italiane S.p.A.

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria Gestione dei Pagamenti e degli Incassi 1. OBIETTIVO... 4 2. REFERENTI DELLA PROCEDURA... 4 3. AMBITO DI APPLICAZIONE... 4 4.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: Relax Banking (L internet banking del Credito Cooperativo)

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: Relax Banking (L internet banking del Credito Cooperativo) FOGLIO INFORMATIVO relativo a: Relax Banking (L internet banking del Credito Cooperativo) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cagliari Soc. Coop. Viale Armando Diaz, 107/109-09125

Dettagli

Pagamento Ticket SSN. Resiban spa Strada degli Schiocchi 42 41124 Modena Tel. +39 059 344535 Web: www.resiban.it E-mail: info@resiban.

Pagamento Ticket SSN. Resiban spa Strada degli Schiocchi 42 41124 Modena Tel. +39 059 344535 Web: www.resiban.it E-mail: info@resiban. Il progetto prevede l implementazione completa di un sito Web per consentire a un cliente di una banca, in possesso di un account Home Banking, di poter effettuare il pagamento delle prestazioni SSN direttamente

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA DOCUMENTO INFORMATIVO PSD

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e Forma Giuridica: Banca di Credito Peloritano S.p.A Sede Legale e Direzione Generale: 98122 Messina [ME] Via Oratorio San Francesco, 2 Capitale sociale al 31.12.2014:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO A/2 CONTO CORRENTE CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO A/2 CONTO CORRENTE CONSUMATORI FOGLIO INFORMATIVO A/2 CONTO CORRENTE CONSUMATORI Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni e non può stabilire,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO A/14 CONTO CORRENTE CONSUMATORI SOCI BAPR

FOGLIO INFORMATIVO A/14 CONTO CORRENTE CONSUMATORI SOCI BAPR FOGLIO INFORMATIVO A/14 CONTO CORRENTE CONSUMATORI SOCI BAPR INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni (di seguito la Banca ) Sede Legale e Direzione Generale:

Dettagli

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche SITAS Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche Le procedure per l edificazione nei comuni della Regione Lazio classificati a rischio sismico soffrivano di: Complessa gestione

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

OGGETTO: Offerta per il Servizio di Tesoreria per il periodo dal 01.04.2011 al 31.12.2014.

OGGETTO: Offerta per il Servizio di Tesoreria per il periodo dal 01.04.2011 al 31.12.2014. Allegato C) Marca da Bollo da. 14,62 Al Comune di Ferno Via A. Moro, 3 21010 FERNO (VA) OGGETTO: per il Servizio di Tesoreria per il periodo dal 01.04.2011 al 31.12.2014. Il/La sottoscritt nat a il residente

Dettagli

Foglio informativo n. 2211. OPERAZIONI DI FACTORING TRAVELFACTORING

Foglio informativo n. 2211. OPERAZIONI DI FACTORING TRAVELFACTORING Foglio informativo n. 2211. OPERAZIONI DI FACTORING TRAVELFACTORING Informazioni sulla banca Denominazione: MEDIOCREDITO ITALIANO S.P.A. Sede legale e amministrativa : Via Montebello 18-20121 Milano Numero

Dettagli

Il ruolo della Banca nel processo di innovazione della Pubblica Amministrazione e le sinergie con il Consorzio DAFNE

Il ruolo della Banca nel processo di innovazione della Pubblica Amministrazione e le sinergie con il Consorzio DAFNE Claudio G. Fornaro Intesa Sanpaolo - Direzione Marketing Small Business Il ruolo della Banca nel processo di innovazione della Pubblica Amministrazione e le sinergie con il Consorzio DAFNE Coverciano,

Dettagli

IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE

IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE Gli aggiornamenti più recenti rimborsi da modello 730 di importo superiore a 4.000 euro erogazione dei rimborsi e comunicazione dei dati del conto corrente aggiornamento agosto 2014 RIMBORSO DA 730 ACCREDITO

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE

CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE Portogruaro - San Donà di Piave CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI INCASSO DELLA CONTRIBUENZA CONSORZIALE PARTE 1^ : SERVIZIO DI

Dettagli

Provincia del Medio Campidano. - Periodo 01.01.2008-31.12.2012 -

Provincia del Medio Campidano. - Periodo 01.01.2008-31.12.2012 - ALLEGATO E ALLA DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 726 DEL 07/11/2007 SCHEMA D OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER LA PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO - Periodo 01.01.2008-31.12.2012-1

Dettagli

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 29.11.2010 PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento,

Dettagli

Fattura No Problem BancoPosta

Fattura No Problem BancoPosta Fattura No Problem BancoPosta L integrazione dei processi di Fattura Elettronica per la riduzione dei costi e l efficientamento nei rapporti con imprese, banche, P.A., e fornitori Lucia Cimmino Sistemi

Dettagli

MODULO DELL OFFERTA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELL UNIVERSITA DI PISA. il sottoscritto.. nato. ... con sede in.. CF p.

MODULO DELL OFFERTA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELL UNIVERSITA DI PISA. il sottoscritto.. nato. ... con sede in.. CF p. marca da bollo da 14,62 ALLEGATO A/2 ( modulo dell offerta ) (Da inserire in BUSTA B -Offerta ) MODULO DELL OFFERTA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELL UNIVERSITA DI PISA Il sottoscritto..

Dettagli

Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. Mercato Privati Commerciale Imprese Area Centro Nord Via Zanardi n. 28 40131 Bologna

Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. Mercato Privati Commerciale Imprese Area Centro Nord Via Zanardi n. 28 40131 Bologna Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. Mercato Privati Commerciale Imprese Area Centro Nord Via Zanardi n. 28 40131 Bologna OGGETTO: Servizio Bene Comune Pacchetto Integrato - offerto da Poste Italiane S.p.A.

Dettagli

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del CONVENZIONE TRA L INAIL E L INPS PER L EROGAZIONE DELLA INDENNITA PER INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA DA INFORTUNIO SUL LAVORO, DA MALATTIA PROFESSIONALE E DA MALATTIA COMUNE NEI CASI DI DUBBIA COMPETENZA

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana Dicembre 2012 Nel primi mesi del 2012, il flusso di ritorno statistico della "matrice dei conti" è stato riattivato nella sua interezza e per tutte le date

Dettagli

CITTÀ DI VITTORIA Provincia di Ragusa Direzione Tributi Economato Servizi Fiscali Tel 0932/514500 fax 0932/867513 tributivittoria@pec.

CITTÀ DI VITTORIA Provincia di Ragusa Direzione Tributi Economato Servizi Fiscali Tel 0932/514500 fax 0932/867513 tributivittoria@pec. Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. GIPA Area Territoriale SUD2 Via Alcide De Gasperi 103 Palermo 90146 Alla c.a. dr Roberto Feroci CITTÀ DI VITTORIA Provincia di Ragusa Direzione Tributi Economato Servizi

Dettagli

Il servizio integrato notifiche per il Comune di Roma

Il servizio integrato notifiche per il Comune di Roma Il servizio integrato notifiche per il Comune di Roma Annamaria GRAZIANO Direttore II Dipartimento Entrate Comune di Roma Il SIN Il Il Servizio Integrato Notifiche, consente la la gestione e il il controllo

Dettagli

OGGETTO: Offerta per il Servizio di Tesoreria per il periodo dal 01.12.2011 al 31.12.2014.

OGGETTO: Offerta per il Servizio di Tesoreria per il periodo dal 01.12.2011 al 31.12.2014. Allegato C) Marca da Bollo da. 14,62 Al Comune di Ferno Via A. Moro, 3 21010 FERNO (VA) OGGETTO: per il Servizio di Tesoreria per il periodo dal 01.12.2011 al 31.12.2014. Il/La sottoscritt nat a il residente

Dettagli

DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA CONNESSE AL SERVIZIO DI RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO

DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA CONNESSE AL SERVIZIO DI RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA CONNESSE AL SERVIZIO DI RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO L anno -----------, il giorno -------- del mese di -------------, in Bolsena, tra Il Comune di Bolsena di seguito Ente con

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico PROCEDURE.IT Procedure.it nasce dall esigenza di fornire uno strumento per raggiungere nuovi margini di efficienza nella gestione

Dettagli

DOCUMENTI AL DOPO INCASSO

DOCUMENTI AL DOPO INCASSO Aggiornato al 01/10/2015 N release 0010 Pagina 1 di 5 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

REGOLAMENTO TASSE E CONTRIBUTI STUDENTI

REGOLAMENTO TASSE E CONTRIBUTI STUDENTI REGOLAMENTO TASSE E CONTRIBUTI STUDENTI Area Studenti PREMESSA...2 TITOLO I - CORSI DI LAUREA, LAUREA SPECIALISTICA, MAGISTRALE E A CICLO UNICO...2 art. 1 Caratteristiche della contribuzione...2 art. 2

Dettagli

OGGETTO: Offerta per il Servizio di Tesoreria per il periodo dal 01.01.2012 al 31.12.2016.

OGGETTO: Offerta per il Servizio di Tesoreria per il periodo dal 01.01.2012 al 31.12.2016. Allegato C) Marca da Bollo da. 14,62 All Unione dei Comuni Lombarda di Lonate Pozzolo e di Ferno Via Cavour, 20 21015 LONATE POZZOLO (VA) OGGETTO: per il Servizio di Tesoreria per il periodo dal 01.01.2012

Dettagli

PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro

PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro IL COLLOCAMENTO DISABILI ex lege 68/1999 Parlare di COLLOCAMENTO MIRATO non significa che non vi sia più obbligo da parte dei datori di lavoro di assumere

Dettagli

COMUNE DI CASTELFIDARDO SERVIZIO FINANZIARIO GESTIONE MANDATI/REVERSALI INFORMATICI (MIF)

COMUNE DI CASTELFIDARDO SERVIZIO FINANZIARIO GESTIONE MANDATI/REVERSALI INFORMATICI (MIF) 1 COMUNE DI CASTELFIDARDO GESTIONE MANDATI/REVERSALI INFORMATICI (MIF) o Il quadro normativo o Obiettivi o Atti preliminari o I rapporti con il Tesoriere o L operatività La terminologia Il mandato informatico

Dettagli

Giunta Regionale della Campania DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA

Giunta Regionale della Campania DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 67 del 17 dicembre 2001 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA Decreto n. 2516 del 21 novembre 2001 OSSERVATORIO REGIONALE MERCATO DEL

Dettagli

AI GENITORI DEGLI ALUNNI SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO

AI GENITORI DEGLI ALUNNI SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO AI GENITORI DEGLI ALUNNI SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO SERVIZIO INFORMATIZZATO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA a.s. 2015/2016 Il servizio di ristorazione scolastica, offerto dall Amministrazione

Dettagli

Foglio informativo n. 2204. OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO

Foglio informativo n. 2204. OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO Foglio informativo n. 2204. OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO Informazioni sulla banca Denominazione: MEDIOCREDITO ITALIANO S.P.A. Sede legale e amministrativa : Via Montebello 18-20121 Milano Numero

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica BIVERBANCA

Dettagli

COMUNE DI CUSANO MILANINO

COMUNE DI CUSANO MILANINO COMUNE DI CUSANO MILANINO CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELL ICI, DELLA TARIFFA RIFIUTI, DELLA TOSAP E ALTRE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI. Articolo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO. Servizio per il Diritto allo Studio Gestione Tasse e Contributi

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO. Servizio per il Diritto allo Studio Gestione Tasse e Contributi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO Servizio per il Diritto allo Studio Gestione Tasse e Contributi GUIDA AL PAGAMENTO DI TASSE E CONTRIBUTI A.A. 2015/2016 INDICE GUIDA AL PAGAMENTO DI TASSE E CONTRIBUTI

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI - CIG n Z5A076C029 TRA L Istituto scolastico I.I.S. VIA DEI PAPARESCHI (di seguito denominato Istituto

Dettagli

Progetto Polidro. Polizia idraulica e gestione dei corsi d acqua

Progetto Polidro. Polizia idraulica e gestione dei corsi d acqua Progetto Polidro Polizia idraulica e gestione dei corsi d acqua 1 1. Obiettivi del progetto Il progetto nasce da un protocollo di intesa tra DG Reti e Navigli Lombardi scarl. Obiettivi del progetto sono:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO A/8 CONTO CORRENTE CONSUMATORI PENSIONATI/DIPENDENTI ENTI PUBBLICI

FOGLIO INFORMATIVO A/8 CONTO CORRENTE CONSUMATORI PENSIONATI/DIPENDENTI ENTI PUBBLICI FOGLIO INFORMATIVO A/8 CONTO CORRENTE CONSUMATORI PENSIONATI/DIPENDENTI ENTI PUBBLICI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni (di seguito la Banca ) Sede

Dettagli

Progetto Dote Scuola Anno scolastico 2009 2010. Presentazione piattaforma per la gestione e liquidazione del Buono Scuola

Progetto Dote Scuola Anno scolastico 2009 2010. Presentazione piattaforma per la gestione e liquidazione del Buono Scuola Progetto Dote Scuola Anno scolastico 2009 2010 Presentazione piattaforma per la gestione e liquidazione del Buono Scuola Dicembre 2009 La piattaforma per il Buono Scuola Cos è la piattaforma e-buono: -

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 9 R.D. del 26/03/2010 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE CON LE POSTE ITALIANE S.P.A. PER L INCASSO E LA RENDICONTAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI. PERIODO 01.01.2010-31.12.2011. IL CONSIGLIO

Dettagli

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000)

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Ricerca veloce degli atti, archiviazione, fascicolazione ed inventario Inserimento semplice e funzionale Collegamento tra protocolli tramite la gestione dei fascicoli

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Allegato 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017 Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Premesso che con delibera del Commissario Straordinario,

Dettagli

Incasso e/o accredito s.b.f. di effetti RI.BA Reteincassi RID MAV (Portafoglio)

Incasso e/o accredito s.b.f. di effetti RI.BA Reteincassi RID MAV (Portafoglio) Foglio Informativo a disposizione della clientela ai sensi del D.lgs. n. 385/1993 sulla Trasparenza delle operazioni e dei IP3 servizi bancari e finanziari 1/4 Informazioni sulla Banca Banca Carige S.p.A.

Dettagli

Aspetti operativi del nuovo processo tributario

Aspetti operativi del nuovo processo tributario di Armando Urbano Aspetti operativi del nuovo processo tributario L accertamento esecutivo Il contributo unificato La nuova nota di iscrizione a ruolo Le controversie minori: Reclamo e mediazione La chiusura

Dettagli

L addetto all Ufficio Protocollo riceve quotidianamente la posta pervenuta tramite servizio postale

L addetto all Ufficio Protocollo riceve quotidianamente la posta pervenuta tramite servizio postale Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative da adottare in attuazione dell articolo 9 del decreto legge 1 luglio 2009, n. 78, convertito con

Dettagli

IV Relazione al Parlamento sullo stato di attuazione della Legge 12 marzo 1999, n.68 Norme per il diritto al lavoro dei disabili SICILIA

IV Relazione al Parlamento sullo stato di attuazione della Legge 12 marzo 1999, n.68 Norme per il diritto al lavoro dei disabili SICILIA SICILIA 429 I PRINCIPALI DATI AMMINISTRATIVI SICILIA (9 province) Anno 2006 Anno 2007 Iscritti disabili - Al 31 dicembre Iscritti disabili extracomunitari - Al 31 dicembre Iscritti ex art. 18 - Al 31 dicembre

Dettagli

F O G L I O I N F O R M A T I V O SERVIZIO INCASSO EFFETTI, DISPOSIZIONI ELETTRONICHE E DOCUMENTI I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

F O G L I O I N F O R M A T I V O SERVIZIO INCASSO EFFETTI, DISPOSIZIONI ELETTRONICHE E DOCUMENTI I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali delle Aziende Agricole per l anno 2009 COMUNICAZIONE IMPORTANTE

Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali delle Aziende Agricole per l anno 2009 COMUNICAZIONE IMPORTANTE FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CIRCOLARE N 2 del 22 dicembre 2008 Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali

Dettagli

CITTÀ DI VERBANIA PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA

CITTÀ DI VERBANIA PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA CITTÀ DI VERBANIA PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA 2 DIPARTIMENTO SERVIZI FINANZIARI SETTORE BILANCIO E CONTABILITA' UFFICIO BILANCIO E CONTABILITA' DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 686 DEL 30 giugno 2015

Dettagli

Direzione generale per gli studi la statistica e i sistemi informativi

Direzione generale per gli studi la statistica e i sistemi informativi MIUR AOODGSSSI REGISTRO UFFICIALE Prot. 2172 del 19.04.2011 - USCITA Alle Istituzioni Scolastiche Statali LORO SEDI OGGETTO PROGETTI DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE. Come è noto

Dettagli

SIGeVI Caratteristiche e vantaggi Verifiche impiantistiche: basta un click! Un servizio online per le imprese

SIGeVI Caratteristiche e vantaggi Verifiche impiantistiche: basta un click! Un servizio online per le imprese SIGeVI Caratteristiche e vantaggi Verifiche impiantistiche: basta un click! Un servizio online per le imprese Enrica Bongio Genova, Villa Bombrini 24/01/2013 S. I. Ge. V. I. Sistema Informativo Gestione

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 03/02/2000 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 31/01/2002 Modificato con

Dettagli

A cura di servizidipagamento.eu 2014

A cura di servizidipagamento.eu 2014 INDICE 1 L evoluzione della normativa dei pagamenti alle P.A. I 1.1 Premessa I 1.2 L apertura al «sistema dei pagamenti» I 1.3 Il quadro normativo della gestione di pagamento alle P.A. II 2 1.4 La semplificazione

Dettagli

Direzione Regionale della Calabria Ufficio Gestione Tributi VADEMECUM SERVIZIO DI EMISSIONE DEI VALORI BOLLATI CON MODALITA TELEMATICHE

Direzione Regionale della Calabria Ufficio Gestione Tributi VADEMECUM SERVIZIO DI EMISSIONE DEI VALORI BOLLATI CON MODALITA TELEMATICHE Direzione Regionale della Calabria Ufficio Gestione Tributi VADEMECUM SERVIZIO DI EMISSIONE DEI VALORI BOLLATI CON MODALITA TELEMATICHE Edizione aggiornata a Dicembre 2010 INTRODUZIONE Il Decreto Legge

Dettagli