ANALISI DELL INCIDENTALITA REGISTRATA NELLA PROVINCIA DI CROTONE STRADA STATALE 106

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANALISI DELL INCIDENTALITA REGISTRATA NELLA PROVINCIA DI CROTONE STRADA STATALE 106"

Transcript

1 Provincia di Crotone Direzione Generale Servizo Sicurezza Stradale ANALISI DELL INCIDENTALITA REGISTRATA NELLA PROVINCIA DI CROTONE STRADA STATALE 106 ANNUALITA Via S. Paternostro, Crotone Tel./Fax luglio 09

2 CARATTERI GENERALI DEL PROGETTO IL PROGETTO DELLA PROVINCIA DI CROTONE CENTRO DI MONITORAGGIO, CONSULTA, PIANO PROVINCIALE ED INTERVENTI SPERIMENTALI PER LA SICUREZZA STRADALE Realizzare: Centro di monitoraggio provinciale per la sicurezza stradale; Consulta provinciale sulla sicurezza stradale; Piano provinciale per la sicurezza stradale; Campagna di informazione e sensibilizzazione; Interventi sperimentali; DATI INCIDENTALITA / 2

3 DEFINIZIONI INCIDENTI STRADALI Gli incidenti che si verificano in una strada aperta alla circolazione pubblica, in seguito ai quali una o più persone sono rimaste ferite o uccise e nei quali almeno un veicolo è rimasto implicato. Tale definizione risulta in accordo con quella utilizzata dalle norme internazionali (Unione Europea, Eurostat, Ocse, Onu ) MORTI Persone decedute sul colpo (entro le 24 ore) o quelle decedute dal 2 al 30 giorno, a partire da quello dell incidente compreso. Pertanto, i decessi avvenuti oltre il 30 giorno vanno considerati nella condizione preesistente al decesso, cioè quella di ferito. FERITI Persone che hanno subito lesioni al proprio corpo a seguito dell incidente. Data la difficoltà di definire criteri obiettivi sul livello di gravità delle lesioni subite, non si distingue tra feriti gravi o leggeri. COSTO SOCIALE La valutazione sia del danno subito dal singolo cittadino che quello subito dalla collettività a causa di un sinistro, comprendendo: i danni alle persone, ai veicoli ed all ambiente. I parametri fissati dal P.N.S.S. sono: ogni persona deceduta ogni persona ferita INDICE DI MORTALITA Numero di morti ogni 100 incidenti. INDICE DI GRAVITA Numero di morti ogni 100 infortunati (morti e feriti). INDICE DI LESIVITA Numero di feriti ogni 100 incidenti. UTENTE DEBOLE Pedoni, ciclisti e i conducenti e i passeggeri di ciclomotori e motoveicoli DATI INCIDENTALITA / 3

4 dati ufficiali LA LOGICA SISTEMICA CHE GOVERNA IL PROCESSO DI RILEVAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA SICUREZZA STRADALE Decisore politico dati di confronto Consulta provinciale Interventi sperimentali Sensibilizzazione Piano provinciale DATI INCIDENTALITA / 4

5 PROVINCIA DI CROTONE - DIREZIONE GENERALE SERVIZIO SICUREZZA STRADALE Vantaggi per Provincia/Comuni: 1. disporre in modo tempestivo delle informazioni statistiche dell incidentalità e poter predisporre piani preventivi per il miglioramento della sicurezza stradale 2. rilevanza non solo sociale ma anche sanitaria, economica e culturale 3. fondamentale per sviluppare ricerche e azioni finalizzate a migliorare la sicurezza stradale riducendo il numero degli incidenti sulle strade esistenti e progettare le nuove infrastrutture in modo più razionale, secondo criteri di sicurezza 4. monitorare i punti critici della circolazione e potenziare i servizi sanitari di pronto soccorso DATI INCIDENTALITA / 5

6 L EVOLUZIONE DELL INCIDENTALITA STRADALE NELLA PROVINCIA DI CROTONE SULLA SS106 DATI INCIDENTALITA / 6

7 Forze dell Ordine Polizia Stradale Carabinieri Polizia Municipale Forze dell'ordine Carabinieri Polizia Stradale Polizia Municiaple DATI INCIDENTALITA / 7

8 Per comuni Comuni Crucoli Cirò Cirò Marina Melissa Strongoli Crotone Isola Capo Rizzuto Cutro DATI INCIDENTALITA / 8

9 Tipologia di sinistro Natura incidente Urto con veicolo in fermata Urto con veicolo in sosta Fuoriuscita, sbandamento Infortunio per caduta da veicolo Investimento di pedoni Scontro frontale Urto con ostacolo Scontro frontale-laterale Scontro laterale Tamponamento Altro DATI INCIDENTALITA / 9

10 Anno 2008 Anno DATI INCIDENTALITA / 10

11 Anno 2007 Anno DATI INCIDENTALITA / 11

12 Per intersezione Intersezione Curva Incrocio Intersezione non segnalata Intersezione segnalata Intersezione segnalata con semaforo o vigile Pendenza Rettilineo Rotatoria Altro DATI INCIDENTALITA / 12

13 Mappa incidentalità Strada SS106 SS106 SS106 SS106 SS106 SS106 SS106 SS106 SS106 SS106 SS106 SS106 SS106 SS106 SS106 Km n. incidenti DATI INCIDENTALITA / 13

14 Km: 241 Comune: Crotone n. incidenti: 12 n. Morti: 1 n. Feriti: 23 Natura incidenti: Tamponamenti, sbandamento in caso di pioggia e scontrifronto-laterali per guida pericolosa ed eccesso di velocità. DATI INCIDENTALITA / 14

15 Km: 249 Comune: Crotone n. incidenti: 11 n. Morti: 0 n. Feriti: 13 Natura incidenti: Scontro fronto-laterale e tamponamento per svolte e sorpassi irregolari sull incrocio. DATI INCIDENTALITA / 15

