Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI"

Transcript

1 Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI DELL EMILIA ROMAGNA LEGENDA: (*) specie con varietà fastigiate (1) a causa della patologia del colpo di fuoco, per l utilizzo di queste specie è obbligatorio richiedere il parere del Servizio Sanitario Nazionale (2)Viene considerata l autoctonia su base Regionale T Specie termofile sconsite a nord del Comune di Cervia A) ZONA LITORANEA DI PRIMA LINEA TAB. 1.1 Alberi consiti Ailanto Olmo siberiano Olivello di Boemia Pioppo bianco (*) Lagerstroemia Autoctona Esotica (2) Ailanthus altissima (maschio) Ulmus pumila Eleagnus angustifolia Populus alba (maschio) Lagerstroemia indica CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO prima m Alberature, parchi e prima m Alberature, parchi e terza 5-6 m Alberature, e parchi prima m Alberature, parchi e Resiste siccità e atmosferico Tollera siccità e salinità; resiste alla grafiosi Specie eliofila; tollera salinità Tollera siccità, salinità, ristagni non prolungati terza 3-4 m Parchi e Tollera siccità e terreno calcareo, teme gelate intense Pino da pinoli Pinus pinea prima m Parchi e Tollera siccità, sensibile a basse temperature e Tamerice Tamarix gallica TAB 1.2 Arbusti consiti terza 5-6 m Giardini, alberature Specie eliofila; tollera siccità e salinità / (f) giugno luglio Eleagno Olivello spinoso Olivello di Boemia Pittosporo Autoctona Esotica (2) Eleagnus x ebbingei Hippophae rhamnoides Eleagnus angustifolia Pittosporum tobira ALTEZZ A cm (s) cm (s) cm (s) 1, cm (s) Alberature, parchi e, siepi Frangivento, barriere, schermo Alberature, e parchi Frangivento, schermo, siepe Indifferente al substrato,tollera ventosità Tolleranza a siccità Specie eliofila; tollera salinità Indifferente al substrato,tollera siccità,teme basse temperat e ve (f) giugno

2 Lagerstroemia Piracanta (1) Agazzino (1) Piracanta (1) Ginepro comune Fillirea, ilatro sottile Tamerice Palma nana Agnocasto Ligustro del Texas Autoctona Esotica (2) Lagerstroemi a indica Pyracantha angustifolia Pyracantha coccinea Pyracantha yunnanensis Juniperus communis Phillyrea angustifolia Tamarix gallica Chamaerops humilis Vitex agnus-castus T Ligustrum texanum ALTEZZ A cm(g) Parchi e Tollera siccità e terreno calcareo, teme gelate intense cm (s) cm (s) cm (s) Siepi, barriere, parchi e Siepi, barriere, parchi e Siepi, barriere, parchi e ben drenati; abbastanza rustica Tollera freddo, ventosità e Abbastanza rustica, eliofila cm (s) Siepi, barriere, scarpate freddo e siccità cm(g) Parchi,, Tollera vento, frangivento siccità e cm (s) Giardini, alberature Specie eliofila; tollera siccità e salinità cm(g) Parchi e freschi, teme gelo e ristagno idrico 2,5 Parchi, Indifferente al substrato,eliofi la cm (s) 150 cm(g) Resistente alla salinità e ve Sempe ve (f) fr in autunno fr in autunno fr in autunno luglio agosto agosto

3 ZONA LITORANEA DI SECONDA LINEA TAB 1.3 Alberi consiti Spino di Giuda Melia Albero di Giuda Albizzia Bagolaro Frassino ossifillo Gelso bianco Gelso nero Ginkgo Lagerstro emia Leccio Nespolo (1) del giappone Olmo comune Orniello Pero da fiore (1) Pino d Aleppo Autoctona Esotica (2) Gleditsia triacanthos (var.inermis ) Melia azedarach Cercis siliquastrum Albizzia julibrissin Celtis australis Fraxinus oxycarpa CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO seconda m Parchi,, alberate seconda 7-10 m Alberature, parchi e Tollera siccità e freddo, terreno fresco Resiste siccità e salsedine; sen-sibile a gelate terza 5-6 m Parchi e Tollera siccità e inquinanti, terreni calcarei terza 6-8 m Alberature, parchi e prima m Alberature stradali ampie, parchi, seconda 8-10 m Alberature, parcheggi, parchi e Specie rustica Tollera siccità e inquinanti Predilige zone umide,tollera le sommersioni Morus alba seconda 8-10 m Parchi e Predilige suoli profondi; tollera siccità e freddo Morus nigra Ginkgo biloba (maschio) Lagerstroemia indica Quercus ilex Eriobotrya japonica Ulmus minor Fraxinus ornus Pyrus calleryana (var. fiorifere prive di spine) Pinus halepensis T seconda 8-10 m Parchi e profondi; tollera siccità e freddo prima m Alberature stradali ampie, parchi e Rustica,tollera siccità e terza 3-4 m Parchi e Tollera siccità e terreno calcareo, teme gelate intense seconda m Alberature stradali, Rustica,tollera parchi e vento e siccità terza 5-6 m Parchi e Tollera la siccità, teme il gelo prima m Alberature stradali, parchi e seconda 8-10 m Alberature stradali, parcheggi, parchi e seconda 8-10 m Alberature, parchi e Albero a rischio di grafiosi, tollera gelate, inquinanti Tollera siccità,, substrato Tollera venti salsi, siccità prima m Parchi e Specie eliofila; tollera siccità e salinità fog lia eve fo fo fo fo fo fo fo fo fo fo eve eve fo fo fo eve (f) giugno agosto f novembre; fr inverno

4 Pino marittimo Pino da pinoli Pioppo tremolo Pioppo bianco (*) Platano Robinia Tasso Salice da vimini Salice fragile Salice bianco Autoctona Esotica (2) Pinus pinaster CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO prima m Parchi e Tollera la siccità, teme le gelate, terreni sciolti Pinus pinea prima m Parchi e Tollera siccità, sensibile a basse temperature e Populus tremula Populus alba (maschio) Platanus acerifolia (hybrida) Robinia pseudacacia(va r.umbraculifera) Taxus baccata prima m Parchi e Indifferente al substrato,tollera l umidità prima m Alberature, parchi e prima m Alberature stradali, parcheggi, parchi e seconda 8-10 m Parcheggi, parchi e Tollera siccità, salinità, ristagni non prolungati Albero a rischio di cancro colorato,tollera umi-dità e inquinanti Tollera siccità, freddo; substrato terza 6-8 m Parchi e Tollera terreni calcarei, siccità, teme ristagni Salix viminalis seconda 7-10 m Parchi, Resiste al ristagno Salix fragilis seconda 7-10 m Parchi, Resiste all umidità, terreni sabbiosi Salix alba prima m Parchi, Resiste al ristagno fog lia eve eve eve fo fo fo fo eve fo fo fo (f) giugno TAB 1.4 Arbusti consiti (1) Biancospino (1) Biancospino (1) Ginepro comune Autoctona Esotica (2) horizontalis e forme orticole Crataegus monogyna Crataegus oxyacantha Juniperus communis 0, cm Parchi e profondi, moderatamente rustica cm(s) cm(g) cm(s) cm(g) cm (s) Siepi, schermo, parchi e Siepi, schermo, parchi e Siepi, barriere, scarpate Rustica, terreni calcarei-argillosi Rustica, terreni calcarei-argillosi freddo e siccità caduc/ semipe rsisten te folia folia (f) (specie giugno

5 Ginepro Fillirea, ilatro sottile Lagerstroe mia Alloro Oleandro Albero di Giuda Alaterno Crespino Rosmarino Lentaggine Ligustro Melograno Abelia Autoctona Esotica (2) Juniperus sabina T (var. tameriscifolia) Phillyrea angustifolia Lagerstroemi a indica Laurus nobilis Nerium oleander Cercis siliquastrum Rhamnus T alaternus vulgaris Rosmarinus officinalis Viburnum tinus Ligustrum vulgare Punica granatum (var. Abelia x grandiflora thunbergii var. Atropurpurea julianae gagnepaini 0,3-0,4 200 cm Tappezzante per scarpate, aiuole spartitraffico,parchi e cm(g) Parchi,, frangivento freddo e siccità Tollera vento, siccità e 1, cm(g) Parchi e Tollera siccità, terreni calcarei,teme gelate intense cm(s) cm(g) cm(s) cm(g) Parchi e Schermo, siepi, parchi e Rustica, resiste al freddo, teme gelate prolunga Eliofila, teme le gelate, tollera terreni sabbiosi cm(g) Parchi e Tollera siccità, inquinanti, terreni calcarei cm(s) Siepi, schermo, parchi Tollera inquinanti cm(g) e e salinità cm(s) cm(g) 1-1, cm(s) cm(g) cm(s) cm(g) Schermo, barriera, siepi, parchi e Schermo, siepi, parchi e cm(s) Schermo, siepi, parchi e Rustica, suoli argillosi e calcarei la siccità Rustica, suoli ben drenati,tollera basse temperat. siccità, calcaree cm(g) Parchi e Eliofila, tollera suolo calcareo, siccità e freddo 1-1, cm(g) Parchi e Eliofila, terreni ben drenati 1-1, cm (s) 1, cm(s) cm (g) 1, cm(s) cm (g) sciolti, tollera suoli poveri e sciolti, tollera suoli poveri e sciolti, tollera suoli poveri e Semip ersiste nte Semip ersiste nte settembre luglio f novembre aprile luglio luglio; fr luglio giugno; fr giugno; fr x stenophylla 1, cm (s) cm(g) sciolti, tollera suoli poveri e giugno; fr

