CONTRATTO PROVINCIALE INTEGRATIVO DI LAVORO PER LAVORATORI DIPENDENTI DA IMPRESE ARTIGIANE DEL LEGNO E ARREDAMENTO DELLA PROVINCIA DI TRENTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTRATTO PROVINCIALE INTEGRATIVO DI LAVORO PER LAVORATORI DIPENDENTI DA IMPRESE ARTIGIANE DEL LEGNO E ARREDAMENTO DELLA PROVINCIA DI TRENTO"

Transcript

1 Contratto provinciale integrativo di lavoro per lavoratori dipendenti da imprese artigiane del legno e arredamento della Provincia di Trento - 4 dicembre CONTRATTO PROVINCIALE INTEGRATIVO DI LAVORO PER LAVORATORI DIPENDENTI DA IMPRESE ARTIGIANE DEL LEGNO E ARREDAMENTO DELLA PROVINCIA DI TRENTO In Trento presso la sede dell'associazione Artigiani e Piccole Imprese, il 04 dicembre 2000 tra l'associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento rappresentata dal Presidente Provinciale Tullio Uez, dal Presidente di categoria Marco Ticò e da Lorenzo Giacomoni, Matteo Girardini e Giovanni Piz, Agostini Pio, Andreis Paolo, Bettega Rocco, Cimadom Maurizio, Giacomelli Guido, Varesco Luciano e Zambanini Alessio, assistiti da Renzo Rensi e la Feneal - Uil rappresentata dal Segretario Provinciale Paolo Ferrari la Filca - Cisl rappresentata dal Segretario Provinciale Diego Faccini la Fillea - Cgil rappresentata dal Segretario Provinciale Sergio Gelmini si conviene quanto segue: RELAZIONI SINDACALI Le parti convengono sull'importanza dell'artigianato del legno nell'economia provinciale. In particolare prendono atto che il sistema di imprese del legno uniformemente distribuito sul territorio provinciale rappresenta un elemento strategico per lo sviluppo e l'occupazione nella nostra Provincia. Le parti pertanto si impegnano reciprocamente ad operare, anche con azioni disgiunte, per favorire presso il Governo Provinciale l'emanazione di provvedimenti normativi, la promozione di iniziative tese alla valorizzazione del comparto e quant'altro funzionale alla tutela e crescita dell'artigianato del legno. AMBIENTE DI LAVORO Nel prendere atto di una significativa riduzione degli infortuni nel comparto, le parti convengono tuttavia di operare al fine di incrementare la tutela della salute all'interno dell'impresa artigiana. Ribadiscono che gli artigiani e i loro collaboratori sono congiuntamente interessati all'applicazione delle norme vigenti in materia di prevenzione e sicurezza.

2 Le parti a tal proposito convengono di attivare modalità di informazione specifica sul tema della sicurezza, affidandone l'organizzazione e la gestione, anche tramite terzi, all Ente Bilaterale dell'artigianato Trentino. Le parti convengono sulla assoluta priorità della tutela della salute all'interno dell'impresa artigiana. Verranno pertanto fornite notizie, disaggregate per comparto, a livello provinciale, relative alle modificazioni strutturali delle aziende, alle innovazioni tecnologiche e alla presenza di eventuali sostanze nocive nelle lavorazioni. Incontri specifici si terranno in relazione alla situazione complessiva di eventuali aziende a rischio ambientale interno e/o all'impatto ambientale esterno. In relazione a quanto previsto dal D.M. 277/91 e 626/94 le aziende informeranno i lavoratori rispetto ad eventuali sostanze nocive presenti nel ciclo produttivo, alle loro caratteristiche e alle norme per la tutela della salute e della sicurezza. PROVINCIALE INTEGRATIVO Le parti promuoveranno anche in collegamento con le istituzioni provinciali un programma di informazione e formazione dei lavoratori e degli artigiani sui temi della prevenzione e della tutela della salute. L'Associazione informerà le imprese interessate al fine di favorire nei modi e tempi più opportuni l'inserimento, ove necessario, di tutte quelle innovazioni tecnologiche atte a ridurre entro limiti fisiologici l'azione nociva degli eventuali agenti patogeni. INDUMENTI DI LAVORO E STRUMENTI INDIVIDUALI DI PROTEZIONE Le imprese artigiane forniranno con periodicità annuale idonei abiti da lavoro ai lavoratori subordinati non in periodo di prova. Tali abiti all'occorrenza saranno sostituiti quando usurati. In conformità alle vigenti norme legislative saranno forniti al personale subordinato adeguati mezzi di protezione individuale. FERIE Fermo restando quanto previsto dall'art parte prima - del vigente Contratto Nazionale di Lavoro, si conviene sulla seguente prassi in materia di ferie individuali e collettive: a) l'impresa comunicherà ai lavoratori, entro il 30 aprile di ogni anno, l'epoca dell'eventuale chiusura per ferie dell'azienda, tenendo conto del desiderio dei lavoratori, compatibilmente con le esigenze tecnico-produttive. Tale chiusura sarà, di norma, pari a due settimane individuabili nel periodo giugno -settembre; b) l'impresa concorderà, entro il 31 maggio di ogni anno, con i lavoratori la definizione dei periodi di fruizione delle residue ferie individuali, sulla base di una programmazione presentata dal lavoratore, che potrà essere modificata compatibilmente con le esigenze di lavoro, previo adeguato periodo di preavviso. Ad integrazione di quanto previsto all'articolo 26 - parte prima - del vigente Contratto Nazionale di Lavoro e, fermo restando quanto previsto dalla legge 8 marzo 2000 n. 53, le parti convengono che potranno essere concessi

3 permessi individuali non retribuiti in caso di documentata grave malattia di congiunti di primo grado del lavoratore. Tali permessi potranno essere concessi sino ad un massimo di due settimane all'anno, sempreché le esigenze produttive lo consentano. FORMAZIONE PROFESSIONALE Le parti convengono nel ribadire come il sistema legno-artigianato costituisca un comparto produttivo caratteristico nella Provincia di Trento e che tale comparto garantisce rilevanti risorse economiche ed occupazionali. Ribadiscono come gli interventi formativi risultino a tutt oggi inadeguati in relazione alle potenzialità nonché alle attuali esigenze del comparto. Riconfermano pertanto come prioritariamente debbano essere attivate, per il sistema legno artigianato, azioni formative funzionali alle esigenze del settore, anche tramite l ammodernamento tecnologico e il potenziamento dei C.F.P. Le parti auspicano possano nel breve periodo, essere attivate sul territorio sedi didattiche per l'addestramento e la formazione professionale al lavoro. Convengono inoltre che iniziative di formazione continua sul lavoro debbano essere attivate sia per lavoratori subordinati che autonomi mediante l'intervento di Fondi Comunitari, sia per il tramite del Servizio Addestramento e Formazione della P.A.T., sia per il tramite dell'agenzia del Lavoro. OSSERVATORIO PROVINCIALE Le parti convengono sull'istituzione di un osservatorio che possa monitorare le tendenze più significative del settore del legno e arredamento artigianato. In particolare si conviene che compiti prioritari dell'osservatorio potranno consistere in: l'acquisizione di informazioni relative a progetti specifici per il comparto legno ivi compresa la prima lavorazione; l'acquisizione di informazioni sul numero e variazioni delle imprese e dei dipendenti della filiera del legno, sull'andamento del mercato del lavoro, sui flussi occupazionali, apprendistato e c.f.l.; la valutazione e lo studio di progetti tesi a migliorare la qualificazione e la formazione professionale; PIL provinciale e valore aggiunto per addetto; l'osservatorio della filiera del legno sarà gestito dall'ente Bilaterale dell'artigianato ed avrà quali riferimenti privilegiati l'osservatorio dell'agenzia del Lavoro, la Commissione Provinciale per l'artigianato, l'lnps e l'lnail provinciali. L 'Attività dell'osservatorio non dovrà comportare oneri aggiuntivi per le imprese del legno. INDENNITA' INTEGRATIVA

4 In forza di quanto disposto dall'accordo Interconfederale e di quanto all'uopo previsto dal CCNL Legno ed Arredamento saranno erogati i seguenti importi a titolo di indennità integrativa Provinciale. Agli apprendisti tali importi saranno riconosciuti in misura percentuale così come stabilito dal vigente CCNL. Tale indennità verrà erogata nelle seguenti misure lorde mensili e con le decorrenze sotto riportate; CONTRATTO PROVINCIALE INTEGRATIVO CATEGORIE 01/01/ /01/2002 TOTALE A SUPER A B C D E NOTA a verbale: gli aumenti di cui sopra potranno assorbire sino a concorrenza eventuali aumenti individuali precedentemente corrisposti in aggiunta ai minimi contrattuali collettivi. CONTRATTO PROVINCIALE INTEGRATIVO ALLEGATO: QUOTA DIFFUSIONE CONTRATTO PROVINCIALE In base a quanto previsto dall'art. 8 - parte prima - del vigente CCNL Legno e Arredamento Artigianato, preso atto che si è data applicazione a quanto ivi stabilito, si conviene che le aziende effettueranno per ogni dipendente non iscritto alle Organizzazioni sindacali una ritenuta pari a Lire , da effettuarsi sulle competenze dei lavoratori del mese di marzo L impresa artigiana verserà le somme corrispettive sul seguente numero di conto corrente bancario presso la: CONTO CORRENTE CODICE ABI CODICE CAB In relazione a quanto sopra disposto le aziende allegheranno al cedolino paga del mese di febbraio 2001 l'avviso seguente: Sulla base delle intese intercorse in occasione del rinnovo del CCPL Legno Artigianato, si comunica che a tutti i lavoratori, per i quali non viene effettuata la trattenuta sindacale, che non ne facciano espressa rinuncia per iscritto entro il termine di 10 giorni dalla data di ritiro della presente busta paga, verrà. effettuata una trattenuta straordinaria a titolo di quota diffusione contratto di Lire , che verrà versata sul conto corrente bancario intestato a Fondo Contrattuale Artigiani Legno.

5 Le imprese, direttamente o tramite l'associazione Artigiani, si impegnano a consegnare ai lavoratori ai quali è stata effettuata la trattenuta di cui sopra, copia del CCPL che verrà fornita, tramite l'associazione Artigiani, o direttamente dalle Organizzazioni Sindacali. L Associazione Artigiani comunicherà all'uopo il numero di lavoratori per i quali è stata effettuata la trattenuta. Firmato: Uez, Ticò, Ferrari, Gelmini, Faccini

tra e, in ordine alfabetico

tra e, in ordine alfabetico TESTO del CONTRATTO COLLETTIVO PROVINCIALE DI LAVORO 29 gennaio 2007 per i dipendenti delle imprese edili ed affini della Provincia di Trento integrativo del CCNL 1 ottobre 2004 Addì 29 gennaio 2007 tra

Dettagli

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali CCNL Area Legno-Lapidei, il 25.03.2014 sottoscritto il rinnovo del contratto

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali CCNL Area Legno-Lapidei, il 25.03.2014 sottoscritto il rinnovo del contratto a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali Udine,11 aprile 2014 CCNL Area Legno-Lapidei, il 25.03.2014 sottoscritto il rinnovo del contratto Il 25 marzo 2014 è stato sottoscritto l accordo per il

Dettagli

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali CCNL Servizi di Pulizia del 18 settembre 2014, le principali novità sul rinnovo del contratto

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali CCNL Servizi di Pulizia del 18 settembre 2014, le principali novità sul rinnovo del contratto a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali Udine, 24 novembre 2014 CCNL Servizi di Pulizia del 18 settembre 2014, le principali novità sul rinnovo del contratto Il 18 settembre 2014 è stato sottoscritto

Dettagli

Presso la sede dell Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento. tra

Presso la sede dell Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento. tra In data 21 ottobre 2003 Presso la sede dell Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento tra L Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento, rappresentata dal

Dettagli

SCADENZARIO CONTRATTUALE OTTOBRE 2013 AGENZIE IMMOBILIARI. Livello/Categoria Minimo Indennità di funzione

SCADENZARIO CONTRATTUALE OTTOBRE 2013 AGENZIE IMMOBILIARI. Livello/Categoria Minimo Indennità di funzione SCADENZARIO CONTRATTUALE OTTOBRE 2013 AGENZIE IMMOBILIARI Livello/Categoria Minimo Indennità di funzione Q 2.289,44 250,00 1 2.113,07-2 1.895,39-3 1.692,76-4 1.531,68-5 1.432,13-6 1.336,91-7 1.217,09 -

Dettagli

Contratto Per le imprese e i lavoratori del settore grafico ed editoria

Contratto Per le imprese e i lavoratori del settore grafico ed editoria ente bilaterale artigianato trentino Contratto Per le imprese e i lavoratori del settore grafico ed editoria Associazione Artigiani e Piccole Imprese della provincia di Trento CGIL - CISL - UIL del Trentino

Dettagli

CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI

CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI Articolo 4 - CESSAZIONE DI APPALTO Rilevato che il settore è caratterizzato, nella generalità

Dettagli

IMPRESE DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE Ipotesi di Accordo del 18 settembre 2014

IMPRESE DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE Ipotesi di Accordo del 18 settembre 2014 Il 18 settembre 2014 è stato sottoscritto l accordo per il rinnovo del CCNL per i dipendenti dalle imprese artigiane esercenti Servizi di Pulizia, Disinfezione, Disinfestazione, Derattizzazione e Sanificazione

Dettagli

IL PRESENTE VERBALE DI ACCORDO FIRMATO E DISPONIBILE PRESSO LO SPORTELLO DELL ENTE BILATERALE, A RICHIESTA.

IL PRESENTE VERBALE DI ACCORDO FIRMATO E DISPONIBILE PRESSO LO SPORTELLO DELL ENTE BILATERALE, A RICHIESTA. 29/04/1997 VERBALE DI ACCORDO PROVINCIALE CONFESERCENTI/CONFCOMMERCIO FILCAMS CGIL- FISASCATCISL- UILTUCS UIL TURISMO art. 1 - RELAZIONI SINDACALI A seguito di una attenta valutazione dei problemi del

Dettagli

Verbale di Accordo ex art. 4, L. 223/91. Oggi, 13 settembre 2013, in Roma, presso gli Uffici di BBVA FINANZIA si sono incontrati:

Verbale di Accordo ex art. 4, L. 223/91. Oggi, 13 settembre 2013, in Roma, presso gli Uffici di BBVA FINANZIA si sono incontrati: Verbale di Accordo ex art. 4, L. 223/91 Oggi, 13 settembre 2013, in Roma, presso gli Uffici di BBVA FINANZIA si sono incontrati: BBVA Finanzia S.p.A. (qui di seguito anche solo «BBVA» o «Societa») in persona

Dettagli

TERRITORIALE. tra. ed, in ordine alfabetico,

TERRITORIALE. tra. ed, in ordine alfabetico, VERBALE DI ACCORDO SUL FUNZIONAMENTO DEI RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA TERRITORIALE Il giorno 27 luglio 2009 a Teramo presso la sede dell Associazione Costruttori Edili della Provincia

Dettagli

Paghe. Previdenza complementare con Artifond Flavia Martinelli e Gloria Baldoni - Consulenti Cna Interpreta

Paghe. Previdenza complementare con Artifond Flavia Martinelli e Gloria Baldoni - Consulenti Cna Interpreta Paghe Dentro il Ccnl - Artigianato Previdenza complementare con Artifond Flavia Martinelli e Gloria Baldoni - Consulenti Cna Interpreta Natura Fonte istitutiva Parti istitutive Attività di promozione e

Dettagli

PIATTAFORMA DEL RINNOVO INTEGRATIVO PROVINCIALE DI BENEVENTO 2011 2013 PREMESSA

PIATTAFORMA DEL RINNOVO INTEGRATIVO PROVINCIALE DI BENEVENTO 2011 2013 PREMESSA PIATTAFORMA DEL RINNOVO INTEGRATIVO PROVINCIALE DI BENEVENTO 2011 2013 PREMESSA La situazione attuale del settore delle costruzioni, nella provincia di Benevento, impone di rendere più strutturali le relazioni

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE DEL COMPARTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE BIENNIO ECONOMICO 2008-2009

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE DEL COMPARTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE DEL COMPARTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 In data 31 luglio 2009, alle ore 11.30, ha avuto luogo l incontro tra l

Dettagli

EDITORIA E GRAFICA - Artigianato. ( Dal 01/07/1997 Al 30/06/2001 ) CCNL 1/7/1998. Verbale di stipula e decorrenza contrattuale

EDITORIA E GRAFICA - Artigianato. ( Dal 01/07/1997 Al 30/06/2001 ) CCNL 1/7/1998. Verbale di stipula e decorrenza contrattuale EDITORIA E GRAFICA - Artigianato ( Dal 01/07/1997 Al 30/06/2001 ) CCNL 1/7/1998 Verbale di stipula e decorrenza contrattuale Il giorno 1/7/1998 tra A.N.G. - Associazione Nazionale Grafici Confartigianato,

Dettagli

Ruolo primario dei Ccnl per la definizione del tempo di lavoro retribuito del Rls

Ruolo primario dei Ccnl per la definizione del tempo di lavoro retribuito del Rls I permessi retribuiti del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza Mario Gallo Docente di Diritto del lavoro nell Università degli Studi di Cassino Le novità della disciplina sui permessi retribuiti

Dettagli

Piattaforma Feneal - Filca - Fillea CCNL CEMENTO, CALCE e GESSO INDUSTRIA

Piattaforma Feneal - Filca - Fillea CCNL CEMENTO, CALCE e GESSO INDUSTRIA Piattaforma Feneal - Filca - Fillea CCNL CEMENTO, CALCE e GESSO INDUSTRIA Vigenza contrattuale 01/01/2016 31/12/2018 Roma 17 giugno 2015 Premessa Il rinnovo del CCNL, si colloca all interno di un quadro

Dettagli

CCNL PER I DIPENDENTI DALLE IMPRESE ARTIGIANE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE.

CCNL PER I DIPENDENTI DALLE IMPRESE ARTIGIANE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE. CCNL IMPRESE DI PULIZIA ARTIGIANE - 12 LUGLIO 1999 - TESTO CCNL PER I DIPENDENTI DALLE IMPRESE ARTIGIANE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE Tra

Dettagli

Art. 83-bis. - Tutela della sicurezza stradale e della regolarità del mercato dell'autotrasporto di cose per conto di terzi [1]

Art. 83-bis. - Tutela della sicurezza stradale e della regolarità del mercato dell'autotrasporto di cose per conto di terzi [1] Art. 83-bis. - Tutela della sicurezza stradale e della regolarità del mercato dell'autotrasporto di cose per conto di terzi [1] 1. L'Osservatorio sulle attività di autotrasporto di cui all'articolo 9 del

Dettagli

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO NAZIONALE LEGNO INDUSTRIA

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO NAZIONALE LEGNO INDUSTRIA FeNEAL- UIL FILCA - CISL FILLEA - CGIL PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO NAZIONALE LEGNO INDUSTRIA Premessa Il contratto che ci apprestiamo a rinnovare dovrà rappresentare un riferimento certo e

Dettagli

SETTORE CONTRATTUALE ACCONCIATURA ed ESTETICA TABELLE SALARIALI N. 13

SETTORE CONTRATTUALE ACCONCIATURA ed ESTETICA TABELLE SALARIALI N. 13 SETTORE CONTRATTUALE ACCONCIATURA ed ESTETICA TABELLE SALARIALI N. 13 scadenzario n.13 operai/impiegati n.13 A apprendisti legge 196/97 n.13 B app. profess (assunti fino al 30/11/2011) n.13 C app. profess

Dettagli

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.00, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.00, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato Contratto Collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione per il quadriennio normativo 2006-2009 ed il biennio economico

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO (Elezione RLS, rimborso oneri alle imprese e finanziamento R.L.S.T.-A.S.L.E.) tra

VERBALE DI ACCORDO (Elezione RLS, rimborso oneri alle imprese e finanziamento R.L.S.T.-A.S.L.E.) tra VERBALE DI ACCORDO (Elezione RLS, rimborso oneri alle imprese e finanziamento R.L.S.T.-A.S.L.E.) In Milano, 22 ottobre 2012 tra - l'associazione DELLE IMPRESE EDILI E COMPLEMENTARI DELLE PROVINCE DI MILANO,

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL.

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL. VERBALE DI RIUNIONE II giorno 18 febbraio 2005 la Banca di Roma S.p.A. e la Rappresentanza Sindacale Aziendale UGL Credito dell'unità Produttiva Riscossione Tributi della Provincia di Frosinone si sono

Dettagli

Sintesi degli accordi. (*) Esclusi i comparti Autotrasporto merci e logistica, Edilizia e Servizi di pulizia, che non hanno rinnovato.

Sintesi degli accordi. (*) Esclusi i comparti Autotrasporto merci e logistica, Edilizia e Servizi di pulizia, che non hanno rinnovato. Settore Artigiano Accordo interconfederale - 15 dicembre 2009 Accordi - 15 dicembre 2009 Retribuzioni contrattuali dal 1º gennaio 2010 e bilateralità â Parti stipulanti: Confartigianato Imprese, Cna, Casartigiani

Dettagli

ENTE BILATERALE METALMECCANICI REGOLAMENTO

ENTE BILATERALE METALMECCANICI REGOLAMENTO Art. 1 - Ambito di applicazione ENTE BILATERALE METALMECCANICI REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina l'attività dell'e.b.m. sulla base dell'accordo tra Unionmeccanica Confapi e Fiom Cgil del 15

Dettagli

ARTIGIANATO ACCORDI INTERCONFEDERALI Accordo interconfederale nazionale sui contratti di formazione e lavoro - 4 Maggio 1995

ARTIGIANATO ACCORDI INTERCONFEDERALI Accordo interconfederale nazionale sui contratti di formazione e lavoro - 4 Maggio 1995 ARTIGIANATO ACCORDI INTERCONFEDERALI Accordo interconfederale nazionale sui contratti di formazione e lavoro - 4 Maggio 1995 Le Confederazioni Artigiane CONFARTIGIANATO, CNA, CASA, CLAAI, e le Confederazioni

Dettagli

SISTEMA DELLA BILATERALITA

SISTEMA DELLA BILATERALITA SISTEMA DELLA BILATERALITA Con la firma dei due accordi interconfederali con CGIL-CISL-UIL, - del 20 settembre 2011 con il quale viene disciplinata la figura del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza,

Dettagli

tra Premessa Il presente Accordo si propone, quindi, di regolamentare tale attività, con le seguenti finalità :

tra Premessa Il presente Accordo si propone, quindi, di regolamentare tale attività, con le seguenti finalità : Accordo collettivo per la disciplina delle collaborazioni a progetto nelle attività di vendita di beni e servizi e di recupero crediti realizzati attraverso call center outbound, stipulato con riferimento

Dettagli

Contratto Collettivo Integrativo di lavoro per i dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata della Provincia di Bolzano

Contratto Collettivo Integrativo di lavoro per i dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata della Provincia di Bolzano Contratto Collettivo Integrativo di lavoro per i dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata della Provincia di Bolzano Il giorno 18 dicembre 2002 presso la sede CISL di Bolzano si e stipulato il Contratto

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO per i dipendenti dalle imprese artigiane esercenti servizi di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione 12 LUGLIO 1999 (*) (Decorrenza:

Dettagli

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito Comprensorio di Alessandria Via Cavour, 27-15121 Alessandria - Tel. 0131 308254 e-mail: fisacal@libero.it - Sito Internet www.fisacalessandria.it

Dettagli

DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010

DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010 DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010 In data 21 Dicembre 2009, alle ore 10.30, presso la Sala Riunioni dell A.S.L.

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLE AGENZIE DI ASSICURAZIONE

VERBALE DI ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLE AGENZIE DI ASSICURAZIONE VERBALE DI ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLE AGENZIE DI ASSICURAZIONE San Marino, 20 gennaio '06 TRA Le Agenzie di Assicurazione della Repubblica

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003 In data 1 giugno 2004 alle ore 11.00 ha avuto luogo l incontro per

Dettagli

Verbale di Accordo. La Brevini Power Transmission S.p.A. rappresentata dal Dr. A Borgatti e dal Rag. P. Conti

Verbale di Accordo. La Brevini Power Transmission S.p.A. rappresentata dal Dr. A Borgatti e dal Rag. P. Conti Verbale di Accordo Il giorno 07/07/2011 tra La Brevini Power Transmission S.p.A. rappresentata dal Dr. A Borgatti e dal Rag. P. Conti e La RSU della Brevini Power Transmission nelle persone dei Sigg Rosario

Dettagli

PIATTAFORMA PER IL CONTRATTO INTEGRATIVO DEGLI OPERAI E DEGLI IMPIEGATI EDILI DELLA PROVINCIA DI PALERMO

PIATTAFORMA PER IL CONTRATTO INTEGRATIVO DEGLI OPERAI E DEGLI IMPIEGATI EDILI DELLA PROVINCIA DI PALERMO PIATTAFORMA PER IL CONTRATTO INTEGRATIVO DEGLI OPERAI E DEGLI IMPIEGATI EDILI DELLA PROVINCIA DI PALERMO PREMESSA Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil con la presente piattaforma intendono confermare il

Dettagli

ACCONCIATURA ED ESTETICA INDICE

ACCONCIATURA ED ESTETICA INDICE ACCONCIATURA ED ESTETICA INDICE ACCONCIATURA ED ESTETICA Contratto collettivo nazionale di lavoro 31 luglio 2000 Art. 1 - Decorrenza e durata Art. 2 - Sistema di informazione Art. 3 - Osservatori Art.

Dettagli

Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. Formazione Professionale

Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. Formazione Professionale Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Formazione Professionale PARTE PRIMA Capitolo I - RELAZIONI SINDACALI Premessa Il presente CCNL viene stipulato in applicazione dei principi e delle norme contenuti

Dettagli

A tutte le imprese associate e alle Associazioni Territoriali. OGGETTO: Rinnovo del CCNL per i lavoratori addetti all industria delle Calzature

A tutte le imprese associate e alle Associazioni Territoriali. OGGETTO: Rinnovo del CCNL per i lavoratori addetti all industria delle Calzature Milano, 10 dicembre 2013 A tutte le imprese associate e alle Associazioni Territoriali OGGETTO: Rinnovo del CCNL per i lavoratori addetti all industria delle Calzature Si informa che in data 29 novembre

Dettagli

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO PROVINCIALE EDILE INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI ASTI 2010/2013

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO PROVINCIALE EDILE INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI ASTI 2010/2013 PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO PROVINCIALE EDILE INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI ASTI 2010/2013 1 PREMESSA Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil della provincia di Asti nel presentare

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO per i dipendenti dalle aziende artigiane grafiche, fotografiche, cartotecniche, grafico-pubblicitarie ed affini 1 LUGLIO 1998 (*) (Decorrenza: 1 luglio 1997 - Scadenza:

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 A seguito del parere favorevole espresso in data 7 dicembre 2001 dalla Presidenza del Consiglio

Dettagli

SERVIZI DI PULIZIA - Aziende artigiane INDICE

SERVIZI DI PULIZIA - Aziende artigiane INDICE SERVIZI DI PULIZIA - Aziende artigiane INDICE SERVIZI DI PULIZIA Artigianato Contratto collettivo nazionale di lavoro 12 luglio 1999 Clausole di salvaguardia Art. 1 - Campo di applicazione del contratto

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003 In data 11 ottobre 2006 alle ore 11.00 ha avuto luogo l incontro per la

Dettagli

Accordo Interconfederale Intercategoriale Nazionale in attuazione del D.Lgs 626/94

Accordo Interconfederale Intercategoriale Nazionale in attuazione del D.Lgs 626/94 Accordo Interconfederale Intercategoriale Nazionale in attuazione del D.Lgs 626/94 tra Confartigianato, CNA, CASA, CLAAI e CGIL, CISL, UIL Parte Prima Organismi paritetici 1. Organismi paritetici territoriali

Dettagli

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO EDILI INDUSTRIA ARTIGIANI E COOPERATIVE

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO EDILI INDUSTRIA ARTIGIANI E COOPERATIVE Milano, Gennaio 2011 Provincia di Milano, Lodi e Monza Brianza PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO EDILI INDUSTRIA ARTIGIANI E COOPERATIVE 2 PREMESSA Le OO.SS. Feneal UIL, Filca CISL,

Dettagli

Enti art. 70 D.Lgs. 165/2001 Personale dei livelli Del 01/06/2004

Enti art. 70 D.Lgs. 165/2001 Personale dei livelli Del 01/06/2004 Enti art. 70 D.Lgs. 165/2001 Personale dei livelli Del 01/06/2004 CCNL per il personale non dirigente della Cassa Depositi e Prestiti - biennio contrattuale 2002-2003 (S.G. G.U. n. 147 del 25 giugno 2004)

Dettagli

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato Contratto Collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione per il biennio economico 2008-2009 Il giorno 13.05.2009 alle

Dettagli

Art.1 (Campo di applicazione del contratto)

Art.1 (Campo di applicazione del contratto) CCNL PER I DIPENDENTI DALLE IMPRESE ARTIGIANE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE Tra Associazione Nazionale Imprese di Pulizia Confartigianato

Dettagli

INDICE. Contratto collettivo nazionale di lavoro 23 novembre 1998

INDICE. Contratto collettivo nazionale di lavoro 23 novembre 1998 ALIMENTARI E PANIFICAZIONE - Aziende artigiane INDICE ALIMENTARI E PANIFICAZIONE Artigianato Contratto collettivo nazionale di lavoro 23 novembre 1998 Premessa Art. 1 - Sfera di applicazione Art. 2 - Inscindibilità

Dettagli

Testo documento base per il confronto sulla regolamentazione dei rapporti di collaborazione. Premessa

Testo documento base per il confronto sulla regolamentazione dei rapporti di collaborazione. Premessa Testo documento base per il confronto sulla regolamentazione dei rapporti di collaborazione Premessa Con il trasferimento del personale ATA dagli enti locali allo Stato in attuazione dell art. 8 della

Dettagli

tra Premesso che: - in data 30 giugno 2007 è stato sottoscritto l Accordo Quadro del Gruppo Banco Popolare ;

tra Premesso che: - in data 30 giugno 2007 è stato sottoscritto l Accordo Quadro del Gruppo Banco Popolare ; Accordo per l accesso volontario alle prestazioni straordinarie erogate dal Fondo di solidarietà dei dipendenti delle Aziende del Gruppo Banco Popolare In Lodi Verona, il 30 giugno 2007 tra Banco Popolare

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E DI RICERCA di cui all art. 5 del D. Lgs 14 settembre 2011 n 167

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E DI RICERCA di cui all art. 5 del D. Lgs 14 settembre 2011 n 167 PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E DI RICERCA di cui all art. 5 del D. Lgs 14 settembre 2011 n 167 TRA LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO e L Università degli studi di Trento

Dettagli

V E R B A L E D I A C C O R D O PROCEDURA SINDACALE AI SENSI DEGLI ARTT. 20 E 21 DEL VIGENTE CCNL DI SETTORE

V E R B A L E D I A C C O R D O PROCEDURA SINDACALE AI SENSI DEGLI ARTT. 20 E 21 DEL VIGENTE CCNL DI SETTORE V E R B A L E D I A C C O R D O PROCEDURA SINDACALE AI SENSI DEGLI ARTT. 20 E 21 DEL VIGENTE CCNL DI SETTORE Il giorno 7 agosto 2014 Banca Monte dei Paschi di Siena SpA, Consum.it SpA, MPS Capital Services

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI BIENNIO ECONOMICO

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI BIENNIO ECONOMICO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 A seguito del parere favorevole espresso in data 14 febbraio 2001 dal

Dettagli

AUTOTRASPORTO MERCI E LOGISTICA

AUTOTRASPORTO MERCI E LOGISTICA AUTOTRASPORTO MERCI E LOGISTICA AGGIORNAMENTI ccnl: Ottobre 2014 prossimo aumento ottobre 2015 Quadri/Impiegati/Operai CATEGORIA *** quadri 2.059,74 51,49 2.111,23 1 1.933,94 48,35 1.982,29 2 1.776,74

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO EDILIZIA INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI TORINO PIATTAFORMA 2015/2017

CONTRATTO INTEGRATIVO EDILIZIA INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI TORINO PIATTAFORMA 2015/2017 CONTRATTO INTEGRATIVO EDILIZIA INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI TORINO PIATTAFORMA 2015/2017 PREMESSA FeNEAL UIL, FILCA CISL, FILLEA CGIL di Torino, nel presentare la piattaforma di rinnovo del Contratto Provinciale

Dettagli

TESSILE E MODA ARTIGIANATO

TESSILE E MODA ARTIGIANATO TABELLA A - CALZATURIERI - TESSILI - STUDI DI DISEGNI TESSILI AGGIORNAMENTI ccnl: Agosto 2014 ccril: aprile 2000 prossimo aumento aprile 2015 IMPIEGATI 6 LIVELLO ex prima categoria 5 LIVELLO ex seconda

Dettagli

Sanità Privata - 2 Biennio economico 2000-2001 VERBALE

Sanità Privata - 2 Biennio economico 2000-2001 VERBALE Sanità Privata - 2 Biennio economico 2000-2001 VERBALE Il giorno 21 dicembre 2001, in Roma, tra: l A.R.I.S. nella persona del Vice Presidente, Fr. Mario Bonora, assistito dal Capo-delegazione Giovanni

Dettagli

C.C.N.L. delle Case da Gioco Considerazioni sullo stato del settore

C.C.N.L. delle Case da Gioco Considerazioni sullo stato del settore C.C.N.L. delle Case da Gioco Considerazioni sullo stato del settore Il gioco pubblico (fonte AGIPRONEWS), registra l ennesimo record di incassi attestandosi per il 2010 ad una chiusura di 61 miliardi di

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO RELATIVO AL PERSONALE DIRIGENTE DELL AREA VI PER IL BIENNIO ECONOMICO 2004-2005

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO RELATIVO AL PERSONALE DIRIGENTE DELL AREA VI PER IL BIENNIO ECONOMICO 2004-2005 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO RELATIVO AL PERSONALE DIRIGENTE DELL AREA VI PER IL BIENNIO ECONOMICO 2004-2005 In data 1 agosto 2006 alle ore 12.15. ha avuto luogo l incontro per la definizione

Dettagli

PIATTAFORMA RINNOVO CCNL LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE

PIATTAFORMA RINNOVO CCNL LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE PIATTAFORMA RINNOVO CCNL LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE Premessa Quanto realizzato fino ad oggi ha reso evidente come sia difficile affrontare in maniera separata i temi contrattuali rendendo, invece,

Dettagli

Tavola di confronto delle piattaforme sindacali

Tavola di confronto delle piattaforme sindacali www.bollettinoadapt.it, 16 aprile 2013 Tavola di confronto delle piattaforme sindacali a cura di Sabrina Chiarelli, Cecilia Porro, Giulia Rosolen Argomenti FeLSA Cisl NIdiL Cgil UILTem.p@ Le premesse Diritti

Dettagli

AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A seguito della registrazione da parte della Corte dei conti del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 30 novembre

Dettagli

RIFORMA DEGLI ASSETTI CONTRATTUALI

RIFORMA DEGLI ASSETTI CONTRATTUALI RIFORMA DEGLI ASSETTI CONTRATTUALI ASSETTI CONTRATTUALI La complessità dei settori rappresentati dalle Parti stipulanti, caratterizzati da una polverizzazione di imprese spesso piccole e piccolissime,

Dettagli

PIATTAFORMA PER LA CONTRATTAZIONE DI SECONDO LIVELLO UPS

PIATTAFORMA PER LA CONTRATTAZIONE DI SECONDO LIVELLO UPS PIATTAFORMA PER LA CONTRATTAZIONE DI SECONDO LIVELLO UPS PREMESSA L accordo siglato il 23 luglio 93 da OO.SS., Governo e Confindustria, valorizza le ragioni del lavoro nei suoi molteplici aspetti occupazionali,

Dettagli

Dott.ssa Margareth Stefanelli

Dott.ssa Margareth Stefanelli IL RAPPORTO DI LAVOR0 NORME CHE TUTELANO IL DIRITTO DEL LAVORO Leggi del lavoro Norme Costituzionali Codice Civile Leggi Speciali Direttive Comunitarie Tutela della maternità Lavoro minorile Integrità

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E PER IL DIPLOMA PROFESSIONALE. D. Lgs. 14 settembre 2011 n 167

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E PER IL DIPLOMA PROFESSIONALE. D. Lgs. 14 settembre 2011 n 167 PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E PER IL DIPLOMA PROFESSIONALE di cui all art. 3 del D. Lgs. 14 settembre 2011 n 167 1 TRA LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO e Le associazioni

Dettagli

SLIDE OTTOBRE 2015. Paghe e contributi. Corso Base 30/10/2015. Relatore: Gian Luca Budroni

SLIDE OTTOBRE 2015. Paghe e contributi. Corso Base 30/10/2015. Relatore: Gian Luca Budroni 1 Paghe e contributi Corso Base 30/10/ Relatore: Gian Luca Budroni 2 Contrattazione Collettiva: Il CCNL è un contratto di lavoro stipulato a livello nazionale tra le organizzazioni rappresentanti dei lavoratori

Dettagli

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL PER I LAVORATORI DIPENDENTI DELLE AZIENDE ARTIGIANE

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL PER I LAVORATORI DIPENDENTI DELLE AZIENDE ARTIGIANE UNIONE ITALIANA LAVORATORI TESSILI ABBIGLIAMENTO PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL PER I LAVORATORI DIPENDENTI DELLE AZIENDE ARTIGIANE Area TESSILE MODA Premessa Nell attuale fase di crisi finanziaria

Dettagli

PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE DEL CALZATURIERO INDUSTRIA

PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE DEL CALZATURIERO INDUSTRIA PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE DEL CALZATURIERO INDUSTRIA 1 Premessa Il rinnovo del Contratto Nazionale del Calzaturiero avviene in un momento non facile per l economia

Dettagli

Ipotesi di piattaforma per il rinnovo del CCNL piastrelle e refrattari

Ipotesi di piattaforma per il rinnovo del CCNL piastrelle e refrattari Ipotesi di piattaforma per il rinnovo del CCNL piastrelle e refrattari Premessa La Fulc, nella definizione dell'ipotesi di piattaforma, vuole innanzi tutto partire dagli interessi espressi dalle lavoratrici

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 22 giugno 1995 il rappresentante per la sicurezza tra CONFINDUSTRIA e CGIL, CISL e UIL. Parte prima

ACCORDO INTERCONFEDERALE 22 giugno 1995 il rappresentante per la sicurezza tra CONFINDUSTRIA e CGIL, CISL e UIL. Parte prima ACCORDO INTERCONFEDERALE 22 giugno 1995 il rappresentante per la sicurezza tra CONFINDUSTRIA e CGIL, CISL e UIL Parte prima 1. Il rappresentante per la sicurezza L'art. 18 - il cui comma 1 contiene l'enunciazione

Dettagli

NOTA TECNICA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CIG E MOBILITA IN DEROGA

NOTA TECNICA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CIG E MOBILITA IN DEROGA NOTA TECNICA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CIG E MOBILITA IN DEROGA In attesa di definire con accordo quadro, stipulato in sede regionale con le Parti Sociali e Sindacali, le priorità di intervento

Dettagli

tra quali parti unitariamente intese quali fonti istitutive rispettivamente per le imprese e per i lavoratori

tra quali parti unitariamente intese quali fonti istitutive rispettivamente per le imprese e per i lavoratori FEDERLEGNO-ARREDO UNITAL 1 FENEAL UIL FILCA CISL FILLEA CGIL tra e quali parti unitariamente intese quali fonti istitutive rispettivamente per le imprese e per i lavoratori vista la legge 8 Agosto 1995

Dettagli

REGOLARITA E SICUREZZA DEL LAVORO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

REGOLARITA E SICUREZZA DEL LAVORO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI REGOLARITA E SICUREZZA DEL LAVORO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI PROTOCOLLO DI INTESA Firenze, Il giorno, alla presenza del Prefetto di Firenze Dr. Andrea De Martino, sono intervenuti: - La Provincia di

Dettagli

ACCONCIATURA ED ESTETICA

ACCONCIATURA ED ESTETICA ACCONCIATURA ED ESTETICA AGGIORNAMENTI ccnl: Ottobre 2014 prossimo aumento ottobre 2015 Impiegati/Operai CATEGORIA 1 categoria 1.355,58 1.355,58 2 categoria 1.238,34 1.238,34 3 categoria 1.174,00 1.174,00

Dettagli

Esonero contributivo triennale assunti a tempo indeterminato

Esonero contributivo triennale assunti a tempo indeterminato OBIETTIVO: Al fine di promuovere forme di occupazione stabile Incentivo all occupazione DESTINATARI: Datori di lavoro privati e, sub condicione, agricoli. imprenditori, non imprenditori (Associazioni,

Dettagli

QUESITI - Programma merci Serie MCN - Elementi di diritto sociale - Nazionale

QUESITI - Programma merci Serie MCN - Elementi di diritto sociale - Nazionale QUESITI - Programma merci Serie MCN - Elementi di diritto sociale - Nazionale MCN001 Secondo il CCNL Logistica, Spedizione e Trasporto Merci, l'impresa che intende chiedere il risarcimento dei danni al

Dettagli

Verbale di accordo. premesso che

Verbale di accordo. premesso che Verbale di accordo Il giorno 19 marzo 2014, in Milano Intesa Sanpaolo S.p.A. (di seguito ISP), anche nella qualità di Banca Capogruppo e le società del Gruppo; e le Segreterie Nazionali e le Delegazioni

Dettagli

Le medesime attività non possono svolgersi in forma ambulante.

Le medesime attività non possono svolgersi in forma ambulante. L. 14 febbraio 1963, n. 161 (1). Disciplina dell'attività di barbiere, parrucchiere ed affini (2) (3). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 9 marzo 1963, n. 66. (2) Per la professione di estetista, vedi ora

Dettagli

Il giorno 4 ottobre 2007. tra. POSTE ITALIANE S.p.A. SLC-CGIL, SLP-CISL, UIL-POST, FAILP-CISAL, SAILP-CONFSAL e UGL- Comunicazioni.

Il giorno 4 ottobre 2007. tra. POSTE ITALIANE S.p.A. SLC-CGIL, SLP-CISL, UIL-POST, FAILP-CISAL, SAILP-CONFSAL e UGL- Comunicazioni. Il giorno 4 ottobre 2007 tra POSTE ITALIANE S.p.A. e SLC-CGIL, SLP-CISL, UIL-POST, FAILP-CISAL, SAILP-CONFSAL e UGL- Comunicazioni Premesso che in data 9 giugno 2004 è stato sottoscritto l accordo interconfederale

Dettagli

NEWS di Aran in materia di interpretazione del contratto degli Enti Locali.

NEWS di Aran in materia di interpretazione del contratto degli Enti Locali. NEWS di Aran in materia di interpretazione del contratto degli Enti Locali. Pubblichiamo una serie di pareri resi recentemente dall ARAN che interpreta numerose questioni legate all applicazione del CCNL

Dettagli

Dopo l'articolo 83, inserire i seguenti:

Dopo l'articolo 83, inserire i seguenti: Dopo l'articolo 83, inserire i seguenti: Art. 83-bis. (Tutela della sicurezza stradale e della regolarità del mercato dell'autotrasporto di cose per conto di terzi). 1. L'Osservatorio sulle attività di

Dettagli

COLLABORATORI COMPOSIZIONE DEL PERSONALE

COLLABORATORI COMPOSIZIONE DEL PERSONALE COLLABORATORI COMPOSIZIONE DEL PERSONALE Età media dipendenti 2010 2009 2008 Uomini 45,4 44,7 44,5 Donne 41,3 40,6 40,2 Dirigenti 50,1 49,6 49,3 Dipendenti per categoria e genere [%] 2010 2009 2008 Dirigenti

Dettagli

VERBALE DI INTESA Il giorno 10 marzo 2006 tra. gli Organi di Coordinamento delle RSA FIBA/CISL, FISAC/CGIL e UILCA

VERBALE DI INTESA Il giorno 10 marzo 2006 tra. gli Organi di Coordinamento delle RSA FIBA/CISL, FISAC/CGIL e UILCA VERBALE DI INTESA Il giorno 10 marzo 2006 tra la Banca Regionale Europea SpA (in breve BRE) gli Organi di Coordinamento delle RSA FIBA/CISL, FISAC/CGIL e UILCA si conviene quanto segue: e 1. I contenuti

Dettagli

ALIMENTARE E PANIFICAZIONE

ALIMENTARE E PANIFICAZIONE --------- N.d.R.: L'accordo 24 gennaio 2008 prevede quanto segue: Regolamentazione dell'apprendistato Premessa Premesso che nell'ambito della riforma dei contratti a contenuto formativo il decreto legislativo

Dettagli

L Apprendistato. Breve guida sull apprendistato

L Apprendistato. Breve guida sull apprendistato L Apprendistato Breve guida sull apprendistato Aggiornata ai D.L. n. 69/2013 del 21.6.2013 e n. 76/2013 del 28.6.2013 Definizione Che cos è il contratto di apprendistato L apprendistato è un contratto

Dettagli

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI Il giorno 4 Febbraio 2003 presso la sede dell Ascom Provinciale in

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

Modello di contratto. Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale

Modello di contratto. Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale Modello di contratto Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale MODELLO DI CONTRATTO DI APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E IL DIPLOMA PROFESSIONALE ex art. 3, d.lgs. n. 167/2011... [Datore

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO ACCONCIATURA ED ESTETICA

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO ACCONCIATURA ED ESTETICA CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO ACCONCIATURA ED ESTETICA per i dipendenti dalle imprese di acconciatura, estetica, tricologia non curativa, tatuaggio, piercing e centri benessere 3 OTTOBRE 2011

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza del contratto

Dettagli

ACCORDO AZIENDALE INTEGRATIVO DELL ACCORDO DI CONFLUENZA AL CCNL AUTORIMESSE E NOLEGGIO AUTO

ACCORDO AZIENDALE INTEGRATIVO DELL ACCORDO DI CONFLUENZA AL CCNL AUTORIMESSE E NOLEGGIO AUTO ACCORDO AZIENDALE INTEGRATIVO DELL ACCORDO DI CONFLUENZA AL CCNL AUTORIMESSE E NOLEGGIO AUTO Addì 2 maggio 2007 Tra ACI Global SpA, rappresentata dalla Dott.ssa I. Galmozzi e dalla Dott.ssa N. Caprioli,

Dettagli

Ufficio Segreteria Sindacale Roma, 15 dicembre 2011 Prot. 586/4779 VDO/fs 20111215_ccnl_acconciatura ed estetica

Ufficio Segreteria Sindacale Roma, 15 dicembre 2011 Prot. 586/4779 VDO/fs 20111215_ccnl_acconciatura ed estetica SEGRETERIA NAZIONALE Ufficio Segreteria Sindacale Roma, 15 dicembre 2011 Prot. 586/4779 VDO/fs 20111215_ccnl_acconciatura ed estetica Oggetto:: CCNL per i Dipendenti da Imprese Artigiane di Acconciatura,

Dettagli

PREMESSA. Il settore delle costruzioni, come ha già fatto in altri momenti, potrebbe giocare un

PREMESSA. Il settore delle costruzioni, come ha già fatto in altri momenti, potrebbe giocare un PREMESSA Il settore delle costruzioni, come ha già fatto in altri momenti, potrebbe giocare un ruolo fondamentale nel percorso di ripresa dell economia della nostra Regione. È per questo motivo che riteniamo

Dettagli

PIANO ANTI-CRISI REGIONALE

PIANO ANTI-CRISI REGIONALE ITER ISTITUZIO NALE BENEFI CIARI DURATA PROCE DURA AVVOCATO PAOLA GIULIANI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA CIGS IN DEROGA 19 febbraio 2009 Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali,

Dettagli

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI)

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) L Assicurazione Sociale per l Impiego (ASPI) costituisce il nuovo trattamento contro la disoccupazione ed entrerà in vigore il 1 gennaio 2013, sostituendo quindi:

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DALLE IMPRESE ARTIGIANE DEL SETTORE LAVANDERIE

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DALLE IMPRESE ARTIGIANE DEL SETTORE LAVANDERIE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DALLE IMPRESE ARTIGIANE DEL SETTORE LAVANDERIE 29 LUGLIO 1998 (*) (Decorrenza: 1 gennaio 1997 - Scadenza: 31 dicembre 2000) rinnovato 30 APRILE

Dettagli