Fondazione Nazionale Carlo Collodi. C era una

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fondazione Nazionale Carlo Collodi. C era una volt@"

Transcript

1

2 Fondazione Nazionale Carlo Collodi C era una

3

4 Giampiero Poggiali Berlinghieri Morgana Edizioni

5 Alessandra Borsetti Venier e Giampiero Poggiali Berlinghieri ringraziano tutti gli autori che hanno aderito alla richiesta di un breve scritto ispirato al libro di Collodi, un flash, un pensiero ancora non troppo pensato, uno spunto dettato dal ricordo del loro primo incontro con Pinocchio. Progetto ArteStudio53 Installazione Giampiero Poggiali Berlinghieri A cura di Daniele Narducci e Isabella Belcari

6 Sommario 7 Fondazione Nazionale Carlo Collodi Introduzione 9 Osvaldo Cavalzani Vividi elementi in fermento 11 Ciribì 12 Lorenzo Bruni L artista taumaturgo nei panni del nonno 14 Nicola Micieli Giampinocchio 15 Pier Francesco Bernacchi L apparente utopia 16 Petite Soeur Magdeleine Bisogna essere Maria Pia Moschini L infanzia è un gatto 24 Paola Lucarini Poggi Pinocchio tra miserie e miracoli 25 Paolo Vannini Pinocchio e il Grillo 26 Nino Tricarico Riverito, ossequiato Lidia Kuscar Essere la bella Fata 28 Gianni Gasperini Corri Pinocchio Marosia Castaldi è notte 30 Ruth Cárdenas Il sogno di un ombra 38 Note biografiche e bibliografia essenziale a cura di Marcella Guerrieri

7

8 Introduzione Un altro artista toscano sceglie di dedicare il suo lavoro a Pinocchio. Venturino Venturi, Sigfrido Bartolini, Silvio Loffredo, Eugenio Taccini, Roberto Giovannelli, Paolo Tesi... sono solo alcuni dei nomi di quei conterranei del Collodi e della sua creatura più famosa - che vive, naturalmente, tra le colline pesciatino-lucchesi, nel Parco che la Fondazione Collodi gli ha dedicato - che hanno seguito con i segni delle arti figurative i segni dell arte letteraria collodiana. Da sempre la Fondazione Collodi privilegia le arti visive come linguaggio universale per comunicare la ricchezza di significati e di ispirazione che scaturisce dalle Avventure di Pinocchio; e con particolare attenzione segue gli artisti che con il Collodi condividono un sostrato culturale che non è luogo comune evidenziare - perché il loro lavoro rafforza e definisce sempre meglio l identità culturale di questo lembo di terra dove la cultura si delinea sempre più come il vero, durevole patrimonio su cui fondarsi per gli anni a venire; e perché dalle radici comuni possono discendere quelle caratteristiche grazie alle quali una piacevole aria di famiglia soffia attorno a coloro che si accostano a queste creazioni, le quali hanno a loro volta ormai creato un riferimento storico, una tradizione. Poggiali ci mostra, pur nella sua personale espressione artistica, di aver trovato agevolmente in essa il suo spazio. Gioca con forme semplici - un arte combinatoria apparentemente a portata di tutti ma che, come ogni semplicità, è frutto di una grande padronanza e di una decantazione paziente. Un processo che si ritrova nelle tesserine di pietre naturali o di vetro colorato che compongono con apparente primitività la Piazzetta dei Mosaici, o ancora nelle superfici lisce ed essenziali con cui Pietro Consagra ci ha restituito i personaggi del racconto collodiano. Ci riporta questo approccio al linguaggio, all arte combinatoria con cui usa parole e frasi il Collodi, che manipolando pezzi verbali o narrativi usati e ancora usati, attraverso aggiustamenti, potature e congiunzioni inedite costruì da tutti i suoi scritti precedenti il proprio capolavoro. La pratica combinatoria di Poggiali Berlinghieri si estende, grazie alla tecnologia informatica, ad un mondo completamente immateriale, quando crea accostamenti virtuali tra le sue strutture e le opere d arte o gli scorci del Parco di Pinocchio e del borgo di Collodi. Come il Collodi, Poggiali Berlinghieri ha confidenza con i mezzi di comunicazione e di espressione del suo tempo e se ne serve per comunicare il proprio mondo artistico - come il Collodi, ci invita a puntare alla sostanza delle cose attraverso il gioco. Un invito che la Fondazione ha da tempo, autonomamente, fatto suo, per costruire intorno ad esso il progetto di una nuova, monumentale opera collettiva - il nuovo parco che porterà nel terzo millennio, insieme con Pinocchio, i suoi amici: quelle creature letterarie che con lui sono state, sono e saranno protagonisti del nostro immaginario, ponti e strade della comunicazione tra generazioni e culture diverse. Collodi, marzo 2002 Fondazione Nazionale Carlo Collodi 8

9

10 . Vividi elementi in fermento Tutto l itinerario artistico di Poggiali è strettamente legato a schemi maturati nell accezione di atmosfere vive e vivificanti, accompagnate da cromatiche visioni fondate e certe e mai sconfessate nella sua gioia di vivere. La sua fantasia immaginativa crea colori effusivi e sensori, sottili e squillanti, sapientemente modulati che si animano di virtuali suoni e, nel divenire, promuovono vividi elementi in fermento. Le sue opere acriliche, lignee o inossidabili escono dalle intuizioni, e i progetti, di un fine artigiano con i giocosi meccanismi, sono animati dal germe della sua dipanata poesia che interpreta la vita animandola delle sue astratte creature. In Poggiali si respira un vitalismo in continuo evolvere, organico e disorganico, con visioni liricamente arcaiche e sognanti dove il respiro diventa ventoso e caldo di bonaccia. L artista, oggi nella sua piena maturità, espressa da un insieme di opere che si apparentano l una all altra, esplora i segreti dell anima, facendo vibrare le nostre corde emozionali, coinvolgendoci in giochi udibili e vibratili che premono liberi da leggi commerciali e consumistiche. Mi riferisco alle varie sculture policrome in acciaio inossidabile, come l ultimo Pegaso di 5 metri di altezza, simbolo della nostra Toscanità e della lotta di Liberazione, e anche alle sue ultime opere lignee tra cui Pinocchio, che sarà protagonista della prossima installazione alla Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Riemerge in me tutto l orgoglio di collodese memoria. Rileggo in questi giorni natalizi le avventure di Pinocchio insieme a Lorenzo e Jacopo, miei nipoti attentissimi, i quali non battono ciglio, anche loro come moltissimi ad ogni latitudine, che considerano l opera di Lorenzini l incarnazione dell umano essere, (l umanità), e credono che nel testo ci sia una forte connotazione socio-satirico-politica, riconoscibile nei soggetti, nei luoghi e nelle cose. Mai come in queste stagioni siamo attorniati da personaggi come il Gatto e la Volpe, da Lucignoli e Acchiappacitrulli, per non parlare dei Mangiafuoco di turno. In questo presente, circondati da ventriloqui, e ancora sbigottiti dalle catodiche immagini americane, riemergono paure asettiche di noi esseri anonimi, compressi da verità rovesciate in un vuoto pneumatico. Osvaldo Cavalzani 10

11

12 Ciribì a Collodi Vola memoria dove nasce il silenzio. Là fioriscono i garofani sotto lune di cristallo. Mezzogiorni vecchi nel baccano di strade col monellìo del ciribì otto tiri con bastone l appuntito legno volava insieme ai desideri fuori del paese. Rubavamo ore alla noia sospesi a parole burattine e pinocchiesche risate. Con corti calzoni sotto cieli infreddoliti raccoglievamo rame, piombo, ferro avanzi di guerra e di una secolare miseria domenica pantalone alla zuava sopra scarpe di vacchetta. Albe disfiorate dalla finestra di Lorenzini con vista dell argenteo colle. Si spaccava la sera a Villa Garzoni scherzi d acqua nei verzicanti labirinti imperiali fontane a cascata spiravano d acqua nella sottostante Pescia poi casa su casa sulla pietrata salita fino alla torre di guardia nel millenario assedio di ulivi. La fanciullezza correva l inquieto tempo in una smisurata voglia di ardire. Mia Collodi, paese dei balocchi vanigliata terra d infante gioia. Osvaldo Cavalzani 12

13 Sto cercando il mio volto prima che fosse creato il mondo, ma cado sempre in una dolce immaginaria: fuga dai doveri del presente sociale e niente di più. Yeats da Borges L ARTISTA TAUMATURGO NEI PANNI DEL NONNO Pinocchio è un androgino, è un oggetto di legno senza sesso né particolarità. Leggendo la narrazione della sua storia-epopea assistiamo alla sua formazione e maturazione attraverso le avversità, al suo conoscere il mondo ed ottenere una consapevolezza definitiva di esso. che sbadati, Pinocchio è sterile, non può avere un evoluzione o una crescita, ma solo una morte. L unica evoluzione di Pinocchio è essere altro da sé: da burattino diventare un bambino. Nello svolgimento letterario delle avventure di Pinocchio esistono due piani distinti per il soggetto principale: uno è quello che uno può essere e l altro è quello che uno potrebbe essere, e non ciò che è, ciò che appare e ciò che desidera, come accade per l uomo che è animale sociale. Questo burattino non è un personaggio, non è un soggetto, è un oggetto, un corpo opaco su cui tutti, di volta in volta nella storia e non, proiettano i loro desideri e sensazioni di appagamento. Le modalità di questi piani sono presenti anche per gli oggetti rappresentativi di Poggiali. 13

14 I suoi quadri sono orizzonti in cui forme primordiali si animano e guizzano eccitate pur nella sospensione dei gesti. Questi sono il nostro burattino, il nostro schermo su cui proiettare sogni e vedere oscure metamorfosi. Sono antropomorfizzazioni, è l inaspettato nel tutto. Queste rappresentazioni di soggetti sperati stanno nello spazio del quadro, che diviene una sorta di lanterna magica dove le forme di animali, quasi ombre di soggetti di un bestiario medievale, sono al sicuro separate da noi in un altro mondo; infatti lo spazio della rappresentazione del quadro e quello della realtà sono due entità intercambiabili ma non sovrapponibili. All improvviso però, questi esseri si sentono spaesati, le forme in divenire si fanno oggetti definiti, o meglio si fanno sculture: iniziano ad esistere e con il peso conquistano una capacità di intendere e volere assieme al possedere dei desideri loro. Questi mostri, questi esseri delicati, ora si trovano nel nostro spazio con una loro individualità, e molto probabilmente non sono più disposti ad esistere solo come nostra proiezione e proprio per questo ci possono apparire minacciosi e pericolosi nel loro ingombro. Fiori giganti ci guardano, masse strutturate per piani salgono la parete come dei bruchi. C è stato uno strabordare dal quadro nella nostra realtà, ora si sentono soli, non hanno più la libertà di movimento di prima, si afflosciano, si appesantiscono e divengono di legno. Si intristiscono nella loro forma opaca, solida, e per controbilanciare tale stato, ostentano felicità, allegrezza, i colori sono vivaci e non permettono di afferrarli completamente..si tramutano nel paese dei balocchi. Elefanti, giostre, ragni architettonici, pappagalli che stanno su trespoli come su dei tralicci elettrici cittadini. In questa festosità rimane una strana atmosfera, ossessiva di fondo, di coazione a ripetere, è come se questi esseri, fuori dal loro mondo, fossero convinti che sono costretti a fare quel dato movimento, altrimenti potrebbero svanire, poiché è scomparsa la loro specifica ragione d essere, quella data azione. un dubbio: ma se fossimo noi invece ad aver invaso il loro spazio, come se per il troppo guardare fossimo sprofondati nei paesaggi, nei dipinti, di Poggiali? Nel migliore dei casi questi esseri si prenderebbero solo gioco di noi, parodiando le nostre ossessioni, mettendoci alla prova e facendoci scontare le nostre debolezze.., ma nel peggiore? Cosa vi è in questo posto? Potrebbe dire Pinocchio alle porte del paese dei balocchi. GIOCARE è UN AZIONE, è RIPRODURRE ALL INFINITO L INCANTO DELLE PRIME SCOPERTE ED ESPERIENZE, NON MORIRE ALL INFINITO, QUESTO INTUIVA BAUDELAIRE DEL GIOCO. LORENZO BRUNI 14

15 L apparente utopia Solitamente quando un artista ti offre ospitalità nel catalogo di una sua mostra tradisce il sottinteso piacere che si parli delle sue opere. Mi è parso naturale che così fosse ed ho cominciato a raccontare le mie emozioni nel soffermarmi ad osservare le sue tele - preferite, fra tante, anche da mia figlia ove la fantasia si libera rapida e leggera uscendo dalla cornice per immergersi nello spazio illimitato e senza tempo. Come pure il percepire del labile confine fra la realtà e l immaginario che si coglie nelle sue sculture dalle forme semplici che ben si addicono a raccontare la vita e i suoi personaggi, in questo caso Pinocchio. E mentre continuo, presto mi accorgo che altri avevano già detto prima e meglio di me. Per quale motivo, mi sono chiesto, avevo allora accolto l invito? Presto è stato chiaro che ciò che aveva destato il mio interesse era l uomo con i suoi gesti cortesi, con il suo modo generoso di offrirsi, con il suo sorriso aperto al dialogo, con la sua curiosità verso ciò che lo circonda e con il desiderio di impossessarsi degli strumenti, della tecnologia e delle tecniche nuove che il mondo quotidianamente ci offre. Poggiali è l uomo autentico che stimola il colloquio, che non si ferma alla superficie, ma che sa trasformare l apparente utopia in segni reali dai tanti colori che ci riconducono alla fantasia in un ciclo apparentemente senza fine. Pier Francesco Bernacchi 15

16 Bisogna essere grandi e maturi per essere totalmente bambini, così come bisogna essere forti per poter essere infinitamente miti, ed essere saggi per permettersi di essere folli... di quella follia agli occhi degli uomini che è piuttosto sapienza divina. Petite Soeur Magdeleine 16

17

18

19

20

21

22 L infanzia è un gatto L infanzia è un gatto rosso travestito da Pinocchio, ti punge col lungo naso per controllare il tuo stato vitale. Ogni volta è un burattino diverso. Di carta per i momenti distratti: una lunga striscia di ricordi vergati con inchiostro di more. Di zucchero con gli occhietti d argento per ingannare il gusto, appannato degli anni. Una falsa dolcezza d ostia e meringa. La senti sulla lingua come un agguato, una colla insana che toglie la parola. A volte è di neve, pronto a sciogliersi nelle sottili astuzie domestiche. Il naso è una matita lunga, inesorabile che segna ogni ruga, ogni perdita di equilibrio. L infanzia è un gatto rosso travestito da Pinocchio, un segnalibro sottile che annota l inesorabile pagina, la frase che ti inchioda. Ora so. Maria Pia Moschini 22

23 23

24 Pinocchio tra miserie e miracoli Il ragazzo burattino che cade continuamente sui fondali di miserie terrene, poi la sorpresa gioiosa di risollevarsi sulle onde celesti dei miracoli: non è forse questa una costante dell eterno umano? Paola Lucarini Poggi 24

25 Pinocchio e il Grillo Pinocchio: Tu mi vedi giocare e pensi non abbia tristezze. Ma non sai. Vorrei andare in un paese diverso, senza il dolore, dove vivere non fosse fatica. Lucignolo mi ha detto che esiste. Grillo: Non aver fretta. Ogni cosa si capisce quando il tempo è maturo. Nulla accade che il tempo non voglia. Pinocchio: Il tempo non è sempre lo stesso. Nella scuola è più lungo. Sono stanco stasera. Ho viaggiato per giorni. Grillo: Siamo tutti in viaggio. Ma qualcuno ha paura, si ferma. Vuoi restare solo un burattino, Pinocchio? Pinocchio: Ricominci. Avrei fatto assai meglio a schiacciarti davvero sul muro! Grillo: Sai soltanto cos è un burattino, non conosci nient altro. Ed è comodo fare il burattino. Pinocchio: Allora perché non dovrei rimanere così? Grillo: Ti piace la libertà? Pinocchio: Tantissimo. Grillo: Un burattino non è libero, Pinocchio. Ha un ignoto padrone. Tu che a tutti dici di no, all ignoto padrone dici sempre di sì. Quando a lui saprai dire di no, non sarai mai più un burattino. Pinocchio: Resterò un burattino, per sempre. Grillo: Non ci sarebbe disgrazia maggiore, per burattini o per esseri umani, che conoscere il proprio futuro. Pinocchio: Resterò un burattino, che nessuno conosce. Grillo: Chissà, forse diventerai anche famoso, Pinocchio! Paolo Vannini 25

26 Riverito, ossequiato, stimato, servito da quotidiani pranzi raffinati a base di pesce fritto, alici marinate, polipi allo spiedo, triglie alla livornese, seppie ripiene, gamberoni, tonni e saraghi appena pescati, il ventre del pescecane è lo spazio dell ospitalità: è la rivincita del luogo comune. La vendetta dell affamato sanguinario dei mari, sulle atrocità e le angherie degli abitanti della terra; l Ade in termini capovolti. I mostri giganteschi, affamati, in agguato nei mari delle coste a sud e a nord della terra, pronti a inghiottirti in un solo boccone, a succhiarti come un uovo di gallina mentre nuoti nel mare della vita, non sono poi quei voraci assassini ai quali si associa l idea della ferocia, le aggressioni apocalittiche, i morsi laceranti sferrati a vecchi pescatori e marinai. Solo l amore di un burattino, tenero Orfeo dei nostri giorni, può ricondurci alla luce e ai rumori: ai pericoli di berlusca che t infarina e ti butta nella crusca. Nino Tricarico 26

27 Essere la bella Fata dai capelli turchini e non il grillo parlante schiacciato da un colpo di martello. Ma alla fine, che importa? Anche il Grillo torna. Solo che il Grillo non ha i bei capelli turchini. Lidia Kuscar 27

28 Pinocchio: il burattino che corre, corre sempre, corre per il piacere di correre, per la gioia di scoprire il mondo. Pinocchio corre tanto che alla fine diventa bambino. E poi, quando non corre più, Pinocchio muore. Gianni Gasperini 28

29 è notte nella cuccia è notte tra i balocchi è notte Pinocchio anche di giorno è notte corri figlio della notte la tua ombra di legno resta attaccata alla tua carne del giorno non ti lascerà nemmeno tra i vestitini inamidati nemmeno sui banchi della scuola corri bambino le faine corrono creature della notte che non sopportano la notte corri Pinocchio le faine sbavano vogliono mangiare la tua ombra Marosia Castaldi 29

30 Il sogno di un ombra Una notte di profondo inverno, quando Collodi attraversava Piazza della Signoria, sentì sotto i suoi passi uscire dagli interstizi delle pietre una fievole voce che gli diceva: Sono l ombra di un sogno, non mi pestare, ti prego Dammi un corpo! Collodi, sospeso nella magia, raccolse come un profumo senza fiore la tremolante voce e mettendosela in tasca amorosa-mente, tornò a casa e incominciò notte dopo notte ad estrarre, con dolce frenesia, una creatura levigata dal corpo medesimo dell albero. Così quando il sogno ebbe infine il proprio corpo, Collodi lo vestì di parole ri-velando la sua infinita nudità e liberandosi dall istinto paterno del possesso, aprì la porta e gli disse: Vai Pinocchio verso la vita Vai! Il settimo giorno però il bambino di legno ritornò dal padre implorandolo: Babbo, insegnami a ridere e a piangere, ad essere imperfetto come te. Dammi un cuore! P.S. Le cronache del tempo dicono che Pinocchio si sposò e si moltiplicò. Ma non esiste nessun elettrocardiogramma del soggetto e dunque non sappiamo di certo se riuscì o no ad avere un cuore. Ruth Cárdenas

31 31

32

33

34

35

36

37

38 Note biografiche e bibliografia essenziale a cura di Marcella Guerrieri Giampiero Poggiali Berlinghieri nasce a Firenze il 17 luglio L esordio della sua attività artistica è del 1968 e segna il termine di un accelerata fase di ricerca e di formazione autodidatta, con la prima mostra personale presso la Galleria Inquadrature di Firenze. Nel 1975, in occasione della XXII edizione del Fiorino, riceve il premio dell Associazione Artisti Plastici Jugoslavi, a cui fa seguito l invito dello stesso Governo jugoslavo per un soggiorno-studio nel villaggio artistico di Poçitely. Nello stesso anno è segnalato nel Catalogo Bolaffi per la pittura da Tommaso Paloscia e successivamente nell edizione del 1981 da Umberto Baldini. Nel 1984 è invitato dalla Fondazione John Wamaker di Filadelfia alla mostra Contemporary Art Made in Florence, nell ambito delle manifestazioni: ltaly Renaissance 84. Nel 1985 vince il Premio Camposauro, esegue un murales sulla facciata del Municipio di Vitulano (BN); dove gli viene conferita la cittadinanza onoraria. Nel 1986 vince il concorso indetto dal Panatlon Club per un manifesto artistico per la rassegna di Palazzo Strozzi Arte & Sport ; e sempre neli 86 partecipa a Firenze per l Arte Contemporanea, manifestazione curata da Renato Barilli nella sede del Forte Belvedere. Curata da Nicola Micieli, esce per le edizioni Pomo d Oro di Padova la monografia Poggiali opere con testi di Eugenio Miccini, Nicola Micieli, Raffaele Monti, Tommaso Paloscia, Dino Pasquali, Mario Penelope e Pier Carlo Santini. Fondatore nel 1986 del gruppo I romantici dell immaginario, movimento nell ambito della SoftArt, che s ispira al fantastico-favolistico di matrice poetico-concettuale. Per La Casa Usher, con testi di Rolando Bellini e Nicola Micieli, esce nell ottobre del 1991 la monografia Poggiali-opere e nel 1993, per le edizioni ArteStudio 53, con testo di Michel Pierre e una poesia di Teodolinda Coltellaro Il sogno progettuale della poesia. Nello stesso anno realizza presso le officine Poggi di Corsalone (AR) la sua prima grande scultura Ares di acciaio inox. La sua ricerca e la sua opera finiscono per svilupparsi per cicli tematici e formali. Sin dagli anni Sessanta, Poggiali nei suoi primi paesaggi sintetici rivisita il Secondo Futurismo e s immerge nel clima della Pop Art italiana, esperienze poi risoltesi nel ciclo Adesivi Ha in seguito affrontato i temi Nuovi racconti , The new space , Structural dream , Germogli & G.E.R.MO.G.L.l , Phisis , con opere nelle quali era costante l attenzione al problema dello spazio. Spazio immaginato e rappresentato mediante architetture fantastiche e strutture geometriche. Spazio che gioca come elemento costitutivo della forma astratta. Queste esperienze sono state documentate nella monografia Poggiali - opere In seguito, con Impronte di memoria , Eclissi 1988, Orizzonte degli eventi 1989, Translation , Virtuale , Complexity 1993, Bona Dea 1994, Simposio 1995, Senza titolo 1996, e Montagne 1998, ha elaborato opere ed installazioni intese come concezione dello spazio non più solo rappresentato, ma cercato nella fisicità dell ambiente: spazio d inserimento dell opera e luogo dell azione dell opera stessa. I volumi Poggiali opere e Il sogno progettuale della poesia documentano una parte di queste fasi, completandole poi con il volume monografico Poggiali sculture e installazioni Nel 1997, edito da LoGisma, esce l opera multimediale interattiva Delfo: 38

39 una pinacoteca virtuale di oltre 300 immagini di quadri sculture installazioni e cinque video, accompagnate da musiche elettroniche originali appositamente composte. Opere di Poggiali trovano posto in collezioni museali pubbliche e private. Un suo autoritratto fa parte della raccolta degli autoritratti della Galleria degli Uffizi. Gli anni Ottanta, con l allestimento di due importanti esposizioni, nell 88 al Palazzo dei Diamanti di Ferrara e nell 89 a Palazzo Strozzi di Firenze, segnano due momenti antologici dell attività dell artista. Gli anni Novanta, con l installazione Simposio del 1996 al Museo Marino Marini, patrocinata dal Comune di Firenze, e con l installazione Delfo del 1997, promossa dal Ministero dei Beni Culturali e Ambientali, alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, segnano l approdo delle opere di Poggiali in grandi spazi pubblici. Il 1999 si apre e si conclude con una serie di manifestazioni che l artista dedica al Comune di Sesto Fiorentino. Da marzo a maggio Poggiali espone presso la Villa San Lorenzo al Prato cui fa seguito l inaugurazione del monumento Pegaso di acciaio policromo, alla presenza del Soprintendente ai Beni Artistici e Storici di Firenze, Antonio Paolucci, infine la collocazione della scultura di bronzo e vetro Tom in via Verdi all angolo con piazza Ginori. Le opere recenti di Poggiali sono il risultato di una ricerca di confine tra pittura e scultura, design e operaoggetto nella logica dell installazione, nel suo operare si coglie la possibilità di un ironia sottile ma in fondo gioiosa ed allegra. La prima impressione è di giocattoli elementari che viene voglia di toccare, di manipolare, di riassemblare... Poi ci accorgiamo che si tratta di forme a lungo e armoniosamente pensate, forme che si collocano all esatto punto di equilibrio fra l esattezza e la fantasia e sono divertenti perché semplici e sono semplici perché divertenti. (Antonio Paolucci). Un gioco che si fissa subito come forma di cultura. Una cultura figurativa e spaziale tradotta in forma ludica, in cui i caratteri del gioco sono rappresentati in forme e stati d animo. Si può concludere che l indagine delle forme e l utilizzo dei materiali così attuali, improbabili, vistosi, innocenti, tecnologici e squillanti, ci restituisce l artista Poggiali inteso come Homo Faber. Il suo gioioso consapevole ottimismo lo segna con la dignità dell Homo Ludens di Huizinga. Innocenza, gioco, consapevolezza e persino sofferenza convivono nella fatica della ricerca artistica. Mostre personali 1968 Galleria Inquadrature, Firenze Galleria il Semaforo, Firenze. Galleria Davanzati, Firenze Galleria Pier della Francesca, Arezzo. Galleria Nuova Davanzati, Firenze Galleria Idea; Firenze. Galleria dello Scudo, Verona Galleria il Portone, Modena. Art Gallery Bellini, Caracas (Venezuela). Galleria San Gallo, Firenze. Centro Artistico Culturale, Tavarnelle V.P Galleria l Incontro, Genova. Galleria Dada, Tavarnelle V.P Galleria Bafomet, Firenze. Galleria d Arte Contemporanea, Palazzo Guillichini, Arezzo, a cura dell Assessorato alla Cultura Centro Ipermedia, Libreria Einaudi, Ferrara Galleria d Arte Contemporanea, Grosseto, a cura dell Assessorato alla Cultura Loggia de Rucellai, Firenze, a cura dell Azienda Autonoma del Turismo Galleria l Occhio, San Felice sul Panaro. Palazzo delle Mostre, Torbole sul Garda, a cura dell Assessorato alla Cultura. Studio d Arte il Moro, Firenze. 39

40 1984 Voltone della Molinella, Faenza, a cura dell Assessorato alla Cultura. Centro Culturale Casa del Guidi, Sesto Fiorentino Palazzo delle scuole elementari, Buti, a cura dell Assessorato alla Cultura. Palazzo delle Esposizioni, Vitulano, a cura dell Assessorato alla Cultura. Galleria d Arte 38, Grosseto Ken s Art Gallery, Firenze. Galleria d Arte Banelli, Trieste. Galleria d Arte Grigoletti, Pordenone. Centro per le Arti Visive, Piombino, a cura dell Assessorato alla Cultura Galleria La Ghirlandina, Modena. Galleria d Arte Prisma, Verona. Chiostro di San Cristoforo, Siena, a cura dell Assessorato alla Cultura. All Insegna del Gallo, Galluzzo (Firenze). Siena Art Gallery, Siena Galleria Re di Quadri, Livorno. Palazzo dei Diamanti, Ferrara, a cura dell Assessorato alla Cultura. Sala Carlo Iozzi, Poggibonsi, a cura dell Assessorato alla Cultura Caffè Voltaire, Firenze, con il patrocinio dell Assessorato alla Cultura Palazzo Strozzi, Firenze, a cura dell Azienda Autonoma del Turismo Siena Art Gallery, Siena. Logge di Palazzo Pretorio, Volterra, a cura dell Assessorato alla Cultura con il patrocinio della Provincia di Pisa e della Regione Toscana Galleria Lo Scalone, Mantova. Torre del Martello, Portoferraio, a cura dell Assessorato alla Cultura lnstitut Français de Florence, Firenze. Palazzo dei Congressi, Montecatini Terme. Rotonda Expo 93, Livorno, a cura della Galleria Rotini. Centroartemoderna, Pisa Terme Tamerici, Montecatini Terme. Galleria Schubert, Milano Palazzo dei Congressi, Montecatini Terme. Museo Civico, Taverna Museo Marino Marini, Firenze, con il patrocinio del Comune. Living Art, Milano. Galleria Area, Torino. Museo Civico, Treviglio, a cura dell Assessorato alla Cultura. Santa Maria delle Croci, Ravenna, a cura dell Assessorato alla Cultura Saletta di Palazzo Pretorio, Volterra, a cura dell Assessorato alla Cultura Galleria d Arte Contemporanea, Repubblica di San Marino. Salone ex Ateneo, Bergamo Alta, con il Patrocinio del Comune di Bergamo Museo Cassioli, Asciano, a cura dell Assessorato alla Cultura. Villa San Lorenzo al Prato, Sesto Fiorentino, a cura dell Assessorato alla Cultura.Galleria La Nassa, Lecco. Palazzo Pretorio, Chiavenna, con il Patrocinio del Comune e della Regione di Sondrio Foyer degli Artisti, con il patrocinio del Comune di Firenze e dell Assessorato alla Cultura Galleria Tornabuoni, Pietrasanta (Lucca) 2002 Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Collodi, (Pistoia). Installazioni 1979 Feria d Estate; Fondazione Papaiano, (Siena) Senza titolo; Fortezza da Basso (Galleria Metastasio), Firenze Omaggio a Stephen Hawking; Caffè Voltaire, Firenze Viale del nulla; Palazzo Strozzi, Firenze. Traslation uno; Palazzo dei Congressi (Galleria Bigi), Roma Traslation due; Artefiera (Galleria Marchese), Bologna. Orizzonte degli eventi; Gioco dell occasioni; Maggiano, (Lucca). Il riposo di Afrodite; Istituto degli Innocenti, Firenze. Afrodite o lo specchio; Etruria Arte, Venturina. Cielo Terra; Salone delle Feste, Ruscello (Arezzo) Ares; Logge di Palazzo Pretorio, Volterra. Virtuale; Torre del Martello, 40

41 Portoferraio. Ares & Pegaso; (S)Oggettivamente, Civitella V. di Chiana Le songe planificateur de la poesie; Institut Français, Firenze. Teatro dell oggetto; Teatro Sociale, Bergamo. Cerambicidi xilofagi; Sala Esposizioni, Montespertoli Guardare a Fiuto; Villa Pacchiani, Santa Croce Sull Arno. Bona Dea; Galleria Schubert, Milano Convergenze parallele; Galleria Le stanze del tempo, Firenze. Angelus novus; Palazzo Surbona, Montescudaio. Occasioni raddoppiate; Ospedale Psichiatrico, Maggiano. Connubio; Museo Civico, Taverna Simposio; Museo Marino Marini, Firenze. Installazione uno; Galleria Living Art, Milano. Installazione due; Galleria Area, Torino. Della leggerezza; itinerante a Palazzo dei Priori di Volterra, a Palazzo Ducale di Lucca, alle Scuole Elementari di Massa Finalese, e alla Filanda del Forno di Massa. Percorso; Sala Crociera Treviglio. Quibus id ludi Iudicrum est; Santa Maria delle Croci, Ravenna Ludicrum; Saletta di Palazzo Pretorio, Volterra. Delfo; Biblioteca Nazionale Centrale, Firenze. Delfo; Libreria Cima, Firenze. Delfo; Biennale Internazionale dell Arte Contemporanea, Palazzo dei Congressi, Firenze Delfo; ex Chiesetta di Sant Anna, Repubblica di San Marino. Delfo; Salone ex Ateneo, Bergamo Alta Delfo; Museo Cassioli, Asciano. Percorso; Villa San Lorenzo al Prato, Sesto Fiorentino. Al mattino di un altro mondo; Palazzo Pretorio, Chiavenna Ex voto per il millennio; Museo Nazionale della Certosa di Calci. Forme del legno; Palazzo Vigiani, Pratovecchio. Habitat; Foyer degli Artisti, Firenze Habitat: il caimano e la gru americana; Galleria Tornabuoni, Pietrasanta Cera una Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Collodi, (Pistoia). Cataloghi di mostre Lindo Meoni Bigazzi, Poggiali, Ursentini; Galleria Inquadrature, Firenze, nov Roberto Tosatti Giampiero Poggiali; Galleria La Soffitta, Colonnata, gen Giancarlo Caldini Giampiero Poggiali; Galleria il Semaforo, Firenze, mag Gancarlo Caldini Giampiero Poggiali; Galleria Davanzati, Firenze, ott./nov Umberto Baldini Giampiero Poggiali; Galleria Piero della Francesca, Arezzo, apr Tommaso Paloscia Giampiero Poggiali; Galleria Nuova Davanzati, Firenze, mag Raffaele Monti Giampiero Poggiali; Galleria dello Scudo, Verona, mag Tomas Pelayo Ros V Bienal Internacional Reales Atarazanas; Barcelona, ott Pier Carlo Santini Pittura 75 in Toscana; Palazzo Ducale, Lucca, set./ott Giorgio Di Genova XXII Fiorino, Aspetti dell Arte Fantastica; Forte Belvedere, Firenze, mag./giu Pier Francesco Salvato V Premio Accademia Pontano; Palazzo Cariati, mag Dino Pasquali Le norme disattese; Monastero di Camaldoli, Eugenio Miccini Giampiero Poggiali; Galleria Sangallo, Firenze, dic Armando Nocentini IX Biennale Arte & Sport; Palazzo delle Esposizioni, Firenze, Dino Pasquali Oltre il Visibile; Palazzo Comunale, Pontassieve, mag Franco Solmi Giampiero Poggiali; 41

Giampiero Poggiali Berlinghieri. Opere in musei, pinacoteche e luoghi pubblici

Giampiero Poggiali Berlinghieri. Opere in musei, pinacoteche e luoghi pubblici Giampiero Poggiali Berlinghieri Opere in musei, pinacoteche e luoghi pubblici 1 -Appiano-Aria acqua terra- 2004 2 -Arezzo- New space- 1979 3 -Avezzano- The new space- 1979 4 -Bolzano - Riflessi- 1999 5-

Dettagli

Giampiero Poggiali Berlinghieri. Opere in musei, pinacoteche e luoghi pubblici

Giampiero Poggiali Berlinghieri. Opere in musei, pinacoteche e luoghi pubblici Giampiero Poggiali Berlinghieri Opere in musei, pinacoteche e luoghi pubblici 1 -Appiano-Aria acqua terra- 2004 2 -Arezzo- New space- 1979 3 -Avezzano- The new space- 1979 4 -Bolzano - Riflessi- 1999 5-

Dettagli

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì!

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Limerik di Ettore (nipotino grande) 9 PREFAZIONE È stata un emozione

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 . DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 MOTIVAZIONI La consapevolezza che nei bambini della scuola dell infanzia sia necessario diffondere la

Dettagli

CURRICULUM ARTISTICO. Alfa Cure Firenze. Camera del Lavoro Viareggio. Studio d'arte Duomo Prato Studio d'arte Scarnicci Firenze

CURRICULUM ARTISTICO. Alfa Cure Firenze. Camera del Lavoro Viareggio. Studio d'arte Duomo Prato Studio d'arte Scarnicci Firenze CURRICULUM ARTISTICO 1973 M OSTRE PERSONALI: Alfa Cure 1974 M OSTRE COLLETTIVE: Camera del Lavoro Viareggio 1975 M OSTRE PERSONALI: Studio d'arte Duomo Prato Studio d'arte Scarnicci M OSTRE COLLETTIVE:

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Prima che la storia cominci

Prima che la storia cominci 1 Prima che la storia cominci Non so da dove sia scaturita questa mia voglia di scrivere storie. So che mi piace ascoltare le narrazioni degli altri e poi ripensare quelle storie fra me e me, agitarle,

Dettagli

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta.

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta. 1 Completate con i verbi dati. parlate partono preferiamo abitano pulisce lavora sono vivo aspetto 1. Stefania... tanto. 2. Io... una lettera molto importante. 3. Tu e Giacomo... bene l inglese. 4. Noi...

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Giulia Loscocco. Hao Zhaou

Giulia Loscocco. Hao Zhaou Giulia Loscocco dolce e morbida è piccina piccina e ha il cappello rosso. È sempre triste e certe volte felice. è fatta per essere abitata. La cosa che mi piace di più è il materasso della mia camera.

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari NUMERO 04 MARZO 2010 il punto G del gioco ZERO ASSOLUTO CASINÒ DI SANREMO SPECIALE ENADA SPECIALE ENADA Il gioco ritorna in fiera POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari numero 04 marzo 2010 PAMELA

Dettagli

COMUNE DI SESTO FIORENTINO

COMUNE DI SESTO FIORENTINO COMUNE DI SESTO FIORENTINO MONUMENTI uno ArteStudio53 Comune di Sesto Fiorentino Sindaco Andrea Barducci Scultore Giampiero Poggiali Berlinghieri A cura di Rolando Bellini Contributi di Fabrizio Borghini

Dettagli

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI Maggio-Giugno Le campane nel campanile suonano a festa. E risorto Gesù E Pasqua senti come suonano allegre! ascoltiamole Queste suonano forte! Maestra perchè

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

nel nel giardino del gigante...

nel nel giardino del gigante... nel nel giardino del del gigante... Scuola dell infanzia Scuola dell infanzia - Scuola primaria classi 1^ 2^ 3^ Scuola primaria classi 4^ 5^ - Scuola secondaria di I grado Visita autogestita al Giardino

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

L INCREDIBILE VIAGGIO NEL CIELO

L INCREDIBILE VIAGGIO NEL CIELO Scuola dell infanzia paritaria Opera Pia G. Cavallini PROGETTO ANNUALE 2012-2013 L INCREDIBILE VIAGGIO NEL CIELO Premessa Il nostro viaggio inizia da un posto a noi molto caro e vicino: la nostra biblioteca!

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

PRESENTAZIONE INDICE

PRESENTAZIONE INDICE PRESENTAZIONE Quest anno noi ragazzi di prima C, con l aiuto dell insegnante di Lettere, abbiamo deciso di comporre alcune brevi poesie per creare un atmosfera natalizia dolce e festosa. Oltre a rallegrarvi

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

Omaggio a Luciano Minguzzi. Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna

Omaggio a Luciano Minguzzi. Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna Omaggio a Luciano Minguzzi Via delle Donzelle 2, Bologna Dal 26 gennaio al 29 aprile 2012 Inaugurazione mercoledì 25 gennaio 2012, ore 18.30 Comunicato stampa Bologna, 24 Gennaio 2012 - La rinnova, a partire

Dettagli

SCHEDA PROFILO ARTISTICO

SCHEDA PROFILO ARTISTICO SCHEDA PROFILO ARTISTICO Ermanno Franchini nato a Salò ( BS ) il 14/10/1958 residente a Toscolano Maderno in via Paolo Veronese, 32 Tel. 0365-548482 Cell. 349-8133604 E.mail : ermanno.franchini@libero.it

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ. Scuola dell'infanzia Cibeno Pile Scuola Primaria don Lorenzo Milani. L'ALFABETO delle fiabe si fa GIOCO

PROGETTO CONTINUITÀ. Scuola dell'infanzia Cibeno Pile Scuola Primaria don Lorenzo Milani. L'ALFABETO delle fiabe si fa GIOCO PROGETTO CONTINUITÀ Scuola dell'infanzia Cibeno Pile Scuola Primaria don Lorenzo Milani L'ALFABETO delle fiabe si fa GIOCO I primi giorni di aprile, tornati dalle vacanze di Pasqua, il postino ci porta

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando A Natale C è una strana sensazione che ti fa nascere un emozione di amicizia e unità e tanta felicità. Dentro gli occhi di un bambino si vede un mondo più carino, senza guerre e disuguaglianza un mondo

Dettagli

arredo complementi giardino la casa che parla di te Coloniale progetta emozioni

arredo complementi giardino la casa che parla di te Coloniale progetta emozioni arredo complementi giardino la casa che parla di te Coloniale progetta emozioni Coloniale progetta emozioni Una storia di viaggi, di scoperte, di incontri e di persone. Un padre, un figlio, un amico, che

Dettagli

PINOCCHIO E LA FATICA DI CRESCERE

PINOCCHIO E LA FATICA DI CRESCERE PINOCCHIO E LA FATICA DI CRESCERE MOTIVAZIONI In questi ultimi anni stiamo vivendo nei bambini,un accentuata forma di irrequietezza, mancanza di attenzione e difficoltà nell accettazione di regole e dei

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Mazzoni Cinzia. Senza meta acrilico su legno 100 X 150 anno 2015

Mazzoni Cinzia. Senza meta acrilico su legno 100 X 150 anno 2015 Mazzoni Cinzia Senza meta acrilico su legno 100 X 150 anno 2015 Nata e residente a Livorno, Cinzia Mazzoni inizia il suo percorso artistico come illustratrice. La sua passione nasce in realtà da quando

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Gigisland I edizione 2011 Luigi Giulio Bonisoli Responsabile della pubblicazione: Luigi Giulio Bonisoli Riferimenti web: www.melacattiva.com www.scribd.com/luigi Giulio

Dettagli

Ricordi trasposti in poesia

Ricordi trasposti in poesia Alessandra Proietti De Nicola Ricordi trasposti in poesia lungo il viale del tramonto Alessandra Proietti De Nicola "Ricordi trasposti in poesia lungo il viale del tramonto" Proprietà letteraria riservata

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini. Pinocchio

I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini. Pinocchio I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini Pinocchio Indice illustrato CAPITOLO 1 Tutto comincia con un pezzo di legno............. 7 CAPITOLO 2 Quando un burattino ha fame.... 17 CAPITOLO 3 Il Gran

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

IURY E LA Tigre bianca

IURY E LA Tigre bianca IURY E LA Tigre bianca di Infanti Susy Dedicato a tutti coloro, che desiderano cambiare il mondo accanto a se, con l'augurio di non perdere mai la speranza. C era una volta, in un tempo non molto lontano,

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

RODARI. Bibliografia tematica. CERDD Bellinzona. PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI. http://english.palazzoesposizioni.it/

RODARI. Bibliografia tematica. CERDD Bellinzona. PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI. http://english.palazzoesposizioni.it/ RODARI Bibliografia tematica CERDD Bellinzona PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI. http://english.palazzoesposizioni.it/ 1 SOMMARIO SOMMARIO... 1 INTRODUZIONE... 2 BIBLIOGRAFIA... 3 Favole e racconti... 3 Filastrocche...

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Inchiostro in libertà

Inchiostro in libertà Autopubblicati Inchiostro in libertà di Roberto Monti Ci sono parole nascoste in noi, elementi celati negli angoli invisibili dell anima. Fondamenta per la logica umana Abbiamo tutti il diritto ai nostri

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO

IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Il tema scelto vuole trasmettere ai bambini l importanza del patrimonio letterario classico. Inoltre, presentando la figura dell EROE,

Dettagli

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni PIANO DI L ETTURA LA PIANTA MAGICA ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Orecchia Serie Azzurra n 81 Pagine: 87 Codice: 978-88-384-3564-2 Anno di pubblicazione: 2006 Dai 7 anni L AUTRICE Erminia Dell

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro realizzazione grafica: Valerio Rosati - Ufficio Stampa Rai Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro italiano:

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

P R O G E T T O IL PESO DELLE PAROLE. ( Coro per voce sola)

P R O G E T T O IL PESO DELLE PAROLE. ( Coro per voce sola) P R O G E T T O IL PESO DELLE PAROLE ( Coro per voce sola) Di Marco Brovia Enzo Massa Simona Colonna Mauro Fede IL LIBRO TITOLO: TESTI: IMMAGINI: FORMATO: EDITRICE: STAMPA: IL PESO DELLE PAROLE (Coro per

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

I colori dell autunno

I colori dell autunno I quaderni di Classe II A Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi Castrezzato (BS) I colori dell autunno Haiku Poëtica Novembre 2009 Poëtica Classe II A - Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi -

Dettagli

Scuola dell Infanzia M.Montessori. Progetto Educativo-Didattico A.S.2011-12

Scuola dell Infanzia M.Montessori. Progetto Educativo-Didattico A.S.2011-12 Scuola dell Infanzia M.Montessori Progetto Educativo-Didattico A.S.2011-12 Premessa Ogni bambino-a giunge alla Scuola dell Infanzia con un bagaglio di esperienze e conoscenze legate alla propria storia

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

niamoci attraverso Arte Lingue Musica METODOLOGIA ARTE LINGUE MUSICA

niamoci attraverso Arte Lingue Musica METODOLOGIA ARTE LINGUE MUSICA niamoci attraverso Arte Lingue Musica METODOLOGIA ARTE LINGUE MUSICA giocare con l arte arte e natura ART artemania - parole che dicono, parole che raccontano - storie per scoprire - musica in gioco e

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

1 Completate il cruciverba.

1 Completate il cruciverba. Esercizi 1 Completate il cruciverba. Orizzontali 1. Giulia scrive messaggini a tutti con il... 2. Che bello... gli amici! 3. Amo... lezione d italiano. 4. Il primo giorno di scuola conosco nuovi... Verticali

Dettagli

il piacere muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana

il piacere muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana il piacere di muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana Muoviti per la salute Scienziati, medici ed esperti di problemi legati all età anziana

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Enzo l incontro con Gesù

Enzo l incontro con Gesù Enzo l incontro con Gesù Enzo Casagni ENZO L INCONTRO CON GESÙ Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Enzo Casagni Tutti i diritti riservati A Gesù che mi ha sempre seguito fin dal seno

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 4 uscita del 27 ottobre 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli