Il sistema fiscale austriaco

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il sistema fiscale austriaco"

Transcript

1 Il sistema fiscale austriaco 1. Introduzione 2. Imposte sul reddito delle società 3. Imposte sul reddito delle persone 4. Imposte sul reddito dei non residenti 5. Altre imposte di rilievo 6. Calcolo della base imponibile 1

2 1.INTRODUZIONE Abbiamo preparato questo documento informativo sul fisco austriaco quale strumento per chi sta progettando un investimento in un attività commerciale o industriale in Austria. Inizieremo con la descrizione dell imposizione fiscale sulle società. Di seguito, descriveremo le imposte sulle persone fisiche, per passare quindi a trattare altre imposte di rilievo e concludendo con il calcolo della base imponibile. L imposta sul reddito delle società è fissata a una quota fissa pari al 25%. Tale quota è applicata al profitto della società. Diverse voci di spesa sono deducibili ai fini del calcolo dell imponibile netto. Fra queste rientrano salari e stipendi, ammortamenti, spese di gestione, manutenzione e riparazioni, interessi corrisposti e differenti tipi di ratei. In Austria esiste la sola imposta sul reddito delle società; non si applicano altre imposte sui profitti d impresa (quali imposte sulle attività produttive, etc). Inoltre, l Austria si è dotata di un sistema di tassazione di gruppo particolarmente moderno, che permette un chiaro calcolo dei profitti e delle perdite all interno del gruppo stesso. Anche le imprese estere possono rientrare in questo sistema. Le persone residenti o dimoranti stabilmente in Austria sono soggette all imposta sul reddito delle persone. Chi è soggetto a tale imposta deve dichiarare tutti i propri redditi generati sia in Austria che all estero. Chi non è residente o non dimora stabilmente in Austria è soggetto al pagamento delle imposte sulla sua sola parte di reddito generata in Austria. Le imposte sul reddito si calcolano sul reddito annuale della persona. Il reddito imponibile è calcolato sulla base dell anno solare. A tale scopo si considerano sette diversi tipi di entrate, così come descritti dalla legge. Sono previste speciali agevolazioni per i lavoratori dipendenti. Alla tredicesima e la quattordicesima mensilità (cosiddetti pagamento di Natale a novembre e pagamento per le ferie a maggio) si applica un aliquota ridotta del 6%. Dal 2010 i liberi professionisti godono di un esenzione automatica pari a annui. Inoltre, l aliquota massima si applica ora alle fasce di reddito superiori a anziché, come in precendeza, a Optando per l esenzione automatica del 13%, di norma l aliquota massima applicata è pari al 43,50 %. In Austria non si paga alcuna imposta sugli immobili e l imposta su successioni e donazioni è stata abolita nel Chi si trasferisce solo temporaneamente in Austria per ragioni di lavoro, a patto di soddisfare determinate condizioni, gode di un regime fiscale privilegiato. In particolare, sono previste agevolazioni fiscali per le spese relative a alloggiamento, trasporto e bambini. 2

3 2. IMPOSTE SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ Aliquote L imposta sul reddito delle società è pari a una quota fissa del 25% dell ammontare imponibile. Nel caso in cui la società sia soggetta solo in forma parziale al pagamento di imposte in Austria, tale quota si applica ai soli redditi generati in Austria. Esempio: Profitto lordo: 1,000 Imposta del 25% 250 Utile netto (finale o da ripartire) 750 Altre imposte locali A differenza di altri paesi europei, in Austria le imprese non sono soggette ad altri tipi di imposta. Tassazione di gruppo Per il calcolo della tassazione di gruppo in Austria vengono sommati profitti e perdite di tutte le imprese associate. Il calcolo di tutti i profitti e delle perdite di tutte le società collegate è riferito alla società che si trova al vertice del gruppo. L investimento nelle imprese associate deve essere pari a più del 50 % in azioni e diritti di voto. La tassazione di gruppo si applica anche alle imprese estere associate a un gruppo. La società austriaca al vertice del gruppo può fare uso delle perdite delle compagnie estere associate (non però dei profitti). È anche possibile che più di una società si trovi al vertice del gruppo. Ciò vale in particolare per le joint venture. I costi di avviamento, cosiddetti goodwill, nell ambito dell acquisizione di una nuova società possono essere ammortati in 15 anni rispettando alcune condizioni. Interessi per acqusizioni e investimenti Se una società procede a un investimento finanziandosi a tale scopo con un prestito, i corrispondenti interessi vengono considerati come costi d esercizio in forma illimitata. A partire dal 2011 la deduzione degli interessi è limitata a acquisizioni non effettuate a livello di gruppo. 3

4 Tassazione dei guadagni di capitale I guadagni di capitale formano piena parte del reddito imponibile e sono tassati con la stessa aliquota delle imposte sul reddito delle società. I guadagni di capitale sulla vendita di azioni di società estere sono tuttavia esenti dalle imposte sul reddito in determinate circostanze. Imposte sui profitti delle filiali La parte di reddito generata in Austria dalla filiale di una società estera è soggetta alle imposte sul reddito austriache. Le perdite possono essere portate in deduzione dall imponibile di esercizi futuri senza limiti temporali. Imposte su redditi esteri In generale, la tassazione di redditi generati all estero è regolata dalle corrispondenti convenzioni contro la doppia imposizione. Esiste una speciale forma di sgravio, cosiddetta Schachtelbegünstigung (international affiliation privilege: IAP). In base a tale normativa l Austria non esige il pagamento di alcuna imposta sui dividendi e sui guadagni di capitale pagati a una società madre austriaca, rispettando determinate condizioni. Le perdite in seguito a liquidazione o bancarotta di una compagnia estera possono ugualmente essere tenute in conto a determinate condizioni. Tale condizioni sono: Ø l investimento diretto di una società austriaca in una società straniera deve essere almeno pari al 10% Ø la società straniera deve essere analoga a quella austriaca Ø il periodo minimo di partecipazione deve essere pari a un anno Ø deve essere rispettata la clausola antiabuso Riporto a nuovo delle perdite Le perdite possono essere portate in deduzione dall imponibile di esercizi futuri senza limiti temporali. In ogni successivo esercizio chiuso in attivo è possibile la compensazione di solamente il 75% dei profitti. Ciò significa che solo il 25% degli utili vengono tassati in caso di riporto a nuovo di perdite pregresse. 4

5 3. IMPOSTE SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE Aliquote Le aliquote sul reddito delle persone fisiche (sposate o non sposate; con o senza figli) sono: Reddito imponibile (RI): Reddito Imposta in da 0 a da a (RI 11,000) / 14,000 x 5,110 da a (RI 25,000) / 35,000 x 15, ,110 oltre (RI 60,000) x ,235 I contributi sociosanitari sono considerati spese deducibili. Esistono inoltre ulteriori importanti sgravi e deduzioni, quale quella generale per i lavoratori dipendenti (54 ) e quella sulle spese di trasporto per recarsi al posto di lavoro (291 ).Le nuove normative sul reddito delle persone fisiche prevedono un esenzione automatica per i liberi professionisti pari a all anno a partire dal Inoltre, è possibile avvantaggiarsi di un esenzione del 13% nel caso in cui effettuino investimenti in determinati beni mobili o in determinate azioni o obbligazioni. Di norma l aliquota massima applicata non supera pertanto il 43,50 %. Sui dividendi distribuiti a persone fisiche da società austriache si applica un imposta del 25% dell importo lordo del dividendo. Sulla retribuzione dei lavoratori dipendenti si applica una ritenuta d imposta alla fonte. Se la persona fisica dispone di altri tipi di entrate, deve compilare una corrispondente dichiarazione dei redditi. Il salario annuale di un lavoratore dipendente è suddiviso in quattordici mensilità su cui si applica una ritenuta alla fonte. Alla tredicesima e quattordicesima mensilità si applica un aliquota ridotta del 6%. Chi è residente o dimora stabilmente in Austria, nonché chi permane per oltre sei mesi sul territorio austriaco, è soggetto all imposizione fiscale austriaca. Chi non risiede stabilmente in Austria è soggetto all imposizione fiscale austriaca solo in forma parziale. Imposte sui guadagni di capitale a) I guadagni di capitale sulla vendita di beni non collegati alla propria attività lavorativa sono esentasse se il bene è stato posseduto dal venditore per almeno un anno. b) I guadagni risultanti dalla vendita di beni immobiliari nuovi acquistati a partire dal 31 marzo 2012 sono tassati all aliquota fissa del 25%. In determinati casi si considerano tali anche beni immobiliari acquistati dopo il 31 marzo La base imponibile viene calcolata sottraendo il prezzo di acquisizione dal prezzo di vendita, considerando tuttavia una riduzione per l inflazione nel caso in cui il bene sia stato posseduto dal venditore per più di 10 anni. Tale riduzione è pari al 2% annuo, fino a un massimo del 50%. 5

6 Norme speciali transitorie per terreni la cui destinazione d uso sia stata modificata da terreno agricolo a edificabile I terreni acquistati a partire dal 31 dicembre 1987 sono soggetti a norme speciali transitorie: se la loro destinazione d uso è stata modificata da terreno agricolo a terreno edificabile, le plusvalenze risultanti dalla loro vendita vengono tassate a un aliquota fissa del 15%. Tassazione di beni non nuovi I beni non nuovi, la cui destinazione d uso non sia stata modificata prima del 1 gennaio 1988, vengono tassati al 3,5% del prezzo di vendita. Esenzioni Restano esentasse le compravendite di beni immobiliari in alcuni casi specifici: Ø l edificio è stato utilizzato come residenza principale per almeno due anni dal momento dell acquisizione. Ø l edificio è stato utilizzato come residenza principale per almeno cinque degli ultimi dieci anni precenti la vendita. Ø l edificio è stato edificato dal venditore o è stato espropriato. c) Imposta sui redditi di capitale Determinati redditi provenienti da investimenti di capitale, sia di soggetti residenti che non residenti, sono soggetti alla trattenuta di un imposta finale del 25% (imposta sui redditi di capitale). È tuttavia possibile richiedere il computo di tale imposta nell ambito della tassazione generale in base ad aliquota progressiva. Tale imposta è applicata a: Ø Utili da investimenti di capitale, se il soggetto dell imposta è residente in Austria: o dividendi e proventi assimilabili o interessi da depositi bancari o distribuzione di utili a soci anonimi o distribuzioni da parte di fondazioni private Dividendi e interessi sono tassati anche anche nel caso in cui derivino da investimenti all estero, nel caso in cui la loro distribuzione sia effettuata da un agente di pagamento austriaco. In generale, gli interessi pagati a soggetti non residenti in Austria non sono soggetti a tassazione. Ø Utili derivanti da obbligazioni, altri titoli obbligazionari o partecipazioni in fondi di investimento, sono in ogni caso tassati se la banca o istituto emittente si trovano in Austria. Allo scopo di trattare con equità tipi di reddito fra loro analoghi, indipendentemente dal fatto che derivino da investimenti di capitale effettuati in Austria o all estero, diversi tipi di reddito non 6

7 vengono inclusi nel calcolo generale del reddito del soggetto d imposta, ma sono tassati uniformemente al 25% (vale a dire alla stessa aliquota applicata ai redditi di capitale generati in Austria). Esenzione d imposta sui redditi esteri In generale, la tassazione di redditi generati all estero è regolata dalle corrispondenti convenzioni contro la doppia imposizione 7

8 4. IMPOSTE SUL REDDITO DEI NON RESIDENTI Obbligazione tributaria Chi non è residente né dimora abitualmente in Austria è soggetto al pagamento di imposte sulla sua sola parte di reddito generata in Austria. Lo stesso si applica alle società che non hanno né sedi né personale direttivo in Austria. Diverse spese d esercizio e altre spese riconosciute ricollegabili al reddito generato in Austria sono peraltro deducibili dall imponibile lordo. Aliquote Le stesse aliquote valgono per residenti e non residenti, per quanto per questi ultimi il reddito di base esentasse sia di inferiore. Aliquote della ritenuta d imposta Si applica una ritenuta d imposta del 20 % sui seguenti tipi di reddito: Ø salari di dipendenti e dirigenti Ø redditi derivati da prestazioni artistiche o sportive; da consulenze commerciali o tecniche; dalla somministrazione di lavoro interinale Ø proventi derivati da diritti d autore, brevetti, progetti, disegni, know-how, licenze Convenzioni fiscali Sono in vigore oltre 40 convenzioni contro la doppia imposizione fra l Austria e altri paesi europei e extraeuropei. Non esitate a contattarci per maggiori informazioni o per qualsiasi domanda. 8

9 5. ALTRE IMPOSTE DI RILIEVO IVA In Austria si applica un aliquota IVA del 20%, dettagliata separatamente nella fattura dei fornitori. Di fatto, tale imposta grava sul solo cliente finale. L importo dell IVA pagata può essere detratto dall importo dell IVA a proprio carico. Chi rivende un bene su cui ha pagato IVA al momento dell acquisto, mette a sua volta in conto al proprio cliente un aliquota IVA del 20%, e così di seguito su ogni successiva transazione, fino al cliente conclusivo, il solo sul quale viene finalmente a gravare l intera imposta. L IVA non si applica a esportazioni e a determinati servizi rivolti a clienti esteri. Sulle importazioni dai paesi extraeuropei si applica un imposta sul volume d affari di pari aliquota. L IVA è ridotta al 10% su determinati prodotti, quali p.e. generi alimentari di base e materiale a stampa. Imposte sulle successioni e le donazioni Dal 2008 in Austria non esiste più alcuna imposta su successioni e donazioni. Contributi sociali e sanitari In Austria i contributi sociali e sanitari comprendono tre tipi di assicurazione, nonché alcuni contributi versati a fondi speciali. Tali assicurazioni sono obbligatorie per tutti i lavoratori dipendenti. L ammontare dei contributi è calcolato sulla base del salario lordo mensile del lavoratore dipendente, fino a un massimo di Ogni reddito superiore a tale limite è irrilevante ai fini del calcolo dei contributi. Il datore di lavoro trattiene i contributi alla fonte (18,07 % a carico del lavoratore e 21,83 % a carico del datore di lavoro). Imposta sulle proprietà immobiliari Dal 1989 in Austria non esiste più alcuna imposta sulle proprietà immobiliari. Imposta sulle transazioni immobiliari Le transazioni immobiliari sono esenti da IVA. Sulla maggior parte delle transazioni relative a terreni ed edifici, di norma l acquirente paga un imposta pari al 3,50% del prezzo di vendita. Imposta sulle transazioni finanziarie La parte più significativa dell imposta sulle transazioni finanziarie è quella relativa agli incrementi di capitale. Si applica un aliquota dell 1% sull emissione e sull incremento del capitale azionario, nonché sugli apporti di capitale a una società. 9

10 6. CALCOLO DEL REDDITO IMPONIBILE (ASPETTI PRINCIPALI) Ammortamenti L ammortamento di edifici e altri beni immobili è di norma basato sui corrispondenti costi. Tali costi vengono distribuiti lungo il ciclo di vita dei beni stessi. In generale, gli ammortamenti sono calcolati tramite il metodo lineare a quote costanti. In caso di uso abnorme del bene o di obsolescenza, sono tuttavia possibili ammortamenti straordinari. Riporto a nuovo delle perdite Le perdite d esercizio, a patto che risultino da scritture contabili tenute in base a principi generalmente accettati, possono essere portate a nuovo in deduzione dall imponibile di esercizi futuri. Ciò si applica in ogni caso alle società registrate in Austria. Per le filiali di società estere possono essere portare a nuovo le perdite solamente se queste non sono state già usate nel paese estero. In ogni successivo esercizio chiuso in attivo è possibile la compensazione di solo il 75% dei profitti. Cioè il 25% dei profitti è comunque soggetto a imposta anche in caso di perdite portate a nuovo. Transazioni fra società collegate Diritti, interessi, onorari di gestione e ogni altro analogo pagamento versato a società estere con cui esista un collegamento è di norma deducibile. Qualora l importo di pagamenti o contributi versati a una società affiliata o comunque collegata sia ritenuto eccessivo o superi la misura del ragionevole, può essere tuttavia contestato dalle autorità fiscali. Calendario fiscale L anno fiscale corrisponde all anno solare. È possibile tuttavia richiedere alle autorità fiscali il calcolo e il pagamento delle imposte su base diversa dall anno solare. Vienna, Ottobre 2012 Casapicola & Gross WP und Stb GmbH Le informazioni riportate nel presente documento hanno solamente scopo orientativo e non possono in alcun modo sostituire una corretta consulenza professionale, né costituiscono uno strumento informativo sulla cui base possano essere prese decisioni o effettuate operazioni senza che ci si sia prima rivolti a un consulente professionale. Il presente documento è stato redatto con la massima cura: resta tuttavia esclusa ogni responsabilità per quanto in esso affermato, nonché per eventuali errori od omissioni. 10

Redditi di capitale e redditi diversi. Università Carlo Cattaneo - Liuc anno accademico 2014/2015 corso di diritto tributario

Redditi di capitale e redditi diversi. Università Carlo Cattaneo - Liuc anno accademico 2014/2015 corso di diritto tributario Redditi di capitale e redditi diversi Università Carlo Cattaneo - Liuc anno accademico 2014/2015 corso di diritto tributario 1 oggetto della lezione redditi di capitali: fonte e determinazione principali

Dettagli

Redditi diversi. Capitolo 8 8.1 CONCETTI GENERALI 8.2 PLUSVALENZE 8.3 INDENNITÀ DI ESPROPRIO 8.4 PREMI E VINCITE 8.5 IMMOBILI SITUATI ALL ESTERO

Redditi diversi. Capitolo 8 8.1 CONCETTI GENERALI 8.2 PLUSVALENZE 8.3 INDENNITÀ DI ESPROPRIO 8.4 PREMI E VINCITE 8.5 IMMOBILI SITUATI ALL ESTERO Redditi diversi Capitolo 8 8.1 CONCETTI GENERALI 8.2 PLUSVALENZE 8.3 INDENNITÀ DI ESPROPRIO 8.4 PREMI E VINCITE 8.5 IMMOBILI SITUATI ALL ESTERO 8.6 ALTRI REDDITI DI NATURA FONDIARIA 8.7 UTILIZZAZIONE ECONOMICA

