CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI ottobre 2014 E DEI LAVORATORI ITALIANI DAL RIFORMISMO ANNUNCIATO ALLE BUONE RIFORME

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI ottobre 2014 E DEI LAVORATORI ITALIANI DAL RIFORMISMO ANNUNCIATO ALLE BUONE RIFORME"

Transcript

1 CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI CONSIGLIO GENERALE CONFSAL ottobre 2014 LA LEGITTIMA ASPETTATIVA DEI CITTADINI E DEI LAVORATORI ITALIANI DAL RIFORMISMO ANNUNCIATO ALLE BUONE RIFORME MOZIONE FINALE Il Consiglio Generale della Confsal, riunitosi nei giorni ottobre 2014, ascoltata la relazione del Segretario Generale, Marco Paolo Nigi, il quale ha affrontato il tema: La legittima aspettativa dei cittadini e dei lavoratori italiani dal riformismo annunciato alle buone riforme, tenendo costantemente presente le criticità del contesto sociale, occupazionale, economico, finanziario e politico del Paese e la complessa e difficile situazione politica dell Eurozona e dell Unione Europea, nella prospettiva dello sviluppo economico e occupazionale e del benessere dei lavoratori e dei pensionati, 1

2 LA APPROVA all unanimità. Il Consiglio, in continuità con la mozione approvata nell aprile 2014, concorda pienamente con la relazione del Segretario Generale riguardo all analisi della situazione sociale, occupazionale ed economico-finanziaria italiana ed europea, alla valutazione politica dell operato del Governo Renzi, dalle deliberazioni del 12 marzo 2014 al varo della Legge di Stabilità 2015, e alle proposte politico-sindacali della Confederazione. Il Consiglio Generale ESPRIME APPREZZAMENTO per l impegno politico e la conseguente continua e efficace azione sindacale della Segreteria Generale, assicurata nel periodo estremamente complesso e difficile degli otto mesi del Governo Renzi, caratterizzati da ricorrenti annunci di riforme istituzionali, strutturali e funzionali, ai quali non sempre sono seguiti i conseguenti, puntuali atti legislativi e amministrativi, soprattutto sul fronte dell economia, dell occupazione e del fisco. Il Consiglio, a conclusione di un ampio, approfondito e proficuo dibattito sul tema proposto, incentrato sulle emergenze della disoccupazione, delle gravi crisi aziendali, della progressiva perdita del potere di acquisto delle retribuzioni e delle pensioni, della insostenibile pressione fiscale e della inaccettabile iniquità del fisco, riguardo alla riforma mercato del lavoro VALUTATI i contenuti della Legge delega sulla revisione della normazione del mercato del lavoro, approvata dal Consiglio dei Ministri il 9 ottobre 2014: 2

3 CONSIDERATO che la vera sfida sia costituita dal contrasto al precariato e dall estensione delle nuove tutele; CONDIVIDE l introduzione del nuovo contratto a tutele crescenti, con la riduzione delle tipologie contrattuali, e l incentivazione contributiva dei contratti a tempo indeterminato; le nuove norme sugli ammortizzatori sociali relative all estensione dell ASPI e al sussidio di disoccupazione universale; la costituzione dell Agenzia occupazione e dell Agenzia controlli per le ispezioni; l estensione delle tutele per la maternità; AUSPICA il buon esito di una possibile mediazione politica e normativa, in sede parlamentare, sulla proposta governativa della modifica dell articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, al fine di evitare un arretramento di tutele; riguardo al TFR in busta-paga CONSIDERATI gli aspetti politici e giuridico-tecnici della proposta governativa VALUTA ricevibile e ammissibile una proposta che: comprenda tutti i lavoratori privati e pubblici; non preveda un prelievo fiscale aggiuntivo per i lavoratori; preveda l attuazione su base volontaria; preveda, per le imprese, un canale finanziario alternativo, senza oneri aggiuntivi, con la partecipazione delle banche; 3

4 riguardo al pubblico impiego CONSIDERATA la critica situazione in relazione alla grave inerzia governativa, ESPRIME PREOCCUPAZIONE per l ulteriore rinvio del rinnovo dei contratti di lavoro nel pubblico impiego; la conferma del blocco del turn-over nelle pubbliche amministrazioni; una riforma della Pubblica Amministrazione che riduce sempre più la funzione pubblica e l erogazione dei servizi pubblici essenziali e, con il decreto legge n. 90/2004, penalizza i lavoratori pubblici; la discriminazione, di dubbia costituzionalità, dei lavoratori pubblici riguardo al TFR in busta-paga; riguardo a pensioni e previdenza VALUTATA la progressiva perdita del potere d acquisto delle pensioni e la critica prospettiva dei futuri trattamenti pensionistici; RIVENDICA la rivalutazione e la piena indicizzazione e lo sgravio fiscale delle pensioni; l eliminazione delle disparità di trattamento fra pensionandi; la flessibilità delle uscite dal mercato del lavoro; il sostegno fiscale alla previdenza complementare; riguardo alla Legge di Stabilità 2015 LETTA la proposta governativa VALUTA 4

5 la manovra debole e prevedibilmente ininfluente in funzione della crescita economica e occupazionale, per la mancanza dell indispensabile equilibrio fra gli interventi previsti sul potere di acquisto di retribuzioni e pensioni e sulle imprese, nonché iniqua per lavoratori e famiglie, che potrebbero subire un aumento della pressione fiscale complessiva. Il Consiglio Generale, ESPRIME PIENA CONDIVISIONE sulla azione politica della Segreteria Generale in merito alla Legge di rappresentanza e rappresentatività sindacale, al potenziamento della contrattazione decentrata e al salario minimo (sfida Renzi). Il Consiglio, infine, IMPEGNA la Segreteria Generale ad esprimere una decisa e forte azione rivendicativa, di protesta e di lotta su: rinnovo dei contratti scaduti del privato e pubblico impiego; stabilizzazione del rapporto di lavoro nel settore privato e pubblico; potenziamento del welfare; miglioramento del sistema previdenziale e pensionistico; superamento delle crisi aziendali; legge di rappresentatività e rappresentanza sindacale; ripristino delle relazioni industriali tra governo e parti sociali rappresentative. 5

CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI ottobre 2015

CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI ottobre 2015 . CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI CONSIGLIO GENERALE CONFSAL 28-29-30 ottobre 2015 LA VIA OBBLIGATA PER IL GOVERNO LA CRESCITA ECONOMICA E OCCUPAZIONALE ATTRAVERSO L IMMEDIATO RINNOVO

Dettagli

Prot /05/2008

Prot /05/2008 319 2008 Prot.994 13/05/2008 Si riporta il notiziario sindacale n. 77 dell 8 maggio 2008 della Confsal: NUOVO GOVERNO PROVVEDIMENTI CONFSAL E iniziata la XVI Legislatura e il 4 Governo Berlusconi comincia,

Dettagli

Crescita ed equità. Tavolo. Sistema di tutele, mercato del lavoro. e previdenza

Crescita ed equità. Tavolo. Sistema di tutele, mercato del lavoro. e previdenza Crescita ed equità Tavolo Sistema di tutele, mercato del lavoro e previdenza SINTESI POSIZIONI DELLE IMPRESE SUI TEMI DELLA CONCERTAZIONE Tutele e mercato del lavoro Non sempre, nel corso delle varie Legislature,

Dettagli

1) PREMESSA...3 2) PREVIDENZA...5 Incremento delle pensioni basse...5 Accesso al pensionamento anticipato...8 Lavori usuranti...9 Razionalizzazione

1) PREMESSA...3 2) PREVIDENZA...5 Incremento delle pensioni basse...5 Accesso al pensionamento anticipato...8 Lavori usuranti...9 Razionalizzazione 1 1) PREMESSA...3 2) PREVIDENZA...5 Incremento delle pensioni basse...5 Accesso al pensionamento anticipato...8 Lavori usuranti...9 Razionalizzazione Enti...10 Finestre pensionistiche...12 Coefficienti

Dettagli

SPENDING REVIEW: CONFSAL, NO A TAGLI SU PENSIONI E PUBBLICO IMPIEGO

SPENDING REVIEW: CONFSAL, NO A TAGLI SU PENSIONI E PUBBLICO IMPIEGO 03-04-2014 SPENDING REVIEW: CONFSAL, NO A TAGLI SU PENSIONI E PUBBLICO IMPIEGO (Adnkronos/Labitalia) - "La Confsal si opporra' con forza a un eventuale intervento di tagli alle pensioni basse e medie,

Dettagli

Il percorso continua...

Il percorso continua... Piattaforma Contratto Nazionale CCNL 2010 2012 UNEBA Schede di Sintesi Roma, dicembre 2009 1 Obiettivi e Stategie OBIETTIVI e STRATEGIA nel percorso di evoluzione CISL FP nel settore La presentazione di

Dettagli

TUTELA, SVILUPPO E COMPETITIVITÀ DEI CALL CENTER: VALUTAZIONI SUL DDL 2337

TUTELA, SVILUPPO E COMPETITIVITÀ DEI CALL CENTER: VALUTAZIONI SUL DDL 2337 TUTELA, SVILUPPO E COMPETITIVITÀ DEI CALL CENTER: VALUTAZIONI SUL DDL 2337 Giampiero Falasca www.dlapiper.com Avv. Giampiero Falasca 0 I. Le criticità del settore www.dlapiper.com Avv. Giampiero Falasca

Dettagli

Osservazioni di Maurizio Petriccioli Sul Libro Verde della Commissione europea Verso sistemi pensionistici adeguati, sostenibili e sicuri in Europa.

Osservazioni di Maurizio Petriccioli Sul Libro Verde della Commissione europea Verso sistemi pensionistici adeguati, sostenibili e sicuri in Europa. Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Dipartimento Democrazia Economica, Economia Sociale, Fisco, Previdenza, Formazione Sindacale Osservazioni di Maurizio Petriccioli Sul Libro Verde della Commissione

Dettagli

Nel rispetto dei reciproci ruoli e responsabilità

Nel rispetto dei reciproci ruoli e responsabilità Nel rispetto dei reciproci ruoli e responsabilità Lineamenti di storia della contrattazione collettiva in Italia MARIANNA DE LUCA 1 Indice Dalle origini (fine 800) al fascismo. La fase genetica del sistema

Dettagli

Premessa... pag. 5. Parte I. Il rapporto di lavoro

Premessa... pag. 5. Parte I. Il rapporto di lavoro Premessa... pag. 5 Parte I Nozioni Introduttive. Il rapporto di lavoro Capitolo 1 Le fonti del diritto del lavoro 1. Generalità...» 17 2. La gerarchia delle fonti...» 18 3. Il Titolo V della Costituzione...»

Dettagli

I disoccupati beneficiari di indennità di disoccupazione Gianfranco Santoro

I disoccupati beneficiari di indennità di disoccupazione Gianfranco Santoro I disoccupati beneficiari di indennità di disoccupazione Gianfranco Santoro Jobs act Riforma del mercato del lavoro e del sistema della protezione sociale legata al lavoro, ispirato ai cardini della flexicurity.

Dettagli

Segreteria Generale Viale di Trastevere, ROMA tel fax

Segreteria Generale Viale di Trastevere, ROMA tel fax Segreteria Generale Viale di Trastevere, 60 00153 ROMA tel.065852071 fax 065818218 e-mail: info@confsal.it-sito: www.confsal.it Notiziario Sindacale n. 6 del 12 gennaio 2007 Sommario: Ai Segretari Nazionali

Dettagli

Rassegna di informazioni parlamentari ANMIL

Rassegna di informazioni parlamentari ANMIL ASSOCIAZIONE NAZIONALE FRA LAVORATORI MUTILATI E INVALIDI DEL LAVORO ANNO XI numero 11 1 aprile 2016 Rassegna di informazioni parlamentari ANMIL a cura dell Ufficio I Servizi Istituzionali Direzione generale

Dettagli

Presentazione... pag. 5 Note sugli Autori...» 7

Presentazione... pag. 5 Note sugli Autori...» 7 Presentazione... pag. 5 Note sugli Autori...» 7 CAPITOLO PRIMO JOBS ACT. LE PRINCIPALI NOVITÀ APPORTATE DALLA RIFORMA DEL LAVORO (a cura di Riccardo Bolognesi) 1. Jobs act. Le principali novità apportate

Dettagli

Misure previdenziali del protocollo welfare Gianni Geroldi

Misure previdenziali del protocollo welfare Gianni Geroldi Misure previdenziali del protocollo welfare Gianni Geroldi 13 giugno 2008 G. Geroldi 1 Il confronto sui sistemi di pensione in UE si basa su: A. adattabilità B. sostenibilità finanziaria C. sostenibilità

Dettagli

Sistema pensionistico italiano. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Università Bocconi a.a Dott.ssa Simona Scabrosetti

Sistema pensionistico italiano. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Università Bocconi a.a Dott.ssa Simona Scabrosetti Sistema pensionistico italiano Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Università Bocconi a.a. 2011-2012 Dott.ssa Simona Scabrosetti Il sistema pensionistico italiano Sistema a ripartizione dal

Dettagli

Il mercato del lavoro in Italia e il ruolo delle Parti Sociali

Il mercato del lavoro in Italia e il ruolo delle Parti Sociali Il mercato del lavoro in Italia e il ruolo delle Parti Sociali Sostenere le persone nel passaggio dai posti di lavoro ai percorsi professionali Città del Messico, 14 ottobre 2009 A cura di Fiorenzo Colombo

Dettagli

Per l A.Ra.N.: Avv. Massimo MASSELLA DUCCI TERI Presidente dell A.Ra.N. Firmato. Per le Organizzazioni e Confederazioni sindacali: SINAFO firmato

Per l A.Ra.N.: Avv. Massimo MASSELLA DUCCI TERI Presidente dell A.Ra.N. Firmato. Per le Organizzazioni e Confederazioni sindacali: SINAFO firmato IPOTESI DI ACCORDO PER L ADESIONE DA PARTE DEL PERSONALE DEI RUOLI SANITARIO, PROFESSIONALE, TECNICO ED AMMINISTRATIVO AL FONDO NAZIONALE DI PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DEI COMPARTI DELLE REGIONI

Dettagli

LA PREVIDENZA ITALIANA TRA SOSTENIBILITA ED ADEGUATEZZA: EFFETTI DELLE RECENTI RIFORME

LA PREVIDENZA ITALIANA TRA SOSTENIBILITA ED ADEGUATEZZA: EFFETTI DELLE RECENTI RIFORME LA PREVIDENZA ITALIANA TRA SOSTENIBILITA ED ADEGUATEZZA: EFFETTI DELLE RECENTI RIFORME Cinzia Ferrara Roma, 6 giugno 2013 ORDINE DEGLI ATTUARI UE PENSIONI ADEGUATE E SOSTENIBILI UE Pensioni adeguate e

Dettagli

Job s Act La fase attuativa. Giorni di un futuro passato

Job s Act La fase attuativa. Giorni di un futuro passato Giorni di un futuro passato Job s Act Act La fase attuativa Le 5 deleghe Ammortizzatori sociali Servizi per il lavoro e politiche attive Semplificazioni gestione rapporti di lavoro Riforma dei rapporti

Dettagli

L IMPATTO DELLE NUOVE DISPOSIZIONI SULLE POLITICHE ASSUNTIVE E SULL ORGANIZZAZIONE DELLE IMPRESE

L IMPATTO DELLE NUOVE DISPOSIZIONI SULLE POLITICHE ASSUNTIVE E SULL ORGANIZZAZIONE DELLE IMPRESE L IMPATTO DELLE NUOVE DISPOSIZIONI SULLE POLITICHE ASSUNTIVE E SULL ORGANIZZAZIONE DELLE IMPRESE Roma, 15 APRILE 2015 Avv. Prof. Francesco Rotondi Founding Partner LABLAW Studio Legale Riproduzione riservata

Dettagli

AMMORTIZZATORI SOCIALI CEDONO IL POSTO A * 13 SETTIMANE DI BOLLETTINI PAGATI NEI 4 ANNI PRECEDENTI LA DISOCCUPAZIONE

AMMORTIZZATORI SOCIALI CEDONO IL POSTO A * 13 SETTIMANE DI BOLLETTINI PAGATI NEI 4 ANNI PRECEDENTI LA DISOCCUPAZIONE AMMORTIZZATORI SOCIALI MINI ASPI ASPI UNA TANTUM CEDONO IL POSTO A NASPI ASDI DIS-COLL NASPI IN VIGORE venerdì 1 maggio 2015 A CHI E' RIVOLTA TEMPO DET- TEMP- INDETERMINATO REQUISITI * 13 SETTIMANE DI

Dettagli

Il nuovo sistema previdenziale dei Consulenti del Lavoro

Il nuovo sistema previdenziale dei Consulenti del Lavoro ENPACL Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Consulenti del Lavoro Il nuovo sistema previdenziale dei Consulenti del Lavoro Perugia, 24 ottobre 2012 Articolo 38 della Costituzione italiana Ogni

Dettagli

PERCHE' E STATO NECESSARIO RIFORMARE IL SISTEMA PREVIDENZIALE

PERCHE' E STATO NECESSARIO RIFORMARE IL SISTEMA PREVIDENZIALE PERCHE' E STATO NECESSARIO RIFORMARE IL SISTEMA PREVIDENZIALE Fronteggiare le crescenti difficoltà finanziarie del sistema previdenziale derivanti: - da un rapporto popolazione attiva/pensionati negli

Dettagli

La politica pensionistica RIFORME SOTTRATTIVE E TRANSIZIONE A UN SISTEMA PENSIONISTICO MULTIPILASTRO

La politica pensionistica RIFORME SOTTRATTIVE E TRANSIZIONE A UN SISTEMA PENSIONISTICO MULTIPILASTRO La politica pensionistica RIFORME SOTTRATTIVE E TRANSIZIONE A UN SISTEMA PENSIONISTICO MULTIPILASTRO (Riforma dei trattamenti pensionistici dei lavoratori autonomi) La politica pensionistica La politica

Dettagli

Rinnovo CCNL Elettrici: IPOTESI DI ACCORDO RELATIVA AL TRIENNIO

Rinnovo CCNL Elettrici: IPOTESI DI ACCORDO RELATIVA AL TRIENNIO CISAL FederEnergia Segreteria Nazionale Prot. FE/DN/1701.1031 Roma, 25 gennaio 2017 Rinnovo CCNL Elettrici: IPOTESI DI ACCORDO RELATIVA AL TRIENNIO 2016-2018 L accordo economico prevede un aumento complessivo

Dettagli

FLESSIBILITA, TUTELE E DIRITTI

FLESSIBILITA, TUTELE E DIRITTI FLESSIBILITA, TUTELE E DIRITTI Fiorenzo Colombo Segretario Generale Femca Cisl Lombardia Convegno La gestione flessibile come sistema: organizzazioni, mestieri, qualità Verona 12 Giugno 2003 12 giugno

Dettagli

PROTOCOLLO PER L EMERSIONE del 21 settembre Milano 6 Novembre 2008 COME CAMBIANO GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI. per gli.

PROTOCOLLO PER L EMERSIONE del 21 settembre Milano 6 Novembre 2008 COME CAMBIANO GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI. per gli. PROTOCOLLO PER L EMERSIONE del 21 settembre 2007 Milano 6 Novembre 2008 COME CAMBIANO GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI per gli operai agricoli PROTOCOLLO PER L EMERSIONE Legge 24/12/2007 n. 247 Riforma gli ammortizatori

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali VISTO il Decreto legislativo 12 aprile 2006, n.163 e s.m.i., concernente Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 4 FEBBRAIO 2016 33/2016/A RECEPIMENTO DELL IPOTESI DI ACCORDO IN MATERIA DI RIDEFINIZIONE DELLA MISURA DELLA CONTRIBUZIONE ORDINARIA DELL AUTORITÀ AL FONDO PER IL TRATTAMENTO DI QUIESCENZA

Dettagli

CONSIGLIO GENERALE CONFSAL

CONSIGLIO GENERALE CONFSAL CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI CONSIGLIO GENERALE CONFSAL 20 21 22 aprile 2016 LA CONFSAL DENUNCIA le gravi omissioni del Governo sulle POLITICHE ECONOMICHE, OCCUPAZIONALI, FISCALI,

Dettagli

CONSULTA PENSIONATI 2017

CONSULTA PENSIONATI 2017 CONSULTA PENSIONATI 2017 MINO SCHIANCHI BOLOGNA, 22-06-2017 CRISI DEL PATTO INTERGENERAZIONALE 2 DIFFICOLTA A TROVARE EQUILIBRIO FRA: ISTRUZIONE E PENSIONE ASSISTENZA SANITARIA E REGIMI FISCALI 3 LA CRISI

Dettagli

DOCUMENTO FINALE. VI Conferenza di Organizzazione UILA Aprile 2017

DOCUMENTO FINALE. VI Conferenza di Organizzazione UILA Aprile 2017 DOCUMENTO FINALE VI Conferenza di Organizzazione UILA Aprile 2017 La VI Conferenza di Organizzazione della UILA, riunita a Verona dal 10 al 12 aprile 2017, approva la relazione del Segretario Organizzativo

Dettagli

1. Lavoro, Renzi smantella la riforma Fornero/Apprendistato

1. Lavoro, Renzi smantella la riforma Fornero/Apprendistato Lavoro, Renzi smantella la riforma Fornero: dai sussidi ai contratti il Jobs Act in 8 tappe I cambiamenti annunciati dal governo in materia di lavoro avranno tempi diversi. Saranno immediati per apprendistato

Dettagli

Comunicazioni sul Memorandum d intesa sul lavoro pubblico. Commissione XI Camera dei Deputati. 21 febbraio 2007, ore 08.30

Comunicazioni sul Memorandum d intesa sul lavoro pubblico. Commissione XI Camera dei Deputati. 21 febbraio 2007, ore 08.30 Comunicazioni sul Memorandum d intesa sul lavoro pubblico Commissione XI Camera dei Deputati 21 febbraio 2007, ore 08.30 Signor Presidente, onorevoli deputati Con il Memorandum d intesa su lavoro pubblico

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y EMIRATI ARABI UNITI NORMATIVA DEL LAVORO NEGLI EMIRATI ARABI UNITI di Avv. Francesco Misuraca Disciplina del lavoro La legislazione sull immigrazione richiede che un cittadino emiratino si faccia garante

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione alla terza edizione... Presentazione alla seconda edizione... Abbreviazioni...

INDICE SOMMARIO. Presentazione alla terza edizione... Presentazione alla seconda edizione... Abbreviazioni... INDICE SOMMARIO Presentazione alla terza edizione... Presentazione alla seconda edizione... Abbreviazioni... V VII XIII Capitolo 1 - Storia e fondamento della previdenza sociale 1. Origini del sistema

Dettagli

del lavoro per i lavoratori privati

del lavoro per i lavoratori privati Jobs act Le nuove normative sul mercato del lavoro per i lavoratori privati PD Circolo di Collegno 16 febbraio 2015 CARTOGRAMMA 1 - PARTECIPAZIONE AL MERCATO DEL LAVORO DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE - III

Dettagli

PIATTAFORMA RINNOVO CCNL ANCI 2016/2018

PIATTAFORMA RINNOVO CCNL ANCI 2016/2018 PIATTAFORMA RINNOVO CCNL ANCI 2016/2018 Premessa L Anci, Associazione dei Comuni Italiani e le aziende ad essa collegate, che costituiscono un sistema di rappresentanza istituzionale e contemporaneamente

Dettagli

Alcune importanti leggi e riforme del lavoro. Dallo Statuto dei Lavoratori al Jobs Act

Alcune importanti leggi e riforme del lavoro. Dallo Statuto dei Lavoratori al Jobs Act Alcune importanti leggi e riforme del lavoro Dallo Statuto dei Lavoratori al Jobs Act Soffermiamoci su. La legge n. 300 del 1970, denominata Statuto dei Lavoratori Il decreto legislativo n. 276 del 2003,

Dettagli

Documento Conclusivo Assemblea Programmatica e Organizzativa Ust Cisl Roma Capitale Rieti Viterbo

Documento Conclusivo Assemblea Programmatica e Organizzativa Ust Cisl Roma Capitale Rieti Viterbo Documento Conclusivo Assemblea Programmatica e Organizzativa Ust Cisl Roma Capitale Rieti Viterbo Cisl Roma Capitale Rieti Viterbo, riunita a Roma il 30 settembre 2015, presso l Auditorium di Via Rieti,

Dettagli

Il Jobs Act del Governo Renzi, il Codice Semplificato del lavoro e i programmi dei partiti

Il Jobs Act del Governo Renzi, il Codice Semplificato del lavoro e i programmi dei partiti Il Jobs Act del Governo Renzi, il Codice Semplificato del lavoro e i programmi dei partiti Emmanuele Massagli, Presidente ADAPT (@EMassagli) www.bollettinoadapt.it 14 marzo 2014 Le quattro proposte principali.

Dettagli

Flash Lavoro La notizia in breve

Flash Lavoro La notizia in breve Flash Lavoro La notizia in breve N. 10 30.09.2016 Pacchetto pensioni: verso la Legge di Stabilità 2017 Firmato il verbale per il primo pacchetto di interventi in materia di pensioni Categoria: Previdenza

Dettagli

La previdenza in Italia: le principali caratteristiche del sistema pubblico obbligatorio e del sistema complementare

La previdenza in Italia: le principali caratteristiche del sistema pubblico obbligatorio e del sistema complementare La previdenza in Italia: le principali caratteristiche del sistema pubblico obbligatorio e del sistema complementare I fattori che hanno determinato l intervento normativo, attuatosi attraverso le riforme

Dettagli

DOCUMENTO FINALE XVI CONGRESSO TERRITORIALE CST UIL RAVENNA RAVENNA PALA DE ANDRE MAGGIO 2014

DOCUMENTO FINALE XVI CONGRESSO TERRITORIALE CST UIL RAVENNA RAVENNA PALA DE ANDRE MAGGIO 2014 DOCUMENTO FINALE XVI CONGRESSO TERRITORIALE CST UIL RAVENNA RAVENNA PALA DE ANDRE 15-16 MAGGIO 2014 Il XVI Congresso della CST UIL di Ravenna assume i contenuti della relazione presentata dal Segretario

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA SULLA PEREQUAZIONE AUTOMATICA DELLE PENSIONI.

EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA SULLA PEREQUAZIONE AUTOMATICA DELLE PENSIONI. SINTESI DEL RAPPORTO DEL CENTRO EUROPA RICERCHE (CER) SULLA DIFESA DEL POTERE DI ACQUISTO DELLE PENSIONI DALL INFLAZIONE: IL RUOLO DELL INDICIZZAZIONE E DEL FISCAL DRAG (Sintesi a cura del dipartimento

Dettagli

italiano Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 a.a

italiano Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 a.a Sistema pensionistico italiano Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 a.a. 2008-2009 Dott.ssa Simona Scabrosetti Il sistema pensionistico italiano Sistema pensionistico (dei lavoratori dipendenti)

Dettagli

INDICE-SOMMARIO PARTE I VERSO UN SISTEMA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI

INDICE-SOMMARIO PARTE I VERSO UN SISTEMA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI PARTE I VERSO UN SISTEMA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI Capitolo I ALLE ORIGINI DELLA RIFORMA: IL FUNZIONAMENTO DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI DURANTE LA GRANDE CRISI 1. L origine della riforma: la grande crisi

Dettagli

Prof. Giovanni Bocchieri

Prof. Giovanni Bocchieri POLITICHE DEL LAVORO IN LOMBARDIA, IN ITALIA E NELLA UE A.A. 2017/2018 Prof. Giovanni Bocchieri L'organizzazione del mercato del lavoro dall'entrata in vigore della Costituzione al Jobs Act Un salto nel

Dettagli

INTRODUZIONE CAPITOLO I RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE E RAPPRESENTANZE SINDACALI AZIENDALI: UNA DIFFICILE TRANSIZIONE

INTRODUZIONE CAPITOLO I RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE E RAPPRESENTANZE SINDACALI AZIENDALI: UNA DIFFICILE TRANSIZIONE INTRODUZIONE CAPITOLO I RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE E RAPPRESENTANZE SINDACALI AZIENDALI: UNA DIFFICILE TRANSIZIONE 1. L articolo 19 dello Statuto dei Lavoratori e le Rappresentanze Sindacali aziendali

Dettagli

TUTTE LE CONTRADDIZIONI DEL PROGRAMMA DEL PARTITO DEMOCRATICO (Capitolo lavoro)

TUTTE LE CONTRADDIZIONI DEL PROGRAMMA DEL PARTITO DEMOCRATICO (Capitolo lavoro) 526 TUTTE LE CONTRADDIZIONI DEL PROGRAMMA DEL PARTITO DEMOCRATICO (Capitolo lavoro) 4 febbraio 2018 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente

Dettagli

22 Lezione AL VIA LA RIFORMA DEL LAVORO

22 Lezione AL VIA LA RIFORMA DEL LAVORO Di seguito le novità introdotte dai decreti attuativi del Jobs Act approvati dal governo Renzi, relative a: contratto a tutele crescenti licenziamenti collettivi ammortizzatori sociali. Della riforma del

Dettagli

ORGANIZZAZIONI SINDACALI ALIQUOTE CONTRIBUTIVE (in vigore dall' )

ORGANIZZAZIONI SINDACALI ALIQUOTE CONTRIBUTIVE (in vigore dall' ) ALL.1 ORGANIZZAZIONI SINDACALI ALIQUOTE CONTRIBUTIVE (in vigore dall'1.1.2013) IMPIEGATI DAT. LAV. LAV. DAT. LAV. LAV. FONDO PENSIONI (7)* 23,81 9,19 23,81* 9,19 - (1,00) - (1,00) ASPI (9) *** 0,45-0,45-0,20-0,20

Dettagli

Elezioni ANNI DI SECONDA REPUBBLICA. Documenti programmatici

Elezioni ANNI DI SECONDA REPUBBLICA. Documenti programmatici Elezioni 2013 20 ANNI DI SECONDA REPUBBLICA Documenti programmatici 2 20 ANNI DI SECONDA REPUBBLICA 9 ANNI DI GOVERNO DI CENTRODESTRA 3 Dal 1994 al 2011 abbiamo governato il Paese per 9 anni (3361 giorni),

Dettagli

SOMMARIO. Prefazione... Nota sull autore...

SOMMARIO. Prefazione... Nota sull autore... Sommario SOMMARIO Prefazione... Nota sull autore... XI XV Capitolo 1 - Principi generali e aspetti societari 1. Premessa... 1 1.1 Cooperative di utenza... 1 1.2 Cooperative di lavoro... 1 1.3 Tipologia

Dettagli

RIFORME COMPIUTE RIFORME IN CANTIERE E INCENTIVI ALL OCCUPAZIONE NEL MERCATO DEL LAVORO ITALIANO

RIFORME COMPIUTE RIFORME IN CANTIERE E INCENTIVI ALL OCCUPAZIONE NEL MERCATO DEL LAVORO ITALIANO RIFORME COMPIUTE RIFORME IN CANTIERE E INCENTIVI ALL OCCUPAZIONE NEL MERCATO DEL LAVORO ITALIANO Relazione di Pietro Ichino all'incontro con le Camere di commercio Britannica, Francese e Tedesca Roma,

Dettagli

Il corso base è finalizzato a porre le fondamenta della conoscenza della materia sindacale.

Il corso base è finalizzato a porre le fondamenta della conoscenza della materia sindacale. Programma formativo 2016: CORSO BASE Destinatari Il corso si rivolge a tutti i rappresentanti sindacali: da quelli alle prime armi, agli RSA, ai quadri sindacali già navigati, che desiderano formarsi o

Dettagli

Audizione sui disegni di legge nn e connessi in materia di delega lavoro

Audizione sui disegni di legge nn e connessi in materia di delega lavoro SENATO DELLA REPUBBLICA 11ª COMMISSIONE PERMANENTE (Commissione Lavoro, Previdenza Sociale) Audizione sui disegni di legge nn. 1428 e connessi in materia di delega lavoro 4 giugno 2014 AUDIZIONI ABI 2014

Dettagli

XVII CONGRESSO FNP DEL TRENTINO DOCUMENTO CONCLUSIVO

XVII CONGRESSO FNP DEL TRENTINO DOCUMENTO CONCLUSIVO XVII CONGRESSO FNP DEL TRENTINO DOCUMENTO CONCLUSIVO Il Congresso approva la relazione del Segretario Generale e la integra con i contributi degli interventi dei delegati nel seguente documento conclusivo.

Dettagli

LE RETRIBUZIONI DEI DIPENDENTI PUBBLICI. ANDAMENTI DAL 1992 AL 2007 E CONFRONTI CON IL PRIVATO

LE RETRIBUZIONI DEI DIPENDENTI PUBBLICI. ANDAMENTI DAL 1992 AL 2007 E CONFRONTI CON IL PRIVATO Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione LE RETRIBUZIONI DEI DIPENDENTI PUBBLICI. ANDAMENTI DAL 1992 AL 2007 E CONFRONTI CON IL PRIVATO 11 LUGLIO 2008 DAL 1992 AL 2007 170 160 150 140 Retribuzioni

Dettagli

La previdenza complementare: a che punto siamo?

La previdenza complementare: a che punto siamo? In Italia rappresenta una risorsa importante: 104 miliardi di euro accumulati, pari al 6,7% del PIL, 536 forme di previdenza complementare esistenti (39 fondi negoziali, 59 fondi aperti, 361 fondi preesistenti,

Dettagli

Direzione Marketing Privati

Direzione Marketing Privati Direzione Marketing Privati Riforma Monti-Fornero Gli impatti sulla previdenza pubblica Giuseppe Rocco Milano. Giornata Nazionale della Previdenza, 10 maggio 2012 Riforma Monti-Fornero: gli impatti sulla

Dettagli

Oggetto: requisiti per l accesso al sistema pensionistico e ricambio generazionale nella PA.

Oggetto: requisiti per l accesso al sistema pensionistico e ricambio generazionale nella PA. Prot. n.84 Roma, 19/06/17 Al Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione Marianna Madia Al Ministro del Lavoro Giuliano Poletti Al Presidente della Commissione Lavoro della Camera dei

Dettagli

Partecipazione e democrazia. Il caso del lavoro nel Pubblico Impiego

Partecipazione e democrazia. Il caso del lavoro nel Pubblico Impiego TERZA CONFERENZA DI FACOLTÀ IL LAVORO TRA FLESSIBILITÀ E TUTELE Partecipazione e democrazia. Il caso del lavoro nel Pubblico Impiego UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TERAMO Facoltà di Scienze Politiche Dare risalto

Dettagli

6061 Scienza delle Finanze Cleam- Classe 2. Il sistema pensionistico (2)

6061 Scienza delle Finanze Cleam- Classe 2. Il sistema pensionistico (2) 6061 Scienza delle Finanze Cleam- Classe 2 Il sistema pensionistico (2) Il sistema pensionistico italiano Tappe principali: Sistema pre-amato 1992: riforma Amato 1995: riforma Dini 2004: Riforma Maroni

Dettagli

Sociologia e politiche del Lavoro

Sociologia e politiche del Lavoro UNIVERSITÀ MAGNA GRAECIA DI CATANZARO CORSO DI LAUREA IN SOCIOLOGIA LEZIONI DI POLITICA SOCIALE Sociologia e politiche del Lavoro Prof. Pietro Paolo Guzzo ( p.paolo_guzzo@unicz.it) Lezione n.5 P R O F.

Dettagli

Indice. Indice. 1. LE NOVITÀ IN SINTESI 1.1. Premessa Le novità in sintesi 2. CONTRIBUTI ALLE RTI E RETI D'IMPRESE

Indice. Indice. 1. LE NOVITÀ IN SINTESI 1.1. Premessa Le novità in sintesi 2. CONTRIBUTI ALLE RTI E RETI D'IMPRESE Indice 1. LE NOVITÀ IN SINTESI 1.1. Premessa 1.2. Le novità in sintesi 2. CONTRIBUTI ALLE RTI E RETI D'IMPRESE 3. STABILIZZAZIONE BONUS 80 EURO 3.1. Premessa 3.2. Campo di applicazione 3.3. Importo del

Dettagli

1. LA SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA DI CONTRATTO DI LAVORO A TERMINE (ART. 1, D.L. 34/2014)...» 37

1. LA SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA DI CONTRATTO DI LAVORO A TERMINE (ART. 1, D.L. 34/2014)...» 37 Indice INTRODUZIONE...» 11 1. Considerazioni generali...» 11 2. La finalità ed i contenuti del provvedimento urgente...» 15 3. Per un confronto con il modello statunitense...» 19 4. Il disegno di legge-delega...»

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO XV Congresso Nazionale FISMIC

ORDINE DEL GIORNO XV Congresso Nazionale FISMIC ORDINE DEL GIORNO XV Congresso Nazionale FISMIC Il Consiglio Generale Nazionale FISMIC delibera l avvio dei lavori per il Congresso Nazionale che si dovrà tenere nel 2012. A tal fine delega la Segreteria

Dettagli

La riforma Renzi-Poletti la nuova regolazione del mercato del lavoro

La riforma Renzi-Poletti la nuova regolazione del mercato del lavoro La riforma Renzi-Poletti la nuova regolazione del mercato del lavoro Obiettivo: favorire il rilancio dell occupazione, riformare il mercato del lavoro ed il sistema delle tutele. Fra le misure previste:

Dettagli

INTESA SINDACATI FUNZIONE PUBBLICA. per l avvio del negoziato per il rinnovo dei contratti 30 novembre 2016

INTESA SINDACATI FUNZIONE PUBBLICA. per l avvio del negoziato per il rinnovo dei contratti 30 novembre 2016 INTESA SINDACATI FUNZIONE PUBBLICA per l avvio del negoziato per il rinnovo dei contratti 30 novembre 2016 Valorizzato il lavoro pubblico Buon funzionamento della P.A. e qualità dei servizi offerti a cittadini

Dettagli

INPS DIRIGENTI AZIENDE INDUSTRIALI. tabella dei contributi in vigore dal 1 gennaio 2015

INPS DIRIGENTI AZIENDE INDUSTRIALI. tabella dei contributi in vigore dal 1 gennaio 2015 INPS DIRIGENTI AZIENDE INDUSTRIALI tabella dei contributi in vigore dal 1 gennaio 2015 CONTRIBUTI Aziende fino a 15 dipendenti Aziende con più di 15 dipendenti Ditta Dirig. Ditta Dirig. - Fondo previdenza

Dettagli

BOZZA di PIATTAFORMA. per il RINNOVO del CONTRATTO COLLETTIVO. NAZIONALE di LAVORO dei LATERIZI MANUFATTI CEMENTIZI - INDUSTRIA * * *

BOZZA di PIATTAFORMA. per il RINNOVO del CONTRATTO COLLETTIVO. NAZIONALE di LAVORO dei LATERIZI MANUFATTI CEMENTIZI - INDUSTRIA * * * FILLEA-CGIL Nazionale Settore LATERIZI Manufatti c. BOZZA di PIATTAFORMA per il RINNOVO del CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE di LAVORO dei LATERIZI MANUFATTI CEMENTIZI - INDUSTRIA 2010-2012 * * * Assemblea

Dettagli

L evoluzione della previdenza complementare italiana Marcello Messori (Università di Roma Tor Vergata ) QUALE PERCORSO VERSO LE PENSIONI PRIVATE?

L evoluzione della previdenza complementare italiana Marcello Messori (Università di Roma Tor Vergata ) QUALE PERCORSO VERSO LE PENSIONI PRIVATE? L evoluzione della previdenza complementare italiana Marcello Messori (Università di Roma Tor Vergata ) QUALE PERCORSO VERSO LE PENSIONI PRIVATE? IL CASO DELL ITALIA (Torino, Cerp - 30 ottobre 2006) 1

Dettagli

indice-sommario Capitolo I LA PREVIDENZA SOCIALE Capitolo II LA NASCITA E LA PRIMA EVOLUZIONE DEL SISTEMA PREVIDENZIALE ITALIANO

indice-sommario Capitolo I LA PREVIDENZA SOCIALE Capitolo II LA NASCITA E LA PRIMA EVOLUZIONE DEL SISTEMA PREVIDENZIALE ITALIANO indice-sommario Capitolo I LA PREVIDENZA SOCIALE 1. Lo stato sociale... pag. 1 2. Stato sociale e previdenza sociale....» 3 3. La nozione di previdenza sociale...» 8 4. Sistema previdenziale e modelli

Dettagli

Medici ospedalieri Anaao in agitazione su decreto Madia

Medici ospedalieri Anaao in agitazione su decreto Madia Medici ospedalieri Anaao in agitazione su decreto Madia - Sanità - ANSA.it http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2017/04/10/medici-ospedali... Pagina 1 di 2 ANSA Medici ospedalieri

Dettagli

I benefici fiscali e contributivi della detassazione dei premi di risultato erogati per il tramite della contrattazione di secondo livello.

I benefici fiscali e contributivi della detassazione dei premi di risultato erogati per il tramite della contrattazione di secondo livello. I benefici fiscali e contributivi della detassazione dei premi di risultato erogati per il tramite della contrattazione di secondo livello. 31 marzo 2016 Con il Decreto del Ministro del Lavoro e delle

Dettagli

TUTTI I TRUCCHI DELLA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI

TUTTI I TRUCCHI DELLA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 807 TUTTI I TRUCCHI DELLA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI 20 ottobre 2014 EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

PREMIO DI RISULTATO & PREVIDENZA COMPLEMENTARE

PREMIO DI RISULTATO & PREVIDENZA COMPLEMENTARE PREMIO DI RISULTATO & PREVIDENZA COMPLEMENTARE DI COSA PARLEREMO LA CONTRATTAZIONE NELLA STORIA DI SOLIDARIETÀ VENETO LE NOVITÀ LEGISLATIVE: FACCIAMO I CONTI OPPORTUNITÀ DI CONTRATTAZIONE LA CONTRATTAZIONE

Dettagli

La previdenza per le donne Problemi comuni

La previdenza per le donne Problemi comuni La previdenza per le donne Problemi comuni Cristina Bolzani dipartimento previdenza SPI-CGIL 1 Un po di numeri PER RIFLETTERE 2 la maggiore concentrazione di donne si trova nelle classi di reddito più

Dettagli

La politica pensionistica. La politica pensionistica

La politica pensionistica. La politica pensionistica La politica pensionistica La politica pensionistica I PROBLEMI DEL SISTEMA PENSIONISTICO A FINE ANNI OTTANTA - Insostenibilità economico-finanziaria - Iniquità intra- e inter-generazionale - Mancanza previdenza

Dettagli

Tipi di lavoro. la tripartizione dei rapporti di lavoro

Tipi di lavoro. la tripartizione dei rapporti di lavoro IL LAVORO 1 Tipi di lavoro la tripartizione dei rapporti di lavoro autonomo associato subordinato Compenso Utili Retribuzione 2 La riforma del mercato del lavoro del 2004 Forme contrattuali di immediata

Dettagli

Sistema pensionistico italiano. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 a.a Dott.ssa Simona Scabrosetti

Sistema pensionistico italiano. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 a.a Dott.ssa Simona Scabrosetti Sistema pensionistico italiano Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 a.a. 2010-2011 Dott.ssa Simona Scabrosetti Il sistema pensionistico italiano Sistema a ripartizione dal 1970 Anni 80: inizia

Dettagli

INDICE SOMMARIO NORME FONDAMENTALI

INDICE SOMMARIO NORME FONDAMENTALI NORME FONDAMENTALI I. Norme fondamentali Trattato sull Unione europea (artt. 1-20, 47-53).................. 3 Trattato sul funzionamento dell Unione europea (artt. 1-27, 45-62, 101-118, 145-166, 326-334,

Dettagli

Prot. n. 205 Oggetto: Quadro riepilogativo sugli incentivi per le assunzioni

Prot. n. 205 Oggetto: Quadro riepilogativo sugli incentivi per le assunzioni Confcooperative - Unione Cooperative Friulane Pordenone- V.le Grigoletti, 72/E 33170 Pordenone Codice Fiscale 80009050933 e-mail: pordenone@confcooperative.it V.le Grigoletti, 72/E 33170 Pordenone Tel.

Dettagli

Tutte le Novità sul sussidio di disoccupazione. Calcolo e durata Naspi 2016

Tutte le Novità sul sussidio di disoccupazione. Calcolo e durata Naspi 2016 Tutte le Novità sul sussidio di disoccupazione. Calcolo e durata Naspi 2016 Sulla Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati gli ultimi quattro decreti attuativi della riforma del lavoro che comportano una

Dettagli

1990 L. 26 novembre 1990, n Provvedimenti urgenti per il processo civile (Articoli estratti) in Riforme processuali...» 884

1990 L. 26 novembre 1990, n Provvedimenti urgenti per il processo civile (Articoli estratti) in Riforme processuali...» 884 Indice Cronologico 1942 R.D. 16 marzo 1942, n. 267. Disciplina del fallimento, del concordato preventivo [, dell amministrazione controllata] e della liquidazione coatta amministrativa in Fallimento...

Dettagli

PENSIONI PREVIDENZA ACCORDO CGIL CISL UIL GOVERNO

PENSIONI PREVIDENZA ACCORDO CGIL CISL UIL GOVERNO PENSIONI PREVIDENZA ACCORDO CGIL CISL UIL GOVERNO 28 SETTEMBRE 2016 L accordo si sviluppa in 2 fasi: 1. la prima con le misure che saranno inserite nella prossima legge di Bilancio 2017; 2. la seconda

Dettagli

Documento sulla politica di investimento

Documento sulla politica di investimento Iscrizione all Albo dei Fondi Pensione n 1251 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 14

Dettagli

VII CONGRESSO NAZIONALE SLP CISL

VII CONGRESSO NAZIONALE SLP CISL VII CONGRESSO NAZIONALE SLP CISL Montesilvano 16 18 maggio 2017 COMMISSIONE POLITICHE ORGANIZZATIVE DOCUMENTO FINALE La Commissione Politiche Organizzative, sentita la relazione della Segreteria Nazionale

Dettagli

MANIFESTO POLITICO-SINDACALE. Per una sicura e condivisa prospettiva dell Unione Europea

MANIFESTO POLITICO-SINDACALE. Per una sicura e condivisa prospettiva dell Unione Europea MANIFESTO POLITICO-SINDACALE Per una sicura e condivisa prospettiva dell Unione Europea La Confsal, aderente alla Confederazione europea dei sindacati indipendenti CESI, in qualità di soggetto generale

Dettagli

PERCHE SERVE UN RINNOVAMENTO

PERCHE SERVE UN RINNOVAMENTO PROPOSTA DI RINNOVAMENTO CONTRATTUALE PERCHE SERVE UN RINNOVAMENTO Periodo 2007 2014: Produzione metalmeccanica è diminuita di circa il 30%, il capitale fisso del 25%; Occupazione è diminuita di 252.000

Dettagli

The Probable Future of Italian Labour Market

The Probable Future of Italian Labour Market The Probable Future of Italian Labour Market Table of content 1. Lessons to learn 2. Italia Status Quo 3. Labour market: 4 legislative proposals 4. Main highlights of the reforms: a. C.U. b. Social Measures

Dettagli

Il mancato intervento sui reali fattori di crescita. ha bloccato l economia e l occupazione. CONSIGLIO GENERALE CONFSAL: 14-15-16 gennaio 2015

Il mancato intervento sui reali fattori di crescita. ha bloccato l economia e l occupazione. CONSIGLIO GENERALE CONFSAL: 14-15-16 gennaio 2015 CONSIGLIO GENERALE CONFSAL: 14-15-16 gennaio 2015 02/02/2015 CONSIGLIO GENERALE CONFSAL: 14-15-16 gennaio 2015 Il mancato intervento sui reali fattori di crescita ha bloccato l economia e l occupazione

Dettagli

Il nuovo sistema degli ammortizzatori sociali dopo la legge 28 giugno 2012, n. 92

Il nuovo sistema degli ammortizzatori sociali dopo la legge 28 giugno 2012, n. 92 ISBN 88-14-18011-3 Silvia Spattini - Il nuovo sistema degli ammortizzatori sociali dopo la legge 28 giugno 2012, n. 92 Associazione per gli Studi Internazionali e Comparati sul Diritto del lavoro e sulle

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1512 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice TOIA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 19 GIUGNO 2002 (*) Norme in materia di trattamento pensionistico dei lavoratori

Dettagli

Le nuove frontiere del lavoro: Jobs Act e smart working. A cura di Studio Legale FAVA&ASSOCIATI

Le nuove frontiere del lavoro: Jobs Act e smart working. A cura di Studio Legale FAVA&ASSOCIATI Le nuove frontiere del lavoro: Jobs Act e smart working A cura di Studio Legale FAVA&ASSOCIATI 1 Jobs Act e principali decreti attuativi Jobs Act Legge Delega 10/12/2014 n. 183: «Deleghe al Governo in

Dettagli

LE SPESE DI PERSONALE ALLA LUCE DELLA NUOVA CONTABILITA E DELLA LEGGE DI BILANCIO /04/2017 Giuseppe Canossi

LE SPESE DI PERSONALE ALLA LUCE DELLA NUOVA CONTABILITA E DELLA LEGGE DI BILANCIO /04/2017 Giuseppe Canossi LE SPESE DI PERSONALE ALLA LUCE DELLA NUOVA CONTABILITA E DELLA LEGGE DI BILANCIO 2017 3/04/2017 Giuseppe Canossi Legge di bilancio 2017 Le novità in materia di personale I rinnovi contrattuali per il

Dettagli

Barbagallo: no innalzamento automatico. Proietti: sulle pensioni italiane grava la tassazione più alta d Europa (Ansa) p.2

Barbagallo: no innalzamento automatico. Proietti: sulle pensioni italiane grava la tassazione più alta d Europa (Ansa) p.2 OSSERVATORIO PREVIDENZA Anno IX n.7 21 LUGLIO 2017 IN QUESTO NUMERO IN PRIMO PIANO IN PRIMO PIANO P E N S I O N I Barbagallo: pensioni: no innalzamento automatico età DALLE AGENZIE Proietti: sulle pensioni

Dettagli

Protocollo di relazioni sindacali generale per il processo di riorganizzazione della Regione Emilia-Romagna

Protocollo di relazioni sindacali generale per il processo di riorganizzazione della Regione Emilia-Romagna Protocollo di relazioni sindacali generale per il processo di riorganizzazione della Regione Emilia-Romagna Il Presidente della Regione Emilia-Romagna e l Assessore al Bilancio, Riordino Istituzionale,

Dettagli