Form HTML. <form> campi del modulo </form>

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Form HTML. <form> campi del modulo </form>"

Transcript

1 Form HTML I form (o moduli) HTML permettono ad un utente di interagire con la pagina che sta visitando. L inserimento di un form in una pagina web avviene mediante il tag FORM. Attributi del form campi del modulo Alcuni attributi che possono essere specificati sono riassunti nella tabella seguente. Gli attributi che hanno colore rosso sono specifici del tag FORM; gli altri sono applicabili anche ad altri elementi HTML. attributo name significato Attribuisce un nome all'elemento, in modo che vi si possa far riferimento da fogli di stile o da script. L attributo è stato incluso per ragioni di compatibilità all'indietro. Le applicazioni dovrebbero infatti usare l'attributo id per identificare degli elementi. method Specifica il metodo HTTP da utilizzare per passare i dati presenti nel form al server. I valori possibili sono due: GET e POST. action Specifica l URI del programma che elaborerà i dati sul server. id Specifica un nome che identifica univocamente il form. class Specifica un nome che identifica un form, anche se l identificazione non è detto che sia univoca. target Specifica il nome del frame in cui sarà visualizzata la risposta inviata dal server. Se si vuole visualizzare la risposta in una nuova pagina, è sufficiente specificare come valore dell'attributo "_blank". Per default, la pagina di risposta sostituisce quella con il form. Un elenco completo è reperibile all URL Altri attributi consentono di definire handler di eventi utilizzando JavaScript: onsubmit, onreset, onclick, ondblclick, onmousedown, onmouseup, onmouseover, onmousemove, onmouseout, onkeypress, onkeydown, onkeyup. 1

2 Campi del Form: INPUT L'inserimento di campi (o controlli) nel form può avvenire mediante il tag singolo INPUT. campo 1: <input/> campo 2: <input/>... Alcuni attributi del tag input sono riassunti nella tabella seguente. attributo significato name Attribuisce un nome al controllo. value Specifica il valore iniziale del controllo ed è facoltativo, eccetto quando l attributo type ha valore radio o checkbox. type Specifica il tipo di controllo da creare. I valori possibili sono: text, password, checkbox, radio, submit. reset, file, hidden, image, button. size Specifica la larghezza del controllo in pixel, eccetto quando l attributo type ha valore text o password. In tal caso il suo valore si riferisce al numero (intero) di caratteri. maxlength Utilizzato solo per controlli di tipo text o password. Specifica il numero massimo di caratteri che un utente può immettere e che sono visibili senza scorrimento. checked Utilizzato solo per i controlli di tipo radio o checkbox. Rende il pulsante è selezionato (con all interno un pallino o un segno di spunta). src Utilizzato quando il controllo è di tipo img. Specifica l URI del file contenente l immagine con cui decorare il pulsante. id Specifica un nome che identifica univocamente il controllo. class Specifica un nome che identifica il controllo, anche se l identificazione non è detto che sia univoca. 2

3 readonly Rende il controllo non editabile. disabled Disabilita il controllo. tabindex Specifica la posizione dell elemento nell ordine dei selettori. In altri termini indica l ordine in cui gli elementi riceveranno il focus quando l utente si sposta utilizzando la tastiera, tipicamente con il tasto TAB. Il valore dell attributo è un numero intero compreso tra 0 e Gli elementi che hanno valore di tabindex maggiore sono navigati per primi. Gli elementi disabilitati non appartengono all ordine di selezione. un elenco completo è reperibile all URL Altri attributi consentono di definire handler di eventi utilizzando JavaScript: onfocus, onblur, onselect, onchange, onclick, ondblclick, onmousedown, onmouseup, onmouseover, onmousemove, onmouseout, onkeypress, onkeydown, onkeyup. Tipi di controlli creati con INPUT Caselle di immissione testo Le caselle di immissione testo si distinguono in: caselle di testo - il valore di type è "text"; caselle di password - il valore di type è "password"; caselle nascoste - il valore di type è "hidden". Le caselle nascoste sono utilizzate dal programmatore per inviare dati aggiuntivi al server. Esempio: un form con caselle di immissione testo <title> Form con caselle di immissione testo </title> casella di testo: <input type="text" name="uid" value="inserire il nome"/> <br/> casella di password: <input type="password" name="pwd" size="10" maxlenght="10"/> <br/> casella nascosta: <input type="hidden" name="nascosta"/> </body> 3

4 Il codice dell'esempio crea le seguenti caselle: Le caselle di testo possono anche essere di sola lettura o disabilitate. In una casella di sola lettura non è possibile scrivere testo. Una casella disabilitata è simile ad una casella di sola lettura, ma il suo contenuto appare in grigetto. Pulsanti I pulsanti si distinguono in: pulsanti generici - il valore di type è "button"; pulsanti di invio - il valore di type è "submit"; pulsanti di annullamento - il valore di type è "reset"; pulsanti immagine - il valore di type è "image". I pulsanti di invio permettono di inviare i dati del form al server. I pulsanti di annullamento, se premuti, cancellano tutti i dati del form, riportandolo allo stato originario. I pulsanti generici non hanno associata un'azione particolare, ma possono essere utilizzati per gestire eventi con un linguaggio di programmazione client side (come JavaScript). I pulsanti immagine sono analoghi ai pulsanti di invio, ma permettono di utilizzare come pulsante una immagine. I pulsanti possono essere disabilitati; in tal caso non rispondono all evento clic su di essi. Esempio: un form con pulsanti <title> Form con pulsanti </title> pulsante di invio: <input type="submit" value="invia"/> <br/> pulsante di annullamento: <input type="reset" value="cancella"/> <br/> pulsante generico: <input type="button" value="ok"/> </body> 4

5 Il codice dell'esempio crea i pulsanti seguenti: Esempio: un form con pulsante immagine <title> Form con pulsante immagine </title> <input type="image" src="icon_back.gif" width="40" height="40" alt="indietro"/> </body> Il codice dell'esempio crea il seguente pulsante: Nota: gli attributi di input sono simili a quelli deell elemento HTML <img>. Caselle di controllo (Checkbox) Le caselle di controllo permettono all'utente di effettuare la selezione di una o più voci tra quelle presenti in un gruppo. Le caselle di controllo sono create mediante il tag input, specificando come valore dell'attributo type, "checkbox". Le caselle di controllo possono essere selezionate di default mediante l'attributo checked e disabilitate con l'attributo disabled. Esempio: form con caselle di controllo <title> Form con caselle di controllo </title> Ti piace il genere: <br/> <input type="checkbox" name="opzione1" value="comico" checked/> comico <br/> 5