16 Km: 230 Comune: Isola CR n. incidenti: 6 n. Morti: 3 n. Feriti: 13 Natura incidenti: Scontri-Frontali, Laterali e contro ostacoli. Tutti su fondo bagnato in curva per sbandamento ed eccesso di velocità. DATI INCIDENTALITA / 16

17 Km: 243 Comune: Crotone n. incidenti: 6 n. Morti: 1 n. Feriti: 14 Natura incidenti: Tamponamenti e scontri fronto - laterali all intersezione per eccesso di velocità e svolte all incrocio irregolari. DATI INCIDENTALITA / 17

18 Km: 240 Comune: Crotone n. incidenti: 6 n. Morti: 1 n. Feriti: 13 Natura incidenti: Fuoriuscite e sbandamenti per eccesso di velocità e guida irregolare. DATI INCIDENTALITA / 18

19 Km: 247 Comune: Crotone n. incidenti: 5 n. Morti: 0 n. Feriti: 10 Natura incidenti: Tamponamenti e scontri fronto-laterali all incrocio del cavalcavia e sul distributore di carburante. DATI INCIDENTALITA / 19

20 Km: 250 Comune: Crotone n. incidenti: 5 n. Morti: 0 n. Feriti: 11 Natura incidenti: Tamponamenti e scontri fronto-laterali all incrocio, avvenuti tutti prima della realizzazione della rotaria. DATI INCIDENTALITA / 20

21 Km: 242 Comune: Crotone n. incidenti: 5 n. Morti: 0 n. Feriti: 20 Natura incidenti: Tamponamenti e scontri fronto-laterali all incrocio per svolte irregolari ed eccesso di velocità. DATI INCIDENTALITA / 21

22 Km: 272 Comune: Melissa n. incidenti: 4 n. Morti: 0 n. Feriti: 6 Natura incidenti: Tamponamenti per distanza di sicurezza. DATI INCIDENTALITA / 22

23 Km: 233 Comune: Isola CR n. incidenti: 3 n. Morti: 1 n. Feriti: 3 Natura incidenti: Eccesso di velocità. Scontri-frontali e sbandamenti. DATI INCIDENTALITA / 23

24 Km: 258 Comune: Crotone n. incidenti: 3 n. Morti: 0 n. Feriti: 5 Natura incidenti: Strada sdrucciolevole. Fuoriuscite e sbandamenti. DATI INCIDENTALITA / 24

25 Km: 294 Comune: Crucoli n. incidenti: 3 n. Morti: 3 n. Feriti: 6 Natura incidenti: Fuoriuscita e sbandamento in curva. Scontri fronto-laterali all intersezione. DATI INCIDENTALITA / 25

26 Km: 256 Comune: Crotone n. incidenti: 3 n. Morti: 0 n. Feriti: 4 Natura incidenti: Scontri fronto-laterali all intersezione. DATI INCIDENTALITA / 26

27 Km: 253 Comune: Crotone n. incidenti: 3 n. Morti: 0 n. Feriti: 3 Natura incidenti: Tamponamento e fuoriuscita per eccesso di velocità in rettilineo DATI INCIDENTALITA / 27

28 Km: 239 Comune: Cutro n. incidenti: 3 n. Morti: 1 n. Feriti: 3 Natura incidenti: Fuoriuscita e sbandamento in curva per eccesso di velocità. DATI INCIDENTALITA / 28

29 Km: 221 Comune: Cutro n. incidenti: 2 n. Morti: 0 n. Feriti: 7 Natura incidenti: Sbandamento in curva e scontro laterale all intersezione. Segnaletica da controllare. DATI INCIDENTALITA / 29

30 Km: 231 Comune: Isola CR n. incidenti: 2 n. Morti: 1 n. Feriti: 1 Natura incidenti: Scontro-frontale per andamento indeciso. Eccesso di velocità. Intersezione pericolosa. DATI INCIDENTALITA / 30

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Mantova

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Mantova I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia L incidentalità sulle strade della provincia di Mantova Novembre 2014 Per accedere al data-base dell incidentalità stradale

Dettagli

INCIDENTI STRADALI IN UMBRIA

INCIDENTI STRADALI IN UMBRIA 28 novembre 2014 2 0 1 1 Anno 2013 INCIDENTI STRADALI IN UMBRIA Nel 2013 si sono verificati 2.402 incidenti che hanno causato la morte di 61 persone e il ferimento di altre 3.447. Rispetto al 2012 si registra

Dettagli

Gli incidenti stradali a Bologna nel 2013

Gli incidenti stradali a Bologna nel 2013 Gli incidenti stradali a Bologna nel 2013 Settembre 2014 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Marisa Corazza Ha collaborato:

Dettagli

INCIDENTALITÀ STRADALE SUI VEICOLI A DUE RUOTE IN CAMPANIA

INCIDENTALITÀ STRADALE SUI VEICOLI A DUE RUOTE IN CAMPANIA 31 luglio 2013 Anno 2011 INCIDENTALITÀ STRADALE SUI VEICOLI A DUE RUOTE IN CAMPANIA Gli obiettivi europei per la sicurezza stradale In Campania, nell anno 2011, si è registrata una diminuzione del numero

Dettagli

Gli incidenti stradali in Emilia-Romagna: 2011 (dati provvisori progetto MIStER)

Gli incidenti stradali in Emilia-Romagna: 2011 (dati provvisori progetto MIStER) Gli incidenti stradali in Emilia-Romagna: 2011 (dati provvisori progetto MIStER) Nel corso del 2011 sul territorio della regione Emilia-Romagna si sono verificati 20.415 incidenti (268 in più rispetto

Dettagli

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia Novembre 2014 Per accedere al data-base dell incidentalità stradale

Dettagli

Rapporto sulle cause prevalenti degli incidenti stradali, casistica dei danni e degli effetti in Italia e negli altri Paesi

Rapporto sulle cause prevalenti degli incidenti stradali, casistica dei danni e degli effetti in Italia e negli altri Paesi Mercoledì 13 maggio 2009 GUIDA SICURA SENZA ALCOOL Rapporto sulle cause prevalenti degli incidenti stradali, casistica dei danni e degli effetti in Italia e negli altri Paesi Relatore: G. Albertazzi Incidenti

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Milano

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Milano I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia L incidentalità sulle strade della provincia di Milano Novembre 2014 Per accedere al data-base dell incidentalità stradale

Dettagli

INCIDENTI SULLE STRADE: 10 MORTI AD AGOSTO IN PROVINCIA DI TREVISO

INCIDENTI SULLE STRADE: 10 MORTI AD AGOSTO IN PROVINCIA DI TREVISO INCIDENTI SULLE STRADE: 1 MORTI AD AGOSTO IN Il 44% delle vittime viaggiava a piedi o su mezzi a due ruote IL PRESIDENTE MURARO: "ATTENZIONE, SEMPRE: NON SI MUORE SOLO IN AUTO" Il trend positivo in discesa

Dettagli

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI Roma, 31 ottobre 2012 ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI (-3,5%) Obiettivo UE 2010 (-50% morti sulle strade): Italia non raggiunge target nemmeno nel 2011 ma fa meglio della

Dettagli

Gli incidenti stradali in provincia di Trieste Anni 2007, 2008 e 2009

Gli incidenti stradali in provincia di Trieste Anni 2007, 2008 e 2009 Gli incidenti stradali in provincia di Trieste Anni 2007, 2008 e 2009 100,0 80,0 Variaz. % sul 2000 60,0 40,0 20,0 0,0-20,0-40,0 TS FVG ITALIA -60,0 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 AREA RISORSE

Dettagli

L incidentalità sulla rete viaria principale Anno 2014 e Focus Abruzzo

L incidentalità sulla rete viaria principale Anno 2014 e Focus Abruzzo L incidentalità sulla rete viaria principale Anno 2014 e Focus Abruzzo Lucia Pennisi Automobile Club d Italia Pescara, 19 novembre 2015 Incidentalità su rete viaria principale Incidenti 37.092 (- 0,89%)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Oggi 5 febbraio 2010, in Bari, presso la sede dell AREM, alla Via Gobetti n. 26, sono riuniti e presenti:

COMUNICATO STAMPA. Oggi 5 febbraio 2010, in Bari, presso la sede dell AREM, alla Via Gobetti n. 26, sono riuniti e presenti: COMUNICATO STAMPA Ratificata e sottoscritta la dichiarazione d intenti per l adozione di un modello unico di rapporto di rilevamento degli incidenti stradali. Importante successo per le Associazioni che

Dettagli

In calo il numero di morti sulle strade

In calo il numero di morti sulle strade 9 novembre 2011 Anno 2010 INCIDENTI STRADALI Nel 2010 sono stati registrati in Italia 211.404 incidenti stradali con lesioni a persone. Il numero dei morti è stato pari a 4.090, quello dei feriti ammonta

Dettagli

LE DIMENSIONI QUANTITATIVE DEL PROBLEMA

LE DIMENSIONI QUANTITATIVE DEL PROBLEMA LE DIMENSIONI QUANTITATIVE DEL PROBLEMA In Italia, nel 2008, gli incidenti stradali sono stati 218.963. Hanno determinato 4.731 morti e 310.739 feriti, per un costo sociale di circa 30 miliardi di Euro

Dettagli

Incidenti stradali in Italia nel 2014

Incidenti stradali in Italia nel 2014 Incidenti stradali in Italia nel 2014 Roberta Crialesi, Silvia Bruzzone Istat 4 Roma, 3 novembre 2015 ACI - Automobile Club d Italia Sala Assemblea Gli incidenti stradali I principali risultati per l anno

Dettagli

INCIDENTI STRADALI IN ITALIA

INCIDENTI STRADALI IN ITALIA Anno 2012 INCIDENTI STRADALI IN ITALIA 6 novembre 2013 Nel 2012 si sono registrati in Italia 186.726 incidenti stradali con lesioni a persone. I morti (entro il 30 giorno) sono stati 3.653, i feriti 264.716.

Dettagli

LA CALABRIA CONFERMA LA PERICOLOSITÀ DELLE SUE STRADE: ANCHE NEL 2014 L INDICE DI MORTALITÀ È TRA I PIÙ ALTI D ITALIA (dati ACI-ISTAT)

LA CALABRIA CONFERMA LA PERICOLOSITÀ DELLE SUE STRADE: ANCHE NEL 2014 L INDICE DI MORTALITÀ È TRA I PIÙ ALTI D ITALIA (dati ACI-ISTAT) LA CALABRIA CONFERMA LA PERICOLOSITÀ DELLE SUE STRADE: ANCHE NEL 2014 L INDICE DI MORTALITÀ È TRA I PIÙ ALTI D ITALIA (dati ACI-ISTAT) Nel 2014, secondo il rapporto ACI-ISTAT presentato a Roma il 3 Novembre,

Dettagli

Andamento dell'incidentalità stradale in Friuli Venezia Giulia

Andamento dell'incidentalità stradale in Friuli Venezia Giulia Andamento dell'incidentalità stradale in Friuli Venezia Giulia a regionale REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e

Dettagli

L epidemiologia degli incidenti stradali in Veneto

L epidemiologia degli incidenti stradali in Veneto Venezia, 26/11/2007 L epidemiologia degli incidenti stradali in Veneto Paolo Spolaore Francesco Zambon SER Sistema Epidemiologico Regionale Incidenti stradali SCENARIO Mondo: 1,2 milioni morti all anno

