CLUB ALPINO ITALIANO ORGANIZZAZIONE. di una ESCURSIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CLUB ALPINO ITALIANO ORGANIZZAZIONE. di una ESCURSIONE"

Transcript

1 CLUB ALPINO ITALIANO ORGANIZZAZIONE di una ESCURSIONE

2 MONTAGNA IN SICUREZZA 1 FASE COME? CLUB ALPINO ITALIANO a. INFORMAZIONE b. CONSULTAZIONE c. VALUTAZIONE

3 INFORMAZIONI Stagione Ore di luce Situazione meteo Eventuale innevamento Luogo della meta

4 CONSULTAZIONE Relazioni tecniche Mappe e cartine Conoscenze personali Usi e costumi Cultura del luogo

5 VALUTAZIONE Lunghezza Dislivello Via di accesso e di percorrenza Difficoltà (T-E-EE-EEA) Tempo necessario Soste Esistenza di rifugi-bivacchi-baite Eventuali vie di fuga Compagni di viaggio Programma alternativo

6 MONTAGNA IN SICUREZZA 2 FASE CLUB ALPINO ITALIANO ELABORAZIONE A TAVOLINO DEI DATI RACCOLTI

7 INFORMAZIONI 2 fase: ELABORAZIONI DATI RACCOLTI Stagione: INFLUIRA SULLA SCELTA DELLA META, NONCHE DEL VERSANTE DA PERCORRERE Ore di luce: VEDI TEMPO A DISPOSIZIONE (consultare tabelle allegato 1) Situazione meteo e eventuale innevamento: BOLLETTINI METEO TELEFONICI o da siti internet (vedi allegato 3) Luogo della meta: A PIACIMENTO di interesse paesaggistico florofaunistico- geologico - storico

8 CONSULTAZIONE 2 fase: ELABORAZIONI DATI RACCOLTI Mappe e cartine:carte TOPOGRAFICHE SCALA 1: INTERPRETARE LE INDICAZIONI DEL PERCORSO E LA SITUAZIONE MORFOLOGICA Relazioni tecniche: CONTENGONO DATI RELATIVI ALL ALTIMETRIA DEI RIFUGI, LA DISTANZA TRA GLI STESSI, QUANTITA POSTI LETTO, DISLIVELLI, TEMPI PERCORRENZA GUIDE: PRESENTANO PERCORSI GIA FORMATI CON RELATIVI DATI TECNICI, BREVI RELAZIONI, INOLTRE SPESSO CONTENGONO INTERESSANTI INFORMAZIONI SUGLI ASPETTI CULTURALI DELLA ZONA. Conoscenze personali - Usi e costumi - Cultura del luogo: TENER CONTO DELLE CONOSCENZE PERSONALI DEL LUOGO OPPURE PERSONE AFFIDABILI CHE LO ABBIANO EFFETTUATO DI RECENTE, OPPURE GESTORI DI RIFUGI.

9 VALUTAZIONE 2 fase: ELABORAZIONI DATI RACCOLTI Lunghezza:SI MISURA CON IL CURVIMETRO O DOPPIO DECIMETRO O CON IL BORDO DELLA BUSSOLA. RICORDARSI CHE UN ESCURSIONISTA MEDIO PERCORRE CIRCA 3-4 KM ALL ORA PER MAX KM GIORNO Dislivello:CIRCA m ALL ORA PER UN TOTALE DI m MAX AL GIORNO Via di accesso e di percorrenza: PORTARSI AL LUOGO DI PARTENZA FACENDO ATTENZIONE AI DIVIETI DI ACCESSO ANCHE STAGIONALI. VALUTARE ATTENTAMENTE LE DIVERSE TIPOLOGIE DEL TERRENO DEL NOSTRO ITINERARIO. Difficoltà (T-E-EE-EEA)

10 VALUTAZIONE 2 fase: ELABORAZIONI DATI RACCOLTI Difficoltà ( T E EE EEA ) T = TURISTICO: si svolge su strade forestali e mulattiere con poco dislivello e percorso non troppo lungo E = ESCURSIONISTICO: si svolge su sentieri anche con buone pendenze e lunghezze ma sempre evidenti e segnati EE = ESCURSIONISTICO PER ESPERTI : si svolge su sentieri a volte poco segnati, con notevole pendenza, lunghezza consistente, fondo irregolare o instabile, spesso esposti EEA = ESCURSIONISTICO-ESPERTI CON ATTREZZATURA : si svolge su percorsi alpinistici attrezzati ed esposti. Obbligatorio l uso, conoscendone le corretta applicazione, del Kit da ferrata composto da: imbrago, casco, dissipatore, corde e specifici moschettoni.

11 VALUTAZIONE 2 fase: ELABORAZIONI DATI RACCOLTI Tempo necessario: Si calcola che in 1 ora si percorre in media 3-4 km in lunghezza e m di dislivello T (min) = < L (Km) + H (hm)> x C Vedi allegato 2

12 VALUTAZIONE 2 fase: ELABORAZIONI DATI RACCOLTI T(min) = [ L(kM) + H (hm)] x C ossia è pari alla somma della lunghezza (L) in chilometri e del dislivello (H) in ettometri, moltiplicata per un coefficiente C in funzione del tipo di terreno e che tiene conto dell'attrito nel procedere. TIPO DI TERRENO SALITA DISCESA Stradine,mulattiere,sentiero 12 8 sentiero ripido e tracce facili 13 9 nevai e ghiacciai facili pietraie minute e pascoli ripidi 15 5 pietraie grosse ghiacciai crepacciati arrampicata media difficoltà sci su terreno di media difficoltà 11 3 tabella dell allegato 2

13 VALUTAZIONE 2 fase: ELABORAZIONI DATI RACCOLTI Soste: Di 5-10 minuti ogni ora in luoghi riparati. Approfittarne per breve alimentazione e modifica abbigliamento. Esistenza di rifugi-bivacchi-baite: informarsi sul periodo di apertura di eventuali prenotazioni e costi. Eventuali vie di fuga: Verificare l esistenza a tavolino. Indispensabili per imprevisti improvvisi quali: forti perturbazioni, infortuni, sentiero inagibile. Compagni di viaggio: GRUPPO possibilmente omogeneo: impostare l escursione sulle persone meno preparate Programma alternativo: prevedere un altro percorso meno impegnativo o visite a castelli, musei, ecc. in caso di imprevisti come maltempo o sentiero inagibile.

