Enti locali a confronto Crescere con le imprese e con il territorio Milano, 30 maggio 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Enti locali a confronto Crescere con le imprese e con il territorio Milano, 30 maggio 2012"

Transcript

1 Enti locali a confronto Crescere con le imprese e con il territorio Milano, 30 maggio 2012

2 Cosa è il Registro dei datori di lavoro socialmente responsabili Il Registro predisposto da Regione Liguria, per il tramite di Agenzia Liguria Lavoro, è uno strumento previsto dalla l.r.n. 30/2007 che mira a valorizzare, in chiave premiante, i comportamenti socialmente responsabili già in corso ed accompagnare i datori di lavoro sia pubblici che privati negli ulteriori piani di miglioramento in materia di responsabilità sociale e sostenibilità

3 Finalità del Registro Risponde ad una più ampia strategia regionale che identifica nella responsabilità sociale e nella sostenibilità ambientale un vero e proprio vantaggio competitivo per lo sviluppo del territorio ligure In quest ottica Regione Liguria affianca i soggetti pubblici e privati perché sviluppino in modo coordinato un insieme di strumenti e di azioni sinergiche che rafforzino innovazione, credibilità e un sistema di relazioni improntato alla partecipazione e al dialogo

4 Il Registro come processo dinamico di autovalutazione per PPAA e Imprese il Registro non è un mero elenco di soggetti che rispondono ai requisiti minimi, ma si caratterizza come R e g i s t r o - P e r c o r s o aderire al Registro significa partecipare a percorsi di informazione, sviluppo e miglioramento continuo sui temi della RS in un ottica di crescita non solo della singola impresa/ente ma dell intero sistema

5 La condivisione del percorso. Il progetto è stato condiviso, in tutte le sue fasi, con le parti sociali e gli enti locali/pubblici, con l obiettivo di favorire l apertura di dialogo con tutti i soggetti del territorio razionalizzare azioni, progetti, politiche ed iniziative più o meno formalizzate sulla RS diffondere il tema della RS in forma integrata per il settore pubblico e quello privato

6 Il valore aggiunto del percorso realizzato in forma integrata per la PPAA e la PMI PER LA PPAA crescita della capacità di riconoscere le azioni di RS al proprio interno e promuoverle all esterno scelta di integrare sempre più i parametri socio ambientali nei bandi e negli appalti per favorire soprattutto le micro e piccole imprese PER LA PMI Capacità di risposta alle sollecitazioni della PPAA Crescita della consapevolezza relativa alla necessità di una risposta RESPONSABILE alla crescente domanda del mercato

7 Diagramma di flusso del funzionamento del Registro Preiscrizione on-line di PPAA e Imprese con richiesta di anagrafica (rilascio login e pwd) Candidatura: compilazione del questionario (scheda di posizionamento) su possibili azioni di RS già in atto Valutazione del posizionamento sulla Responsabilità Sociale mediante una check list specifica per settore/tipologia di organizzazione Gli enti e le imprese già in possesso dei requisiti minimi sono iscritte Gli enti e le imprese che non sono in possesso dei requisiti minimi hanno 12 mesi per sviluppare un piano di miglioramento Supporto alla strategia di miglioramento attraverso percorsi di approfondimento su tematiche/settori/ tipologie di organizzazione Verifica del raggiungimento dei requisiti minimi e iscrizione al Registro Il mantenimento dei requisiti di iscrizione viene verificato ogni 12 mesi

8 Il logo del Registro biglietto da visita della qualità Il logo del Registro e gli slogan promozionali IO CI SONO per connotare gli iscritti al Registro PERCORSI RESPONSABILI per connotare la campagna promozionale sulla RS sono stati realizzati dagli studenti di Architettura Corso di laurea di Disegno Industriale Università di Genova nell ambito di un concorso di idee

9 La fase di sperimentazione in una logica di responsabilità GIUGNO DICEMBRE 2012 Regione Liguria avvia la sperimentazione del Registro per favorire LA STANDARDIZZAZIONE DEL PROCESSO COMPLESSIVO E DELLA METODOLOGIA UTILE A DEFINIRE, VERIFICARE E VALUTARE LA RESPONSABILITA SOCIALE IL CONSOLIDAMENTO DELLE RETI al fine di garantire nel lungo periodo la sostenibilità del progetto

10 Gli strumenti per l avvio del progetto Il bando Il Piano di comunicazione Il sito web

11 Il bando Quanto: stanziamento di ,00 euro. Destinatari: raggruppamenti di imprese, di enti locali,di altri Enti pubblici quali ASL, Parchi,ecc. Cosa: finanziamento per realizzare interventi di responsabilità sociale relativi alla trasparenza, alla valorizzazione del capitale umano, alla tutela ambientale e alla gestione sostenibile Quando: Dal 1 luglio al 31 ottobre 2012

12 Il Piano di comunicazione La Regione Liguria attraverso il Piano di comunicazione, realizzato in collaborazione con Unioncamere Liguria e con il coinvolgimento di Inail, intende promuovere il Registro e favorire l attivazione di una rete di soggetti pubblici e privati in grado di agevolare e supportare il coinvolgimento di imprese e pubbliche amministrazioni in percorsi ed iniziative finalizzate all adozione di pratiche socialmente responsabili

13 Le fasi del Piano di comunicazione Il Piano prevede, a partire dal prossimo 12 giugno, la realizzazione di 4 incontri presso le Camere di Commercio provinciali destinati a Enti Locali/pubblici e Associazioni datoriali/imprese per illustrare il percorso del Registro e sensibilizzare sui temi della Responsabilità sociale. Successivamente sono previsti percorsi di accompagnamento specifici per supportare imprese ed enti pubblici interessati a migliorare i loro standard/prassi e comportamenti in materia.

14 Il sito WEB:informazione e autovalutazione Per il funzionamento del Registro è stato predisposto un sito web dedicato, a cui si può accedere dal sito istituzionale della Regione (www.regione.liguria.it) o tramite l indirizzo strumento per effettuare la candidatura, il percorso di autovalutazione e l iscrizione al Registro; interfaccia dove reperire informazioni rilevanti (bandi, finanziamenti ecc.); spazio di dialogo e scambio di buone pratiche tra iscritti.

15 Il sito WEB

16 Grazie per l attenzione Presentazione a cura di Giuseppina Vandini Regione Liguria Settore Sicurezza e qualità del lavoro, Immigrazione ed Emigrazione

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007 Dipartimento Istruzione, Formazione e Lavoro Settore Politiche del Lavoro e delle Migrazioni UO MONITORAGGIO E ANALISI REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della

Dettagli

PREVENZIONE IN AGRICOLTURA --- 000 ---

PREVENZIONE IN AGRICOLTURA --- 000 --- Allegato n.1 PREVENZIONE IN AGRICOLTURA --- 000 --- DI RICERCA IN MATERIA DI PREVENZIONE IN AGRICOLTURA DENOMINATO Rilevazione Delle Malattie Professionali nelle aree Del Fucino e Valle Peligna ALLEGATO

Dettagli

I MODELLI ORGANIZZATIVI PREVISTI DAL D.lgs. 231/2001 IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEL LAVORATORE

I MODELLI ORGANIZZATIVI PREVISTI DAL D.lgs. 231/2001 IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEL LAVORATORE I MODELLI ORGANIZZATIVI PREVISTI DAL D.lgs. /00 IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEL LAVORATORE I Modelli organizzativi : Cosa sono, come si realizzano Bologna, 0 giugno 0 DI COSA SI COMPONE UN MODELLO

Dettagli

COORDINATE PER CRESCERE

COORDINATE PER CRESCERE COORDINATE PER CRESCERE E COORDINATE PER CRESCERE COORDINATE PER CRESCERE CHI SIAMO Attraverso un approccio integrato, una struttura flessibile e una spiccata preparazione professionale, Consilia offre

Dettagli

Pag. 1 di 7. 26 ore. SDA Bocconi. 26 ore F.S.G.M. Docente responsabile. Il concetto di CSR e i suoi impatti sulla governance aziendale.

Pag. 1 di 7. 26 ore. SDA Bocconi. 26 ore F.S.G.M. Docente responsabile. Il concetto di CSR e i suoi impatti sulla governance aziendale. Il conctto di CSR i suoi impatti sulla govrnanc azindal. 25-27 Ottobr 2012 conctti, principi strumnti di gstion in Italia nlla UE Gioacchino D Anglo I livlli di adozion gli strumnti dlla CSR. La gstion

Dettagli

Attività di stage in azienda per docenti e alunni

Attività di stage in azienda per docenti e alunni Premessa Attività di stage in azienda per docenti e alunni Progetto di stage Docenti in Azienda - collaborazione con Ufficio Regionale per la Liguria e Confindustria di Genova fa parte delle iniziative

Dettagli

REGIONE LIGURIA Assessorato alle Politiche attive del lavoro e dell occupazione, Politiche dell immigrazione e dell emigrazione, Trasporti

REGIONE LIGURIA Assessorato alle Politiche attive del lavoro e dell occupazione, Politiche dell immigrazione e dell emigrazione, Trasporti Allegato A) REGIONE LIGURIA Assessorato alle Politiche attive del lavoro e dell occupazione, Politiche dell immigrazione e dell emigrazione, Trasporti MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO DEL REGISTRO DEI DATORI

Dettagli

IL MAGGIO DEI LIBRI. Premessa

IL MAGGIO DEI LIBRI. Premessa IL MAGGIO DEI LIBRI Premessa Fino al 2010 esistevano in Italia due iniziative a carattere nazionale per la promozione del libro e dell a lettura, del tutto distinte per patrocinatore, soggetto promotore,

Dettagli

CORTI DI GENERE La sicurezza al femminile per una nuova cultura del lavoro

CORTI DI GENERE La sicurezza al femminile per una nuova cultura del lavoro BANDO DI CONCORSO NAZIONALE CORTI DI GENERE La sicurezza al femminile per una nuova cultura del lavoro La Direzione Regionale INAIL Liguria indice il seguente bando di concorso per la realizzazione di

Dettagli

perche una nuova etichetta?

perche una nuova etichetta? perche una nuova etichetta? Crediamo che la logica che accompagna tante produzioni indipendenti, ovvero quella dell autoproduzione del disco da parte dell artista stesso e della gestione da parte dell

Dettagli

Centro Nazionale del Volontariato. Ideare - IDEare, Agire, Riflettere e capire, cambiare Progetto n. LLP-LDV-PLM-11-IT-301

Centro Nazionale del Volontariato. Ideare - IDEare, Agire, Riflettere e capire, cambiare Progetto n. LLP-LDV-PLM-11-IT-301 Centro Nazionale del Volontariato nell ambito del Lifelong Learning Programme - Leonardo da Vinci promuove Ideare - IDEare, Agire, Riflettere e capire, cambiare Progetto n. LLP-LDV-PLM-11-IT-301 Il percorso

Dettagli

Ruolo e compiti dell INAIL

Ruolo e compiti dell INAIL Ruolo e compiti dell INAIL Nuovo Polo Salute e Sicurezza NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.P.R. 1124/65 TESTO UNICO delle disposizioni per l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie

Dettagli

Contrasto al lavoro sommerso

Contrasto al lavoro sommerso Contrasto al lavoro sommerso Nell ambito della L.R. n.30 del 13/08/2007 Norme regionali per la sicurezza e la qualità del lavoro è stato finanziato il progetto regionale Contrasto al lavoro sommerso e

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 La Strategia di comunicazione e gli obblighi di pubblicità 2 L attività

Dettagli

Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Torino

Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Torino REGIONE PIEMONTE Sala Vittoria Starhotels Majestic Torino- Corso Vittorio Emanuele II, 54 Venerdì 11 dicembre 2009 ore 145.30 CONVEGNO Sicurezza e enessere a scuola: normativa, edilizia e prospettive Intervento

Dettagli

ROSSANA REVELLO CHIAPPE REVELLO RELATORE AGENZIA GENOVA, 16 SETTEMBRE 2014

ROSSANA REVELLO CHIAPPE REVELLO RELATORE AGENZIA GENOVA, 16 SETTEMBRE 2014 COMUNICARE LA SOSTENIBILITÀ STRUMENTI, STANDARD E MODELLI PER RENDICONTARE E VALORIZZARE L IMPEGNO DI UN ORGANIZZAZIONE IN MATERIA DI RESPONSABILITÀ AMBIENTALE, SOCIALE ED ECONOMICA. GENOVA, 16 SETTEMBRE

Dettagli

Procedura per la candidatura

Procedura per la candidatura Procedura per la candidatura alla Bandiera arancione del Touring Club Italiano 1. COS È LA BANDIERA ARANCIONE... 2 2. GLI OBIETTIVI... 2 3. I REQUISITI... 2 4. I CRITERI DI ANALISI... 3 5. IL PERCORSO

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE RISERVATO AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO PROGETTO 2015 AMBASCIATORI DEL TEATRO MASSIMO

BANDO DI SELEZIONE RISERVATO AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO PROGETTO 2015 AMBASCIATORI DEL TEATRO MASSIMO BANDO DI SELEZIONE RISERVATO AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO PROGETTO 2015 AMBASCIATORI DEL TEATRO MASSIMO ART. 1: Oggetto e finalità generali Nel quadro di un sempre maggiore coinvolgimento

Dettagli

Rete Regionale Aziende che Promuovono Salute - WHP Lombardia. 12 settembre 2013

Rete Regionale Aziende che Promuovono Salute - WHP Lombardia. 12 settembre 2013 Rete Regionale Aziende che Promuovono Salute - WHP Lombardia 12 settembre 2013 Il programma WHP Il programma WHP Sistema di Accreditamento Azienda che promuove salute - Percorso di realizzazione di buone

Dettagli

Ecosportello provinciale GPP Ogliastra

Ecosportello provinciale GPP Ogliastra Ecosportello provinciale GPP Ogliastra PO-FESR 2007-2013 ASSE IV, LINEA ATTIVITÀ 4.1.2.D. ATTIVAZIONE ECOSPORTELLO PROVINCIALE RELAZIONE TECNICA SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGETTO ATTIVITÀ MARZO 2013

Dettagli

Il progetto Vindis: un'occasione per costruire una rete di esperienze significative a supporto dei DSA

Il progetto Vindis: un'occasione per costruire una rete di esperienze significative a supporto dei DSA Il progetto Vindis: un'occasione per costruire una rete di esperienze significative a supporto dei DSA Lucia Ferlino Istituto Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Genova Luigi

Dettagli

PROGETTO DIECI E LODE IN SICUREZZA

PROGETTO DIECI E LODE IN SICUREZZA CONCORSO DI IDEE #LAMIASCUOLASICURA PER L INDIVIDUAZIONE DI PROPOSTE PROGETTUALI PER LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NELLE SCUOLE PROGETTO DIECI E LODE IN SICUREZZA Soggetto proponente: Istituto Comprensivo

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE - OBITORIO CIVICO PROCEDURA PR02 - Audit Interni Edizione 1 Approvata dal Direttore della SC Medicina Legale Emessa dal Referente Aziendale per la Qualità

Dettagli

PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 CANDIDATO SINDACO Patrizia Sbardolini CANDIDATI CONSIGLIERI Luca Felappi Raffaella Zanardini Serafino Frassi Luisa Manella Davide Morgera Alessandra Frassi

Dettagli

Sede: Università degli Studi di Genova Scadenza iscrizioni: 7 ottobre 2011 Inizio corso: dicembre 2011 Scadenza richiesta voucher: 4 agosto 2011

Sede: Università degli Studi di Genova Scadenza iscrizioni: 7 ottobre 2011 Inizio corso: dicembre 2011 Scadenza richiesta voucher: 4 agosto 2011 Scadenza iscrizioni: 7 ottobre 2011 Inizio corso: dicembre 2011 Facoltà proponente: Facoltà di Scienze Politiche dell Università di Genova in collaborazione per testimonianze e tirocinii con: Agenzia delle

Dettagli

Le procedure semplificate per la valutazione del rischio: lo stato dell arte. D. De Merich INAIL ricerca DPO

Le procedure semplificate per la valutazione del rischio: lo stato dell arte. D. De Merich INAIL ricerca DPO Le procedure semplificate per la valutazione del rischio: lo stato dell arte D. De Merich INAIL ricerca DPO Strategia europea di ricerca in OSH per il periodo 2013-2020 (https://osha.europa.eu/en/publications/reports/priorities-foroccupational-safety-and-health-research-in-europe-2013-2020)

Dettagli

LA CAMERA E IL WEB: PROGETTO DI FORMAZIONE E ASSISTENZA PER ADDETTI ALLA COMUNICAZIONE ON-LINE CAMERALE

LA CAMERA E IL WEB: PROGETTO DI FORMAZIONE E ASSISTENZA PER ADDETTI ALLA COMUNICAZIONE ON-LINE CAMERALE CORSO AVANZATO LA CAMERA E IL WEB: PROGETTO DI FORMAZIONE E ASSISTENZA PER ADDETTI ALLA COMUNICAZIONE ON-LINE CAMERALE settembre - novembre 2010 PREMESSA Molte Camere hanno ormai maturato, anche se con

Dettagli

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. BS OHSAS 18001 (ed. 2007) 1/10 progetto Tecnico OHSAS 18001

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. BS OHSAS 18001 (ed. 2007) 1/10 progetto Tecnico OHSAS 18001 PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA BS OHSAS 18001 (ed. 2007) Rev. 0 del 13/01/09 1/10 progetto Tecnico OHSAS 18001 Premessa La norma OHSAS 18001 rappresenta uno

Dettagli

Asse di finanziamento:asse I Adattabilità - P.O. Ob. Competitività Regionale e Occupazione F.S.E. Regione Liguria 2007/2013.

Asse di finanziamento:asse I Adattabilità - P.O. Ob. Competitività Regionale e Occupazione F.S.E. Regione Liguria 2007/2013. All. A STANDARD DI RIFERIMENTO Asse di finanziamento:asse I Adattabilità - P.O. Ob. Competitività Regionale e Occupazione F.S.E. Regione Liguria 2007/2013. FASE 1 Attività di analisi e ricerca azione 1.1

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

PROGETTO DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI nel comparto Trasporto merci su strada : espereienza dello SPRESAL in tre ASL del Lazio

PROGETTO DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI nel comparto Trasporto merci su strada : espereienza dello SPRESAL in tre ASL del Lazio PROGETTO DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI nel comparto Trasporto merci su strada : espereienza dello SPRESAL in tre ASL del Lazio Bosco MG, Senatore S, Maurici M, Spinelli R, Eleuteri M, Ciaramella I, Battistini

Dettagli

CSR e Supply Chain, alla luce della ISO 26000

CSR e Supply Chain, alla luce della ISO 26000 CSR e Supply Chain, alla luce della ISO 26000 Claudia Strasserra, CSR Market Developer Bureau Veritas Italia Spa ore 11.00 11.45 I rischi della supply chain: globalizzazione In molti settori industriali

Dettagli

3. Corsi di formazione destinati al personale chiamato a svolgere i compiti di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (R.S.P.P.

3. Corsi di formazione destinati al personale chiamato a svolgere i compiti di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (R.S.P.P. Potenza 15.12.2011 Prot. 10624 AI DIRIGENTI SCOLASTICI LORO SEDI OGGETTO: CORSI DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E DESIGNATO A SVOLGERE SPECIFICI COMPITI IN

Dettagli

I SERVIZI DI RICERCA E SELEZIONE

I SERVIZI DI RICERCA E SELEZIONE I SERVIZI DI RICERCA E SELEZIONE Il Processo di Selezione Trovolavoro, partner unico per la ricerca e selezione di personale, garantisce l efficienza e la rapidità dell intero processo di recruiting e

Dettagli

La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa

La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa Dott.ssa Elisabetta Grigoletto Sezione Formazione Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro Berlino 2014 1 Il progetto interregionale Creazione

Dettagli

Collaboriamo insieme per una visione comune

Collaboriamo insieme per una visione comune Collaboriamo insieme per una visione comune OTTOBRE 2015 Servizio Progetti Speciali e Politiche per l Innovazione Comune di Savona Resp. Geom. ENNIO ROSSI AVVIO DI UN PERCORSO NUOVO Cosa si intende per

Dettagli

Asseverazione di Conformità dei Rapporti di lavoro ASSE.CO

Asseverazione di Conformità dei Rapporti di lavoro ASSE.CO Asseverazione di Conformità dei Rapporti di lavoro ASSE.CO BELLUNO 17 Settembre 2015 Protocollo d'intesa fra il Ministero del Lavoro e l'ordine dei Consulenti del lavoro, sottoscritto a Roma il 15 gennaio

Dettagli

Allegato A) al capitolato speciale d appalto. Standard dei servizi di orientamento e accompagnamento al lavoro

Allegato A) al capitolato speciale d appalto. Standard dei servizi di orientamento e accompagnamento al lavoro Allegato A) al capitolato speciale d appalto Standard dei servizi di orientamento e accompagnamento al lavoro SERVIZIO/AZIONE OBIETTIVI ATTIVITÀ Informazione orientativa (Macro intervento 1) Raccogliere

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE DI INIZIATIVA POPOLARE DELLA CISL PUGLIA SICUREZZA QUALITÀ E BENESSERE LAVORATIVO

PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE DI INIZIATIVA POPOLARE DELLA CISL PUGLIA SICUREZZA QUALITÀ E BENESSERE LAVORATIVO PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE DI INIZIATIVA POPOLARE DELLA CISL PUGLIA SICUREZZA QUALITÀ E BENESSERE LAVORATIVO 1 OGGI IL LAVORO ANCORA UCCIDE 2 AL FINE DI SVILUPPARE IN PUGLIA UN APPROCCIO NUOVO AL PROBLEMA

Dettagli

ambiti trasversali di interesse: verso i protocolli operativi di sostenibilità

ambiti trasversali di interesse: verso i protocolli operativi di sostenibilità 9. ambiti trasversali di interesse: verso i protocolli operativi di sostenibilità Un altra tipologia di strumentazioni di supporto alla concretizzazione di una pratica di sostenibilità, intesa prettamente

Dettagli

AGIRE POR Trasferimento di buone pratiche finalizzato all individuazione delle più efficaci modalità di gestione e valorizzazione dei siti UNESCO

AGIRE POR Trasferimento di buone pratiche finalizzato all individuazione delle più efficaci modalità di gestione e valorizzazione dei siti UNESCO T REGIONE LOMBARDIA REGIONE CAMPANIA AGIRE POR Trasferimento di buone pratiche finalizzato all individuazione delle più efficaci modalità di gestione e valorizzazione dei siti UNESCO L ENTE La Lombardia

Dettagli

AUSL Modena Dipartimento di Sanità Pubblica prevenzionet

AUSL Modena Dipartimento di Sanità Pubblica prevenzionet FORUMPA SANITA' 2001 AUSL Modena Dipartimento di Sanità Pubblica prevenzionet Parte 1: Anagrafica Titolo del Progetto: prevenzionet Amministrazione proponente: AUSL Modena Unità organizzativa (dipartimento,

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA. Anno scolastico 2015/2016. Allegato al Piano dell Offerta Formativa

PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA. Anno scolastico 2015/2016. Allegato al Piano dell Offerta Formativa PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA Anno scolastico 2015/ Allgato al Piano dll Offrta Formativa Dlibra dl Consiglio di Istituto n.4 dl 14/10/2015 PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

Dettagli

Allegato I al modello OT24

Allegato I al modello OT24 Allegato I al modello OT24 Questionario per la valutazione della Responsabilità Sociale delle Imprese ai fini della riduzione del tasso medio di tariffa ai sensi dell art. 24 delle Modalità di applicazione

Dettagli

Programma integrato creazione d'impresa Linea 8 FRIM «Start up e Re Start» Report progetto

Programma integrato creazione d'impresa Linea 8 FRIM «Start up e Re Start» Report progetto Programma integrato creazione d'impresa Linea 8 FRIM «Start up e Re Start» Regione Lombardia Direzione Generale Attività Produttive, Ricerca e Innovazione Report progetto 27 Gennaio 2014 Start Up e Re-Start:

Dettagli

BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015

BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015 Comune di Pontecagnano Faiano Ufficio di Gabinetto BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015 QUADRO NORMATIVO In relazione alla legge 150 del 7 giugno 2000, Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione

Dettagli

La documentazione Prof. Domenico Crudo

La documentazione Prof. Domenico Crudo Meeting Alternanza Scuola-Lavoro ITIS Stanislao Cannizzaro Catania 27-29 aprile 2015 La documentazione Bando finanziamento: OTTOBRE/NOVEMBRE Presentazioni progetti: NOVEMBRE Assegnazioni: FEBBRAIO/MARZO

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

PROGETTO L EUROPA PER I PICCOLI

PROGETTO L EUROPA PER I PICCOLI PROGETTO L EUROPA PER I PICCOLI Progetto realizzato con il contributo di Regione Liguria Assessorato alla formazione, istruzione, scuola e università La nostra scuola, inoltre, deve formare cittadini italiani

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI E SUCCESSIVA GESTIONE DEL MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DI VILLA CROCE Un innovativo progetto di alta formazione manageriale dedicato ai giovani per l ideazione di nuovi

Dettagli

Alternanza Scuola Lavoro ( Art. 4, L. 53/2003 D.LGS. 77/2005) Anno scolastico 2012/2013

Alternanza Scuola Lavoro ( Art. 4, L. 53/2003 D.LGS. 77/2005) Anno scolastico 2012/2013 ALLEGATO 1 Progettazione del percorso Alternanza Scuola Lavoro ( Art. 4, L. 53/2003 D.LGS. 77/2005) Anno scolastico 2012/2013 1. Analisi dei bisogni formativi. Il progetto Alternanza scuola-lavoro è un

Dettagli

DOTTORATI DI RICERCA GUIDA ALL ISCRIZIONE ONLINE AL CONCORSO D AMMISSIONE

DOTTORATI DI RICERCA GUIDA ALL ISCRIZIONE ONLINE AL CONCORSO D AMMISSIONE DOTTORATI DI RICERCA GUIDA ALL ISCRIZIONE ONLINE AL CONCORSO D AMMISSIONE PROCEDURA PER LA REGISTRAZIONE CANDIDATURA ONLINE. SITO DI RIFERIMENTO REPERIBILE AL LINK: www.univr.it/ammissionedottorati2015

Dettagli

Attività di informazione sul regolamento CLP: gli accordi di collaborazione

Attività di informazione sul regolamento CLP: gli accordi di collaborazione Attività di informazione sul regolamento CLP: gli accordi di collaborazione Susanna Lupi Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione per le valutazioni e le autorizzazioni

Dettagli

Assessore LORENA ANASTASI

Assessore LORENA ANASTASI Assessorato: INFORMATIZZAZIONE (AGENDA DIGITALE) E SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA FIBRA OTTICA REGIONALE E COMPLETAMENTO WI.FI CENTRO STORICO A fine 2015 abbiamo ottenuto comunicazione dell approvazione

Dettagli

Il territorio e la promozione dei servizi relazionali pubblici e privati. Verso il primo piano regionale per i bambini e gli adolescenti nel Veneto Padova il 18 dicembre Francesco Gallo 1 Premessa Con

Dettagli

Comune di Nave. TITOLO BANDO: Fondazione della Comunità bresciana: 1 bando 2014 Area Sociale (ASSOCIAZIONI-ENTI) - Scadenza 31/03/14.

Comune di Nave. TITOLO BANDO: Fondazione della Comunità bresciana: 1 bando 2014 Area Sociale (ASSOCIAZIONI-ENTI) - Scadenza 31/03/14. Comune di Nave CONTRIBUTI ALLE IMPRESE/ENTI/ASSOCIAZIONI AGGIORNAMENTO TERZO AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2014 Consulta l archivio completo sul sito del Comune: http://www.comune.nave.bs.it nella home page in

Dettagli

Piano Mirato di Prevenzione

Piano Mirato di Prevenzione Da restituire entro il 31 marzo 2016 per posta o mail a: ASL di Como - Dipartimento di Prevenzione Medica Servizio Prevenzione Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Via Castelnuovo, 1 22100 Como (CO) e-mail:

Dettagli

Progetto orientamento

Progetto orientamento Progetto orientamento INGEGNERIA A.A. 2010-2011 Orientamento in Entrata La Facoltà di Ingegneria dallo scorso anno ha deciso di intraprendere un percorso formativo in collaborazione con le scuole volto

Dettagli

CASTIGLIONE E SCARLINO: SOLUZIONI IN AGENDA

CASTIGLIONE E SCARLINO: SOLUZIONI IN AGENDA Progetto CASTIGLIONE E SCARLINO: SOLUZIONI IN AGENDA Contesti e Cambiamenti snc di Tessa Ercoli, Carlotta Iarrapino, Concetta Musumeci Via Cironi 2, 50134 Firenze P.I. 05856210488 www.contestiecambiamenti.it

Dettagli

CARTA 2000 SICUREZZA SUL LAVORO

CARTA 2000 SICUREZZA SUL LAVORO CARTA 2000 SICUREZZA SUL LAVORO PORTO ANTICO GENOVA 3-4 - 5 DICEMBRE 1999 1 INTRODUZIONE A CARTA 2000 La salute e la sicurezza sul lavoro sono l imperativo che governo, istituzioni, amministrazioni locali

Dettagli

Scheda di partecipazione

Scheda di partecipazione Scheda di partecipazione Reagire alla CRISI con la RSI Da compilare e inviare entro il 20 settembre 2011 a: Dott.ssa Manuela Caramanna email: manuela.caramanna@ge.camcom.it oppure per posta ordinaria in

Dettagli

Incontro con gli Enti sulla valorizzazione del requisito D2. 18 marzo 2014 Sala Tirreno

Incontro con gli Enti sulla valorizzazione del requisito D2. 18 marzo 2014 Sala Tirreno Incontro con gli Enti sulla valorizzazione del requisito D2 18 marzo 2014 Sala Tirreno La Direttiva regionale sull accreditamento prevede che: Gli Enti sono tenuti a somministrare, ad almeno l 80% degli

Dettagli

SCHEDE DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO

SCHEDE DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO SCHEDE DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO FASE -VALUTAZIONE INDICATORI OGGETTIVI STRESS LAVORO CORRELATO La valutazione dello stress lavoro correlato prevede la compilazione di una Check

Dettagli

SICUREZZA E PREVENZIONE

SICUREZZA E PREVENZIONE SICUREZZA E PREVENZIONE La promozione della salute sul lavoro Norme, finanziamenti e campagne al servizio della sicurezza La prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali va perseguita attraverso

Dettagli

Cittadinanza Attiva e Sostenibilità Ambientale

Cittadinanza Attiva e Sostenibilità Ambientale Cittadinanza Attiva e Sostenibilità Ambientale Progetto finanziato dal Dipartimento della Gioventù Contesto e giustificazione del progetto L idea progettuale nasce dalle analisi effettuate sulle esperienze

Dettagli

Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto

Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto Valentina Montesarchio Vice Segretario Generale Unioncamere del Veneto Unioncamere del Veneto e Regione del Veneto stanno definendo le attività per la prosecuzione

Dettagli

FONDAZIONE RUBES TRIVA SICUREZZA, LAVORO, AMBIENTE

FONDAZIONE RUBES TRIVA SICUREZZA, LAVORO, AMBIENTE Newsletter numero 2-2015 In Primo Piano NOVITA Governo: misure per tutelare la maternità e favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro Dottrina Per il Lavoro: comunicazioni per Lavori usuranti

Dettagli

SEMINARIO PROVINCIALE FORMAZIONE DI BASE COERENZA, PERTINENZA, DISSEMINAZIONE: TRE PUNTI CHIAVE. Liceo Scientifico G.

SEMINARIO PROVINCIALE FORMAZIONE DI BASE COERENZA, PERTINENZA, DISSEMINAZIONE: TRE PUNTI CHIAVE. Liceo Scientifico G. SEMINARIO PROVINCIALE FORMAZIONE DI BASE COERENZA, PERTINENZA, DISSEMINAZIONE: TRE PUNTI CHIAVE QUANDO UN PROGETTO E PERTINENTE? E COERENTE CON GLI OBIETTIVI E LE PRIORITA STABILITE DALL UE RISPONDE ALLE

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE. 14 novembre 2013

PIANO DI COMUNICAZIONE. 14 novembre 2013 Presidio della Qualità di Ateneo Rilevazione della Opinione degli Studenti PIANO DI COMUNICAZIONE 14 novembre a cura di Area Percorsi di Qualità PIANO DI COMUNICAZIONE PER LA RILEVAZIONE DELL OPINIONE

Dettagli

GUIDA PER LA CONSULTAZIONE DELLA BANCA DATI ONLINE

GUIDA PER LA CONSULTAZIONE DELLA BANCA DATI ONLINE GUIDA PER LA CONSULTAZIONE DELLA BANCA DATI ONLINE 1 Per accedere allo Sportello Sociale On line digitare l indirizzo: www.sportellosociosanitario.it La ricerca e la stampa delle informazioni contenute

Dettagli

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Obiettivo: EQUITY! 0 Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Settembre 2012 IL PROGRAMMA Il Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Dettagli

Matteo Locati. m.locati@certiquality.it 02 80 69 17 41 29 settembre, Ravenna

Matteo Locati. m.locati@certiquality.it 02 80 69 17 41 29 settembre, Ravenna I Sistemi di gestione dell energia: la nuova norma ISO 50001:11 Matteo Locati m.locati@certiquality.it 02 80 69 17 41 29 settembre, Ravenna QUALITY ENVIRONMENT SAFETY ENERGY PRODUCT INSPECTION TRAINING

Dettagli

Slidespresentazione Bando LAV ORA

Slidespresentazione Bando LAV ORA Unione Europea Fondo Sociale Europeo Repubblica Italiana ASSESSORADU DE S'IGIENE E SANIDADE E DE S'ASSISTÈNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DELL IGIENE, SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Direzione Generale delle

Dettagli

Vademecum per l adesione delle imprese appaltatrici al Progetto One Safety

Vademecum per l adesione delle imprese appaltatrici al Progetto One Safety per l adesione delle imprese appaltatrici al Progetto One Safety Revisione 2 Maggio 2014 Indice 1. Premessa... 3 2. Introduzione al Progetto One Safety... 3 3. Caratteristiche del Progetto... 4 4. Definizioni,

Dettagli

DBConsulenze. Bottaro Arch.Alessandro

DBConsulenze. Bottaro Arch.Alessandro CHECK LIST PER LA VERIFICA DEL RISPETTO DEI PRINCIPALI OBBLIGHI DOCUMENTALI E DI ORGANIZZAZIONE DELLA CUREZZA PRINCIPALI OBBLIGHI CUREZZA SUL LAVORO Sommario 1. FINALITA E USO DEL DOCUMENTO... 2 2. VERIFICA

Dettagli

Integrare la SSL nella gestione complessiva delle organizzazioni

Integrare la SSL nella gestione complessiva delle organizzazioni Asseverazione dei Modelli di Organizzazione e di Gestione della Sicurezza nelle Imprese Edili Milano, 21 aprile 2015 AULA MAGNA PALAZZO DI GIUSTIZIA TRIBUNALE DI MILANO Via Freguglia, 1 F. Benedetti INAIL

Dettagli

Considerazioni e orientamenti di azione politica

Considerazioni e orientamenti di azione politica MANIFESTO della RETE DEL CIVISMO LOMBARDO Considerazioni e orientamenti di azione politica I più recenti risultati elettorali hanno confermato la crisi della cosiddetta Seconda Repubblica e dei partiti

Dettagli

L aeroporto è il luogo dove iniziano i viaggi, dove migliaia di persone al giorno iniziano piccole e grandi avventure.

L aeroporto è il luogo dove iniziano i viaggi, dove migliaia di persone al giorno iniziano piccole e grandi avventure. FAI VOLARE LE TUE IDEE Presentazione spazi pubblicitari 2015 L aeroporto è il luogo dove iniziano i viaggi, dove migliaia di persone al giorno iniziano piccole e grandi avventure. Persone che vogliono

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE E GLI OBBLIGHI DI PUBBLICITÀ La Strategia

Dettagli

L impostazione di un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro (SGL) dott.ing.chiara Anselmi

L impostazione di un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro (SGL) dott.ing.chiara Anselmi L impostazione di un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro (SGL) dott.ing.chiara Anselmi La metodologia del miglioramento continuo PLAN 1- Definizione dell area di valutazione/intervento

Dettagli

FORMAZIONE in ingresso per i docenti neoassunti Sperimentare un modello innovativo per l anno di prova

FORMAZIONE in ingresso per i docenti neoassunti Sperimentare un modello innovativo per l anno di prova MIUR USR per le Marche Ufficio V, Ambito Territoriale di AP/FM FORMAZIONE in ingresso per i docenti neoassunti Sperimentare un modello innovativo per l anno di prova Primo Incontro 14 aprile 2015 Ufficio

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

BILANCIO SOCIALE e RIESAME DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA RESPONSABILITA SOCIALE SA 8000

BILANCIO SOCIALE e RIESAME DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA RESPONSABILITA SOCIALE SA 8000 BILANCIO SOCIALE SA 8000 BILANCIO SOCIALE e RIESAME DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA RESPONSABILITA SOCIALE SA 8000 Data emissione condivisione Approvazione : Rappresentante della Direzione - Responsabile

Dettagli

Opportunità per le imprese: il Catalogo Energiapiù. Paola Carbone 23 novembre 2010

Opportunità per le imprese: il Catalogo Energiapiù. Paola Carbone 23 novembre 2010 Opportunità per le imprese: il Catalogo Energiapiù Paola Carbone 23 novembre 2010 CAMERA DI COMMERCIO E PROMOZIONE DELL ECONOMIA Logistica L'attività della Camera di Commercio nel campo della logistica

Dettagli

Piano annuale della comunicazione

Piano annuale della comunicazione Agenzia Formazione Orientamento Lavoro di Monza e Brianza Piano annuale della comunicazione 2014 Approvato con verbale di determinazione dell amministratore unico n. 30 del 15/11/2013 SOMMARIO Premessa

Dettagli

ESTRATTO BANDO ISI INAIL. Approfondimento. - I Risultati. Contributi a fondo perduto per gli investimenti in sicurezza. N. 1 / Gennaio-Febbraio 2015

ESTRATTO BANDO ISI INAIL. Approfondimento. - I Risultati. Contributi a fondo perduto per gli investimenti in sicurezza. N. 1 / Gennaio-Febbraio 2015 Rivista Bimestrale edita da SOLUZIONI FINANZIARIE PER L IMPRESA ESTRATTO N. 1 / Gennaio-Febbraio 2015 Approfondimento - I Risultati BANDO ISI INAIL Contributi a fondo perduto per gli investimenti in sicurezza

Dettagli

PIANO di CONTROLLO e MANUTENZIONE

PIANO di CONTROLLO e MANUTENZIONE PROGETTARE e ATTUARE un PIANO di CONTROLLO e MANUTENZIONE delle ATTREZZATURE DI LAVORO Patrocinio Un progetto Un progetto con il Patrocinio Comitato scientifico: Giorgio Luzzana Responsabile Servizio di

Dettagli

LA MOBILITA TRANSNAZIONALE DI LAVORATORI DISOCCUPATI

LA MOBILITA TRANSNAZIONALE DI LAVORATORI DISOCCUPATI LA MOBILITA TRANSNAZIONALE DI LAVORATORI DISOCCUPATI Luciano Galetti Direttore Ufficio Politiche del Lavoro a Finanziamento Europeo AGENZIA DEL LAVORO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Settembre 2014

Dettagli

Ai fini dell accettazione dell istanza è necessario:

Ai fini dell accettazione dell istanza è necessario: Allegato I al modello OT24 Questionario per la valutazione della Responsabilità Sociale delle Imprese ai fini della riduzione del tasso medio di tariffa ai sensi dell art. 24 delle Modalità di applicazione

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA ISTITUTUTO SUPERIORE DI STUDI PENITENZIARI RI-CONOSCERE E VALORIZZARE LE ESPERIENZE NEL DAP MODELLO DI CANDIDATURA Istituto Superiore

Dettagli

I.C. SOLESINO-STANGHELLA

I.C. SOLESINO-STANGHELLA Sicur@ATTIVI SICUREZZA E SALUTE NEI PROGETTI DI VITA I.C. SOLESINO-STANGHELLA Anno scolastico 2015/2016 Percorsi didattici e strategie per riconoscere ed adottare comportamenti adeguati al pensare e vivere

Dettagli

CIRCOLARE STRAORDINARIA RIDUZIONE PREMIO E FINANZIAMENTO INAIL

CIRCOLARE STRAORDINARIA RIDUZIONE PREMIO E FINANZIAMENTO INAIL via Zeviani 8 37131 Verona tel. 045 8400925 - fax 045 8489830 www.cptverona.it - info@cptverona.it Cod. fiscale 93035570238 P. Iva 03984060230 Verona, 21 febbraio 2013 A tutte le imprese iscritte alla

Dettagli

BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DI BORSE DI MOBILITA' PER TIROCINIO FORMATIVO ERASMUS+ LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI CANDIDATURA ONLINE

BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DI BORSE DI MOBILITA' PER TIROCINIO FORMATIVO ERASMUS+ LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI CANDIDATURA ONLINE BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DI BORSE DI MOBILITA' PER TIROCINIO FORMATIVO ERASMUS+ LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI CANDIDATURA ONLINE AVVISO AI CANDIDATI ISCRITTI SOTTO CONDIZIONE (carriera

Dettagli

PREMIO IMPRESA ENERGIA, TURISMO E AMBIENTE

PREMIO IMPRESA ENERGIA, TURISMO E AMBIENTE PREMIO IMPRESA ENERGIA, TURISMO E AMBIENTE 2ª edizione - Bando di concorso 2011 SOMMARIO Art. 1: Finalità, soggetti promotori e obiettivi...3 Art. 2: Destinatari dell iniziativa...3 Art. 3: Sezioni del

Dettagli

AGGIORNAMENTI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE, 2013 Conciliazione Vita-Lavoro

AGGIORNAMENTI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE, 2013 Conciliazione Vita-Lavoro AGGIORNAMENTI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE, 2013 Conciliazione Vita-Lavoro Sportello Welfare Scheda 1: Sperimenta la Flessibilità, migliora la tua impresa! Scheda 2: Dote Conciliazione Premialità alle Imprese

Dettagli

Legge n 84/1993. Ordinanza n.2 del 3 marzo 2014 IL PRESIDENTE

Legge n 84/1993. Ordinanza n.2 del 3 marzo 2014 IL PRESIDENTE Legge n 84/1993 Ordinanza n.2 del 3 marzo 2014 IL PRESIDENTE Vista la Legge 23 marzo 1993, n. 84 Visto il DPR 328/2001 Capo IV, Articoli 20 24 Visti gli articoli 3 e 15 del Regolamento per la formazione

Dettagli