Alimenti quali fonti di fibra

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Alimenti quali fonti di fibra"

Transcript

1 Alimenti fibrosi

2 Alimenti quali fonti di fibra Alimenti Cereali/sottoprodotti Vegetali, frutta Semi leguminose/sottoprodotti Addititvi Fibra cellulosa, β-glucani, esteri fenolici, lignina, polisaccardi non cellulosolitici cellulosa, pectine, polisaccardi non cellulosolitici, cutina, cere cellulosa, pectine, galattani, fruttani, polisaccardi non cellulosolitici Gomme, polisaccaridi algali, alginati, esteri cellulosa, amidi modificati

3 Valutazione fisiologica dei componenti la parete vegetale Effetto nell alimento Cellulosa/ emicellulose lignin a beta-glucani sol ins pentosani sol ins pectine indigeribile X X X X X X X effetto gabbia X X X X aumento viscosita X X X

4 Tipi di fibra e caratteristiche Tipo Solubilita Fermentescibilita Cellulosa bassa bassa Buccette di soia bassa moderata Polpe di bietola bassa moderata Crusca bassa moderata Gomma arabica alta alta Pectine bassa alta

5 trofismo intestinale microflora WHC FIBRA viscosita digeribilta energia AGV assorbimento/legame molecole organiche ed inorganiche velocita di transito

6 Fibra dietetica alimentare: effetti fisiologici Stimola la masticazione, produzione di saliva e secrezione succhi gastrici Riempimento gastrico e senso di sazieta Aumento massa fecale e diminuzione pressione intraluminale intestinale Normalizza il transito intestinale Substrato per le fermentazioni grosso intestino La fibra solubile rallenta il tempo di svuotamento gastrico, tasso di digestione, diminuisce l assorbimento dei nutrienti ( glicemia, insulinemia, colesterolo)

7 ALIMENTI FIBROSI cruscami distillers trebbie di birra polpe di bietola expeller cotone farina medica disidratata

8 Resa: FRUMENTO: sottoprodotti dell industria molitoria Farina 75% Crusca 10% Cruschello 4-5% Tritello e farinaccio 6-7% Farinetta 2%

9 FRUMENTO: sottoprodotti dell industria molitoria crusca cruschello tritello farinaccio farinetta germe PG EE FG Amido UFL/kg EM, kcal/kg

10 FRUMENTO: sottoprodotti dell industria molitoria Crusca frumento tenero frumento duro Cruschello frumento tenero frumento duro Tritello frumento tenero frumento duro Farinaccio frumento tenero frumento duro Farinetta frumento tenero frumento duro Ceneri, max FG, max Amido, min %SS

11 BIETOLA, POLPE ESAUSTE ESSICCATE BEAT PULP COMPOSIZIONE CHIMICA MEDIA (% SUL TAL QUALE) SOSTANZA SECCA dso PROTEINE GREZZE(PGD) 8.40(55% PG) NDF LIPIDI GREZZI 0.60 ADF FIBRA GREZZA ADL 1.70 CENERI 3.90 AMIDO Ca/P 0.65/0.10 ZUCCHERI 4.60 VALORE NUTRITIVO (PER kg DI TAL QUALE) RUMINANTI SUINI(kcal/kg) UFL 0.94 ED 2300 UFC 0.93 EM 2250

12 %tq PG EE FG Amido 0 mais distillers trebbie di birra UFL/kg EM, kcal/kg

13 Composizione in carboidrati di alcuni alimenti %tq FG NDF ADF ADL 0 bietola polpe trebbie birra crusca grano buccette soia

14 NDF: contenuto e degradabilita % s.s degradabilita (%NDF) tasso di degradabilita' (%/h) Distillers Trebbie di birra Polpe di bietola Fieno medica Insilato mais (modificato da Firkins, 1997 e Varga, 1998)

15 NDF/ADF endf: capacita dell NDF di un alimento di sostituire in una razione l NDF di un altro alimento mantenendo inalterata la percentuale di grasso pendf: e correlata alle caratteristiche fisiche dell NDF (dimensioni particelle) che influenzano l attivita di masticazione e la natura bifasica del contenuto ruminale NRC, 2001

16 NDF - NDF effettiva NDF (% SS) Setaccio 1.18 mm(frazione trattenuta) pendf* (%.SS) Fieno di leguminosa, lungo Fieno di leguminosa, macinato grossolano Fieno di leguminosa, macinato fine Fieno di graminacea, lungo Fieno di graminacea, macinato grossolano Fieno di graminacea, macinato fine Insilato di mais, trinciato grosso Insilato di mais, trinciato fine *pendf e' calcolata moltiplicando NDF per la frazione trattenuta da un setaccio di 1.18 mm

17 NDF - NDF effettiva NDF (% SS) Setaccio 1.18 mm(frazione trattenuta) pendf* (%.SS) Mais, farina Mais, pastone schiacciato Orzo Crusca frumento Trebbie di birra Polpe di bietola Soia, farina estrazione Soia, buccette Farina di medica disidratata *pendf e' calcolata moltiplicando NDF per la frazione trattenuta da un setaccio di 1.18 mm

18 BIETOLA, POLPE SURPRESSATE BEET PULPS PRESSED COMPOSIZIONE CHIMICA MEDIA (% SUL TAL QUALE) SOSTANZA SECCA dso PROTEINE GREZZE(PGD) 2.10 NDF 9.90 LIPIDI GREZZI 0.10 ADF 5.60 FIBRA GREZZA 5.30 ADL 0.40 CENERI 1.00 AMIDO Ca/P 2.90/ 0.22 ZUCCHERI 1.00 RUMINANTI VALORE NUTRITIVO (PER kg DI TAL QUALE) SUINI (kcal/kg) UFL 0.22 ED ---- UFC 0.22 EM ----