14 MONTAGNA IN SICUREZZA 3 FASE CLUB ALPINO ITALIANO PREPARAZIONE FISICA

15 PREPARAZIONE FISICA 3 fase ALIMENTAZIONE: sia nei giorni precedenti e sia durante l escursione cercare di attendersi alle regole di una corretta alimentazione come illustrato nella lezione relativa (allegato 5) ALLENAMENTO: Si inizia in modo graduale, per tempo debito, senza sottoporre l organismo a sforzi o discontinuità violente ma con un crescendo armonico. Si prosegue poi con sollecitazioni muscolari proprie dell attività escursionistiche (consigliati: esercizi a corpo libero, bicicletta, jogging, vogatore) ZAINO: Preparare lo zaino con sufficiente anticipo (la sera prima) e con metodo come consigliato nella lezione equipaggiamento e materiali

16 MONTAGNA IN SICUREZZA CONSIGLI PER IL REFERENTE DELLA SEZ. CAI CLUB ALPINO ITALIANO a - PROGRAMMAZIONE b - PREPARAZIONE c - ORGANIZZAZIONE FINALE

17 PROGRAMMAZIONE (consigli per il referente) Fare riferimento alle fasi 1 e 2 di quanto detto precedentemente, ponendo la massima attenzione alla stagione ed al tipo di escursione (ambiente innevato, alpinistica, escursionistica, ecc. = tipologia e numero max dei futuri compagni di escursione)

18 PREPARAZIONE (consigli per il referente) - Prenotare per tempo eventuali rifugi ed autobus - Verificare la disponibilità di un adeguato numero di collaboratori - Redarre la locandina relativa all uscita contenente le seguenti informazioni

19 PREPARAZIONE (consigli per il referente) LOCANDINA - Data dell escursione - Meta - Luogo ed orario di partenza - Mezzo di trasporto - Difficoltà (T-E-EE-EEA) - Dislivello in salita e discesa - Tracciato del percorso - Profilo altimetrico - Breve descrizione del percorso (comprese soste, pernottamenti, logistica) - Equipaggiamento necessario e/o obbligatorio - Costi - Nominativo referente/i o direttore dell escursione

20 PREPARAZIONE (consigli per il referente) LOCANDINA - TRACCIATO

21 PREPARAZIONE (consigli per il referente) LOCANDINA PROFILO ALTIMETRICO BELVEDERE DI MEZZODI' TABELLA PROFILO ALTIMETRICO RIFERIMENTO QUOTA m PARZ. QUOT m PROGR. QUOTA m PARZIALE DISTAN Km PROGR. DISTAN Km 1 CASTELAZ ,000 0,000 2 CASERA MEZZODI ,250 1,250 3 RIF. SORA 'L SASS ,000 2,250 4 BIVIO SENT ,350 2,600 5 BELVEDERE ,850 3,450 6 BIVIO SENT ,000 4,450 7 CASERA COL MARSANG ,000 7,450 8 CENTRALE IDROELETTR ,500 9,950

22 PREPARAZIONE (consigli per il referente) LOCANDINA PROFILO ALTIMETRICO PROFILO ALTIMETRICO QUOTA (m) ,000 2,000 4,000 6,000 8,000 10,000 12,000 DISTANZA (Km)

23 ORGANIZZAZIONE FINALE ( consigli per il referente ) ALCUNI GIORNI PRIMA: - Verificare il numero dei partecipanti - Verificare il numero dei collaboratori, informarli adeguatamente ed organizzarli - Verificare le prenotazioni (rifugi, autobus, ecc.) - Verificare l eventuale attrezzatura collettiva (corde, radio, pronto soccorso, ecc.) - Consultare i bollettini meteo (per più giorni) - Reperire informazioni relative agli accessi alla zona ed alla percorribilità delle strade

24 REALIZZAZIONE (durante l escursione) - Alla partenza fare l appello dei partecipanti - Chiarire a tutti le modalità di eventuali soste durante il viaggio (luogo e durata max) - All inizio dell escursione ribadire i compiti assegnati ai collaboratori (testa, centro, coda, ecc)

25 REALIZZAZIONE (durante l escursione) - Durante l uscita, con l ausilio dei collaboratori, verificare: - Il buon andamento in generale - Il rispetto dei tempi programmati (soste, meta, ritorno) - Le eventuali difficoltà di qualche partecipante - L evolversi della situazione meteo (in caso di grave peggioramento valutare, con i collaboratori, di intraprendere le vie di fuga o il ritorno anticipato) - Il rientro di tutti i partecipanti (evitare la partenza delle auto finchè tutti non sono rientrati)

26 Buone escursioni in sicurezza e simpatia CLUB ALPINO ITALIANO All ESCURSIONISTA è idealmente affidata la memoria storica di un patrimonio plasmato dalla fatica, dal sacrificio, dalla caparbia determinazione degli uomini di montagna. Annibale Salsa

CLUB ALPINO ITAL LIANO COR RSO A.S.E. CORSO A.S.E. D ESCURSIONISMO CASTIONE DELLA PRESOLANA 2-3 OTTOBRE 2010

CLUB ALPINO ITAL LIANO COR RSO A.S.E. CORSO A.S.E. D ESCURSIONISMO CASTIONE DELLA PRESOLANA 2-3 OTTOBRE 2010 S.R.E. - SCUOLA REGIONALE ESCURSIONISMO OBRE 2010 2-3 OTTO CLUB ALPINO ITAL LIANO COR RSO A.S.E. CLUB ALPINO ITALIANO CORSO A.S.E. D ESCURSIONISMO CASTIONE DELLA PRESOLANA 2-3 OTTOBRE 2010 OBRE 2010 2-3

Dettagli

CORSO DI SCIALPINISMO

CORSO DI SCIALPINISMO Scuola di Scialpinismo FALC CORSO DI SCIALPINISMO Preparazione e condotta della gita di scialpinismo Corso SA1 2012 Dario Naretto e Michele Stella (ISA Istruttori Regionali di Scialpinismo) ARGOMENTI 1.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA CAI-FEDERPARCHI

PROTOCOLLO D INTESA CAI-FEDERPARCHI PROTOCOLLO D INTESA CAI-FEDERPARCHI ABACO DELLA SEGNALETICA Allegato A SEGNALETICA DEI SENTIERI La Legge 24 dicembre 1985, n. 776, all art. 2 lettera b), stabilisce che il CAI provvede al tracciamento,

Dettagli

Gradi di difficoltà nel traffico lento (TL) MANUALE

Gradi di difficoltà nel traffico lento (TL) MANUALE Gradi di difficoltà nel traffico lento (TL) MANUALE Gradi di difficoltà nel traffico lento (TL) Obiettivo La ripartizione dei percorsi nazionali, regionali e locali del traffico lento in gradi di difficoltà

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DI UN ESCURSIONE

ORGANIZZAZIONE DI UN ESCURSIONE Club Alpino Italiano Sezione di Roma Cristina Cimagalli ORGANIZZAZIONE DI UN ESCURSIONE Corso base di escursionismo, martedì 31.10.06 1. Scegliere il percorso In funzione di: chi e quanti siamo un gruppo