6 Maonia Maonia giapponese Cisto (1) (1) Clerodendro Scotano Lavanda Ginestra Ibisco Forsizia Iperico Fotinia Potentilla Spirea Autoctona Esotica (2) Mahonia aquifolium Mahonia japonica Cistus salvifolius T salicifolius dammeri Clerodendron trichotomum Cotinus coggygria Lavandula spica Genista lydia Hibiscus syriacus Forsythia x intermedia var. Lynwood Hypericum spp Hypericum calicinum Photinia serrulata Potentilla fruticosa Spiraea japonica Spiraea x bumalda 1-1, cm(g) 1-1, (g) profondi, teme gelo e ristagni profondi, teme gelo e ristagni 0, cm(g) Parchi e Eliofila, suoli calcarei ben drenati, tollera venti salsi 1-1, cm(g) Parchi e, tappezzante 0,4-0, cm(g) Parchi e, tappezzante argillosi, ben drenati argillosi, ben drenati 2-2, cm(g) Parchi e Predilige terreno fresco, tollera il freddo 2-2, cm(g) Parchi e Eliofila, terreni calcarei, teme i ristagni 0,4-0, cm(g) Parchi e Rustica, indifferente al substrato, terreni leggeri 0,4-0, cm(g) Tappezzante adatta a parchi e 2-2, cm(s) cm(g) 1, cm(s) cm(g) Eliofila, tollera vento, siccità e terreno calcareo Predilige suoli freschi, tollera il calcaree Rustico, substrato 1 100cm(g) Parchi e giardi Rustica,indiffer ente al substrato, eliofila 0,3 20-cm (g) Tappezzante per Predilige luoghi 2-2, cm(s) cm(g) parchi e giardi 0,4-0, cm (g) Tappezzante, parchi e 1-1, cm(s) cm(g) 1-1, cm(s) cm(g) Parchi, e siepi Parchi, e siepi soleggiati Indifferente al substrato, tollera ambienti marini Sensibile al freddo, terreni ben drenati Eliofila, substrato,resiste al freddo Eliofila, substrato,resiste al freddo Semip ersiste nte fogli f marzo maggio f aprile ; fr luglio; fr f agosto ; fr agosto f aprilegiugno f febbraiomarzo giugno f aprilesettembre giugno agosto

7 Palla di neve Veigelia Deuzia Buddleia Rose arbustive di grande sviluppo Rose arbustive di piccolo-medio sviluppo Rose tappezzanti Autoctona Esotica (2) Spiraea x Van Houttei Viburnum opulus Weigelia e varietà Symphoricarp os x chenaultii var Hancock Deutzia spp. Buddleia davidii e varietà 1,2-1, cm(g) Parchi, e siepi Eliofila, indifferente al substrato,resiste al freddo 2, cm(g) Parchi e Rustica, suoli freschi, sensibile agli afidi 1-1, cm(g) Parchie Tollera siccità, e 0, cm(g) Tappezzante per parchi e calcaree freddo e 1-1,5 120 cm (g) Parchi e Predilige esposizioni soleggiate;resiste alla siccità 2, cm(g) Parchie e calcarei Rosae spp. Parchie e Rosa spp 45 cm (g) Parchie e Rosa spp 40 cm (g) Parchie e, aiuole spartitraffico giugno giugno luglio TAB. 1.5 Specie rampicanti consite Autoctona Esotica (2) Bignonia Campsis radicans Parchi e Rustica go Edera Hedera sspp Parchi e Rustica e vere Ortensia Hydrangea Parchi e rampicante petiolaris freschi e sub acidi Madre selva Lonicera sspp Parchi e Parte aerea in pieno sole, pedale in ombra fino a Parchi e Terreno umido e ricco Parchi e Esposizione in pieno sole Vite vergine Parthenocissus sspp Falso Trachelosperm gelsomino um jasminoides Clematide Clematis sspp Parchi e Parte aerea in pieno sole, pedale in ombra Glicine Rose tappezzanti Semper Wistaria chinensis Parchi e Rosa spp Parchi e caducif o settembre luglio giugno settembre f aprile maggio

8 C) ZONA LITORANEA DI TERZA LINEA TAB. 1.6 Alberi consiti Acero comune Carpino (*) Farnia (*) Frassino maggiore Liquidambar Liriodendro (*) Ontano nero Roverella Autoctona Esotica (2) Acer campestre Carpinus betulus Quercus robur Fraxinus excelsior Liquidambar styraciflua Liriodendron tulipifera Alnus glutinosa Quercus pubesces Quercus x turneri CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO seconda 8-10 m Parchi,, alberate e parcheggi seconda 8-10 m Barriere, alberature, parcheggi, parchi e Tollera il freddo Tollera la siccità, rustica, substrato prima m Parchi e Rustica,tollera la sommersione temporanea prima m Alberature stradali ampie, parcheggi, parchi e prima m Barriere, alberature, parchi e Predilige zone umide, eliofila; tollera umidità e inquinanti Rustica,tollera le basse temperature,teme l Sensibile alla siccità prima m Alberature, parchi e seconda 8-10 m Parchi e Tollera umidità inondazioni e inquinanti seconda m Parchi e Tollera la siccità, teme ristagni prolungati terza 6-8 m Alberature, parchi e Tiglio Tilia spp prima m Alberature, parcheggi, parchi e Ippocastano Ippocastano rosso grandiflora Aesculus hippocastanu m Aesculus x carnea Hyane (var. briotii) Tollera terreno calcareo; eliofila Tollera l umidità, terreni profondi prima m Parchi, Tollera il freddo, teme ristagni prolungati prima m Parchi, Tollera il freddo, teme siccità e salinità seconda m Parchi,, alberature Tollera freddo e siccità (f) luglio giugno luglio

9 TAB 1.7 Arbusti consiti Corbezzolo Spino cervino Lillà Cassia Cotogno giapponese Calicanto invernale Corniolo Nocciolo contorto stellata giapponese Magnola di Solange Agrifoglio Autoctona Esotica (2) Arbutus unedo T Rhamnus cathartica Philadelphus spp. Syringa vulgaris Cassia corymbosa T Chaenomeles japonica Chimonanthus praecox Ceanothus x delilianus var.glorie de Versaille Caryopteris x clandonensis var. Kew blue T Cornus mas e varietà Corylus avellana, var. Contorta stellata obovata var. Purpurea x soulangeana Ilex aquifolium Ilex crenata var. Dazzler cm(s) cm(g) Parchi, e siepi cm(s) Siepi, schermo, parchi cm(g) e cm(g) Schermo, parchi e Tollera calcare, ; teme gelate prolungate Predilige suoli calcarei, aridi Resistea freddo e cm(g) Parchi e Eliofila, tollera gelate, sensibile alla siccità 0, cm(g) Parchi e Esige zone riparate,suoli ben drenati, tollera la siccità 0, cm(g) Parchi e Rustica,resiste e calcaree 3-3, cm(g) Parchi e Indifferente al substrato, zone riparate 0, cm(g) Parchi e Specie a rapido accrescimento 0,6-0, cm(g) Parchi e Eliofila, suoli ben drenati, teme il freddo 1, cm (g) Parchi e Resiste al freddo, suoli calcaei e argillosi 2, cm (g) Parchi e Indifferente al substrato,predili ge suoli calcaei 1, cm(g) Parchi e profondi, teme siccità, gelo e ristagni cm(g) Parchi e Resistente alle gelate, terreni argillosi cm (g) Parchi e le gelate, teme la siccità 2, cm (s) cm(g) Parchi e, siepi Predilige suoli umidi,teme sbalzi termici, tollera l 1-1, cm(g) Parchi e Predilige suoli umidi,teme sbalzi termici, tollera l inquinam. Semip ersiste nte f novembre dicembre fr invernali luglio f aprile f settembre f dicembrefebbraio settembre f febbraiomarzo f febbraio f aprile

10 Evonimo Olea Autoctona Esotica (2) Euonymus europaeus Euonymus alatus Euonymus fortunei Osmanthus fragrans 1, cm(g) Parchi e 1,2-1, cm(g) Parchi e O,6-0, cm(g) Tappezzante per Indifferente a parchi e clima e substrato, aiuole spartitraffico sensibile a cocciniglie e oidio cm(g) Parchi e Adatta al pieno sole, suoli ben drenati luglio / settembre Osmanto Osmanthus ilicifolius Viburnum plicatum var watanabe Callistemon laevis T Callistemon lanceolatus T 1, cm(s) cm(g) Veronica Hebe sspp 0,6-0,8 80 cm(s) Colvizia Kolkwitzia amabilis T Adatta al pieno sole, suoli ben drenati 1,2-1, cm(g) Parchie Predilige zone d ombra leggera 1,2-1,5 120 cm(g) Parchi e Predilige esposizioni riparate cm(g) Parchi e Predilige esposizioni riparate Giardini Esposizioni 100 cm (g) riparate 2-2,5 200 cm (g) Parchi e Esposizione in ombra leggera giuno/ autunno luglio luglio TAB 1.8 Specie rampicanti consite Bignonia Fiore della passione Autoctona Esotica (2) Bignonia capreolata T Passiflora careulea T Parchi e Semirustica, esposizioni semiriparate Parchi e Esige terreno aereato e ricco e ve luglio ; fr

Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI

Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI Allgat C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI LEGENDA: (*) spci cn varità astigt (1) a causa lla patlg l clp di uc, pr l utilizz di qust spci è bbligatri richir il parr l Srvizi

Dettagli

Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi. Cod. Descrizione Rev.

Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi. Cod. Descrizione Rev. Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi Geom. Sara Moretti Progettazione; Elaborazioni grafiche. I INDICE INDICE... I

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

Spett.le ERSAF Struttura al servizio al sistema agroforestale via Copernico, 38 20125 MILANO

Spett.le ERSAF Struttura al servizio al sistema agroforestale via Copernico, 38 20125 MILANO BOSCO WWF DI VANZAGO SIC/ZPS IT2050006 RISERVA NATURALE REGIONALE Ente Gestore: WWF ITALIA - Onlus via Tre Campane, 21-20010 Vanzago, (MI) tel: 02.93.41.761 fax: 178.222.89.78 e-mail: boscovanzago@wwf.it

Dettagli

Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali

Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali Francesco Comiti, Daniela Campana Libera Università di Bolzano Sustainable use of biomass in South

Dettagli

Settimana dal 6 al 12 aprile 2015

Settimana dal 6 al 12 aprile 2015 np MONITORAGGIO AEROBIOLOGICO DEI POLLINI Stazioni di :,, e Lido di Camaiore IN PRIMO PIANO: prosegue la fioritura delle Urticacee (ortica e parietaria), delle Corylaceae (carpino nero), delle Platanaceae

Dettagli

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi 5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi Riferimenti normativi Codice di Misura Articolo 36 (a) (vi) e 41 del Reg. (CE) N 1698/2005 e punto 5.3.2.1.6. dell Allegato II del Reg. (CE) 1974/06

Dettagli

Siepi, filari e alberi vetusti: antico patrimonio da preservare. Analisi dello stato di fatto all interno del Parco Agricolo Sud Milano

Siepi, filari e alberi vetusti: antico patrimonio da preservare. Analisi dello stato di fatto all interno del Parco Agricolo Sud Milano Siepi, filari e alberi vetusti: antico patrimonio da preservare. Analisi dello stato di fatto all interno del Parco Agricolo Sud Milano Relazione a cura di Elena Aldisquarcina LIPU Birdlife Italia 1 1.

Dettagli

INTERVENTI POST SISMA TECNICHE DI PREVENZIONE E SICUREZZA

INTERVENTI POST SISMA TECNICHE DI PREVENZIONE E SICUREZZA INTERVENTI POST SISMA TECNICHE DI PREVENZIONE E SICUREZZA OPERE PROVVISIONALI CRITERI GENERALI Le opere di pronto intervento hanno lo scopo di garantire condizioni di sicurezza nelle strutture oggetto

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

;4 ;4 < '*%"!!!"+,...73 '-4(.%!...74

;4 ;4 < '*%!!!+,...73 '-4(.%!...74 '*%"!!!"+,...73 '-4(.%!...74 %%!% %%!%...75 '/+%%%!%...75 '0!%!%%!%...75 '1%.!((!%%!%...77 *2%%!%!...77 4)++! ++! %+!! 8 ''/910%...78 *+%++! %+!! 8!''/910%:...78 *#!%!++! %+!! 8!''/910 %: 78 *& %.! ((!

Dettagli

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa?

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa? 1. Quando si devono potare le rose? a) I Rosai rampicanti e arbustivi: non si potano in quanto fioriscono sui rami (sarmenti) dell anno precedente; se potiamo, la produzione di fiori viene ridotta a circa

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI ELENCO PREZZI UNITARI - pag.1- N. Codice Descrizione U.M. Prezzo/Euro 1 A.01 Rimozione di pavimentazione di pietrini di cemento, compreso cordoli, malta sottostante, ponti di servizio, massetto cementizio

Dettagli

del comune di Napoli

del comune di Napoli for a living planet del comune di Napoli a cura del WWF Campania e della cooperativa La Locomotiva Centro di Documentazione CESPIA-CRIANZA for a living planet Ringraziamenti e credits Stesura e coordinamento

Dettagli

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159 CHE COS È IL CLIMA? L atmosfera: è l aria che circonda la Terra. Ti è capitato di vedere in televisione o su un giornale le previsioni del tempo? La persona che parla spiega che cosa succede nell aria

Dettagli

MODENA E IL SUO CLIMA

MODENA E IL SUO CLIMA Comune di Modena - SERVIZIO STATISTICA: note divulgative Pagina 1 di 2 MODENA E IL SUO CLIMA Modena, pur non essendo estranea al fenomeno del riscaldamento generalizzato, continua ad essere caratterizzata

Dettagli

Informambiente. via Vlacovich, 4 35126 Padova. Tel. 049 8022488. Fax. 049 8022492 IL PARCO CHE VORREI

Informambiente. via Vlacovich, 4 35126 Padova. Tel. 049 8022488. Fax. 049 8022492 IL PARCO CHE VORREI Informambiente via Vlacovich, 4 35126 Padova Tel. 049 8022488 Fax. 049 8022492 IL PARCO CHE VORREI progetto di coinvolgimento attivo dei bambini nella riqualificazione del verde urbano SCHEDE DEGLI ALBERI

Dettagli

L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO

L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO Fabrizio Battista, Federica Gaiotti, Davide Mosetti, Gilberto Bragato, Diego Tomasi CRA-VIT CENTRO DI RICERCA

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987)

Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987) Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987) Prima regola: oltre un certo carico produttivo per ceppo la qualità diminuisce ( ) Fittezza in relazione

Dettagli

Città di Novate Milanese

Città di Novate Milanese Città di Novate Milanese - Provincia di Milano - Cod. Fisc. P. Iva n. 02032910156 Sede municipale di V. Veneto, 18 c.a.p. 20026 Novate Milanese (MI) tel. 02/354731 fax. 02/33240000 lavpubblici@comune.novate-milanese.mi.it

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE. Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio

PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE. Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio 1 Ambito della ricerca Nella primavera 2009 l Unità di Ricerca

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

BISOGNO PRIMARIO ALASSIO FINALE LIGURE LOANO SASSELLO Chacun doit cultiver son jardin (Voltaire) 1 LOANO

BISOGNO PRIMARIO ALASSIO FINALE LIGURE LOANO SASSELLO Chacun doit cultiver son jardin (Voltaire) 1 LOANO BISOGNO PRIMARIO ALASSIO FINALE LIGURE SASSELLO Chacun doit cultiver son jardin (Voltaire) 1 Arrivati nell area dell ex sabbia del comune di Loano, il paesaggio che ci si apre davanti è una distesa di

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

A COSA SERVONO LE FOGLIE?

A COSA SERVONO LE FOGLIE? A COSA SERVONO LE FOGLIE? Le foglie fabbricano il cibo della pianta, trasformando aria e acqua in glucosio (zucchero). Una foglia è formata da: Di solito la foglia è formata LAMINA da una parte appiattita

Dettagli

APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO

APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO SEMINARIO TECNICO ALBICOCCHE DI QUALITA :tecniche agronomiche, innovazione varietale e strategie di mercato APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO Sala Consiliare Comune di Scanzano

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Il fenomeno degli incendi ha assunto ormai da

Il fenomeno degli incendi ha assunto ormai da CAPITOLO 20 Il recupero delle aree percorse dal fuoco con tecniche di Ingegneria Naturalistica U. Bruschini, P. Cornelini 20.1 Introduzione Il fenomeno degli incendi ha assunto ormai da tempo una drammatica

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto

Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto Floating system per la produzione di mazzetti e il tappettino subirrigante per le piantine. Due innovazioni adottate dall azienda Ricci

Dettagli

I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point

I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point P. Bonanni*, F.Fornasier*, A. De Marco * ISPRA, ENEA Carico critico Stima quantitativa dell esposizione ad uno o più inquinanti

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

frutto rosso Asia minore, frutto nero America del nord, mora giapponese Cina

frutto rosso Asia minore, frutto nero America del nord, mora giapponese Cina PICCOLI FRUTTI Piccoli frutti è di derivazione inglese small fruits, che sta a indicare non tanto la minore importanza di queste coltivazioni, quanto semplicemente la piccola pezzatura dei frutti stessi.

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Con il patrocinio di energia UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Dopo un anno di monitoraggio climatico nella città di Perugia, effettuato grazie alla rete meteo installata

Dettagli

Leopoldo Tommasi. IL FRUTTETO FAMILIARE a conduzione biologica

Leopoldo Tommasi. IL FRUTTETO FAMILIARE a conduzione biologica Leopoldo Tommasi IL FRUTTETO FAMILIARE a conduzione biologica Indice pag Principi base per l impostazione 2 Il terreno 2 La preparazione del terreno per l impianto 2 Concimazione e concimi 3 Il sovescio

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Art. 1 La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione del formaggio Pecorino Romano comprende l intero territorio delle regioni della

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

MINISTERO DELL'AMBIENTE. D.P.R. 8-9-1997 n. 357 (1) Testo aggiornato e coordinato al D.P.R. 12 marzo 2003 n 120 (2)

MINISTERO DELL'AMBIENTE. D.P.R. 8-9-1997 n. 357 (1) Testo aggiornato e coordinato al D.P.R. 12 marzo 2003 n 120 (2) MINISTERO DELL'AMBIENTE D.P.R. 8-9-1997 n. 357 (1) Testo aggiornato e coordinato al D.P.R. 12 marzo 2003 n 120 (2) Regolamento recante attuazione della direttiva 92/43/CEE relativa alla conservazione degli

Dettagli

Struttura della foglia

Struttura della foglia Struttura della foglia La struttura delle foglie varia per grandezza e forma apice nervatura lamina fogliare base stipole picciolo Forma della lamina fogliare a squama ad ago lineare ellittica ovale lanceolata

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

Miscele da Sovescio Agri.Bio

Miscele da Sovescio Agri.Bio Miscele da Sovescio Agri.Bio Il sovescio è una pratica agronomica consistente nell'interramento di apposite colture allo scopo di mantenere o aumentare la fertilità del terreno. I risultati che si possono

Dettagli

Innesti e Tecniche di Riproduzione

Innesti e Tecniche di Riproduzione Data inizio: 7-11-2011 Alberi da frutto Innesti e Tecniche di Riproduzione Sommario Perché innestiamo? 1 Innesto a Spacco 2 Innesto a Corona 3 Innesto a Triangolo 4 Innesti a Occhio 5 Innesto a Spacco

Dettagli

Carta dei tipi forestali della Regione Lombardia LA BANCA DATI FORESTALE. Relatore: Michele Carta

Carta dei tipi forestali della Regione Lombardia LA BANCA DATI FORESTALE. Relatore: Michele Carta Carta dei tipi forestali della Regione Lombardia LA BANCA DATI FORESTALE Relatore: Michele Carta LA BANCA DATI Insieme di cartografie e dati descrittivi, gestite tramite GIS, di supporto alla modellizzazione

Dettagli

I BOLLETTINI VALANGHE AINEVA e LA SCALA DI PERICOLO

I BOLLETTINI VALANGHE AINEVA e LA SCALA DI PERICOLO CENTRO NIVO METEOROLOGICO ARPA BORMIO I BOLLETTINI VALANGHE AINEVA e LA SCALA DI PERICOLO Corso 2 A- AINEVA Guide Alpine della Lombardia Bormio 25-29 gennaio 2010 A cura di Flavio Berbenni MARCATO FORTE

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2014-2015 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-

Dettagli

Meteo Varese Moti verticali dell aria

Meteo Varese Moti verticali dell aria Movimento verticale dell aria Le masse d aria si spostano prevalentemente lungo direzioni orizzontali a seguito delle variazioni della pressione atmosferica. I movimenti più importanti sono però quelli

Dettagli

LE VARIETA VANNO PRENOT ATE AL PROPRIO FORNITORE

LE VARIETA VANNO PRENOT ATE AL PROPRIO FORNITORE Ernst Benary Samenzucht GmbH Postfach 11 27-34331 Hann. Münden - Germania Tel: +49 5541 70090, Fax: +49 5541 700920 info@benary.de - www.benary.de - www.benary.com L azienda Fondata a Erfurt nel 1843,

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

IL MONDO DELLE PIANTE

IL MONDO DELLE PIANTE PROVINCIA DI BERGAMO Settore Politiche Sociali e Salute IL MONDO DELLE PIANTE 2010 Realizzato dall Istruttore Educativo: Colella Anna 1 INDICE Classificazione delle piante pag. 3 Le parti della pianta

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO Servizio Prevenzione e Protezione RISCHI COLLEGATI ALL ESPOSIZIONE A POLVERI DI LEGNO: PRINCIPALI INFORMAZIONI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO Servizio Prevenzione e Protezione RISCHI COLLEGATI ALL ESPOSIZIONE A POLVERI DI LEGNO: PRINCIPALI INFORMAZIONI RISCHI COLLEGATI ALL ESPOSIZIONE A POLVERI DI LEGNO: PRINCIPALI INFORMAZIONI A CURA di dott. Barbara Chemotti Trento, dicembre 2002 SOMMARIO: PROBLEMATICHE CORRELATE ALL ESPOSIZIONE A POLVERI DI LEGNO...4

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

Schede tecniche LA SOURCE

Schede tecniche LA SOURCE Schede tecniche LA SOURCE s.a.s di Celi Stefano & C. Società Agricola - C.F. e P. IVA 01054500077 Loc. Bussan Dessous, 1-11010 Saint-Pierre (AO) - Cell: 335.6613179 - info@lasource.it Documento scaricato

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Il gelato artigianale proprio come lo vuoi tu. E tanto altro ancora...

Il gelato artigianale proprio come lo vuoi tu. E tanto altro ancora... Impianti Carpigiani per Artigianale a Norme HACCP Tutte le macchine Carpigiani sono progettate e realizzate per rispettare appieno le norme internazionali di sicurezza ed igiene. Il Gelatiere professionista

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

1. COMPRENSIONE COMPLESSIVA TRAMA

1. COMPRENSIONE COMPLESSIVA TRAMA 1. COMPRENSIONE COMPLESSIVA TRAMA Questo romanzo, ambientato nella seconda metà del Settecento, ha come protagonista il barone Cosimo Piovasco di Rondò, primogenito di una nobile famiglia ligure dell immaginario

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

Tecniche di restauro vegetazionale nei lavori forestali della Provincia Autonoma di Trento La Plagne 13 giugno 2014

Tecniche di restauro vegetazionale nei lavori forestali della Provincia Autonoma di Trento La Plagne 13 giugno 2014 Tecniche di restauro vegetazionale nei lavori forestali della Provincia Autonoma di Trento La Plagne 13 giugno 2014 Gli interventi di ripristino vegetazionale rappresentano la fase conclusiva dei lavori

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SOLARE AEROVOLTAICO L energia fronte-retro www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SISTEMA BREVETTATO IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL RISPARMIO ENERGETICO E IL COMFORT TERMICO Effetto fronte-retro Recupero

Dettagli

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni R r INFORMAZIONE PRODOTTO Turbine I-20 Ultra Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni E I - 2 0 N I B U l t U a T a PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO L

Dettagli

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE Introduzione La porzione di territorio situata a sud-ovest dell Area Metropolitana

Dettagli

Che tempo fa? Unità 1. Pioggia, freddo e vento: al Nord è maltempo. Tromba d aria in Valtellina

Che tempo fa? Unità 1. Pioggia, freddo e vento: al Nord è maltempo. Tromba d aria in Valtellina Unità 1 Che tempo fa? Com è il tempo oggi? Sei un tipo meteoropatico? Quanto influisce il tempo sul tuo umore? Come ti senti in una giornata luminosa e soleggiata? E in una giornata umida e piovosa? Pioggia,

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

TOASTER. Istruzioni per l uso

TOASTER. Istruzioni per l uso TOASTER Istruzioni per l uso 5 4 3 1 6 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO 1) Manopola temporizzatore 2) Tasto Stop 3) Leva di accensione 4) Bocche di caricamento 5) Pinze per toast 6) Raccoglibriciole estraibile

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova

Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova Paolo Prati Dipartimento di Fisica Università di Genova Modelli a RECETTORE

Dettagli

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Caratteristiche e Vantaggi Temperature superficiali fino a 750 C. La lunghezza d'onda degli infrarossi, a banda medio-ampia, fornisce un riscaldamento irradiato uniformemente

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Il CLIMA del Friuli-Venezia Giulia

Il CLIMA del Friuli-Venezia Giulia Il CLIMA del Friuli-Venezia Giulia Estratto: B) SUDDIVISIONE CLIMATICA DEL FRIULI-VENEZIA GIULIA pag.2 C) VALORI MEDI pag. Livio Stefanuto OSMER Osservatorio Meteorologico Regionale ARPA Friuli-Venezia

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli