Un operaio guadagna mediamente 23 mila euro lordi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un operaio guadagna mediamente 23 mila euro lordi"

Transcript

1 loro, i superpagati Da una parte i fortunati della casta che, nonostante gli ultimi tagli, continuano a incassare cifre imbarazzanti. Dall altra i lavoratori delle aziende che fanno funzionare l economia e che guadagnano meno dei colleghi di Francia e Germania (servizio a pagina 48). Radiografia di un mondo di privilegi ormai insostenibile. 44

2 copertina di Stefano Caviglia e Stefano Vespa Un operaio guadagna mediamente 23 mila euro lordi l anno, un impiegato 28 mila, un quadro 55 mila e un dirigente d azienda 112 mila euro. Guardando le retribuzioni medie pagate dalle imprese a chi tira avanti il Paese (servizio a pagina 48), molti stipendi pubblici, e quindi per definizione «di servizio», continuano ad apparire eccessivi. Un consigliere regionale incassa in un mese quanto un operaio guadagna in sei mesi. Un funzionario della Farnesina prende ogni anno il doppio di un direttore generale d azienda. Un elettricista della Camera a fine carriera più di un dirigente industriale. Il tetto massimo per i dipendenti pubblici è stato fissato a 302 mila euro l anno, stipendio del primo presidente della Cassazione (limite che già non vale per le società pubbliche quotate in borsa e quelle che emettono obbligazioni, esposte alla concorrenza). In tutti gli altri casi si deve tagliare ancor più di quanto non si è già fatto, a maggior ragione dopo gli ultimi dati dell Ue secondo i quali il deficit italiano è salito al 3 per cento e l anno prossimo sarà del 2,7 anziché del 2,5 come previsto. Negli ultimi due anni gli stipendi di politici, manager, dirigenti sono stati tagliati, ma resta in piedi un serio problema di equità sociale. I parlamentari Il taglio del 2012 (con una riduzione di circa il 10 per cento dell indennità, l obbligo di documentare il 50 per cento delle spese e il passaggio a un sistema pensionistico commisurato ai contributi versati) poteva essere ben più corposo. Oggi deputati e senatori percepiscono circa 5 mila euro netti al mese di indennità (meno 250 euro se continuano a svolgere il vecchio lavoro); di diaria (decurtata di 206 euro per ogni assenza alle votazioni elettroniche); euro circa di rimborso spese per trasporti e telefono; alla Camera e 4 mila al Senato di rimborsi spese generali, di cui metà a forfait e il resto da documentare. Vuol dire che, se anche non presentano ricevute e si fanno vedere in aula una volta ogni tanto, i parlamentari incassano circa 12 mila euro netti al mese. E al momento di tornare a casa hanno una liquidazione pari all 80 per cento lordo del compenso. Tutti i deputati costano 119 milioni l anno rispetto ai soli 51 milioni dei loro colleghi britannici, come risulta da uno studio di Roberto Perotti dell Università Bocconi per Lavoce.info. La spesa per le pensioni supera di cinque volte quella britannica e, sempre secondo Perotti, pensioni e vitalizi italiani aumenteranno quest anno di quasi 10 milioni. Commessi e militari Continuano a destare scandalo anche gli stipendi dei dipendenti della Camera: un elettricista entra con 30 mila euro e tocca i 136 mila a fine carriera, quando i consiglieri parlamentari superano i 350 mila. Riduzioni? Certo, del 20 per cento, ma solo per chi è assunto dopo il 1 febbraio scorso. Polemiche anche per i prepensionamenti alla Difesa: l esodo di migliaia di militari in seguito alla riforma del settore prevede per i cinquantenni l 85 per cento dello stipendio. Ma è possibile che in Parlamento la norma subirà modifiche euro lordi mensili Nelle regioni un consigliere oggi guadagna al massimo euro lordi mensili mentre il presidente di giunta e di consiglio arriva a Ma in Sicilia il presidente della regione guadagna 18 mila euro lordi più 4 mila netti e il consigliere regionale 18 mila euro lordi mensili. I consiglieri regionali Facciamo questa somma: = Se poi aggiungiamo altri 2.700, fanno Parliamo di euro lordi al mese. Dopo il decreto del governo Monti dell anno scorso, tutte le regioni hanno dovuto adeguare gli stipendi ai nuovi massimi: euro per i consiglieri senza altri incarichi (ma è difficile trovarne) e per i presidenti della giunta o del consiglio. All indennità base di euro si aggiunge quasi ovunque un rimborso spese di Se poi sei presidente di regione, solitamente sono altri euro. Quasi tutte si sono adeguate al massimo consentito, usufruendo di indennità aggiuntive anche in caso di presidenza 13 novembre 2013 Panorama 45

3 copertina o vicepresidenza di commissione. Qualche eccezione c è. La regione più virtuosa è l Emilia- Romagna, dove ai euro lordi di indennità mensile se ne aggiungono netti di rimborso spese. Dunque, a seconda che il consigliere abbia rinunciato o meno all assegno vitalizio, il mensile netto varia da a euro. A ruota segue l Umbria, dove il minimo del consigliere senza incarico è di euro lordi e i presidenti della giunta e del consiglio toccano i : in tutto, dai ai euro in meno. Sulla stessa linea anche il Friuli-Venezia Giulia, che ai euro lordi di indennità base aggiunge dai ai euro netti di rimborsi a seconda della zona di provenienza. Molise, Lombardia e Toscana si avvicinano al massimo, al vertice restano Campania, Puglia, Calabria, Basilicata, Veneto, Lazio, Marche, Liguria, Piemonte e Abruzzo, che pure aveva già tagliato del 10 per cento gli stipendi prima di Monti. Fra le regioni a statuto speciale, Sardegna e Trentino-Alto Adige ancora non si adeguano al tetto. In Sardegna il consigliere regionale percepisce, a seconda del rimborso calcolato in base alla distanza, da a euro netti mensili, mentre in Trentino i consiglieri neoeletti alle amministrative di fine ottobre percepiranno ogni mese euro lordi più netti per rimborso spese, come stabilito nel settembre Poi c è la solita eccezione negativa: la Sicilia. Con la scusa dell autonomia, è stata istituita addirittura la commissione alla spending review che ha deciso un taglio lineare del 20 per cento che non solo non è stato ancora approvato dall assemblea regionale, ma che comunque fisserà lo stipendio del deputato «semplice» a circa 14 mila euro lordi mensili, rispetto ai 18 mila attuali. Nel frattempo l Enel e la Telecom hanno avviato le procedure per staccare luce e telefono alla Regione Siciliana, morosa da parecchi mesi e debitrice di quasi 4 milioni per il 2012, con il presidente Rosario Crocetta che sollecita i dipartimenti interessati a pagare euro netti mensili è quanto guadagna un parlamentare Manager pubblici Pur avendo subito un ridimensionamento, neppure loro possono lamentarsi. L eccezione al tetto di 302 mila euro comporta che, oltre agli amministratori delegati dell Eni Paolo Scaroni (6,3 milioni lordi l anno), dell Enel Fulvio Conti (4 milioni lordi, anche euro lordi l anno Per i manager pubblici c è un tetto di 302 mila euro lordi l anno, ma con le eccezioni delle società quotate: dai 600 mila euro del presidente delle Poste ai 6,3 milioni dell amministratore delegato dell Eni euro lordi l anno lo stipendio del governatore della Banca d Italia. Mario Draghi, presidente della Bce, guadagna invece 350 mila euro. come direttore generale), della Terna Flavio Cattaneo (2,39 milioni) e della Finmeccanica Alessandro Pansa (700 mila più 800 mila di parte variabile), anche altri godono di questa deroga: Mauro Moretti delle Ferrovie (874 mila euro l anno), Massimo Sarmi delle Poste (che è anche direttore generale, totale: 1,5 milioni), il presidente delle Poste Giovanni Ialongo (600 mila, uno dei più pagati fra i pari grado) e l amministratore delegato della Cassa depositi e prestiti Giovanni Gorno Tempini (1,3 milioni). In teoria tutti i loro stipendi dovrebbero essere correlati con quelli dei rispettivi dipendenti, come richiesto da una direttiva del ministero dell Economia del giugno scorso. Ma non è stata ancora messa in atto alcuna iniziativa. Il «silenzio» di alcune aziende pubbliche La franchigia rispetto al tetto dei 302 mila euro vale anche per le controllate di tutte queste aziende, fra cui spiccano tre società finite nel perimetro della Cassa depositi e prestiti giusto in tempo per evitare il tetto: la Fintecna, la Simest e la Sace. Nessuna delle tre ha accettato di rispondere alle domande di Panorama sulle retribuzioni, con la parziale eccezione della Fintecna, che comunica solo la spesa totale per i sei consiglieri di amministrazione: 1,1 milioni l anno. Più trasparente è il Fondo strategico italiano (controllato anch esso dalla Cassa), il cui amministratore delegato, Maurizio Tamagnini, guadagna 660 mila euro lordi. 46 Panorama 13 novembre 2013

4 I pochi stipendi ridotti Fra i pochi cui è toccata la riduzione ci sono Domenico Casalino, amministratore delegato della Consip, Pietro Ciucci (Anas) e Domenico Arcuri (Invitalia), tutti e tre sottoposti al tetto. Il ribasso è consistente soprattutto per gli ultimi due, che viaggiavano entrambi oltre i 700 mila. L obbligo di stare entro il tetto vale anche per il direttore generale della Rai. Quello futuro. Luigi Gubitosi è stato ingaggiato prima che la norma fosse applicata e continua a godersi i suoi 650 mila. I grand commis Guadagna un po meno il vertice della Banca d Italia: nel 2013 il governatore Ignazio Visco e il suo direttore generale, Salvatore Rossi, porteranno a casa rispettivamente 495 mila e 450 mila euro lordi, frutto di una decurtazione del 10 per cento. Entrambi superano nettamente il compenso del presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, che percepisce 350 mila euro. Sul complesso della dirigenza di via Nazionale c è buio pesto: la Banca d Italia, a differenza della Bce, non fornisce alcuna informazione sulle varie fasce retributive. Stipendio bloccato dal 2008 per i dirigenti del ministero degli Esteri. Il segretario generale della Farnesina guadagna poco più di 300 mila euro lordi l anno e il suo capo di gabinetto 282 mila. Ben diversa la situazione degli ambasciatori in carica. Le cifre variano in base alle sedi, ma l indennità di servizio all estero (Ise) supera i 10 mila euro al mese. Londra e Parigi sono fra 15 e euro lordi l anno è quanto guadagna il segretario generale della Farnesina mila, Singapore oltre i 13 mila. Netti, visto che l indennità non è soggetta a tassazione. A cui si aggiungono i rimborsi per le spese di rappresentanza (sempre di diverse migliaia di euro) e la retribuzione vera e propria, ridotta rispetto a quando si è in patria. I diplomatici sottolineano che è solo quella a produrre versamenti previdenziali. Con uno svantaggio, percepito evidentemente come assai doloroso, ai fini della futura pensione. (hanno collaborato Antonella Aldrighetti, Anna Maria Angelone, Antonio Amorosi, Enzo Beretta, Francesco Bisozzi, Emiliano Farina, Maria Pirro, Accursio Sabella, Giorgio Sturlese Tosi) riproduzione riservata Lo stipendio dei giudici sbloccato dai giudici La crisi non soffia nei tribunali. Secondo l ultimo rapporto della Commissione europea per l efficienza della giustizia, nel 2010 il settore è costato a ogni cittadino italiano oltre 50 euro a testa, contro una media europea di 37 euro. In tempi di tagli più invocati che realizzati i magistrati non fanno eccezione. Ci sono operazioni di maquillage, come per esempio il taglio del 10 per cento imposto dal governo Monti nel 2012 ai membri del Consiglio di presidenza della giustizia tributaria, i quali continuano a riunirsi tre o quattro volte al mese e a percepire un compenso di euro lordi l anno, ovvero 3 mila euro netti al mese (cui si somma ovviamente la retribuzione originaria di ciascun membro). Nella giustizia gli stipendi partono dai euro netti al mese per gli ex uditori di prima nomina per arrivare ai euro al mese del primo presidente della Cassazione. È netto pure l importo di euro percepito ogni mese da un magistrato ordinario fresco di concorso. Una volta entrati in carriera, lo stipendio lievita per scatti automatici. Il tutto non è legato a una effettiva e imparziale valutazione della produttività e della qualità dell operato del magistrato. Sono i magistrati stessi che decidono per i magistrati. Salvo nei casi rari di gravi sanzioni disciplinari, il Csm promuove sempre i quasi 9 mila magistrati al maturare del livello minimo di anzianità. La regola ferrea è lo scorrere del tempo. Così alla prima valutazione di professionalità, dopo tre anni, la retribuzione passa a euro al mese. Se un giudice della Corte d appello parte da uno stipendio di euro al mese, sempre al netto, un magistrato di Cassazione dopo la prima valutazione di professionalità prende euro al mese, che con gli scatti diventano Se poi il giudice di Cassazione ottiene l idoneità alle funzioni direttive superiori, lo stipendio mensile si gonfia fino a euro. Vale la pena sapere che il blocco degli stipendi deciso dal governo Berlusconi nel 2010 è stato annullato, a distanza di due anni, dalla Consulta soltanto per gli impiegati pubblici «non contrattualizzati», ovvero per i magistrati. I quali lo scorso Natale si sono visti arrivare tredicesime aggiuntive fino a 15 mila euro a titolo di restituzione. (Annalisa Chirico) 13 novembre 2013 Panorama 47

5 copertina noi, i malpagati Il dipendente medio di un azienda italiana guadagna euro netti al mese. Meno di un francese, molto meno di un tedesco. In esclusiva, la mappa 2013 delle retribuzioni. di Guido Fontanelli Un piccolo segnale nella giusta direzione» riconosce Simonetta «Cavasin, che da anni naviga nel mondo degli stipendi. Ma mentre lo dice le scappa un sorriso amaro, perché il segnale, cioè la riduzione del cuneo fiscale previsto dalla legge di stabilità, «è davvero molto debole», tanto da incidere in media per appena una dozzina di euro al mese sulle già magre buste paga dei lavoratori. Cavasin è direttore generale della società di consulenza Od&m, controllata dalla Gi Group, che da 13 anni elabora le retribuzioni delle aziende italiane. Nei suoi computer sono archiviati gli stipendi di circa 500 mila lavoratori (di cui più della metà impiegati) per un totale di 2 milioni di dati. E ogni anno la Od&m spreme i suoi server per pubblicare un Rapporto sulle retribuzioni in Italia, ovvero una fotografia di quanto vengono pagati effettivamente i dipendenti delle aziende. Dirigenti % Quadri ,5% Impiegati ,8% Operai % Illustrazione di Stefano Carrara Qui sopra e nelle tabelle delle pagine seguenti, le retribuzioni totali annue lorde dei lavoratori italiani al 30 giugno 2013 secondo le rilevazioni della Od&m: in generale hanno comunque superato l inflazione (1 per cento). 48

6 Dirigenti QuaDri stipendi annui lordi nel settore industria Direttore generale Direttore acquisti Direttore amministrazione, finanza e controllo Direttore area tecnica Direttore commerciale Direttore di divisione Business unit manager Direttore di produzione Direttore di stabilimento Direttore marketing Direttore operations Direttore qualità Direttore risorse umane Direttore sistemi informativi Direttore supply chain Responsabile pianificazione strategica Brand manager Capo area Country manager unit manager Key account manager Responsabile acquisti Responsabile ambiente e sicurezza del personale vendite Responsabile area tecnica Responsabile business development Responsabile contabilità Responsabile controllo di gestione Responsabile di stabilimento Responsabile finanziario Responsabile legale Responsabile logistica Responsabile magazzino Responsabile manutenzione Responsabile marketing Responsabile organizzazione e sviluppo Responsabile pr e comunicazione Responsabile produzione Responsabile qualità Responsabile ricerca e sviluppo Responsabile servizi generali e security Responsabile sistemi informativi Responsabile vendite Account impiegati/operai Addetto di amministrazione Addetto di reparto Addetto help desk Addetto pianificazione della produzione Addetto servizio clienti Addetto ufficio stampa Analista di tempi e metodi Analista programmatore Assistente tecnico di reparto Buyer Capo reparto produzione Capo reparto tecnico Capo squadra manutenzione Designer Disegnatore tecnico Magazziniere Process engineer Product manager Product sales manager Progettista prodotto Project manager Receptionist Ricercatore di mercato Sales assistant Segretaria Sistemista Specialista ambiente e sicurezza Specialista amministrazione del personale Specialista business development Specialista controllo di gestione Specialista controllo qualità prodotti Specialista di contabilità Specialista di pianificazione strategica Specialista gestione del personale Specialista legale Specialista logistica Specialista marketing Specialista pianificazione di produzione Specialista recupero crediti Specialista sistemi informativi Tecnico commerciale Tecnico di manutenzione Tecnico sviluppo prodotto Venditore novembre 2013 Panorama 49

7 Dirigenti impiegati/operai quadri commercio e turismo Direttore generale Direttore amministrazione, finanza e controllo Direttore commerciale unit manager Direttore marketing Direttore risorse umane Direttore sistemi informativi Responsabile pianificazione strategica Brand manager Capo area Country manager unit manager Key account manager Responsabile acquisti Responsabile ambiente e sicurezza del personale vendite Responsabile contabilità Responsabile controllo di gestione Responsabile finanziario Responsabile legale Responsabile logistica Responsabile magazzino Responsabile manutenzione Responsabile marketing Responsabile organizzazione e sviluppo Responsabile pr e comunicazione Responsabile servizi generali e security Responsabile sistemi informativi Responsabile vendite Account Analista programmatore Buyer Capo squadra manutenzione Magazziniere Product manager Product sales manager Receptionist Specialista marketing Specialista recupero crediti Specialista sistemi informativi Tecnico commerciale Tecnico di manutenzione Venditore Dirigenti quadri impiegati/operai credito e assicurazioni Direttore generale Direttore amministrazione, finanza e controllo Direttore commerciale unit manager Direttore marketing Direttore risorse umane Direttore sistemi informativi Brand manager Country manager unit manager Responsabile acquisti Responsabile ambiente e sicurezza del personale vendite Responsabile business development Responsabile contabilità Responsabile controllo di gestione Responsabile finanziario Responsabile legale Responsabile marketing Responsabile organizzazione e sviluppo Responsabile pr e comunicazione Responsabile servizi generali e security Responsabile sistemi informativi Responsabile vendite Account Addetto di amministrazione Addetto help desk Addetto servizio clienti Analista programmatore Buyer Product manager Receptionist Segretaria Sistemista Specialista amministrazione del personale Specialista controllo di gestione Specialista di comunicazione esterna Specialista di contabilità Specialista di pianificazione strategica Specialista recupero crediti Specialista sistemi informativi Tecnico commerciale Venditore Panorama 13 novembre 2013

8 ImpIegatI/OperaI quadri DIrIgentI società di servizi Direttore generale Direttore amministrazione, finanza e controllo Direttore commerciale unit manager Direttore marketing Direttore risorse umane Direttore sistemi informativi Direttore supply chain Responsabile pianificazione strategica Brand manager Capo area Country manager unit manager Key account manager Responsabile acquisti Responsabile ambiente e sicurezza del personale vendite Responsabile business development Responsabile contabilità Responsabile finanziario Responsabile legale Responsabile magazzino Responsabile marketing Responsabile organizzazione e sviluppo Responsabile pr e comunicazione Responsabile sistemi informativi Responsabile vendite Addetto servizio clienti Addetto ufficio stampa Analista programmatore Buyer Capo squadra manutenzione Magazziniere Product manager Product sales manager Segretaria Sistemista Specialista amministrazione del personale Specialista business development Specialista di comunicazione esterna Specialista di contabilità Specialista gestione del personale Venditore copertina E c è apparentemente una buona sorpresa, accanto a tristi conferme, nel rapporto 2013 che Panorama anticipa in esclusiva: quest anno gli stipendi di dirigenti, quadri, impiegati e operai hanno tutti battuto l inflazione, aumentando così il potere di acquisto dei lavoratori. In particolare, per il dipendente medio, il classico impiegato, la paga è salita dell 1,8 per cento (contro un inflazione all 1 per cento) e si è assestata a euro annui lordi, pari a un netto mensile di circa euro. Gli operai invece hanno visto la loro retribuzione media crescere del 3,4 per cento a euro lordi annui. Era da almeno 5 anni che gli stipendi non subivano un accelerazione così forte. Ma la causa non è del tutto tranquillizzante: «Le aziende stanno ridimensionando gli organici» spiega Cavasin «e tendono a migliorare la retribuzione di chi resta, al quale viene chiesto di fare di più. Inoltre le imprese potenziano la parte variabile delle retribuzioni e saranno molto selettive nel concedere gli aumenti, premiando solo chi dà più valore aggiunto». Se qualche luce illumina il rapporto, resta il fatto che le retribuzioni lorde nelle imprese italiane sono bassine, come risulta evidente dalle tabelle in queste pagine. Per esempio, il direttore generale di una azienda di servizi in media guadagna 135 mila euro lordi, poco più di un consigliere regionale (133 mila). E poi si aggiunge il famigerato cuneo fiscale che rende alto il costo del lavoro e sottili le buste paga nette: un impiegato italiano prende euro netti all anno, mentre un suo collega francese ne guadagna e uno tedesco addirittura 27 mila. Per vedere salire il proprio stipendio, occorre lavorare nelle grandi imprese del Nord e nelle aree commerciale, finanziaria, della qualità e delle nuove tecnologie. «Per il prossimo futuro mi aspetto che gli stipendi crescano intorno al 3 per cento all anno» prevede Cavasin. Ma solo per quanti riescono a mantenere il posto di lavoro. n Scopri se sei pagato il giusto Volete scoprire se siete pagati il giusto? Un modo c è: basta collegarsi alla pagina internet e cliccare sul bottone che dà l accesso ai 2 milioni di dati contenuti nei computer della società di consulenza Od&m. Fornendo le informazioni sul proprio inquadramento in azienda, il sistema fornisce la retribuzione media che viene effettivamente pagata nelle imprese italiane e così si può verificare se il proprio datore di lavoro è tirchio o generoso. Un servizio che di solito è a pagamento, ma grazie a un accordo con la Od&m viene offerto gratuitamente ai lettori di Panorama per tre settimane. 13 novembre 2013 Panorama 51

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 AMMORTIZZATORI SOCIALI : LUCE E OMBRE PENALIZZATI LAVORATORI E LAVORATRICI STAGIONALI CON UN REDDITO NETTO MENSILE DI

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

CI INTERESSA visione, strategia, politiche

CI INTERESSA visione, strategia, politiche CI INTERESSA visione, strategia, politiche 45 Convegno Santa Margherita Ligure Grand Hotel Miramare 5 6 giugno 2015 La politica e le politiche sono cose molto diverse. La prima troppo spesso sembra attenta

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Fonti: Eurostat - Regional statistic; Istat - Politiche di Sviluppo e

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere).

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere). Breve percorso sulla Magistratura La Magistratura La funzione giurisdizionale è la funzione dello stato diretta all applicazione delle norme giuridiche per la risoluzione delle controverse tra cittadini

Dettagli

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Prot. 26329/2015 Selezione pubblica per l assunzione a tempo indeterminato di 892 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39 Qualità dei servizi internet da postazione fissa - Delibere n. 131/06/CSP, 244/08/CSP e 400/10/CONS Anno riferimento: 2014 Periodo rilevazione dei dati: 2 SEM. X Per. Denominazione incatore Tempo attivazione

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

VI Rapporto su enti locali e terzo settore

VI Rapporto su enti locali e terzo settore COORDINAMENTO Michele Mangano VI Rapporto su enti locali e terzo settore A cura di Francesco Montemurro, con la collaborazione di Giulio Mancini IRES Lucia Morosini Roma, marzo 2013 2 Indice 1. PREMESSA...

Dettagli

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento al 31 dicembre 2013 Marzo 2014 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento

Dettagli

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014 Lo spettacolo dal vivo in Sardegna Rapporto di ricerca 2014 2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Redazione a cura della Presidenza Direzione generale della Programmazione unitaria e della Statistica regionale

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

Informativa prot. n.23715 DELL'11.06.2012 - CL. 16.01.04/ F.1.16

Informativa prot. n.23715 DELL'11.06.2012 - CL. 16.01.04/ F.1.16 Informativa prot. n.23715 DELL'11.06.2012 - CL. 16.01.04/ F.1.16 D ordine del Direttore generale dr. Mario Guarany, si comunica che ai sensi dell articolo 30 del decreto legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito,

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI 23 luglio 2014 Anno 2013 ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI Vengono diffusi oggi i risultati della prima rilevazione sul lavoro volontario, frutto della convenzione stipulata tra Istat, CSVnet (rete

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto Guida al Reclamo Indice Premessa 1 La fase del reclamo 3 Il ricorso all Arbitro Bancario Finanziario (ABF) 3 L Associazione Conciliatore BancarioFinanziario 7 L Ombudsman - Giurì bancario 7 La Mediazione

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

Unione Province Italiane. Una proposta per il riassetto delle Province

Unione Province Italiane. Una proposta per il riassetto delle Province Unione Province Italiane Una proposta per il riassetto delle Province Assemblea Unione Province Italiane Roma - 06 dicembre 2011 A cura di: Prof. Lanfranco Senn Dott. Roberto Zucchetti Obiettivi dello

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

Imprese, Progettisti e Rivenditori. I servizi Isover

Imprese, Progettisti e Rivenditori. I servizi Isover Imprese, Progettisti e Rivenditori I servizi Isover 70 persone sul territorio per rispondere ad ogni esigenza specifica dei Clienti I servizi Isover per Imprese, Progettisti e Rivenditori Questa brochure

Dettagli

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica Richiamoallearmi Fonti normative Conservazione del posto Periodo di prova Indennità economica Il richiamo alle armi era regolato, per i dipendenti dallo Stato, dalla legge 3.5.1955, n. 370, recante norme

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Imprese, Progettisti e Rivenditori. I servizi Isover

Imprese, Progettisti e Rivenditori. I servizi Isover Imprese, Progettisti e Rivenditori I servizi Isover 70 persone sul territorio per rispondere ad ogni esigenza specifica dei Clienti I servizi Isover per Imprese, Progettisti e Rivenditori Questa brochure

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA 1 Unioncamere Basilicata RAPPORTO ANNUALE 2002 DELL OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA Il ruolo del turismo nell economia

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

GUIDA ALLE PENSIONI Per le lavoratrici agricole e del settore agroalimentare

GUIDA ALLE PENSIONI Per le lavoratrici agricole e del settore agroalimentare GUIDA ALLE PENSIONI Per le lavoratrici agricole e del settore agroalimentare Cara lavoratrice, negli ultimi due anni il sistema pensionistico italiano ha subìto pesanti interventi che hanno modificato,

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0 DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA MODELLO PA04 EDIZIONE AGGIORNATA AL TRIENNIO 2010 2012 SEMPLIFICATO PER LE SCUOLE EDIZIONE Novembre 2010 1.0 1 COMPILAZIONE MOD. PA04 SEMPLIFICATO INDICAZIONI

Dettagli

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI FORUM PA 2014 Roma, 27 maggio 2014 CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI PERCHÉ UNA P.A. DI TUTTI HA BISOGNO DI TUTTI 1 - TRASPARENZA 2.0 Per render conto ai cittadini Garantire l'accessibilità totale Siamo

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro 2.05 Contributi Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Per principio, qualsiasi attività derivante da un'attività dipendente viene considerata come salario

Dettagli