Visual Basic for Applications (VBA) Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Visual Basic for Applications (VBA) Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015"

Transcript

1 Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015

2 Scopo di questo approfondimento Lo scopo di questo approfondimento è rispondere alla domanda: e se nella vita mi troverò a dover utilizzare un linguaggio di programmazione che non è il C? Cerchiamo di rispondere a questa domanda usando VBA come esempio VBA sta per Visual Basic for Applications Usiamo VBA per estendere le funzionalità di Microsoft Excel Se avete Excel potete tranquillamente replicare i contenuti di questa lezione

3 Utilità di VBA: le macro di Excel Il VBA può tornare utile perché: Estendete le funzionalità del foglio elettronico Excel Avete la GUI (Graphical User Interface) di Excel La possibilità di estendere le funzionalità di un software spesso si chiama macro (La parola macro in questo caso non ha nulla a che fare con le macro in C) Le macro (non per forza VBA) si trovano anche in altri software commerciali Se volete provare con Excel state attenti alle opzioni di sicurezza Opzioni -> Centro protezione -> Opzioni Macro -> Tirate fuori la barra degli strumenti Sviluppo dalle opzioni di Excel

4 Tipi in VBA Ogni linguaggio di programmazione opera su tipi di dati I tipi del VBA si chiamano così: Integer Long Single Double Currency String Byte Boolean Date 2 byte integer 4 byte integer 4 byte floating point 8 byte floating point 8 byte fixed point up to 64K characters 1 byte 2 byte true or false 8 bytes int del C si chiama Long in VBA il char del C servono due byte per un true/false? La tipizzazione può essere anche dinamica (esiste uno strano tipo di tutti i tipi ) Si può imporre la tipizzazione forte (come in C) ed è di norma una cosa da fare

5 Dichiarazione di variabili in VBA Per imporre la tipizzazione forte il codice VBA inizia con: Option Explicit che di default (ovvero in maniera predefinita) non compare Per dichiarare una variabile, la sintassi generale è: Dim variable As type quindi per dichiarare una variabile i di tipo simile a int del C, si ha ad esempio: Dim i as Long Si noti che le istruzioni non vanno terminate con ; ma con a capo

6 Selezione in VBA Un if then else in VBA si fa, ad esempio, così: If a > 10 Then End If If a > 10 Then Else End If If a > 10 Then ElseIf a < 0 Then Else End If

7 Iterazione in VBA Il while in VBA: Il for in VBA: Do While expr Loop Do Loop While expr For i=1 To 10 Next i For i=1 To 10 Step 2 Next i di default il contatore è incrementato di 1 con step si può variare l incremento del contatore

8 Sottoprogrammi in VBA La sintassi VBA distingue tra Sub e Function Sub Name() End Sub Function Name() As Double Name = 0.0 End Sub tipo restituito dal sottoprogramma Per il passaggio dei parametri ci sono le parole ByVal e ByRef) per la return si usa un assegnamento con il nome della Function Sub Name(ByVal param1 As Long) End Sub Sub Name(ByRef param1 As Long) End Sub se non si specifica il VBA assume il default ByRef

9 Tipi specifici del VBA Excel Per sfruttare l interfaccia grafica di Excel (le celle) ci sono istruzioni apposite Interessanti sono le istruzioni che sfruttano i tipi (o oggetti): Cells Range Le istruzioni, ad esempio, per scambiare i valori Long delle celle A1 e B1 Sub Swap() End Sub Dim temp As Long temp = Range("A1").Value Range("A1").Value = Range("B1").Value Range("B1").Value = temp

10 Tipi specifici del VBA Excel Può essere utile inserire un command button nel foglio elettronico Si collega poi il bottone alla macro per poterla richiamare

11 Esempio un po più ricco Scambiamo le prime 10 righe della colonna A di Excel con la colonna B Sub SwapRows() Dim i As Long Dim temp As Long For i = 1 To 10 Next i End Sub 'Cells vuole come parametri prima l'indice 'di riga e poi quello di colonna. Gli indici 'partono da uno e non da zero... temp = Cells(i, 1) Cells(i, 1) = Cells(i, 2) Cells(i, 2) = temp

12 Una funzione personalizzata Supponiamo di voler fare una funzione personalizzata di Excel In questo esempio ci creiamo una somma dei soli numeri pari nell intervallo (non sarà una funzione molto utile ma è solo un esempio) Vogliamo creare SUMEVENNUMBERS e usarla come le altre funzioni di Excel

13 Una funzione personalizzata Una possibile implementazione: Function SUMEVENNUMBERS(rng As Range) Dim cell As Range Dim s As Long notare questa cosa atroce del VBA: l operatore di assegnamento coincide con quello di confronto s = 0 For Each cell In rng If cell.value Mod 2 = 0 Then s = s + cell.value End If Next cell SUMEVENNUMBERS = s End Function Esiste il comodo For Each molto utile per gli oggetti Cell e Range

Programmazione in Excel con il linguaggio Visual Basic

Programmazione in Excel con il linguaggio Visual Basic Programmazione in Excel con il linguaggio Visual Basic L'ambiente di programmazione Il foglio elettronico Excel, così come gli altri prodotti Office di Microsoft, possiede un vero e proprio ambiente di

Dettagli

Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini

Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini Introduzione all utilizzo di Visual Basic for Application Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini PROGRAMMAZIONE Insieme delle attività da svolgersi per creare

Dettagli

Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 9

Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 9 Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 9 Anno accademico 2006-07 Titolare corso: Prof. Costanza Torricelli Docente: Dott.ssa Marianna Brunetti Variabili

Dettagli

Visual Basic FROM C TO DEDICATO AGLI UTENTI CON BASI DI C CHE SI AFFACCIANO AL MONDO DEL VISUAL BASIC. Contiene solo basi di linguaggio

Visual Basic FROM C TO DEDICATO AGLI UTENTI CON BASI DI C CHE SI AFFACCIANO AL MONDO DEL VISUAL BASIC. Contiene solo basi di linguaggio FROM C TO Visual Basic DEDICATO AGLI UTENTI CON BASI DI C CHE SI AFFACCIANO AL MONDO DEL VISUAL BASIC. Contiene solo basi di linguaggio FEDERICO GIUNTOLI Microsoft Visual Basic Questo capitolo ha lo scopo

Dettagli

Introduzione a Visual Basic Lezione 1 Concetti base e istruzioni condizionali

Introduzione a Visual Basic Lezione 1 Concetti base e istruzioni condizionali a Visual Basic Lezione 1 Concetti base e istruzioni condizionali Mario Alviano Introduzione all informatica Università della Calabria http://alviano.net/introinfo A.A. 2008/09 Introduzione Un esempio:

Dettagli

Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 13

Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 13 Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 13 Anno accademico 2006-07 Titolare corso: Prof. Costanza Torricelli Docente: Dott.ssa Marianna Brunetti I

Dettagli

Corso di Visual Basic (Parte 8)

Corso di Visual Basic (Parte 8) Corso di Visual Basic (Parte 8) di MAURIZIO CRESPI Questo mese il corso di programmazione in Visual Basic focalizza la propria attenzione sulle procedure, talvolta dette subroutine L oggetto dell ottava

Dettagli

Matematica in laboratorio

Matematica in laboratorio Unità 1 Attività guidate Attività 1 Foglio elettronico Divisibilità tra numeri naturali Costruisci un foglio di lavoro per determinare se a è divisibile per b, essendo a e b due numeri naturali, con a

Dettagli

Corso di Visual Basic (Parte 9)

Corso di Visual Basic (Parte 9) Corso di Visual Basic (Parte 9) di Maurizio Crespi La nona lezione del corso dedicato alla programmazione in Visual Basic si pone lo scopo di illustrare le funzioni definibili dall'utente e il concetto

Dettagli

Algebra Booleana ed Espressioni Booleane

Algebra Booleana ed Espressioni Booleane Algebra Booleana ed Espressioni Booleane Che cosa è un Algebra? Dato un insieme E di elementi (qualsiasi, non necessariamente numerico) ed una o più operazioni definite sugli elementi appartenenti a tale

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

DAL DIAGRAMMA AL CODICE

DAL DIAGRAMMA AL CODICE DAL DIAGRAMMA AL CODICE Un diagramma di flusso Appare, come un insieme di blocchi di forme diverse che contengono le istruzioni da eseguire, collegati fra loro da linee orientate che specificano la sequenza

Dettagli

La velocità di una carovana

La velocità di una carovana Programmazione A.A. 2002-03 I linguaggio Java ( Lezione X, Parte I ) Il primo programma Prof. Giovanni Gallo Dr. Gianluca Cincotti Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Catania e-mail

Dettagli

Struttura logica di un programma

Struttura logica di un programma Struttura logica di un programma Tutti i programmi per computer prevedono tre operazioni principali: l input di dati (cioè l inserimento delle informazioni da elaborare) il calcolo dei risultati cercati

Dettagli

Corso basi di dati Introduzione al VBScript

Corso basi di dati Introduzione al VBScript Corso basi di dati Introduzione al VBScript Gianluca Di Tomassi Email: ditomass@dia.uniroma3.it Università di Roma Tre IL VBScript In Microsoft Visual Basic Scripting Edition, il linguaggio di programmazione

Dettagli

www.mtcube.com Manuale di ASP

www.mtcube.com Manuale di ASP Manuale di ASP Sommario degli argomenti Che cosa sono le Active Server Pages... 3 Struttura, creazione ed esecuzione della pagina Asp... 3 Variabili e tipi di dati... 4 Numero Intero... 4 Numeri in virgola

Dettagli

Excel. A cura di Luigi Labonia. e-mail: luigi.lab@libero.it

Excel. A cura di Luigi Labonia. e-mail: luigi.lab@libero.it Excel A cura di Luigi Labonia e-mail: luigi.lab@libero.it Introduzione Un foglio elettronico è un applicazione comunemente usata per bilanci, previsioni ed altri compiti tipici del campo amministrativo

Dettagli

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore Cicli in Visual Basic for Application Le strutture del programma che ripetono l'esecuzione di una o più istruzioni sono chiamate Cicli. Alcune strutture per i cicli sono costruite in modo da venire eseguite

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: RIPASSO E APPROFONDIMENTO DEGLI ARGOMENTI PRECEDENTI 1.1. Concetti elementari di informatica Algoritmo, Dato, Informazione Campi di applicazione e classificazione

Dettagli

Prof. Giuseppe Chiumeo. Avete già studiato che qualsiasi algoritmo appropriato può essere scritto utilizzando soltanto tre strutture di base:

Prof. Giuseppe Chiumeo. Avete già studiato che qualsiasi algoritmo appropriato può essere scritto utilizzando soltanto tre strutture di base: LA STRUTTURA DI RIPETIZIONE La ripetizione POST-condizionale La ripetizione PRE-condizionale INTRODUZIONE (1/3) Avete già studiato che qualsiasi algoritmo appropriato può essere scritto utilizzando soltanto

Dettagli

Piccola guida a VBA per Word

Piccola guida a VBA per Word Piccola guida a VBA per Word La differenza tra VBA (Visual Basic for Applications) e VB6 (Visual Basic versione 6) Il modello di un documento Word Il progetto di un documento Word Come creare un nuovo

Dettagli

1 Programmazione orientata agli oggetti

1 Programmazione orientata agli oggetti Visual Basic Lo studio di questa unità può essere affrontato con due modalità differenti. Il lettore che ha già esperienza di programmazione in un linguaggio ad alto livello (QBasic, Pascal, C) può tralasciare

Dettagli

DUE GRUPPI DI COMANDI

DUE GRUPPI DI COMANDI LEZIONE16 SQL DDL PAG. 1 / 9 PROF. ANDREA ZOCCHEDDU LEZIONE16 SQL DDL LINGUAGGIO SQL DATA DESCRIPTION LANGUAGE DUE GRUPPI DI COMANDI I comandi del linguaggio SQL sono divisi in due grandi gruppi che formano

Dettagli

ISI s.r.l. Corso di Access 05 CREARE UN ELENCO MAILING ED INVIARE MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA Pag. 1/6

ISI s.r.l. Corso di Access 05 CREARE UN ELENCO MAILING ED INVIARE MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA Pag. 1/6 Pag. 1/6 Quello che vogliamo ottenere con questo database è un semplice programma che permetta di fare mailing tramite posta elettronica. 1 Dopo aver creato il database con Access 97 o 2000 è necessario

Dettagli

GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI

GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI Alberto ZANONI Centro Vito Volterra Università Tor Vergata Via Columbia 2, 00133 Roma, Italy zanoni@volterra.uniroma2.it Rudimenti di programmazione Programming

Dettagli

23 - Graphical User Interface GUI (Cenni)

23 - Graphical User Interface GUI (Cenni) 23 - Graphical User Interface GUI (Cenni) Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo

Dettagli

A. Carullo Introduzione a Visual Basic. Introduzione a

A. Carullo Introduzione a Visual Basic. Introduzione a Introduzione a Visual Basic 1 Indice degli argomenti trattati Cos è Visual Basic? L ambiente di sviluppo Visual Basic I passi per la creazione di un progetto VB Operazioni più comuni in un progetto VB

Dettagli

IL LINGUAGGIO Visual Basic

IL LINGUAGGIO Visual Basic Caratteristiche del linguaggio VB Linguaggio basato sugli eventi IL LINGUAGGI Visual Basic I programmi non sono procedurali, poiche non seguono una sequenza operativa. gni programma si basa infatti su

Dettagli

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Università di Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. Corso di Laurea in Matematica Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Marco Liverani (liverani@mat.uniroma3.it)

Dettagli

Programma del corso. Elementi di Programmazione. Introduzione agli algoritmi. Rappresentazione delle Informazioni. Architettura del calcolatore

Programma del corso. Elementi di Programmazione. Introduzione agli algoritmi. Rappresentazione delle Informazioni. Architettura del calcolatore Programma del corso Introduzione agli algoritmi Rappresentazione delle Informazioni Architettura del calcolatore Reti di Calcolatori Elementi di Programmazione Visual Basic Visual Basic Linguaggio di programmazione

Dettagli

Introduzione al Foglio Elettronico

Introduzione al Foglio Elettronico Microsoft Excel Introduzione al Foglio Elettronico Il Foglio Elettronico Si presenta come una grande tabella su un foglio di carta Le celle contengono differenti dati Numeri Testo Date Ecc I dati possono

Dettagli

Guida Rapida all utilizzo di Microsoft Excel

Guida Rapida all utilizzo di Microsoft Excel Guida Rapida all utilizzo di Microsoft Excel Giorgio Delzanno L ambiente Excel Excel è un foglio elettronico costituito da tre diverse componenti: un gestore di cartelle di lavoro, un gestore di database

Dettagli

Gestione degli archivi e stampe

Gestione degli archivi e stampe Gestione degli archivi e stampe Utilizzando il linguaggio Visual Basic, con la gestione tradizionale degli archivi, sono consentiti tre tipi di accesso ai file: sequenziale, per la lettura e scrittura

Dettagli

ALGORITMI 2 FINALITÁ

ALGORITMI 2 FINALITÁ INFORMATICA MODULO 8 Algoritmi e programmi A cura di Mimmo Corrado Aprile 2011 ALGORITMI 2 FINALITÁ Il Modulo Algoritmi e programmi introduce lo studente nel mondo della programmazione. ALGORITMI 3 1.

Dettagli

Dispensa di programmazione Visual basic

Dispensa di programmazione Visual basic Indice: Dispensa di programmazione Visual basic Programma come file eseguibili e librerie: la scatola chiusa, compilatori e interpreti... 2 Concetto di algoritmo. Come funziona una macchina informatica.

Dettagli

Tris, anagrammi e dintorni

Tris, anagrammi e dintorni Tris, anagrammi e dintorni Giocando a tris 1 mi sono sempre chiesto quale fosse la probabilità di vincere la partita iniziando per primo. È in effetti indubbio che le probabilità di riuscita siano superiori:

Dettagli

Programmazione di Base Variabili Array Funzioni Strutture di controllo. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO)

Programmazione di Base Variabili Array Funzioni Strutture di controllo. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) Programmazione di Base Variabili Array Funzioni Strutture di controllo Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) 3^ parte Com è fatto Arduino Programmazione da USB Nota: Firmware: Insieme

Dettagli

PROCEDURE GENERALI ATTIVAZIONE MACRO

PROCEDURE GENERALI ATTIVAZIONE MACRO PROCEDURE GENERALI OBIETTIVO Attivazione macro GUIDA ALL UTILIZZO PREMESSA COS È UNA MACRO ATTIVAZIONE MACRO Che cos è una macro? Una macro è un automazione tramite software VBA (Visual Basic for Applications)

Dettagli

Elementi di Informatica

Elementi di Informatica Università degli Studi di Udine Facoltà di Ingegneria CORSO DI LAUREA IN SCIENZE dell ARCHITETTURA Elementi di Informatica Algoritmi, e Programmi D. Gubiani 29 marzo 2010 D. Gubiani Algoritmi, e Programmi

Dettagli

Lezione II: Web server e ambiente di lavoro

Lezione II: Web server e ambiente di lavoro Lezione II: Web server e ambiente di lavoro In questa lezione, in laboratorio, si mostrerà quali sono i passi necessari per creare ed eseguire una pagina ASP. Brevemente, verrà fatto anche vedere, come

Dettagli

Linguaggio Java. Robusto. Orientato agli oggetti. Protegge e gestisce dagli errori. Non permette costrutti pericolosi

Linguaggio Java. Robusto. Orientato agli oggetti. Protegge e gestisce dagli errori. Non permette costrutti pericolosi Linguaggio Java Robusto Non permette costrutti pericolosi Eredità Multipla Gestione della Memoria Orientato agli oggetti Ogni cosa ha un tipo Ogni tipo è un oggetto (quasi) Protegge e gestisce dagli errori

Dettagli

per le decisioni economiche e

per le decisioni economiche e Elaborazione automatica dei dati per le decisioni economiche e finanziarie VBA-MODULO 1 Introduzione al Visual Basic for Applications Università di Foggia Facoltà di Economia Prof. Crescenzio Gallo c.gallo@unifg.it

Dettagli

Introduzione a Visual Basic Premessa

Introduzione a Visual Basic Premessa Introduzione a Visual Basic Premessa Questo testo è stato tratto dal sito, sintetizzato e rielaborato in formato PDF esclusivamente per uso didattico. Il corso è pensato per quanti non hanno alcuna conoscenza

Dettagli

1 introdurre le monete per l importo necessario. 2 selezionare la quantità di zucchero. 3 selezionare la bevanda desiderata

1 introdurre le monete per l importo necessario. 2 selezionare la quantità di zucchero. 3 selezionare la bevanda desiderata Esempi di Problema: Prendere un Caffè al Distributore Università degli Studi di Udine Facoltà di Ingegneria CORSO DI LAUREA IN SCIENZE dell ARCHITETTURA Elementi di Informatica, e Programmi D. Gubiani

Dettagli

Obbiettivi: Fornire le conoscenze di base per creare un semplice gioco, tipo Pimball, in Visual Basic.

Obbiettivi: Fornire le conoscenze di base per creare un semplice gioco, tipo Pimball, in Visual Basic. Animazioni e giochi in Visual Basic Il gioco del Pimball - versione A Matteo Temperoni 4 A Programmatori, ITC "Vittorio Emanuele II", Perugia, a.s. 2005/2006 Obbiettivi: Fornire le conoscenze di base per

Dettagli

Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 8

Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 8 Introduzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M2 (Prodotti Derivati) Lezione 8 Anno accademico 2006-07 Titolare corso: Prof. Costanza Torricelli Docente: Dott.ssa Marianna Brunetti Algoritmi:

Dettagli

Figura 1 Le Icone dei file di Excel con e senza macro.

Figura 1 Le Icone dei file di Excel con e senza macro. 18 Le macro Le macro rappresentano una soluzione interessante per automatizzare e velocizzare l esecuzione di operazioni ripetitive. Le macro, di fatto, sono porzioni di codice VBA (Visual Basic for Applications)

Dettagli

Corso di Laurea in INFORMATICA

Corso di Laurea in INFORMATICA Corso di Laurea in INFORMATICA Algoritmi e Strutture Dati MODULO 2. Algebre di dati Dati e rappresentazioni, requisiti delle astrazioni di dati, costrutti. Astrazioni di dati e dati primitivi. Specifica

Dettagli

Corso di Visione Artificiale. Matlab per Visione. Samuel Rota Bulò

Corso di Visione Artificiale. Matlab per Visione. Samuel Rota Bulò Corso di Visione Artificiale Matlab per Visione Samuel Rota Bulò Cos'è Matlab? MATLAB MATLAB - - MATrix MATrix LABoratory LABoratory Ambiente Ambiente di di sviluppo sviluppo ed ed esecuzione esecuzione

Dettagli

Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione

Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione basata sul campo d utilizzo. I principali package sono:

Dettagli

Le L z e ione n e d i d V isu s a u l B asi s c Prof.ssa Paola Goi 1

Le L z e ione n e d i d V isu s a u l B asi s c Prof.ssa Paola Goi 1 Lezione di Visual Basic Prof.ssa Paola Goi 1 VISUAL BASIC E un ambiente di programmazione che permette una programmazione: VISUALE AD EVENTI Per creare programmi applicativi nel sistema operativo Windows.

Dettagli

In collaborazione con: PowerPivot e DAX. Marco Pozzan. BI Analyst, 1NN0VA. info@marcopozzan.it www.marcopozzan.it

In collaborazione con: PowerPivot e DAX. Marco Pozzan. BI Analyst, 1NN0VA. info@marcopozzan.it www.marcopozzan.it In collaborazione con: PowerPivot e DAX Marco Pozzan BI Analyst, 1NN0VA info@marcopozzan.it www.marcopozzan.it PowerPivot e DAX Marco Pozzan BI Analyst, 1NN0VA info@marcopozzan.it www.marcopozzan.it Agenda:

Dettagli

Capitolo primo. Introduzione

Capitolo primo. Introduzione Capitolo primo Introduzione Questo corso si propone di insegnare a creare applicazioni database con Access utilizzando il linguaggio VBA-Visual Basic for Application: vale a dire quel caratteristico dialetto

Dettagli

La selezione binaria

La selezione binaria Andrea Marin Università Ca Foscari Venezia Laurea in Informatica Corso di Programmazione part-time a.a. 2011/2012 Introduzione L esecuzione di tutte le istruzioni in sequenza può non è sufficiente per

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica Laboratorio di Informatica Pacchetti Applicativi Excel e i Grafici CdL Economia A.A. 2012/2013 Domenica Sileo Università degli Studi della Basilicata Pacchetti Applicativi: Excel >> Sommario Sommario 2

Dettagli

MACRO DEFINIZIONE MACRO IN OFFICE. Di Luca Bazzani

MACRO DEFINIZIONE MACRO IN OFFICE. Di Luca Bazzani MACRO Di Luca Bazzani DEFINIZIONE Se si esegue spesso un'operazione in Microsoft Excel, è possibile automatizzarla con una macro. Una macro è costituita da una serie di comandi e funzioni memorizzata in

Dettagli

USO DI EXCEL COME DATABASE

USO DI EXCEL COME DATABASE USO DI EXCEL COME DATABASE Le funzionalità di calcolo intrinseche di un foglio di lavoro ne fanno uno strumento eccellente per registrarvi pochi dati essenziali, elaborarli con formule di vario tipo e

Dettagli

Introduzione a VBA. programmazione appartenente alla famiglia del Visual Basic.

Introduzione a VBA. programmazione appartenente alla famiglia del Visual Basic. Introduzione a VBA La suite da ufficio Microsoft Office è sicuramente uno dei software più diffusi al mondo, molti ne apprezzano le potenzialità, ma tanti ignorano che è possibile estenderne le capacità

Dettagli

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare

Dettagli

A.A. 2003-2004. Alessandro Lubisco. Indice

A.A. 2003-2004. Alessandro Lubisco. Indice Laboratorio di indagini campionarie A.A. 2003-2004 Visual Basic for Application in Access 2000 Alessandro Lubisco Indice Definizioni...5 Istruzione...5 Variabile...5 Espressione...5 Espressione numerica...5

Dettagli

UPGRADING SERVICES S.P.A. Software di supporto progettuale per l installazione di impianti micro-chp e micro- CHCP a metano e ad idrogeno 242K5L7

UPGRADING SERVICES S.P.A. Software di supporto progettuale per l installazione di impianti micro-chp e micro- CHCP a metano e ad idrogeno 242K5L7 UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO IL LAVORO E L INNOVAZIONE Modello M14 Allegati RTA POR PUGLIA 2007-2013 - Asse I Linea 1.1 Azione 1.1.2

Dettagli

Stored Procedures. Antonella Poggi, Claudio Corona. Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma

Stored Procedures. Antonella Poggi, Claudio Corona. Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Stored Procedures Antonella Poggi, Claudio Corona Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2008-2009 Questi lucidi sono stati

Dettagli

Corso breve su automazione d'ufficio

Corso breve su automazione d'ufficio OpenOffice.Org MySQL PHP Corso breve su automazione d'ufficio L'obiettivo di questa dimostrazione è la creazione di una connessione ad una sorgente dati e l'automazione della stessa con un foglio di calcolo

Dettagli

[MANUALE VISUAL BASIC SCUOLA24ORE PROF.SSA PATRIZIA TARANTINO] 14 dicembre 2008

[MANUALE VISUAL BASIC SCUOLA24ORE PROF.SSA PATRIZIA TARANTINO] 14 dicembre 2008 Se devo memorizzare più valori che sono in qualche modo parenti dal punto di vista logico, posso usare il concetto di vettore di variabili (array). Ad esempio, se devo memorizzare le temperature di tutti

Dettagli

Introduzione ai tipi di dato astratti: applicazione alle liste

Introduzione ai tipi di dato astratti: applicazione alle liste Universitàdegli Studi di L Aquila Facoltàdi Scienze M.F.N. Corso di Laurea in Informatica Corso di Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati A.A. 2005/2006 Introduzione ai tipi di dato astratti: applicazione

Dettagli

Integrare le MFC con Irrlicht. Sezione 1: Creazione del progetto. by Raffaele White tiger Mancuso

Integrare le MFC con Irrlicht. Sezione 1: Creazione del progetto. by Raffaele White tiger Mancuso Integrare le MFC con Irrlicht by Raffaele White tiger Mancuso In questo topic spiegherò come integrare irrlicht in un documento singolo MFC *(1). Io ho usato il visual c++ 6 ma la procedura dovrebbe essere

Dettagli

INTRODUZIONE. La storia. tratto da a SCUOLA con VISUAL BASIC di C. Fabbi - P.L. Farri

INTRODUZIONE. La storia. tratto da a SCUOLA con VISUAL BASIC di C. Fabbi - P.L. Farri tratto da a SCUOLA con VISUAL BASIC di C. Fabbi - P.L. Farri INTRODUZIONE La storia Visual Studio è software di sviluppo della Microsoft utile a costruire nuovi programmi eseguibili. Nato negli anni '90

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

Uso avanzato di MS Excel 1

Uso avanzato di MS Excel 1 Uso avanzato di MS Excel 1 LE BASI DEL FOGLIO ELETTRONICO EXCEL... 5 GLI ELEMENTI FONDAMENTALI... 5 LE FORMULE... 5 RIFERIMENTI... 6 NOMI... 7 TRIDIMENSIONALITÀ... 7 RIFERIMENTI AD ALTRE CARTELLE... 8

Dettagli

Variabili e tipi di dato

Variabili e tipi di dato Variabili e tipi di dato Tutte le variabili devono essere dichiarate, specificandone il tipo La dichiarazione deve precedere l uso Il tipo è un concetto astratto che esprime: L allocazione di spazio per

Dettagli

Il linguaggio SQL: DDL di base

Il linguaggio SQL: DDL di base Il linguaggio SQL: DDL di base Sistemi Informativi T Versione elettronica: 04.1.SQL.DDLbase.pdf SQL: caratteristiche generali SQL (Structured Query Language) èil linguaggio standard de facto per DBMS relazionali,

Dettagli

GENEALOGIA... 1 INTERFACCIA GRAFICA E CONTROLLI VISUALI...

GENEALOGIA... 1 INTERFACCIA GRAFICA E CONTROLLI VISUALI... prof. Claudio Maccherani, Perugia, 2003 INDICE GENEALOGIA... 1 INTERFACCIA GRAFICA E CONTROLLI VISUALI... 1 GENERALITÀ... 1 AMBIENTE DI PROGRAMMAZIONE... 2 CONTROLLI... 3 PROPRIETÀ... 3 EVENTI... 4 METODI...

Dettagli

FACCIAMO ALCUNE MACRO

FACCIAMO ALCUNE MACRO VBA = Visual Basic for Application Alcuni termini: In generale MACRO = sequenza di programmi che possono essere eseguiti a seguito di un unico comando In particolare MACRO = sequenza di comandi creata

Dettagli

Appunti su ASP (Active Server Pages)

Appunti su ASP (Active Server Pages) Client Client Appunti su ASP (Active Server Pages) Che cosa è ASP Un server web è un computer che contiene tutte le pagine web di un determinato sito web. In tale computer è installato un software che

Dettagli

Esercizio di Sincronizzazione tra Processi: Ponte a Senso Unico Alternato con Capacità Limitata

Esercizio di Sincronizzazione tra Processi: Ponte a Senso Unico Alternato con Capacità Limitata Esercizio di Sincronizzazione tra Processi: Ponte a Senso Unico Alternato con Capacità Limitata Supponiamo sempre di avere un ponte stretto che permette il passaggio delle auto solo in un verso per volta,

Dettagli

Docente referente: prof.ssa Rosa Marincola. Introduzione

Docente referente: prof.ssa Rosa Marincola. Introduzione Alunni: Classe III A Sistemi Informativi Aziendali, Disciplina: Informatica, Istituto d Istruzione Superiore "A. Guarasci" di Rogliano (CS) Indirizzo Tecnico Economico Docente referente: prof.ssa Rosa

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Dispensa E01 Esempi di programmi A. Miola Ottobre 2011 1 Contenuti Vediamo in questa lezione alcuni primi semplici esempi di applicazioni

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 CdS Ingegneria Informatica a.a. 2011/2012. Introduzione a Visual Studio 2005/2008/2010

Fondamenti di Informatica T-1 CdS Ingegneria Informatica a.a. 2011/2012. Introduzione a Visual Studio 2005/2008/2010 Fondamenti di Informatica T-1 CdS Ingegneria Informatica a.a. 2011/2012 Introduzione a Visual Studio 2005/2008/2010 1 Outline Solution e Project Visual Studio e linguaggio C Visual Studio schermata principale

Dettagli

Introduzione a I LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE

Introduzione a I LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE Introduzione a I LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE a cura di Francesco Galgani www.galgani galgani.itit Avvertenza: Con la presente pubblicazione, mi limiterò a introdurre sinteticamente alcuni concetti fondamentali

Dettagli

ACCESSO AL REGISTRO DI SISTEMA: LETTURA DEL NOME DEL COMPUTER.

ACCESSO AL REGISTRO DI SISTEMA: LETTURA DEL NOME DEL COMPUTER. Tutorial [Access] Michele de Nittis ACCESSO AL REGISTRO DI SISTEMA: LETTURA DEL NOME DEL COMPUTER. Versione: 1 Data Versione: domenica 12 dicembre 2004 1 Introduzione Questo tutorial nasce per un esigenza

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

QUALCHE MOSSA UTILE IN ACCESS

QUALCHE MOSSA UTILE IN ACCESS scarica questo e-book in formato pdf QUALCHE MOSSA UTILE IN ACCESS Davide Donà Grignasco (NO) - Italy davidedona@libero.it http://www.facebook.com/people/davide-dona/1056514255 http://ddonagrignasco.blogspot.com/

Dettagli

22 Introduzione all uso di MatLab

22 Introduzione all uso di MatLab 22 Introduzione all uso di MatLab INTERFACCIA UTENTE E STRINGHE Per visualizzare su schermo il valore di una variabile a senza farla precedere dalla scritta a=, si usa il comando disp (abbreviazione di

Dettagli

Procedure CAPITOLO 6. 6.1 Introduzione. 6.2 Moduli, classi e procedure

Procedure CAPITOLO 6. 6.1 Introduzione. 6.2 Moduli, classi e procedure CAPITOLO 6 Procedure Obiettivi Costruire i programmi in modo modulare partendo da piccoli pezzi chiamati procedure Introdurre i metodi Math disponibili in Framework Class Library Creare nuove procedure

Dettagli

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro,

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro, EXCEL PER WINDOWS95 1.Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area

Dettagli

Sviluppo di un applicazione in VBA per la creazione di offerte commerciali complesse

Sviluppo di un applicazione in VBA per la creazione di offerte commerciali complesse FRANCESCO PRESOTTO Università degli Studi di Padova LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA Sviluppo di un applicazione in VBA per la creazione di offerte commerciali complesse RELATORE: PROF. SERGIO

Dettagli

Tipi di Dato Ricorsivi

Tipi di Dato Ricorsivi Tipi di Dato Ricorsivi Luca Abeni September 2, 2015 1 Tipi di Dato Vari linguaggi di programmazione permettono all utente di definire nuovi tipi di dato definendo per ogni nuovo tipo l insieme dei suoi

Dettagli

Ruggero Cerino. Strumenti informatici per indici dei nomi. Come creare un indice analitico con MS-WORD

Ruggero Cerino. Strumenti informatici per indici dei nomi. Come creare un indice analitico con MS-WORD Ruggero Cerino Strumenti informatici per indici dei nomi. Come creare un indice analitico con MS-WORD citare come: R. Cerino, Strumenti informatici per indici dei nomi. Come creare un indice analitico

Dettagli

Corso Base. Liceo Norberto Rosa Bussoleno Prof. Angelo GIORGIO

Corso Base. Liceo Norberto Rosa Bussoleno Prof. Angelo GIORGIO Corso Base Liceo Norberto Rosa Bussoleno Prof. Angelo GIORGIO Java Java è un Linguaggio di Programmazione orientato agli oggetti. Un Linguaggio di Programmazione è un linguaggio ad alto livello, dotato

Dettagli

Gestione ed analisi di base dati nell epidemiologia. delle malattie infettive

Gestione ed analisi di base dati nell epidemiologia. delle malattie infettive Università degli Studi di Torino - Facoltà di Medicina Veterinaria Laboratorio di epidemiologia delle malattie infettive Scuola Specializzazione in Sanità Animale, Allevamento e Produzioni Zootecniche

Dettagli

Programma del corso Core. Programma del corso Advanced. Programma del corso Expert. Contents

Programma del corso Core. Programma del corso Advanced. Programma del corso Expert. Contents Contents Programma del corso Core L ambiente di lavoro e le funzioni di base (Durata del modulo: 4 ore) Introduzione operazioni fondamentali modifica del layout, salvataggio e stampa Fare calcoli analisi

Dettagli

OpenOffice.org. tutorial per calc

OpenOffice.org. tutorial per calc tutorial per calc Fondamenta dei Fogli elettronici I Fogli elettronici Le colonne Le righe Le celle Come selezionare le celle Selezionare le celle Selezionare una colonna o una riga Copiare e muovere celle

Dettagli

Tabelle Pivot - DISPENSE

Tabelle Pivot - DISPENSE Tabelle Pivot - DISPENSE Definizione Pivot Table: strumento che permette di riepilogare ed analizzare i dati di una tabella dinamicamente. Sono utilità che consentono di aggregare i dati secondo i criteri

Dettagli

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP)

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) 12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica,

Dettagli

Q U I C K B A S I C versione 4.5

Q U I C K B A S I C versione 4.5 Q U I C K B A S I C versione 4.5 Prof. Claudio Maccherani Anno scolastico 1998/1999 GENERALITÀ Quick Basic è un linguaggio di programmazione ad alto livello, interpretato e compilato. È fornito di un completo

Dettagli

Breve riepilogo della puntata precedente:

Breve riepilogo della puntata precedente: Breve riepilogo della puntata precedente: 1. In C, il passaggio dei parametri alle funzioni avviene sempre per copia, ovvero il valore del parametro viene copiato all'interno della variabile che rappresenta

Dettagli

Le librerie di Visual Basic for Applications e di Visual Basic

Le librerie di Visual Basic for Applications e di Visual Basic Capitolo 5 Le librerie di Visual Basic for Applications e di Visual Basic In linea di massima Microsoft Visual Basic può essere considerato la somma della libreria di Visual Basic for Applications più

Dettagli

Le macro con Microsoft Excel

Le macro con Microsoft Excel Laboratorio di indagini campionarie A.A. 2003-2004 Le macro con Microsoft Excel Alessandro Lubisco Laboratorio di indagini campionarie A.A. 2003-2004 Indice 1. Le macro con Microsoft Excel...1 Definizione

Dettagli

Strumenti per la costruzione di modelli economici in Excel. Parte 4. Altre Funzioni

Strumenti per la costruzione di modelli economici in Excel. Parte 4. Altre Funzioni Strumenti per la costruzione di modelli economici in Excel Parte 4. Altre Funzioni Agenda 1. Obiettivi del documento 2. Funzioni basilari 3. Strumenti per analisi di sensitività 4. Strumenti di ottimizzazione

Dettagli

Applicazione ASP di esempio

Applicazione ASP di esempio Applicazione ASP di esempio Database in rete Prof. Claudio Maccherani Un server web è un programma che gira su un computer sempre collegato ad Internet e che mette a disposizione file, pagine e servizi.

Dettagli