Dettagli

Presentazione creata da Antonino Oddo A.N.E. Grafica by Thor Software

Presentazione creata da Antonino Oddo A.N.E. Grafica by Thor Software Presentazione creata da Antonino Oddo A.N.E. Grafica by Thor Software La teoria senza la pratica è inutile, la pratica senza la teoria è pericolosa. - Lao Tzu - È molto importante pianificare bene le vostre

Dettagli

REGOLAMENTO ESCURSIONI SOCIALI

REGOLAMENTO ESCURSIONI SOCIALI C.A.I. Sezione di Bollate REGOLAMENTO ESCURSIONI SOCIALI Approvato il 9 dicembre 2014 ~ 1 ~ Sommario 1. ESCURSIONI SOCIALI... 3 2. PARTECIPAZIONE... 3 3. COPERTURE ASSICURATIVE... 4 4. ISCRIZIONE... 4

Dettagli

SCALE E VALUTAZIONI DIFFICOLTA'

SCALE E VALUTAZIONI DIFFICOLTA' SCALE E VALUTAZIONI DIFFICOLTA' ESCURSIONISMO Qui di seguito viene illustrata La scala di valutazione delle difficoltà escursionistiche espressa secondo le ultime direttive del CAI (Club Alpino Italiano),

Dettagli

Preparazione e condotta della salita

Preparazione e condotta della salita Preparazione e condotta della salita Conoscere i pericoli per poter meglio evitarli I pericoli in montagna Pericoli oggettivi Pericoli soggettivi Preparazione di una salita Scelta della salita Formazione

Dettagli

Scuola Sezionale di Escursionismo Etnea C. A. I. Catania Sezione dell Etna

Scuola Sezionale di Escursionismo Etnea C. A. I. Catania Sezione dell Etna Scuola Sezionale di Escursionismo Etnea C. A. I. Catania Sezione dell Etna 2 Corso Base di Escursionismo Mercoledì 21 Novembre 2012 - ORGANIZZAZIONE e CONDUZIONE dell ESCURSIONE - a cura di Fabrizio Meli

Dettagli

Venerdi 31 maggio, Sabato 1,Domenica 2 giugno 2013

Venerdi 31 maggio, Sabato 1,Domenica 2 giugno 2013 CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONI DI CAMPOBASSO E ISERNIA, SOTTOSEZIONE DI BOJANO DA AESERNIA A BOVIANUM E SAEPINUM TREKKING ATTRAVERSO LE CITTÀ SANNITE AI PIEDI DEL MATESE LUNGO IL TRATTURO PESCASSEROLI CANDELA

Dettagli

Punta Sommeiller Svoltare a DX Svoltare a DX

Punta Sommeiller Svoltare a DX Svoltare a DX Punta Sommeiller NR. Km Parziali Km Totali Descrizione Note 1 0.0 0.0 Partenza Autostrada TORINO-FREJUS Uscita OULZ EST - 2 1.7 1.7 Centro Abitato di OULZ Quota 1.015 mt 3 0.3 2.0 dopo il semaforo Seguire

Dettagli

Club Alpino Italiano

Club Alpino Italiano Club Alpino Italiano Sezione di FIRENZE CORSI di ESCURSIONISMO 2016 1 Corso Base di Escursionismo E1 1 Corso Avanzato di Escursionismo E2 REGOLAMENTO I due Corsi di Escursionismo Base (E1) e Avanzato (E2),

Dettagli

Alpinismo facile estivo Breithorn m Via normale da Cervinia.

Alpinismo facile estivo Breithorn m Via normale da Cervinia. Alpinismo facile estivo Breithorn - 4164m Via normale da Cervinia. A chi è rivolto. Escursionisti esperti. 3,30 ore in salita fino alla cima; 2 ore in discesa per la Salita alpinistica facile su ghiacciaio.

Dettagli

Trekking da Palafavera al Rif. Tissi

Trekking da Palafavera al Rif. Tissi Monte Civetta Trekking da Palafavera al Rif. Tissi Domenica 24/07/2016 Passeggiata impegnativa a partire dalla località Palafavera presso Zoldo Alto fino al Rifugio Tissi, passando per il Rifugio Coldai,

Dettagli

FEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANA VERBALE DI VISITA E CERTIFICATO DI OMOLOGAZIONE

FEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANA VERBALE DI VISITA E CERTIFICATO DI OMOLOGAZIONE FEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANA Commissione Impianti Sportivi VERBALE DI VISITA E CERTIFICATO DI OMOLOGAZIONE IMPIANTO. AREA RISERVATA ALL UFFICIO IMPIANTI FCI Tipologia impianto:.. N del verbale.. Collaudatore

Dettagli

Corso di ferrate MF1-2013

Corso di ferrate MF1-2013 CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI PONTEDERA La Sezione di Pontedera in collaborazione con la Scuola di Alpinismo «Cosimo Zappelli» di Viareggio, la Scuola di Alpinismo di Lucca e la Scuola di Alpinismo «Alpi

Dettagli

Itinerari di accesso : da Carciato, frazione di Dimaro per la Val dei Cavai, sentiero n.335. tempo progressivo in ore.

Itinerari di accesso : da Carciato, frazione di Dimaro per la Val dei Cavai, sentiero n.335. tempo progressivo in ore. Da Malé si attraversa il Noce e ci si porta in località Regazzini per imboccare il sentiero 374.Superata la palestra di roccia e la strada forestale proveniente da Plaz, lasciata alle spalle una grande

Dettagli

SULLE ORME DI SANT ERASMO

SULLE ORME DI SANT ERASMO PANORAMA FOTOGRAFIA SULLE ORME DI SANT ERASMO Carpineto Romano (Le Faggeta), Sentiero CAI n.7 verso la Croce di Capreo, Sentiero CAI n.10 fino a monte Semprevisa, sentiero CAI n. 8 fino a monte Erdigheta,

Dettagli

Le persone che intendono partecipare alla posa o manutenzione della segnaletica, dovranno rispettare quanto indicato di seguito.

Le persone che intendono partecipare alla posa o manutenzione della segnaletica, dovranno rispettare quanto indicato di seguito. Le persone che intendono partecipare alla posa o manutenzione della segnaletica, dovranno rispettare quanto indicato di seguito. La segnaletica del CAI Commissione Centrale per l'escursionismo La segnaletica

Dettagli

ATTIVITA IN MONTAGNA. di Valerio Bozza

ATTIVITA IN MONTAGNA. di Valerio Bozza ATTIVITA IN MONTAGNA di Valerio Bozza Escursionismo Escursionismo Escursionismo è camminare nella natura al di fuori delle strade asfaltate. L escursionismo si svolge quasi sempre in ambiente montano (bassa

Dettagli

SCANNO ROCCARASO LE MANDRUCCE

SCANNO ROCCARASO LE MANDRUCCE SCANNO ROCCARASO LE MANDRUCCE DATI TECNICI Partenza Scanno m. 1015 Arrivo Scanno m. 1015 Totale Km 48 e 55 Quota max Bivio per Le Mandrucce m. 1912 Quota min. Bivio per Frattura m. 960 Dislivello salita

Dettagli

BS-01 Dalla pianura al Lago di Garda

BS-01 Dalla pianura al Lago di Garda BS-01 Lombardia in bicicletta - Itinerari Partenza: Mazzano, chiesa parrocchiale Arrivo: Salò, campo sportivo Lunghezza Totale (km): 22.4 Percorribilità: In bicicletta Tempo di percorrenza (ore.min): 1.10

Dettagli

MI-02 Tra Mincio e Po

MI-02 Tra Mincio e Po MI-02 - Itinerari Partenza: Mantova, stazione ferroviaria Arrivo: Borgoforte, stazione ferroviaria Lunghezza Totale (km): 44.8 Percorribilità: In bicicletta, a piedi Tempo di percorrenza (ore.min): 2.30

Dettagli

- Gruppo Capre Alpine -

- Gruppo Capre Alpine - Ferrata deglia artisti Magliolo (SV) Zona montuosa: Località di partenza: Quota di partenza: Quota di arrivo: Dislivello: Tempo salita+discesa: Val Maremola Isallo-Magliolo (SV) 675m 1335m 680m 5.00 ore

Dettagli

VIA FERRATA FACILE O DI MEDIA DIFFICOLTÀ* CORSO ROCCIA BASE 1^ GIORNO MIN. 10 /12* FACILE /MEDIA* A PAGAMENTO + IMPIANTI

VIA FERRATA FACILE O DI MEDIA DIFFICOLTÀ* CORSO ROCCIA BASE 1^ GIORNO MIN. 10 /12* FACILE /MEDIA* A PAGAMENTO + IMPIANTI ATTIVITÀ FASSA GUIDES Alpinismo MULTIATTIVITà TREKKING Attività a pagamento con le Guide Alpine con iscrizione obbligatoria alla Casa delle Guide di Campitello aperta tutti i giorni con orario 10.00-12.00

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo PIANO DIDATTICO Allegato n 9 CORSI DI FORMAZIONE E VERIFICA PER ACCOMPAGNATORI DI ESCURSIONISMO 1 LIVELLO AE/AC STRUTTURA DEI CORSI (Art. 22) I corsi

Dettagli

REGOLAMENTO GITE DELLA SOTTOSEZIONE DI SCANDICCI. Ver4

REGOLAMENTO GITE DELLA SOTTOSEZIONE DI SCANDICCI. Ver4 REGOLAMENTO GITE DELLA SOTTOSEZIONE DI SCANDICCI Ver4 Approvata dal CD della Sottosezione in data 6/12/2011 Sommario PREMESSA... 2 Art. 1 OGGETTO... 2 Art. 2 PARTECIPANTI... 2 Art. 3 ISCRIZIONI E QUOTA

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo Allegato n 9 PIANO DIDATTICO CORSI DI FORMAZIONE E VERIFICA PER ACCOMPAGNATORI DI ESCURSIONISMO AE 1 LIVELLO STRUTTURA DEI CORSI (Art. 22) I corsi

Dettagli

Durata Distanza. Condizione Tecnica Avventura Paesaggio

Durata Distanza. Condizione Tecnica Avventura Paesaggio Mëisules dala Biesces Fessura ad ypsilon (parete ovest) VIE DI ARRAMPICATA Durata Distanza 3:00 h 0.0 km Dislivello Altitudine Max 0 m m Condizione Tecnica Avventura Paesaggio Fessura ad ypsilon (parete

Dettagli

Il rifugio si trova in Valchiusella, a mezz ora di cammino dall abitato di Traversella, nel cuore della palestra di roccia di Traversella.

Il rifugio si trova in Valchiusella, a mezz ora di cammino dall abitato di Traversella, nel cuore della palestra di roccia di Traversella. Il rifugio si trova in Valchiusella, a mezz ora di cammino dall abitato di Traversella, nel cuore della palestra di roccia di Traversella. il rifugio Bruno Piazza situato a 1.050 mt di altezza in Valchiusella

Dettagli

VIA FERRATA FACILE O DI MEDIA DIFFICOLTÀ* CORSO ROCCIA BASE 1^ GIORNO MIN. 10 /12* FACILE /MEDIA* A PAGAMENTO + IMPIANTI

VIA FERRATA FACILE O DI MEDIA DIFFICOLTÀ* CORSO ROCCIA BASE 1^ GIORNO MIN. 10 /12* FACILE /MEDIA* A PAGAMENTO + IMPIANTI ATTIVITÀ FASSA GUIDES Alpinismo MULTIATTIVITà TREKKING Attività a pagamento con le Guide Alpine con iscrizione obbligatoria alla Casa delle Guide di Campitello aperta tutti i giorni con orario 10.00-12.00

Dettagli

Monesi - limone NR. Km Parziali Km Totali Descrizione Note

Monesi - limone NR. Km Parziali Km Totali Descrizione Note Monesi - limone NR. Km Parziali Km Totali Descrizione Note 1 0.0 0.0 Partenza da Monesi Azzerare davanti all Albergo del Redentore Direzione Limone Piemonte 2 1.8 1.8 Pista in cemento battuto 3 0.3 2.1

Dettagli

4,174 Km 1:00-2:00 h 415 m 19 m

4,174 Km 1:00-2:00 h 415 m 19 m maps.altarezia.eu Baite'l dal Canto'n Pla'za Plache'da - Te'a dal Pe'l - Plan di Corf - Baite'l da Plasgiane't - Baite'l dal Canto'n 4,174 Km 1:00-2:00 h 415 m 19 m Si parte da Plaza Placheda e si percorre

Dettagli

Corso di arrampicata su roccia

Corso di arrampicata su roccia Corso di arrampicata su roccia organizzato presso la Sezione di Reggio Emilia del Club Alpino Italiano Scuola Intersezionale di Alpinismo Scialpinismo e Arrampicata Libera BISMANTOVA L alpinismo è l arte

Dettagli

DOLOMITI DI SESTO Traversata nel parco delle Tre Cime di Lavaredo

DOLOMITI DI SESTO Traversata nel parco delle Tre Cime di Lavaredo CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di PARABIAGO Via De Amicis 3 - c/o Centro Giovanile Telefono: 340.9434511 26-30 agosto 2016 TREKKING SULLE FERRATE DELLE DOLOMITI DI SESTO Traversata nel parco delle Tre Cime

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo PIANO DIDATTICO Allegato n 9 CORSI DI FORMAZIONE E VERIFICA PER ACCOMPAGNATORI DI ESCURSIONISMO 1 LIVELLO AE/AC STRUTTURA DEI CORSI (Art. 22) I corsi

Dettagli

Le Norme di Maresca e la Sentieristica attuale..

