1. L AEROPORTO DI PARMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. L AEROPORTO DI PARMA"

Transcript

1 1. L AEROPORTO DI PARMA Nel corso dell anno 2013 i volumi di traffico dell Aeroporto di Parma hanno registrato un sensibile aumento rispetto all anno precedente, chiudendo con passeggeri (+10,7%), nonostante il calo generalizzato di passeggeri riscontrato negli altri aeroporti italiani della medesima fascia dimensionale. Ciò è stato possibile grazie all operatività del volo per Cagliari anche nel periodo invernale e ad un aumento generalizzato dei load factor. I risultati da maggior rilievo conseguiti dalla Società di Gestione dell Aeroporto di Parma nel corso del 2013 sono però indubbiamente quelli raggiunti sul fronte dell ottenimento della Concessione Totale ventennale, finalizzata a gennaio 2014 con la firma da parte dei Ministeri competenti, e su quello dall inserimento di Parma nell elenco degli aeroporti di rilevanza nazionale del Piano Nazionale Aeroporti. Tornando invece alla programmazione dei voli, Ryanair ha potenziato i collegamenti per Londra Stansted, Trapani e Cagliari da marzo 2014, mese a partire dal quale sono ripresi anche i consueti collegamenti stagionali per Alghero.

2 Di grande rilievo è l attivazione, da giugno 2014, del nuovo collegamento bisettimanale di linea per Malta, operato dalla compagnia di bandiera maltese, Air Malta. Sono inoltre stati confermati i charter estivi per Lampedusa, operato da Air Dolomiti, e per Olbia, quest ultimo con una maggiore offerta di posti rispetto al 2013 grazie all utilizzo di un aeromobile da oltre cinquanta posti, con la compagnia olandese Denim Air. 2. I SERVIZI Le dimensioni sono la caratteristica principale dell Aeroporto di Parma: dimensioni ridotte che significano tempi rapidi, distanze brevi da percorrere, servizi a portata di mano e facilmente accessibili. Al Giuseppe Verdi, però, le piccole dimensioni non hanno impedito di mettere a disposizione del passeggero tutti i servizi essenziali dei quali egli necessita durante la propria permanenza in aerostazione. Ciò è reso possibile grazie alla presenza di uno sportello bancomat multifunzione, di una VIP lounge, di uffici di società di autonoleggio e di un punto vendita polifunzionale che offre il servizio di bar/ristorante ma anche la distribuzione di giornali, periodici, gadget e prodotti gastronomici locali.

3 3. GLI OBIETTIVI E I RISULTATI Le rilevazioni hanno evidenziato un notevole miglioramento nei livelli di soddisfazione dei passeggeri, con l unica nota negativa di indicatori collegati ai servizi di sportello e varco. Andando con ordine, i fattori di qualità legati alla sicurezza sono rimasti sostanzialmente invariati su livelli di eccellenza, con un lieve incremento per la sicurezza personale e patrimoniale, per la quale il livello di soddisfazione è cresciuto dal già elevato 97 per cento del 2013 al 98 per cento attuale. La percezione complessiva sulla regolarità del servizio è cresciuta di due punti percentuali, attestandosi al 97 per cento. Il risultato è rispecchiato anche dagli altri indici del fattore di qualità, in miglioramento per quanto riguarda ritardi nei voli dovuti al gestore aeroportuale (tornato, dopo alcuni anni, allo 0 per cento), tempo di attesa a bordo e tempi di riconsegna bagagli. I bagagli disguidati hanno confermato lo 0 per mille degli ultimi anni e solo gli indicatori che non dipendono dal gestore (ritardi complessivi e recupero sui tempi di transito) hanno fatto registrare un peggioramento.

4 Con riferimento a questi ultimi, l attivazione della nuova procedura di rifornimento con passeggeri a bordo dovrebbe consentire, nell anno in corso, di riguadagnare il livello del Significativo il miglioramento riscontrato nei servizi di pulizia e nel livello di comfort. Nel primo fattore di qualità, in un contesto già positivo, si è registrato il miglioramento nel livello di soddisfazione per la pulizia delle toilette, salito dal 90 al 96 per cento. Il secondo fattore di qualità ha avuto conferme e miglioramenti generalizzati su tutti gli indici: valga per tutti quello relativo alla percezione complessiva sul livello di comfort, salito dal 62 per cento di passeggeri soddisfatti del 2012 all 83 per cento di oggi, ben oltre l obiettivo del 70 per cento che era stato prefissato. I fattori che misurano i servizi di informazione al pubblico e gli aspetti relazionali sono migliorati per il secondo anno consecutivo, attestandosi su valori compresi tra l 89 e il 95 per cento (quest ultimo con riferimento ai due indici che misurano la soddisfazione per la cortesia la professionalità del personale, da sempre due eccellenze dell Aeroporto di Parma). Come si diceva all inizio del presente paragrafo, i servizi di sportello e varco hanno dato risultati contrastanti e non sempre positivi. A fronte di una sostanziale tenuta per quanto riguarda l attesa in coda alla biglietteria e un evidente miglioramento per l attesa in coda al controllo passaporti (quest ultimo grazie alla fattiva collaborazione della Polizia di Frontiera), vi è

5 stato un peggioramento sia per l attesa in coda ai check-in che, in misura assai marcata, per l attesa in coda ai controlli di sicurezza. Le ragioni, per quest ultimo indicatore, vanno ricercate nell inasprimento delle norme in materia di controlli sui liquidi, che hanno reso più impegnative le operazioni di controllo e hanno di conseguenza aumentato i tempi di attesa in coda. Tale risultato è controbilanciato dal considerevole miglioramento del fattore di qualità inerente l integrazione modale. Per la prima volta negli ultimi anni, infatti, sono stati raggiunti tutti gli obiettivi prefissati, talora con miglioramenti estremamente marcati, come nel caso del livello di soddisfazione per i collegamenti con mezzi pubblici, passato da un modesto 48 per cento di passeggeri soddisfatti ad un più che positivo 82 per cento, e per i collegamenti stradali città/aeroporto, salito anch esso dal 52 per cento del 2013 all 82 per cento attuale. Anche in questo caso è stato determinante il contributo di soggetti esterni, quali la locale azienda di trasporti (TEP) nel primo caso e nel secondo, le istituzioni locali che nel corso degli ultimi anni hanno completato la tangenziale cittadina con il relativo collegamento diretto all aeroporto. 4. NOTE METODOLOGICHE Per l elaborazione delle schede si sono seguite le indicazioni metodologiche previste da ENAC, cui fa rimando la circolare APT-12, emanata dall Ente di sorveglianza a seguito del D.P.C.M. 27/01/94, Principi sull erogazione dei servizi pubblici (Direttiva Ciampi-Cassese). Le rilevazioni effettuate tramite sondaggio sono ricavate da un campione di 406 questionari compilati da passeggeri partiti dall Aeroporto di Parma, campione che, stante il volume di traffico dello scalo, garantisce un margine di errore inferiore al 5%. Nel rispondere il passeggero ha potuto quantificare il proprio livello di soddisfazione in base alla seguente scala: 1 Molto alta 2 Alta 3 Media 4 Bassa 5 Molto bassa La percentuale di soddisfazione è calcolata come rapporto tra le risposte positive (1 e 2) e il totale delle risposte positive o negative (1, 2, 4 e 5). E di seguito pubblicato un estratto di 33 indici della Carta dei Servizi SOGEAP, come previsto dalle Linee Guida ENAC per le Carte dei Servizi standard. Nel calcolo di alcuni indici è stato utilizzato il rapporto con i TPHP (Typical Peak Hour Passengers). La letteratura in materia di calcolo di tale valore è molto varia e, non potendosi utilizzare il metodo consigliato da ENAC (30-sima ora di punta dell anno) per l eccessiva onerosità connessa alla rilevazione del dato, si

6 è deciso di utilizzare, come avvenuto a partire dalla Carta dei Servizi 2007, il metodo STBA, prudenziale in quanto tende a generare valori alti per gli aeroporti al di sotto dei 2,5 milioni di passeggeri. I TPHP sono stati calcolati secondo la seguente formula: TPHP= xT, dove T è il traffico annuo espresso in milioni di passeggeri. Sulla base dei passeggeri dell anno 2013 il risultato è di 462 TPHP, che appare in linea con le punte note. La Carta dei servizi valuta undici diversi fattori di qualità: 4 Sicurezza del viaggio 4 Sicurezza personale e patrimoniale 4 Regolarità del servizio 4 Pulizia e condizioni igieniche 4 Comfort nella permanenza in aeroporto 4 Servizi aggiuntivi 4 Servizi per passeggeri a ridotta mobilità 4 Servizi di informazione al pubblico 4 Aspetti relazionali e comportamentali 4 Servizi sportello/varco 4 Integrazione modale (collegamenti città-aeroporto) 5. INDICATORI: ESTRATTO PER LA PUBBLICAZIONE Sicurezza del viaggio 1. Livello di soddisfazione del servizio controllo bagagli nell'ottica della sicurezza (Percentuale di Obiettivo Sicurezza personale e patrimoniale 2. Percezione sul livello di sicurezza personale e patrimoniale in aeroporto (Percentuale di Obiettivo Regolarità del servizio 3. Ritardi nei voli dovuti al Gestore aeroportuale (Numero ritardi/totale voli passeggeri in partenza, %) Obiettivo Ritardi complessivi (Numero ritardi/totale voli passeggeri in partenza, %) Obiettivo Bagagli disguidati complessivi (Numero bagagli disguidati /1.000 pax in partenza, ) Obiettivo

7 6. Tempi di riconsegna bagagli (Tempo riconsegna primo e ultimo bagaglio nel 90% dei casi) Obiettivo Tempo di attesa a bordo per lo sbarco del primo passeggero (Tempo di attesa dal block-on nel 90% dei casi) Obiettivo Percezione complessiva sulla regolarità dei servizi ricevuti in aeroporto (Percentuale di Obiettivo Pulizia e condizioni igieniche 9. Percezione sul livello di pulizia e funzionalità delle toilettes (Percentuale di Obiettivo Percezione sul livello di pulizia in aerostazione (Percentuale di passeggeri Obiettivo Comfort nella permanenza in aeroporto 11. Percezione sulla disponibilità di carrelli portabagagli (Percentuale di Obiettivo Percezione sull'efficienza dei sistemi di trasferimento passeggeri (Percentuale di Obiettivo Percezione sull'efficienza degli impianti di climatizzazione (Percentuale di Obiettivo Percezione complessiva sul livello di comfort (Percentuale di passeggeri Obiettivo Servizi aggiuntivi 15. Negozi/edicole, percezione su disponibilità/qualità prezzi (Percentuale di Obiettivo Bar/Ristoranti, percezione su disponibilità/qualità prezzi (Percentuale di Obiettivo

8 Servizi per passeggeri a ridotta mobilità 17. Disponibilità di percorsi facilitati L'aerostazione nella sua interezza è accessibile anche agli utenti disabili, stante l'assenza di barriere architettoniche in ciascuno dei due piani del terminal. Il collegamento tra i due piani è assicurato da un elevatore per disabili. Percorsi facilitati sono disponibili anche nel parcheggio auto 18. Accessibilità a tutti i servizi aeroportuali Le aree in cui si erogano servizi al passeggero sono prive di ostacoli e dunque accessibili anche ai passeggeri disabili 19. Disponibilità di personale dedicato su richiesta Presenza di personale specializzato in grado di fornire assistenza ai passeggeri a ridotta mobilità 20. Disponibilità di spazi dedicati Piazzole di sosta riservate ai disabili (ubicazione: parcheggio fronte ingresso aerostazione), servizi igienici per disabili (ubicazione: toilette area imbarchi, toilette sala arrivi, toilette hall aerostazione, toilette bar aerostazione) 21. Disponibilità di sistema di chiamata nel parcheggio Presso accesso e uscita del parcheggio a pagamento 22. Disponibilità di sistema di chiamata nel terminal Obiettivo 2014 NO Non necessario stante le dimensioni limitate dell aerostazione e il presidio costante da parte di personale SOGEAP e Croce Rossa Italiana 23. Disponibilità di adeguate informazioni e comunicazioni Descrizione dei servizi per PRM all'interno della Carta dei Servizi SOGEAP (distribuita nel terminal e disponibile su Internet nel sito presenza della segnaletica prevista dalle normative vigenti Servizi di informazione al pubblico 24. Percezione complessiva sull'efficacia delle informazioni (Percentuale di Obiettivo

9 25. Presenza di Numero Verde / Sito Internet Sito Internet Aspetti relazionali e comportamentali 26. Percezione sulla cortesia del personale (Percentuale di passeggeri Obiettivo Percezione sulla professionalità del personale (Percentuale di passeggeri Obiettivo Servizi sportello/varco 28. Attesa in coda al check-in (Tempo nel 90% dei casi) Obiettivo Percezione coda al check-in (Percentuale di passeggeri soddisfatti o molto soddisfatti) Obiettivo Tempo di attesa al controllo radiogeno dei bagagli (Tempo nel 90% dei casi) Obiettivo Percezione coda al controllo passaporti (Percentuale di passeggeri Obiettivo Integrazione modale (collegamenti città-aeroporto) 32. Disponibilità, frequenza, puntualità e prezzo collegamenti bus/taxi (Percentuale di Obiettivo Presenza di segnaletica esterna chiara, comprensibile ed efficace (Percentuale di Obiettivo La Carta dei Servizi SOGEAP è stata redatta a cura dell Area Qualità SOGEAP. Per informazioni o chiarimenti è possibile contattare lo o scrivere a

Trasporti: politiche, qualità e soluzioni

Trasporti: politiche, qualità e soluzioni Ordine degli Ingegneri della Provincia di Palermo con il patrocinio di AICQ Sicilia Trasporti: politiche, qualità e soluzioni Palermo, 14-02-2014 IL SISTEMA QUALITA AEROPORTUALE Dr.ssa Antonella Saeli

Dettagli

AEROPORTO INTERNAZIONALE DI PISA GALILEO GALILEI CARTA DEI SERVIZI

AEROPORTO INTERNAZIONALE DI PISA GALILEO GALILEI CARTA DEI SERVIZI AEROPORTO INTERNAZIONALE DI PISA GALILEO GALILEI CARTA DEI SERVIZI 2014 1 PREMESSA L attenzione al cliente è un elemento centrale nell attività di Sat. Sicurezza, efficienza e qualità dei servizi, comfort

Dettagli

PASSEGGERI 2008/2009 GEN / DIC 2008 2009 % 140.000 120.000 100.000 80.000 60.000 40.000 20.000. nr voli... ... ... ...

PASSEGGERI 2008/2009 GEN / DIC 2008 2009 % 140.000 120.000 100.000 80.000 60.000 40.000 20.000. nr voli... ... ... ... 02 06 12 14 16 20 22 34 02 03 140.000 120.000 100.000 80.000 60.000 40.000 20.000 0 PASSEGGERI 2008/2009 GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC GEN / DIC 2008 2009 % nr voli 7.307 10.038 37,38.....................................

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SAT

CARTA DEI SERVIZI SAT CARTA DEI SERVIZI SAT Edizione 2009-2010 11 2 Aeroporto di Pisa Galileo Galilei 2 La Carta dei Servizi Edizione 2011-2012 2009-2010 3 La Carta dei Servizi Edizione 2011-2012 2009-2010 Indice Premessa...6

Dettagli

Capitolato Tecnico d Appalto

Capitolato Tecnico d Appalto Capitolato Tecnico d Appalto Appalto per l affidamento del servizio di assistenza passeggeri a ridotta mobilità presso l Aeroporto di Pisa G.Galilei Art. 1 Oggetto del Capitolato Tecnico Il presente capitolato

Dettagli

Introduzione alla Carta e alla Guida dei servizi 2015

Introduzione alla Carta e alla Guida dei servizi 2015 Introduzione alla Carta e alla Guida dei servizi 2015 Questa pubblicazione, in gran parte rinnovata nel contenuto, si propone di contribuire a rendere effettivi i principi fondamentali di eguaglianza ed

Dettagli

Carta dei Servizi 2014. Welcome

Carta dei Servizi 2014. Welcome Carta dei Servizi 2014 Aeroporto S.Anna Crotone Indice L Aeroporto di Crotone La società di gestione I nostri servizi Informazioni utili Noi e il territorio Traffico passeggeri Il Sistema di Qualità Indicatori

Dettagli

INDICE: - PRESENTAZIONE.4 - L AEROPORTO DELLO STRETTO 7

INDICE: - PRESENTAZIONE.4 - L AEROPORTO DELLO STRETTO 7 1 INDICE: - PRESENTAZIONE.4 - L AEROPORTO DELLO STRETTO 7 - Caratteristiche tecniche 8 - IL GESTORE AEROPORTUALE: SO.G.A.S. Spa 9 - LA QUALITA DI SO.G.A.S. Spa 10 - ENTI AEROPORTUALI 11 - LA CARTA DEI

Dettagli

TRAFFIC POLICY 2015-2016. Ed. 18032015 Aeroporto di Trapani Birgi Vincenzo Florio

TRAFFIC POLICY 2015-2016. Ed. 18032015 Aeroporto di Trapani Birgi Vincenzo Florio TRAFFIC POLICY 2015-2016 Ed. 18032015 Aeroporto di Trapani Birgi Vincenzo Florio TRAFFIC POLICY 2015 2016 OBIETTIVI Il sistema di seguito esposto è concepito per incentivare, in modo trasparente e tale

Dettagli

Convegno Disabilità e Trasporti Palazzo della Gran Guardia 7 giugno 2013

Convegno Disabilità e Trasporti Palazzo della Gran Guardia 7 giugno 2013 Aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca Convegno Disabilità e Trasporti Palazzo della Gran Guardia 7 giugno 2013 Attuazione Regolamento CE n 1107/2006 OGGETTO DELLA PRESENTAZIONE: Rif. Normativi

Dettagli

Carta dei Servizi 2015. Welcome

Carta dei Servizi 2015. Welcome Carta dei Servizi 2015 Aeroporto S.Anna Crotone Indice L Aeroporto di Crotone La società di gestione I nostri servizi Informazioni utili Noi e il territorio Traffico passeggeri Il Sistema di Qualità Indicatori

Dettagli

Carta dei Servizi Merci Edizione 2013

Carta dei Servizi Merci Edizione 2013 Carta dei Servizi Merci Edizione 2013 Gentile Cliente, Benvenuto nella nuova edizione 2013 della Carta dei Servizi Merci dell aeroporto di Malpensa sviluppata dalla SEA. Il documento presenta gli obiettivi

Dettagli

Capitolo 5. Network. Analisi di un sistema aeroportuale: il caso Gesac

Capitolo 5. Network. Analisi di un sistema aeroportuale: il caso Gesac Capitolo 5 * Network Analisi di un sistema aeroportuale: il caso Gesac SOMMARIO: Introduzione. 2. Tema. Le relazioni inter-organizzative di un network aeroportuale. 2.1. Il caso Gesac. 3. Conclusioni.

Dettagli

www.sogas.it customercare@aeroportodellostretto.it

www.sogas.it customercare@aeroportodellostretto.it 2015 www.sogas.it customercare@aeroportodellostretto.it G entile Cliente siamo lieti di presentarle l edizione 2015 della Carta dei Servizi dell aeroporto di Reggio Calabria. Scopo della Carta è quello

Dettagli

Contesto operativo aeroportuale Conformità delle infrastrutture e procedure operative alle norme tecniche ed alle norme di Sicurezza

Contesto operativo aeroportuale Conformità delle infrastrutture e procedure operative alle norme tecniche ed alle norme di Sicurezza Contesto operativo aeroportuale Conformità delle infrastrutture e procedure operative alle norme tecniche ed alle norme di Sicurezza SOGAER AEROPORTO di CAGLIARI - ELMAS Ing. Mario Orrù Direttore Infrastrutture

Dettagli

Con i nostri migliori Auguri...

Con i nostri migliori Auguri... NEWSLETTER n. 11 Allegato ad Aeroporto di Genova NEWS Con i nostri migliori Auguri... Contatti Aeroporto di Genova S.p.A. : www.airport.genova.it Aerostazione passeggeri - 010/60151 email: info@airport.genova.it

Dettagli

- SERVIZI DI PULIZIA - SISTEMAZIONE DEL VERDE

- SERVIZI DI PULIZIA - SISTEMAZIONE DEL VERDE IL GRUPPO SOGAER SOGAER S.p.A. GESTIONE AEROPORTUALE N Occupati 130 SOGAERDYN SERVIZI DI HANDLING N Occupati 111 Tempo indet 22 Tempo det. SOGAER SECURITY SERVIZI DI SICUREZZA N Occupati 93 Tempo indet

Dettagli

GLI AEROPORTI parte 1/2 GLI AEROPORTI

GLI AEROPORTI parte 1/2 GLI AEROPORTI corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica a.a. 2008-2009 GLI AEROPORTI GLI AEROPORTI parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale

Dettagli

TITO MINNITI. primo aeroporto della REGIONE

TITO MINNITI. primo aeroporto della REGIONE Gentile ospite, SO.G.A.S. S.p.A., società di gestione dell Aeroporto dello Stretto di Reggio Calabria, ha il piacere di presentarle l edizione 2013 della Carta dei Servizi. Essa racchiude in sé le linee

Dettagli

CORSO DI TRASPORTI AEREI Prof. Luigi La Franca COMPAGNIE LOW-COST

CORSO DI TRASPORTI AEREI Prof. Luigi La Franca COMPAGNIE LOW-COST CORSO DI TRASPORTI AEREI Prof. Luigi La Franca COMPAGNIE LOW-COST A.A. 2006/07 Storia Pre Deregulation Southwest Airlines (1971) Introduzione di servizi di linea a basso costo: Riduzione dei servizi ai

Dettagli

D I R I T T I E T A R I F F E

D I R I T T I E T A R I F F E DIRITTI E TARIFFE Edizione Dicembre 2013 DEFINIZIONE DEI TERMINI Definizione dei termini Società il soggetto cui spetta l esecuzione delle operazioni aeroportuali. Vettore la persona giuridica che svolge

Dettagli

L ACCOGLIENZA NEGLI AEROPORTI ITALIANI ESTATE 2003

L ACCOGLIENZA NEGLI AEROPORTI ITALIANI ESTATE 2003 L ACCOGLIENZA NEGLI AEROPORTI ITALIANI ESTATE 2003 DOSSIER A CURA DEL CENTRO STUDI TCI SETTEMBRE 2003 CENTRO STUDI TOURING CLUB ITALIANO Si ringraziano vivamente le società di gestione degli aeroporti

Dettagli

Nell aeroporto di Olbia

Nell aeroporto di Olbia ARST, Azienda Regionale Sarda Trasporti. Informazioni sulle linee, orari e tariffe sono disponibili al numero verde 800865042 e sul sito internet arst.sardegna.it:8080. Nicos Group, per alcune destinazioni

Dettagli

AUTONOLEGGIO DI SPERANZA GIUSEPPE & C. SNC. - Speranza Autolinee -

AUTONOLEGGIO DI SPERANZA GIUSEPPE & C. SNC. - Speranza Autolinee - AUTONOLEGGIO DI SPERANZA GIUSEPPE & C. SNC - Speranza Autolinee - 84030 Caselle in Pittari (SA)- Via Sandro Pertini snc - P.Iva 03005920651 Info e prenotazioni: 0974/988151-988594 info@speranzaautolinee.it

Dettagli

MASTER PLANNING AEROPORTUALE. Paolo Sordi Processi di Scalo ed Aviazione Generale SEA Aeroporti di Milano

MASTER PLANNING AEROPORTUALE. Paolo Sordi Processi di Scalo ed Aviazione Generale SEA Aeroporti di Milano MASTER PLANNING AEROPORTUALE Paolo Sordi Processi di Scalo ed Aviazione Generale SEA Aeroporti di Milano 1 1 Definizioni Aeroporto Cos è un aeroporto? - sistema complesso - infrastruttura attrezzata per

Dettagli

DATIDITRAFFICO 2014. DirezioneSviluppoStudiEconomicieTariffe

DATIDITRAFFICO 2014. DirezioneSviluppoStudiEconomicieTariffe DATIDITRAFFICO 214 DirezioneSviluppoStudiEconomicieTariffe A cura di Patrizia Sapia Sommario degli argomenti contenuti nel volume Pagina Terminologia usata nel testo 5 Traffico aeroportuale Graduatorie

Dettagli

I PROGETTI METROPOLITANI L AEROPORTO L. Mantecchini CdA SAB. Convegno stato attuazione PTCP Bologna, 15 Maggio 2013

I PROGETTI METROPOLITANI L AEROPORTO L. Mantecchini CdA SAB. Convegno stato attuazione PTCP Bologna, 15 Maggio 2013 I PROGETTI METROPOLITANI L AEROPORTO L. Mantecchini CdA SAB Convegno stato attuazione PTCP Bologna, 15 Maggio 2013 MASTERPLAN AEROPORTUALE ANALISI INIZIALE 1) DEFINIZIONE DI MASTERPLAN 2) STUDIO DEL TRAFFICO

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale importanza in quanto nodo

Dettagli

FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA

FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA AEROPORTI FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA L aeroporto del capoluogo toscano ha inaugurato nel dicembre scorso la nuova aerostazione passeggeri con la quale, in attesa del prolungamento della pista e del complessivo

Dettagli

01/03/2013 AD OGGI: VICE DIRETTORE GENERALE & ACCOUNTABLE MANAGER. SAC - Società Aeroporto Catania S.p.A.

01/03/2013 AD OGGI: VICE DIRETTORE GENERALE & ACCOUNTABLE MANAGER. SAC - Società Aeroporto Catania S.p.A. INFORMAZIONI PERSONALI Nome D'AMICO FRANCESCO MARIA ANDREA ESPERIENZA LAVORATIVA 01/03/2013 AD OGGI: VICE DIRETTORE GENERALE & ACCOUNTABLE MANAGER. Dirigente Responsabile dell'area operativa, della Certificazione

Dettagli

Sommario degli argomenti contenuti nel volume

Sommario degli argomenti contenuti nel volume Sommario degli argomenti contenuti nel volume Pagina Terminologia usata nel testo 5 Traffico aeroportuale Graduatorie movimenti, passeggeri e cargo 9 Traffico commerciale complessivo 13 Traffico commerciale

Dettagli

Ente Nazionale per l'aviazione Civile LA QUALITA DEI SERVIZI NEL TRASPORTO AEREO

Ente Nazionale per l'aviazione Civile LA QUALITA DEI SERVIZI NEL TRASPORTO AEREO Ente Nazionale per l'aviazione Civile LA QUALITA DEI SERVIZI NEL TRASPORTO AEREO LE CARTE DEI SERVIZI STANDARD LINEE GUIDA INDICE Introduzione: la centralità del passeggero... pag 4 Terminologia 6 1 -

Dettagli

Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale

Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale Mario De Pascale Information Technology Aeroporto di Pisa mario.depascale@toscana-aeroporti.com Agenda

Dettagli

Cpt G. MANSUTTI - CEDRA Aeroporti & Ambiente Safety & Security

Cpt G. MANSUTTI - CEDRA Aeroporti & Ambiente Safety & Security PIANO DEI RISCHI IN ITALIA PIANI DI RISCHIO Il piano di rischio rappresenta lo strumento per la gestione del rapporto tra aeroporto e territorio come misura di tutela reciproca. A tal fine il Piano di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI 2015. Aeroporto Olbia Costa Smeralda

CARTA DEI SERVIZI 2015. Aeroporto Olbia Costa Smeralda CARTA DEI SERVIZI 2015 Aeroporto Olbia Costa Smeralda Mappa aerostazione PRIMO PIANO B TO MOLO PARTENZE WINEBAR ARRIVI AREE ESTERNE B PIANO TERRA Legenda SERVIZI INFRASTRUTTUIRE AREE CUREZZA Informazioni

Dettagli

Bilancio al 31 Dicembre 2008 GEASAR S.p.A. Sede in Olbia - Aeroporto Costa Smeralda Capitale Sociale Euro 7.749.000 interamente versato

Bilancio al 31 Dicembre 2008 GEASAR S.p.A. Sede in Olbia - Aeroporto Costa Smeralda Capitale Sociale Euro 7.749.000 interamente versato Bilancio al 31 Dicembre 2008 GEASAR S.p.A. Sede in Olbia - Aeroporto Costa Smeralda Capitale Sociale Euro 7.749.000 interamente versato Direzione e coordinamento di Meridiana S.p.A. Olbia, Aprile 2009

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO NORMATIVO TÜV IT 005 MS

DOCUMENTO TECNICO NORMATIVO TÜV IT 005 MS DOCUMENTO TECNICO NORMATIVO TÜV IT 005 MS REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DI SERVIZIO: il processo di assistenza, in ambito aeroportuale, ai passeggeri con mobilità ridotta data Rev. descrizione Redazione

Dettagli

VADEMECUM DEL VIAGGIATORE CON DISABILITÀ

VADEMECUM DEL VIAGGIATORE CON DISABILITÀ VADEMECUM DEL VIAGGIATORE CON DISABILITÀ Il vademecum del viaggiatore è un insieme di consigli e suggerimenti per il passeggero con disabilità che decide di utilizzare i mezzi di trasporto pubblico in

Dettagli

LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA

LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA DIREZIONE CENTRALE INFRASTRUTTURE AEROPORTI E SPAZIO AEREO LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA AGENDA 1. IL PIANO NAZIONALE AEROPORTI 2. I

Dettagli

Regolamentazione Trasporto Aereo Luglio 2001. - Servizi aeroportuali:

Regolamentazione Trasporto Aereo Luglio 2001. - Servizi aeroportuali: PT. I Disciplina comune al servizio finale trasporto aereo PT. I Disciplina comune al servizio finale trasporto aereo Art. 1 Ambito di applicazione 1. La presente regolamentazione riguarda i lavoratori,

Dettagli

REVISIONE 1 AEROPORTO LEONARDO DA VINCI FIUMICINO INDICE REGOLAMENTO DI SCALO. Ultimo aggiornamento 18/01/2013. pag. 1 0 1.

REVISIONE 1 AEROPORTO LEONARDO DA VINCI FIUMICINO INDICE REGOLAMENTO DI SCALO. Ultimo aggiornamento 18/01/2013. pag. 1 0 1. INDICE Ultimo aggiornamento 18/01/2013 pag. 1 0 1. INDICE INDICE pagina 21/10/11 pag. 1 1 1. INDICE...1 0 2. AGGIORNAMENTI...2 0 2.1 Scheda riepilogativa degli aggiornamenti...2 1 2.2 Stato delle revisioni

Dettagli

AEROPORTO LEONARDO DA VINCI - FIUMICINO AEROPORTO G.B. PASTINE - CIAMPINO. CARTA DEI SERVIZI E GUIDA PER I PASSEGGERI A RIDOTTA MOBILITà

AEROPORTO LEONARDO DA VINCI - FIUMICINO AEROPORTO G.B. PASTINE - CIAMPINO. CARTA DEI SERVIZI E GUIDA PER I PASSEGGERI A RIDOTTA MOBILITà AEROPORTO LEONARDO DA VINCI - FIUMICINO AEROPORTO G.B. PASTINE - CIAMPINO CARTA DEI SERVIZI E GUIDA PER I PASSEGGERI A RIDOTTA MOBILITà Bus tickets Airline Lounge Check-in Rimborso IVA Sala fumatori Informazioni

Dettagli

Ente Nazionale per l Aviazione Civile Servizio Studi e Programmazione Ufficio Studi e Statistiche

Ente Nazionale per l Aviazione Civile Servizio Studi e Programmazione Ufficio Studi e Statistiche Ministero dei Trasporti e della Navigazione Dipartimento dell Aviazione Civile Unità di gestione Relazioni Internazionali, Programmazione Rapporti Convenzionali Ente Nazionale per l Aviazione Civile Servizio

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

Comitato di redazione

Comitato di redazione 1 2 3 4 Comitato di redazione Alla realizzazione della presente pubblicazione hanno collaborato: - Patrizia Sapia per la raccolta, verifica ed elaborazione dei dati di traffico aeroportuale, le serie storiche

Dettagli

RISPOSTE AI QUESITI. Appalto per l affidamento del servizio di assistenza passeggeri a ridotta mobilità presso l Aeroporto di Pisa G.

RISPOSTE AI QUESITI. Appalto per l affidamento del servizio di assistenza passeggeri a ridotta mobilità presso l Aeroporto di Pisa G. RISPOSTE AI QUESITI Appalto per l affidamento del servizio di assistenza passeggeri a ridotta mobilità presso l Aeroporto di Pisa G. Galilei CIG. 57666641AD 1) In merito alla procedura in oggetto sono

Dettagli

VoGliamo Seminario di studio su Volo e Disabilità

VoGliamo Seminario di studio su Volo e Disabilità VoGliamo Seminario di studio su Volo e Disabilità Società del Giardino, via San Paolo 10 Milano Sabato 22 maggio 2004 IL PUNTO DI VISTA DELL AUTORITA AERONAUTICA da parte di ENAC, Ente Nazionale per l

Dettagli

Analisi di prefattibilità economico finanziaria per la realizzazione dell Aeroporto di Agrigento

Analisi di prefattibilità economico finanziaria per la realizzazione dell Aeroporto di Agrigento Analisi di prefattibilità economico finanziaria per la realizzazione dell Aeroporto di Agrigento Indice 1.1 Il quadro generale e le opzioni di base... 2 1.1.1 Quadro conoscitivo generale e obiettivi dell

Dettagli

REGOLAMENTO DI SCALO OPERAZIONI AEROPORTUALI. Sommario

REGOLAMENTO DI SCALO OPERAZIONI AEROPORTUALI. Sommario REV. 0 PAG. 1/8 Sommario 1.0 RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO... 3 1.1 RICONSEGNA ARMI IN ARRIVO... 4 1.2 ARMI RUSH DISGUIDATE... 4 1.3 BAGAGLI SMARRITI - LOST AND FOUND... 4 1.4 GESTIONE BAGAGLI NON RITIRATI...

Dettagli

AEROPORTO DI LAMEZIA TERME

AEROPORTO DI LAMEZIA TERME Direzione Aeroportuale Lamezia e Reggio Calabria gs Ordinanza n. 1 / 2012 - LMT DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE AUTOVEICOLARE SULLE AREE DELL AEROPORTO DI LAMEZIA TERME APERTE ALL USO PUBBLICO. AEROPORTO

Dettagli

Gli aeroporti. Paola Monti. Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012

Gli aeroporti. Paola Monti. Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012 Gli aeroporti Paola Monti Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012 Dotazione, realizzazione, programmazione come si declina per

Dettagli

NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE

NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE AEROPORTI & FRANCOFORTE NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE Con la recente inaugurazione del nuovo terminal 2 il maggiore scalo tedesco guarda al futuro del trasporto aereo, affidandosi a un complesso

Dettagli

Gestione operativa dei movimenti nell Apron. Malpensa Layout Aeroportuale Malpensa Dati di traffico Malpensa Apron Mangement Control SEA

Gestione operativa dei movimenti nell Apron. Malpensa Layout Aeroportuale Malpensa Dati di traffico Malpensa Apron Mangement Control SEA Gestione operativa dei movimenti nell Apron Sommario: Malpensa Layout Aeroportuale Malpensa Dati di traffico Malpensa Apron Mangement Control SEA SEA Milan MXP -LIMC Layout aeroportuale 1 MXP Hub Master

Dettagli

straordinari quali Caterina Negrone, pluriprimatista mondiale di volo in altitudine. Nei suoi cinquanta anni di storia, il

straordinari quali Caterina Negrone, pluriprimatista mondiale di volo in altitudine. Nei suoi cinquanta anni di storia, il SPECIALE NEWSLETTER Allegato ad Aeroporto di Genova CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO di *Marco Arato Giusto mezzo secolo fa, il 12 ottobre 1962, in una di quelle limpide e luminose giornate che solo la

Dettagli

Premessa. GEN NOV 2013 % su base 2012. per tipologia di traffico: ANCONA PESCARA RIMINI REGGIO CALABRIA TRIESTE. ultimi dati - fonte Assaeroporti

Premessa. GEN NOV 2013 % su base 2012. per tipologia di traffico: ANCONA PESCARA RIMINI REGGIO CALABRIA TRIESTE. ultimi dati - fonte Assaeroporti Report 2013 Premessa Periodo di riferimento GEN NOV 2013 % su base 2012 ultimi dati - fonte Assaeroporti Cluster Aeroporti per tipologia di traffico: ANCONA PESCARA RIMINI REGGIO CALABRIA TRIESTE Photo

Dettagli

Analisi di Customer Satisfaction dell Aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo

Analisi di Customer Satisfaction dell Aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo Analisi di Customer Satisfaction dell Aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo Risultati Gruppo: Francesca Grupposo Roberta Marino Mariangela Piazza Claudio Venezia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO Facoltà

Dettagli

Il network ParkinGO. Malpensa Linate Bergamo Fiumicino Ciampino Verona Venezia Torino Bologna

Il network ParkinGO. Malpensa Linate Bergamo Fiumicino Ciampino Verona Venezia Torino Bologna Il network ParkinGO ParkinGO è il primo network di parcheggi per gli aeroporti e offre una vasta gamma di servizi ai passeggeri che desiderano raggiungere l aeroporto con la propria auto. Le strutture

Dettagli

Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A.

Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A. Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A. Pisa International Airport Pisa International Airport Affidamento del servizio di progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, coordinamento sicurezza

Dettagli

Bilancio al 31 Dicembre 2011

Bilancio al 31 Dicembre 2011 Bilancio al 31 Dicembre 2011 Geasar S.p.A. Direzione e coordinamento di Meridiana S.p.A. Sede in Olbia - Aeroporto Olbia Costa Smeralda Capitale Sociale Euro 7.749.000 interamente versato 2 Indice Relazione

Dettagli

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 Le aree di attività pag. 3 I risultati pag. 6 Il Gruppo in sintesi pag. 7 Venezia,

Dettagli

La SAT (Società Aeroporto Toscano) S.p.A.

La SAT (Società Aeroporto Toscano) S.p.A. La SAT (Società Aeroporto Toscano) S.p.A. 1 L Azienda La Società Aeroporto Toscano S.p.A. (S.A.T.) «Galileo Galilei» gestisce l'aeroporto di Pisa. A SAT è affidata la completa gestione dello scalo, nonché

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCHEGGIO NON CUSTODITO Aeroporto Internazionale Katowice di Pyrzowice

REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCHEGGIO NON CUSTODITO Aeroporto Internazionale Katowice di Pyrzowice REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCHEGGIO NON CUSTODITO Aeroporto Internazionale Katowice di Pyrzowice 1 L area di parcheggio è parte integrante dell'aeroporto Internazionale di Katowice in Pyrzowice 42-625

Dettagli

I PROCESSI MANUTENTIVI IN AEROPORTO

I PROCESSI MANUTENTIVI IN AEROPORTO MaintenanceStories 2013 Kilometro Rosso 13 Novembre 2013 I PROCESSI MANUTENTIVI IN AEROPORTO Ing. Felice Cottino Presidente dell Osservatorio sulle attività di Manutenzione degli Aeroporti INDICE Premessa

Dettagli

Capitolo 5 I SERVIZI AEROPORTUALI. 5.1 Il settore dei servizi aeroportuali ( 1 )

Capitolo 5 I SERVIZI AEROPORTUALI. 5.1 Il settore dei servizi aeroportuali ( 1 ) Capitolo 5 I SERVIZI AEROPORTUALI 5.1 Il settore dei servizi aeroportuali ( 1 ) Il numero totale di passeggeri serviti dagli aeroporti italiani è dal 2003 al 2007 passato da 100 a 135 milioni (+35%), mentre

Dettagli

Gli acquisti in SEA Aeroporti di Milano. Roma, venerdì 11 ottobre 2013

Gli acquisti in SEA Aeroporti di Milano. Roma, venerdì 11 ottobre 2013 Gli acquisti in SEA Aeroporti di Milano Roma, venerdì 11 ottobre 2013 Il gruppo SEA: chi siamo Il Gruppo SEA gestisce il sistema aeroportuale milanese in base alla Convenzione, di durata quarantennale,

Dettagli

AEROPORTO DI PARMA REGOLAMENTO DI SCALO

AEROPORTO DI PARMA REGOLAMENTO DI SCALO AEROPORTO DI PARMA REGOLAMENTO DI SCALO ed.02 So.Ge.A.P. S.p.A. Pag. 1/115 DISTRIBUZIONE Il presente è pubblicato sul sito dell Aeroporto di Parma: www.parma-airport.it alla pagina: http://www.parma-airport.it/italiano/chi-siamo/caratteristiche-tecniche.htm

Dettagli

VOYAGES di Lucina Piscedda

VOYAGES di Lucina Piscedda VOYAGES di Lucina Piscedda SERVIZIO DI TRASPORTO A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ E DI ANZIANI CARTA DELLA MOBILITÀ Rev. 03 29/01/2015 AZIENDA CON SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ CERTIFICATO ISO 9001 : 2008

Dettagli

CORSO DI TRASPORTI AEREI Prof. Luigi La Franca GESTIONE AEROPORTUALE

CORSO DI TRASPORTI AEREI Prof. Luigi La Franca GESTIONE AEROPORTUALE CORSO DI TRASPORTI AEREI Prof. Luigi La Franca GESTIONE AEROPORTUALE Le infrastrutture degli aeroporti statali italiani destinati al traffico commerciale sono, per la massima parte, di proprietà demaniale

Dettagli

Manutenzione. Piste, runway e taxiway Apron Aerostazione Radioaiuti Luci

Manutenzione. Piste, runway e taxiway Apron Aerostazione Radioaiuti Luci Manutenzione Aeroportuale Piste, runway e taxiway Apron Aerostazione Radioaiuti Luci Aeronautica Impianto Propulsivo Superfici aerodinamiche Impianti di pressurizzazione Avionica Servizi Luci Sistemi ausiliari

Dettagli

REGOLAMENTO DI SCALO. Pagina 1 di 138 Edizione: 3 Revisione: 0 Data: 17/12/2013 AEROPORTO DI GENOVA

REGOLAMENTO DI SCALO. Pagina 1 di 138 Edizione: 3 Revisione: 0 Data: 17/12/2013 AEROPORTO DI GENOVA Pagina 1 di 138 AEROPORTO DI GENOVA Regolamento di scalo Pagina 2 di 138 AEROPORTO DI GENOVA S.p.A. REGOLAMENTO DI SCALO Parte Generale Pagina 3 di 138 INDICE DEGLI ARGOMENTI PARTE GENERALE... 13 A.1 Generalità...

Dettagli

Toscana, Europa. Il People Mover di Pisa

Toscana, Europa. Il People Mover di Pisa 5 febbraio 2013, Auditorium di Palazzo Blu, Lungarno Gambacorti, Pisa Toscana, Europa. Il People Mover di Pisa SAT - Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei - S.p.A Gina Giani, Amministratore Delegato

Dettagli

ENAC CIRCOLARE. SERIE GENERALE Dala 19.12.2014 GEN-02A

ENAC CIRCOLARE. SERIE GENERALE Dala 19.12.2014 GEN-02A ENAC CIRCOLARE SERIE GENERALE Dala 19.12.2014 APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO (CE) N.1107/2006 E QUALITA' DEI SERVIZI EROGATI ALLE PERSONE CON DISABILITA' E A MOBILITA' RIDOTIA NEL TRASPORTO AEREO L'appartenenza

Dettagli

ALLACCIATE LE CINTURE DI SICUREZZA SI PARTE! News dall aeroporto

ALLACCIATE LE CINTURE DI SICUREZZA SI PARTE! News dall aeroporto NEWSLETTER Allegato ad Aeroporto di Genova NEWS ALLACCIATE LE CINTURE DI SICUREZZA SI PARTE! Stretto tra i monti e il mare, come la sua città, il Cristoforo Colombo non poteva che ereditarne pregi e difetti:

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE TRASPORTO AEREO

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE TRASPORTO AEREO Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE TRASPORTO AEREO Regolamentazione provvisoria delle prestazioni indispensabili e delle altre misure

Dettagli

VOLI BRITISH AIRWAYS. 2 /6 Giorno - New York Prima colazione americana e pernottamento in hotel. Tempo libero.

VOLI BRITISH AIRWAYS. 2 /6 Giorno - New York Prima colazione americana e pernottamento in hotel. Tempo libero. VOLI BRITISH AIRWAYS PROGRAMMA: 1 Giorno - Roma Fiumicino/Londra/New York Ritrovo dei partecipanti direttamente in aeroporto. Distribuzione dei documenti di viaggio. Formalità doganali. Imbarco e partenza

Dettagli

Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali

Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali Roma, 28 Giugno2005 Arrivi, partenze, relazioni, Ferrovie e Comuni insieme per la qualità della vita di tutti i cittadini Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali Arch. Norberta Valentino

Dettagli

DECRETO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 24 LUGLIO 1996 N.

DECRETO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 24 LUGLIO 1996 N. DECRETO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 24 LUGLIO 1996 N. 503 Regolamento recante norme per l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici TITOLO I - SCOPI E CAMPO DI

Dettagli

AEROPORTI GARDERMOEN E ARLANDA AEROPORTI E TERRITORIO La tutela e la ricerca della compatibilità e dell equilibrio per gli scali aeroportuali rappresenta un elemento ormai centrale, sia nella progettazione

Dettagli

Capitolo 5 I SERVIZI AEROPORTUALI. 5.1 Le società

Capitolo 5 I SERVIZI AEROPORTUALI. 5.1 Le società Capitolo 5 I SERVIZI AEROPORTUALI 5.1 Le società Il settore aeroportuale italiano è caratterizzato da una forte concentrazione nei due scali principali, di Milano e Roma, che svolgono la funzione di aeroporti

Dettagli

Regolamento recante norme per l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici

Regolamento recante norme per l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici Regolamento recante norme per l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visto l art. 87 della Costituzione; Vista la legge 30

Dettagli

RIUNIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE DEL 30.01.2012 VERBALE N.

RIUNIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE DEL 30.01.2012 VERBALE N. RIUNIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE DEL 30.01.2012 VERBALE N. 1 L'anno duemilaundici il giorno trenta del mese di gennaio presso la propria sede si è riunito il Consiglio della Camera di Commercio, Industria,

Dettagli

Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A

Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE E RELATIVE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE RIGUARDANTI L ATTIVITÀ : SERVIZIO DI PULIZIA DELLE INFRASTRUTTURE/AREE

Dettagli

Atto di indirizzo per la definizione del Piano Nazionale per lo Sviluppo Aeroportuale Roma, 29 gennaio 2013

Atto di indirizzo per la definizione del Piano Nazionale per lo Sviluppo Aeroportuale Roma, 29 gennaio 2013 Atto di indirizzo per la definizione del Piano Nazionale per lo Sviluppo Aeroportuale Roma, 29 gennaio 2013 1 Perché un atto di indirizzo? Per la prima volta, dopo 26 anni, si intende proporre un riordino

Dettagli

PROGETTO SYNTHESIS SICUREZZA DELLE AREE PORTUALI ED INTERPORTUALI (JESI - 7 NOVEMBRE 2012)

PROGETTO SYNTHESIS SICUREZZA DELLE AREE PORTUALI ED INTERPORTUALI (JESI - 7 NOVEMBRE 2012) PROGETTO SYNTHESIS SICUREZZA DELLE AREE PORTUALI ED INTERPORTUALI (JESI - 7 NOVEMBRE 2012) ATTUAZIONE DELLE MISURE DI SECURITY NEL PORTO DI ANCONA La misure di security intese come le attività preventive

Dettagli

AEROPORTO VERONA VILLAFRANCA REGOLAMENTO DI SCALO - REV. 0.0

AEROPORTO VERONA VILLAFRANCA REGOLAMENTO DI SCALO - REV. 0.0 INDICE 1. INTRODUZIONE... 6 1.1. COMPOSIZIONE DEL DOCUMENTO... 6 1.2. REGISTRAZIONE AGGIORNAMENTI... 6 1.3. CONTENUTI DEL REGOLAMENTO DI SCALO... 6 1.4. EMISSIONE E AGGIORNAMENTO... 6 1.5. MODALITÀ DI

Dettagli

I Convegno OSN Centro Alti Studi per la Difesa, Roma 25 Ottobre 2005. I Confini, le Città, le Infrastrutture Critiche

I Convegno OSN Centro Alti Studi per la Difesa, Roma 25 Ottobre 2005. I Confini, le Città, le Infrastrutture Critiche I Convegno OSN Centro Alti Studi per la Difesa, Roma 25 Ottobre 2005 I Confini, le Città, le Infrastrutture Critiche Aeroporti luogo di frontiera: una priorità e una preccupazione collettiva Ing.. Galileo

Dettagli

NUOVI TERMINAL PER MIAMI

NUOVI TERMINAL PER MIAMI NUOVI TERMINAL PER MIAMI La continua crescita del mercato dei viaggi su navi da crociera impone da alcuni anni alla sua capitale indiscussa, il porto di Miami, un continuo adeguamento delle sue strutture,

Dettagli

IL TRASPORTO AEREO IN ITALIA

IL TRASPORTO AEREO IN ITALIA 26 novembre 2014 Anno 2013 IL TRASPORTO AEREO IN ITALIA Nel 2013 il traffico aereo da e verso gli scali nazionali ha segnato, rispetto all anno precedente, una significativa flessione: i movimenti di aeromobili

Dettagli

Storia delle Revisioni Ver Data Modifiche

Storia delle Revisioni Ver Data Modifiche Pag. 2 di 108 Storia delle Revisioni Ver Data Modifiche 01 25/07/07 Versione basica 02 18/11/09 Inserite, in Parte Prima, sottoparagrafo 1.4.2 Operazioni di sbarco/imbarco passeggeri, regole per modalità

Dettagli

MASTER PLAN 2014-2029 AEROPORTO DI FIRENZE A. VESPUCCI

MASTER PLAN 2014-2029 AEROPORTO DI FIRENZE A. VESPUCCI MASTER PLAN 2014-2029 AEROPORTO DI FIRENZE A. VESPUCCI FIRENZE PALAZZO VECCHIO 6 NOVEMBRE 2014 OBIETTIVI E ASSUNTI DEL NUOVO MASTER PLAN IL NUOVO MASTER PLAN 2014-2029 Il Nuovo Master Plan si pone l obiettivo

Dettagli

L AEROPORTO INTERNAZIONALE DI ZURIGO-KLOTEN

L AEROPORTO INTERNAZIONALE DI ZURIGO-KLOTEN INTEGRAZIONE AEROPORTO ZURIGO L AEROPORTO INTERNAZIONALE DI ZURIGO-KLOTEN Lo scalo svizzero è un esempio di integrazione delle funzioni modali e accessorie, tra loro e con la città, ma anche di ruolo urbano

Dettagli

Indagine qualita percepita

Indagine qualita percepita Sistema di Gestione per la Qualità - Ospedale M. G. Vannini Report sulla qualità percepita OSPEDALE M. G. VANNINI Direttore Sanitario Dott.ssa Maura Moreschini Sistema qualità certificato UNI EN ISO 9001:2008

Dettagli

Procedura accesso, circolazione, sosta mezzi ed attrezzature in air side Aeroporto di Crotone

Procedura accesso, circolazione, sosta mezzi ed attrezzature in air side Aeroporto di Crotone Procedura accesso, circolazione, sosta mezzi ed attrezzature in air side Aeroporto di Crotone 1. Descrizione e scopo La presente procedura disciplina le modalità di accesso, circolazione e sosta di mezzi

Dettagli

GLI EFFETTI SOCIOECONOMICI DELL AEROPORTO CANOVA

GLI EFFETTI SOCIOECONOMICI DELL AEROPORTO CANOVA 1 GLI EFFETTI SOCIOECONOMICI DELL AEROPORTO CANOVA Analisi degli impatti diretti, indiretti e indotti di una struttura aeroportuale sul territorio di insediamento REPORT DI SINTESI Responsabile scientifico

Dettagli

INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI CORSO DI STRADE, FERROVIE ED AEROPORTI A. A. 2007-08

INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI CORSO DI STRADE, FERROVIE ED AEROPORTI A. A. 2007-08 INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI CORSO DI STRADE, FERROVIE ED AEROPORTI A. A. 2007-08 Prof. Giovanni Leonardi, 2007 1 Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale importanza in quanto nodo

Dettagli

SOMMARIO: Questo documento è di proprietà dell International Beach Hotel che se ne riserva tutti i diritti di legge

SOMMARIO: Questo documento è di proprietà dell International Beach Hotel che se ne riserva tutti i diritti di legge CARTA DEI SERVIZI SOMMARIO: 1. La Carta dei Servizi Turistici e della Ricettività...2 2. Impegno della Direzione... 2 3. Accoglienza...2 4. Modalità di prenotazione...4 5. La privacy e la sicurezza informatica...

Dettagli

VADEMECUM PER L ENTE GESTORE

VADEMECUM PER L ENTE GESTORE VADEMECUM PER L ENTE GESTORE Questo vademecum si rivolge agli enti gestori del trasporto pubblico e fornisce loro alcune indicazioni per migliorare il servizio offerto al passeggero disabile. TRASPORTO

Dettagli

Atlante degli aeroporti italiani - One Works, KPMG, Nomisma. 1094 L area Sardegna (SA)

Atlante degli aeroporti italiani - One Works, KPMG, Nomisma. 1094 L area Sardegna (SA) 1094 L area Sardegna (SA) Atlante degli aeroporti italiani - One Works, KPMG, Nomisma 7 - L AREA SARDEGNA (SA) One Works, KPMG, Nomisma - Atlante degli aeroporti italiani L area Sardegna (SA) 1095 7.1

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE Gli indicatori delle modalità di arrivo a Firenze: i bus turistici e il traffico aereo Tra le numerose modalità di arrivo a Firenze si evidenziano quelle più rappresentative dell andamento turistico nonché

Dettagli

CIRCOLARE. SERIE GENERALE Data: 09/10/2013 GEN-XX PIANO NAZIONALE ENAC PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE CONCERNENTI L INCIDENTE AEREO BOZZA

CIRCOLARE. SERIE GENERALE Data: 09/10/2013 GEN-XX PIANO NAZIONALE ENAC PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE CONCERNENTI L INCIDENTE AEREO BOZZA CIRCOLARE SERIE GENERALE Data: 09/10/2013 PIANO NAZIONALE ENAC PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE CONCERNENTI L INCIDENTE AEREO BOZZA Le Circolari contengono interpretazioni e metodi accettabili di conformità

Dettagli