6 <input type="checkbox" name="opzione2" value="horror"/> horror <br/> <input type="checkbox" name="opzione3" value="drammatico"/> drammatico <br/> <input type="submit" value="invia Preferenze" /> </body> Il codice dell'esempio crea il seguente form: Pulsanti di opzione (Radio Button) I pulsanti di opzione permettono all'utente di effettuare la selezione di una sola voce tra quelle presenti in un gruppo. I pulsanti di opzione sono creati mediante il tag input, specificando come valore dell'attributo type, "radio". Per mantenere più pulsanti di opzione all'interno dello stesso gruppo, è necessario indicare lo stesso valore dell'attributo name per ciascun pulsante. I pulsanti di opzione possono essere selezionati di default (solo uno nel gruppo) mediante l'attributo checked e disabilitati con l'attributo disabled. E possibile creare più gruppi di pulsanti di opzione con nomi diversi all interno della stessa pagina HTML. Esempi: form con gruppo di pulsanti di opzione <title> Form con gruppo di pulsanti di opzione </title> Ti piace studiare? <br/> <input type="radio" name="domanda1" value="si" checked/> SI <br/> <input type="radio" name="domanda1" value="no"/> NO <br/> <input type="radio" name="domanda1" value="non so"/> NON SO <br/> <input type="submit" value="invia Preferenza" /> </body> 6

7 Il codice dell'esempio produce il seguente form: Campi del Form: SELECT L'inserimento di campi (o controlli) nel form può avvenire anche mediante il tag SELECT. L elemento SELECT crea menu con un elenco di opzioni tra le quali l'utente può scegliere. <select> <optgroup> <option> prima opzione </option> <option> seconda opzione </option>... </optgroup> <optgroup>... </optgroup> </select> L elemento OPTGROUP è facoltativo, mentre deve essere presente almeno un elemento OPTION. Alcuni attributi del tag SELECT sono riassunti nella tabella seguente. attributo significato name Attribuisce un nome al controllo. size multiple Specifica il numero di opzioni che devono essere visibili nell'elenco. Per default, l'elenco visualizza una sola opzione: facendo clic sulla freccia posta a destra, appaiono tutte le opzioni. Impostando l'attributo size a un valore n, sono visualizzate sempre n opzioni. Se il valore di size è minore del numero complessivo di opzioni, nella casella di riepilogo compare automaticamente una barra di scorrimento verticale. Se specificato, permette all'utente di effettuare selezioni multiple, usando i tasti 7

8 CTRL o SHIFT. id Specifica un nome che identifica univocamente il controllo. class Spechfica un nome che identifica il controllo, anche se l identificazione non è detto che sia univoca. disabled Disabilita il controllo. tabindex Specifica la posizione dell elemento nell ordine dei selettori. In altri termini indica l ordine in cui gli elementi riceveranno il focus quando l utente si sposta utilizzando la tastiera, tipicamente con il tasto TAB. Il valore dell attributo è un numero intero compreso tra 0 e Gli elementi che hanno valore di tabindex maggiore sono navigati per primi. Gli elementi disabilitati non appartengono all ordine di selezione. un elenco completo è reperibile all URL Altri attributi consentono di definire handler di eventi utilizzando JavaScript: onfocus, onblur, onchange, onclick, ondblclick, onmousedown, onmouseup, onmouseover, onmousemove, onmouseout, onkeypress, onkeydown, onkeyup. L elemento OPTION Le opzioni di un elemento SELECT sono racchiuse tra una copppia di tag OPTION. Nella tabella seguente sono riassuni alcuni attributi di OPTION. Il marcatore finale è facoltativo. attributo significato value Attribuisce un valore al controllo. Se non impostato, esso è uguale al contenuto dell elemento. selected Imposta l opzione com preselezionata. label Consente di specificare un etichetta per l opzione. id Specifica un nome che identifica univocamente il controllo. class Spechfica un nome che identifica il controllo, anche se l identificazione non è detto che sia univoca. 8

9 disabled Disabilita il controllo. Altri attributi consentono di definire handler di eventi utilizzando JavaScript: onclick, ondblclick, onmousedown, onmouseup, onmouseover, onmousemove, onmouseout, onkeypress, onkeydown, onkeyup. Esempio: form con elenco a scelta multipla <title> Form con elenco a scelta multipla </title> Fai la tua scelta: <br/> <select multiple> <option value="rosso"/> ROSSO </option> <option value="blu"/> BLU </option> <option value="verde"/> VERDE </option> <option value="giallo"/> GIALLO </option> <option value="bianco"/> BIANCO </option> </select> <input type="submit" value="conferma Scelta" /> </body> Il form generato è il seguente: L elemento OPTGROUP L'elemento OPTGROUP consente agli autori di raggruppare le scelte logicamente. Ciò risulta particolarmente utile quando l'utente deve scegliere da un lungo elenco di opzioni. Gli elementi OPTGROUP non possono essere annidati. Alcuni attributi del tag select sono riassunti nella tabella seguente. 9

10 attributo label significato Definisce l etichetta da attribuire al gruppo di opzioni. id Specifica un nome che identifica univocamente il controllo. class Spechfica un nome che identifica il controllo, anche se l identificazione non è detto che sia univoca. disabled Disabilita il controllo. Altri attributi consentono di definire handler di eventi utilizzando JavaScript: onclick, ondblclick, onmousedown, onmouseup, onmouseover, onmousemove, onmouseout, onkeypress, onkeydown, onkeyup. Esempio: form con elenco a scelta multipla e raggruppamento <title> Form con elenco a scelta multipla e raggruppamento </title> Fai la tua scelta: <br/> <select multiple> <optgroup label= stagione > <option value="estate"/> Estate </option> <option value="autunno"/> Autunno </option> <option value="primavera"/> Primavera </option> <option value="inverno"/> Inverno </option> </optgroup> <optgroup label= destinazione > <option value="mare"/> Mare </option> <option value="montagna"/> Montagna </option> <option value="campagna"/> Campagna </option> <option value="laghi"/> Laghi </option> <option value="estero"/> Estero </option> </optgroup> </select> <input type="submit" value="conferma Scelta" /> </body> Il form generato è il seguente: 10

11 Campi del Form: TEXTAREA L'inserimento di un'area di testo in un form avviene con il tag TEXTAREA. <textarea> eventuale contenuto dell'area </textarea> Alcuni attributi del tag TEXTAREA sono riassunti nella tabella seguente. attributo significato name Attribuisce un nome al controllo. rows Specifica il numero di righe dell area di testo. cols Specifica il numero di colonne (caratteri) dell area di testo. id Specifica un nome che identifica univocamente il controllo. class Spechfica un nome che identifica il controllo, anche se l identificazione non è detto che sia univoca. readonly Rende il controllo non editabile. disabled tabindex Disabilita il controllo. Specifica la posizione dell elemento nell ordine dei selettori. In altri termini indica l ordine in cui gli elementi riceveranno il focus quando l utente si sposta utilizzando la tastiera, tipicamente con il tasto TAB. Il valore dell attributo è un numero intero compreso tra 0 e

12 Gli elementi che hanno valore di tabindex maggiore sono navigati per primi. Gli elementi disabilitati non appartengono all ordine di selezione. un elenco completo è reperibile all URL Altri attributi consentono di definire handler di eventi utilizzando JavaScript: onfocus, onblur, onselect, onchange, onclick, ondblclick, onmousedown, onmouseup, onmouseover, onmousemove, onmouseout, onkeypress, onkeydown, onkeyup. Esempio: form con area di testo <title> Form con area di testo </title> <textarea name="commento" rows="20" cols="50"> Inserisci un commento </textarea> <input type="submit" value="invia" /> Il codice dell'esempio crea la seguente textarea: 12

13 Elemento LABEL Alcuni controlli sono associati automaticamente a delle etichette mediante l attributo value, per esempio i pulsanti, mentre altri non lo sono (caselle di testo, caselle di controllo, pulsanti radio,...). Il tag LABEL consente di specificare etichette per i controlli che non hanno l attributo value. <label> etichetta </label> Alcuni attributi del tag LABEL sono riassunti nella tabella seguente. attributo for significato Associa l etichetta con un controlo diverso da quello che si sta definendo. Il suo valore deve coincidere con l id di un controllo presente nello stesso documento. id Specifica un nome che identifica univocamente il controllo. class Spechfica un nome che identifica il controllo, anche se l identificazione non è detto che sia univoca. Altri attributi consentono di definire handler di eventi utilizzando JavaScript: onfocus, onblur, onclick, ondblclick, onmousedown, onmouseup, onmouseover, onmousemove, onmouseout, onkeypress, onkeydown, onkeyup. Esempio: utilizzo di label <title> Form con area di testo </title> <label> label posta prima del controllo <input type="text" size="10"/> </label> </br> <label> <input type="text" size="10"/> label posta dopo il controllo </label> </br> <label for="name">label associata mediante attributo for</label> <input id="name" type="text" size="10"/> 13

14 Il codice dell'esempio crea il seguente form: Elementi FIELDSET e LEGEND L elemento FIELDSET consente di raggruppare controlli ed etichette mentre l elemento LEGEND assegna una didascalia a un gruppo di controlli realizzato con FIELDSET. Entrambi gli attributi sono consigliati per migliorare l accessibilità della pagina, in particolar modo per utenti che utilizzano la tastiera e coloro che fanno uso di browser vocali per la navigazione. <fieldset> <legend> didascalia </legend> controlli... </fieldset> <fieldset> <legend> didascalia </legend> controlli... </fieldset>.. Esempio: utilizzo di fieldset e legend <title> Utilizzo di fieldset e legend </title> <fieldset> <legend>dati anagrafici</legend> Nome: <input type="text" size="20"/> Cognome: <input type="text" size="20"/> </fieldset> </br> <fieldset> <legend>dati professionali</legend> Professione: <input type="text" size="20"/> Datore di lavoro: <input type="text" size="20"/> </fieldset> 14

15 Il form originato dal precedente codice è: Quest'opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported. Per leggere una copia della licenza visita il sito web o spedisci una lettera a Creative Commons, 171 Second Street, Suite 300, San Francisco, California, 94105, USA. 15

HTML: FORM. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni

HTML: FORM. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni HTML: FORM Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Form Text Radio Select CheckBox TextArea Button ... L'elemento serve per delimitare un modulo

Dettagli

Strumenti a disposizione

Strumenti a disposizione FORM Strumenti a disposizione L'HTML visto fino ad ora permette di descrivere solo documenti statici e passivi Colori, immagini, testi, etc... L'utente può solo interagire con i link Non sempre questo

Dettagli

04/05/2011. Lezione 6: Form

04/05/2011. Lezione 6: Form Lezione 6: Form In alcuni documenti HTML può essere utile creare dei moduli (form) che possono essere riempiti da chi consulta le pagine stesse (es. per registrarsi ad un sito). Le informazioni sono poi

Dettagli

HTML e interattività FORM

HTML e interattività FORM HTML e interattività FORM Interattività delle pagine web I moderni siti web non sono più soltanto un insieme di pagine da leggere con testo e immagini, ma rappresentano uno strumento per interagire con

Dettagli

DURANTE LA NAVIGAZIONE NEI SITI WEB I VISITATORI NON SOLO POSSONO CONSULTARE INFORMAZIONI STATICHE

DURANTE LA NAVIGAZIONE NEI SITI WEB I VISITATORI NON SOLO POSSONO CONSULTARE INFORMAZIONI STATICHE MODULI O FORM DURANTE LA NAVIGAZIONE NEI SITI WEB I VISITATORI NON SOLO POSSONO CONSULTARE INFORMAZIONI STATICHE ADATTE ALLA LETTURA MA POSSONO SVOLGERE UN RUOLO ATTIVO NEI CONFRONTI DI UNA PAGINA WEB

Dettagli

Lezione 6: Form 27/04/2012

Lezione 6: Form 27/04/2012 Lezione 6: Form In alcuni documenti HTML può essere utile creare dei moduli (form) che possono essere riempiti da chi consulta le pagine stesse (es. per registrarsi ad un sito). Le informazioni sono poi

Dettagli

"-//W3C//DTD XHTML 1.1//EN

-//W3C//DTD XHTML 1.1//EN XHTML 1.1 extensible HyperText Markup Language DOCTYPE All inizio di un documento xhtml bisogna specificare a quali regole ci atteniamo. Tutti i documenti che scriveremo inizieranno con 2 righe particolari:

Dettagli

Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web. Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT

Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web. Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT Cos è IWA/HWG IWA/HWG è un Associazione professionale no profit riconosciuta leader

Dettagli

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo Metodologie Informatiche Applicate al Turismo 9. HTML Parte II Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Scienze

Dettagli

Il linguaggio HTML - Parte 3

Il linguaggio HTML - Parte 3 Corso IFTS Informatica, Modulo 3 Progettazione pagine web statiche (50 ore) Il linguaggio HTML - Parte 3 Dott. Chiara Braghin braghin@dti.unimi.it Addenda Vedi tabella caratteri speciali Vedi file caratteri_speciali.html

Dettagli

Metodologie Informatiche applicate al Turismo

Metodologie Informatiche applicate al Turismo Metodologie Informatiche applicate al Turismo 11. Realizzare Siti Dinamici e Applicazioni Web Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it

Dettagli

I TAG - Form (moduli) (1/21)

I TAG - Form (moduli) (1/21) I TAG - Form (moduli) (1/21) Scopo: Raccogliere dati dell utente, interagire con esso. L invio dei dati è solitamente organizzato in due parti: una pagina principale che contiene i vari campi dei form,

Dettagli

Laboratorio Progettazione Web PHP e FORMs HTML. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2013/2014

Laboratorio Progettazione Web PHP e FORMs HTML. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2013/2014 Laboratorio Progettazione Web PHP e FORMs HTML Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2013/2014 Struttura Applicazioni Web Browser Web HTTP Server Web API Dati Presentation Application Storage

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati e Web/Basi di dati e Multimedia. Docenti: Alberto Belussi e Carlo Combi Lezione 5

Laboratorio di Basi di Dati e Web/Basi di dati e Multimedia. Docenti: Alberto Belussi e Carlo Combi Lezione 5 Laboratorio di Basi di Dati e Web/Basi di dati e Multimedia Docenti: Alberto Belussi e Carlo Combi Lezione 5 HyperText Markup Language Linguaggio di descrizione di testi secondo lo schema SGML (Standard

Dettagli

MODULI E FORM. L'attributo enctype specifica il tipo di media utilizzato per codificare i dati del modulo, per default è di tipo MINE.

MODULI E FORM. L'attributo enctype specifica il tipo di media utilizzato per codificare i dati del modulo, per default è di tipo MINE. - 1 - MODULI E FORM I Moduli o Forms permettono di interagire con i visitatori del proprio sito offrendo loro la possibilità di immettere, o richiedere, informazioni tramite semplici caselle di testo,

Dettagli

JavaScript (4) Programmazione lato client. document.forms[] Oggetto form. Oggetto form. È uno degli oggetti più importanti del DOM

JavaScript (4) Programmazione lato client. document.forms[] Oggetto form. Oggetto form. È uno degli oggetti più importanti del DOM Programmazione lato client JavaScript (4) Oggetto form Oggetto form È uno degli oggetti più importanti del DOM Durante la lettura di un file HTML, viene creato un array con tante celle quanti sono i moduli

Dettagli

ESEMPI DI FORM (da www.html.it)

ESEMPI DI FORM (da www.html.it) ESEMPI DI FORM (da www.html.it) Vediamo, nel particolare, tutti i tag che HTML 4.0 prevede per la creazione di form. Questo tag apre e chiude il modulo e raccoglie il contenuto dello stesso,

Dettagli

1) Il client(browser utilizzato) invia al server i dati inseriti dall utente. Server

1) Il client(browser utilizzato) invia al server i dati inseriti dall utente. Server 2) Il Server richiama l'interprete PHP il quale esegue i comandi contenuti nel file.php specificato nell'attributo action del tag form creando un file HTML sulla base dei dati inviati dall utente 1) Il

Dettagli

Dott.ssa Adriana Pietramala

Dott.ssa Adriana Pietramala Corso di Informatica Laurea Triennale - Comunicazione&Dams Dott.ssa Adriana Pietramala a.pietramala@mat.unical.it Riferimenti Sito del corso: Manuale PHP http://www.php.net/download-docs.php Editor di

Dettagli

Interazione con l utente : i moduli.

Interazione con l utente : i moduli. Interazione con l utente : i moduli. Nelle lezioni fin qui riportate, non abbiamo mai trattato l input di utente. Nelle applicazioni web, l input dell utente si acquisisce tramite i moduli (o FORM) HTML.

Dettagli

MODULO 1 PARTE 3. Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.a HTTP request e HTTP response (form e link)

MODULO 1 PARTE 3. Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.a HTTP request e HTTP response (form e link) MODULO 1 PARTE 3 Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.a HTTP request e HTTP response (form e link) Goy - a.a. 2009/2010 Programmazione Web 1 Gli oggetti HTTP request e HTTP response -I Vi ricordate?

Dettagli

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo Metodologie Informatiche Applicate al Turismo 7. HTML Parte III (Aspetti avanzati) Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso

Dettagli

Tipi di pulsante, caselle di controllo e altri controlli sulla barra degli strumenti Moduli

Tipi di pulsante, caselle di controllo e altri controlli sulla barra degli strumenti Moduli DALLA GUIDA IN LINEA Le macro ed i moduli Tipi di pulsante, caselle di controllo e altri controlli sulla barra degli strumenti Moduli I pulsanti, le caselle di controllo e gli altri controlli presenti

Dettagli

MODULO 7 HTML HTML. HTLM (Hypertext Markup Language) è un linguaggio per la creazione di documenti ipertestuali e ipermediali

MODULO 7 HTML HTML. HTLM (Hypertext Markup Language) è un linguaggio per la creazione di documenti ipertestuali e ipermediali MODULO 7 HTML MODULO 6 - HTML 1 HTML HTLM (Hypertext Markup Language) è un linguaggio per la creazione di documenti ipertestuali e ipermediali Un sistema ipertestuale è un insieme di nodi connessi da collegamenti.

Dettagli

Sicurezza Protezioni in una pagina Web

Sicurezza Protezioni in una pagina Web Pagina 1 di 7 Sicurezza Protezioni in una pagina Web HTML è un linguaggio che consente di presentare informazioni in pagine di formato predefinito e accattivante. Quando non si hanno a disposizione informazioni

Dettagli

Opzioni contenitore Prodotti

Opzioni contenitore Prodotti Opzioni contenitore Prodotti Clicca il pulsante destro del mouse sul contenitore prodotti per accedere alle opzioni. Clicca il pulsante OPZIONI del menù che appare. Adesso puoi accedere a tutte le opzioni

Dettagli

Esercizi su HTML5 e form

Esercizi su HTML5 e form Linguaggi e tecnologie per il Web prof. Riccardo Rosati Corso di laurea in Ingegneria informatica Sapienza Università di Roma, a.a. 2016/2017 Esercizi su HTML5 e form Esercizio 1 Scrivere un documento

Dettagli

Corso di JavaScript. Prerequisiti. C1 - Eventi. Conoscenza HTML Programmazione ad oggetti (Java, C++) Concetto di programmazione ad eventi

Corso di JavaScript. Prerequisiti. C1 - Eventi. Conoscenza HTML Programmazione ad oggetti (Java, C++) Concetto di programmazione ad eventi Corso di JavaScript C1 - Eventi 1 Prerequisiti Conoscenza HTML Programmazione ad oggetti (Java, C++) Concetto di programmazione ad eventi 2 1 Introduzione In questa Unità esaminiamo le caratteristiche

Dettagli

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati.

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati. I FORM Che cosa sono e che caratteristiche hanno Un form contiene molti oggetti che permettono di inserire dati usando la tastiera. Tali dati verranno poi inviati alla pagina php che avrà il compito di

Dettagli

Introduzione ad HTML seconda parte WWW. Fabio Vitali

Introduzione ad HTML seconda parte WWW. Fabio Vitali Introduzione ad HTML seconda parte Fabio Vitali Introduzione Oggi esaminiamo in breve, in HTML: u Il tag HEAD u Oggetti e mappe u Form u Frame A seguire: I tag di H EAD 2/26 I tag di H EAD HEAD contiene

Dettagli

Access 2007 Colonna di ricerca

Access 2007 Colonna di ricerca Pagina 1 di 7 Lezioni on line -> Gestire i dati Access 2007 Colonna di ricerca Quando si riempiono i campi dei record che formano una tabella, può essere utile e comodo poter scegliere, in un elenco dei

Dettagli

Cimini Simonelli - Testa

Cimini Simonelli - Testa WWW.ICTIME.ORG HTML Manuale introduttivo al linguaggio HTML Cimini Simonelli - Testa v.2-11/01/2008 Sommario Introduzione... 3 Formattazione della pagina... 4 Inserire un colore di sfondo... 4 Inserire

Dettagli

3.5.1 PREPARAZ1ONE I documenti che si possono creare con la stampa unione sono: lettere, messaggi di posta elettronica, o etichette.

3.5.1 PREPARAZ1ONE I documenti che si possono creare con la stampa unione sono: lettere, messaggi di posta elettronica, o etichette. 3.5 STAMPA UNIONE Le funzioni della stampa unione (o stampa in serie) permettono di collegare un documento principale con un elenco di nominativi e indirizzi, creando così tanti esemplari uguali nel contenuto,

Dettagli

Come registrare la SoundStation IP7000 a un Server SIP HOME

Come registrare la SoundStation IP7000 a un Server SIP HOME Come registrare la SoundStation IP7000 a un Server SIP HOME Benvenuti nell'utility di configurazione SoundStation IP 7000. Assicurarsi di avere sempre installata l ultima versione firmware CONFIGURAZIONE

Dettagli

IMMAGINI INTRODUZIONE

IMMAGINI INTRODUZIONE IMMAGINI INTRODUZIONE Prima di inserire le immagini nella pagina HTML, le stesse devono essere copiate all interno della cartella del progetto (Sito). La loro copia può avvenire o tramite Risorse del Computer

Dettagli

La Back Office Console consente di costruire lo scheletro degli schema.

La Back Office Console consente di costruire lo scheletro degli schema. BACK OFFICE CONSOLE 1.1 Introduzione 3 1.2 Creazione di uno Schema 4 1.2.1 Struttura dello Schema 5 1.2.2 Caratteristiche dei campi 6 1.2.3 Traduzioni 8 1.3 Ricerca degli schema 8 1.4 Gestione delle Categorie

Dettagli

WWW (World Wide Web)!& ( # %% (*0 #,% )0#1( &#"#2

WWW (World Wide Web)!& ( # %% (*0 #,% )0#1( &##2 ! "#$" %% $"$&&"'& $%%& $'&( ) *+&, ) && *+ ( -./ WWW (World Wide Web)!& ( # (&%#(!(&&( %% (*0 #,% )0#1( &#"#2 Siti Web pagine Web: documenti pronti per essere registrati su un server Internet residenza

Dettagli

Modifica Pagina Web. Pulsante LogOut: cliccare per uscire dall'ambiente di amministrazione

Modifica Pagina Web. Pulsante LogOut: cliccare per uscire dall'ambiente di amministrazione Modifica Pagina Web Dopo aver effettuato la Login con la Username e la Password fornitavi (alla url http:// [nomedominio]/account oppure attraverso la pagina login se presente sul sito) vi troverete all'interno

Dettagli

I Tag dell html. Parte quarta

I Tag dell html. Parte quarta I Tag dell html Parte quarta Le Form I moduli, o form, rendono interattive le pagine Web. Per creare un elemento modulo si usa il tag:

Dettagli

HTML HTML. HyperText Markup Language. Struttura di un documento. Gli elementi essenziali di un documento HTML sono i seguenti TAG: <HTML>...

HTML HTML. HyperText Markup Language. Struttura di un documento. Gli elementi essenziali di un documento HTML sono i seguenti TAG: <HTML>... HTML HyperText Markup Language Struttura di un documento HTML Gli elementi essenziali di un documento HTML sono i seguenti TAG: ... ... ... Struttura di un documento

Dettagli

Cosa sono le maschere

Cosa sono le maschere Prof. Emanuele Papotto Cosa sono le maschere La maschera è un oggetto di database che viene realizzato per mostrare, modificare e immettere i record in modo più chiaro rispetto alla visualizzazione foglio

Dettagli

U.T.E FOGLIO ELETTRONICO. Università della Terza Età. Sede di Novate Milanese. Corso Informatica Approfondimento. Docente: Giovanni Pozzi

U.T.E FOGLIO ELETTRONICO. Università della Terza Età. Sede di Novate Milanese. Corso Informatica Approfondimento. Docente: Giovanni Pozzi U.T.E Università della Terza Età Sede di Novate Milanese Corso Informatica Approfondimento FOGLIO ELETTRONICO Docente: Giovanni Pozzi FOGLIO ELETTRONICO MS-Excel E un programma che permette di effettuare:

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE DOCENTI DELLE SCUOLE PUBBLICHE A GESTIONE PRIVATA ECDL, LA PATENTE EUROPEA PER L USO DEL COMPUTER GUIDA SINTETICA

CORSO DI FORMAZIONE DOCENTI DELLE SCUOLE PUBBLICHE A GESTIONE PRIVATA ECDL, LA PATENTE EUROPEA PER L USO DEL COMPUTER GUIDA SINTETICA M ECDL ECDL, LA PATENTE EUROPEA PER L USO DEL COMPUTER LA POSTA ELETTRONICA Parte Generale GUIDA SINTETICA 1 - Primi passi Aprire il programma di posta elettronica Outlook Express Aprire la cassetta delle

Dettagli

Appunti su ASP (Active Server Pages)

Appunti su ASP (Active Server Pages) Client Client Appunti su ASP (Active Server Pages) Che cosa è ASP Un server web è un computer che contiene tutte le pagine web di un determinato sito web. In tale computer è installato un software che

Dettagli

Tecnologie e Programmazione Web

Tecnologie e Programmazione Web Presentazione 1 Tecnologie e Programmazione Web Html, JavaScript e PHP RgLUG Ragusa Linux Users Group SOftware LIbero RAgusa http://www.solira.org - Nunzio Brugaletta (ennebi) - Reti 2 Scopi di una rete

Dettagli

Corso di Access. Modulo L2 A (Access) 1.4 Le maschere

Corso di Access. Modulo L2 A (Access) 1.4 Le maschere Corso di Access Modulo L2 A (Access) 1.4 Le maschere 1 Prerequisiti Concetto di database Interfaccia utente Elementi grafici (etichette, caselle di testo, pulsanti) 2 1 Introduzione Ora che sappiamo usare

Dettagli

CORSO ACCESS PARTE IV

CORSO ACCESS PARTE IV Creazione di un database / gestione tabelle Per creare un nuovo database Menu File Selezionare Nuovo Scegliere Database vuoto nella scheda Generale e confermare con Ok Impostare il nome e il percorso nella

Dettagli

Lezione nr. 5. Per creare un modulo è necessario avere delle conoscenze di base del linguaggio HTML. Niente di difficile ovviamente!

Lezione nr. 5. Per creare un modulo è necessario avere delle conoscenze di base del linguaggio HTML. Niente di difficile ovviamente! Lezione nr. 5 >> Come creare un modulo Web I moduli web sono delle strutture fondamentali per ogni sito web e la loro conoscenza ti permetterà di risolvere almeno il 60% delle problematiche di gestione

Dettagli

Università degli studi di Verona. Corso di Informatica di Base. Lezione 4 - Parte 2. Rifinitura di un documento

Università degli studi di Verona. Corso di Informatica di Base. Lezione 4 - Parte 2. Rifinitura di un documento Università degli studi di Verona Corso di Informatica di Base Lezione 4 - Parte 2 Rifinitura di un documento In questa seconda parte vedremo le principali rifiniture di un documento. In particolare: 1.

Dettagli

Come creare un nuovo Prodotto per ebay

Come creare un nuovo Prodotto per ebay imaio.com imaio v. 3.0 Come creare un nuovo Prodotto per ebay In questa guida verra illustrato come creare un nuovo prodotto sul sistema imaio III per essere poi pubblicato sul Negozio ebay * If you are

Dettagli

Marziana Monfardini 2004-2005 lezioni di word

Marziana Monfardini 2004-2005 lezioni di word 1 2 3 4 5 TABUlAZIONI, RIENTRI, ELENCHI...IN BREVE PER IMPOSTARE UNA TABULAZIONE... Posizionarsi nella riga in cui si vuole inserire una tabulazione. Selezionare il tipo di tabulazione desiderato sul pulsante

Dettagli

Excel 2. Master Universitario di II livello in MANAGER NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE A.A Prof.ssa Bice Cavallo

Excel 2. Master Universitario di II livello in MANAGER NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE A.A Prof.ssa Bice Cavallo Excel 2 Master Universitario di II livello in MANAGER NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE A.A. 2013-2014 Prof.ssa Bice Cavallo Grafici Excel offre diversi tipi di grafici standard (Area, Barre, Istogramma,

Dettagli

9In questa sezione. Ordinare e filtrare i dati. Dopo aver aggiunto dati ai fogli di lavoro, potresti voler

9In questa sezione. Ordinare e filtrare i dati. Dopo aver aggiunto dati ai fogli di lavoro, potresti voler 9In questa sezione Ordinare e filtrare i dati Ordinare i dati del foglio di lavoro Creare un elenco personalizzato Filtrare rapidamente i dati con Filtro automatico Creare un filtro avanzato Convalidare

Dettagli

L INTERFACCIA GRAFICA DI EXCEL

L INTERFACCIA GRAFICA DI EXCEL Dopo l avvio del foglio elettronico apparirà un interfaccia grafica nella quale verrà aperta una nuova cartella di lavoro alla quale il PC assegnerà automaticamente il nome provvisorio di Cartel1. La cartella

Dettagli

Database Modulo 6 CREAZIONE DI MASCHERE

Database Modulo 6 CREAZIONE DI MASCHERE Database Modulo 6 CREAZIONE DI MASCHERE!1 Per la gestione dei dati strutturati è possibile utilizzare diverse modalità di visualizzazione. Si è analizzata sinora una rappresentazione di tabella (foglio

Dettagli

Grafici. 1 Generazione di grafici a partire da un foglio elettronico

Grafici. 1 Generazione di grafici a partire da un foglio elettronico Grafici In questa parte analizzeremo le funzionalità relative ai grafici. In particolare: 1. Generazione di grafici a partire da un foglio elettronico 2. Modifica di un grafico 1 Generazione di grafici

Dettagli

JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag <script> inserito nella sezione <head> con la seguente sintassi:

JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag <script> inserito nella sezione <head> con la seguente sintassi: JAVASCRIPT Introduzione Con l HTML siamo in grado di realizzare pagine web statiche. Con il linguaggio Javascript, invece, possiamo interagire modificando il contenuto della pagina. Il linguaggio javascript

Dettagli

Definire una chiave primaria. Microsoft Access. Definire una chiave primaria. Definire una chiave primaria. Definire una chiave primaria

Definire una chiave primaria. Microsoft Access. Definire una chiave primaria. Definire una chiave primaria. Definire una chiave primaria Microsoft Access Chiavi, struttura delle tabelle 1. Portare la tabella in Visualizzazione struttura Selezionare la tabella sulla quale si desidera intervenire nella finestra del database Poi: Fare clic

Dettagli

Modulo 17: Invio del BF tramite

Modulo 17: Invio del BF tramite Modulo 17: Invio del BF tramite E-mail Obiettivi del modulo 17 Gestione dell invio In questo modulo viene spiegata la funzione che permette di inviare per e-mail al cliente la prenotazione creata in agenzia

Dettagli

Un documento ben formato

Un documento ben formato Un documento ben formato Sommario PREMESSA... 1 PASSO 1. OPERAZIONI PRELIMINARI... 1 PASSO 2.VIA FORMATTAZIONE E PARAGRAFI VUOTI...2 CANCELLAZIONE FORMATTAZIONE...... 2 ELIMINO I PARAGRAFI VUOTI... 2 PASSO

Dettagli

OBIETTIVI MINIMI Anno scolastico TIC-TIT. 1. Foglio elettronico: funzioni fondamentali (Excel)

OBIETTIVI MINIMI Anno scolastico TIC-TIT. 1. Foglio elettronico: funzioni fondamentali (Excel) ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE SCHIAPARELLI-GRAMSCI CLASSI CORSI OBIETTIVI MINIMI Anno scolastico 2010-2011 TIC-TIT OBIETTIVI 1. Foglio elettronico: funzioni fondamentali (Excel) CONTENUTI / tipologia

Dettagli

Informatica d ufficio

Informatica d ufficio Informatica d ufficio Anno Accademico 2008/2009 Lezione N 3 Microsoft Word - prima parte Microsoft Word E un Word processor,cioè un programma che consente di creare e modificare documenti. Prevede numerose

Dettagli

Uso di form HTML per inviare dati nel web dinamico. I form HTML ed il web dinamico. Struttura di base dei form HTML. Form: controlli di input

Uso di form HTML per inviare dati nel web dinamico. I form HTML ed il web dinamico. Struttura di base dei form HTML. Form: controlli di input I form HTML ed il web dinamico Antonio Lioy < lioy@polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica orario.html Uso di form HTML per inviare dati nel web dinamico partenza arrivo data browser

Dettagli

INVIARE MESSAGGI CON UN SEMPLICE CLIC

INVIARE MESSAGGI CON UN SEMPLICE CLIC EMAIL INVIARE MESSAGGI CON UN SEMPLICE CLIC 1 La posta elettronica Fra i tanti programmi che permettono di gestire la posta elettronica viene proposto Outlook Express, in quanto è il più diffuso ed è gratuito

Dettagli

Forms. Commercio elettronico Registrazione di nuovi membri (organizzazioni non-profit) Ricerca di mercato (collezione di dati relativi a utenti)

Forms. Commercio elettronico Registrazione di nuovi membri (organizzazioni non-profit) Ricerca di mercato (collezione di dati relativi a utenti) Forms Rendono XHTML interattivo in modo semplice: Commercio elettronico Registrazione di nuovi membri (organizzazioni non-profit) Ricerca di mercato (collezione di dati relativi a utenti) Svariati controlli

Dettagli

Form Editor. Dove NomeProfilo è personalizzabile.

Form Editor. Dove NomeProfilo è personalizzabile. Form Editor Il tema permette di generare automaticamente dei moduli per la raccolta di dati in tre semplici step: 1. Si crea una tabella nel database per la raccolta dei dati. Per la creazione si parte

Dettagli

ALCUNI ESEMPI DI DATI 6,28 numerico costante

ALCUNI ESEMPI DI DATI 6,28 numerico costante Scheda 21 JAVA SCRIPT I DATI DATI E TIPI DI DATI In una elaborazione i dati sono l elemento essenziale: senza dati non c è elaborazione. Si possono avere dati VARIABILI e dati COSTANTI oppure dati NUMERICI

Dettagli

Nuove pagine e collegamenti

Nuove pagine e collegamenti 05 Nuove pagine e collegamenti In questo capitolo In questo capitolo imparerai come realizzare un semplice collegamento da un testo a una nuova pagina, apprenderai il concetto di link di ritorno. Successivamente

Dettagli

Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro;

Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro; EXCEL Modulo 3 I Grafici Grafici Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro; Quando si crea un grafico ogni

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati Web/MM

Laboratorio di Basi di Dati Web/MM Laboratorio di Basi di Dati Web/MM Docente: Alberto Belussi Lezione 5 HyperText Markup Language Linguaggio di descrizione di testi secondo lo schema SGML (Standard Generalized Markup Language) Gli ipertesti

Dettagli

Grafici e Pagina web

Grafici e Pagina web Grafici e Pagina web Grafici Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro. Quando si crea un grafico ogni riga

Dettagli

DISPENSA ACCESS (OFFICE 2010 BETA)

DISPENSA ACCESS (OFFICE 2010 BETA) DISPENSA ACCESS (OFFICE 2010 BETA) 2. LE RELAZIONI. Una relazione può essere definita come un legame tra due tabelle basato sul valore di uno o più campi di ciascuna delle due tabelle. Di solito i campi

Dettagli

Excel 3. Master Universitario di II livello in MANAGER NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE A.A Prof.ssa Bice Cavallo

Excel 3. Master Universitario di II livello in MANAGER NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE A.A Prof.ssa Bice Cavallo Excel 3 Master Universitario di II livello in MANAGER NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE A.A. 2013-2014 Prof.ssa Bice Cavallo Ordinamento dei dati: ordinamento di un elenco l Excel è in grado di ordinare

Dettagli

(b) - Creazione del layout delle pagine nella vista Layout

(b) - Creazione del layout delle pagine nella vista Layout (b) - Creazione del layout delle pagine nella vista Layout La vista Layout di Dreamweaver semplifica l utilizzo delle tabelle per il layout delle pagine. Nella vista Layout, è possibile progettare le pagine

Dettagli

Creazione di database, tabelle e associazioni con Access 2003

Creazione di database, tabelle e associazioni con Access 2003 Creazione di database, tabelle e associazioni con Access 2003 Per definire un nuovo database 1. Dal menu di Start scegliere Tutti i programmi e poi fare clic su Microsoft Access. 2. Nella finestra Riquadro

Dettagli

PRIMI PASSI CON UN DATABASE

PRIMI PASSI CON UN DATABASE Basi di dati PRIMI PASSI CON UN DATABASE Definizione di database Per database si intende un insieme di informazioni catalogate ed organizzate. Il tipo di database più diffuso è quello relazionale, composto

Dettagli

Introduzione all HTML

Introduzione all HTML prof. ing. Dino Molli SVILUPPO SOFTWARE - FORMAZIONE E CONSULENZA INFORMATICA MARIGLIANO (NA) http://www.dinomolli.it info@dinomolli.it Dispense a cura del prof. ing. Dino Molli Introduzione all HTML Introduzione

Dettagli

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 4. HTML Parte II Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica Applicata A.A.

Dettagli

ACCESS. Database: archivio elettronico, dotato di un programma di interfaccia che facilita la registrazione e la ricerca dei dati.

ACCESS. Database: archivio elettronico, dotato di un programma di interfaccia che facilita la registrazione e la ricerca dei dati. ACCESS Database: archivio elettronico, dotato di un programma di interfaccia che facilita la registrazione e la ricerca dei dati. Database Relazionale: tipo di database attualmente più diffuso grazie alla

Dettagli

Gestione Alunni. SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO Anagrafe Nazionale Avvio a.s. 2016/2017

Gestione Alunni. SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO Anagrafe Nazionale Avvio a.s. 2016/2017 Gestione Alunni SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO Anagrafe Nazionale Avvio a.s. 2016/2017 SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO Anagrafe Nazionale Avvio anno scolastico e frequenze 2016/17 L aggiornamento delle frequenze

Dettagli

Guida completa su Javascript

Guida completa su Javascript Guida completa su Javascript Cap 1 - Introduzione alla programmazione 1.1 - Nascita di JavaScript 1.2 - Incorporare JS nell'html 1.3 - Collegare un JS esterno 1.4 - Fornire un alternativa ai browser non

Dettagli

Indice. Ricerca richiesta d offerta. Risultati della ricerca Navigazione Stati

Indice. Ricerca richiesta d offerta. Risultati della ricerca Navigazione Stati Indice Ricerca richiesta d offerta Risultati della ricerca Navigazione Stati Dettaglio richiesta d offerta Codice materiale cliente Note di posizione Aggiungi al carrello 1 di 8 Ricerca richiesta d offerta

Dettagli

LA FORMATTAZIONE Impostare la pagina, i paragrafi e il corpo del testo

LA FORMATTAZIONE Impostare la pagina, i paragrafi e il corpo del testo LA FORMATTAZIONE Impostare la pagina, i paragrafi e il corpo del testo Prima di apprestarsi alla stesura del documento è opportuno definire alcune impostazioni riguardanti la struttura della pagina, dei

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA GENERALE. Università degli Studi di Bergamo

CORSO DI INFORMATICA GENERALE. Università degli Studi di Bergamo CORSO DI INFORMATICA GENERALE Università degli Studi di Bergamo Microsoft Excel E un software applicativo per la gestione dei fogli di calcolo. E un programma che consente la gestione e l organizzazione

Dettagli

ACCESSO ALLA POSTA ELETTRONICA TRAMITE OUTLOOK WEB ACCESS

ACCESSO ALLA POSTA ELETTRONICA TRAMITE OUTLOOK WEB ACCESS ACCESSO ALLA POSTA ELETTRONICA TRAMITE OUTLOOK WEB ACCESS Versione 1.2 9 Luglio 2007 Pagina 1 di 16 SOMMARIO 1. Cos è Outlook Web Access... 3 2. Quando si usa... 3 3. Prerequisiti per l uso di Outlook

Dettagli

(Notare la all'interno della condizione nell'istruzione if. La barra verticale indica Or, in Java; & avrebbe indicato AND)

(Notare la all'interno della condizione nell'istruzione if. La barra verticale indica Or, in Java; & avrebbe indicato AND) Oggetto navigator L'oggetto navigator è figlio dell'oggetto window. Per anni i due principali browser, Internet Explorer e Netscape Navigator, hanno recepito gli standard HTML e Java Script attraverso

Dettagli

Coordinate Relative/Assolute, Nomi, Collegamenti

Coordinate Relative/Assolute, Nomi, Collegamenti Coordinate Relative/Assolute, Nomi, Collegamenti Coordinate Relative/Assolute, Nomi, Collegamenti Creazione ed uso dei nomi... 4 Collegamenti tra fogli... 6 Modifica dei collegamenti... 7 2 Coordinate

Dettagli

EXCEL: FORMATTAZIONE E FORMULE

EXCEL: FORMATTAZIONE E FORMULE EXCEL: FORMATTAZIONE E FORMULE Test VERO o FALSO (se FALSO giustifica la risposta) 1) In excel il contenuto di una cella viene visualizzato nella barra di stato 2) In excel il simbolo = viene utilizzato

Dettagli

MODULO 4. Testo Chiudi il programma. 37. Indica in quale menu si trova la funzione sostituisci.

MODULO 4. Testo Chiudi il programma. 37. Indica in quale menu si trova la funzione sostituisci. Esercitazioni per test a valutazione automatica 349 36. Chiudi il programma. 37. Indica in quale menu si trova la funzione sostituisci. MODULO 4 Testo 4.1 2. Crea la seguente tabella (senza modificare

Dettagli

Panoramica di Document Portal

Panoramica di Document Portal Per visualizzare o scaricare questa o altre pubblicazioni Lexmark Document Solutions, fare clic qui. Panoramica di Document Portal Lexmark Document Portal è una soluzione software che offre funzioni di

Dettagli

Il nuovo look di Google Apps. Gmail

Il nuovo look di Google Apps. Gmail Il nuovo look di Google Apps Gmail Benvenuti nel nuovo look di Google Apps Perché questo cambiamento: Per fare in modo che tutte le applicazioni Google abbiano lo stesso aspetto e siano chiare, semplici

Dettagli

Esercizio INTERNET. Esercizio

Esercizio INTERNET. Esercizio Esercizio INTERNET A titolo di esempio si intende realizzare un prototipo di pagina web contenente i seguenti elementi: - sfondo - pulsanti - testo scritto - collegamento ipertestuale ad un altra pagina

Dettagli

Guida rapida. Indice: Creare un progetto Gestire e modificare un progetto Visualizzare i risultati di un progetto o una valutazione

Guida rapida. Indice: Creare un progetto Gestire e modificare un progetto Visualizzare i risultati di un progetto o una valutazione Guida rapida Indice: Creare un progetto Gestire e modificare un progetto Visualizzare i risultati di un progetto o una valutazione Questo documento è studiato per aiutarti ad amministrare rapidamente le

Dettagli

per immagini guida avanzata Modificare il contenuto del foglio di lavoro Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini Excel 2000 1

per immagini guida avanzata Modificare il contenuto del foglio di lavoro Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini Excel 2000 1 Modificare il contenuto del foglio di lavoro Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini Excel 2000 1 Selezione delle celle per immagini guida avanzata La cella attiva è la B7 Selezionare una cella

Dettagli

Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro;

Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro; EXCEL Modulo 3 Grafici Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro; Quando si crea un grafico ogni riga o ogni

Dettagli

REPORT DI VALUTAZIONE DELL ACCESSIBILITÀ

REPORT DI VALUTAZIONE DELL ACCESSIBILITÀ Pag. 1 di 13 REPORT DI VALUTAZIONE DELL ACCESSIBILITÀ PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Comune di Volpedo (AL) www.comune.volpedo.al.it DATA DELLA VALUTAZIONE 1/12/2008 AUTORE DELLA VALUTAZIONE Fabio Regina COMMENTI

Dettagli

Creare una tabella di pivot

Creare una tabella di pivot Creare una tabella di pivot Importiamo in un foglio di Excel una tabella di dati, di grandi dimensioni, per esempio dal sito www.istat.it/it quella relativa al Consumo di energia per i comuni capoluogo

Dettagli

CODE MODEL - Modalità di scrittura del codice

CODE MODEL - Modalità di scrittura del codice CODE MODEL - Modalità di scrittura del codice Visual Studio supporta due modelli per la codifica di pagine web: - Codice Inline: Questo modello è il più vicino al tradizionale ASP. Tutto il markup HTML

Dettagli

Corso Completo JavaScript

Corso Completo JavaScript Corso Completo JavaScript Introduzione 1. La nascita di JavaScript Storia e sviluppo del linguaggio di scripting ai margini dell'infinita disputa Msie/Netscape 2. Aspetti e caratteristiche generali Peculiarità

Dettagli

Excel avanzato. Certificazione Microsoft. Excel: le basi. 1.1 Excel: le basi NUMBER TITLE

Excel avanzato. Certificazione Microsoft. Excel: le basi. 1.1 Excel: le basi NUMBER TITLE Excel avanzato Certificazione Microsoft Excel: le basi 1.1 Excel: le basi Fogli elettronici: generalità e struttura (1) Un foglio di lavoro è una griglia costituita da celle (intersezione righe - colonne)

Dettagli