Sto male: test e auto-diagnosi. PARTE 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sto male: test e auto-diagnosi. PARTE 2"

Transcript

1 Sto male: test e auto-diagnosi. PARTE 2 11

2 Indice. Piano strategico. Pag. 13 Farsi la diagnosi con gli Alberi Decisionali (Algoritmi). Pag

3 Piano strategico. Alla luce di quanto esposto fino ad ora, caro Amico, credi che questo sito ti possa riguardare ed interessare? Allora, noi pensiamo, dovrebbe essersi delineato nella tua mente un abbozzo di piano strategico. È simile a questo? 1. Consultare un medico per la risposta pregiudiziale: Le mie sofferenze hanno una base organica o psichica? 2. Studiare a fondo i Quadri clinici, in corso di auto-valutazione (seconda colonna degli Alberi Decisionali) ma anche disponibili nel menu del Percorso del sito al punto Cercare di localizzare la posizione del proprio quadro di problemi/disturbi prevalenti nella gamma delle cinque categorie di disturbi psichici più frequenti (disturbi di ansia, depressione, somatizzazione, adattamento, personalità). Tieni a mente due punti: a. Fare una auto-diagnosi su un complesso di disturbi (su altri o su se stessi) è un processo di ragionamento a passi successivi. Aiutati con l applicazione scrupolosa ai tuoi problemi dell Algoritmo generale (Albero Decisionale) per i disturbi psichici, che oltre a permetterti, con ragionevole facilità, di arrivare ad un soddisfacente inquadramento diagnostico, ti fornirà anche una indicazione di massima sulle possibilità di auto-aiuto psicologico in un caso come il tuo. Segui le istruzioni, conserva le risposte fornite stampando ogni pagina,dopo potrai passare a: b. Studiare la tua localizzazione nell arcobaleno delle cinque categorie di disturbi psichici più frequenti (ansia, depressione, somatizzazione, adattamento, personalità). Anche qui ti sarà consigliato di leggere la descrizione di ogni disturbo e di considerare quelli che ti concernono tra tutti i sotto elementi descrittivi che insieme costituiscono il quadro del disturbo esaminato (attacco di panico piuttosto che ipocondria od ossessioni). Esamina ogni descrizione con cura e con rispetto: di chi ha trascorso mesi a schematizzare descrizioni di disturbi psichici in modo che potessero essere facilmente valutabili con un SI o con un NO. E rispetto di te stesso: e di te, della tua salute, del tuo equilibrio emotivo e mentale che si tratta, fin dai primi passi di questo cammino di auto-aiuto. c. Terminata questa fase con cura attenta potrai passare alla sezione successiva: Scale di auto-valutazione. Le nove Scale di auto-valutazione ti sono messe a disposizione con diversi scopi, tienine presente per ora essenzialmente due, di ordine generale: 1. Abbi cura di te, con meticolosità e rispetto, nel costruire gli strumenti per la risoluzione dei tuoi problemi. Dedica allo studio di te stesso l attenzione affettuosa e sollecita che ogni essere umano merita. Accostarsi alla propria sofferenza con faciloneria e superficialità non è un buon inizio per un auto-aiuto. 2. Utilizza le Scale di auto-valutazione anche più volte nel corso del tuo auto-aiuto. Esse ti permettono di ottenere tre forme di controllo che ti consentiranno di valutare se sei sulla giusta via con sicurezza: Sapere da quali problemi iniziali parti. Controllare come procede l auto-aiuto. Verificare il risultato dell auto-aiuto quando deciderai di sospenderla o anche dopo. Ed ora vai... Esplora liberamente il tuo paesaggio interiore seguendo i tuoi impulsi. E che lo spirito guida degli scopritori sia con te! 13

4 Dueinuno, Il cambiamento è nell aria. Lasciarsi vivere Illustrazione fatta a mano, elaborata al computer. Cm 12 x

5 Farsi la diagnosi con gli Alberi Decisionali (Algoritmi). Gli Alberi Decisionali (Algoritmi)* sono uno strumento utile per definire meglio i passi della fase di auto-diagnosi (fondamentale per iniziare poi, su basi sicure, il proprio percorso di auto-aiuto). Ogni Albero Decisionale segue, più o meno, una struttura standard. Questa struttura rispecchia un processo di ragionamento a passi successivi. DIAGRAMMA PER LA SOLUZIONE DEI PROBLEMI. Ovvero come diventare il più bravo ed il più apprezzato senza fare un bel niente! VERSIONE SCHERZOSA di risoluzione dei problemi. Tutti conosciamo le VERSIONI SCHERZOSE che circolano in molti uffici. Ma, in assoluto, un Algoritmo è generalmente una cosa molto seria. Verrà ora presentato uno schema generale di Algoritmo perchè il lettore possa capire che cosa è e come servirsene per fare le sue valutazioni diagnostiche a diramazioni successive. Tenga però presente che la diagnosi è spesso difficile (e su di sé ancora più difficile che sugli altri). Quindi gli Alberi Decisionali rappresentano soltanto un aiuto sintetico per una guida 15

6 (abbreviata e semplificata) ad una diagnosi differenziale. Gli psichiatri americani raccomandano di non usarli in maniera poco intelligente, meccanica, come se fossero ricette di un libro di cucina. Le prime tre fasi dell Albero Decisionale che vi proponiamo non contengono elenchi di sintomi che, non risultando attribuibili ad una causa nota, debbano essere inquadrati in una diagnosi, in quanto si presuppone che il soggetto sia a conoscenza della causa (presenza di una malattia fisica generale o uso di farmaci o di sostanze di abuso, o esposizione nota a sostanze tossiche). Applicando un Albero Decisionale - in senso del tutto generale e aspecifico - ai propri disturbi psichici, bisogna tenere presente che un sintomo psichico può derivare da una malattia fisica. Perciò la prima considerazione da fare, in merito a queste prime tre fasi è: Quel sintomo particolare è il risultato degli effetti diretti di una condizione medica? Ciò richiede 2 condizioni: 1. la presenza di una malattia medica generale, sicuramente diagnosticata; 2. la conoscenza del fatto che il disturbo psichico (per es. ansia o depressione) è collegato causalmente, con meccanismo fisiologico, alla malattia medica generale. Il sintomo è dovuto all uso di sostanze? Cioè il sintomo rappresenta: Un effetto fisiologico diretto di una sostanza di abuso? Un effetto collaterale di un farmaco? Una conseguenza dell esposizione a sostanze tossiche? Se il sintomo era già comparso prima dell assunzione di sostanze di abuso/farmaco/sostanza tossica non è prodotto da queste, ma probabilmente da un disturbo psichiatrico. Se compare dopo, è possibile che derivi da una delle tre cause suddette. Come regola empirica, tenere presente che è possibile che non siano dovuti agli effetti diretti di sostanze, tutti quei sintomi che persistono per più di qualche settimana dalla cessazione di una intossicazione acuta o di una astinenza. Bisogna anche tenere presenti altri fattori, come un età inconsueta per la comparsa di un sintomo; o un rapporto incongruo tra disturbo e quantità di sostanza; o una forma inconsueta di sintomi non prevedibili ad opera della sostanza in discussione. Le fasi successive elencano sintomi ricollegabili ai seguenti disturbi: Depressione. Ansia. Disturbi psicosomatici (sintomi fisici non giustificati da una malattia fisica), disturbi di somatizzazione, conversione, dolore, ipocondria. Disturbi dell adattamento. Disturbi di personalità. Su queste cinque categorie vengono presentate elencazioni abbastanza dettagliate. Per le altre sono indicate solo pochi sintomi. Le ragioni di questa scelta sono precisate in questa sezione. Ad esempio: Disfunzioni sessuali. Disturbi del sonno. Anomalie della condotta alimentare. Problemi psico sociali. Sintomi psicotici. Disturbi cognitivi. Il lettore tenga comunque presente che la maggior parte dei sintomi psichici è relativamente aspecifica perché può essere attribuita ad una grande varietà di condizioni psichiatriche (per es. l ansia è spesso presente nei depressi e negli psicotici e non solo nei nevrotici ansiosi). *ALGORITMO = Qualsiasi schema o procedimento sistematico di valutazione o calcolo. 16

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza mancanza di energia e di voglia di fare le cose Materiale a cura di: L. Magliano, A.

Dettagli

COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA e RELAZIONALE il cui obiettivo consiste nell attenuare o eliminare:

COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA e RELAZIONALE il cui obiettivo consiste nell attenuare o eliminare: PSICOTERAPIE COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA e RELAZIONALE il cui obiettivo consiste nell attenuare o eliminare: - una SINDROME CLINICA di tipo PSICOPATOLOGICO

Dettagli

Valutazione psicodiagnostica

Valutazione psicodiagnostica Valutazione psicodiagnostica L importanza della diagnosi Per favorire la condivisione e la comunicazione tra professionisti (in ambito clinico e forense) Per dirigere e orientare il progetto di terapia

Dettagli

MORBO DI RAYNAUD: STUDIO DEI MECCANISMI PSICOLOGICI DELLA FORMA PRIMARIA

MORBO DI RAYNAUD: STUDIO DEI MECCANISMI PSICOLOGICI DELLA FORMA PRIMARIA CENTRO DI AIUTO PSICOLOGICO www.aiutopsicologico.it Dott. Carla Anna Durazzi MORBO DI RAYNAUD: STUDIO DEI MECCANISMI PSICOLOGICI DELLA FORMA PRIMARIA Questa ricerca prende l avvio dalla convinzione che

Dettagli

gabriele.giacomelli@asf.toscana.it simone.bacherini@asf.toscana.it IL CONFINE tra di!coltà e malattia Programma

gabriele.giacomelli@asf.toscana.it simone.bacherini@asf.toscana.it IL CONFINE tra di!coltà e malattia Programma gabriele.giacomelli@asf.toscana.it simone.bacherini@asf.toscana.it IL CONFINE tra di!coltà e malattia Programma Obiettivi e punti di vista e presentazioni Ansia Pensiero irrazionale e psicosi Impulsività

Dettagli

Dott.ssa M.Versino 1

Dott.ssa M.Versino 1 Dott.ssa M.Versino 1 Stress lo stress è inteso come risposta aspecifica dell organismo a tutto ciò che lo costringe ad uno sforzo di adattamento lo stress è la risposta a una o più stimolazioni fisiche

Dettagli

NADIA PALLOTTA ALCUNI DATI EPIDEMIOLOGICI

NADIA PALLOTTA ALCUNI DATI EPIDEMIOLOGICI NADIA PALLOTTA 128 L INTESTINO IRRITATO ALCUNI DATI EPIDEMIOLOGICI Nei paesi industrializzati, nel corso dell ultimo secolo, le migliori condizioni sociali, economiche e sanitarie hanno determinato una

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI SULLA PSICOTERAPIA

DOMANDE FREQUENTI SULLA PSICOTERAPIA Pagina 1 di 5 DOMANDE FREQUENTI SULLA PSICOTERAPIA 1 Domanda - Cos e la psicoterapia e cosa la differenzia dalla psichiatria? Seppur semplificando, si può dire che la psicoterapia e un sorta di terapia

Dettagli

1. Fondamenti teorici della psicologia clinica

1. Fondamenti teorici della psicologia clinica 1. Fondamenti teorici della psicologia clinica 1.1. Verso una definizione della psicologia clinica Definire che cosa si intenda per psicologia clinica non è compito facile in quanto essa è una materia

Dettagli

La depressione mascherata

La depressione mascherata La depressione mascherata Nel corso degli ultimi decenni, sempre più pazienti hanno richiesto un parere medico nella speranza di trovare sollievo a sintomi fisici per i quali i medici non hanno potuto

Dettagli

LE SINDROMI ANSIOSE PROVARE ANSIA È NORMALE L ansia è un emozione d importanza vitale che proviamo quando ci sentiamo esposti ad un pericolo o ad una

LE SINDROMI ANSIOSE PROVARE ANSIA È NORMALE L ansia è un emozione d importanza vitale che proviamo quando ci sentiamo esposti ad un pericolo o ad una LE SINDROMI ANSIOSE PROVARE ANSIA È NORMALE L ansia è un emozione d importanza vitale che proviamo quando ci sentiamo esposti ad un pericolo o ad una minaccia. Essa induce nel nostro organismo una situazione

Dettagli

ASPETTI PSICHIATRICI

ASPETTI PSICHIATRICI Le nuove droghe e addiction comportamentali Varese, 5 dicembre 2012 ASPETTI PSICHIATRICI Marcello Diurni RELAZIONE ANNUALE 2011 DELL'OSSERVATORIO EUROPEO DELLE DROGHE E TOSSICODIPENDENZE Cannabis: Prevalenza

Dettagli

LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE

LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE Seconda Università di Napoli Università di Salerno LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE Dott.ssa Monica Siniscalchi Psicologa Psicoterapeuta IL CIBO SIMBOLO DELLA VITA L idea del cibo deriva da eventi che

Dettagli

l mese del Benessere Psicologico del Centro Studi Zéfiro

l mese del Benessere Psicologico del Centro Studi Zéfiro CENTRO STUDI ZÉFIRO Il Centro Studi Zéfiro è la concretizzazione dell'incontro di professionisti, provenienti da diverse formazioni, che condividono l'interesse per l'essere Umano nella sua globalità e

Dettagli

La gestione della terapia della depressione di Salvatore Di Salvo

La gestione della terapia della depressione di Salvatore Di Salvo Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it La gestione della terapia della depressione di Salvatore Di Salvo Gli Antidepressivi

Dettagli

Psicoterapia. Che cos è? Quando è indicata? A chi serve? Da chi è offerta? www.psychologie.ch

Psicoterapia. Che cos è? Quando è indicata? A chi serve? Da chi è offerta? www.psychologie.ch Psicoterapia Che cos è? Quando è indicata? A chi serve? Da chi è offerta? www.psychologie.ch Föderation der Schweizer Psychologinnen und Psychologen FSP Fédération Suisse des Psychologues FSP Federazione

Dettagli

Laura Ghiro Elena Fipaldini Ospedale San Bortolo Vicenza

Laura Ghiro Elena Fipaldini Ospedale San Bortolo Vicenza CORPOrat(t)ivaMENTE. Confronti e prospettive sulle pratiche di lavoro integrato in età evolutiva IL CASO CLINICO CHE NON TI ASPETTI Laura Ghiro Elena Fipaldini Ospedale San Bortolo Vicenza A. è giunto

Dettagli

DIPENDENZA DA CANNABINOIDI

DIPENDENZA DA CANNABINOIDI DIPENDENZA DA CANNABINOIDI La cannabis è forse la prima pianta ad essere stata coltivata dall uomo a scopo non commestibile Da sempre è utilizzata per le sue proprietà psicoattive e per produrre fibre

Dettagli

ASI-ADOC Associazione della Svizzera italiana per i disturbi d Ansia, Depressivi e Ossessivi-Compulsivi

ASI-ADOC Associazione della Svizzera italiana per i disturbi d Ansia, Depressivi e Ossessivi-Compulsivi ASI-ADOC Associazione della Svizzera italiana per i disturbi d Ansia, Depressivi e Ossessivi-Compulsivi «Libera-la-mente» da depressione, ansia e pensieri ossessivi Tutti conoscono L ANSIA La paura immotivata

Dettagli

Disturbi d ansia. Questo foglio descrive I disturbi d ansia e come cercare aiuto.

Disturbi d ansia. Questo foglio descrive I disturbi d ansia e come cercare aiuto. Disturbi d ansia Questo foglio descrive I disturbi d ansia e come cercare aiuto. Molte persone che soffrono di depressione, hanno anche problemi di ansia. Esempi comuni di problemi d ansia comprendono

Dettagli

Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso,

Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso, Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso, condannato ad una schiavitù involontaria, essendo obbligato

Dettagli

Lola Fabbri. persolog italy Emme Delta Group. Strumenti e modelli di Stress management. Managing Director

Lola Fabbri. persolog italy Emme Delta Group. Strumenti e modelli di Stress management. Managing Director Strumenti e modelli di Stress management Lola Fabbri Managing Director persolog italy Emme Delta Group Lo Stress: da nemico ad alleato Modena, 9 luglio 2013 www.persolog.it Stress e Percezione Quanto ti

Dettagli

Alessandro Lombardo Psicologo Psicoterapeuta Torino

Alessandro Lombardo Psicologo Psicoterapeuta Torino Pensierini Storie cliniche in forma di pensierini Alessandro Lombardo Psicologo Psicoterapeuta Torino introduzione Ogni storia è storia a sé Nel mio lavoro di psicoterapeuta sono molte le storie che incontro,

Dettagli

INDICE GUIDA ALLA LETTURA L EDITORE RINGRAZIA PREFAZIONE ALL EDIZIONE ITALIANA PREFAZIONE 3

INDICE GUIDA ALLA LETTURA L EDITORE RINGRAZIA PREFAZIONE ALL EDIZIONE ITALIANA PREFAZIONE 3 INDICE GUIDA ALLA LETTURA L EDITORE RINGRAZIA PREFAZIONE ALL EDIZIONE ITALIANA X XII XIII PREFAZIONE 3 C A P I T O L O 1 PROSPETTIVE EPISTEMOLOGICHE IN PSICOLOGIA CLINICA 9 1.1 Ragioni e necessità di un

Dettagli

ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE

ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un progressivo allungamento della durata media della vita, e quindi ad un invecchiamento della popolazione, che determina l

Dettagli

INDICATORI DI ABUSO SESSUALE E MALTRATTAMENTO. Rose Galante, Centro di Terapia Relazionale 095.221178 www.psicoterapiactr.it

INDICATORI DI ABUSO SESSUALE E MALTRATTAMENTO. Rose Galante, Centro di Terapia Relazionale 095.221178 www.psicoterapiactr.it Indicatori fisici Lividi, ustioni, lacerazioni, fratture Ritardo o arresto della crescita Lesioni traumatiche dell apparato genitale ed anale Denutrizione Aspetto gravemente sofferente Abbigliamento inadeguato

Dettagli

QUESTIONARIO SULL ADERENZA ALLA TERAPIA PER L EPATITE C

QUESTIONARIO SULL ADERENZA ALLA TERAPIA PER L EPATITE C ALLEGATO 5 Cod. paz.: Data compilazione / / Centro Clinico QUESTIONARIO SULL ADERENZA ALLA TERAPIA PER L EPATITE C Lo scopo di questa ricerca è quello di comprendere meglio i problemi legati all assunzione

Dettagli

Presentazione di Nicola Torina Infermiere di Sala Operatoria IL Dolore e le Scale di misurazione

Presentazione di Nicola Torina Infermiere di Sala Operatoria IL Dolore e le Scale di misurazione Presentazione di Nicola Torina Infermiere di Sala Operatoria IL Dolore e le Scale di misurazione Nulla e e cosi facilmente sopportabile come il dolore degli altri Rochefoucauld Concetto di dolore L International

Dettagli

Società Italiana di Psicoterapia Integrata per lo Sviluppo Sociale 1 LEZIONE - 2 ottobre 2010 9,30 Presentazione del Master 10,30

Società Italiana di Psicoterapia Integrata per lo Sviluppo Sociale 1 LEZIONE - 2 ottobre 2010 9,30 Presentazione del Master 10,30 1 LEZIONE - 2 ottobre 2010 9,30 Presentazione del Master Obiettivi, modalità didattiche, progetti di ricerca-intervento. 10,30 Il disagio psico-sociale. Definizione, ricerche, statistiche, dati per comprendere

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

PROGETTO DI APPRENDIMENTO

PROGETTO DI APPRENDIMENTO PROGETTO DI APPRENDIMENTO IN AMBITO CLINICO PROBLEMA PRIORITARIO DI SALUTE SALUTE MENTALE Settembre 2006 Il percorso di apprendimento in ambito clinico relativo al problema prioritario di salute malattia

Dettagli

La Polisportiva "INSIEME per SPORT La Società Polisportiva "Insieme per Sport" è nata nel maggio del 1995 all interno del Dipartimento di Salute Mentale dell ASL 3 Genovese, dall iniziativa di un piccolo

Dettagli

Emanuele Bartolozzi Una guida per affrontare il disturbo

Emanuele Bartolozzi Una guida per affrontare il disturbo Emanuele Bartolozzi Una guida per affrontare il disturbo L attacco di panico sembra essere per il malato una duplice condanna: da un lato i sintomi che imperversano, dall altro quasi la ferma certezza

Dettagli

IL RUOLO DEL CAREGIVER. Manuela Rebellato Responsabile Counselling : OaD, UVA, Continuità Assistenziale CHI SONO?

IL RUOLO DEL CAREGIVER. Manuela Rebellato Responsabile Counselling : OaD, UVA, Continuità Assistenziale CHI SONO? IL RUOLO DEL CAREGIVER Manuela Rebellato Responsabile Counselling : OaD, UVA, Continuità Assistenziale CHI SONO? Per i pazienti un sostegno indispensabile Per i Medici un riferimento Per le Istituzioni

Dettagli

SERVIZIO DI PSICOLOGIA

SERVIZIO DI PSICOLOGIA SERVIZIO DI PSICOLOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA SERVIZIO DI PSICOLOGIA PRESSO I CONSULTORI AIED Il servizio di psicologia nei consultori Aied, articolato nelle

Dettagli

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE Maria Elena Ridolfi Regolazione emozionale: obiettivi COMPRENDERE LE EMOZIONI RIDURRE LA VULNERABILITA EMOZIONALE RIDURRE LA SOFFERENZA EMOZIONALE

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

Dott.ssa Elena Luisetti Psicologa- Psicoterapeuta. Dott.ssa Ildiko Matyàs Psicologa- Psicoterapeuta in formazione

Dott.ssa Elena Luisetti Psicologa- Psicoterapeuta. Dott.ssa Ildiko Matyàs Psicologa- Psicoterapeuta in formazione Dott.ssa Elena Luisetti Psicologa- Psicoterapeuta Dott.ssa Ildiko Matyàs Psicologa- Psicoterapeuta in formazione I disturbi d ansia rappresentano il disagio mentale più diffuso nella società moderna sia

Dettagli

Affettività. disponibilità individuale a rispondere con modificazioni soggettive affettivo-emotive a eventi sia esterni che interni

Affettività. disponibilità individuale a rispondere con modificazioni soggettive affettivo-emotive a eventi sia esterni che interni Affettività disponibilità individuale a rispondere con modificazioni soggettive affettivo-emotive a eventi sia esterni che interni Semeiotica psichiatrica - 6 TIZIANA SCIARMA Affettività conscia inconscia

Dettagli

LA PREVENZIONE DEL RISCHIO PSICOSOCIALE

LA PREVENZIONE DEL RISCHIO PSICOSOCIALE LA PREVENZIONE DEL RISCHIO PSICOSOCIALE Padova, 16 Giugno 2008 Vianello Liviano, medico del lavoro Sarto Franco, medico del lavoro Zanella Donata, psicologa del lavoro TESTO UNICO SICUREZZA LAVORO (Legge

Dettagli

Indice. n IntroduzIone...5. n LA.dIGeStIone...7. n IL.SeCondo.CerVeLLo...11

Indice. n IntroduzIone...5. n LA.dIGeStIone...7. n IL.SeCondo.CerVeLLo...11 3 Indice n IntroduzIone...5 n LA.dIGeStIone...7 n IL.SeCondo.CerVeLLo...11 n L APPArAto.dIGerente...15 Stomaco... 18 Intestino... 23 Ghiandole salivari... 29 Fegato... 30 Cistifellea... 32 n Le.CoMPLICAnze.deLLA.dIGeStIone...

Dettagli

LA GESTIONE DEL DOLORE NELLA PERSONA AFFETTA DA DEMENZA: PRESENTAZIONE DI UN ESPERIENZA. Albese con Cassano, Dicembre 2011 Infermiera GIUSY MIRAGLIA

LA GESTIONE DEL DOLORE NELLA PERSONA AFFETTA DA DEMENZA: PRESENTAZIONE DI UN ESPERIENZA. Albese con Cassano, Dicembre 2011 Infermiera GIUSY MIRAGLIA LA GESTIONE DEL DOLORE NELLA PERSONA AFFETTA DA DEMENZA: PRESENTAZIONE DI UN ESPERIENZA Albese con Cassano, Dicembre 2011 Infermiera GIUSY MIRAGLIA OBIETTIVO: Presentare il percorso intrapreso per superare

Dettagli

Disturbi d.ansia nell.età evolutiva di S. Di Salvo, M. Marino e A. Martinetto

Disturbi d.ansia nell.età evolutiva di S. Di Salvo, M. Marino e A. Martinetto Disturbi d.ansia nell.età evolutiva di S. Di Salvo, M. Marino e A. Martinetto Stati di timore o di apprensione fanno parte del normale sviluppo emotivo del bambino e la loro presenza non è necessariamente

Dettagli

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE Significativi problemi di abbuffate, cioè assunzione di un elevata quantità di cibo associata a un senso di perdita di

Dettagli

LE TECNICHE UTILIZZATE

LE TECNICHE UTILIZZATE STUDIO DI PSICOLOGIA PESCARA DR. LUCA DI VENANZIO PSICOLOGO Il benessere è un tuo diritto! LE TECNICHE UTILIZZATE! ! Lo studio psicologico del Dr. Di Venanzio si occupa degli interventi di sostegno psicologico

Dettagli

COSA COMPORTA ACCUDIRE UN FAMIGLIARE SCHIZOFRENICO?

COSA COMPORTA ACCUDIRE UN FAMIGLIARE SCHIZOFRENICO? COSA COMPORTA ACCUDIRE UN FAMIGLIARE SCHIZOFRENICO? Base: 65 caregiver Le leggo ora una serie di frasi che altre donne che vivono la sua stessa situazione hanno detto prima di lei. Per ciascuna di esse

Dettagli

Attività di prevenzione 2002. Titolo: STIGMA E PREGIUDIZIO nei confronti del disturbo psichico. Tematica

Attività di prevenzione 2002. Titolo: STIGMA E PREGIUDIZIO nei confronti del disturbo psichico. Tematica 1 Attività di prevenzione 2002 Titolo: STIGMA E PREGIUDIZIO nei confronti del disturbo psichico Tematica Introduzione: L Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.) stima che 400 milioni di persone siano

Dettagli

M. Lang - Una persona nervosa 13/11/2011. Una persona nervosa

M. Lang - Una persona nervosa 13/11/2011. Una persona nervosa Una persona nervosa 1 Caso: Una persona nervosa modificato da DSM-IV-TR CASI CLINICI, p. 235 Un tappezziere coniugato di 27 anni lamenta vertigini, tremore alle mani, palpitazioni e ronzii alle orecchie

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

Approccio con la Ionorisonanza Ciclotronica alle manifestazioni fisiche (somatizzazioni) di ansia e depressione.

Approccio con la Ionorisonanza Ciclotronica alle manifestazioni fisiche (somatizzazioni) di ansia e depressione. S.I.B.E. ATTI III CONVEGNO NAZIONALE SOCIETÀ ITALIANA BIOFISICA ELETTRODINAMICA BOLOGNA, 20 NOVEMBRE 2010 Approccio con la Ionorisonanza Ciclotronica alle manifestazioni fisiche (somatizzazioni) di ansia

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

Dott.ssa Cristina Selvi Curriculum Vitae

Dott.ssa Cristina Selvi Curriculum Vitae Dott.ssa Cristina Selvi Curriculum Vitae Sono nata a Milano il 31 agosto 1961. 1980 Maturità classica Ho studiato presso l Istituto Vittoria Colonna di Milano dove ho conseguito la Maturità Classica nell

Dettagli

Effetti a breve e a lungo termine delle varie forme di maltrattamento e abuso sulla salute fisica e mentale dei bambini

Effetti a breve e a lungo termine delle varie forme di maltrattamento e abuso sulla salute fisica e mentale dei bambini Effetti a breve e a lungo termine delle varie forme di maltrattamento e abuso sulla salute fisica e mentale dei bambini Caserta, 10 Gennaio 2014 Psicologa/Psicoterapeuta Consultorio Istituto Toniolo Napoli

Dettagli

FORMATO EUROPEO PER IL

FORMATO EUROPEO PER IL FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ZECCARA ENRICA Indirizzo VIA CAIROLI 36 27029 VIGEVANO (PV) ITALIA Telefono 0381-71275 cell339 2932095 E-mail enricazeccara@liberoit

Dettagli

Corso teorico-pratico di formazione su:

Corso teorico-pratico di formazione su: Corso teorico-pratico di formazione su: In collaborazione con I DISTURBI DI ANSIA E DELL UMORE: RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE E DELLO PSICHIATRA Sala Congressi Hotel Euro 14-09-2002 Cascina (Pisa)

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE

PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE L incontro si è tenuto Martedì 22 Aprile alle ore 14:00 presso il Liceo Galvani I relatori erano i seguenti: Andrea Biancardi,

Dettagli

di conoscenza transitoria: diagnosi e terapia

di conoscenza transitoria: diagnosi e terapia Le cause psichiatriche di perdita di conoscenza transitoria: diagnosi e terapia Alessandra Alciati U.O. Psichiatria I Ospedale Universitario L.Sacco, Milano L IPOTESI PSICHIATRICA DELLA Subentra quando

Dettagli

Rapporto ansia-depressione (R utter et al. 2006)

Rapporto ansia-depressione (R utter et al. 2006) Rapporto ansia-depressione (R utter et al. 2006) Disturbi d Ansia in età prescolare Disturbi d Ansia in età di latenza Depressione in adolescenza Depressione in età di latenza ANSIA DEPRESSIONE Disturbi

Dettagli

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve La depressione può colpire chiunque Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve «Faccio fatica a prendere qualsiasi decisione, seppur minima. Addirittura facendo la spesa. Ho sempre paura di

Dettagli

Modulo 3. Stili a confronto

Modulo 3. Stili a confronto Modulo 3 Stili a confronto FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di incrementare nei ragazzi la conoscenza di sé attraverso l auto-consapevolezza dei propri stili di apprendimento e di lavoro, e di

Dettagli

Ti senti giù? Ritroviamo. l equilibrio!

Ti senti giù? Ritroviamo. l equilibrio! Ti senti giù? Ritroviamo l equilibrio! Indice 2 Che cos è la salute mentale? 6 Ansia 8 Depressione 10 Insonnia 12 I momenti critici 18 Ulteriori aspetti 02 Che cos è la salute mentale? È un concetto complesso.

Dettagli

Parte VI - SUPPORTO E FORMAZIONE AI CAREGIVER. David Simoni, Claudia Cantini, Sandra Passini

Parte VI - SUPPORTO E FORMAZIONE AI CAREGIVER. David Simoni, Claudia Cantini, Sandra Passini Parte VI - SUPPORTO E FORMAZIONE AI CAREGIVER David Simoni, Claudia Cantini, Sandra Passini INTRODUZIONE La famiglia costituisce in Italia la principale risorsa assistenziale per l anziano disabile. La

Dettagli

Modello del Circolo Vizioso del Panico (Clark 1986) - 1

Modello del Circolo Vizioso del Panico (Clark 1986) - 1 Modello del Circolo Vizioso del Panico (Clark 1986) - 1 Secondo il modello cognitivo del DP gli attacchi di panico si verificano quando gli individui percepiscono alcune sensazioni corporee come molto

Dettagli

TEAM DEVELOPMENT GUIDARE E SVILUPPARE UN GRUPPO DI LAVORO

TEAM DEVELOPMENT GUIDARE E SVILUPPARE UN GRUPPO DI LAVORO TEAM DEVELOPMENT GUIDARE E SVILUPPARE UN GRUPPO DI LAVORO "Non posso cambiare la direzione del vento ma posso aggiustare le vele per raggiungere sempre la mia destinazione" E. SHAFAK Capacità di guidare,

Dettagli

Test Psicologici in ambito Forense

Test Psicologici in ambito Forense Test Psicologici in ambito Forense Utilizzo e Utilità C.I.S.S.P.A.T. Centro Italiano Studio Sviluppo Psicoterapie A Breve Termine con il patrocinio dell Ordine Degli Avvocati di Padova Cosa sono e a cosa

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ Sig.ra... maggiorenne, Documento d'identità/passaporto num..., stato civile..., e Sr/ Sig.ra...

Dettagli

Burn out. Il termine burn out è una metafora significativa ma imprecisa. Da l idea l

Burn out. Il termine burn out è una metafora significativa ma imprecisa. Da l idea l Burn out Sindrome di esaurimento emozionale, depersonalizzazione e ridotta realizzazione personale che può manifestarsi in soggetti che svolgono un lavoro sociale di diverso genere (Maslach 1986) Stato

Dettagli

LA TOSSICODIPENDENZA ALL INTERNO DELLE STRUTTURE DETENTIVE

LA TOSSICODIPENDENZA ALL INTERNO DELLE STRUTTURE DETENTIVE LA TOSSICODIPENDENZA ALL INTERNO DELLE STRUTTURE DETENTIVE Dr. Sandro LIBIANCHI medico Convegno Salute e malattia nei detenuti in Italia: i risultati di uno studio multicentrico Centro Congressi Cavour

Dettagli

Che cosa è Cam più. A chi si rivolge. Quali benefici apporta. Cam più

Che cosa è Cam più. A chi si rivolge. Quali benefici apporta. Cam più Che cosa è Cam più CAM PIU è un servizio sanitario polispecialistico finalizzato all incremento della qualità di vita in soggetti sani: di chi cioè sta bene, ma vorrebbe stare meglio e ritardare gli effetti

Dettagli

PROGETTO LA SALUTE NEL RESPIRO

PROGETTO LA SALUTE NEL RESPIRO PROGETTO LA SALUTE NEL RESPIRO Il respiro e la mente sono collegati così come il corpo e la mente. Il respiro riequilibra corpo e mente. Questo è il segreto della vita che abbiamo dimenticato Sri Sri Ravi

Dettagli

Telefono 3921346867 E-mail info@manuelafossati.it fossati.manu@gmail.com Web www.manuelafossati.it Nazionalità Italiana Data di nascita 04/08/80

Telefono 3921346867 E-mail info@manuelafossati.it fossati.manu@gmail.com Web www.manuelafossati.it Nazionalità Italiana Data di nascita 04/08/80 C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome FOSSATI MANUELA, PSICOLOGA e PSICOTERAPEUTA iscritta all'albo professionale dell Ordine degli Psicologi della regione

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E

C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome Telefono 3921346867 FOSSATI MANUELA, PSICOLOGA e PSICOTERAPEUTA iscritta all'albo professionale dell Ordine degli Psicologi

Dettagli

Per ognuna di queste funzioni è presente nella S.C. SMRIA un modulo funzionale in staff con il responsabile.

Per ognuna di queste funzioni è presente nella S.C. SMRIA un modulo funzionale in staff con il responsabile. PROCEDURA UNIFICATA E CONDIVISA DEI RAPPORTI TRA SERVIZI SOCIALI DELLA PROVINCIA E LA S.C. SMRIA (DSM) AUSL DI FERRARA PER L ATTIVITA SOCIO SANITARIA INTEGRATA PER MINORI. La mancanza di una procedura

Dettagli

Biomeccanica e psicosomatica dell organo masticatorio Terapia del dolore oro cranio cervico facciale

Biomeccanica e psicosomatica dell organo masticatorio Terapia del dolore oro cranio cervico facciale Medica Libra Studio Associato Odontoiatra Dr.ssa Veronica Vismara Dr. Antonio Busato Via Gian Girolamo Savoldo 3 Milano Tel. 02/6437937 Biomeccanica e psicosomatica dell organo masticatorio Terapia del

Dettagli

Problematiche identitarie e dipendenze patologiche. Un indagine del Ser.T. Fidenza

Problematiche identitarie e dipendenze patologiche. Un indagine del Ser.T. Fidenza Problematiche identitarie e dipendenze patologiche Un indagine del Ser.T. Fidenza Dott.ssa Anna Maria Baratta Dott. Salvatore Briffi Parma, 20 Novembre 2013 Obiettivi dell'indagine 1) Fotografia il più

Dettagli

ATTACCHI DI PANICO: COME SUPERARLI

ATTACCHI DI PANICO: COME SUPERARLI ATTACCHI DI PANICO: COME SUPERARLI Con la consulenza del dottor Gianni Lanari, Psicoterapeuta e Presidente del Centro Italiano Sviluppo Psicologia a Roma, nonchè della dott.ssa Barbara Rossi, Psicoterapeuta

Dettagli

LA DEPRESSIONE: VOLTI VECCHI E NUOVI. Savona 10/11/12 DEPRESSIONE E DIPENDENZE DA SOSTANZE

LA DEPRESSIONE: VOLTI VECCHI E NUOVI. Savona 10/11/12 DEPRESSIONE E DIPENDENZE DA SOSTANZE LA DEPRESSIONE: VOLTI VECCHI E NUOVI Savona 10/11/12 DEPRESSIONE E DIPENDENZE DA SOSTANZE Dr.Franco Badii Responsabile Struttura Semplice Abuso e Dipendenza da sostanze illegali S.C.Area Dipendenze Ser.T.

Dettagli

1.1. Struttura del sistema nervoso 1.1.1. stimoli nel sistema nervoso 12

1.1. Struttura del sistema nervoso 1.1.1. stimoli nel sistema nervoso 12 2 VIVE CON PARKINSON SOMMARIO SOMMARIO Prefazione 1. sistema nervoso 10 1.1. Struttura del sistema nervoso 1.1.1. stimoli nel sistema nervoso 12 1.2. 14 1.3. flusso di nel sistema nervoso 17 specializzazione,

Dettagli

RIZA. Ritrova. energia. e buonumore. Come recuperare la carica con i rimedi naturali e gli atteggiamenti psicologici giusti

RIZA. Ritrova. energia. e buonumore. Come recuperare la carica con i rimedi naturali e gli atteggiamenti psicologici giusti RIZA Ritrova energia e buonumore Come recuperare la carica con i rimedi naturali e gli atteggiamenti psicologici giusti Ritrova energia e buonumore RIZA Ritrova energia e buonumore Editing: Giuseppe Maffeis

Dettagli

SOMMARIO. Introduzione 9

SOMMARIO. Introduzione 9 SOMMARIO Introduzione 9 Capitolo 1 In te c è uno spirito libero dai disagi 11 La mente vuota ti regala il benessere 14 Tu non sei i tuoi pensieri 19 Le immagini sono più forti dei tuoi pensieri 20 C è

Dettagli

ADIS-R Sezione attacchi di panico* (Anxiety Disorders Interview Schedule-R)

ADIS-R Sezione attacchi di panico* (Anxiety Disorders Interview Schedule-R) ADIS-R Sezione attacchi di panico* (Anxiety Disorders Interview Schedule-R) Adattamento italiano di Mario Di Pietro PARTE I VALUTAZIONE GENERALE E DIAGNOSI DIFFERENZIALE 1. Le è accaduto di provare un

Dettagli

04prefazione(XI-XIV) 8-07-2002 17:22 Pagina XI. Prefazione

04prefazione(XI-XIV) 8-07-2002 17:22 Pagina XI. Prefazione 04prefazione(XI-XIV) 8-07-2002 17:22 Pagina XI Prefazione Questo libro vuole aiutarvi a comprendere la paura e a superarla. Ciascuno di noi è quotidianamente afflitto da varie preoccupazioni, ma non c

Dettagli

IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE

IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE IL GIOCO D AZZARDO PUO NON ESSERE PATOLOGICO. DIVENTA PATOLOGICO QUANDO CREA DIPENDENZA NEL SOGGETTO E PROCURA SOFFERENZA INDICE DI PATOLOGIA STA NEL FATTO

Dettagli

Progetti di marketing sociale 2011

Progetti di marketing sociale 2011 Progetti di marketing sociale 2011 Clown in corsia La medicina del buonumore Il sorriso e il buonumore portati da un clown possono incidere positivamente sui tempi di guarigione del paziente. Il progetto

Dettagli

LE STRUTTURE PRIVATE E LA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA

LE STRUTTURE PRIVATE E LA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA LE STRUTTURE PRIVATE E LA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA In Regione Lombardia i privati ricoprono un ruolo molto rilevante nel sistema sanitario. Un affermazione tanto più vera se si pensa alla riabilitazione

Dettagli

ATTIVITÀ CULTURALI Anno 2014

ATTIVITÀ CULTURALI Anno 2014 CENTRO STUDI SULLA PERSONA ATTIVITÀ CULTURALI Anno 2014 Convegni Serate formative Corsi monotematici Reading artistico letterari Il Centro Studi sulla Persona organizza attività culturali rivolte a genitori,

Dettagli

Sentenza della Corte Costituzionale n. 179 del 18 febbraio 1988: introduzione del sistema misto di tutela delle malattie professionali.

Sentenza della Corte Costituzionale n. 179 del 18 febbraio 1988: introduzione del sistema misto di tutela delle malattie professionali. Organo: DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE PRESTAZIONI - SOVRINTENDENZA MEDICA GENERALE Documento: Circolare n. 71 del 17 dicembre 2003(*) Oggetto:Disturbi psichici da costrittività organizzativa

Dettagli

DISTRURBI DELL APPRENDIMENTO: prevalenza

DISTRURBI DELL APPRENDIMENTO: prevalenza NASCITA PSICOLOGICA E ASPETTI RELAZIONALI NEI PROCESSI DI APPRENDIMENTO DISTRURBI DELL APPRENDIMENTO: prevalenza Le stime della prevalenza dei Disturbi Specifici dell Apprendimento variano dal 2 al 10%

Dettagli

GIUSEPPINA BOIDI. Che cosa sono e come funzionano?

GIUSEPPINA BOIDI. Che cosa sono e come funzionano? GIUSEPPINA BOIDI CAPITOLO 3 PSICOFARMACI: È SEMPRE NECESSARIO PRENDERLI? 99 Che cosa sono e come funzionano? Gli psicofarmaci sono medicine che agiscono su specifiche sostanze chimiche presenti nel nostro

Dettagli

Un picciol lume nella gran zona d ombra ANSIA DEPRESSIONE PRENDERNE CONSAPEVOLEZZA RICONOSCERLE TRATTARLE

Un picciol lume nella gran zona d ombra ANSIA DEPRESSIONE PRENDERNE CONSAPEVOLEZZA RICONOSCERLE TRATTARLE Un picciol lume nella gran zona d ombra ANSIA ~ DEPRESSIONE PRENDERNE CONSAPEVOLEZZA RICONOSCERLE TRATTARLE UN PORTO PER NOI ONLUS... È un punto di riferimento, di difficoltà, di tempesta. la disperazione,

Dettagli

DISLESSIA ED ADOLESCENZA: ASPETTI PSICOLOGICI ED EMOTIVI

DISLESSIA ED ADOLESCENZA: ASPETTI PSICOLOGICI ED EMOTIVI GIORNATE DI SUPPORTO ALLA FORMAZIONE DEI REFERENTI PER LA DISLESSIA DELLA LOMBARDIA 22 Aprile 2008 DISLESSIA ED ADOLESCENZA: ASPETTI PSICOLOGICI ED EMOTIVI Rosy Tavazzani Montani PERCHE L INSEGNANTE DOVREBBE

Dettagli

Approccio clinico-terapeutico e presa in carico da parte dei Servizi Sanitari

Approccio clinico-terapeutico e presa in carico da parte dei Servizi Sanitari Verona, 12 marzo 2012 Approccio clinico-terapeutico e presa in carico da parte dei Servizi Sanitari Maria Rosaria Cellino Centro Regionale Specializzato per i Disturbi dell Apprendimento ULSS20 Verona

Dettagli

EDUCARE LE EMOZIONI. Principi ed attività per lo sviluppo. socio-emotive nella scuola. delle competenze

EDUCARE LE EMOZIONI. Principi ed attività per lo sviluppo. socio-emotive nella scuola. delle competenze EDUCARE LE EMOZIONI Principi ed attività per lo sviluppo delle competenze socio-emotive nella scuola CHI S I A M O Sperimentiamo e valutiamo in quale modo competenze trasversali come quelle sociali ed

Dettagli

INDICE GENERALE CAPITOLO 1 I MODELLI TEORICI IN PSICOLOGIA...

INDICE GENERALE CAPITOLO 1 I MODELLI TEORICI IN PSICOLOGIA... INDICE GENERALE CAPITOLO 1 I MODELLI TEORICI IN PSICOLOGIA............................................1 1.1 Nascita della Psicologia attuale................................................1 1.2 Correnti

Dettagli

8. LE CEFALEE E I DOLORI

8. LE CEFALEE E I DOLORI 8. LE CEFALEE E I DOLORI ADDOMINALI RICORRENTI OLTRE IL DOLORE FUNZIONALE Federica Galli, Samuela Tarantino, Vincenzo Guidetti Introduzione I sintomi medicalmente inspiegabili sono da lungo tempo considerati

Dettagli

Associazione di Psicologia Cognitiva. Scuola di Psicoterapia Cognitiva S.r.l. Questionario sull efficacia della formazione in Psicoterapia Cognitiva

Associazione di Psicologia Cognitiva. Scuola di Psicoterapia Cognitiva S.r.l. Questionario sull efficacia della formazione in Psicoterapia Cognitiva Associazione di Psicologia Cognitiva Scuola di Psicoterapia Cognitiva S.r.l. Questionario sull efficacia della formazione in Psicoterapia Cognitiva Presentazione Stiamo raccogliendo dati sull'efficacia

Dettagli

LA PATOLOGIA DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE:

LA PATOLOGIA DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE: LA PATOLOGIA DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE: Nuovi criteri di classificazione? Corrado D Agostini AGENZIA DELLA NUTRIZIONE D.A.I. D.E.A.S. AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI- FIRENZE IL DSM - 5 17

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli