Sommario. forma. Inverno Dal Sindaco 2 In primo piano 3 Ambiente e lavori pubblici 7 Istruzione, Politiche giovanili e servizi alla persona 8

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sommario. forma. Inverno 2011. Dal Sindaco 2 In primo piano 3 Ambiente e lavori pubblici 7 Istruzione, Politiche giovanili e servizi alla persona 8"

Transcript

1 Comune di CameranoCAMERANO Inverno 2011 in forma CN/AN1598/2010 n. unico XVI Calendario delle iniziative natalizie e le Feste di Natale di una volta a pag. 15, 3 Coro Città di Camerano a pag 10 Camerano al World travel market a pag 11 Premio Comuni Ricicloni Speciale Prevenzione a pag 7 Sommario Dal Sindaco 2 In primo piano 3 Ambiente e lavori pubblici 7 Istruzione, Politiche giovanili e servizi alla persona 8 Benessere 12 Altre attività 12 Politica 14

2 Il nostro futuro si chiama Europa Cari cameranesi, la situazione in cui versa il paese è veramente drammatica, sia ha l impressione che il paese sia in balia di potenti forze occulte che decidono il nostro destino, il destino dell economia dell Italia e dell Europa, che la politica non riesca più ad incidere nelle sorti del paese. E vero che in Italia precedente governo ha continuato a negare la crisi e le difficoltà per anni, salvo poi dover prendere atto che la crisi era vera e non era affatto l invenzione di qualcuno che voleva male al governo. Sicuramente il ritardare certe scelte ha fatto si che in questa bufera l Italia ne soffrisse più di altri. A mio avviso c è un solo modo per uscire dalla crisi, anzi un solo nome: Europa. O i politici europei prendono atto di questo e facciamo in modo di passare dall Europa dei banchieri, all Europa dei popoli e dell unione politica o non vedo futuro. E ora di saper rinunciare ad un po della sovranità nazionale delegando alcune funzioni che i singoli stati non sono più in grado di gestire in maniera proficua o andremo a fondo. Per fare questo c è bisogno di statisti lungimiranti che sappiano guardare oltre il proprio orticello, oltre il tornaconto immediato. Il Natale è la festa della speranza, dobbiamo sapere sperare e lavorare per un mondo migliore, per i nostri ragazzi. 2 Sei mesi di duro lavoro Sono passati oltre sei mesi da quando mi avete eletto sindaco di Camerano, sono stati sei mesi di duro lavoro, durante i quali ho messo in campo tutte le energie per poter svolgere al meglio l importante compito che mi avete affidato. Ci sono state tante polemiche, a mio avviso pretestuose, c è chi si è adoperato per non fare lavorare nella tranquillità la nuova amministrazione comunale, fatta da persone giovani capaci e volenterose. C è chi non ha ancora preso atto del volere popolare e chi pensa di usare il ruolo di consigliere comunale per dispute personali. In questi mesi abbiamo lavorato per il bene del paese, ed abbiamo imparato a non rispondere alle provazioni, di non perdere tempo dietro a polemiche inutili. Credo che siamo maturati tutti moltissimo in poco tempo. Abbiamo saputo portare avanti le tante cose buone iniziate dalla precedente amministrazione con il nostro stile. Ora iniziamo a ragionare delle scelte future per il paese, in coerenza con il programma per il quale ci siamo impegnati, da qualche settimane abbiamo iniziato a ragionare sul bilancio 2012 partendo dall ascolto dei vari mondi vitali del paese. Le risorse che avremo a disposizione saranno ridotte di circa ulteriori oltre i già tagliati nel Partendo da questi numeri che dovremo far vedere le nostre capacità di scelta, le nostre priorità. E importante che tutti i cameranesi abbiamo la percezione che le cose sono mutate e siamo tutti un po più poveri, che quello che abbiamo avuto fino ad oggi forse non lo avremo nella stessa misura domani. In questo scenario il comune dovrà fare la sua parte, dovrà dare l esempio di sobrietà, dovrà saper spiegare il perché delle proprie scelte ai cittadini, dovremo saper far capire alla gente tra le cose ed i servizi che il comune fa oggi, non tutte hanno la stessa importanza e magari cercare di applicare maggiormente il principio della sussidiarietà. Le scelte che andremo a fare terranno in considerazione le seguenti priorità: aiuto ai più deboli, attenzioni ai giovani, favorire le possibilità di sviluppo. Un ulteriore elemento: lo stato sta tagliando continuamente le risorse ai comuni, prevedendo che questi riusciranno in parte a recuperate il calo dei trasferimenti attraverso il recupero dell evasione fiscale. In questo senso sono state demandate ai comuni ulteriori funzioni di controllo e supporto all agenzia delle entrate nella lotta all evasione fiscale. Si tratta di un terreno in parte nuovo per gli enti locali, dovremo attrezzarci per agire in questa direzione, dovremo cercare di far capire alla gente che ciascuno di noi dovrà fare la propria parte per ridare speranza e futuro al paese. Dovremo fa capire che il principio costituzionale che ciascuno di noi è chiamato a contribuire al funzionamento dello stato, inteso in tutte le sue articolazioni, che chi più ha più deve contribuire. Dovremo far capire che chi non compie il proprio dovere di fatto impoverisce il paese e mina la coesione sociale. E tempo che ciascuno di noi metta a disposizione della società i talenti che ha avuto la fortuna di avere. Se gli italiani riusciranno a far propri e vivere questi principi, i nostri figli potranno avere un futuro di speranza. Che il nuovo anno ci porti tutto questo!!! Camerano Informa Inverno 2011 Numero Unico Comune di Camerano Coordinamento e Supervisione: Ass. Costantino Renato Ideazione, Grafica, Fotografie: Ass. Costantino Renato Eugenio Mori Giorgio Giostra Conerografica Printing Tipografia: Conerografica Printing COMUNE di CAMERANO Via San Francesco n.24 tel fax

3 Le Feste di Natale di una volta La Festa del Natale si ripete da sempre; eppure, vi fu un periodo, nella storia di Camerano, in cui l avvenimento del Natale aveva un sapore particolare ed un modo diverso di essere. Alberto Recanatini ha lasciato una memoria scritta del Natale d altri tempi nel libro Terra di Provincia. Tra Aspio e Gradina, edito oltre vent anni fa, opera oggi pressoché introvabile. La notte di Natale -scriveva l Autore- si faceva la veglia presso ogni famiglia o più famiglie riunite. I grandi dividevano un grosso torrone da spezzare, mentre i ragazzi avevano ciascuno un proprio torroncino che costava due soldi. Aspettando la mezzanotte, si giocava a carte, a tombola e a sembola. ( ) Durante la veglia i bambini ripassavano le poesie che avrebbero recitato davanti al Presepio. La sera della vigilia nel camino si metteva ad ardere il ceppo che sarebbe durato quanto duravano le feste di Natale. Secondo una antica tradizione era il vergaro, cioè il capofamiglia, a sistemare il ceppo sul focolare e ad accenderlo in ricordo del fuoco acceso da S.Giuseppe per riscaldare Gesù Bambino nella grotta di Betlemme. A mezzanotte poi si andava tutti alla Messa solenne. Il pranzo tradizionale del giorno di Natale era a Camerano -secondo testimonianze verbali- costituito dalla pastasciutta con il cappone, piatto diverso da quello di tutte le altre feste. La seconda portata prevedeva cappone in umido con verdure bollite e per dolce si avevano il torrone o la ciambella. Durante il pranzo i bambini recitavano la poesia di Natale, imparata a scuola, ed i genitori trovavano sotto il piatto la letterina a Gesù Bambino con le promesse che fruttavano in genere uno o due soldi in dono ai piccoli. Particolare cura si metteva nel preparare il Presepio. La sera stessa della vigilia, in genere, si recuperava dalla soffitta la scatola o il cesto dove i pupi erano stati riposti, avvolti uno per uno con carta di giornale, fin dal Natale precedente. Con il muschio raccolto lungo i fossi nei giorni precedenti, si allestiva lo scenario di Betlemme e dopo aver tracciato con un po di ghiaia i sentieri che portavano alla grotta, si disponevano i pupi sul Presepio: pecore e pastori, oltre ai protagonisti della Natività. Non mancava un piccolo laghetto realizzato con carta stagnola o con un vecchio specchio rotto che mandava i loro riflessi di sotto il muschio. Più ricco di particolari e di scenografia era il Presepio realizzato nella chiesa parrocchiale e che si apriva al pubblico dopo la messa di mezzanotte. Nel pomeriggio del giorno di Natale i ragazzi andavano a recitare le loro poesie davanti al Presepio nella chiesa e ricevevano in cambio dei dolci dall Arciprete. Nel giorno dell Epifania ai pupi del Presepio venivano aggiunti i Re Magi ed i loro cammelli. Il giorno dopo, terminate le feste natalizie, il Presepio veniva guastato, i pupi riavvolti nella carta e riposti con molta cura, mentre il muschio, che nel frattempo si era seccato, veniva gettato sul fuoco. (brano tratto da AA.VV., Terra di provincia. Tra Aspio e Gradina, Ancona pagg ). Diverse erano le usanze e i pregiudizi di Capodanno. Scrive ancora Alberto Recanatini in Terra di provincia, pagg : Un tempo anche a Camerano come in altri luoghi si avevano dei forti pregiudizi legati alla fine ed all inizio dell anno. La notte di S.Silvestro si credeva dalla maggior parte delle persone che accadesse qualche prodigio e si trascorreva la veglia in grande allegria; si cucinavano lenticchie o ceci, perché c era la convinzione che tanti se ne mangiassero e altrettanti soldi si contassero durante l anno nuovo. Per questo motivo si mangiava anche l uva (conservata sin dal tempo della vendemmia) poiché, dicevano i vecchi del paese, chi mangia l uva il primo dell anno, conta i soldi tutto l anno. Un altro pregiudizio poi riguardava la prima persona incontrata uscendo di casa la mattina del primo dell anno, poiché la stessa portava bene o portava male. In genere a Camerano si riteneva che portasse bene incontrare un uomo, un gobbo, un prete, ma soprattutto un bambino (nel quale si identificava la personificazione del nuovo anno). Portava male, invece, incontrare una donna, In Primo Piano di Fabio Toccaceli uno zoppo o una persona notoriamente conosciuta come poco di buono. Nei tempi più antichi le ragazze da marito usavano mettere sotto il cuscino, la notte dell ultimo dell anno, della frutta secca ritenendo che ne avrebbero avuto indicazioni, in sogno, per il loro futuro sposo, analogamente a quanto avveniva per la notte di S.Giovanni. Il dialogo tra Pè e Anton, riportato nel già citato volume di Vittorio Pizzichini, Camerano in versi, a pagg , ci racconta però di un Capodanno sui generis, che la dice lunga sul modo di fare di qualche Cameranese dell epoca (Anni Sessanta-Settanta circa): L ultim d l ann - Oh Pè! N è passat d temp, eh?, da quann ç sen visti l ultima vò! Ma adé, un quartin in santa paç al puden ancò fa, eh? - Eh eh, ç al vol propri, ch ho al gargalozz secch!! - Ma oh Anton T sei imbruttit adé, o eri cuscì ancò prima! - P rchè, cu ç iò? Nun starò miga mal tant vò - Sai bianch cum la carta ç hai do occhi scalamarati ch m pari Carlu Maratta! - Ma lass m andà eh! Sa tutti sti stravizi d sti giorni Tra al maial, qualch bicchi rin, un bucon d turon, na tumbulata dop cena, e po al veion! - Al veion, te? Ma sarai stat in tal lett sala borsa d acqua calda in tra l gamb - P rchè, nun ç credi? So stat sa quelli dal Circul, su dal Tapp al Cenon! Erimi in tanti da Camburan ch pareva quasi d ess giù da Fer. Te nun c çr d rai, ma al sai ch c era ancò Giuà? Ç al facevi te? Aoh, al duvevi ved! Camigia bianca fiucchett ner ; un vestit scur, ch sarà stat quell da spos. Çer n ancò tant bell ragazz sai v stit ch i arrivav n p r tera: vedessi cum luccigav n - Te sa chi eri, c era tu moi? - No, erimi iu, mi fiol e mi nora: a lia l aven lassata a casa, se no ç vulev n tutt l docentor pr pagà al pranz! Prò, so stat magari Diu! - Toh, bev n altr bicchier! - Ooh, è quattr ch n fan - Soli? Dumè: s alza al sol, sbatt int un cunfin, port ç nantr quartin! - Ampò ampò chi c è? E questa cu fa chi? Oh Marì, oh cu fai chi? - Oh, sé valtri? Bona sera, cumpà! E a te nun s fa mai ora d arturnà a casa? - Oh cumà, e mett t a sed eh! Tò, fa un bicchier sa nôn - No, no, nun bev iu! - Te cumà di d no e intant pari al bicchier M diceva adè Antòn ch la sera d l ultim d l ann t ha lassat a casa e inveç lu è andat a magnà al Mont, su dal Tapp è ver? - E nun m fa rid eh: capirai lu la sera d l ultim d l ann è andat a durmì ch sarà stat sci e no l sett e mezz - Cu t dig sempr iu Pè? Chi sbroda l cas enn sempr i fioli e i vecchi. 3

4 4 Le feste natalizie si concludevano il giorno dell Epifania, accompagnate anche dal rituale canto della Pasquella. Giovanni Crocioni, illustre storico delle tradizioni popolari e del dialetto marchigiano, nella sua pregevole ed insostituibile opera La poesia dialettale marchigiana, vol. I, Saggio storico critico, con biobibliografia e con testi dialettali sino a tutto il secolo XVIII, Fabriano 1934, Estratto dai Rendiconti dell'istituto Marchigiano di scienze, lettere ed arti, Vol. VII-VIII - Anni , Parte III. I Poeti dell'ottocento e del Novecento, 2. I Poeti del Risorgimento, scriveva: Queste pasquelle ( ) che mirano ad innalzare un componimento popolare, vivo anche oggi, cantato nelle campagne marchigiane nei giorni dell'epifania (pasquella), meritano molta attenzione, non solo per la forma interamente e felicemente dialettale, e per l'aspirazione a diventare componimento letterario (sia pure in dialetto), ma anche perché proprio in questi stessi anni ( ) faceva gli stessi tentativi con metri molto affini, Alfonso Leopardi ( ) al quale il volumetto del Mancioli è rivolto, rimasto più attaccato alla tradizione ( ), eppure più originale e più popolare. S o n o forse queste pasquelle i componimenti più caratteristici della letteratura dialettale marchigiana. Il nostro Vittorio Rabini ( ) raccolse nel contado cameranese il testo della Pasquella, che nel 1937 pubblicò su Cronache Marchigiane, a pag. 28. Il testo è stato riproposto dal maestro Vittorio Pizzichini ( ) nel volume Camerano in versi. Antologia di autori cameranesi, Camerano 1982 (a cura di Massimo Morroni e Fabio Toccaceli), pagg e viene qui ora riproposto: Presepio vivente nella citta sotterranea Dopo molti anni di assenza si ripropone a Camerano il presepe vivente negli spazi più suggestivi della nostra Città sotterranea. Nei giorni 26 dicembre, 1 e 8 gennaio dalle ore in poi gli ambienti ipogei si animeranno di numerosi figuranti in costume che riporteranno i visitatori alle atmosfera di oltre 2000 anni fa. I visitatori saranno accompagnati in piccoli gruppi con ingresso dall ufficio turistico in via Maratti, 37. L Amministrazione ringrazia i numerosi volontari che con passione hanno raccolto l invito di riproporre a Camerano questo suggestivo evento, in particolare la locale sezione della Protezione civile, l Istituto Comprensivo, la Proloco Carlo Maratti, il Coro Città di Camerano e la Parrocchia. Si ricorda inoltre che dal 25 dicembre sarà aperto al pubblico anche il presepe artistico in Piazza Roma. A Camerano annota, infine, Alberto Recanatini nell opera citata Terra di provincia, pag i cantori della Pasquella erano particolarmente attivi nel territorio di S.Germano, Pasquella Ben truvati a lor signori, Ve portam na bona nova, Che è nato el Redentore Nt na gaspra capannella. Viva viva la Pasquella. Grolia grolia in Celsis Deu Se sentiva a golà pr aria; E i pastori fava a gara Pre vedé la faccia bella. Viva viva la Pasquella. Pr adurà el Re Bambino È venuti là a Betlemme I Re Magi de l uriente Cumpagnati da na stella: Viva viva la Pasquella. Senza piette e senza fascie Senza fogo el mi Signore, Fra la neve e fra l rigore Intr al bove e l asinella: Viva viva la Pasquella Varda là quela capanna, In do sta Maria e Sant Anna: C è Gisù che fa la nanna; La sua vita puverella. L Anno Novo e la Pasquella Varda là quela capanna In do sta Maria e Sant Anna; C è Gisù che fa la nanna Sa Giuseppe in cumpagnia Viva Pasqua e Befania La n el fiume del Giurdano In do l acqua duventa vino dove questa antica tradizione era più radicata che altrove. Pre lavà Gisù Bambino, Pre lavà la faccia bella, Viva viva la Pasquella Varda là quel verde prato Do che sponta rose e fiori Pr el Bambin nostro Signore Bambinello de Maria, Viva Pasqua e Befania O carissimo Bambino, Sa la tua indizione Binidici ste perzone, Dicce grolia e cuscì sia, Viva Pasqua e Befania Veggo lume e sentu gente Che ce vien a l oprì la porta, Che calcosa a noi ce porta, Che ce porta calcò bella, Viva viva la Pasquella Sora padrona de casa, Tirè fora la man bianca Pre dacce calca mancia E pre dacce calco bella; Viva viva la Pasquella El cassò è sempre pino De gran bono e de farina, E la botte giò in cantina Butta sempre la canella; L Anno Novo e la Pasquella Ferma el sono e ferma el canto Che già noi partir vogliamo, Sti signori ringraziamo Con el nome de Maria, Via Pasqua e Befania.

5

6 Il Consiglio comunale nella seduta del 21 Novembre ha adottato la variante urbanistica che consentirà, una volta terminato l iter procedurale, di riqualificare due aree particolarmente critiche presenti nel nostro territorio da decenni: l area dell ex Fabbrica Scandalli (scottante problema che dura da quasi mezzo secolo!) e l area dell ex Eurosemen. Si tratta di una scelta coraggiosa, 6 Adozione variante urbanistica attesa da anni. Il recupero e la riqualificazione di queste 2 aree è stato uno dei punti qualificanti del programma elettorale con il quale ci siamo proposti ai Cameranesi nel Maggio scorso e per il quale ci eravamo impegnati a dare una soluzione entro sei mesi dalle elezioni. Inoltre la variante adottata vuole risolvere un ulteriore problema prevedendo un area a destinazione verde pubblico di circa mq a ridosso delle abitazioni previste in via Salette (CR3) scongiurando così la possibilità di un utilizzo incongruo a ridosso delle abitazioni. Ma veniamo ai punti salienti: innanzi tutto è bene sottolineare che il piano prevede complessivamente uno scarico urbanistico rispetto alle volumetrie oggi esistenti di ben mc. Nella zona ex Fabbrica Scandalli (comparti B5 e B6) oggi sono presenti edifici per mc ed il vigente Piano Regolatore prevede la possibilità di trasformare detta volumetria totalmente in abitazioni. La scelta fatta prevede che la parte destinata ad abitazioni scenda a soli mc, mentre la parte dell edificio vincolata dalla Sovraintendenza (circa mc) debba essere recuperata con destinazioni possibili, ricettivo, commerciali, direzionali e garage e Via Salette che una parte di circa 2000 mc debba essere ceduta gratuitamente al Comune per uso pubblico. Nella zona Ex Eurosemen oggi sono presenti edifici per una cubatura complessiva di circa mc destinati per attività produttive commerciali; la variante prevede che detta volumetria debba essere ridotta a mc destinandola ad uso residenziale. Area Ex Eurosemen Area Ex Fabbrica Scandalli Area Via Osimana (Ex Baracche) di Massimo Piergiacomi Nella zona in via Osimana (area ex Baracche) è prevista l edificabilità ad uso residenziale per mc circa. Questi sono i numeri, ma oltre questo nella variante sono previsti altri benefici che andranno a vantaggio della collettività: realizzazione a cura e spese del soggetto attuatore di una nuova piazza e parcheggi con nuovo accesso Bosco Mancinforte nell area della ex Fabbrica Scandalli e la realizzazione di un opera pubblica (stiamo pensando al recupero del Teatro Maratti). Inoltre nella zona verde dell ex Eurosemen potranno essere costruiti alcuni impianti sportivi all aperto che saranno convenzionati con il Comune di Camerano. La variante votata dal Consiglio Comunale permetterà finalmente di dare avvio alla riqualificazione del centro del paese, fungendo da traino per ulteriori interventi di recupero delle abitazioni circostanti, consentirà di cambiare finalmente il volto ad una parte importante del paese, di farla tornare a vivere, di risolvere problemi bloccati da decenni. Consentirà altresì di eliminare stabili fatiscenti alle porte di Camerano, al confine del Parco del Conero, riducendo in quella zona la volumetria di mc sostituendola con edifici di qualità a basso impatto ambientale ed ecosostenibili. Forze contrapposte hanno unito gli sforzi con l unico obiettivo di cercare di bloccare la variante sotto la bandiera del rispetto dell ambiente, ma quale ambiente? Quello oggi presente nella zona Ex Fabbrica Scandalli ed Ex Eurosemen? No! Noi quelle situazioni le vogliamo risolvere! Altri avrebbero voluto mantenerle bloccate per altri 30 anni

7 Premio Comune Riciclone Speciale Prevenzione 2011 di Costantino Renato ambiente e lavori pubblici Anche il Comune di Camerano è nella top ten delle migliori esperienze marchigiane di prevenzione nella produzione dei rifiuti promosse nell ambito della seconda edizione di Comuni Ricicloni Speciale Prevenzione. L iniziativa sostenuta da Regione Marche, UPI Marche, ANCI Marche, Legambiente Marche, Federambiente e Unioncamere Marche, che nel 2009 hanno firmato un protocollo per stimolare sul territorio la riduzione dei rifiuti, ed è riconosciuta all'interno della terza edizione della settimana europea per la riduzione dei rifiuti che si svolge contemporaneamente in molti paesi europei. Il Comune di Camerano si aggiudica la targa-premio con il Progetto Feste Sostenibili finalizzato al miglioramento della raccolta differenziata, all utilizzo di stoviglie biodegradabili e all utilizzo dell'acqua di rete nelle tre pricipali manifestazioni del Comune con la conseguente l eliminazione delle bottiglie in pet. Il nostro obiettivo è stato di ridurre fortemente l'impatto ambientale delle manifestazioni che si svolgono sul territorio comunale di Camerano, trasformandole in esempi di buona pratica ambientale e utilizzare le stesse feste per veicolare messaggi ed esempi di comportamento sostenibile. Nel complesso delle feste aderenti al progetto sono stati somministrati pasti serviti su stoviglie biodegradabili che hanno sostituito i circa 600 kg di rifiuti indifferenziati e plastica. Questi rifiuti sarebbero finiti in discarica o, ipotesi peggiore, avviati all'incenerimento, come frazione maggiormente responsabile di emissioni di diossina. Sostituendo integralmente le stoviglie con prodotti compostabili, lo smaltimento è avvenuto nell'organico ed è stato avviato al compostaggio, trasformandosi così in ammendante da restituire ai cicli naturali, con benefici anche sulla fertilità dei terreni. Nel corso delle tre feste sono stati erogati 973 litri di acqua attraverso la spinatrice che hanno evitato lo spreco di 70 kg di petrolio nella produzione e l'emissione di 99 kg di CO2 equivalente. Una ulteriore diminuzione in termini di consumo di petrolio e emissioni di gas serra si ha evitando la fase di trasporto che ha fatto risparmiare l'emissione di oltre 100 Kg di CO2. Sommando produzione e trasposto, abbiamo un risparmio di CO2 di oltre 200 Kg. Alla premiazione hanno preso parte l assessore all ambiente della Regione Marche Sandro Donati, il dirigente della PF Piergiorgio Carrescia, il presidente di Legambiente Marche Luigino Quarchioni, il responsabile scientifico di Legambiente Marche Franca Poli, Marinella Topi per Anci Marche, Giorgio Marchetti componente del comitato direttivo di Federambiente, Antonella Fuselli dell Upi Marche. Attività di controllo sui rifiuti di Costantino Renato Nel Comune di Camerano il nuovo servizio di raccolta domiciliare porta a porta è attivo ormai da sei mesi con risultati di raccolta differenziata oltre il 70%. Come preannunciato nei vari incontri pubblici della primavera scorsa, terminata la fase di avvio sono iniziati i controlli sui conferimenti; l operatore della raccolta verifica l interno dei sacchetti/bidoni e se riscontra una quantità significativa di materiali diversi da quelli previsti (es. organico, plastica, vetro e carta nel contenitore per il residuo non riciclabile), applica un adesivo sul sacchetto o sul bidone indicante la non conformità rilevata. L attività di controllo è necessaria sia per rispetto dei tanti cittadini che stanno conferendo correttamente sia perché occorre consolidare gli ottimi risultati finora raggiunti dovendo garantire per legge nel 2012 una percentuale di raccolta differenziata almeno del 65%. Gli errati conferimenti sono stati rilevati principalmente nei bidoni condominiali: se si riscontra il reiterarsi di conferimenti non corretti (cioè quando il condominio continua a non differenziare bene nonostante sia stato avvisato più volte con il bollino) verranno affissi nei portoni appositi avvisi con i quali si invita a differenziare correttamente per evitare al condominio di incorrere in sanzioni da un minimo di 77,00 ad un massimo di 500,00. Contemporaneamente sono stati attivati in collaborazione con la polizia municipale i controlli per combattere il fenomeno degli abbandoni. PER QUALSIASI INFORMAZIONI CONTATTARE: n. verde: fax o sito: sportello informativo TIA di Camerano: (attivo negli orari di apertura) Centro Ambiente Via Cavour Camerano Giovedì 26 Gennaio 2012 alle ore presso la Sala Convegni del Comune di Camerano si terrà un incontro pubblico con Conero Ambiente per discutere sulle problematiche riscontrate in questi mesi su gestione e ritiro dei rifiuti. Intervenite per dire la vostra!! 7

8 Marciapiede in Via Dante Alighieri Sono finalmente finiti i lavori di realizzazione del marciapiede e asfaltatura di via Dante Alighieri nell area della Scuola Media Silvio Pellico. Questo è ulteriore passo avanti per il decoro e la sicurezza di questa zona del paese che da tempo aspettava Il Comune di Camerano, sempre più attento alle esigenze delle famiglie, ha presentato alla Provincia di Ancona un progetto che rientra nell ambito dei servizi all Infanzia ed alle Famiglie e che è iniziato il 2 dicembre L Isola che non c è, questo è il nome dell iniziativa, consiste nella realizzazione di un nuovo servizio rivolto alle famiglie con bambini/ragazzi, italiani e stranieri, in situazioni di difficoltà economiche/sociali/scolastiche con problematiche di conciliazione tra tempi di lavoro e di 8 tale opera, in quanto la strada è molto trafficata dai pedoni sia per la presenza della scuola sia perché funge da collegamento fra il centro urbano con il nuovo quartiere e alcune importanti vie del territorio Comunale. Ci scusiamo per gli innumerevoli disagi Iniziativa in favore delle famiglie Il Nordic Walking è una disciplina sportiva, indicata per tutte le fasce di età, da praticare all aria aperta. E un esercizio perfetto per raggiungere un buon benessere fisico, che naturalmente per potere dare i suoi benefici, ha bisogno di un adeguato apprendimento. L Assessorato dei Servizi alla Persona ha voluto quindi offrire la possibilità di imparare questa salutare e divertente attività, che è stata presentata alla cittadinanza lo scorso 18 ottobre presso i locali del Centro Didattico Multimediale Percorsi di Salute di Piazza Roma a Camerano. L iniziativa di Martina Recanatini gestione dei figli. Si tratta in sostanza di uno spazio dopo scuola con attività educative per lo svolgimento di compiti, e ricreative ed animazione, rivolto alla fascia di età 6-14 anni, in orario pomeridiano e pre tre giorni alla settimana. L iniziativa, presentata alle famiglie il 1^ dicembre 2011, è realizzata presso i locali della scuola elementare Sperandei ed è curata dall Associazione di Volontariato Taru Andè con personale formato nel campo degli interventi all infanzia in generale. Corso gratuito di Nordic Walking di Martina Recanatini è stata realizzata in collaborazione con l Asur Marche Area vasta n. 2, nella persona del dr. Stefano Berti e la Foestalp, nota cooperativa attiva nel campo dell ambiente e delle escursioni. L iniziativa ha riscosso curiosità ed interesse dando vita anche sul nostro territorio alla formazione di gruppi di Nordic Walking, che potranno a loro volta formare nuove persone interessate. che hanno avuto i cittadini in questi mesi passando per questa via, ma tale lavoro era indispensabile per dare maggiore vivibilità ai residenti, rendere più agevole lo scorrimento dei veicoli e tutelare maggiormente il transito dei pedoni. istruzione, politiche giovanili e servizi alla persona Nuova anche l iniziativa prevista per il 17 dicembre 2011 dal titolo : ESSERE COMU- NITA. L invito è ad incontrarci in Sala Convegni alle ore per condividere l esperienza che quotidianamente porta avanti il Servizio di Strada Onlus che opera al fianco e con i senza fissa dimora. E un associazione nata nel 2006 in Ancona, un servizio di strada notturno nato per raggiungere le povertà più nascoste. Il nostro compaesano, Andrea Ulissi, ci illustrerà assieme all Avv Daniele Valeri la missione del servizio; volontari che escono di notte per distribuire pasti e bevande calde, vestiario, medicine e per costruire una rete di rapporti personali con coloro che la società chiama invisibili. Lo scopo dell iniziativa del 17 dicembre è quello di farci avvicinare a questa realtà, di conoscere realtà che ci appartengono e riscoprire il valore di essere comunità. di Costantino Renato Iniziativa prenatalizia di Martina Recanatini Sono previste la proiezione di un video e la testimonianza diretta di persone. In questa occasione chi vorrà potrà donare all Associazione coperte, giacconi e maglioni invernali da uomo usati ma in buono stato, che saranno distribuiti agli utenti di questo servizio che è veramente prezioso e che lavora gratuitamente in favore dei più emarginati. Dalla Sala Convegni si passerà per un breve momento conviviale all annessa Sala degustazioni, dove sarà allestito un rinfresco per tutti gli ospiti dell iniziativa. L intera iniziativa è realizzata con il contributo delle Associazioni di Volontariato che operano sul territorio e che offriranno il rinfresco, dolci e non solo L imminenza delle Feste Natalizie sarà infatti l occasione per scambiarci gli auguri e festeggiare un importante momento di incontro della comunità per un iniziativa da condividere, anche per una propria crescita personale. C è più gioia nel dare che nel ricevere, lo sa bene l associazionismo di Camerano, vanto e consolazione per chi desidera essere comunità.

9 Rai 1 e Tg2 a Camerano Martedì 8 novembre una troupe della rubrica del Tg2 Si viaggiare è stata ospite del Ha inizio la circuitazione dei corti realizzati dai partecipanti del Conero Doc Campus 2011, il campus teorico-pratico di alta formazione cinematografica che ha fatto raccontare il territorio della Riviera del Conero dallo sguardo attento di giovani registi documentaristi. Dopo il Fano International Film Festival, Corto Dorico ed il Premio Libero Bizzarri, i lavori brevi approdano a Camerano, Comune partner del progetto che nei mesi scorsi è divenuto il set per uno dei più apprezzati lavori del campus formativo. La troupe di aspiranti registi, montatori ed operatori, proveniente da tutta Italia, per quattro settimane ha avuto l opportunità di imparare l arte del cinema, attraverso gli insegnamenti di grandi docenti di fama nazionale e internazionale con i quali hanno vissuto a stretto contatto, condividendo un importante percorso professionale. Questi i temi dei documentari realizzati: Casa Mancinforte girato a Camerano racconta ciò che si cela dentro le mura del palazzo che corre Comune di Camerano ed ha effettuato delle riprese televisive nel centro storico, nei giardini all italiana di palazzo Mancinforte e nelle diverse sale della Città sotterranea. Anche Rai 1 è interessata alla città del Maratti, mercoledì 16 novembre la troupe di Easy Driver (programma domenicale di RAI 1) ha effettuato delle riprese in diversi luoghi del paese. Siamo lusingati che le reti nazionali della lungo Piazza Roma; Salpamo dedicato a Numana e al rapporto tra un padre ed un figlio, gli ultimi pescatori di uno dei porti della Riviera; Osimo sottosopra girato ad Osimo è un viaggio sospeso tra il dentro e il fuori, tra i volti e le raffigurazioni di una città segreta e nuda al tempo stesso; Accordo un omaggio a Castelfidardo ed alla fisarmonica attraverso i ricordi del primo suono che osò chiamarla per nome, narrati dalla voce calda di Isabella Carloni e dalle musiche dei ContradaMerla. ''I quattro brevi film documentari, realizzati durante il Conero Doc Campus, hanno una qualità narrativa e fotografica sorprendente ci anticipa Laura Viezzoli nota documentarista nonché responsabile didattica del Conero Doc Campus gli studenti grazie al supporto dei professionisti del cinema documentario scelti come docenti, sono riusciti a raccontare le realtà locali con uno sguardo cinematografico molto personale, dalla misticità delle grotte di Osimo, all'elegante dolcezza della marchesa Mancinforte di Camerano, passando attraverso la musicalità di Castelfidardo e la quotidianità Rai abbiano ritenuto meritevoli di interesse anche i tesori del nostro territorio, si tratta del giusto apprezzamento degli sforzi fatti dalle ultime amministrazioni comunali per valorizzare il nostro patrimonio, in particolare all apertura del percorso ipogeo ed al recupero della chiesa di San Francesco. Camerano ogni anno sta diventando meta di numero di visitatori in continua crescita, l amministrazione comunale si sta impegnando affinché il paese sappia migliorare l accoglienza offerta ai tanti turisti che vengono a vedere i nostri di Massimo Piergiacomi tesori. Si tratta di un percorso complesso che richiede anche un diverso approccio culturale, la nostra gente storicamente ha una forte vocazione produttiva ne è la dimostrazione delle tante aziende artigiane ed industriali presenti nel territorio. In questo periodo di forti difficoltà economica, il turismo potrà essere una nuova fonte di sviluppo e di ricchezza. Il Conero Doc Campus, il Documentario a Camerano suggestiva dei pescatori di Numana. Anche quest'anno il Conero Doc Campus ci commenta Roberto Nisi direttore del Campus ha raggiunto l'obiettivo di consegnare al proprio territorio piccole ma suggestive opere cinematografiche che ora, in questa circuitazione, incontrano il pubblico. E' un momento fondamentale, iniziato con i festival nazionali più importanti della nostra regione, ed ora, finalmente, approderanno nei luoghi dove i lavori sono stati realizzati, grazie alla felice collaborazione con i comuni ed il fondamentale sostegno degli assessori alla cultura che hanno creduto nel valore del Campus.'' Corti molto intensi che risentono della super concentrazione della formazione e della messa in pratica - ci commenta Alessandro Rossetto uno dei maggiori documentaristi europei nonché principale docente del corso - Il Conero Doc Campus è un ottima palestra: la concentrazione del lavoro in un solo mese e l isolamento in un posto come il Conero è la chiave giusta per il cinema documentario. Filmati di grande eleganza questo il commento di Tarek Ben Abdllah direttore della fodi Jacopo Facch tografia nonché qualificato docente del corso nonostante i tempi molto stretti con i quali i ragazzi hanno dovuto imparare a lavorare. Il Conero doc Campus, alla sua seconda edizione si conferma un'esperienza di grande successo a cavallo tra teoria e pratica volta all'alta formazione cinematografica: unico caso italiano di campus residenziale intensivo di questo tipo. I CORTI OSIMO SOTTOSOPRA Regia Marco Vescovo. Montaggio Daniele Di Sante. Viaggio sospeso tra il dentro e il fuori, tra i volti e le raffigurazioni di una città segreta e nuda al tempo stesso. CASA MANCINFORTE Regia Francesca Maria Svampa. Fotografia Valeria Sciarretta. Montaggio Anna Maria Pasquali. Che cosa cela il palazzo che corre lungo la piazza del nobile paese alle pendici del Conero? ACCORDO Regia Greta Poletta. Fotografia Sergio Piccinini. Montaggio Camilla Basili. I tasti delle fisarmoniche sbattono sui ricordi del primo suono che osò chiamarle per nome. SALPAMO Regia Guglielmo Trupia. Fotografia Magda Hussein. Montaggio Michela Travaglini Padre e figlio, gli ultimi pescatori rimasti. Mentre le reti scorrono sulla banchina... 9

10 10 Coro Citta di Camerano : un anno intenso di lavoro, una cascata di successi, lo stupore del canto corale La cultura della musica e del canto corale a Camerano vanta origini lontane e radicate. Negli ultimi cento anni erano tanti gli artigiani sarti e calzolai del paese, suonatori della banda, che tenevano nella loro bottega la cornetta, il clarino o il sassofono, il trombone e che nei momenti di pausa accordavano per le prove della banda dopo cena in preparazione del tradizionale concerto di Santa Cecilia, oppure che ripassavano mentalmente o canticchiavano sottovoce la parte da suonare alle prove. Dalla cantoria della chiesa parrocchiale, una Schola Cantorum soleva accompagnare, supportata dell organo, la messa in terza ovvero la messa cantata e durante la stagione estiva la corale teneva concerti vocali all aperto nel cortile interno della Santa Infanzia. Per quasi un secolo, lavoranti di armonici resero illustre il paese per la produzione delle armoniche e irrorarono vicoli e piazze del centro storico di suoni armoniosi (voci melodiose che erravano) e crearono benessere sociale ed economico all intera comunità e con le fisarmoniche trasformarono Camerano nel paese della musica. La tradizione, la memoria storica sono la base del lavoro del Coro Città di Camerano nel corso della sua storia trentennale. Il 2011 rappresenta solo una pagina della ricca antologia della produzione di questa benemerita associazione. Snocciolando gli eventi di un anno, balza agli occhi innanzitutto la liaison che unisce il Coro a Camerano, come pure il consolidamento di manifestazioni corali che oramai costituiscono un punto fermo nella programmazione culturale del paese; infine l allargamento del bacino di azione del Coro extra moenia. In rapida sintesi, ricordiamo: - a gennaio, la celebrazione della ricorrenza del XX anniversario di direzione del Maestro il prof. Angelo Biancamano, a cui va la gratitudine per aver fatto giungere a maturazione il frutto ancora acerbo del canto corale, e vengono formulati voti perché i doni della musica e della passione per il canto corale conosciuti ed applauditi in tutte le Marche rimangano sempre patrimonio geloso del paese; - a febbraio, il concerto al Teatro Comunale di Loreto in onore di Adamo Volpi, con l esecuzione in prima assoluta dell Inno dei Fisarmonicisti; - a marzo, l esibizione all aula magna del Plesso della Scuola d Istruzione Secondaria di Primo Grado S.Pellico, nell ambito del Programma di celebrazioni per il 150 Anniversario dell Unità d Italia ( ), allestito dal Comune, Camerano nell Unità d Italia ; il concerto al Teatro Pergolesi di Jesi per il 150 dell Unità d Italia; la partecipazione alla rassegna corale tenutasi alla chiesa di S.Michele Arcangelo di Ancona; - ad aprile, analogo concerto al Teatro delle Muse di Ancona; l animazione della messa di Pasqua nella Chiesa Parrocchiale di Camerano; - a maggio, i saggi-concerto alla Chiesa di S. Francesco, al termine del corso gratuito di musica/canto corale per gli alunni della scuola primaria di Camerano, che aveva visto il coinvolgimento di circa 200 alunni, con la partecipazione degli alunni stessi, i docenti e le famiglie; da Coro Citta di Camerano - a giugno, l esibizione al matrimonio civile celebratosi alla sala consiliare del Comune di Camerano; - a luglio, il concerto corale con l esecuzione del Requiem di G. Fauré per soli, coro e pianoforte, con soprano Alessandra Càpici, baritono Stefano Gèmini, Coro Città di Camerano, Coro Angelico Rosati Sant Elpidio a Mare, pianoforte Valeria Picardi, direttore Angelo Biancamano, con breve prolusione di Alberto Recanatini sul tema La storia di Camerano nel Risorgimento italiano in occasione del 150 anniversario dell Unità d Italia; la riproposizione del medesimo concerto alla Chiesa Collegiata di Sant Elpidio a Mare; - ad agosto, l animazione della messa del Patrono alla Chiesa Immacolata Concezione di Camerano; - a settembre, la partecipazione al Recital Al tuo cuore parlerò al Piazzale Aldo Moro di Camerano, realizzato dalla Parrocchia di Camerano per la Festa del Patrono, collocato quest anno in occasione del XXV Congresso Eucaristico Nazionale di Ancona (3-11 settembre); l organizzazione della XIII Stagione Concertistica Settembre a Camerano, comprendente il Concerto Cameristico alla Chiesa di S.Francesco, le Risonanze dal cuore della città sotterranea alle grotte, Il canto delle Marche XI rassegna di canto corale progetto ANBIMA 2011 eco di suoni, eco di canti per celebrare il 150 dell Unità d Italia, con la partecipazione del Coro V. Cruciani di Varano, Coro F. Marini di Ancona, Coro F. Tomassini di Serra de Conti e naturalmente del Coro Città di Camerano - ad ottobre, la partecipazione alla Rassegna internazionale di canto corale a Ripatransone; - a novembre, l avvio del programma di iniziative denominato vieni con noi a cantare nel coro, comprendente il coro di voci bianche per ragazzi di I, II, III e IV elementare ed il laboratorio di canto corale per ragazzi delle classi V elementare e medie inferiori e superiori; la settima edizione della Festa di Santa Cecilia, il cui programma "Una cascata di note ed... erra l'armonia a Camerano" (protagonista la musica e... tanta voglia di cantare, suonare, danzare, recitare, ascoltare e...) comprende: Acclami al Signore tutta la terra, gridate, esultate con Canti di gioia. (Salmo n. 97) animazione, assieme a quanti hanno aderito all iniziativa, della liturgia della messa alla Chiesa Parrocchiale in onore di Santa Cecilia patrona della musica e dei musicisti, alla Palestra del Palasport, Forme d arte e precisamente: Esercizi coreografici di danza e marcia a cura del Gruppo Majorettes del Corpo Bandistico di Camerano, Liberi di volare (Pattinaggio a rotelle) a cura del Pattinaggio Artistico del

11 Dal 7 al 11 Novembre si è tenuta a Londra una delle più importanti e prestigiose fiere internazionali del settore turistico. Presenti operatori provenienti da ogni angolo del Mondo, tra cui anche l ENIT Italia che ospitava nel proprio stand l Ass.ne Riviera del Conero ed il suo rappresentante delegato Principi Marco del Comune di Camerano. Sono in tanti, tra operatori, semplici Conero, La Musica e il Ballo (Danza sportiva) a cura della Conero Dance di Camerano, Variazioni di danza classica e moderna a cura della Liz Ballet Camerano, Le espressioni del corpo attraverso la Musica (Ginnastica ritmica) a cura del Centro Ginnastica di Camerano, alla Chiesa Parrocchiale, Incanti sonori. Concerto vocale e strumentale cui partecipano Gianluca Gambini, Stefano Gèmini, Michele Guerrieri, Martina Malatini, Giorgia Mancini, Letizia Ragnini, Laura Serpilli, Fabio Spinsanti, Orchestra Giovanile Castelfidardo, al Centro Giovanile la Serata con i Gruppi Musicali cui partecipano Timeless, Maria de Fatima Dal Farra Gavazzi, Piano and Drums Jamboree, Brain on Flight, Marco & Maria, alla Biblioteca Baden Powell Musica e Poesia. Fascino e suggestione della poesia dialettale letture proposte da Annalisa Del Bello, Piera Dubbini, Daniela Piermattei, Rolando Mazzoni, Alberto Recanatini accompagnate dalla voce e dalla chitarra di Roberto Antonelli e dal pianoforte di Lorenzo Mignanelli. A suggello di un anno intenso di lavoro e di Successi, sono giunti due ambitissimi e importanti riconoscimenti. Il Consiglio Comunale, nella seduta del 29 Agosto 2011, in occasione della giornata della Festa del Patrono S.Giovanni decollato, ha conferito la Benemerenza della Medaglia di Camerano al Coro Citta di Camerano per aver fatto amare il canto corale e conservata viva la tradizione cameranese proseguendo la sua lunga storia costellata da fulgidi riconoscimenti in tutte le Marche, raggiungendo un livello qualitativo d eccellenza (Classe V). La Giunta Comunale, ai sensi della nota del Presidente del Tavolo Nazionale per la promozione della Musica Popolare e Amatoriale presso il Ministero per i Beni e le attività culturali del 3 febbraio 2011, Camerano promuove il suo territorio al World travel market di Londra visitatori e giornalisti, gli interessati al nostro angolo di paradiso in grado di offrire un soggiorno completo e variegato nelle attività. Partendo dalla riviera, ricca di verde e spiagge incantate, fino ad arrivare ai percorsi storici, artistici ed enogastronomici che contraddistinguono Camerano. Ha richiamato l attenzione dei presenti la nostra underground town (città sotterranea) ed i nostri prodotti tipici, il vino su tutti. Sono stati presi numerosi contatti per favorire la promozione del nostro magnifico territorio anche in campo internazionale, grazie alla collaborazione della Regione Marche e dell Assessore Re- ha riconosciuto in occasione dei 150 anni dell Unità d Italia il Gruppo Musicale denominato Coro Città di Camerano gruppo d interesse comunale in considerazione del fatto che trattasi di un gruppo composto da un numero rilevante di musicisti residenti nel Comune, opera sul territorio comunale senza scopo di lucro e promuove una meritoria attività culturale in favore della gioventù oltre alla partecipazione garantita e continua con esecuzioni musicali, in occasione delle manifestazioni e degli avvenimenti sociali che si svolgono durante l anno, svolgendo anche funzione di tutela e custodia del patrimonio socio-culturale locale ed ha provveduto inviando il provvedimento al Presidente del Tavolo Nazionale per la promozione della Musica Popolare e Amatoriale presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali di Roma. Il 30 novembre scorso presso la sala Ridotto del Teatro delle Muse di Ancona, si è svolta la cerimonia di consegna degli attestati di Interesse Nazionali ai Gruppi di Musica Popolare e Amatoriale riconosciuti dai vari Enti e tra questi ha partecipato anche il Coro Città di Camerano. di Marco Principi gionale al Turismo Serenella Moroder. 11

12 Sei Rimedi mesi d autunno di duro lavoro Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, in Autunno, le funzioni del nostro corpo più esposte sono i Polmoni e le prime vie aeree, l'intestino Crasso e la pelle. Il Polmone è chiamato "il Signore dei soffi", perchè regola lo scambio di aria e di energia tra l'esterno e l'interno del corpo: per cui una respirazione completa e profonda è fondamentale per avere maggiore ossigeno ed energia vitale rafforzando quindi il sistema immunitario. Altri rimedi naturali per prevenire e contrastare i disturbi tipici della stagione (raffreddore, tosse...), possono essere i lavaggi nasali con acqua e sale, aglio anche sfregato sotto la pianta dei piedi, pediluvi con olio essenziale di zenzero e sale, preferire nell'alimentazione cavoli e verze all'insalata e usare riso integrale, fare fumenti con camomilla e bicarbonato o eucalipto (per i bambini). L'intestino Crasso si occupa dell'eliminazione delle tossine e dei rifiuti del corpo: è quindi importante che funzioni bene e con regolarità. Purtroppo, essendo la pancia il nostro secondo cervello Sei Matricole mesi di e duro Meteore spesso, a causa dello stress e delle emozioni, si blocca, causando coliti o stitichezza. Rimedi naturali per questi disturbi possono essere tisane rilassanti, esercizi di qi gong e yoga, fermenti lattici... La pelle infine rappresenta la nostra prima barriera per difenderci dagli agenti patogeni esterni; le patologie della pelle sono spesso legate a problematiche psicosomatiche legate al rapporto con gli altri e alla funzione del contatto. In autunno la pelle tende ad essere più secca e fragile per cui è bene fare peeling (per riossigenare i benessere di Eleonora Gramaccia tessuti ed eliminare le squame dello strato corneo) con bagno turco (facilita il distacco delle cellule morte) e poi nutrire in abbondanza sia corpo che viso, con oli riscaldanti (sesamo) e prodotti biocompatibili con la pelle. In conclusione, per affrontare al meglio l'autunno ormai inoltrato scaldate il vostro corpo e la vostra pelle e proteggete soprattutto mani e viso (con creme e fondotinta), depuratevi e mangiate cose calde e cotte, bevete tisane e infusi. Buona vita! altre attività Foto di Giorgio Giostra Siete stati compagni di classe? Vi riconoscete? Inviate le vostro foto a indicando all oggetto Matricole e Meteore c.a. Assessore Urp con l indicazione dell anno e della classe che li pubblicheremo nei prossimi numeri del giornalino. 12

13 Tempo di Bilanci Il bilancio di un comune è lo strumento fondamentale per svolgere l attività di una amministrazione. Negli ultimi anni le possibilità di fare scelte sono state fortemente limitate dalle leggi di stabilità e dalle continue manovre che hanno bloccato gli investimenti e portato i comuni a fare scelte drastiche di tagli ai servizi offerti ai cittadini. Si è tentato di partire con un federalismo che di fatto ha tagliato i trasferimenti ai Comuni con l unica possibilità di aumentare le tasse. Certo è che il quadro finanziario dei Comuni si inserisce in un contesto di finanza pubblica che risulta indebolito dalla crisi economica e che il Comune di Camerano ha saputo affrontare con diversi interventi : la scelta di non aumentare le tariffe dei nostri servizi, mantenere ed in certi casi aumentare i servizi di assistenza, il riproporre un Fondo di sostegno alle famiglie per il pagamento delle bollette, il sostegno alle nostre associazioni sportive e non, grazie ad un controllo della spesa, all ottimizzazione delle risorse, ad una gestione oculata e controllata, ad interventi volti al risparmio su più fronti. L amministrazione di Camerano già dal 2010 ha messo in atto delle manovre per cercare di attutire il colpo e non incidere sui cittadini con l estinzione anticipata di mutui accesi in anni passati per opere pubbliche come la scuola Sperandei, strade, cimitero ecc. passando da una situazione debitoria al 31/12/2009 di euro di debito residuo a circa al 31/12/2011 dopo un ulteriore operazione di estinzione anticipata deliberata il 21/11/2011. di Annalisa Del Bello L abbattimento del debito contribuisce, oltre che ad un risparmio per minori rate da pagare, a diminuire quello che è il debito complessivo italiano che non è dato sicuramente dalla situazione debitoria del nostro Comune come dei tanti comuni virtuosi. Nell affrontare il bilancio di previsione 2012 abbiamo iniziato con l ascolto di chi Camerano lo vive. Abbiamo terminato il 29 novembre la serie di incontri che hanno visto le varie realtà che operano nel nostro paese sedere attorno al tavolo in sala consiglio per discutere insieme di situazioni, proposte, idee per il prossimo anno: dalla scuola alle associazioni sportive, dalle associazioni di volontariato e gruppi alle attività produttive e cittadini in genere. Numerose le proposte, dalle semplici ma indispensabili manutenzioni alla valorizzazione del centro storico, da progetti di educazione e collaborazione come il PEDIBUS (andare a scuola a piedi) all ambiente, alla gestione associata della preparazione atletica, alla scuola dello sport per l avviamento dei piccoli e tanto altro ancora che abbiamo annotato. E stata una fase di ascolto, siamo partiti dai numeri del bilancio 2011 per condividere il campo di azione attuale con l unico obiettivo di permettere a tutti di poter esprimere il proprio parere o idea. Riteniamo soddisfacente e positivo l apporto dato da questi incontri considerandolo un ulteriore passo in avanti per avvicinare i cittadini alla gestione del bene comune e per condividere con chi poi usufruirà dei servizi e delle scelte che l amministrazione sarà chiamata a fare. Centro Sperimentale Radiocomunicazioni (C.S.R.) Nel gruppo comunale di protezione civile di Camerano, esistono alcuni radioamatori che dedicano la loro attività nel garantire le comunicazioni alternative di emergenza ai sistemi della protezione civile. Allo scopo e' stato creato un Centro Sperimentale Radiocomunicazioni (C.S.R.) che gestisce due ripetitori radioamatoriali atti a garantire le comunicazioni radio in ogni caso ed in ogni condizione su tutto il territorio comunale, con la possibilita' di interagire anche con la direzione regionale di protezione civile ad Ancona. La peculiarita' del sistema sta nel fatto che esso e' raggiungibile dagli autorizzati, via radio, via computer e persino via cellulare, garantendo cosi una efficienza di comunicazione ad alto livello. In occasione del terremoto nell'aquilano, le informazioni giunsero agli interessati nella nostra regione anche grazie ai ripetitori qui istallati. L'attivita' del Centro Sperimentale non si esaurisce con le comunicazioni radio, ma un sito in Internet con la stessa denominazione, monitorizza la situazione metereologica nella zona, fornendo dati in tempo reale. Nello stesso sito due videocamere ed una telecamera riportano in tempo reale la situazione ambientale sul Monte Conero, ai fini antincendio. Particolare attenzione, recentemente e' stata dedicata al da Protezione Civile Camerano monitoraggio sismico e, sul sito del Centro Sperimentale Radiocomunicazioni, e' riportato cio' che avviene localmente. L'indirizzo dei siti è: o tramite portale del Comune Ovviamente il centro e' aperto a tutti: volontari ed appassionati di radio, meterologia e sismologia. Il gruppo radioamatori della protezione civile cittadina ha iniziato un percorso che andrà' avanti negli anni grazie alla passione e allo studio personale con obiettivo la prevenzione e protezione civile a servizio del nostro paese. 13

14 Pubblica amministrazione a che punto siamo? La modernizzazione della pubblica amministrazione è una questione cruciale per l'italia e i Comuni in quanto servizi pubblici efficienti e di qualità sono un'importante risorsa per cittadini e imprese. Il miglioramento deve passare attraverso l'abilità di diffondere le innovazioni rivolte alla semplificazione dei processi. La partita è sicuramente difficile in quanto a causa del blocco del turnover per i prossimi tre anni e la necessità di ridurre i costi, il rischio è che inefficienza e inefficacia persistenti e l invecchiamento del personale portino al collasso un settore già in declino!! Ma cosa dobbiamo fare? Dobbiamo continuare a ritenere i dipendenti pubblici, come degli scansafatiche e buoni a nulla? Spesso scopriamo che i nostri dipendenti comunali hanno grandi potenzialità e sono capaci di ottenere risultati che sono rallentati dall enorme burocrazia e dal gran numero di leggi che negli ultimi anni hanno creato grande confusione e dispersione di risorse. La diffusione di buone pratiche potrebbero contribuire a maggiore trasparenza, riduzione delle profonde distorsioni esistenti e miglioramento dei servizi. Questo però dovrà essere un lavoro attento sul campo: molte analisi puramente politiche sono già state fatte e sono servite a poco!! La Pubblica Amministrazione politica da Gruppo Insieme per Camerano deve passare ad una prospettiva rivolta all esterno capace di capire e soddisfare priorità e necessità di cittadini e imprese che si traduce in servizi più efficaci, che richiedono tempi ridotti e un numero inferiore di passaggi burocratici. Nonostante la situazione in cui versa la Pubblica Amministrazione sia drammatica, cercheremo di passare ai fatti e lasciare a qualcuno dichiarazioni di pura e semplice retorica. Camerano. Nella cittadina sotto il Conero non si puo certo dire che si respira ariapiatta, tutt altro! Nella storia della politica, molte sono le cose che saranno ricordate ma certo la vicenda dell adozione della Variante Urbanistica meglio conosciuta come Scandalli-Eurosemen ora rafforzata dall altro binomio Via Osimana-Via Salette, restera ben viva nella memoria soprattutto di coloro che hanno avuto la sventura di assistere ai lavori del Consiglio Comunale del 21 Novembre, data che ha segnato appunto la discussione e poi il voto dell adozione della Variante. In un clima di democratico e 14 Babbo natale quest anno porta la variante!! aperto confronto, il mio Gruppo consiliare ed il resto della popolazione di Camerano hanno dovuto prendere atto che nel giro di sette/otto giorni l attuale Amministrazione Comunale doveva portare a casa la Variante prima che una Legge Regionale (già votata e approvata in Consiglio Regionale prima del 21 Novembre ma non ancora pubblicata) intervenisse con precise norme di salvaguardia del territorio bloccando dunque anche le varianti al PRG. Non voglio certo trasformare gli auguri di natale in una resocontazione degli avvenimenti che hanno riguardato proprio la Variante ma alla gente alcune, brevi cose vanno dette prima dello spumante e del panettone. Alla gente va detto ad esempio che e stato dato un incarico al nuovo Dirigente Comunale dell Urbanistica di redigere una Variante tra le piu impegnative e strategiche per l avvenire dell assetto territoriale della Camerano del futuro solo alcuni giorni prima del voto, che il geologo che ha consegnato la relazione ha firmato la relazione stessa addirittura prima dell incarico che gli e stato dato e che poi cercando di rimediare ha fatto addirittura peggio con un autocertificazione dell errore neanche protocollato e firmato addirittura il giorno stesso del Consiglio!!!!! Alla gente va detto che questa Variante interessa, rispetto alla prima versione lasciata decadere, anche altre due zone oltre al centro storico e all area dell ex Eurosemen, come Via Osimana ( ma non c e qualche problemino con i movimenti franosi??) e Via Salette dove l Amministrazione, paladina dell ecologia, recupera parte di un terreno già destinato al fotovoltaico ( ma siamo proprio cosi sicuri che l impianto si sarebbe realizzato e che il progetto del fotovoltaico già avesse tutti i requisiti normativi per essere fatto???? perchè se così non fosse chi ha fatto l affare di Lorenzo Rabini Capogruppo Camerano Rinasce vero???? ) per una manovra perequativa con le altre zone. Poi ci sono tanti altri aspetti di carattere procedurale, amministrativo e politico che proprio in questi giorni di Natale il nostro Gruppo Consiliare ha messo nero su bianco in un particolare esposto alla Procura della Repubblica affinchè porga l attenzione su questa Variante, qui non abbiamo lo spazio che ci servirebbe per dirvi degli innumerevoli aspetti che rendono questa storia della Variante grottesca, assurda ed inquietante, basterebbe solo dirvi che non mi era mai capitato di assistere nell aula del Consiglio Comunale, ad una votazione di carattere urbanistico accompagnata dagli applausi e da altre manifestazioni di interesse, di una intera famiglia direttamente coinvolta in questa Variante, che pena!!!!

15 Aperture Domenicali Negozi Anno 2012 Dopo alcuni anni nei quali il Comune di Camerano, per le aperture domenicali dei negozi, si era sempre allineato alle decisioni del Comune di Ancona, per il nuovo anno 2012 il Sindaco Piergiacomi, dopo aver ricevuto il placet dalle sigle sindacali di categoria e per venire incontro agli di Paolo Isca esercenti della cittadina del Maratti ha deciso di dividere il paese in due zone, quella dei grandi centri commerciali (la zona dell Aspio per intenderci) e quella del Centro. L ordinanza n. 181/2011 prevede per l anno 2012 le seguenti aperture domenicali: ATTIVITA COMMERCIALI DELLA ZONA ASPIO 6-8 GENNAIO MARZO APRILE 3 GIUGNO 8 LUGLIO 9-30 SETTEMBRE; OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE ATTIVITA COMMERCIALI DELLA ZONA CENTRO GENNAIO 1 APRILE 3-24 GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE Un grande albero di Natale in piazza, davanti al teatro Maratti: è ormai una tradizione per Camerano. In questo 2011 a rendere scintillante il grande abete sono stati i bambini delle scuole dell'infanzia del paese. Con l'aiuto delle loro insegnanti hanno realizzato dei dischi di cartoncino, decorati con soggetti natalizi e realizzati con tecniche diverse: ritaglio, collage, punteggio e pittura. I colori? Rosso bianco e verde per ricordare il 150^ anniversario dell'unità d'italia. Il 3 dicembre bambini, insegnanti,genitori, sindaco ed assessori tutti in piazza ad appendere le decorazioni. Una festa di grande partecipazione conclusa con pandoro e panettone. Buon Natale Camerano! Le insegnanti delle scuole dell'infanzia Natal 2011 di Rolando Mazzoni Miu car e amat banbinu G sù p rdon m s t daggh dal tù, cum vedi t scriv anch st ann p r ditt na cosa ch pèns da n ann. Scapann p r strada ho nutat, a part l luc e l stéll durat, che molt facc nùn ènn più surrident e la gent, d lusa, nùn spetta più nient. È ver è l impr ssion ch traspar chi manchi calcosa e a mé m par che più d giuì p r na nascita attesa, s p ruocup n dei soldi p r pudé fa la spesa. St ann pò è un ann sp cial anch s è vér ch è sempr Natal, ma l p rson, cred m, più che pr gà pens n al futur e cum campà : al lavor è calat e nt stu Paes malat è l int ress ch conta, più d un fiol ch è nat ; è l nt ress, è la famosa Mammona ch lì preocupa in prima p rsona. D ì fioli ass tati, oppur mai nati, d i fioli l bbrosi, oppur suldati, d i fioli orf ni,d pov ra gènt, Signor, scusam, ma n importa più niènt. L importa sultant l avrai nutat, l int ress che in banca è maturat, e se quest è a pòst, Tè facc cas, ritorn n ha p rgatt, suffiand al nas. P r fa véd ch piagn n, p rgand, Signor, p r l famiglij purett ch hann pers al lavor e insiem al Prèt, nùn cred l féss, t fann al p rsepij sa tré pupi d géss. Nùn pen s n miga che la natività st ann ha bisogn d sulidarietà, ha bisogn d un gèst d amor, ch nasca spuntaneo, ch abbia un valor, un gèst frater n, un gèst sincer, p rché questa è la fed, quest è al Vangel!... invec d piagn p r n int ress calat che al guvern st ann ì hann pur tassat. 15

16 Calendario delle iniziative Natalizie 20/12-31/12 Mostra pittorica Presepe d artista Inaugurazione ore Sala degustazione Palazzo comunale. Apertura 17,30-19,30 Organizzato dall Associazione Le Muse 20/12 Silent Christmas - Proiezioni video accompagnate da musiche dal vivo ore Sala degustazione Palazzo comunale. Organizzato dall Associazione Finestre Rosse 22/12 Concerto pianistico di Liuba Staricenko, serata benefica per raccolta fondi ore Chiesa San Francesco. Organizzato dall Associazione Arca onlus e dal Coro Città di Camerano 25/12 08/01 Presepe artistico in Piazza Roma 25/12 Castagnata di Natale: castagne e musica folk dal vivo ore Belvedere Fuori Porta Organizzato dall Associazione Finestre Rosse 26/12 Concerto di Natale ore Chiesa Immacolata Concezione Organizzato dal Coro Città di Camerano 26/12 Presepe vivente nella Città sotterranea ore Grotte di Camerano 26/12 Castagnata di Natale: castagne e musica folk dal vivo ore Belvedere Fuori Porta organizzato dall Associazione Finestre Rosse 31/12 San Silvestro al Palazzetto dalle ore Palazzetto dello Sport PRENOTAZIONI PRESSO L'UFFICIO IAT /01 Presepe vivente nella Città sotterranea ore Grotte di Camerano 04/01 Presentazione del documentario Casa Mancinforte e dei lavori del Conero Doc Campus 2011 ore Biblioteca comunale Baden Powell 05/01 BingoTrash ore Organizzato dall Associazione Finestre Rosse 07/01 Una serata all Opera ore Chiesa Immacolata Concezione Organizzato dall Associazione Finestre Rosse 08/01 Presepe vivente nella Città sotterranea ore Grotte di Camerano 14/01-22/01 Mostra pittorica Animali nell Arte Inaugurazione ore Sala degustazione Palazzo comunale. Apertura 17,30 19,30 Organizzato dall Associazione Le Muse 21/01 Incontro sul tema Giuseppe Pasquali Marinelli e la battaglia di Castelfidardo Ore 17,00 Biblioteca Comunale con l intervento di Massimo Morroni e Massimo Coltrinari 16

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

Concorso La scuola più riciclona

Concorso La scuola più riciclona Il futuro è nella nostra natura Concorso La scuola più riciclona Nell'ambito del Piano dell'offerta Formativa Territoriale (POFT) 2014/2015, il Comune di Bitonto indice il concorso La scuola più riciclona

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Tante volte mi è stato chiesto come si recita l Ufficio delle Ore (Lodi, Vespri, ecc.). Quindi credo di fare cosa gradita a tutti, nel pubblicare questa spiegazione

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli