Avanti senza paura e Buon Natale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Avanti senza paura e Buon Natale"

Transcript

1 COMUNE DI BINAGO Periodico di informazione del Comune di Binago Autorizzazione del Tribunale di Como n 6/03 del Direttore Responsabile: Nicola Zurlo Stampa: L Arte Grafica di Saibeni, Cantù COMMISSIONE DI REDAZIONE Redattore: Nicola Zurlo Rappresentante di gruppo: Esperienza e Rinnovamento: Alfredo Poletti Idee nuove in Comune: Luigi Marcucci Lavorare per Binago: Paolo Slanzi Componente designato dalla Giunta Comunale: Alberto Pagani SOMMARIO Editoriale pag 1 Istruzione pag 2 Sport e tempo libero pag 2 Lavori Pubblici pag 2 Urbanistica pag 3 Servizi Sociali pag 3 Bilancio pag 3 Dichiarazione del Capogruppo pag 4 di maggioranza Come è cresciuto il nostro paese pag 4 Idee Nuove in Comune pag 5 Lavorare per Binago pag 5 L acqua di Binago piace... pag 6 Piano Sicurezza pag 6 Area raccolta rifiuti pag 6 Il peduncolo no... pag 7 Cum Grano Salis pag 7 Prevenzione rischio amianto pag 8 Scuola Materna pag 8 Arrivano le tende pag 8 Fatti e Misfatti pag 9 Associazioni Binaghesi per Haiti pag 10 Spazio Prevenzione Binago pag 10 Cooperativa di consumo pag 10 Un caro ricordo pag 10 Avvisi Importanti pag 11 Numeri Utili pag 12 A N N O I I N 5 D I C E M B R E l Natale è alle porte e, come consuetudine, l approssimarsi della fine dell anno rappresenta, in qualche modo, I l occasione per guardarsi alle spalle e tracciare, seppur a sommi capi, il bilancio dell operato svolto. Impegno e serietà hanno caratterizzato il nostro lavoro di gruppo e lo scopo dell attuale Amministrazione è quello di continuare ad operare su questa linea. Dopo uno sguardo al passato, in un presente colmo di buoni propositi, colgo l occasione per augurare un Sereno Natale ed un Buon 2011 a tutti i lettori. Avanti senza paura e Buon Natale empo fa stavo guardando una T trasmissione in Tv in cui, dei giornalisti professionisti, di fama internazionale, si lamentavano del decadimento del modo di fare informazione che, nell ultimo periodo, per loro ammissione, sta prendendo piede e dettando una nuova moda nel nostro Paese. Come al solito non mi è stato difficile fare un parallelismo tra quello che sta accadendo anche nella nostra comunità, seppur si tratti di una realtà più piccola. Sebbene la maggior parte di quello che riceviamo nelle nostre cassette delle lettere e leggiamo sui siti internet possa essere archiviato sotto il termine di sciocchezze, metodo nuovo e triste di far politica di un opposizione che poco ha da dire, tuttavia non riusciamo a non sentirci inquieti, per il metodo poco decoroso di informare i cittadini, sempre lo stesso,per le velate calunnie e per i fantasmi delle paure che hanno preso il posto della sana battaglia politica. Il confronto diretto, già rifiutato a luglio con scuse ridicole, è difficile da reggere e, purtroppo, non riguarda solo chi siede in consiglio ed ha rappresentatività dimostrabile, ma anche da una sparuta frangia di persone che, accoliti dei primi, si autoproclama portatore di interessi diffusi, ad oggi non ancora dimostrati. Citando le parole di uno dei giornalisti intervenuti si potrebbe suggerire a queste persone di imparare un po di educazione civica, quella che non c entra niente con la censura, ma con il rispetto del proprio paese, delle istituzioni democraticamente elette, insomma a cominciare a tenere nel debito conto quel che le persone votano invece di ergersi a tutori del pupo sprovveduto. Di fatto, quanto affermato da chi sopra ho menzionato, si scontra con la fattiva operosità di questa giovane amministrazione. Solo dal rientro delle ferie estive è stato possibile realizzare tre fiori all occhiello del nostro programma elettorale: - La mensa presso la scuola materna, molto apprezzata dai bambini delle scuole Elementari e dagli anziani che usufruiscono del servizio di pasti caldi a domicilio, - La variante del PGT e l introduzione del regolamento per la partecipazione attiva della popolazione al procedimento,con grande impegno ed orgoglio dell Assessorato all Urbanistica e Lavori pubblici, - I lavori di ristrutturazione dell Asilo, nonostante i pochi anni di vita della struttura. A ciò dobbiamo aggiungere il grande lavoro dell Assessorato alla cultura per l organizzazione di numerose ed interessanti iniziative e momenti di dibattito, l impegno dell Assessorato ai servizi sociali per affrontare la crisi economica, che ha travolto le nostre famiglie, e di quello allo sport per migliorare la nostra palestra comunale che, sempre di più, sta diventando luogo d incontro. Tutto ciò è, sicuramente, affiancato dal grande lavoro dei consiglieri delegati, tutti assolutamente indispensabili per la buona riuscita del nostro operato. In questo notiziario, però, vorrei ringraziare Demetrio e Gennaro, uno per aver iniziato, finalmente, la riqualificazione dell area di raccolta Il Direttore Responsabile Nicola Zurlo differenziata e, l altro, per aver fatto da tramite tra il Comune e la Guardia di Finanza per la cessione gratuita di 90 tende modulari e 100 brandine, consegnate, successivamente, alle associazioni che si occupano, in prima linea, del sociale sul nostro territorio. Noi, però, poco potremmo fare senza l aiuto degli uffici comunali. Non smetterò mai di dirlo e di ringraziare tutto il personale che, ogni giorno e non senza difficoltà, si impegna per far funzionare questa complicata macchina che è la Pubblica Amministrazione. Ecco qual è la realtà dei fatti, una a verità scomoda e sconcertante, che si scontra con chi si sforza di inventare vicende che non esistono, debolezze che non rispondono a realtà, e finisce col perdere lucidità e senso dell informazione oltre che, naturalmente, un minimo di amore per il proprio paese. Ma noi abbiamo deciso di non dare più importanza a questi sussurri malinconici e di andare avanti, dritti per la nostra strada, con il bene comune come obiettivo e non fredda ambizione e ridicolo individualismo. Siamo Amministratori locali, non pavoni! Con questo rinnovato impegno nel cuore, vi prometto di continuare a mettermi in discussione e migliorare e auguro a tutti voi un sereno Natale ed un fortunato Il Sindaco Bianca Maria Pagani

2 P A G I N A 2 I L S A P E R E C O M U N E La virtù non ha padroni: quanto più ciascuno la onora, tanto più ne avrà. (Platone) I LAVORI DELLA GIUNTA E DEL CONSIGLIO COMUNALE MANUTENZIONE EDIFICI SCOLASTICI ome anticipato nei numeri precedenti del notiziario, l'amministra- C zione Comunale si è attivata per interventi di manutenzione straordinaria sugli edifici scolastici di proprietà che, seppur recentemente costruiti, presentano numerosi problemi progettuali e costruttivi. Una situazione veramente problematica ereditata dalla precedente Amministrazione. Dopo il recente intervento effettuato sull'ala Gianluca Bulizza della scuola secondaria di primo grado si è recentemente aperto il cantiere alla Scuola dell'infanzia. Aggiudicataria dell'appalto è l'impresa Merletti di Binago che ha proposto il miglior sconto percentuale sull'importo a base d'asta tra le Imprese che l'amministrazione ha invitato alla gara d'appalto. Da segnalare anche l'ottimo lavoro svolto dall'ufficio Tecnico Comunale che ha permesso l'accesso ai fondi di un bando regionale per il miglioramento del rendimento energetico degli edifici sgravando l'amministrazione di una cifra intorno ai 150 mila euro. SPORT E TEMPO LIBERO MANUTENZIONE PALESTRA COMUNALE L Assessore allo Sport e Tempo Libero Armando Ritota ISTRUZIONE ome già avuto modo di fare nell occasione dell uscita dei C precedenti numeri del IL SAPERE COMUNE, intendo informavi sugli ulteriori lavori eseguiti presso la Palestra Comunale. In particolare vi segnalo l'intervento di rifacimento completo della segnaletica dei campi di Calcetto Pallavolo e Basket, che hanno permesso così di uniformare la struttura ai nuovi regolamenti federali con particolare attenzione a quelli di recente entrata in vigore della FIBA (Federazione Internazionale Basket). E' ora allo studio con il Geom. Maraschi Pietro, un'importante iniziativa volta a migliorare l'efficienza energetica dell'edificio, intervento che facendo propria l'iniziativa promossa dalla Regione Lombardia, di concedere contributi a fondo perduto per la realizzazione di sistemi di climatizzazione per il soddisfacimento dei fabbisogni termici di edifici pubblici, ha quale preciso obiettivo l'installazione di una pompa di calore. Sui tempi di realizzazione dell intervento, data la necessità di attendere le valutazioni degli uffici regionali in merito all assegnazione del contributo, sarà mia cura informavi nelle prossime pubblicazioni. ASSESSORATO ALLA CULTURA egli scorsi mesi di settembre, ottobre e novembre N si è svolta la terza edizione del Festival Frontiere Letterarie. Un'importante iniziativa organizzata dalle Amministrazioni Comunali di Malnate e Binago in cui si è riusciti a conivolgere per questa edizione anche le Amministrazioni di: Castiglione Olona, Solbiate, Stabio, Uggiate Trevano e Varese. Il maggior impegno istituzionale ha permesso di proporre un valido ed ampio cartellone di iniziative che hanno avuto come unico comun denominatore Il Gusto della Vita. La serata Binaghese, che ha avuto un notevole riscontro di pubblico, ha avuto due protagonisti principali che dialogando tra loro hanno cercato di trasmettere ai partecipanti il Gusto della Vita. Filippo Andreani, autore del libro e del cd La storia sbagliata ha raccontato la storia d'amore del Neri e della Gianna, due partigiani vissuti sul lago di Como. Il sommelier Francesco Pagani ha proposto ottimi vini coinvolgendo i partecipanti in una degustazione conoscitiva abbinando i vari profumi e sapori del vino ai momenti topici della storia d'amore del Neri e della Gianna. Prossimamente avremo invece il piacere di i- naugurare una nuova iniziativa, l'arte in Comune. Questa iniziativa vuole promuovere artisti del territorio portando le loro opere in un percorso interno all'edificio comunale. Attendiamo quindi tutti i cittadini all'inaugurazione che avverrà sabato 18 dicembre alle ore 17 presso il Palazzo Comunale per conoscere ed apprezzare le opere del giovane artista Simone Patarini. L Assessore alla Cultura ed Istruzione arch. Luca Novati LAVORI PUBBLICI LAVORI PRESSO IL CIMITERO el mese di ottobre, con l avvicinarsi del periodo tradizionalmente dedicato alla commemorazione dei defunti, si è N ritenuto doveroso eseguire alcuni interventi di manutenzione presso il cimitero. In particolare si è sostituito il pavimento della cappella ossari con una nuova pavimentazione in pietra naturale, completando poi l intervento con il rifacimento della tinteggiatura interna delle pareti e la verniciatura della porta d ingresso. Si è poi intervenuti con il completamento del marciapiede perimetrale della cappella, nella zona d ingresso e nella zona retrostante, dove sono posizionati i cestini porta rifiuti e la fontanella. Lo stesso intervento è stato eseguito nella zona d ingresso al cimitero dove è presente l altro punto di erogazione d acqua. Infine si è proceduto nella ricollocazione, all interno della stessa area verde, del cippo porta croce valorizzando lo stesso con la messa in opera di una croce di ferro. Quest ultimo intervento è stato reso possibile grazie all interessamento del Sig. Bof Gino, il quale, nell occasione del ritrovamento del cippo, avendone capito l importanza e il significato anche storico, lo ha custodito per poi riconsegnarlo alla comunità e del Sig. Colombo Daniele che ha realizzato la croce in ferro. Colgo l occasione per un ringraziamento personale. L Assessore ai Lavori Pubblici Angelo Della Moretta

3 I L S A P E R E C O M U N E P A G I N A 3 o scorso martedì 9 novembre, nel nostro Comune si è tenuto L un incontro con la Fondazione de Iure Publico, finalizzato alla divulgazione delle differenza tra il vecchio strumento di pianificazione urbanistica (Piano Regolatore Generale) ed il nuovo Piano del Governo del Territorio, per farne conoscere i tratti distintivi e le modalità della sua approvazione, con riferimento alla variante in adozione. Nell occasione, è stato illustrato da parte dell avv. Bruno Bianchi, presidente della Fondazione, il Regolamento per la partecipazione dei cittadini alle scelte di pianificazione territoriale, approvato dal Consiglio Comunale in data 28 settembre 2010, nel quale vengono definiti modalità e strumenti volti a promuovere l effettiva partecipazione dei cittadini nel procedimento che riguarda la nostra variante al PGT. Con l approvazione del Regolamento, la nostra Amministrazione, ha voluto sottolineare l importanza della partecipazione dei cittadini alla formazione della scelte che riguardano anche il governo del territorio, garantendo una partecipazione effettiva dei cittadini, che va oltre la semplice pubblicità degli atti. Il Regolamento, prevede un vero e proprio coinvolgimento pubblico, dove gli interessati sono invitati a formulare le proposte in merito alle scelte urbanistiche che riguardano il territorio in cui viviamo. Proposte che, al termine del processo di partecipazione, potranno tramutarsi in accordi di pianificazione, cioè ac- URBANISTICA BINAGO: UN MODELLO DA IMITARE cordi di gestione del territorio, aventi la finalità di soddisfare le esigenze della collettività, con l apporto di risorse private per la realizzazione degli interventi pubblici, il tutto in piena conformità alla Legge Regionale n. 12/2005. Mi preme sottolineare, che il Comune di Binago, con riferimento all applicazione dei principi di cui alla Legge Regionale, è uno dei primi nella Regione Lombardia, ad aver approvato il Regolamento per la partecipazione. Scelta che si è concretizzata, nell ambito del progetto di collaborazione dottrinale con la Fondazione de Iure Publico. Anche in materia di trasformazione territoriale, il nostro obiettivo è quello di garantire ai cittadini la più ampia partecipazione nella gestione degli strumenti costituenti la variante al PGT, proprio per assicurare un utilizzo più appropriato delle risorse nella realizzazione delle opere pubbliche. Proprio per la bontà dei benefici apportati dal Regolamento per la Partecipazione ed in genere dal metodo di Governo del Territorio adottato con successo da questa Amministrazione, il Comune di Binago rappresenta nell ambito della Regione Lombardia, un modello di partecipazione e trasparenza che verrà sicuramente esportato dalla Fondazione de Iure Publico anche a beneficio di altre Amministrazioni. l Assessore all Urbanistica avv. Maricla Vitulo I COMUNE DI BINAGO In data 28/10/2010 il Consiglio Comunale ha ratificato le dimissioni del Consigliere Giulia Del Vecchio, motivate da impegni di studio e lavoro. Alla medesima è subentrato, in qualità di secondo candidato non eletto della lista Esperienza e Rinnovamento, il Sig. Gennaro Falvo. A Giulia vanno i nostri ringraziamenti per la collaborazione in questi primi mesi di mandato e un benvenuto a Gennaro augurando un proficuo lavoro in seno all Amministrazione. L Amministrazione Comunale SERVIZI SOCIALI l possibile lo stiamo facendo, per l'impossibile ci stiamo attrezzando, di "miracoli" ne è piena la Storia ma i "MIRACOLI" li fa solo LUI. Il possibile è la costante attenzione alle molte persone o famiglie che chiedono aiuto economico o anche semplicemente di essere ascoltati. Il possibile è il regolare incontro con i responsabili della Scuola dell'infanzia e della scuola primaria per poter affrontare insieme nel modo migliore i problemi di bambini e ragazzi che hanno difficoltà. Il possibile è offrire i pasti caldi alle persone anziane in orari e con menù' a loro graditi. Il possibile è garantire un servizio mensa di buona qualità ai ragazzi della scuola primaria. Il possibile è recuperare alcuni posti di lavoro. Il possibile è organizzare "corsi di italiano" per aiutare le persone straniere a integrarsi sempre meglio. Il possibile è. Per l'impossibile, come già detto, ci stiamo attrezzando ma abbiamo bisogno della collaborazione di tutti i cittadini. Molte persone che l'anno scorso hanno perso il lavoro hanno ora finito anche gli aiuti sociali e con essi stanno perdendo anche la casa. Recuperare case sfitte a prezzi accessibili alle persone con bassi redditi è veramente impossibile? Recuperare molti posti di lavoro è veramente impossibile? Con l'aiuto di molti binaghesi tutto ciò può essere reso possibile. Di " miracoli economici" o "miracoli vari" si riempiono la bocca in molti, noi preferiamo lavorare per poter risolvere piccoli problemi quotidiani. Come detto i "MIRACOLI" li lasciamo fare all'unico che li sa veramente fare. BUON NATALE E BUON ANNO A TUTTI. L Assessore ai Servizi Sociali Tino Fumagalli BILANCIO ICI: DETERMINAZIONE DEI NUOVI VALORI DELLE AREE FABBRICABILI art. 59 del D.lgs. 15/12/1992 n. 446, prevede che i Comuni L possano determinare periodicamente e per zone omogenee i valori venali in comune commercio delle aree fabbricabili per l attività di accertamento delle dichiarazioni ICI. Nello scorso mese di novembre, tenuto altresì conto dell indice di edificabilità previsto dal P.G.T. adottato definitivamente con deliberazione del Consiglio Comunale il 24 marzo 2009, si è proceduto mediante Delibera di Giunta n. 145 del 16/11/2010 ad aggiornare la tabella dei valori delle aree edificabili (aree residenziali ed aree artigianali-commerciali). La delibera ha tenuto conto di una specifica relazione dell Ufficio Tecnico comunale che ha evidenziato come i valori tabellari appovati nel 2005 non fossero più adeguati agli attuali valori di mercato. Al fine di ridurre al minimo l eventuale contenzioso con l utenza si è proceduto con una riduzione dei valori proposti del 16% circa per le aree residenziali e del 13% circa per le aree artigianali-commerciali. Pur dandone ampio risalto in questa sede, l Ufficio Tributi sta inviando in questi giorni specifica comunicazione ai proprietari dei terreni interessati alla suddetta variazione. La tabella riassuntiva è a disposizione presso gli Uffici comunali. A TASSA DI DEPURAZIONE seguito di richieste di chiarimenti pervenute all Ufficio Tributi del Comune, in merito all ultima fatturazione del servizio acquedotto, come già specificato sul precedente numero del Notiziario comunale si ribadisce che nella bolletta appena emessa e sulle due successive dell anno 2011, verrà recuperata ratealmente la tassa di depurazione non percepita ed impropriamente sospesa nel corso del 2009 (deliberazione Corte dei conti n 595 del 06/05/2010). L Assessore al Bilancio Enrico Bernardi

4 P A G I N A 4 I L S A P E R E C O M U N E DICHIARAZIONE DEL CAPOGRUPPO DI MAGGIORANZA Dichiarazione Esperienza del Capogruppo e Rinnovamento di Maggioranza MINORANZE: LE PAROLE VANNO MISURATE, NON CONTATE! i sicuro lo stile non è una qualità che 3 volte. Questo è ciò che le Minoranze credono di fondamentale importanza per la vita D contraddistingue le minoranze di Binago, come, di certo, non lo è il fair play. Il Capogruppo dei binaghesi. Il resto non esiste. di Idee Nuove in Comune, Il piano sicurezza viene boicottato, la crisi e nell ultimo Consiglio Comunale, è arrivato, le problematiche delle famiglie con necessità? addirittura a dire che non gli interessa Uno spreco di denaro inutile, dato che l opinione del Segretario Comunale. Il Segretario Lavorare per Binago, in uno degli ultimi è un Dirigente nella Pubblica Ammini- Consigli Comunali, ha votato contro lo stan- strazione, mentre noi stiamo ancora cercando ziamento di un aiuto per degli interventi a di capire il Sig. Rimoldi cosa sia e quali siano nuclei in difficoltà. Non si sono lontanamente le sue attitudini per poter avere la facoltà di pronunciati sul caso SISME; d altra parte porsi con lui in questa maniera. Ultimamente perché fare squadra e far vedere che, quando le Minoranze attaccano indistintamente su erano in maggioranza, non hanno mosso un tutto al grido di Noi l avremmo fatto meglio ; dito per le aziende presenti sul territorio di ovviamente il come ma, soprattutto, Binago che, o stavano chiudendo o si stava- quando non è dato a sapersi; perché quando no trasferendo. L importante, per loro, è vengono chiamate al confronto, si nascondono continuare a soffiare sulla cenere ed alimentare dietro scuse che spaziano dal dovevate coinvolgerci il fuoco che ci sta sotto. Ed ecco ci sem- prima al nel fine settimana o nei bra aperto l appoggio al comitato Ascoltate giorni prefestivi abbiamo di meglio da fare e anche noi ed alla loro tesi di evitare le 24 se fossero stati eletti cosa avrebbero detto ai ore di musica all anno al centro di vita associativa cittadini il Sabato mattina o le sere dopo gli durante la Festa per lo sport, organiz- orari d ufficio? Un amministratore pubblico lo zata per ricavare i fondi necessari alla Polisportiva è 24 ore su 24! Passiamo a fare un bilancio per gravare il meno possibile sulle degli interventi proposti in Consiglio Comunale, famiglie dei ragazzi iscritti ai corsi. Credo attenzione, in 18 mesi, potremmo così che ciò venga fatto non tanto perché sposino riassumere l oggetto delle loro richieste: la loro tesi, quanto perché ritengano divertente - Costi di costruzione della casetta dell Acqua, vedere la Maggioranza trovarsi davanti circa 3 volte, ad un muro di gomma a cui tante soluzioni - Commissioni Consiliari, circa 2 volte, ha proposto ma con cui non riesce a ragionarci - Videoriprese del Consiglio Comunale, circa. Chissà come prenderanno l ultima ra i compiti del Comune nella gestione dei servizi di competenza statale T ci sono, quelli relativi alla statistica, per i quali svolge le obbligatorie funzioni istituzionali di organo periferico dell ISTAT. L esigenza di rilevare e analizzare i dati relativi alla popolazione residente non è però solo legata ad aspetti amministrativi, ma anche da una necessità di conoscenza aggiornata e dettagliata della propria realtà territoriale, disponibile per ricercatori, storici, cittadini o semplici curiosi. E non solo, se da un lato l obiettivo è quello di Come è cresciuto il nostro Comune novità emersa in questi giorni che avalla il presentimento che avevamo, quando il comitato si è costituito, e che oggi si è dimostrato realtà: A QUALCUNO DANNO FASTIDIO LE CAMPANE! Noi, appena saputa la notizia, ci siamo subito offerti per autenticare le firme, se qualcuno promuoverà un iniziativa per evitare il peggio. Le Minoranze ed i loro probabili Amici anti rumore come pensano di risolvere questo problema? Bisogna fare attenzione quando si difende qualcuno a spada tratta, quando gli si fanno delle promesse solo per il gusto di avere un alleato in più in una lotta al massacro che esiste solo nella propria testa. Le promesse vanno mantenute, alla fine, ed alle azioni corrispondono sempre delle conseguenze, molte volte inaspettate e non particolarmente simpatiche. E per questo motivo che, come gruppo di Maggioranza, chiediamo, alle Minoranze, di ridimensionare i toni ed iniziare a capire che non siete politici di carriera né, tantomeno, il Consiglio Comunale di Binago è il Parlamento. E arrivato il momento di lasciare l arroganza a casa e di capire che, in Comune, ci si rimbocca le maniche e si lavora duro! Buon Natale e Buone Feste a Tutti dal gruppo ESPERIENZA E RINNOVAMENTO Il Capogruppo di Maggioranza Alfredo Poletti informare i cittadini, dall altro c è anche quello dell Amministrazione Comunale che vuole disporre di nuovi strumenti utili per prendere decisioni sempre più consapevoli. L utilizzo di strumenti informatici ha sicuramente reso più facile in questi ultimi anni il lavoro di rilevazione dei dati statistici ed ha favorito la loro diffusione con tabelle e grafici che abbiamo utilizzato anche in questo numero del Notiziario. Anno Nati Morti Immigrati Emigrati Residenti Famiglie residenti Movimento storico della popolazione residente nel Comune di Binago negli ultimi 5 anni. Popolazione straniera residente nel Comune di Binago al 31 DICEMBRE Maschi Femmine Totale Il Consigliere Delegato all Informazione e Comunicazione Nicola Zurlo

5 I L S A P E R E C O M U N E P A G I N A 5 I GRUPPI CONSILIARI DI MINORANZA n questi mesi numerose sono state le iniziative promosse dal gruppo di minoranza I Idee Nuove in Comune. Quella politicamente più rilevante è stata una mozione per i centocinquant'anni di unità nazionale, in cui si chiedeva al Sindaco e alla Giunta di impegnarsi a programmare specifiche iniziative per riaffermare il valore permanente dell Unità Nazionale e per supportare significativi progetti di carattere prevalentemente culturale, pedagogico e comunicativo, diretti a rappresentare e rafforzare la nostra identità nazionale. E' stata un'iniziativa costruttiva che però, alla prova del consiglio, è passata con i soli voti favorevoli delle opposizioni e l'astensione della Maggioranza. Sono state inoltre presentate diverse interpellanze: una per chiedere i reali costi della casa Idee Nuove in Comune dell'acqua, una sulla possibilità di videoriprese delle sedute consiliari che la maggioranza non vuole attuare, una sul motivo della fornitura di sale marino da parte del Consorzio agrario, considerando che il presidente è il consigliere con delega alla neve Sig. Pagani, una sulle commissioni consiliari più volte promesse dal Sindaco ma mai attuate (se non quelle tradizionali), una infine relativa alla consulta delle associazioni binaghesi. Il nostro lavoro di opposizione responsabile, attenta e scrupolosa, continuerà anche in futuro, poiché riteniamo che questa maggioranza stia gestendo male questo nostro paese, badando più all'apparenza che alla sostanza: non faremo però mai venire meno il voto favorevole ad iniziative e proposte valide nell'interesse di tutti. Questo è stato dimostrato anche in questi mesi votando in modo favorevole al rinnovo della convenzione con la scuola materna, a quella di vigilanza intercomunale, a quella del sistema bibliotecario, al riconoscimento dell'acqua come bene comune pubblico, al piano diritto allo studio, alla convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità, alla proroga con Enel Gas per il servizio di distribuzione gas naturale ed infine alla risoluzione contro i tagli al 5x1000. Da ultimo rivolgiamo a tutti binaghesi i più sinceri auguri di Buon Natale e di un felice I consiglieri di Idee Nuove in Comune Pierluigi Rimoldi Capogruppo Roberta Lanzarotti Luigi Marcucci Piero Bulgheroni Con delibera n 31 del 12/07/2010, di fatto i Consiglieri Rimoldi, Marcucci e Bulgheroni si astenevano dalla votazione della Convenzione con la Scuola dell Infanzia. Nel Consiglio Comunale del 28/10/2010, invece, votavano a favore di modifiche non sostanziali della stessa Convenzione, sollevando perplessità sul servizio mensa che, ad oggi, funziona molto bene. Il Direttore Responsabile Nicola Zurlo avorare per Binago, nel Consiglio del L 30 novembre, ha presentato un interpellanza sulla strada detta Peduncolo di Vedano che dovrebbe attraversare Binago in zona Cappelletta. Al proposto si tenne un Consiglio Comunale aperto al pubblico a seguito del quale si formulò una risoluzione che chiedeva agli enti preposti di rivedere il tracciato della strada, che così come attualmente definito taglierebbe in due la Cappelletta causando notevoli disagi per la popolazione. Recentemente il Sig. Sindaco ha dichiarato, durante una riunione tenutasi a Binago sull autostrada Varese-Como-Lecco (che anch essa interesserebbe il territorio binaghese), che il documento del Consiglio non era stato tenuto in considerazione da parte della Provincia di Como. Gruppo Consiliare Lavorare per Binago L interpellanza criticava l azione della maggioranza che non aveva informato né le minoranze né la cittadinanza di questo fatto, e chiedeva all Assessore competente di relazionare sulla situazione attuale del Peduncolo e se era intenzione convocare un nuovo Consiglio Comunale aperto per discutere delle possibili future azioni da intraprendere. L assessore all Urbanistica interpretando, in modo erroneo, l interpellanza vista come una critica alla maggioranza per non aver fatto nulla contro il Peduncolo, smentiva che il sindaco avesse fatto le affermazioni riportate nell interpellanza stessa e rispondeva che l Amministrazione sta portando avanti la faccenda, senza peraltro specificare come. Affermava inoltre che non si terrà un nuovo Consiglio Comunale Aperto sul Peduncolo. Ci siamo dichiarati insoddisfatti della risposta in quanto l interpretazione della stessa è stata erronea da parte dell Assessore. Interveniva quindi il Sindaco che, in contrasto con quanto detto precedentemente dall Assessore ripeteva alla lettera quanto scritto nella nostra interpellanza e cioè che la Provincia non ha tenuto conto della risoluzione del Consiglio Comunale sul Peduncolo di Vedano. Cogliamo l occasione per porgere alla cittadinanza binaghesi i nostri più sentiti auguri di Natale Il Capogruppo di Minoranza Claudio Saguì Per correttezza pubblichiamo l articolo del Consigliere Claudio Saguì, nonostante sia pervenuto ben oltre il termine stabilito per la consegna degli articoli. Il Direttore Responsabile Nicola Zurlo

6 P A G I N A 6 I L S A P E R E C O M U N E Il falso è suscettibile d una infinità di combinazioni, ma la verità ha solo un modo d essere. (Rousseau) L ACQUA DI BINAGO PIACE OLTRE OGNI ASPETTATIVA NEWS he l acqua di Binago fosse buona, lo sapevamo dalle continue analisi che vengono effettuate e che possono essere visionate sul sito del comune. Che a qua- C lunque ora ci sia qualcuno che preleva l acqua, è ben visibile a chiunque. Ma i numeri di questo successo vanno oltre ogni più rosea aspettativa. Nel mese di ottobre, sono stati prelevati litri d acqua, di cui gasata e naturale. Significa quindi che ogni giorno sono stati prelevati in media 733 litri. In alcuni giorni sono addirittura stati superati i 1000 litri! E questo nonostante le giornate siano più corte e il tempo sia stato spesso inclemente. Segno che i binaghesi si sono affezionati al servizio. E non solo: molti utenti vengono da fuori Binago. Ad oggi, 112 cittadini hanno chiesto di usufruire del servizio, pur risiedendo in altri comuni. Tornando ai numeri, 785 utenti hanno prelevato almeno una volta l acqua in ottobre, con una media pro-capite di 29 litri al mese. Ogni giorno, 114 persone si sono recate a prelevare l acqua. Numeri rilevanti che fanno certamente piacere e che si aggiungono alle molte persone che ci fermano per strada per farci i complimenti. Addirittura un cittadino di Castelnuovo Bozzente ha voluto ringraziare per iscritto dell efficienza del servizio. Che, ricordiamolo, nasce con lo scopo principale di valorizzare una risorsa, l acqua, permettendo sia un risparmio economico per le famiglie, sia un minor carico inquinante nei confronti dell ambiente. Difatti, il costo di 5 centesimi al litro, fissato per concorrere alle spese di manutenzione, rende la nostra acqua decisamente vantaggiosa, costando meno della metà dell acqua più economica presente nei supermercati. Non dimentichiamo, inoltre, che la casetta è sottoposta a rigidi controlli e ad un piano di manutenzione particolarmente curato, in accordo con le norme HACCP, applicate da chi produce alimenti: i filtri sedimenti e carbon block sono sostituiti ogni 3 mesi o litri e la lampada UV ogni 8000 ore, mentre le bombole di anidride carbonica si svuotano circa ogni 6000 litri. Contemporaneamente, l impiego di bottiglie riutilizzabili, meglio se di vetro, richiedono una minor produzione di plastica nonché un minor spreco di combustibili per trasportare le bottiglie dal luogo di imbottigliamento, spesso posto molto lontano da Binago, fino ai supermercati della zona. E che dire dell utilizzo della CRS per il prelievo? Ciascun membro di un nucleo familiare può accedere alla casetta, usufruendo del credito disponibile per la propria famiglia. Gli esempi di altri comuni, in cui viene rilasciata una sola chiavetta, dietro cauzione, per famiglia, fanno capire l attenzione che il vostro comune ha posto nella realizzazione di questo progetto. Ringraziamo il giovane Fabio Pagani, per la bellissima incisione in legno, fatta a mano da lui, che è stata posizionata sulla casetta. Il Presidente del consiglio Dott. Stefano Piatti ari concittadini, abbiamo in C programma un progetto di riqualificazione della piattaforma ecologica, meglio conosciuta come centro di raccolta differenziata dei rifiuti. Scopo di tale progetto è quello di rendere più funzionale, sicura e dal punto di vista della fruizione meglio controllabile l'intera area. Un gruppo di lavoro con l'apporto del tecnico comunale Geom. Pietro Maraschi e dopo diversi sopralluoghi ha steso un progetto che prevede le seguenti modifiche all'area: - installazione di barriere automatizzate per consentire l'accesso esclusivo ai cittadini Binaghesi attraverso l'uso della tessera CRS AREA RACCOLTA RIFIUTI (Carta Regionale dei Servizi), meglio conosciuta come tessera sanitaria e attualmente in uso per il prelievo dell'acqua presso la casetta di via San Francesco. - installazione di due bilance elettroniche per consentire la verifica del peso in entrata ed uscita dei mezzi in modo da calcolare l'effettivo peso dei materiali conferiti. Questo permetterà all'amministrazione di avere un maggiore dettaglio sui quantitativi che la ditta appaltatrice conferisce alle discariche finali consentendo inoltre un maggiore controllo sulla spesa da parte dell'amministrazione. - modifica della postazione per la raccolta del verde con lo scopo di PIANO SICUREZZA isto l articolo pubblicato sul giornale di V Olgiate del 20 Novembre 2010, inerente ai furti in Binago (per il momento non molti), vorrei portarvi a conoscenza che l amministrazione, in collaborazione con il vecchio comitato sicurezza, si è impegnata ad essere presente in comune il sabato mattina per un determinato periodo, per raccogliere adesioni relative al nuovo servizio sicurezza di Binago. Solo 150 famiglie su 1950 hanno aderito, questo fa pensare che la maggior parte dei cittadini non è interessata a questo servizio. Come avevamo già detto nel precedente notiziario e poi anche ripetuto nella assemblea con la popolazione dell 8 Luglio 2010, avevamo stabilito che a Settembre avremmo ripreso, in collaborazione con il comitato, ad essere di nuovo presenti il sabato mattina in comune per riproporre ai cittadini una nuova raccolta firme relative al servizio di sicurezza. Data la scarsa adesione, abbiamo deciso di utilizzare i fondi accantonati per questo servizio, per il potenziamento e riqualificazione dell impianto di video sorveglianza. L impianto esistente, realizzato dalla precedente Amministrazione, purtroppo, era lacunoso ed inefficiente. Nel consiglio comunale del 28 Ottobre è stata istituita la Commissione Video Sorveglianza. Tale Commissione valuterà, insieme al Comitato perla Sicurezza ed il Comandante di Polizia Locale, i punti strategici per il posizionamento delle telecamere per la video sorveglianza. Sicuramente saranno interessati gli ingressi del paese. Il Consigliere Delegato alla Sicurezza Fiorenzo Bianchi rendere la postazione più ampia e funzionale. - intervento migliorativo sulla pavimentazione con lo scopo di rendere l'area più pulita ed ordinata. Il gruppo di lavoro, in aggiunta, ha allo studio altri interventi migliorativi; tali interventi verranno presentati a completa definizione degli elaborati. I lavori di modifica, se le condizioni meteorologiche lo consentiranno, cominceranno presumibilmente con l'inizio del nuovo anno. Il Consigliere Delegato alla Viabilità, Ecologia e Salute Demetrio Rinaldi

7 I L S A P E R E C O M U N E P A G I N A 7 IL PEDUNCOLO NO...NON L AVEVO CONSIDERATO!!! duncolo non avrebbero più nemmeno questo freno. Ci siamo subito confrontati con i tecnici comunali, sicuramente più esperti e ferrati in materia, ed abbiamo concordato la strategia da seguire per poter far arrivare la nostra voce a chi ha la possibilità di decidere. Da subito si è convocato un Consiglio Comunale aperto per poter informare la popolazione. Successivamente gli incartamenti, con progetti alternativi ed eventuali richieste, sono stati inviati a Provincia e Regione. Grazie anche a questa azione, e grazie anche al Vostro intervento, cari concittadini, è stata aperta nuovamente in Regione la Valutazione di impatto ambientale. Devo dire che non è stato semplice portare avanti la nostra tesi. L opera è fortemente voluta dagli enti sovra comunali e da ANAS, ma le nostre osservazioni sono state verbalizzate. Nel frattempo perveniva da ANAS un nuovo progetto con forti mitigazioni, parziale variazione del tracciato, pannelli fonoassorbenti per mitigare il rumore per le case che verranno ad essere esposte maggiormente al passaggio del Peduncolo e quinte alberate. E stata nostra premura indire un nuovo Consiglio Comunale aperto perché, quello che ci veniva proposto, era sicuramente un risultato importante, ma non era sufficiente. La nostra preoccupazione è, senz altro, anche di natura ambientale, ma, di sicuro, ciò che più preme è l attraversamento in sicurezza di chi vive dall altra parte del paese. Non dobbiamo dimenticare che, quel tratto di strada, è già di difficile attraversamento e che, ad oggi, alcuni nostri compaesani proprio lì hanno perso la vita o sono stati vittime di incidenti. A seguito di una delibera di Consiglio Provinciale in cui CUM GRANO SALIS li antichi latini usavano questa espressione che significa INTENDERE CON DISCERNIMENTO. Durante il consiglio Comunale del 30 Novembre scorso la minoranza Idee nuove in comune presentava, a firma del suo capogruppo Sig. Rimoldi Perluigi, la seguente interpellanza che, a scanso di equivoci G pubblichiamo integralmente: <<Gruppo Consiliare IDEE NUOVE IN COMUNE INTERPELLANZA CON OGGETTO: FORNITURA DI SALE MARINO DA DISGELO Con riferimento alla determina n.164 del 18/10/10 relativa all'autorizzazione a contrarre con il Consorzio Agrario Interprovinciale di Como e Sondrio per la fornitura di Kg. di sale marino da disgelo, con la presente chiediamo il motivo per il quale si è provveduto ad affidare la fornitura a tale consorzio considerato che il Presidente risulta essere il consigliere con delega alla neve Sig.Alberto Pagani, padre dell'attuale primo cittadino. Il Capogruppo Pierluigi Rimoldi >> Da qui si capisce come il Sig. Pierluigi Rimoldi e i consiglieri che rappresenta hanno amministrato per diversi anni il nostro Comune senza conoscere le regole che disciplinano il funzionamento della Pubblica Amministrazione. Infatti, la DETERMINA è un provvedimento che non viene assunto, né dal Sindaco né dalla giunta, tantomeno dai consiglieri di maggioranza, bensì dal tecnico incaricato del servizio (vedi decreto legislativo n. 267/2000). Citiamo allora testualmente il passaggio del provvedimento amministrativo che specifica il motivo per cui il sale da disgelo è stato acquistato dal Consorzio Agrario con determina n. 164 del 18/10/2010: Attesto che il Consorzio Agrario Interprovinciale di Como e Sondrio, sede di Faloppio (CO), Via Lombardia n.2, ha formulato un offerta di./kg. 0,078 da ritenersi ottima in relazione a prezzi oggi applicati dagli altri abituali fornitori, prezzo che moltiplicato per i kg. richiesti, determina un importo netto di ,00 IVA esclusa. Appare del tutto evidente che la scelta di acquistare il sale del Consorzio Agrario piuttosto che da altri fornitori è stata dettata unicamente del senso del RISPAR- MIO (7,80 /q.le contro una media di 10/12 /q.le), che il Sig. Pierluigi Rimoldi ed i suoi amici amministratori hanno dimostrato di non conoscere, se è vero come è vero, e sotto gli occhi di tutti che oggi si stanno spendendo centinaia di migliaia di Euro per riparare i danni dei CAPOLAVORI da loro realizzati (ampliamento Scuola Media, Edificio Scuola Materna e risparmi trascurati: mensa manutenzione del verde ecc. ecc.). Infine, il losco e miserabile tentativo di screditare il sottoscritto ed il Sindaco, al quale si è unito anche il gruppo di minoranza Ape Binago, è un ulteriore offesa all intelligenza dei cittadini i quali capiscono perfettamente che gli introiti per la l acquisto del sale non entrano né nelle mie tasche né nelle tasche.. dei miei parenti e, l unico beneficiario del notevole risparmio è il Comune e in definitiva i Cittadini! Pertanto invito il firmatario dell Interpellanza Sig. Pierluigi Rimoldi a valutare CUM GRANO SALIS ogni fatto ed ogni argomento. Altrimenti, ma il Sig. Pierluigi Rimoldi può anche non tenerne conto, si rischia di fare come quel famoso PIFFERO DI MONTAGNA che (semplifico per ragioni di spazio) venne per suonare e restò suonato. Ai consiglieri di minoranza auguro comunque Buon Natale e un sincero augurio di ogni bene per il prossimo anno. Senza ipocrisia. Il Consigliere Delegato al servizio sgombero neve Alberto Pagani iù o meno potremmo riassumere così P l operato della precedente Amministrazione nei confronti di questa colossale infrastruttura che dividerà Binago in due. La storia del peduncolo di Vedano è piuttosto recente, inizia più o meno nel Già da allora, ricevendo gli incartamenti relativi a questo progetto, gli addetti ai lavori avevano capito quanto quest opera avrebbe potuto incidere sul territorio e quali problematiche avrebbe potuto portare. Avevano, quindi, suggerito all Amministrazione di portare in Consiglio Comunale la notizia, prendendo atto di quando stava accadendo, e di comunicare, in seguito, agli organi competenti le perplessità della cittadinanza intera, oltre che della giunta. Un verbale di Consiglio Comunale è, infatti, l espressione forte del pensiero di un paese intero, qualcosa di solido, stabile e permanente, una lettera del Sindaco o una delibera di giunta, invece, sono solo il risultato di scelte politiche di organi che oggi ci sono e, domani, potrebbero non esserci più, perché non eletti. L Amministrazione precedente ha, però, scelto questa seconda strada, rendendo la sua posizione, in conferenza dei servizi, sicuramente debole ed ha lasciato che la notizia, in paese, passasse in sordina. All atto dell insediamento, questa Amministrazione, si è trovata davanti ad un progetto definitivo, sicuramente cantierabile, e con un certo e grave impatto sul territorio di Binago, in quanto esce sulla statale Briantea provocando, se non la crescita del traffico veicolare, certamente l aumento della velocità. Le auto che, oggi, percorrono quel tratto di strada, sono infatti rallentate dai semafori di Malnate. Con il Pesi identificava il Peduncolo tra le priorità, ma non si riportavano le criticità addotte dal nostro Comune, abbiamo, l 8 Novembre scorso, preso appuntamento con l Architetto Giuseppe Cosenza, dirigente provinciale al settore territorio. La disponibilità dell Architetto ad ascoltare le nostre problematiche e ad appoggiare la nostra tesi è stata totale e siamo usciti dall incontro davvero soddisfatti. Ieri, 02/12/2010, invece, è stata sicuramente una data da ricordare. Abbiamo avuto una riunione, in Regione, con l Assessore Regionale alle infrastrutture e mobilità Raffaele Cattaneo. Al tavolo erano presenti l Assessore ed i dirigenti del settore, per la Regione Lombardia, per il comune di Binago c eravamo io, il Vice Sindaco, il Consigliere Pagani ed il Tecnico Comunale Geom. Pietro Maraschi. L Assessore non solo si è dimostrato molto disponibile a trovare una soluzione al problema ma anche profondo conoscitore del nostro territorio. Il fatto che conoscesse il Ronchetto di Binago mi ha lasciata senza parole. Siamo usciti dall incontro soddisfatti e rincuorati dal fatto che, nella ormai prossima conferenza dei servizi, anche la Regione sarà al nostro fianco nel sostenere le criticità, sollevate dal Comune di Binago, e la nostra richiesta di un attraversamento in sicurezza.. A chi ci ha aiutato in questo mesi, a chi ci ha aperto le porte quando abbiamo bussato, unitamente all Arch. Cosenza ed all assessore Cattaneo, senza dimenticare i nostri attentissimi Tecnici Comunali, va il nostro più sentito ringraziamento. Il Sindaco Bianca Maria Pagani

8 P A G I N A 8 I L S A P E R E C O M U N E NEWS PREVENZIONE RISCHIO AMIANTO l Comune di Binago informa che è attualmente in atto il censimento I dell amianto presente in tutto il territorio. Pertanto, invita i cittadini interessati a segnalare la presenza di amianto agli Uffici Comunali compilando un apposita scheda (NA/1), disponibile presso il comune o sul sito Internet. La Regione Lombardia, con delibera del n. 8/1526, ha approvato il Piano Regionale Amianto Lombardia (PRAL) previsto dalla l.r.29 settembre 2003 n.17, contenente le azioni, gli strumenti e le risorse necessarie alla tutela delle persone dall inquinamento di fibre di amianto. Tra gli obiettivi previsti dal PRAL vi è quello di eliminare l amianto dal territorio della Lombardia entro gennaio 2016, attraverso una fase iniziale finalizzata al censimento dei materiali contenenti amianto, da effettuarsi per le coperture in eternit e per gli altri materiali e manufatti conte- nenti amianto. Le ragioni degli obiettivi che questa normativa si pone risiedono nella pericolosità delle fibre di amianto che si liberano nell aria e possono essere respirate. Il rischio è legato soprattutto a situazioni in cui la matrice è sgretolata o sfilacciata. Per eliminare il rischio dal territorio binaghese occorre in primo luogo procedere alla mappatura dei siti con la presenza di questo pericoloso silicato. Una volta ottenuta la mappatura, l Amministrazione Comunale ha intenzione di agevolare la rimozione dell amianto, chiedendo a più aziende dei prezzi convenzionati per lo smaltimento. Quindi, per tutti i cittadini che hanno piccole quantità da smaltire, possono presentare il modulo NA/1 più una richiesta di partecipazione allo smaltimento. Più segnalazioni si avranno, minore sarà il prezzo, di conseguenza si avrà un maggior risparmio economico per tutti coloro che avranno contribuito alla bonifica del territorio. Il Consigliere Delegato all Informazione e Comunicazione Nicola Zurlo -SCUOLA MATERNA- UNA SCELTA IMPORTANTE ecentemente è stata modificata la convenzione tra R l Amministrazione Comunale e la Scuola dell Infanzia Scuola Materna. In sintesi questa modifica si è resa necessaria al fine di poter gestire al meglio gli spazi e le attrezzature della cucina per renderli disponibili all erogazione del servizio mensa anche per la Scuola Primaria (Scuole Elementari). A seguito di numerosi contatti e di diversi preventivi pervenuti da aziende specializzate è stata individuata una ditta (VIVENDA) che, assumendo il personale in forza alla Scuola (Cuoco ed Inserviente) e garantendone l impiego sempre allo stesso posto con lo stesso trattamento economico, eroga i pasti sia per la Scuola dell Infanzia, le Scuole Elementari e per i nostri anziani che ne hanno fatto richiesta. I risultati, sino ad ora, sono più che soddisfacenti, per le Scuole Elementari e per gli anziani sono decisamente migliorati. Ottimizzando l utilizzo della cucina abbiamo così ottenuto un notevole risparmio economico da parte della Scuola Materna ed un migliore servizio qualitativo per le Elementari e per i nostri anziani che finalmente possono ottenere a domicilio pasti caldi abbondanti con sollecitudine e puntualità. Il Consigliere Delegato ai rapporti con il pubblico Alberto Pagani el mese di giugno 2009, dopo il devastante N terremoto che ha colpito la città di L Aquila, il gruppo Protezione Civile di Binago ha indetto un incontro, durante il quale si è discusso dell esperienza, da parte di alcuni volontari binaghesi, nel capoluogo abruzzese. Dalla discussione, a cui ho partecipato insieme al sindaco dott.ssa Bianca Maria Pagani e ad alcuni Consiglieri Comunali, è emersa la necessità da parte della Protezione Civile, di procurare una o più Tende Modulari utilissime in caso di calamità naturali. Gli Amministratori Comunali hanno dato subito la loro disponibilità per un eventuale acquisto in un imminente futuro. In sede alla riunione ho comunicato una possibile richiesta, da parte mia, presso la sede della Guardia di Finanza. Informatomi poi, presso alcuni colleghi del Comando Provinciale, mi è stata data la disponibilità di ben 90 Tende Modulari e di 100 Lettini da Campo, tramite Cessione gratuita di materiali di proprieta della Guardia di Finanza dichiarati fuori uso non piu suscettibili di utilizzo, al Gruppo di Protezione Civile del Comune di Binago(CO). Da cedere alla Croce Rossa Italiana o, in subordine, ad organismi di volontariato, per l appunto la Protezione Civile di Binago, purchè iscritti negli appositi registri. Ho in segui- ARRIVANO LE TENDE to comunicato la bella notizia al Sindaco Pagani e al Coordinatore della Protezione Civile sig. Mario Grizzetti. Quest ultimo ha poi preparato un istanza dove chiedeva di poter ottenere un numero illimitato di Tende Modulari da Campo dismesse, da impiegare in caso di Esercitazione e/o Emergenza. Dopo quindici mesi, per via della lunghezza dei tempi burocratici, sabato 30 ottobre 2010 e avvenuto il ritiro del materiale, organizzati un massiccio gruppo di persone e i necessari mezzi di trasporto, ci siamo recati presso il Centro Logistico della Guardia di Finanza di Rebbio. Una parte delle tende sono state donate ai gruppi di Protezione Civile e associazioni dei Comuni limitrofi a quello di Binago. Unico impegno richiesto a tutti i gruppi beneficiari sarà quello di mettere a disposizione le tende ai Comuni che, in caso di emergenza e/o calamità, ne faranno richiesta scritta. Colgo l occasione per ringraziare tutti coloro che si sono resi disponibili, tra cui alcuni Consiglieri del Comune di Binago e i rappresentanti delle varie associazioni di Binago e dei paesi vicini, il loro è stato un modo per dimostrare lo spirito di gruppo e la solidarietà verso il prossimo! Di seguito riportiamo l elenco delle associazioni che hanno ricevuto le tende: 1) C. R. I. Uggiate Trevano n 10 tende /11 lettini 2) S.O.S. Olgiate Comasco n 5 tende 3) Prot. Civ. Comune di Bizzarone n 5 tende 4) Protezione Civile Comune di Cagno n 5 tende 5) Protezione Civile Comune di Solbiate C. n 5 tende 6) Prot. Civ. Comune di Uggiate Trevano n 5 tende 7) Prot.Civ. Unita Cinofili Uggiate T./Vedano O. n 3 tende 8) Prot. Civ. Comune di Olgiate C. n 5 tende 9) Protezione Civile Comune di Faloppio n 3 tende 10) Protezione Civile Comune di Rodero n 3 tende 11) Protezione Civile Comune di Valmorea n 3 tende 12) Prot.Civ. Comune di Binago materiale restante Il Consigliere Delegato alle Politiche Giovanili Gennaro Falvo

9 I L S A P E R E C O M U N E P A G I N A 9 FATTI E MISFATTI Queste sono solo alcune delle accuse, poi rivelatesi infondate, a cui ho dovuto dare seguito in questo primo anno e mezzo di mandato: FATTO TESI OPPOSIZIONE TESI MAGGIORANZA AZIONE RISULTATO Esposto al Prefetto di Como, da parte di "Idee nuove in Comune", accesso al Protocollo. Il Regolamento per l'accesso, da parte delle Minoranze agli atti di protocollo - ovvero a tutte le richieste che i cittadini di Binago fanno alla Pubblica Amministrazione, nonché ogni genere di dato sensibile inerente i Binaghesi - è ANTICOSTITUZIONALE. Il Regolamento, che prima non esisteva, fatto da questa Amministrazione è equo e garantisce la piena fruizione del protocollo, con riguardo alla fruizione dei dati sensibili e al buon andamento del lavoro degli uffici pubblici. Il Sindaco ha chiesto udienza al Prefetto per avere un parere sul suo operato. Le Minoranze facevano uscire un volantino con accuse precise nei confronti del nostro operato. Il Prefetto ha confermato la regolarità del regolamento ed ha fatto presente che è stato garantito il buon andamento dei pubblici uffici. Faceva, altresì pervenire una lettera alle Minoranze con la risposta all'esposto. Sebbene il Sindaco abbia riferito in Consiglio dell'esito del colloquio, le Minoranze non hanno mai smentito. Esposto al Prefetto di Como da parte del PD a seguito del respingimento di due richieste fatte, a nome del partito, da parte del Capogruppo di Lavorare per Binago Cons. Claudio Saguì. Si definisce ANTICOSTITUZIONA- LE il rifiuto, da parte della Pubblica Amministrazione, dell'utilizzo di spazi comunali per l'attività Politica. Le Minoranze uscivano con un volantino in cui si accusava la Pubblica Amministrazione di ANTICOSTITU- ZIONALITA' Non c'è un regolamento che disciplini l'utilizzo degli spazi comunali da parte dei partiti politici. Pertanto, facendo riferimento alla legge vigente che disciplina, questa materia, gli spazi verranno sicuramente garantiti una volta redatto il regolamento e ciò per non creare disparità di trattamento. Il Sindaco ha interessato il Segretario comunale per il parere di legittimità sulla bozza di regolamento. Successivamente ha chiesto udienza al Prefetto di Como ed ha consegnato la bozza di regolamento per verificarne la correttezze. Non sono pervenute obiezioni da parte della Prefettura né, tantomeno, richiami al Sindaco. Il Regolamento è stato votato in Consiglio Comunale. E' Stato convocato in Comune il Dott. Luca Corvi, segretario provinciale del PD, con il quale è stato chiarito il malinteso, creato ad hoc dalla Minoranza e gli è stato consegnato il regolamento. Il PD, nel mese di Ottobre, ha organizzato a Binago, negli spazi comunali, un' assemblea pubblica sull'autostrada Co-Va-Lc utilizzando il regolamento. Le Minoranze non hanno mai smentito le loro accuse, nonostante il Sindaco abbia tenuto aggiornato il Consiglio Comunale dell'evolversi dei fatti. La Maggioranza, insediatasi a giugno, nomina, come da Statuto i suoi delegati nel CDA della Scuola dell'infanzia e, nell'organo di controllo, il revisore dei conti. a queste si aggiungono: La Giunta Lurati, senza passare dal Consiglio Comunale nomina il Consigliere Piero Bulgheroni revisore dei conto dell'asilo. A giugno, nonostante la nuova nomina, passata in Consiglio, come vuole la normativa vigente, il Consigliere Bulgheroni non si dimette ritenendo illegittima la nomina del nuovo revisore. Le minoranze accusano, mezzo siti internet, l'attuale Maggioranza di abuso ed Incostituzionalità. Il Sindaco scrive, inizialmente alla Scuola dell'infanzia chiedendo, a fronte degli euro erogati dal comune alla scuola come contributo, di avere una persona di sua fiducia nell'organo di controllo. A fronte della contrarietà del Cons. Bulgheroni a dimettersi il Sindaco sottopone il quesito all'organo competente presso gli Uffici della Provincia di Como. Viene inviata una lettera del Sindaco all'ente competente in materia per il parere di legittimità. L'Ente si pronuncia a favore del Comune di Binago. Ravvisa la palese violazione dello statuto data dalla nomina di Bulgheroni. Chiede l'immediato reintegro del revisore nominato dall'attuale Maggioranza. Le Minoranze, nonostante sia stata data comunicazione in Consiglio non hanno mai smentito le loro accuse. Lavorare per Binago, invece, spalleggia la lista di Rimoldi definendo la nostra un'azione arrogante e non legittima. - una querela depositata, in campagna elettorale, dal Sig. Rimoldi nei miei confronti. Sebbene, nell'unico incontro con la popolazione fatto dalla sua lista, abbia più volte ribadito che "la Magistratura farà il suo corso", successivamente non ha mai informato la popolazione che la pratica era stata "archiviata perché il fatto non sussiste". - oggi mi accusano, entrambe le minoranze, di utilizzare a sproposito il telefonino datomi in dotazione dal comune, facendo presente che nessun Sindaco l'aveva mai avuto. Spendo, di fatto, una media di 4,65 euro al mese di bolletta telefonica, utilizzando il cellulare del comune. - Mi si accusa di aver comprato il sale per il disgelo al Consorzio Agrario. Valutando i preventivi pervenuti il risparmio era notevole e, anche negli anni precedenti, quando il fornitore rimaneva senza, si comprava al consorzio. Chiedo alle minoranze se, a fronte di una bolletta di 4,65 euro al mese e di un risparmio nell'acquisto del sale, la denuncia alla Procura della Repubblica la debba fare io o ci pensano loro. Vedendo come sono andate le cose fino ad oggi, non credo che nemmeno questo tentativo di screditare la mia professionalità e mettere in dubbio la mia onestà andrà a buon fine. E' palese,invece,che, come diceva Andreotti "il potere logora chi non ce l'ha" e, questa cosa, mi fa davvero tristezza. Devo dare notizia che, dopo l'ultima pesante presa di posizione del Comitato "Ascoltate anche noi", tutta la documentazione e la corrispondenza di un anno e mezzo, tra Comitato e Pubblica Amministrazione, sono stati sottoposti all attenzione del Prefetto. La situazione è stata spiegata allo stesso Prefetto Venerdì 19 Novembre, a seguito di un'udienza da me richiesta e la documentazione è stata lasciata in prefettura per lo studio. La risposta è pervenuta oggi 04/12/2010. La Prefettura, pur non essendo l'organo competente per dipanare questo tipo di controversie, sottolinea il fatto che "è necessario mantenere il dialogo con TUTTI i portatori di interesse, NEL RISPETTO DEI RECIPROCI RUOLI, affinché le determinazioni che l'amministrazione Comunale adotterà, siano fondate sulla piena conoscenza di TUTTI gli elementi di valutazione." Pertanto, ascoltando sia il comitato sia le associazioni interessate all'utilizzo del Centro di Vita Associativa e rapportandosi NEL- LO STESSO MODO, la Pubblica Amministrazione ha svolto il suo dovere e tutto ciò che è stato prodotto è stato improntato al rispetto del principio di legalità. Resta pacifico il fatto che, qualora i cittadini dovessero ritenere lesi i propri legittimi interessi, potranno attivare i rimedi previsti dall'ordinamento. Anche qui, pur avendone fatto richiesta, qualora il Prefetto avesse ravvisato un trattamento scorretto da parte dell'amministrazione nei confronti del Comitato, nessun richiamo è pervenuto dalla Prefettura al Sindaco Tutte queste continue accuse che, si sono rivelate una bolla di sapone, non fanno altro che rallentare il lavoro della Pubblica Amministrazione. Quello che si fa negli uffici comunali non è un divertente gioco di società, ma ci sono in ballo i diritti e la sfera privata dei nostri concittadini. Spero che, presto, questo concetto venga compreso da tutti e si torni a prendere seriamente il proprio ruolo all'interno della società civile. Il Sindaco Bianca Maria Pagani

10 P A G I N A 10 I L S A P E R E C O M U N E NEWS ASSOCIAZIONI BINAGHESI PER HAITI l giorno 9 ottobre 2010 una delegazione composta dal I Sindaco Bianca Maria Pagani, dalla Sig.ra Maria Grazia Marinoni per il gruppo Ma Va La dance, dal Sig. Pietro Maraschi per il gruppo Ciclo amatori, dal Sig. Giuseppe Fagetti per l associazione Polisportiva e dal Sig. Alberto Pagani consigliere delegato ai rapporti con il pubblico, ha consegnato nelle mani di Padre Gianpaolo Borroni la somma di 3.597,00 raccolta dalle nostre associazioni. Padre Gianpaolo ha sottoscritto che questa somma verrà consegnata al Rettor Maggiore dei Padri Salesiani e, per suo tramite, devoluta ai bambini di Haiti rimasti orfani a causa del terremoto. A nome dell Amministrazione Comunale mi sento di ringraziare tutti coloro che si sono impegnati per la buona riuscita dell iniziativa che certamente fa onore al nostro Paese. Il Consigliere Delegato ai rapporti con le associazioni Alessandro Regazzoni SPAZIO PREVENZIONE BINAGO Delegazione di Uggiate Trevano on gli auguri di Buone Feste a tutta la popolazione, desideriamo C che all Amministrazione Comunale giungano anche i ringraziamenti più sentiti per il sostegno concreto che essa offre mettendo a disposizione dei cittadini l ambulatorio nel quale stiamo effettuando le visite specialistiche. L impegno che la nostra associazione profonde nell ambito della prevenzione oncologica non potrebbe essere così efficace se non fosse sostenuto da persone ed istituzioni attente alle tematiche della salute e consapevoli che diffondere informazioni e conoscenza della malattia e delle opportunità di prevenirla e curarla è ancora oggi una strategia vincente. Gli ambulatori della Delegazione di Uggiate Trevano mettono a disposizione specialisti in senologia, ginecologia, dermatologia, laringoiatria, urologia. Lo spazio prevenzione di Binago, attualmente attivo per senologia, ginecologia e dermatologia, si arricchirà, da gennaio 2011 dell ambulatorio di urologia. Le nostre attività sono svolte da volontari che, con serenità e passione, partecipano al comune progetto di informare ed educare ad uno stile di vita che aiuti ciascuno a mantenere uno stato di salute tale da consentirgli di vivere in condizioni di benessere. Invitiamo chi avesse un po di tempo da spendere a venire in delegazione per conoscerci più a fondo e considerare se stare un poco con noi non potrebbe voler dire quel tempo spenderlo veramente bene per sé e per gli altri. Allegata al bollettino una nostra proposta rivolta a tutti gli abitanti di Binago: la possibilità di effettuare visite specialistiche direttamente nel proprio Comune di residenza. Per ulteriori informazioni la segreteria è a disposizione dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore al numero 031/ COOPERATIVA DI CONSUMO DI BINAGO Il 20 novembre 2010 si è svolta, nella prestigiosa sede dell Università dell Insubria, l annuale assemblea di Confcooperative Como. L aula magna ha accolto una nutrita presenza di persone che lavorano e gravitano all interno delle 181 cooperative aderenti all unione comasca. E stata anche l occasione per celebrare un significativo traguardo, i 65 anni dalla fondazione dell unione provinciale di Como. Ma non è stata l unica celebrazione, si è voluto infatti proprio in questa ricorrenza, a testimoniare l importante e crescente ruolo delle imprese cooperative nel territorio comasco premiare alcune cooperative che vivono e operano sul territorio da 100 e più anni. Una di queste è la Cooperativa di consumo di Binago, alla quale sono state consegnate da parte dei rappresentanti di giovani cooperative una pergamena e una pianta di melograno, uno dei simboli più diffusi e significativi della cooperazione. L amministrazione di Binago porge i migliori auguri alla Cooperativa di consumo di Binago. UN CARO RICORDO ecentemente sono venuti a R mancare il Sig. Mario Dell Oca e la Sig.ra Teresina Mor vedova Bertoli (Pierina) (foto sopra). Il Sig. Mario Dell Oca è stato, per tanti anni, assieme alla defunta Sig.ra Italia Poletti (Lisetta), impiegato storico del nostro Comune prima di trasferirsi quale funzionario presso il Comitato di controllo della regione Lombardia. a Sig.ra Pierina è stata per tanti L anni bidella presso le nostre scuole, i Cittadini anziani del nostro Comune ancora la ricordano. Ai loro famigliari, la nostra Amministrazione, ricordando il lavoro svolto a favore della nostra comunità, con senso di gratitudine e di riconoscenza esprime sentite condoglianze.

11 I L S A P E R E C O M U N E P A G I N A 11 PER TUTTI GLI ACCOMPAGNATORI DI CANI, SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE E OBBLIGATORIO L USO DEL GUINZAGLIO E DEL KIT PER LA PULIZIA. I TRASGRESSORI SARANNO SANZIONATI A NORMA DI LEGGE. AREA RACCOLTA RIFIUTI GLI SCATOLONI ED OGNI ALTRO OGGETTO DI CARTONE, PRIMA DI ESSERE VERSATO NEL CASSONE, DEVONO ESSE- RE ADEGUATAMENTE RIPIEGATI, AL FINE DI RIDURRE IL VOLUME. GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE EMERGENZA GHIACCIO E NEVE Considerate le eccezionali condizioni meteo con temperature rigide e delle oggettive difficoltà tecniche e operative nella pulitura di tutte le aree pedonali quali Piazze, marciapiedi, parcheggi, PER TUTTA LA STAGIONE INVERNALE INVITIAMO tutti i Cittadini, ove possibile, a rimuovere cicli, motocicli, autoveicoli e qualsiasi altro oggetto che possa costituire ostacolo agli operatori ed ai mezzi spalaneve. Rammentiamo che una fattiva collaborazione da parte di tutti garantisce un servizio migliore ed è utile per contenere i costi. AVVISI IMPORTANTI CAMBIANO LE MODALITA DI DISTRIBUZIONE DEI SACCHETTI DEI RIFIUTI nformiamo che, da metà dicembre, saranno in distribuzione i sacchetti per la nettezza urbana per l anno I I sacchetti non saranno più distribuiti in un unica fornitura presso il vecchio asilo ma potranno essere ritirati dall apposito distributore posto al piano terra del Palazzo Comunale, lo stesso con cui si caricano le tessere per l acqua. I sacchetti saranno distribuiti in rotoli da 10 (20 per l umido) e verranno forniti gratuitamente,per coprire un consumo standard annuale, utilizzando la propria Carta Regionale dei Servizi. Se la dotazione fosse insufficiente, sarà tuttavia possibile acquistare ulteriori sacchetti a prezzo di costo, sempre tramite la CRS. ATTENZIONE: vi invitiamo a NON prelevare i sacchetti tutti in una volta! È possibile infatti ritirare gratuitamente durante tutto l arco dell anno 24h su 24. L assessorato alla Cultura presenta PASTI A DOMICILIO PER LE PERSONE ANZIANE Tutti i Cittadini che desiderano ottenere i pasti a domicilio, possono rivolgersi all ASSISTENTE SOCIALE Sig.ra Wilma Bernasconi, telefonando in Comune durante gli orari d ufficio oppure rivolgendosi all assessore ai servizi sociali Sig. Santino Fumagalli Tel. 031/ ARTE IN COMUNE mostra personale di Simone Patarini dal 18 dicembre 2010 al 23 gennaio 2011 presso il comune di Binago GIORNATE DI PREVENZIONE DELL UDITO COMUNE DI BINAGO PROGETTO PREVENZIONE & SICUREZZA di Como In collaborazione con IL COMUNE DI BINAGO PROMUOVE DELLE GIORNATE DI SENSIBILIZZAZIONE ALLA PREVENZIONE DELL UDITO Saranno previsti test audiometrici gratuiti per monitorare lo stato di salute dell udito a tutti coloro che vorranno aderire all iniziativa, PRESSO LA SALA POLIVALENTE (EX CENTRO ANZIANI), ACCANTO ALLA PIAZZA DEL MUNICIPIO. Per ulteriori informazioni rivolgersi presso gli Uffici Comunali.

12 P A G I N A 12 I L S A P E R E C O M U N E AMMINISTRAZIONE COMUNALE SINDACO Dr.ssa Bianca Maria Pagani Tel. 031/ Riceve su appuntamento: martedì pomeriggio, giovedì pomeriggio, sabato mattina. VICE SINDACO / ASSESSORE Angelo Della Moretta Tel. 031/ Riceve: giovedì 17:00/18:30 sabato su appuntamento Deleghe: Lavori Pubblici ASSESSORE - Santino Fumagalli Tel. 031/ Riceve: martedì 17:00/18:30 sabato su appuntamento Deleghe: Servizi Sociali ASSESSORE - Armando Ritota Tel. 031/ Riceve: giovedì/sabato su appuntamento Deleghe: Sport e tempo libero ASSESSORE - Luca Novati Tel. 031/ Riceve: martedì 17:00/19:00 sabato su appuntamento Deleghe: Istruzione, Cultura, manutenzione edifici scolastici ASSESSORE - Enrico Bernardi Tel. 031/ Riceve: martedì 17:30/19:00 sabato su appuntamento Deleghe: Bilancio ASSESSORE - Maricla Vitulo Tel. 031/ Riceve: martedì 17:30/19:00 sabato su appuntamento Deleghe: Urbanistica CONSIGLIERE - Fiorenzo Bianchi Tel. 031/ Riceve: sabato su appuntamento Deleghe: Sicurezza, protezione civile, polizia locale CONSIGLIERE - Gennaro Falvo Tel. 031/ Riceve: sabato su appuntamento Deleghe: Politiche Giovanili CONSIGLIERE - Alberto Pagani Tel. 031/ Riceve: sabato su appuntamento Deleghe: Verde pubblico, sgombero neve, manutenzioni edili, rapporti con il pubblico CONSIGLIERE - Stefano Piatti Tel. 031/ Riceve: sabato su appuntamento Presidente del Consiglio Comunale CONSIGLIERE - Alfredo Poletti Tel. 031/ Riceve: martedì/giovedì su appuntamento Capogruppo di Maggioranza CONSIGLIERE - Alessandro Regazzoni Tel. 031/ Riceve: martedì/giovedì su appuntamento Deleghe: Rapporti con le Associazioni CONSIGLIERE - Demetrio Rinaldi Tel. 031/ Riceve: sabato su appuntamento Deleghe: Viabilità, Ecologia e Salute CONSIGLIERE - Nicola Zurlo Tel. 031/ Riceve: sabato su appuntamento Deleghe: Comunicazione ed Informazione CONSIGLIERI DI MINORANZA CONSIGLIERE Pierluigi Rimoldi Capogruppo di minoranza Idee nuove in comune CONSIGLIERE Piero Bulgheroni Consigliere di minoranza Idee nuove in comune CONSIGLIERE Roberta Lanzarotti Consigliere di minoranza Idee nuove in comune CONSIGLIERE Luigi Marcucci Consigliere di minoranza Idee nuove in comune CONSIGLIERE Claudio Saguì Capogruppo di minoranza Lavorare per Binago UFFICI COMUNALI MUNICIPIO Piazza Vittorio Veneto Binago (CO) Tel Fax UFFICIO ANAGRAFE E STATO CIVILE Tel: 031/ int. 2 - Fax: 031/ Orari di apertura al pubblico: lunedì / martedì e / mercoledì / giovedì e / venerdì / sabato UFFICIO SEGRETERIA Telefono: 031/ int. 7 - Fax: 031/ Riceve: martedì 17:00-18:30 / giovedì 10:00 / 12:00 UFFICIO RAGIONERIA Telefono: 031/ int. 3 - Fax: 031/ Riceve: martedì 17:00-18:30 / giovedì 10:00 / 12:00 UFFICIO TRIBUTI Telefono: 031/ int. 3 - Fax: 031/ Orari di apertura al pubblico: martedì 17:00-18:30 / giovedì 9:00-12:00 / sabato 10:00-12:00 UFFICIO TECNICO - LAVORI PUBBLICI Telefono: Fax: Orari di apertura al pubblico: martedì / sabato UFFICIO TECNICO - EDILIZIA PRIVATA Telefono: int. 4 - Fax: Riceve: martedì / sabato / giovedì mattina su appuntamento UFFICIO SERVIZI SOCIALI Telefono: 031/ int. 6 - Fax: 031/ Riceve: martedì e / giovedì / sabato UFFICIO di POLIZIA LOCALE Via S. Francesco 11/B - Telefono: 031/ Fax: 031/ Orari ricevimento: lunedì - mercoledì - sabato martedì - giovedì UFFICIO ELETTORALE E LEVA Telefono: 031/ int. 2 - Fax: 031/ Riceve: lunedì / martedì e / mercoledì / giovedì e / venerdì / sabato POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA BIBLIOTECA COMUNALE Tel: 031/ Fax: 031/ La Biblioteca di Binago fa parte del sistema bibliotecario dell'ovest Como raggiungibile al sito ORARI D' APERTURA AL PUBBLICO Martedì ore e / Mercoledì ore Giovedì ore / Sabato ore ORARIO RICEVIMENTO MEDICI AMBULATORIO COMUNALE corso Matteotti, Binago (CO) Dr. GIUSEPPE DELL ORO Tel Amb. Via Matteotti lunedì martedì mercoledì venerdì sabato giovedì: riposo Dr. FRANCESCO MARCHETTA Tel Amb.Via Don Primo Mazzolari lunedì martedì mercoledì riposo giovedì venerdì sabato lun. e giov compilazione e ripetizione ricette Dr.ssa VIVIANA CARRARO Tel / Ambulatorio Comunale lunedì martedì riposo mercoledì giovedì venerdì sabato (per prescrizione ricette) Dr.ssa STEFANIA BOGA Tel previo appuntamento sabato riposo per appuntamenti telefonare da lunedì a venerdì lunedì Solbiate martedì Ambulatorio Comunale Binago mercoledì Beregazzo giovedì Castelnuovo Bozzente venerdì Solbiate Dr. LUIGI TANDURELLA Tel Ambulatorio Comunale lunedì martedì mercoledì riposo giovedì venerdì sabato Dr.ssa PAOLA BAWA pediatra Cell Ambulatorio Comunale lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato riposo Per appuntamenti telefonare da lunedì a venerdì SERVIZI COMUNALI AREA RIFIUTI Ottobre Maggio giovedì sabato / Giugno Settembre martedì giovedì sabato / ORARI APERTURA CIMITERO Ottobre-Maggio /giovedì sabato / Giugno-Settembre /martedì ,30 sabato / Provo gioia nella consapevolezza dei miei limiti e nello spendere la mia vita per costruire dignità e speranza. DON LUIGI CIOTTI Auguri di Buon Natale a tutti LA REDAZIONE

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai:

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai: Livello A2 Unità 6 Ricerca del lavoro In questa unità imparerai: a leggere un testo informativo su un servizio per il lavoro offerto dalla Provincia di Firenze nuove parole del campo del lavoro l uso dei

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

Oggetto: aggiornamento nominativi componenti commissioni sul sito internet del Comune.

Oggetto: aggiornamento nominativi componenti commissioni sul sito internet del Comune. Ill.mo sig. Sindaco Comune di Binago (CO) Binago, 24 febbraio 2015 Oggetto: aggiornamento nominativi componenti commissioni sul sito internet del Comune. Con la presente i Consiglieri del Gruppo di minoranza

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

STATUTO. PUPPY WALKER onlus Associazione di volontariato ex L. 266/1991

STATUTO. PUPPY WALKER onlus Associazione di volontariato ex L. 266/1991 Approvato dalla assemblea dei soci del 18.2.2012 STATUTO PUPPY WALKER onlus Associazione di volontariato ex L. 266/1991 ART. 1 (La denominazione, la sede e la durata dell Associazione) 1. E costituita

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA Art. 1 - FUNZIONI e ATTIVITA del COMITATO Il Comitato Consultivo Misto (in sigla CCM), dell Azienda

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI DI SPINEA C.C.d.R. Art. 1

STATUTO DEL CONSIGLIO DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI DI SPINEA C.C.d.R. Art. 1 STATUTO DEL CONSIGLIO DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI DI SPINEA C.C.d.R. Art. 1 Costituzione del Consiglio Materie di cui si occupa Scopi È costituito il Consiglio delle ragazze e dei ragazzi di Spinea. Le

Dettagli

Comune di Polverara Provincia di Padova. Consiglio Comunale dei Ragazzi

Comune di Polverara Provincia di Padova. Consiglio Comunale dei Ragazzi Comune di Polverara Provincia di Padova Consiglio Comunale dei Ragazzi Premessa La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia (28.11.89) ratificata a tutt'oggi da ben 191 paesi, racchiude

Dettagli

Comune di Vernate Provincia di Milano P.za IV Novembre 2 CAP 20080 Tel. 02-900.13.232 Fax 02-900.13.240 e-mail info@comune.vernate.mi.

Comune di Vernate Provincia di Milano P.za IV Novembre 2 CAP 20080 Tel. 02-900.13.232 Fax 02-900.13.240 e-mail info@comune.vernate.mi. P.za IV Novembre 2 CAP 20080 Tel. 02-900.13.232 Fax 02-900.13.240 e-mail info@comune.vernate.mi.it ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE Prot. n. 1698 Vernate, 10 marzo 2009 AI GENITORI DEGLI ALUNNI SCUOLA

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA ART. 1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale R. Remondi di Fiesse è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità

Dettagli

******************* Regolamento per la costituzione ed il funzionamento della Consulta Comunale per il Volontariato **************************

******************* Regolamento per la costituzione ed il funzionamento della Consulta Comunale per il Volontariato ************************** ******************* Regolamento per la costituzione ed il funzionamento della Consulta Comunale per il Volontariato ************************** Approvato con delibera consiliare n. 180 del 18 Dicembre 2012.

Dettagli

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE 22.10.08- Incontro con la Stampa QUESTIONE CAMPO NOMADI E POSIZIONE UFFICIALE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PORTOGRUARO IN MERITO Nonostante le ripetute dichiarazioni,

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

Comune di Paduli Provincia di Benevento

Comune di Paduli Provincia di Benevento Comune di Paduli Provincia di Benevento Regolamento di funzionamento del Forum dei giovani di Paduli (BN) per la partecipazione giovanile, in attuazione della carta europea della partecipazione dei giovani

Dettagli

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA Al SINDACO del Comune di SOLOPACA Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA OGGETTO: INTERROGAZIONE" Ai sensi degli artt. 43 del D.Lgs. 267/2000 e 40

Dettagli

Sezione di Bergamo. Prot.n.10575. Egr.sig. SINDACO. Comune di RANICA 24121 BERGAMO. Fax 035 511214. AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE di RANICA

Sezione di Bergamo. Prot.n.10575. Egr.sig. SINDACO. Comune di RANICA 24121 BERGAMO. Fax 035 511214. AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE di RANICA Prot.n.10575 Sezione di Bergamo Egr.sig. SINDACO Comune di RANICA. 24121 BERGAMO Fax 035 511214 AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE di RANICA A TUTTI I CONSIGLIERI COMUNALI DEL COMUNE DI RANICA E, p.c

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Approvato con deliberazione del

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V.

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. COMUNE DI ROCCARAINOLA PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. Il presente atto abroga e sostituisce il precedente regolamento approvato con delibera di

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 23.01.2015 Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONSULTE

COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONSULTE COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONSULTE (STATUTO art. 51: Il consiglio comunale può avvalersi di consulte di settore su tematiche specifiche: giovani, cultura,solidarietà

Dettagli

Il Consiglio comunale dei ragazzi.

Il Consiglio comunale dei ragazzi. Il Consiglio comunale dei ragazzi. Un Progetto per le bambine e i bambini, per i ragazzi e le ragazze tra intenzioni e scelte Premessa L Amministrazione comunale di Cento, con questo progetto, intende

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di L E C C E REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 39 del 04-12-2014 1 PRINCIPI GENERALI Il presente Regolamento

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE DI MARTELLAGO C.C.d.R.

STATUTO DEL CONSIGLIO DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE DI MARTELLAGO C.C.d.R. STATUTO DEL CONSIGLIO DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE DI MARTELLAGO C.C.d.R. Art. 1 Costituzione del Consiglio Materie di cui si occupa Scopi È costituito il Consiglio dei Ragazzi e delle Ragazze di Martellago.

Dettagli

\ CENTRO INTERNAZIONALE SERVIZI EDITORIALI

\ CENTRO INTERNAZIONALE SERVIZI EDITORIALI \ CENTRO INTERNAZIONALE SERVIZI EDITORIALI Il Centro Internazionale Servizi Editoriali (CISE) è una società che nasce con lo scopo di riunire le case editrici e fornire loro tutti i servizi necessari,

Dettagli

REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (modificato con delibera di C.C. n. 77 del 26.10.2015) 1 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 PRINCIPI L Amministrazione

Dettagli

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ DI BENEVENTO REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO Titolo I Principi generali Art. 1 Il Forum della Gioventù della Provincia di Benevento è un organismo di partecipazione, rappresentanza

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO

UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO Provincia di Palermo ********** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELL ASSEMBLEA N. 07 DEL 26/04/2011 PRESA ATTO SURROGA DEL CONSIGLIERE DIMISSIONARIO VETRANO OGGETTO: VINCENZO,

Dettagli

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE Assessorato Lavori Pubblici e Infrastrutture - Trasporto e Mobilità - Patrimonio - Sport e Benessere - Personale - Polizia Municipale - Onoranze Funebri FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO

Dettagli

STATUTO DEL COMITATO DEI GENITORI

STATUTO DEL COMITATO DEI GENITORI Statuto del Comitato Genitori I.C. Da Rosciate 2009 1 Istituto Comprensivo A. Da Rosciate STATUTO DEL COMITATO DEI GENITORI Il Comitato dei Genitori è uno degli organi che consente la partecipazione dei

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE Art.1- Costituzione E istituito, ai sensi dell art. 3 lettera J dello Statuto della Provincia, un Comitato di Coordinamento denominato CONSULTA

Dettagli

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 Presso la scuola media Consiglieri, insegnante ed eventuali operatori esterni 6/7 incontri all anno 1 Consapevolezza diritti e doveri 2 Funzioni propositive

Dettagli

STATUTO FORUM DEI GIOVANI

STATUTO FORUM DEI GIOVANI STATUTO FORUM DEI GIOVANI ART.1 ADOZIONE DELLO STATUTO L Amministrazione Comunale di Osimo, con deliberazione del Consiglio Comunale del 3.8.2011, riconosciute: - l importanza di coinvolgere i giovani

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO;

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO; REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO; Approvato con deliberazione di G.M. n. 57 del 24/03/2003 REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL

Dettagli

CITTA DI PADERNO DUGNANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ASILI NIDO COMUNALI

CITTA DI PADERNO DUGNANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ASILI NIDO COMUNALI CITTA DI PADERNO DUGNANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ASILI NIDO COMUNALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N 78 del 26 settembre 1997 e N 13 del 12 marzo 1998 TITOLO 1 Finalità

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI 1 TITOLO I 3 Disposizioni Generali 3 Art. 1 3 Finalità 3 Art. 2 3 Obiettivi 3 Art. 3 3 Funzionamento del Regolamento del C.C.R. 3 TITOLO II 4 Il Consiglio

Dettagli

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO Roma, 31 Marzo 2005 INDICE Art. 1 Denominazione e logo dell Associazione pag. 3 Art. 2 Scopi

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE. Regolamento per l istituzione della. CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

PROVINCIA DI LECCE. Regolamento per l istituzione della. CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE PROVINCIA DI LECCE Regolamento per l istituzione della CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Regolamento Consulta Provinciale delle Associazioni di Volontariato di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL PERIODICO DI INFORMAZIONE

REGOLAMENTO PER IL PERIODICO DI INFORMAZIONE COMUNE DI NOVALEDO REGOLAMENTO PER IL PERIODICO DI INFORMAZIONE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale nr. 07 del 31.03.2011 Modificato con Deliberazione del Consiglio Comunale nr. 27 del 18.06.2015

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE

CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE REGIONE LOMBARDIA IX LEGISLATURA CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE Modifiche e integrazioni alla legge regionale 9 settembre 2003, n.

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

STATUTO ANCI CALABRIA

STATUTO ANCI CALABRIA STATUTO ANCI CALABRIA 1 Art. 1 Costituzione, denominazione, sede 1. E'costituita l'associazione Regionale dei Comuni della Calabria nello spirito di unità nazionale e nella peculiare tradizione democratica

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale Premessa L Amministrazione Comunale di Mariglianella, riconosciuta l importanza: - del coinvolgimento dei giovani, quale presenza attiva e propositiva, nell ambito delle iniziative di carattere sociale

Dettagli

Statuto della associazione senza scopo di lucro Genitori del 2 Circolo

Statuto della associazione senza scopo di lucro Genitori del 2 Circolo Statuto della associazione senza scopo di lucro Genitori del 2 Circolo Articolo 1 - Costituzione E costituita l associazione Genitori del 2 Circo lo. Essa ha struttura democratica ed è indipendente da

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ

STATUTO ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ Via Contea, 1 31055 QUINTO DI TREVISO Cod. Fisc. 94020520261 Iscritta al registro regionale delle Associazioni di Volontariato al n. TV/0130 ONLUS STATUTO ASSOCIAZIONE

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE DI MARTELLAGO (C.C.D.R.)

STATUTO DEL CONSIGLIO DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE DI MARTELLAGO (C.C.D.R.) STATUTO DEL CONSIGLIO DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE DI MARTELLAGO (C.C.D.R.) Art. 1 Costituzione del Consiglio Materie di cui si occupa Scopi È costituito il Consiglio dei ragazzi e delle ragazze di Martellago.

Dettagli

Associazione di Volontariato ARCI 690.

Associazione di Volontariato ARCI 690. STATUTO Art 1 E costituita con sede in Cascina, presso i locali della Pubblica Assistenza, Via Comaschi, 46 un Associazione di Volontariato che assume la denominazione di Associazione di Volontariato ARCI

Dettagli

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni La nostra aspettativa è creare le condizioni di una autonomia del nostro territorio riguardante il ciclo dei rifiuti, attraverso una azienda di chiaro

Dettagli

1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa.

1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa. Livello A2 Unità 6 Ricerca del lavoro Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa. Vero Falso L archivio telematico contiene solo le offerte di lavoro.

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015

NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015 NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015 IN QUESTO NUMERO l Lettera del Presidente l Il nuovo Presidente del Fondo Giuseppe Pierro, eletto dai consiglieri durante la riunione del

Dettagli

Progetto di cittadinanza attiva

Progetto di cittadinanza attiva Comune di Sant Antioco Progetto di cittadinanza attiva Il Consiglio Comunale dei ragazzi Il Consiglio Comunale dei ragazzi Nell'ambito del programma dell Amministrazione comunale di Sant Antioco, in particolar

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI ZONA 4 DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI ZONA 4 DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI ZONA 4 DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Approvato con delibera del CdZ4 N.127 del 09/05/2013 Parte prima PRINCIPI GENERALI Art. 1 PREMESSA Il presente regolamento definisce le finalità,

Dettagli

Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE. 1. È istituita L Associazione denominata CONSULTA DEL

Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE. 1. È istituita L Associazione denominata CONSULTA DEL STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA CONSULTA DEL VOLONTARIATO VIADANESE Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE 1. È istituita L Associazione denominata CONSULTA DEL VOLONTARIATO VIADANESE. 2. L attività dell Associazione

Dettagli

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1.

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1. CONSIGLIO COMUNALE DEL 29.11.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Regolamento di polizia mortuaria. Modifiche ed integrazioni. Approvazione nuovo testo coordinato con le modifiche. Passiamo al sesto punto:

Dettagli

All. 1 Indirizzi regionali per l elaborazione dei Regolamenti dei Comitati di Partecipazione aziendali Introduzione

All. 1 Indirizzi regionali per l elaborazione dei Regolamenti dei Comitati di Partecipazione aziendali Introduzione All. 1 Indirizzi regionali per l elaborazione dei Regolamenti dei Comitati di Partecipazione aziendali Introduzione La Regione Toscana riconosce nel contributo delle Associazioni di volontariato e tutela

Dettagli

COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.)

COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.) COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.) Provincia di Varese Atto costitutivo Sommario Art. 1. Premessa... 1 Art. 2. Costituzione, finalità e ambiti di competenza del

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI 1. La rilevazione La rilevazione presso le famiglie con bambini da zero a 3 anni, residenti nei comuni dell Ambito territoriale dei servizi sociali

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE (Approvato con Delibera del Commissario Straordinario n. 15 del 01/02/2002) Art. 1 Istituzione del Servizio E istituito

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA Comune di Castellanza REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA Approvato con Deliberazione di C.C. n. 70 del 27/11/2003 I N D I C E ARTICOLO 1 - COSTITUZIONE OBIETTIVI DELLA COMMISSIONE MENSA ARTICOLO 2 - COMPOSIZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di CASTELGRANDE Provincia di POTENZA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA CONCESSIONE, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI E L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI S O M M A R I O Art.

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI REGOLAMENTO Regolamento Forum dei Giovani Pag. 1 di 8 ART.1 Istituzione Il Consiglio Comunale della Città di Pollena Trocchia riconosciuto: l importanza

Dettagli

Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche)

Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche) Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche) 1. Denominazione 1.1 L associazione è denominata: World Vision Italia ONLUS 1.2 Il nome e il logo di World Vision Italia ONLUS

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE...

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... ARTICOLO N 1 - Costituzione dell ASSOCIAZIONE. A norma dell art. 18 della Costituzione Italiana e degli articoli 36-37-38 del Codice Civile, del D/Lgs 460/97, della Legge 383/2000

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Servizio Protezione Civile REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI

Dettagli

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI. 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)?

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI. 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)? RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)? Secondo il testo recentemente aggiornato dell art.207 Legge Fall. richiamato dall

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA

CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA Finanziamento anno 2014 1 Art. 1 Oggetto Il presente documento stabilisce i criteri per la

Dettagli

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI!

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI! FERIE NO! FERIE. SI! Veniamo a conoscenza che i Responsabili OGGI stanno obbligando le proprie risorse a pianificare entro fine anno il residuo ferie arretrato. Gli stessi Responsabili IERI hanno negato

Dettagli

I riferimenti sono che ci pongono degli obiettivi da raggiungere sono:

I riferimenti sono che ci pongono degli obiettivi da raggiungere sono: INTRODUZIONE Questo opuscolo nasce dalla volontà dell Amministrazione Comunale di proseguire nelle azioni propositive per il risparmio energetico, e di rivolgere ai cittadini un riferimento per riflettere

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

COMUNE DI CARUGO PROVINCIA DI COMO

COMUNE DI CARUGO PROVINCIA DI COMO COMUNE DI CARUGO PROVINCIA DI COMO AVVISO CENSIMENTO PRESENZA AMIANTO (ETERNIT) Il Sindaco Ufficiale di Igene Pubblica e L Amministrazione Comunale di Carugo, con delibera della Giunta Comunale n del ha

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA Art. 1 (Principi, finalità ed ambito di applicazione) 1. L Amministrazione comunale riconosce il valore

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO DI VOLONTARIATO PROTEZIONE CIVILE COMUNALE DEL COMUNE DI SOVIZZO

REGOLAMENTO GRUPPO DI VOLONTARIATO PROTEZIONE CIVILE COMUNALE DEL COMUNE DI SOVIZZO REGOLAMENTO GRUPPO DI VOLONTARIATO PROTEZIONE CIVILE COMUNALE DEL COMUNE DI SOVIZZO Approvazione Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 09 in data 22/02/2013 Pubblicazione Pubblicato all

Dettagli

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI ASSESSORATO ALLA PARTECIPAZIONE STATUTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI CAPO I - NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI Art. 1 - Istituzione...

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Vediamo ora come funziona il nostro seminario in rete:

Vediamo ora come funziona il nostro seminario in rete: Cari colleghi, questo breve documento vi illustra le funzioni principali per un immediato e semplice utilizzo del programma WebEx che utilizzeremo per le nostre video conferenze. Prima di cominciare permettetemi

Dettagli

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT COMUNE di BRUGHERIO Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 04/02/2005 Modificato con Deliberazione

Dettagli