TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO"

Transcript

1

2

3 NUMERO 2 del COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature Numero 2 del APPLICAZIONI APPARECCHIAURE E IMPIANI LE VARIE SOLUZIONI SARANNO ELENCAE NEL MODO PIÙ SINEICO POSSIBILE. ROVAA LA POSSIBILIÀ DI RISOLVERE IL PROBLEMA, OGNUNO PORA' APPROFONDIRE SOLO QUESO. SI VIENE INCONRO A CHI HA POCO EMPO PER LEGGERE. ELEGESIONE E CONROLLO DI QUALUNQUE IPO DI CALDAIE E BRUCIAORI PER QUALUNQUE IPO DI IMPIANO Argomento di questo numero : CONROLLO E ELEGESIONE DI BRUCIAORI/CALDAIE CON: DI COMANDO SULLA EMPERAURA VOLUA DI COMANDO SULLA POENZA VOLUA DI COMANDO A RE CONAI: ON-OFF, ALZA e ABBASSA Praticamente ogni bruciatore/caldaia ha uno di questi 3 ingressi. Solo qualche bruciatore, particolarmente equipaggiato può averne più di uno a scelta. Questo numero di illustra le possibilità di collegare questi bruciatori/caldaie attraverso apparecchiature COSER per ottenere un completo sistema di controllo e elegestione. GLI ESEMPI RIPORAI MOSRANO MOLI IPI DI CENRALE ERMICA/IMPIANO CON LA REGOLAZIONE COMPLEA OENUA ARAVERSO UN CERO NUMERO DI APPARECCHIAURE ILLUSRAE BREVEMENE IN SEGUIO riassunto del contenuto di questo numero SONO RIPORAI MOLI SCHEMI IDRAULICI/ELERICI DI VARI IPI DI BRUCIAORI/ CALDAIE, INSALLAI IN VARIE COMBINAZIONI. I PROBLEMI CHE SI VOGLIONO RISOLVERE SONO: CONROLLARE I BRUCIAORI/CALDAIE IN BASE ALLA RICHIESA DEGLI IMPIANI SERVII. ELEGESIRE UO IL SISEMA CON IL PROGRAMMA COSER SWC 701, DAO IN USO GRAUIO, QUALUNQUE SIA IL IPO DI CALDAIA DOAA O MENO DI ELERONICA PROPRIA. SERVIRE UN NUMERO QUALUNQUE DI UENZE, COME MANDAE O ALRO, PER OI- MIZZARE EMPERAURA E POENZA RICHIESE AI BRUCIAORI/CALDAIE 3

4 COSER IME Applicazioni Apparecchiature COSER NUMERO 2 del BRUCIAORI/CALDAIE CON PER LA EMPERAURA VOLUA. Il bruciatore dotato di ingresso V IN EMPERAURA, opera nel seguente modo: il valore in Volt dell'ingresso corrisponde al valore di EMPERAURA in C a cui si vuole operi la caldaia. la scala fra i Volt e i C è spesso la seguente : 0 Volt = 0 C; 10 Volt = 100 C. La scala è lineare per tutti i valori intermedi. Es. : 5 Volt = 50 C. se la scala fosse diversa, basta tarare le apparecchiature COSER con questa scala; tutte le apparecchiature COSER dotate di uscita sono tarabili in maniera libera. quasi sempre il bruciatore ha anche bisogno di un contatto On-Off generale; tutte le apparecchiature CO- SER che comandano i bruciatori attraverso lo hanno anche questo contatto di servizio. Questo tipo di ingresso presuppone che il bruciatore abbia incorporato un regolatore di temperatura, completo di sonda caldaia. Riceve il valore di EMPERAURA voluto dall'ingresso ed opera per pilotare il bruciatore in modo tale da ottenere alla mandata caldaia questa EMPERAURA. In pratica l'ingresso sostituisce il "ERMOSAO DI FUNZIONAMENO" per mantenere la temperatura che si vuole per la caldaia. AENZIONE: il "ERMOSAO DI SICUREZZA" è sempre presente per spegnere il bruciatore quando la temperatura supera il livello massimo consentito. EMPERAURA VOLUA Reg Pot Sbr sc Br Man Ca Rit Ca = caldaia Br = bruciatore Man = mandata caldaia (impianto) Rit = ritorno caldaia (impianto) sc = termostato di sicurezza caldaia Sbr = sonda di temperatura propria del regolatore del bruciatore Reg = regolatore incorporato in caldaia/bruciatore Pot = potenza che il regolatore richiede al bruciatore per mantenere la temperatura voluta = controllo della fiamma comandato dalla potenza richiesta dal regolatore Ingresso = il valore di questo ingresso rappresenta la EMPERAURA voluta per la caldaia, secondo la scala propria del regolatore incorporato. Può provenire da qualunque apparecchiatura CO- SER che, attraverso questo mezzo, comunica la temperatura che vuole al bruciatore. Con questo tipo di ingresso è possibile anche l'accoppiamento con apparecchiatura COSER con uscita in POENZA (vedi più avanti) FUNZIONAMENO: Il regolatore incorporato nel bruciatore riceve da una qualunque apparecchiatura COSER, dotata di uscita, il comando della EMPERAURA alla quale la caldaia deve portarsi. Il regolatore incorporato nel bruciatore riceve il valore di EMPERAURA che deve soddisfare, la paragona alla EM- PERAURA della caldaia misurata dalla sonda (Sbr) e modula la potenza (Pot) necessaria per la fiamma, capace di mantenere la EMPERAURA voluta. In pratica tutto il sistema è paragonabile al termostato di funzionamento, dove la temperatura voluta per la caldaia è regolata mediante una manopola, invece che dall'ingresso. IL BRUCIAORE PUO' ESSERE DI QUALUNQUE IPO (UNA O DUE FIAMME OPPURE MODULANE); E' IL RE- GOLAORE CHE, CONOSCENDO IL IPO DI BRUCIAORE, LO COMANDA NELLA MANIERA OPPORUNA. L'USCIA GENERAA DALL'APPARECCHIAURA COSER RAPPRESENA NORMALMENE AN- CH'ESSA LA EMPERAURA VOLUA (OVVIAMENE CON LA SESSA SCALA). SI VEDRA' PIU' AVANI CHE IL SISEMA E' VALIDO, ANCHE SE, L'USCIA DELL'APPARECCHIAURA COSER RAPPRESENA LA POENZA RICHIESA: IL SISEMA DI REGOLAZIONE FUNZIONA LO SESSO. UN BRUCIAORE CON IN EMPERAURA ACCEA USCIE DI EMPERAURA OPPURE POENZA DALLE APPARECCHIAURE COSER. Si vedrà più avanti che non vale la situazione opposta. 4

5 NUMERO 2 del COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature 2. BRUCIAORI/CALDAIE CON PER LA POENZA VOLUA. Il bruciatore dotato di ingresso V IN POENZA, opera nel seguente modo: il valore in Volt dell'ingresso corrisponde alla POENZA ( %) a cui si vuole operi la caldaia. la scala fra i Volt e la POENZA % è spesso la seguente : 0 Volt = 0 %; 10 Volt = 100 %. La scala è lineare per tutti i valori intermedi. Es. : 5 Volt = 50 %. se la scala fosse diversa, basta tarare le apparecchiature COSER con questa scala; tutte le apparecchiature COSER dotate di uscita sono tarabili in maniera libera. quasi sempre il bruciatore ha anche bisogno di un contatto On-Off generale; tutte le apparecchiature CO- SER che comandano i bruciatori attraverso lo hanno anche questo contatto di servizio. Questo tipo di ingresso presuppone che il bruciatore non abbia incorporato un regolatore di temperatura, ma solo un controllo della POENZA della fiamma da modulare fra 0 e 100% attraverso lo. Il controllo della fiamma sarà ad 1 stadio, 2 stadi o modulante in base al tipo di bruciatore, anche se quasi sempre i bruciatori con ingresso in POENZA sono modulanti. In pratica il bruciatore invece di essere modulato in POENZA dal regolatore incorporato (che non c'è), è modulato dall'ingresso, che poi sarà l'uscita di POENZA di un regolatore esterno (apparecchiatura COSER). AENZIONE: il "ERMOSAO DI SICUREZZA" è sempre presente per spegnere il bruciatore quando la temperatura supera il livello massimo consentito. POENZA VOLUA Pot sc Br Man Ca Rit Ca = caldaia Br = bruciatore Man = mandata caldaia (impianto) Rit = ritorno caldaia (impianto) sc = termostato di sicurezza caldaia Pot = POENZA che il regolatore esterno richiede al bruciatore attraverso lo. = controllo della fiamma comandato dalla potenza richiesta dallo. Ingresso = il valore di questo ingresso rappresenta la POENZA voluta per la caldaia. Questa richiesta può provenire da qualunque apparecchiatura COSER che, attraverso questo mezzo, comunica la POENZA che vuole al bruciatore. Con questo tipo di ingresso l'uscita proveniente dal regolatore COSER, deve rappresentare la potenza richiesta e non la temperatura. FUNZIONAMENO: Il controllo fiamma incorporato nel bruciatore riceve da una qualunque apparecchiatura COSER, dotata di uscita, il comando della POENZA alla quale la caldaia deve portarsi. IL BRUCIAORE PUO' ESSERE DI QUALUNQUE IPO (UNA O DUE FIAMME OPPURE MODULANE); E' IL CON- ROLLO FIAMMA CHE, CONOSCENDO IL IPO DI BRUCIAORE, LO COMANDA NELLA MANIERA OPPORUNA. L'USCIA GENERAA DALL'APPARECCHIAURA COSER DEVE, IN QUESO CASO, RAPPRESEN- ARE LA POENZA VOLUA (OVVIAMENE CON LA SESSA SCALA). Contrariamente al bruciatore con ingresso in EMPERAURA che accetta sia uscite di temperatura sia di POENZA dalle apparecchiature COSER......UN BRUCIAORE CON IN POENZA FUNZIONA SOLO SE ANCHE L'USCIA DEL REGOLAORE COSER, E' IN POENZA E NON PUO' FUNZIONARE SE RICEVE UN CO- MANDO DI EMPERAURA. CONCLUDENDO : BRUCIAORE IN EMPERAURA USCIA EMPERAURA (meglio) O POENZA BRUCIAORE IN POENZA USCIA SOLO POENZA. 5

6 COSER IME Applicazioni Apparecchiature COSER NUMERO 2 del BRUCIAORI/CALDAIE MODULANI O MENO CON A CONAI PER LA POENZA VOLUA. I bruciatori dotati di ingresso a contatti possono essere di 3 tipi: bruciatore ad 1 stadio = 1 contatto On-Off stadio unico bruciatore a 2 stadi = 1 contatto On-Off e primo stadio, 1 contatto secondo stadio bruciatore modulante = 1 contatto On-Off, 1 contatto potenza Alza, 1 contatto potenza Abbassa Questi bruciatori non hanno, in genere, elettronica incorporata, poichè non è necessario. Qualche bruciatore più completo prevede sia l'elettronica incorporata, sia in alternativa, questi contatti di comando: in questa nota si parla solo del bruciatore modulante, essendo l'applicazione dei bruciatori ad 1 o 2 stadi già ampiamente trattata in altre note. Contatto BRUCIAORE On-Off sc Br Man Rit Ca = caldaia Br = bruciatore Man = mandata caldaia (impianto) Rit = ritorno caldaia (impianto) sc = termostato di sicurezza caldaia = controllo della fiamma comandato da un motore meccanico o elettronico. Contatto BRUCIAORE On-Off = questo contatto accende e spegne in maniera completa il bruciatore Contatto BRUCIAORE ALZA = questo contatto alza la potenza del bruciatore, comandando un motore reale (meccanico) o virtuale (elettronico) che Ca apre progressivamente il combustibile e il comburente, mantenendo una miscela corretta. Contatto BRUCIAORE ABBASSA = questo contatto abbassa la potenza del bruciatore, comandando un motore reale (meccanico) o virtuale (elettronico) che chiude progressivamente il combustibile e il comburente, mantenendo una miscela corretta. Contatto BRUCIAORE ALZA FUNZIONAMENO: Contatto BRUCIAORE ABBASSA I 3 contatti, provenienti da un'apparecchiatura COSER, hanno la capacità di pilotare in maniera completa i bruciatori; lo possono accendere e spegnere completamente, oppure possono pilotare il motore meccanico od elettronico fino a che la potenza che eroga il bruciatore è quella corretta comandata dal regolatore COSER che mantiene la temperatura voluta. IL BRUCIAORE PUO' ESSERE DI QUALUNQUE IPO (UNA O DUE FIAMME OPPURE MODULANE); E' IL RE- GOLAORE COSER CHE, CONOSCENDO IL IPO DI BRUCIAORE COMANDA IN MANIERA OPPORUNA I CONAI. 4. CALDAIE MODULARI COMPOSE DA PIU' ELEMENI. Esistono in commercio caldaie che sono composte da più elementi completi che possono essere impacchettati per ottenere la potenza nominale richiesta. Quanto detto per le caldaie singole vale anche per le caldaie modulari. Queste caldaie in genere sono dotate di elettronica propria per realizzare una sequenza fra i vari moduli. Questa elettronica è quasi sempre dotata di un ingresso IN EMPERAURA utti i ragionamenti fatti per la caldaia singola valgono anche per le caldaie modulari. Se le caldaie fossero prive di elettronica propria è necessario prevedere un'apparecchiatura di comando per ogni modulo. 5. SEQUENZA DI PIU' CALDAIE Sono previste tutte le apparecchiature per mettere qualunque tipo di caldaia in una sequenza di caldaie anche tutte diverse fra loro: negli esempi che seguono verrà chiarita la questione. 6

