Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre 2013"

Transcript

1 Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre

2 L area unica dei pagamenti in euro Le tappe di un percorso Inserire testo 01/01/2002 nasce l EURO 11/02/2008 Regolamento 2560/2008: le commissioni fra disposizioni domestiche ed estere devono essere identiche. 28/01/2008 nascono i SEPA Credit Transfer 01/11/2009 nascono i SEPA Direct Debit 01/03/2010 nasce la PSD (Direttiva sui Servizi di Pagamento) dapprima sui bonifici 01/07/2010 La PSD si applica anche agli addebiti diretti 14/03/2012 Regolamento 260/2012 abrogativo dei precedenti che sancisce la end-date dei circuiti domestici nei singoli paesi europei 01/02/2014 end-date dei circuiti domestici 2

3 L area unica dei pagamenti in euro Le tappe di un percorso STRUMENTI DI PAGAMENTO Introduzione di uno strumento di pagamento unificato a livello europeo (SEPA Credit Transfer), normato nel tracciato e nelle regole di trattamento da standard comuni descritti in Rulebook aggiornati annualmente STRUMENTI DI ADDEBITO DIRETTO Introduzione di uno strumento di addebito diretto unificato a livello europeo (SEPA Direct Debit), anche in quei paesi in cui tale modalità di pagamento era assente, normato anch esso attraverso Rulebook. MONETICA Cornice normativa in grado di agevolare un uso standardizzato delle carte di debito e di credito sul territorio europeo, sostanziato attraverso l adozione del micro-chip e di strumenti atti a rendere sicuro l utilizzo della moneta elettronica. WAR ON CASH 3

4 L area unica dei pagamenti in euro Gli obiettivi della cornice normativa unica: la PSD 1. Creare un mercato unico europeo dei servizi di pagamento, all interno del quale le regole sono uguali per tutti i paesi destinatari della Direttiva. 2. Rendere i servizi di pagamento sicuri, facili ed economicamente convenienti. 3. Creare concorrenza, garantendo agli utenti libera scelta nell utilizzo dei diversi servizi di pagamento. 4. Tutela degli utenti dei servizi di pagamento (imprese, microimprese e consumatori). 5. Consentire di regolamentare ed attuare il progetto S.E.P.A. 4

5 Il percorso di migrazione alla SEPA Le principali tappe Nov Mag Lug Feb Feb Ott Feb Termine ultimo per applicare MIF agli addebiti diretti crossborder Termine per l invio comunicazi one unilaterale alla clientela per la variazione dei contratti di conto corrente. Termine per avvio della migrazione deleghe RID/ mandati SDD Blocco presentazioni di RID con scadenza successiva alla END-DATE Migrazione bonifici deducibili fiscalmente END-DATE: Migrazione RID Migrazione BON Termine per fornitura BIC da parte del cliente per Incassi e Pagamenti domestici. Termine ultimo deroga per la fornitura BIC pagamenti e incassi cross-border Termine ultimo migrazione dei c.d. prodotti di nicchia (RID finanziario e ad Importo fisso) Termine ultimo per migrazione Stati Membri non area Euro per pagamenti in euro. Termine ultimo per applicare MIF agli addebiti diretti domestici 5

6 Il percorso di migrazione alla SEPA Il provvedimento attuativo 260/2012 IN AMBITO FUORI AMBITO DEROGHE Bonifici domestici eseguiti tramite la procedura interbancaria BON e, comunque tutti i bonifici conformi alla definizione riportata nel provvedimento. Sono compresi espressamente i bonifici interni e i bonifici eseguiti per cassa Addebiti diretti domestici eseguiti tramite la procedura interbancaria RID, quelli gestiti nell ambito del circuito postale noncè gli addebiti diretti domestici ed esteri conformi alla definizione riportata nel provvedimento. RIBA (*) MAV (*) RAV (*) Bollettini bancari e postali (*) Il servizio di conservazione dei mandati autorizzativi degli addebiti diretti che può essere effettuato dal creditore o da una terza parte per conto del creditore, in quanto non è un servizio di pagamento. (*) esiste una generica raccomandazione di B.I. per valutare comunque la possibilità di inserire anche questi strumenti negli schemi SEPA all indomani della migrazione. I RID Finanziari vengono inseriti fra i prodotti di nicchia con possibilità di adeguamento fino al 1/2/2016. Gli utilizzatori di servizi di pagamento che dispongono o ricevono bonifici o addebiti diretti in forma raggruppata sono esonerati dall obbligo di utilizzare i formati ISO XML fino al 1/2/2016; i PSP sono tuttavia obbligati a soddisfare la richiesta degli utilizzatori stessi di utilizzare tale formato. Fonte: Consultazione sullo schema del Provvedimento della Banca d Italia applicativo del Regolamento 260/12 6

7 Il percorso di migrazione alla SEPA Punti di attenzione comparto pagamenti 1/2 Rettifiche di valuta La funzionalità interbancaria per la rettifica di valuta non è attualmente prevista negli Schemi SEPA Attualmente in corso lo studio di fattibilità dello sviluppo di messaggistica equivalente, e la gestione del recupero interessi nei confronti della banca del beneficiario con modalità simili a quanto in essere. 7

8 Il percorso di migrazione alla SEPA Punti di attenzione comparto pagamenti 2/2 Remittance information La descrizione libera della causale del pagamento in un tweet : riduzione dello spazio a disposizione da 500 a 140 caratteri. Sono in corso approfondimenti per adottare in via generalizzata l AOS finlandese che garantisce un numero maggiore di caratteri disponibili. L eventuale adozione non prima della metà del

9 Il percorso di migrazione alla SEPA Punti di attenzione sul comparto incassi Continuità Deleghe Gli interventi a supporto della continuità operativa delle deleghe sono stati condivisi con le rappresentanze delle imprese e in corso di approfondimento nei tavoli ABI. È operativa da 12/11/12 la funzionalità di inquiry delle deleghe RID della procedura AEA a disposizione delle imprese per aggiornare i propri archivi. Dal 28/2/13 è stato assegnato da parte di SIA il Creditor Identifier nelle anagrafiche procedurali. Luglio 2013: avvio dell offerta dei servizi di addebito diretto SEPA a valere su deleghe RID in essere. 9

10 Il percorso di migrazione alla SEPA Punti di attenzione sul comparto incassi RID in caveau Riguardo i RID già in caveau con scadenza > 1/2/14 viene lasciata la facoltà alle singole banche se concordare con i clienti presentatori il richiamo degli effetti o convertirne il formato all atto dell invio all incasso verso la banca domiciliataria. I clienti stessi dovranno fornire le informazioni per consentire tale conversione. Dal 1 Settembre Abi raccomanda di non presentare più RID con scadenze successive alla end-date, in modo da ridurre gli interventi di arricchimento sopra richiamati 10

11 Il percorso di migrazione alla SEPA Punti di attenzione sul comparto incassi SEDA Nuovo servizio di allineamento elettronico archivi SEPA Compliant; L adesione all AOS è libera per le banche (modulo avanzato ) e per le imprese La documentazione è disponibile sul sito del CBI. A metà Ottobre è previsto il ROLL-OUT SEDA. 11

12 L ADDEBITO DIRETTO SEPA L addebito diretto SEPA è come il RID un servizio di incasso basato sulla sottoscrizione da parte del debitore di un autorizzazione ad addebitare direttamente il conto corrente (mandato). L addebito diretto SEPA viene attivato dall impresa che a seguito del mandato firmato dal proprio cliente avvia la riscossione delle somme dovute attraverso la propria banca. Con il passaggio all addebito SEPA, le imprese avranno la responsabilità di raccogliere, conservare ed esibire in caso di contestazioni del cliente i mandati di addebito sottoscritti dalla clientela. In questo processo le imprese beneficiarie potranno contare sull aiuto della nostra banca che offrirà il servizio aggiuntivo SEDA (SEPA-Compliant Electronic Database Alignment Allineamento Archivi SEPA). Tale servizio consente di delegare questo compito alla Banca del Debitore, con modalità analoghe a quelle previste per il servizio RID. 12

13 L ADDEBITO DIRETTO SEPA SEPA CORE Utilizzabile indistintamente nei confronti di qualsiasi tipo di Cliente (consumatore, microimpresa e impresa), consente al debitore di chiedere il rimborso dell addebito fino a 8 settimane dopo la scadenza per operazioni autorizzate in precedenza, limitatamente al caso in cui l importo risulti errato oppure non conforme con quanto concordato in precedenza con il Creditore. Corrisponde all attuale RID Ordinario, del quale però non eredita la possibilità di limitare la facoltà di storno concessa al debitore a 5 giorni. SEPA BUSINESS TO BUSINESS Riservato esclusivamente a microimprese e imprese, non ammette la possibilità di rimborso da parte del debitore. La banca deve quindi preventivamente verificare con l impresa pagatrice la validità dei dati dell autorizzazione prima di addebitare il suo conto al momento della prima operazione ricevuta. 13

14 L ADDEBITO DIRETTO SEPA Entrambe le forme di addebito comportano: la sottoscrizione di un mandato, in forma cartacea, con il quale il Cliente autorizza l impresa e la propria banca ad addebitare il proprio conto, individuato dall IBAN; la notifica al Cliente pagatore da parte dell impresa, per il tramite della propria banca, almeno 14 giorni prima della scadenza; la possibilità di indicare sul mandato che l autorizzazione vale solo per un singolo addebito (one off); il diritto del Cliente debitore di opporsi all operazione entro il giorno lavorativo precedente la scadenza (c.d. diritto di revoca). Con specifico riferimento all addebito Sepa Business to Business (B2B), il debitore ha la possibilità di opporsi all operazione anche il giorno di scadenza dell addebito diretto; il diritto di richiedere il rimborso per addebiti ricevuti che non sono stati autorizzati. 14

15 I PASSI CHE DEVONO COMPIERE LE IMPRESE: 1) Disporre dei codici IBAN corretti della propria Clientela debitrice; Se l impresa non possiede tali informazioni o ha il dubbio di non avere nei propri archivi i dati aggiornati ha due possibilità: può richiederle direttamente ai suoi clienti e fornitori, ad esempio nel caso in cui intrattenga rapporti commerciali con un numero ridotto di soggetti; in alternativa, può richiedere un aggiornamento direttamente alla propria banca, attraverso la procedura elettronica di Inquiry deleghe RID. Oltre alla verifica del codice IBAN, tale funzione fornisce al Cliente Creditore ulteriori informazioni quali: a) La classificazione del conto di addebito (consumatore, microimpresa o non consumatore). Tale informazione assume particolare rilevanza per il Creditore in quanto consente allo stesso di valutare quale delle due tipologie di Addebito Diretto SEPA (SEPA core o SEPA business to business ) risulti più adeguata alla propria attività commerciale; b) L attuale valore della facoltà di storno, che potrebbe essere soggetta a modifiche in occasione della migrazione verso i nuovi Schemi SEPA. L informazione sulla facoltà di storno è rilevante anche ai fini della comunicazione informativa che il Creditore è tenuto a fornire al Debitore (vedi punto 2 sotto riportato). 15

16 I PASSI CHE DEVONO COMPIERE LE IMPRESE: 2) Informare la propria clientela prima del passaggio all addebito SEPA almeno 30 giorni prima e comunque non oltre il 31 dicembre 2013 La normativa prevede che l azienda informi il debitore del ricorso all utilizzo del nuovo strumento di incasso, fornendo l indicazione di eventuali strumenti di pagamento alternativi e della possibilità da parte del debitore di revocare la delega. Nel testo potranno essere fornite informazioni legate alla modifica della facoltà di storno a 5 giorni che, con l introduzione degli Addebiti Diretti SEPA, viene eliminata, o all eventuale utilizzo della tipologia di servizio che si intende utilizzare: Core o Business to Business 16

17 I PASSI CHE DEVONO COMPIERE LE IMPRESE: 03) Indicare nella coordinata d azienda RID del Creditore un nuovo identificativo d impresa al posto del tradizionale codice SIA, con uno standard valido a livello europeo. Tale codice, denominato creditor identifier potrà essere richiesto alla nostra banca, in quanto già assegnato dalle autorità italiane. Per il nostro paese, su richiesta delle associazioni delle imprese, l elemento qualificante del codice è il Codice Fiscale/Partita Iva. Il formato del codice ricalca da vicino a quello dell IBAN: IT44ZZZ Da 1 a 2 Codice del paese: per l italia IT Da 3 a 4 Carattere di controllo calcolato sulla base dell algoritmo Mod.97 del codice. Nel calcolo del carattere di controllo non viene preso in considerazione il business code (vedi sotto) Da 5 a 7 Business Code: codice che può essere personalizzato dall azienda per differenziare le varie esigenze di business Dalla 8 alla 23 Codice Fiscale/Partita IVA dell impresa con l avvertenza di inserire zeri a riempimento sulla sinistra del codice per mantenere la lunghezza a

18 I PASSI CHE DEVONO COMPIERE LE IMPRESE: 04) Convertire le vecchie deleghe RID in mandati SEPA (1/2). Per facilitare il passaggio all addebito SEPA, la normativa prevede che sia possibile convertire automaticamente le vecchie deleghe RID nel nuovo sistema di incasso europeo, senza la necessità di ottenere un nuovo mandato firmato dalla propria clientela. È sufficiente continuare ad indicare l attuale numero univoco della delega in fase di presentazione degli addebiti presso la propria banca assuntrice. Ricordiamo che tale codice è formato da: dalla 1 alla 5: il codice SIA del Creditore (caratteri alfanumerici) nella 6a posizione: il tipo codice individuale dalla 7 alla 22: il codice individuale utilizzato nei RID: Il nuovo standard UE prevede nei suddetti campi l indicazione esclusiva di caratteri latini: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z / -? : ( )., ' + Space) Qualora l impresa abbia all interno delle proprie codifiche e anagrafiche caratteri di diversa natura, dovrà modificare la propria codifica interna prima di migrare verso gli Schemi SEPA, in modo da evitare scarti in fase di invio all incasso verso altre controparti bancarie. 18

19 I PASSI CHE DEVONO COMPIERE LE IMPRESE: 04) Convertire le vecchie deleghe RID in mandati SEPA (2/2). Oltre al numero univoco del mandato sopra descritto, in fase di presentazione dovranno essere riportati obbligatoriamente anche i seguenti campi identificativi dell addebito diretto SEPA: a) il tipo di transazione (per regola di comunità, l impresa deve indicare il valore first nella prima disposizione di addebito a valere su un autorizzazione RID e recurrent nelle successive. E possibile, inoltre, targare con one-off gli addebiti occasionali e con last l ultimo addebito SEPA della serie); b) la ragione sociale dell impresa creditrice; c) il creditor identifier dell impresa; d) il nome/ragione sociale del cliente debitore; e) l IBAN del conto corrente di addebito; f) la data di sottoscrizione del mandato: in assenza del dato corretto occorrerà indicare la data convenzionale 2/1/2012. La banca del pagatore, ricevuta la prima operazione di addebito SEPA, grazie all indicazione della coordinata d azienda tradizionale RID, riconoscerà che la disposizione si riferisce ad una vecchia autorizzazione, scatenando di conseguenza la migrazione verso il nuovo mandato di addebito SEPA. Tale operatività sarà consentita dal prossimo 1 Luglio

20 I PASSI CHE DEVONO COMPIERE LE IMPRESE: 05 Adeguare i tracciati di presentazione degli Addebiti diretti SEPA La principale novità legata all introduzione dei nuovi strumenti SEPA è l adozione a livello europeo del formato di memorizzazione dei dati XML che a partire dal 1/2/2016 dovrà essere adottato obbligatoriamente anche nella tratta cliente-banca. Sino ad allora, la clientela potrà concordare con la nostra banca di mantenere un formato dati simile a quello attualmente in uso, opportunamente implementato con le informazioni mancanti. Il consorzio CBI ha recentemente pubblicato le modifiche agli standard attualmente in uso, che entreranno in vigore il prossimo 1 Luglio 2013 I nuovi dati che saranno inclusi nei tracciati arricchiti : Tipo sequenza incasso: FRST (first) RCUR (recurrent) FNAL (finale) OOFF (One-off) IBAN del debitore Coordinate del conto corrente secondo la normativa nazionale. Data sottoscrizione mandato A fronte di SDD a valere su deleghe RID pregresse viene valorizzata convenzionalmente

21 I PASSI CHE DEVONO COMPIERE LE IMPRESE: 06) La gestione dei RID in caveau alla end-date. A partire dal 1 Settembre 2013, il sistema bancario italiano non potrà più accettare dalla propria Clientela l incasso di RID con scadenza oltre il 1/2/2014, in modo da ridurre le criticità legate all acquisizione di dati specifici per poter inviare all incasso tali disposizioni attraverso gli Schemi SEPA. Con riferimento ai RID già presentati all incasso con una scadenza superiore al suddetto limite, la nostra Banca contatterà, a ridosso della scadenza della end-date, la Clientela interessata per concordare le modalità di recepimento delle informazioni aggiuntive necessarie per garantire la conversione delle disposizioni in addebiti diretti SEPA. 21

22 IL NUOVO SERVIZIO DI ALLINEAMENTO ELETTRONICO SEDA 22

23 IL NUOVO SERVIZIO DI ALLINEAMENTO ELETTRONICO SEDA 23

24 IL NUOVO MODELLO DI RENDICONTAZIONE SEDA 1/3 Gestione contenziosi 7 Richiesta / invio informazioni di dettaglio 6 1 Gestione dei pagamenti del Beneficiario Conteggio mandati 5 Beneficiario 3 Invio previsionale Invio Previsionale Banca di Allineamento 3 Determinazione canoni 2 4 Regolamento corrispettivi Banche del Pagatore 24

25 IL NUOVO MODELLO DI RENDICONTAZIONE SEDA 2/3 Conteggio dei mandati Per ogni Beneficiario, la Banca del Pagatore conteggia i mandati attivi per almeno un giorno nel periodo di rilevazione (trimestre solare) e invia alla Banca di Allineamento un Previsionale, entro il quinto giorno lavorativo successivo alla fine del periodo di rilevazione (ad esempio, entro 5 aprile per il primo trimestre). Determinazione dei canoni Su un apposito sito internet AB, saranno pubblicati i prezzi standard che la Banca decide di applicare (come Banca del Pagatore ) per ciascun mandato attivo su base trimestrale. Ogni Banca, in base ad accordi bilaterali con il Beneficiario, potrà applicare un prezzo complessivo per tutti i mandati gestiti ovvero un prezzo unitario per singolo mandato, eventualmente derogato rispetto a quello pubblicato. Invio del Previsionale La Banca del Pagatore invia entro il quinto giorno lavorativo del mese successivo al trimestre solare di riferimento il Previsionale, per informare, in via preventiva rispetto all effettivo addebito, il Beneficiario circa gli importi che saranno addebitati. Il Beneficiario ha facoltà di delegare alla propria Banca di Allineamento l attività di aggregazione dei Previsionali. Regolamento dei corrispettivi Il regolamento dei corrispettivi viene gestito mediante invio, a cura della Banca del Pagatore, di un addebito (SDD Core) sul conto indicato dal Beneficiario. Il Beneficiario ha facoltà di delegare alla propria Banca di Allineamento l attività di aggregazione degli addebiti sul proprio conto. 25

26 IL NUOVO MODELLO DI RENDICONTAZIONE SEDA 3/3 Gestione dei pagamenti del Beneficiario La Banca di Allineamento non si assume il rischio di credito legato ad eventuali insoluti da parte del Beneficiario. Informazioni di dettaglio Il Beneficiario potrà incaricare la propria Banca di Allineamento di richiedere informazioni di maggiore dettaglio in merito al corrispettivo addebitato da parte di uno o più Banche dei Pagatori. La Banca del Pagatore potrà prevedere un prezzo per ogni mandato rendicontato nel dettaglio. Tale prezzo sarà anch esso pubblicato nella tabella dei prezzi gestita in ambito ABI. Gestione dei contenziosi DA DEFINIRE 26

Se il Creditore non possiede tali informazioni o ha il dubbio di non avere nei propri archivi i dati aggiornati ha due possibilità:

Se il Creditore non possiede tali informazioni o ha il dubbio di non avere nei propri archivi i dati aggiornati ha due possibilità: Istruzioni Operative ADDEBITI DIRETTI SEPA RECUPERARE L'IBAN DI ADDEBITO DELLA PROPRIA CLIENTELA La prima condizione indispensabile affinché il Creditore possa gestire Addebiti Diretti SEPA è che disponga

Dettagli

Single Euro Payments Area

Single Euro Payments Area Single Euro Payments Area COME CAMBIANO I PAGAMENTI E GLI INCASSI DELLE IMPRESE Versione 8 2 marzo 2015 SOMMARIO 1. SEPA, che fare? in breve.... 2 2. Cos è la SEPA... 3 3. La END-DATE il Primo Febbraio

Dettagli

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 1 del 16/12/2013

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 1 del 16/12/2013 Sommario 1. INTRODUZIONE GESTIONE SDD (SEPA Direct Debit)... - 2-2. DATI RID/SDD IN ANAGRAFICA CLIENTI... - 4-3. DATI SDD IN ANAGRAFICA BANCHE... - 6-4. GESTIONE ARCHIVIO EFFETTI... - 8-5. PRESENTAZIONE

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA SEPA END DATE: COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE

GUIDA PRATICA ALLA SEPA END DATE: COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE GUIDA PRATICA ALLA SEPA END DATE: COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE INDICE 1. Cos è la SEPA... 3 2. I benefici e i vantaggi della SEPA.. 3 3. Il nuovo servizio di Bonifico SEPA (SCT)...

Dettagli

Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto. Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese

Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto. Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese Indice del documento 1. Sepa End Date: key points 2. Le risposte CREVAL 3. I

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE IMPRESE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Austria Belgio

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA GUIDA PER LE AZIENDE LA SEPA INCLUDE 33 PAESI 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE IMPRESE Pagina 1 di 10 Un supporto alle imprese Premesso che il progetto SEPA introduce notevoli

Dettagli

Guida per le aziende I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO. Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA

Guida per le aziende I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO. Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA Guida per le aziende I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA LA SEPA INCLUDE 33 PAESI: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

ADDEBITO DIRETTO SEPA (SDD- SEPA DIRECT DEBIT)

ADDEBITO DIRETTO SEPA (SDD- SEPA DIRECT DEBIT) Gentile cliente, facciamo riferimento alle nostre precedenti comunicazioni di recepimento della Direttiva Europea sui Servizi di Pagamento (P.S.D. Payment Services Directive) per segnalarle che la Banca

Dettagli

La SEPA include 33 Paesi:

La SEPA include 33 Paesi: SEPA - I NUOVI SERVIZI DI ADDEBITO DIRETTO E BONIFICO COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI CON L AREA SEPA GUIDA PER LE AZIENDE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro

Dettagli

La SEPA include 33 Paesi:

La SEPA include 33 Paesi: I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE AZIENDE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE IMPRESE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Austria Belgio

Dettagli

La SEPA include 33 Paesi:

La SEPA include 33 Paesi: I SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE AZIENDE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA SEPA Single Euro Payments Area Introduzione alla SEPA La SEPA in sintesi Da agosto 2014 è entrata pienamente in vigore la normativa SEPA che ha l'obiettivo di offrire ai cittadini, alle imprese e alle

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA SEPA Single Euro Payments Area Introduzione alla SEPA La SEPA in sintesi Dal 1 febbraio 2014 bonifici nazionali in euro e RID sono stati sostituiti dai corrispondenti servizi europei che potranno essere

Dettagli

CONTENUTI DOCUMENTO. SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer. SEPA Direct Debit. Glossario

CONTENUTI DOCUMENTO. SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer. SEPA Direct Debit. Glossario LA SEPA IN BREVE CONTENUTI DOCUMENTO SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer SEPA Direct Debit SEDA Glossario 2 COS È SEPA SEPA La SEPA, Single Euro Payments Area (Area Unica dei Pagamenti

Dettagli

Guida Pratica alla SEPA End Date I principali aspetti della migrazione

Guida Pratica alla SEPA End Date I principali aspetti della migrazione I principali aspetti della migrazione I contenuti della presente Guida sono stati redatti sulla base delle normative e delle regole interbancarie vigenti al 30 Aprile 2013 Indice INTRODUZIONE ALLA SEPA...

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA Guida per le aziende Versione 3.0 febbraio 2014 Versione 2.0 La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano

Dettagli

Nuovi strumenti di pagamento per la gestione SEPA: Requisiti tecnici. Francesco Panzeri Business Consultant DDWAY

Nuovi strumenti di pagamento per la gestione SEPA: Requisiti tecnici. Francesco Panzeri Business Consultant DDWAY Nuovi strumenti di pagamento per la gestione SEPA: Requisiti tecnici Francesco Panzeri Business Consultant DDWAY Francesco Panzeri Business Consultant Banking DDway fpanzeri@ddway.it mobile: +39 335.8317424

Dettagli

SEPA PUNTO DELLA SITUAZIONE. Sepa Direct Debit (SDD) Date

SEPA PUNTO DELLA SITUAZIONE. Sepa Direct Debit (SDD) Date SEPA PUNTO DELLA SITUAZIONE Sepa Direct Debit (SDD) Date Dal 1/09/13: - Da questa data non sarà più possibile presentare gli odierni RID con data scadenza oltre il 31/01/014. Per effetti con scadenza successiva

Dettagli

Gli impatti della end-date sui servizi CBI. Fabio Sorrentino. Manager Area Standard e Architettura Consorzio CBI. Firenze, 22 giugno 2012.

Gli impatti della end-date sui servizi CBI. Fabio Sorrentino. Manager Area Standard e Architettura Consorzio CBI. Firenze, 22 giugno 2012. Gli impatti della end-date sui servizi CBI Fabio Sorrentino Manager Area Standard e Architettura Consorzio CBI Firenze, 22 giugno 2012 Luogo, Data Regolamento SEPA end-date Ambito di applicazione (art.1)

Dettagli

FAQ. Quale sarà l'impatto sugli utenti del passaggio ai nuovi bonifici e addebiti diretti? (Fonte Banca d Italia) 4

FAQ. Quale sarà l'impatto sugli utenti del passaggio ai nuovi bonifici e addebiti diretti? (Fonte Banca d Italia) 4 Domande frequenti Sommario Che cosa è la SEPA? (Fonte Banca d Italia) 2 Quali sono i contenuti della SEPA? (Fonte Banca d Italia) 2 Perché realizzare la SEPA? (Fonte Banca d Italia) 2 Quali sono i vantaggi

Dettagli

AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment)

AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment) AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment) 1 Obiettivo Gli Schemi SEPA Direct Debit (SDD) Core e B2B definiti dall EPC consentono di addebitare in modo automatico il conto del Debitore sulla

Dettagli

Allineamento Elettronico Archivi - A.E.A. CBI - Standard tecnici

Allineamento Elettronico Archivi - A.E.A. CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: : v. Pagine 64 Nome File: _6_10 Ultimo aggiornamento: 2615-0405-2013 creazione: 31-01-2005 Autore: Consorzio CBI Revisore: GdL Standard Il contenuto del presente documento

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione al SEPA Direct Debit

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione al SEPA Direct Debit SEPA Single Euro Payments Area Introduzione al Introduzione al Il (c.d. SDD) è il servizio di addebito diretto che consente di disporre incassi in euro all'interno della SEPA sulla base di un accordo preliminare

Dettagli

Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT

Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT Università di Bergamo, 19 marzo 2014 Flavio Caricasole Responsabile Estero Commerciale e Sistemi di Pagamento flavio.caricasole@ubibanca.it PSD

Dettagli

SINGLE EURO PAYMENTS AREA (SEPA): BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI COSA CAMBIA PER LE IMPRESE

SINGLE EURO PAYMENTS AREA (SEPA): BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI COSA CAMBIA PER LE IMPRESE SINGLE EURO PAYMENTS AREA (SEPA): BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI COSA CAMBIA PER LE IMPRESE Arezzo, 22 maggio 2014 SEPA: cosa è, obiettivi, contesto e normativa di riferimento Benefici per le Aziende Quali

Dettagli

Rapporti Interbancari Diretti - R.I.D. CBI - Standard tecnici

Rapporti Interbancari Diretti - R.I.D. CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: : v. Pagine 39 Nome File: 6_09 Ultimo aggiornamento: creazione: 31-01-2005 Autore: Consorzio CBI Revisore: GdL Standard Il contenuto del presente documento costituisce materiale

Dettagli

Guida alla SEPA - Single Euro Payments Area. Ver. 3.2 del 10 ottobre 2013

Guida alla SEPA - Single Euro Payments Area. Ver. 3.2 del 10 ottobre 2013 Guida alla SEPA - Single Euro Payments Area Ver. 3.2 del 10 ottobre 2013 1 Agenda Introduzione alla SEPA e alla PSD End Date 1/2/2014 SCT - Funzionamento SDD - Funzionamento Migrazione R.I.D. a SDD 2 Area

Dettagli

Documento: Accordo interbancario dell AOS SEDA Versione 1.0 Data 07/08/2013 16:56 Pag. 1/44

Documento: Accordo interbancario dell AOS SEDA Versione 1.0 Data 07/08/2013 16:56 Pag. 1/44 Accordo interbancario per l offerta del servizio opzionale aggiuntivo (AOS) degli Schema SEPA Direct Debit denominato SEPA compliant Electronic Database Alignment (SEDA) Documento: Accordo interbancario

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI DI INCASSO PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI DI INCASSO PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet:: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

http://www.abicloud.it/articolo?urn=urn:abi:abi:cir.tec:2013;14&pr=idx,0;artic,1;artic...

http://www.abicloud.it/articolo?urn=urn:abi:abi:cir.tec:2013;14&pr=idx,0;artic,1;artic... Page 1 of 12 CIRCOLARIABI SERIE TECNICA N. 14-10 GIUGNO 2013 SEPA COMPLIANT ELECTRONIC DATABASE ALIGNMENT (SEDA): IL SERVIZIO OPZIONALE AGGIUNTIVO DEGLI SCHEMI SEPA DIRECT DEBIT Premessa Con circolari

Dettagli

LA MIGRAZIONE ALLO SCHEMA SEPA DIRECT DEBIT E L ADOZIONE DELL AOS SEDA

LA MIGRAZIONE ALLO SCHEMA SEPA DIRECT DEBIT E L ADOZIONE DELL AOS SEDA DEBIT E L ADOZIONE DELL AOS SEDA SPIN 2013 Napoli, 11 giugno Relatore: Barbara Pelliccione - ABI Agenda q La migrazione al SEPA DD q Validità delle deleghe RID nel passaggio alla SEPA q L adozione dell

Dettagli

Manuale operativo (ver. 1.0)

Manuale operativo (ver. 1.0) Manuale operativo (ver. 1.0) 1 Il Servizio di conversione 1.1 Caratteristiche funzionali... 2 1.2 Tempi e modalità di utilizzo... 2 2 Attivazione/disattivazione del Servizio 2.1 Attivazione del periodo

Dettagli

CONVERSIONE RID >> SDD Regole per impostare il tracciato arricchito CBI

CONVERSIONE RID >> SDD Regole per impostare il tracciato arricchito CBI CONVERSIONE RID >> SDD Regole per impostare il tracciato arricchito CBI Attività propedeutiche all utilizzo del convertitore Limite di utilizzo Premessa Le novità sul tracciato Record di testa IR Record

Dettagli

Gestire i regolamenti commerciali con la Svizzera

Gestire i regolamenti commerciali con la Svizzera Gestire i regolamenti commerciali con la Svizzera Alcune riflessioni sui mezzi di pagamento Giancarlo Bianchi Responsabile Trade & Export Finance Banca Popolare di Vicenza Componente del Gruppo di lavoro

Dettagli

L addebito diretto transfrontaliero. SEPA Direct Debit. Riscossione crediti sicura e puntuale.

L addebito diretto transfrontaliero. SEPA Direct Debit. Riscossione crediti sicura e puntuale. L addebito diretto transfrontaliero. SEPA Direct Debit Riscossione crediti sicura e puntuale. SEPA Direct Debit 5 Sistemi di pagamenti in euro 5 L Europa in continua evoluzione 5 Gli stati dell area SEPA

Dettagli

Manuale operativo (ver. 1.1)

Manuale operativo (ver. 1.1) Manuale operativo (ver. 1.1) 1 Il Servizio di conversione... 2 1.1 Caratteristiche funzionali... 2 1.2 Tempi e modalità di utilizzo... 2 2 Attivazione/disattivazione del Servizio... 4 2.1 Attivazione del

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza Principali novità introdotte

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza Principali novità introdotte Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

CONVERSIONE AEA - SEDA

CONVERSIONE AEA - SEDA CONVERSIONE AEA - SEDA Regole per impostare il tracciato arricchito CBI 1. Premessa 2. Attività propedeutiche 3. Modalità di conversione 4. Sezione I : flussi da Azienda Cliente a Banca di Allineamento

Dettagli

Le novità del CBI a seguito del progetto SEPA e della PSD

Le novità del CBI a seguito del progetto SEPA e della PSD SPIN 2010 Le novità del CBI a seguito del progetto SEPA e della PSD Liliana Fratini Passi Segretario Generale Consorzio CBI Membro dell Expert Group on Electronic Invoicing della Commissione Europea Roma

Dettagli

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente SEZIONE III SERVIZIO DI INCASSI E PAGAMENTI DISPOSIZIONI COMUNI Art. 1 Oggetto 1. Il servizio di incassi

Dettagli

Bonifici e Incassi COSA CAMBIA PER LE IMPRESE CON LA NUOVA DIRETTIVA SUI SERVIZI DI PAGAMENTO BONIFICI INCASSI

Bonifici e Incassi COSA CAMBIA PER LE IMPRESE CON LA NUOVA DIRETTIVA SUI SERVIZI DI PAGAMENTO BONIFICI INCASSI Bonifici e Incassi COSA CAMBIA PER LE IMPRESE CON LA NUOVA DIRETTIVA SUI SERVIZI DI PAGAMENTO BONIFICI INCASSI guida_psd_impresa_def.indd 1 11/06/10 10.51 Indice I BONIFICI: cosa cambia 1 Ricezione ed

Dettagli

Reggio Emilia, 31 marzo 2013

Reggio Emilia, 31 marzo 2013 Reggio Emilia, 31 marzo 2013 Nei prossimi mesi i servizi di pagamento subiranno alcune modifiche, con l obiettivo di creare un mercato integrato per i pagamenti nell area euro (la cosiddetta Area SEPA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Gestione Incassi SEPA Direct Debit (SDD) Core e B2B

FOGLIO INFORMATIVO. Gestione Incassi SEPA Direct Debit (SDD) Core e B2B INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Gestione Incassi SEPA Direct Debit (SDD) Core e B2B SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.:

Dettagli

PROCESSO DI NUOVA ADESIONE, VARIAZIONE E CANCELLAZIONE DAL SERVIZIO SEDA FAQ

PROCESSO DI NUOVA ADESIONE, VARIAZIONE E CANCELLAZIONE DAL SERVIZIO SEDA FAQ PROCESSO DI NUOVA ADESIONE, VARIAZIONE E CANCELLAZIONE DAL SERVIZIO SEDA FAQ 1. I Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) sono obbligati ad aderire al servizio SEDA? Gli Associati ABI che partecipano

Dettagli

Rapporti Interbancari Diretti - R.I.D. CBI - Standard tecnici

Rapporti Interbancari Diretti - R.I.D. CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: : v. Nome File: 6_05 Ultimo aggiornamento: 14-07-2010 creazione: 31-01-2005 Autore: Segreteria Tecnica Revisore: D.ssa Liliana Fratini Passi Il contenuto del presente documento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Gestione Incassi SEPA Direct Debit (SDD) Core e B2B

FOGLIO INFORMATIVO. Gestione Incassi SEPA Direct Debit (SDD) Core e B2B INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Gestione Incassi SEPA Direct Debit (SDD) Core e B2B SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.:

Dettagli

NORME OPERATIVE SERVIZI DI INCASSO INDICE

NORME OPERATIVE SERVIZI DI INCASSO INDICE NORME OPERATIVE SERVIZI DI INCASSO Il presente documento è parte integrante del contratto dei Servizi di Incasso e servizi connessi alla presentazione di fatture sottoscritto dal Cliente INDICE SERVIZIO

Dettagli

CHE COSA E' IL SERVIZIO INCASSO PORTAFOGLIO COMMERCIALE AL DOPO INCASSO

CHE COSA E' IL SERVIZIO INCASSO PORTAFOGLIO COMMERCIALE AL DOPO INCASSO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MARCON VENEZIA Società Cooperativa Sede legale ed amministrativa: Piazza Municipio, 22-30020 MARCON (VE) Telefono 041.5986111

Dettagli

Foglio Informativo SERVIZIO INCASSO DOCUMENTI

Foglio Informativo SERVIZIO INCASSO DOCUMENTI Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0817976411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

Nome e Cognome/ Ragione Sociale Sede (Indirizzo) Telefono e E-mail

Nome e Cognome/ Ragione Sociale Sede (Indirizzo) Telefono e E-mail Foglio informativo n. 160/011. Servizi di incasso e pagamento. ADUE (Addebito Diretto Unico Europeo) ADUE B2B (Addebito Diretto Unico Europeo Business-to- Business). Informazioni sulla banca. Banco di

Dettagli

NOTA INFORMATIVA. ADEL S.r.l. GEADE Rel 5.0. Servizio di incasso SEPA Direct Debit (ex RID)

NOTA INFORMATIVA. ADEL S.r.l. GEADE Rel 5.0. Servizio di incasso SEPA Direct Debit (ex RID) ADEL S.r.l. GEADE Rel 5.0 NOTA INFORMATIVA Anno: 2013 Numero: 0024 Data: 10/12/2013 Servizio di incasso SEPA Direct Debit (ex RID) Guida Operativa Come già anticipato con la Nota Informativa n 130012 del

Dettagli

Foglio Informativo del Servizio/Prodotto

Foglio Informativo del Servizio/Prodotto Foglio Informativo del Servizio/Prodotto SERVIZIO GESTIONE INCASSI (Cambiali, RIBA, R.I.D., SEPA Direct Debit, M.AV. e FRECCIA) INFORMAZIONI SULLA BANCA Serie FI0818 Condizioni praticate dal 01/09/2014

Dettagli

PSD. Direttiva europea sui servizi di pagamento. Novità ed effetti sull operatività bancaria

PSD. Direttiva europea sui servizi di pagamento. Novità ed effetti sull operatività bancaria PSD Direttiva europea sui servizi di pagamento Novità ed effetti sull operatività bancaria Documento destinato alla clientela della Cassa Rurale Alta Vallagarina BCC Giugno 2010 Cos è la PSD Definisce

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPO S.B.F. DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE SERVIZIO INCASSO SEPA DIRECT DEBIT (SDD)

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPO S.B.F. DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE SERVIZIO INCASSO SEPA DIRECT DEBIT (SDD) INFORMAZIONI SULLA BANCA: FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPO S.B.F. DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE SERVIZIO INCASSO SEPA DIRECT DEBIT (SDD) DENOMINAZIONE e FORMA GIURIDICA Banca delle Marche S.p.A., in Amministrazione

Dettagli

Ricevute Bancarie - Ri.Ba. CBI - Standard tecnici

Ricevute Bancarie - Ri.Ba. CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: CBI-ICI-001 : v. Pagine 20 Nome File: 5_01.doc Ultimo aggiornamento: 08-04-2005 creazione: 31-01-2005 Autore: Segreteria Tecnica Revisore: D.ssa Liliana Fratini Passi Il

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA COSA SONO I SERVIZI DI PAGAMENTO REGOLATI IN CONTO CORRENTE

INFORMAZIONI SULLA BANCA COSA SONO I SERVIZI DI PAGAMENTO REGOLATI IN CONTO CORRENTE REGOLATI IN INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA GALILEO SPA Sede Legale e Direzione Generale: CORSO VENEZIA 40 20121 - MILANO Telefono: 02 7788731 - Fax: 02 77887351 E- mail: info@bancagalileo.it - Sito Internet:

Dettagli

Sezione II - Area Incassi

Sezione II - Area Incassi http://www.acbi.it Riferimenti Oggetto: Modello Documento: Nome File: Normal.dot Rel. -.doc : v. Pagine 88 Ultimo aggiornamento: 20/12/2002 15.00.00 creazione: 08/02/2002 Autore: Revisore: Segreteria Tecnica

Dettagli

CHE COSA E' IL SERVIZIO INCASSO PORTAFOGLIO COMMERCIALE AL S.B.F.

CHE COSA E' IL SERVIZIO INCASSO PORTAFOGLIO COMMERCIALE AL S.B.F. INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MARCON VENEZIA Società Cooperativa Sede legale ed amministrativa: Piazza Municipio, 22-30020 MARCON (VE) Telefono 041.5986111

Dettagli

Offerta fuori sede tramite Sig./Sig.ra. Con la qualifica di: Iscrizione all Albo Unico dei Promotori Finanziari con provvedimento n.

Offerta fuori sede tramite Sig./Sig.ra. Con la qualifica di: Iscrizione all Albo Unico dei Promotori Finanziari con provvedimento n. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPO S.B.F. DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE - SERVIZIO INCASSO SEPA DIRECT DEBIT (SDD)

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPO S.B.F. DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE - SERVIZIO INCASSO SEPA DIRECT DEBIT (SDD) ANTICIPO S.B.F. DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE - SERVIZIO INCASSO SEPA DIRECT DEBIT (SDD) INFORMAZIONI SULLA BANCA: DENOMINAZIONE e FORMA GIURIDICA Carilo Cassa di Risparmio di Loreto S.p.A. in amministrazione

Dettagli

Incassi e Pagamenti Aggiornato al 13.01.2015

Incassi e Pagamenti Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INCASSI E PAGAMENTI INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811

Dettagli

SEPA Direct Debit il nuovo RID Europeo

SEPA Direct Debit il nuovo RID Europeo SEPA Direct Debit il nuovo RID Europeo Gli impatti sulla gestione degli incassi e sulla liquidità Aziendale Daniele Danese Manager, International Payment Services & Cash Management Funzione Estero - Banco

Dettagli

LA DIRETTIVA La PSD (Payment Service Directive) - Direttiva sui Servizi di Pagamento è stata recepita dall ordinamento giuridico italiano con decorrenza 1 marzo 2010. La Direttiva intende unificare il

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 37/006 RELATIVO AI SERVIZI DI PAGAMENTO DISCIPLINATI DAL D.LGS. N.11/2010 (PSD) DIVERSI DALLE CARTE DI PAGAMENTO

FOGLIO INFORMATIVO N. 37/006 RELATIVO AI SERVIZI DI PAGAMENTO DISCIPLINATI DAL D.LGS. N.11/2010 (PSD) DIVERSI DALLE CARTE DI PAGAMENTO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

Il RAPPORTO BANCA-IMPRESA Spunti per la gestione efficiente della liquidità e la transizione a SEPA

Il RAPPORTO BANCA-IMPRESA Spunti per la gestione efficiente della liquidità e la transizione a SEPA Il RAPPORTO BANCA-IMPRESA Spunti per la gestione efficiente della liquidità e la transizione a SEPA ABI SPIN, Payment and Cash Management Napoli, 11/06/2013 Lidia Scarpelli Financial Banking Director DDway

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI DI PAGAMENTO DISCIPLINATI DAL D.LGS. N.11/2010 (PSD) RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI DI PAGAMENTO DISCIPLINATI DAL D.LGS. N.11/2010 (PSD) RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Flumeri soc. coop. FOGLIO INFORMATIVO Via Olivieri - 83040 Flumeri (AV) Tel.: 0825/443227- Fax: 0825/443480 Email: bcc@bccflumeri.it Sito internet:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO FOGLIO INFORMATIVO Domiciliazioni Bancarie continuative e permanenti Utenze Pagamenti diversi Imposte e tasse Pagamento Effetti Disposizione elettroniche e Bollettino Bancario Freccia INFORMAZIONI SULLA

Dettagli

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA 1 DEFINIZIONI 1.1 I termini di seguito elencati e utilizzati con la lettera iniziale maiuscola, anche

Dettagli

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA 1 DEFINIZIONI 1.1 I termini di seguito elencati e utilizzati con la lettera iniziale maiuscola, anche

Dettagli

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro.

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. Milano, 6 febbraio 2009 SEPA DIRECT DEBIT B2C B2B Problemi aperti e proposte di miglioramento Servizi di Amministrazione

Dettagli

FREQUENTLY ASKED QUESTIONS SULLA SEPA

FREQUENTLY ASKED QUESTIONS SULLA SEPA FREQUENTLY ASKED QUESTIONS SULLA SEPA 1. Che cosa significa SEPA? SEPA è l acronimo di Single Euro Payments Area, ossia Area Unica dei Pagamenti in Euro. 2. Quali Paesi appartengono alla SEPA? La SEPA

Dettagli

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro.

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. Milano, 6 febbraio 2009 SEPA Credit Transfer: BIC, IBAN e Allineamento Elettronico Archivi IBAN Servizi di Amministrazione

Dettagli

GESTIONE INCASSI COMMERCIALI E PAGAMENTI (SERVIZI RID,SDD, RI.BA., MAV, BOLLETTINI BANCARI FRECCIA, RAV, PAGAMENTI VARI) INFORMAZIONI SULLA BANCA

GESTIONE INCASSI COMMERCIALI E PAGAMENTI (SERVIZI RID,SDD, RI.BA., MAV, BOLLETTINI BANCARI FRECCIA, RAV, PAGAMENTI VARI) INFORMAZIONI SULLA BANCA GESTIONE INCASSI COMMERCIALI E PAGAMENTI (SERVIZI,SDD, RI.BA., MAV, BOLLETTINI BANCARI FRECCIA, RAV, PAGAMENTI VARI) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Lecchese s.p.a Piazza Manzoni angolo Via Azzone

Dettagli

Pianificare, gestire e controllare. Roberto De Flumeri Offering Treasury & Credit

Pianificare, gestire e controllare. Roberto De Flumeri Offering Treasury & Credit + Pianificare, gestire e controllare Roberto De Flumeri Offering Treasury & Credit Novità del corporate treasury Nuovi processi Nuove tecnologie Nuovi bisogni 2014 domani Nuove normative 2013 2009.ieri..oggi

Dettagli

Single Euro Payments Area

Single Euro Payments Area L impatto dell End Date sulle Aziende MASSIMO BATTISTELLA SERVIZI DI AMMINISTRAZIONE - CICLO ATTIVO SEPA - impatti per le imprese: normazione tecnica e regolamentazione NUOVI STRUMENTI DI PAGAMENTO NUOVI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI DI PAGAMENTO DISCIPLINATI DAL D.LGS. N.11/2010 (PSD) INFORMAZIONI SULLA BANCA COSA SONO I SERVIZI DI PAGAMENTO

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI DI PAGAMENTO DISCIPLINATI DAL D.LGS. N.11/2010 (PSD) INFORMAZIONI SULLA BANCA COSA SONO I SERVIZI DI PAGAMENTO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe Taranto - Società Cooperativa Via Vittorio Emanuele s.n. 74020 San Marzano di San Giuseppe (Taranto)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Servizi di Pagamento disciplinati dal D.Lgs. 11/2010 (PSD) INFORMAZIONI SULLA BANCA COSA SONO I SERVIZI DI PAGAMENTO

FOGLIO INFORMATIVO Servizi di Pagamento disciplinati dal D.Lgs. 11/2010 (PSD) INFORMAZIONI SULLA BANCA COSA SONO I SERVIZI DI PAGAMENTO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse Soc.Coop. Sede Legale e Amministrativa: Piazza della Repubblica, 9 34079 Staranzano Gorizia Tel.: 0481 716.111 - Fax: 0481

Dettagli

SERVIZIO INCASSI E PAGAMENTI

SERVIZIO INCASSI E PAGAMENTI INFORMAZIONI SULLA BANCA SERVIZIO INCASSI E PAGAMENTI BANCA DI CREDITO COOPERATIVO GIUSEPPE TONIOLO Via Sebastiano Silvestri n.113 - cap 00045 - Genzano di Roma (RM) Capitale e riserve al 31/12/2012-34.815.714

Dettagli

Servizi di Incasso/Accettazione Effetti/Documenti sull'italia e di Incassi Commerciali Interbancari

Servizi di Incasso/Accettazione Effetti/Documenti sull'italia e di Incassi Commerciali Interbancari Foglio Informativo Portafoglio e incassi Italia Informazioni sulla Banca: Banco di Desio e della Brianza S.p.A., con sede legale e ammin. in Desio (MB) -20832-, via Rovagnati n. 1, Cod. Fisc. n. 01181770155

Dettagli

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING Allegato B DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING 1. INTRODUZIONE Il presente allegato ha lo scopo di descrivere gli aspetti del collegamento telematico tra Istituto Cassiere ed Automobile

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA DOCUMENTO INFORMATIVO PSD

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e Forma Giuridica: Banca di Credito Peloritano S.p.A Sede Legale e Direzione Generale: 98122 Messina [ME] Via Oratorio San Francesco, 2 Capitale sociale al 31.12.2014:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO D INCASSO (cambiali, RiBa, SDD, M.AV. e Freccia)

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO D INCASSO (cambiali, RiBa, SDD, M.AV. e Freccia) FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO D INCASSO (cambiali, RiBa, SDD, M.AV. e Freccia) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via del Macello, 55 39100 Bolzano Tel.:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO AI SERVIZI DI PAGAMENTO DIVERSI DAGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO INBANK, CARTE DI DEBITO E CREDITO

FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO AI SERVIZI DI PAGAMENTO DIVERSI DAGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO INBANK, CARTE DI DEBITO E CREDITO FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO AI SERVIZI DI PAGAMENTO DIVERSI DAGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO INBANK, CARTE DI DEBITO E CREDITO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo del Circeo S.C.P.A. Sede

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CORPORATIVE BANKING - PASSIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

FOGLIO INFORMATIVO CORPORATIVE BANKING - PASSIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO CORPORATIVE BANKING - PASSIVO CASSA RURALE DI PERGINE Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Gavazzi 5-38057 PERGINE VALSUGANA (tn) Tel.: 0461/500111-

Dettagli

SERVIZI DI INCASSO e PAGAMENTO ITALIA e ESTERO

SERVIZI DI INCASSO e PAGAMENTO ITALIA e ESTERO Foglio informativo riguardante SERVIZI DI INCASSO e PAGAMENTO ITALIA e ESTERO aggiornato al 14 maggio 2015 Sezione 1: INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Banca di Credito Cooperativo di Barlassina

Dettagli

Servizi di Incasso e Pagamento Sepa Direct Debit (SDD)

Servizi di Incasso e Pagamento Sepa Direct Debit (SDD) Pag. 1/6 Servizi di Incasso e Pagamento Sepa Direct Debit (SDD) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Popolare Società Cooperativa per Azioni Gruppo Bancario Banca di Credito Popolare Corso Vittorio

Dettagli

SERVIZIO INCASSI SEPA DIRECT DEBIT

SERVIZIO INCASSI SEPA DIRECT DEBIT FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO INCASSI SEPA DIRECT DEBIT Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA POPOLARE DI FONDI Società Cooperativa Sede legale e amministrativa: Via Giovanni Lanza

Dettagli

CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA INDIRIZZO 38060 ALDENO TN - VIA ROMA, 1 TELEFONO E FAX 0461 842 517-0461 842 101

CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA INDIRIZZO 38060 ALDENO TN - VIA ROMA, 1 TELEFONO E FAX 0461 842 517-0461 842 101 FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO di Incasso AGGIORNATO AL 30/12/2013 J00008 DATI INFORMATIVI DELLA BANCA DENOMINAZIONE CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA INDIRIZZO 38060 ALDENO TN

Dettagli

EXPANDING THE HORIZONS OF PAYMENT SYSTEM DEVELOPMENT. Sessione Plenaria I sistemi di pagamento: confronto tra normativa e modelli di business

EXPANDING THE HORIZONS OF PAYMENT SYSTEM DEVELOPMENT. Sessione Plenaria I sistemi di pagamento: confronto tra normativa e modelli di business EXPANDING THE HORIZONS OF PAYMENT SYSTEM DEVELOPMENT Sessione Plenaria I sistemi di pagamento: confronto tra normativa e modelli di business Rita Camporeale Responsabile Ufficio Sistemi e Servizi di Pagamento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 2uPi Servizi di pagamento e incasso collegati al conto corrente di Base Pensionati

FOGLIO INFORMATIVO. 2uPi Servizi di pagamento e incasso collegati al conto corrente di Base Pensionati Pagina 1/6 FOGLIO INFORMATIVO 2uPi Servizi di pagamento e incasso collegati al conto corrente di Base Pensionati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori,

Dettagli

SEPA, la migrazione. Tempistiche, criticità e opportunità per le imprese

SEPA, la migrazione. Tempistiche, criticità e opportunità per le imprese Tempistiche, criticità e opportunità per le imprese Massimo Battistella Responsabile Ciclo Attivo Servizi di Amministrazione Telecom Italia SpA Responsabile Commissione Pagamenti AITI Il contesto: la SEPA

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Romano e S.Caterina Credito Cooperativo (VI) Società Cooperativa Sede legale : Romano d Ezzelino (VI) Via Gen. Giardino n. 3 Sede amministrativa : Via Capitelvecchio n.

Dettagli

Servizio di incasso effetti e documenti

Servizio di incasso effetti e documenti BANCA PRIVATA INDIPENDENTE FONDATA NEL 1888 GENOVA FOGLIO INFORMATIVO Servizio di incasso effetti e documenti Aggiornato al 01 ottobre 2015 (D.Lgs 1/9/93 n.385 Titolo VI, deliberazione CICR 4/3/2003 e

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo Società Cooperativa a responsabilità limitata fondata nel 1918

Banca di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo Società Cooperativa a responsabilità limitata fondata nel 1918 INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO INCASSI E PAGAMENTI Banca di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo Società Cooperativa a responsabilità limitata fondata nel 1918 Sede legale: Presidenza

Dettagli

Norme contrattuali che regolano i Servizi di Pagamento

Norme contrattuali che regolano i Servizi di Pagamento Società cooperativa per azioni Sede legale e Direzione Generale in Corso Cavour 19, 70122 Bari C.F., Partita IVA e iscrizione al Registro Imprese di Bari n. 00254030729 Capitale Sociale 298.911.190,00

Dettagli

SERVIZIO INCASSI IN EURO

SERVIZIO INCASSI IN EURO DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli