GUIDA ALLA LOTTA CONTRO I TOPI I.P.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA ALLA LOTTA CONTRO I TOPI I.P."

Transcript

1 Zapi: ambiente protetto dai topi GUIDA ALLA LOTTA CONTRO I TOPI I.P.

2 L a lotta contro i Topi Chi l avrebbe detto che nel terzo millennio il mondo si sarebbe ritrovato ancora pericolosamente invaso dai ratti e topi indesiderati e pericolosi? Sembra una contro tendenza, ma proprio la modernità, con tutti i suoi eccessi consumistici, sta contribuendo alla prolificazione dei topi e ratti a ritmi sempre più elevati. I roditori non conoscono confini geografici: arrivano ovunque e sono dappertutto perché la loro capacità di adattamento e di sopravvivenza è superiore rispetto a qualsiasi altro animale. Nessun ambiente è al sicuro da topi e ratti: dove c è l uomo loro arrivano portando contamininazioni e malattie. ZAPI S.p.A., azienda con esperienza trentennale nel settore attraverso questa Guida alla lotta contro i Topi si propone di aumentare la conoscenza del pubblico verso questi nemici e di fornire indicazioni e soluzioni per prevenire e risolvere efficacemente il problema.

3 ALLA SCOPERTA DI TOPI E RATTI Un po di storia Perché ci sono così tanti topi? Perché i topi sono così pericolosi? Quali sono le specie più diffuse? Il Ratto delle Fogne Il Ratto Nero Il Topolino Domestico L Arvicola Campestre La prevenzione LA LOTTA CONTRO I TOPI A chi rivolgersi La lotta con i topicidi in esca Dove posizionare il topicida Precauzioni d impiego Il monitoraggio dei consumi La lotta con le trappole adesive Quando utilizzare le trappole adesive Come aumentarne l attrattività Dove posizionarle SOMMARIO LE SOLUZIONI Linea Bait Station - contenitori di sicurezza per esche Linea Bonirat Linea Muskil Super Linea Broditop Linea Gardentop Linea Storm

4 ALLA SCOPERTA DEI TOPI U n po di storia Il topo ed il ratto sono sempre stati indesiderati e combattuti dall uomo. Nel 1900 a.c. i topi rappresentavano una calamità fra gli Egiziani e gli Assiro-Babilonesi in quanto distruggevano le loro risorse di cereali nei granai. L egemonia del Ratto Nero, primo incontrastato nemico dell uomo, durò per circa 18 secoli quando nel 1700 iniziò ad evolversi il Ratto delle Fogne (Surmolotto).... attualmente tale rapporto viene stimato 7 volte la presenza umana, un dato senza dubbio spaventoso! Le cause del loro insediamento furono senz altro molteplici: con l aumento della popolazione, lo sviluppo dell edilizia e la progettazione di reti fognarie sotterranee non fu per nulla difficile trovare un habitat ideale in cui vivere. Negli ultimi decenni i topi si sono moltiplicati in misura incontrollabile nonostante i metodi di lotta messi a disposizione dalla più avanzata ricerca scientifica. Infatti, circa 25 anni fa la popolazione murina era in rapporto 1:1 con la popolazione umana, mentre attualmente tale rapporto viene stimato 7:1, 7 volte la presenza umana, un dato senza dubbio spaventoso! 2

5 P erché ci sono così tanti topi? P erché i topi sono così pericolosi? Causa principale dell elevata diffusione di questi animali è da ricercare nella loro straordinaria adattabilità e prolificità. Il topo: può infatti vivere e riprodursi a temperature veramente proibitive; può sopportare altissime dosi di radiazioni; può nutrirsi con qualsiasi sostanza organica disponibile; può dissetarsi con acqua di fogna o con acqua salata; può sopravvivere a shock elettrici fino a 200V per oltre un minuto; può cadere da un altezza di 20 metri superando agevolmente i conseguenti traumi fisici. In 3 anni può generare circa un massimo di 160 piccoli. Se ognuno di questi producesse, in media, 130 piccoli, e ognuno di questi ultimi ne producesse altri 130, allora, in tre generazioni sarebbero stati prodotti ratti. Anche se quest animale vive solo tre anni, in questo tempo può generare circa un massimo di 160 piccoli. Se ognuno di questi producesse, in media, 130 piccoli, e ognuno di questi ultimi ne producesse altri 130, allora, in tre generazioni sarebbero stati prodotti ratti. E pressoché impossibile quantificare le perdite di derrate alimentari dovute alla presenza di questi roditori anche se si stima che ogni anno circa 33 milioni di tonnellate di alimenti, quantità che basterebbe a soddisfare i fabbisogni di 200 milioni di persone, vengono avariati dai topi. G UIDA ALLA L OTTA CONTRO I T OPI 3

6 Si pensi che in un anno un singolo topo è in grado di mangiare dai 12 ai 28 kg di alimenti inquinandone, nello stesso tempo, altri 150 kg! Incidenti, a volte molto gravi, possono essere causati dalla costante necessità di rosicchiare qualcosa. L erosione, a carico ad esempio di cavi elettrici, può essere conseguenza di cortocircuiti, mentre l erosione di tubazioni di acqua e gas può essere causa di inondazioni ed incendi. Negli allevamenti zootecnici, la presenza di topi costituisce un continuo disturbo per gli animali d allevamento con conse-guente riduzione della produttività. I Topi possono essere veicolo di numerose malattie. I parassiti che vivono su di essi, principalmente pulci ed acari, facilitano la trasmissione degli agenti patogeni all uomo ed agli animali domestici. Quando un topo appestato muore, le pulci lo abbandonano aggredendo così altri topi e diffondendo il contagio. Riportiamo di seguito le principali malattie ed il loro mezzo di diffusione. 4

7 Q uali sono le specie più diffuse? La presenza di questi si riconosce da: topi morti o vivi; tane; rumori tipici; escrementi solidi (dalla loro forma è possibile identificare la specie infestante senza avere la necessità di vederla); impronte; segni di rosicchiature; segni di passaggio (specialmente all esterno); tracce di unto; tracce di urina (rilevabili anche con lampada fluorescente); puzza (odore tipico specialmente del Topolino domestico). Le specie più diffuse e conosciute dall uomo sono essenzialmente: il Ratto delle Fogne (Rattus Norvegicus); il Ratto Nero (Rattus Rattus); il Topolino Domestico (Mus Musculus); l Arvicola Campestre (Microtus Arvalis). Le caratteristiche generali di questi animali sono: grande capacità di adattamento; altissima prolificità; attività prevalentemente notturna; dieta onnivora; spiccata curiosità e diffidenza nei confronti di cose nuove. G UIDA ALLA L OTTA CONTRO I T OPI Ratto delle Fogne Ratto Nero Topolino Domestico Arvicola Campestre 5

8 Ratto delle Fogne (RATTUS NORVEGICUS) Il Ratto delle Fogne gode senza dubbio della maggiore diffusione ed è considerata la specie più pericolosa come potenziale vettore di malattie. Nella ricerca di cibo segue percorsi costanti; è onnivoro con predilezione per cibi di origine animale; attacca e uccide piccoli animali domestici come pulcini, coniglietti, ecc.; è considerata la specie più pericolosa come potenziale vettore di malattie vive in gruppi numerosi nel caso disponga di abbondante nutrimento; è un buon nuotatore e saltatore (da fermo riesce a far salti di quasi 80 cm e salti in lungo di cm); scava gallerie sotterranee dove costruisce il nido, preferendo terreni compatti e vicini a corsi d acqua, zone incolte e trascurate. La sua moltiplicazione è favorita da reti fognarie in cattive condizioni e dall accumulo di rifiuti dove trova grandi quantità di cibo; ha odorato, gusto, tatto ed udito molto sviluppati ed una vista piuttosto ridotta. 6 RATTO DELLE FOGNE (Rattus Norvegicus) Lunghezza: cm Peso medio: g Coda: cm Muso: arrotondato Orecchie: piccole, coperte da peluria Occhi: piccoli Pelo: ruvido ed ispido. Castano con macchie nere sul dorso. Da grigio a giallo-bianco sul ventre Escrementi: a forma di capsula, di circa 20 mm Periodo riproduttivo: tutto l anno con due picchi in primavera-autunno Numero nidiate per anno: 7 ca. Figli per anno: 50/60 ca. Durata media di vita: 1/3 anni ca. Dieta: onnivoro: carne, pesce, vegetali, semi, prede vive, rifiuti (25-60 g al giorno) Nido: principalmente in tane sotterranee

9 Ratto Nero (RATTUS RATTUS) Il Ratto Nero è un roditore diffidente e curioso che ama cibarsi di granaglie, frutta, noci e nocciole. E un agilissimo arrampicatore e vive, per tale motivo, in zone elevate come soffitte, RATTO NERO (Rattus Rattus) Lunghezza: 20 cm Peso medio: g Coda: cm Muso: affusolato Orecchie: grandi, pressoché nude Occhi: grandi, sporgenti Pelo: morbido e soffice. Da grigio a nero sul dorso. Bianco sul ventre Escrementi: A forma di fuso, fino a 12 mm Periodo riproduttivo: tutto l anno con due picchi primavera-autunno Numero nidiate per anno: 7 ca. Figli per anno (max): 50/60 ca. solai, granai, sottotetti ed addirittura chiome di alberi da frutto. E capace di camminare sui fili del telefono e sui cavi elettrici tramite i quali può trasferirsi nelle abitazioni alla ricerca di cibo. Il danno che provoca E capace di camminare sui fili del telefono e sui cavi elettrici tramite i quali può trasferirsi nelle abitazioni alla ricerca di cibo. deriva dalla distruzione delle derrate alimentari e dall inquinamento che consegue alla contaminazione con escrementi, potenziali vettori di malattie. Durata media di vita: 1/3 anni ca. Dieta: onnivoro: preferisce frutta, noci, grano, verdura (25-40 g al giorno) Nido: soprattutto in crepe di muri, soffitti, vigne, alberi, ecc. G UIDA ALLA L OTTA CONTRO I T OPI 7

10 Topolino Domestico (MUS MUSCULUS) Il Topolino Domestico è un piccolo roditore apparentemente gracile, ma estremamente resistente ad ogni tipo di clima. Il Topolino Domestico ama la compagnia degli esseri umani e preferisce insediarsi nelle loro case. Infesta in genere gli scantinati e le abitazioni al pianterreno, ma può anche raggiungere i solai ed altri spazi idonei all interno degli edifici. Le tane vengono costruite dentro divani, armadi e mobili inutilizzati, intercapedini dei muri, Si riproduce tubazioni ed altre cavità che vengono foderate con quanto di facilmente in ogni morbido e caldo riesce a reperire ambiente vivendo nell ambiente (stoffa, carta, negli stessi luoghi gommapiuma, cotone, ecc.). abitati dall uomo. Corre, si arrampica e salta (massimo 40 cm in altezza) su ogni superficie; mangia sostanze di ogni tipo, preferendo cibi grassi, granaglie, formaggio, ecc. A differenza delle altre specie, è raramente veicolo di malattie restando comunque un ospite scomodo ed indesiderato! 8 TOPOLINO DOMESTICO (Mus Musculus) Lunghezza: 10 cm Peso medio: g Coda: cm Muso: affusolato Orecchie: grandi, rotonde e nude Occhi: piccoli Pelo: castano chiaro-grigio chiaro sul dorso e bianco sul ventre Escrementi: a forma di bacchette, 3-6 mm Periodo riproduttivo: tutto l anno con due picchi primavera-autunno Numero nidiate per anno: 6-10 ca. Figli per anno (max): 60 ca. Durata media di vita: 1/2 anni ca. Dieta: onnivoro: preferisce i cereali (2-3 g al giorno in più di 10 assunzioni) Nido: generalmente in materiali stoccati, ma anche in tane scavate nel terreno

11 L Arvicola Campestre (MICROTUS ARVALIS) L'arvicola Campestre vive all'aperto in gallerie sotterranee superficiali ed è conosciuta dai coltivatori per i danni che provoca nelle colture in pieno campo. ARVICOLA CAMPESTRE (Microtus Arvalis) Lunghezza: 9-13 cm Peso medio: g Coda: senza pelo Muso: ovoidale con corti baffi Orecchie: piccole ed arrotondate l'arvicola avendo una dieta vegetariana, si ciba voracemente di semi e germogli con conseguenze disastrose per le colture attaccate. "...si ciba voracemente di semi e germogli con conseguenze disastrose per le colture attaccate." Pelo: grigio tendente al marrone Periodo riproduttivo: tutto l anno con due picchi in primavera-autunno Numero di nidiate per anno: 3-6 ca. Figli per anno (max): 35 ca. Durata media di vita: 9/12 mesi ca. Dieta: vegetariana Nido: gallerie sotterranee superficiali G UIDA ALLA L OTTA CONTRO I T OPI 9

12 L a prevenzione I topi hanno la capacità di intrufolarsi dappertutto, sono abili equilibristi in grado di arrampicarsi e passare attraverso spazi piccolissimi alla ricerca di cibo e di un rifugio sicuro. 3 Per evitare la loro presenza basta seguire alcuni semplici accorgimenti che possono variare a seconda dell ambiente in cui ci si trova. Come prevenire le infestazioni nelle abitazioni 1 Controllate che nella casa non ci siano crepe o brecce nel muro Evitate, in vostra assenza, di tenere porte e finestre aperte soprattutto in cucina. 3 Eliminate eventuali piante rampicanti non curate onde evitare che il topo si arrampichi e si intrufoli nei piani superiori della casa. 4 Evitate di accatastare legna a ridosso del caseggiato. 5 Cercate di non dimenticare scale o tavole in legno appoggiate al muro in quanto favoriscono il passaggio dei roditori.

13 G UIDA ALLA L OTTA CONTRO I T OPI 6 Non ammassate i rifiuti all esterno dell abitazione; rimuoveteli giornalmente e riponeteli negli appositi cassonetti. 7 Se avete animali domestici, evitate di lasciare avanzi di cibo nelle loro ciotole. E la prima fonte di cibo per i ratti e quindi di infezione. 8 Tenete sempre pulito il giardino circostante (non lasciare zone incolte). 11

14 Come prevenire le infestazioni nelle abitazioni rurali Come prevenire le infestazioni nei magazzini 3 Nelle case rurali, la concentrazione di alimenti stoccati (granai) e la presenza di animali da cortile e da reddito (stalle) portano ad una soglia più elevata il rischio di infestazione. Oltre ad osservare i comportamenti prima riportati, si raccomanda di: Le merci a magazzino vanno ordinate su pallet o scaffalature, sollevate dal suolo e distanziate fra loro per permettere semplici e frequenti controlli. Il disordine va assolutamente evitato poiché il materiale accatastato alla rinfusa fornisce ai roditori un rifugio sicuro. 1 conservare le scorte alimentari in armadi chiusi o su apposite mensole; 12 2 stoccare in maniera ordinata tutti gli alimenti (es.: sacchi di cereali); 3 curare la pulizia delle stalle e dei recinti degli animali. 2 1

15 Zapi: ambiente protetto dai topi. 0-2)% BaitStation I contenitori di sicurezza per le esche topicide: Più sicurezza per persone e animali Più rispetto per l ambiente Derattizzazione efficiente

16 LA LOTTA CONTRO I TOPI Se la prevenzione non basta e ci si trova in presenza di topi, occorre intervenire subito per ostacolare la loro diffusione ed evitare che il problema peggiori. A chi rivolgersi Per bloccare ed eliminare l infestazione, il fattore tempo è determinante; è quindi indispensabile poter contare sul consiglio di un professionista in grado di indicare tempestivamente il prodotto giusto per risolvere il problema. La persona più qualificata, in questo caso, è senza dubbio il rivenditore specializzato che con competenza e professionalità è a disposizione del consumatore per trovare soluzioni specifiche al problema dell infestazione e consigliare quindi il topicida più adatto. L a lotta con i topicidi in esca Il topicida è formulato in esche di diversa forma e caratteristiche contenenti una o più sostanze attive con il compito di eliminare l animale. Le esche topicide, a base di anticoagulanti, agiscono provocando la morte dei roditori per emorragie interne. I topi muoiono dopo circa 3-5 giorni dall ingestione senza provare dolore, solitamente all aperto perché presi da senso di soffocamento, lontano dal resto della colonia e senza destare sospetti tra i loro simili (i roditori sono molto sospettosi e se collegassero la morte improvvisa di uno di loro con del cibo appena ingerito, questo non verrebbe più consumato da nessuno). I topicidi in esca si differenziano tra loro per la diversa efficacia, come riportato dalla tabella seguente: 14

17 MUSKIL SUPER MARCHI CON 2 PRINCIPI ATTIVI BRODITOP L EFFICACE BONIRAT IL SELETTIVO GARDENTOP IL TRADIZIONALE EFFICACIA SUL RATTO **** ***** **** *** EFFICACIA SUL TOPOLINO ***** ***** ***** *** Gli ingredienti alimentari utilizzati nella formulazione di esche topicide sono differenti a seconda dell ambiente e del tipo di roditore da combattere. La loro funzione è quella di conferire al topicida l appetibilità necessaria per il suo consumo ed adescare così agevolmente la specie bersaglio. La scelta dell esca è quindi molto importante per garantire la soluzione ai problemi dell infestazione. G UIDA ALLA L OTTA CONTRO I T OPI IL MARCHIO ***** ** Di seguito riportiamo una selezione delle esche topicide Zapi tra le più efficaci ed utilizzate. 15

18 LE ESCHE TOPICIDE le soluzioni Zapi per la lotta ai topi BOCCONCINO PLUS PER TUTTI I RODITORI Si può impiegare in ambienti interni ed esterni Si consiglia l uso di 3-5 buste dose (all interno del contenitore di sicurezza) ogni 10 metri BOCCONCINO CARNE PER IL RATTO DEGLI ALLEVAMENTI Si può impiegare in ambienti interni ed esterni Si consiglia l uso di 3-5 buste dose (all interno del contenitore di sicurezza) ogni 10 metri BLOCCO PARAFFINATO PER IL RATTO DEGLI ESTERNI Si può impiegare in ambienti interni ed esterni Si consiglia l uso di 2-3 buste (all interno del contenitore di sicurezza) ogni 10 metri MUSKIL SUPER CON 2 PRINCIPI ATTIVI BRODITOP L EFFICACE BONIRAT IL SELETTIVO GARDENTOP IL TRADIZIONALE 16 IL MARCHIO

19 MIX DI CEREALI PER IL RATTO NERO, ARVICOLA E TOPO CAMPAGNOLO Si può impiegare in ambienti interni ed esterni Si consiglia l uso di g (all interno del contenitore di sicurezza) ogni 10 metri FIOCCHI GRASSATI PER IL RATTO NERO Si può impiegare in ambienti interni Si consiglia l uso di g (all interno del contenitore di sicurezza) ogni 10 metri GRANAGLIE IN BUSTE DOSI PER IL TOPOLINO DOMESTICO Si può impiegare in ambienti interni Si consiglia l uso di 2-3 buste (all interno del contenitore di sicurezza) ogni 10 metri GRANO PER IL RATTO NERO, ARVICOLA E TOPO CAMPAGNOLO Si può impiegare in ambienti interni ed esterni Si consiglia l uso di g (all interno del contenitore di sicurezza) ogni 10 metri PASTA PER TUTTI I RODITORI Si può impiegare in ambienti interni ed esterni Si consiglia l uso di 3-5 buste dose (all interno del contenitore di sicurezza) ogni 10 metri G UIDA ALLA L OTTA CONTRO I T OPI 17

20 18 Dove posizionare il topicida Notata la presenza dei roditori, è necessario distribuire le esche topicide nei luoghi più adatti, attenendosi alle dosi indicate per grado d infestazione. Alcuni luoghi dove posizionare le esche sono: - all interno delle tane in uso; - lungo i percorsi/camminamenti; - lungo i muri perimetrali; - sotto i rifiuti; - nelle intercapedini di pavimenti e soffitti; - dietro tavole e mobili; - sotto i lavelli. Precauzioni d impiego Le esche topicide devono essere sempre mascherate per i seguenti motivi: 1. Sicurezza: per impedire a persone ed animali domestici l ingestione accidentale. 2. Efficacia: il roditore si sente più sicuro quando si nutre al coperto e quindi ingerisce più facilmente la sua Dose Letale. Per mascherare le esche è necessario utilizzare uno dei contenitori specifici per esche topicide Zapi Bait Station, dotati di chiusura di sicurezza per proteggere bambini ed animali non bersaglio da ingestioni accidentali. Il monitoraggio dei consumi Posizionato il topicida, inizia la fase più importante della lotta ai roditori: il monitoraggio dei consumi. Monitorare significa verificare con specifiche tempistiche i consumi delle esche con il duplice obiettivo di: 1. verificare se la scelta del topicida è corretta; 2. mantenere disinfestato l ambiente evitando pericolose e incontrollate reinfestazioni. E fondamentale che non venga mai abbassata la guardia, la soglia di attenzione deve sempre rimanere elevata per evitare pericolose reinfestazioni o insuccessi nei trattamenti.

21 Azioni consigliate: A. effettuare il primo controllo delle postazioni dopo 3 giorni dal posizionamento delle esche; B. cambiare la dislocazione di quelle che non evidenziano alcun consumo; C. ripetere l esame 4 giorni dopo e rimpiazzare le esche consumate; D. ripetere l osservazione di tutte le postazioni e delle tane ad intervalli di 7 giorni, rimpiazzando le esche consumate. Di norma sono sufficienti da tre a quattro controlli. Consigli di prudenza per l utilizzo delle esche topicide Conservare sotto chiave e fuori dalla portata dei bambini. Conservare lontano da alimenti o mangimi e da bevande. Non mangiare, né bere, né fumare durante l impiego. Non ingerire. Conservare il recipiente ben chiuso. Tenere fuori dalla portata degli animali domestici. Non contaminare durante l'uso alimenti, bevande o recipienti destinati a contenerne. Evitare il contatto con la pelle - In caso di contatto con la pelle lavarsi abbondantemente con acqua e sapone. Le esche devono essere disposte all interno di adeguati contenitori con accesso previsto solo per l animale bersaglio, opportunamente fissati, in modo da minimizzare il rischio di ingestione da parte di specie non target. Durante il trattamento la zona interessata deve essere chiaramente segnalata. I roditori morti devono essere rimossi dalla zona del trattamento ad intervalli frequenti e le carcasse devono essere adeguatamente smaltite. Terminata la disinfestazione eliminare le esche residue secondo la normativa vigente. In caso di ingestione consultare il medico e mostrargli l etichetta. In caso di ingestione accidentale Tenere la confezione originale per poter dare l indicazione del principio attivo contenuto nel topicida. CONSULTARE UN CENTRO ANTIVELENI: tel Ospedale Niguarda di Milano. Sintomi: avvelenamento grave per ingestione, inibizione della Vitamina K, emorragie cutanee e mucose. La sintomatologia a carico di altri sistemi od apparati è prevalentemente emorragica. Terapia: in caso di ingestione di grosse quantità provocare il vomito, lavanda gastrica, monitorare l attività protrombinica, se diminuzione somministrare Vitamina K. G UIDA ALLA L OTTA CONTRO I T OPI 19

22 L a lotta con le trappole adesive Quando utilizzare le trappole adesive Nel caso in cui sia sconsigliabile l uso di esche topicide (alimentari, macellerie, forni, ecc.), si può ricorrere all uso delle trappole a base di colla. La colla utilizzata è atossica e svolge la sua azione catturando il roditore, intrappolandolo e impedendogli la fuga. Le trappole adesive possono risultare molto utili ed efficaci in caso di infestazioni non massicce garantendo rapidità dei risultati e possibilità di verificare l effettiva eliminazione del roditore. Come aumentarne l attrattività Per funzionare al meglio, la colla ha bisogno di un innesco, ovvero di un adescante che attragga il topo facendolo cadere in trappola. Consigliamo quindi, per aumentare l attrattività, di mettere al centro delle Dove posizionarle trappole delle esche alimentari come: biscotti, pezzi di cioccolato, formaggio, pezzetti di salame, ecc. Le trappole adesive vanno distribuite sulle vie di transito dei roditori, localizzate tramite i loro escrementi o altre tracce: - lungo i percorsi / camminamenti; - lungo i muri perimentrali; - sotto i rifiuti; - nelle intercapedini di pavimenti e soffitti; - lungo tubature e condotte; - dietro tavole e mobili; - sotto i lavelli. 20

23 TRAPPOLE CONSIGLIATE ZAP TRAP ECO-TABLET SUPER ECO-TABLET ZAPICOL MARCHI Descrizione Luogo d impiego Contro Trappola in cartoncino pronto uso 15x21cm Trappola in cartone pronto uso 20x30cm Tavola Rigida 20x30cm Colla in tubo per la preparazione di trappole adesive Ambienti INTERNI Ambienti INTERNI Ambienti INTERNI ed ESTERNI Ambienti INTERNI ed ESTERNI Topolini domestici Topolini domestici Ratti e Topolini domestici Ratti e Topolini domestici G UIDA ALLA L OTTA CONTRO I T OPI 21

24 L E SOLUZIONI LINEA CONTENITORI DI SICUREZZA PER ESCHE TOPICIDE Zapi S.p.A., consiglia l utilizzo dei contenitori di sicurezza per esche topicide*. I contenitori hanno molti vantaggi: 1. aumentano la sicurezza d uso per bambini e animali non bersaglio, evitando il contatto e l ingestione; 2. accrescono l efficacia dei trattamenti: i topi non possono portarsi via le esche; 3. contribuiscono al risparmio nell utilizzo dell esca. E possibile monitorare i consumi e reintegrare l esca solo quando necessario. Linea BAIT STATION IMMAGINE PRODOTTO CONTRO AMBIENTE D USO CONFEZIONI DI VENDITA T-DISPENSER BAIT STATION Contenitore a forma di tubo in pvc: adatto per contenere esche Bocconcino e Forablock RAT BAIT STATION Contenitore a forma di scatola in pvc: adatto per contenere esche Bocconcino e Forablock RATTO RATTO O TOPOLINO DOMESTICO INTERNI ED ESTERNI INTERNI ED ESTERNI Astuccio con: tubo pvc chiave di sicurezza fasce e viti per l ancoraggio Astuccio con: scatola pvc chiave di sicurezza MOUSE BAIT STATION Contenitore a forma di scatoletta in pvc: adatto a contenere esche Bocconcino TOPOLINO DOMESTICO INTERNI ED ESTERNI Astuccio con: scatoletta pvc chiave di sicurezza 22 Tutti i contenitori Zapi sono dotati di chiave di sicurezza e sistemi di fissaggio a punti fermi.

25 L E SOLUZIONI LINEA BONIRAT IL SELETTIVO Topicida a base di Difenacoum FORMATO D ESCA IMMAGINE PRODOTTO CONTRO AMBIENTE D USO CONFEZIONI DI VENDITA BOCCONCINO PLUS TUTTI I RODITORI INTERNI ED ESTERNI Busta 200g - 500g Secchio 5 Kg BOCCONCINO CARNE RATTI DEGLI ALLEVAMENTI ALLEVAMENTI Secchio 1 Kg GRANMIX ARVICOLE E TOPI CAMPAGNOLI INTERNI ED ESTERNI Tanica 1 Kg GRANO ARVICOLE RATTI NERI E TOPI CAMPAGNOLI INTERNI ED ESTERNI Vaso 750g 23

26 L E SOLUZIONI LINEA MUSKIL SUPER CON 2 PRINCIPI ATTIVI Topicida bicomponente a base di Bromadiolone e Difenacoum con azione risolutiva verso i roditori. Associazione Brevetto Zapi S.p.a.: MI2008A Linea MUSKIL SUPER IMMAGINE PRODOTTO CONTRO AMBIENTE D USO CONFEZIONI DI VENDITA BOCCONCINO PLUS Pasta con cereali in buste dosi da 10 g ca. TUTTI I RODITORI INTERNI ED ESTERNI Busta 200g - 500g Vaso 400g Secchio 5 Kg ESCA - BOX Contenitore di sicurezza usa e getta con esca topicida Forablock TOPOLINO DOMESTICO INTERNI ED ESTERNI Astuccio con contenitore FORABLOCK SYSTEM Blocchi paraffinati con foro centrale da 20 g ca. RATTO DA ESTERNI ESTERNI Secchiello 600g - 3 Kg con fascette per ancorare le esche 24

27 L E SOLUZIONI LINEA MUSKIL SUPER CON 2 PRINCIPI ATTIVI Topicida bicomponente a base di Bromadiolone e Difenacoum con azione risolutiva verso i roditori. Associazione Brevetto Zapi S.p.a.: MI2008A FORMATO D ESCA IMMAGINE PRODOTTO CONTRO AMBIENTE D USO CONFEZIONI DI VENDITA GRANO Granaglie decorticate TUTTI I RODITORI INTERNI ED ESTERNI Astuccio 250g - 500g GRANO IN BUSTE DOSI Granaglie in buste dosi da 25 g ca. ARVICOLE RATTI NERI E TOPI CAMPAGNOLI INTERNI ED ESTERNI Astuccio 500g FIOCCHI DI CEREALI Cereali tostati RATTI NERI E TOPOLINI DOMESTICI INTERNI ED ESTERNI Vaso 400g 25

28 L E SOLUZIONI LINEA BRODITOP L EFFICACE Topicida a base di Brodifacoum con azione rapida verso i roditori. FORMATO D ESCA IMMAGINE PRODOTTO CONTRO AMBIENTE D USO CONFEZIONI DI VENDITA BOCCONCINO PLUS TUTTI I RODITORI AMBIENTI INTERNI ED ESTERNI Busta 200g - 500g Secchio 5 Kg BOCCONCINO CARNE RATTI DEGLI ALLEVAMENTI AMBIENTI INTERNI ED ESTERNI Busta 500g Secchio 2,5 Kg FORABLOCK RATTI DA ESTERNI AMBIENTI ESTERNI RESISTE ALL'ACQUA Secchio 500g 26

29 L E SOLUZIONI LINEA BRODITOP L EFFICACE Topicida a base di Brodifacoum con azione rapida verso i roditori. FORMATO D ESCA IMMAGINE PRODOTTO CONTRO AMBIENTE D USO CONFEZIONI DI VENDITA GRANMIX ARVICOLE RATTI NERI E TOPI CAMPAGNOLI AMBIENTI INTERNI ED ESTERNI Astuccio 500g GRANO ARVICOLE RATTI NERI E TOPI CAMPAGNOLI AMBIENTI INTERNI ED ESTERNI Astuccio 500g TOPOLINO TOPOLINO DOMESTICO AMBIENTI INTERNI Astuccio 200g 27

30 L E SOLUZIONI LINEA GARDENTOP IL TRADIZIONALE Topicida a base di Bromadiolone per derattizzazioni generiche. FORMATO D ESCA IMMAGINE PRODOTTO CONTRO AMBIENTE D USO CONFEZIONI DI VENDITA BOCCONCINO PLUS TUTTI I RODITORI INTERNI ED ESTERNI Busta 200g - 500g Astuccio 1 Kg Secchio 5 Kg GRANO ARVICOLE E RATTI NERI INTERNI ED ESTERNI Astuccio 250g 500g - 1 Kg Vaso 1 Kg FIOCCO RATTI NERI AMBIENTI INTERNI Astuccio 500g 28

31 L E SOLUZIONI LINEA IL MARCHIO Topicida a base di Flocoumafen con azione efficace verso i roditori. FORMATO D ESCA IMMAGINE PRODOTTO CONTRO AMBIENTE D USO CONFEZIONI DI VENDITA STORM CONFETTI RATTI DA ESTERNI AMBIENTI ESTERNI RESISTE ALL'ACQUA Astuccio 500g Secchio 2,5 Kg STORM PASTA TUTTI I RODITORI INTERNI ED ESTERNI Astuccio 500g Secchio 2,5 Kg Storm è un marchio BASF 29

32 I PRODOTTI ZAPI SONO VENDUTI NEI NEGOZI SPECIALIZZATI ZAPI S.p.A. Via Terza Strada, Conselve (Padova) Italia Tel Timbro Tutti i diritti di questa pubblicazione sono riservati. Eventuali violazioni saranno perseguiti a norma di legge. Zapi S.p.A. si riserva la facoltà di modificare in qualsiasi momento i prodotti riportati nella presente Guida. L elaborazione dei testi, anche se curata con estrema attenzione, non comporta specifiche responsabilità per errori o inesattezze. Zapi S.p.A. declina ogni responsabilità per l errata interpretazione dei consigli contenuti nel presente volume. Si raccomanda di leggere attentamente le avvertenze, le dosi e le modalità di impiego riportate sulle confezioni dei prodotti consigliati. Tutti i marchi citati sono di proprietà delle rispettive case produttrici. Presa d atto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 18/09/2009.

SCHEDA TECINCA. BROMOTOP (esca fresca) 1.2 Composizione su 100 g di prodotto/informazione sugli ingredienti:

SCHEDA TECINCA. BROMOTOP (esca fresca) 1.2 Composizione su 100 g di prodotto/informazione sugli ingredienti: SCHEDA TECINCA BROMOTOP (esca fresca) 1 IDENTITA DEL PRODOTTO 1.1 Denominazione: Esca rodenticida pronto all uso. 1.2 Composizione su 100 g di prodotto/informazione sugli ingredienti: Bromadiolone: 0.005

Dettagli

Dr.ssa Chiara M. Dassi

Dr.ssa Chiara M. Dassi Topi e ratti in ambiente urbano Dr.ssa Chiara M. Dassi Un ombra segue l umanità: il topo G. Dassi, Un tesoro di Isole, Morgan Edizioni Tecniche I RODITORI TOPO SPECIE: Mus domesticus (topolino domestico)

Dettagli

RODENTICIDI La lotta contro i topi

RODENTICIDI La lotta contro i topi Ci sono topi... e topi! I roditori sono il gruppo zoologico più combattuto dall uomo, ma nonostante la caccia continua, questi mammiferi si riproducono in modo impressionante. La conquista, da parte dei

Dettagli

Etichetta per la cartuccia da 35 grammi

Etichetta per la cartuccia da 35 grammi Etichetta per la cartuccia da 35 grammi Presidio Medico Chirurgico - Registrazione del Ministero della Salute n. 18274 BASF Italia Spa Via Marconato, 8 - Cesano Maderno (MI) Officina di produzione : Scotts

Dettagli

LE INFESTAZIONI DI MOSCHE

LE INFESTAZIONI DI MOSCHE ISTITUTO DI ENTOMOLOGIA AGRARIA UNIVERSITÀ DEGLI STU DI DI MILAN O I - 20133 MILANO Via G. Celoria, 2 Tel. 02/50316754 Fax 02/50316748 E-mail: luciano.suss@unimi.it http://users.unimi.it/~agra/entol.html

Dettagli

Linea Guida sulla buona pratica d uso delle esche rodenticide ad uso biocida nell Unione europea EBPF. European Biocidal Products Forum

Linea Guida sulla buona pratica d uso delle esche rodenticide ad uso biocida nell Unione europea EBPF. European Biocidal Products Forum Linea Guida sulla buona pratica d uso delle esche rodenticide ad uso biocida nell Unione europea EBPF European Biocidal Products Forum Indice dei contenuti 1. Introduzione 2. Comportamento dei roditori

Dettagli

Scheda B12: Allontanamento o cattura di roditore con indicazioni di movimentazione in situazione di emergenza. Fattori di rischio principali

Scheda B12: Allontanamento o cattura di roditore con indicazioni di movimentazione in situazione di emergenza. Fattori di rischio principali A S V A S pt V Libe Movi Scheda B12: Allontanamento o cattura di roditore con indicazioni di movimentazione in situazione di emergenza Descrizione Roditori (Rattus norvegicus, Rattus rattus, Mus musculus

Dettagli

Servizi di Consulenza Alimentare. (la risposta ritenuta giusta va indicata ponendo una crocetta in parentesi)

Servizi di Consulenza Alimentare. (la risposta ritenuta giusta va indicata ponendo una crocetta in parentesi) Servizi di Consulenza Alimentare DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA QUESTIONARIO N 2 (la risposta ritenuta giusta va indicata ponendo una crocetta in parentesi) Cognome: Mansione: Nome: Data: 1. A quali fasi

Dettagli

A N I M A L V I L L A G E

A N I M A L V I L L A G E manda il tuo animale in vacanza SAPEVI CHE. IL CONIGLIO breve brochure esplicativa per conoscere meglio il tuo amico COMPORTAMENTO E CURA IL CONIGLIO Il coniglio è considerato un buon animale da compagnia,

Dettagli

Il gruppo Killgerm è uno dei più importanti fornitori di prodotti per il Pest Control di tutta Europa attraverso lo sviluppo di tutta una serie di

Il gruppo Killgerm è uno dei più importanti fornitori di prodotti per il Pest Control di tutta Europa attraverso lo sviluppo di tutta una serie di Il gruppo Killgerm è uno dei più importanti fornitori di prodotti per il Pest Control di tutta Europa attraverso lo sviluppo di tutta una serie di articoli innovativi e dalla elevata qualità. PestWest

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA E DELLA SOCIETÀ 1.1 Identificatore del prodotto Nome prodotto Prodotto fitosanitario Reg. Min. Sal. n. 12393 del 27.09.2005 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza

Dettagli

ScappaTopo. Il Bio-repellente per topi LIBERA DAI TOPI

ScappaTopo. Il Bio-repellente per topi LIBERA DAI TOPI ScappaTopo Il Bio-repellente per topi Premio Regione Lazio Azienda più innovativa per la Green Economy Premio Best Practice Up Start 2014 Confindustria Salerno 1 Premio Idea Innovativa Industria Camera

Dettagli

OSMOCEM D-S Componente A

OSMOCEM D-S Componente A Xi Revisione n 2 del 6/07/2005 SCHEDA DATI DI SICUREZZA CONFORME ALLA DIRETTIVA 91/155/CEE OSMOCEM D-S Componente A 1) IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione del preparato Tipo

Dettagli

Derattizzazioni Disinfestazioni disinfezioni assunzione responsabilita sulla gestione del problema amianto rimozione e smaltimento amianto

Derattizzazioni Disinfestazioni disinfezioni assunzione responsabilita sulla gestione del problema amianto rimozione e smaltimento amianto Derattizzazioni Disinfestazioni disinfezioni assunzione responsabilita sulla gestione del problema amianto rimozione e smaltimento amianto ECO AMBIENTE è una Ditta individuale che opera nel campo dell

Dettagli

Scheda di sicurezza. Thiamon Plus

Scheda di sicurezza. Thiamon Plus 1. Identificazione della Sostanza o del Preparato e del Produttore o/e Distributore Identificazione della sostanza o preparato Nome del prodotto Design Code Utilizzo Produttore / Distributore Prodotto

Dettagli

Prefazione alla scheda di sicurezza

Prefazione alla scheda di sicurezza Prefazione alla scheda di sicurezza Data di rilascio 24 aprile 2006 Annulla tutte le precedenti edizioni Nome commerciale : Ramor Silo Design Code A10978B AGI Code 0110523 Nome commerciale Ramor Silo MSDS:

Dettagli

CleanEco Service S.r.l. CleanEco Service. CleanEco Service

<paginauno> CleanEco Service S.r.l. CleanEco Service. CleanEco Service CleanEco Service S.r.l. è una società di servizi per la pulizia, la sanificazione e la disinfestazione ambientale che nasce verso la fine del 1998, con l obiettivo di dare ai propri committenti,

Dettagli

OSMOCEM RD Componente A

OSMOCEM RD Componente A Xi Revisione n 2 del 6/07/2005 SCHEDA DATI DI SICUREZZA CONFORME ALLA DIRETTIVA 91/155/CEE OSMOCEM RD Componente A 1) IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione del preparato Tipo

Dettagli

Scheda di sicurezza FLEX

Scheda di sicurezza FLEX 1. Identificazione della Sostanza o del Preparato e del Produttore o/e Distributore Identificazione della sostanza o preparato Nome del prodotto FLEX Design Code A11928B Utilizzo Erbicida. Da impiegarsi

Dettagli

SOLFAC GEL SCARAFAGGI 1. * IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ

SOLFAC GEL SCARAFAGGI 1. * IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ 1. * IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ Bayer CropScience S.r.l. V.le Certosa 130 MILANO 02.3972.1 (Centralino) Numero di chiamata di urgenza/emergenza 02.3978.2282 Centro antiveleni

Dettagli

Disinfestazione Varese di Magica Servizi via Uberti 6, 21100 Varese Italia tel. +39 0332 286810 info@magicaservizi.com.

Disinfestazione Varese di Magica Servizi via Uberti 6, 21100 Varese Italia tel. +39 0332 286810 info@magicaservizi.com. Disinfestazione Varese di Magica Servizi via Uberti 6, 21100 Varese Italia tel. +39 0332 286810 info@magicaservizi.com Derattizzazione Disinfestazione ratti e topi Varese Interveniamo anche su Milano,

Dettagli

Aqua kill. Insetticida Acaricida NO GAS

Aqua kill. Insetticida Acaricida NO GAS Aqua kill Insetticida Acaricida NO GAS Insetticida acaricida per insetti striscianti e volanti. Presidio Medico Chirurgico Reg. n 19695 del Ministero della Salute Sicuro ed efficace Presidio Chirurgico

Dettagli

Scheda di Dati di Sicurezza ai sensi del Regolamento 1907/2006/CE

Scheda di Dati di Sicurezza ai sensi del Regolamento 1907/2006/CE Pagina: 1/5 * 1 Identificazione della sostanza/del preparato e della società/dell'impresa - DATI DEL PRODOTTO - - Codice scheda/revisione: 0134.1 - Uso della sostanza/del preparato: Insetticida-larvicida

Dettagli

Servizio Politiche Ambientali Unione Comuni Modenesi Area Nord PIANO DI DERATTIZZAZIONE DELL UCMAN - ANNO 2015

Servizio Politiche Ambientali Unione Comuni Modenesi Area Nord PIANO DI DERATTIZZAZIONE DELL UCMAN - ANNO 2015 Indice: Servizio Politiche Ambientali Unione Comuni Modenesi Area Nord PIANO DI DERATTIZZAZIONE DELL UCMAN - ANNO 2015 approvato con Deliberazione G.U. n.100 del 18.11.2014 Introduzione - Obiettivi del

Dettagli

Manuale di autocontrollo Igiene dei prodotti alimentari

Manuale di autocontrollo Igiene dei prodotti alimentari Farmacia: Manuale di autocontrollo Igiene dei prodotti alimentari Regolamento (CE) n. 852/2004 Decreto Legislativo 6 novembre 2007, n. 193 Responsabile di questo Manuale di Autocontrollo è il dr titolare

Dettagli

L IMPATTO DEI PRINCIPALI INFESTANTI (MOSCHE, ZANZARE, BLATTE, RATTI) NEI CENTRI DI ACCOGLIENZA

L IMPATTO DEI PRINCIPALI INFESTANTI (MOSCHE, ZANZARE, BLATTE, RATTI) NEI CENTRI DI ACCOGLIENZA La gestione degli organismi infestanti in situazioni di emergenza: le aree terremotate dell Emilia Bologna 15 novembre 2012 L IMPATTO DEI PRINCIPALI INFESTANTI (MOSCHE, ZANZARE, BLATTE, RATTI) NEI CENTRI

Dettagli

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA GIUNTA

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA GIUNTA REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA GIUNTA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATTIZZAZIONE, DISINFESTAZIONE E DISINFEZIONE DI ALCUNI LOCALI DELLA REGIONE BASILICATA SPECIFICHE

Dettagli

Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare:

Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare: Aspetti generali Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare: la progettazione dei locali e delle strutture l organizzazione

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006

SCHEDA DI SICUREZZA DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006 SCHEDA DI SICUREZZA UFO ULTRA FINE OIL DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 1 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Nome commerciale UFO - ULTRA FINE OIL Identificazione

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA CERE ALLA CITRONELLA SANDOKAN

SCHEDA DI SICUREZZA CERE ALLA CITRONELLA SANDOKAN SCHEDA DI SICUREZZA CERE ALLA CITRONELLA SANDOKAN Data: aprile 2010 1. Identificazione del preparato e della Società/Impresa 1.1.1 Identificazione del preparato: Cere alla Citronella 1.1.2. Tipologia del

Dettagli

INSETTICIDI PER STRISCIANTI

INSETTICIDI PER STRISCIANTI TOPICIDI - RATTICIDI disabituanti catalogo 2011_12 INSETTICIDI PER STRISCIANTI insetticidi per VOLANTI Vince solo chi è convinto di poterlo fare. Virgilio Vincere nella qualità dei prodotti, vincere nella

Dettagli

MATERIAL SAFETY DATA SHEET

MATERIAL SAFETY DATA SHEET 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ /IMPRESA 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Prodotto: Nomi commerciali: IMIDACHEM (IT: 13482) Tipo: Prodotto formulato 1.2

Dettagli

Biocidi per la disinfestazione professionale. Catalogo 2012

Biocidi per la disinfestazione professionale. Catalogo 2012 Biocidi per la disinfestazione professionale Catalogo 2012 Socio SoStenitore ZAPI EXPERT SRL Soluzioni efficaci e sostenibili per il professionista della disinfestazione La mission di Zapi Expert srl è

Dettagli

Comune di Agerola Provincia di Napoli --------

Comune di Agerola Provincia di Napoli -------- 1 Comune di Agerola Provincia di Napoli -------- SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA PER SCUOLE MATERNE REQUISITI CENTRO COTTURA ALLEGATO C LOCALI: I locali devono essere distinti l uno dall altro in funzione

Dettagli

DM-BS 230 DETERGENTE SGRASSANTE CONCENTRATO

DM-BS 230 DETERGENTE SGRASSANTE CONCENTRATO Pagina 1 di 5 DETERGENTE SGRASSANTE ALCALINO CONCENTRATO 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA NOME PRODOTTO: TIPO DI PRODOTTO ED IMPIEGO: NOME DEL DISTRIBUTORE: INDIRIZZO COMPLETO: DETERGENTE

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Ferro III Cloruro 6-idrato 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC

Dettagli

1 pipetta di 0.67 ml per cani con un peso corporeo tra i 2 e i 10 kg (circa 7,5-15 mg/kg).

1 pipetta di 0.67 ml per cani con un peso corporeo tra i 2 e i 10 kg (circa 7,5-15 mg/kg). Presentazione Soluzioni Spot-On contenenti 10% p/v di fipronil. Presentate in pipette di plastica, ciascuna delle quali ne contiene 0.67 ml (67 mg fipronil), 1.34 ml (134 mg fipronil), 2.68 ml (268 mg

Dettagli

Scheda di sicurezza. 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DEL PRODUTTORE O/E DISTRIBUTORE Identificazione della sostanza o preparato

Scheda di sicurezza. 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DEL PRODUTTORE O/E DISTRIBUTORE Identificazione della sostanza o preparato 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DEL PRODUTTORE O/E DISTRIBUTORE Identificazione della sostanza o preparato Nome del prodotto Design Code Utilizzo ETRAVON SYNGENTA A14734A Bagnante adesivante,

Dettagli

Ecolush 15/03/2014 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELL'IMPRESA

Ecolush 15/03/2014 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELL'IMPRESA Pagina 1 di 9 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELL'IMPRESA 1.1. Identificatore del prodotto Nome del prodotto: 1.2. Usi pertinenti della sostanza o miscela e usi sconsigliati 1.2.1

Dettagli

350036 Mosche e zanzare spray bomboletta da 400ml

350036 Mosche e zanzare spray bomboletta da 400ml VESPE E MOSCHE 260030 Antivespe insetticida spray ml.750 022380 Antivespe Vestastop bomboletta spray da 600 ml 260031 Antivespe spray Power Zig zag distruttore di nidi di vespe e calabroni tempo di svuotamento

Dettagli

Prelievo Trasporto e Smaltimento Rifiuti Disinfestazioni e Derattizzazioni Videoispezioni Fognarie Sanificazioni Ambienti Contratti

Prelievo Trasporto e Smaltimento Rifiuti Disinfestazioni e Derattizzazioni Videoispezioni Fognarie Sanificazioni Ambienti Contratti SERVIZI PER L AMBIENTE Prelievo Trasporto e Smaltimento Rifiuti Disinfestazioni e Derattizzazioni Videoispezioni Fognarie Sanificazioni Ambienti Contratti Presentazione Società La Veloce Espurghi è stata

Dettagli

radiello : cartuccia adsorbente cod. 145

radiello : cartuccia adsorbente cod. 145 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA radiello : cartuccia adsorbente cod. 145 1. Identificazione del preparato e della società produttrice pag. 2 2. Composizione. Informazioni sugli ingredienti pag. 2 3. Identificazione

Dettagli

A N I M A L V I L L A G E

A N I M A L V I L L A G E manda il tuo animale in vacanza SAPEVI CHE. LA CAVIA breve brochure esplicativa per conoscere meglio il tuo amico LA CAVIA PERUVIANA PANORAMICA DELL ANIMALE La cavia, o porcellino d india, rappresenta

Dettagli

Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS)

Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS) Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS) Come si legge un etichetta L etichetta di un agrofarmaco deriva dalla valutazione di numerosi studi effettuati sul prodotto inerenti aspetti

Dettagli

IGIENE, SICUREZZA E NUTRIZIONE Diete speciali e celiachia nei nidi d infanzia di Modena

IGIENE, SICUREZZA E NUTRIZIONE Diete speciali e celiachia nei nidi d infanzia di Modena IGIENE, SICUREZZA E NUTRIZIONE Diete speciali e celiachia nei nidi d infanzia di Modena IGIENE E SICUREZZA ALIMENTARE NELLA RISTORAZIONE SCOLASTICA Modena 16 e 24 marzo 2010 IL PACCHETTO IGIENE Comprende

Dettagli

Dipartimento Sanità Pubblica - Cesena CALENDARIO 2015

Dipartimento Sanità Pubblica - Cesena CALENDARIO 2015 CALENDARIO 2015 gennaio 2015 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Mus musculus domesticus È un piccolo roditore conosciuto come topo domestico. Presente in

Dettagli

ETICHETTATURA DELLE SOSTANZE PERICOLOSE "Frasi di Rischio" ( R ) e "Consigli di Prudenza" ( S )

ETICHETTATURA DELLE SOSTANZE PERICOLOSE Frasi di Rischio ( R ) e Consigli di Prudenza ( S ) ETICHETTATURA DELLE SOSTANZE PERICOLOSE "Frasi di Rischio" ( R ) e "Consigli di Prudenza" ( S ) La Legge 29 Maggio 1974, N 0 256 obbliga tutti i fabbricanti di prodotti aventi determinate caratteristiche

Dettagli

L'uso di esche avvelenate e/o bocconi avvelenati è limitato a: - Molluschi gasteropodi (chiocciole, lumache)

L'uso di esche avvelenate e/o bocconi avvelenati è limitato a: - Molluschi gasteropodi (chiocciole, lumache) Fauna05-controllo-pest.odp 10/03/2015 L'uso di esche avvelenate e/o bocconi avvelenati è limitato a: - Molluschi gasteropodi (chiocciole, lumache) - Artropodi (insetti acari) - Mammiferi (topi). Molluschi

Dettagli

Classificazione degli insetti

Classificazione degli insetti Classificazione degli insetti Regno Phylum Classe Animalia Artropoda Insecta Ordine Famiglia Genere Specie Classificazione degli insetti A, un machilide sulla corteccia di un albero, dove può nutrirsi

Dettagli

SCHEDA TECNICA DEL FORMULATO DENOMINATO: TOTAL CE

SCHEDA TECNICA DEL FORMULATO DENOMINATO: TOTAL CE SCHEDA TECNICA DEL FORMULATO DENOMINATO: TOTAL CE 1 IDENTITA DEL PRODOTTO 1.1 Denominazione: Insetticida concentrato emulsionabile 1.2 Composizione su 100 g di prodotto/informazione sugli ingredienti:

Dettagli

DESCRIZIONE DEL PRODOTTO

DESCRIZIONE DEL PRODOTTO DESCRIZIONE DEL PRODOTTO Il flussante Ecoflux ACQUA 4000 della serie no clean rappresenta un significativo sviluppo tecnologico dei flussanti organici, esso è idrosolubile ed è completamente costituito

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

DAL LEGNO AL FUOCO. come ottenere una buona combustione domestica e migliorare la qualità dell aria

DAL LEGNO AL FUOCO. come ottenere una buona combustione domestica e migliorare la qualità dell aria ARPA FVG Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente del Friuli Venezia Giulia DAL LEGNO AL FUOCO come ottenere una buona combustione domestica e migliorare la qualità dell aria Fumo della legna

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ATTENZIONE: MANIPOLARE CON PRUDENZA

SCHEDA DI SICUREZZA ATTENZIONE: MANIPOLARE CON PRUDENZA Pag. 1 di 5... SCHEDA DI SICUREZZA 1. Denominazione della sostanza/preparato e della Ditta (Registr. n. 10113 del 27/07/1999) Ditta: 2. Composizione - Informazioni sui componenti Carattere chimico Contiene

Dettagli

SIERI PER CAPELLI (BASI SILICONICHE)

SIERI PER CAPELLI (BASI SILICONICHE) SIERI PER CAPELLI (BASI SILICONICHE) IDENTIFICAZIONE DEI PRODOTTI E DELLA SOCIETA Nome Commerciale Cod. 15933 TRI ACTION HEAT PROTECTIUM SERUM STYLE PERFETTO Descrizione del prodotto Fluido idratante protettivo

Dettagli

Innu-Science NU-Flow

Innu-Science NU-Flow 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome commerciale Innu-Science NU-Flow 1.2. Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela

Dettagli

Scheda di sicurezza. Ridomil R liquido

Scheda di sicurezza. Ridomil R liquido 1. Identificazione della Sostanza o del Preparato e del Produttore o/e Distributore Identificazione della sostanza o preparato Nome del prodotto Ridomil R liquido Design Code A9590A Utilizzo Fungicida.

Dettagli

IL CONTRIBUTO DELLA DISINFESTAZIONE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLA QUALITÀ TOTALE NELL INDUSTRIA ALIMENTARE.

IL CONTRIBUTO DELLA DISINFESTAZIONE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLA QUALITÀ TOTALE NELL INDUSTRIA ALIMENTARE. IL CONTRIBUTO DELLA DISINFESTAZIONE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLA QUALITÀ TOTALE NELL INDUSTRIA ALIMENTARE. 1. INTRODUZIONE In momenti di benessere economico come quello che stanno attraversando i paesi

Dettagli

Decisione generale concernente l omologazione di un prodotto fitosanitario in casi particolari

Decisione generale concernente l omologazione di un prodotto fitosanitario in casi particolari Decisione generale concernente l omologazione di un prodotto fitosanitario in casi particolari del 6 gennaio 2015 L Ufficio federale dell agricoltura, visto l articolo 40 dell ordinanza del 12 maggio 2010

Dettagli

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA Ecco LE MOSSE VINCENTI LA BOCCA I punti nevralgici della masticazione La bocca è, in tutti gli animali, il luogo in cui avviene la prima parte della digestione,

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

SACCO TAC LAVATRICE. : polvere omogenea. : bianco con granelli blu

SACCO TAC LAVATRICE. : polvere omogenea. : bianco con granelli blu TAC Lavatrice - Aggiornamento del 28-03-2008 SACCO TAC LAVATRICE Descrizione prodotto : Detersivo in polvere per bucato in lavatrice CARATTERISTICHE FISICHE ASPETTO COLORE ODORE PROFUMO PESO SPECIFICO

Dettagli

1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa

1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Page 1/8 Versione 1.0 Pagina 1 di 8 Data di aggiornamento: 01.03.2013 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA

IDENTIFICAZIONE DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA Tabella 1) Capitolo 1 - Generalità Revisione n.00 Paragrafo 1.1 - Identificazione della struttura Allegati relativi al paragrafo: ALL.01 IDENTIFICAZIONE DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA Denominazione: Sede:

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. (Regolamento CE 1907/2006 - D.L. 65/2003) PARQUET CLEAN PARQUET CLEAN

SCHEDA DI SICUREZZA. (Regolamento CE 1907/2006 - D.L. 65/2003) PARQUET CLEAN PARQUET CLEAN 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA Identificazione del preparato Uso del preparato Detergente per superfici dure Formati commercializzati Tanica 5 Kg Identificazione della società/dell'impresa

Dettagli

CATALOGO 2013 PER LE AZIENDE ZOOTECNICHE

CATALOGO 2013 PER LE AZIENDE ZOOTECNICHE CATALOGO 2013 PER LE AZIENDE ZOOTECNICHE Chi siamo COPYR è la Compagnia del Piretro, azienda italiana che dal 1961 è sinonimo di Piretro in Italia. Da allora, infatti, il core-business dell azienda è rappresentato

Dettagli

Aqua kill. Insetticida Acaricida NO GAS. KILL-BookALERT.indd 1 26/07/11 11

Aqua kill. Insetticida Acaricida NO GAS. KILL-BookALERT.indd 1 26/07/11 11 Aqua kill Insetticida Acaricida NO GAS KILL-BookALERT.indd 1 26/07/11 11 Insetticida Acaricida contro insetti striscianti e volanti. PRESIDIO MEDICO CHIRURGICO Reg. N. 19695 del Ministero della Salute

Dettagli

Il paziente oncologico

Il paziente oncologico Il paziente oncologico Le neoplasie sono tra le cause più frequenti di morte nel cane e nel gatto in molti paesi industrializzati. La chemioterapia antineoplastica, anche in medicina veterinaria, negli

Dettagli

PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI

PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI OTALL Il salone della Ricerca, Innovazione e Sicurezza alimentare Cosa abbiamo nel piatto: Tecnologie, Ambiente, Educazione, Sicurezza PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI Claudia

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE Pagina: 1 di 6 Doc. N 429937 rev.0 Data di preparazione: 12/11/2014 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/ IMPRESA 1.1 Identificatori

Dettagli

Corso per alimentaristi

Corso per alimentaristi La sicurezza degli alimenti intesa sia come sicurezza igienica che come sicurezza nutrizionale è una responsabilità che non riguarda soltanto l'industria alimentare, ma tutti gli attori della catena di

Dettagli

AZIENDALE PRESENTAZIONE

AZIENDALE PRESENTAZIONE Servizi di igiene ambientale e disinfestazione www.lacristallina.it PRESENTAZIONE AZIENDALE Fondata a Messina nel 1983, La Cristallina nasce come impresa a conduzione familiare. L azienda si sviluppa rapidamente

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO SUL TRATTAMENTO DELLA PEDICULOSI

OPUSCOLO INFORMATIVO SUL TRATTAMENTO DELLA PEDICULOSI OPUSCOLO INFORMATIVO SUL TRATTAMENTO DELLA PEDICULOSI A cura del Servizio Igiene e Sanità Pubblica DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE 1 IL PIDOCCHIO DEL CAPO Il pidocchio del capo è un parassita specifico dell

Dettagli

Lo stato di Coma,Ictus cerebrale: fattori di rischio e posizione d'attesa. Epilessia, soccorso e classificazione

Lo stato di Coma,Ictus cerebrale: fattori di rischio e posizione d'attesa. Epilessia, soccorso e classificazione Lo stato di Coma,Ictus cerebrale: fattori di rischio e posizione d'attesa. Epilessia, Asma, intossicazioni, primo soccorso e classificazione COMA sindrome clinica caratterizzata da una mancata risposta

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 88/379/CEE TRASPIRANTE PER INTERNO

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 88/379/CEE TRASPIRANTE PER INTERNO 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA PRODUTTRICE Informazioni sul prodotto Nome del prodotto : Codice prodotto : P003 DITTA : Ercolor di De Simone & C. S.n.c.

Dettagli

ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R E DEI CONSIGLI DI PRUDENZA S E DELLE LORO RELATIVE COMBINAZIONI ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R

ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R E DEI CONSIGLI DI PRUDENZA S E DELLE LORO RELATIVE COMBINAZIONI ELENCO DELLE FRASI DI RISCHIO R Le sigle R e S sempre presenti sulle etichette dei prodotti chimici utilizzati in laboratorio rappresentano rispettivamente una definizione dei rischi specifici connessi con l impiego della sostanza chimica

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO SERVIZIO: SERVIZIO INTEGRATO DI PULIZIA, GIARDINAGGIO, IGIENE AMBIENTALE

DISCIPLINARE TECNICO SERVIZIO: SERVIZIO INTEGRATO DI PULIZIA, GIARDINAGGIO, IGIENE AMBIENTALE DISCIPLINARE TECNICO SERVIZIO: SERVIZIO INTEGRATO DI PULIZIA, GIARDINAGGIO, IGIENE AMBIENTALE (DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E LOTTA ALLA PROCESSIONARIA) DELLE AREE DI PERTINENZA DEI FABBRICATI

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. secondo direttiva 1907/2006/CE ESCULINA 41BAV0071

SCHEDA DI SICUREZZA. secondo direttiva 1907/2006/CE ESCULINA 41BAV0071 Biolife Italiana Srl Pagina: 1 di 6 SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 1907/2006/CE Doc. N 41BAV0071 rev.0 Data di emissione: 05/05/2015 Data di revisione 05/05/2015 SEZIONE 1: Identificazione della

Dettagli

IL PIDOCCHIO DEI CAPELLI

IL PIDOCCHIO DEI CAPELLI IL PIDOCCHIO DEI CAPELLI INFORMAZIONI SULLA GESTIONE DELLA PEDICULOSI IN FAMIGLIA E NELLA SCUOLA AZIENDA USL 5 DI PISA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE UF IGIENE E SANITA PUBBLICA IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE

Dettagli

Cimici dei Letti: Il pericolo è tra le lenzuola

Cimici dei Letti: Il pericolo è tra le lenzuola Cimici dei Letti: Il pericolo è tra le lenzuola Daniele Stranges, Field Biologist Rentokil Initial Cimici dei letti: un ospite indesiderato! Riccione, 7 Ottobre 2015 Un fenomeno in crescita Fonte: http://npmapestworld.org/

Dettagli

INFORMAZIONI DA APPORRE SULL IMBALLAGGIO ESTERNO/FOGLIETTO ILLUSTRATIVO/ETICHETTA INTERNA FLACONE DA 100 ml

INFORMAZIONI DA APPORRE SULL IMBALLAGGIO ESTERNO/FOGLIETTO ILLUSTRATIVO/ETICHETTA INTERNA FLACONE DA 100 ml INFORMAZIONI DA APPORRE SULL IMBALLAGGIO ESTERNO/FOGLIETTO ILLUSTRATIVO/ETICHETTA INTERNA FLACONE DA 100 ml DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE VETERINARIO EFFIPRO 2,5 mg/ml soluzione spray per uso topico, per

Dettagli

SprinterGREASE. Sgrassatore per cucina

SprinterGREASE. Sgrassatore per cucina SprinterGREASE Sgrassatore per cucina Composizione: SprinterGREASE contiene: < 5 % di tensioattivi anionici. Altre sostanze contenute: soda, addensante biodegradabile, colorante per alimenti, olio aromatico.

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA DEL PRODOTTO

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA DEL PRODOTTO SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA DEL PRODOTTO 1. Identificazione della sostanza/preparato e della impresa Nome del preparato: Uso del preparato: Fornitore: DAZIDE ENHANCE Regolatore orticolo della crescita

Dettagli

ZANZARE CITTADINE. Laura Cassata. Titolo: Autore: Percorsi didattici associati: Moscerini sotto inchiesta AVVERTENZA:

ZANZARE CITTADINE. Laura Cassata. Titolo: Autore: Percorsi didattici associati: Moscerini sotto inchiesta AVVERTENZA: Titolo: ZANZARE CITTADINE Autore: Laura Cassata Percorsi didattici associati: Moscerini sotto inchiesta AVVERTENZA: Le domande che seguono si ispirano al percorso o ai percorsi indicati e hanno come obiettivo

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1. Identificazione del prodotto e della società Nome preparato: BIXAN MG Polvere insetticida microgranulare Società: EUROEQUIPE srl Via del Lavoro, 3-40056 Crespellano (BO) Telefono

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI CANALI DA FUMO PER STUFE A LEGNA E A PELLET

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI CANALI DA FUMO PER STUFE A LEGNA E A PELLET GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI CANALI DA FUMO PER STUFE A LEGNA E A PELLET www.savefumisteria.it INDICE NORMATIVE Pag. 3 REQUISITI DI UN CANALE DA FUMO DA INSTALLARE SU STUFE A LEGNA O PELLET Pag. 5 IL TUBO

Dettagli

Impatto ambientale delle attività zootecniche

Impatto ambientale delle attività zootecniche Impatto ambientale delle attività zootecniche Impatto ambientale delle attività zootecniche: effetto potenzialmente inquinante per l aria, l acqua e il terreno dovuto alle emissioni nell ambiente di varie

Dettagli

VADEMECUM SULLA ZANZARA TIGRE

VADEMECUM SULLA ZANZARA TIGRE SERVIZIO DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE Sede Reggio Emilia 0522/297664 fax 0522/297675 e-mail: ddd.re@gruppoiren.it VADEMECUM SULLA ZANZARA TIGRE 1. COME SI RICONOSCE LA ZANZARA TIGRE?

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA MURIN FACOUM esca grassa

SCHEDA DI SICUREZZA MURIN FACOUM esca grassa data di compilazione: 28.06.2004 revisione 1 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Tipo di prodotto ed impiego: Società: VE.BI s.a.s. Via Desman, 43 35010

Dettagli

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure 1) Generalità I pannelli del sistema UNICLIC si possono fissare in due diversi modi: A Per incastrare i pannelli, si possono ruotare inserendo la

Dettagli

ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE

ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE MISURE PREVENTIVE PER TUTTI I LAVORATORI E vietato depositare e manipolare sostanze infiammabili in quantità superiori alla normale dotazione prevista.

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH Nei mesi invernali freddo, vento e umidità sono i peggior nemici della pelle soprattutto delle zone delicate e sensibili del viso e del collo. Con alcune precauzioni è possibile mantenere la pelle in ottime

Dettagli

LINEA ANTISCIVOLO ANTISDRUCCIOLO

LINEA ANTISCIVOLO ANTISDRUCCIOLO LINEA ANTISCIVOLO ANTISDRUCCIOLO 2 NASTRI ANTISCIVOLO/ANTISDRUCCIOLO PER TUTTI GLI AMBIENTI La pavimentazione antiscivolo è una necessità per tutte le aziende, per diverse ragioni, tra cui le normative

Dettagli

Pacchetto Servizi /anno Small Censimento Amianto Derattizzazione +iva OBBIETTIVO REFERENTE UNICO E QUALIFICATO

Pacchetto Servizi /anno Small Censimento Amianto Derattizzazione +iva OBBIETTIVO REFERENTE UNICO E QUALIFICATO Genova, 21 Gennaio 2015 Rif. Pacchetti Amianto Spett.Le Amm.ne Condominio OGGETTO: Offerta Pacchetto Small-Medium-Large-Extra Large per i servizi: - Censimento Amianto a matrice Compatta e Friabile ; -

Dettagli

P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E LA TUTELA DEI CANI

P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E LA TUTELA DEI CANI U NIONE DEI COMUNI L O M B ARDA DELLA VALLETTA P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E LA TUTELA DEI CANI Approvato con deliberazione dell Assemblea n. 14 del 29/07/2014 INDICE

Dettagli

MODULO RACCOLTA DATI MANUALE HACCP - DA INVIARE COMPILATO MEZZO FAX ALLO 0421 220222 O A info@centrosicurlavoro.com

MODULO RACCOLTA DATI MANUALE HACCP - DA INVIARE COMPILATO MEZZO FAX ALLO 0421 220222 O A info@centrosicurlavoro.com INFORMAZIONI GENERALI Ragione Sociale *: Partita IVA* : Indirizzo *: Codice Fiscale* : CAP*: Città* : Prov*: Nome Commerciale (es. nome presente sull insegna) Legale rappresentante*: Responsabile HACCP*:

Dettagli

tre LO SPAZIO DOMESTICO PER I BAMBINI CASA sicura GUIDA ALLA SICUREZZA NELL AMBIENTE DOMESTICO

tre LO SPAZIO DOMESTICO PER I BAMBINI CASA sicura GUIDA ALLA SICUREZZA NELL AMBIENTE DOMESTICO tre GUIDA ALLA SICUREZZA NELL AMBIENTE DOMESTICO CASA sicura LO SPAZIO DOMESTICO PER I BAMBINI Ministero delle Attività Produttive Direzione Generale Armonizzazione Mercati e Tutela Consumatori www.casasicura.info

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA RIO CASAMIA COLONIA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA RIO CASAMIA COLONIA SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa. 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati 1.3. Informazioni

Dettagli