7 NUMERO 2 del COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature 6. ACCOPPIAMENO FRA BRUCIAORI/CALDAIE CON IN EMPERAURA E REGOLAORI COSER OPPURE NON COSER ENERE CONO CHE QUASI UI I BRUCIAORI/CALDAIE DOAI DI, SONO COMANDAI IN EMPERAURA 6.1. I SISEMI COSER CAPACI DI GENERARE UN'USCIA VOL IN EMPERAURA SONO: UE LE APPARECCHIAURE DOAE DI C-RING E SENZA USCIA COME: UI GLI OIMIZZAORI IPO: XE 600, XE 602, XE 611 UI GLI ANALOGHI OIMIZZAORI IPO SLAVE XSE 600 E XSE 602 L'OIMIZZAORE DELLA FAMIGLIA "EM-PO" XP 600 IL REGOLAORE PER PANNELLI SOLARI DPS 638 IL REGOLAORE UNIVERSALE XR 628 IL REGOLAORE/OIMIZZAORE MULIPLO UP 678 utti questi regolatori possono essere collegati con il Bus C-Ring. Attraverso il C-Ring viene conosciuta qual'è la massima temperatura che i regolatori COSER sopra elencati richiedono. Questa informazione può essere trasformata in un'uscita attraverso : L'INSERIORE DA EMPERAURA C-RING LCR 348 che trasforma la massima temperatura voluta dei regolatori COSER in una uscita IN EMPERAURA da inviare la bruciatore/i. Questa unità è completa anche di un contatto per il comando On-Off del bruciatore I SISEMI COSER GIÀ PROVVISI DI UN'USCIA VOL IN EMPERAURA SONO: UE LE APPARECCHIAURE DOAE DI C-RING E DI USCIA COME: OIMIZZAORE CLIMAICO COMPLEO DI SEQUENZA PER PIU' CALDAIE XC 638 OIMIZZAORE CLIMAICO PER CALDAIA XCC 638 REGOLAORE PER CALDAIA XCC 618 Queste tre apparecchiature sono già fornite di un'uscita universale che può essere programmata IN EMPERAURA, con la scala che si desidera. Queste unità hanno inoltre il Bus C-Ring che permette di conoscere anche la temperatura voluta da altre apparecchiature dotate di questo Bus QUALUNQUE SISEMA NON COSER OPPURE COSER NON DOAO DI C-RING. L'ingresso IN EMPERAURA del bruciatore/caldaia può essere anche servito con apparecchiature NON COSER oppure COSER ma senza nessuna uscita tipo C-Ring. Queste unità possono essere servite attraverso una di queste vie: USCIA DELL'UNIA' RAPPRESENANE LA EMPERAURA RICHIESA MISURA DELLA EMPERAURA, CHE L'UNIA' REGOLA CON UNA SONDA COSER CONAO A CUI ASSEGNARE UN CERO VALORE DI EMPERAURA VOLUA Queste tre vie possono essere trasformate in informazioni da immettere nel Bus C-Ring attraverso : L'INSERIORE IN C-RING DI COMANDI VARI OCR 348 che converte tutte le informazioni elencate in Bus C-Ring da inserire con tutte le altre eventuali apparecchiature COSER dotate di C-Ring esistenti con la stessa metodologia descritta. CONCLUDENDO: Qualunque apparecchiatura NON COSER oppure COSER, dotata o meno di C-Ring o uscita, può partecipare al controllo della temperatura di qualunque sistema di caldaie. 7

8 COSER IME Applicazioni Apparecchiature COSER NUMERO 2 del ESEMPI CONROLLO BRUCIAORI CON IN EMPERAURA 7.1. UE APPARECCHIAURE DOAE DI C-RING E SENZA USCIA VOL IN EMPERAURA E' servita una sola caldaia o sistema modulare con un unico ingresso IN EMPERAURA climatico XE 600 climatico Slave XSE 602 C-RING climatico Slave XSE 602 Inseritore da temp. C-Ring LCR 348 XE 600 = climatico con ANELLO C-RING confi gurato come PRIMARIO. XSE 602 = Ottimizzatori climatici per due mandate cad. Sono Slave per avere un minor costo LCR 348 = Attraverso il C-RING riceve la massima temperatura che in ogni istante le mandate e l'acqua calda sanitaria richiedono e la converte in un segnale proporzionale ALLA EMPERAURA che si richiede alla caldaia. LCR 348 comanda anche il segnale generale On-Off del bruciatore. Il sistema è valido anche se, invece di avere più ottimizzatori, ce ne fosse uno solo APPARECCHIAURE DOAE DI C-RING OPPURE CON USCIA VOL IN EMPERAURA E' servita una sequenza di più caldaie, ognuna con ingresso IN EMPERAURA E D COMANDO ON-OFF BRUCIAORE EMPERAURA VOLUA Reg Pot Sbr sc Br Man Ca Rit Sre Sre Sbr Sbr sc sc On Off Br Ca Reg Pot EMPERAURA On Off Br Ca Reg Pot EMPERAURA C-RING C-RING climatico XSE 600 climatico Slave climatico Slave XSE 602 XSE 602 Comando Sequenza XC 638 Comando Caldaia XCC 618 XSE 600 = climatico ad una mandata. E' Slave per avere un minor costo. XSE 602 = Ottimizzatori climatici per due mandate cad. Sono Slave per avere un minor costo XC 638 = E' il controllo della sequenza delle caldaie e del primo bruciatore. E' confi gurato come PRIMARIO nel C-Ring, sia per ricevere la massima temperatura necessaria agli utilizzi, sia per controllare una o più caldaie in sequenza. Uscita programmata in EMPERAURA XCC 618 = E' il regolatore della caldaia che riceve il valore di temperatura dal controllo della sequenza. Uscita in EMPERAURA Possono essere controllate in sequenza fino a 7 caldaie di qualunque tipo Il sistema è valido anche se, invece di avere più ottimizzatori, ce ne fosse uno solo. Le sonde di temperatura "Sre" possono anche non essere montate; servono soprattutto per leggere la temperatura della singola caldaia via elegestione. Oltre alla temperatura di caldaia si può leggere la temperatura dei fumi, o inviare in elegestione eventuali allarmi se sono disponibili dei contati puliti (esempio: Blocco bruciatore o altro) 8

9 NUMERO 2 del COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature 8. ACCOPPIAMENO FRA BRUCIAORI/CALDAIE CON IN POENZA E REGOLAORI COSER OPPURE NON COSER ENERE CONO CHE POCHI BRUCIAORI/CALDAIE DOAI DI, SONO COMANDAI IN POENZA Per realizzare questo accoppiamento è necessario trasformare il segnale delle apparecchiature di regolazione per la caldaia, da EMPERAURA a POENZA. Per ottenere questa funzione è necessario usare un regolatore che riceva la temperatura voluta via C-Ring o attraverso altre vie, e controlli la temperatura del bruciatore, con il segnale di POENZA che il regolatore crea. PER RASFORMARE LA EMPERAURA VOLUA NELLA POENZA CORREA PER OENERE QUESA EMPERAURA, SI DEVE UILIZZARE UN REGOLAORE. LA NECESSIA' DI QUESO REGOLAORE E' DOVUA AL FAO CHE NEL SISEMA BRUCIAORE/CAL- DAIA NON C'E' IL REGOLAORE, COME SPIEGAO AL PARAGRAFO I SISEMI COSER CAPACI DI GENERARE UN'USCIA VOL IN POENZA SONO: UE LE APPARECCHIAURE DOAE DI C-RING E SENZA USCIA COME: UI GLI OIMIZZAORI IPO: XE 600, XE 602, XE 611 UI GLI ANALOGHI OIMIZZAORI IPO SLAVE XSE 600 E XSE 602 L'OIMIZZAORE DELLA FAMIGLIA "EM-PO" XP 600 IL REGOLAORE PER PANNELLI SOLARI DPS 638 IL REGOLAORE UNIVERSALE XR 628 IL REGOLAORE/OIMIZZAORE MULIPLO UP 678 utte questi regolatori possono essere collegati con il Bus C-Ring. Attraverso il C-Ring viene conosciuta qual'è la massima temperatura che i regolatori COSER sopra elencati richiedono. Questa informazione può essere trasformata in un'uscita IN POENZA attraverso : IL REGOLAORE PER BRUCIAORI XCC 618 che trasforma la massima temperatura voluta dei regolatori COSER in una uscita IN POENZA da inviare al bruciatore. Questa unità è completa anche di un contatto per il comando On-Off del bruciatore. Ovviamente questo regolatore ha bisogno della sonda della caldaia 8.2 I SISEMI COSER GIÀ PROVVISI DI UN'USCIA VOL IN POENZA SONO: UE LE APPARECCHIAURE DOAE DI C-RING E DI USCIA COME: OIMIZZAORE CLIMAICO COMPLEO DI SEQUENZA PER PIU' CALDAIE XC 638 OIMIZZAORE CLIMAICO PER CALDAIA XCC 638 REGOLAORE PER CALDAIA XCC 618 utte queste apparecchiature hanno l'uscita universale configurabile a piacere in temperatura oppure IN POENZA Queste unità hanno inoltre il Bus C-Ring che permette di conoscere anche la temperatura voluta da altre apparecchiature dotate di questo Bus. 8.3 QUALUNQUE SISEMA NON COSER OPPURE COSER NON DOAO DI C-RING. L'ingresso IN POENZA del bruciatore/caldaia può essere anche servito con apparecchiature NON COSER oppure COSER ma senza nessun Bus tipo C-Ring. Queste unità possono essere servite attraverso una di queste vie: USCIA DELL'UNIA' RAPPRESENANE LA EMPERAURA RICHIESA MISURA DELLA EMPERAURA CHE L'UNIA' REGOLA CON UNA SONDA COSER CONAO A CUI ASSEGNARE UN CERO VALORE DI EMPERAURA VOLUO Queste tre vie possono essere trasformate in informazioni da immettere nel Bus C-Ring attraverso : L'INSERIORE IN C-RING DI COMANDI VARI OCR 348 che converte tutte le informazioni elencate in Bus C-Ring da inserire con tutte le altre eventuali apparecchiature COSER dotate di C-Ring esistenti con la stessa metodologia descritta. Alla fine si ottiene la temperatura voluta per le caldaie attraverso il C-Ring. Usando ora un REGOLAORE PER BRUCIAORI XCC 618, si genera l'uscita in POENZA come visto al paragrafo

10 COSER IME Applicazioni Apparecchiature COSER NUMERO 2 del ESEMPI CONROLLO BRUCIAORI CON IN POENZA 9.1. UE APPARECCHIAURE DOAE DI C-RING E SENZA USCIA VOL IN POENZA E' servita una sola caldaia o sistema modulare con un unico ingresso IN POENZA. climatico XSE 600 climatico Slave XSE 602 climatico Slave XSE 602 Comando caldaia XCC 618 Sre Man Rit C-RING COMANDO ON-OFF POENZA VOLUA Pot sc Br Ca XSE 600 = climatico ad una mandata. E' Slave per avere un minor costo. XSE 602 = Ottimizzatori climatici per due mandate cad. Sono Slave per avere un minor costo XCC 618 = Attraverso il C-RING riceve la massima temperatura che in ogni istante le mandate e l'acqua calda sanitaria richiedono. E' il regolatore del bruciatore che misura la temperatura della caldaia (sonda Sre) e genera l'uscita in POENZA adatta a mantenere la caldaia alla temperatura voluta. E' in pratica il regolatore del bruciatore necessario perchè non ne esiste uno incorporato. Il sistema è valido anche se, invece di avere più ottimizzatori, ce ne fosse uno solo APPARECCHIAURE DOAE DI C-RING OPPURE CON USCIA VOL IN POENZA E' servita una sequenza di più caldaie, ognuna con ingresso IN POENZA Sre Sre sc sc Br Ca Br Ca On Off Pot POENZA On Off Pot POENZA C-RING C-RING climatico XSE 600 climatico Slave climatico Slave XSE 602 XSE 602 Comando Sequenza XC 638 Comando Caldaia XCC 618 XSE 600 = climatico ad una mandata. E' Slave per avere un minor costo. XSE 602 = Ottimizzatori climatici per due mandate cad. Sono Slave per avere un minor costo XC 638 = E' il controllo della sequenza delle caldaie e del primo bruciatore. E' confi gurato come PRIMARIO nel C-Ring, sia per ricevere la massima temperatura necessaria agli utilizzi, sia per controllare una o più caldaie in sequenza. Uscita programmata in POENZA XCC 618 = E' il regolatore di caldaia che riceve il valore di temperatura dal controllo della sequenza. Uscita programmata in POENZA Possono essere controllate in sequenza fino a 7 caldaie di qualunque tipo Il sistema è valido anche se, invece di avere più ottimizzatori, ce ne fosse uno solo. Le sonde di temperatura "Sre" devono essere montate poichè, sono le misure che servono ai regolatori per funzionare. Oltre alla temperatura di caldaia si può leggere la temperatura dei fumi, o inviare in elegestione eventuali allarmi se sono disponibili dei contati puliti (esempio: blocco bruciatori o altro). 10

11 NUMERO 2 del COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature 10. ALRI ESEMPI DI APPLICAZIONI DI IMPIANI CON BRUCIAORI/CALDAIE MISI Gli esempi appena illustrati sono quelli di base dai quali si può partire per realizzare impianti con combinazioni qualunque di mandate e bruciatori/caldaie SEQUENZA DI CALDAIE DIVERSE FRA DI LORO: In questo caso è necessario l'uso delle apparecchiature XC 638 e XCC 618 per il controllo della sequenza delle caldaie. Ogni regolatore può essere tarato a piacere per servire qualunque tipo di bruciatore: BRUCIAORE AD UNO SADIO BRUCIAORE A DUE SADI BRUCIAORE MODULANE CON A RE CONAI BRUCIAORE MODULANE CON IN EMPERAURA BRUCIAORE MODULANE CON IN POENZA utti i principi legati alle mandate da servire e alla sequenza da realizzare restano inalterati, con la sola differenza che ogni regolatore di caldaia va programmato per soddisfare il modo di comandare il bruciatore a cui è dedicato IMPIANI CON UNICA CALDAIA E UNICA MANDAA: Questi impianti possono essere serviti da un singolo ottimizzatore XCC 638 tarando le uscite di controllo caldaia con quanto richiesto dal bruciatore IMPIANI CON PIU' CALDAIE E UNICA MANDAA: Questi impianti possono essere serviti da un regolatore XC 638 per la sequenza e la prima caldaia e da tanti XCC 618 per le caldaie seguenti. Anche quì ogni regolatore di caldaia può essere programmato per il tipo di bruciatore che deve servire IMPIANI CON MANDAE E UENZE SERVII DA REGOLAZIONI SENZA IL BUS C-RING: Secondo quanto già spiegato ai paragrafi 6.3 e 8.3 tutti questi sistemi possono essere riportati nel C-Ring utilizzando l'inseritore modello OCR 348. Si ricade così in un normale impianto servito dal C-Ring come negli esempi precedenti IMPIANI COMPLESSI CON QUALUNQUE COMBINAZIONE: Il sistema può servire anche impianti molto complessi con generatori diversi come ad esempio: scambiatore di calore, cogenerazione, caldaie a bio-massa e simili. Per ogni impianto ci può essere una soluzione che va studiata volta a volta. 11

12 COSER IME Applicazioni Apparecchiature COSER NUMERO 2 del I VARI ESEMPI RIPORAI IN QUESA NOA PREVEDONO L'USO DI QUESE APPARECCHIAURE : XC 638 : OIMIZZAORE CLIMAICO PER CENRALE ERMICA Controllo di un bruciatore di qualunque tipo; Particolarmente adatto alle caldaie a condensazione Regolazione climatica del circuito di riscaldamento; Mandata con o senza valvola miscelatrice; Comando del boiler dell'acqua calda; Due orologi indipendenti per riscaldamento e acqua calda Controllo sequenza fino ad altre 6 caldaie, ognuna dotata di XCC 618 Sistemi di comunicazione : C-Ring per scambio dati comuni tra regolatori locali. C-Bus : Predisposto per la telegestire usare "C-Bus Plug-in" tipo ACB 460. XCC 638 : OIMIZZAORE CLIMAICO PER BRUCIAORI Controllo di un bruciatore di qualunque tipo; Particolarmente adatto alle caldaie a condensazione Regolazione climatica del circuito di riscaldamento; Mandata in presa diretta con la caldaia; Comando del boiler dell'acqua calda; Due orologi indipendenti per riscaldamento e acqua calda Sistemi di comunicazione : C-Ring per scambio dati comuni tra regolatori locali. C-Bus : Predisposto per la telegestire usare "C-Bus Plug-in" tipo ACB 400. XCC 618 : REGOLAORE PER BRUCIAORI Controllo di un bruciatore di qualunque tipo; Particolarmente adatto alle caldaie a condensazione Ingresso per la temperatura voluta in caldaia (set-point) Sistemi di comunicazione : C-Ring per scambio dati comuni tra regolatori locali. C-Bus : Predisposto per la telegestire usare "C-Bus Plug-in" tipo ACB 400. XE 600 : OIMIZZAORE CLIMAICO PER IMPIANO DI RISCALDAMENO Controllo climatico di una mandata con valvola miscelatrice Controllo generazione acqua calda Due orologi indipendenti per riscaldamento e acqua calda Sistemi di comunicazione : C-Ring per scambio dati comuni tra regolatori locali. C-Bus : Predisposto per la telegestire usare "C-Bus Plug-in" tipo ACB

13 NUMERO 2 del COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature XSE 600 : OIMIZZAORE CLIMAICO PER IMPIANO DI RISCALDAMENO DI IPO SLAVE Stesse funzioni di XE 600 Attivazione del funzionamento con il C-Ring di un'unità Master Sistemi di comunicazione : C-Ring per scambio dati comuni tra regolatori locali e per l'attivazione C-Bus : Predisposto per la telegestire usare "C-Bus Plug-in" tipo ACB 400. XE 602 : DOPPIO OIMIZZAORE CLIMAICO PER IMPIANO DI RISCALDAMENO Controllo climatico di due mandate con valvole miscelatrici Due orologi indipendenti per i due circuiti Sistemi di comunicazione : C-Ring per scambio dati comuni tra regolatori locali. C-Bus : Predisposto per la telegestire usare "C-Bus Plug-in" tipo ACB 468. XSE 602 : DOPPIO OIMIZZAORE CLIMAICO PER IMPIANO DI RISCALDAMENO DI IPO SLAVE Stesse funzioni di XE 602 Attivazione del funzionamento con il C-Ring di un'unità Master Sistemi di comunicazione : C-Ring per scambio dati comuni tra regolatori locali e per l'attivazione C-Bus : Predisposto per la telegestire usare "C-Bus Plug-in" tipo ACB 400. LCR 348 : INSERIORE DA EMPERAURA C-RING Attraverso il C-Ring legge la massima temperatura voluta da tutti i regolatori COSER, dotati di questo Bus (es. : massima fra più mandate) rasforma questa temperatura, eventualmente con una correzione positiva o negativa, in uscita tarabili come si desidera Uscita a relè quando la temperatura rilevata supera una soglia tarabile Uscita allarme C-Ring. OCR 34. : INSERIORE IN C-RING DI COMANDI VARI PER CONROLLARE UNA O PIU' CALDAIE Inserisce in C-Ring, per controllare la temperatura voluta della caldaia/e: una temperatura misurata attraverso una sonda standard un ingresso tarabile con qualunque scala un telecomando tipo CDB 100 un contatto generico Relè di allarme + relè di limite UI I DEAGLI ECNICI DELLE SINGOLE APPARECCHIAURE SONO DESCRII NELLE SCHEDE ECNICHE CHE SI POSSONO OENERE SCARICANDOLE DA INERNE, OPPURE RICHIEDENDONE COPIA A COSER 13

14 COSER IME Applicazioni Apparecchiature COSER NUMERO 2 del VANAGGI CHE SI OENGONO CON I SISEMI DESCRII ELEGESIONE DI QUALUNQUE IPO DI BRUCIAORE/CALDAIA: QUALUNQUE IMPIANO SERVIO DA QUALUNQUE IPO DI CALDAIA CON O SENZA ELERONICA IN- CORPORAA, PUÒ ESSERE COMPLEAMENE ELEGESIO SIA NEL FUNZIONAMENO NORMALE, SIA NEL RILEVAMENO DI UE LE ANOMALIE O ALLARMI ASSERVIMENO DEL SISEMA CALDAIE A QUALUNQUE SISEMA DI UENZE: QUALUNQUE SISEMA DI MANDAE O UENI DEL CALORE PUÒ COMANDARE EMPERAURA E SEQUENZA DEI GENERAORI DI CALORE, PER OENERE LA MIGLIOR COMBINAZIONE FRA CONROLLO AUOMAICO E MASSIMA EFFICIENZA ENERGEICA ALLARMISICA E RACCOLA DAI DALL'IMPIANO: UO L'IMPIANO (UENI E GENERAORI DI CALORE) PUÒ ESSERE COMPLEAO DA ACCESSORI PER LEGGERE E RACCOGLIERE DAI, PER AVERE UN ALLARMISICA SOFISICAA LOCALE O ARAVERSO IL SISEMA DI ELEGESIONE. 14

INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE

INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE Pagina. M 1 Cronotermostati M 3 Termostati.. M 4 Centraline climatiche M 4 Orologi M 6 Accessori abbinabili a centraline Climatiche e termoregolatori M 7 M 01

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

EOLO Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili istantanee

EOLO Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili istantanee Pensili istantanee EOLO Superior kw è la caldaia pensile istantanea a camera stagna e tiraggio forzato omologata per il funzionamento sia all'interno che all'esterno in luoghi parzialmente protetti; per

Dettagli

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione UNI 10389 Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione 1. Scopo e campo di applicazione La presente norma prescrive le procedure per la misurazione in opera del rendimento di

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli

ZEUS Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili con boiler

ZEUS Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili con boiler 1 CARATTERISTICHE ZEUS Superior kw Pensili con boiler Nuova gamma di caldaie pensili a camera stagna e tiraggio forzato con bollitore in acciaio inox da 60 litri disponibili in tre versioni con potenza

Dettagli

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de Centralina Compatta 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che info@psg-online.de www.psg-online.de Manuale d istruzioni Messa in funzione Il regolatore viene fornito con le impostazioni standard pronto

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

VICTRIX Superior kw VICTRIX Superior kw Plus

VICTRIX Superior kw VICTRIX Superior kw Plus Pensili a condensazione VICTRIX Superior kw è la caldaia pensile istantanea a camera stagna con potenzialità di 26 kw e 32 kw che, grazie alla tecnologia della condensazione, si caratterizza per l'elevato

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

PAGLIARDINIASSOCIATI. SistemaVMF. Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi

PAGLIARDINIASSOCIATI. SistemaVMF. Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi PAGLIARDINIASSOCIATI * SistemaVMF Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi Sommario VMF. Sistema Variable Multi Flow...3 Componenti principali del sistema VMF...5 Ventilconvettori con nuovi

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo Gli attuatori Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo ATTUATORI Definizione: in una catena di controllo automatico l attuatore è il dispositivo che riceve

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Principi di ingegneria elerica Lezione 19 a Conversione eleromeccanica dell'energia Trasmissione e disribuzione dell'energia elerica acchina elerica elemenare Una barra condurice di lunghezza l immersa

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici OTORI A ORRENTE ONTINUA OTORIDUTTORI W W W.DAGU.IT cerificazioni Dagu s.r.l. è un azienda che si è sviluppaa negli anni con discrea rapidià, seguendo un rend di cosane crescia, ciò grazie ad un assiduo

Dettagli

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. DM 13/12/93 APPROVAZIONE DEI MODELLI TIPO PER LA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991 N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO

Dettagli

Sempre collegato al tuo comfort con evohome

Sempre collegato al tuo comfort con evohome Sempre collegato al tuo comfort con evohome Pag 2 Comfort e controllo Comfort più controllo: proprio quello che puoi aspettarti da evohome Pag. 3 evohome Il sistema intelligente per il riscaldamento a

Dettagli

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V Serie Genio Tecnic Moduli termici a premiscelazione a condensazione Emissioni di NOx in classe V Serie Genio tecnic Vantaggi Sicurezza Generatore totalmente stagno rispetto all ambiente. Progressiva riduzione

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

Guida alle funzioni GOLD versione E, SMART Link DX

Guida alle funzioni GOLD versione E, SMART Link DX Guida alle funzioni GOLD versione E, SMART Link DX 1. Generalità La funzione SMART Link DX è progettata per il controllo della temperatura dell'aria di mandata tramite l'interconnessione di un'unità di

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

EV40 CENTRALINA DI REGOLAZIONE DIFFERENZIALE PER IMPIANTI A PANNELLI SOLARI TERMICI

EV40 CENTRALINA DI REGOLAZIONE DIFFERENZIALE PER IMPIANTI A PANNELLI SOLARI TERMICI Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel.:02956821 Fax:0295307006 e-mail: info@fantinicosmi.it suppoto tecnico: supportotecnico@fantinicosmi.it EV40 CENTRALINA DI REGOLAZIONE

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400 Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Indice Indice Unità tipo

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

OGGETTO: PAROS GREEN. Vi indichiamo le principali caratteristiche tecniche:

OGGETTO: PAROS GREEN. Vi indichiamo le principali caratteristiche tecniche: OGGETTO: Egregi, a breve verrà commercializzata una nuova gamma di caldaie a condensazione, chiamata Paros Green, che andranno a integrare il catalogo listino attualmente in vigore. Viene fornita in tre

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

TIPI E CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

TIPI E CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE li TIPI E CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE impianti di climatizzazione, in genere vengono classificati in base ai fluidi che vengono impiegati per controbilanciare sia il carico termico

Dettagli

Circuiti del primo ordine

Circuiti del primo ordine Circuii del primo ordine Un circuio del primo ordine è caraerizzao da un equazione differenziale del primo ordine I circuii del primo ordine sono di due ipi: L o C Teoria dei Circuii Prof. Luca Perregrini

Dettagli

Le pompe di calore II

Le pompe di calore II Le pompe di calore II G.L. Morini Laboratorio di Termotecnica Dipartimento di Ingegneria Energetica, Nucleare e del Controllo Ambientale Viale Risorgimento 2, 40136 Bologna COP medio effettivo: SCOP COP

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Gentile cliente, Bongioanni spa

Gentile cliente, Bongioanni spa GX NE Gentile cliente, La ringraziamo per aver acquistato un prodotto Bongioanni. Questo libretto è stato preparato per informarla, con avvertenze e consigli, sulla installazione, il corretto uso e la

Dettagli

Esercizi svolti di teoria dei segnali

Esercizi svolti di teoria dei segnali Esercizi svoli di eoria dei segnali Alessia De Rosa Mauro Barni Novembre Indice Inroduzione ii Caraerisiche dei segnali deerminai Sviluppo in Serie di Fourier di segnali periodici Trasformaa di Fourier

Dettagli

Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali

Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali Preamplificazione: spalanca le porte al suono! Tra mixer, scheda audio, amplificazione, registrazione, il segnale audio compie un viaggio complicato, fatto a

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

Gestione della produzione MRP e MRPII

Gestione della produzione MRP e MRPII Sommario Gesione della produzione e Inroduzione Classificazione Misure di presazione La Disina Base Logica Lo Sizing in II Inroduzione Inroduzione Def: Gesire la produzione significa generare e sfruare

Dettagli

Scheda Tecnica. Piramide Condensing K 28 S 130. Caldaie condensing. Basamento eco condensing. Rendimento SOL K 21 S 200. Dir.

Scheda Tecnica. Piramide Condensing K 28 S 130. Caldaie condensing. Basamento eco condensing. Rendimento SOL K 21 S 200. Dir. Caldaie condensing Basamento eco condensing Scheda Tecnica Rendimento Dir. 92/42/CEE Piramide Condensing K 28 S 130 SOL K 21 S 200 Piramide Condensing K 28 S 130 Piramide Condensing SOL K 21 S 200 Ogni

Dettagli

SIRe Competent Fan Heater Electric. SIReFCX. With quick guide. For wiring diagram, please see last pages SE... 2 ES... 70 ... 155 ...

SIRe Competent Fan Heater Electric. SIReFCX. With quick guide. For wiring diagram, please see last pages SE... 2 ES... 70 ... 155 ... Original instructions SIRe Competent Fan Heater Electric With quick guide SIReFCX SE... 2 GB... 19 DE... 36 FR... 53 ES... 70 IT... 87 NL... 104 NO... 121 PL... 138 RU... 155 For wiring diagram, please

Dettagli

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare I prodotti Paradigma Paradigma Italia: l azienda ecologicamente conseguente Paradigma Italia nasce nel 1998 dall esperienza e affidabilità della casa madre tedesca, azienda leader nella distribuzione di

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie Gruppo termico murale a gas a premiscelazione Serie GENIO Tecnic Serie GENIO TECNIC Caratteristiche principali Quali evoluzione subirà il riscaldamento per rispondere alle esigenze di case e utenti sempre

Dettagli

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse ADVANCE Easy Moving www.advanceeasymoving.com Il pellet diventa facile! Caldaia sempre alimentata... senza pensarci! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da

Dettagli

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA 1 PRESENTAZIONE GENERALE 1. GENERALITÀ La presente relazione è relativa alla realizzazione di un nuovo impianto di produzione di energia elettrica.

Dettagli

Solare Pannelli solari termici

Solare Pannelli solari termici Solare Pannelli solari termici Il Sole: fonte inesauribile... e gratuita Il sole, fonte energetica primaria e origine di tutti gli elementi naturali, fonte indiscussa dell energia pulita, libera, eterna,

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

Istruzioni di montaggio ed esercizio. Caldaia a condensazione a gas WTC 15 32-A 83247608 1/2014-09

Istruzioni di montaggio ed esercizio. Caldaia a condensazione a gas WTC 15 32-A 83247608 1/2014-09 83247608 1/2014-09 Dichiarazione di conformità Sprachschlüssel 4810000008 Produttore Max Weishaupt GmbH Indirizzo: Max-Weishaupt-Straße D-88475 Schwendi Prodotto: Caldaia a condensazione a gas WTC 15-A,

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

Volume HUMIGRAIN SYSTEM. Manuale d uso

Volume HUMIGRAIN SYSTEM. Manuale d uso Volume 1 HUMIGRAIN SYSTEM Manuale d uso Manuale d uso Fornasier Tiziano & C. S.a.s. Via Mercatelli Maglio, 26 31010 Ponte della Priula (TV) - ITALY tel. +39 0438 445354 fax +39 0438 759210 Sommario Principio

Dettagli

AMBRA. Unità di recupero calore con circuito frigorifero integrato

AMBRA. Unità di recupero calore con circuito frigorifero integrato Ventilatori Unità trattamento aria Diffusori Antincendio Veli d aria e prodotti per il riscaldamento Ventilazione per galleria AMBRA Unità di recupero calore con circuito frigorifero integrato Systemair

Dettagli

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus 13, Seembre 10 Lampade: Plus Lampade ai vapori di sodio ad ala pressione di ala qualià realizzae con ecnologia PIA (Philips Inegraed Anenna). Vanaggi La ecnologia PIA aumena l'affidabilià e riduce il asso

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

MODAL. 31215-10/06 rev. 0 ISTRUZIONI PER L INSTALLATORE E IL MANUTENTORE

MODAL. 31215-10/06 rev. 0 ISTRUZIONI PER L INSTALLATORE E IL MANUTENTORE MODAL 325-0/06 rev. 0 ISTRUZIONI PER L INSTALLATORE E IL MANUTENTORE Informazioni generali INDICE INFORMAZIONI GENERALI... 3. Simbologia utilizzata nel manuale... 3.2 Uso conforme dell apparecchio... 3.3

Dettagli

Libretto d installazione uso e manutenzione

Libretto d installazione uso e manutenzione Libretto d installazione uso e manutenzione Caldaria Uno Super Pro Sistemi combinati di riscaldamento caldaia e aerotermo per riscaldare ambienti soggetti a vincoli normativi Alimentati a metano/gpl Rendimento

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

Riscaldare con il calore naturale

Riscaldare con il calore naturale Riscaldare con il calore naturale 2/3 Pompe di calore: riscaldare e raffrescare con il calore naturale L obiettivo di questo documento è fornire una panoramica completa sulle possibilità di riscaldare

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

NIKE 24 Superior. Libretto istruzioni ed avvertenze. Installatore Utente Tecnico

NIKE 24 Superior. Libretto istruzioni ed avvertenze. Installatore Utente Tecnico NIKE 24 Superior Caldaie pensili istantanee a camera aperta (tipo B) e tiraggio naturale IT Libretto istruzioni ed avvertenze Installatore Utente Tecnico Gentile Cliente, Ci complimentiamo con Lei per

Dettagli

Note tecniche per l installazione

Note tecniche per l installazione Mod. 24 SE EST 28 SE EST Note tecniche per l installazione Importante Il libretto... L installazione... deve essere letto attentamente; si potrà così utilizzare la caldaia in modo razionale e sicuro;

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE DIREZIONE CENTRALE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA TECNICA

DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE DIREZIONE CENTRALE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA TECNICA DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE DIREZIONE CENTRALE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA TECNICA AREA PREVENZIONE INCENDI LARGO SANTA BARBARA, 2-00178 ROMA TEI..

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

ROTEX HPSU Flex Type Sistema di climatizzazione annuale flessibile e innovativo

ROTEX HPSU Flex Type Sistema di climatizzazione annuale flessibile e innovativo ROTEX HPSU Flex Type Pompe di calore per edifici nuovi e per la ristrutturazione. ROTEX HPSU Flex Type Sistema di climatizzazione annuale flessibile e innovativo HPSU Flex Type: la soluzione di climatizzazione

Dettagli

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN per Expert NANO 2ZN Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie Expert NANO 2ZN Nome documento: MODBUS-RTU_NANO_2ZN_01-12_ITA Software installato: NANO_2ZN.hex

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE

ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE E d i z i o n e 1 d a t a t a A P R I L E 1 9 9 5 POOL AZIENDE SERVIZIO SICUREZZA GAS 53 52 51 50 49 48 47 46 351

Dettagli

Sistemi di trattamento aria per impianti radianti

Sistemi di trattamento aria per impianti radianti Sistemi di trattamento aria per impianti radianti Da trent anni lavoriamo in un clima ideale. Un clima che ci ha portato ad essere leader in Italia nel riscaldamento e raffrescamento radianti e ad ottenere,

Dettagli

Libretto d'installazione uso e manutenzione

Libretto d'installazione uso e manutenzione Libretto d'installazione uso e manutenzione Caldaria Uno SuperStar Sistema combinato di riscaldamento caldaia e aerotermo per riscaldare ambienti soggetti a vincoli normativi Alimentato a gas metano/gpl

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto... 3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

Le prestazioni delle pompe di calore: aspetti normativi e legislativi CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO

Le prestazioni delle pompe di calore: aspetti normativi e legislativi CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Cagliari 8 maggio 2014 Prof. Ing. Carlo Bernardini SEER e SCOP Metodi di prova, valutazione a carico parziale e calcolo del rendimento stagionale

Dettagli