Le ICT nella costruzione della Società dell'informazione Rapporto Cittadini 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le ICT nella costruzione della Società dell'informazione Rapporto Cittadini 2010"

Transcript

1 sistema Osservatorio ICT - Piemonte Le ICT nella costruzione della Società dell'informazione Rapporto Cittadini 2010 sistema

2 INDICE Capitolo 1. Introduzione... 2 Capitolo 2. La diffusione delle tecnologie presso la popolazione piemontese... 3 Capitolo 3. Conclusioni Capitolo 4. APPENDICE - metodologia di ricerca

3 Capitolo 1. Introduzione L Osservatorio ICT della Regione Piemonte annualmente monitora lo sviluppo e la diffusione della Società dell Informazione nella nostra Regione attraverso indagini sulla popolazione, sulle imprese e sulle pubbliche amministrazioni. Grazie ai dati raccolti negli anni è stato possibile iniziare a verificare gli effetti di alcune politiche intraprese dal governo regionale per diffondere l utilizzo di Internet e dei servizi on line, primo tra tutti l accordo con Telecom Italia, avvenuto nel 2006, attraverso il quale il principale operatore telefonico italiano si impegnava a coprire, attraverso infrastruttura a banda larga, tutto il territorio regionale. Analizzando lo stato attuale si può dire che ormai in qualsiasi comune piemontese è possibile usufruire di una connessione a banda larga (di tipo wired o wireless). Alla maggiore disponibilità di connessioni veloci tuttavia non è corrisposto un altrettanto repentino incremento del numero di utenti di Internet e della qualità dei servizi offerti on line dalle pubbliche amministrazioni e dalle imprese. Questo documento ha lo scopo di descrivere i principali risultati emersi dalla rilevazione condotta nei primi mesi del 2010 su un campione di cittadini piemontesi volta ad analizzare la dotazione tecnologia delle famiglie, l utilizzo di Internet da parte dei cittadini ed a valutarne l impatto nella vita quotidiana. Si rimanda al rapporto annuale di Osservatorio per un approfondimento specifico sulle problematicità relative alla diffusione della tecnologie presso la popolazione piemontese che sono state riscontrate. -2-

4 Capitolo 2. La diffusione delle tecnologie presso la popolazione piemontese L analisi della diffusione delle tecnologie presso la popolazione piemontese viene condotta in un primo momento studiando la dotazione tecnologica delle famiglie (2.1) per poi soffermarsi sulle caratteristiche dei cittadini che utilizzano Internet e sui tipi di utilizzo (2.2), infine verrà fatto riferimento agli impatti che Internet sta avendo sulla vita dei cittadini (2.3) Dotazione tecnologica delle famiglie piemontesi Ad oggi rispettivamente il 69% ed il 63% delle famiglie piemontesi dispone di PC e una connessione ad Internet a casa. La percentuale scende ancora al 58% per quanto riguarda la disponibilità di una connessione a banda larga. La Figura 1 illustra il trend di questi tre indicatori nel tempo. È evidente come, negli anni, si stia riducendo il gap tra chi ha una connessione a banda larga, chi ha una connessione ad internet e chi ha almeno un PC a casa. 8 BASE: tutte le famiglie piemontesi È evidente come, negli anni, si stia riducendo il gap tra chi ha una connessione a banda larga, chi ha una connessione ad internet e chi ha almeno un PC a casa pc a casa Internet a casa bb a casa FONTE: Osservatorio ICT de Piemonte Figura 1 presenza di PC, connessione ad Internet e connessione a banda larga presso le famiglie piemontesi dal 2004 al 2009 Focalizzandosi, dunque sull ultimo anno, il grafico successivo mostra che ben l 83% delle famiglie con connessione ad Internet usufruisce di connessione ADSL, il 2% di fibra ottica, solo più il 6% del tradizionale modem a 56 kbps e le rimanenti famiglie utilizzano altre tipologie di connessione come ad esempio UMTS e GPRS. -3-

5 modem telefonico tradizionale 7% fibra ottica 2% Altro 5% ADSL 86% BASE: famiglie con connessione ad Internet BASE: Osservatorio ICT del Piemonte Figura 2 - Tipo di connessione ad Internet presso le famiglie piemontesi, 2009 È utile ricordare, in aggiunta, come poco più di un quarto delle famiglie piemontesi (26,4%) disponga (anche) di una Internet-key, strumento che garantisce a qualunque membro della famiglia di potersi connettere ad Internet anche in luoghi diversi dalla propria abitazione. L adozione di una connessione a banda larga in quasi tutte le famiglie con Internet a casa è giustificata dalla disponibilità di tale tecnologia praticamente in tutto il territorio piemontese. A tale proposito è stato valutato il grado di soddisfazione verso la qualità del servizio percepita dai cittadini che usano Internet da casa (49% dei cittadini piemontesi): solo un terzo di essi si è dichiarato molto soddisfatto di tale connessione, la metà in maniera media ed i rimanenti poco o per nulla soddisfatti. Infine, il grafico seguente illustra la presenza di altre tecnologie, diverse da PC ed Internet presso le famiglie piemontesi. BASE: tutte le famiglie piemontesi macchina foto digitale telecamera digitale tv tv plasma video giochi navigatore satellitare telepass pc portatile FONTE: Osservatorio ICT de Piemonte Figura 3 - tecnologie possedute dalle famiglie piemontesi, al 2009 Va segnalato come il 69,5% delle famiglie piemontesi siano passate al digitale terrestre, utilizzando nel 95% un decoder. Solo il 2 delle famiglie con decoder si dichiara molto soddisfatta della qualità del segnale ricevuto. -4-

6 Tecnologie per la mobilità L indagine condotta quest anno ha voluto approfondire la tematica relativa all utilizzo delle tecnologie per migliorare gli spostamenti ed in particolare l uso delle tecnologie in auto. Cittadini che viaggiano in auto e che guidano Alcune informazioni circa i cittadini che guidano o che abitualmente effettuano viaggi in auto possono essere utili nel momento in cui si vogliono interpretare le loro esigenze ed offrire servizi adeguati. L 87% dei cittadini ha dichiarato di usare l auto per effettuare spostamenti ed il 69% di guidare. In media, il 7 dei cittadini piemontesi trascorre giornalmente meno di un ora in auto; il tempo trascorso in auto aumenta per i cittadini che risiedono fuori Torino: si vede, infatti, che il 25% degli intervistati residente fuori dal capoluogo trascorre giornalmente da una a tre ore in auto, contro il 16% circa dei residenti in Torino. Il principale scopo di utilizzo dell auto è legato alla situazione occupazionale: il 72,7% dei lavoratori, infatti, utilizza l auto abitualmente per raggiungere il posto di lavoro, così come il 31,6% degli studenti la utilizza per recarsi a scuola. Considerando altri scopi per cui si può utilizzare l auto, una percentuale elevata di cittadini utilizza l auto abitualmente per fare acquisti (46%), effettuare commissioni (41,1%) e per attività che riguardano lo svago e il tempo libero (37,4%). Infine l analisi di quali situazioni in auto inducono maggiore ansia nei cittadini alla guida potrebbe portare all identificazione dei servizi di reale interesse per detta categoria di soggetti. Da parte dei guidatori, infatti, le occasioni per le quali risulta maggiormente problematico l utilizzo dell auto sono legate al timore di perdere del Utilizzo delle ICT per gli spostamenti tempo o del denaro: prendere una multa (69%), (in auto): riduzione dei tempi, dei rimanere bloccato nel traffico (66%), trovare parcheggio costi e degli spostamenti (6), effettuare pagamenti (34%). Uso delle tecnologie in auto Per completare il discorso ci si deve chiedere quanto le ICT siano utilizzate oppure possano essere utili negli spostamenti in auto effettuati dai cittadini piemontesi. Le tecnologie più utilizzate in auto sono il navigatore (68,8% di coloro che lo posseggono in famiglia) e il telepass (78,7% di coloro che lo posseggono in famiglia); risultano invece poco utilizzati i cellulari e le console giochi. STRUMENTO BASE Percentuale navigatore chi ha navigatore e guida 68,8% telepass chi ha telepass e guida 78,7% cellulare per navigare su Internet chi ha cellulare e viaggia 4, lettore mp3 chi ha lettore mp3 e viaggia 19,3% console giochi chi ha console giochi e viaggia 4,3% Fonte: Osservatorio ICT del Piemonte Tabella 1 utilizzo delle tecnologie in auto, 2009 Infine, con riferimento al navigatore satellitare ed al telepass, tecnologie maggiormente utilizzate in auto, i dati mostrano comunque un basso tasso di interesse da parte di coloro che non li utilizzano (2), motivato anche da una scarsa conoscenza delle potenzialità di detti strumenti -5-

7 2.2. Utilizzo delle tecnologie da parte dei cittadini piemontesi Si passa, ora, ad analizzare il singolo cittadino, quale fruitore del web e delle tecnologie. I dati mostrano anche quest anno percentuali pressoché invariate rispetto agli anni precedenti: il 50,9% dei cittadini usa Internet e il 56,2% usa PC. 6 BASE: tutti i cittadini piemontesi Non aumenta il numero di utilizzatori di Internet utilizzo internet utilizzo PC Figura 4 cittadini che utilizzano Internet e PC dal 2004 al 2009 La stasi nel tasso di utilizzo di Internet può essere spiegata da una serie di fattori legati al contesto socio economico piemontese ed alla conformazione della popolazione stessa (es. alto tasso di persone anziane o con livello di istruzione medio basso). Esiste, infatti, una stretta relazione tra gli utilizzatori di Internet ed una serie di variabili demografiche, quali: la fascia di età: emerge un utilizzo prossimo al 10 da parte dei giovani e decrescente man mano che ci si sposta in fasce di età maggiore l occupazione: si evidenzia un maggiore utilizzo da parte di studenti e di lavoratori l istruzione: l utilizzo aumenta all aumentare del grado d istruzione raggiunto la dimensione del nucleo famigliare e il reddito, per cui all aumentare del numero di componenti e del reddito aumenta anche la percentuale di utilizzatori di Internet. -6-

8 fascia età occupazione istruzione dim. famiglia reddito famiglia 10 BASE: tutti i cittadini piemontesi OVER75 lavoratore disoccupato studente pensionato casalinga nessuna educazione diploma scuola media diploma maturità >=laurea < >4500 Figura 5 cittadini che utilizzano Internet per fascia età, occupazione, massimo livello di istruzione raggiunto, dimensione nucleo famigliare e reddito netto medio mensile della famiglia, 2009 In media un generico utente di Internet piemontese usa Internet da 8 anni: la tabella successiva mostra come nel 4 dei casi il motivo principale per iniziare ad usare Internet è stato il lavoro, seguito in ugual misura da motivi personali e scolastici. È interessante notare, tuttavia, come per le persone che hanno iniziato a usare Internet negli ultimi 5 anni la motivazione predominante risulta essere motivi personali, mentre per coloro che lo usano da più tempo risulta essere il lavoro o la scuola. Questo dimostra come, sempre di più, il processo di avvicinamento al web viene dettato non tanto da un imposizione esterna quanto piuttosto dall esigenza di soddisfacimento di un bisogno personale. 6 BASE: utenti di Internet piemontesi Ho iniziato a usare Internet per Scuola 28,3% Lavoro 40,4% Motivi personali 28,4% BASE: utenti di Internet piemontesi numero anni utilizzo Internet scuola lavoro motivi personali Figura 6 Motivi per aver iniziato ad usare Internet, per numero anni di utilizzo Internet,

9 Considerando, invece, gli scopi attuali di utilizzo di Internet la Tabella 2 mostra come i principali siano il divertimento ed il lavoro, seguiti con uno scarto del 2 dallo svolgimento di faccende personali e da motivi legati all apprendimento. Scopi utilizzo Internet: Lavoro 61,4% Divertimento 66,4% Imparare 40,2% Faccende personali 43,9% BASE: utenti di Internet piemontesi Tabella 2 scopi di utilizzo di Internet, 2009 La discussione continua prendendo in esame diversi tipi di utilizzo di Internet. Acquisti e gestione dei risparmi Il grafico sottostante mostra come la percentuale di acquirenti on line sia invariata rispetto allo scorso anno, così come quella di coloro che utilizzano Internet per la gestione dei propri risparmi, interagendo con istituti bancari. Ne consegue che meno della metà degli utenti di Internet (ovvero un quarto della popolazione) usa Internet per effettuare acquisti oppure per svolgere attività di on line banking. BASE: utenti di Internet piemontesi acquisti on line on line banking Figura 7 utenti di Internet che fanno acquisti on line ed usano servizi di on line banking, dal 2007 al 2009 Ultimamente va rafforzandosi il ricorso a quei siti che permettono di acquistare partecipando ad aste on line (es. e-bay). La percentuale di utenti che hanno visitato un sito di aste on line è prossima a quella di acquisto on line: attività coloro che acquistano on line, tuttavia il grafico successivo svolta prevalentemente da adulti, che si ritengono in evidenzia che i più giovani (persone con meno di 24 anni), generale SODDISFATTI della essendo meno propensi ad acquistare on line rispetto alle transazione persone in età più adulta (per mancanza di reddito proprio o di carta di credito), preferiscano la visita a siti di aste on line rispetto all acquisto on line, per tutte le altre fasce d età, invece, è maggiore il numero di acquirenti on line veri e propri. -8-

10 BASE: utenti di Internet piemontesi PIEMONTE OVER75 effettuato acquisti online visitato aste on line Figura 8 Utenti di Internet che fanno acquisti on line e visitano siti di aste on line per fascia d età, 2009 Come detto il 4 degli utenti di Internet ha visitato siti di aste on line: nel 5 dei casi per acquistare e nel 15% dei casi per vendere propri prodotti. I rimanenti hanno semplicemente cercato informazioni sui prodotti di interesse. Infine è bene osservare come tra coloro che hanno acquistato prodotti on line il grado di soddisfazione in seguito alla transazione è stato piuttosto alto: il 48,9% si è dichiarato molto soddisfatto e una percentuale analoga abbastanza, per contro solo circa il 2% di coloro che hanno fatto acquisti on line si è detto deluso (parzialmente o del tutto) da tale attività svolta on line. Comunicazione Una delle principali funzionalità che la popolazione piemontese, ed in particolare i giovani, vede nel web è legata alla comunicazione. Il grafico successivo illustra dal 2007 ad oggi il tasso di utilizzo di strumenti di comunicazione on line da parte dei cittadini piemontesi. Oltre al prevedibile utilizzo massivo delle , va segnalata una crescita sensibile nel numero di utenti che utilizzano strumenti di messaggistica istantanea (es. chat), che sono praticamente raddoppiati negli ultimi 3 anni. BASE: utenti di Internet piemontesi chat chiamate telefoniche video conferenze sms su pc Figura 9 Utilizzo Internet per comunicare,

11 Trascurando la tradizionale posta elettronica, il grafico successivo illustra l utilizzo degli strumenti di comunicazione on line nelle diverse fasce d età. Dal grafico emergono due particolarità: - ben l 8 degli utenti con meno di 24 anni ha dichiarato di usare chat, - al crescere dell età l utilizzo di Internet per effettuare chiamate telefoniche inizialmente uguaglia e poi sorpassa l utilizzo della messaggistica istantanea. Giovani, adulti ed anziani risultano, dunque, diversamente attratti dal mondo del web come mezzo di comunicazione: se le fasce più adulte della popolazione sentono l esigenza della relazione personale nella telefonata, i più giovani vedono le forme di messaggistica istantanea come strumenti ideali per gestire le relazioni interpersonali. BASE: utenti di Internet piemontesi comunicazione on line: - giovani = messaggistica istantanea - adulti = telefono PIEMONTE OVER75 chat chiamate telefoniche video conferenze sms su pc Figura 10 Strumenti di comunicazione on line, per fascia età, 2009 Per concludere il discorso la tabella seguente riporta alcuni Ruolo partecipativo del indicatori relativi ad altri strumenti di comunicazione on line di cui cittadino è bene tenere presente l esistenza e che influenzeranno in maniera sempre più preponderante l Internet del futuro, quali blog, siti di social networking e programmi / siti per condividere materiale multimediale. In questi casi il cittadino assume un ruolo partecipativo: non fruisce solo di servizi che il web gli offre ma diventa egli stesso creatore di nuovi contenuti. Indicatore Base Percentuale Ha visitato blog chi usa internet 34,1% Ha un suo blog/sito web chi usa internet 10,4% Ha scritto un post su blog di altri chi visita blog 38,7% Ha visitato siti come you tube chi usa internet 73,9% Ha utilizzato programmi/siti per condividere musica e video chi usa internet 22, Ha caricato foto su Internet chi usa internet 31,1% Ha utilizzato siti di social networking a volte chi usa internet 23,6% Ha utilizzato siti di social networking frequentemente chi usa internet 27,6% Tabella 3 utilizzo di blog, siti di sociali networking e siti per condividere materiale multimediale,

12 Interazione con la PA e le strutture sanitarie L utilizzo di Internet per interagire con la PA mostra un andamento altalenante negli ultimi tre anni, pur essendo cresciuto di circa 20 punti percentuali dal 2005 ad oggi. I siti comunali (anche a causa di una loro ancora sommaria e non esaustiva offerta di servizi transattivi), tuttavia, vengono visti come semplice strumento informativo ed ancora oggi sono pochi gli utenti di internet che sfruttano i servizi interattivi presenti sul sito web del proprio comune. BASE: utenti di Internet piemontesi che hanno visitato sito comunale Visita sito del comune: BASE: utenti di Internet ,1% ,3% ,9% ,3% ,5% informazioni scaricare moduli inviare documenti effettuare transazioni Figura 11 Scopi di visita al sito comunale dal 2007 al 2009 Inoltre solo l 8% degli utenti di Internet ha comunicato via mail con una PA (comune, provincia o regione) e la soddisfazione per la risposta ottenuta non è stata particolarmente buona (solo nel 33% dei casi si sono dichiarati molto soddisfatti). Interazione con la PA ancora limitato; SODDISFAZIONE per servizi on line mediocre Le strutture sanitarie costituiscono la seconda tipologia di organizzazione pubblica che è stata presa in esame dalla ricerca condotta. Anche in questo caso lo scarso utilizzo di Internet per interagire con medici o strutture sanitarie si deve leggere tenendo presente un offerta di servizi che in molti casi è limitata. La ricerca di informazioni on line è pratica abbastanza diffusa ma percepita in maniera deludente (59% degli utenti, di cui solo il 18% si dichiarano molto soddisfatti di quanto disponibile on line). La comunicazione tramite il web con strutture sanitarie o medici risulta attività praticata da una quota irrisoria degli utenti di Internet (4%). -11-

13 Livelli di utilizzo di Internet È possibile aggregare le informazioni fin qui riportate e riunire gli utenti di Internet in gruppi caratterizzati da una medesima proposizione nell utilizzo di Internet Livelli utilizzo Internet di base intermedio avanzato Informazioni su prodotti 17,1% 76,5% 89,6% Invio 75,7% 97,6% 89,3% Visita sito comunale (almeno informazioni) 37,5% 74,5% 76,1% Acquisti on line 5,5% 28,3% 87,1% On line banking 20,8% 12, 86,3% Informazioni sanitarie 41,7% 66,5% 77,2% Chat 16,6% 83,7% 28,7% Chiamate telefoniche o videoconferenze 10,7% 41, 40,1% Comunicazione con medico 1,5% 4, 7,1% blog (proprio o intervento su blog altrui) 6,7% 36,7% 17,5% TOTALE LIVELLO 38% 24% 38% BASE: utenti di Internet Tabella 4 caratteristiche dei tre livelli di utilizzo di Internet, 2009 I tre livelli di utilizzo di Interne vengono definiti come segue: BASE: utenti di Internet piemontesi _24 25_34 35_44 45_54 55_64 65_74 over 75 base intermedio avanzato Figura 12 composizione dei tre cluster di utilizzo per fascia età, 2009 LIVELLO BASE (38%): semplice ricerca di informazioni / invio mail: riguarda soprattutto gli utenti anziani LIVELLO INTERMEDIO (24%): utilizzo degli strumenti di comunicazione on line istantanei : riguarda in particolare le persone con meno di 24 anni LIVELLO AVANZATO (38%): utilizzo di Internet a scopi maggiormente sofisticati: ne sono interessate nello specifico le persone in età adulta. Come si evince dal grafico successivo dal 2005 ad oggi vi è stato un miglioramento nel livello delle attività svolte on line anche se nel corso dell ultimo anno non sia stato così evidente. -12-

14 6 BASE: utenti di Internet In generale dal 2005 ad oggi gli utenti di Internet si mostrano più attivi di base intermedio avanzato Figura 13 cluster di utilizzo di Internet dal 2005 al Impatti delle ICT nella vita del cittadino Infine, è stato possibile valutare l impatto di Internet e delle tecnologie nella vita del cittadino. Nella figura seguente si può osservare che le sfere della vita del cittadino in cui sono stati percepiti i maggiori impatti risultano essere il lavoro ed il tempo libero (da più del 7 degli utenti). Solo poco più di un terzo degli utenti di Internet percepisce benefici legati alla gestione dei risparmi ed una percentuale al di poco superiore è quella degli utenti di Internet che ritengono che Internet abbia portato a dei cambiamenti nel modo in cui essi effettuano acquisti. 9 BASE: utenti di Internet piemontesi lavoro tempo libero vita da cittadino acquisti Gestione vita da risparmiatore dei Figura 14 impatti di Internet nelle diverse sfere della vita del cittadino, 2009 L impatto di Internet nella vita del cittadino si può anche misurare da un aumento delle proprie conoscenze e competenze come riassunto dalle voci sottostanti: A) aumento della conoscenza del territorio: poco meno della metà degli utenti di Internet ha dichiarato che l utilizzo del web ha in qualche modo migliorato la propria conoscenza del territorio in cui vive. -13-

15 Scoperto nuovi servizi pubblici 45, Scoperto nuove attività private 45,3% Scoperto eventi 44,5% Aumento partecipazione attività Piemonte 42,2% Fonte: Osservatorio ICT del Piemonte Base: utenti di Internet Tabella 5 Aumento della conoscenza del territorio grazie ad Internet, 2009 B) aumento delle proprie conoscenze. Il 28% degli utenti ha dichiarato di aver conosciuto nuove persone grazie ad Internet: tale percentuale è sensibilmente aumentata negli ultimi anni, passando dal 14% nel 2007 al 19% lo scorso anno ed infine raggiungendo il valore attuale (28%). Inoltre è da segnalare come tra coloro che usano almeno uno strumento di comunicazione on line, solo nel 2 dei casi la maggioranza dei contatti sono localizzati a breve distanza. Internet diventa, dunque, un valido strumento per favorire relazioni al di fuori del contesto locale. Localizzazione persone con cui comunica * nel suo comune/provincia 19,7% in Italia 63,3% all'estero 13,9% Conosciuto persone nuove ** 28,4% Fonte: Osservatorio ICT del Piemonte * Base: cittadini che usano internet per comunicare con altre persone ** Base: utenti di Internet Tabella 6 Ampliamento delle proprie conoscenze, 2009 C) aumento delle proprie competenze. Come illustrato dalla tabella sottostante Internet sta iniziando a portare anche a dei benefici in termini di incremento delle competenze personali (es. conoscenze informatiche, lingue straniere). Aumento competenze informatiche 53,8% Aumento conoscenza dell'inglese 29,9% Fonte: Osservatorio ICT del Piemonte Base: utenti di Internet Tabella 7 Ampliamento delle proprie competenze, 2009 D) maggiori possibilità di condividere informazioni (personali) con altre persone. Infine, un aspetto importante che è stato monitorato quest anno per la prima volta è legato alla condivisione delle informazioni con gli altri. Tale concetto può avere un duplice significato: positivo se si pensa, ad esempio, alla possibilità di contribuire alla realizzazione uno stesso documento contemporaneamente con altri utenti, negativo se si pensa alla molteplicità di informazioni private disponibili sul web, talvolta difficili da controllare. La figura seguente mostra come poco meno di un terzo degli utenti che usano Internet per lavoro o scuola se ne serve per condividere documenti o materiale con i propri colleghi: tale attività viene svolta prevalentemente dai più giovani, nonché dagli studenti. -14-

16 BASE: utenti di Internet piemontesi che usano Internet per lavoro / scuola PIEMONTE OVER75 lavoratore studente Figura 15 utenti che condividono materiale on line usando internet per lavoro / scuola, 2009 L importanza della protezione delle proprie informazioni sul web è testimoniata dal fatto che il 74% di coloro che pubblicano foto on line ed il 66% degli utenti di siti di social networking (es. facebook) ne limitano l accesso agli amici. Il 37% degli utenti, inoltre, consapevole della possibile presenza di informazioni personali sul web, ha ricercato informazioni sul proprio conto sul web, trovando risposta affermativa nella metà dei casi. Per molti cittadini che hanno effettuato tale ricerca (7) le informazioni trovate corrispondevano alle aspettative, inoltre la presenta di tali informazioni sembra non destare particolare preoccupazione da parte degli utenti di Internet (solo il 1 si sono dichiarati preoccupati delle informazioni personali presenti sul web) 2.4. I non utenti di Internet Infine, per comprendere le barriere all ingresso nella Società dell Informazione da parte di quella metà della popolazione piemontese che ne è ancora esclusa, è necessario focalizzarsi sui non utenti di Internet. Il primo grafico riporta, per fascia d età, le motivazioni addotte dai non utenti di Internet al loro rifiuto nei confronti del web. Si osserva che al crescere dell età aumenta considerevolmente la quota di non interessati, inoltre per i non utenti più giovani (fino ai 34 anni) sono la mancanza di tempo, seguita dalla difficoltà nell accesso, ad avere la meglio sul non interesse; infine la mancanza di tempo continua ad essere indicata come problematicità fino ai 55 anni. Queste considerazioni portano a dire che sono i non utenti con meno di 55 anni quelle persone su cui si potrebbe pensare di intervenire per ridurre in maniera efficace il digital divide. -15-

17 BASE: NON utenti di Internet OVER75 Mancanza di tempo Mai provato Fonte: Osservatorio ICT del Piemonte Difficoltà di accesso Non interessa Differenze nelle motivazioni al non utilizzo in base all età: focus su cittadini con meno di 55 anni Figura 16 motivi per non usare Internet, 2009 Puntando l attenzione sulle persone con meno di 55 anni i due grafici successivi illustrano, per occupazione e per livello di istruzione, le differenze tra utenti e non utenti ed emerge un problema legato all istruzione: i non utenti con meno di 55 anni prevale il diploma di scuola dell obbligo, mentre tra gli utenti prevale almeno il diploma di maturità. BASE: cittadini con meno di 55 anni NON utenti Utenti lavoratore disoccupato studente casalinga BASE: cittadini con meno di 55 anni NON utenti nessuna educazione diploma maturità Utenti scuola obbligo università e oltre Fonte: Osservatorio ICT del Piemonte Figura 17 focus cittadini con meno di 55 anni: confronto utenti e non utenti per occupazione e livello di istruzione, 2009 I non utenti di Internet più giovani hanno dunque un livello di istruzione medio basso e probabilmente svolgono una professione che non richiede l uso personale delle ICT. Essi potranno, tuttavia, essere attratti dalla mondo del web nel momento in cui ne percepiranno i benefici per la propria vita (molti hanno sostenuto la mancanza di tempo come maggiore criticità: ci si potrebbe, allora, interrogare su come andar loro incontro attraverso servizi on line facilmente accessibili e di semplice utilizzo mirati alle loro specifiche esigenze). -16-

18 Capitolo 3. Conclusioni Come capitolo conclusivo si vogliono riportare per punti i concetti salienti che sono emersi nel corso del documento: - guardando alla dotazione tecnologica delle famiglie non si sono riscontrate particolari criticità: il livello di adozione di PC, Internet e, soprattutto, della banda larga si sta assestando; solo la qualità della connessione da casa genera talvolta problematicità: essa, sebbene possa essere definita veloce, in molti casi soddisfa in maniera sommaria l utente; - Prendendo, invece, in esame l utilizzo di Internet da parte del cittadino si denota una stasi nel numero di utilizzatori raggiungendo solo la metà della popolazione piemontese (anche se tale valore non si può definire un limite fisiologico). - Il livello di utilizzo di Internet nelle diverse sfere della vita del cittadino sta migliorando anche se continuano a permanere delle difficoltà dovute ad utilizzi diversi in base a esigenze differenti ed all età e imputabili a una soddisfazione non sempre eccellente per i servizi utilizzati on line. - I dati, inoltre, hanno mostrato l evidenza del fatto che Internet e le tecnologie stanno impattando nella vita del cittadino, in particolare nel lavoro e nel tempo libero. In aggiunta a ciò è stato possibile valutare come Internet stia portando anche a un aumento / miglioramento delle competenze, della conoscenza del territorio, delle conoscenze interpersonali di ciascun individuo, nonché ad una maggiore possibilità di condividere delle informazioni personali e creare del contenuto sul web in maniera congiunta con altre persone. - Infine un analisi condotta sui non utilizzatori di Internet ha messo in luce come al crescere dell età cambiano le motivazioni al non utilizzo (da mancanza di tempo a non interesse ); inoltre, puntando l attenzione sulle caratteristiche dei non utenti più giovani, emerge un problema legato ad un basso livello di scolarizzazione che è bene tenere presente nel momento in cui si vogliono definire possibili linee di intervento per ampliare il numero dei soggetti inclusi nella Società dell Informazione. -17-

19 Capitolo 4. APPENDICE - metodologia di ricerca L indagine è stata effettuata tramite questionari somministrati telefonicamente (CATI), raggiungendo un campione di individui di età superiore ai 15 anni, residenti nella regione Piemonte. Nella tabella seguente vengono riportati i dati riguardanti la popolazione suddivisa per provincia, fascia di età, sesso e dimensione del comune di residenza; ad ognuno è stato associato la numerosità campionaria relativa al livello di fiducia (C.L.) e all intervallo di confidenza (C.I.): POPOLAZIONE CAMPIONE C.L. C.I. AL % 6,24% AT % 6,03% BI % 5,94% CN % 6,2 NO % 5,89% TO % 4,97% VB % 6,26% VC % 6,09% % 6, % 6,18% % 5,08% % 4,99% % 4,92% % 5,6 OVER % 6,36% M % 3,01% F % 2,9 < % 3,08% % 3,01% TORINO % 8,77% PIEMONTE % 2,75% Fonte: Osservatorio ICT del Piemonte Tabella 8 Numerosità campionaria, livello di fiducia e intervallo di confidenza Come si può notare dalla tabella, il livello di fiducia adottato per determinare il campione da intervistare sull intera popolazione piemontese è del 99% con un intervallo di confidenza molto ristretto pari al 2,75%. Per quanto riguarda le subpopolazioni, si è adottato un livello di fiducia del 95% con intervalli di confidenza più ampi rispetto a quello dell intera popolazione ma con un valore sempre al di sotto del 1, assicurando così una sufficiente sicurezza sulla bontà delle stime. -18-

20 sistema Settembre

sistemapiemonte Le ICT nella costruzione della Società dell'informazione Rapporto Cittadini 2009 sistemapiemonte.it

sistemapiemonte Le ICT nella costruzione della Società dell'informazione Rapporto Cittadini 2009 sistemapiemonte.it sistemapiemonte Le ICT nella costruzione della Società dell'informazione Rapporto Cittadini 2009 sistemapiemonte.it INDICE EXECUTIVE SUMMARY...1 Capitolo 1. Introduzione...4 Capitolo 2. La diffusione delle

Dettagli

Informazioni Statistiche

Informazioni Statistiche Informazioni Statistiche Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Aprile 2015 I CITTADINI TOSCANI E LE NUOVE TECNOLOGIE- ANNO 2014 In sintesi: Il 67% delle

Dettagli

Principali risultati della ricerca

Principali risultati della ricerca Principali risultati della ricerca INTRODUZIONE Principali risultati della ricerca 1. Descrizione Lo scopo della ricerca è stato quello di valutare i comportamenti di consumo degli utenti internet italiani

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it: Analisi delle tariffe offerte dal mercato della Telefonia Mobile per l utilizzo di internet da Tablet

Osservatorio SosTariffe.it: Analisi delle tariffe offerte dal mercato della Telefonia Mobile per l utilizzo di internet da Tablet 1 Osservatorio SosTariffe.it: Analisi delle tariffe offerte dal mercato della Telefonia Mobile per l utilizzo di internet da Tablet 1. Introduzione: L indagine condotta da SosTariffe.it sul mondo delle

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

OSSERVATORIO IPSOS. per conto di

OSSERVATORIO IPSOS. per conto di OSSERVATORIO IPSOS per conto di DIFFUSIONE di COMPUTER e INTERNET tra le famiglie italiane Base: Totale famiglie Possesso di un computer Connessione a Internet TOTALE famiglie italiane 57 68 Famiglie monocomponente

Dettagli

I processi decisionali all interno delle coppie

I processi decisionali all interno delle coppie 9 aprile 2003 I processi decisionali all interno delle coppie Nel 2001 l indagine Panel europeo sulle famiglie ha dedicato una particolare attenzione agli aspetti legati ai processi decisionali all interno

Dettagli

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e 1 L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e secondo livello di tutti i 64 atenei aderenti al Consorzio, che rappresentano circa l 80% del complesso dei laureati

Dettagli

sistemapiemonte Le ICT nella costruzione della Società dell'informazione Rapporto Cittadini 2007 sistemapiemonte.it

sistemapiemonte Le ICT nella costruzione della Società dell'informazione Rapporto Cittadini 2007 sistemapiemonte.it sistemapiemonte Le ICT nella costruzione della Società dell'informazione Rapporto Cittadini 2007 sistemapiemonte.it INDICE Capitolo 1. Introduzione...3 Capitolo 2. Stato dell arte della Società dell Informazione

Dettagli

Introduzione. Servizio programmazione, pianificazione strategica, controllo di gestione e statistica 3

Introduzione. Servizio programmazione, pianificazione strategica, controllo di gestione e statistica 3 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Presidenza della Regione Piazza Unità d'italia 1 34100 Trieste telefono: 040 3772228 e-mail: pianificazionestrategica@regione.fvg.it Dirigente: Gianluca Dominutti

Dettagli

L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE

L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE a cura di Alice Ciani Centro Studi sull Economia Immobiliare di Tecnoborsa

Dettagli

sistemapiemonte Mappa ragionata dei fabbisogni di banda nelle province piemontesi 2008 sistemapiemonte.it

sistemapiemonte Mappa ragionata dei fabbisogni di banda nelle province piemontesi 2008 sistemapiemonte.it sistemapiemonte Mappa ragionata dei fabbisogni di banda nelle province piemontesi 2008 sistemapiemonte.it WI-PIE LINEA STRATEGICA 1- CONOSCERE IL TERRITORIO OSSERVATORIO ICT DEL PIEMONTE MAPPA RAGIONATA

Dettagli

Indagine sul Commercio Elettronico

Indagine sul Commercio Elettronico Definizione dei target e delle abitudini di acquisto degli individui acquirenti http://research.onetone.it/ FEBBRAIO 2003 OBIETTIVI DEL LAVORO L obiettivo della seguente indagine è stato di delineare le

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

3. La diffusione delle ICT nelle famiglie piemontesi

3. La diffusione delle ICT nelle famiglie piemontesi 3. La diffusione delle ICT nelle famiglie piemontesi 3.1 Premessa Le ICT hanno un ruolo cardine nello sviluppo della società moderna: la loro diffusione permette di ottenere benefici sotto diversi punti

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it:

Osservatorio SosTariffe.it: 1 Osservatorio SosTariffe.it: Analisi delle tariffe offerte dal mercato della Telefonia Mobile internet da Tablet 1. Introduzione: SosTariffe.it sul mondo delle tariffe proposte dal mercato per connettersi

Dettagli

CAPITOLO I. Informazioni complessive sul campione

CAPITOLO I. Informazioni complessive sul campione CAPITOLO I Informazioni complessive sul campione I COMPORTAMENTI DI CONSUMO DI CONTENUTI DIGITALI IN ITALIA IL CASO DEL FILE SHARING Informazioni complessive sul campione 1. Descrizione In questa sezione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. (anno di riferimento 2012)

COMUNICATO STAMPA. (anno di riferimento 2012) San Marino, 26 Giugno 2013 COMUNICATO STAMPA Indagine sui consumi e lo stile di vita delle famiglie sammarinesi (anno di riferimento 2012) L Ufficio Statistica comunica la sintesi dell indagine sui consumi

Dettagli

Roma 10 maggio 2004. Digital divide. Una questione di competenze, costi o fiducia? Gianni Dominici. Gianni Dominici. Gianni Dominici.

Roma 10 maggio 2004. Digital divide. Una questione di competenze, costi o fiducia? Gianni Dominici. Gianni Dominici. Gianni Dominici. Digital divide Una questione di competenze, costi o fiducia? Roma 10 maggio 2004 La PA on line 100 90 80 Roma 10 maggio 2004 La diffusione quantitativa dei siti dal 1996 ad oggi 95 L anno del raddoppio

Dettagli

Inserimento professionale dei diplomati universitari

Inserimento professionale dei diplomati universitari 22 luglio 2003 Inserimento professionale dei diplomati universitari Indagine 2002 Nel corso degli ultimi anni l Istat ha rivisitato e notevolmente ampliato il patrimonio informativo sull istruzione e la

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa Roma 18 giugno

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di credito al consumo anno 2012

IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di credito al consumo anno 2012 IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di al consumo anno 2012 Il al consumo in Italia Il settore del ai consumatori è regolato dal Testo Unico Bancario, così

Dettagli

LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE PIU' DINAMICHE

LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE PIU' DINAMICHE L ITALIA DELL E-FAMILY RAPPORTO 2005 In collaborazione con Niche Consulting EXECUTIVE SUMMARY 1.1 LA TECNOLOGIA IN CASA: NEL 2004 UNA CRESCITA DIFFERENZIATA Per quasi un decennio e fino al 2003 la diffusione

Dettagli

Progetto TelePAT Attività di monitoraggio marzo 2014. A cura del gruppo di lavoro TelePAT

Progetto TelePAT Attività di monitoraggio marzo 2014. A cura del gruppo di lavoro TelePAT Progetto TelePAT Attività di monitoraggio marzo 2014 A cura del gruppo di lavoro TelePAT L articolazione del sistema di monitoraggio Focalizzare i punti di forza e le aree di miglioramento Verificare lo

Dettagli

Presentazione del Rapporto e-family 2007 INDICE 2. LA FILIERA INFORMATICA SI CONSOLIDA 3. MIGRAZIONI TELEFONICHE E BUNDLING DI SERVIZI

Presentazione del Rapporto e-family 2007 INDICE 2. LA FILIERA INFORMATICA SI CONSOLIDA 3. MIGRAZIONI TELEFONICHE E BUNDLING DI SERVIZI Presentazione del Rapporto e-family Roma, 13 marzo 27 Presentazione del Rapporto e-family Roma, 13 marzo 27 Intervento di Giancarlo Presentazione Lizzeri amministratore del Rapporto e-family delegato 27

Dettagli

I giovani non demordono e cercano di resistere e di adattarsi

I giovani non demordono e cercano di resistere e di adattarsi Giovani e lavoro Data: 31 luglio 2012 La crisi economica ha aggravato la condizione dei giovani italiani peggiorando le opportunità di trovare un occupazione, di stabilizzare il percorso lavorativo, di

Dettagli

Tutti nella rete? L utilizzo di Internet in Svizzera

Tutti nella rete? L utilizzo di Internet in Svizzera Tutti nella rete? L utilizzo di Internet in Svizzera I risultati della prima inchiesta Omnibus del censimento federale della popolazione Con la pubblicazione dei primi dati, iniziamo, anche tramite questa

Dettagli

I GIOVANI DEL PROSSIMO FUTURO: ADOLESCENTI FRA EDUCAZIONE ED INTERNET

I GIOVANI DEL PROSSIMO FUTURO: ADOLESCENTI FRA EDUCAZIONE ED INTERNET I GIOVANI DEL PROSSIMO FUTURO: ADOLESCENTI FRA EDUCAZIONE ED INTERNET di Luisa Donato EDUCAZIONE E INTERNET: IL PUNTO DI VISTA DEI 15-enni DELL INDAGINE PISA 2009 Quando si pensa a chi nei prossimi anni

Dettagli

I GIOVANI NON DEMORDONO E CERCANO DI RESISTERE E ADATTARSI

I GIOVANI NON DEMORDONO E CERCANO DI RESISTERE E ADATTARSI Rapporto GIOVANI E LAVORO La crisi economica ha aggravato la condizione dei giovani italiani peggiorando le opportunità di trovare un occupazione, di stabilizzare il percorso lavorativo, di realizzare

Dettagli

Test di conoscenza della lingua italiana

Test di conoscenza della lingua italiana Prefettura di Torino Ufficio Territoriale di Governo Test di conoscenza della lingua italiana a cura di Donatella Giunti 51 La legge n. 94/2009 ha previsto che, per ottenere il rilascio del permesso di

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Questo grafico conferma le tendenze evidenziate con il precedente.

Questo grafico conferma le tendenze evidenziate con il precedente. Istituto Paolo Boselli Questionario rivolto alle classi quinte Agenzia Banca Dati a.s. 2011/12 Commento ai risultati del questionario Il tradizionale questionario sottoposto agli allievi delle classi quinte

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente? Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro? Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

C E N S I S OUTLOOK ITALIA. Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013

C E N S I S OUTLOOK ITALIA. Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013 C E N S I S OUTLOOK ITALIA Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013 Roma, 16 ottobre 2013 - Sono sempre più numerose le famiglie che non riescono a far fronte alle spese

Dettagli

Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica

Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica (a cura dell Area Comunicazione e Servizi al cittadino, con il supporto dell Ufficio Monitoraggio e Ricerca di FormezPA) INDICE 1. Introduzione

Dettagli

Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania

Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania È stata attivata una ricerca per misurare la conoscenza e la percezione dell efficacia del Programma attraverso

Dettagli

Alla domanda Quali sono secondo te le Nuove Tecnologie?, le risposte degli intervistati si distribuiscono come evidenziato dal Grafico 1.

Alla domanda Quali sono secondo te le Nuove Tecnologie?, le risposte degli intervistati si distribuiscono come evidenziato dal Grafico 1. RISULTATI INTERVISTE INTERNET GENERATION Allo scopo di valutare l impatto delle KMT sui pre-adolescenti, rispetto alle dimensioni di naturalizzazione, interattività, empowerment e gap culturale, sono state

Dettagli

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 KIDS & CO Il più completo sistema di ricerche dedicato al mondo 0-18 anni Doxa Junior, Baby&Teens I principali

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

DESCRIZIONE DEL CAMPIONE DI CITTADINI CHE HANNO COMPILATO IL QUESTIONARIO

DESCRIZIONE DEL CAMPIONE DI CITTADINI CHE HANNO COMPILATO IL QUESTIONARIO DESCRIZIONE DEL CAMPIONE DI CITTADINI CHE HANNO COMPILATO IL QUESTIONARIO I questionari sul credito al consumo sono stati somministrati ad un campione accidentale non probabilistico costituito da 1.725

Dettagli

L INDAGINE TECNOBORSA 2004: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE - IL RICORSO ALLE ASTE IMMOBILIARI E AI MUTUI

L INDAGINE TECNOBORSA 2004: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE - IL RICORSO ALLE ASTE IMMOBILIARI E AI MUTUI L INDAGINE TECNOBORSA 2004: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE - IL RICORSO ALLE ASTE IMMOBILIARI E AI MUTUI a cura di Giovanni Chessa e Alice Ciani Centro Studi sull Economia Immobiliare di

Dettagli

Save the children Rapporto quantitativo Milano, Settembre 2010

Save the children Rapporto quantitativo Milano, Settembre 2010 Save the children Rapporto quantitativo Milano, Settembre 2010 Rif. 1517v110 Indice 2 Obiettivi e metodo Pag. 3 Consapevolezza sulla mortalità infantile 4 Sensibilità verso la mortalità infantile 11 Key

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

La società dell informazione e della conoscenza in Toscana Rapporto 2014 SINTESI

La società dell informazione e della conoscenza in Toscana Rapporto 2014 SINTESI Settore Sistema Informativo di Supporto alle Decisioni. Ufficio Regionale di Statistica La società dell informazione e della conoscenza in Toscana Rapporto 2014 SINTESI La società dell informazione e della

Dettagli

Risultati della Sedicesima edizione di Studi NetObserver Europe:

Risultati della Sedicesima edizione di Studi NetObserver Europe: NetObserver Europa PER SAPERE TUTTO SUI NAVIGATORI Comunicato stampa Parigi, Marzo 2008 Risultati della Sedicesima edizione di Studi NetObserver Europe: Differenze nell utilizzo dei media fra generazioni

Dettagli

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012 Introduzione Chiedete a qualunque professionista di darvi una definizione dell espressione consulente aziendale, e vedrete che otterrete molte risposte diverse, non tutte lusinghiere! Con tale espressione,

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013 17 luglio 2013 Anno 2012 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2012, il 12,7% delle famiglie è relativamente povero (per un totale di 3 milioni 232 mila) e il 6,8% lo è in termini assoluti (1 milione 725 mila). Le

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Opportunità e rischi legati all uso di nuove tecnologie da parte dei giovani di 10-17 17 anni

Opportunità e rischi legati all uso di nuove tecnologie da parte dei giovani di 10-17 17 anni Opportunità e rischi legati all uso di nuove tecnologie da parte dei giovani di 10-17 17 anni SINTESI GRAFICA S. 7953C Indagine basata su interviste ad un campione nazionale di genitori e di figli fra

Dettagli

I giovani e il rapporto con le assicurazioni

I giovani e il rapporto con le assicurazioni I giovani e il rapporto con le assicurazioni Francesco Saita Patrizia Contaldo CAREFIN, Università Bocconi Roma, 21 ottobre 2014 Introduzione (1) I giovani hanno un mix di caratteristiche che possono rendere

Dettagli

3 Strumenti pratici INTRODUZIONE PROTEZIONE DATI INFORMAZIONI DI CARATTERE PERSONALE. 3.2 Questionario sul gradimento di siti e portali

3 Strumenti pratici INTRODUZIONE PROTEZIONE DATI INFORMAZIONI DI CARATTERE PERSONALE. 3.2 Questionario sul gradimento di siti e portali INTRODUZIONE Esempio: Grazie per aver dedicato del tempo prezioso per rispondere ad alcune domane su NOME SITO/PORTALE Per la compilazione del questionario saranno necessari circa minuti. I tuoi commenti

Dettagli

L uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione nelle imprese Anni 2003-2004

L uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione nelle imprese Anni 2003-2004 9 giugno 2005 L uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione nelle imprese Anni 2003-2004 Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06.4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel.

Dettagli

Trasporti pubblici. Indagine sulla soddisfazione degli utenti. Anno 2009

Trasporti pubblici. Indagine sulla soddisfazione degli utenti. Anno 2009 Trasporti pubblici Indagine sulla soddisfazione degli utenti Anno 2009 a cura di Mirko Dancelli Osservatorio del Nord Ovest, Università di Torino 115 SOMMARIO 2.1. Se dovesse esprimere il Suo livello di

Dettagli

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Rapporto di ricerca Luglio 2010 (Rif. 1215v110) Indice 2 Capitolo I - L andamento dell economia e del credito al consumo oggi pag. 3 Capitolo

Dettagli

SONDAGGIO IPSOS Acri Nuovi orizzonti per la tutela del risparmio

SONDAGGIO IPSOS Acri Nuovi orizzonti per la tutela del risparmio Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO Public Affairs S.r.l. SONDAGGIO IPSOS Acri Nuovi orizzonti per la tutela del risparmio NOTA INFORMATIVA da allegare al sondaggio (in ottemperanza al regolamento dell Autorità

Dettagli

I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV

I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV I dati per le biblioteche dalla ricerca IPSOS e da PMV Presentazione di Antonio Zanon (Consorzio Biblioteche Padovane Associate) Biblioteca di Abano Terme Sala Consultazione 5 marzo 2009 Scopo della presentazione

Dettagli

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa Sommario Indice 1 Internet 1 1.1 Reti di computer........................... 1 1.2 Mezzo di comunicazione di massa - Mass media.......... 2 1.3 Servizi presenti su Internet - Word Wide Web........... 3

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e telefono: stima del risparmio Indice: Introduzione 1 Il panorama delle Telecomunicazioni in Italia 1 L'evoluzione delle tariffe

Dettagli

Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI

Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI M o d e n a, n o v e m b re 2 0 1 4 1 INDICE Pagina INFORMAZIONI

Dettagli

Indagine sul Comportamento d Acquisto del Cliente Multicanale

Indagine sul Comportamento d Acquisto del Cliente Multicanale presenta Indagine sul Comportamento d Acquisto del Cliente Multicanale In collaborazione con Multichannel Commerce Forum 2011 Milano, 26 ottobre 2011 1 Obiettivi e metodologia COSA Fotografare gli attuali

Dettagli

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro Linee Guida A partire dalle esperienze sviluppate dai singoli partner in relazione al coinvolgimento attivo dei giovani all interno delle specifiche realtà locali, il team di lavoro ha elaborato le seguenti

Dettagli

I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia

I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia Introduzione 1. Obiettivi e caratteristiche dell indagine L indagine è progettata dal Settore Pianificazione Integrata

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E PREVISTE - MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa

Dettagli

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Rimini - 23 giugno 2005 Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Esiste il digital divide nei territori periferici? La discriminazione nasce dalla carenza di infrastrutture o da

Dettagli

Progetto BABY ALCOOL

Progetto BABY ALCOOL COMUNE DI PAVIA Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Psicologia CASA DEL GIOVANE PAVIA Progetto BABY ALCOOL RICERCA SUGLI STILI DI VITA e CONSUMO DI ALCOLICI DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI PAVIA

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

Rilevazione omnibus 2010 : Internet nelle economie domestiche della Svizzera. Gli internauti svizzeri preoccupati per i pericoli di Internet

Rilevazione omnibus 2010 : Internet nelle economie domestiche della Svizzera. Gli internauti svizzeri preoccupati per i pericoli di Internet Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale di statistica UST Comunicato stampa Embargo: 04.02.2011, 9:15 16 Cultura, media, società dell'informazione, sport N. 0352-1101-10 Rilevazione omnibus

Dettagli

CITTADINI E NUOVE TECNOLOGIE

CITTADINI E NUOVE TECNOLOGIE 20 dicembre 2011 Anno 2011 CITTADINI E NUOVE TECNOLOGIE Rispetto al 2010 cresce la quota di famiglie che nell anno in corso possiede un personal computer (dal 57,6% al 58,8%), l accesso a Internet (dal

Dettagli

L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE

L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE Federcomin/MIT Osservatorio permanente della Società dell Informazione Sintesi a cura del Centro Studi Giugno 2005 Sommario 1. Il settore ICT in Italia...

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

Gli italiani e la voglia di cash. Renato Mannheimer Sociologo, politologo, Presidente di Ispo Ricerche

Gli italiani e la voglia di cash. Renato Mannheimer Sociologo, politologo, Presidente di Ispo Ricerche Gli italiani e la voglia di cash Renato Mannheimer Sociologo, politologo, Presidente di Ispo Ricerche Come si muove il consumatore tra i diversi sistemi di pagamento? 2 Appare consolidato l uso delle carte

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali 17 luglio 2012 Anno 2011 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2011, l 11,1% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 8.173 mila persone) e il 5,2% lo è in termini assoluti (3.415 mila).

Dettagli

QUESTIONARIO FAMILIARE

QUESTIONARIO FAMILIARE - 39 - QUESTIONARIO FAMILIARE 9. ELETTRODOMESTICI, MEZZI DI COMUNICAZIONE E TRASPORTO 9.1 La famiglia possiede: (una risposta per ogni riga ) N. Videoregistratore... 5 6 Videocamera..... 7 Lettore DVD.....

Dettagli

Sicurezza stradale SICUREZZA

Sicurezza stradale SICUREZZA PROFILO SOCIODEMOGRAFIXCO SICUREZZA Nel 211, in Italia, si sono registrati 25.638 incidenti stradali con lesioni a persone, di cui 386 mortali. Con questi dati, l Italia conferma una costante tendenza

Dettagli

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Gennaio 2005 Indice Introduzione Obiettivo e metodologia dell indagine Composizione e rappresentatività

Dettagli

INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DIVARIO DIGITALE NELLE VALLI DI LANZO. RACCONTA PROBLEMATICHE E SFIDE

INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DIVARIO DIGITALE NELLE VALLI DI LANZO. RACCONTA PROBLEMATICHE E SFIDE INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DIVARIO DIGITALE NELLE VALLI DI LANZO. RACCONTA PROBLEMATICHE E SFIDE Tv digitale terrestre, internet a banda larga, ricezione dei telefoni cellulari, ma anche possibilità di

Dettagli

3. LE FAMIGLIE TOSCANE E INTERNET

3. LE FAMIGLIE TOSCANE E INTERNET 3. LE FAMIGLIE TOSCANE E INTERNET 3.1 Le famiglie collegate ad Internet Considerazioni generali: Sono circa 519.800 le famiglie toscane che dispongono del collegamento ad Internet (Figura 7). Rappresentano

Dettagli

Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti

Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti L Università Unitelma Sapienza nel corso dell a.a. 2013/2014 ha attivato i 2 questionari previsti dall ANVUR relativi alla valutazione

Dettagli

Questionario di Gradimento Seminario Il Questionario Insegnante e il Questionario Scuola: teorie, strumenti e risultati

Questionario di Gradimento Seminario Il Questionario Insegnante e il Questionario Scuola: teorie, strumenti e risultati Questionario di Gradimento Seminario Il Questionario Insegnante e il Questionario Scuola: teorie, strumenti e risultati Principali Evidenze e Risultati Sommario Introduzione... 3 Le principali caratteristiche

Dettagli

Gli europei e le lingue

Gli europei e le lingue Speciale Eurobarometro 386 Gli europei e le lingue SINTESI Rispetto alla popolazione dell'ue, la lingua più parlata come lingua madre è il tedesco (16%), seguita da italiano e inglese (13% ciascuna), francese

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER 1 Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER ADSL E TELEFONIA DOMESTICA: LE MIGLIORI SOLUZIONI PER CONNETTERSI E TELEFONARE DA CASA INDICE p. 1 1. Introduzione p.2 2. I profili di consumo: l utilizzo di

Dettagli

La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte

La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte Osservatorio sulla Comunicazione Politica, Dipartimento di Culture Politica e Società La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte ricerca condotta da Sara Minucci (Osservatorio

Dettagli

Questionario 2010 Aem Torino Distribuzione

Questionario 2010 Aem Torino Distribuzione Buongiorno, sono un intervistatore/trice dell Istituto Swg. Stiamo effettuando una ricerca per conto dell Università degli Studi di Torino e di. L azienda Aem Torino Distribuzione sta conducendo un indagine

Dettagli

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi E-learning Vantaggi e svantaggi vantaggi Abbattimento delle barriere spazio-temporali Formazione disponibile sempre (posso connettermi quando voglio e tutte le volte che voglio) e a bassi costi di accesso

Dettagli

- CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELL INTERVISTATO - (PER TUTTI)

- CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELL INTERVISTATO - (PER TUTTI) Soddisfazione per il servizio di distribuzione del GAS e del Teleriscaldamento (AES) Proposta di questionario telefonico Buongiorno. Sono un intervistatore/trice della XXXX. Stiamo effettuando una ricerca

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

LE CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELLA VALLE D AOSTA

LE CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELLA VALLE D AOSTA LE CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELLA VALLE D AOSTA Sono numerose le evidenze scientifiche in cui si dimostra che le persone che godono di una posizione sociale privilegiata, che hanno un titolo

Dettagli

Focus sul Rapporto di Benchmarking sulla società dell informazione in Emilia-Romagna Edizione 2015

Focus sul Rapporto di Benchmarking sulla società dell informazione in Emilia-Romagna Edizione 2015 Direzione generale centrale Organizzazione, Personale, Sistemi Informativi e Telematica Focus sul Rapporto di Benchmarking sulla società dell informazione in Emilia-Romagna Edizione 2015 Bologna, 27 agosto

Dettagli

La percezione del metano nei trasporti

La percezione del metano nei trasporti La percezione del metano nei trasporti Awareness e opinioni degli automobilisti italiani RISULTATI DELL INDAGINE DEMOSCOPICA In collaborazione con Verona, 28 maggio 2014 Premesse In linea con i trend su

Dettagli

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui 27 dicembre 2005 Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui Anno 2005 Le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti

Dettagli

CAPITOLO II. (non downloader consapevoli)

CAPITOLO II. (non downloader consapevoli) CAPITOLO II Utenti che non hanno scaricato contenuti digitali nell ultimo anno ma sono consapevoli della possibilità di acquistare contenuti culturali da internet (non downloader consapevoli) I COMPORTAMENTI

Dettagli

CAPITOLO III. Utenti che hanno scaricato contenuti digitali da internet nell'ultimo anno a pagamento. (downloader pay)

CAPITOLO III. Utenti che hanno scaricato contenuti digitali da internet nell'ultimo anno a pagamento. (downloader pay) CAPITOLO III Utenti che hanno scaricato contenuti digitali da internet nell'ultimo anno a pagamento (downloader pay) I COMPORTAMENTI DI CONSUMO DI CONTENUTI DIGITALI IN ITALIA IL CASO DEL FILE SHARING

Dettagli

GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO. A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale

GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO. A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale OBIETTIVI GENERALI DELLA RICERCA Produrre strumenti utili

Dettagli

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana 1. In quale comune risiede abitualmente? 1. Torino Proseguire 2. Milano Proseguire 3. Roma Proseguire 4. No (Chiudere intervista) 2. Sesso 1. Maschio 2. Femmina Domande Sociodemo Agenzia (8) 3. Mi può

Dettagli

LA SOCIETA VICENTINA Rapporto sugli orientamenti e i valori dei cittadini SCENARIO 2002 ALTOVICENTINO

LA SOCIETA VICENTINA Rapporto sugli orientamenti e i valori dei cittadini SCENARIO 2002 ALTOVICENTINO LA SOCIETA VICENTINA Rapporto sugli orientamenti e i valori dei cittadini SCENARIO 2002 ALTOVICENTINO VII Rapporto POSTER Associazione Industriali di Vicenza SCHEDA DELLA RICERCA * CAMPIONE RAPPRESENTATIVO

Dettagli

La percezione e l utilizzo l navigatori satellitari da parte del pubblico consumer

La percezione e l utilizzo l navigatori satellitari da parte del pubblico consumer Presentano: La percezione e l utilizzo l dei navigatori satellitari da parte del pubblico consumer in occasione di Autodromo di Monza, 14 novembre 2007 Sala Villeneuve Obiettivi della ricerca Obiettivo

Dettagli