DIVIDENDI, INTERESSI E ROYALTIES

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIVIDENDI, INTERESSI E ROYALTIES"

Transcript

1 DIVIDENDI, INTERESSI E ROYALTIES (Walter Andreoni) GALLERIA CIVICA D ARTE MODERNA Torino, 11 Gennaio 2006

2 Dividendi - In generale Tassazione in entrata (IRES, IRPEF); Tassazione in uscita (ritenuta alla fonte); Applicazione del Modello di Convezione OECD; Definizione convenzionale; Casi particolari: Percettore non effettivo beneficiario ; c.d. PE proviso

3 Dividendi - Tassazione in entrata IRES: 33% IRPEF: 39% P IT Extra-UE % di controllo >25% S S Rit. in uscita (WHT): 20%

4 Dividendi - Tassazione in entrata Percettore soggetto IRES (es. 1.) Utile netto distribuito WHT 20% 100 (20) (*) 4 x 33% (**) 20 x 5% Netto frontiera 80 Imponibile (IT) IRES 33% 4 (1,32)* Art. 89, c. 2 TUIR Credito d imposta 1** Art. 165, c. 4 TUIR Dividendo netto 79,68

5 Dividendi - Tassazione in entrata Percettore soggetto IRPEF (es. 2.) Utile netto distribuito WHT 20% 100 (20) (*) 32 x 39% (**) 20 x 40% Netto frontiera 80 Imponibile (IT) 32 Art. 59 TUIR IRPEF 39% Credito d imposta Dividendo netto (12,5)* 8** 75,5 Art. 165, c. 4 TUIR

6 Dividendi - Tassazione in entrata REGIME CONVENZIONALE: Articolo 10(1) e 10(2) OECD MC 1. I dividendi pagati da una società residente di uno Stato contraente ad un residente dell altro Stato contraente sono imponibili in detto altro Stato. 2. Tuttavia, tali dividendi possono essere tassati anche nello Stato contraente di cui la società che paga i dividendi è residente ed in conformità della legislazione di detto Stato, ma, se l effettivo beneficiario dei dividendi è un residente dell altro Stato contraente, l imposta così applicata non può eccedere: a) Il 5% dell ammontare lordo dei dividendi se l effettivo beneficiario è una società (diversa da una società di persone) che detiene direttamente almeno il 25% del capitale della società che distribuisce i dividendi; b) Il 15% dell ammontare lordo dei dividendi in tutti gli altri casi. [ ] EFFETTO Restrizione dello Stato della fonte

7 Dividendi - Tassazione in entrata Percettore soggetto IRES (es. 1.) -- Regime convenzionale Utile netto distribuito WHT 20% ristretta 5% Art. 10(2)a 100 (5) (*) 4,75 x 33% (**) 5 x 5% Netto frontiera 95 Imponibile (IT) IRES 33% 4,75 (1,57)* Art. 89, c. 1 TUIR Credito d imposta 0,25** Art. 165, c. 4 TUIR Dividendo netto 93,7

8 Dividendi - Tassazione in entrata Percettore soggetto IRPEF (es. 2.) -- Regime convenzionale Utile netto distribuito WHT 20% ristretta 15% Art. 10(2)b Netto frontiera 100 (15) 85 (*) 34 x 39% (**) 15 x 40% (***) 85 x 40% Imponibile (IT) IRPEF 39% Credito d imposta Dividendo netto 34*** (13,25)* 6** 77,75 Art. 59 TUIR Art. 165, c. 4 TUIR

9 Dividendi - Tassazione in uscita CIT: 30% IIT: 45% P Extra-UE IT % di controllo >25% S S Rit. in uscita (WHT): 27% (art. 27, c. 3 DPR 600/1973)

10 Dividendi - Tassazione in uscita Articolo 27, comma 3 DPR 600/1973 La ritenuta è operata a titolo d imposta e con aliquota del 27 per cento sugli utili corrisposti a soggetti non residenti nel territorio dello Stato in relazione alle partecipazioni, agli strumenti finanziari di cui all articolo 44, comma 2, lettera a) e ai contratti di associazione in partecipazione di cui all articolo 109, comma 9 lettera b), non relativa a stabili organizzazioni nel territorio dell Stato. [ ]

11 Dividendi - Tassazione in uscita Percettore Società estera (es. 3.) Utile netto distribuito WHT 27% 100 (27) Art. 27, c. 3 DPR 600/1973 Netto percepito 73 Imponibile (Estero) 100* CIT 30% Credito d imposta Dividendo netto (30)** (*) (lordo) (**) 100 x 30%

12 Dividendi - Tassazione in uscita Percettore Società estera (es. 3.) - Regime convenzionale Utile netto distribuito WHT 27% ristretta al 5% ( Art. 10(1)a ) 100 (5) Art. 27, c. 3 DPR 600/1973 Netto percepito 95 Imponibile (Estero) 100* CIT 30% Credito d imposta Dividendo netto (30)** 5 70 (*) 95+5 (lordo) (**) 100 x 30%

13 Dividendi - Tassazione in uscita Percettore non residente persona fisica (es. 4.) Utile netto distribuito WHT 27% 100 (27) Art. 27, c. 3 DPR 600/1973 Netto percepito 73 Imponibile (Estero) 100* IIT 45% Credito d imposta Dividendo netto (45)** (*) (lordo) (**) 100 x 30%

14 Dividendi - Tassazione in uscita Percettore non residente PF (es. 4.) - Regime convenzionale Utile netto distribuito WHT 27% ristretta al 15% ( Art. 10(1)b ) 100 (15) Art. 27, c. 3 DPR 600/1973 Netto percepito 85 Imponibile (Estero) 100* IIT 45% Credito d imposta Dividendo netto (45)** (*) (lordo) (**) 100 x 30%

15 Dividendi - Definizione convenzionale Ai fini del presente articolo il termine dividendi designa i redditi derivanti da azioni, da azioni o diritti di godimento, da quote minerarie, da quote di fondatore o da altre quote di partecipazione agli utili, ad eccezione dei crediti nonché i redditi di altre quote sociali assoggettati al medesimo regime fiscale dei redditi delle azioni secondo la legislazione dello Stato di cui è residente la società distributrice.

16 Dividendi - Casi particolari (effettivo beneficiario) WHT? C Norma domestica: EB? Mr X B: tassazione alla fonte A B Co. % di controllo >25% A: tassazione Stato di residenza e fonte C: tassazione Stato di residenza Rit. in uscita (WHT) domestica: 20%

17 Dividendi - Casi particolari (effettivo beneficiario) Trattati applicabili: [A-B]: [B-C]: A può tassare secondo la sua legge domestica EB non effettivo beneficiario, NO restrizione alla fonte (20%) C può tassare secondo la sua norma domestica. B può tassare al 15% max. [A-C]: Art. 7 Solamente C può tassare il dividendo in capo a Mr. X; A non può imporre alcuna tassazione

18 Dividendi - Casi particolari (effettivo beneficiario) Risultato Finale B (fonte del dividendo: Tassazione ad aliquota convenzionale del 15%( SI restrizione); A (EB): No tassazione (Restrizione piena); C (Mr X): Tassazione ad aliquota domestica in capo a Mr X, obbligo di eliminazione della doppia imposizione giuridica in B;

19 Dividendi - Casi particolari (c.d. PE proviso) Articolo 10(4) OECD MC 4. Le disposizioni dei paragrafi 1 e 2 non si applicano nel caso in cui il beneficiario effettivo dei dividendi, residente di uno stato contraente, eserciti nell altro Stato contraente, di cui è residente la società che paga i dividendi, un attività industriale o commerciale per mezzo di una stabile organizzazione ivi situata, e la partecipazione generatrice dei dividendi si ricolleghi effettivamente a tale stabile organizzazione. In tal caso sono applicabili le disposizione dell articolo 7.

20 Dividendi - Casi particolari (c.d. PE proviso) Applicazione Articolo 7 (Art. 10(4)) F Conseguenze: Part. 100% A SO Dividendo 1. A ristretto nell applicazione di ritenuta alla fonte; 2. A, impone tassazione sull utile attribuibile alla SO (art. 7(2) OECD MC); B M 3. A, impone tassazione su base netta e non sul dividendo lordo.

21 Interessi - In generale Tassazione in entrata (IRES); Tassazione in uscita (ritenuta alla fonte); Definizione convenzionale; Applicazione del Modello di Convezione OECD; Individuazione della fonte (Art. 11(5)) Casi di doppia fonte (c.d. dual source ) Casi particolari: c.d. PE proviso ;

22 Interessi - Tassazione in entrata (IRES) Percettore soggetto IRES IRES: 33% Interesse WHT 20% 100 (20) P Interesse percepito 80 IT Extra-UE F i Imponibile (IT) IRES 33% Credito d imposta 100 (*) (33) 20 Art. 55, c. 3 TUIR Art. 165, c. 4 TUIR S Interesse netto 67

23 Interessi - Tassazione in entrata REGIME CONVENZIONALE: Articolo 11(1) e 11(2) OECD MC 1. Gli interessi provenienti da uno Stato contraente e pagati ad un residente dell altro Stato contraente sono imponibili in detto altro Stato. 2. Tuttavia, tali interessi sono imponibili anche nello Stato contraente dal quale essi provengono ed in conformità della legislazione di detto Stato, ma se l effettivo beneficiario degli interessi è un residente dell altro Stato contraente, l imposta così applicata non può eccedere il 10% dell ammontare lordo degli interessi. [ ] EFFETTO Restrizione dello Stato della fonte

24 Interessi - Tassazione in entrata Percettore soggetto IRES -- Regime convenzionale Interesse WHT 20% ristretta 10% Art. 11(2) 100 (10) (*) 10 x 100% (**) (lordo) Interesse percepito 90 Imponibile (IT) 100(**) IRES 33% Credito d imposta Interesse netto (33) 10(*) 67 Art. 55, c. 3 TUIR Art. 165, c. 4 TUIR

25 Interessi - Tassazione in uscita Percettore soggetto non residente Interesse 100 CIT: 35% WHT 27% (27) Art. 26, c. 5, DPR 600/73 P Interesse erogato 73 Extra-UE Imponibile (IT) 100 (*) IT S F i CIT 35% Credito d imposta Interesse netto (35) Credito d imposta estero (*) (lordo)

26 Interessi - Tassazione in uscita Percettore soggetto non residente Interesse 100 CIT: 35% WHT 27% (27) Art. 26, c. 5, DPR 600/73 P Interesse erogato 73 Extra-UE Imponibile (IT) 100 (*) IT S F i CIT 35% Credito d imposta Interesse netto (35) Credito d imposta estero (*) (lordo)

27 Interessi - Tassazione in uscita Percettore soggetto non residente - Regime convenzionale Interesse 100 CIT: 35% WHT 27% ristretta 10% (10) Art. 26, c. 5, DPR 600/73 P Interesse erogato 90 Extra-UE Imponibile (IT) 100 (*) IT S F i CIT 35% Credito d imposta Interesse netto (35) Credito d imposta estero (*) (lordo)

28 Interessi - Definizione convenzionale Ai fini del presente articolo il termine interessi designa i redditi dei crediti di qualsiasi natura, garantiti o non da ipoteca e portanti o meno una clausola di partecipazione agli utili, e, in particolare, i redditi dei titoli del debito pubblico ed i redditi delle obbligazioni di prestiti, compresi i premi ed altri frutti relativi a tali titoli. Le penali per ritardato pagamento non sono considerati come interessi ai fini del presente articolo. (ndr - esclusione)

29 Interessi - Articolo 11(5) e doppia fonte Articolo 11(5) OECD MC 5. Gli interessi si considerano provenienti da uno Stato contraente quando il debitore è un residente di detto Stato. Tuttavia, quando il debitore degli interessi, sia esso residente o no di uno Stato contraente, ha in uno Stato contraente una stabile organizzazione per le cui necessità viene contratto il debito sul quale sono pagati gli interessi e tali interessi sono a carico della stabile organizzazione, gli interessi stessi si considerano provenienti dallo Stato in cui è situata la stabile organizzazione.

30 Interessi - Art. 11(5) e doppia fonte Trattati rilevanti: [A-B], [A-C] Interesse A B Mutuo ACo C [A-B]: 11(5) primo periodo: B è la fonte dell interesse. [A-C]: 11(5) secondo periodo: C è la fonte dell interesse. WHT 10% WHT 10% BCo SO L interesse origina tanto in B quanto in C per effetto dei due trattati.

31 Interessi - Articolo 11(5) e doppia fonte Trattati applicabili: [A-B], [A-C] [A-B]: [A-C]: Art. 11(1) e 11(5): interesse origina in B - Art. 11(2) B può tassare sino ad un max. del 10%. A può tassare in base alla norma domestica ma obbligo di eliminare la doppia imposizione giuridica in B. Art. 11(1) e 11(5): interesse origina in C - Art. 11(2) C può tassare sino ad un max. del 10%. A può tassare in base alla norma domestica ma obbligo di eliminare la doppia imposizione giuridica in C. A, elimina doppia imposizione in B e C: DOPPIO ONERE! Soluzione possibile: Comm. 11 (30) Wording alternativo dell 11(5)

32 Interessi - Casi particolari (c.d. PE proviso) Applicazione Articolo 7 (Art. 11(4)) F Conseguenze: Mutuo A B SO M Interesse 1. A ristretto nell applicazione di ritenuta alla fonte; 2. A, impone tassazione sull utile attribuibile alla SO (art. 7(2) OECD MC); 3. A, impone tassazione su base netta e non sull interesse lordo.

33 Royalties - In generale Tassazione in entrata (IRES); Tassazione in uscita (ritenuta alla fonte); Comparazione OECD / UN Definizione convenzionale; Applicazione del Modello di Convezione OECD; Casi particolari: c.d. PE proviso ;

34 Royalties - Tassazione in entrata (IRES) Percettore soggetto IRES IRES: 33% P R Canoni WHT 20% (estera) Canone percepito 100 (20) 80 IT Extra-UE Brev. Imponibile (IT) IRES 33% Credito d imposta 100 (*) (33) 20 Artt. 81 ss., TUIR Art. 165, c. 4 TUIR S Canone netto 67

35 Royalties - Tassazione in entrata REGIME CONVENZIONALE: Articolo 12(1) OECD MC 1. I canoni provenienti da uno Stato contraente e il cui beneficiario effettivo è un residente dell altro Stato contraente sono imponibili solo in detto altro Stato. EFFETTO Tassazione esclusiva Stato di residenza

36 Royalties - Tassazione in entrata Percettore soggetto IRES -- Regime convenzionale Canoni WHT 20% ristretta completamente 100 (-) Interesse percepito 100 Imponibile (IT) 100 Artt. 81 ss., TUIR IRES 33% Credito d imposta Interesse netto (33) - 73 Art. 165, c. 4 TUIR

37 Royalties - Tassazione in uscita Percettore soggetto non residente Interesse 100 CIT: 35% P R WHT 30% Canone erogato (30) 70 Art. 25, DPR 600/73 Extra-UE IT S Brev. Imponibile (IT) CIT 35% Credito d imposta Interesse netto 100 (*) (35) Credito d imposta estero (*) (lordo)

38 Royalties - Tassazione in uscita Percettore soggetto non residente - Regime convenzionale Canoni WHT 30% ristretta completamente 100 (-) Canone erogato 100 Imponibile (IT) 100 CIT 35% Credito d imposta Canone netto (35) - 65 Credito d imposta estero

39 Royalties - Comparazione Articolo 12(1) OECD MC Articolo 10(1), 10(2) OECD MC Articolo 11(1), 11(2) OECD MC EFFETTO EFFETTO Potestà impositiva esclusiva della residenza Potestà impositiva concorrente della residenza e della fonte Articolo 12 UN MC (Approccio seguito nella maggior parte dei Trattati in vigore)

40 Royalties - Definizione convenzionale Ai fini del presente articolo il termine canoni designa i compensi di qualsiasi natura corrisposti per l uso o la concessione in uso di un diritto d autore su opere letterarie, artistiche o scientifiche, ivi comprese le pellicole cinematografiche, di brevetti, marchi di fabbrica o di commercio, disegni o modelli, progetti, formule o processi segreti o per informazioni concernenti esperienze di carattere industriale commerciale o scientifico.

41 Royalties - Casi particolari (c.d. PE proviso) Applicazione Articolo 7 (Art. 12(3)) F Conseguenze: Licenza A B SO M R 1. A ristretto nell applicazione di ritenuta alla fonte (se 12 Modello UN); 2. A, impone tassazione sull utile attribuibile alla SO (art. 7(2) OECD MC); 3. A, impone tassazione su base netta e non sul canone lordo.

42 Casi pratici - Dividendi Xco, residente in S è una società partecipata al 100% da Dco. DCo è residente sia in A che in B in quanto è incorporata in A ed ha la sede di direzione effettiva in B. Xco distribuisce un dividendo di 100 a Dco. A applica un imposta sulle società con aliquota del 25%, B con aliquota del 40%. S applica una ritenuta alla fonte del 30%. In [A-S] la ritenuta convezionale è fissata al 10%, in [B-S] la ritenuta convenzionale è fissata al 20%. Problemi: -trattati applicabili; -Misura della WHT applicabile da S; -Chi tra A e B ha titolo a tassare il dividendo.

43 Casi pratici - Dividendi CIT 25% CIT 40% Inc DCo Dir eff WHT 10% A Div B WHT 20% S XCo WHT dom. 30%

44 Casi pratici - Dividendi A: non può tassare il dividendo ad eccezione che non ci sia in A una SO di Dco a cui il dividendo sia attribuibile; B: applica CIT 40% ed elimina la doppia imposizione giuridica in C (Art 23A/B [B-C]); C: obbligato ad ottemperare tanto ad [A-S] che a [B-S], applicherà una ritenuta del 10%.

45 DIVIDENDI, INTERESSI E ROYALTIES (Walter Andreoni) Contatti:

Sfruttamento dei diritti di proprietà intellettuale

Sfruttamento dei diritti di proprietà intellettuale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 319 22.11.2013 Ritenute su royalties corrisposte a non residenti Sfruttamento dei diritti di proprietà intellettuale Categoria: Imposte dirette

Dettagli

RISOLUZIONE N. 128/E

RISOLUZIONE N. 128/E RISOLUZIONE N. 128/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 aprile 2008 OGGETTO:Istanza di interpello articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Trattamento fiscale dei canoni corrisposti

Dettagli

La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013

La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 6 14 GENNAIO 2014 La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013 Copyright 2014 Acerbi

Dettagli

LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA

LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA Fabio Landuzzi 14 ottobre 2014 www.pirolapennutozei.it Fiscalità nell internazionalizzazione dell impresa LE CONVENZIONI CONTRO LE DOPPIE IMPOSIZIONI:

Dettagli

Nuova disciplina della tassazione dei dividendi

Nuova disciplina della tassazione dei dividendi L Imposta sul Reddito delle Società (IRES) Rimini, 7 febbraio 2004 Nuova disciplina della tassazione dei dividendi Dott. Giorgio Nerpiti Studio Combattelli e Nerpiti - Dottori Commercialisti Associati

Dettagli

Fiscal Approfondimento

Fiscal Approfondimento Fiscal Approfondimento Il Focus di qualità N. 11 24.03.2015 Dividendi intersocietari Normativa interna, normativa comunitaria e Convenzioni contro le doppie imposizioni Categoria: Ires Sottocategoria:

Dettagli

Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate Anno VIII N. 4 / 2013

Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate Anno VIII N. 4 / 2013 ORIENTAMENTI FISCALI Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate Anno VIII N. 4 / 2013 Redditi di capitale: certificazione relativa agli utili ed agli altri proventi equiparati corrisposti

Dettagli

CONVENZIONE USA - SVIZZERA

CONVENZIONE USA - SVIZZERA CONVENZIONE USA - SVIZZERA CONVENZIONE TRA LA CONFEDERAZIONE SVIZZERA E GLI STATI UNITI D'AMERICA PER EVITARE LE DOPPIE IMPOSIZIONI IN MATERIA DI IMPOSTE SUL REDDITO, CONCLUSA IL 2 OTTOBRE 1996 ENTRATA

Dettagli

N. 21 2007 NUOVO SCHEMA DI CERTIFICAZIONE DEGLI UTILI CORRISPOSTI

N. 21 2007 NUOVO SCHEMA DI CERTIFICAZIONE DEGLI UTILI CORRISPOSTI N. 21 2007 NUOVO SCHEMA DI CERTIFICAZIONE DEGLI UTILI CORRISPOSTI Riportiamo qui di seguito il nuovo schema di certificazione di cui all articolo 4, commi 6-ter e 6-quater, del Decreto del Presidente della

Dettagli

CONFRONTO TRA STABILE ORGANIZZAZIONE, SOCIETA E UFFICIO DI RAPPRESENTANZA

CONFRONTO TRA STABILE ORGANIZZAZIONE, SOCIETA E UFFICIO DI RAPPRESENTANZA CONFRONTO TRA STABILE ORGANIZZAZIONE, SOCIETA E UFFICIO DI RAPPRESENTANZA L attuale contesto economico, sempre più caratterizzato da una concorrenza di tipo internazionale e da mercati globali, spesso

Dettagli

ovvero dalla distribuzione di riserve di capitale. Si intendono per riserve di capitale le riserve e i fondi costituiti con: azioni o quote;

ovvero dalla distribuzione di riserve di capitale. Si intendono per riserve di capitale le riserve e i fondi costituiti con: azioni o quote; Tassazione dei dividendi La riforma del diritto societario ha introdotto importanti modifiche al regime di tassazione dei dividendi distribuiti a partire dal 1º gennaio 2004. Con la riforma viene modificato

Dettagli

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE RISOLUZIONE N. 154/E Roma, 11 giugno 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello art. 11, legge 27 luglio 2000 n. 212 trattamento fiscale dei compensi percepiti in Italia

Dettagli

IMPLICAZIONI TRIBUTARIE ITALIANE DEGLI INVESTIMENTI IN FRANCIA

IMPLICAZIONI TRIBUTARIE ITALIANE DEGLI INVESTIMENTI IN FRANCIA IMPLICAZIONI TRIBUTARIE ITALIANE DEGLI INVESTIMENTI IN FRANCIA Milano, 6 Aprile 2011 1 AGENDA L investimento diretto in Francia mediante l apertura di una filiale (branch) Il principio della tassazione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 48/E. Roma, 8 luglio 2013

RISOLUZIONE N. 48/E. Roma, 8 luglio 2013 RISOLUZIONE N. 48/E Direzione Centrale Normativa Roma, 8 luglio 2013 OGGETTO: Consulenza giuridica - Uffici dell'amministrazione finanziaria Riduzione imposta estera ex art. 165, comma 10, del TUIR Redditi

Dettagli

Profili fiscali dei rapporti di lavoro all estero

Profili fiscali dei rapporti di lavoro all estero Profili fiscali dei rapporti di lavoro all estero Sonia Tripaldi Bologna, 15 maggio 2014 Indice degli argomenti La residenza fiscale dei lavoratori la disciplina prevista dal TUIR Analisi di alcuni documenti

Dettagli

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1

I REDDITI DI CAPITALE. Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 I REDDITI DI CAPITALE Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario - 2012 1 REDDITI DI CAPITALE Fondamento normativo - artt. 44-48 TUIR - artt. 26-27-ter D.P.R. n. 600/73 Prof. Mario Miscali - Diritto Tributario

Dettagli

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI DEFINIZIONE DI UTILI ASPETTI GENERALI TRATTAMENTO FISCALE TRATTAMENTO CONTABILE TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004 Art. 40 D.L. 30.09.2003, n. 269 conv. con L. 24.11.2003, n.

Dettagli

REGIME TRIBUTARIO DEI DIVIDENDI DI FONTE ESTERA

REGIME TRIBUTARIO DEI DIVIDENDI DI FONTE ESTERA Appunti sul trattamento fiscale dei dividendi distribuiti da societa estera (non residente in paesi a fiscalità privilegiata) REGIME TRIBUTARIO DEI DIVIDENDI DI FONTE ESTERA Giandomenico Andreetta San

Dettagli

OGGETTO: Istanza di Interpello - Art. 11, legge 27-7-2000, n. 212. XX

OGGETTO: Istanza di Interpello - Art. 11, legge 27-7-2000, n. 212. XX RISOLUZIONE N. 17/E Roma, 27 gennaio 2006 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Prot. n. 2005/180472 OGGETTO: Istanza di Interpello - Art. 11, legge 27-7-2000, n. 212. XX Con l interpello specificato

Dettagli

Diritto tributario italiano Il trattamento fiscale dei soci residenti in Italia dopo il trasferimento di sede della società

Diritto tributario italiano Il trattamento fiscale dei soci residenti in Italia dopo il trasferimento di sede della società Diritto tributario italiano Il trattamento fiscale dei soci residenti in Italia dopo il trasferimento di sede della società 7 Siegfried Mayr Dottore Commercialista in Milano Docente alla Scuola Superiore

Dettagli

Il nuovo regime della ritenuta sugli interessi da finanziamenti corrisposti a soggetti non residenti

Il nuovo regime della ritenuta sugli interessi da finanziamenti corrisposti a soggetti non residenti For internal use only Il nuovo regime della ritenuta sugli interessi da finanziamenti corrisposti a soggetti non residenti Università Bocconi. Finanziamenti bancari e strumenti di finanziamento alternativi

Dettagli

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e il Canada per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e il Canada per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio Traduzione 1 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e il Canada per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio Conclusa il 5 maggio 1997 Approvata dall Assemblea

Dettagli

RISOLUZIONE N. 151/E. Roma, 11 giugno 2009

RISOLUZIONE N. 151/E. Roma, 11 giugno 2009 RISOLUZIONE N. 151/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 11 giugno 2009 OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 legge 27 luglio 2000, n. 212 - Redditi di capitale corrisposti a soggetti non

Dettagli

RISOLUZIONE N. 170/E. OGGETTO: Istanza di Interpello - ART.11, legge 27 luglio 2000, n. 212. X S.P.A.

RISOLUZIONE N. 170/E. OGGETTO: Istanza di Interpello - ART.11, legge 27 luglio 2000, n. 212. X S.P.A. RISOLUZIONE N. 170/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 dicembre 2005 OGGETTO: Istanza di Interpello - ART.11, legge 27 luglio 2000, n. 212. X S.P.A. Con l interpello specificato in oggetto,

Dettagli

CIRCOLARE N. 11 /E INDICE. Premessa...2. 1. Redditi dell anno 2012...3. 2. Determinazione dell imposta sostitutiva...4

CIRCOLARE N. 11 /E INDICE. Premessa...2. 1. Redditi dell anno 2012...3. 2. Determinazione dell imposta sostitutiva...4 CIRCOLARE N. 11 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 aprile 2013 OGGETTO: Imposta sostitutiva sulla retribuzione di produttività - Art. 1, comma 481, della legge n. 228/2012 (legge di stabilità 2013)

Dettagli

? INQUADRAMENTO NORMATIVO. Aspetti generali QUADRO RL. Inquadramento normativo. Redditi di capitale

? INQUADRAMENTO NORMATIVO. Aspetti generali QUADRO RL. Inquadramento normativo. Redditi di capitale Tratto da: Collana Dichiarazioni Fiscali 2009, Unico Persone Fisiche, a cura di: R. Artina V. Artina P. Monarca G. Cremona N. Tarantino Aspetti generali Inquadramento normativo Il quadro RL del modello

Dettagli

Redditi di capitale Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi di capitale

Redditi di capitale Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi di capitale Redditi di capitale Redditi di capitale - art. 44, co. 1 L art. 44 individua i redditi di capitale con una elencazione esaustiva, ma al tempo stesso si chiude (alla lett. h) del comma 1) con una fattispecie

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Titolo del provvedimento: Convenzione tra l'italia ed il Giappone per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito, firmata a Tokyo il 20 marzo 1969. (Pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Dettagli

Circolare n. 41/E. Roma, 21 luglio 2003

Circolare n. 41/E. Roma, 21 luglio 2003 Circolare n. 41/E Roma, 21 luglio 2003 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Convenzioni internazionali in materia di doppia imposizione- Tassazione delle pensioni pagate ai sensi della legislazione

Dettagli

OGGETTO: ENC: tassazione dividendi distribuiti dall 01.01.2014

OGGETTO: ENC: tassazione dividendi distribuiti dall 01.01.2014 Informativa per la clientela di studio N. 04 del 07.01.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: ENC: tassazione dividendi distribuiti dall 01.01.2014 La Legge di Stabilità 2015 porta con sé un aggravio

Dettagli

ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22

ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22 TITOLO III - RITENUTE ALLA FONTE ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22 2. REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE PRESTATO

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

Evoluzione dell addizionale all Irpef regionale (1998 2014) comunale (2006 2013) Piemonte. A cura di Vincenzo Scumaci

Evoluzione dell addizionale all Irpef regionale (1998 2014) comunale (2006 2013) Piemonte. A cura di Vincenzo Scumaci Evoluzione dell addizionale all Irpef regionale (1998 214) comunale (26 213) Piemonte A cura di Vincenzo Scumaci Categorie di redditi e tassazione/continua slide successiva Categorie redditi tassazione

Dettagli

Fiscal News N. 334. Cessione di partecipazioni estere. La circolare di aggiornamento professionale 04.12.2013. Potestà impositiva

Fiscal News N. 334. Cessione di partecipazioni estere. La circolare di aggiornamento professionale 04.12.2013. Potestà impositiva Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 334 04.12.2013 Cessione di partecipazioni estere Potestà impositiva Categoria: Imposte dirette Sottocategoria: Varie La tassazione della plusvalenza

Dettagli

Diritto Tributario. Redditi di capitale Redditi diversi. Bergamo, 27/11/15. Andrea Brignoli, LL.M. Andrea Brignoli

Diritto Tributario. Redditi di capitale Redditi diversi. Bergamo, 27/11/15. Andrea Brignoli, LL.M. Andrea Brignoli Diritto Tributario Redditi di capitale Redditi diversi Bergamo, 27/11/15, LL.M. 2015 T.U.I.R. D.P.R. 917/86 TITOLO I IRPEF 1. Disposizioni generali 2. Redditi fondiari 3. Redditi di capitale 4. Redditi

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI (MOGHERINI) (PADOAN) CON IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA (ORLANDO)

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI (MOGHERINI) (PADOAN) CON IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA (ORLANDO) Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 2515 DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI (MOGHERINI) DI CONCERTO

Dettagli

Convenzione. Traduzione 1

Convenzione. Traduzione 1 Traduzione 1 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica del Ghana per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito, sul patrimonio e sugli utili di capitale Il Consiglio

Dettagli

IL TRUST: PRINCIPI GENERALI, MODALITA APPLICATIVE E CASI DI STUDIO Roma, 12 APRILE 2011 Domenico Rinaldi

IL TRUST: PRINCIPI GENERALI, MODALITA APPLICATIVE E CASI DI STUDIO Roma, 12 APRILE 2011 Domenico Rinaldi IL TRUST: PRINCIPI GENERALI, MODALITA APPLICATIVE E CASI DI STUDIO Roma, 12 APRILE 2011 Domenico Rinaldi COSTI DEL TRUST Costi una tantum Imposta sulle donazioni (Circolare Agenzia delle Entrate n. 3 28/01/2008)

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/E. Roma, 01 aprile 2016

CIRCOLARE N. 8/E. Roma, 01 aprile 2016 CIRCOLARE N. 8/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 aprile 2016 OGGETTO: Problematiche relative alla tassazione di capitali percepiti in caso di morte in dipendenza di contratti di assicurazione vita

Dettagli

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI PER LE PERSONE FISICHE

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI PER LE PERSONE FISICHE Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 14/2015 del 7 maggio 2015 TASSAZIONE DEI DIVIDENDI PER LE PERSONE FISICHE

Dettagli

GLI ASPETTI FISCALI DEI MINI BOND E DELLE CAMBIALI FINANZIARIE

GLI ASPETTI FISCALI DEI MINI BOND E DELLE CAMBIALI FINANZIARIE Bologna, 19 giugno 2014 GLI ASPETTI FISCALI DEI MINI BOND E DELLE CAMBIALI FINANZIARIE a cura di R. Bigi Principali riferimenti normativi e di prassi Art. 32 del Decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 (c.d.

Dettagli

Riforma Tremonti: la posizione dei soci ed i rapporti con la società

Riforma Tremonti: la posizione dei soci ed i rapporti con la società Riforma Tremonti: la posizione dei soci ed i rapporti con la società Relatore: Andrea Vasapolli Vasapolli & Associati 4/11/03 Vasapolli & Associati - Torino Milano Bologna 1 Obiettivi della riforma con

Dettagli

Le trading e le royalty companies.

Le trading e le royalty companies. Le trading e le royalty companies. Studio Legale Tributario e di Consulenza Economico Aziendale Paparella - Sed P.za Mincio, 2 00198 Roma Tel. 068555816-828 - Fax 068555828 Avv. Nunzio Dario Latrofa Milano,

Dettagli

NON RESIDENTI: LA DISCIPLINA DELLE RITENUTE

NON RESIDENTI: LA DISCIPLINA DELLE RITENUTE Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 27/11/2012. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

La fiscalità della sanità integrativa

La fiscalità della sanità integrativa La fiscalità della sanità integrativa 1 Il trattamento tributario dei contributi Fonti normative Art. 10, comma 1, lettera e-ter del tuir 917/86(oneri deducibili) Art. 51, comma 2, lettera a) del tuir

Dettagli

Irrilevanza fiscale delle erogazioni ai beneficiari e trust non residenti

Irrilevanza fiscale delle erogazioni ai beneficiari e trust non residenti Irrilevanza fiscale delle erogazioni ai beneficiari e trust non residenti di Alberto Righini, Raffaello Lupi, Dario Stevanato La mancanza della titolarità della fonte del reddito in capo ai beneficiari

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Fiscal News N. 111. La circolare di aggiornamento professionale. 06.03.2012 Cessione e utilizzo del diritto d autore: aspetti normativi e fiscali

Fiscal News N. 111. La circolare di aggiornamento professionale. 06.03.2012 Cessione e utilizzo del diritto d autore: aspetti normativi e fiscali Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 111 06.03.2012 Cessione e utilizzo del diritto d autore: aspetti normativi e fiscali A cura di Carlo De Luca e Luca Savastano Categoria: Irpef

Dettagli

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Romania per evitare le doppie imposizioni in materia. di imposte sul reddito e sul patrimonio,

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Romania per evitare le doppie imposizioni in materia. di imposte sul reddito e sul patrimonio, Traduzione 1 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Romania per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio 0.672.966.31 Conclusa a Bucarest il 25 ottobre

Dettagli

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti Roma lì 04/05/2014 Prot. 202/2014 A tutti i Centri e Sportelli Circolare n. 52 Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti L art. 51 bis del DL 69/2013 (Decreto del fare) ha previsto

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Prot.2013/151663 Modalità di attuazione delle disposizioni relative al monitoraggio fiscale contenute nell articolo 4 del decreto legge 28 giugno 1990, n. 167, convertito, con modificazioni, dalla legge

Dettagli

0.672.923.21. Traduzione 1. (Stato 16 dicembre 2011)

0.672.923.21. Traduzione 1. (Stato 16 dicembre 2011) Traduzione 1 0.672.923.21 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e il Canada per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio Conclusa il 5 maggio 1997 Approvata

Dettagli

REDDITI DI LAVORO AUTONOMO INDICAZIONI GENERALI

REDDITI DI LAVORO AUTONOMO INDICAZIONI GENERALI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO INDICAZIONI GENERALI Indicazioni generali sui redditi di lavoro autonomo Le caratteristiche che secondo il Codice civile contraddistinguono il lavoratore autonomo, sono lo svolgimento

Dettagli

Sede/indirizzo: Sede/località: Codice fiscale: Codice fiscale:

Sede/indirizzo: Sede/località: Codice fiscale: Codice fiscale: Allegato 1 Codice del dipendente dell'autorità tributaria CALCOLO DELLE RITENUTE FISCALI AI SENSI DELL'ART. 374 DELLA LEGGE SULLA PROCEDURA TRIBUTARIA relativi alla corresponsione dei redditi di residenti

Dettagli

LIBERA CIRCOLAZIONE DEI CAPITALI

LIBERA CIRCOLAZIONE DEI CAPITALI LIBERA CIRCOLAZIONE DEI CAPITALI E TASSAZIONE DEI DIVIDENDI ESTERI Sommario: 1. Premessa - 2. Il regime di tassazione dei dividendi nell ordinamento belga e la Convenzione contro le doppie imposizioni

Dettagli

Dott. Enrico Maria Vidali CONVEGNO ASSOCIAZIONI SPORTIVE L ATTIVITA DI ACCERTAMENTO E LA COMPLIANCE FISCALE

Dott. Enrico Maria Vidali CONVEGNO ASSOCIAZIONI SPORTIVE L ATTIVITA DI ACCERTAMENTO E LA COMPLIANCE FISCALE Dott. Enrico Maria Vidali CONVEGNO ASSOCIAZIONI SPORTIVE L ATTIVITA DI ACCERTAMENTO E LA COMPLIANCE FISCALE 1 PRESUPPOSTO IMPOSITIVO Ai sensi dell art. 2 del D.Lgs. 446/97 il presupposto dell'irap e' costituito

Dettagli

Le nuove forme di finanziamento alle imprese

Le nuove forme di finanziamento alle imprese Le nuove forme di finanziamento alle imprese Profili fiscali Ordine Dottori Commercialisti di Padova 4 giugno 2014 Principali riferimento normativi e di prassi Art. 32 del Decreto legge 22 giugno2012,n.

Dettagli

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativa al fondo pensione aperto a contribuzione definita

Dettagli

Chiarimenti Agenzia delle Entrate

Chiarimenti Agenzia delle Entrate Chiarimenti Agenzia delle Entrate 1. Nuova misura dell'imposta sostitutiva sui risultati di gestione. La legge di stabilità del 2015 ha aumentando l'aliquota dell'imposta sostitutiva delle imposte sui

Dettagli

Finanziare lo sviluppo con i Minibond

Finanziare lo sviluppo con i Minibond Finanziare lo sviluppo con i Minibond Implicazioni fiscali dello strumento Minibond Luca Luigi Tomasini dottore commercialista revisore legale STUDIO TOMASINI I vantaggi fiscali di emissione dei minibond

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Aumento dell'aliquota di tassazione delle rendite finanziarie dal 20% al 26%, (effetti finanziari diretti).

RELAZIONE TECNICA Aumento dell'aliquota di tassazione delle rendite finanziarie dal 20% al 26%, (effetti finanziari diretti). RELAZIONE TECNICA Artt. 3 e 4, commi da 1 a 10 (Disposizioni in materia di redditi di natura finanziaria) Le disposizioni in esame prevedono l incremento di sei punti percentuali, a decorrere dal luglio

Dettagli

Capitolo I CAMPO DI APPLICAZIONE DELLA CONVENZIONE. Articolo 1. Soggetti.

Capitolo I CAMPO DI APPLICAZIONE DELLA CONVENZIONE. Articolo 1. Soggetti. CONVENZIONE TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL GOVERNO DELLO STATO DI ISRAELE PER EVITARE LE DOPPIE IMPOSIZIONI IN MATERIA DI IMPOSTE SUL REDDITO E SUL PATRIMONIO E PER PREVENIRE LE EVASIONI

Dettagli

IL NUOVO REGIME DI TASSAZIONE DEI DIVIDENDI PERCEPITI DA ENTI NON COMMERCIALI E TRUST DI NATURA NON COMMERCIALE

IL NUOVO REGIME DI TASSAZIONE DEI DIVIDENDI PERCEPITI DA ENTI NON COMMERCIALI E TRUST DI NATURA NON COMMERCIALE IL NUOVO REGIME DI TASSAZIONE DEI DIVIDENDI PERCEPITI DA ENTI NON COMMERCIALI E TRUST DI NATURA NON COMMERCIALE di Pasquale Saggese 1. Le novità introdotte con la legge di stabilità 2015 Nell ambito delle

Dettagli

LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014

LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014 Ai gentili clienti Loro sedi Circolare n. 27 del 4 settembre 2014 LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014 ART. 3 e 4 D.L. N. 66/2014 Circolare Agenzia Entrate 27.6.2014, n. 19/E In breve:

Dettagli

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Malta per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Malta per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito Traduzione 1 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Malta per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito Conclusa a Roma, il 25 febbraio 2011 Approvata dall

Dettagli

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Prof. Tommaso Di Tanno (Di Tanno & Associati) SIIQ, SICAF E FONDI IMMOBILIARI Evoluzione degli strumenti di investimento

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Aggiornamento del 2 febbraio 2015 1. REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI I contributi versati a FONDENEL dal 1^ gennaio 2007 sono deducibili dal reddito complessivo dell aderente

Dettagli

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI 1 L AMMORTAMENTO (NOZIONE GIURIDICA) il costo delle immobilizzazioni, materiali ed immateriali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo

Dettagli

Redditi di capitale e redditi diversi. Università Carlo Cattaneo - Liuc anno accademico 2014/2015 corso di diritto tributario

Redditi di capitale e redditi diversi. Università Carlo Cattaneo - Liuc anno accademico 2014/2015 corso di diritto tributario Redditi di capitale e redditi diversi Università Carlo Cattaneo - Liuc anno accademico 2014/2015 corso di diritto tributario 1 oggetto della lezione redditi di capitali: fonte e determinazione principali

Dettagli

0.672.912.31. Traduzione 1. (Stato 21 dicembre 2000)

0.672.912.31. Traduzione 1. (Stato 21 dicembre 2000) Traduzione 1 0.672.912.31 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Albania per evitare le doppie imposizioni in materia d imposte sul reddito e sul patrimonio Conclusa il 12 novembre

Dettagli

L eliminazione della doppia imposizione

L eliminazione della doppia imposizione L eliminazione della doppia imposizione by Paolo Battaglia - Wednesday, September 23, 2015 http://www.ascheri.net/2015/09/23/leliminazione-della-doppia-imposizione/ L applicazione del World Wide Taxation

Dettagli

Traduzione 1. Art. 1 Persone La presente Convenzione si applica alle persone che sono residenti di uno o di entrambi gli Stati contraenti.

Traduzione 1. Art. 1 Persone La presente Convenzione si applica alle persone che sono residenti di uno o di entrambi gli Stati contraenti. Traduzione 1 0.672.941.81 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica Popolare Ungherese per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio Conchiusa il

Dettagli

I PROFILI FISCALI CONNESSI ALL EMISSIONE DI TITOLI DI STRUMENTI DI CAPITALE E DI DEBITO. Francesco Nobili

I PROFILI FISCALI CONNESSI ALL EMISSIONE DI TITOLI DI STRUMENTI DI CAPITALE E DI DEBITO. Francesco Nobili I PROFILI FISCALI CONNESSI ALL EMISSIONE DI TITOLI DI STRUMENTI DI CAPITALE E DI DEBITO Unindustria Cremona, 4 novembre 2015 Capitalizzazione e finanziamento Un impresa può essere capitalizzata/finanziata

Dettagli

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI 21.1 Generalità Il quadro RZ deve essere compilato dai soggetti che hanno corrisposto

Dettagli

TITOLO I AMBITO DI APPLICAZIONE DELLA CONVENZIONE ARTICOLO 1 SOGGETTI ARTICOLO 2 IMPOSTE CONSIDERATE

TITOLO I AMBITO DI APPLICAZIONE DELLA CONVENZIONE ARTICOLO 1 SOGGETTI ARTICOLO 2 IMPOSTE CONSIDERATE CONVENZIONE FRA LA REPUBBLICA PORTOGHESE E LA REPUBBLICA DI SAN MARINO PER EVITARE LE DOPPIE IMPOSIZIONI E PREVENIRE L EVASIONE FISCALE IN MATERIA DI IMPOSTE SUL REDDITO La Repubblica Portoghese e la Repubblica

Dettagli

Roma, 22 ottobre 2001

Roma, 22 ottobre 2001 RISOLUZIONE N. 163/E Roma, 22 ottobre 2001 OGGETTO: Istanza di interpello n..2001, ai sensi dell articolo 11, della legge n. 212 del 2000, presentato dal Signor in ordine all assoggettabilità all imposta

Dettagli

FRONTESPIZIO. Domanda per il rimborso, l esonero o l applicazione dell aliquota ridotta sui redditi corrisposti a soggetti non residenti

FRONTESPIZIO. Domanda per il rimborso, l esonero o l applicazione dell aliquota ridotta sui redditi corrisposti a soggetti non residenti Provvedimento dell'agenzia delle Entrate Prot. N. 2013/84404 FRONTESPIZIO Domanda per il rimborso, l esonero o l applicazione dell aliquota ridotta sui redditi corrisposti a soggetti non residenti Convenzioni

Dettagli

DIVIDENDI: LINEAMENTI GENERALI RELATIVI AL REGIME DI TASSAZIONE NAZIONALE, CONVENZIONALE E COMUNITARIO

DIVIDENDI: LINEAMENTI GENERALI RELATIVI AL REGIME DI TASSAZIONE NAZIONALE, CONVENZIONALE E COMUNITARIO MAP DIVIDENDI: LINEAMENTI GENERALI RELATIVI AL REGIME DI TASSAZIONE NAZIONALE, CONVENZIONALE E COMUNITARIO Con la riforma del sistema fi scale del 2004, è stato abolito il credito d imposta sui dividendi

Dettagli

RISOLUZIONE N. 167/E. Roma, 21 aprile 2008. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

RISOLUZIONE N. 167/E. Roma, 21 aprile 2008. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso RISOLUZIONE N. 167/E Roma, 21 aprile 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello -ART.11, legge 27 luglio 2000, n.212.- Applicabilità della Convenzione dello Stato di

Dettagli

La Tassazione dei Dividendi percepiti nel 2014

La Tassazione dei Dividendi percepiti nel 2014 La Tassazione dei Dividendi percepiti nel 2014 Come noto gli artt. 3 e 4 del D.L. n. 66/2014 hanno modificato la tassazione dei redditi di natura finanziaria innalzandone l aliquota dal 20% al 26%, fatta

Dettagli

OGGETTO: Istanza di interpello - Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. ALFA Spa SIM; Art. 165 del D.P.R. 22 dicembre 1986, n.

OGGETTO: Istanza di interpello - Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. ALFA Spa SIM; Art. 165 del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. RISOLUZIONE N. 147/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 28 giugno 2007 OGGETTO: Istanza di interpello - Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. ALFA Spa SIM; Art. 165 del D.P.R. 22 dicembre

Dettagli

a) i propri residenti [definiti ai sensi dell'articolo 4 (Residenti)]; e

a) i propri residenti [definiti ai sensi dell'articolo 4 (Residenti)]; e CONVENZIONE TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL GOVERNO DEGLI STATI UNITI D'AMERICA PER EVITARE LE DOPPIE IMPOSIZIONI IN MATERIA DI IMPOSTE SUL REDDITO E PER PREVENIRE LE FRODI E LE EVASIONI

Dettagli

Gli aspetti fiscali del recesso nelle societàdi capitali

Gli aspetti fiscali del recesso nelle societàdi capitali S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Gli aspetti fiscali del recesso nelle societàdi capitali Massimiliano Sironi 23 Settembre 2015 Milano Premessa L inquadramento fiscale del recesso del socio

Dettagli

RISOLUZIONE N. 356/E. Roma, 8 agosto 2008

RISOLUZIONE N. 356/E. Roma, 8 agosto 2008 RISOLUZIONE N. 356/E Roma, 8 agosto 2008 Direzione Prot.: Centrale 2005/ Normativa e Contenzioso OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Trattamento fiscale ai fini

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO DI PREVIDENZA MARIO NEGRI FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I DIRIGENTI DI AZIENDE DEL TERZIARIO, DI SPEDIZIONE E TRASPORTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della

Dettagli

La disciplina delle CFC

La disciplina delle CFC La disciplina delle CFC Novedrate, 9 ottobre 2013 dott. Andrea DE VIDO La CFC (Controlled Foreign Companies) e quella tecnica con la quale: un soggetto residente in un Paese ad alta fiscalità fa svolgere

Dettagli

Art. 1 Persone considerate La presente Convenzione si applica alle persone che sono residenti di uno o di entrambi gli Stati contraenti.

Art. 1 Persone considerate La presente Convenzione si applica alle persone che sono residenti di uno o di entrambi gli Stati contraenti. Traduzione 1 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Croazia per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio Il Consiglio federale svizzero e

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Aggiornamento del 30 gennaio 2015 1. REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI I contributi versati al FOPEN dal 1^ gennaio 2007 sono deducibili dal reddito complessivo dell aderente per

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare numero 17 del 28/09/2011 Oggetto: Manovra bis di ferragosto (D.L 138/2011). Conversione in legge del decreto. Il 17 settembre u.s. è entrata in vigore la legge di conversione del D.L. 138/2011

Dettagli

I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati

I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati 1 PREMESSA Una delle principali direttrici di cambiamento che caratterizzano la riforma del sistema fiscale, attuata

Dettagli

Articolo 1 - Soggetti. La presente Convenzione si applica alle persone che sono residenti di uno o di entrambi gli Stati.

Articolo 1 - Soggetti. La presente Convenzione si applica alle persone che sono residenti di uno o di entrambi gli Stati. CONVENZIONE TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA FRANCESE PER EVITARE LE DOPPIE IMPOSIZIONI IN MATERIA DI IMPOSTE SUL REDDITO E SUL PATRIMONIO E PER PREVENIRE L'EVASIONE

Dettagli

0.672.945.41. Convenzione

0.672.945.41. Convenzione Testo originale Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica Italiana per evitare le doppie imposizioni e per regolare talune altre questioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio

Dettagli

Conclusa il 26 ottobre 2007 Approvata dall Assemblea federale il 12 marzo 2009 2 Entrata in vigore mediante scambio di note l 11 settembre 2011

Conclusa il 26 ottobre 2007 Approvata dall Assemblea federale il 12 marzo 2009 2 Entrata in vigore mediante scambio di note l 11 settembre 2011 Traduzione 1 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Colombia per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio Conclusa il 26 ottobre 2007 Approvata

Dettagli

Lezione nona. L Ires e la tassazione dei redditi d impresa

Lezione nona. L Ires e la tassazione dei redditi d impresa Lezione nona L Ires e la tassazione dei redditi d impresa 1 TASSAZIONE REDDITI D IMPRESA PROFITTI = R C AM - IP Imprese individuali e società di persone Gli utili, a prescindere dalla loro distribuzione,

Dettagli

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Romania per evitare le doppie imposizioni in materia. di imposte sul reddito e sul patrimonio,

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Romania per evitare le doppie imposizioni in materia. di imposte sul reddito e sul patrimonio, Traduzione 1 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la Romania per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio 0.672.966.31 Conclusa a Bucarest il 25 ottobre

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma Riforma della tassazione dei redditi di capitale e dei redditi diversi di natura finanziaria (D.L. n. 138/2011 convertito in L. n. 148/2011

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE E IRES

SOCIETA COOPERATIVE E IRES FISCALITÀ PER LE COOPERATIVE: NOVITÀ INTRODOTTE DALLA MANOVRA FINANZIARIA Brescia 5 Novembre 2011 1 SOCIETA COOPERATIVE E IRES Art. 73, comma 1, lettera a) del Tuir Sono soggetti all imposta sul reddito

Dettagli

La fiscalità degli strumenti di capitalizzazione e di finanziamento dell impresa

La fiscalità degli strumenti di capitalizzazione e di finanziamento dell impresa La fiscalità degli strumenti di capitalizzazione e di Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano SAF Scuola di Alta Formazione Luigi Martino Convegno del 16 gennaio 2012 Relatore:

Dettagli

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e l Irlanda, intesa ad evitare la doppia imposizione nel campo delle imposte sul reddito e sulla sostanza

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e l Irlanda, intesa ad evitare la doppia imposizione nel campo delle imposte sul reddito e sulla sostanza Traduzione 1 Convenzione tra la Confederazione Svizzera e l Irlanda, intesa ad evitare la doppia imposizione nel campo delle imposte sul reddito e sulla sostanza 0.672.944.11 Conchiusa l 8 novembre 1966

Dettagli

PATENT BOX DETASSAZIONE DEI REDDITI DERIVANTI DA BENI IMMATERIALI

PATENT BOX DETASSAZIONE DEI REDDITI DERIVANTI DA BENI IMMATERIALI PATENT BOX DETASSAZIONE DEI REDDITI DERIVANTI DA BENI IMMATERIALI Art. 1, commi 37-45L. 23.12.2014 N. 190 Art. 5 co. 1, D.L. 24.01.2015 N. 1 (Investment Compact) pzanatta@uive.it Dott. Paolo Zanatta 18.02.2015

Dettagli