Dettagli

PRONTUARIO PER IL RILEVAMENTO DI INCIDENTE STRADALE CON SOLI DANNI A COSE

PRONTUARIO PER IL RILEVAMENTO DI INCIDENTE STRADALE CON SOLI DANNI A COSE (Timbro lineare dell ufficio) Prot. N. PRONTUARIO PER IL RILEVAMENTO DI INCIDENTE STRADALE CON SOLI DANNI A COSE Operatori: (qualifica, cognome e nome) DATA: LOCALITÀ: ORARIO: incidente intervento OPERAZIONI

Dettagli

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE PIANIFICAZIONE DEL TRAFFICO E TECNICHE DI MODERAZIONE. giovedì 20 novembre 2014 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE PIANIFICAZIONE DEL TRAFFICO E TECNICHE DI MODERAZIONE. giovedì 20 novembre 2014 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE PIANIFICAZIONE DEL TRAFFICO E TECNICHE DI MODERAZIONE giovedì 20 novembre 2014 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler ATTUAZIONE PIANO NAZIONALE SICUREZZA STRADALE: condizioni

Dettagli

Allarme Sicurezza Stradale: le idee di uno scrittore per fermare la strage

Allarme Sicurezza Stradale: le idee di uno scrittore per fermare la strage Allarme Sicurezza Stradale: le idee di uno scrittore per fermare la strage Fabio Bergamo è uno scrittore salernitano conosciuto in Italia per la sua lotta contro gli incidenti e le morti stradali. Col

Dettagli

Gli incidenti stradali in Italia, in Toscana e a Firenze

Gli incidenti stradali in Italia, in Toscana e a Firenze Gli incidenti stradali in Italia, in Toscana e a Firenze Fonti 1 1. La dimensione del fenomeno in Italia Secondo i dati raccolti dall ISTAT, in Italia nel 2004 si sono verificati 224.553 incidenti stradali,

Dettagli

Anno 2014 INCIDENTI STRADALI

Anno 2014 INCIDENTI STRADALI 3 novembre 2015 Anno 2014 INCIDENTI STRADALI Nel 2014, in Italia si sono verificati 177.031 incidenti stradali con lesioni a persone, che hanno provocato la morte di 3.381 persone (entro il 30 giorno)

Dettagli

VI Rapporto sulla Sicurezza Stradale 1 in Puglia 1 semestre 2012

VI Rapporto sulla Sicurezza Stradale 1 in Puglia 1 semestre 2012 VI Rapporto sulla Sicurezza Stradale 1 in Puglia semestre 2012 I primi dati del 2012 Nel primo semestre 2012 sono stati rilevati 5.919 incidenti stradali che hanno provocato 121 vittime e lesioni a 9.553

Dettagli

Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità. utenti deboli

Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità. utenti deboli Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità delle politiche nazionali e protezione degli utenti deboli LE DIMENSIONI QUANTITATIVE In Italia, nel 2011, si sono registrati 205.638 incidenti stradali.

Dettagli

La sicurezza stradale in Italia: stato dell arte e prospettive future

La sicurezza stradale in Italia: stato dell arte e prospettive future La sicurezza stradale in Italia: stato dell arte e prospettive future Ing. Valentino Iurato Direzione Generale Sicurezza Stradale DIMENSIONI QUANTITATIVE In Italia, nel 2011, si sono registrati 205.638

Dettagli

FAQ - Frequently Asked Questions "per saperne di più"

FAQ - Frequently Asked Questions per saperne di più Ministero dell'istruzione dell'università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova servizio per la comunicazione FAQ - Frequently Asked Questions

Dettagli

L incidentalità stradale in Piemonte al 2013- Rapporto 2014 Regione Piemonte, Piazza Castello, 165, Torino, 27 ottobre 2014

L incidentalità stradale in Piemonte al 2013- Rapporto 2014 Regione Piemonte, Piazza Castello, 165, Torino, 27 ottobre 2014 Premessa : LA RILEVAZIONE STATISTICA DEGLI INCIDENTI STRADALI IN PIEMONTE Nel 2008 la Regione Piemonte, tramite l Ufficio di Statistica e la Direzione Trasporti, ha aderito al Protocollo d Intesa a livello

Dettagli

gli incidenti stradali in toscana 2012

gli incidenti stradali in toscana 2012 Si rivolge un ringraziamento per la disponibilità dimostrata alla Provincia di Arezzo, capofila fino al 2010 del Sistema integrato regionale per la sicurezza stradale (SIRSS), per i dati sull infortunistica

Dettagli

La prevenzione degli incidenti stradali: prima, durante, dopo e dopo ancora

La prevenzione degli incidenti stradali: prima, durante, dopo e dopo ancora 2 Workshop Nazionale - Osservatori per gli incidenti stradali: dai dati alle azioni Strumenti per le politiche di sicurezza Settore Mobilità e Sicurezza della Circolazione Stradale La prevenzione degli

Dettagli

Meno incidenti sulle strade italiane

Meno incidenti sulle strade italiane 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Anno 2013 INCIDENTI STRADALI 4 novembre 2014 Nel 2013 si sono registrati in Italia 181.227 incidenti stradali con lesioni a persone. Il

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE Siamo alunni della classe III C della Scuola Secondaria Di Primo Grado. Questo progetto è stato realizzato al fine di arricchire le nostre competenze su alcuni ambiti riguardanti

Dettagli

Scheda n. 1. 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO

Scheda n. 1. 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO Scheda n. 1 Il segnale n. 1 1) preavvisa una doppia curva VF 2) preavvisa un tratto di strada in cattivo stato V F 3) preavvisa una discesa pericolosa

Dettagli

Presentazione. Il VicePresidente della Provincia di Mantova

Presentazione. Il VicePresidente della Provincia di Mantova Presentazione La sicurezza stradale sta, faticosamente, diventando un problema riconosciuto a tutti i livelli sociali: la preoccupazione per il numero degli incidenti, la consapevolezza del rischio e l

Dettagli

Esperienze di sicurezza stradale

Esperienze di sicurezza stradale Esperienze di sicurezza stradale Progetto Incidenti stradali Liceo Classico Umberto I di Napoli Classe 5 L Tutor: Maria Marino, Istat Napoli, 22 ottobre 2014 Tema Osservazione dei fenomeni dell incidentalità

Dettagli

Capitolo. Sosta, fermata, definizioni stradali. 6.1 Sosta

Capitolo. Sosta, fermata, definizioni stradali. 6.1 Sosta . S. p. A 6 Sosta, fermata, definizioni stradali Capitolo br i 6.1 Sosta La sosta è la sospensione della marcia del veicolo protratta nel tempo. La sosta non è consentita: Es se li in corrispondenza o

Dettagli

L azione della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale

L azione della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale L azione della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale Presentazione del Rapporto annuale L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Umberto Guidoni Segretario Generale Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna 2008

Annuario Statistico della Sardegna 2008 Annuario Statistico della Sardegna 2008 TRASPORTI Trasporti interni Le statistiche sui trasporti interni pubblicate in questa sezione costituiscono il risultato di un insieme di rilevazioni curate direttamente

Dettagli

La sicurezza delle Due Ruote nel Comune di Roma. La sicurezza dei veicoli a due ruote nel Comune di Roma

La sicurezza delle Due Ruote nel Comune di Roma. La sicurezza dei veicoli a due ruote nel Comune di Roma La sicurezza dei veicoli a due ruote nel Comune di Roma Novembre 2009 Il progetto di ricerca nasce da una collaborazione Automobile Club d Italia - Reale Automobile Club della Catalogna ed è stato supportato

Dettagli

Tabella completa dei punteggi previsti dall art.126-bis Articolo Violazione commessa Punti

Tabella completa dei punteggi previsti dall art.126-bis Articolo Violazione commessa Punti Tabella completa dei punteggi previsti dall art.6-bis Articolo Violazione commessa Punti Velocità non commisurata alle situazioni ambientali, di sicurezza (intersezioni, centri abitati ecc.) e di visibilità

Dettagli

METODOLOGIE DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE E SANITARIO IN SEGUITO AD INTERVENTI SULLA VIABILITA. Epidemiologia Ambientale - ARPA Emilia-Romagna

METODOLOGIE DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE E SANITARIO IN SEGUITO AD INTERVENTI SULLA VIABILITA. Epidemiologia Ambientale - ARPA Emilia-Romagna METODOLOGIE DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE E SANITARIO IN SEGUITO AD INTERVENTI SULLA VIABILITA Epidemiologia Ambientale - ARPA Emilia-Romagna VALUTAZIONE INTEGRATA DI IMPATTO AMBIENTALE E SANITARIO

Dettagli

2. GLI INCIDENTI NELLE INTERSEZIONI 3. IL CENSIMENTO DELLE ROTATORIE EXTRAURBANE 5. ANALISI DI DETTAGLIO DI ALCUNE ROTATORIE

2. GLI INCIDENTI NELLE INTERSEZIONI 3. IL CENSIMENTO DELLE ROTATORIE EXTRAURBANE 5. ANALISI DI DETTAGLIO DI ALCUNE ROTATORIE 1. IL TERRITORIO E L L INCIDENTALITA LE ROTATORIE SULLE STRADE EXTRAURBANE DELLA PROVINCIA DI, 22 FEBBRAIO 21 2. GLI INCIDENTI NELLE INTERSEZIONI 3. IL CENSIMENTO DELLE ROTATORIE EXTRAURBANE 4. DI MESSA

Dettagli

CAPITOLO 3 - Pannelli integrativi, segnali di indicazione, segnali luminosi, segnali orizzontali

CAPITOLO 3 - Pannelli integrativi, segnali di indicazione, segnali luminosi, segnali orizzontali CAPITOLO 3 - Pannelli integrativi, segnali di indicazione, segnali luminosi, segnali orizzontali 03001) Ciascuno dei pannelli integrativi n. 121 V01) indica la distanza tra il segnale di pericolo sotto

Dettagli

IL TERRITORIO. Traffico ora di punta

IL TERRITORIO. Traffico ora di punta IL TERRITORIO La Provincia di Torino è composta da 315 comuni dei quali 30 con più di 10.000 abitanti. Le strade extraurbane rimaste in gestione all ANAS sono soltanto 2, tutte le altre sono state trasferite

Dettagli

CAPITOLO 11: Mobilità

CAPITOLO 11: Mobilità CAPITOLO 11: Mobilità 197 11.1: Tecnologia ed efficienza Presentazione: I trasporti ormai da tempo rappresentano un settore dolente delle politiche ambientali dell Unione Europea ed un elemento di criticità

Dettagli

La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia. Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara.

La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia. Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara. La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara. 12/1/2010 Francesco Capuano 1 Articolazione strutturale dei Servizi

Dettagli

QUIZ PER IL CONSEGUIMENTO DELL'ATTESTATO PER LA GUIDA DEI CICLOMOTORI

QUIZ PER IL CONSEGUIMENTO DELL'ATTESTATO PER LA GUIDA DEI CICLOMOTORI DELL'ATTESTATO PER LA GUIDA DEI CICLOMOTORI 1 CAPITOLO 1 - Segnali di pericolo 01001) Il segnale n. 1 V01) preavvisa un tratto di strada con pavimentazione irregolare V02) preavvisa un tratto di strada

Dettagli

Nota metodologica Il campo di osservazione, l unità di rilevazione e le principali definizioni incidenti stradali

Nota metodologica Il campo di osservazione, l unità di rilevazione e le principali definizioni  incidenti stradali Nota metodologica L informazione statistica sull incidentalità è raccolta dall Istat mediante una rilevazione totale a cadenza mensile di tutti gli incidenti stradali verificatisi sull intero territorio

Dettagli

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO Stradale. Procedura concorsuale per l'assegnazione di contributi finanziari ai Regione Campania Decreto Dirigenziale 54 del 25/03/2013 COMUNI AZIONI PER LA SICUREZZA STRADALE PREMESSA...3 SETTORE A...3

Dettagli

Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone

Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone 7.1.2011 Divisione Patenti Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone Introduzione Questo opuscolo è stato predisposto per spiegarvi le regole principali del Codice della Strada giapponese. Tenete

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII VII

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII VII INDICE Prefazione... XIII Schemi I IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE... 3 1 Contratto di assicurazione in generale (art. 1882 c.c.)... 15 2 Contratto di assicurazione obbligatoria R.C.A. (art. 1917 c.c.)...

Dettagli

COSTRUZIONE DI UNA BASE DATI PER L ANALISI DEL RISCHIO TRASPORTI IN ITALIA

COSTRUZIONE DI UNA BASE DATI PER L ANALISI DEL RISCHIO TRASPORTI IN ITALIA COSTRUZIONE DI UNA BASE DATI PER L ANALISI DEL RISCHIO TRASPORTI IN ITALIA Carlo Maria Orlandelli *, Paolo Vestrucci * *Dipartimento di Ingegneria Energetica, Nucleare e del Controllo Ambientale Università

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

Milano COMUNE DI MILANO. Direzione Centrale. C. A. Garbagnati Pietro - Servizio Traffico e Viabilità

Milano COMUNE DI MILANO. Direzione Centrale. C. A. Garbagnati Pietro - Servizio Traffico e Viabilità COMUNE DI MILANO C. A. Garbagnati Pietro - Italia: serie storica 1978/2009: incidenti con feriti, feriti e morti 8.537 378.492 7.498 6.980 307.258 207.556 265.402 215.405 4.237 152.953 Incidenti Feriti

Dettagli

Le potenzialità strategiche della Direttiva Comunitaria per la gestione della sicurezza delle infrastrutture

Le potenzialità strategiche della Direttiva Comunitaria per la gestione della sicurezza delle infrastrutture L A B O RATORIO PER I L GOVERNO DELLA SICUREZZA STRADALE Le potenzialità strategiche della Direttiva Comunitaria per la gestione della sicurezza delle infrastrutture Un esempio di attuazione di interventi

Dettagli

Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada

Tabella dei punti decurtati dalla patente a punti secondo il nuovo codice della strada Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada Descrizione Punti Articolo sottratti Art. 141 Comma 9, 2 periodo Gare di velocità con veicoli a motore decise di

Dettagli

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9 La precedenza ed io Sommario Pagina Regole fondamentali 3 Prudenza con i pedoni 5 I mezzi di trasporto pubblici 7 La precedenza da destra 9 Segnali stradali 10 Segnali luminosi 12 Il traffico in senso

Dettagli

Analisi dell incidentalità stradale in Friuli Venezia Giulia

Analisi dell incidentalità stradale in Friuli Venezia Giulia Analisi dell incidentalità stradale in Friuli Venezia Giulia Servizio statistica settembre 2008 Servizio statistica REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Corso Cavour, 1 34100 Trieste telefono: 040 3772218

Dettagli

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO «FOCUS» ANIA: R.C. AUTO -- Numero 2 -- Marzo 2004 STATISTICA TRIMESTRALE R.C. AUTO () EXECUTIVE SUMMARY Con la disponibilità dei dati per l intero 2003 relativi ad un campione di imprese esercitanti il

Dettagli

Messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite

Messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite Messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite in occasione della Prima Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale, 23-29 aprile 2007. L a Prima Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale delle

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

Progetto DAVID Insieme per la sicurezza

Progetto DAVID Insieme per la sicurezza Incontri di sensibilizzazione alla sicurezza stradale rivolti agli studenti delle scuole superiori Il progetto è un programma di incontri nelle scuole superiori, organizzati dalla Polizia Municipale in

Dettagli

Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio

Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio AIPCR - Comitato Tecnico Nazionale C. Infrastrutture Stradali più Sicure 008-0 WORKSHOP La DIRETTIVA 008/96/CE Roma, 9 luglio 009 Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio Davide

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

Progetto Campagna di Informazione sull Indennizzo Diretto, cofinanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico

Progetto Campagna di Informazione sull Indennizzo Diretto, cofinanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico Progetto Campagna di Informazione sull Indennizzo Diretto, cofinanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico realizzazione grafica: GICA service srl - info@gicaservice.it stampa: duemme grafica sas -

Dettagli

1.08 Restringimento a destra (Incrocio difficile)

1.08 Restringimento a destra (Incrocio difficile) Segnali stradali I segnali e le demarcazioni dipinte o applicate sulla carreggiata (in bianco o in giallo) indicano ai conducenti delle prescrizioni d obbligo o di divieto, segnalano dei pericoli o delle

Dettagli

L A S I T U A Z I O N E D E L L I N C I D E N T A L I T À S T R A D A L E I N P I E M O N T E A L 2 0 0 7

L A S I T U A Z I O N E D E L L I N C I D E N T A L I T À S T R A D A L E I N P I E M O N T E A L 2 0 0 7 Centro di monitoraggio regionale della sicurezza stradale L A S I T U A Z I O N E D E L L I N C I D E N T A L I T À S T R A D A L E I N P I E M O N T E A L 2 0 0 7 R A P P O R T O 2 0 0 9 I s t i t u t

Dettagli

Il mondo dei trasporti tra costi ambientali, umani, sociali e infortuni sul lavoro

Il mondo dei trasporti tra costi ambientali, umani, sociali e infortuni sul lavoro Relazione Il mondo dei trasporti tra costi ambientali, umani, sociali e infortuni sul lavoro 1. IL SETTORE DEI TRASPORTI Il settore dei Trasporti in Italia contava - alla data dell ultimo censimento (2001),

Dettagli

Seminario. L AIIT e l attuazione del D.Lgs n.35/2011 sulla Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali

Seminario. L AIIT e l attuazione del D.Lgs n.35/2011 sulla Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali Seminario L AIIT e l attuazione del D.Lgs n.35/2011 sulla Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali Ing. Pasquale Cialdini ACI - Sala Commissioni - Roma, 15 novembre 2012 Incidenti stradali

Dettagli

Ministero dei lavori pubblici

Ministero dei lavori pubblici Ministero dei lavori pubblici ISPETTORATO GENERALE PER LA CIRCOLAZIONE E LA SICUREZZA STRADALE Prot. n. 3698 Alle Amministrazioni Comunali Loro Sedi Oggetto: Linee guida per la redazione dei piani urbani

Dettagli

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica Articoli C. d. S. Punti Violazioni che comportano la perdita punti Velocità art. 141, comma 8 5 Circolare a velocità non commisurata alle particolari condizioni in cui si svolge la circolazione art. 142,

Dettagli

ALCOOL E DROGHE CAMBI DI DIREZIONE CIRCOLAZIONE IN AUTOSTRADA. Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti

ALCOOL E DROGHE CAMBI DI DIREZIONE CIRCOLAZIONE IN AUTOSTRADA. Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti ALCOOL E DROGHE art. 86, comma e 7 art. 87, comma 7 e 8 Guidare in stato di ebbrezza Guida in condizioni di alterazione fisica e psichica

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO SULLA SICUREZZA STRADALE IN PROVINCIA DI MANTOVA

SISTEMA INFORMATIVO SULLA SICUREZZA STRADALE IN PROVINCIA DI MANTOVA SISTEMA INFORMATIVO SULLA SICUREZZA STRADALE IN PROVINCIA DI MANTOVA Arezzo, 31 gennaio 2003 Dott. Angelo Cortellazzi Responsabile Servizio Statistica e Innovazione Provincia di Mantova statistica@provincia.mantova.it

Dettagli

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00 GENNAIO 7 Alla guida del veicolo non rispettava le prescrizioni imposte dalla segnaletica verticale indicante il senso rotatorio. Verbali 2 82,00 7 In c.a. lasciava in sosta il veicolo nonostante il divieto

Dettagli

Rispetto degli spazi riservati alla sosta dei veicoli a servizio di persone con difficoltà motorie.

Rispetto degli spazi riservati alla sosta dei veicoli a servizio di persone con difficoltà motorie. ATTIVITÁ E CONTENUTI GENITORI INCONTRO UNICO Incontro - dibattito tra le Istituzioni e i genitori finalizzato a sensibilizzare questi ultimi a comportamenti corretti e al rispetto delle norme del C.d.S..

Dettagli

CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE DEL COMUNE DI BOLOGNA GRUPPO EDUCAZIONE STRADALE

CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE DEL COMUNE DI BOLOGNA GRUPPO EDUCAZIONE STRADALE 4 Giorno: MODULO A - ELEMENTI DEL CICLOMOTORE E LORO USO - CASCO Scheda n. 1 Durante la marcia dei ciclomotori è sempre obbligatorio l'uso dei proiettori a luce anabbagliante 1) in ogni condizione di tempo

Dettagli

CERTIFICATO DI IDONEITA ALLA GUIDA DEL CICLOMOTORE

CERTIFICATO DI IDONEITA ALLA GUIDA DEL CICLOMOTORE MIUR! DIREZIONE GENERALE PER LO STATUS DELLO STUDENTE, LE POLITICHE GIOVANILI E LE ATTIVITÀ MOTORIE! UFFICIO II CERTIFICATO DI IDONEITA ALLA GUIDA DEL CICLOMOTORE OBBLIGATORIO PER I MINORENNI DAL 1 LUGLIO

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

Statistica incidenti della circolazione stradale. Rapporto annuale 2011

Statistica incidenti della circolazione stradale. Rapporto annuale 2011 Statistica incidenti della circolazione stradale Rapporto annuale 2011 2 Indice Indice... 3 1 Introduzione... 5 2 Panoramica... 7 2.1 Incidenti e conseguenze... 7 2.1.1 Incidentalità... 7 2.1.2 Incidenti

Dettagli

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia Le dimensioni quantitative del problema In Italia, nel, gli stradali sono stati 230.871. Questi hanno determinato 5.131 e 325.850, con un costo sociale

Dettagli

B.4 ANALISI DI SICUREZZA DI UNA STRADA ESISTENTE IN

B.4 ANALISI DI SICUREZZA DI UNA STRADA ESISTENTE IN B.4 ANALISI DI SICUREZZA DI UNA STRADA ESISTENTE IN AMBITO EXTRAURBANO B.4.1 INTRODUZIONE 1. Questo rapporto descrive un analisi di sicurezza di fase 5 condotta su una strada in esercizio (SS xx Km 78-90).

Dettagli

* * * Prot. 300/A/4628/11/101/3/3/9 Prot. 12409 del 18 maggio 2011 18 maggio 2011 R.U. USCITA

* * * Prot. 300/A/4628/11/101/3/3/9 Prot. 12409 del 18 maggio 2011 18 maggio 2011 R.U. USCITA Prot. 300/A/4628/11/101/3/3/9 Prot. 12409 del 18 maggio 2011 18 maggio 2011 R.U. USCITA - ALLE QUESTURE DELLA REPUBBLICA - AI COMPARTIMENTI DELLA POLIZIA STRADALE - ALLE ZONE POLIZIA DI FRONTIERA - AI

Dettagli

L educazione stradale modulo

L educazione stradale modulo 7 L educazione stradale modulo L educazione stradale si pone l obiettivo di disciplinare la circolazione stradale nel rispetto della propria sicurezza, della sicurezza degli altri e dell ambiente Il nuovo

Dettagli

- Ing. Loreto Mazza -

- Ing. Loreto Mazza - C OMUNE DI R OVIGO Dall'analisi dei dati sull'incidentalità stradale, si osserva che i ciclisti, nella città di Rovigo, sono coinvolti nel 17% degli incidenti stradali rilevati dalla Polizia Municipale

Dettagli

ovvero: Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta

ovvero: Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta ovvero: Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta Comune di Reggio Emilia Assessorato Mobilità-Traffico-Infrastruttur e Assessorato Ambiente e Città Sostenibile Ufficio Mobilità Ciclabile

Dettagli

INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI

INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI Comune di Reggio Emilia Assessorato Mobilità-Traffico-Infrastrutture Politiche per la Mobilità Ufficio Mobilità Ciclabile Via Emilia San Pietro, 12 - RE Orario: su appuntamento

Dettagli

LA SITUAZIONE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN PIEMONTE AL 2009

LA SITUAZIONE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN PIEMONTE AL 2009 Centro di monitoraggio regionale della sicurezza stradale LA SITUAZIONE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN PIEMONTE AL 2009 RAPPORTO 2011 Istituto di Ricerche Economico Sociali del Piemonte Regione Piemonte

Dettagli

Capitolo 5. 5.1 Segnaletica orizzontale. Segnaletica orizzontale. Segnali complementari. Strisce longitudinali

Capitolo 5. 5.1 Segnaletica orizzontale. Segnaletica orizzontale. Segnali complementari. Strisce longitudinali 5.1 Segnaletica orizzontale Capitolo 5 Segnaletica orizzontale. Segnali complementari La segnaletica orizzontale è rappresentata dai segni sulla carreggiata che si suddividono in: strisce longitudinali;

Dettagli

Centro regionale di monitoraggio della sicurezza stradale. Relazione sullo stato dell incidentalità in Friuli Venezia Giulia

Centro regionale di monitoraggio della sicurezza stradale. Relazione sullo stato dell incidentalità in Friuli Venezia Giulia Centro regionale di monitoraggio della sicurezza stradale Relazione sullo stato dell incidentalità in Friuli Venezia Giulia anno 2010 Relazione sullo stato dell incidentalità in Friuli Venezia Giulia anno

Dettagli

I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008

I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008 I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008 I Costi Sociali degli Incidenti Stradali La stima dei costi sociali intende quantificare il danno economico subito dalla società, e conseguentemente dal

Dettagli

Traccia 1. 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza a norma della Legge 65/1986?

Traccia 1. 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza a norma della Legge 65/1986? Traccia 1 1. Il Sindaco ha competenza in materia di ordine e sicurezza pubblica? A) No; B) Si, ma solo nei Comuni con meno di 1.000 abitanti; C) Si: 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza

Dettagli

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica Articoli C. d. S. Punti Violazioni che comportano la perdita punti Velocità art. 141, comma 8 5 Circolare a velocità non commisurata alle particolari condizioni in cui si svolge la circolazione art. 142,

Dettagli

circa il 4% oltre il 50%

circa il 4% oltre il 50% Gli infortuni : Gli incidenti stradali nell ambito dell attivitàlavorativa determinano circa il 4% di tutti gli infortuni sul lavoro ma ben oltre il 50% delle morti sul lavoro. Il settore del trasporto

Dettagli

supporto all insegnamento della segnaletica stradale per le terze, quarte e quinte elementari

supporto all insegnamento della segnaletica stradale per le terze, quarte e quinte elementari I SEGNALI STRADALI Consorzio di Polizia Municipale dell Isola supporto all insegnamento della segnaletica stradale per le terze, quarte e quinte elementari A cura del commissario aggiunto di P.L. Raffaele

Dettagli

MANUALE DI PREPARAZIONE ALL ESAME, CON SCHEDE DI VERIFICA SUL RETRO,

MANUALE DI PREPARAZIONE ALL ESAME, CON SCHEDE DI VERIFICA SUL RETRO, MANUALE DI PREPARAZIONE ALL ESAME, CON SCHEDE DI VERIFICA SUL RETRO, PER IL CONSEGUIMENTO DEL CERTIFICATO DI IDONEITA ALLA GUIDA DEI CICLOMOTORI Dedicato a Rita Baldini, un amica prematuramente scomparsa

Dettagli

Cosa dobbiamo sapere prima di metterci alla guida di un ciclomotore?

Cosa dobbiamo sapere prima di metterci alla guida di un ciclomotore? a cura del Comando di Polizia Locale del Comune di Trasacco Cosa dobbiamo sapere prima di metterci alla guida di un ciclomotore? COS E UN VEICOLO? Per veicoli si intendono tutte le macchine di qualsiasi

Dettagli

Aprile 2011 IL SETTORE DEI MEZZI PESANTI IN RELAZIONE ALL INCIDENTALITÀ E LA SICUREZZA STRADALE

Aprile 2011 IL SETTORE DEI MEZZI PESANTI IN RELAZIONE ALL INCIDENTALITÀ E LA SICUREZZA STRADALE Aprile 2011 IL SETTORE DEI MEZZI PESANTI IN RELAZIONE ALL INCIDENTALITÀ E LA SICUREZZA STRADALE Sommario 1. L INCIDENTALITA DEL TRASPORTO PESANTE IN EUROPA... 3 2. IL TRASPORTO PESANTE IN ITALIA... 9 1.1

Dettagli