Dettagli

Summary 2014 - Grecia

Summary 2014 - Grecia Summary 2014 - Grecia Informazioni generali: Valuta - Euro ( EUR) Mobilità dei capitali - Non ci sono restrizioni sulla mobilità dei capitali, ma le esportazioni di valuta estera devono essere effettuate

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y SINGAPORE NORMATIVA FISCALE A SINGAPORE di Avv. Francesco Misuraca Tassazione delle società a Singapore Le società registrate a Singapore (Private Limited Companies, Sole Proprietorships e Partnerships)

Dettagli

Il bilancio d esercizio

Il bilancio d esercizio ESAME DI STATO 2005 - TEMA DI ECONOMIA AZIENDALE - INDIRIZZO IGEA di Monica Ceccherelli Il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio è il principale documento di sintesi redatto per dare informazioni

Dettagli

GARA NAZIONALE SIA 2015 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

GARA NAZIONALE SIA 2015 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE TECNICA E LICEALE Galileo Galilei GARA NAZIONALE SIA 2015 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE Firenze, 7 maggio 2015 E consentito l uso: - del codice Civile - della calcolatrice

Dettagli

STATI UNITI D'AMERICA

STATI UNITI D'AMERICA STATI UNITI D'AMERICA Negli Stati Uniti d America, la potestà impositiva fiscale si articola su tre livelli: federale, statale, e municipale Principali trattati sottoscritti con l Italia Convenzione contro

Dettagli

IMPOSTE APPLICATE ALLA CLIENTELA SECONDO LA NORMATIVA PRO-TEMPORE VIGENTE

IMPOSTE APPLICATE ALLA CLIENTELA SECONDO LA NORMATIVA PRO-TEMPORE VIGENTE IMPOSTE APPLICATE ALLA CLIENTELA SECONDO LA NORMATIVA PRO-TEMPORE VIGENTE CONTI CORRENTI IMPOSTA DI BOLLO ANNUA SUGLI ESTRATTI CONTO Conti correnti intestati a persone fisiche ripartita in base alla periodicità

Dettagli

Gli ammortamenti anticipati dei beni materiali

Gli ammortamenti anticipati dei beni materiali Gli ammortamenti anticipati dei beni materiali di Luciano Olivieri SOMMARIO Pag. riore alla metà dei coefficienti presi a base per il calcolo degli ammortamenti. 1. Premessa 2. La deducibilità degli ammortamenti

Dettagli

delle operazioni di gestione e di a stati comparati, prospetti della

delle operazioni di gestione e di a stati comparati, prospetti della Temi in preparazione alla maturità Ammortamento, contabilizzazione delle operazioni di gestione e di assestamento, bilancio sintetico a stati comparati, prospetti della Nota integrativa, calcolo delle

Dettagli

IL SISTEMA FISCALE TRIBUTARIO IN ALBANIA

IL SISTEMA FISCALE TRIBUTARIO IN ALBANIA Ufficio di Tirana IL SISTEMA FISCALE TRIBUTARIO IN ALBANIA Fiscalita albanese Quadro normativo il Sistema Tributario albanese Dal 1995, con l avvio del processo di apertura e di liberalizzazione del mercato,

Dettagli

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 I REDDITI DI CAPITALE Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 REDDITI DI CAPITALE Fondamento normativo - artt. 44-48 TUIR - artt. 26-27-ter D.P.R. n. 600/73 Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario

Dettagli

Società di capitali. Forma giuridica

Società di capitali. Forma giuridica Società di capitali Forma giuridica Le società di capitali sono definite tali in quanto in esse prevale l'elemento oggettivo, costituito dal capitale, rispetto a quello soggettivo rappresentato dai soci.

Dettagli

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI ALTRI INTERESSI SU IMMOBILI PATRIMONIO SU VEICOLI A MOTORE SOGGETTI IRPEF SOGGETTI IRES BANCHE ASSICURAZIONI

Dettagli

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari Manuale di Contabilità Aziendale di Paolo Montinari Indice sistematico Capitolo 1 -La contabilità e il metodo della partita doppia 1.1 La funzione della contabilità... 15 1.2 Il metodo della partita doppia

Dettagli

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici CIRCOLARE gennaio 2014: La Legge di Stabilità e le altre novità fiscali Vi riepiloghiamo le principali e più rilevanti novità introdotte in materia fiscale dalla Legge 27.12.2013 n 147 (Legge di Stabilità

Dettagli

CODICE FISCALE MODULO RW. Investimenti all estero e/o trasferimenti da, per e sull estero. 2 nome 3. Codice operazioni con estero. Data.

CODICE FISCALE MODULO RW. Investimenti all estero e/o trasferimenti da, per e sull estero. 2 nome 3. Codice operazioni con estero. Data. CODICE FISCALE PERIODO D IMPOSTA 2008 PERSONE FISICHE 200 genzia ntrate MODULO RW Investimenti all estero e/o trasferimenti da, per e sull estero Mod. N. Sez. I - Trasferimenti da o verso l estero di denaro,

Dettagli

IMPOSTA PERSONALE SUL REDDITO (IRPEF, situazione all'1-1-2007

IMPOSTA PERSONALE SUL REDDITO (IRPEF, situazione all'1-1-2007 TAV. 2 I.Soggetti IMPOSTA PERSONALE SUL REDDITO (IRPEF, situazione all'1-1-2007 Le persone fisiche residenti in Italia per tutto il loro reddito tassabile (e solo per esso) e quelle residenti all'estero

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO Roma, 10 dicembre 2009 TRA

Dettagli

La partita IVA, il regime agevolato e di vantaggio

La partita IVA, il regime agevolato e di vantaggio La partita IVA, il regime agevolato e di vantaggio La Partita IVA La procedura burocratica Dal punto di vista fiscale si definisce IVA (Imposta sul valore aggiunto disciplinata dal DPR 633/72) l'imposta

Dettagli

TASSAZIONE DI INTERESSI, DIVIDENDI E CAPITALE PROFITTI A CIPRO NORMATIVA (LEGGI E DECRETI)

TASSAZIONE DI INTERESSI, DIVIDENDI E CAPITALE PROFITTI A CIPRO NORMATIVA (LEGGI E DECRETI) TASSAZIONE DI INTERESSI, DIVIDENDI E CAPITALE PROFITTI A CIPRO NORMATIVA (LEGGI E DECRETI) Emendamento alla Income Tax Law (legge sulle imposte sui redditi), 2005 Emendamento alla Special Contribution

Dettagli

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 ESERCITAZIONE N 2 ARGOMENTI CONSIDERATI: Fase di diritto e fase di fatto delle registrazioni contabili Registrazione dei finanziamenti

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y AUSTRIA LE SOCIETÀ IN AUSTRIA di Avv. Francesco Misuraca La legge 304/1996, entrata in vigore il 1 luglio 1996, ha profondamente modificato il diritto societario austriaco, in attuazione delle direttive

Dettagli

Caretteristiche Presupposto Soggetti passivi Base Imponibile Periodo d imposta diretta personale reale

Caretteristiche Presupposto Soggetti passivi Base Imponibile Periodo d imposta diretta personale reale Caretteristiche L Irpef è l imposta sul reddito delle persone fisiche, è la principale imposta del sistema tributario italiano per numero di contribuenti e per gettito. Presupposto: possesso di un reddito

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

azienda di prova srl

azienda di prova srl azienda di prova srl Sede in sede in Codice Fiscale - Numero Rea RM Capitale Sociale Euro 100.000 Società in liquidazione: no Società con socio unico: no Società sottoposta ad altrui attività di direzione

Dettagli

Studio 25/09/2013. Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini & Partners - Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Studio 25/09/2013. Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini & Partners - Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi MODIFICHE ALLA DEDUCIBILITA DEI COSTI DELLE AUTOVETTURE DAL 01/01/2013 EX LEGGE 92/2012 - LEGGE 228/2012 (STABILITA 2013) : EFFETTI SUGLI ACQUISTI E SULLE VENDITE 1 Deducibilità costi autovetture art.

Dettagli

40 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE E INTEGRATIVA

40 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE E INTEGRATIVA 40 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE E INTEGRATIVA 40.1 NOZIONI GENERALI I numerosi interventi legislativi in materia di previdenza e le varie fusioni aziendali, hanno reso necessaria una continua contrattazione

Dettagli

REDDITI DI CAPITALE LE RITENUTE SALGONO AL 20%

REDDITI DI CAPITALE LE RITENUTE SALGONO AL 20% REDDITI DI CAPITALE LE RITENUTE SALGONO AL 20% La tassazione degli altri (interessi) AUSTRIA 25,00% BELGIO 15,00% DANIMARCA 39,00% FINLANDIA 29,00% FRANCIA 25,00% GERMANIA (*) 0,00% GRECIA 10,00% IRLANDA

Dettagli

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Redditi di lavoro dipendente Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo è il contratto mediante il quale l impresa fornitrice pone uno o più lavoratori,

Dettagli

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ Con la presente comunicazione si desidera fornire una breve sintesi del regime fiscale applicabile ai fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano, nonché del

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO Gennaio 2003 FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO MEDIOBANCA 2003-2005 INDICIZZATO ALL ANDAMENTO DELL INDICE MIB30 (Cod. ISIN IT0003417075) L investimento nel titolo oggetto della presente offerta è caratterizzato

Dettagli

MAURO O. ANDRETTA DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE

MAURO O. ANDRETTA DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE LE AGEVOLAZIONI FISCALI A FAVORE DELL ATTIVITA SPORTIVA DILETTANTISTICA (II PARTE) Nel mondo dell associazionismo sportivo tutti i dirigenti sportivi affrontano con abnegazione e spirito di sacrificio

Dettagli

Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013

Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013 Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013 Cessione di immobili. La disciplina fiscale dell acquisto, della vendita, gli oneri e le agevolazioni fiscali Gentile cliente, desideriamo informarla che l Agenzia delle

Dettagli

AGENZIA DELLE ENTRATE

AGENZIA DELLE ENTRATE L AGENZIA INFORMA no tax area aliquote deduzioni riforma IRPEF clausola di salvaguardia calcolo deduzioni scaglioni detrazioni reddito imponibile tassazione no tax gui area deduzioni aliquote deduzioni

Dettagli

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI 1 L AMMORTAMENTO (NOZIONE GIURIDICA) il costo delle immobilizzazioni, materiali ed immateriali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo

Dettagli

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. isee - documentazione. cosa presentare?

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. isee - documentazione. cosa presentare? Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario isee - documentazione cosa presentare? Documentazione da produrre per il rilascio dell ISEE Nucleo Familiare Codice fiscale

Dettagli

La politica dell entrata

La politica dell entrata La politica dell entrata Le entrate dello Stato si classificano in: 1.Entrate tributarie: rappresentano la parte più consistente delle entrate statali e sono costituite da: Imposte=sono prelievi obbligatori

Dettagli

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro ALFA SPA Sede in Via Medicei 123 - MILANO (MI) 20100 Codice Fiscale 01234567890 - Rea CCIAA 211471 P.I.: 01234567890 Capitale Sociale Euro 101.400 i.v. Forma giuridica: Soc.a responsabilita' limitata A

Dettagli

Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti

Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti Tommaso Agasisti, Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale tommaso.agasisti@polimi.it Agenda 1.Il bilancio

Dettagli

Informazioni sul Conto economico

Informazioni sul Conto economico Informazioni sul Conto economico Ricavi 5.a Ricavi delle vendite e delle prestazioni - Euro 327,6 milioni I Ricavi delle vendite e delle prestazioni sono così composti: Vendita di energia - 374,4 (374,4)

Dettagli

GEsTIonE DEllE risorse umane, bilancio D EsErCIzIo, reddito fiscale, scritture D AssEsTAmEnTo

GEsTIonE DEllE risorse umane, bilancio D EsErCIzIo, reddito fiscale, scritture D AssEsTAmEnTo Temi in preparazione alla maturità GEsTIonE DEllE risorse umane, bilancio D EsErCIzIo, reddito fiscale, scritture D AssEsTAmEnTo di riccardo VAnDA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 materia: EConomIA D AzIEnDA (Classe

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Il presente documento annulla e sostituisce integralmente

Dettagli

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Prof. Tommaso Di Tanno (Di Tanno & Associati) SIIQ, SICAF E FONDI IMMOBILIARI Evoluzione degli strumenti di investimento

Dettagli

Effetti dell imposizione societaria e personale sulle decisioni di finanziamento. Economia dei tributi_polin 1

Effetti dell imposizione societaria e personale sulle decisioni di finanziamento. Economia dei tributi_polin 1 Effetti dell imposizione societaria e personale sulle decisioni di finanziamento Economia dei tributi_polin 1 Decisioni di finanziamento L imposizione sulle società di capitali può risultare non neutrale

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Per informazioni: 800.316.181 infoclienti@postevita.it

Dettagli

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e il Canada per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e il Canada per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio Traduzione 1 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e il Canada per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio Conclusa il 5 maggio 1997 Approvata dall Assemblea

Dettagli

Incentivi fiscali olandesi

Incentivi fiscali olandesi attorneys at law Incentivi fiscali olandesi tax advisors + Il sistema fiscale olandese offre particolari agevolazioni e incentivi che lo rendono attraente per gli imprenditori italiani. Qualora siate intenzionati

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Il presente documento annulla e sostituisce integralmente

Dettagli

TRACCIA A ESERCIZIO 1

TRACCIA A ESERCIZIO 1 TRACCIA A ESERCIZIO 1 Nel corso del 2009 la ditta individuale Verdi ha effettuato, tra le altre, le operazioni di gestione di seguito riportate. Presentare le scritture a libro giornale (gestione e assestamenti;

Dettagli

L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA

L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA AGENZIA IMMOBILIARE LUNIGIANA 2000 Via Apua 24-26, AULLA (MS) Tel 0187.421400 Fax 0187.424684 Cell 335.5383266 335.1321250 E-mail: lunigiana2000@lunigiana.it Web: www.lunigiana2000.it www.lunigiana2000.com

Dettagli

LA SOGGETTIVITA DELLE ASSOCIAZIONI DI AZIONE CATTOLICA

LA SOGGETTIVITA DELLE ASSOCIAZIONI DI AZIONE CATTOLICA LA SOGGETTIVITA DELLE ASSOCIAZIONI DI AZIONE CATTOLICA 1 Persone giuridiche e soggetti no profit nel sistema giuridico italiano Nel sistema giuridico italiano sono previsti enti che hanno una soggettività

Dettagli

13 luglio 2006 prot. n. 23.7 UFFICIO STUDI TRIBUTARI CIRCOLARE N. 5 2006

13 luglio 2006 prot. n. 23.7 UFFICIO STUDI TRIBUTARI CIRCOLARE N. 5 2006 13 luglio 2006 prot. n. 23.7 UFFICIO STUDI TRIBUTARI CIRCOLARE N. 5 2006 Oggetto : D.L. 4 luglio 2006, n. 223 recante disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e la

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Aggiornamento del 30 gennaio 2015 1. REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI I contributi versati al FOPEN dal 1^ gennaio 2007 sono deducibili dal reddito complessivo dell aderente per

Dettagli

FONDAZIONE CRESCI@MO

FONDAZIONE CRESCI@MO FONDAZIONE CRESCI@MO Sede in 41123 MODENA (MO) VIA CRISTOFORO GALAVERNA 8 Codice Fiscale 03466300369 - Numero Rea MO 390164 P.I.: 03466300369 Capitale Sociale Euro 50.000 i.v. Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

Statistica del valore aggiunto 2014

Statistica del valore aggiunto 2014 Indagine online: www.esurvey.admin.ch/ews Utente: Password: OID NOGA SAB FB REF Indicare il numero OID in tutti i contatti con il nostro ufficio. Statistica monetaria sulle imprese (MON) Espace de l Europe

Dettagli

Conti economici nazionali

Conti economici nazionali Conti economici nazionali Definizioni correnti Ammortamento Rappresenta la perdita di valore subita dai capitali fissi (macchinari, impianti, mezzi di trasporto, etc.) nel corso dell anno a causa dell

Dettagli

Il risultato della dichiarazione dei redditi

Il risultato della dichiarazione dei redditi Il risultato della dichiarazione dei redditi Capitolo 12 12.1 CONCETTI GENERALI 12.2 IRPEF : CALCOLO IMPOSTA LORDA 12.3 IRPEF : DALL IMPOSTA LORDA ALL IMPOSTA NETTA : LE DETRAZIONI 12.4 IRPEF : DALL IMPOSTA

Dettagli

Aggiornamenti. Transizione all euro e valori mobiliari. di NELLO AGUSANI e PIETRO GHIGINI docenti di Economia aziendale

Aggiornamenti. Transizione all euro e valori mobiliari. di NELLO AGUSANI e PIETRO GHIGINI docenti di Economia aziendale I 89 Transizione all euro e valori mobiliari di NELLO AGUSANI e PIETRO GHIGINI docenti di Economia aziendale Negli anni recenti il processo di integrazione europea ha provocato una serie di innovazioni

Dettagli

INFORMATIVA N. 23/2013. Novità concernenti le imposte d atto applicabili agli atti immobiliari dall 1.1.2014

INFORMATIVA N. 23/2013. Novità concernenti le imposte d atto applicabili agli atti immobiliari dall 1.1.2014 STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE LEGALE COMO 5.11.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

IVA. Liquidazioni Periodiche e Versamenti. Art. 27 del D.P.R. 633/72

IVA. Liquidazioni Periodiche e Versamenti. Art. 27 del D.P.R. 633/72 IVA Liquidazioni Periodiche e Versamenti Art. 27 del D.P.R. 633/72 Periodicità delle liquidazioni Mensile Trimestrale per opzione Limiti Prestazioni di servizi: 309.874,14 Altre attività: 516.456,90 L

Dettagli

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE 1. Introduzione Il contratto di leasing costituisce un negozio a titolo oneroso concluso con la presenza di tre soggetti ognuno con un diverso interesse economico, ossia

Dettagli

CIRCOLARE N. 52 /E. Roma, 10 dicembre 2004. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N. 52 /E. Roma, 10 dicembre 2004. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 52 /E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 10 dicembre 2004 Oggetto: Circolari IRES/5. Il nuovo regime di tassazione dei redditi diversi di natura finanziaria. Decreto Legislativo

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 1 5 G e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 7

C i r c o l a r e d e l 1 5 G e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 7 C i r c o l a r e d e l 1 5 G e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 7 Circolare Numero 07/2013 Oggetto LEGGE DI STABILITÀ: ALCUNE TRA LE PRINCIPALI NOVITÀ CONTENUTE NELLA LEGGE 228/2012 Sommario Con l entrata

Dettagli

Il ruolo delle società del Regno Unito nella pianificazione fiscale internazionale. Dott. Cristiano Medori ACA CTA ATT Director of Taxation

Il ruolo delle società del Regno Unito nella pianificazione fiscale internazionale. Dott. Cristiano Medori ACA CTA ATT Director of Taxation Il ruolo delle società del Regno Unito nella pianificazione fiscale internazionale Dott. Cristiano Medori ACA CTA ATT Director of Taxation : aspetti finanziari Mezzi propri Investitori italiani Capitale

Dettagli

1. Quale effetto produce la trascrizione del contratto preliminare avente ad oggetto la compravendita di un bene immobile?

1. Quale effetto produce la trascrizione del contratto preliminare avente ad oggetto la compravendita di un bene immobile? ESAME DI STATO - SECONDA PROVA SCRITTA - 12 LUGLIO 2005 1. Quale effetto produce la trascrizione del contratto preliminare avente ad oggetto la compravendita di un bene immobile? L esecuzione in forma

Dettagli

Anno Accademico 2009/2010 II semestre. Luca Savino

Anno Accademico 2009/2010 II semestre. Luca Savino Corso di Economia Pubblica Anno Accademico 2009/2010 II semestre Luca Savino Facoltà di Scienze Politiche Corso di laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche Università degli Studi di Trieste La tassazione

Dettagli

2. QUADRO RL ALTRI REDDITI

2. QUADRO RL ALTRI REDDITI 2. QUADRO RL ALTRI REDDITI Generalità SEZIONE I - A REDDITI DI CAPITALE Vedere in APPENDICE la voce Utili prodotti all estero Questo quadro è composto da tre sezioni: Sezione I riservata ai redditi di

Dettagli

IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA

IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA REQUISITI DELLA BUSTA PAGA Corrispettività: deve trattarsi di importi che trovano causa diretta ed indiretta nel rapporto di lavoro; Onerosità: la prestazione di lavoro subordinato

Dettagli

Allegato 2. Appendice

Allegato 2. Appendice Allegato 2 Appendice Le informazioni riportate di seguito sono riferite alla normativa vigente in materia di ISEE (decreto legislativo n. 109/1998 e successive modifiche). 1. Documenti necessari per ISEE

Dettagli

Finanziare lo sviluppo con i Minibond

Finanziare lo sviluppo con i Minibond Finanziare lo sviluppo con i Minibond Implicazioni fiscali dello strumento Minibond Luca Luigi Tomasini dottore commercialista revisore legale STUDIO TOMASINI I vantaggi fiscali di emissione dei minibond

Dettagli

FISCO Gli sconti per la casa

FISCO Gli sconti per la casa Con le novità introdotte in Parlamento FISCO Gli sconti per la casa Per i proprietari: Ici, interessi sui mutui, ristrutturazioni ed efficienza energetica. Per gli inquilini: sconti Irpef Redistribuzione

Dettagli

La bozza di Legge Finanziaria per il 2015

La bozza di Legge Finanziaria per il 2015 La bozza di Legge Finanziaria per il 2015 Il Governo ha recentemente approvato il disegno di legge della Finanziaria 2015 contenente alcune novità di natura fiscale, in vigore generalmente dal 2015, di

Dettagli

3. CONTABILITA GENERALE

3. CONTABILITA GENERALE 3. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 1 Scritture di gestione Si distinguono le seguenti rilevazioni contabili: A. scritture relative agli acquisti; B. regolamento

Dettagli

Sito internet: Bilancio al 31/12/2010

Sito internet: Bilancio al 31/12/2010 CONSORZIO ASI LECCE Sede in: ZONA INDUSTRIALE - 73100 - LECCE (LE) Codice fiscale: 00380090753 Partita IVA: 00380090753 Capitale sociale: Euro 1.170.960,53 Capitale versato: Euro 1.170.960,53 Registro

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio VERSIONE OTTOBRE 2014 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Versione: 20141024-1

Dettagli

Imposta utili. Dipartimento delle finanze e dell'economia Divisione delle contribuzioni

Imposta utili. Dipartimento delle finanze e dell'economia Divisione delle contribuzioni Imposta utili sugli immobiliari Istruzioni alla compilazione della dichiarazione Dipartimento delle finanze e dell'economia Divisione delle contribuzioni Edizione valida per i trasferimenti a partire dal

Dettagli

CIRCOLARE N. 27/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 26 maggio 2009

CIRCOLARE N. 27/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 26 maggio 2009 CIRCOLARE N. 27/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 26 maggio 2009 OGGETTO: Modifiche alla determinazione della base imponibile IRAP Legge 24 dicembre 2007, n. 244 (legge finanziaria per

Dettagli

Definizione e classificazione erariale

Definizione e classificazione erariale Definizione e classificazione erariale Le imposte indirette colpiscono INDIRETTAMENTE la capacità contributiva del contribuente attraverso l applicazione di aliquote al momento dello scambio di un bene

Dettagli

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA - ONLUS. BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008 (segue): NOTA INTEGRATIVA

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA - ONLUS. BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008 (segue): NOTA INTEGRATIVA FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA - ONLUS Decr. G. R. Lombardia n. 49873 del 19 maggio 2000 Como - via Raimondi n. 1 Codice fiscale n. 95062550132 BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008 (segue): NOTA

Dettagli

ELEMENTI DI DIRITTO TRIBUTARIO

ELEMENTI DI DIRITTO TRIBUTARIO ELEMENTI DI DIRITTO TRIBUTARIO 001 Entro quale data si effettuano i versamenti delle ritenute IRPEF? A 15 di ogni mese F B 16 di ogni mese V C 20 di ogni mese F D La fine di ogni mese F 002 Su chi grava

Dettagli

Overview Vantaggi del paese Romania:

Overview Vantaggi del paese Romania: Overview Vantaggi del paese Romania: Mercato e posizione geografica Risorse umane e del territorio Politici ed economici (membro NATO ed UE; fondi strutturali, fiscalità, costo del lavoro, ecc.) Rapporti

Dettagli

Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2012

Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2012 Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2012 Introduzione Ai sensi delle disposizioni contenute nel Codice Civile in tema di bilancio di esercizio e in ottemperanza a quanto previsto dall art. 2427,

Dettagli

Novità fiscali 2013 1. AUTO AZIENDALI 2. AUMENTO IVA 3. NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE, FATTURAZIONE SEMPLIFICATA ED ELETTRONICA

Novità fiscali 2013 1. AUTO AZIENDALI 2. AUMENTO IVA 3. NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE, FATTURAZIONE SEMPLIFICATA ED ELETTRONICA Novità fiscali 2013 1. AUTO AZIENDALI A partire dal periodo d imposta 2013 la deducibilità degli oneri relativi alle auto aziendali e dei professionisti, finora pari al 40%, sarà ridotta al 20%. La modifica

Dettagli

Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante

Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante APPENDICE Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante Dati anagrafici del dichiarante Documento di identità

Dettagli

Imposte sul reddito d esercizio

Imposte sul reddito d esercizio Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 25 novembre 29 Reddito esercizio e reddito fiscale Determinazione del reddito fiscale (IRAP e IRES) Imposte sul reddito d

Dettagli

fisco istruzioni per l uso

fisco istruzioni per l uso fisco istruzioni per l uso Stefano Sarubbi FINANZIARIA 2006 ECCO LE NOVITÀ SONO TRE LE AREE SU CUI QUEST ANNO SONO STATE INTRODOTTE DELLE INNO- VAZIONI: IMMOBILI, FAMIGLIA E IMPRESA Come ogni anno, la

Dettagli

IRPEF in Italia. IRPEF in Italia. Docente: Alessandro Sommacal. Anno Accademico 2008-2009

IRPEF in Italia. IRPEF in Italia. Docente: Alessandro Sommacal. Anno Accademico 2008-2009 Anno Accademico 2008-2009 Struttura della lezione Introduzione Reddito complessivo Dal reddito complessivo al reddito imponibile: gli oneri deducibili Osservazioni sulle nozioni di Reddito nell Irpef italiana

Dettagli

Usando la cassa come misura della liquidità, l azienda è più o meno liquida alla fine dell esercizio di quanto fosse al 1 gennaio?

Usando la cassa come misura della liquidità, l azienda è più o meno liquida alla fine dell esercizio di quanto fosse al 1 gennaio? Copyright 2008 The Companies srl Capitolo 5 Il conto economico e la misurazione dei costi Problemi Problema 5-1 Ace SpA opera in un economia con alti livelli inflazionistici. Il 1 gennaio l indice dei

Dettagli

ESERCIZI IMPOSTE E IRPEF ECONOMIA PUBBLICA 2015

ESERCIZI IMPOSTE E IRPEF ECONOMIA PUBBLICA 2015 ESERCIZI IMPOSTE E IRPEF ECONOMIA PUBBLICA 2015 Esercizio 1 Si consideri un imposta sul reddito personale con aliquota marginale t costante del 20% e detrazione, f, pari a 1.000 dall imposta dovuta. Nel

Dettagli

La fiscalità della sanità integrativa

La fiscalità della sanità integrativa La fiscalità della sanità integrativa 1 Il trattamento tributario dei contributi Fonti normative Art. 10, comma 1, lettera e-ter del tuir 917/86(oneri deducibili) Art. 51, comma 2, lettera a) del tuir

Dettagli

FONDO PENSIONE DI PREVIDENZA BIPIEMME

FONDO PENSIONE DI PREVIDENZA BIPIEMME FONDO PENSIONE DI PREVIDENZA BIPIEMME Allegato 1 alla nota informativa Sintesi delle disposizioni fiscali dei Fondi Pensione di Previdenza complementare e del trattamento fiscale delle prestazioni Aggiornato

Dettagli

OGGETTO : MISURE PER LA STABILIZZAZIONE FINANZIARIA E LO. Si illustrano nel seguito le principali novità introdotte dal D.l. 138/2011 (c.d.

OGGETTO : MISURE PER LA STABILIZZAZIONE FINANZIARIA E LO. Si illustrano nel seguito le principali novità introdotte dal D.l. 138/2011 (c.d. DOTT. RAG. GIOVANNA CASTELLI Via Luigi Sacco 14, Varese Tel.: 0332/288494 288522 Fax: 0332/831583 282850 E-mail: segreteria@gcastelli.com Varese, 4 ottobre 2011 OGGETTO : MISURE PER LA STABILIZZAZIONE

Dettagli

Novità in materia di tassazione dei redditi finanziari. 30 ottobre 2014 Marco Piazza

Novità in materia di tassazione dei redditi finanziari. 30 ottobre 2014 Marco Piazza Novità in materia di tassazione dei redditi finanziari 30 ottobre 2014 Marco Piazza Tassazione delle rendite finanziarie e Rivalutazione elle partecipazioni e dei terreni edificabili Un quadro destinato

Dettagli

Per i dipendenti che consegnano il modello 730 precompilato: Per i dipendenti che chiedono assistenza alla compilazione:

Per i dipendenti che consegnano il modello 730 precompilato: Per i dipendenti che chiedono assistenza alla compilazione: Per i dipendenti che consegnano il modello 730 precompilato: Il mod. 730/2010 deve essere presentato e compilato in ogni sua parte e debitamente firmato; si ricorda che permane l obbligo della consegna

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli