CENTRALE ANTIFURTO A 4/8 ZONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CENTRALE ANTIFURTO A 4/8 ZONE"

Transcript

1 CENTRALE ANTIFURTO A 4/8 ZONE (CEN1410MCP) (CEN1810MCP) MANUALE DI INSTALLAZIONE

2 Le Centrali antifurto: CEN1410MCP (Ge nius 4) e CEN1810MCP (Ge nius 8) sono conformi ai requisiti definiti dalle seguenti norme: Emissioni: EN :1992 Immunità: EN : A1:1998 Bassa Tensione: EN 60950:2000 Anti fur to: CEI 79/2 2ª Ed L installazione della Centrale deve essere effettuata a regola d'arte, in accordo con le norme vigenti. Questa Centrale è stata sviluppata secondo criteri di qualità, affidabilità e prestazioni adot ta ti dal la SICURIT ALARMITALIA S.r.l.. Si raccomanda di verificare il corretto funzionamento del sistema di sicurezza almeno una volta al mese. Le procedure per il collaudo dipendono dalla configurazione del sistema di sicurezza. Chiedere all'installatore del sistema di sicurezza le procedure da seguire. La SICURIT ALARMITALIA S.r.l. declina ogni responsabilità nel caso in cui la Centrale venga manomessa da personale non autorizzato. Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso SICURIT Alarmitalia s.r.l. Via Ga da mes 91 - MILANO (Italy) Tel. (02) (ISDN) Fax (02) cu rit.it ISTISSCIGENIUS V10

3 INDICE INTRODUZIONE 4 Caratteristiche Generali Descrizione Generale IDENTIFICAZIONE DELLE PARTI 5 Centrale Inseritore e Attivatore INSTALLAZIONE 8 Fissaggio meccanico Descrizione delle morsettiere Schemi di collegamento Collegamento dei sensori di allarme Controlli ausiliari sui sensori Collegamento della zona antisabotaggio Collegamento dei dispositivi di segnalazione Collegamento degli Inseritori Organi di comando ausiliari Collegamento dell alimentazione Impianto tipico Apertura della Centrale PARAMETRI PROGRAMMABILI 17 Programmazione Zone Tipo Attributi Temporizzazioni Gruppi di parzializzazione Opzioni di funzionamento PROGRAMMAZIONE 18 Accesso alla programmazione Programmazione delle zone Programmazione delle temporizzazioni Programmazione dei gruppi di parzializzazione Programmazione delle opzioni e degli Attivatori Impostazioni di fabbrica Ripristino delle impostazini di fabbrica

4 INTRODUZIONE Caratteristiche Generali Ge nius 4 e Ge nius 8 sono due cen tra li per si ste mi di si cu rez za che dif fe ri sco no solo per il nu me ro di zone di spo ni - bi li: Ge nius 4 è do ta ta di 4 zone; Ge nius 8 è do ta ta di 8 zone. In questo manuale di userà il termine Centrale per descrivere le caratteristiche e le procedure comuni a Genius 4 e Ge nius 8. Chiave elettronica integrata. Ge nius 4: 4 zone di in gres so. Ge nius 8: 8 zone di in gres so. Zone d'ingresso programmabili come: Immediate, Ritardate, Percorso, 24h, Bilanciate, NC. 1 zona 24h di sa bo tag gio. 1 relè di allarme programmabile. 1 uscita di allarme per avvisatore telefonico. 1 uscita open collector programmabile. Ingresso per l inserimento/disinserimento remoto. Ingresso per il controllo della batteria sulla sirena autoalimentata. Alimentazione per sensori antincendio con possibilità di ripristino. Possibilità di collegare fino ad 8 Inseritori per chiave elettronica per gestire l inserimento e la parzializzazione. 4 gruppi di zone per gestire parzializzazioni dell impianto 2 gruppi di parzializzazione gestiti con chiave elettronica. 2 gruppi di parzializzazione gestibili esternamente. Semplice programmazione da pannello frontale. Alimentatore carica batteria da 1,5 A. Descrizione Generale Alloggiamento per batteria da 7 Ah Dimensioni: 308x232x85 mm. La programmabilità delle zone di ingresso e delle modalità di funzionamento, la possibilità di parzializzare l impianto, la chiave elettronica incorporata, la presenza di usciite ausiliarie, il controllo della batteria della sirena, conferiscono a questa Centrale una flessibilità di utilizzo difficilmente riscontrabile su centrali della stessa fascia di prezzo. Inseritori Alla Centrale possono essere collegati fino ad 8 Inseritori per chiave elettronica tramite i quali si possono effettuare le principali operazioni (inserimento, parzializzazione, disinserimento, servizio) da un punto qualsiasi dell'impianto. Gli Inseritori sono disponibili "con contatti" e "senza contatti": nella versione con contatti lo scambio d'informazioni tra l'attivatore (CHE468) e l'inseritore avviene per mezzo di contatti elettrici; nella versione senza contatti lo scam bio di informazioni tra l'attivatore (CHE480) e l'inseritore avviene per accoppiamento magnetico. Per il resto, entrambe le versioni permettono lo stesso tipo di operazioni con modalità leggermente differenti: nella versione con contatti, la scelta dell'operazione avviene per mezzo di un pulsante sull'attivatore; nella versione senza contatti, la scel ta del l'o - perazione avviene per mezzo di un pulsante posto sul fondo dell'apertura dell'inseritore. Entrambe le versioni sono disponibili per essere accoppiate alle principali linee di illuminotecnica, come mostrato nella tabella seguente. Gruppi di parzializzazione CODICE DESCRIZIONE CODICE DESCRIZIONE CHE403 CHE404 CHE405 CHE406 CHE483MAG Inse ri to re a 3 LED, con con tat ti, ver sio - ne MAGIC Inse ri to re a 3 LED, con con tat ti, ver sio - ne LIVING Inseritore a 3 LED, con contatti, versione LIVING INTERNATIONAL Inse ri to re a 3 LED, con con tat ti, ver sio - ne VIMAR Inseritore a 3 LED, senza contatti, ver - sione MAGIC CHE483LIV CHE483VIM CHE483GEW CHE483PLA CHE483LIG Inseritore a 3 LED, senza contatti, ver - sio ne LIVING INTERNATIONAL Inseritore a 3 LED, senza contatti, ver - sione VIMAR Inseritore a 3 LED, senza contatti, ver - sione GEWISS Inseritore a 3 LED, senza contatti, ver - sione PLAYBUS Inseritore a 3 LED, senza contatti, ver - sione LIGHT I gruppi di parzializzazione rendono questa Centrale molto flessibile nella gestione dell impianto. Sono definibili 4 grup pi di zone, due di que sti sono ge sti ti dal la chia ve elet tro ni ca, men tre gli al tri due (det ti ester ni) sono ge sti bi li attraverso opportuni morsetti sulla scheda. Programmazione La programmazione si effettua sul pannello della centrale con una semplice mascherina di programmazione. 4 Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8

5 IDENTIFICAZIONE DELLE PARTI In questo capitolo vengono identificate le parti e le spie della Centrale, degli Inseritori e degli Attivatori. I numeri in grassetto presenti nel manuale fanno riferimento alle tabelle e alle figure presenti in queste pagine, salvo indica - zioni diverse. Per le spie viene descritta per prima la condizione normale e poi quella eccezionale. Centrale SPIA MEMORIA ESCLUSO INSERITO ALLARME GUASTO PRONTO TAMPER Servizio lampeggiante lampeggiante veloce: lampeggiante: lampeggiante: lampeggiante: lampeggiante veloce: DESCRIZIONE zona corrispondente a riposo. zona corrispondente in allarme. allarme memorizzato sulla zona corrispondente. allarme memorizzato e zona in allarme. zona corrispondente inclusa. zona corrispondente esclusa. impianto disinserito. impianto inserito. nessun allarme in corso. allarme in corso. allarme memorizzato. non ci sono malfunzionamenti. c è qualche malfunzionamento; controllare per mezzo della Visualizzione Estesa (v. MANUALE UTENTE). segnala la fase di visualizzazione estesa. è possibile inserire l impianto senza causare un allarme (Pronto all'inserimento). c è almeno una zona non esclusa in allarme; l inserimento dell impianto potrebbe causare un allarme indesiderato. la zona antisabotaggio è a riposo. la zona antisabotaggio è in allarme. allarme memorizzato sulla zona antisabotaggio. allarme memorizzato e zona antisabotaggio in allarme. la centrale si trova nello stato normale. la cen tra le è nel lo Stato di Servizio. Le tre spie dell inseritore sul pannello hanno lo stesso significato delle spie poste su tutti gli altri Inseritori: vedere, a questo proposito, il paragrafo "Inseritore e Attivatore". Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8 5

6 PARTE 1 Viti (4) per il fis sag gio del pan nel lo fron ta le al fon do. 3 Inseritore per chiave elettronica. 4 Fori (4) per il fis sag gio del fon do (Ø 5 mm). DESCRIZIONE 5 Ponticello [SERV] per l'impostazione dello Stato di Servizio. 6 Fusibile a protezione delle linee di alimentazione dei sensori (250 V - 5 A). 7 Microinterrutore a protezione dell apertura della centrale. 8 Ponticello [CH BASE] per l impostazione del Funzionamento Semplificato. ponticello rimosso: funzionamento normale; ponticello in se ri to: Funzionamento Semplificato. 9 Connettori per il collegamento della batteria tampone. 10 Fori (2) per il pas sag gio cavi (Ø 40 mm). 11 Mor set tie ra per il col le ga men to del la di rete di alimentazione (230 V~ ±10% ma 12 Allog gia men to per una bat te ria tam po ne da 13,8 V - 7 Ah (non for ni ta) L AC N Figura 1 Parti della centrale Genius 8 6 Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8

7 Inseritore e Attivatore Gli inseritori supplementari vanno acquistati separatamente e sono disponibili nelle seguenti versioni. PARTE DESCRIZIONE 13 Morsettiera per i collegamenti. 14 Apertura per l'attivatore. 15 Pulsante di comando. 16 Ponticello riservato: lasciare inserito! 17 Ponticello riservato: la scia re nel la po si zio ne 5 V! 18 Microinterruttori per l impostazione dell indirizzo. Nella prima colonna della tabella seguente, la parola fra le virgolette si riferisce al colore della spia. SPIA rossa gialla verde lampeggiante: DESCRIZIONE impianto disinserito. impianto inserito. almeno una zona NON esclusa è in allarme, l inserimento dell impianto potrebbe provo - ca re un allarme indesiderato. il gruppo di parzializzazione A è incluso. il gruppo di parzializzazione A è escluso. il gruppo di parzializzazione B è incluso. il gruppo di parzializzazione B è escluso. La descrizione di queste spie è valida anche per l Inseritore posto sul pannello della Centrale. a) b) c) O N ON 13 f) e) d) Figura 2 Parti degli Inseritori e degli Attivatori: a) e b) vista laterale e frontale dell'inseritore, versione MAGIC, CHE403; c) Atti va to re CHE488; d) Attivatore Senza Contatti CHE488; e) ed f) vista frontale e laterale dell'inseritore Senza Contatti, versione MAGIC, CHE483MAG. Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8 7

8 INSTALLAZIONE Fissaggio meccanico Centrale Scegliere il punto di installazione della Centrale in funzione del suo utilizzo e della presenza di eventuali Inseritori per chiave elettronica. Per il fissaggio della Centrale procedere come segue facendo riferimento alla figura a pagina 6. Rimuovere il pannello frontale togliendo le viti 1. Fare passare i cavi per i collegamenti attraverso le apposite aperture 10, quindi fissare la Centrale tramite i fori 4. Inseritori Installare gli Inseritori nei punti in cui si deve controllare l inserimento, il disinserimento e la parzializzazione della Centrale. Descrizione delle morsettiere Gli Inseritori vanno installati come gli interruttori e le prese domestiche. Prima di fissare gli Inseritori eseguire i collegamenti sulla morsettiera 13 e l'impostazione dell'indirizzo tramite i mi - crointerruttori 18, come descritto nel paragrafo "Collegamento degli Inseritori". La distanza minima tra le aperture per gli Attivatori (14) di due Inseritori SENZA contatti, deve essere maggiore di 5 cm. Nelle tabelle seguenti sono descritti sinteticamente i morsetti della Centrale e dell Inseritore per chiave elettronica: nella colonna M. è riportata la sigla del/i morsetto/i descritto/i; nella colonna DESCRIZIONE viene data una descrizione sintetica del/i morsetto/i indicato/i nella colonna M.; nella colonna V è ri por ta ta la ten sio ne, in volt, pre sen te sul/i mor set to/i de scrit to/i (il sim bo lo / in di ca che non è possibile specificare un valore di tensione); nella collonna I è riportata la corrente massima, in ampere, che può circolare sul/i morsetto/i descritto/i (il simbolo / indica che non è possibile specificare un valore di corrente); i numeri fra parentesi tonde si riferiscono a delle note riportate in fondo alla tabella. 8 Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8

9 Centrale M. DESCRIZIONE V I [NA-COM-NC] [+A] [+N] Scambio libero del relè di allarme per il collegamento di dispositivi di segnalazione che non possono essere collegati direttamente ai morsetti [+A] e [+N]: a riposo [NC] collegato con [COM] ed [NA] appeso; in allarme [NA] collegato con [COM] ed [NC] appeso. Morsetto per il collegamento delle sirene per interni: a riposo morsetto appeso; in allarme tensione sul morsetto. Morsetto per il collegamento delle sirene autoalimentate: a riposo tensione sul morsetto; in allarme morsetto appeso. / 3 13,8 (2) 13,8 (1) [BS] Controllo batteria sirena, (per sirene predisposte): se non utilizzato va collegato alla massa! / / [+F] Alimentazione per un eventuale dispositivo ausiliario, per esempio avvisatore telefonico. 13,8 (1) [+AT] [OUT] [K] [+OFF] Morsetto per il collegamento del avviasatore telefonico: a riposo tensione sul morsetto; in allarme morsetto appeso. Uscita ausiliaria open-collector: a riposo morsetto appeso; in caso di fusibile interrotto, mancanza rete, batteria scarica o problemi sul bus morsetto a massa. Morsetto ausiliario per l inserimento/disinserimento della Centrale con organi di comando ausiliari (chiavi meccaniche, chiavi elettroniche, radiochiavi, ecc.): ad ogni impulso di massa la Centrale cambia stato. Morsetto per la segnalazione dello stato della centrale: Centrale disinserita tensione sul morsetto; Centrale inserita morsetto appeso. 13,8 0,2 0 0,2 / / ,1 [+] Alimentazione Inseritori: positivo. 13,8 (1) [C] Morsetto Comando per il collegamento degli Inseritori. / / [R] Morsetto Risposta per il collegamento degli Inseritori. / / [EC] [ED] Morsetto per l esclusione del Gruppo C: morsetto a massa Gruppo C escluso; morsetto appeso Gruppo C incluso. Morsetto per l esclusione a del Gruppo D: morsetto a massa Gruppo D escluso; morsetto appeso Gruppo D incluso. / / / / [+F] Morsetti per l alimentazione dei sensori. 13,8 (1) [L1 L8] Zone di allarme programmabili come NC o Bilanciate (3): morsetto collegato alla massa (NC) o alla massa con 10 K (Bil.) zona a riposo; morsetto appeso (NC) o NON collegato alla massa con 10 K (Bil.) zona in allarme. / / [AS] Zona antisabotaggio NC. / / [M] Massa. 0 / Note (1) La som ma del le cor ren ti as sor bi te dai mor set ti [+F], [12] e [+N] non deve su pe ra ra 1 A. (2) Dal morsetto [+A] possibile assorbire per brevi periodi, fino a 2,5 A. (3) Le zone provocano un allarme ogni volta che sono violate a Centrale inserita (Funzionamento Ripetitivo). Le zone che rimangono permanentemente in allarme (per esempio a causa di un guasto) provocano comunque un solo ci clo di al lar me. Questo modo di funzionamento è espressamente richiesto dalle norme CEI 79/2. Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8 9

10 Inseritore M. DESCRIZIONE V I [+] Alimentazione: positivo. 13,8 / [R] Morsetto Risposta da collegare al corrispondente sulla Centrale. / / [C] Morsetto Comando da collegare al corrispondente sulla Centrale. / / [ ] Alimentazione: negativo. 0 / Schemi di collegamento Convenzioni negli schemi Nei paragrafi successivi vengono descritti gli schemi di collegamento tra la Centrale e i vari dispositivi che posso - no comporre un sistema di sicurezza. I collegamenti vengono illustrati separatamente per ciascuna famiglia di dispositivi (sensori, dispositivi di segnala - zione, Inseritori,ecc.) in modo da non appesantire troppo i relativi schemi. Si rac co man da l u so di cavo scher ma to per i col le ga men ti, con un capo del lo scher mo col le ga to alla mas sa del la Cen - trale e l altro lasciato libero. Collegamento dei sensori di allarme Gli esempi riportati si riferiscono ai collegamenti più comuni poiché sarebbe impossibile illustrare tutte le applica - zioni possibili di questa Centrale vista la sua estrema versatilità. Negli schemi sono adottate alcune esemplificazioni a vantaggio della chiarezza e dell immediatezza degli stessi: della Centrale vengono mostrati di volta in volta solo i morsetti che debbono essere collegati; non è detto che tali morsetti siano nella stessa posizione relativa in cui si trovano nella realtà sulla scheda, questo per ridurre al minimo gli incroci tra le connessioni. I sen so ri van no col le ga ti ai mor set ti [L1], [L2], [L3], [L4], [L5], [L6], [L7] ed [L8] che fan no capo alle 8 zone di cui la Centrale dispone. È possibile collegare sensori con contatti di allarme normalmente chiusi. A ciascuna zona possono essere collegati più sensori anche se è preferibile collegare un solo per ogni zona, in modo da poter individuare quello andato in allarme. La Centrale viene fornita con i resistori di bilanciamento, poiché la programmazione di fabbrica è impostata per li - nee bilanciate. I resistori vanno rimossi per collegare i sensori e andranno poi collegati tra l ultimo della li - nea e mas sa. Se in ve ce si opta per pro gram ma re le zone come N.C. (Nor mal men te Chiu se), i re si sto ri di bi lan cia men to non sa - ranno più necessari. Ogni zona di ingresso dispone della propria alimentazione dai morsetti +F (positivo) e M (negativo). L alimentazione dei sensori è protetta dal fusibile 6 la cui bruciatura sarà segnalata dall accendersi della spia GUASTO della Centrale. In Figura 3 è illustrato il collegamento di un con una zona bilanciata mentre in Figura 4 è il lu stra to il col le - ga men to di 3 sen so ri ad una zona bi lan cia ta. L1 +F Genius 8(4) 10K N. C. A. S. Figura 3 Collegamento di un ad una zona bilanciata. 10 Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8

11 L1 +F Genius 8(4) 10K N. C. A. S. N. C. A. S. N. C. A. S. Figura 4 Collegamento di tre sensori ad una zona bilanciata. Abilitazione Memoria Spia di Segnalazione Allarme Il collegamento dei contatti antisabotaggio (morsetti A.S.) viene trattato separatamente nel paragrafo "Collega - mento della zona antisabotaggio". Controlli ausiliari sui sensori Alcuni sensori sono dotati di ingressi per controlli ausiliari come l abilitazione della memoria o la disabilitazione della spia di segnalazione allarme. Questa funzione è particolarmente utile quando si devono collegare più sensori alla stessa linea di una centrale antifurto, poiché consente di individuare il che ha provocato l allarme. Questa funzione permette di disabilitare la spia di segnalazione allarme del sen so re e vie ne usa ta per evi ta re che la stessa avvisi l eventuale intruso che è stato rilevato, mentre consente all installatore di effettuare le prove di co - pertura. In genere queste funzioni vengono abilitate a centrale inserita con comando negativo o positivo, a secondo del tipo di utilizzato. È possibile utilizzare per questi controlli, il segnale fornito dall uscita +OFF. In Figura 5 è illustrato il collegamento di tre sensori dotati di morsetto per l'abilitazione della memoria: la memoria dei sensori è abilitata quando il loro morsetto [AB] è appeso, mentre è disabilitata quando il loro morsetto [AB] è collegato al positivo: quando la Centrale è disinserita, il positivo presente sul suo morsetto [+OFF] disabilita la me - moria dei sensori. L1 +F +OFF Genius 8(4) 10K N. C. A. S. AB WT N. C. A. S. AB WT N. C. A. S. AB WT Figura 5 Collegamento di tre sensori con memoria a comando positivo. Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8 11

12 AS Genius 8(4) A. S. A. S. A. S. Figura 6 Collegamento dei contatti antisabotaggio. Collegamento della zona antisabotaggio La Centrale è dotata di una zona antisabotaggio 24h di tipo N.C., per il collegamento dei contatti antisabotaggio presenti sui dispositivi del sistema di sicurezza. Il collegamento va effettuato come segue (vedere Figura 6): collegare in serie i contatti antisabotaggio di tutti i dispositivi del sistema di sicurezza; col le ga re un capo del la se rie al mor set to [AS] e l al tro capo al mor set to M. Collegamento dei dispositivi di segnalazione Per dispositivi di segnalazione si intendono quegli apparecchi destinati a segnalare lo stato di allarme. Dispositivi di segnalazione tipici sono le sirene autoalimentate, le sirene per interni, gli avvisatori telefonici, ecc. Sirene La Centrale è dotata del morsetto [+A] specifico per il collegamento di sirene per interni e del morsetto [+N] speci - fico per il collegamento di sirene autoalimentate. Avvisatore Telefonico Inol tre è di spo ni bi le uno scam bio li be ro (mor set ti [NA], [COM] ed [NC]) che con sen te, con sem pli ci ca blag gi, il col - legamento di qualsiasi tipo di dispositivo di segnalazione. Nella Figura 7 è illustrato il collegamento di una sirena autoalimentata e di una sirena per interno. La Centrale è dotata del morsetto [+AT] per l'attivazione di una avvistatore telefonico. Nella Figura 8 è illustrato il collegamento di un Avvisatore Telefonico. Il collegamento dei contatti antisabotaggio (morsetti A.S.) viene trattato separatamente nel paragrafo "Collega - mento della zona antisabotaggio". +A +N Genius 8(4) +N -A S S1 sirena autoalimentata Figura 7 Collegamento di una sirena autoalimentata e di una per sirena interno. 12 Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8

13 +12 + AT Genius 8(4) +12 L1 Avv. Tel. figura 8 Collegamento dell avisatore telefonico. Collegamento degli Inseritori Collegamenti Elettrici Impostazione dell'indirizzo Microinterruttore N. La Centrale è predisposta per il collegamento di un massimo di 8 Inseritori per chiave elettronica. Gli Inseritori vanno collegati in parallelo sul bus di comunicazione: i morsetti [+] e [M] forniscono l alimentazione men tre i mor set ti [C] e [R] co sti tu i sco no il bus di scam bio dati. In Figura 9 è illustrato il collegamento di 3 Inseritori. Se l impianto prevede più di un Inseritore esterno si devono assegnare a ciascuno di essi indirizzi diversi, come descritto nel paragrafo seguente L'impostazione dell'indirizzo dell'inseritore si effettua tramite i microinterruttori 2, 3 e 4 del banco 18, come il lu stra - to nella tabella seguente. Indirizzo (1) off off off off off off off off 1 (2) off off off off off off off off 2 (3) off ON off ON off ON off ON 3 (4) off off ON ON off off ON ON 4 (5) off off off off ON ON ON ON Fare riferimento ai numeri fra parentesi per impostare l'indirizzo degli Inseritori a cinque microinterruttori (serie CHE483) Non è necessario rispettare un ordine nell assegnare gli indirizzi, ma è fondamentale che siano diversi. + C R Genius 8(4) C R C R C R Inseritore Inseritore Inseritore Figura 9 Collegamento di tre Inseritori. Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8 13

14 sirena autoalimentata S2 S -A +N B * NO COM NC +A +N BS Genius 8(4) AT +F L1 +F L2 N. C. A. S. +12 L1 avvisatore telefonico N. C. A. S. * [BS] - Morsetto per controllo batteria sirena: collegare a sirene predisposte, altrimenti collegare alla massa. N. C. A. 10 K S. Figura 10 Schema di un impianto tipico.

15 ED EC Centrale K OUT +12 R C +12F R C +F L8 AS R C N. C. A. S. 10 K Bus parallelo Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8 15

16 Organi di comando ausiliari Inserimento e disinserimento Esclusione dei gruppi C e D Collegamento dell alimentazione È possibile collegare alla Centrale dei dispositivi di comando ausiliari come, ad esempio, altri tipi di chiavi elettroniche, chiavi meccaniche, radiocomandi o telecontrolli. Sono previsti a questo scopo, un morsetto per l'inserimento e il disisnserimento della Centrale, e due morsetti per l'esclusione di 2 dei 4 gruppi di parzializzazione disponibili. Per inserire e disinserire la Centrale usare il morsetto [K]: quando su questo morsetto è presente un im pul so di mas - sa del la du ra ta di al me no 300 ms (0,3 secondi) la Centrale cambia stato. Si potrà utilizzare quindi qualsiasi or - gano di comando che fornisca un uscita impulsiva. Per escludere i gruppi di zone C e D definiti in fase di programmazione, collegare alla massa rispettivamente il mor set to [EC] o il mor set to [ED]. Non è possibile agire dall esterno sui gruppi A e B poichè questi sono controllati unicamente dalla chiave elettronica. La Centrale è alimentata dalla tensione di rete (230 V/50 Hz) attraverso un alimentatore switching alloggiato nel suo contenitore. I fili della rete vanno collegati ai morsetti 11 mentre la batteria tampone va collegata ai connettori 9. Collegando l alimentazione con la Centrale aperta NON si avrà un allarme per centrale aperta poiché questo è di - sabilitato finché il coperchio non verrà richiuso. Da quel mo men to in poi l a per tu ra del la cen tra le pro vo che rà un al lar me per sa bo tag gio. Se la tensione di rete viene a mancare l alimentazione è comunque garantita dalla batteria tampone da 13,8 V 7 Ah massimo (non fornita). Questa anomalia viene segnalata: dall accensione della spia GUASTO sul pannello della Centrale; dalla massa sul morsetto [OUT]. In ogni caso vanno ricercate ed eliminate le cause del malfunzionamento prima che la batteria si esaurisca. Anche in questo caso, comunque, alimentando di nuovo la Centrale questa si configurerà nella stessa maniera in cui si trovava prima che venisse a mancare l alimentazione, grazie alla presenza di una memoria non volatile sulla quale vengono registrati tutti i cambiamenti di stato che si verificano durante il funzionamento della Centrale. Impianto tipico Nelle pagine seguenti (Figura 10) è mostrato lo schema di un impianto tipico realizzabile con la centrale Genius 8. Nella figura viene mostrato, da sinistra verso destra: il collegamento dei dispositivi di segnalazione (una sirena interna ed una autoalimentata); il collegamento con un avvisatore telefonico; il collegamento di 3 sensori antifurto alla linea L1; il collegamento di 1 antifurto alla linea L8; il collegamento della linea antisabotaggio; il collegamento di 2 Inseritore al bus della Centrale. Per questo schema, tenere presente che: nel collegamento della sirena è stato utilizzato il morsetto [BS] per il controllo della batteria della stessa, se la si - re na uti liz za ta non è pre di spo sta per for ni re que sto se gna le, il mor set to [BS] va col le ga to alla mas sa; Apertura della Centrale la zona n. 1 (mor set to [L1]) e la zona n. 8 (mor set to [L8]) do vran no es se re pro gram ma te come bi lan cia te po i ché è presente la resistenza di bilanciamento di 10 K. Il collegamento delle altre zone di allarme non viene mostrato poiché è uguale al collegamento delle zone n. 1 e n. 8. Anche se in que sto sche ma non vie ne mo stra to, si rac co man da l u so di cavi scher ma ti per i col le ga men ti, con gli schermi collegati alla massa (morsetti [M]) della Centrale. Se si ren do no ne ces sa rie del le pro ve a cen tra le aper ta, una vol ta che que sta è sta ta chiu sa, oc cor re ini bi re il mi - croswitch antisabotaggio preposto alla sua protezione, come descritto di seguito. Porre la Centrale nello Stato di Servizio. Rimuovere il coperchio della Centrale. Uscire dallo Stato di Servizio: NON si avrà un allarme per centrale aperta poiché questo è disabilitato finché la Centrale non verrà chiusa di nuovo. 16 Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8

17 PARAMETRI PROGRAMMABILI Programmazione Zone La Centrale permette la programmazione di un gran numero di parametri di funzionamento. In questo capitolo sono descritte le funzioni di ogni parametro, mentre la procedura di programamzzione è descritta nel capitolo "PROGRAMMAZIONE". Ciascuna zona di allarme della Centrale può essere adattata alla specifica installazione programmando il Tipo e gli Attributi. Tipo Tipo Descrizione La vio la zio ne di que sto tipo di zona di al lar me a cen tra le in se ri ta pro vo ca un al lar me im me dia to a meno che la Immediata stes sa non sia esclusa. Una vol ta in se ri ta la Cen tra le, la zona può es se re vio la ta per il Tem po di usci ta senza provocare un allarme, Ritardata mentre se viene violata a Centrale inserita genera una condizione di preallarme che, se non si disinserisce la Centrale, si tra sfor ma in al lar me solo dopo che tra scor so il Tem po di entrata. È il per cor so che si deve se gui re per ar ri va re alla Cen tra le en tran do da una zona ri tar da ta: gene ra un al lar me Percorso im me dia to se vie ne vio la ta per pri ma; ge ne ra un pre al lar me se vie ne violata dopo una ritardata. La zona, se violata, provoca un allarme immediato sia a Centrale inserita che a Centrale disinserita, a meno che 24h non sia esclusa Attributi Attributo Descrizione La zona è bilanciata con resistenza di bilanciamento da 10 K, cioè va in al lar me se vie ne aper ta, o col le ga ta Bilanciata alla mas sa con una re si sten za di va lo re di ver so da quel lo di bilanciamento. Normalmente La zona è nor mal men te chiu sa ver so mas sa, va in al lar me quan do vie ne aperta. Chiusa Temporizzazioni Di seguito sono descritte le temporizzazioni programmabili della Centrale. Tempo Descrizione Determina la durata, in secondi, del preallarme generato violando una zona Ritardata: se la Centrale viene disin - Tempo di Entrata se rita pri ma che sia tra scor so que sto tem po, l al lar me non avrà lu o go. Il Tem po di Entra ta è se gna la to con un se gna le acu sti co emes so dal la Cen tra le. Il Tempo di Entra ta può es se re di 10, o 60 se con di. Una volta inserita la Centrale, è possibile violare le zone Ritardate per la durata di questo tempo senza provoca - Tempo di Uscita re un al lar me. Il Tem po di Usci ta è se gna la to con un se gna le acu sti co emes so dal la Cen tra le. Il Tem po di Usci ta può es se re di 10, o 60 se con di.. Tempo di Allarme De ter mi na la du ra ta, in mi nu ti, del l'al lar me, e può es se re di 2, 3, 5 o 10 mi nu ti. Gruppi di parzializzazione I gruppi di parzializzazione sono gruppi di zone di allarme che possono essere escluse/reincluse contemporaneamente. La Centrale prevede l uso di 4 gruppi di parzializzazioni descritti di seguito. Gruppo Descrizione Gruppo A È il grup po di zone as so cia to alla spia gial la dell'inseritore (vedere il MANUALE UTENTE). Gruppo B È il grup po di zone as so cia to alla spia verde dell'inseritore (vedere il MANUALE UTENTE). Gruppo C È il grup po di zone as so cia to al mor set to [EC]. Gruppo D È il grup po di zone as so cia to al mor set to [ED]. Opzioni di funzionamento Le opzioni di funzionamento consentono di modificare il funzionamento della Centrale in base alle proprie esigen - ze. Sono disponibili le seguenti opzioni. Opzione Descrizione Abilitando questa opzione le spie degli Inseritori visualizzeranno lo stato della Centrale sempre; con questa opzione disabilitata, le spie degli Inseritori visualizzeranno lo stato della Centrale solo con un Attivatore valido inserito. LED ON Abilitando questa opzione l introduzione di un Attivatore falso in un Inseritore provocherà un allarme sabotaggio. False Key Con questa opzione disabilitata l introduzione di un Attivatore falso non provocherà alcun allarme. In ogni caso con l Atti va to re fal so non si potrà ef fet tua re alcuna ope ra zio ne. Abilitando questa opzione la Centrale esegue automaticamente il reset delle memorie di allarme ogni volta che Auto Reset viene inserita. Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8 17

18 PROGRAMMAZIONE Accesso alla programmazione Programmazione delle zone La programmazione della Centrale si effettua in maniera molto semplice per mezzo dell opportuna Mascherina di Programmazione fornita in dotazione. La programmazione si sviluppa su 12 fasi distinte in ciascuna delle quali si programmano un insieme di parametri della Centrale. La tabella seguente mostra tutte le fasi della programmazione. La pro gram ma zio ne dei pa ra me tri si svi lup pa in modo se quen zia le e non si può ac ce de re ad una fase se pri ma non sono sta te scan di te le fasi pre ce den ti. Fase Programmazione Parametri 1 Ritardate 2 Percorso ZONE 3 24h 4 Bilanciate 5 Ingresso 6 TEMPI Uscita 7 Allarme 8 Gruppo A 9 Gruppo B GRUPPI 10 Gruppo C 11 Gruppo D 12 OPZIONI Opzioni di funzionamento 1 Per accedere alla programmazione occorre porre la Centrale nello Stato di Servizio inserendo un Attivatore valido in uno degli Inseritori. 2 Tenere premuto il pulsante RESET per almeno 3 secondi: la Centrale emette una segnalae acustico e accende tutte le spie per un breve istante per segnalare l'accesso alla programmazione. 3 Applicare la Mascherina di Programmazione sul pannello. Ie spie ed i pulsanti presenti sul pannello cambiano la loro funzione come indicato sulla Mascherina di Programmazione (Figura 11). Si puo ora iniziare a programmare i parametri procedendo in sequenza dalla prima fase all ultima. Durante programmazione la Centrale non è operativa e le usci te di al lar me sono di sa bi li ta te. In que sta fase è ac ce sa la spia ZONE sulla destra della mascherina; le spie rosse sulla sinistra indicano il para - me tro che si sta pro gram man do e le spie ver di se gna la no qua li sono le zone se le zio na te. Ritardate La spia rossa sulla sinistra indica che si stanno programmando le zone ritardate: usare i pulsanti per selezionare le zone che devono essere impostate come ritardate. Le spie verdi indicheranno le zone selezionate. Percorso La spia rossa sulla sinistra indica che si stanno programmando le zone percorso: usare i pulsanti per selezionare le zone che devono essere impostate come percorso. 24h La spia ros sa sul la si ni stra in di ca che si stan no pro gram man do le zone 24h: usa re i pul san ti per se le zio na re le zone che devono essere impostate come 24h. Figura 11 Pannello frontale con la mascherina di programmazione applicata. 18 Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8

19 Bilanciate La spia rossa sulla sinistra indica che si stanno programmando le zone bilanciate: usare i pulsanti per selezionare le zone che devono essere impostate come bilanciate, tenendo presente che la spia verde accesa significa zona bilanciata, mentre la spia verde spenta significa zona NC. Programmazione delle temporizzazioni In que sta fase è ac ce sa la spia TEMPI sulla destra della mascherina; le spie rosse sulla sinistra indicano quale tempo si sta programmando e le spie verdi mostrano il valore impostato. Ingresso Ia spia rossa sulla sinistra indica che si sta programmando il Tempo d'ingresso: usare i pulsanti per selezionare il tem po de si de ra to tra i 4 di spo ni bi li (10, 20, 45 o 60 se con di). Uscita La spia ros sa sul la si ni stra in di ca che si sta pro gram man do il Tem po di Usci ta: usa re i pul san ti per se le zio na re il tem po de si de ra to tra i 4 di spo ni bi li (10, 20, 45 o 60 se con di). Allarme La spia ros sa sul la si ni stra in di ca che si sta pro gram man do il Tem po di Allar me: usa re i pul san ti per se le zio na re il tem po de si de ra to tra i 4 di spo ni bi li (2, 3, 5 o 10 mi nu ti). Programmazione dei gruppi di parzializzazione In que sta fase è ac ce sa la spia GRUPPI sulla destra della mascherina; le spie rosse sulla sinistra indicano quale grup po si sta pro gram man do e le spie ver di se gna la no qua li sono le zone che ap par ten go no al grup po. Gruppo A La spia ros sa sul la si ni stra in di ca che si stan no se le zio nan do le zone che ap par ten go no al Grup po A: usa re i pul - san ti per se le zio na re le zone che de vo no fare par te del Grup po A: la spia ver de ac ce sa in di ca che la zona cor ri - spondente appartiene al Gruppo A; la spia verde spenta indica che la zona corrispondente NON appartiene al Gruppo A. Gruppo B Come Grup po A ma per il Grup po B. Gruppo C Come Grup po A ma per il Grup po C. Gruppo D Come Grup po A ma per il Grup po D. Programmazione delle opzioni e degli Attivatori In que sta fase è ac ce sa la spia OPZIONI sulla destra della mascherina. Usare i pulsanti per abilitare/disabilitare le opzioni corrispondenti. Le spie verdi segnalano lo stato delle opzioni corrispondenti: accesa = opzione abilitata, spenta = opzione disabilitata. Le opzioni disponibili sono descritte di seguito: Led ON: spie degli Inseritori abilitate anche senza Attivatore inserito; AutoReset: reset delle memorie automatico all inserimento dell impianto; False Key: allarme per Attivatore falso. Programmazione Attivatori Nuovo codice Attivatore Uscita dalla programmazione In questa fase è possibile programmare gli Attivatori: ogni volta che un Attivatore viene inserito in un Inseritore (sul pannello o esterno), esso viene programmato con il codice casuale presente in quel momento sulla Centrale. Per cambiare il codice casuale degli Attivatori, premere il pulsante Nu o vo Co di ce: la Centrale genera un nuovo codice, fra i 4 miliardi di combinazioni possibili. Dopo aver effettuato questa operazione vanno riprogrammati tutti gli Ativatori, come descritto nel sottoparagrafo "Programmazione Attivatori". Questa è l ultima fase della procedura di programmazione: alla pressione del pulsante ENTER, ol tre alla con fer ma delle operazioni effettuate, si esce dalla programmazione, tornando al normale funzionamento della Centrale. ATTENZIONE All uscita di fabbrica la Centrale è predisposta per accettare gli Attivatori vergini, quin di è necessario programmare un nuovo codice sugli Attivatori al fine di avere un adeguato livello di sicurezza. Centrali Antifurto Genius 4 e Genius 8 19

20 Impostazioni di fabbrica La Centrale, all uscita dalla fabbrica, è programmata in modo standard come illustrato dalle tabelle seguenti. Zone di allarme Zona Programmazione di fabbrica Tipo Attributo 1 Ritardata Bilanciata 2 Immediata Bilanciata 3 Immediata Bilanciata 4 Immediata Bilanciata 5 Immediata Bilanciata 6 Immediata Bilanciata 7 Immediata Bilanciata 8 Immediata Bilanciata Temporizzazioni Tempo di Entrata Tempo di Uscita Tempo di Allarme Descrizione Progr. Fabbrica 20 secondi 20 secondi 3 minuti Gruppi di parzializzazione Descrizione Gruppo di parzializzazione A Gruppo di parzializzazione B Gruppo di parzializzazione C Gruppo di parzializzazione D Progr. Fabbrica Nessuna zona Nessuna zona Nessuna zona Nessuna zona Opzioni di funzionamento Descrizione Spie Inseritori sempre abilitate Allarme per Attivatore falso Reset automatico memorie Progr. Fabbrica ON off off Ripristino delle impostazini di fabbrica In circostanze particolari, può essere utile ripristinare le impostazioni di fabbrica e ri par ti re da zero con la pro - grammazione della Centrale. Per ripristinare le impostazioni di fabbrica: 1 Togliere completamente l alimentazione alla Centrale, scollegando anche la batteria. 2 Te nen do pre mu ti i pul san ti di esclu sio ne del le zone n. 1 e 4, ali men ta re la Cen tra le.

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl.

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. via Florida - Z.I. Valtesino - 63013 GROTTAMMARE (AP) - ITALY

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE Le centrali antifurto NormaOtto e NormaQuattro sono conformi ai requisiti definiti dalle seguenti norme Emissioni: EN 50081-1/1992 Immunità: EN 50130-4/1995+A1/1999 Bassa tensione:

Dettagli

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS Le centrali di allarme G-Quattro plus (4 zone) e G-Otto plus (8 zone) nascono con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di impianti di allarme di

Dettagli

DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE

DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE DS38 Centrale Radio INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE La centrale è stata realizzata per permettere l installazione di un sistema d allarme dove non è possibile, o non si ritenga opportuno per vari

Dettagli

Compatibilità Elettromagnetica (EMC): 2004/108/CEE. Restrizione all'uso di sostanze pericolose (RoHS): 2002/95/CE

Compatibilità Elettromagnetica (EMC): 2004/108/CEE. Restrizione all'uso di sostanze pericolose (RoHS): 2002/95/CE Dichiarazione di Conformità CE La SERAI spa dichiara che le centrali antifurto CS/04C e CS/08 C sono conformi alle seguenti Norme: Emissioni: EN 50081-1/1992 Immunità: EN 50130-4/1995A1/1999 Bassa tensione:

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME A 8 ZONE

CENTRALE DI ALLARME A 8 ZONE CENTRALE DI ALLARME A 8 ZONE 2 3 5 6 7 4 8 MSACMBLINORMA 0.0 MANUALE DI INSTALLAZIONE ISO 900 905.BNT ISO 900 IT-52587 ISO 400 99.BNT2 ISO 400 IT-52588 OHSAS 800 992.BSEC OHSAS 800 IT - 60983 Le centrali

Dettagli

ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1

ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1 www.sistel-elettronica.it info@sistel-elettronica.it support@sistel-elettronica.it ZEUS38 Centrale di allarme 32 zone radio + 6 cablate Rev 1.1 INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE Modulare, semplice

Dettagli

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIONE EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0571V1.3-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale...

Dettagli

DS38SL Centrale Radio con display

DS38SL Centrale Radio con display DS38SL Centrale Radio con display INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE La centrale è stata realizzata per permettere l installazione di un sistema d allarme dove non è possibile, o non si ritenga opportuno

Dettagli

Simply8. Manuale d uso. v. 1.0. Cod. 27951. Centrale filare Simply8. High

Simply8. Manuale d uso. v. 1.0. Cod. 27951. Centrale filare Simply8. High Simply8 Cod. 27951 Centrale filare Simply8 High Manuale d uso v. 1.0 INTRODUZIONE Zone di allarme temporizzabili e parzializzabili con linee configurabili come N.C., N.A., bilanciate e ad impulsi (es.

Dettagli

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME ( MANUALE PROVVISORIO DI FUNZIONAMENTO ED USO CARATTERISTICHE TECNICHE) 1.0 DESCRIZIONE GENERALE DI FUNZIONAMENTO Il ricevitore AR-32 Plus,

Dettagli

MANUALE UTENTE CENTRALE 5 ZONE CENTRALE 10 ZONE. IS09005 Rev.B

MANUALE UTENTE CENTRALE 5 ZONE CENTRALE 10 ZONE. IS09005 Rev.B MANUALE UTENTE CENTRALE 5 ZONE CENTRALE 10 ZONE IS09005 Rev.B MANUALE UTENTE CENTRALI DOMINA 10 e 5 Le descrizioni fatte per la Domina 10 sono valide anche per la Domina 5 che gestisce di base solo 5 zone.

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME A 8 ZONE

CENTRALE DI ALLARME A 8 ZONE CENTRALE DI ALLARME A 8 ZONE NOTA PER L INSTALLATORE: Potete trovare il manuale di installazione all indirizzo www.bentelsecurity.com/qr/1010101 oppure potete visualizzarlo su smartphone o tablet leggendo

Dettagli

ISTRUZIONE TECNICA. CENTRALI 5 e 10 ZONE. Rev.B

ISTRUZIONE TECNICA. CENTRALI 5 e 10 ZONE. Rev.B ISTRUZIONE TECNICA CENTRALI 5 e 10 ZONE Rev.B Indice manuale tecnico Principi generali di funzionamento pag. 03 Installazione meccanica. pag. 06 Descrizione del frontale della centrale pag. 08 Chiave elettromeccanica.

Dettagli

www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo

www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo IInttroduziione La centrale di allarme RF5000 (LEVEL 5) nasce con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di un impianto di allarme

Dettagli

VDS-EX4 VDS-EX8 KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS. Istruzioni INSTALLAZIONE. Ma nua le n 17540 Rev. -

VDS-EX4 VDS-EX8 KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS. Istruzioni INSTALLAZIONE. Ma nua le n 17540 Rev. - KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS VDS-EX4 VDS-EX8 Istruzioni INSTALLAZIONE Ma nua le n 17540 Rev. - Le informazioni presenti in questo manuale sostituiscono quanto in precedenza pubblicato. Sicep si riserva

Dettagli

ITALIANO TM400P. Pannello centrale antifurto 4 zone MANUALE PER L'UTENTE

ITALIANO TM400P. Pannello centrale antifurto 4 zone MANUALE PER L'UTENTE ITALIANO TM400P Pannello centrale antifurto 4 zone MANUALE PER L'UTENTE Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Descrizione della centrale...3 1.2 Caratteristiche funzionali...3 1.3 Caratteristiche tecniche...4

Dettagli

EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIE EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0274V3.2-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale... pag.

Dettagli

Centrale d allarme monozona Mod. EA-104

Centrale d allarme monozona Mod. EA-104 XON Electronics Manuale Utente EA104 Centrale d allarme monozona Mod. EA104! Attenzione prodotto alimentato a 220V prima di utilizzare, leggere attentamente il manuale e particolarmente le Avvertenze a

Dettagli

MC-62 Vintage. Manuale di Istruzioni. Centrale D allarme 6 Zone Filo con Esclusione o Parzializzazione e segnalazioni a LED ITALIANO

MC-62 Vintage. Manuale di Istruzioni. Centrale D allarme 6 Zone Filo con Esclusione o Parzializzazione e segnalazioni a LED ITALIANO MC-62 Vintage Centrale D allarme 6 Zone Filo con Esclusione o Parzializzazione e segnalazioni a LED ITALIANO Manuale di Istruzioni TRE i SYSTEMS S.r.l. Via del Melograno N. 13-00040 Ariccia, Roma Italy

Dettagli

SECURBOX 226 CENTRALE DI ALLARME ANTINTRUSIONE MANUALE TECNICO

SECURBOX 226 CENTRALE DI ALLARME ANTINTRUSIONE MANUALE TECNICO SECURBOX 226 CENTRALE DI ALLARME ANTINTRUSIONE MANUALE TECNICO La centrale SECURBOX 226 è stata progettata per impianti di allarme antintrusione professionali. Adatta all'utenza che predilige la semplicità,

Dettagli

Centrale Radio S64R Manuale utente. Edizione 1.0

Centrale Radio S64R Manuale utente. Edizione 1.0 Centrale Radio S64R Manuale utente Edizione 1.0 ª2002 Tutti i diritti riservati Prodotto distribuito da: Securforce Srl - Milano Centralino: +39 02 48926456 Fax: +39 02 48919252 Internet: e-mail: Edizione

Dettagli

Sirena Autoalimentata Per Esterno

Sirena Autoalimentata Per Esterno MANUALE INSTALLATORE Vers. 0.14 del 27/05/2013 lr Sirena Autoalimentata Per Esterno SIR3000PLUS SICURIT Alarmitalia S.p.A. Via Gadames, 91 20151 MILANO Tel. 0039.02.38070.1 r.a. Fax 0039.02.3088067 www.sicurit.com

Dettagli

DVSIR SIRENA VIA FILO DA ESTERNO. Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso

DVSIR SIRENA VIA FILO DA ESTERNO. Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso DVSIR SIRENA VIA FILO DA ESTERNO MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 8.1) Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso ATTENZIONE L'INSTALLATORE È TENUTO A SEGUIRE LE NORME VIGENTI.

Dettagli

MARY VOX. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione

MARY VOX. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione MARY VOX Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Caratteristiche Tecniche Centrale 8 zone parzializzabile i 2 o 3 Aree con modulo GSM integrato Zone ritardate selezionabili

Dettagli

NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO. elettronicas.n.c. R R + + + + + + + + + LED LINEE / MEMORIE DISINSERITO INSERITO

NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO. elettronicas.n.c. R R + + + + + + + + + LED LINEE / MEMORIE DISINSERITO INSERITO LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO 1 2 3 4 1 2 R R Grazie per aver

Dettagli

MANUALE PER L UTENTE. Centrale Antifurto 8 zone a Microprocessore con tastiera di comando. Ver. 1.0 ACCENTA CEN800. MANUALE UTENTE Centrale ACCENTA8

MANUALE PER L UTENTE. Centrale Antifurto 8 zone a Microprocessore con tastiera di comando. Ver. 1.0 ACCENTA CEN800. MANUALE UTENTE Centrale ACCENTA8 MANUALE PER L UTENTE ACCENTA CEN800 Ver. 1.0 Centrale Antifurto 8 zone a Microprocessore con tastiera di comando SICURIT Alarmitalia Spa Via Gadames 91 - MILANO (Italy) Tel. 02 38070.1 (ISDN) - Fax 02

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO

MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO LINCE ITALIA S.p.A. REG. N. 4796 UNI EN ISO 9001:2008 Art. 4001EUROPLUS3 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO MADE IN ITALY LINCE ITALIA S.p.A. Certificato di conformità Si certifica che la centrale antifurto

Dettagli

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl.

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. via Florida Z.I. Valtesino - 63013 GROTTAMMARE (AP) - ITALY

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE

CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336 sales@gladiusnet.it www.gladiusnet.it MANUALE DI INSTALLAZIONE ISO 9001 9105.BNT1 ISO 9001 IT-52587

Dettagli

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO - Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE Centrale mod. AXIS 30 Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO AXEL AXIS 30 6HJQDOD]LRQLFRQOHG led giallo: se acceso, indica la presenza della tensione

Dettagli

C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801

C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801 Centrale Antifurto C4UC0201 - C4UC0401 - C4UC0801 Manuale per l'utente 24832301-08-02-10 GLOSSARIO Zone o Ingressi Per Zone o Ingressi, si intendono le fonti da cui provengono gli allarmi, che possono

Dettagli

ifish64gsm MANUALE D USO MHz CENTRALE RADIO 64 ZONE CON GSM. Italian Quality Cod. 25735 CARATTERISTICHE TECNICHE

ifish64gsm MANUALE D USO MHz CENTRALE RADIO 64 ZONE CON GSM. Italian Quality Cod. 25735 CARATTERISTICHE TECNICHE ifish64gsm Cod. 25735 CENTRALE RADIO 64 ZONE CON GSM. 868 MHz MANUALE D USO CARATTERISTICHE TECNICHE - Trasmettitore ibrido con filtro SAW 868 MHz. - Alimentazione con batteria al litio da 3,6 V 1Ah con

Dettagli

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl.

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. via Florida - Z.I. Valtesino - 63013 GROTTAMMARE (AP) - ITALY

Dettagli

Fo glio d in stal la zio ne

Fo glio d in stal la zio ne Fo glio d in stal la zio ne Ma nua le n 18682 Rev. - Questo apparecchio è studiato per funzionare con impianti elettrici da 12Vcc con Negativo a massa. Prima di installarlo controllare la tensione della

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE

CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE MANUALE UTENTE ISO 9001 9105.BNT1 ISO 9001 IT-52587 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 14001 IT-52588 OHSAS 18001 9192.BSEC OHSAS 18001 IT - 60983 Le centrali antifurto NormaOtto

Dettagli

Cenfrq e LE K2 I LE K2K

Cenfrq e LE K2 I LE K2K MANUALE DI SERVIZIO Cenfrq e LE K2 I LE K2K Le centrali serie K2, uno dei modelli più compatti della linea di centrali Lince, possono offrire, se usate in modo adeguato, lo stesso grado di sicurezza e

Dettagli

CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI

CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI Caratteristiche tecniche generali: Alimentazione: Tensione secondaria stabilizzata: Corrente max in uscita: Potenza: Uscita carica - batteria tampone Presenza di

Dettagli

rx8m Manuale d installazione ricevitore DUEVI s.n.c. Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino)

rx8m Manuale d installazione ricevitore DUEVI s.n.c. Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino) ricevitore rx8m...hi-tech SECURITY DEVICES Manuale d installazione DUEVI s.n.c. d i M o r a & S a n t e s e Sede legale: Via Gioberti, 7 - Piossasco (Torino) Sede operativa: Via Bard, 12/A - 10142 Torino

Dettagli

DS1033-0094C LBT7914 SIRENA DA ESTERNO. Sch. 1033/415

DS1033-0094C LBT7914 SIRENA DA ESTERNO. Sch. 1033/415 DS1033-0094C LBT7914 SIRENA DA ESTERNO Sch. 1033/415 CARATTERISTICHE GENERALI Coperchio esterno in policarbonato ad elevata resistenza meccanica; Gabbia metallica interna di protezione; Controlli gestiti

Dettagli

DCA75. Guida alla Installazione. EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336. www.gladiusnet.it - sales@gladiusnet.

DCA75. Guida alla Installazione. EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336. www.gladiusnet.it - sales@gladiusnet. RETE ON AMALIA 1 2 3 TEST 4 5 6 7 EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336 www.gladiusnet.it - sales@gladiusnet.it DOMOTEC SRL - Lungo Dora Liguria, 58 - I - 10143 TORI

Dettagli

RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2

RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2 RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2 Ma nua le di IN STAL LA ZIO NE ED USO Ma nua le N 12110 Rev. B spa Le informazioni presenti in questo manuale sostituiscono quanto in precedenza pubblicato. Sicep

Dettagli

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl.

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. via Florida Z.I. Valtesino - 63013 GROTTAMMARE (AP) - ITALY

Dettagli

Centrale via filo ad 8 zone

Centrale via filo ad 8 zone Note Centrale via filo ad 8 zone Sommario Pagina 1.0. Descrizione... 2 2.0. Installazione... 3 3.0. Collegamenti... 4 4.0. Collegamento alla rete... 7 4.1. Sostituzione fusibile di rete... 7 4.2. Presa

Dettagli

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 5. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 5. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO - Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE Centrale mod. AXIS 5 Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO AXEL AXIS 5 6HJQDOD]LRQLFRQOHG led 1 giallo : se acceso, indica la presenza della tensione

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E FUNZIONAMENTO INSTALLATION AND FUNCTIONING MANUAL

MANUALE DI INSTALLAZIONE E FUNZIONAMENTO INSTALLATION AND FUNCTIONING MANUAL CERTIFICATO DI INSTALLAZIONE. Il sottoscritto installatore, certifica di aver eseguito personalmente l'installazione del dispositivo conformemente alle istruzioni del fabbricante. Da : Venduto il :...

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE

CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE CENTRALE DI ALLARME A 4 O 8 ZONE MANUALE UTENTE ISO 9001 9105.BNT1 ISO 9001 IT-52587 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 14001 IT-52588 OHSAS 18001 9192.BSEC OHSAS 18001 IT - 60983 Le centrali antifurto NormaOtto

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB

CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB CENTRALE DI ALLARME TECHNOWEB La centrale Technoweb è una centrale a con 8 ingressi di allarme. Le 8 zone/ingressi sono suddivise su 2 aree. Funzione tempo di ingresso e tempo di uscita, possibilità di

Dettagli

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox Manuale di Installazione ed Uso - Versione 1.0 - Indice INTRODUZIONE 3 SCHEDA E COLLEGAMENTI 3 LED DI SEGNALAZIONE DELLO STATO OPERATIVO 4 DEFAULT RESET 4 PROGRAMMAZIONE 4 wizard tecnico 5 FUNZIONE INGRESSI

Dettagli

7.10 FINE PROGRAMMAZIONE Connettore Antenna GSM ACCESO LED MODULO GSM Connettore SIM LED Alimentazione periferiche INSERITO ANOMALIA PROGR. TECNICA 0) FINE PROGRAM. ESCLUSO MODULO GSM PROGR. TECNICA 0)

Dettagli

NV780. Manuale d installazione V2.51. (Cod. PXNV780) Rivelatore digitale a doppia visione laterale da esterno con 4x sensori doppi DT02168DI0612R00

NV780. Manuale d installazione V2.51. (Cod. PXNV780) Rivelatore digitale a doppia visione laterale da esterno con 4x sensori doppi DT02168DI0612R00 NV780 (Cod. PXNV780) Rivelatore digitale a doppia visione laterale da esterno con 4x sensori doppi Manuale d installazione V2.51 DT02168DI0612R00 Introduzione Il rivelatore NV780 incorpora due rivelatori

Dettagli

Guida rapida per l installazione della centrale Agility 1

Guida rapida per l installazione della centrale Agility 1 Guida rapida per l installazione della centrale Agility Per maggiori informazioni fare riferimento al manuale Installatore della Agility scaricabile sul nostro sito: www.riscogroup.it Grazie per aver acquistato

Dettagli

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl.

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl. via Florida - Z.I. Valtesino - 63013 GROTTAMMARE (AP) - ITALY

Dettagli

Centrale 3 zone con chiave a transponder

Centrale 3 zone con chiave a transponder Centrale 3 zone con chiave a transponder Conforme alle normative CEI 79/2 2 Ed Liv 1 Vers. 020804300805 rev. 1.6 Art 4001 MANUALE DI ISTALLAZIONE ED USO MADE IN ITALY Lince Italia Costruzione e distribuzione

Dettagli

MKEY1 SCHEDA DI INTERFACCIA PER CHIAVI ELETTRONICHE E TASTIERE

MKEY1 SCHEDA DI INTERFACCIA PER CHIAVI ELETTRONICHE E TASTIERE PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS BPT Spa Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) - Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it MKEY1 SCHEDA DI INTERFACCIA PER CHIAVI

Dettagli

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00

CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528. MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CENTRALE RADIO SUPERVISIONATA CAF 528 MANUALE UTENTE Rel. 1.00 CAF528 è una centrale di semplice utilizzo da parte dell utente il quale può attivare l impianto in modo totale o parziale per mezzo dei PROGRAMMI

Dettagli

Simple8 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO

Simple8 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO Simple8 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO 1 CARATTERISTICHE DISPOSITIVI A BORDO Presa di comando con chiave elettronica (mod. INS/P) Tastiera ad 12 tasti per la programmazione e per le esclusioni.

Dettagli

Simple4 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO

Simple4 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO Simple4 MANUALE: - INSTALLAZIONE - PROGRAMMAZIONE - USO 1 CARATTERISTICHE DISPOSITIVI A BORDO Presa di comando con chiave elettronica (mod. INS/P) Tastiera ad 8 tasti per la programmazione ed esclusione

Dettagli

Lince Italia S.p.A. MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO. Art 4002. Vers. 260505070909 001530/00458AB rev. 5 MADE IN ITALY

Lince Italia S.p.A. MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO. Art 4002. Vers. 260505070909 001530/00458AB rev. 5 MADE IN ITALY Lince Italia S.p.A. REG. N. 4796 UNI EN ISO 9001:2000 Art 4002 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO MADE IN ITALY 1 Lince Italia Costruzione e distribuzione materiali antifurto antincendio TV. CC. Certificato

Dettagli

RICEVITORE RADIO SUPERVISIONATO TRX16

RICEVITORE RADIO SUPERVISIONATO TRX16 RICEVITORE RADIO SUPERVISIONATO TRX16 MANUALE TECNICO SOMMARIO SENSORI RADIO PROGRAMMAZIONE SENSORI RADIO APPRENDERE UN NUOVO SENSORE RADIO CANCELLARE UN SENSORE RADIO SUPERVISIONE RISINCRONIZZARE I SENSORI

Dettagli

KSI1000016.300 - KSI1100016.300 - KSI1000048.300 - KSI1100048.300 - KSI1100128.300

KSI1000016.300 - KSI1100016.300 - KSI1000048.300 - KSI1100048.300 - KSI1100128.300 KSI1000016.300 - KSI1100016.300 - KSI1000048.300 - KSI1100048.300 - KSI1100128.300 Manuale d'uso utente Centrali antintrusione serie lares 1 www.kseniasecurity.com www.kseniasecurity.com INDICE INTRODUZIONE

Dettagli

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 ART.48BFA000 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il terminale 48BFA000 permette di

Dettagli

CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO

CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO BPT Spa PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) - Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it CMP32 CMP64 CENTRALI ANTIFURTO MANUALE

Dettagli

Manuale Installazione e Utilizzo

Manuale Installazione e Utilizzo Manuale Installazione e Utilizzo IP Controller Serie IP-3000 Manuale di installazione IP Controller V 1.1 1 Indice generale L IP CONTROLLER...4 L IP CONTROLLER...4 MORSETTI E CONNETTORI DEL IP CONTROLLER...5

Dettagli

SERIE RUNNER. Manuale veloce di installazione. Ver 15.01.08 SERIE RUNNER MANUALE VELOCE DI INSTALLAZIONE 1

SERIE RUNNER. Manuale veloce di installazione. Ver 15.01.08 SERIE RUNNER MANUALE VELOCE DI INSTALLAZIONE 1 SERIE RUNNER Manuale veloce di installazione Ver 15.01.08 SERIE RUNNER MANUALE VELOCE DI INSTALLAZIONE 1 Sommario: 0.0 Avvertenze pag. 3 0.1 Introduzione pag. 3 0.2 Prima di iniziare pag. 3 1.0 Inizio

Dettagli

COSTER CONFIGURAZIONE DELL'IMPIANTO DA TELEGESTIRE. La guida si compone di due parti:

COSTER CONFIGURAZIONE DELL'IMPIANTO DA TELEGESTIRE. La guida si compone di due parti: CONFIGURAZIONE DELL'IMPIANTO DA TELEGESTIRE Questa documentazione vuole essere una guida rapida per la corretta impostazione del pro gram ma, nella composizione - via software - dell'impianto da Telegestire.

Dettagli

BT-887 BT-436 IRS-CB IRS-CM

BT-887 BT-436 IRS-CB IRS-CM BT-887 IRS-CB BT-436 IRS-CM Manuale UTENTE BT-436 Sof twa re Ver. 1.1.1 BT-887 Sof twa re Ver. 1.2.2 IRS-CB Sof twa re Ver. 1.0.3 IRS-CM Sof twa re Ver. 1.0.3 Ma nua le n 18306 Rev. - Le informazioni presenti

Dettagli

LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008. GR868ONDA Art.: MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY

LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008. GR868ONDA Art.: MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008 GR868ONDA Art.: 4072 MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY SOMMARIO 1 Generalità...3 2 Caratteristiche Tecniche...3 3 Avvertenze...3

Dettagli

Il sensore rilevatore di presenza modalità d uso

Il sensore rilevatore di presenza modalità d uso SENSORE RILEVATORE DI PRESENZA Il sensore rilevatore di presenza modalità d uso I moduli pic-sms seriali e le versioni professionali con gsm integrato sono di fatto anche dei veri e propri sistemi d allarme

Dettagli

DS1 SL MANUALE DI INSTALLAZIONE HOME SECURITY SYSTEM HOME SECURITY SYSTEM

DS1 SL MANUALE DI INSTALLAZIONE HOME SECURITY SYSTEM HOME SECURITY SYSTEM DS1 SL MANUALE DI INSTALLAZIONE HOME SECURITY SYSTEM HOME SECURITY SYSTEM Introduzione Grazie per aver preferito il nostro prodotto. La centrale wireless DS1 SL è uno dei migliori antifurti disponibili

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

Manuale di installazione ALM-W002

Manuale di installazione ALM-W002 Manuale di installazione ALM-W002 ALM-W002 Sirena via radio - Manuale di installazione Tutti i dati sono soggetti a modifica senza preavviso. Conforme alla Direttiva 1999/5/EC. 1. Introduzione ALM-W002

Dettagli

TP5 HQ CENTRALE DI ALLARME A MICROPROCESSORE CON COMUNICATORE TELEFONICO GESTIONE DELLE CHIAVI ELETTRONICHE

TP5 HQ CENTRALE DI ALLARME A MICROPROCESSORE CON COMUNICATORE TELEFONICO GESTIONE DELLE CHIAVI ELETTRONICHE TP5 HQ CENTRALE DI ALLARME A MICROPROCESSORE CON COMUNICATORE TELEFONICO GESTIONE DELLE CHIAVI ELETTRONICHE MANUALE PER L'UTENTE Versione documento: 3.0 Data Aggiornamento: Agosto 2000 Versione TP5: 2.xx

Dettagli

TM500P. Pannello centrale antifurto 6 zone MANUALE PER L'UTENTE

TM500P. Pannello centrale antifurto 6 zone MANUALE PER L'UTENTE ITALIANO TM500P Pannello centrale antifurto 6 zone MANUALE PER L'UTENTE TM500P - Manuale per l'utente Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Descrizione della centrale...3 1.2 Caratteristiche funzionali...3

Dettagli

5005 MiniSILENT MINISISTEMA DI ALLARME SENZA FILI

5005 MiniSILENT MINISISTEMA DI ALLARME SENZA FILI 5005 MiniSILENT MINISISTEMA DI ALLARME SENZA FILI La SILENTRON ringrazia per aver scelto il nostro sistema di allarme senza fili: esso proteggera la Vostra proprieta, segnalando intrusioni indesiderate

Dettagli

SEO 2SEV/4S-AA DISPOSITIVO SONORO ALLARME INCENDIO CONFORME EN 54-3 - ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE E UTILIZZO -

SEO 2SEV/4S-AA DISPOSITIVO SONORO ALLARME INCENDIO CONFORME EN 54-3 - ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE E UTILIZZO - IP65 C 11 0051-CPD-0315 DISPOSITIVO SONORO ALLARME INCENDIO CONFORME EN 54-3 - ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE E UTILIZZO - L installazione deve essere effettuata da personale specializzato rispettando le

Dettagli

MANUALE D USO EDIZIONE: Gennaio 1996

MANUALE D USO EDIZIONE: Gennaio 1996 MANUALE D USO EDIZIONE: Gennaio 996 CONSOLLE VISTA INDICAZIONE DI MANCANZA RETE Se la luce verde RETE è spenta e compare la frase MANCANZA RETE sul display significa che manca la corrente elettrica, l

Dettagli

Schema del terminale di potenza. Inverter MONOFASE 230V 0.2~0.75kW. L1 L2 P B U V W

Schema del terminale di potenza. Inverter MONOFASE 230V 0.2~0.75kW. L1 L2 P B U V W ITALIANO TT100 Adattamento dal manuale esteso dell operatore degli inverter serie TT100 Collegamenti di potenza Nei modelli con ingresso trifase, collegare i terminali R/L1, S/L2 e T/L3 alla linea trifase

Dettagli

Lince Italia SpA MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO. Art 4074. Vers. 001530-00366AA110309 rev. 0 REG. N. 4796 UNI EN ISO 9001:2000

Lince Italia SpA MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO. Art 4074. Vers. 001530-00366AA110309 rev. 0 REG. N. 4796 UNI EN ISO 9001:2000 Lince Italia SpA REG. N. 4796 UNI EN ISO 9001:2000 Art 4074 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO 1 MADE IN ITALY INDICE IMPORTANTI AVVERTENZE PRELIMINARI...... pag. 3 DESCRIZIONE GENERALE DEL SISTEMA......

Dettagli

Manuale d'uso RFID METALLO

Manuale d'uso RFID METALLO Manuale d'uso RFID METALLO Skynet Italia Srl www.skynetitalia.net Pagina 1 Indice Capitolo 1 - Panoramica... 3 Introduzione...3 Scheda tecnica...3 Dimensioni...3 Capitolo 2 Installazione... 4 Installazione...4

Dettagli

BICI 2000 - Versione 1.9

BICI 2000 - Versione 1.9 Pagina 1/8 BICI 2000 - Versione 1.9 Il controllo BICI 2000 nasce per il pilotaggio di piccoli motori a magnete permanente in alta frequenza per veicoli unidirezionali alimentati da batteria. La sua applicazione

Dettagli

Combinatore telefonico

Combinatore telefonico SISTEMA ANTINTRUSIONE Manuale utente Combinatore telefonico Microfono 16877 INDICE COMBINATORE TELEFONICO Indice 1. CARATTERISTICHE TECNICHE... 3 2. PROGRAMMAZIONE... 4 3. COMANDI PARTICOLARI... 6 4.

Dettagli

SILVER 8 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO. Soluzioni elettroniche per la sicurezza e l automazione MADE IN ITALY

SILVER 8 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO. Soluzioni elettroniche per la sicurezza e l automazione MADE IN ITALY Soluzioni elettroniche per la sicurezza e l automazione SILVER 8 CENTRALE DI ALLARME A 8 ZE C CHIAVE ELETTRICA MANUALE DI INSTALLAZIE ED USO MADE IN ITALY RoHS Compliant 2002/95/EC Indice 1 INFO Pagina

Dettagli

Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE

Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE Generalità pag. 2 Caratteristiche pag. 2 Modo di funzionamento pag. 3 Collegamenti pag. 3 Visualizzazioni pag. 4 Eventi pag. 4 Allarme pag. 4 Tamper pag. 4 Batteria scarica

Dettagli

Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza MANUALE DI INSTALLAZIONE MADE IN ITALY

Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza MANUALE DI INSTALLAZIONE MADE IN ITALY Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza MANUALE DI INSTALLAZIONE MADE IN ITALY 3 INDICE Capitolo 1 - Identificazione delle Parti... 5 Tastiera di comando e programmazione CEN200LED...

Dettagli

Guardall Srl Via Quasimodo, 12 20205 Legnano Milano

Guardall Srl Via Quasimodo, 12 20205 Legnano Milano Guardall Srl Via Quasimodo, 12 20205 Legnano Milano MANUALE UTENTE Indice MANUALE N. 700-175-01 REV D ISS. Versione 1 221199 1. INTRODUZIONE...3 2. FUNZIONAMENTO DELLA TASTIERA...5 3. COME INSERIRE LA

Dettagli

SR136 SIRENA AUTOALIMENTATA PER ESTERNO

SR136 SIRENA AUTOALIMENTATA PER ESTERNO COMPLIANT CEI EN 50131-4:2010-08 SR136 SIRENA AUTOALIMENTATA PER ESTERNO MANUALE DI INSTALLAZIONE ITALIANO DESCRIZIONE SR136 è una sirena per esterno autoalimentata che risponde alle diverse esigenze di

Dettagli

ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE

ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE Installazione e Programmazione v1.2 1 SISTEMA MARSS Solar Defender In questa guida sono contenute le specifiche essenziali di installazione e configurazione del

Dettagli

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44 s 7 682.1 INTELLIGAS Sistema di rivelazione fughe gas per centrali termiche QA..13/A QA..13/A Sistema elettronico per la rivelazione di fughe gas per una o più sonde per il comando di una elettrovalvola

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base Pagina 1 di 11 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

GUIDA Utente-Installatore da conservare con i documenti del veicolo

GUIDA Utente-Installatore da conservare con i documenti del veicolo GUIDA Utente-Installatore da conservare con i documenti del veicolo SISTEMA DI SICUREZZA SATELLITARE GPS-GSM Rev. 10/07 20 1 2 19 17. Smaltimento di apparecchiature elettriche ed elettro- La direttiva

Dettagli

MCA 808GSM. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione

MCA 808GSM. Centrale Allarme 8 zone. Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione MCA 808GSM Centrale Allarme 8 zone Manuale Tecnico di Installazione e Programmazione Il codice di default è 67890 All accensione La centrale effettua una serie di TEST. Tali Test sono evidenziati dall

Dettagli

4002EUROPLUS5, 4003EUROPLUS10, 4102EUROPLUS5/E MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY

4002EUROPLUS5, 4003EUROPLUS10, 4102EUROPLUS5/E MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008 Centrali 5 e 10 zone EUROPLUS Artt.: 4002EUROPLUS5, 4003EUROPLUS10, 4102EUROPLUS5/E MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY SOMMARIO

Dettagli

Manuale utente. MIra. venitem.com

Manuale utente. MIra. venitem.com Manuale utente MIra venitem.com INDICE TASTIERA 1. Segnalazione sulla tastiera 2. Segnalazione sul display durante il normale funzionamento 3. Segnalazione sul display dopo la digitazione di un Codice

Dettagli

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO GESCO SECURKEY TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO Adatto a comandare impianti di allarme antiintrusione eda controllare accessi o apparecchiature,mediante

Dettagli

COMBINATORE TELEFONICO SA031

COMBINATORE TELEFONICO SA031 COMBINATORE TELEFONICO SA0 INTRODUZIONE Il binatore telefonico modello SA0 è stato progettato per essere collegato alle più uni centrali d allarme, consentendo all occorrenza l invio di telefonate verso

Dettagli

LINCE ITALIA S.p.A. MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008

LINCE ITALIA S.p.A. MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008 LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008 Radio RX4 Ricevitore Art.: 1780 MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY SOMMARIO 1 Generalità...3 2 Caratteristiche Tecniche...3

Dettagli

KIT RIVELATORI DI GAS

KIT RIVELATORI DI GAS SEZIONE 4 KIT RIVELATORI DI GAS attivato guasto allarme sensore esaurito test Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. MT140-001_sez.4.pdf MT140-001 sez.4 1 INDICE SEZIONE 4 CONTROLLO

Dettagli

VISION 3 COMPACT COMBINATORE TELEFONICO GSM

VISION 3 COMPACT COMBINATORE TELEFONICO GSM VISION 3 COMPACT COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE D USO ITALIANO DESCRIZIONE Vision 3 compact è un combinatore telefonico su linea GSM in grado di inviare chiamate VOCALI e SMS. Il sistema è completamente

Dettagli

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM.

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM. Manuale istruzioni 094 Comunicatore GSM. Indice. Descrizione................................................................ 2 2. Campo di applicazione.......................................................

Dettagli