Sistemi informativi e Governo Integrato del territorio. DB topografico multiscala Arch. Chiara Dell Orto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sistemi informativi e Governo Integrato del territorio. DB topografico multiscala Arch. Chiara Dell Orto"

Transcript

1 Sistemi informativi e Governo Integrato del territorio DB topografico multiscala a Arch. Chiara Dell Orto

2 Sistema Informativo Territoriale Definizione del S.i.t Il Db topografico multiscala Procedure di generalizzazione Problematiche legate all aggiornamento Esempi di utilizzo di un database Pubblicazione di un database via Web

3 Cos è un S.I.T. (Sistema Informativo Territoriale) Un Sistema Informativo Territoriale non è solo un sistema cartografico Un Sistema Informativo Territoriale integra informazioni grafiche con informazioni testuali Legate alla geometria o alla dislocazione - carta tecnica - mappe catastali - mappe di rischio Non legate alla geometria o alla dislocazione - N.T.A. piano urbanistico - stradario - anagrafe - utenze

4 Potenzialità di un S.I.T. Mappe Testi Catasto Certificato di destinazione urbanistica Piano urbanistico

5 Potenzialità di un S.I.T. carta tecnica Mappe Mappe carta tematica tema

6 Potenzialità di un S.I.T. Mappe +Archivi alfanum.=>testi Residenti in una zona Anagrafe

7 Situazione cartografica attuale Si rileva a differente scala nominale lo stesso territorio perché vi sono obiettivi differenti Purtroppo si sperperano enormi risorse - scala 1:1.000 o 1:2.000 per i Comuni - scala 1:1.000 per il Catasto - scala 1:5.000 per le Comunità Montane (extra urbano) e le Province - scala 1: per le Regioni - scala 1: e inferiori per l IGM

8 Scala cartografica, scala nominale e multiscala Rappresentazione completa significa rilevare ciò che ha dimensione maggiore di 0.4 mm alla scala della carta: si parla di scala della cartografia Con le cartografie numeriche si fa invece riferimento alla scala nominale: cioè la scala a cui è corretto plottare la cartografia per ricadere nelle valutazioni precedenti Nei SIT il concetto di scala assume valenze differenti oltre al consueto legame con le dimensioni dell oggetto rilevato, diventano importanti le caratteristiche proprie della tipologia dell oggetto

9 In un Database multiscala: ogni singolo elemento può essere inserito come informazione necessaria, anche al di là dei suoi contenuti metrici il contenuto metrico può assumere una valenza significativa anche solo in rapporto alla posizione degli altri oggetti con cui interagisce (reti tecnologiche) Nasce il concetto di DB topografico multiscala una cartografia numerica con gli elementi topologici e gli attributi necessari al supporto del SIT

10 Premesse - Per la realizzazione di un DB topografico è necessario evitare che lo stesso territorio venga rilevato a scale differenti - La cartografia moderna non può essere pensata come una operazione di rilevamento da ripetere periodicamente ex-novo. Considerate le richieste, è necessario pensarla come una operazione una tantum da aggiornare periodicamente - Il multiscala è gestibile solo attraverso un SIT - La cartografia è solo uno dei componenti essenziali alla creazione del database topografico

11 Problemi con cartografie a scala diversa Grossi problemi di congruenza geometrica si riscontrano nella sovrapposizione di cartografie nate a scale diverse PRG redatto su Carta Tecnica al Catasto al notevole discrepanza in corrispondenza della strada

12 Obiettivi e contenuti del DB multiscala In un Database multiscala nella stesura di un nuovo PRG le aree delimitate al hanno gli stessi confini di quelle al a livello Comunale Ove Ora non prima nascono esistevano più problemi di congruenza geometrica tra cartografie a scale diverse

13 Obiettivi e contenuti del DB multiscala Non più lo stesso territorio, rilevato con obiettivi differenti, a differenti scale nominali Ma un unico database che sfrutti il rilievo esistente a maggior precisione L impostazione corretta è di rilevare il territorio: a grande scala (1:1.000) in zone ad alta urbanizzazione a media scala (1:5.000) in zone a bassa urbanizzazione a scala più piccola (1:10.000) in zone non urbanizzate

14 Il database multiscala 1: : :1.000 ortofoto Introduzione ai S.I.T. a

15 Presupposti per il database multiscala Specifiche tecniche compatibili alle diverse scale: il problema è quello di garantire una corretta interazione del dato associato Regole di generalizzazione: il comportamento dei vari oggetti in concomitanza di un processo di generalizzazione così come il rapporto tra i vari elementi diventano le questioni prioritarie che il catalogo degli oggetti deve definire e normare per le diverse scale previste C 1000 C5000 C10000 C25000

16 La struttura dei dati DB topografico 1: : : Formato Shape di ESRI Geometria puntuale Geometria lineare Geometria areale Classe oggetti: 00 informazioni geodetiche 01 viabilità, trasporti 02 - immobili 03 gestione indirizzi 04 - idrografia 05 - orografia 06 - vegetazione 07 reti tecnologiche 08 località significative 09 ambiti amministativi 10 aree di pertinenza

17 Presupposti per il DB multiscala Fondamentale è il processo di generalizzazione che è necessariamente un processo unidirezionale e deve partire dalla scala più dettagliata Le regole di generalizzazione stabiliscono la trasformazione da applicare agli oggetti per passare a scala minore Accorpamento Cambiamento di geometria Eliminazione Alcuni oggetti rilevati al non sono presenti alle scale minori

18 Finalità degli output cartografici Osservare un database topografico è diverso rispetto all osservare una tradizionale cartografia numerica. Ancor maggiore è la differenza rispetto all osservazione di una carta al tratto. Infatti: il contenuto informativo che può essere associato ad un elemento di un database non è comparabile con quanto noi normalmente richiediamo sia rappresentato su di una cartografia. Tutte le informazioni presenti possono essere ricavate interrogando il database andando a leggere la tabella degli attributi

19 La rappresentazione: dalla cartografia al tratto al DB topografico multiscala Le caratteristiche in materia di rappresentazione di un DB topografico realizzato in formato GIS sono notevolmente diverse da quelle al tratto e da quelle in formato CAD Cartografia numerica GIS Cartografia al tratto Cartografia numerica CAD supporto digitale/cartaceo restituzione su supporto indeformabile riproduzione tramite plotter riproduzione supporto digitale/cartaceo tramite eliocopia grafia con retini, linee, punti graficismi riproduzione realizzati tramite con plotter e utilizzo del colore pennini in grafia bianco con e nero penne di diverso primitive geometriche specifiche per ogni rappresentazione spessore oggetto (layers) statica autoconsistente del territorio con graficismi unica legenda molto più minimali collegamento di ogni oggetto al Database entità grande geometriche qualità Topografico e bellezza non tramite specifiche della attributi rappresentazione per ogni oggettocartografica multirappresentazione ma difficoltà di gestione grafica dei software

20 Visualizzazione e rappresentazione del DB topografico La rappresentazione grafica dei dati geografici è comunque un esigenza insostituibile. Particolare attenzione va posta nella definizione di metodi e cromie di rappresentazione del nuovo dato cartografico I software di gestione GIS: presentano limiti grafici assegnano agli shapefile caricati cromie casuali Esempi: - strade color granata - tetti color fucsia

21 Visualizzazione e rappresentazione del DB topografico dell Alto Adige Progetti realizzati in scala 1:1.000 prog1 prog2 prog3.apr

22 Visualizzazione e rappresentazione del DB topografico dell Alto Adige Progetti realizzati in scala 1:5.000 pro1 probn.apr.apr propuc.apr progetto ideato per poter sovrapporre e gestire i Piani Urbanistici Comunali (P.U.C.) la carta rigorosamente a scala di grigi risulta molto scarna per poter dar spazio agli obiettivi rappresentativi del P.U.C. Utilizzo dell extension BlpView3 per la gestione dei P.U.C. Stampa da *.pdf per ottenere un leggero effetto di trasparenza Introduzione ai S.I.T. a

23 MULTISCALA E MULTI-RAPPRESENTAZIONE IL Sistema Informativo Territoriale necessita: Aggiornamento costante e continuo Di personale predisposto a ricevere, organizzare e collegare le informazioni del DB topografico ufficio SIT Collaborazione coordinata tra i diversi Enti e/o professionisti coinvolti per regolare i flussi di informazioni geografiche in modo continuo e produttivo

24

25 Web_Gis e le amministrazioni pubbliche Il Web come strumento per la condivisione e diffusione dell informazione permette: di avvicinare lo Stato ai cittadini di migliorare l efficienza l e la rapidità delle decisioni di supportare il monitoraggio di politiche e strategie ambientali-territoriali territoriali di innescare un atteggiamento di conoscenza del territorio e della qualità dei dati

26 Web_Gis e le amministrazioni pubbliche

27 Consultazione via Web

28 La diffusione del dato geografico: il WebGIS dell Alto della Provincia Adige di Bolzano In un S.I.T. esistono sostanzialmente due classi di utenti: - Utenti che devono produrre o gestire il dato Strumenti potenti Intranet - Utenti che consultano il dato Strumenti semplici Internet GeoBrowser Sono disponibili: UrbanBrowser il servizio WebGIS della Provincia di Bolzano EcoBrowser il servizio WebGIS del Consorzio dei Comuni LandBrowser il servizio WebGIS del Comune di Merano I S.I.T. dell Alto Adige a

29 L atlante online dell Alto Adige I S.I.T. dell Alto GeoBrowser Adige 3.0 aa

30 50 Piani Urbanistici online I S.I.T.UrbanBrowser dell Alto Adige3.0 a

31 Supporto alla V.I.A. I S.I.T. dell Alto EcoBrowser Adige1.0_a

32 L ambiente sotto tutela I S.I.T. dell Alto LandBrowser Adige1.0 a

33 Conclusioni MULTISCALA E MULTI-RAPPRESENTAZIONE IL Sistema Informativo Territoriale permette: Raccolta di informazioni completa ed esaustiva Organizzazione intelligente e ordinata dei dati in un Database opportunamente strutturato Impiego di strumenti operativi in grado di tradurre, gestire e distribuire al meglio le informazioni presenti nel Database Rappresentazioni multiscala dello stesso territorio con un livello di informazioni correlato alla scala scelta Realizzazione di carte tematiche che permettono lo studio di determinati fenomeni Predisposizione di appositi layout di visualizzazione a secondo del fenomeno indagato Diffusione e pubblicazione dei dati tramite web (web-gis)

34 I S.I.T a

Relatore: Prof. Pier Luigi PAOLILLO. Co-relatore: Prof. Franco GUZZETTI

Relatore: Prof. Pier Luigi PAOLILLO. Co-relatore: Prof. Franco GUZZETTI L integrazione del Database Topografico di Regione Lombardia con i dati provenienti dagli archivi catastali: la determinazione delle aree di pertinenza Relatore: Prof. Pier Luigi PAOLILLO Co-relatore:

Dettagli

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Il progetto si pone l obiettivo di rilanciare la manutenzione diffusa del territorio montano attraverso l analisi delle basi informatiche

Dettagli

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 8. Cartografia digitale

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 8. Cartografia digitale Università degli studi di Firenze Facoltà di Lettere e Filosofia TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA a.a. 2010-2011 8. Cartografia digitale Camillo Berti camillo.berti@gmail.com Argomenti Aspetti generali Organizzazione

Dettagli

Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano.

Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano. Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano. Giovanni Di Trapani(*), Franco Guzzetti (**) e Paolo Viskanic (***) *) Comunità Montana Valtellina di Tirano, Via Maurizio Quadrio 11, I-23037

Dettagli

CAPITOLO 6 IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DELL AUTORITÀ DI BACINO DELLA BASILICATA

CAPITOLO 6 IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DELL AUTORITÀ DI BACINO DELLA BASILICATA CAPITOLO 6 IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DELL AUTORITÀ DI BACINO DELLA BASILICATA 189 IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DELL AUTORITÀ DI BACINO DELLA BASILICATA 6.1 Premessa Il Sistema Informativo

Dettagli

Sistema Informativo Geografico:

Sistema Informativo Geografico: Sistemi Informativi Geografici Sistema Informativo Geografico: È un sistema informativo che tratta informazioni spaziali georeferenziate, ne consente la gestione e l'analisi. Informazioni spaziali: dati

Dettagli

Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT

Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT Sistema Informativo Territoriale Regionale (SITR-IDT) Creatore Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT Servizio SITR Data 05/03/12 Soggetto

Dettagli

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il Sistema Informativo Territoriale (SIT) del Comune di Castelfiorentino è il punto d'accesso per i servizi e alle informazioni

Dettagli

Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave

Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave 1 ACCESSIBILITA AL SISTEMA 3 2 VISUALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DEI LIVELLI CARTOGRAFICI 4 2.1 Visualizzazione del singolo livello cartografico 4 2.2 Accensione/spegnimento

Dettagli

GOLSIT SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE

GOLSIT SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GOLSIT SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GOLSIT è un software ideato per collegare la cartografia comunale in modo dinamico a qualsiasi dato gestito dai vari uffici; risulta perfettamente integrato con

Dettagli

Paolo Dilda Dipartimento di Architettura e Pianificazione Laboratorio Analisi Dati e Cartografia

Paolo Dilda Dipartimento di Architettura e Pianificazione Laboratorio Analisi Dati e Cartografia Informazioni geografiche per il governo del territorio. L uso di software open source per la gestione della cartografia comunale: l esperienza dei comuni della Provincia di Lecco Dipartimento di Architettura

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO PER IL RILIEVO DELLE CARATTERISTICHE GEOMETRICHE, DELL ARREDO STRADALE E DELLO STATO DI AMMALORAMENTO DELLA VIABILITA COMUNALE.

SISTEMA INTEGRATO PER IL RILIEVO DELLE CARATTERISTICHE GEOMETRICHE, DELL ARREDO STRADALE E DELLO STATO DI AMMALORAMENTO DELLA VIABILITA COMUNALE. SISTEMA INTEGRATO PER IL RILIEVO DELLE CARATTERISTICHE GEOMETRICHE, DELL ARREDO STRADALE E DELLO STATO DI AMMALORAMENTO DELLA VIABILITA COMUNALE. 5 febbraio 2010 1 Esigenze del cliente Per la gestione

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE EDILIZIA TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER I

Dettagli

Fornitura di data base topografici dei centri urbani e aree abitate della Sardegna, alla scala 1:2.000 e 1:1.000

Fornitura di data base topografici dei centri urbani e aree abitate della Sardegna, alla scala 1:2.000 e 1:1.000 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA DIREZIONE GENERALE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TERRITORIALE E DELLA VIGILANZA EDILIZIA SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

INVITO. MODENA, 5 Febbraio 2010, Teatro Fondazione Collegio San Carlo. esempi di burocrazia positiva tra cooperazione e tecnologia

INVITO. MODENA, 5 Febbraio 2010, Teatro Fondazione Collegio San Carlo. esempi di burocrazia positiva tra cooperazione e tecnologia esempi di burocrazia positiva tra cooperazione e tecnologia Sistemi tecnologici e cooperazione interistituzionale per il governo del territorio MODENA, 5 Febbraio 2010, Teatro Fondazione Collegio San Carlo

Dettagli

FORMAZIONE DEL PERSONALE DEL COMUNE DI MERANO NELL AMBITO DEI SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI

FORMAZIONE DEL PERSONALE DEL COMUNE DI MERANO NELL AMBITO DEI SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI FORMAZIONE DEL PERSONALE DEL COMUNE DI MERANO NELL AMBITO DEI SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI Nicola DE BERTOLDI(*), Franco GUZZETTI (**),Annalisa PELONE(***), Paolo VISKANIC (***) (*) Comune di Merano

Dettagli

Politecnico di Milano, Diap, Laboratorio Analisi Dati e Cartografia

Politecnico di Milano, Diap, Laboratorio Analisi Dati e Cartografia Politecnico di Milano, Diap, Informazioni geografiche per il governo del territorio. L uso di software open source per la gestione della cartografia comunale: l esperienza dei comuni della Provincia di

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PRESENTA: SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Con il patrocinio di PROGRAMMA DEL CORSO (50 ORE) LEZIONE 1 Sabato 19 novembre 2011 Ore 8:30-10:30 - presentazione del corso - Introduzione

Dettagli

GIS Turistico della Valdaso Venerdì 23 gennaio 2015 - Ortezzano - Sala Savini

GIS Turistico della Valdaso Venerdì 23 gennaio 2015 - Ortezzano - Sala Savini GIS Turistico della Valdaso Venerdì 23 gennaio 2015 - Ortezzano - Sala Savini Ing. Roberto Capancioni GEOSERVICE srl PORTALE TERRITORIALE TURISTICO PER LA PROMOZIONE DEL PATRIMONIO: storico-culturale enogastronomico

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PRESENTA: SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE II EDIZIONE ANNO 2012 Con il patrocinio di Presso la sala conferenze Hotel Dragonara, Via Pietro Nenni 280, 66020 San Giovanni Teatino

Dettagli

inquadrare ing. elena grossi

inquadrare ing. elena grossi ing. elena grossi Assessorato Programmazione territoriale, urbanistica, reti di infrastrutture materiali e immateriali, mobilità, logistica e trasporti, D. G. Reti infrastrutturali, logistica e sistemi

Dettagli

COMUNE DI POTENZA (PZ) U.D. EDILIZIA E PIANIFICAZIONE

COMUNE DI POTENZA (PZ) U.D. EDILIZIA E PIANIFICAZIONE COMUNE DI POTENZA (PZ) U.D. EDILIZIA E PIANIFICAZIONE L INFORMATIZZAZIONE DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI IL MODELLO DI GESTIONE DEL TERRITORIO E LA DEMATERIALIZZAZIONE DEGLI ATTI PUBBLICI ATTRAVERSO LA

Dettagli

Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT)

Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT) Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT) Versione 8.0 Marzo 2014 CRONOLOGIA DELLE RELEASE: Numero Data di release emissione

Dettagli

Gli standard regionali per l aggiornamento dei DBT e il collaudo delle attività di rilevo sul territorio

Gli standard regionali per l aggiornamento dei DBT e il collaudo delle attività di rilevo sul territorio I vantaggi del Data Base Topografico (DBT) per migliorare i rapporti tra cittadini, imprese, professionisti ed enti locali: Il Progetto Pilota nel Comune di Castelvisconti Gli standard regionali per l

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER L'USO DEL DATABASE TOPOGRAFICO DI REGIONE LOMBARDIA ATTRAVERSO IL GIS OPEN SOURCE gvsig

MANUALE OPERATIVO PER L'USO DEL DATABASE TOPOGRAFICO DI REGIONE LOMBARDIA ATTRAVERSO IL GIS OPEN SOURCE gvsig Politecnico di Milano Dipartimento di Architettura e Pianificazione Laboratorio Analisi Dati e Cartografia Dipartimento BEST Building Environment Science & Technology MANUALE OPERATIVO PER L'USO DEL DATABASE

Dettagli

Database Topografico e Catasto: Integrazione Cartografica delle Banche Dati Territoriali. Franco Guzzetti, Alice Pasquinelli Politecnico di Milano

Database Topografico e Catasto: Integrazione Cartografica delle Banche Dati Territoriali. Franco Guzzetti, Alice Pasquinelli Politecnico di Milano Database Topografico e Catasto: Integrazione Cartografica delle Banche Dati Territoriali Franco Guzzetti, Alice Pasquinelli Politecnico di Milano Abstract La Lr 12/2005 di Regione Lombardia istituisce

Dettagli

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE SIT Comunali e Open Source IL CASO CONCRETO DEL COMUNE DI SOLARO

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE SIT Comunali e Open Source IL CASO CONCRETO DEL COMUNE DI SOLARO mercoledì 8 ottobre 2014 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler a cura di Angelo Armentano L integrazione dei dati nella LR 12/2005 d Informatizzazione degli strumenti urbanistici, e delle procedure ad

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ADEGUAMENTO DEI PIANI URBANISTICI COMUNALI AL PPR E AL PAI

LINEE GUIDA PER L ADEGUAMENTO DEI PIANI URBANISTICI COMUNALI AL PPR E AL PAI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA DIREZIONE GENERALE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TERRITORIALE E DELLA VIGILANZA EDILIZIA UFFICIO DEL PIANO MINISTERO

Dettagli

Seminario sull'informazione geografica

Seminario sull'informazione geografica DIREZIONE GENERALE PIANIFICAZIONE URBANISTICA TERRITORIALE E VIGILANZA EDILIZIA SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE Programma della giornata SESSIONE I: SardegnaGeoportale e SardegnaTerritorio

Dettagli

integrazione, modifica

integrazione, modifica ODS è un applicazione software per il caricamento e la gestione della Banca dati a supporto della gestione delle Opere di difesa del suolo. Il software permette di accedere ai dati anagrafici delle Opere

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO STUDIO DI FATTIBILITA

SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO STUDIO DI FATTIBILITA COMUNE DI VENEZIA Ministero delle Infrastrutture DIREZIONE SVILUPPO DEL TERRITORIO ED EDILIZIA SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE ED

Dettagli

Elementi di cartografia: La lettura del territorio. Robbio, 9 Febbraio 2013 Tiziano Cattaneo Legambiente Lombardia

Elementi di cartografia: La lettura del territorio. Robbio, 9 Febbraio 2013 Tiziano Cattaneo Legambiente Lombardia Elementi di cartografia: La lettura del territorio Robbio, 9 Febbraio 2013 Tiziano Cattaneo Legambiente Lombardia Cenni storici Tavoletta di Nippur, 1500 A.C. Cenni storici Carta di Anassimandro, 550 A.C.

Dettagli

Cartografia digitale

Cartografia digitale Cartografia digitale Cartografia digitale Paolo Zatelli Departimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 30 Cartografia digitale Outline

Dettagli

P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L

P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L L O D E L T E R R I T O R I O I N D I C E 5 S O

Dettagli

Presentazione progetto S.I.T. del Comune di Varese. Autore: Geom. Michele Giudici Responsabile Ufficio S.I.T.

Presentazione progetto S.I.T. del Comune di Varese. Autore: Geom. Michele Giudici Responsabile Ufficio S.I.T. Presentazione progetto S.I.T. del Comune di Varese Autore: Geom. Michele Giudici Responsabile Ufficio S.I.T. 1 Nel corso del 2008, l Ufficio S.I.T. ha presentato un progetto per la realizzazione del Sistema

Dettagli

SERVIZI INFORMATIVI INTEGRATI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO (PR5SIT) DELLA REGIONE CALABRIA

SERVIZI INFORMATIVI INTEGRATI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO (PR5SIT) DELLA REGIONE CALABRIA SERVIZI INFORMATIVI INTEGRATI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO (PR5SIT) DELLA REGIONE CALABRIA Tonino CARACCIOLO (*), Vincenzo MARRA (*), Domenico MODAFFARI (*), Francesco NAPOLETANO (**), Alfredo PELLICANO

Dettagli

La qualità, l'integrazione. pura rappresentazione. del dato cartografico: carta numerica, ortofoto e mappa catastale del Comune di Merano FRANCO

La qualità, l'integrazione. pura rappresentazione. del dato cartografico: carta numerica, ortofoto e mappa catastale del Comune di Merano FRANCO La qualità, l'integrazione e la rappresentazione del dato cartografico: carta numerica, ortofoto e mappa catastale del Comune di Merano FRANCO GUZZETTI ALBERTO MIGLIORINI Introduzione La realizzazione

Dettagli

Il GIS per il monitoraggio del territorio... (Mattia Michelacci)

Il GIS per il monitoraggio del territorio... (Mattia Michelacci) Il GIS per il monitoraggio del territorio................. (Mattia Michelacci) PROGETTAZIONE DEL GIS L obiettivo di questo progetto è quello di realizzare un archivio digitale condivisibile e incrementabile

Dettagli

Realizzazione Sistemi Informativi Territoriali

Realizzazione Sistemi Informativi Territoriali La nostra società si avvale di professionisti e collaboratori con pluriennale esperienza e competenze diversificate nel campo della cartografia territoriale e della gestione ambien_ tale. La passione per

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI UFFICIO DEL PIANO EX ART. 12 L.R. 9/86 NODO PROVINCIALE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE PRESENTAZIONE BANCADATI CARTOGRAFICA E TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI

Dettagli

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio A.A. 2012-2013 Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Architettura e funzionalità di una piattaforma GIS. Parte seconda:

Dettagli

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio A.A. 2012-2013 Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Introduzione ai GIS Le attività dell uomo...... hanno sempre un

Dettagli

Geoemdia. Indice dei Concetti di Base. Claudio Rocchini rockini@tele2.it 2007-2008. Istituto Geografico Militare

Geoemdia. Indice dei Concetti di Base. Claudio Rocchini rockini@tele2.it 2007-2008. Istituto Geografico Militare dei Concetti di Base rockini@tele2.it Istituto Geografico Militare 2007-2008 Sommario Elenchiamo, a mo di glossario, i concetti principali di Geomedia. Questi concetti sono spesso riferiti in inglese e

Dettagli

Esercitazione uantumgis e DBT

Esercitazione uantumgis e DBT Politecnico di Milano Dipartimento di Architettura e Pianificazione Laboratorio Analisi Dati e Cartografia Esercitazione uantumgis e DBT Obiettivo: costruzione di una carta tematica a partire dalle informazioni

Dettagli

ILLUSTRAZIONE DEL PROGETTO GIS DESERTO OCCIDENTALE PER DIVULGAZIONE SUL WEB

ILLUSTRAZIONE DEL PROGETTO GIS DESERTO OCCIDENTALE PER DIVULGAZIONE SUL WEB ILLUSTRAZIONE DEL PROGETTO GIS DESERTO OCCIDENTALE PER DIVULGAZIONE SUL WEB Compilato: Andrea De Felici Rivisto: Daniele Moretto Approvato: Daniele Moretto Versione: 1.0 Distribuito: 06/05/2013 1 INDICE

Dettagli

Rappresentazione del territorio e Sistemi Informativi Territoriali

Rappresentazione del territorio e Sistemi Informativi Territoriali Verso il Data Base Topografico: percorsi di DBT in Provincia di Milano zione Centrale ificazione e tto del itorio Esperienze e progetti di utilizzo di dati territoriali Il DBT in Provincia di Milano dr.

Dettagli

SINTESI DI PROGETTO PREMESSA : Created with novapdf Printer (www.novapdf.com). Please register to remove this message.

SINTESI DI PROGETTO PREMESSA : Created with novapdf Printer (www.novapdf.com). Please register to remove this message. REALIZZAZIONE DI UNA RETE GPS PER LA FORMAZIONE DI UN DATUM GEODETICO LOCALE E TRASFORMAZIONI DI COORDINATE PER APPLICAZIONI CARTOGRAFICHE E TOPOGRAFICHE SINTESI DI PROGETTO PREMESSA : Il progetto nasce

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA. Direzione Territorio e Urbanistica - Struttura "Infrastruttura per l'informazione Territoriale"

REGIONE LOMBARDIA. Direzione Territorio e Urbanistica - Struttura Infrastruttura per l'informazione Territoriale REGIONE LOMBARDIA Direzione Territorio e Urbanistica - Struttura "Infrastruttura per l'informazione Territoriale" Indirizzo Via F. Sassetti, 32/2-20124 Milano Telefono/Fax 02 67654333 / 02 67654620 E-Mail

Dettagli

Modello di gestione del territorio

Modello di gestione del territorio www.paesit.eu Modello di gestione del territorio L informatizzazione per la pubblica amministrazione e per il privato - DATABASE GEOGRAFICI - APPLICATIVI SOFTWARE - SERVIZI WEB - CONFERENZE TELEMATICHE

Dettagli

Descrizione delle funzioni COSA È COME SI CONSULTA

Descrizione delle funzioni COSA È COME SI CONSULTA Descrizione delle funzioni Trasparenza e Servizi nella Pubblica Amministrazione IL PORTALE CARTOGRAFICO COMUNALE IN INTERNET Un servizio di per i Comuni COSA È È un portale ideato per consentire a tutti

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus. Versione 1 Febbraio 2007

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus. Versione 1 Febbraio 2007 EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus Versione 1 Febbraio 2007 Versione 1 Febbraio 2007 ECDL GIS Programma di certificazione 1. A chi si rivolge La certificazione ECDL

Dettagli

www.arcadiasit.it Progetti GIS e WebGIS Spatial Geo Database Remote Sensing

www.arcadiasit.it Progetti GIS e WebGIS Spatial Geo Database Remote Sensing www.arcadiasit.it MISSIONE ARCADIA Sistemi Informativi Territoriali nasce dalla fusione di esperienze multidisciplinari, con l obiettivo di offrire ai propri clienti soluzioni integrate in grado di rispondere

Dettagli

SISTEMI ESPERTI PER LE EMERGENZE UMANITARIE SUPPORTO GRAFICO CAPITOLI 7-8

SISTEMI ESPERTI PER LE EMERGENZE UMANITARIE SUPPORTO GRAFICO CAPITOLI 7-8 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO SISTEMI ESPERTI PER LE EMERGENZE UMANITARIE SUPPORTO GRAFICO CAPITOLI 7-8 PROF. ARCH. EMANUELE SANTINI MARZO

Dettagli

Geographic Information Systems 2000 s.n.c. I Sistemi Informativi Territoriali

Geographic Information Systems 2000 s.n.c. I Sistemi Informativi Territoriali I Sistemi Informativi Territoriali I Sistemi Informativi territoriali Cosa sono i SIT? I SIT, ovvero Sistemi Informativi Territoriali, acronimo italiano di GIS (Geographic Information Systems), sono degli

Dettagli

IL CONTESTO IN EMILIA-ROMAGNA. Le attività per l informazione geografica

IL CONTESTO IN EMILIA-ROMAGNA. Le attività per l informazione geografica ATTIVITA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER L INFORMAZIONE GEOGRAFICA Basi dati topografiche e infrastruttura GIS Stefano Olivucci Regione Emilia-Romagna Sistemi Informativi Geografici 1 IL CONTESTO internazionale

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

Regione Piemonte. Direzione Pianificazione e Gestione Urbanistica

Regione Piemonte. Direzione Pianificazione e Gestione Urbanistica Regione Piemonte Direzione Pianificazione e Gestione Urbanistica Settore Cartografico Regione Piemonte C.so Orbassano 336 (Centro NADIM) Torino tel. 011-4326466 - fax 011-4326462 - e-mail: cartografico@regione.piemonte.it

Dettagli

DEFINIZIONE di CARTA. Carta di Mercatore Schermata ArcView. Generalità sulle carte e sui GIS 1

DEFINIZIONE di CARTA. Carta di Mercatore Schermata ArcView. Generalità sulle carte e sui GIS 1 DEFINIZIONE di CARTA Carta di Mercatore Schermata ArcView Una carta geografica non è altro che una figura piana, che rappresenta la superficie della Terra o una sua porzione (Lagrange 1736-1813) Generalità

Dettagli

Sistemi Informativi Territoriali. Cartografia, Cartografia Numerica e GIS

Sistemi Informativi Territoriali. Cartografia, Cartografia Numerica e GIS Paolo Mogorovich Sistemi Informativi Territoriali Appunti dalle lezioni Cartografia, Cartografia Numerica e GIS Cod.223 - Vers.E3F 1 Rapporti tra cartografia e GIS 2 Cartografia Numerica 3 Utilizzo della

Dettagli

Banche dati territoriali

Banche dati territoriali Banche dati territoriali La qualità dell indirizzo, chiave di successo per la relazione con il cliente. La toponomastica di un territorio grande come l Italia subisce continui mutamenti: nascono nuove

Dettagli

0 Modulo Base. 3.4.1 Tabelle riepilogative sulle operazioni necessarie

0 Modulo Base. 3.4.1 Tabelle riepilogative sulle operazioni necessarie .. Tabelle riepilogative sulle operazioni necessarie 0 Modulo Base Cod. Livello informativo Fonte Formato Operazioni Necessarie Stima dei tempi 0C Carta Tecnica Regionale Numerica Regione Veneto Digitale:

Dettagli

Prima Lezione: Costruire una mappa

Prima Lezione: Costruire una mappa Prima Lezione: Costruire una mappa I tipi di informazione geografica disponibili Navigazione nella mappa Coordinate e scala Vista panoramica Introduzione ai GIS GIS significa Sistema Informativo Geografico

Dettagli

CONVENZIONE TRA PER LA REALIZZAZIONE DELLA CARTA GEOGRAFICA UNICA DEL TERRITORIO FERRARESE

CONVENZIONE TRA PER LA REALIZZAZIONE DELLA CARTA GEOGRAFICA UNICA DEL TERRITORIO FERRARESE CONVENZIONE TRA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI FERRARA - CONSORZIO GENERALE DI BONIFICA DELLA PROVINCIA DI FERRARA COMUNE DI FERRARA - REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA REALIZZAZIONE DELLA CARTA GEOGRAFICA

Dettagli

ALLEGATO B al Disciplinare di Gara. Capitolato Tecnico

ALLEGATO B al Disciplinare di Gara. Capitolato Tecnico - 1/14 - Gara europea a procedura aperta ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006 per la formazione di Database Topografico alla scala nominale 1:25000 (25K) e realizzazione della corrispondente cartografia alle

Dettagli

IL SERVIZI TERRITORIALI DEL CENTRO SERVIZI TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA

IL SERVIZI TERRITORIALI DEL CENTRO SERVIZI TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA IL SERVIZI TERRITORIALI DEL CENTRO SERVIZI TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA Raffaele Gareri Area Innovazione e Territorio della Provincia di Brescia Brescia, 5 febbraio 2009 Strumenti GIS per il

Dettagli

Problematiche di allineamento tra cartografie catastali e DB topografici

Problematiche di allineamento tra cartografie catastali e DB topografici Gabriele GARNERO garnero@agraria.unito.it Problematiche di allineamento tra cartografie catastali e DB topografici Seminario AM/FM Il decentramento del catasto ai Comuni BERGAMO, 07/05/02 Università degli

Dettagli

www.epsilon-italia.ititalia.it

www.epsilon-italia.ititalia.it Provincia di Cosenza Settore Programmazione e Gestione Territoriale SIPITEC2 - Sistema Informativo Territoriale per la Gestione del P.T.C.P. www.epsilon-italia.ititalia.it MACRO ARGOMENTI Che cos è un

Dettagli

Le tecnologie ICT ed i progetti a favore degli Enti Locali in termine di gestione e valorizzazione del territorio

Le tecnologie ICT ed i progetti a favore degli Enti Locali in termine di gestione e valorizzazione del territorio Le tecnologie ICT ed i progetti a favore degli Enti Locali in termine di gestione e valorizzazione del territorio Alessandro Corrias Assessorato degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica Direzione Generale

Dettagli

Annarita Rizzati - Massimo Romagnoli Rovereto 8 maggio 2014

Annarita Rizzati - Massimo Romagnoli Rovereto 8 maggio 2014 Annarita Rizzati - Massimo Romagnoli Rovereto 8 maggio 2014 } La Regione Emilia-Romagna dal 1986 è detentrice di un censimento delle attività estrattive a scala regionale } a tale fine era stato predisposto

Dettagli

I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client

I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client Autori: A. Brunozzi, A. Ciarapica Regione Umbria Direzione programmazione, innovazione e competitività dell Umbria, Servizio Informatico/Informativo:

Dettagli

L aspetto digital della Smart City: il Geoportale del Comune di Genova

L aspetto digital della Smart City: il Geoportale del Comune di Genova n. 4-2014 L aspetto digital della Smart City: il Geoportale del Comune di Genova Rosanna Garassino, Danilo Bertini, Marco D Orazi Sommario: 1. Introduzione 2. Un po di storia 3. Il DB Oggetti 4. Il Catasto

Dettagli

Basi di Dati Spaziali

Basi di Dati Spaziali degli Studi Basi di Dati Spaziali Introduzione ai Geographical Information Systems (GIS) Alessandra Chiarandini - Lezione 2 Le componenti dell Informazione Territoriale Introduzione ai GIS A. Chiarandini

Dettagli

RETICOLO IDRICO MINORE

RETICOLO IDRICO MINORE RETICOLO IDRICO MINORE Fondazione Idra ha ottenuto l affidamento per il continuo dei lavori del progetto FESTO, iniziato ormai da più di un anno e che ha visto l individuazione del reticolo principale,

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Progetto SITR - IDT

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Progetto SITR - IDT DELLA SARDEGNA Progetto SITR - IDT Obiettivi del progetto SITR Scopo dell iniziativa è: realizzare un ambiente nel quale gli attori possano cooperare tra loro ed interagire con la tecnologia alfine di

Dettagli

Il CMS Moka. Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna

Il CMS Moka. Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna Il CMS Moka Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna Moka è uno strumento per creare applicazioni GIS utilizzando oggetti (cartografie, temi, legende, database, funzioni) organizzati in un catalogo condiviso.

Dettagli

Il Trattamento della Toponomastica della Cartografia Digitale. Claudio Rocchini Istituto Geografico Militare ad2prod@geomil.esercito.difesa.

Il Trattamento della Toponomastica della Cartografia Digitale. Claudio Rocchini Istituto Geografico Militare ad2prod@geomil.esercito.difesa. Il Trattamento della Toponomastica della Cartografia Digitale Claudio Rocchini Istituto Geografico Militare ad2prod@geomil.esercito.difesa.it Introduzione I toponimi condividono, con i confini, la caratteristica

Dettagli

Collaudo DBT 2K Agg. RT

Collaudo DBT 2K Agg. RT Tre porzioni territoriali + estensione Circa 100000 ha di aggiornamento e 10000 ha di exnovo Per ogni porzione territoriale due consegne in corso d opera, al termine di fasi intermedie di lavoro, e una

Dettagli

Il catalogo delle foto aeree della Regione Abruzzo

Il catalogo delle foto aeree della Regione Abruzzo Il catalogo delle foto aeree della Regione Abruzzo Lucia D Alessandro, Antonella Di Emidio, Paolo Genovelli Regione Abruzzo Struttura Speciale di Supporto Sistema Informativo Regionale, Via L. da Vinci,

Dettagli

Strumenti applicativi per l utilizzo distribuito dell'informazione geografica: situazione attuale, potenzialità e prospettive. Diego Mo CSI Piemonte

Strumenti applicativi per l utilizzo distribuito dell'informazione geografica: situazione attuale, potenzialità e prospettive. Diego Mo CSI Piemonte I - Regional Contact Point INSPIRE INFRASTRUTTURA PER L'INFORMAZIONE TERRITORIALE E AMBIENTALE: STRUMENTI DI CONOSCENZA, SOLUZIONI TECNOLOGICHE E STRATEGIE ORGANIZZATIVE Diego Mo CSI Piemonte Centro Congressi

Dettagli

La Costruzione del Database Topografico Regionale in Lombardia

La Costruzione del Database Topografico Regionale in Lombardia La Costruzione del Database Topografico Regionale in Lombardia Piergiorgio Cipriano, Sinergis srl, Casalecchio di Reno (Bo) Donata Dal Puppo, Regione Lombardia, D. G. Territorio e Urbanistica Jody Marca,

Dettagli

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO Associazione dei Comuni del Comprensorio TRIGNO-SINELLO PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO RELAZIONE TECNICA E CRONOPROGRAMMA

Dettagli

Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati

Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati (Il sistema Gestione Piani Urbanistici GPU della Provincia Autonoma di Trento) Mauro Zambotto - Provincia Autonoma di Trento Alberto

Dettagli

Creazione del database cartografico

Creazione del database cartografico Creazione del database cartografico Sorgenti dati Acquisizione Importazione Esportazione Formati GIS esterni Simulazione Modifica Base dati cartografica GIS Analisi spaziale Interrogazione Generazione

Dettagli

Progettazione e costruzione del DB secondo le specifiche Intesa

Progettazione e costruzione del DB secondo le specifiche Intesa Corso di Aggiornamento in DB Topografici Progettazione e costruzione del DB secondo le specifiche Intesa Claudio Rocchini Istituto Geografico Militare Introduzione Questa parte dell esercitazione riguarda

Dettagli

1. Premio nazionale Portali di informazione Geografica 2011 - ASITA 2011

1. Premio nazionale Portali di informazione Geografica 2011 - ASITA 2011 NEWSLETTER n. 5-11 aprile 2012 Questa è la Newsletter Numero 5 del GEOPORTALE del Comune di Torino, strumento realizzato e promosso nell'ambito delle attività divulgative dal Settore Sistema Informativo

Dettagli

IL CICLO DI VITA DEL DATO PER L ALIMENTAZIONE DI UN SIT: I RICETTORI TERRITORIALI NEL SIAR PIEMONTE

IL CICLO DI VITA DEL DATO PER L ALIMENTAZIONE DI UN SIT: I RICETTORI TERRITORIALI NEL SIAR PIEMONTE IL CICLO DI VITA DEL DATO PER L ALIMENTAZIONE DI UN SIT: I RICETTORI TERRITORIALI NEL SIAR PIEMONTE Laura BOTTOLO (*), Milena ORSO GIACONE (**), Elisabetta PONTE (***), Laura SCHRANZ (****) (*) Consulente,

Dettagli

Il Portale del Servizio Geologico d Italia d come strumento di diffusione delle banche dati geologiche e geotematiche

Il Portale del Servizio Geologico d Italia d come strumento di diffusione delle banche dati geologiche e geotematiche 2 Riunione Gruppo GIT 4-5 giugno 2007 - Bevagna (PG) Il Portale del Servizio Geologico d Italia d come strumento di diffusione delle banche dati geologiche e geotematiche Autori: L. Battaglini, V. Campo,

Dettagli

CARTOGRAFIA NUMERICA

CARTOGRAFIA NUMERICA CARTOGRAFIA NUMERICA Sommario contenuti: 1. CARTOGRAFIA TRADIZIONALE E CARTOGRAFIA NUMERICA 2. FORMATI DELLA CARTOGRAFIA NUMERICA 3. ESEMPI DI CARTE NUMERICHE 4. MODELLI DIGITALI DEL TERRENO 5. RILEVAMENTI

Dettagli

DIECI ANNI DI ATTIVITA DI GESTIONE AGRO-FORESTALE DELLA PROVINCIA DI ROMA 1999-2009

DIECI ANNI DI ATTIVITA DI GESTIONE AGRO-FORESTALE DELLA PROVINCIA DI ROMA 1999-2009 DIECI ANNI DI ATTIVITA DI GESTIONE AGRO-FORESTALE DELLA PROVINCIA DI ROMA 1999-2009 Assessorato alle Politiche Il contributo della piattaforma Webgis a supporto della gestione delle attività agroforestali

Dettagli

Sistema di Gestione DBTR Manuale Utente

Sistema di Gestione DBTR Manuale Utente Sistema di Gestione DBTR Manuale Utente Progetto DB Topografico Versione 1.5 Data 29/05/2014 Sistema Gestione - manuale utente_1_5.doc 1 / 40 Indice generale 1. DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO... 3 1.1 OBIETTIVI

Dettagli

Quantum GIS per la pianificazione urbanistica

Quantum GIS per la pianificazione urbanistica Quantum GIS per la pianificazione urbanistica Piano di Recupero del Centro Storico nel Comune di Montecchio Maggiore Vicenza Flavio Rigolon, ufficio S.I.T. Comune di Montecchio Maggiore http://www.comune.montecchio-maggiore.vi.it

Dettagli

La cartografia delle Alpi sul portale del CAI Club Alpino Italiano

La cartografia delle Alpi sul portale del CAI Club Alpino Italiano La cartografia delle Alpi sul portale del CAI Club Alpino Italiano Monica Brenga*, Massimo Zotti** *CAI, Club Alpino Italiano, sezione Lombardia - brenga@virgilio.it **Planetek Italia s.r.l., Via Massaua

Dettagli

SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE

SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE ASSESSORATO ENTI LOCALI FINANZE ED URBANISTICA Direzione generale della pianificazione territoriale urbanistica e della vigilanza edilizia S E T T O R E SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE

Dettagli

Sistema Informativo Territoriale. DB topografico e toponomastica. DC Pianificazione e Controlli Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica

Sistema Informativo Territoriale. DB topografico e toponomastica. DC Pianificazione e Controlli Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica DC Pianificazione e Controlli Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica Sistema Informativo Territoriale DB topografico e toponomastica Comune di Milano 2 L esistenza di una buona cartografia

Dettagli

GEODATABASE E SISTEMA DI GESTIONE DEI DATI TERRITORIALI

GEODATABASE E SISTEMA DI GESTIONE DEI DATI TERRITORIALI I Servizi geografici del Portale Informativo Multicanale della Regione Molise I Sistemi Informativi per la Vigilanza Ambientale e la Gestione del Territorio sono stati realizzati all interno dell Accordo

Dettagli

S.I.A.T. SISTEMA INFORMATIVO AMBIENTE E TERRITORIO STRUMENTI E TEMATISMI PER LA PIANIFICAZIONE

S.I.A.T. SISTEMA INFORMATIVO AMBIENTE E TERRITORIO STRUMENTI E TEMATISMI PER LA PIANIFICAZIONE Provincia Autonoma di Trento Assessorato all Urbanistica e Ambiente Materiali di supporto per la pianificazione territoriale S.I.A.T. SISTEMA INFORMATIVO AMBIENTE E TERRITORIO STRUMENTI E TEMATISMI PER

Dettagli

L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI

L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI XXXIII CONFERENZA ITALIANA DI SCIENZE REGIONALI L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI Marina BERTOLLINI 1, Antonietta ZULLO 2, SOMMARIO Il largo impiego delle informazioni geografiche

Dettagli

IL DATABASE TOPOGRAFICO REGIONALE Scenari e strumenti di condivisione ed interoprabilità

IL DATABASE TOPOGRAFICO REGIONALE Scenari e strumenti di condivisione ed interoprabilità IL DATABASE TOPOGRAFICO REGIONALE Scenari e strumenti di condivisione ed interoprabilità Stefano Olivucci LA CARTA GEOGRAFICA COMUNALE - Riccione, 2007 1 ARGOMENTI Alcuni spunti relativi ad una serie di

Dettagli

Azioni intraprese e strumenti di supporto realizzati.

Azioni intraprese e strumenti di supporto realizzati. L attività del CPSG del CISIS a supporto delle Regioni per lo sviluppo della informazione geografica. Sottotitolo Le risorse sono limitate, ma forse difettiamo un po nella comunicazione di quanto si cerca

Dettagli

CAPITOLO 8.1 UNA REALIZZAZIONE WEB GIS PER L AGGIORNAMENTO IN RETE DI DATABASE TOPOGRAFICI

CAPITOLO 8.1 UNA REALIZZAZIONE WEB GIS PER L AGGIORNAMENTO IN RETE DI DATABASE TOPOGRAFICI PRIN 2004: I Servizi di posizionamento satellitare per l e-government CAPITOLO 8.1 UNA REALIZZAZIONE WEB GIS PER L AGGIORNAMENTO IN RETE DI DATABASE TOPOGRAFICI Matteo Crozi, Anna Spalla DIET - Dipartimento

Dettagli