19 BIETOLA, POLPE ESAUSTE ESSICCATE BEAT PULP COMPOSIZIONE CHIMICA MEDIA (% SUL TAL QUALE) SOSTANZA SECCA dso PROTEINE GREZZE(PGD) 8.40(55% PG) NDF LIPIDI GREZZI 0.60 ADF FIBRA GREZZA ADL 1.70 CENERI 3.90 AMIDO Ca/P 0.65/0.10 ZUCCHERI 4.60 VALORE NUTRITIVO (PER kg DI TAL QUALE) RUMINANTI SUINI(kcal/kg) UFL 0.94 ED 2300 UFC 0.93 EM 2250 AMINOACIDI (% SUL TAL QUALE) ARGININA 0.33 LISINA 0.61 CISTINA 0.04 METIONINA 0.02 FENILALANINA 0.30 SERINA 0.42 GLICINA 0.35 TREONINA 0.40 ISTIDINA ---- TRIPTOFANO 0.08 ISOLEUCINA 0.30 TIROSINA 0.40 LEUCINA 0.56 VALINA 0.44

20 CARBOIDRATI LOCALIZZAZIONE DIGERIBILITA CLASSIFICAZIONE BOTANICA FUNZIONALE Zuccheri Tutte le piante + NS Amido Semi cereali + NS (riserva) CLASSIFICAZIONE ANALITICA NSC Galattosani Semi leguminose + NS (riserva) β glucani Orzo, avena - S NSP Pectine Leguminose - S dicotiledoni Emicellulose Tutte le piante - S NDF Cellulosa Tutte le piante - S Lignina Tutte le piante - S FG

Gli alimenti per animali: classificazione. Il pastone di mais. Nel mais il primo aminoacido limitante e 1. Treonina 2. Lisina 3. Metionina 4.

Gli alimenti per animali: classificazione. Il pastone di mais. Nel mais il primo aminoacido limitante e 1. Treonina 2. Lisina 3. Metionina 4. Gli alimenti per animali: classificazione Il pastone di mais Nel mais il primo aminoacido limitante e 1. Treonina 2. Lisina 3. Metionina 4. Leucina Una miscela delle seguenti sostanze e sottoposta ad una

Dettagli

Valutazione alimenti proteici

Valutazione alimenti proteici Valutazione alimenti proteici Trattamenti proteina grezza/fibra attenzione all analisi chimica valore biologico digeribilità/fan AA disponibili perfetto rapporto tra aa essenziali per ottimizzare le performance

Dettagli

ALIMENTI ZOOTECNICI. Composizione chimica degli alimenti 28/10/2014. Carboidrati Proteine Sostanza organica Lipidi Vitamine. Sostanza secca (SS)

ALIMENTI ZOOTECNICI. Composizione chimica degli alimenti 28/10/2014. Carboidrati Proteine Sostanza organica Lipidi Vitamine. Sostanza secca (SS) Composizione chimica degli alimenti Sostanza secca (SS) Carboidrati Proteine Sostanza organica Lipidi Vitamine Sostanza inorganica = minerali Umidità (H 2 O) 1 Foraggi Alimenti zootecnici verdi affienati

Dettagli

CONCETTI DI NUTRIZIONE E ALIMENTAZIONE ANIMALE

CONCETTI DI NUTRIZIONE E ALIMENTAZIONE ANIMALE Sanità Animale, Allevamento e Produzioni Zootecniche CONCETTI DI NUTRIZIONE E ALIMENTAZIONE ANIMALE Prof. Vittorio Dell Orto Prof. Carlo Angelo Sgoifo Rossi, Dr. Riccardo Compiani Dipartimento di Scienze

Dettagli

RIPARTIZIONE ENERGIA VALORE NUTRITIVO RIPARTIZIONE E UTILIZZAZIONE DELL ENERGIA CHIMICA DEGLI ALIMENTI

RIPARTIZIONE ENERGIA VALORE NUTRITIVO RIPARTIZIONE E UTILIZZAZIONE DELL ENERGIA CHIMICA DEGLI ALIMENTI RIPARTIZIONE ENERGIA VALORE NUTRITIVO RIPARTIZIONE E UTILIZZAZIONE DELL ENERGIA CHIMICA DEGLI ALIMENTI ENERGIA LORDA ENERGIA FECI 20-50% ALIMENTO LIV. ING. ENERGIA GAS ENERGIA URINE ENERGIA DIGERIBILE

Dettagli

La valutazione nutrizionale degli alimenti per i cavalli

La valutazione nutrizionale degli alimenti per i cavalli La valutazione nutrizionale degli alimenti per i cavalli Roberto Mantovani Università degli Studi di Padova Valore nutritivo degli alimenti per cavalli 1 Sistemi di valutazione dell energia utilizzati

Dettagli

Amido veloce e pectine

Amido veloce e pectine Velocità di degradazione Profilo di fermentazione ruminale dei CHO zuccheri Amido veloce e pectine Amido lento Cellulosa ed emicell. Pasto 1 3 5 7 9 11 13 15 17 19 21 23 Ore dopo il pasto Sincronizzazione

Dettagli

Sistemi di valutazione della proteina nei ruminanti

Sistemi di valutazione della proteina nei ruminanti Sistemi di valutazione della proteina nei ruminanti Francia Stati Uniti Regno Unito (INRA) Proteina digeribile a livello intestinale PDI (Cornell University) (NRC) Sistema CNCPS (ARC) Proteina degradabile

Dettagli

PROTEINE: funzioni e composizione chimica

PROTEINE: funzioni e composizione chimica PROTEINE: funzioni e composizione chimica Funzioni strutturali componenti di diversi tessuti Funzioni di regolazione e di trasporto: enzimi, ormoni, carrier, proteine nucleari Contenuto (%) Carbonio 51

Dettagli

Alimenti per il bestiame

Alimenti per il bestiame Alimenti per il bestiame Foraggi Verdi Fieni Insilati Di leguminose e/o graminacee Mangimi concentrati Vegetali Animali Sottoprodotti Residui aziendali Residui industriali FORAGGI DI LEGUMINOSE: medica,

Dettagli

Alimentazione del coniglio

Alimentazione del coniglio Alimentazione del coniglio Incidenza (% P.V.) dei tratti dell apparato digerente in diverse specie (da Van Soest 1982 e Cheeke 1987). (%P.V.) 14 12 10 8 6 4 2 0 Stomaco Intestino Tenue Cieco Colon Bovini

Dettagli

Farine animali. Comprendono tutti i sottoprodotti derivanti dalla lavorazione di carne, pesce e latte.

Farine animali. Comprendono tutti i sottoprodotti derivanti dalla lavorazione di carne, pesce e latte. Farine animali Comprendono tutti i sottoprodotti derivanti dalla lavorazione di carne, pesce e latte. Vengono impiegate in virtù per il loro elevato livello di aminoacidi e minerali ma sono anche ricche

Dettagli

Alimentazione dei suini

Alimentazione dei suini Alimentazione dei suini Problematiche e peculiarità della specie: - Fabbisogni del suino pesante (>160 kg) (realtà solo italiana) - Alimentazione e qualità dei prodotti (profilo acidico del grasso nella

Dettagli

LA GESTIONE NUTRIZIONALE DEL BOVINO DA INGRASSO

LA GESTIONE NUTRIZIONALE DEL BOVINO DA INGRASSO Prof. Vittorio Dell Orto Prof. Carlo Angelo Sgoifo Rossi, Dr. Riccardo Compiani Dipartimento di Scienze e Tecnologie Veterinarie per la Sicurezza Alimentare Facoltà di Medicina Veterinaria, Università

Dettagli

AFLATOSSINE: COSA FARE DOPO L EMERGENZA?

AFLATOSSINE: COSA FARE DOPO L EMERGENZA? AFLATOSSINE: COSA FARE DOPO L EMERGENZA? CONSIGLI PRATICI PER GESTIRE AL MEGLIO L ALIMENTAZIONE DELLE VACCHE DA LATTE D.ssa Paola Amodeo - Specialista Alimentazione S.A.T.A. - Sez. Bovini PREMESSA GENERALE

Dettagli

Gli alimenti destinati ai cavalli. Il razionamento (esempi pratici) Principali errori alimentari. Università degli Studi di Padova

Gli alimenti destinati ai cavalli. Il razionamento (esempi pratici) Principali errori alimentari. Università degli Studi di Padova Gli alimenti destinati ai cavalli. Il razionamento (esempi pratici) Principali errori alimentari Roberto Mantovani Università degli Studi di Padova Il razionamento Fabbisogni nutrizionali Valore nutrizionale

Dettagli

Principali enzimi digestivi. Gli alimenti. Schema generale di utilizzo degli alimenti nel monogastrico

Principali enzimi digestivi. Gli alimenti. Schema generale di utilizzo degli alimenti nel monogastrico Gli alimenti Di tutte quelle sostanze che, ingerite dall animale, svolgono un ruolo nutrizionale e/o dietetico Ruolo nutrizionale: di tutte quelle sostanze che, ingerite dall animale, possono essere digerite

Dettagli

Materia pre pr sente ent negli aliment ent lenta lent ment ent digeribile o indigeribile che occupa spazio nel tra t o t gastr t o r intes int tina

Materia pre pr sente ent negli aliment ent lenta lent ment ent digeribile o indigeribile che occupa spazio nel tra t o t gastr t o r intes int tina Definizione dal punto di vista alimentare: Materiale presente negli alimenti lentamente digeribile o indigeribile che occupa spazio nel tratto gastrointestinale. (D.R. Mertens) 17/10/2012 1 Definizione

Dettagli

ANALISI della fibra alimentare totale TDF

ANALISI della fibra alimentare totale TDF ANALISI della fibra alimentare totale TDF Fibra Alimentare Totale Insieme di polisaccaridi e lignina presenti nei vegetali che sono resistenti all idrolisi da parte degli enzimi digestivi dell uomo. Trowell

Dettagli

Filosofia della Nutrizione. Paolo Pezzi

Filosofia della Nutrizione. Paolo Pezzi Filosofia della Nutrizione Paolo Pezzi 17/10/2012 1 Pezzi 2005 Cenni di chimica organica 17/10/2012 2 Pezzi 2005 Programma Filosofia della conservazione delle specie vegetali Cenni di botanica generale

Dettagli

Diete ad elevata degradabilità della fibra per bovine da latte ad alta produzione.

Diete ad elevata degradabilità della fibra per bovine da latte ad alta produzione. Diete ad elevata degradabilità della fibra per bovine da latte ad alta produzione. Mauro Spanghero Dipartimento di Scienze Animali Università di Udine Valore energetico NDF + Degradabilita NDF Ingestione

Dettagli

Azienda 1: Linee guida per l alimentazione di bufali in fase di finissaggio

Azienda 1: Linee guida per l alimentazione di bufali in fase di finissaggio Premessa La predisposizione delle linee guida per l allevamento/alimentazione dei bovini e bufali da carne allevati dai partner del progetto MALENA, ha riguardato in questa prima fase, l introduzione di

Dettagli

Calcolo di una razione per bovini da latte

Calcolo di una razione per bovini da latte Come procedere Per formulare la razione bisona conoscere 1 Fabbisoni Capacità d inestione Caratteristiche deli alimenti Fabbisoni Capacità d inestione Caratteristiche deli alimenti Razione Come procedere

Dettagli

Mauro Spanghero, Dipartimento di Scienze Animali, Università di Udine, mauro.spanghero@uniud.it

Mauro Spanghero, Dipartimento di Scienze Animali, Università di Udine, mauro.spanghero@uniud.it INPUT (alimenti zootecnici) Alimentazione animale e riduzione delle emissioni azotate dagli allevamenti Inefficienza digestiva N in feci Inefficienza metabolica N in urine Costi di mantenimento (animali

Dettagli

Introduzione. La fibra è costituita da un gruppo di sostanze chimicamente molto diverse tra loro.

Introduzione. La fibra è costituita da un gruppo di sostanze chimicamente molto diverse tra loro. Introduzione La fibra è quella parte degli alimenti vegetali che non viene degradata dagli enzimi digestivi e quindi non è disponibile come substrato energetico. La fibra è costituita da un gruppo di sostanze

Dettagli

Utilizzo del Panello di girasole nell alimentazione animale

Utilizzo del Panello di girasole nell alimentazione animale Giornata di Studio "Progetto Extravalore" Utilizzo del Panello di girasole nell alimentazione animale Maria Federica Trombetta Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali Università Politecnica

Dettagli

LE CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI DEL PANE. Dott. Daniele Nucci Dott.ssa Daniela Capezzali

LE CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI DEL PANE. Dott. Daniele Nucci Dott.ssa Daniela Capezzali LE CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI DEL PANE Dott. Daniele Nucci Dott.ssa Daniela Capezzali IL PANE E LA CULTURA POPOLARE Pan di buon grano il dottore sta lontano. Pan di grano sta poco in mano, pane di mistura

Dettagli

COMPOSIZIONE DI WAFER FIOC

COMPOSIZIONE DI WAFER FIOC Wafer Fioc con medica a fibra lunga è un alimento completo per cavalli che si ottiene utilizzando foraggi di ottima qualità con la peculiarità di essere a fibra lunga (cm. 15/20), mescolati con cereali

Dettagli

Valutazione della qualità delle fonti fibrose e ottimizzazione del loro utilizzo nei digestori

Valutazione della qualità delle fonti fibrose e ottimizzazione del loro utilizzo nei digestori Valutazione della qualità delle fonti fibrose e ottimizzazione del loro utilizzo nei digestori Andrea Formigoni andrea.formigoni@unibo.it 7 INFOBIOGAS Montichiari - 28 gennaio 2011 Cos è la fibra? Costituenti

Dettagli

Quantificazione delle emissioni di azoto e fosforo di allevamenti di vacche da latte e vitelloni

Quantificazione delle emissioni di azoto e fosforo di allevamenti di vacche da latte e vitelloni Veneto Agricoltura, Corte Benedettina 30 Gennaio 2012 Quantificazione delle emissioni di azoto e fosforo di allevamenti di vacche da latte e vitelloni Progetto LIFE09 ENV/IT/000208 - AQUA REGIONE VENETO

Dettagli

PROTEINA GREGGIA (P.G.)

PROTEINA GREGGIA (P.G.) PROTEINA GREGGIA (P.G.) Il contenuto proteico di un alimento è valutato dal suo tenore in azoto, determinato con il metodo Kjeldahl modificato. Il metodo Kjeldahl valuta la maggior parte dell azoto presente

Dettagli

Digeribilità. Come fare per aumentarla. Come aumentare, nell alimentazione della bovina da latte, la digeribilità non

Digeribilità. Come fare per aumentarla. Come aumentare, nell alimentazione della bovina da latte, la digeribilità non Come aumentare, nell alimentazione della bovina da latte, la digeribilità non solo della fibra, ma anche quella di tutta la razione? Per rispondere dobbiamo prima guardare ai meccanismi della fermentazione

Dettagli

I modelli dinamici di razionamento nella realtà del Parmigiano-Reggiano

I modelli dinamici di razionamento nella realtà del Parmigiano-Reggiano I modelli dinamici di razionamento nella realtà del Parmigiano-Reggiano Formigoni, A. - Dipartimento di Morfofisiologia Funzionale e Produzioni Animali. Università di Bologna. 1- Introduzione 2- I fabbisogni

Dettagli

Alimentazione Con insilato o a secco mancano gli zuccheri

Alimentazione Con insilato o a secco mancano gli zuccheri I principali effetti indotti dall aggiunta di zuccheri alla razione dei bovini Alimentazione Con insilato o a secco mancano gli zuccheri di C. Ulgheri*, G. Baldi**, R. Compiani**, C.A. Sgoifo Rossi** Il

Dettagli

Somministrazione o assunzione di alimenti allo scopo di nutrire l organismo

Somministrazione o assunzione di alimenti allo scopo di nutrire l organismo Definizioni Alimentazione Somministrazione o assunzione di alimenti allo scopo di nutrire l organismo Nutrizione complesso di processi biologici che consentono o condizionano la conservazione, l accrescimento,

Dettagli

Formati disponibili: Sacco da 10 kg Sacco da 22 kg COMPOSIZIONE *

Formati disponibili: Sacco da 10 kg Sacco da 22 kg COMPOSIZIONE * Cunilat Cunilat è un mangime pellettato della linea Nostrale Classic Conigli ideato da Raggio di Sole per la fase di svezzamento dei coniglietti ed utilizzabile anche per fattrici in lattazione con l aggiunta

Dettagli

L integrazione proteica nelle diverse fisiopatologie

L integrazione proteica nelle diverse fisiopatologie Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea in Scienze della Nutrizione Umana Corso di: Chimica degli Alimenti L integrazione proteica nelle diverse fisiopatologie Prof. Gian Carlo Tenore

Dettagli

CARBOIDRATI: monosaccaridi

CARBOIDRATI: monosaccaridi CARBO- IDRATI Zuccheri semplici CARBOIDRATI: monosaccaridi Struttura chimica dei due triosi: gliceraldeide (a) e idrossiacetone (b) Esempi di 2 enantiomeri fra gli aldo-esosi e i cheto-esosi Enantiomeri:

Dettagli

Degradabilità Ruminale dell Amido ed uso dei cereali nel razionamento della vacca da latte

Degradabilità Ruminale dell Amido ed uso dei cereali nel razionamento della vacca da latte Degradabilità Ruminale dell Amido ed uso dei cereali nel razionamento della vacca da latte F. Masoero, A. Gallo, G. Giuberti Istituto di Scienze degli Alimenti e della Nutrizione ISAN Facoltà di Agraria

Dettagli

Caratteristiche dietetiche del cane e del gatto

Caratteristiche dietetiche del cane e del gatto Necessita di alimenti di origine animale nella dieta per ricavare diversi principi nutritivi non presenti in quelli di origine vegetale Caratteristiche dietetiche del cane e del gatto Cane Onnivoro Può

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Qualche definizione

ALIMENTAZIONE. Qualche definizione ALIMENTAZIONE Genotipo fenotipo ambiente (produzioni) L alimentazione è il fattore ambientale più importante nell influenzare il fenotipo e le produzioni L alimentazione influenza lo stato di salute e

Dettagli

PROTEINE (CHON) (PROTIDI)

PROTEINE (CHON) (PROTIDI) PROTEINE (CHON) (PROTIDI) PROTEINE Quantità elevate nella crescita (produzione di nuovo muscolo e ingrossamento delle fibra muscolari); quantità più ridotte nel finissaggio Proteine degradabili e carboidrati

Dettagli

ILVALORE ENERGETICO DEGLI ALIMENTI

ILVALORE ENERGETICO DEGLI ALIMENTI ILVALORE ENERGETICO DEGLI ALIMENTI VALORE ENERGETICO (V.E.): Il valore nutritivo esprime la quantità di nutrienti che i componenti chimici di un alimento possono rendere effettivamente disponibile per

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 23/08/2012-29/08/2012

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 23/08/2012-29/08/2012 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 23/08/2012-29/08/2012 Quotazioni sui mercati a pronti (1) Categoria Prodotto Franco Provincia Prezzo U.M.(p) Quantità U.M.(q) Grana

Dettagli

CREMONA - 5 NOVEMBRE 2008 VALUTAZIONE DEI FORAGGI LOMBARDI ANALISI CHIMICHE E NIR

CREMONA - 5 NOVEMBRE 2008 VALUTAZIONE DEI FORAGGI LOMBARDI ANALISI CHIMICHE E NIR Laboratorio Agroalimentare CREMONA - 5 NOVEMBRE 2008 VALUTAZIONE DEI FORAGGI LOMBARDI ANALISI CHIMICHE E NIR Dott. Nicoletta Rizzi LE ANALISI CHIMICHE Accreditate Sinal Umidità Proteine Sostanze grasse

Dettagli

Tecniche dell alimentazione

Tecniche dell alimentazione Università di Sassari ZOOTECNICA SPECIALE 1ª (TECNICHE DI PRODUZIONE DEI RUMINANTI) Tecniche dell alimentazione (Titolare: Giuseppe Pulina) La tecnica di alimentazione dei ruminanti comprende: 1. La stima

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 08/05/ /05/2014

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 08/05/ /05/2014 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 08/05/2014-14/05/2014 Quotazioni sui mercati a pronti (1) Cereali minori Avena com. uso zootec. UMBRIA 197,000 / t 90 t Orzo naz. pesante

Dettagli

Corso di Formazione in Dietologia e Nutrizione

Corso di Formazione in Dietologia e Nutrizione Corso di Formazione in Dietologia e Nutrizione La dieta equilibrata: Alimentazione dell adulto 2 P Marina Mariani Che cosa sono i macronutrienti Proteine Lipidi Glucidi Cosa sono i macronutrienti Per vivere

Dettagli

CLASSIFICAZIONE CHIMICO FISICA DEI GLUCIDI

CLASSIFICAZIONE CHIMICO FISICA DEI GLUCIDI CARBOIDRATI Carboidrati = idrati di carbonio (costituiti da C, H, O) (poliidrossialdeidi o chetoni) formula generale (CH 2 O) n (dove n 3) taluni glucidi comunque contengono fosforo, azoto o zolfo. CLASSIFICAZIONE

Dettagli

La scienza nell alimentazione

La scienza nell alimentazione La scienza nell alimentazione Intorno al 1800 la chimica prese parte all alimentazione dando al cibo un sapore migliore ma allo stesso tempo più dannoso per il corpo umano. La materia di studio della Scienza

Dettagli

Introduzione. I nostri problemi.

Introduzione. I nostri problemi. pdndf, % Peso specifico 09/02/2015 Parametri per l ottimizzazione delle razioni in funzione della qualità dei foraggi Andrea Formigoni andrea.formigoni@unibo.it Piacenza, 23.1.15 Come produrre più latte

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Qualche definizione

ALIMENTAZIONE. Qualche definizione ALIMENTAZIONE Genotipo fenotipo ambiente (produzioni) L alimentazione è il fattore ambientale più importante nell influenzare il fenotipo e le produzioni L alimentazione influenza lo stato di salute e

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 26/02/ /03/2015

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 26/02/ /03/2015 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 26/02/2015-04/03/2015 Comunicazione Prezzi Regionale Le quotazioni delle singole regioni si riferiscono ai diversi contratti conclusi

Dettagli

Media SPECIFICAZIONI

Media SPECIFICAZIONI MERCI I Trimestre 1 GRUPPO - CEREALI FRUMENTI TENERI Frumento di forza 78/80, prot. 14% W > 350 um. 14% imp. 1 234,00 242,67 NAZIONALI (13) Panificabile superiore 76/79, prot.13% W>250 um.14% imp.1 215,67

Dettagli

Naltre matrici: azoto contenuto nelle altre matrici caricate al digestore. per tenere conto delle emissioni in atmosfera nella fase di stoccaggio.

Naltre matrici: azoto contenuto nelle altre matrici caricate al digestore. per tenere conto delle emissioni in atmosfera nella fase di stoccaggio. A LLEGATO IX CARATTERISTICHE DEI DIGESTATI DISCIPLINATI DAL PRESENTE DECRETO E CONDIZIONI PER IL LORO UTILIZZO Il digestato disciplinato dal presente decreto può essere oggetto di utilizzo agronomico rispettando

Dettagli

Dimensioni del tratto gastro-intestinale del suino adulto: Stomaco ph 2,0 capacità 7,5 litri. Intestino tenue lunghezza 18 metri capacità 9 litri

Dimensioni del tratto gastro-intestinale del suino adulto: Stomaco ph 2,0 capacità 7,5 litri. Intestino tenue lunghezza 18 metri capacità 9 litri Dimensioni del tratto gastro-intestinale del suino adulto: Stomaco ph 2,0 capacità 7,5 litri Intestino tenue lunghezza 18 metri capacità 9 litri Intestino crasso lunghezza 5 metri capacità 9 litri Regione

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 13/05/ /05/2011

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 13/05/ /05/2011 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 13/05/2011-19/05/2011 Quotazioni sui mercati a pronti (1) Av icunicolo Coniglio macellato fresco Coniglio Intero medio fresco LAZIO

Dettagli

DIETE ALTERNATIVE PER PRODURRE BIOGAS

DIETE ALTERNATIVE PER PRODURRE BIOGAS CONVEGNO DIETE ALTERNATIVE PER PRODURRE BIOGAS Nuove diete per il biogas: più valore dagli usi innovativi della biomassa e del digestato 5 marzo 2014 Bioenergy Italy, Cremona Lorella ROSSI Centro Ricerche

Dettagli

Gli alimenti di interesse zootecnico

Gli alimenti di interesse zootecnico Gli alimenti di interesse zootecnico Foraggi Verdi Fieni Insilati Prati e pascoli Erbai Monofiti, Oligofiti, Polifiti Orzo, avena... Essiccati naturalmente Essiccati artificialmente Disidratati Conservati

Dettagli

Prof. Vincenzo Chiofalo. Consorzio di Ricerca Filiera Carni, Messina

Prof. Vincenzo Chiofalo. Consorzio di Ricerca Filiera Carni, Messina Miglioramento quali-quantitativo della produzione di biomasse vegetali in asciutto ed in irriguo finalizzate sia all alimentazione animale che a fini energetici per l aumento della competitività Prof.

Dettagli

Ottimizzazione delle fermentazioni ruminali

Ottimizzazione delle fermentazioni ruminali Ottimizzazione delle fermentazioni ruminali Digestione ruminale della fibra L ottimizzazione della digestione della fibra nei ruminanti inizia dal substrato I batteri fibrolitici hanno infatti necessità

Dettagli

EFFETTIVITÁ NELLA PRODUZIONE DI BIOGAS. Dove sono le riserve nell alimentazione e nella gestione di impianti di Biogas. dinametan : Foraggi e fatti

EFFETTIVITÁ NELLA PRODUZIONE DI BIOGAS. Dove sono le riserve nell alimentazione e nella gestione di impianti di Biogas. dinametan : Foraggi e fatti EFFETTIVITÁ NELLA PRODUZIONE DI BIOGAS Dove sono le riserve nell alimentazione e nella gestione di impianti di Biogas dinametan : Foraggi e fatti Una crescente pressione sulla redditivitá e l efficienza

Dettagli

PRINCIPI NUTRITIVI O NUTRIENTI

PRINCIPI NUTRITIVI O NUTRIENTI Corso per istruttori di Body Building PRINCIPI NUTRITIVI O NUTRIENTI Dott. Gianfranco Serino DIETISTA ISTRUTTORE DI BODY BUILDING PRINCIPI NUTRITIVI O NUTRIENTI Gli alimenti con il processo della digestione

Dettagli

CuniSprint. Formati disponibili: Sacco da 10 kg Sacco da 22 kg

CuniSprint. Formati disponibili: Sacco da 10 kg Sacco da 22 kg CuniSprint CuniSprint è un mangime della linea Nostrale Classic Conigli pellettato e formulato con materie prime e fibra della migliore qualità selezionate da Raggio di Sole che permette di alimentare

Dettagli

CARBOIDRATI: monosaccaridi

CARBOIDRATI: monosaccaridi CARBO- IDRATI CARBOIDRATI: monosaccaridi Struttura chimica dei due triosi: gliceraldeide (a) e idrossiacetone (b) Esempi di 2 enantiomeri fra gli aldo-esosi e i cheto-esosi Enantiomeri: due stereoisomeri

Dettagli

Il sorgo nella razione di vacche da latte: Esperienze pratiche negli allevamenti del Veneto

Il sorgo nella razione di vacche da latte: Esperienze pratiche negli allevamenti del Veneto Il sorgo nella razione di vacche da latte: Esperienze pratiche negli allevamenti del Veneto Paolo Paparella Associazione Provinciale Allevatori di Padova Approccio Multisettoriale Strutturali Superficie,

Dettagli

GLUCIDI. n. di unità di base. disaccaridi 2. polisaccaridi

GLUCIDI. n. di unità di base. disaccaridi 2. polisaccaridi GLUCIDI Caratteristiche generali I glucidi, chiamati anche (impropriamente) carboidrati, sono sostanze chimiche composte da carbonio, idrogeno e ossigeno e possono essere definiti come derivati di alcoli

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO Lasciare sempre a disposizione acqua potabile.

ISTRUZIONI PER L USO Lasciare sempre a disposizione acqua potabile. Rabbit Flakes Rabbit Flakes è un mangime completo della linea Nostrale Misti e Granaglie pellettato e arrichito con fiocchi di orzo e granoturco, fave schiacciate, carrube ed estrusi di carota e spinaci

Dettagli

COMPONENTI ANALITICI *

COMPONENTI ANALITICI * Nucleo GP Nostrale Preparato secondo il regolamento (UE) N. 584/2011 - Grana Padano. Nucleo GP Nostrale della linea Nostrale Vacche da Latte è un mangime complementare per vacche in lattazione ideale per

Dettagli

L obiettivo Fibra, amido e zuccheri in equilibrio

L obiettivo Fibra, amido e zuccheri in equilibrio È la situazione da ricercare, tanto nell allevamento del bovino da latte quanto in quello del bovino da carne, per ottenere un unifeed spinto al punto giusto L obiettivo Fibra, amido e zuccheri in equilibrio

Dettagli

L urea nel latte nuovo indice gestionale

L urea nel latte nuovo indice gestionale L urea nel latte nuovo indice gestionale L efficienza di trasformazione dell azoto della frazione proteica del latte, secondo VanAmburgh (Usa) è un parametro che permette di valutare gli effetti dei cambiamenti

Dettagli

La gestione alimentare della capra nella fase di transizione : dall asciutta al picco di lattazione

La gestione alimentare della capra nella fase di transizione : dall asciutta al picco di lattazione Valorizzare l allevamento e i prodotti della razza NERA DI VERZASCA negli ecosistemi montani CORSO DI FORMAZIONE 27 Novembre 2009 Ristorante Millefiori Giubiasco Canton Ticino La gestione alimentare della

Dettagli

LA FIBRA ALIMENTARE. Cerati Carlo GVS. Moretta 14 dicembre 2007

LA FIBRA ALIMENTARE. Cerati Carlo GVS. Moretta 14 dicembre 2007 LA FIBRA ALIMENTARE Cerati Carlo GVS Moretta 14 dicembre 2007 OBIETTIVO DESCRIVERE E CAPIRE MEGLIO LA FIBRA STUDIARE IL SIGNIFICATO DELLA FIBRA NELL ALIMENTAZIONE DEL SUINO INFLUENZA SULLA DIGESTIONE E

Dettagli

N. 50 del 23 dicembre Unità Rilevazione Rilevazione PRODOTTO di precedente odierna misura Minimo Massimo Minimo Massimo

N. 50 del 23 dicembre Unità Rilevazione Rilevazione PRODOTTO di precedente odierna misura Minimo Massimo Minimo Massimo CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA Listino settimanale dei prezzi all'ingrosso rilevati sulla piazza di Cremona Salvo diversa indicazione, i prezzi si riferiscono alla fase

Dettagli

Come produrre un latte di qualità e mantenere un buono stato di salute delle bovine

Come produrre un latte di qualità e mantenere un buono stato di salute delle bovine Conferenze di zootecnia, assistenza tecnica 2010/2011 Provincia di Novara Armeno 18 febbraio 2011 Come produrre un latte di qualità e mantenere un buono stato di salute delle bovine Prof. Giovanni Savoini

Dettagli

ASPETTI PRATICI DI RAZIONAMENTO E PUNTI CRITICI

ASPETTI PRATICI DI RAZIONAMENTO E PUNTI CRITICI Sanità Animale, Allevamento e Produzioni Zootecniche ASPETTI PRATICI DI RAZIONAMENTO E PUNTI CRITICI Prof. Vittorio Dell Orto Prof. Carlo Angelo Sgoifo Rossi, Dr. Riccardo Compiani Dipartimento di Scienze

Dettagli

COMPOSTI AZOTATI. Acidi nucleici, amino acidi liberi, oligopeptidi, ammidi, nitrati, ammoniaca, urea

COMPOSTI AZOTATI. Acidi nucleici, amino acidi liberi, oligopeptidi, ammidi, nitrati, ammoniaca, urea Azoto non proteico (NPN) COMPOSTI AZOTATI Acidi nucleici, amino acidi liberi, oligopeptidi, ammidi, nitrati, ammoniaca, urea Amino acidi Caratterizzati dalla presenza di almeno un gruppo amminico e uno

Dettagli

nature s most complete plant protein PLANT FUSION TM Integratore alimentare Concentrato proteico-aminoacidico per il sostegno del fabbisogno azotato

nature s most complete plant protein PLANT FUSION TM Integratore alimentare Concentrato proteico-aminoacidico per il sostegno del fabbisogno azotato THE ORIGINAL nature s most complete plant protein PLANT FUSION TM Integratore alimentare Concentrato proteico-aminoacidico per il sostegno del fabbisogno azotato DICHIARAZIONI NUTRIZIONALI VANIGLIA Ingredienti:

Dettagli

Effetto della forma di presentazione di alimenti concentrati sul comportamento alimentare e sulle performance di bovini da carne

Effetto della forma di presentazione di alimenti concentrati sul comportamento alimentare e sulle performance di bovini da carne UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI FACOLTÀ DI AGRARIA Dipartimento di Scienze zootecniche Corso di Laurea in Scienze delle Produzioni Zootecniche Effetto della forma di presentazione di alimenti concentrati

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 19/08/ /08/2011

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 19/08/ /08/2011 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 19/08/2011-25/08/2011 Quotazioni sui mercati a pronti (1) Av icunicolo Pollo macellato fresco Ali Pollo fr. VENETO 0,700 / Kg 169 Kg

Dettagli

PROTIDI: LE PROTEINE E GLI AMMINOACIDI

PROTIDI: LE PROTEINE E GLI AMMINOACIDI PROTIDI: LE PROTEINE E GLI AMMINOACIDI GLI AMMINOACIDI Struttura generica di un amminoacido. R rappresenta un gruppo laterale specifico di ogni amminoacido. In chimica, gli amminoacidi (impropriamente

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 24/04/ /04/2014

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 24/04/ /04/2014 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 24/04/2014-30/04/2014 Quotazioni sui mercati a pronti (1) Biomasse Biomasse solide Semi o granella di cereali LOMBARDIA 190,000 / t

Dettagli

VALORE NUTRITIVO (V.N.): sistemi di espressione nei ruminanti

VALORE NUTRITIVO (V.N.): sistemi di espressione nei ruminanti Valore nutritivo : utilizzazione dell energia alimentare Metodi empirici Basati su una semplice comparazione degli alimenti in funzione delle risposte produttive che si possono ottenere sostituendo un

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 29/01/2015-04/02/2015

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 29/01/2015-04/02/2015 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 29/01/2015-04/02/2015 Comunicazione Prezzi Regionale Le quotazioni delle singole regioni si riferiscono ai diversi contratti conclusi

Dettagli

Slurp. Migliora la motilità intestinale, favorisce l evacuazione della sabbia e della terra dall intestino del cavallo.

Slurp. Migliora la motilità intestinale, favorisce l evacuazione della sabbia e della terra dall intestino del cavallo. Slurp Migliora la motilità intestinale, favorisce l evacuazione della sabbia e della terra dall intestino del cavallo. Istruzioni per un uso corretto Ricostituire il prodotto aggiungendo 250 ml di acqua

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 13/03/2014-19/03/2014

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 13/03/2014-19/03/2014 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 13/03/2014-19/03/2014 Quotazioni sui mercati a pronti (1) Biomasse Biomasse solide Semi o granella di cereali Cereali e coltivazioni

Dettagli

LA DIGERIBILITÀ LA DIGERIBILITÀ

LA DIGERIBILITÀ LA DIGERIBILITÀ LA DIGERIBILITÀ La digeribilità di un alimento o di un principio nutritivo è espressa con un coefficiente, detto coefficiente di digeribilità. La digeribilità varia molto nei foraggi, sia freschi che conservati;

Dettagli

La più grande eresia scientifica è che l applicazione non richieda la comprensione. P.J. Van Soest

La più grande eresia scientifica è che l applicazione non richieda la comprensione. P.J. Van Soest La più grande eresia scientifica è che l applicazione non richieda la comprensione P.J. Van Soest Nutrizione ed alimentazione animale NUTRIZIONE Cosa c è dentro gli alimenti? Analisi chimiche e fisiche

Dettagli

La fibra insolubile, un ingrediente per migliorare le performance nei suini. JRS - fibre naturali per ottime performance

La fibra insolubile, un ingrediente per migliorare le performance nei suini. JRS - fibre naturali per ottime performance La fibra insolubile, un ingrediente per migliorare le performance nei suini JRS - fibre naturali per ottime performance CHI E LA JRS: Fondata nel 1878 23 stabilimenti produttivi Europa, USA, India, Messico

Dettagli

Alcalosi Reticolo-Ruminale o Indigestione con Alcalosi. PDF created with pdffactory Pro trial version

Alcalosi Reticolo-Ruminale o Indigestione con Alcalosi. PDF created with pdffactory Pro trial version Alcalosi Reticolo-Ruminale o Indigestione con Alcalosi indigestione a decorso acuto o sub-acuto in cui il ph del contenuto reticolo-ruminale raggiunge valori alcalini, a causa dell elevata concentrazione

Dettagli

Borlande di distilleria:alternativa economica alle tradizionali fonti proteiche

Borlande di distilleria:alternativa economica alle tradizionali fonti proteiche Borlande di distilleria:alternativa economica alle tradizionali fonti proteiche Daniele Cevolani L'idea di far funzionare i motori delle auto utilizzando combustibili alternativi (biodiesel da olio di

Dettagli

TECNICHE MANGIMISTICHE

TECNICHE MANGIMISTICHE TECNICHE MANGIMISTICHE TECNICA MANGIMISTICA Branca della scienza dell alimentazione animale che ha il compito di studiare e ricercare nuove tecniche atte a potenziare ed esaltare le caratteristiche nutritive

Dettagli

CONOSCERE IL VALORE NUTRITIVO DEI FORAGGI

CONOSCERE IL VALORE NUTRITIVO DEI FORAGGI Opuscolo C.R.P.A. 4.34 N. 5/2009 (spedito nel luglio 2009) ISSN 0393-5094 C.R.P.A. NOTIZIE C.so Garibaldi, 42 - REGGIO EMILIA - Periodico mensile - Autorizzazione del Tribunale di Reggio Emilia n. 387

Dettagli

N. 1 del 16 gennaio 2017

N. 1 del 16 gennaio 2017 LISTINO SETTIMANALE PREZZI ALL INGROSSO BORSA MERCI DI PESCARA N. 1 del 16 gennaio 2017 Stampato in proprio, il presente listino è consultabile sul sito internet della Camera di Commercio di Pescara all

Dettagli

Formati disponibili: Sacco da 10 kg Sacco da 22 kg COMPOSIZIONE *

Formati disponibili: Sacco da 10 kg Sacco da 22 kg COMPOSIZIONE * NaturOvo Super Sbriciò NaturOvo Super Sbriciò è un mangime completo, sbriciolato, per galline ovaiole e pollastre della linea Nostrale Classic Ovaiole. Il prodotto è stato specificatamente formulato da

Dettagli

SEMILAVORATI CONCENTRATI

SEMILAVORATI CONCENTRATI SEMILAVORATI CONCENTRATI NUCLEI Semilavorati concentrati che consentono di realizzare con semplicità e flessibilità diverse tipologie di prodotti da forno dall elevato rapporto qualità-prezzo, semplicemente

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 25/08/2016-31/08/2016

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 25/08/2016-31/08/2016 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 25/08/2016-31/08/2016 Comunicazione Prezzi Provinciale Le quotazioni delle singole province si riferiscono ai diversi contratti conclusi

Dettagli

Distribuito in Italia da: NUTRICIA ITALIA S.p.A. Via Carlo Farini, Milano LOPROFIN FARINA

Distribuito in Italia da: NUTRICIA ITALIA S.p.A. Via Carlo Farini, Milano LOPROFIN FARINA Distribuito in Italia da: NUTRICIA ITALIA S.p.A. Via Carlo Farini, 41-20159 Milano LOPROFIN FARINA LOPROFIN FARINA Alimento dietetico destinato ai fini medici speciali Prodotto notificato ai sensi del

Dettagli

Dr Mario Agrillo - STPA Nutrizionista

Dr Mario Agrillo - STPA Nutrizionista DATI DEL CANE Razza Jack Russell Temper.- attività Mod. attivo Sesso F Condizione forzata Sterilizzata Anni 5 Mesi 10 Altezza garrese 27 cm Peso Attuale 6.7 Kg Peso ideale 6.3 Kg Fabb. Mantenimento 346

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA Listino settimanale dei prezzi all'ingrosso rilevati sulla piazza di Cremona Salvo diversa indicazione, i prezzi si riferiscono alla fase

Dettagli