APRE Notizie HORIZON 2020 E L ACCESSO APERTO ALLE PUBBLICAZIONI E AI DATI DELLA RICERCA. n. 5 Maggio 2015

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "APRE Notizie HORIZON 2020 E L ACCESSO APERTO ALLE PUBBLICAZIONI E AI DATI DELLA RICERCA. n. 5 Maggio 2015"

Transcript

1 APRE Notizie Newsletter mensile d informazione sulla ricerca e l innovazione europea n. 5 Maggio 2015 HORIZON 2020 E L ACCESSO APERTO ALLE PUBBLICAZIONI E AI DATI DELLA RICERCA INSERTO SPECIALE APRE Notizie n.5 Maggio 2015

2 Nel programma di finanziamento Horizon 2020 la Commissione ha introdotto, dopo una sperimentazione condotta nel 7PQ in 7 aree disciplinari, 1 l accesso aperto come modalità di disseminazione delle pubblicazioni risultanti da progetti di ricerca finanziati da Horizon Pertanto, tutti i progetti finanziati che prevedono un piano di disseminazione dei risultati della ricerca tramite la pubblicazione di articoli di riviste peer-reviewed, sono tenuti a rendere tali articoli liberamente accessibili secondo i principi dell accesso aperto. Sono esclusi dall accesso aperto i risultati dei progetti destinati alla protezione dei diritti, allo sfruttamento economico, alla commercializzazione (per. es. brevetti ecc.). Cosa si intende per accesso aperto? L accesso aperto riguarda la libera circolazione online dei risultati della ricerca scientifica, senza restrizioni sul riuso, purché sia attribuita la paternità dell opera. In particolare, quando si parla di accesso aperto si fa riferimento ad articoli soggetti alla valutazione dei pari (pubblicazioni scientifiche periodiche peer-reviewed) pubblicati a conclusione di una ricerca finanziata, principalmente con fondi pubblici. L accesso aperto riguarda inoltre i dati della ricerca (underlying data) che sono stati raccolti o generati ed elaborati durante una ricerca e che sono alla base della pubblicazione scientifica nella quale vengono presentati e discussi. L accesso può essere esteso ad altre tipologia di contenuti scientifici di qualità, risultanti da ricerche finanziate con fondi pubblici (per es. atti di convegno, rapporti tecnici, letteratura grigia, eventualmente monografie). Perché la Commissione Europea ha introdotto l accesso aperto in Horizon 2020? La Commissione Europea, come altri grandi finanziatori della ricerca (per NIH negli USA, Welcome Trust e gli UK Research Council, solo per citarne alcuni), ritiene che l accesso aperto alla comunicazione accademico-scientifica porti con sé molti benefici sul piano scientifico, economico, culturale: immediatezza e rapidità di accesso alle informazioni, accelerazione nei processi della ricerca e delle scoperte che portano ad un incremento del ritorno sugli investimenti in ricerca e sviluppo, nonché riduzione delle duplicazioni delle ricerche consentendo notevoli risparmi nella spesa in ricerca e sviluppo. Inoltre, l accesso 1 Progetto Pilota sull Accesso Aperto (2008) aperto favorisce la riduzione dei costi nella reperibilità delle informazioni, promuove la condivisione e la trasparenza; è un incentivo alla qualità, offre maggiori opportunità per la ricerca interdisciplinare e per collaborazioni interistituzionali e intersettoriali, amplia le opportunità per l adozione e la commercializzazione dei risultati delle ricerche, aumenta le potenzialità di affermazione di nuove industrie basate sull informazione scientifica. Senza dimenticare che le piccole e medie imprese possono trarre grandi vantaggi da un accesso immediato e aperto ai risultati della ricerca più avanzata, per far innovazione tramite lo sviluppo e per l introduzione di nuovi prodotti e servizi, nonché per aumentare la propria competitività. Come la Commissione ha pensato di implementare l accesso aperto in Horizon 2020 L accesso aperto non è fine a sé stesso, bensì è uno strumento per facilitare e migliorare la circolazione dell informazione scientifica di qualità nello Spazio della Ricerca Europea (ERA) e anche oltre. La Commissione, già nel 2012 ha richiesto agli Stati Membri nelle Raccomandazioni per l accesso e la conservazione dell informazione scientifica 2 di dotarsi di repository, cioè di archivi digitali online per il deposito, l accesso e la conservazione e di allineare le politiche e le infrastrutture nazionali per implementare l OA. La Commissione, in considerazione delle differenze tra i vari stati membri, delle diverse situazioni e dei diversi bisogni nell attuazione di politiche a favore dell accesso aperto in questi paesi, ha deciso di adottare nella sua politica a favore dell accesso aperto entrambe le modalità che implementano il libero accesso alle pubblicazioni scientifiche peer reviewed: la strada verde e la strada aurea. La strada verde/green road prevede che la versione finale dell articolo accettato per la pubblicazione, cioè una volta superato il vaglio dei pari, e quindi comprensivo di tutte le modifiche richieste dalle attività di peer reviewing, ma non ancora formattato dall editore (nota anche come versione di post-print o author s accepted manuscript) sia depositato in un archivio aperto istituzionale o disciplinare. Tale pratica, chiamata anche auto-archiviazione o anche ripubblicazione, è accettata dalla maggior parte degli editori 2 Raccomandazione della Commissione sull accesso all informazione scientifica e alla sua conservazione (2012) 2

3 internazionali 3. Il deposito del post print può avvenire al momento della pubblicazione o dopo un periodo di embargo; ciò dipende dalle politiche degli editori. La strada aurea/gold road prevede che l articolo scientifico peer-reviewed sia pubblicato in una rivista ad accesso aperto o in una rivista che contempli la pubblicazione ad accesso aperto di singoli articoli (rivista ibrida). In entrambi i casi i diritti d autore non vengono ceduti agli editori, sono mantenuti dagli autori e specifiche licenze regolano l uso e il riuso di questi articoli da parte dei lettori (per es. Licenze Creative Commons 4 ) Le riviste ad accesso aperto meritano un approfondimento relativamente ai modelli economici, perché spesso si ritiene che per pubblicare ad accesso aperto sia necessario pagare per la pubblicazione dell articolo. 5 Vi sono riviste ad accesso aperto peer reviewed i cui i costi di pubblicazione sono sostenuti da un editore commerciale o not for profit o da un associazione professionale o scientifica, dall istituzione universitaria, da un ente governativo, da un ente finanziatore della ricerca, ecc.; pertanto tali costi non sono a carico dell autore o della sua istituzione. Ve ne sono altre, in cui i costi di pubblicazione dell articolo sono a carico dell autore o della sua istituzione o dell ente che ha finanziato la ricerca. Quest ultimo modello, chiamato OA APCs, Article Processing Charges, adottato da nuovi progetti editoriali come Public Library of Science o BioMedCentral, per citarne alcuni tra i più prestigiosi, è anche previsto da editori commerciali tradizionali che lo applicano sia a riviste open access da essi pubblicate, sia a riviste tradizionali ancora basate sul modello degli abbonamenti, per le quali è prevista la pubblicazione solo di singoli articoli ad accesso aperto a pagamento (cosiddette riviste ibride). Sebbene ci sia una minoranza di riviste - cosiddette predatory journals,6 cioè riviste non di qualità, di proprietà di editori senza scrupoli che approfittano di questo secondo modello per arricchirsi e mettere in circolazione articoli non di qualità senza un effettiva valutazione dei pari -, la stragrande maggioranze delle riviste scientifiche ad accesso aperto che prevedono il pagamento 3 Nel database Sherpa Romeo sono riportate le politiche degli editori con riferimento all auto-archivazione degli articoli 4 Creative Commons 5 L elenco di molti possibili modelli di business per le riviste peer reviewed OA è disponibile su 6 Beall s List fornisce una lista nera degli editori cosiddetti predatori scholarlyoa.com/publishers/ per la consultazione di una lista bianca invece di tutti gli editori OA, vistare il Directory of Open Access Journals org Utile anche la lettura dell articolo Identifying legitimate open access journals: some suggestions from a publisher a cura di Tom Hill, Learned Publishing 28, 1, January 2015, pp (4) dei costi di pubblicazione sono soggette ad un controllo di qualità attraverso una seria attività di peer-reviewing. Nel modello generale del Multi-beneficiary Grant Agreement definito in Horizon , precisamente nell articolo 29.2 dedicato alla disseminazione degli articoli peer reviewed (definiti pubblicazioni scientifiche), viene esplicitamente richiesto che: sia depositata in un archivio aperto per la pubblicazione scientifica al più presto possibile (al più tardi al momento della pubblicazione dei risultati della ricerca) una copia elettronica (elaborabile automaticamente) della versione pubblicata e liberamente accessibile (strada aurea) o la versione finale accettata per la pubblicazione, dopo la valutazione dei pari/peer reviewing (strada verde); sia garantito l accesso aperto alla versione depositata nell archivio, aperto al più tardi al momento della pubblicazione, nel caso in cui la versione elettronica sia ad accesso aperto (strada aurea) cioè resa liberamente disponibile dall editore in quanto si tratta di un articolo pubblicato su una rivista ad accesso aperto, o in una rivista ibrida in cui singoli articoli sono ad accesso aperto (vedi sopra riviste ibride). In tutti gli altri casi, cioè quando l articolo non è stato pubblicato in una rivista ad accesso aperto, bensì in una rivista basata ancora sul modello degli abbonamenti, l articolo dovrà essere disponibile ad accesso aperto nella versione post print (vedi strada verde), entro 6 mesi dalla pubblicazione nel caso delle discipline tecnico-scientifiche entro 12 mesi per le scienze sociali e umanistiche). In breve, la Commissione richiede che la pubblicazione peer reviewed sia depositata in ogni caso in un archivio aperto sia nel caso in cui l articolo si sia stato pubblicato in una rivista ad accesso aperto o rivista ibrida e pertanto sia liberamente disponibile anche sul sito dell editore, sia nel caso in cui l articolo non sia disponibile liberamente sul sito dell editore e pertanto sarà disponibile solo nell archivio aperto entro 6 mesi o 12 mesi dalla pubblicazione a seconda del settore disciplinare. E importante sottolineare che non è sufficiente elencare le pubblicazioni nella pagina web del progetto. Le pubblicazioni vanno depositate in un archivio istituzionale o disciplinare che dovrà essere conforme al portale OpenAire 8, la piattaforma che la Commissione ha realizzato per la raccolta, il censimento, il monitoraggio e la visibilità delle 7 H2020 Multi-beneficiary General Model Grant Agreement Version 1.0, 11 December gga/h2020-mga-gga-multi_en.pdf 8 3

4 pubblicazioni risultanti dai progetti, così come dei progetti stessi. 9 Nel Grant Agreement viene anche esplicitato che il beneficiario deve impegnarsi affinché anche i dati (underlying data), raccolti o generati ed elaborati durante la ricerca, che validano i risultati presentati nell articolo, siano depositati nel medesimo tempo in un archivio appropriato, così come viene stabilito che la pubblicazione depositata sia dotata dei necessari metadati che la identificano secondo un formato standard e che siano presenti tutti gli elementi che ne permettono l individuazione (il nome dell azione, il numero del grant, l acronimo, la data di pubblicazione, l eventuale durata dell embargo, l identificatore persistente ecc.). Quale novità introduce Horizon 2020 con riferimento ai dati della ricerca? Con riferimento ai dati della ricerca, la Commissione, oltre a raccomandare il loro deposito in accesso aperto in quanto underlying data che validano i risultati presentati nell articolo, ha lanciato un Progetto Pilota sui dati della ricerca 10. Tale progetto riguarda le seguenti aree per il Work Programme : Future and Emerging Technologies Research infrastructures parte e-infrastructures Leadership in enabling and Industrial Techonologies-Information and Communication Technologies Societal Challenge: Secure, Clean and Efficient Energy part Smart cities and communities Societal Challenge: Climate Action, Environment, Resource Efficiency and Raw materials except raw materials Societal Challenge: Europe in changing world inclusive, innovative and reflective Societies Science with and for Society Il progetto richiede che i progetti afferenti a queste aree depositino i dati raccolti, prodotti, generati durante la ricerca, inclusi i metadati, in un repository di dati che sia conforme agli starndard richiesti da OpenAire e che si impegnino a renderli accessibili a terze parti e di permettere il loro riuso tramite attività quali il data mining, la, riproduzione, la disseminazione (tramite l utilizzo di Licenze Creative Commons). Inoltre, richiede che siano possibilmente fornite informazioni sui tools e gli strumenti utilizzati per validare i risultati. Va, inoltre, presentato un piano di gestione dei dati 9 Guidelines on Open Access to Scientific Publications and Research Data in Horizon manual/hi/oa_pilot/h2020-hi-oa-pilot-guide_en.pdf 10 Guidelines in Data Management in Horizon 2020 (Dicembre 2013) ec.europa.eu/research/participants/data/ref/h2020/grants_manual/hi/oa_pilot/ h2020-hi-oa-data-mgt_en.pdf (Data Management Plan-DMP). Tale piano andrà incluso in tutti i progetti relativi a Research and Innovation actions e Innovation actions, ed è obbligatorio per tutti i progetti che rientrano nel progetto pilota e va consegnato come deliverable entro i primi 6 mesi del progetto. Il DMP va presentato per la prima volta entro i primi 6 mesi, successivamente con l avanzare della ricerca, e potrà subire cambiamenti. Pertanto, è previsto che sia prodotta più di una versione del DMP prima di quella finale - il DMP, comunque, non sarà oggetto di valutazione. I progetti che non rientrano nelle aree sopracitate sono anch esse invitate a fornire un DMP se quest ultimo è rilevante per il piano della ricerca. Il DMP dovrà fornire informazioni su quali dati verranno raccolti o generati, quali standard saranno utilizzati e come saranno generati i metadati, quali dati saranno riutilizzabili, quali saranno condivisi e liberamente accessibili, come e quanto tempo saranno conservati i dati. Vanno, inoltre, fornite altre informazioni importanti per la loro ricercabilità, per il loro riutilizzo e applicazione in altri ambiti. Pertanto, nella redazione del DMP, bisogna fornire informazioni precise e dettagliate su: come i dati saranno ricercabili e identificabili tramite quali identificativi; quali formati e standard verranno utilizzati per permettere lo scambio dei dati; quali le licenze ed eventuali periodi di embargo regoleranno l accessibilità ai dati; quali dati e quali social web utilizzati verranno messi a disposizione e/o e quali informazioni sui dati e sui social web verranno fornite per permetterne la valutazione e il riuso anche nel lungo periodo. Al fine di facilitare tale attività, è stato redatto un esempio di modello del DMP che è disponibile come appendice nel documento Guidelines in Data Management in Horizon2020, precedentemente citato, ed anche sul sito del Digital Curation Centre (DCC)in UK. 11 Sono previste deroghe alla presentazione del piano di gestione dei dati e al deposito ad accesso aperto dei dati se il progetto non genera né raccoglie dati, in caso di conflitto con gli obblighi di protezione dei dati, e/o con gli obblighi di confidenzialità o con gli obblighi di sicurezza nonché in caso di conflitto con i regolamenti di protezione dei dati personali. Inoltre, la deroga è prevista nel caso in cui ci si renda conto man mano che la ricerca procede e che la libera accessibilità ai dati e il loro riuso possa rappresentare un rischio per il raggiungimento degli obbiettivi del progetto. 11 Esempio di modello di DMP per Horizon

5 Che cosa è OpenAire? La Commissione già dal 2009 ha finanziato, per l implementazione del progetto Pilota sull Accesso Aperto ( ), la realizzazione di un infrastruttura di supporto alla ricerca finalizzata alla raccolta, al censimento e alla disseminazione dei risultati della ricerca (pubblicazioni per previene e possibilmente i dati della ricerca) finanziati nelle 7 aree disciplinari. Questa infrastruttura si chiama OpenAire-Open Access Infrastructure for Research in Europe ed è stata rifinanziata nuovamente per dare il necessario supporto ad Horizon 2020 per la implementazione della disseminazione ad accesso aperto. Il nuovo progetto denominato OpenAire ha una durata di 42 mesi (gennaio 2015-maggio2018) e vede coinvolti i 28 paesi dell UE ed altri paesi europei; ha più di 50 partner. I partner italiani sono il CNR-ISTI che coordina gli aspetti tecnologici dell infrastruttura e Cineca come partner per le attività di disseminazione e promozione. OpenAire aggrega risultati accademici e scientifici, inclusi dati e letteratura depositati negli archivi istituzionali o tematici come richiesto nel Multi-benificiary General Model Grant Agreement13 nell articolo 29, ma anche informazioni dati su progetti, persone, enti, ecc., mantenuti in sistemi informativi per la ricerca, i cosiddetti Cris- Current Research Information System. Attualmente indicizza più di 10 milioni di pubblicazioni presenti in oltre 5000 archivi e/o riviste ad accesso aperto e oltre 7000 dati della ricerca. Tali contenuti in parte provengono da articoli risultanti da progetti finanziati nel FP7 e/o anche da programmi di finanziamento precedenti oppure si tratta di articoli scientifici peer-reviewed depositati nei vari archivi aperti presenti nelle università e enti di ricerca europei e indicizzati da OpenAire. 12 OpenAire H2020 Multi-beneficiary General Model Grant Agreement Version 1.0, 11 December La piattaforma offre servizi integrati diretti ai ricercatori, ai gestori di archivi delle pubblicazioni e dei dati, ai coordinatori di progetto e ai finanziatori della ricerca per trovare, accedere, analizzare, arricchire, integrandole, tutte le informazioni relative alle pubblicazioni e ai dati della ricerca, ma anche ai progetti stessi e, al medesimo tempo, permette ai finanziatori della ricerca, in primis alla Commissione, di monitorare quanto e quale sia stato l output scientifico dei progetti finanziati e quanto di questo sia liberamente accessibile ai ricercatori di tutto il mondo e al resto della società. Obiettivo di OpenAire è raccogliere non solo le pubblicazioni e dati relativi ai progetti finanziati da Horizon 2020 ma anche relativi a progetti nazionali man mano che le politiche a sostegno dell accesso aperto sono attivate nei vari paesi. Inoltre, offre un servizio di help desk (denominato NOAD - National Open Access Desk) attivato nei 28 paesi dell UE e negli altri paesi partecipanti europei e la Turchia, il cui compito principale è quello di dare supporto tramite , FAQ, webinar, kit informativi, partecipazione a convegni ai ricercatori, ai coordinatori dei progetti, ai gestori dei repository nel mettere in pratica quanto viene richiesto loro sulla disseminazione dei risultati della ricerca ad accesso aperto. Oltre a questa attività, i NOAD svolgono funzioni di promozione al fine di raggiungere la piena implementazione dell OA nelle istituzioni accademiche e di ricerca del Paese e presso gli organi di governo affinché ciascun paese si doti di una politica nazionale sull OA in linea con le Raccomandazioni emanate dalla Commissione sull accesso e la conservazione dell informazione scientifica 14. Svolgono, inoltre, attività di collaborazione con i National Contact Point del proprio paese sulle tematiche connesse alla disseminazione dei risultati delle ricerche e si coordinano con gli altri NOAD della propria area geografica tramite conference calls, per scambiare informazioni, notizie sulle attività in corso al 14 Raccomandazione della Commissione sull accesso all informazione scientifica e alla sua conservazione (2012). 5

6 fine di contribuire alla piena implementazione dell accesso aperto nei rispettivi Paesi, contando su una rete fitta di contatti umani, esperienze, ecc. Come funziona in pratica? Open Aire è dotato di: un portale che raccoglie e indicizza ed espone i metadati, cioè le informazioni che descrivono pubblicazioni e ai dati della ricerca depositate nei rispettivi archivi istituzionali o disciplinari e o nei data repository per i dati della ricerca. Tramite il portale i ricercatori, così come i cittadini interessati, potranno accedere direttamente ai progetti, agli articoli prodotti dai progetti e ai dati ad essi collegati e arrivare direttamente alla consultazione e allo scarico dei singoli articoli ad accesso aperto disponibili negli archivi dove sono stati precedentemente depositati dagli autori stessi. Al medesimo tempo, potranno accedere ai dati della ricerca depositati nei data repository quando disponibili ad accesso aperto. I finanziatori della ricerca potranno monitorare anche la produttività di ciascun progetto in termini di articoli, quanti articoli sono disponibili ad accesso aperto, quali sono quelli più consultati, ecc.; un archivio denominato Zenodo 15 dove possono essere depositati le pubblicazioni e i dati della ricerca da parte di quei ricercatori che non dispongono presso la loro istituzione o nel loro settore disciplinare di un archivio ad accesso aperto o di un repository di dati ad accesso aperto; una rete di supporto, i cosiddetti NOAD, presenti in ciascun Paese: ogni ricercatore, coordinatore di progetto, ufficio di ricerca, gestore dell archivio, può rivolgersi al NOAD per qualsiasi informazione o dubbio relativamente all utilizzo di Open Aire e, in generale, ai requisiti dell accesso aperto previsti per i progetti finanziati da Horizon Molti materiali sono stati prodotti (FAQ, Factsheets su Horizon 2020, guide/toolkit destinati ai vari portatori di interesse, guida sul copyright) e messi a disposizione sul sito di OpenAire nella sezione. Il NOAD italiano è rappresentato dal Cinema; chiunque sia interessato ad avere informazioni, chiarimenti su OpenAire è invitato a consultare le pagine informative sul sito. Per ulteriori informazioni è invitato a utilizzare il modulo web per le richieste e/o scrivere a 15 Cosa si aspetta la Commissione da ciascun paese? Ciascun paese dell UE è tenuto a implementare una politica ad accesso aperto che sia conforme ai dettami delle Raccomandazioni della Commissione sull accesso all informazione scientifica e alla sua conservazione e pertanto a dotarsi di una infrastruttura nazionale che permetta la raccolta e l indicizzazione delle pubblicazioni prodotte nei progetti finanziati da Horizon 2020 e dei progetti nazionali e la loro disseminazione tramite OpenAire. Pertanto, nei vari Paesi vanno attivate delle politiche di accesso aperto, e vanno implementati archivi aperti per le pubblicazioni e per i dati della ricerca. Successivamente, tali archivi dovranno essere conformi alle linee-guida redatte da OpenAire in moda da permettere ad OpenAire di poter raccogliere le informazioni descrittive (i metadati sulle pubblicazioni e sui dati della ricerca) residenti in questi archivi locali, arricchirli di altre informazioni ed esporle nel portale. 16 A che punto siamo con l interoperabilità con OpenAire e in generale con la conformità ai requisiti sull accesso aperto previsti dal progetto pilota sull OA e da Horizon 2020? In Italia, attualmente, la stragrande maggioranza degli atenei dispone o sta per disporre - in quanto sono in corso le implementazioni - di un nuovo sistema di gestione della ricerca: IRIS-Institutional Research Information System, 17 sviluppato da Cineca che è dotato di un archivio ad accesso, conforme agli standard di OpenAire, nel quale i ricercatori potranno depositare le loro pubblicazioni ed eventualmente anche i dati della ricerca (nel caso di small data) e pertanto rispondere agli obblighi previsti nel Multi-benificiary General Model Grant Agreement e nelle linee-guida sull accesso aperto alle pubblicazioni scientifiche e ai dati della ricerca 18 Gli atenei sono tenuti a implementare i metadati e i relativi elementi necessari per l individuazione del progetto (il nome dell azione, il numero del grant, l acronimo, la data di pubblicazione, l eventuale durata dell embargo, l identificatore persistente ecc.), nel proprio IRIS. Dopo aver fatto ciò, possono procedere a depositare le loro pubblicazioni ed eventualmente i dati della 16 OpenAire Guidelines 17 IRIS Guidelines on Open Access to Scientific Publications and Research Data in Horizon manual/hi/oa_pilot/h2020-hi-oa-pilot-guide_en.pdf 6

7 ricerca e renderli accessibili in OA a seconda della strategia della disseminazione scelta (via verde o via aurea). Altre istituzioni accademiche e di ricerca si sono individualmente dotati di un archivio aperto conforme ad OpenAire, altri invece non hanno ancora implementato un archivio aperto conforme ad OpenAire. E compito del NOAD promuovere, informare e sostenere la loro implementazione in queste istituzioni. Ricercatori afferenti a istituzioni non di ricerca, ma partner di progetti che prevedono la disseminazione dei risultati della ricerca tramite la pubblicazione di articoli peer reviewed, sono invitati a depositare gli articoli e i dati delle ricerche nell archivio Zenodo messo a disposizione da OpenAire. Quante sono le pubblicazioni depositate negli archivi aperti italiani e indicizzate da OpenAire? Per ora sono ancora poche, perché molte istituzioni italiane non si erano ancora dotate di un archivio aperto prima dell acquisizione di IRIS e soprattutto mancano ancora una diffusa consapevolezza e una forte sensibilità all accesso aperto da parte delle università italiane e degli enti di ricerca. Il cambiamento è comunque in atto; certamente, gli obblighi di deposito previste nel Multi-benificiary General Model Grant Agreement per la disseminazione dei risultati della ricerca in Horizon 2020, la legge italiana sull accesso aperto del 7 ottobre 2013, n.112, così come le politiche di deposito ad accesso aperto di cui le università italiane si stanno dotando, la presenza dell archivio di IRIS nella propria istituzione o di un altro archivio aperto purché conforme ad OpenAire, avranno ruolo determinante nell incrementare il deposito delle pubblicazioni scientifiche di autori italiani. Gli enti di ricerca dovranno impegnarsi, insieme con le università, a promuovere e soprattutto a monitorare il deposito delle pubblicazioni e dei dati della ricerca nei progetti afferenti al Progetto Pilota sui dati e sostenere e informare gli autori nei loro obblighi a conformarsi alle politiche di disseminazione volute dalla Commissione europea. Le politiche degli editori e gli obblighi dell Accesso Aperto in Horizon 2020 Va ribadito che la Commissione sostiene la massima libertà nella scelta delle riviste in cui pubblicare; va sottolineato però che nel momento in cui si decide, nel piano di disseminazione dei risultati della ricerca, di pubblicare su riviste peer reviewed, sarà compito dei beneficiari scegliere di pubblicare su riviste che permettano di rispondere agli obblighi OA previsti nel Grant Agreement. Le politiche degli editori internazionali e di alcuni editori italiani relativamente alla via verde sono reperibili tramite il database di Sherpa-Romeo 19. Nel caso di editori italiani o di altra nazionalità le cui politiche non sono registrate su tale database, sarà compito degli autori, con il sostegno dei loro uffici di ricerca o dell ufficio per l accesso aperto e/o tramite sistema bibliotecario della propria istituzione, mettersi in contatto con l editore prima della firma di qualsiasi contratto, di informarlo degli obblighi di disseminazione assunti nel progetto, ed eventualmente di negoziare con quest ultimo le necessarie modifiche al contratto, qualora quest ultimo non preveda alcuna forma di deposito ad accesso aperto della pubblicazione. Nel caso in cui l editore non sia disposto a venire incontro alle richieste, andrà informato il project officer al quale sarà inoltrata la corrispondenza con l editore che, per iscritto, dovrà confermare il suo rifiuto a concedere i permessi per ottemperare agli obblighi di disseminazione ad accesso aperto previsti nel Grant Agreement. Maggiori informazioni su tutti gli aspetti relativi al copyright sono disponibili su OpenAire. 20 Nel progetto OpenAire2020 è previsto un progetto di studio e di finanziamento delle pubblicazioni ad accesso aperto secondo il modello APC per gli articoli risultanti da progetti FP7 entro due anni dalla fine del progetto, denominato Gold OA Pilot for post grant FP7 publications. Il progetto assegnato a Liber (Ligue de Bibliothèque Européennes de Recherche) ha il compito di studiare e definire tra il i criteri sulla base dei quali alcuni articoli verranno selezionati per essere finanziati e pubblicati su riviste OA che praticano il modello APC. A questo scopo sono stati messi a disposizione 4 milioni di euro. Maggiori informazioni sul progetto saranno disponibili sul sito di OpenAire nei prossimi mesi. Va ricordato inoltre che il modello generale Grant Agreement prevede il ricorso a sanzioni qualora non si rispettino tutti gli obblighi previsti nel contratto, compresa la disseminazione ad accesso aperto (art.29.6). 21 Quale supporto il NOAD italiano offrirà nei 3 anni ai coordinatori e ai ricercatori italiani e agli uffici coinvolti? Come già fatto nel passato per il progetto pilota sull accesso aperto, il NOAD svolge un attività di informazione e formazione 19 Nel database Sherpa Romeo sono riportate le politiche degli editori con riferimento all auto-archiviazione degli articoli H2020 Multibenificiary General Model Grant Agreement-articolo

8 su OpenAire e sui servizi offerti e sulle problematiche connesse al deposito dei contenuti e al copyright, così come a richieste di tipo tecnico relativamente all interoperabilità degli archivi aperti locali a OpenAire, rispondendo a domande e chiarimenti, qualora le informazioni già a disposizione sul sito non fossero sufficienti. Nei prossimi mesi e nei prossimi anni si metterà in contatto con tutti i coordinatori italiani dei progetti finanziati in Horizon 2020 presso istituzioni italiane, per assicurarsi che siano informati sull accesso aperto e su come e dove potranno depositare articoli e dati. Organizzerà webinar e incontri in particolare sul Progetto Pilota sui dati aperti della ricerca, tematica sul quale c è un forte bisogno di conoscenza e di formazione in Italia in collaborazione con atenei e enti di ricerca italiani e con altri progetti europei legati ai temi dei dati della ricerca e alle politiche OA. Lavorerà a stretto contatto con i National Contact Point e sarà disponibile per incontri e momenti formativi con le diverse istituzioni che ne faranno richiesta e, per inviti, a partecipare a seminari organizzati localmente sui temi dell accesso aperto e Horizon Maggiori informazioni OpenAire- NOAD - Cineca Newsletter di OpenAire - Blog di OpenAire - Le guide di OpenAire per i ricercatori, coordinatori dei progetti, i gestori dei repository, ecc- OpenAire su Slideshare - 8

IRIS: trovare le informazioni utili agli UTT per rispondere alle esigenze del territorio

IRIS: trovare le informazioni utili agli UTT per rispondere alle esigenze del territorio Università degli studi di Verona e NETVAL NETwork per la VALorizzazione della Ricerca Universitaria L Università, sistema aperto? Come diffonde i suoi risultati? Verona, 23 ottobre 2014 IRIS: trovare le

Dettagli

Il progetto OpenAIRE in breve

Il progetto OpenAIRE in breve Il progetto OpenAIRE in breve Ottobre 2010 A cura di Paola Gargiulo e Ilaria Fava OpenAIRE alcuni dati OpenAIRE = Open Access Infrastructure for Research in Europe Programma: FP7 Research Infrastructures

Dettagli

Policy di Ateneo sull Accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Policy di Ateneo sull Accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Ferrara Policy di Ateneo sull Accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Definizioni Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto

Dettagli

Policy di Ateneo per l accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Policy di Ateneo per l accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE Policy di Ateneo per l accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Definizioni Per Università o Ateneo si intende l Università degli Studi di Trieste. Per

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

Position statement sull'accesso aperto ai risultati della ricerca scientifica in Italia

Position statement sull'accesso aperto ai risultati della ricerca scientifica in Italia Position statement sull'accesso aperto ai risultati della ricerca scientifica in Italia Vista la Dichiarazione di Berlino 1 sull'accesso aperto alla letteratura scientifica dell'ottobre 2003, nella quale

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE Cagliari, 4-5-11-12 novembre 2013

CORSO DI FORMAZIONE Cagliari, 4-5-11-12 novembre 2013 CORSO DI FORMAZIONE Cagliari, 4-5-11-12 novembre 2013 ORIZZONTE 2020 IL NUOVO PROGRAMMA QUADRO DI FINANZIAMENTO PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE E COSME 2014 2020 IL NUOVO PROGRAMMA QUADRO PER LA COMPETITIVITA

Dettagli

P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 ALLEGATO A. SCHEDA PROGETTO per la creazione di BIBLIOTECA SCIENTIFICA REGIONALE

P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 ALLEGATO A. SCHEDA PROGETTO per la creazione di BIBLIOTECA SCIENTIFICA REGIONALE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA CENTRO REGIONALE DI PROGRAMMAZIONE P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO NELLE IMPRESE E TERRITORIO ALLEGATO A SCHEDA PROGETTO per la creazione

Dettagli

Elena Giglia Alessandro Leccese

Elena Giglia Alessandro Leccese Verona, 23 ottobre 2013 Elena Giglia Alessandro Leccese Università degli Studi di Torino elena.giglia@unito.it, alessandro.leccese@unito.it Le foto delle slides 3 e 13.3 sono Università di Torino; le altre

Dettagli

Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA)

Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) INDICE Pagina TITOLO I Disposizioni Generali

Dettagli

Comune di Lograto. Provincia di Brescia

Comune di Lograto. Provincia di Brescia Comune di Lograto Provincia di Brescia REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) (approvato con la deliberazione del Consiglio

Dettagli

Politecnico di Torino. Porto Institutional Repository

Politecnico di Torino. Porto Institutional Repository Politecnico di Torino Porto Institutional Repository [Other] Open Access e anagrafe della ricerca: l esperienza al Politecnico di Torino Original Citation: Morando M. (2010). Open Access e anagrafe della

Dettagli

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014 Tavola rotonda 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca Roma 10 luglio 2014 Dr. Francesco Bongiovanni Cosa intendiamo con il termine governance? L insieme di azioni che consentono la realizzazione

Dettagli

Open Access e anagrafe della ricerca L esperienza al Politecnico di Torino. Maddalena Morando Sistema Bibliotecario - Politecnico di Torino

Open Access e anagrafe della ricerca L esperienza al Politecnico di Torino. Maddalena Morando Sistema Bibliotecario - Politecnico di Torino Open Access e anagrafe della ricerca L esperienza al Politecnico di Torino Maddalena Morando Sistema Bibliotecario - Politecnico di Torino Torino, 18 novembre 2010 L Anagrafe della ricerca. Il catalogo

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

POLICY SULL ACCESSO APERTO (OPEN ACCESS) ALLA LETTERATURA SCIENTIFICA

POLICY SULL ACCESSO APERTO (OPEN ACCESS) ALLA LETTERATURA SCIENTIFICA POLICY SULL ACCESSO APERTO (OPEN ACCESS) ALLA LETTERATURA SCIENTIFICA INDICE 1 - Definizioni... 2 2 - Premesse... 3 3 - Commissione di Ateneo... 3 4 - Gruppo di lavoro... 4 5 - Archivio istituzionale dei

Dettagli

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese)

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) Approvate con delibera della Giunta Comunale n.30 del 18.05.2015 Linee guida per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati (open data) Redatte ai sensi

Dettagli

Unipi EPrints, l'archivio istituzionale dell'università di Pisa

Unipi EPrints, l'archivio istituzionale dell'università di Pisa DOPO BERLIN 3: POLITICHE DI ACCESSO APERTO ALLA LETTERATURA DI RICERCA Pisa, Aula magna della facoltà di Scienze politiche Giovedì 16 febbraio 2006, h. 15.00 Unipi EPrints, Barbara Pistoia bpistoia@dcci.unipi.it

Dettagli

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA)

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) PROVINCIA DI FORLI'-CESENA REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) Approvato con Delibera di G.P. n. 141775/456 del 06/12/2013

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1990 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori GRASSI, ALLOCCA e TECCE COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GENNAIO 2008 Norme in materia di pluralismo informatico

Dettagli

Introduzione al deposito su archivi istituzionali

Introduzione al deposito su archivi istituzionali Introduzione al deposito su archivi istituzionali Progetti della Commissione Europea Licenze e Copyright Sistema Bibliotecario Progetti della Commissione Europea Guidelines for Open Access http://erc.europa.eu/pdf/scc_guidelines_open_access_revised_

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

Open Access e ruolo delle University Press

Open Access e ruolo delle University Press WorkShop Bibliosan 2013 Ricerca biomedica e pubblicazione dei risultati: la sostenibilità dell Open Access Open Access e ruolo delle University Press Fulvio Guatelli fulvio.guatelli@unifi.it Firenze University

Dettagli

Open Access o libertà del software

Open Access o libertà del software Open Access o libertà del software La questione della libertà del software è solo in minima parte un problema tecnico. Dai computer e dalla rete dipende una parte della nostra capacità di conservare e

Dettagli

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 TTS Italia, l Associazione ITS Nazionale fondata nel 1999, rappresenta circa 80 Enti,

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli

POLITICHE DI ATENEO SULL ACCESSO APERTO (OPEN ACCESS) AI PRODOTTI DELLA RICERCA SCIENTIFICA

POLITICHE DI ATENEO SULL ACCESSO APERTO (OPEN ACCESS) AI PRODOTTI DELLA RICERCA SCIENTIFICA LINEE GUIDA POLITICHE DI ATENEO SULL ACCESSO APERTO (OPEN ACCESS) AI PRODOTTI DELLA RICERCA SCIENTIFICA Indice 1 - Premesse 2 - Commissione di Ateneo per l'accesso aperto alla letteratura scientifica 3

Dettagli

[ PIANO DI ADEGUAMENTO SITO WEB ]

[ PIANO DI ADEGUAMENTO SITO WEB ] 2011 Titolo del documento: Piano di adeguamento sito web Periodo di riferimento: Da Agosto 2011 N revisione: 1 Autore del documento: URP Data ultima versione: 30/08/2011 [ PIANO DI ADEGUAMENTO SITO WEB

Dettagli

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Invita a presentare iniziative di Sostegno a Programmi e reti di volontariato nelle Regioni del Sud Italia Sommario Sezione

Dettagli

SMART CITIES: Innovative Public Procurement

SMART CITIES: Innovative Public Procurement SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE e FONDAZIONE COLLEGIO EUROPEO DI PARMA SEMINARIO SMART CITIES: Innovative Public Procurement PARMA, 23-24 novembre 2015 COLLEGIO EUROPEO VIA UNIVERSITÀ, 12 1. Premessa

Dettagli

Policy di Open Access nella Ricerca Scientifica: l esempio di una fondazione di origine bancaria

Policy di Open Access nella Ricerca Scientifica: l esempio di una fondazione di origine bancaria Policy di Open Access nella Ricerca Scientifica: l esempio di una fondazione di origine bancaria National Workshop nell ambito del progetto MedOANet 29 gennaio 2013, CNR Aula Marconi Premessa 1/2 «Policy

Dettagli

PROPOSTA PROGETTUALE a cura del Coordinamento associazioni educazione e promozione della lettura

PROPOSTA PROGETTUALE a cura del Coordinamento associazioni educazione e promozione della lettura LIBRIAMOCI 2015 (-2018) PROPOSTA PROGETTUALE a cura del Coordinamento associazioni educazione e promozione della lettura PREMESSA La presente proposta progettuale è stata elaborata come risposta all invito

Dettagli

Definizione dell OA in Horizon 2020 Open Access : la pratica di fornire gratuitamente l accesso on-line all informazione scientifica e permetterne il

Definizione dell OA in Horizon 2020 Open Access : la pratica di fornire gratuitamente l accesso on-line all informazione scientifica e permetterne il Definizione dell OA in Horizon 2020 Open Access : la pratica di fornire gratuitamente l accesso on-line all informazione scientifica e permetterne il riuso 1 Cosa cambia in Horizon 2020? Aggiornamento

Dettagli

Un piano nazionale per l accesso aperto dopo la dichiarazione di Messina

Un piano nazionale per l accesso aperto dopo la dichiarazione di Messina AIB Convegno di primavera Le biblioteche per la libertà d accesso all informazione Bologna, 18-19 maggio 2006 Un piano nazionale per l accesso aperto dopo la dichiarazione di Messina Susanna Mornati e

Dettagli

Linee guida per il Comitato Tecnico Operativo 1

Linee guida per il Comitato Tecnico Operativo 1 Linee guida per il Comitato Tecnico Operativo 1 Introduzione Questo documento intende costituire una guida per i membri del Comitato Tecnico Operativo (CTO) del CIBER nello svolgimento delle loro attività.

Dettagli

Il progetto MINERVA: tra digitalizzazione e qualità dei siti web di contenuto culturale.

Il progetto MINERVA: tra digitalizzazione e qualità dei siti web di contenuto culturale. a cura di Gabriella Guerci di Marzia Piccininno Negli ultimi anni il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha lavorato con grande impegno in ambito europeo, in particolar modo nel settore strategico

Dettagli

Cataloghi per i dati aperti

Cataloghi per i dati aperti Cataloghi per i dati aperti Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica, organismo

Dettagli

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE Investire nell azione per il clima, investire in LIFE UNA PANORAMICA DEL NUOVO SOTTOPROGRAMMA LIFE AZIONE PER IL CLIMA 2014-2020 istock Azione per il clima Cos è il nuovo sottoprogramma LIFE Azione per

Dettagli

Un portale per l editoria medico-scientifica italiana

Un portale per l editoria medico-scientifica italiana Un portale per l editoria medico-scientifica italiana [22.11.2005] doi: 10.1389/DBmed1 Il progetto si propone come risultato la creazione di una banca dati bibliografica - accessibile via Web - su contenuti

Dettagli

Convegno La biblioteca scientifica e tecnologica

Convegno La biblioteca scientifica e tecnologica Università degli Studi Roma Tre Università degli Studi La Sapienza Convegno La biblioteca scientifica e tecnologica Roma, 17 aprile 2008 Valutazione delle pubblicazioni scientifiche e open access Emanuela

Dettagli

Insight Percorso di validazione dall idea al business model

Insight Percorso di validazione dall idea al business model Sportello Startup BANDO PUBBLICO Insight Percorso di validazione dall idea al business model ALLEGATO 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE TRATTAMENTO DEI DATI PRESENTAZIONE DELL IDEA D IMPRESA BANDO PUBBLICO Insight

Dettagli

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AVVISO n. 06/2013 - Procedura comparativa per il conferimento di tre incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo di Esperto di innovazione, programmi europei e relazioni internazionali

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2015 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Azione propedeutica: definizione dell immagine

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale.

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale. DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

Dettagli

Pubblicare a Roma Tre

Pubblicare a Roma Tre Pubblicare a Roma Tre A cura di Enza Gasbarro e Lucia Staccone Accesso aperto a Roma Tre: premesse Adesione dell ateneo alla Dichiarazione di Messina (Dichiarazione di Berlino) Accesso aperto nel nuovo

Dettagli

Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso

Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso IL PRESIDENTE Premesso che: - per progetti cofinanziati dal primo avviso di e-government, si intendono i progetti riportati negli allegati A e B del decreto

Dettagli

Innovazione di Prodotto e Processo. Progetto PROMETEO

Innovazione di Prodotto e Processo. Progetto PROMETEO Innovazione di Prodotto e Processo Contesto È sempre più condiviso il concetto che l innovazione è uno degli strumenti chiave per il mantenimento e la crescita della competitività delle imprese, ma poche

Dettagli

THE ISSUE/NEREUS Pubblicazione congiunta

THE ISSUE/NEREUS Pubblicazione congiunta THE ISSUE/NEREUS Pubblicazione congiunta Richiesta contributi Le regioni partner di THE ISSUE Progetto FP7 e Nereus - Rete delle regioni europee utilizzatrici di Tecnologie Spaziali - richiedono contributi

Dettagli

Agenzia Ferroviaria Europea. Valenciennes (Francia) ERA/2012/SAF/CALLHF/01

Agenzia Ferroviaria Europea. Valenciennes (Francia) ERA/2012/SAF/CALLHF/01 Agenzia Ferroviaria Europea Valenciennes (Francia) Invito a presentare domanda di inserimento nell elenco degli esperti in Fattore Umano incaricati di assistere gli Organismi Investigativi Nazionali di

Dettagli

Sessione Università - Introduzione. Editoria scientifica e nuove tecnologie. L innovazione come necessità e come opportunità

Sessione Università - Introduzione. Editoria scientifica e nuove tecnologie. L innovazione come necessità e come opportunità Sessione Università - Introduzione Editoria scientifica e nuove tecnologie L innovazione come necessità e come opportunità L Università pubblica oggi [1/3] 3 soggetti, diverse prospettive: RICERCATORI

Dettagli

Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione)

Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione) CONCORSO DOCENTI Premio nazionale per docenti Didattica del REACH e del CLP Seconda edizione Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione) Concorso nazionale per

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI

REGOLAMENTO SULLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI REGOLAMENTO SULLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI REGOLAMENTO SULLA FACOLTA DI ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI Sommario Art. 1 - Principi, finalità, e oggetto...3 Art. 2 -

Dettagli

Policy sulla Proprietà Intellettuale

Policy sulla Proprietà Intellettuale Policy sulla Proprietà Intellettuale 1. Missione e scopi di AriSLA - Finalità della Policy 1.1 Missione della Fondazione Italiana di Ricerca per la SLA - Sclerosi Laterale Amiotrofica (di seguito, la Fondazione

Dettagli

AVVISO n. 08/2012: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior

AVVISO n. 08/2012: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior AVVISO n. 08/2012: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior di Esperto di servizi e tecnologie cloud, nell ambito del progetto

Dettagli

Cataloghi per i dati aperti

Cataloghi per i dati aperti Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Cataloghi per i dati aperti Autore: Vincenzo Patruno Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA Diritti: Dipartimento della

Dettagli

Qualità dei siti Web Culturali

Qualità dei siti Web Culturali Qualità dei siti Web Culturali Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Soggetto culturale pubblico (SCP) Un istituzione, organismo o progetto di interesse pubblico che abbia quale finalità statuita quella di

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 La Strategia di comunicazione e gli obblighi di pubblicità 2 L attività

Dettagli

Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T.

Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T. 2014-16 Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T. la trasparenza nei confronti dei cittadini e dell intera collettività, poiché rappresenta uno strumento

Dettagli

Italian Journal on Addiction & Droganews:

Italian Journal on Addiction & Droganews: Italian Journal on Addiction & Droganews: strumenti di informazione scientifica Open access Eugenio Francesco Valenzi Roma, 26 luglio 2011 www.italianjournalonaddiction.it www.droganews.it sono strumenti

Dettagli

Infrastrutture di ricerca di interesse regionale Manifestazione di interesse

Infrastrutture di ricerca di interesse regionale Manifestazione di interesse Infrastrutture di ricerca di interesse regionale Manifestazione di interesse Il Quadro di riferimento La Commissione europea nella comunicazione Il contributo della politica regionale alla crescita intelligente

Dettagli

Programmazione triennale 2010/2012

Programmazione triennale 2010/2012 Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali PIANO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DI ATENEO Programmazione triennale 2010/2012 L Università degli Studi di Firenze tradizionalmente

Dettagli

Allegato 1 DOCUMENTO DESCRITTIVO

Allegato 1 DOCUMENTO DESCRITTIVO Allegato 1 DOCUMENTO DESCRITTIVO 1. TITOLO PROVVISORIO DEL PROGETTO Bilancio di Genere per le Pubbliche Amministrazioni (GeRPA) A valere sul Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Piano di Sostegno alla Ricerca 2015/17

Piano di Sostegno alla Ricerca 2015/17 Piano di Sostegno alla Ricerca 2015/17 In un contesto in cui il reperimento di finanziamenti per la ricerca risulta sempre più difficile, l Ateneo intende promuovere un piano triennale di sostegno e sviluppo

Dettagli

I DIRITTI DELL AUTORE Linee guida per l Autore

I DIRITTI DELL AUTORE Linee guida per l Autore I DIRITTI DELL AUTORE Linee guida per l Autore Le presenti linee guida per l Autore offrono uno strumento nuovo, l Addendum al contratto editoriale, a garanzia dei tuoi diritti come Autore sull articolo

Dettagli

Introduzione alla metodologia di progettazione europea

Introduzione alla metodologia di progettazione europea Seminario informativo Come presentare una proposta di successo nel quadro del programma ENPI CBC MED Introduzione alla metodologia di progettazione europea (parte I versione ridotta) Docente: Cecilia Chiapero

Dettagli

Regolamento per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati

Regolamento per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati COMUNE DI LUSIANA Provincia di Vicenza Progetto: Regolamento Regolamento per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati Redatto ai sensi dell art. 52, comma 1, del D.Lgs. 82/2005 e successive

Dettagli

L Open Archive e il suo sviluppo nell Università di Verona. Maria Gabaldo 1 febbraio 2013

L Open Archive e il suo sviluppo nell Università di Verona. Maria Gabaldo 1 febbraio 2013 L Open Archive e il suo sviluppo nell Università di Verona Maria Gabaldo 1 febbraio 2013 Dalla necessità. di assicurare anche ai prodotti delle scienze umane: una maggiore visibilità e quindi ricercabilità

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

FAQ PROGETTO ADOTTA UNA SCUOLA PER L EXPO 2015

FAQ PROGETTO ADOTTA UNA SCUOLA PER L EXPO 2015 FAQ PROGETTO ADOTTA UNA SCUOLA PER L EXPO 2015 COME SCEGLIERE UNA SCUOLA 1)Quali tipologie di scuole possono essere coinvolte e quali requisiti devono avere? L adesione al progetto Adotta una scuola per

Dettagli

Gli OpenData e i Comuni

Gli OpenData e i Comuni Gli OpenData e i Comuni Osservatorio egovernment 2014-15 Milano, 13 marzo 2015 Agenda Significatività statistica del campione di Comuni analizzato Cosa sono gli OpenData - Dimensione del fenomeno Le Linee

Dettagli

Allegato alla Delibera n. 89 CdA del 9 luglio 2014 ACCORDO QUADRO

Allegato alla Delibera n. 89 CdA del 9 luglio 2014 ACCORDO QUADRO ACCORDO QUADRO tra Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (di seguito denominato CNR), C.F. 80054330586, con sede in Roma, Piazzale Aldo Moro n. 7, rappresentato dal Prof. Luigi Nicolais, in qualità di

Dettagli

Centro di ricerca su Marketing e Servizi Centre for Research on Marketing & Services

Centro di ricerca su Marketing e Servizi Centre for Research on Marketing & Services Centro permanente di ricerca Permanent research centre Acronimo Denominazione CERMES Centro di ricerca su Marketing e Servizi Centre for Research on Marketing & Services Oggetto di attività Strategic &

Dettagli

La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica.

La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica. La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica. di Leda Rita Corrado (*) Riferimenti: Direttiva 2010/45/UE del Consiglio del 13 luglio 2010, recante modifica della direttiva 2006/112/CE relativa

Dettagli

Comitato codau per il coordinamento degli uffici ricerca scientifica

Comitato codau per il coordinamento degli uffici ricerca scientifica Comitato CODAU per il Coordinamento degli Uffici di Supporto alla Ricerca Scientifica Promosso da dieci università: Università di Torino, Pavia, Modena e Reggio Emilia, Bologna, Roma La Sapienza, Palermo,

Dettagli

La Proposta Isfol di Carta dei servizi. Il CDS: impianto metodologico e struttura della Carta

La Proposta Isfol di Carta dei servizi. Il CDS: impianto metodologico e struttura della Carta La Proposta Isfol di Carta dei servizi. Il CDS: impianto metodologico e struttura della Carta Isabella Pitoni Struttura di Comunicazione e Documentazione Istituzionale Roma, 7 luglio 2011 Contesto normativo

Dettagli

L accesso aperto alla conoscenza scientifica fra barriere e opportunità 1. Paola Gargiulo

L accesso aperto alla conoscenza scientifica fra barriere e opportunità 1. Paola Gargiulo L accesso aperto alla conoscenza scientifica fra barriere e opportunità 1 Paola Gargiulo Abstract La relazione descrive brevemente il contesto e le origini del movimento dell accesso aperto, nato nell

Dettagli

N. 512 FISCAL NEWS. Regione Campania: contributi per dottorati 21.11.2011. La circolare di aggiornamento professionale. A cura di Carlo De Luca

N. 512 FISCAL NEWS. Regione Campania: contributi per dottorati 21.11.2011. La circolare di aggiornamento professionale. A cura di Carlo De Luca a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 512 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 21.11.2011 Categoria Previdenza e lavoro Sottocategoria Agevolazioni

Dettagli

CulturaItalia www.culturaitalia.it

CulturaItalia www.culturaitalia.it www.culturaitalia.it Sara Di Giorgio Aggregare: gli accordi I fornitori di contenuti aderiscono a CulturaItalia sottoscrivendo un accordo in cui vengono indicati i contenuti (metadati) da mettere a disposizione

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

LINEE-GUIDA. per il. Premessa

LINEE-GUIDA. per il. Premessa LINEE-GUIDA per il Regolamento ministeriale sulla struttura e sul funzionamento dell Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR) Premessa La legge di istituzione

Dettagli

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag.

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. Newsletter SITAD Aprile 2005 num. 3 Sommario No Risk Il progetto pag. 2 I servizi sviluppati pag. 2 SITAD su SistemaPiemonte pag. 4 La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. 5 SITAD si candida

Dettagli

ARTICOLO TECNICO Smart-MED-Parks: il Software

ARTICOLO TECNICO Smart-MED-Parks: il Software ARTICOLO TECNICO Smart-MED-Parks: il Software Introduzione Da Febbraio 2013, data di lancio del progetto Smart-MED-Parks, sono state realizzate un insieme di azioni al fine di: - Aumentare il livello di

Dettagli

Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Progetto Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Progetto Master Comunicare il Turismo Sostenibile Perché comunicare il Turismo Sostenibile La Facoltà di Sociologia dell Università degli Studi di Milano-Bicocca attiverà nel biennio 2013-2014 la seconda edizione del master di primo livello Comunicare

Dettagli

GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2012

GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2012 GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2012 Pillole di Trasparenza Concorso Farmacie e Opendata Claudia Biffoli Direzione Generale del Sistema Informativo e Statistico Sanitario Ufficio IV ex DGSI Roma, 12 Dicembre

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 GARANTIRE LA VISIBILITÀ DELLA POLITICA DI COESIONE: NORME IN MATERIA DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE PER IL PERIODO 2014-2020 POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea

Dettagli

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE POR 2014 2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione

Dettagli

Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto

Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto Valentina Montesarchio Vice Segretario Generale Unioncamere del Veneto Unioncamere del Veneto e Regione del Veneto stanno definendo le attività per la prosecuzione

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO 2 1. STRUTTURARE UN PROGETTO Definizione

Dettagli

Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati

Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati Premessa L Ateneo svolge attività di diffusione e promozione della ricerca scientifica sostenendo la partecipazione

Dettagli

Roma Capitale: Open Data come nuova frontiera della comunicazione tra istituzioni e cittadini

Roma Capitale: Open Data come nuova frontiera della comunicazione tra istituzioni e cittadini Roma Capitale: Open Data come nuova frontiera della comunicazione tra istituzioni e cittadini Roma, 13 Novembre 2013 Ing. Carolina Cirillo Direttore Servizi Informatici e Telematici Agenda Perché l Open

Dettagli

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Convegno di studio La biometria entra nell e-government Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Alessandro Alessandroni Cnipa alessandroni@cnipa.it Alessandro Alessandroni è Responsabile

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA Presidenza del Consiglio dei ministri Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA 1 Agenda digitale italiana - Innovazione digitale nella PA - Infrastrutture abilitanti per la digitalizzazione

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA

RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA 26 giugno 2013 Di cosa parleremo - Il Progetto ETICA pubblica nel sud e il Social learning - RiusaLO: obiettivi, contenuti e funzionalità della libreria

Dettagli

Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento

Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento Approvato con delibera del Consiglio istitutivo n. 31 del 29.12.1998 Modificato con delibera del Consiglio istitutivo n. 74 del 03.11.1999 Modificato

Dettagli

Le novità della UNI ISO 27001:2014

Le novità della UNI ISO 27001:2014 Le novità della UNI ISO 27001:2014 La norma ISO 27001 pubblicata nel 2013 è stata tradotta in italiano e convertita in norma UNI nel marzo 2014 come UNI CEI ISO/IEC 27001:2014 Tecnologie informatiche Tecniche

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

I mezzi, web e cartacei, che compongono la piattaforma multimediale edita dal Gruppo Italia Energia offrono a manager, tecnici e ricercatori e al

I mezzi, web e cartacei, che compongono la piattaforma multimediale edita dal Gruppo Italia Energia offrono a manager, tecnici e ricercatori e al Gruppo Italia Energia Hub di cultura energetica I mezzi, web e cartacei, che compongono la piattaforma multimediale edita dal Gruppo Italia Energia offrono a manager, tecnici e ricercatori e al mondo industriale

Dettagli

L archivio di impresa

L archivio di impresa L archivio di impresa Mariella Guercio Università degli studi di Urbino m.guercio@mclink.it Politecnico di Torino, 25 novembre 2011 premessa L archivistica è una disciplina della complessità, aperta, basata

Dettagli