RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 5 MARZO Rassegna per testata/edizione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 5 MARZO Rassegna per testata/edizione"

Transcript

1 RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 5 MARZO 2009 Rassegna per testata/edizione

2 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Un incontro su Angilotto Modotto E Polis Friuli Piu' disoccupati Il Gazzettino Pordenone Ciriani Alessandro - 3 Territorio Il Gazzettino Pordenone Le imprese annaspano Il Gazzettino Pordenone Onde sonore Il Gazzettino Pordenone Acqua, la Regione contro le norme venete Il Gazzettino Pordenone Che bello vincere in casa Il Gazzettino Udine Ciriani Alessandro - Giuseppe Pedicini - 8 Tentativi di mediazione nella guerra dei marchi Messaggero Veneto Pordenone Dalla Provincia 100mila euro agli istituti privati Messaggero Veneto Pordenone Cella Lorenzo - 10 Insegnanti in fuga dai centri per adulti Messaggero Veneto Pordenone Ma i pannolini restano un problema Messaggero Veneto Pordenone Anmil, sabato omaggio alle done Messaggero Veneto Pordenone Sara' una parata di big del giornalismo Messaggero Veneto Pordenone Trevisan, la Provincia in aiuto agli stranieri licenziati Messaggero Veneto Pordenone Ciriani Alessandro - 15 Disagi e vantaggi del Giro del Friuli Messaggero Veneto Udine

3 5 MAR 2009 E Polis Friuli Cultura e Spettacolo pagina 38 Taglio basso

4 5 MAR 2009 Il Gazzettino Pordenone Citta' pagina 1 Provincia allerta gli Ambiti Più disoccupati Allarme welfare Comuni in cerca di risorse Pordenone (d.l.) - Senza lavoro e senza reddito: un fenomeno che potrebbe aggravarsi nei prossimi mesi in particolare nel comparto delle microimprese artigiane dove le tutele sociali sono inferiori o a volte inesistenti rispetto alle grandi realtà produttive. La Provincia allerterà gli Ambiti socioassistenziali - e quindi i Comuni - che potrebbero trovarsi dinanzi al diffondersi delle situazioni a rischio. Il welfare territoriale potrebbe, dunque, avere bisogno di maggiori risorse per fare fronte al possibile aumento delle richieste di aiuti e sostegni da parte delle famiglie più in difficoltà. È quanto emerso ieri sera dall'incontro che il presidente dell'ente di largo San Giorgio Alessandro emani ha avuto con il sindaco di Fontanafredda Giovanni Baviera e una delegazione dei lavoratori licenziati, e da mesi in attesa degli stipendi arretrati, da una piccola azienda di Vigonovo. «Un caso disperato - ha sottolineato Ciriani - per il quale ci attiveremo subito anche con la messa a disposizione degli incentivi economici anticrisi per quelle aziende che potrebbero avere l'opportunità di assumere queste persone. È chiaro che casi limite come questo sono per fortuna isolati e quindi i Comuni con gli strumenti tradizionali riescono a farvi fronte». Ma da parte della microimpresa arriva un segnale di allarme per i prossimi mesi. «E proprio per prevenire possibili emergenze ha informato Ciriani - nel prossimo incontro con i sindaci degli Ambiti socio-assistenziali sensibilizzerò sulla questione. È opportuno che i sindaci sappiano che dovranno attrezzarsi, perché è una materia sulla quale la Provincia non può intervenire, mettendo a disposizione risorse finanziarie in grado di poter far fronte a eventuaì richieste. Anche se ritengo che le risorse nazionali sulla cassa in deroga anche ai settori scoperti possano arginare questo tipo di fenomeno». Inoltre, la Provincia cercherà di creare un rapporto tra aiuti alle famiglie e incentivi alle imprese per le riassunzioni. E per cercare di prevenire le tensioni finanziarie delle piccole società al tavolo anticrisi saranno invitate anche le banche. Taglio medio

5 5 MAR 2009 Il Gazzettino Pordenone Citta' pagina 2 Con I'intervento del Consorzio Pn Turismo e ConCentro le aziende potranno offiire ai loro clienti esclusivi pacchetti per conoscere ed esportare il Friuli occidentale Tenflorio, verso il turismo aziendale Accordo Ascom-Unindustria per attirare manager stranieri. Nel settore crollo del 400/0 (d.l.) - Promuovere e "vendere" il territorio attraverso i business-ma n che vengono in provincia perché legati alle imprese locali che parlano con tutto il mondo. Approfittare, insomma, della forte vocazione all'export del tessuto produttivo locale per creare un volano a favore dello sviluppo turistico. Il manager che arriva in provincia per fare affari troverà nell'azienda che lo "ospita" una serie di servizi e un "pacchetto turistico" che potrà utilizzare, magari con la famiglia, quando tornerà sul territorio. È stata firmata ieri, a quattro mani, da Unione Industriali Pordenone, Ascom (Confcommercio e Consorzio Turistico "Pordenone Turismo), Provincia Ospitale" e Camera di commercio di Pordenone, la convenzione che dà il via al progetto "Welcome to business". Gli obiettivi principali del progetto sono fornire ai clienti delle aziende iscritte a Unindustria un'offerta esclusiva di servizi turistici a Pordenone, promuovere il turismo nel territorio pordenonese e contribuire alla buona reputazione di Pordenone, anche all'estero, attraverso l'abbinamento di servizi e prodotti eccellenti e distintivi. Fare turismo attraverso il business delle imprese locali quando il business diminuisce? In un momento in cui gli ultimi dati rispetto ai flussi e alle presenze - legati in particolare al business - registra un crollo del 40% negli ultimi due mesi. «È importante partire. Se si riuscirà - ha detto il presidente della Camera di Commercio Giovanni Pavan - proprio in questo momento di crisi a unire le forze tra le categorie e a mettere in moto il sistema saremo in grado di ottenere risultati quando la crisi sarà finita e il territorio sarà in grado di fornire un servizio innovativo in più alle aziende con una immediata ricaduta sul turismo. Mi compiaccio - ha aggiunto - nel vedere due associazioni di categoria che uniscono forze e idee per un obiettivo comune». La Camera di Commercio, convinta del valore del progetto, ha coinvolto I'Azienda Speciale nel fornire assistenza tecnica per lo svolgimento delle attività. Il coordinamento dell'iniziativa sarà gestito da ConCentro. "L'idea - ha sottolineato Michela Zin, responsabile area marketing di Concentro, l'azienda speciale della Ccìaa - è quelia di incrementare quei 2,5 giorni di permanenza media che le statistiche ci mostrano rispetto ali'attrattività turistica del territorio". Il progetto è sostenuto dalia collaborazione tra Confcommercio e Unindustria che puntano, insieme, a creare un volano turistico. "Abbiamo raccolto alcune segnalazioni - ha detto Renato Pujatti, vicepresidente di Unindustria - di aziende che sempre più spesso necessitano di un supporto in servizi di ospita- «L'obiettivo è far conoscere l' enogastronomia i centri storici e le bellezze naturali ai business-man che poi ritorneranno» lità per i propri clienti. Con il progetto diamo un servizio in più alle imprese ma soprattutto collaboriamo alia crescita del territorio". "È un accordo storico - ha sottolineato Alberto Marchiorì, presidente di Confcommercio - stiamo dimostrando che la nostra economia non è fatta a comparti stagni e speriamo che offrire un buon servizio attraverso gli imprenditori equivalga a una promozione del futuro di questo territorio». E Sergio Lucchetta, vicepresidente Ascom e presidente della commissione turismo di Cciaa, ha ribadito: "Il tavolo che abbiamo costituito tra tutti i protagonisti territoriali del settore sta dando già i primi frutti". L'operatività del progetto sarà portata avanti dal Consorzio Pordenone Turismo (fino a oggi vi aderiscono Il alberghi, due agenzie turistiche e una cantina). "La clientela - sottolinea Giorgio Ivan - che viene dall'estero per lavoro resta sempre colpita dalla tranquillità delia nostra zona, dai piccoli centri storici e dalie bellezze naturali. Dobbiamo essere consapevoli di questo e incentivare il ritorno di chi viene qui per lavoro". Stand della Provincia per la promozione del territorio Taglio medio

6 5 MAR 2009 Il Gazzettino Pordenone Citta' pagina 5 L'INTERVENTO Le imprese annaspano nel silenzio della Regione di Paolo Pupulin (*) È incomprerlsibile l'assordante silenzio dell'amministrazione regionale rispetto alla situazione di crisi vissuta dalle grandi imprese, quasi sempre multinazional~ presenti in regione e particolarmente nella provincia di Pordenone. Sembra un bollettino di guerra. Il gruppo Electrolux annuncia un piano che prevede Wl riduzione secca d'organici pari al 25 per cento di quelli ora in attività nell'azienda di Porcia. L'Ideai Standard mette in cassa integrazione per un mese pressoché tutti i dipendenti, in attesa di capire come si evolverà il mercato, facendo balenare persino il rischio della chiusura dello stabilimento di Orcenico, dove lavorano oltre 500 dipendenti. Il fondo "private equity" statunitense che controlla l'ace, che rappresentava il gruppo dei componenti per elettrodomestici leader del mercato mondiale, a fronte delle rilevanti perdite dei propri bilanci decide la messa in vendita dei propri stabilimenti, attraverso un'operazione spezzatino che non lascia per certo sperare un futuro sicuro e una prospettiva di rilancio dello stabilimento principale del gruppo, quello presente in Comina a Pordenone. La Savio, storica azienda pordenonese, ora inserita nell'orbita del gruppo Radici, non se la passa bene, soprattutto a causa del blocco di importanti commesse di cui non sono garantiti nei mercati internazionali i termini di pagamento. Il Mercatone Emmezeta, passato dopo alternanti vicende al gruppo francese Conforma, ha chiuso i battenti a fine mese di febbraio lasciando a casa tutto il personale. Ebbene davanti a una situazione così grave, con il rischio di messa a casa di migliaia di lavoratori, non si sente battere un colpo da parte del presidente della Regione, Renzo Tondo né dell'assessore pordenonese Luca Ciriani. Tra l'altro una tale situazione si aggiunge ai rischi che corrono tanti altri lavoratori delle molte altre crisi magari di minor impatto dimensionale, ma di altrettanto grave prospettiva negativa per molte persone. Basta riflettere su casi come l'ex Se/eco, la Mercury di Caneva, la Della Valentina di Sacile e così via. (segue a pagina V) (*) consigliere regionale Pd Editoriale

7 5 MAR 2009 Il Gazzettino Pordenone Citta' pagina 5 LE IMPRESE Qui si tratta di non lasciare a se stessi gli amministratori locali nel cercare di mettere in campo qualche concreta iniziativa per tutelare il lavoro e il reddito dei propri cittadmi. In questo scenario, a patto che non ci siano contatti terribilmente segreti e riservati da parte di questi amministratori regionali, non è visibile né percettibile un'azione diretta da parte degli stessi amministratori regionali nei confronti delle società internazionali, per tutelare i lavoratori interessati dalle crisi delle loro aziende e l'economia dei nostri territori. Non ho sentito una parola del presidente Renzo Tondo su questi casi eclatanti di crisi industriali che se si chiudessero male provocheranno un danno rilevante, destinato a condizionare il nostrofuturo. È la prima volta, nella storia del Friuli Venezia Giulia. che rispetto alle prospettive della presenza di grandi imprese e di grandi ristrutturazioni nel nostro territorio, annunciate alle organizzazioni sindacali e agli amministratori locali, la Regione governata dalla Destra non fa sentire adeguatamente il suo peso istituzionale. «La Regione esca dal torpore» Bella dimostrazione di attenzione alle straordinarie difficoltà passate dai cittadini. Credo sia indispensabile. di fronte a una situazione di questa emergenza. che si esca dal torpore, si apra un confronto vero che coinvolga le parti economiche e sociali oltre che gli amministratori locali. convocato dalla presidenza della Regione per valutare lo stato della situazione e per concordare le iniziative più opportune nei riguardi dei singoli gruppi internazionali a tutela degli interessi del nostro territorio. Ogni ulteriore ritardo è colpevole. Paolo Pupulin consigliere regionale Pd Editoriale

8 5 MAR 2009 Il Gazzettino Pordenone Provincia pagina 9 BARCIS La kennesse Barcis musicale si terrà il 13, 14e 21 marzo a Frisanco Onde sonore in Val Colvera (lp) Edizione regionale, quella del 2009, del festival delle "Onde sonore", kermesse musicale organizzata dallo Spazio giovani della Comunità montana del Friuli occidentale, che ha sede a Barcis. Il festival - quest'anno ospitato a Frisanco - vedrà infatti la partecipazione di giovani band provenienti da tutto il Friuli Venezia Giulia, gruppi che fanno musica propria, con accompagnamento strumentale, e privi di contratto discografico o editoriale. I tre appuntamenti si terranno il 13,14 e 21marzo, a Frisanco (il cui Comune collabora nell'organizzazione dell'evento), presso il nuovo teatro del Circolo operaio. Nelle tre serate ci saranno ospiti provenienti dalle precedenti edizioni che intratterranno H pubblico prima dei risultati della giuria. Per la prima serata ci saranno i "The Muttleys" e per la seconda gli "Overdue", Ospiti di eccezione, H21 marzo, gli amatissimi "Aironi neri", cover band dei Nomadi. L'evento, inserito all'interno del progetto "Let's go",di portata provinciale, è sostenuto dal Ministero della gioventù, dalla Regione e intende promuovere un divertimento sano e responsabile con un festival senza alcol e un tema su cui i ragazzi saranno invitati a riflettere,la "Guidasicura". L'evento è molto atteso anche perché condivisocon i Progetti Giovanidella provincia di Pordenone, quali l'aster sanvitese, AzzanoDecimo e Zoppola e vedrà il coinvolgimento dei ragazzi provenienti dai centri che saranno coinvoltinella creazione di slogan e divulgazione di materiale informativo sulla "Guidasicura". Un appuntamento importante per la Val Colvera che coinvolgerà i giovani locali ma anche rappresentanti di diverse generazioni. Sarà inoltre un'occasione di promozione turistica del territorio' sostenuta entusiasticamente dai locali pubblici del Comune di Frisanco. Taglio medio

9 5 MAR 2009 Il Gazzettino Pordenone Provincia pagina 11 SAN vrro AL TAGUAMENTO Chiesta la tutela Acqua, la Regione contro le nonne venete San Vito al Tagliamento La Regione interverrà per dare risposta ai Comuni della Provincia di Pordenone che fanno parte del bacino interregionale del Lemene (Casarsa della Delizia, Fiume Veneto, Zoppola, San Vito al Tagliamento e Morsano al Tagliamento) dove vengono applicate le disposizioni estremamente restrittive del Piano di tutela delle acque della Regione Veneto per quanto riguarda le derivazioni. Lo ha assicurato ieri l'assessore regionale ai Lavori pubblici, Vanni Lenna, nel rispondere a una interrogazione a risposta immediata presentata dal vice presidente del Consiglio regionale, Maurizio Salvador. Salvador ha interrogato la Giunta regionale per sapere quale soluzione urgente intendesse adottare, nelle more dell'adozione del Piano di tutela delle acque da parte della Regione Friuli Venezia Giulia, per impedire il verificarsi della cessazione delle derivazioni nell' area interessata, a seguito dell'applicazione delle disposizioni del Veneto, che per le derivazioni delle acque sotterranee vieta il rilascio per tutti gli usi diversi dal potabile, igienico e antincendio. "Il perdurare dell'attuale situazione - sottolinea Salvador - potrebbe mettere in crisi il sistema produttivo di una vasta area del territorio pordenonese: nel numero di pareri negativi fino ad oggi acquisiti, infatti, rientrano aziende agricole, impianti zootecnici, pescicolture e attività di tipo artigianale e industriale». Nella sua risposta, l'assessore Lenna ha spiegato che "una proposta di soluzione alla situazione di stallo potrebbe essere la redazione di un documento che preveda una suddivisione della porzione di bacino interessato in zone a diverso grado di tutela, tenendo conto della presenza di strutture acquedottistiche o consortili, con limiti predeterminati di portata da concedere a seconda degli usi». Taglio medio

10 5 MAR 2009 Il Gazzettino Udine Sport e Turismo pagina 11 «Che bello vincere in easa- Pordenone Felicità alle stelle per il vincitore della 31. edizione del Giro del Friuli riservato ai Professionisti, il veneto Mirko Lorenzetto. «Vincere a Pordenone, praticamente a pochi chilometri da casa mia, è stato bellissimo - afferma, subito dopo l'arrivo, l'infreddolito e bagnatissimo portacolori della Lampre -. La pioggia e soprattutto la coraggiosa fuga del corridore ucraino, che di fatto ha caratterizzato tutta la corsa, ci hanno messo in grossa difficoltà». Un avvio di stagione eccezionale per lui, se si considerano anche i due traguardi ottenuti in Sardegna. "Vincere il "Friuli" è stata però l'affermazione più bella, che vorrei dedicare a mia moglie». Stanco ma soddisfatto anche patron Gianni Biz. «Alla fine ce l'abbiamo fatta - sottolinea il presidente del Gs Caneva-. Non è stata una cosa semplice, riannodare i fili della memoria tra questa sfida sospesa tra presente e passato, ma con la collaborazione di tutti abbiamo vinto. Sono contento di aver portato a termine questa manifestazione - evidenzia Biz -, anche per un riconoscimento al compianto Ugo Caon. È lui il vero pa- Dal podio una dedica alla moglie tron del "Friuli", poiché è stato capace prima di ideare nel 1974 una corsa di questo livello e poi portare avanti il suo progetto fino al 1996». In primo piano anche la Provincia di Pordenone, che per prima ha creduto in questo rilancio e poi lo ha sostenuto. "Ci abbiano creduto - è la tesi del presidente Alessandro Ciriani - in quanto il "Friuli" per anni ha fatto accendere i riflettori sulla nostra provincia. Poi era stato immeritatamente abbandonato. Non sarebbe stato giunsto nemmeno nei confronti del compianto Ugo Can che ci aveva regalato, oltre a una grande manifestazione sportiva, anche un palcoscenico di visibilità e promozione delle nostre terre. Ora, grazie a Gianni Biz e al suo gruppo sportivo, si riprende con orgoglio e slancio questa avventura". Il sindaco Sergio Bolzonello e lo stesso presidente onorario della competizione, Giuseppe Pedicini, hanno voluto sostenere questo ritorno in grande stile. La pioggia? "È stato solamente un augurio per proseguire lungo questa strada maestra», sono state le parole dell'assessore regionale allo Sport, Elio De Anna. na.lo, Taglio medio

11 5 MAR 2009 Messaggero Veneto Pordenone Cronaca pagina 1 Il caso Tentativi di mediazione nella guerra dei marchi I due marchi su Pordenone Tentativi di mediazione nella guerra dei marchi chevededaunlatoilcomunedipordenone, chehapatrocinatoilprogetto Pordenonesi, che campeggia in molti manifestoni murali daqualchegiorno, edall altroil tavolosul turismo, che vede Camera di commercio, Provincia, Ascom e TurismoFvg,iqualihannolanciato in occasione della Bit, la Borsa internazionale del turismo,illogo Pordenone with love. Due scelte differenti a fronte di un intesa che non sièriuscitiatrovaresull immagineda darealla promozione turistica del territorio nel suo complesso con il rischio che gli sforzi si disperdano. «Lavolontàèquelladicostruire un percorso unitario afferma il presidente della Camera di commercio, Giovanni Pavan e ciò non è stato possibile per ragioni di tempo, nel senso cheilcomuneavevaunproprio progetto da tempo, mentre noi avevamo la necessitàdipresentarciinmaniera forte alla Bit. La volontà non è quella di procedere divisi e mi auguro che Pordenone with love o Pordenonesi? Idee a confronto la continuità di presenza del Comune anche a questo tavoloci sia. Verificheremo se c è la possibilità di fare unasintesitraledueproposte». Pordenonesi è frutto dell inventiva di Matteo Palmisano e Giuseppe D Orsi che hanno donato al Comuneilprogettodiunlogo che vuole avere lo stesso Coinvolti il Comune e il tavolo istituito dalle categorie significato di quelli che caratterizzano le grandi metropoli: I love New York, Be rliner, Lond on. Oltre al progetto grafico, c è però il problema di una promozione turistica che deve valicare i confini locali. «L esperienza dei pacchettituristiciperpordenonelegge afferma Giorgio Ivan, presidente del Gruppo provinciale albergatori dell Ascom, nonché vicario del Consorzio Pordenone turismo che mette insieme 15 operatori con oltre mille posti letto seppur ancora allo stato embrionale, qualcosa ha portato. Il problema, però, è un altro, ovvero lanecessitàdiinvestirenella promozione dei progetti turistici fuori regione e anche di cambiare mentalità, orientataall accoglienzaoltre che all organizzazione degli eventi». Uno sforzo che verrà replicato nell edizione del decennale di Pordenonelegge, in programma a settembre, con l implementazione del pacchetto turistico per gli amanti del libro in maniera tale da incrementare le presenze negli alberghi. (s.p.) Taglio medio

12 5 MAR 2009 Messaggero Veneto Pordenone Cronaca pagina 3 Il riparto Dalla Provincia 100 mila euro agli istituti privati La Provincia di Pordenone ha stanziato quasi100milaeuroafavore degli istituti scolastici privati in base alla legge regionale 9 del Duemila. Fondi che sostengono l aggiornamentoprofessionaledegli insegnanti, le attività integrative extracurricolari, i corsi speciali, quelli a carattere sperimentale che valorizzano i titoli di studio e in generale laformazionedeglistudenti.apposite risorse integrative, inoltre, sono destinate per i progetti che riguardano gli alunni diversamente abili. Lorenzo Cella Perquanto concerne le scuole primarie e secondarie di primo grado, i finanziamenti ammontano a 21 mila 697,38 euro ai quali si aggiunge una quota dei contributi per i disabili che corrispondono a 21 mila 300 euro. I beneficiari sono la scuola media del Collegio Don Bosco (6 mila 593,89 euro), l Istituto San Giorgio (mille 915,71 euro), la scuola elementare Vendramini di Pordenone (18 mila593,89 euro) e lascuola media sempre del Vendramini (15 mila 893,89 euro). Sette gli istituti che hanno beneficiato dei 55 mila 131,02 euro per le scuole superiori. Si tratta del liceo classico del Don Bosco (9 mila 890,44 euro), dell istituto tecnico commerciale Einaudi (4 mila 724,22 euro),dell istitutoscolasticogabrieled Annunzio (6 mila 248,48 euro), dell istituto tecnico per geometri CavalliConti (4 mila 596,56 euro), del liceo scientifico del Don Bosco (9 mila 890,44 euro),dell istitutotecnico commerciale sempre del Don Bosco (9 mila 890,44 euro) e del liceo scientificovendramini (9 mila 890,44 euro). Lostanziamentocomplessivoerogatodall assessorato all Istruzione della Provincia, retto da Lorenzo Cella, ammonta quindi a 98 mila 128,4 euro, di cui 55 mila 131,02 per le scuole superiori, 21 mila 697,38 per le primarie e le medie e 21 mila 300 euro per i diversamente abili. Tra gli indirizzi programmatici della giunta provinciale è specificata la volontà di sostenere gli istituti scolastici privati. (ste.pol.) Spalla destra

13 5 MAR 2009 Messaggero Veneto Pordenone Cronaca pagina 3 Insegnanti in fuga dai centri per adulti Fuggifuggidegliinsegnantidiruolodei4Centriprovinciali di educazione per adulti, Lozer di Torre, Ungaretti di Prata, unica di Sacile e San Vito. La fusione in un unico Centro a Pordenone, ha messo le ali ai professori:chiedonolamobilità,intanti.«fioccanoledomande di trasferimento hanno riscontrato i sindacalisti Flc- Cgil Carla Franza e Gianfranco Dall Agnese -. I tagli agli organicinei 4Ctp attuali sicontano in 2 cattedre, per ogni Centro.Moltidocentihannopresentatodomandadimobilitàsulle cattedre delmattino nellemedie, oppure inaltri istituti superiori o primari. Il danno evidente sarà la perdita secca della continuità didattica». Il futuro è incerto: «Il nuovo Centro permanente degli adulti di Pordenone ha bisogno di una sede ha incalzato la Provincia, Dall Agnese -. Il dirigente che sarà assegnato, gestirà 4 centri territorialiattualipiù5classiseraliprogettosirionell Itc Sarpidi SanVito altagliamento, con altre3 dell Itg Pertini e 3 nell Itis Kennedy». Sede ufficiale a Pordenone città e succursali in molte sediperiferiche. «Idocenti del neo-centrosarannotitolariapordenone hannoconcluso isindacalisti e utilizzati, poi, nei territori periferici. Un pendolarismo necessario per rispondere ai bisogni formativi degli adulti». (c.b.) Box

14 5 MAR 2009 Messaggero Veneto Pordenone Cronaca pagina 4 Il cruccio Ma i pannolini restano un problema La raccolta differenziata in provincia tocca vette del 65%. Ciò significa che il rifiuto non riciclabile, quello destinato a discariche o termovalorizzatori, scende al 35%. Ma cosa resta? Secondo una recente indagine della Provincia che ha coinvolto Gea, Snua e Ambiente e Servizi, il 20% di quei rifiuti sono pannolini. Oggi questo tipo di rifiuto è assimilato al secco e viene smaltito come un qualunque altro rifiuto di questa categoria. «Arrivare a una raccolta specifica commenta l ad di Gea, Marco Tullio Petrangelo sarebbe sicuramente interessante. La Provincia ci spinge ad andare in questa direzione e sarebbe interessante farlo, magari con il coinvolgimento stesso dell ente». Dalla volontà alla realizzazione, però, c è un passaggio non facile da superare: quello dei costi. Di raccolta, ma soprattutto di smaltimento. Oltre a una raccolta apposita con contenitori speciali o eventualmente porta a porta, la gestione di questo tipo di rifiuto fa i conti anche con i costi di smaltimento che diventerebbero quelli per i rifiuti ospedalieri e quindi speciali. Il punto di smaltimento più vicino potrebbe essere l inceneritore di Tauriano (Spilimbergo) che già brucia rifiuti speciali. «Oggi i costi dello smaltimento dei pannolini spiega Petrangelo si aggirano sui 168 euro a tonnellata, ovvero il costo applicato al secco. Un diverso conferimento porterebbe quasi a raddoppiare la spesa. Dalle stime fatte parliamo di valori che si aggirano sui 300 euro a tonnellata». (m.m.) Dove riporre i pannolini? Non sempre bastano i cassetti... Box

15 5 MAR 2009 Messaggero Veneto Pordenone Cronaca pagina 5 Anmil, sabato omaggio alle donne Omaggioalla donna anticipato a sabato 7 marzo dalla sezione dell'anmil (Associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro),con il contributo della città di Porcia, il patrocinio della Provincia e dell'inail. Nel casello di guardia di Porcia, alle 15,in via De Pellegrini, il convegno intitolato "Diamoun volto alle donne...",organizzato dall'anmildi Pordenone e grazie agli interventi di alcune autorevoli rappresentanti delle istituzioni locali, affronterà le tematiche connesse alla tutela delle donne infortunate sullavoro e alla loro condizione lavorativa e sociale. Al termine verrà donato un riconoscimento alla donna che si è maggiormente distinta nel Pordenonese per impegno civile e sociale. Seguirà alle 17presso il centro assistenziale in via delle Risorgive a Porcia lo spoglio del monumento in memoria ai caduti sul lavoro, realizzato dal noto scultore udinese, cavaliere ufficiale Renato Picilli, alla presenza tra gli altri del presidente regionale e consigliere nazionale dell'anrnil Romeo Matiioli. «La struttura in ferro, alta poco più di due metri, dinamica e leggera con le sue aste appuntite e scanalate, rievoca il repertorio allegorico classico del cavaliere delle libertà - ha anticipato Monica Lavarone, che presenterà la scultura -. L'artista codifica la realtà in simboli facilmente comprensibili. La propria istintìvità non viene mai arginata dall'ossequio della regola. Quando poi la mano scolpita stringe una rosa, allora il messaggio è indirizzato a lei, alla bellezza e alla delicatezza femminile e al suo ruolo così complesso e carico di responsabilità nella società da sempre». (c.b.) Taglio medio

16 5 MAR 2009 Messaggero Veneto Pordenone Cronaca pagina 6 Sarà una parata di big del giornalismo Domani a Casarsa Michele Mirabella, poi toccherà a Farina e Quilici PORDENONE. In arrivo, per Pordenone Pensa, i big del mondo del giornalismo, dellaculturaedellatelevisione.domanialle20.30,alridotto del Pasolini di Casarsa, è attesomichelemirabella,ideatore e conduttore di Elisir su Rai 3, intervistato da Gigi Di Meo. L incontro è intitolato La più bella del villaggio. Riflessi e riflessioni dello specchiotelevisivo : si discuterà della televisione e della suaattualequalità,traveline, Grande fratello, gossip spiattellati nelle piazze televisive. Sabato alle 18, nella sala consiliare della Provincia, a Pordenone si parlerà del potente e misterioso Ordine deitemplari,attornoalquale si fondono storia e mito: il pordenonese Enzo Marigliano,scrittoreestudiosodell alto medioevo, illustrerà a che punto sono giunte le ricerche storiche e ripercorrerà le vicende della presenza dei Templari in Friuli. Martedì10 marzo alle al Pileo di Prata, serata dedicataaunadellefigurepiùemblematiche e geniali del 900: l incontro è intitolato D Annunzio: la vita scorre, afferrala nell arte. L attore teatrale e televisivo Luciano Roman leggeràeinterpreteràbranie poesie del Vate. Pordenone Pensa proseguirà sabato 14 marzo con Filippo Tommaso Marinetti, leader del futurismo, di cui quest annoricorreilcentenario.neparleràgiordanobruno Guerri, noto giornalista, scrittore e storico, recentemente nominato presidente delvittoriale.giovedì19marzoamaniagoildibattitoverterà su Afghanistan, ultima trincea. La sfida che non possiamo perdere con Monica Maggioni, Fausto Biloslavo e Gian Micalessin. Venerdì 20 marzo, in città, Esoterismo e massoneria con lo specialista e docente universitario ClaudioBonvecchiochespiegheràiprincipichestannoalla base della massoneria. Gli incontri successivi: sabato 21marzo con Renato Farina; mercoledì 25 marzo con imiglioricuochierappresentantidell enogastronomiaitaliana, tra cui Fabrizio Nonis; venerdì 27 marzo con Adriano Segatori; sabato 28 marzo a Spilimbergo con Francesco Boni De Nobili e Carlo Alberto Gorra. Domenica 29 a FiumeVenetocisaràFolcoQuilici e finale a Valvasone, dal 3 al 5 aprile, con 100 paesi, una provincia in festa, kermesse nel segno delle tradizioni con oltre 30 pro loco. Taglio medio

17 5 MAR 2009 Messaggero Veneto Pordenone Provincia pagina 8 Fontanafredda. Vertice fra Ciriani, Baviera, la Filca e i rappresentanti dei lavoratori. Confronto sindacato-proprietà sulla Cig. La Cisl: «Si paghino prima gli stipendi» Trevisan, la Provincia in aiuto agli stranieri licenziati Trevisan Group, novità nella vicenda dei lavoratori licenziati e senza stipendio FONTANAFREDDA. Ha avuto esito positivo il vertice diieri in Provinciaa PordenonetrailpresidenteLucaCiriani, Giovanni Baviera, sindaco del Comune di Fontanafreddaeconsigliere provinciale, il rappresentante sindacale, Francesco Albanese (Cisl Filca) e due dei nove operai stranieri licenziati dalla Trevisan GroupdiVigonovodiFontanafredda, che da giorni rivendicano a gran voce il loro diritto aesserepagatiperglistipendi e il tfr che ancora avanzano. Due gli impegni che la Provinciasièassuntaneiconfrontidei cinquebosniaci disoccupati, residenti nel territorio provinciale(glialtriquattrosonodinazionalitàcineseevivono in Veneto): favorirne l assunzione da parte di altre impreselocalisullabasedegliincentivimessiadisposizionein casi simili dalla stessa amministrazione provinciale da un lato e, dall altro, coinvolgere gli ambiti socioassistenziali dei comuni di residenza degli ex operai dell azienda di lavorazione del marmo di Vigonovo, affinchépossano esserelorotrasferiti deisussidi temporanei, in attesa del monte stipendi di cui sono creditori nei confronti della ditta. Di tali aiuti finanziari il presidente Ciriani si è impegnato a parlare ai sindaci interessati, nella riunione d ambito del 13 marzo. Un ulteriore speranza per dare un lieto fine alla difficile condizione economica in cui da mesi sono costretti a vivere queste famiglie arriverebbe anchedallaproprietàaziendale. Ieri mattina Enea Angelo Trevisan, assistito da un rappresentantedellaunionlavoro,haconvocatofrancescoalbanese (Cisl) e Guerrino Bozzetto (Cgil) per discutere la richiesta di cassa integrazione per gli altri quattro operai ancorain forza e alcuni impiegati della Trevisan. «L aut aut che abbiamo posto ha riferito Albanese è che prima sia risolto il problema dei licenziati. Domani (oggi ndr) il titolare si è impegnato a fornirci un piano scadenzato di pagamenti di tutte le cifre dovute agli ex operai». All incontro in azienda non era presente la Cgil. Milena Bidinost Taglio medio

18 5 MAR 2009 Messaggero Veneto Udine Lettere pagina 22 Disagi e vantaggi del Giro del Friuli EgregiosignorSindaco,ieri,versole14,30,uscendodall autorimessa situata in via Oberdan,a Pordenone, sono rimasto fermo in coda con l autovettura in quanto tutto il traffico era paralizzato; ho subito pensato che un incidente avesse bloccato il ring. Dopo solo 40 minuti di coda ho finalmente raggiunto la rotonda in fondo a via Rivierasca scoprendo che l anello non era bloccato per un incidente ma bensì per un non meglio precisato giro ciclistico. Avevo digerito già da anni di essere costretto, percorrendo il ring, a inquinareinmisuraenormemente superiore a prima il centro città (il ring passa in centro città e non intorno al centro) ma non poter andare a lavorare perchè il ring è bloccato di proposito in un giornoferialenonperl inquinamento (con auspicabile blocco totale di tutti i mezzi), ma per permettere il passaggiodel giro, sarà parimenti dura da digerire anche perchè incomincio a chiedermi se sia più importante la salute o un giro ciclistico oppure se grazie a un giro ciclistico si tutela la salute. Prima di bloccare il traffico in città a causa dell inquinamento si aspettadiraggiungereilivelli massimi consentiti per legge come se il "massimo" non siaunpuntofinale,insuperabile, l orlo del precipizio ma bensì un punto di partenza del livello di pericolo per la popolazione. Il postulato: viaggiaresullalamadelrasoio tanto poi di sicuro ci sarà la pioggia, il Santo Borino o ungiro ciclisticochepuliscono l aria (se le autovetture tengonoimotorispenti).raggiunta la Statale Pontebbana, dopo circa 60 minuti dalla partenza da via Mazzini, scopro che anche qui la stradaè bloccatasemprea causa del giro e una vigilessa, da me interpellata, non sapendo dirmi quanto era lunga la codasullapontebbananédove finiva e neanche dove sarebbero passati i corridori mi consigliava di stare in codatranquillinoedigodermii ciclisti se e quando sarebbero mai passati. Decido quindi di annullare tutti gli appuntamenti e di tornare a casa, impiegandoci solo altri 40 minuti passando per stradine improbabili dietro Porcia, in quanto anche l uscita autostradale per Pordenone era gravata da una fila di circa 1 chilometro (già in autostrada). Mia moglie mi ha detto di non perdere tempo (oltre alla beffa) a scrivere questa mail tanto non cambieràmainiente...nonappena il livello di inquinamento sarà di nuovo verso i limiti vorrei fare una pattinata con i miei figli lungo via Rivierasca con una puntatina anche sulla Pontebbana (vicino ai lavori in corso). Egregio signor Sindaco, pensa che sarebbe possibile, visto che viviamoinunostatodemocratico e mi aspetto lo stesso trattamentodei ciclisti,bloccareiltrafficoperqualcheoretta? Le comunicherò la data qualche giorno prima in modo che Lei possa fornire alla Polizia Municipale il nostro percorso, al fine di informare i cittadini infuriati su quanto dovranno stare in coda e sulle possibilità di fuga. Giovanni de Renaldy Pordenone ******* Egregio dottor de Renaldy, ha fatto bene a scrivermi questa mail, così potrò fornirle tutte le spiegazioni del caso. Il «non meglio precisato giro ciclistico» che è partito e arrivato a Pordenone è il Giro del Friuliperprofessionistiehavisto al via tutti i migliori atleti nazionali a partire dal campionedelmondoballan.l iniziativa, nata dal Gs Caneva, è stata fatta propria dalla Provincia di Pordenone e ha avuto il supporto della Regione Fvg edel Comunedi Pordenone. L evento ha portato in provinciae incittà un movimento di denaro pari a circa euro (alberghi, ristoranti, tipografie, ecc.) cifra che in questo momento di crisi non è da buttar via, e ha offertounanotevolevisibilitàaquesto territorio, anche grazie a un ora ditrasmissione su Raisport. Purtroppo la Prefettura di Pordenone ha imposto una chiusura di tutte le strade un ora prima del passaggio dei ciclisti e questo ha creato non pochi problemi che si sarebbero potuti evitare con un po più di buon senso, merce rara in questo periodo. Con queste poche righe non voglio nèfarle passare lasua legittimaarrabbiatura,nègiustificarealcunchè,masolodirlecon sincerità come sono andate le cose e, soprattutto, perchè sono state fatte. Sergio Bolzonello sindaco di Pordenone Apertura

STATI GENERALI DEL FARE CULTURA IN CITTA'

STATI GENERALI DEL FARE CULTURA IN CITTA' DESIO, 9/11/2011 SALA PERTINI STATI GENERALI DEL FARE CULTURA IN CITTA' LE ASSOCIAZIONI SI INCONTRANO. Conosciamoci! tempo 0 - BENVENUTI! Primo momento di conoscenza reciproca: Le associazioni si presentano!

Dettagli

WATERCOOLERS ITALIA PRESENTA ACQUAFAIR

WATERCOOLERS ITALIA PRESENTA ACQUAFAIR w a t e r c o o l e r s i t a l i a wi EVENTI ACQUAFAIR WATERCOOLERS ITALIA PRESENTA ACQUAFAIR EVENTI WATERCOOLERS ITALIA (WI) È L ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA CHE RAGGRUPPA I RAPPRESENTANTI DEL SETTORE DELLE

Dettagli

1 marzo Ordine Architetti PPC Catania Rassegna stampa

1 marzo Ordine Architetti PPC Catania Rassegna stampa 1 marzo Ordine Architetti PPC Catania Rassegna stampa Indice PROGRAMMA COMUNICATI STAMPA RECALL SPAZIO I PRESS Sabato 1 marzo 2014, ore 9.00, sede Architetti Catania (Largo Paisiello 5) ARCHITETTI E INGEGNERI:

Dettagli

di Redazione Ecampania.it - 04 Marzo 2016

di Redazione Ecampania.it - 04 Marzo 2016 San Giorgio a Cremano. Naturalmente giocando con "Il giorno del gioco Rassegna dedicata al mondo dei bambini giunta alla sua XI edizione. Presente anche il sindaco Zinno di Redazione Ecampania.it - 04

Dettagli

Laboratorio di ricerca Attiva del Lavoro. MODULO 1 Il mercato del lavoro in Molise

Laboratorio di ricerca Attiva del Lavoro. MODULO 1 Il mercato del lavoro in Molise Laboratorio di ricerca Attiva del Lavoro MODULO 1 Il mercato del lavoro in Molise Nel 2014 il mercato del lavoro molisano ha mostrato segnali di miglioramento, (Rilevazione sulle forze di lavoro dell Istat)

Dettagli

LaReS Laboratorio Relazioni Sindacali

LaReS Laboratorio Relazioni Sindacali LaReS Laboratorio Relazioni Sindacali Scuola di formazione permanente per operatori delle relazioni industriali In collaborazione con Cgil, Cisl e Uil del Trentino Il contesto Trentino Nella vita politica

Dettagli

Venerdì 13 maggio il Giubileo dei bambini: le scuole dell'infanzia in Cattedrale con il Vescovo

Venerdì 13 maggio il Giubileo dei bambini: le scuole dell'infanzia in Cattedrale con il Vescovo Venerdì 13 maggio il Giubileo dei bambini: le scuole dell'infanzia in Cattedrale con il Vescovo In foto da sinistra: Sergio Canevari, Alessandra Albertini, Nicoletta Bignami e Manuela Gnaccarini Anche

Dettagli

ALESSANDRO BASTARI Il 20 ottobre non mi ha trovato: assente. Il 21 ottobre non mi ha trovato: assente.

ALESSANDRO BASTARI Il 20 ottobre non mi ha trovato: assente. Il 21 ottobre non mi ha trovato: assente. C È MULTA PER TE Di Giulio Valesini MILENA GABANELLI IN STUDIO Continuiamo invece con una cosa che sta facendo il Comune di Bologna e di Roma, per rendere la vita complicatissima ai malfattorini, però.

Dettagli

PROGETTO PILOTA A VIVA VOCE. Storie di infortunati sul LAVORO. Sensibilizzare per Prevenire

PROGETTO PILOTA A VIVA VOCE. Storie di infortunati sul LAVORO. Sensibilizzare per Prevenire PROGETTO PILOTA A VIVA VOCE Storie di infortunati sul LAVORO Sensibilizzare per Prevenire 1 Titolo del Progetto: A VIVA VOCE storie di infortunati sul Lavoro Soggetto Proponente: SiscuVE Gruppo didattica

Dettagli

www.viveredasportivi.eu

www.viveredasportivi.eu Per informazioni: I.C.S. International Conference Service via Cadorna, 13-34124 Trieste tel. 06 90281729 mail: segreteria@viveredasportivi.eu www.viveredasportivi.eu CAMPAGNA PER LA DIFFUSIONE DELLO SPIRITO

Dettagli

Banca Popolare di Bari. Le azioni calano del 20% ma salgono gli stipendi dei manager

Banca Popolare di Bari. Le azioni calano del 20% ma salgono gli stipendi dei manager Banca Popolare di Bari. Le azioni calano del 20% ma salgono gli stipendi dei manager Il settimanale L Espresso nel numero in edicola ha fatto i conti in tasca alla Banca Popolare di Bari dedica un inchiesta

Dettagli

1. L IDEA IN GENERALE. a) Di che cosa si tratta b) Dove realizzarla c) Interessi / passioni delle persone che l hanno fatta sorgere.

1. L IDEA IN GENERALE. a) Di che cosa si tratta b) Dove realizzarla c) Interessi / passioni delle persone che l hanno fatta sorgere. 1. L IDEA IN GENERALE a) Di che cosa si tratta b) Dove realizzarla c) Interessi / passioni delle persone che l hanno fatta sorgere. 2. IL SETTORE PRODUTTIVO e LA CONCORENZA a) Descrizione del settore servizio

Dettagli

Il Progetto Lauree Scientifiche a Messina

Il Progetto Lauree Scientifiche a Messina Il Progetto Lauree Scientifiche a Messina La crisi delle vocazioni scientifiche è ormai un fenomeno che caratterizza molti Paesi del mondo, ma che si nota soprattutto nei Paesi sviluppati. Analizzando

Dettagli

P.O.I. : scelta post-diploma PROFILO ORIENTATIVO INDIVIDUALE

P.O.I. : scelta post-diploma PROFILO ORIENTATIVO INDIVIDUALE P.O.I. : scelta post-diploma PROFILO ORIENTATIVO INDIVIDUALE 1. Mi sento sicuro di me stesso/a 2. Sono sempre pronto/a dare una mano a chi ha bisogno 3. Mi concentro fino alla fine su quello che sto facendo

Dettagli

Sinceri auguri, Adriano Costantini Sindaco di Leggiuno

Sinceri auguri, Adriano Costantini Sindaco di Leggiuno Cari Concittadini, E finito l anno 2011. Un anno importante. L anno nel quale avete nuovamente riposto la Vostra fiducia sull Amministrazione che rappresento. Un risultato che mi ha reso e mi rende veramente

Dettagli

Nel prossimo numero: speciale Protezione civile della regione Friuli Venezia Giulia

Nel prossimo numero: speciale Protezione civile della regione Friuli Venezia Giulia Nel prossimo numero: speciale Protezione civile della regione Friuli Venezia Giulia ENTE REGIONALE Oltre 1.000 volontari del Friuli Venezia Giulia, impegnati in Emilia Romagna Circa 1.300 volontari di

Dettagli

FONDIMPRESA: COME FUNZIONA IL CONTO FORMAZIONE AZIENDALE. 18 novembre 2011

FONDIMPRESA: COME FUNZIONA IL CONTO FORMAZIONE AZIENDALE. 18 novembre 2011 FONDIMPRESA: COME FUNZIONA IL CONTO FORMAZIONE AZIENDALE 18 novembre 2011 FONDIMPRESA Associazione costituita da Confindustria e CGIL, CISL e UIL per promuovere interventi formativi rivolti a operai, impiegati

Dettagli

9 motivi per diventare Professionista Libero

9 motivi per diventare Professionista Libero 9 motivi per diventare Professionista Libero Ciao E ti do il benvenuto in questo Video Articolo dal titolo 9 motivi per diventare Professionista Libero. Parto con una affermazione forte: essere un Professionista

Dettagli

FESTA DI PRIMAVERA 7 Aprile 2013 IL PROGETTO

FESTA DI PRIMAVERA 7 Aprile 2013 IL PROGETTO FESTA DI PRIMAVERA 7 Aprile 2013 IL PROGETTO FESTA DI PRIMAVERA Corri per le Scuole del Territorio 7 Aprile 2013 Parco Isola Carolina MANIFESTAZIONE PODISTICA NON COMPETITIVA DEDICATO ALLE FAMIGLIE E A

Dettagli

Dal 13 al 19 Settembre 2014

Dal 13 al 19 Settembre 2014 Dal 13 al 19 Settembre 2014 Acquario Ultimamente siete stati molto confusi. Le giornate più difficili di questa settimana saranno quelle di domenica e lunedì. Continuano ad esserci contrasti, soprattutto

Dettagli

ORIENTAMENTO ISTITUTI TECNICI - Quale scuola fare dopo le medie?

ORIENTAMENTO ISTITUTI TECNICI - Quale scuola fare dopo le medie? ORIENTAMENTO ISTITUTI TECNICI - Quale scuola fare dopo le medie? Meglio un liceo, un istituto tecnico o un professionale? E se state pensando di iscrivervi ad un istituto tecnico, quale indirizzo è quello

Dettagli

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana Novembre 2010 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

Indagine conoscitiva DONNE E OMEOPATIA

Indagine conoscitiva DONNE E OMEOPATIA Indagine conoscitiva DONNE E OMEOPATIA Sintesi dei risultati di ricerca per Conferenza Stampa Milano, 29 ottobre 2013 A cura di Metodologia e campione di ricerca Campione: Sono state intervistate 1.000

Dettagli

Come sollecitare nella pratica della concessione della cittadinanza italiana.

Come sollecitare nella pratica della concessione della cittadinanza italiana. Come sollecitare nella pratica della concessione della cittadinanza italiana. La domanda di cittadinanza d ora in poi si fa online, ma il lungo tempo di attesa diventa un problema! Ed è per questo che

Dettagli

CHI SIAMO ESTRA ELETTRICITÀ S.P.A.

CHI SIAMO ESTRA ELETTRICITÀ S.P.A. CHI SIAMO ESTRA ELETTRICITÀ S.P.A. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA CHE SI OCCUPA DELLA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA A GRANDI AZIENDE, ISTITUZIONI PUBBLICHE, PICCOLE E MEDIE IMPRESE E PROFESSIONISTI. Forte

Dettagli

INTRAPRENDERE UN PERCORSO PER DIVENTARE UNA DESTINAZIONE TURISTICA ACCESSIBILE

INTRAPRENDERE UN PERCORSO PER DIVENTARE UNA DESTINAZIONE TURISTICA ACCESSIBILE TRENTINO ACCESSIBILE INTRAPRENDERE UN PERCORSO PER DIVENTARE UNA DESTINAZIONE TURISTICA ACCESSIBILE LINEE GUIDA DELLA POLITICA TURISTICA PROVINCIALE 2 Obiettivo: un turista come ospite e come persona Il

Dettagli

IL RUOLO DELL ORGANIZZAZIONE INTERPROFESSIONALE PERA: ATTIVITA, PROSPETTIVE, STRATEGIE E PROGETTI FUTURI GIANNI AMIDEI PRESIDENTE OI PERA

IL RUOLO DELL ORGANIZZAZIONE INTERPROFESSIONALE PERA: ATTIVITA, PROSPETTIVE, STRATEGIE E PROGETTI FUTURI GIANNI AMIDEI PRESIDENTE OI PERA IL RUOLO DELL ORGANIZZAZIONE INTERPROFESSIONALE PERA: ATTIVITA, PROSPETTIVE, STRATEGIE E PROGETTI FUTURI dell OrganiZZAZIONE Il comparto della pera negli ultimi anni ha messo in luce alcune criticità,

Dettagli

CONCORSO R I P E N S I A M O I L F U T U R O

CONCORSO R I P E N S I A M O I L F U T U R O RASSEGNA STAMPA CONCORSO R I P E N S I A M O I L F U T U R O 3 edizione Cerimonia consegna premi Venerdi 3 luglio 2015 Camera di Commercio Fermo Rassegna stampa a cura del Comitato Piccola Industria -

Dettagli

DIPARTIMENTO DIPENDENZE

DIPARTIMENTO DIPENDENZE LA RETE INTERISTITUZIONALE SARONNESE PER LE PROBLEMATICHE DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO: PIANO DELLE AZIONI INFORMATIVE VS GLI ADOLESCENTI E LA CITTADINANZA PER L ANNO 2015 Fabio Reina* Maria Raffaella

Dettagli

TOPPO 2010 RELAZIONE PREPARATORIA

TOPPO 2010 RELAZIONE PREPARATORIA Provincia di Pordenone 100 Paesi in festa TOPPO 2010 RELAZIONE PREPARATORIA Finalità Realizzata per la prima volta in forma sperimentale nel 2009, 100 PAESI non è una sagra, ma una fiera sul territorio,

Dettagli

Le comunità per i minorenni e l affido. Luisella Mattiace Cismai

Le comunità per i minorenni e l affido. Luisella Mattiace Cismai Le comunità per i minorenni e l affido Luisella Mattiace Cismai La comunità La comunità ha la struttura di una casa, non di un istituto. E un luogo pensato per offrire una dimensione di accoglienza familiare.

Dettagli

Regolamento del Comitato per la Promozione dell Imprenditoria Femminile

Regolamento del Comitato per la Promozione dell Imprenditoria Femminile Regolamento del Comitato per la Promozione dell Imprenditoria Femminile Approvato dalla Giunta Camerale con delibera n. 183 del 10 luglio 2006 R E G O L A M E N T O ART. 1 DEFINIZIONE 1. Il Comitato per

Dettagli

Progetto:

Progetto: Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Ufficio IV - Ambito Territoriale di Asti Partners Progetto: INFORMI@MOCI Associazione Mani Colorate

Dettagli

Istituto Comprensivo Uggiano la Chiesa Dirigente Scolastico Luigi Moscatello Scuola Media Statale - A. S. 2015/ 2016 UDA N.2 I MATERIALI-Classi 1 A 1

Istituto Comprensivo Uggiano la Chiesa Dirigente Scolastico Luigi Moscatello Scuola Media Statale - A. S. 2015/ 2016 UDA N.2 I MATERIALI-Classi 1 A 1 Istituto Comprensivo Uggiano la Chiesa Dirigente Scolastico Luigi Moscatello Scuola Media Statale - A. S. 2015/ 2016 UDA N.2 I MATERIALI-Classi 1 A 1 B Docente Ada Colella Dall Albero al prodotto finito

Dettagli

La corsa ai regali parte lenta, i commercianti: Siamo fiduciosi

La corsa ai regali parte lenta, i commercianti: Siamo fiduciosi Lecco Notizie La corsa ai regali parte lenta, i commercianti: Siamo fiduciosi lecconotizie.com/attualita/la-corsa-ai-regali-parte-lenta-i-commercianti-siamo-fiduciosi-354768/ LECCO Natale è oramai alle

Dettagli

A SCUOLA DI INNOVAZIONE 383 MILIONI DI EURO PER PIÙ QUALITÀ E INNOVAZIONE PER GLI STUDENTI LOMBARDI

A SCUOLA DI INNOVAZIONE 383 MILIONI DI EURO PER PIÙ QUALITÀ E INNOVAZIONE PER GLI STUDENTI LOMBARDI A SCUOLA DI INNOVAZIONE 383 MILIONI DI EURO PER PIÙ QUALITÀ E INNOVAZIONE PER GLI STUDENTI LOMBARDI 383 MILIONI DI EURO PER LE DOTI E INNOVAZIONE A SCUOLA Regione Lombardia ha stanziato 383 milioni di

Dettagli

Cara Concittadina, caro Concittadino,

Cara Concittadina, caro Concittadino, Cara Concittadina, caro Concittadino, la situazione della sicurezza nel nostro territorio non è più sostenibile. Basta aprire un qualsiasi giornale, ogni giorno, per leggere un lunghissimo elenco di violenze

Dettagli

DALLE TRADIZIONI ALLA FANTASIA.

DALLE TRADIZIONI ALLA FANTASIA. Istituto Comprensivo Statale E. Vittorino Solarino Dirigente scolastico Dott.ssa Anna Messina "SOLARINO PROGETTO CARNEVALE CON LA SCUOLA 2015/2016 DALLE TRADIZIONI ALLA FANTASIA. Il tema del Carnevale

Dettagli

SCAMBIO CULTURALE CON IL LICEO PETERSGASSE DI GRAZ (AUSTRIA) 23 FEBBRAIO 2 MARZO 2014 CLASSE :3CL COORDINATRICE : PROF.

SCAMBIO CULTURALE CON IL LICEO PETERSGASSE DI GRAZ (AUSTRIA) 23 FEBBRAIO 2 MARZO 2014 CLASSE :3CL COORDINATRICE : PROF. SCAMBIO CULTURALE CON IL LICEO PETERSGASSE DI GRAZ (AUSTRIA) 23 FEBBRAIO 2 MARZO 2014 CLASSE :3CL COORDINATRICE : PROF. ROSSELLA MAZZONI E' stata una bellissima settimana di divertimento e d'allegria.

Dettagli

P.N.S.D. Liceo F. De Andrè

P.N.S.D. Liceo F. De Andrè P.N.S.D Liceo F. De Andrè P N iano azionale S D cuola igitale L idea forte del Piano: la tecnologia al servizio degli apprendimenti per rispondere all esigenza di costruire una nuova visione della formazione

Dettagli

Ottobre 2012 1. 1. La Cigo, la Cigs e la Cassa in deroga (settembre 2012 e primi nove mesi 2012)

Ottobre 2012 1. 1. La Cigo, la Cigs e la Cassa in deroga (settembre 2012 e primi nove mesi 2012) Dipartimento Mercato del Lavoro Osservatorio Cassa Integrazione, Occupazione, Politiche attive del lavoro Visita il portale dell Osservatorio: www.cisl.it/osservatoriomdl Ottobre 2012 1 Indice 1. La Cigo,

Dettagli

IL LAVORO DEI CITTADINI STRANIERI

IL LAVORO DEI CITTADINI STRANIERI IL LAVORO DEI CITTADINI STRANIERI Roma e provincia nel 2014 Indice I numeri più significativi... 2 Le conseguenze della Crisi economica... 3 Il contesto nazionale... 3 I numeri di Roma: la condizione occupazionale...

Dettagli

Intervento Giuseppe Recchi, Presidente Telecom Italia

Intervento Giuseppe Recchi, Presidente Telecom Italia Digital Championship Intervento, Presidente Telecom Italia 23 aprile 2015 Grazie Riccardo. Intanto ti sei scelto la tua città per partire. Ma... era... si vede che la città è parte di un lungo tour, ma

Dettagli

CORSO DI WEB MARKETING

CORSO DI WEB MARKETING CORSO DI WEB MARKETING Per padroneggiare i più potenti strumenti di acquisizione clienti online e dare una svolta alla tua attività e al tuo lavoro. DESCRIZIONE Oggi più che mai le aziende hanno bisogno

Dettagli

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE, SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE, SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO SERVIZIO CIVILE NAZIONALE, SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO Servizio Civile Nazionale SCN http://www.serviziocivile.gov.it/ La legge 6 marzo 2001, n. 64 ha ampliato le possibilità di prestare servizio civile

Dettagli

La mia decisione di candidarmi a Sindaco di Petronà nasce dall esigenza. di apportare un contributo di cambiamento alla storia politica della nostra

La mia decisione di candidarmi a Sindaco di Petronà nasce dall esigenza. di apportare un contributo di cambiamento alla storia politica della nostra La mia decisione di candidarmi a Sindaco di Petronà nasce dall esigenza di apportare un contributo di cambiamento alla storia politica della nostra cittadina. La mia candidatura rappresenta un atto di

Dettagli

RAGAZZI STRANIERI A SCUOLA

RAGAZZI STRANIERI A SCUOLA PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Programmazione Sociale RAGAZZI STRANIERI A SCUOLA tavolo provinciale di coordinamento e azioni di supporto nell area dell integrazione socio-culturale e dell intercultura

Dettagli

7 Luglio 2009 Palazzo Ghilini Alessandria

7 Luglio 2009 Palazzo Ghilini Alessandria Evento di Inaugurazione 7 Luglio 2009 Palazzo Ghilini Alessandria Comunicazione: Ebc srl D.ssa Chiara Tacchella Tel 0131-288247 Cell 347 0339630 chiara@efrembovocomunicazione.it Trisettimanale Cronaca

Dettagli

INDICE. INTRODUZIONE... pag. 7. PRIMA DI PARTIRE: DOVE, CON CHI, QUANDO E COME ANDARE... pag. 11. PRIMA DI PARTIRE: COSA FARE?... pag.

INDICE. INTRODUZIONE... pag. 7. PRIMA DI PARTIRE: DOVE, CON CHI, QUANDO E COME ANDARE... pag. 11. PRIMA DI PARTIRE: COSA FARE?... pag. INDICE INTRODUZIONE....................................................................... pag. 7 PRIMA DI PARTIRE: DOVE, CON CHI, QUANDO E COME ANDARE.....................................................................

Dettagli

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI FINALITA DEL PROTOCOLLO Il protocollo definisce le tappe di un percorso condiviso che favorisca l accoglienza, l inserimento e l integrazione dei bambini

Dettagli

SPORT ANCH IO

SPORT ANCH IO SPORT ANCH IO LA NOSTRA REALTA La Polisportiva G.Masi propone da oltre 50 anni attività sportive, motorie e ricreativoeducative. Gli oltre 8000 soci, sia ragazzi sia adulti, possono decidere infatti di

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI nome e cognome MASSIMILIANO POLACCO data di nascita 31/05/1961 amministrazione Camera di Commercio di incarico politico attuale email istituzionale direzione@confcommercio.an.it

Dettagli

PERCEZIONE DI VALORE DA PARTE DEL CLIENTE E SCELTE DI PRICING: UN ANALISI EMPIRICA DELL ESPERIENZA RED BULL NELL AMBITO DEL SETTORE DEGLI ENERGY DRINK

PERCEZIONE DI VALORE DA PARTE DEL CLIENTE E SCELTE DI PRICING: UN ANALISI EMPIRICA DELL ESPERIENZA RED BULL NELL AMBITO DEL SETTORE DEGLI ENERGY DRINK PERCEZIONE DI VALORE DA PARTE DEL CLIENTE E SCELTE DI PRICING: UN ANALISI EMPIRICA DELL ESPERIENZA RED BULL NELL AMBITO DEL SETTORE DEGLI ENERGY DRINK ALESSANDRO BANDERA Corso: Pricing & Costing LIUC Università

Dettagli

OGGETTO ASPETTATIVA PER UN CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

OGGETTO ASPETTATIVA PER UN CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO 1 OGGETTO ASPETTATIVA PER UN CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO QUESITO (posto in data 29 luglio 2014) Sono un dirigente medico a tempo indeterminato direttore di una struttura complessa presso una Azienda

Dettagli

Progetto Job Club Orientativo affidato con Delibera N. 223 del 23.12.2003 1 RELAZIONE JOB CLUB ORIENTATIVO

Progetto Job Club Orientativo affidato con Delibera N. 223 del 23.12.2003 1 RELAZIONE JOB CLUB ORIENTATIVO 1 RELAZIONE Nel mese di Aprile u.s., con lo slogan Vuoi realizzare il tuo progetto professionale? Fai un salto al Comune, è stato organizzato dall Assessorato alle politiche giovanili del Comune di San

Dettagli

Oggetto : Proposta progetto didattico Impariamo a riciclare

Oggetto : Proposta progetto didattico Impariamo a riciclare Spett. Scuola elementare e medie del comune di Rosciano (Pe) Oggetto : Proposta progetto didattico Impariamo a riciclare Con la presente vogliamo sottoporre alla vostra attenzione l'intenzione di realizzare

Dettagli

AIUTI AGLI INVESTIMENTI IN RICERCA E SVILUPPO PER LE PMI DELLA BASILICATA

AIUTI AGLI INVESTIMENTI IN RICERCA E SVILUPPO PER LE PMI DELLA BASILICATA AIUTI AGLI INVESTIMENTI IN RICERCA E SVILUPPO PER LE PMI DELLA BASILICATA Finalità L obiettivo del presente Avviso è sostenere programmi di ricerca afferenti alle seguenti tipologie di progetto: ricerca

Dettagli

LA LOGISTICA: PRIME LINEE DI RICERCA E APPROFONDIMENTO. Rita Martufi

LA LOGISTICA: PRIME LINEE DI RICERCA E APPROFONDIMENTO. Rita Martufi 1 LA LOGISTICA: PRIME LINEE DI RICERCA E APPROFONDIMENTO Rita Martufi In questo primo articolo si vuole iniziare a dare una idea del concetto di logistica, di cosa significa e di come influenzi gli scambi

Dettagli

La responsabilità. La responsabilità sociale. Il progetto Zero Infortuni. La tutela della salute dei lavoratori. I nostri dipendenti

La responsabilità. La responsabilità sociale. Il progetto Zero Infortuni. La tutela della salute dei lavoratori. I nostri dipendenti La responsabilità sociale La responsabilità sociale Il progetto Zero Infortuni I nostri dipendenti La tutela della salute dei lavoratori La sicurezza sul lavoro Noi e il territorio prevenzione e sicurezza

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CASOLI

SCUOLA PRIMARIA CASOLI SCUOLA PRIMARIA CASOLI Uscita didattica all apicoltura Luca Finocchio di Tornareccio Classi prime Noi alunni delle 3 classi prime abbiamo fatto un esperienza interessante partecipando durante la visita

Dettagli

PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE PLS3 A.S

PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE PLS3 A.S I FACOLTA DI ECONOMIA DI BARI Corso di laurea triennale in SCIENZE STATISTICHE Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE PLS3 A.S. 211-212 TRANSIZIONE DIPLOMA-LAVORO:

Dettagli

VERSO LA SCUOLA PRIMARIA

VERSO LA SCUOLA PRIMARIA VERSO LA SCUOLA PRIMARIA 1 15/01/2015 Istituto Comprensivo G. Marconi di Concorezzo Scopo e articolazione dell incontro *Prima attività inserita nell ambito del Progetto Accoglienza, che ha come protagonisti

Dettagli

CITTÀ DI MONCALIERI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PERCORSO LAVORO 2016: APPROVAZIONE LINEE GUIDA

CITTÀ DI MONCALIERI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PERCORSO LAVORO 2016: APPROVAZIONE LINEE GUIDA CITTÀ DI MONCALIERI (LAVORO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 53 / 2016 Fascicolo 2016 11.06.02/000008 Uff. LAVORO OGGETTO: PERCORSO LAVORO 2016: APPROVAZIONE LINEE GUIDA L anno 2016 il

Dettagli

PROGRAMMA N. 14: PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE

PROGRAMMA N. 14: PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE PROGRAMMA N. 14: PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE 193 194 PROGETTO 14.1: INTEGRAZIONE CITTADINI DI ALTRI PAESI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2015-2017 Titolo obiettivo 1: Misure di accoglienza e di emergenza

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra la

PROTOCOLLO D INTESA. tra la PROTOCOLLO D INTESA tra la Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l istruzione e per l innovazione digitale del Ministero dell istruzione,

Dettagli

VERSO LA NUOVA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA. Martedì 15 settembre 2015

VERSO LA NUOVA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA. Martedì 15 settembre 2015 VERSO LA NUOVA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA Martedì 15 settembre 2015 La camera oggi: Un sistema opaco e inefficiente Il ruolo della Camera di Commercio come fondamentale agente di sviluppo del territorio

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO 26 MAGGIO - 14 GIUGNO Lattanzi Chiara IV B Scientifico

RELAZIONE FINALE PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO 26 MAGGIO - 14 GIUGNO Lattanzi Chiara IV B Scientifico RELAZIONE FINALE PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO 26 MAGGIO - 14 GIUGNO 2014 Lattanzi Chiara IV B Scientifico ACALE 1. COS È ACALE? 2. ORGANIGRAMMA E REPARTI 3. ANALISI CONTESTO ECONOMICO DI RIFERIMENTO

Dettagli

Il lavoro delle donne NOTA dell IRES Catania

Il lavoro delle donne NOTA dell IRES Catania 1 CATANIA Il lavoro delle donne NOTA dell IRES Catania In Sicilia, come in tutto il resto del mondo, il lavoro retribuito delle donne ( diverso dai lavori domestici e di cura che in famiglia toccano prevalentemente

Dettagli

l anno scolastico 2015/2016

l anno scolastico 2015/2016 PREMESSA La Cooperativa A Piccoli Passi porta avanti da alcuni un progetto di educazione ambientale, Ali mentiamoci, volto a sensibilizzare i bambini dell infanzia e della scuola primaria all uso e consumo

Dettagli

LA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE GIOVANILE

LA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE GIOVANILE LA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE GIOVANILE Un primo passo verso l autonomia: conoscere il mercato del lavoro e le opportunità occupazionali Tra le principali finalità perseguite dalla Regione Friuli Venezia

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Paragrafo A AZIONI STRAORDINARIE PER L OCCUPAZIONE Le parti firmatarie concordano sulla stabilizzazione, fino all adozione delle misure attuative della delega sugli ammortizzatori sociali, delle disposizioni

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Venerdì, 22 agosto 2014

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Venerdì, 22 agosto 2014 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Venerdì, 22 agosto 2014 Venerdì, 22 agosto 2014 Cronaca 22/08/2014 Pagina 12 «Ho perso casa e lavoro e ora vivo da mesi nella mia auto» 1 Cultura e turismo 22/08/2014

Dettagli

Deliberazione del Consiglio di Amministrazione

Deliberazione del Consiglio di Amministrazione Deliberazione del Consiglio di Amministrazione Numero 55 del 04-06-2010 Oggetto: INDIRIZZI IN MERITO ALL'UTILIZZO DI VOUCHER (BUONI L'anno duemiladieci il giorno quattro del mese di giugno alle ore 17:00,

Dettagli

There are no translations available.

There are no translations available. There are no translations available. 1 / 5 2 / 5 a cura di Enza Bergantino e Rossella Romito Inaugurazione 3 febbraio 2012 ore 18.30 3-26 febbraio 2012 martedì sabato ore 20.00-23.30 / domenica ore 15.00-18.00

Dettagli

COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 76 Data 28.04.2016 OGGETTO: FESTIVAL TUTTESTORIE DI LETTERATURA PER RAGAZZI (XI EDIZIONE, ANNO 2016) "CON CHE CORAGGIO.

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana. Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane. Guidonia (Roma)

Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana. Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane. Guidonia (Roma) Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane Guidonia (Roma) GEMELLAGGIO LICEO MAJORANA (GUIDONIA) - MARCQ INSTITUTION (LILLE) RELAZIONE SULLA SECONDA

Dettagli

Piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale Monitoraggio del settore elettronico 1 trimestre 2009

Piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale Monitoraggio del settore elettronico 1 trimestre 2009 piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale monitoraggio del settore elettronico 1 trimestre 2009 Agenzia regionale del lavoro della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia 2 1

Dettagli

LE RETRIBUZIONI DEI DIPENDENTI PUBBLICI. ANDAMENTI DAL 1992 AL 2007 E CONFRONTI CON IL PRIVATO

LE RETRIBUZIONI DEI DIPENDENTI PUBBLICI. ANDAMENTI DAL 1992 AL 2007 E CONFRONTI CON IL PRIVATO Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione LE RETRIBUZIONI DEI DIPENDENTI PUBBLICI. ANDAMENTI DAL 1992 AL 2007 E CONFRONTI CON IL PRIVATO 11 LUGLIO 2008 DAL 1992 AL 2007 170 160 150 140 Retribuzioni

Dettagli

Occupati e forze di lavoro in provincia di Bergamo nel Primi risultati medi annui provinciali dell Indagine sulle forze di lavoro

Occupati e forze di lavoro in provincia di Bergamo nel Primi risultati medi annui provinciali dell Indagine sulle forze di lavoro Occupati e forze di lavoro in provincia di Bergamo nel 2011 Primi risultati medi annui provinciali dell Indagine sulle forze di lavoro Servizio Documentazione economica della Camera di Commercio di Bergamo

Dettagli

La maschera del cuore

La maschera del cuore La maschera del cuore Francesco De Filippi LA MASCHERA DEL CUORE romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Francesco De Filippi Tutti i diritti riservati Al mio prof Renato Lo Schiavo che ha permesso

Dettagli

Sistemi di welfare. IL MERCATO DEL LAVORO. Strumenti di base per l analisi.

Sistemi di welfare. IL MERCATO DEL LAVORO. Strumenti di base per l analisi. A.A. 2014-2015 Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Amministrazione Sistemi di welfare IL MERCATO DEL LAVORO. Strumenti di base per l analisi Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi economici

Dettagli

Fondazione Europea per la Gioventù

Fondazione Europea per la Gioventù Fondazione Europea per la Gioventù Supportare i giovani in Europa Dedicato ai giovani Dialogo Opportunità Comunità Partnership Di tutto il cuore Interattivo Flessibile Scambio Professionale IL CONSIGLIO

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA città metropolitana di Roma Capitale

COMUNE DI CIVITAVECCHIA città metropolitana di Roma Capitale COMUNE DI CIVITAVECCHIA città metropolitana di Roma Capitale ORIGINALE SVILUPPO LOCALE turismo ed associazionismo DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1190 del 24/06/2016 (Art. 107 D.Lgs. 18 agosto 2000, n.

Dettagli

Vi ringrazio tutti per l'intelligenza, la determinazione, la passione con cui mi sostenete nel compito di Dirigente Scolastico.

Vi ringrazio tutti per l'intelligenza, la determinazione, la passione con cui mi sostenete nel compito di Dirigente Scolastico. AUGURI DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A TUTTI I DOCENTI, AL PERSONALE NON DOCENTE, ALLE FAMIGLIE E AI RAGAZZI, Porgo a tutti voi i più affettuosi auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo. Vi ringrazio tutti

Dettagli

Presentazione del portale realizzato dall Osservatorio Permanente Giovani-Editori

Presentazione del portale  realizzato dall Osservatorio Permanente Giovani-Editori Presentazione del portale www.ilquotidianoinclasse.it realizzato dall Osservatorio Permanente Giovani-Editori Chi siamo: gli obiettivi Lo scopo dell'osservatorio Permanente Giovani-Editori è quello di

Dettagli

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 + 0,3% PIL (Fonte Istat) L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 L Istat non ha ancora diffuso i dati regionali sul PIL 2015. L incremento dello 0,3% del PIL abruzzese nel 2015 è un dato Prometeia diffuso dal Cresa.

Dettagli

SAIPEM S.p.A. ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 27 /28 APRILE 2006. Proposta di deliberazione del Consiglio di Amministrazione sul punto 1

SAIPEM S.p.A. ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 27 /28 APRILE 2006. Proposta di deliberazione del Consiglio di Amministrazione sul punto 1 Società per Azioni Sede Legale in San Donato Milanese Via Martiri di Cefalonia 67 Capitale Sociale Euro 441.410.900 i.v. Registro delle Imprese di Milano, Codice Fiscale 00825790157 Partita IVA: 00825790157

Dettagli

FORMAZIONE EUROPEA E INTERNAZIONALE. La cooperazione amministrativa in Europa

FORMAZIONE EUROPEA E INTERNAZIONALE. La cooperazione amministrativa in Europa FORMAZIONE EUROPEA E INTERNAZIONALE La cooperazione amministrativa in Europa Indice 1. Scenario di riferimento 2. Obiettivi didattici 3. I destinatari 4. Coordinamento scientifico 5. Programma di dettaglio

Dettagli

LE DONNE AVVOCATO. Avv. Paolo Rosa Presidente Cassa Forense

LE DONNE AVVOCATO. Avv. Paolo Rosa Presidente Cassa Forense Avv. Paolo Rosa Presidente Cassa Forense Bologna, 16 marzo 2009 Le donne trovano maggiori ostacoli a svolgere la professione di avvocato LE DONNE AVVOCATO abbandonano la professione più facilmente dei

Dettagli

Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook 1 MATTEO CONSOLE BATTI I BOOKMAKERS SFRUTTANDO LA STATISTICA Guadagna applicando la statistica alle scommesse calcistiche 2 Titolo BATTI I BOOKMAKERS SFRUTTANDO LA STATISTICA Autore Matteo Console Editore

Dettagli

Anffas Pavia Onlus. S.A.I.? Anffas in rete. Evento conclusivo, Roma 7 febbraio Elisabetta Carini Responsabile SAI? Anffas Pavia Onlus 1

Anffas Pavia Onlus. S.A.I.? Anffas in rete. Evento conclusivo, Roma 7 febbraio Elisabetta Carini Responsabile SAI? Anffas Pavia Onlus 1 Anffas Pavia Onlus S.A.I.? Anffas in rete Evento conclusivo, Roma 7 febbraio 2009 Elisabetta Carini Responsabile SAI? Anffas Pavia Onlus 1 Prima di presentare il nostro SAI? presentiamo l associazione:

Dettagli

Inaugurazione anno scolastico: Soltanto nella terra della legalità crescerà il grande sogno della vera onestà!

Inaugurazione anno scolastico: Soltanto nella terra della legalità crescerà il grande sogno della vera onestà! Inaugurazione anno scolastico: Soltanto nella terra della legalità crescerà il grande sogno della vera onestà! di Anna Agata Mazzeo - 28, set, 2015 http://www.siciliajournal.it/inaugurazione-anno-scolastico-soltanto-nella-terra-della-legalita-crescera-ilgrande-sogno-della-vera-onesta/

Dettagli

EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO

EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO Turismo e commercio, Osservatorio Confesercenti. Continua la crisi: nei primi 4 mesi dell anno persi 1,8 miliardi di vendite e chiuse 45mila imprese. Crescono solo gli ambulanti

Dettagli

MONTEGRAPPA TOUR TRANSALP A NEW BIKE DESTINATION! 26 GIUGNO 2 LUGLIO 2016

MONTEGRAPPA TOUR TRANSALP A NEW BIKE DESTINATION! 26 GIUGNO 2 LUGLIO 2016 MONTEGRAPPA TOUR TRANSALP A NEW BIKE DESTINATION! 26 GIUGNO 2 LUGLIO 2016 30 GIUGNO 2016 5 Tappa : Crespano del Grappa (Tv) 30 giugno 2016 - Crespano del Grappa 8 giorni di competizione 1.200 atleti in

Dettagli

LA CONGIUNTURA MANIFATTURIERA NEL QUARTO TRIMESTRE 2015

LA CONGIUNTURA MANIFATTURIERA NEL QUARTO TRIMESTRE 2015 Comunicato stampa Mantova, 16 febbraio 2016 LA CONGIUNTURA MANIFATTURIERA NEL QUARTO TRIMESTRE 2015 I risultati dell indagine Secondo l analisi della congiuntura manifatturiera relativa all ultimo trimestre

Dettagli

PROGETTO ASSOBIOMEDICALI. L eccellenza biomedicale in Italia

PROGETTO ASSOBIOMEDICALI. L eccellenza biomedicale in Italia PROGETTO ASSOBIOMEDICALI L eccellenza biomedicale in Italia PREMESSA Le aziende di dispositivi medici rappresentano un tessuto produttivo che in Italia conta 3.025 imprese con un fatturato medio di 6 milioni

Dettagli

Il Jobs Act: gli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro

Il Jobs Act: gli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro Il Jobs Act: gli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro lo schema di decreto legislativo A cura di Livia Ricciardi Dipartimento lavoro formazione contrattazione Gli strumenti Viene mantenuto

Dettagli

MODELLO (riproduzione parziale)

MODELLO (riproduzione parziale) ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO GIOVANNI GIORGI LUCCA A.S. 2010- XXXI CONCORSO ARTIGIANATO E SCUOLA LUCCA ASSETTO IDRAULICO DELLA PIANA DI LUCCA con particolare riferimento all area

Dettagli

STUDIO CONOSCITIVO TRAPIANTI: UN IMPORTANTE PROSPETTIVA DI VITA

STUDIO CONOSCITIVO TRAPIANTI: UN IMPORTANTE PROSPETTIVA DI VITA STUDIO CONOSCITIVO TRAPIANTI: UN IMPORTANTE PROSPETTIVA DI VITA Sintesi dei risultati di ricerca Preparata per O.N.Da. Milano, 22 settembre 2009 SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA L Osservatorio Nazionale

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado Piazza della Sapienza - 82021 Apice (BN) - Telefono e Fax 0824.922063 C.M.- I.C.-BNIC81700B

Dettagli