MICS CASI COMPLICATI. Dr. S. Santoro. ASL BARI P. O. Putignano - Gioia Del Colle - Noci S. C. di Oculistica Direttore : Dr.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MICS CASI COMPLICATI. Dr. S. Santoro. ASL BARI P. O. Putignano - Gioia Del Colle - Noci S. C. di Oculistica Direttore : Dr."

Transcript

1 MICS CASI COMPLICATI Dr. S. Santoro ASL BARI P. O. Putignano - Gioia Del Colle - Noci S. C. di Oculistica Direttore : Dr. Severino Santoro

2 La migliore fluidica intraoperatoria, consentita da apparecchiature di ultima generazione e la maggiore stabilità della camera anteriore per le incisioni di 2 mm o meno, hanno reso più agevole l approccio ad alcune procedure chirurgiche precedentemente di più complessa esecuzione.

3 Le più recenti apparecchiature faco per la MICS sono solitamente dotate di pompa venturi, che consente di mantenere un vuoto pressoché costante durante le fasi di occlusione e disocclusione. Durante tali fasi si verifica solo una modesta variazione del flusso. Si evita pertanto il fenomeno del surge che invece si verifica con le pompe peristaltiche nel momento della disocclusione. Lo Stellaris è dotato di una particolare pompa rotante detta rotary vane che consente, grazie ad un meccanismo a pale rotanti, un isteresi ridottissima: cioè un rapido adattamento del vuoto che può essere anche molto elevato senza che si verifichi un proporzionale aumento del flusso.

4 Questo e reso possibile oltre che dalla rapidità di risposta della pompa, anche da un ridotto diametro interno della punta faco, da un filtro a pori nei tubi di aspirazione (stable chamber), che ne impedisce l intasamento, e da un ridotto diametro del tubo di aspirazione. Tutto ciò si traduce in aumento di stabilità della CA.

5 Nella facoemulsificazione con microincisione, biassiale o coassiale è necessario, specie se si utilizza una pompa venturi, aumentare il vuoto e ridurre gli ultrasuoni fino al 10%, riducendo di conseguenza, a parità di capacità di emulsificazione, la forza che si oppone all attrazione delle masse. Con lo Stellaris l uso di ultrasuoni a bassa frequenza (28 Khz) e a bassa potenza (max 10-20%) e la distanza fra irrigazione e punta del faco, facilitano la follow ability. L elevato vuoto con flusso pressoché costante consente la cattura del nucleo per una efficace tecnica chop, aumentando la holding ability.

6 PARTICOLARI APPLICAZIONI NELLE QUALI LA MICS PRESENTA NOTEVOLI VANTAGGI Chirurgia combinata: Cataratta e glaucoma (trabeculectomia, sclerectomia profonda, viscocanalostomia, canaloplastica, ecc.. Cataratta e vitrectomia (sia con 20 G che con G transcongiuntivale) MICS ed uveiti; MICS ed IFIS.

7 Cataratta e glaucoma La MICS riducendo il tempo di ultrasuoni e migliorando il controllo chirurgico porta ad una riduzione del trauma operatorio. Tutto questo significa riduzione del tasso di complicanze e del danno endoteliale. La riduzione della percentuale totale di complicanze risulta ancora più evidente quando si associa la MICS a tecniche non perforanti del glaucoma come la sclerectomia profonda, la viscocanalostomia e la canaloplastica, nelle quali è minore il rischio di ipoema, distacco di coroide ed atalamia postoperatoria.

8 MICS E VITRECTOMIA Possibili candidati sono pazienti affetti da cataratta e pucker maculare, emorragia vitreale, foro maculare. Preferibile l anestesia locale o peribulbare. L utilizzo della MICS e con i vantaggi di un apparecchiatura idonea (notevole stabilita della CA, migliore fluidica, minore durata dell intervento ) consentono di minimizzare il danno endoteliale e permettono una buona visualizzazione delle strutture posteriori durante la vitrectomia. L approccio alla chirurgia della cataratta attraverso un tunnel di mm consente soprattutto la stabilità della camera anteriore in corso di vitrectomia e riduce il rischio di endoftalmite nel decorso postoperatorio. Con l accesso alla camera vitrea attraverso i sistemi 23 e 25 G si riduce notevolmente la flogosi postoperatoria legata alle suture e si accelera il recupero funzionale. La possibilità di risolvere in una sola seduta operatoria ed in day surgery due distinti interventi consente non solo di ridurre i costi, ma anche di limitare il disconfort per il paziente.

9 MICS ED UVEITI La possibilita di aumentare il vuoto mantenendo costante il flusso consente l eccezionale stabilità della camera anteriore in corso di MICS. La tecnica bimanuale inoltre, permette di portare l irrigazione al di sopra del piano irideo e di allontanare l iride dalle incisioni, riducendo così il rischio di prolasso irideo. In tal modo si possono affrontare più agevolmente casi complicati con pupilla stretta ed iride atrofica, come negli esiti delle uveiti croniche

10 MICS ED IFIS Con la notevole riduzione del deflusso dall incisione si evita la fastidiosa IFIS (Sindrome dell Incarceramento Intraoperatorio dell Iride Flaccida). Questa sindrome si osserva più frequentemente per l aumento del numero di pazienti affetti da patologie prostatiche in relazione all aumento dell età media.

11 Conclusioni La spinta a ridurre il taglio chirurgico nell intervento di cataratta, ricercata per diversi motivi, può trovare un razionale tecnico clinico nelle patologie combinate, dove si vuole minimizzare il trauma chirurgico corneale per la facoemulsificazione per meglio approcciare l altra patologia; molto utile si è anche dimostrata in quei casi dove la patologia iridea condiziona notevolmente la gestione dell intervento.

IL CRISTALLINO SUBLUSSATO U.O. DI OCULISTICA

IL CRISTALLINO SUBLUSSATO U.O. DI OCULISTICA IL CRISTALLINO SUBLUSSATO S.SANTORO C. SANNACE N. LAVERMICOOCCA U.O. DI OCULISTICA OSPEDALE S. MARIA DEGLI ANGELI PUTIGNANO A.U.S.L. BA/5 XXXVII CONVEGNO S.O.M. MATERA 13-14 14 GIUGNO 2003 La diagnosi

Dettagli

Curriculum Vitae di LUIGI DAVI

Curriculum Vitae di LUIGI DAVI Curriculum Vitae di LUIGI DAVI DATI PERSONALI nato il 30-01-1959 Profilo breve Laurea in Medicina e Chirurgia: Verona, 1985 Specialità in Oftalmologia: Milano, 1989 Dirigente medico presso Unità Operativa

Dettagli

MODULO 8 Lezione 4 CATARATTA SECONDARIA AD UVEITE CASI CLINICI. 1. Cataratta secondaria ad uveite di Fuchs

MODULO 8 Lezione 4 CATARATTA SECONDARIA AD UVEITE CASI CLINICI. 1. Cataratta secondaria ad uveite di Fuchs MODULO 8 Lezione 4 CATARATTA SECONDARIA AD UVEITE CASI CLINICI 1. Cataratta secondaria ad uveite di Fuchs 2. 1. Cataratta secondaria ad uveite di Fuchs 1 Caso clinico n. 1 - Cataratta secondaria ad uveite

Dettagli

CAPITOLATO DI GIUDIZIO TECNICO

CAPITOLATO DI GIUDIZIO TECNICO Microbisturi e taglienti per oftalmologia Dal lotto n. 1 al lotto n. 7 Funzionalità e sicurezza in rapporto alla destinazione d'uso Caratteristiche, forme e dimensioni del dispositivo, qualità di taglio

Dettagli

L intervento di cataratta nel paziente ipermetrope

L intervento di cataratta nel paziente ipermetrope Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Chirurgia e Medicina Traslazionale Clinica Oculistica Prof. Ugo Menchini L intervento di cataratta nel paziente ipermetrope Dr.ssa Eleonora Favuzza Dr.ssa

Dettagli

Componenti del sistema

Componenti del sistema Relazione tecnica VERSAJET Hydrosurgery System è un sistema idrochirurgico per il taglio, l ablazione e la rimozione del tessuto danneggiato o necrotico dalle lesioni cutanee e per la rimozione di materiale

Dettagli

LA LENTE ACCOMODATIVA 1CU NOSTRE ESPERIENZE

LA LENTE ACCOMODATIVA 1CU NOSTRE ESPERIENZE LA LENTE ACCOMODATIVA 1CU NOSTRE ESPERIENZE Santoro S. Cascella M. Lavermicocca N. Sannace C. U.O. di Oculistica Ospedale S. Maria degli Angeli Putignano (Ba) A.S.L. BA/5 SCOPO DELLO STUDIO RETROSPETTIVO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. I Sistemi richiesti ed offerti dalle Aziende concorrenti, dovranno essere nuovi di fabbrica.

CAPITOLATO SPECIALE. I Sistemi richiesti ed offerti dalle Aziende concorrenti, dovranno essere nuovi di fabbrica. CAPITOLATO SPECIALE Fornitura a Noleggio di Apparecchiature e Set per interventi di Facoemulsificazione e Vitrectomia occorrenti alle Strutture Complesse di Oftalmologia dell Azienda Socio Sanitaria Territoriale

Dettagli

Patologie oculari: dalla diagnosi al trattamento

Patologie oculari: dalla diagnosi al trattamento Patologie oculari: dalla diagnosi al trattamento Responsabile Scientifico e Presidente del corso Prof. Carlo Maria Villani Organizzatore Dr. Andrea Cacciamani CREDITI ECM 1 Modulo 14 Febbraio 2017 CORNEA

Dettagli

PATOLOGIA MEDICA DEL SEGMENTO ANTERIORE CARPI 26 GENNAIO 2008

PATOLOGIA MEDICA DEL SEGMENTO ANTERIORE CARPI 26 GENNAIO 2008 CATARATTA E GLAUCOMA DOTT. PAOLO BERNARDI BOLZANO PATOLOGIA MEDICA DEL SEGMENTO ANTERIORE CARPI 26 GENNAIO 2008 n n n L ASSOCIAZIONE FRA GLAUCOMA E CATARATTA VIENE RISCONTRATA SEMPRE PIU FREQUENTEMENTE

Dettagli

ETEROCROMIA DI FUCHS

ETEROCROMIA DI FUCHS ETEROCROMIA DI FUCHS COS E La sindrome di Fuchs, o ciclite eterocromica di Fuchs è un uveite anteriore cronica, non granulomatosa ad esordio insidioso. L eterocromia (differenza di colore dell iride) può

Dettagli

NOVITA IN MICROCHIRURGIA OCULISTICA

NOVITA IN MICROCHIRURGIA OCULISTICA NOVITA IN MICROCHIRURGIA OCULISTICA Negli ultimi anni tutti i vari settori della chirurgia hanno cercato di affinare le tecniche sempre meno traumatizzanti per il paziente, con un migliore decorso post-operatorio

Dettagli

Curriculum Vitae di ROBERTO FOZZER

Curriculum Vitae di ROBERTO FOZZER Curriculum Vitae di ROBERTO FOZZER DATI PERSONALI nato a TRENTO il 01-09-1955 Profilo breve incarico dirigenziale di struttura semplice - ex modulo - dal 01/10/1994; dal 31/12/2013 al 30/11/2014 incarico

Dettagli

Giuseppe Romano Data di nascita 09/11/1962 Qualifica Dirigente Medico Oculista Amministrazione Az. San. Prov. COSENZA

Giuseppe Romano Data di nascita 09/11/1962 Qualifica Dirigente Medico Oculista Amministrazione Az. San. Prov. COSENZA C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Giuseppe Romano Data di nascita 09/11/1962 Qualifica Dirigente Medico Oculista Amministrazione Az. San. Prov. COSENZA Responsabile Servizio Diagnosi

Dettagli

NOTE INFORMATIVE sull INTERVENTO di CATARATTA. BIANCO COME L ACQUA CHE CADE GIU, come l acqua

NOTE INFORMATIVE sull INTERVENTO di CATARATTA. BIANCO COME L ACQUA CHE CADE GIU, come l acqua STUDIO OFTALMOLOGICO Dr Giovanni Bolzoni Medico Chirurgo - Specialista Oculista NOTE INFORMATIVE sull INTERVENTO di CATARATTA BIANCO COME L ACQUA CHE CADE GIU, come l acqua spumeggiante delle cascate,così

Dettagli

Gestione POST-CHIRURGICA nel paziente diabetico operato di cataratta

Gestione POST-CHIRURGICA nel paziente diabetico operato di cataratta Gestione POST-CHIRURGICA nel paziente diabetico operato di cataratta G. Addabbo ASL TA P.O. CENTRALE Stabilimento San G. Moscati Struttura Complessa di Oftalmologia La gestione post-operatoria nel paziente

Dettagli

ELENCO LOTTI E SPECIFICHE TECNICHE

ELENCO LOTTI E SPECIFICHE TECNICHE Allegato A al Capitolato Speciale ELENCO LOTTI E SPECIFICHE TECNICHE DISPOSITIVI OFTALMICI VISCOCHIRURGICI (Lotti nn 1, 2, 3, 4, 5, 6 e 7) Caratteristiche indispensabili dei Dispositivi Oftalmici Viscochirurgici.

Dettagli

ADVANCED VITREORETINAL TECHNOLOGY CATANIA, 8 MAGGIO 2009 Dr. Lupo : PUCKER MACULARE Perché, quando, come operare

ADVANCED VITREORETINAL TECHNOLOGY CATANIA, 8 MAGGIO 2009 Dr. Lupo : PUCKER MACULARE Perché, quando, come operare CATANIA, 8 MAGGIO 2009 Dr. Lupo : PUCKER MACULARE Perché, quando, come operare Il PUCKER MACULARE E una membrana epiretinica maculare,che provoca come dice il termine stesso un raggrinzimento della retina.

Dettagli

L oculista è disposto a rispondere a qualsiasi altro quesito che Lei vorrà porgli.

L oculista è disposto a rispondere a qualsiasi altro quesito che Lei vorrà porgli. L'intervento ha lo scopo di restaurare la funzione visiva alterata dalla ridotta trasparenza o dalla alterata forma corneale, migliorare l acuità visiva ridotta quando essa non sia più correggibile con

Dettagli

Dr. Umberto Benelli U.O. Oculistica Universitaria - Pisa Direttore: Prof. Marco Nardi

Dr. Umberto Benelli U.O. Oculistica Universitaria - Pisa Direttore: Prof. Marco Nardi Glaucoma Dr. Umberto Benelli U.O. Oculistica Universitaria - Pisa Direttore: Prof. Marco Nardi Cosa è il Glaucoma? Gruppo di malattie in cui la pressione intraoculare è sufficientemente elevata da causare

Dettagli

L essenza della Perfezione

L essenza della Perfezione L essenza della Perfezione L essenza «Perfezione ed eleganza, rapidità e precisione: un sistema chirurgico globale per la chirurgia oftalmica avanzata. Ogni funzione è eccezio nale, le opzioni di comando

Dettagli

(da rilasciare in copia al paziente al momento del colloquio)

(da rilasciare in copia al paziente al momento del colloquio) diagnosi o sospetto diagnostico (al momento della proposta dell intervento):.. possibili varianti nell esecuzione: L intervento viene effettuato in sala operatoria con l'ausilio di un microscopio operatorio.

Dettagli

Lussazione di frammenti nucleari del cristallino o del cristallino in toto in camera vitrea

Lussazione di frammenti nucleari del cristallino o del cristallino in toto in camera vitrea SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER LUSSAZIONE IN CAMERA VITREA DI FRAMMENTI NUCLEARI DEL CRISTALLINO/IOL Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una patologia oculare determinata da: ٱ lussazione

Dettagli

Puntura evacuativa: quando dove e come

Puntura evacuativa: quando dove e come Puntura evacuativa: quando dove e come Santoro S. Cascella M. Lavermicocca N. Santoro R. U.O. di Oculistica Ospedale S. Maria degli Angeli Putignano (Ba) A.S.L. BA/5 Breve storia della chirurgia del distacco

Dettagli

PAOLO BERNARDI. Reparto oculistica Ospedale di Bolzano - Via Lorenz Boehler

PAOLO BERNARDI. Reparto oculistica Ospedale di Bolzano - Via Lorenz Boehler INFORMAZIONI PERSONALI PAOLO BERNARDI Reparto oculistica Ospedale di Bolzano - Via Lorenz Boehler 5 0471908605 paolo.bernardi@sabes.it Il dott. Paolo Bernardi, nato nel 1957, ha superato l esame di Laurea

Dettagli

VENERDI' 21 NOVEMBRE - 94 CONGRESSO NAZIONALE SOI - EVENTI ACCREDITATI ECM TIPOLOGIA ACCREDITAMENTO

VENERDI' 21 NOVEMBRE - 94 CONGRESSO NAZIONALE SOI - EVENTI ACCREDITATI ECM TIPOLOGIA ACCREDITAMENTO VENERDI' 21 NOVEMBRE - 9 CONGRESSO NAZIONALE SOI - EVENTI ACCREDITATI ECM EVENTO DATA N. TITOLO ORARIO SALA N. CRED. 9 CONGRESSO NAZIONALE SOI - CONTATTOLOGIA MEDICA: CIÒ CHE È NECESSARIO SAPERE OGGI SULLE

Dettagli

FORNITURA DI INCLUSIVE SERVICE PER L ESECUZIONE DI INTERVENTI DI CATARATTA E VITRECTOMIA

FORNITURA DI INCLUSIVE SERVICE PER L ESECUZIONE DI INTERVENTI DI CATARATTA E VITRECTOMIA FORNITURA DI INCLUSIVE SERVICE PER L ESECUZIONE DI INTERVENTI DI CATARATTA E VITRECTOMIA " ALLEGATO 1" al Capitolato L'offerente si atterrà nella compilazione del questionario alle seguenti indicazioni:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Viscione Mario Data di nascita 15/04/1952. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5)

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Viscione Mario Data di nascita 15/04/1952. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) INFORMAZIONI PERSONALI Nome Viscione Mario Data di nascita 15/04/1952 Qualifica Dirigente Medico Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente

Dettagli

Stefano Miglior. La terapia del glaucoma ad angolo aperto - G. Cronico SMI

Stefano Miglior. La terapia del glaucoma ad angolo aperto - G. Cronico SMI Stefano Miglior La terapia del glaucoma ad angolo aperto - G. Cronico Concetti fondamentali il glaucoma e una malattia trattabile obiettivo del trattamento e mantenere una adeguata qualita di vita legata

Dettagli

Brings Light to the World

Brings Light to the World OS3 CataRhex Brings Light to the World faros 4 Mantenere la luce degli occhi e ridarla è il nobile compito della chirurgia oftalmica. È quello che aspettano milioni di persone con limitazioni visive.

Dettagli

Perforatio bulbi involontaria in chirurgia strabologica. (S. Campanella,Milano) Bosisio Parini 15.03.2014

Perforatio bulbi involontaria in chirurgia strabologica. (S. Campanella,Milano) Bosisio Parini 15.03.2014 Perforatio bulbi involontaria in chirurgia strabologica (S. Campanella,Milano) Bosisio Parini 15.03.2014 Caso clinico Paziente adulto pseudofachico, miope elevato, operato di distacco retinico nell'occhio

Dettagli

METODO DELPHI APPLICATO ALLA CATARATTA IN ETA PEDIATRICA

METODO DELPHI APPLICATO ALLA CATARATTA IN ETA PEDIATRICA METODO DELPHI APPLICATO ALLA CATARATTA IN ETA PEDIATRICA Marika Dello Strologo Elisabetta Santangelo Metodo Delphi La tecnica Delphi è un metodo ampiamente accettato ed utilizzato per raggiungere il consenso

Dettagli

1st Inject P2.2 sistema monouso di iniezione per impianto di lente intraoculare idrofilia pieghevole 1stQ precaricata.

1st Inject P2.2 sistema monouso di iniezione per impianto di lente intraoculare idrofilia pieghevole 1stQ precaricata. ISTRUZIONI PER L USO 1st Inject P2.2 sistema monouso di iniezione per impianto di lente intraoculare idrofilia pieghevole 1stQ precaricata. Le informazioni per l uso sono anche disponibili elettronicamente

Dettagli

La sua patologia visiva si chiama. Il trattamento che le viene proposto è. Il responsabile del trattamento chirurgico è

La sua patologia visiva si chiama. Il trattamento che le viene proposto è. Il responsabile del trattamento chirurgico è SCHEDA I FORMATIVA I TERVE TO D I T R A PIA TO DI E DOTELIO (EK) Autore: Prof. Vincenzo Sarnicola Approvato dalla Società Oftalmologica Italiana settembre 2010 Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una

Dettagli

Tonaca esterna (fibrosa) formata dalla sclera che al limbus diventa trasparente e costituisce la cornea

Tonaca esterna (fibrosa) formata dalla sclera che al limbus diventa trasparente e costituisce la cornea Tonaca esterna (fibrosa) formata dalla sclera che al limbus diventa trasparente e costituisce la cornea Tonaca media (vascolare) detta anche uvea formata dalla coroide, dall iride col forame pupillare

Dettagli

LINEA CHIRURGIA GENERALE

LINEA CHIRURGIA GENERALE DRENAGGI E SERBATOI IN SILICONE FORTUNE MEDICAL INSTRUMENT CORP. LINEA CHIRURGIA GENERALE LINEA CHIRURGIA GENERALE UNI DRAIN TM Nuovo sistema di drenaggio monolume provvisto di sei rinforzi asimmetrici

Dettagli

MODULO 3 Lezione 4 CASI CLINICI SULLE PATOLOGIE DELL INTERFACCIA VITREORETINICA

MODULO 3 Lezione 4 CASI CLINICI SULLE PATOLOGIE DELL INTERFACCIA VITREORETINICA MODULO 3 Lezione 4 CASI CLINICI SULLE PATOLOGIE DELL INTERFACCIA VITREORETINICA Matteo Cereda, Ferdinando Bottoni Clinica Oculistica Ospedale Sacco Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche Luigi Sacco

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n del 25 giugno 2012

ALLEGATOB alla Dgr n del 25 giugno 2012 Allegato B Dgr n. del pag. 1 /5 ALLEGATOB alla Dgr n. 1178 del 25 giugno 2012 giunta regionale 9^ legislatura Elenco delle prestazioni che possono essere effettuate nelle strutture extraospedaliere di

Dettagli

Nome Documento: SCHEDA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE SULL INTERVENTO DI CATARATTA

Nome Documento: SCHEDA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE SULL INTERVENTO DI CATARATTA File di Archivio:. Scheda Informativa (Testo proposto dalla SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA) Gentile Signora/Signore, SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA Approvata dalla Società Oftalmologica Italiana

Dettagli

MODULO 4 Lezione 4 Casi clinici di retina medica dalla pratica clinica quotidiana PATOLOGIE DELL INTERFACCIA VITREO-RETINICA casi clinici n.

MODULO 4 Lezione 4 Casi clinici di retina medica dalla pratica clinica quotidiana PATOLOGIE DELL INTERFACCIA VITREO-RETINICA casi clinici n. MODULO 4 Lezione 4 Casi clinici di retina medica dalla pratica clinica quotidiana PATOLOGIE DELL INTERFACCIA VITREO-RETINICA casi clinici n. 1-5 Dott. Matteo Cereda, Dott. Ferdinando Bottoni Clinica Oculistica,

Dettagli

V Congresso Nazionale OPI

V Congresso Nazionale OPI V Congresso Nazionale OPI Patologie dell interfaccia vitreoretinica: diagnosi, fisiopatologia e migliori opzioni di trattamento Rottura iatrogena da peeling maculare Federico Toni Giuseppe Pignalosa Humanitas

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO D I CHERATO PLASTICA PE R FO RANTE

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO D I CHERATO PLASTICA PE R FO RANTE SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO D I CHERATO PLASTICA PE R FO RANTE ( O T RAPIANTO DI CO RNEA) Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una delle seguenti patologie corneali: cheratocono, distrofia corneale

Dettagli

Chirurgia robotica all Azienda Ospedaliera Marche Nord

Chirurgia robotica all Azienda Ospedaliera Marche Nord Chirurgia robotica all Azienda Ospedaliera Marche Nord PRESENTATO IL SISTEMA ROBOTIZZATO DA VINCI : IL VIDEO Pesaro La sanità marchigiana si dota di chirurgia robotica all avanguardia e diviene punto di

Dettagli

Il glaucoma pseudoesfoliativo

Il glaucoma pseudoesfoliativo Stefano Miglior Il glaucoma pseudoesfoliativo Che cos e? e un glaucoma ad angolo aperto che si sviluppa in occhi affetti da sindrome da pseudoesfoliatio capsulae e caratterizzato dalla specifica tendenza

Dettagli

Il Centro Ambrosiano Oftalmico

Il Centro Ambrosiano Oftalmico Il Centro Ambrosiano Oftalmico Il Centro Ambrosiano Oftalmico (CAMO Spa) è una innovativa clinica fondata nel 1983 dal Dott. Lucio Buratto. CAMO offre al paziente una struttura altamente specializzata

Dettagli

MODULO 2 Lezione 13 VITRECTOMIA TERAPEUTICA. Pia Allegri Responsabile S.S.Uveiti, S.C. Oculistica ASL 4 Chiavarese, Ospedale di Rapallo, Genova

MODULO 2 Lezione 13 VITRECTOMIA TERAPEUTICA. Pia Allegri Responsabile S.S.Uveiti, S.C. Oculistica ASL 4 Chiavarese, Ospedale di Rapallo, Genova MODULO 2 Lezione 13 VITRECTOMIA TERAPEUTICA Pia Allegri Responsabile S.S.Uveiti, S.C. Oculistica ASL 4 Chiavarese, Ospedale di Rapallo, Genova Argomenti della Lezione n. 13 1. Obiettivi 2. Finalità 3.

Dettagli

LA CATARATTA CATARATTA BIANCA TOTALE

LA CATARATTA CATARATTA BIANCA TOTALE LA CATARATTA La cataratta consiste in una perdita di trasparenza, parziale o totale, del cristallino, cioè di una lente del nostro occhio fondamentale per la focalizzazione dell immagine. CATARATTA BIANCA

Dettagli

TRANSCONJUNCTIVAL NONVITRECTOMIZING VITREOUS SURGERY VERSUS 25-GAUGE VITRECTOMY IN PATIENTS WITH ERM A Prospective Randomized Study

TRANSCONJUNCTIVAL NONVITRECTOMIZING VITREOUS SURGERY VERSUS 25-GAUGE VITRECTOMY IN PATIENTS WITH ERM A Prospective Randomized Study TRANSCONJUNCTIVAL NONVITRECTOMIZING VITREOUS SURGERY VERSUS 25-GAUGE VITRECTOMY IN PATIENTS WITH ERM A Prospective Randomized Study Reibaldi M. Toro M. Dipartimento di Specialità Medico-Chirurgiche Sezione

Dettagli

ESSERE OPERATI DI VITRECTOMIA

ESSERE OPERATI DI VITRECTOMIA DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI DI VITRECTOMIA OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo ha

Dettagli

La rivoluzione dell'oculistica. 11 Novembre Auditorium, CTO Largo Palagi, Firenze

La rivoluzione dell'oculistica. 11 Novembre Auditorium, CTO Largo Palagi, Firenze La rivoluzione dell'oculistica 11 Novembre 2014 - Auditorium, CTO Largo Palagi, Firenze La Direzione Aziendale ha programmato per il biennio 2014-2015 (bilancio di previsione 2014) il potenziamento delle

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CHERATOPLASTICA PERFORANTE (O TRAPIANTO DI CORNEA) La sua patologia visiva si chiama

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CHERATOPLASTICA PERFORANTE (O TRAPIANTO DI CORNEA) La sua patologia visiva si chiama SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CHERATOPLASTICA PERFORANTE (O TRAPIANTO DI CORNEA) Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una delle seguenti patologie corneali: cheratocono, distrofia corneale superficiale,

Dettagli

Stefano Miglior. Il glaucoma neovascolare SMI

Stefano Miglior. Il glaucoma neovascolare SMI Stefano Miglior Il glaucoma neovascolare Glaucoma Neovascolare e un glaucoma secondario ad angolo chiuso Inizialmente una membrana fibrovascolare si sviluppa davanti al trabecolato a tal punto l angolo

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA. Primo Aggiornamento Novembre 2014 Secondo Aggiornamento Novembre 2015 Terzo Aggiornamento Ottobre 2016

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA. Primo Aggiornamento Novembre 2014 Secondo Aggiornamento Novembre 2015 Terzo Aggiornamento Ottobre 2016 SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA Primo Aggiornamento Novembre 2014 Secondo Aggiornamento Novembre 2015 Terzo Aggiornamento Ottobre 2016 Gentile Sig. Lei soffre di una patologia chiamata cataratta,

Dettagli

Dipartimento Testa Collo Struttura Complessa Oculistica CARTA DEI SERVIZI

Dipartimento Testa Collo Struttura Complessa Oculistica CARTA DEI SERVIZI Dipartimento Testa Collo Struttura Complessa Oculistica CARTA DEI SERVIZI Presentazione La Struttura Complessa Oculistica svolge numerose attività tra queste quella chirurgica, ambulatoriale e in Day Surgery

Dettagli

Le patologie pigmentarie proliferative

Le patologie pigmentarie proliferative Dott. A.Montericcio Presidente Prof. G. Ferreri Vice-Presidente Dott. A. Belluardo Consigliere Prof. S. Cillino Consigliere Dott. V. Gioia Consigliere Dott. A. Rapisarda Consigliere Prof. A. Reibaldi Consigliere

Dettagli

CAPITOLATO DI GIUDIZIO TECNICO - PROTESI OCULISTICHE

CAPITOLATO DI GIUDIZIO TECNICO - PROTESI OCULISTICHE P03 PROTESI OCULISTICHE P0301 P030102 LENTI INTRAOCULARI LENTI PER AFACHICI P030102090101 VOCE N 1 LENTI INTRAOCULARI PIEGHEVOLI MONOPEZZO IN MATERIALE ACRILICO IDROFOBO Punteggio qualità o superiore Bordo

Dettagli

Robusto Bello Unico Per Lei

Robusto Bello Unico Per Lei Breathtaking Robusto Bello Unico Per Lei CataRhex 3 La mission 4 Senza limiti Preservare la vista e restituirla è il nobile compito dell oftalmochirurgia. Milioni di persone se lo aspettano. Per questo

Dettagli

ALLEGATO 2 SCHEMA DETTAGLIO OFFERTA

ALLEGATO 2 SCHEMA DETTAGLIO OFFERTA ALLEGATO 2 SCHEMA DETTAGLIO OFFERTA a) Prezzo unitario scontato offerto per la fornitura dello strumentario chirurgico avente le caratteristiche di cui al Capitolato Tecnico (Allegato 1), al netto di IVA:

Dettagli

Elenco delle prestazioni e tariffe CAMO Spa

Elenco delle prestazioni e tariffe CAMO Spa Elenco delle prestazioni e tariffe CAMO Spa Visite specialistiche VISITA SPECIALISTICA OCULISTICA VISITA DI CONTROLLO POST OPERATORIA 300,00 Visita specialistica completa di indagini strumentali 150,00

Dettagli

LA CATARATTA: CHIRURGIA E LASER QUALI LE TECNICHE MIGLIORI. Torino, 5 marzo 2013. Claudio Panico

LA CATARATTA: CHIRURGIA E LASER QUALI LE TECNICHE MIGLIORI. Torino, 5 marzo 2013. Claudio Panico LA CATARATTA: CHIRURGIA E LASER QUALI LE TECNICHE MIGLIORI Torino, 5 marzo 2013 Claudio Panico Direttore SC Traumatologia e SC Oculistica Generale, ASL TO1 Ospedale Oftalmico di Torino Caterina Bogetto

Dettagli

Lussazione di frammenti nucleari del cristallino o del cristallino in toto in camera vitrea

Lussazione di frammenti nucleari del cristallino o del cristallino in toto in camera vitrea SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER LUSSAZIONE IN CAMERA VITREA DI FRAMMENTI NUCLEARI DEL CRISTALLINO/IOL Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una patologia oculare determinata da: ٱ lussazione

Dettagli

ASSISTENZA PERIOPERATORIA

ASSISTENZA PERIOPERATORIA ASSISTENZA PERIOPERATORIA Fattori che influiscono sull assistenza La malattia e la risposta Intervento chirurgico Aspetti sociali e personali Interventi dei medici e infermieri FATTORE UMANO TIPI DI INTERVENTI

Dettagli

Regolamento Didattico. Scuola di Specializzazione in Oftalmologia

Regolamento Didattico. Scuola di Specializzazione in Oftalmologia Regolamento Didattico Scuola di Specializzazione in Oftalmologia Piano degli studi I anno S.S.D. CFU Scienze Formative BIO/14, BIO/16 5 Medicina Interna MED/09 5 Chirurgia Generale MED/18 28 Patologia

Dettagli

La retinopatia diabetica complica in modo simile i due gruppi

La retinopatia diabetica complica in modo simile i due gruppi E UNA DELLE COMPLICANZE VASCOLARI DEL DIABETE Il Diabete è un anomalia del metabolismo del glucosio dovuta ad alterata produzione dell insulina che si manifesta con una elevata glicemia. 10-15% diabete

Dettagli

Hai mai sensazione di. discomfort oculare dopo. Hai mai sensazione di corpo estraneo?

Hai mai sensazione di. discomfort oculare dopo. Hai mai sensazione di corpo estraneo? Accorgimenti nelle tecniche chirurgiche e nel protocollo terapeutico per ridurre l incidenza della Sindrome da discomfort oculare post intervento di cataratta Alessandro Franchini, Lorenzo Beni, Andrea

Dettagli

Informazioni per il paziente candidato ad intervento di cataratta POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO.

Informazioni per il paziente candidato ad intervento di cataratta POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO. Informazioni per il paziente candidato ad intervento di cataratta POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO INFORMAZIONI PREOPERATORIE PER L INTERVENTO DI CATARATTA Introduzione Gentile Signora, gentile

Dettagli

LA CATARATTA. Cos è la cataratta. L età di insorgenza della cataratta è in diminuzione. La decisione di operare. L anestesia. La tecnica chirurgica

LA CATARATTA. Cos è la cataratta. L età di insorgenza della cataratta è in diminuzione. La decisione di operare. L anestesia. La tecnica chirurgica LA CATARATTA La decisione di operare L anestesia La tecnica chirurgica L intervento con Laser a Femtosecondi Cristallini artificiali PREMIUM Complicanze ed effetti collaterali L intervento di cataratta

Dettagli

Principali patologie oculari

Principali patologie oculari Principali patologie oculari Dr. Umberto Benelli U.O. Oculistica Universitaria - Pisa Direttore: Prof. Marco Nardi Cosa è il Glaucoma? Gruppo di malattie in cui la pressione intraoculare è sufficientemente

Dettagli

Allegato B al Decreto n. 147 del 19 agosto 2014 pag. 1/6

Allegato B al Decreto n. 147 del 19 agosto 2014 pag. 1/6 giunta regionale Allegato B al Decreto n. 147 del 19 agosto 2014 pag. 1/6 RACCOMANDAZIONI PER LA FORMULAZIONE DEL FOGLIO INFORMATIVO E DEL MODULO DI CONSENSO INFORMATO FOGLIO INFORMATIVO PER IL TRATTAMENTO

Dettagli

ESSERE OPERATI DI CATARATTA

ESSERE OPERATI DI CATARATTA DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI DI CATARATTA OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo ha lo

Dettagli

Brings Light to the World

Brings Light to the World OS3 Brings Light to the World faros 4 Mantenere la luce degli occhi e ridarla è il nobile compito della chirurgia oftalmica. È quello che si aspettano milioni di persone con menomazioni visive. Grazie

Dettagli

1) Azione: AZIONI DI TIROCINIO

1) Azione: AZIONI DI TIROCINIO Interventi OCCHIO 1) Azione: AZIONI DI TIROCINIO 08 - Interventi sulla palpebra 08.0 - Incisione della palpebra 08.01--Incisione del margine palpebrale 08.02--Apertura di blefarorrafia 08.09--Altra incisione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE CAMPANIA Azienda Ospedaliera S. Giuseppe Moscati - Sede Amministrativa, C.da Amoretta, CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA IN SERVICE DI APPARECCHIATURE CHIRURGICHE

Dettagli

Alterazioni papillari nella otticopatia glaucomatosa

Alterazioni papillari nella otticopatia glaucomatosa Alterazioni papillari nella otticopatia glaucomatosa La malattia glaucomatosa è caratterizzata da un atrofia delle cellule ganglionari e quindi dalla perdita dei loro assoni, che costituiscono il nervo

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO D I TRAP I ANTO D I ENDOTELIO ( EK) Approvata dalla Società Oftalmologica Italiana settembre 2010

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO D I TRAP I ANTO D I ENDOTELIO ( EK) Approvata dalla Società Oftalmologica Italiana settembre 2010 SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO D I TRAP I ANTO D I ENDOTELIO ( EK) Approvata dalla Società Oftalmologica Italiana settembre 2010 Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una delle seguenti patologie dell

Dettagli

ALLEGATO 1 alla Deliberazione Disciplina delle prestazioni di cataratta e liberazione del tunnel carpale in regime ambulatoriale

ALLEGATO 1 alla Deliberazione Disciplina delle prestazioni di cataratta e liberazione del tunnel carpale in regime ambulatoriale ALLEGATO 1 alla Deliberazione Disciplina delle prestazioni di cataratta e liberazione del tunnel carpale in regime ambulatoriale DISCIPLINARE TECNICO REGIONALE PER L INTERVENTO DI LIBERAZIONE DEL TUNNEL

Dettagli

OtticaFisiopatologica

OtticaFisiopatologica Anno sedicesimo giugno 2011 Paolo Frezzotti, Simone Alex Bagaglia, Pietro Mittica Dipartimento di Chirurgia, Sezione di Oftalmologia, Università degli Studi di Siena Relazione presentata al 2 nd Siena

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA Gentile Sig. Lei soffre di una patologia chiamata cataratta, responsabile della diminuzione della vista. Questa scheda contiene le informazioni sulla malattia,

Dettagli

Set di strumenti per la chirurgia endoscopica dell orecchio medio ORL /2016-IT

Set di strumenti per la chirurgia endoscopica dell orecchio medio ORL /2016-IT Set di strumenti per la chirurgia endoscopica dell orecchio medio ORL 137 1.0 05/2016-IT La chirurgia endoscopica dell orecchio medio Grazie ai nuovi sviluppi degli strumenti e alle migliorate tecnologie

Dettagli

TABELLA ALLEGATA AL CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI MATERIALE PER OCULISTICA

TABELLA ALLEGATA AL CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI MATERIALE PER OCULISTICA Lotto Voce lotto Codice CND Descrizione CND Descrizione del prodotto da capitolato Descrizione Codice Quantità prodotto del prodotto del complessive fornitore fornitore Numero di repertorio dispositivo

Dettagli

Prevenzione delle Endoftlamiti Uso dei Cortisonici ed Antibiotici Post-Intervento

Prevenzione delle Endoftlamiti Uso dei Cortisonici ed Antibiotici Post-Intervento Prevenzione delle Endoftlamiti Uso dei Cortisonici ed Antibiotici Post-Intervento Fabrizio Camesasca UOC Oculistica IRCCS Istituto Clinico Humanitas Rozzano - Milano Costantino Bianchi Giorgio Beltrame

Dettagli

INTERVENTO DI ESTRAZIONE DI CRISTALLINO TRASPARENTE A SCOPO REFRATTIVO CON IMPIANTO DI LENTE ARTIFICIALE

INTERVENTO DI ESTRAZIONE DI CRISTALLINO TRASPARENTE A SCOPO REFRATTIVO CON IMPIANTO DI LENTE ARTIFICIALE INTERVENTO DI ESTRAZIONE DI CRISTALLINO TRASPARENTE A SCOPO REFRATTIVO CON IMPIANTO DI LENTE ARTIFICIALE SCHEDA INFORMATIVA Approvato dalla Società Oftalmologica Italiana (2 aggiornamento 11/2015), e ulteriormente

Dettagli

GLI ANGOLI PERICOLOSI

GLI ANGOLI PERICOLOSI GLI ANGOLI PERICOLOSI Perché la trabeculectomia è una tecnica sempre meno utilizzata nel controllo pressorio secondario a glaucoma da chiusura angolare. Dott. P. Bernardi Dott.ssa P. Spinelli Bolzano La

Dettagli

1 NIGHT & DAY OFTALMOLOGICO DI PALERMO 05 ottobre Dr. Lupo : EDEMA MACULARE TRAZIONALE

1 NIGHT & DAY OFTALMOLOGICO DI PALERMO 05 ottobre Dr. Lupo : EDEMA MACULARE TRAZIONALE 1 NIGHT & DAY OFTALMOLOGICO DI PALERMO 05 ottobre 2009 Dr. Lupo : EDEMA MACULARE TRAZIONALE DEFINIZIONE Edema maculare diabetico clinicamente significativo da causa vitreo-retinica. Per una corretta diagnosi

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO PER DISTACCO DI RETINA e RESEZIONE DI MELANOMA DELLA COROIDE

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO PER DISTACCO DI RETINA e RESEZIONE DI MELANOMA DELLA COROIDE SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO PER DISTACCO DI RETINA e RESEZIONE DI MELANOMA DELLA COROIDE Gentile Signora, Signore, Lei soffre di un distacco retina secondario alla patologia neoplastica che si chiama

Dettagli

A. S. L. NO - NOVARA - DIPARTIMENTO CHIRURGICO - S.C. OCULISTICA - Direttore: Dr. Vito Belloli Tel. 0322/848807;

A. S. L. NO - NOVARA - DIPARTIMENTO CHIRURGICO - S.C. OCULISTICA - Direttore: Dr. Vito Belloli Tel. 0322/848807; SCHEDA INFORMATIVA PER L INTERVENTO PER DISTACCO DI RETINA (EPISCLERALE) PREMESSA La retina costituisce la membrana nervosa che riveste la parete interna di gran parte del bulbo oculare. Per consentire

Dettagli

Dirigente ASL II fascia - U.O.C. Oculistica P.O. Nola

Dirigente ASL II fascia - U.O.C. Oculistica P.O. Nola INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 07/12/1957 Qualifica Cuccurullo Giulio Maria Dirigente Medico Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio

Dettagli

Rev. 0 - Mar 2010 MEDICAL DIVISION

Rev. 0 - Mar 2010 MEDICAL DIVISION Rev. 0 - Mar 2010 INDICE BASSE VIE URINARIE MPG 034 PRODOTTO PAG. Channel-Drain 4 Reliavac 400 Kit 6 Reliavac 100 Kit con drenaggio in silicone tipo Jackson Pratt 7 Hemovac CWS 400 Kit 8 Drenaggi in Silicone

Dettagli

Capitolo 1 ANATOMIA CHIRURGICA

Capitolo 1 ANATOMIA CHIRURGICA Capitolo 1 ANATOMIA CHIRURGICA La chirurgia del glaucoma non può prescindere dalla precisa conoscenza del limbus sclero-corneale e dell anatomia dell angolo irido-corneale (Fig.1.1-1.4). Anatomia del limbus

Dettagli

Le sindromi coronariche acute

Le sindromi coronariche acute Le sindromi coronariche acute Infarto miocardico acuto con sopraslivellamento di S-T Infarto miocardico acuto senza sopraslivellamento di S-T Angina instabile => STEMI => NSTEMI => UA 1 Terapia dello STEMI

Dettagli

Vediamoci. chiaro 8/1. Vol. 2. glaucoma, uveiti, retina e vitreo. L occhio Il glaucoma Le uveiti Le patologie di retina e vitreo GUIDE PRATICHE

Vediamoci. chiaro 8/1. Vol. 2. glaucoma, uveiti, retina e vitreo. L occhio Il glaucoma Le uveiti Le patologie di retina e vitreo GUIDE PRATICHE per la vostra Salute GUIDE PRATICHE Centro Unico di Prenotazione (CUP): tel. 02 86 87 88 89 Dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.00 alle 17.30 Sabato dalle 8.00 alle 12.00 Ospedale San Giuseppe Via S. Vittore,

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA Gentile Sig. Lei soffre di una patologia chiamata cataratta, responsabile della diminuzione della vista. Questa scheda contiene le informazioni sulla malattia,

Dettagli

Dal 1993 svolge la sua attività presso la Divisione di Oculistica dell Ospedale di Fabriano.

Dal 1993 svolge la sua attività presso la Divisione di Oculistica dell Ospedale di Fabriano. Il Dottor Stefano Lippera si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l Università di Ancona nel 1982 con il massimo dei voti,: successivamente ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Oftalmologia

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 145 del 21 DICEMBRE 2017 pag. 1/8

Allegato A al Decreto n. 145 del 21 DICEMBRE 2017 pag. 1/8 giunta regionale Allegato A al Decreto n. 145 del 21 DICEMBRE 2017 pag. 1/8 RACCOMANDAZIONI PER LA FORMULAZIONE DEL FOGLIO INFORMATIVO E DEL MODULO DI CONSENSO INFORMATO Aggiornamento novembre 2017 FOGLIO

Dettagli

Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute. Tavolo Tecnico Cataratta e Maculopatia 20 Marzo 2014

Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute. Tavolo Tecnico Cataratta e Maculopatia 20 Marzo 2014 Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute Tavolo Tecnico Cataratta e Maculopatia 20 Marzo 2014 INDICE Contesto ed epidemiologia Il percorso del paziente Gestione appropriata e sostenibilità:

Dettagli

Formazione Molinette Rete Oncologica. L intervento chirurgico: competenze Aspetti Diagnostico Clinico Avanzati e di Ricerca

Formazione Molinette Rete Oncologica. L intervento chirurgico: competenze Aspetti Diagnostico Clinico Avanzati e di Ricerca Formazione Molinette Rete Oncologica L intervento chirurgico: competenze Aspetti Diagnostico Clinico Avanzati e di Ricerca dell infermiere nella gestione del paziente con su Quesiti Scientifici Specifici

Dettagli

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI CATARATTA APPROVATO DALLA SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA Novembre 2009. Gentile Sig. Servizio Urgenze:...

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI CATARATTA APPROVATO DALLA SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA Novembre 2009. Gentile Sig. Servizio Urgenze:... CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI CATARATTA APPROVATO DALLA SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA Novembre 2009 Gentile Sig. Lei soffre di una patologia chiamata cataratta, responsabile di una diminuzione della

Dettagli

Telefono: 0473 270372 Poliambulatorio Chirurgico Modenese. Via Arquà, 5, 41125 Modena. dott.bernardi@gmail.com. sito Web: wwwoculistabernardi.

Telefono: 0473 270372 Poliambulatorio Chirurgico Modenese. Via Arquà, 5, 41125 Modena. dott.bernardi@gmail.com. sito Web: wwwoculistabernardi. Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI PAOLO BERNARDI Studio Oculistico Bolzano Ambulatorium Paracelsus Via Col di Lana, 14/A Bolzano Telefono: 0471 471644 Studio Oculistico Merano Centro di Chirurgia

Dettagli