Le Norme di Maresca e la Sentieristica attuale.. CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di MARESCA MONTAGNA PISTOIESE Villaggio Orlando, 100 - CAMPOTIZZORO Le Norme di Maresca e la Sentieristica attuale.. CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI MARESCA MONTAGNA PISTOIESE

Dettagli

CAI ALA di STURA Programma 2016

CAI ALA di STURA Programma 2016 CAI ALA di STURA Programma 2016 Perchè iscriversi al C.A.I. (meglio se alla sezione di Ala di Stura) Per motivi ideali, che uniscono tutti gli appassionati della montagna, e per motivi pratici, che interessano

Dettagli

Monte di Cambio (2081 m.)

Monte di Cambio (2081 m.) Affiliati alla FederTrek Escursione nel Gruppo dei Monti Reatini Monte di Cambio (2081 m.) Sabato 24 Maggio 2014 Avvicinamento alla Vetta del Monte di Cambio Introduzione: Facile escursione, se fatta nella

Dettagli

19,083 Km 3:00-4:00 h 232 m 1567 m

19,083 Km 3:00-4:00 h 232 m 1567 m maps.altarezia.eu Val di Rezzalo Ponte dell'alpe (Strada Provinciale del Gavia) - Passo dell'alpe - Clevaccio in Val di Rezzalo - San Bernardo in Val di Rezzalo - Fumero - Frontale - Le Prese 19,083 Km

Dettagli

Parete est Vallon. Difficoltà: IV, un passaggio di IV+ Dislivello: 230 m Sviluppo: 250 m Tiri: 7 Ore: 3 Roccia: ottima Attrezzatura: NDA

Parete est Vallon. Difficoltà: IV, un passaggio di IV+ Dislivello: 230 m Sviluppo: 250 m Tiri: 7 Ore: 3 Roccia: ottima Attrezzatura: NDA Sas dles Nu Parete est VIE DI ARRAMPICATA Durata Distanza 3:00 h 0.0 km Dislivello Altitudine Max 0 m m Condizione Tecnica Avventura Paesaggio Parete est Vallon. Difficoltà: IV, un passaggio di IV+ Dislivello:

Dettagli

Itinerario 5 : Rivets, Rif, Costapiana

Itinerario 5 : Rivets, Rif, Costapiana Itinerario 5 : Rivets, Rif, Costapiana Partenza: dal parcheggio di borgata Rivets Dislivello: mt. 785 Tempo di percorrenza: 2.30/3 ore ma con discreto allenamento Periodo consigliato : novembre marzo Accesso

Dettagli

Preparazione e condotta della salita

Preparazione e condotta della salita Preparazione e condotta della salita Conoscere i pericoli per poter meglio evitarli Io credetti e credo la lotta con l Alpe utile come il lavoro, nobile come un come un arte, bella come una fede (Guido

Dettagli

Bando di partecipazione al IV CORSO PER ISTRUTTORI ARRAMPICATA LIBERA TER 2011

Bando di partecipazione al IV CORSO PER ISTRUTTORI ARRAMPICATA LIBERA TER 2011 Bando di partecipazione al IV CORSO PER ISTRUTTORI ARRAMPICATA LIBERA TER 2011 La Commissione Interregionale TER Scuole di Alpinismo e Sci Alpinismo del Club Alpino Italiano, CISASATER, organizza il IV

Dettagli

Rieti-Ornaro Salaria 150 -quattro regioni senza confini

Rieti-Ornaro Salaria 150 -quattro regioni senza confini TITOLO DELL ESCURSIONE Rieti-Ornaro Salaria 150 -quattro regioni senza confini Data d effettuazione Categoria Mezzo di trasporto 15/04/2012 T (Turistica Aperta a tutti) DESCRIZIONE SINTETICA DELL ESCURSIONE

Dettagli

Nel fantastico mondo dei camosci Al centro di una ciclopica scogliera

Nel fantastico mondo dei camosci Al centro di una ciclopica scogliera Trekking al Sas Rigais TREKKING Durata Distanza 6:00 h 18.3 km Dislivello Altitudine Max 2690 m 2997 m Condizione Tecnica Avventura Paesaggio Nel fantastico mondo dei camosci Al centro di una ciclopica

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE ANDREA GENOINO CAVA DE TIRRENI ( SA ) DOCENTE RESPONSABILE: prof.ssa Rita D Ancora GRUPPO MIRATO: CLASSE IV A

LICEO SCIENTIFICO STATALE ANDREA GENOINO CAVA DE TIRRENI ( SA ) DOCENTE RESPONSABILE: prof.ssa Rita D Ancora GRUPPO MIRATO: CLASSE IV A LICEO SCIENTIFICO STATALE ANDREA GENOINO CAVA DE TIRRENI ( SA ) PROGETTO a.s. 2011/2012 l OR_SO della montagna ( Percorso di Educazione alla Cultura della Sicurezza e della Protezione Civile ) DOCENTE

Dettagli

Itinerario n I due laghi: Castelgandolfo e Nemi

Itinerario n I due laghi: Castelgandolfo e Nemi Pagina 1 di 6 5 Itinerario n. 136 - I due laghi: Castelgandolfo e Nemi Scheda informativa Punto di partenza: Lago di Albano Distanza da Roma : 20 km Lunghezza: 36 km Ascesa totale: 750 m Quota massima:

Dettagli

Sabato e Domenica 27/28 luglio 2013

Sabato e Domenica 27/28 luglio 2013 CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI Via IV Novembre, 9 20043 ARCORE Tel. 039-6012956 cell. 3479471002 www.cea-arcore.com CROCE e-mail: cea.arcore@gmail.com ROSSA VALLI 3567 metri DI LANZO Sabato e Domenica 27/28

Dettagli

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA FASSACTIVE TEL. 347-76820798 WWW.ACTIVESPORT-TEAM.IT

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA FASSACTIVE TEL. 347-76820798 WWW.ACTIVESPORT-TEAM.IT ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA FASSACTIVE TEL. 347-76820798 WWW.ACTIVESPORT-TEAM.IT PROGRAMMA ESTATE 2014 GIUGNO LUGLIO DATA ORARIO ATTIVITA RITROVO - LOCALITA NOTE DATA ORARIO ATTIVITA RITROVO

Dettagli

CAI ALA di STURA Programma 2017

CAI ALA di STURA Programma 2017 CAI ALA di STURA Programma 2017 Perchè iscriversi al C.A.I. (meglio se alla sezione di Ala di Stura) Per motivi ideali, che uniscono tutti gli appassionati della montagna, e per motivi pratici, che interessano

Dettagli

SCHEDA ITINERARI. Paese: Italia. Regione: Toscana. Provincia: Firenze. Area (2) : Val d Arno val di Sieve. Escursionismo

SCHEDA ITINERARI. Paese: Italia. Regione: Toscana. Provincia: Firenze. Area (2) : Val d Arno val di Sieve. Escursionismo LA GUIDA DEL CAMMINATORE Titolo itinerario: Scheda a cura di (1): E-mail: Tel: Localizzazione SCHEDA ITINERARI Sentiero comunale GEO A La via dei Castelli e dei mulini Paese: Italia Gruppo Trekking G.E.O.

Dettagli

Difficoltà escursionistiche

Difficoltà escursionistiche Difficoltà escursionistiche Il CAI ha adottato da alcuni anni una scala per distinguere le difficoltà escursionistiche degli itinerari, che esprime una valutazione d insieme e che tiene conto delle seguenti

Dettagli

PROGRAMMA INVERNO 2016/2017

PROGRAMMA INVERNO 2016/2017 VIVI L INVERNO NELLE ALPI GIULIE PROGRAMMA INVERNO 2016/2017 Attività organizzate con istruttori e guide specializzate passeggiate ed escursioni con racchette da neve, gite in carrozza, arrampicata, snow

Dettagli

EUROPA- NORVEGIA TROMSO Scialpinismo e barca a vela

EUROPA- NORVEGIA TROMSO Scialpinismo e barca a vela EUROPA- NORVEGIA TROMSO Scialpinismo e barca a vela TIPOLOGIA SKIALP VIAGGI DURATA 8 giorni DIFFICOLTÀ M MINIMO PER 7 GUIDA ALPINA 1 guida alpina UIAGM PERIODO dal 12 al 20 aprile 2013 Un esperienza unica

Dettagli

Scelta e programmazione di una salita. A cura di Alessandro Cerri Istruttore sezionale

Scelta e programmazione di una salita. A cura di Alessandro Cerri Istruttore sezionale Scelta e programmazione di una salita A cura di Alessandro Cerri Istruttore sezionale Scalare non è solo attività fisica, prima viene un lavoro di intelligence Scelta e programmazione di una salita - La

Dettagli

FR-01 La Franciacorta

FR-01 La Franciacorta FR-01 La Franciacorta Lombardia in bicicletta - Itinerari Partenza: Provaglio d'iseo, stazione ferroviaria Arrivo: Brescia, stazione ferroviaria Lunghezza Totale (): 26.4 Percorribilità: Qualsiasi tipo

Dettagli

CIMA DI RODA (2694 m)

CIMA DI RODA (2694 m) CIMA DI RODA (2694 m) Via Castiglioni Battisti DIFFICOLTÀ DISLIVELLO DURATA BELLEZZA D (V-) 250m la via (9 tiri) 5h (3h la via) ITINERARIO: Salita alla Cima di Roda per la via Castiglioni Battisti DIFFICOLTÀ:

Dettagli

Monte Moregallo (m.1276) - Cresta G.G. OSA

Monte Moregallo (m.1276) - Cresta G.G. OSA Scuola di Alpinismo e Scialpinismo Guido Della Torre - http://www.scuolaguidodellatorre.it Monte Moregallo (m.1276) - Cresta G.G. OSA Accesso stradale: da Valmadrera (Lecco) salire in auto fino alla frazione

Dettagli

GITA NAZIONALE ACCOMPAGNATORI MONTE ADAMELLO (3539 m)

GITA NAZIONALE ACCOMPAGNATORI MONTE ADAMELLO (3539 m) CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Alpinismo Giovanile Scuola Centrale di Alpinismo Giovanile GITA NAZIONALE ACCOMPAGNATORI MONTE ADAMELLO (3539 m) Alpi Retiche Meridionali (11-13 luglio 2014) -

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA Club Alpino Italiano sez. Gran Sasso d Italia - Teramo

CALENDARIO ATTIVITA Club Alpino Italiano sez. Gran Sasso d Italia - Teramo CALENDARIO ATTIVITA Club Alpino Italiano sez. Gran Sasso d Italia - Teramo duemilaquindici REGOLAMENTO 1) Con l iscrizione si accettano il presente regolamento, la conduzione della Guida e le direttive

Dettagli

CALENDARIO CORSO ACCOMPAGNATORE DI MEDIA MONTAGNA

CALENDARIO CORSO ACCOMPAGNATORE DI MEDIA MONTAGNA CALENDARIO CORSO ACCOMPAGNATORE DI MEDIA MONTAGNA Modulo A dal 18 al 22 aprile 2016-2017 Presentazione obiettivi e organizzazione del corso (1 ora) LG Tecniche di comunicazione e di gestione del gruppo

Dettagli

0,00 0,00 2 2,02 2,02 3 2,62 0,60 4 2,85 0,23 5 3,22 0,37

0,00 0,00 2 2,02 2,02 3 2,62 0,60 4 2,85 0,23 5 3,22 0,37 LA VIA DEL PISTACCHIO Partenza: Stazione 43 della FCE Lunghezza: 31 Km Tratto da "Itinerari off road" allegato alla rivista Autoruote 4x4 n.109 ottobre 2003 Pubblicato su: www.fotoviaggi.it Leggete sempre

Dettagli

CAI - ALPINISMO GIOVANILE. Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011. Segnaletica

CAI - ALPINISMO GIOVANILE. Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011. Segnaletica CAI - ALPINISMO GIOVANILE Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011 Segnaletica C A I B o r g o m a n e r o A l p i n i s m o G i o v a n i l e 2 0 1 1 Pagina 1 Classificazione dei sentieri Sentiero

Dettagli

PO-05 Il Po nelle terre Matildiche

PO-05 Il Po nelle terre Matildiche PO-05 - Itinerari Partenza: Ostiglia, stazione ferroviaria Arrivo: Bondeno, stazione ferroviaria Lunghezza Totale (km): 48.5 Percorribilità: In bicicletta, a piedi Tempo di percorrenza (ore.min): 2.30

Dettagli

Progettazione della segnaletica principale agli incroci dei sentieri

Progettazione della segnaletica principale agli incroci dei sentieri Progettazione della segnaletica principale agli incroci dei sentieri Nel lavoro di segnaletica dei sentieri, l impegno richiesto per lo studio, la preparazione e la posa di quella principale costituisce

Dettagli

2^ Ciaspolata 13/03/2016 Monte Macchia del Vitello 1687 m.

2^ Ciaspolata 13/03/2016 Monte Macchia del Vitello 1687 m. 2^ Ciaspolata 13/03/2016 Monte Macchia del Vitello 1687 m. PESCIA 1074 m. (Comune di NORCIA) DATA ESCURSIONE: 13 marzo 2016 ORA PARTENZA: 7.00 RITROVO: Via Recanati (di fronte al mercato coperto di P.

Dettagli

Accompagnatore di escursionismo

Accompagnatore di escursionismo Dipartimento federale dell economia, della formazione e della ricerca DEFR Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l innovazione SEFRI Qualifiche professionali UE/AELS Nota informativa per

Dettagli

Ciclo Ciaspolate 2010 Anello dei due Valloni - Parco Nazionale d Abruzzo, Lazio e Molise- DATA 20 marzo 2011

Ciclo Ciaspolate 2010 Anello dei due Valloni - Parco Nazionale d Abruzzo, Lazio e Molise- DATA 20 marzo 2011 Ciclo Ciaspolate 2010 Anello dei due Valloni - Parco Nazionale d Abruzzo, Lazio e Molise- DATA 20 marzo 2011 ORA PARTENZA: ore 15.00 del 19 marzo con auto propria RITROVO: Via Recanati (di fronte mercato

Dettagli

DATI TOUR COME ARRIVARE PARTENZA CARATTERISTICHE VARIANTE STORIA ROADBOOK ALTIMETRIA

DATI TOUR COME ARRIVARE PARTENZA CARATTERISTICHE VARIANTE STORIA ROADBOOK ALTIMETRIA DATI TOUR COME ARRIVARE PARTENZA CARATTERISTICHE VARIANTE STORIA ALTIMETRIA DATI TOUR TEMPO TOTALE A di media A 12 di media A 14 di media A 16 di media A 18 di media A 20 di media Percentuale Lunghezza

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA PROGETTAZIONE DELLE IPPOVIE ITALIANE FISE

DISCIPLINARE PER LA PROGETTAZIONE DELLE IPPOVIE ITALIANE FISE DISCIPLINARE PER LA PROGETTAZIONE DELLE IPPOVIE ITALIANE FISE PREMESSA Le attività dell Equitazione di Campagna vanno realizzate nel rispetto dei principi sportivi e delle regolamentazioni tecniche vigenti.

Dettagli

PROGETTO MONTAGNAMICA ESTATE

PROGETTO MONTAGNAMICA ESTATE PROGETTO MONTAGNAMICA ESTATE Sugli esiti e l organizzazione che hanno caratterizzato gli eventi nelle passate stagioni riproponiamo il progetto di: LE FINALITA' DEL PROGETTO MontagnAmica e Sicura in ambiente

Dettagli

Club Alpino Italiano Sezione di Ascoli Piceno Via Serafino Cellini

Club Alpino Italiano Sezione di Ascoli Piceno Via Serafino Cellini Ciclo Quattro per mille Monte Bove Sud - Monte Bicco - Monti Sibillini - DATA ESCURSIONE: ORA PARTENZA: RITROVO: IMPEGNO FISICO: DIFFICOLTA TECNICA: DURATA: ACCOMPAGNATORI: 25 Settembre 2011 07,30 mercato

Dettagli

Le Vie Francigene del Sud

Le Vie Francigene del Sud Tappa VFS05 Da San Giovanni Rotondo a M.te S. Angelo Le Vie Francigene del Sud Partenza: S. Giovanni Rotondo, Chiesa Nuova Arrivo: Monte Sant'Angelo, San Michele Lunghezza Totale (km): 24.3 Percorribilità:

Dettagli

Scuola Valle dell Adda. Preparazione e conduzione di una gita di scialpinismo

Scuola Valle dell Adda. Preparazione e conduzione di una gita di scialpinismo Scuola Valle dell Adda Preparazione e conduzione di una gita di scialpinismo La prevenzione resta l'unico rimedio affidabile! L'autosoccorso e la ricerca con l'artva sono l'ultima chance cui bisogna essere

Dettagli

PROGRAMMA SETTIMANALE inverno 2016

PROGRAMMA SETTIMANALE inverno 2016 PROGRAMMA SETTIMANALE inverno 2016 LUNEDI Andalo h. 14,00 / 16,00 -SCI: prova lo Sci da Fondo. family8+ Uno sport invernale aerobico, nella tranquillità dei boschi intorno al laghetto di Andalo. Equilibrio,

Dettagli

escursione al Lago Goletta

escursione al Lago Goletta Luoghi dello spirito: escursione al Lago Goletta Dalla Val di Rhemes al Lago Goletta. Anche se sono nato sul mare, adoro la montagna. Di più: la montagna è il mio luogo dello spirito. Mi rifugio tra le

Dettagli

Workshop base sull'utilizzo dei moderni ricevitori satellitari GPS. 22 Maggio Organizzato da. Gruppo speleologico Shaka Zulu club Subiaco

Workshop base sull'utilizzo dei moderni ricevitori satellitari GPS. 22 Maggio Organizzato da. Gruppo speleologico Shaka Zulu club Subiaco Workshop base sull'utilizzo dei moderni ricevitori satellitari GPS 22 Maggio 2016 Organizzato da Gruppo speleologico Shaka Zulu club Subiaco in collaborazione con Associzione Vivere l aniene Partecipazione

Dettagli

Indice: Via ferrata Brigata Tridentina... 3 Vie ferrate nella zona di Sesto... 4 Monte Paterno (2744 m)... 5 Torre di Toblin (2627 m)... 5.

Indice: Via ferrata Brigata Tridentina... 3 Vie ferrate nella zona di Sesto... 4 Monte Paterno (2744 m)... 5 Torre di Toblin (2627 m)... 5. Arrampicare Indice: Via ferrata Brigata Tridentina... 3 Vie ferrate nella zona di Sesto... 4 Monte Paterno (2744 m)... 5 Torre di Toblin (2627 m)... 5 Seite 2 Via ferrata Brigata Tridentina Questa via

Dettagli

TREKKING SOMEGGIATO Tesori dei COLLI BERICI

TREKKING SOMEGGIATO Tesori dei COLLI BERICI TREKKING SOMEGGIATO Tesori dei COLLI BERICI WEEKEND A VICENZA INTRODUZIONE La Cooperativa Sociale I Berici di Arcugnano è una realtà presente nel territorio da quattro anni che si occupa di educazione

Dettagli

TESSERAMENTO 2016 È avviato il tesseramento per l'anno 2016. Le quote sono rimaste le stesse dall'anno scorso.

TESSERAMENTO 2016 È avviato il tesseramento per l'anno 2016. Le quote sono rimaste le stesse dall'anno scorso. CAI News 12 gennaio 2016 NOTIZIE DAL CAI IMOLA TESSERAMENTO 2016 È avviato il tesseramento per l'anno 2016. Le quote sono rimaste le stesse dall'anno scorso. La nostra sezione, come sempre, lascia i costi

Dettagli

Trekking. Vivere la montagna in sicurezza. upi Ufficio prevenzione infortuni

Trekking. Vivere la montagna in sicurezza. upi Ufficio prevenzione infortuni Trekking Vivere la montagna in sicurezza upi Ufficio prevenzione infortuni Mai prendere la montagna sottogamba Il trekking figura tra le attività sportive più amate dagli svizzeri. L offerta escursionistica

Dettagli

VALTICINO Remo Gulmini

VALTICINO Remo Gulmini Club Alpino Italiano Scuola di Alpinismo e Scialpinismo VALTICINO Remo Gulmini L orientamento L orientamento L orientamento Insieme di conoscenze che permette di individuare la propria posizione e di stabilire

Dettagli

FB-01. La Via Francigena in bici - I tappa

FB-01. La Via Francigena in bici - I tappa FB-01 Lombardia in bicicletta - Itinerari Partenza: Palestro, stazione ferroviaria Arrivo: Tromello, stazione ferroviaria Lunghezza Totale (): 43.3 Percorribilità: Bici ibride (city-bike) e Mountain Bike

Dettagli

REGOLAMENTO Approvato il 5 febbraio 2011 ai sensi dell art.6 dello Statuto.

REGOLAMENTO Approvato il 5 febbraio 2011 ai sensi dell art.6 dello Statuto. REGOLAMENTO Approvato il 5 febbraio 2011 ai sensi dell art.6 dello Statuto. 1. Premessa e principi L escursionismo a piedi è l attività principale dell associazione PassoBarbasso ed a questo scopo ogni

Dettagli

Lombardia in bicicletta

Lombardia in bicicletta Lombardia in bicicletta istruzioni per l uso dei road book e delle tracce digitalizzate Aggiornamento: 15 Febbraio 2008 Questa pubblicazione è stata realizzata da itineraria s.a.s., e messa a disposizione

Dettagli

Vetta del San Primo Partenza dalla Coma di Sormano

Vetta del San Primo Partenza dalla Coma di Sormano Mo n t e S a n P ri mo salita sul crinale d a l l a C o l ma d i S o rma n o Vetta del San Primo Partenza dalla Coma di Sormano Tempo: Distanza: Dislivello: Tipologia: Difficoltà: 4/5 ore con calma circa

Dettagli

Guida. Escursioni. Livello Esperto

Guida. Escursioni. Livello Esperto Guida Escursioni Livello Esperto La vetta del Monte Cauriol m. 2.494 p a g. 7 2 Itinerario n. 34 - Rifugio Refavaie - Monte Cauriol Note tecniche: Gruppo: Lagorai Cauriol Cece Colbricon, Sentieri di accesso

Dettagli

2 CORSO per ACCOMPAGNATORI SEZIONALI di ESCURSIONISMO. Commissione Regionale Campana per l'escursionismo - OTTO. Piano di studio

2 CORSO per ACCOMPAGNATORI SEZIONALI di ESCURSIONISMO. Commissione Regionale Campana per l'escursionismo - OTTO. Piano di studio 1ª sessione : BASE CULTURALE COMUNE 1 giorno : domenica 27 gennaio 2013 = 8 ore (in aula) 1. Presentazione dello svolgimento del Corso. 2. Presentazione dei Corsisti: esperienze e capacità sia professionali

Dettagli

I nodi, l'uso di corda, cordini, imbracatura e moschettoni

I nodi, l'uso di corda, cordini, imbracatura e moschettoni Corso di Escursionismo I nodi, l'uso di corda, cordini, imbracatura e moschettoni a cura di Stefano Cambi Istruttore di Alpinismo I I nodi, l'uso di corda e cordini Imbracatura Programma della serata Progressione

Dettagli

Escursioni fra VILLE e CAMELIE

Escursioni fra VILLE e CAMELIE Escursioni fra VILLE e CAMELIE Varianti Nord e Sud della VI Tappa della Via Francigena TOSCANA Si tratta di una proposta di escursioni che si volgeranno nei fine settimana dedicati alla mostra delle CAMELIE

Dettagli

VERBALE DI OMOLOGAZIONE DI CORSA IN MONTAGNA TERME DI VALDIERI (CN) TRAIL DEL PARCO DELLE ALPI MARITTIME PIAN DEL VALASCO

VERBALE DI OMOLOGAZIONE DI CORSA IN MONTAGNA TERME DI VALDIERI (CN) TRAIL DEL PARCO DELLE ALPI MARITTIME PIAN DEL VALASCO VERBALE DI OMOLOGAZIONE DI CORSA IN MONTAGNA TERME DI VALDIERI (CN) TRAIL DEL PARCO DELLE ALPI MARITTIME PIAN DEL VALASCO Rapporto di omologazione Denominazione della Gara TRAIL DEL PARCO DELLE ALPI MARITTIME

Dettagli

Itinerario n La valle del torrente Farfa

Itinerario n La valle del torrente Farfa Pagina 1 Itinerario n. 099 - La valle del torrente Farfa Scheda informativa Punto di partenza: Collelungo Sabino(Ri) Distanza da Roma: 55 km Lunghezza: 25 km Ascesa totale: 860 m Quota massima: 500 mslm

Dettagli

Escursione Parco Nazionale dei Simbruini. Monte Autore (1856 m.)

Escursione Parco Nazionale dei Simbruini. Monte Autore (1856 m.) Affiliati alla FederTrek Escursione Parco Nazionale dei Simbruini Monte Autore (1856 m.) Sabato 7 Febbraio 2015 Vetta del Monte Autore Introduzione: Arrivare in vetta al Monte Autore in inverno può essere

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE DIFFICOLTA'

CLASSIFICAZIONE DELLE DIFFICOLTA' CLASSIFICAZIONE DELLE DIFFICOLTA' Nelle guide alpinistiche, vengono usate sigle o numeri per indicare la difficoltà dell'itinerario o della via descritto: ma cosa vogliono dire? Vediamo nel dettaglio le

Dettagli

RV01 - Il Parco del Rio Vallone

RV01 - Il Parco del Rio Vallone RV01 - Il Parco del Rio Vallone Partenza Arrivo Lunghezza totale Categoria Tipo di bicicletta consigliato Tempo di percorrenza in bici Dislivello in salita Dislivello in discesa Quota massima Difficoltà

Dettagli

Montagna e paesaggio. Conoscenza, cultura, lettura e interpretazione del paesaggio

Montagna e paesaggio. Conoscenza, cultura, lettura e interpretazione del paesaggio Montagna e paesaggio Conoscenza, cultura, lettura e interpretazione del paesaggio MONTAGNA DA VIVERE MONTAGNA DA CONOSCERE Cultura dell ambiente Cap. 13 - Aspetti naturalistici degli ambienti montani (flora

Dettagli

PO-04 La ciclovia sinistra Po

PO-04 La ciclovia sinistra Po PO-04 - Itinerari Partenza: Borgoforte, stazione ferroviaria Arrivo: Ostiglia, stazione ferroviaria Lunghezza Totale (km): 41.3 Percorribilità: In bicicletta, a piedi Tempo di percorrenza (ore.min): 2.00

Dettagli

REGIONE CAMPANIA Servizio Civile SEZIONE A

REGIONE CAMPANIA Servizio Civile SEZIONE A ALLEGATO B A cura dell ufficio (non compilare) Protocollo: 201 / Del FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI SEZIONE A INFORMAZIONI GENERALI Soggetto proponente Codice di accreditamento denominazione

Dettagli