DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE"

Transcript

1 Provincia di Bologna DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Anno 2012 n 21 data 10/01/2012 OGGETTO: FONDO PER LO SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE E PRODUTTIVITÀ DESTINATO AL PAGAMENTO DELLE INDENNITÀ STABILI-IMPEGNO DI SPESA ANNO AREA: SERVIZI GENERALI SERVIZIO: DIRIG. AREA 1

2 Oggetto : Fondo per lo sviluppo delle risorse umane e produttività destinato al pagamento delle indennità stabili-impegno di spesa Anno IL DIRIGENTE AREA 1^-SERVIZI GENERALI Premesso che in relazione al disposto dell Art. 169 del D.Lgs 267/2000, la Giunta Comunale con Deliberazione n. 3 in data 24/01/2011, individuava i Capitoli di Bilancio affidati alla gestione del sottoscritto per l Anno 2011, per gli effetti di cui agli Artt. 183 e 185 del D. Lgs 267/2000, e con Deliberazione di G.C. n. 48 del 18/4/2011 si effettuava l adozione definitiva del Piano Esecutivo di Gestione anno 2011; Dato atto inoltre che, nelle more della approvazione del Bilancio 2012, si è provveduto alla proroga transitoria del P.E.G. dell esercizio concluso con Deliberazione di Giunta Comunale n. 175 del 30/12/2011; Visto l art. 163 c. 2 D.Lgs 267/2000 che stabilisce, nella gestione provvisoria, che l Ente può provvedere all impegno complessivo delle risorse necessarie al pagamento delle spese di personale; Richiamato l Art. 31 comma 2 c.c.n.l Disciplina delle risorse decentrate ; Preso atto dei contenuti di cui ai seguenti provvedimenti: -Det. n 10/2011 Fondo per lo sviluppo delle risorse umane e produttività destinato al pagamento delle indennità stabili-impegno di spesa Anno Det. n 839 /2011 Rideterminazione del Fondo per le risorse decentrate Anno 2011 Ritenuto necessario procedere per l Anno 2012, all impegno delle somme da destinare al pagamento delle voci riferite alle indennità fisse del salario accessorio, al fine di consentire la regolare liquidazione mensile delle indennità fisse in vigore, con decorrenza dal primo cedolino utile anno 2012; Visti gli elenchi allegati al presente provvedimento, di cui formano parte integrante e sostanziale, in cui vengono indicate le figure professionali destinatarie delle varie indennità nonché i relativi importi, confermati, in base agli accordi sottoscritti con il contratto decentrato integrativo stipulato in data in particolare il Capo V Indennità accessorie Articoli da 17 a 23 e s.m.i. e come integrati da Deliberazione n 213 /GC/2010 Approvazione del verbale di contrattazione decentrata integrativa e autorizzazione alla sottoscrizione e relativi allegati; Dato atto inoltre che: 1)nella quantificazione del fondo in oggetto Anno 2012, occorre procedere al rispetto dei contenuti di cui al D.L. n 78/2010 come convertito nella legge n 122/2010, in particolare : Art. 9 comma 2 bis: A decorrere dal 1 gennaio 2011 e sino al 31 dicembre 2013 l'ammontare complessivo delle risorse destinate annualmente al trattamento accessorio del personale, anche di livello dirigenziale, di ciascuna delle amministrazioni di cui all' articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, non può superare il corrispondente importo dell'anno 2010 ed è, comunque, automaticamente ridotto in misura proporzionale alla riduzione del personale in servizio. 2)nella liquidazione del fondo in oggetto ai singoli dipendenti occorre procedere al rispetto dei contenuti di cui al D.L. n 78/2010 come convertito nella legge n 122/2010, in particolare : Art. 9 comma 1:

3 Per gli anni 2011, 2012 e 2013 il trattamento economico complessivo dei singoli dipendenti, anche di qualifica dirigenziale, ivi compreso il trattamento accessorio, previsto dai rispettivi ordinamenti delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione, come individuate dall'istituto nazionale di statistica (ISTAT) ai sensi del comma 3 dell' articolo 1 della legge 31 dicembre 2009, n. 196, non può superare, in ogni caso, il trattamento ordinariamente spettante per l'anno 2010, al netto degli effetti derivanti da eventi straordinari della dinamica retributiva, ivi incluse le variazioni dipendenti da eventuali arretrati, conseguimento di funzioni diverse in corso d'anno, fermo in ogni caso quanto previsto dal comma 21, terzo e quarto periodo, per le progressioni di carriera comunque denominate, maternità, malattia, missioni svolte all'estero, effettiva presenza in servizio, fatto salvo quanto previsto dal comma 17, secondo periodo, e dall' articolo 8, comma 14.; Preso atto che con la citata Determina n 839 /2011, il Fondo per le risorse fisse è stato come di seguito rideterminato : Denominazione Importo iniziale anno 2011 Nuovo importo rideterminato anno 2011 Risorse fisse Preso atto inoltre che, con Deliberazione n 160/GC/2001 si è provveduto al trasferimento definitivo di personale comunale negli organici di Molinella Futura s.r.l., per un totale di n 14 unità con decorrenza 1 Gennaio 2012, quale cessione di ramo d azienda ai sensi e per gli effetti di cui all Art del Codice Civile e Art. 31 T.U. n 165/2001; Dato atto pertanto che il Fondo Anno 2012, deve essere ulteriormente ridotto a seguito delle suddette cessazioni, con le stesse modalità di calcolo di cui alla citata Determina n 839 /2011, e come di seguito indicato: Dipendenti Anno 2011 Anno 2012 Al 1 gennaio Al 31 dicembre (presunto) Media 127, Variazione 2012 rispetto ,00% Dato atto pertanto che il Fondo Anno 2012 risulta pertanto pari a complessivi ,00 (fondo %); Visto l art. 107 comma 3 lett. d) D.Lgs 267/2000; Visto lo Statuto Comunale e il vigente Regolamento di Contabilità; DETERMINA 1)Di individuare, sulla base di quanto esposto in premessa narrativa, l importo per l erogazione del fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e produttività per l Anno 2012, in complessivi ,00 al netto di oneri e IRAP a carico Ente; 2)Di prendere atto del contenuto degli allegati elenchi in cui vengono individuati, in base agli accordi sindacali sottoscritti, nonché ai relativi provvedimenti dirigenziali, i dipendenti destinatari delle indennità stabili e il relativo valore economico per l Anno 2012; 3)Di dare atto che la somma presunta paria ,00 relativa alla spesa per la progressione orizzontale, è già presente e impegnata nei diversi Capitoli di Bilancio relativi agli stipendi di tutto il personale, in quanto parte fissa della retribuzione; 4)Di impegnare la spesa che residua, necessaria per la liquidazione annuale delle indennità accessorie stabili anno 2012, pari a complessivi massimi ,00 nel Bilancio 2012 Intervento Capitolo 1424 Trattamento accessorio contrattazione decentrata ;

4 5)Di impegnare inoltre le spese per oneri previdenziali e IRAP a carico Ente, nei seguenti Interventi e capitoli del Bilancio 2011: -quanto a ,00 a carico dell Intervento Capitolo Oneri assistenziali previdenziali carico Comune salario accessorio e nuovo contratto -quanto a ,00 a carico dell Intervento Capitolo IRAP su salario accessorio e nuovo contratto ; 6)Di trasmettere copia del presente provvedimento alle R.S.U e O.O.S.S. per opportuna e dovuta conoscenza; 7)Di procedere alla pubblicazione del presente atto sul Sito Internet del Comune alla voce Contrattazione Decentrata, come previsto dall Art. 67 comma 2 L.133/2008 e s.m.i. La presente determinazione, verrà inserita nella raccolta di cui all art. 183 comma 9 D.Lgs 267/2000. Molinella 10 gennaio 2012

5 Provincia di Bologna AREA 2^ - SERVIZI FINANZIARI VISTO DI REGOLARITA CONTABILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Anno 2012 n 21 data 10/01/2012 OGGETTO: FONDO PER LO SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE E PRODUTTIVITÀ DESTINATO AL PAGAMENTO DELLE INDENNITÀ STABILI-IMPEGNO DI SPESA ANNO Si attesta, ai sensi e per gli effetti dell art. 151, comma 4, del T.U. delle leggi sull ordinamento degli enti locali, D.Lgs 267/2000, la regolarità contabile attestante copertura finanziaria relativamente alla determinazione n 21 del 10/01/2012 ANNO CAPITOLO IMPEGNO CODICE SIOPE IMPORTO , , ,00 Molinella, 25/01/2012

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 555 del 31/12/2013. Proposta n. 555

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 555 del 31/12/2013. Proposta n. 555 Estratto DETERMINAZIONE N. 555 del 31/12/2013 Proposta n. 555 Oggetto: COSTITUZIONE DEL FONDO DELLE RISORSE PER LE POLITICHE DI SVILUPPO E PER LA PRODUTTIVITA ANNO 2013. Segretario Generale Proposta n.

Dettagli

Comune di Torremaggiore PROVINCIA DI FOGGIA

Comune di Torremaggiore PROVINCIA DI FOGGIA SETTORE II Ufficio RAG. TRIB. CED DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 83 del 28/07/2015 OGGETTO: Costituzione del fondo per il finanziamento della retribuzione di posizione e di risultato anno 2015 Area Dirigenti.

Dettagli

Area Amministrativa Contabile 5 SETTORE 5 SETTORE RISORSE UMANE E COMMERCIO. N. 461/A.G. del 03-08-2015

Area Amministrativa Contabile 5 SETTORE 5 SETTORE RISORSE UMANE E COMMERCIO. N. 461/A.G. del 03-08-2015 Reg. di Settore n. 42 Area Amministrativa Contabile 5 SETTORE 5 SETTORE RISORSE UMANE E COMMERCIO Copia N. 461/A.G. del 03-08-2015 DETERMINAZIONE OGGETTO: Art. 31 C.C.N.L. 22/01/2004 - "Disciplina delle

Dettagli

COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento

COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO Anno economico 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA RELAZIONE ILLUSTRATIVA Modulo 1 -

Dettagli

Gestione del Personale e Organizzazione

Gestione del Personale e Organizzazione e Organizzazione Denominazione procedimento e breve descrizione Riferimento normativo Ufficio titolare del procedimento (sede - recapito telefonico - orari - mail istituzionale) Responsabile del procedimento

Dettagli

ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE

ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE L anno duemilaquattordici (2014), il giorno uno (01) del mese di luglio, alle ore 9,30, in una sala del Palazzo Comunale, convocata dal Sindaco,

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Decreto del Direttore generale nr. 64 del 13/04/2015 Proponente: Alessandra Bini Carrara Gestione Risorse Umane Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Visto per

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 AREA AMMINISTRATIVA Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06494991 Fax 0649499059 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 Il decreto legislativo

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE Gestione del Personale

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE Gestione del Personale REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE Gestione del Personale Proposta nr. 130 del 13/09/2013 - Determinazione nr. 2209 del 17/09/2013 OGGETTO: Proroga assunzione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Copia della presente determinazione viene trasmessa a: SINDACO SEGRETARIO GENERALE ASSESSORE ALLE RISORSE UMANE DIRIGENTE ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE SERVIZIO FINANZIARIO ALTRI SERVIZI ALBO

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO Provincia di Arezzo Registro delle Determinazioni N. 234 del 05/03/2014 OGGETTO: RIDETERMINAZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE PERSONALE NON DIRIGENTE ANNO 2013 CON INCREMENTO

Dettagli

COMUNE DI PIMENTEL PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI PIMENTEL PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI PIMENTEL COPIA PROVINCIA DI CAGLIARI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 59 Del 25/08/2015 Oggetto: PERSONALE NON DIRIGENTE. FONDO RISORSE DECENTRATE PER L'ANNO 2015. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI FORIO Provincia di Napoli Stazione di cura, soggiorno e turismo estiva ed invernale SETTORE 3

COMUNE DI FORIO Provincia di Napoli Stazione di cura, soggiorno e turismo estiva ed invernale SETTORE 3 COMUNE DI FORIO Provincia di Napoli Stazione di cura, soggiorno e turismo estiva ed invernale SETTORE 3 DETERMINA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 33 del 22/02/2011 OGGETTO: Determinazione risorse anno

Dettagli

ALLEGATO B. A. Relazione illustrativa

ALLEGATO B. A. Relazione illustrativa ALLEGATO B Pre intesa sottoscritta il 18 novembre 2013 sul Contratto integrativo economico per l utilizzazione del fondo del personale non dirigenziale anno 2013. Relazione illustrativa e tecnico finanziaria

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO Estratto DETERMINAZIONE N. 379 del 28/10/2013 Proposta n. 379 Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI E ADEMPIMENTI CONNESSI ANNI 2014/2017 A FAVORE DELLA DITTA ENTI SERVICE SRL DI

Dettagli

CONTENUTO DELLA FUNZIONE

CONTENUTO DELLA FUNZIONE RISORSE UMANE FUNZIONE CONTENUTO DELLA FUNZIONE - Predisposizione e gestione del Bilancio e coordinamento centri elementari di costo - Aggiornamento banca dati del personale dei centri elementari di costo

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE COMUNE DI ANCONA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE del 29/01/2013 N. 150 SETTORE ORGANIZZAZIONE E PERSONALE Oggetto : Atto di impegno di spesa. COSTITUZIONE PROVVISORIA DEL FONDO DELE RISORSE DECENTRATE DEL

Dettagli

LA RELAZIONE ILLUSTRATIVA E LA RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA

LA RELAZIONE ILLUSTRATIVA E LA RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA LA RELAZIONE ILLUSTRATIVA E LA RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA Contratto collettivo decentrato integrativo ai sensi dell art. 4 CCNL 1998/2001, art. 4 CCNL 2002/2005. Relazione illustrativa. Modulo 1 -

Dettagli

Oggetto: Approvazione contratto decentrato del 21.12.2006 Prelievo dal fondo di riserva - LA GIUNTA COMUNALE

Oggetto: Approvazione contratto decentrato del 21.12.2006 Prelievo dal fondo di riserva - LA GIUNTA COMUNALE Oggetto: Approvazione contratto decentrato del 21.12.2006 Prelievo dal fondo di riserva - LA GIUNTA COMUNALE Vista la seguente proposta di delibera dell Unità di Staff Personale e Organizzazione; Visto

Dettagli

Risorse aventi carattere di certezza e stabilità 49.601.157,04 Ulteriori risorse 20.366.681,00

Risorse aventi carattere di certezza e stabilità 49.601.157,04 Ulteriori risorse 20.366.681,00 Roma, 5 luglio 2012 Ipotesi di accordo stralcio sulla utilizzazione delle risorse disponibili nell ambito del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività dell anno 2011

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Sottoscritto definitivamente in data 5 settembre 2012 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Comune di Cellamare. C.A.P. 70010 - Piazza Risorgimento, 33 Tel. 080-4657920 / fax.: 080-4657930 Cod. Fisc.: 80017750722 - P.

Comune di Cellamare. C.A.P. 70010 - Piazza Risorgimento, 33 Tel. 080-4657920 / fax.: 080-4657930 Cod. Fisc.: 80017750722 - P. Comune di Cellamare Provincia di Bari C.A.P. 70010 - Piazza Risorgimento, 33 Tel. 080-4657920 / fax.: 080-4657930 Cod. Fisc.: 80017750722 - P. IVA: 03827640727 I SETTORE AMMINISTRATIVO Servizio Personale

Dettagli

COMUNE DI CAVAION VERONESE PROVINCIA DI VERONA UFFICIO TRIBUTI ECOLOGIA - RISORSE UMANE

COMUNE DI CAVAION VERONESE PROVINCIA DI VERONA UFFICIO TRIBUTI ECOLOGIA - RISORSE UMANE COMUNE DI CAVAION VERONESE PROVINCIA DI VERONA UFFICIO TRIBUTI ECOLOGIA - RISORSE UMANE DETERMINA N. 145 DEL 17.04.2014 OGGETTO: Risorse per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività.

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE ANNO 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE ANNO 2010 AREA AMMINISTRATIVA Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06494991 Fax 0649499059 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE

Dettagli

Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale.

Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale. Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale. Alcune amministrazioni, in violazione del Contratto

Dettagli

PROVINCIA DI VERONA servizio risorse umane Pagina 1/7

PROVINCIA DI VERONA servizio risorse umane Pagina 1/7 Pagina 1/7 Verona, 19 aprile 2016 determinazione organizzativa n. 53/2016 All unità operativa trattamento economico e previdenziale e per conoscenza al dott. Roberto Maria Carbonara segretario direttore

Dettagli

ACCORDO DECENTRATO PER LA DISCIPLINA ED IL FINANZIAMENTO DEL FONDO PER LE RISORSE DECENTRATE ANNO 2010

ACCORDO DECENTRATO PER LA DISCIPLINA ED IL FINANZIAMENTO DEL FONDO PER LE RISORSE DECENTRATE ANNO 2010 ACCORDO DECENTRATO PER LA DISCIPLINA ED IL FINANZIAMENTO DEL FONDO PER LE RISORSE DECENTRATE ANNO 2010 L'Amministrazione Comunale di Castelfiorentino, in nome e per conto della quale interviene la Delegazione

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ISTITUTO A COSA SERVE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ISTITUTO A COSA SERVE RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ISTITUTO A COSA SERVE FONTE NORMATIVA CONTENUTO DELLA NORMA POSSIBILE DISCIPLINA COMPETENZA AUTORE DATA Relazione illustrativa

Dettagli

Fondo Personale tecnico amministrativo (art. 87 CCNL 2006-2009) Sezione I - Risorse fisse aventi carattere di certezza e stabilità

Fondo Personale tecnico amministrativo (art. 87 CCNL 2006-2009) Sezione I - Risorse fisse aventi carattere di certezza e stabilità ALLEGATO ALLA CIRCOLARE DEL 19 LUGLIO 2012, N. 25 Fondo Personale tecnico amministrativo (art. 87 CCNL 2006-2009) Sezione I - Risorse fisse aventi carattere di certezza e stabilità - Risorse storiche consolidate

Dettagli

COMUNE DI CASTELLETTO SOPRA TICINO Provincia di NOVARA

COMUNE DI CASTELLETTO SOPRA TICINO Provincia di NOVARA COMUNE DI CASTELLETTO SOPRA TICINO Provincia di NOVARA AREA FINANZIARIA SERVIZI SOCIALI Piazza F.lli Cervi 28053 CASTELLETTO SOPRA TICINO cod. fiscale e p. IVA 00212680037 Telefono ufficio Ragioneria -

Dettagli

COMUNE DI RACCUJA -PROVINCIA DI MESSINA-

COMUNE DI RACCUJA -PROVINCIA DI MESSINA- ORIGINALE COMUNE DI RACCUJA PROVINCIA DI MESSINA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL'AREA CONTABILE N.231 DATA 17062014 Oggetto: ARTT. 31 e 32 C.C.N.L..1.2004 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI. COSTITUZIONE

Dettagli

Procedimenti Amministrativi

Procedimenti Amministrativi Procedimenti Amministrativi Denominazione del procedimento Organismo interno di Valutazione Sistema di valutazione e valutazione della performance Piano della Performance Relazione sulla Performance Documento

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Provincia di Bologna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 13 del 25/02/2013 OGGETTO: RISCOSSIONE COATTIVA ENTRATE PATRIMONIALI EX ART.169 D.P.R 43/88 L anno DUEMILATREDICI il giorno VENTICINQUE

Dettagli

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane IPOTESI CCDI ANNUALITA 2012 - RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA art.5, comma 3 CCNL 1.4.1999 e art.40, comma 3 sexies D. Lgs. 30/03/2001,

Dettagli

Tempo massimo di svolgimento (gg.)

Tempo massimo di svolgimento (gg.) SERVIZIO PERSONALE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: CECCHINI BARBARA, TEL 0573 621286- mail barbara.cecchini@comunesanmarcello.it Per informazioni: Servizio Personale - Via Pietro Leopodo n. 10/24 - tel

Dettagli

Pagina 1. TEMPO (gg) 30

Pagina 1. TEMPO (gg) 30 PROCEDIMENTO provvedimenti relativi agli istituti contrattuali salario accessorio mensili impegno / liquidazione acquisizione prospetti di attività effettuate PROCEDIMENTO incarichi ai sensi degli artt.

Dettagli

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015 IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015 Tra la delegazione trattante di Parte Pubblica composta dal Dott. MATTIA Salvatore - Segretario Comunale e la delegazione di parte sindacale

Dettagli

COMUNE DI ARPINO. (Provincia di Frosinone) RELAZIONE ILLUSTRATIVA

COMUNE DI ARPINO. (Provincia di Frosinone) RELAZIONE ILLUSTRATIVA COMUNE DI ARPINO (Provincia di Frosinone) ISTITUTO A COSA SERVE FONTE NORMATIVA CONTENUTO DELLA NORMA POSSIBILE DISCIPLINA Relazione illustrativa e relazione tecnico-finanziaria al contratto integrativo

Dettagli

ASPETTATIVE/CONGEDI/ASSENZECHE RIDUCONO IL TRATTAMENTO ECONOMICO

ASPETTATIVE/CONGEDI/ASSENZECHE RIDUCONO IL TRATTAMENTO ECONOMICO ASPETTATIVE/CONGEDI/ASSENZECHE RIDUCONO IL TRATTAMENTO ECONOMICO CONGEDO PER MATERNITA - D. LGS. N. 151/2001 Congedo parentale (ex astensione facoltativa) senza retribuzione ----------------------- non

Dettagli

REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO

REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO Sommario REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO...2 Capo I Principi Generali...2 Articolo 1 - Oggetto...2

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI FORME DI ASSISTENZA E DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE E FUNZIONAMENTO DELL

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI FORME DI ASSISTENZA E DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE E FUNZIONAMENTO DELL REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI FORME DI ASSISTENZA E DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE E FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI GESTIONE DEL COMUNE DI CERVIA Approvato con

Dettagli

CON L EUROPA, INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO

CON L EUROPA, INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO Prot. n. 1334 C/14 Relazione illustrativa Legittimità giuridica (art. 40bis, comma 5, D.Lgs 165/2001 come modificato dal D.Lgs 150/2009, circ. MEF n. 25 del 19/07/2012)) Premessa Obiettivo Modalità di

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 146 del 1 settembre 2011

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 146 del 1 settembre 2011 ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Decreto n. 146 del 1 settembre 2011 Oggetto: Personale con qualifica dirigenziale: determinazione dell'ammontare

Dettagli

N 00535 DEL 17/03/2014

N 00535 DEL 17/03/2014 Prot. N 75 Del 11/03/2014 Proposta N. 179/2014 CITTA DI ALCAMO Provincia di Trapani ***** Settore Affari Generali e Risorse Umane DETERMINAZIONE N 00535 DEL 17/03/2014 OGGETTO: Costituzione fondo risorse

Dettagli

La delegazione trattante di parte pubblica dell Università degli Studi di Siena, nelle persone. del Prof. Silvano FOCARDI, Rettore

La delegazione trattante di parte pubblica dell Università degli Studi di Siena, nelle persone. del Prof. Silvano FOCARDI, Rettore Siena, 6 febbraio 2007 Verbale contenente: gli esiti della concertazione successiva alla informazione preventiva relativa ad una prima applicazione degli artt. 28, 29 e 30 del CCNL Comparto Università

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Rip. Personale contrattualizzato, Trattamento Pensionistico e Affari Speciali Rip. Bilancio, Finanza e Sviluppo Ufficio Relazioni Sindacali e Trattamento Accessorio VISTO l art. 24 dello Statuto di Ateneo;

Dettagli

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione.

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. INCENTIVO DESTINATARI Giovani (l.99/2013) L incentivo è pari: -ad 1/3 della retribuzione

Dettagli

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.00, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.00, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato Contratto Collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione per il quadriennio normativo 2006-2009 ed il biennio economico

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO relativo al personale del comparto università per il biennio economico 2004\2005

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO relativo al personale del comparto università per il biennio economico 2004\2005 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO relativo al personale del comparto università per il biennio economico 2004\2005 Il giorno 28 marzo 2006, alle ore 10, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza del contratto

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Comune di Santo Stefano Ticino Prov. di Milano G.C. Numero: 25 data: 22-03-2014 OGGETTO: PRESA D ATTO VERBALE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE ANNO 2013 PROVVEDIMENTI Verbale di deliberazione della

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA Università degli Studi del Molise RELAZIONE ILLUSTRATIVA FONDO PER IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO PER IL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Anno 2013 Relazione illustrativa Indice Modulo I Illustrazione

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Decreto del Direttore generale nr. 74 del 24/04/2015 Proponente: Dott.ssa Alessandra Binicarrara Gestione Risorse Umane Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 359 del 29-5-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 359 del 29-5-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 359 del 29-5-2015 O G G E T T O Saldo fondo per la ponderazione qualitativa delle quote capitarie di cui all'art. 59,

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU SETTORE : SETTORE FINANZIARIO Responsabile: Casula Maria Angela DETERMINAZIONE N. 17 in data 20/01/2014 OGGETTO: COSTITUZIONE PROVVISORIA DEL FONDO PER LO SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

CONTRATTAZIONE COLLETTIVA INTEGRATA AZIENDALE 2010 2013

CONTRATTAZIONE COLLETTIVA INTEGRATA AZIENDALE 2010 2013 CONTRATTAZIONE COLLETTIVA INTEGRATA AZIENDALE 2010 2013 Accordo quadriennale 2010 2013 e annuale 2010 per la ripartizione e destinazione delle risorse finanziarie individuate nel fondo per le politiche

Dettagli

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato Contratto Collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione per il biennio economico 2008-2009 Il giorno 13.05.2009 alle

Dettagli

COMUNE DI PIMENTEL. Provincia di Cagliari. Amministrat-Contabile/ Tecnica. AREA: 1 /C Responsabile: Mascia Anna Maria DETERMINAZIONE COLLEGIALE N.

COMUNE DI PIMENTEL. Provincia di Cagliari. Amministrat-Contabile/ Tecnica. AREA: 1 /C Responsabile: Mascia Anna Maria DETERMINAZIONE COLLEGIALE N. COMUNE DI PIMENTEL Provincia di Cagliari AREA: 1 /C Responsabile: Amministrat-Contabile/ Tecnica Mascia Anna Maria DETERMINAZIONE COLLEGIALE N. 60 in data 19/03/2015 OGGETTO: Impegno di spesa per giornata

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ISTITUZIONE DI FORME DI PREVIDENZA E ASSISTENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE del COMUNE DI CORATO (Regolamento approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO

Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO 2 Struttura della retribuzione CCNL 2002-2005 art. 33 TRATTAMENTO FONDAMENTALE TRATTAMENTO ACCESSORIO INDENNITA

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA 2 MONITORAGGIO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO

SCHEDA INFORMATIVA 2 MONITORAGGIO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO SCHEDA INFORMATIVA 2 MONITORAGGIO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO Scheda unificata ex art. 40 bis, comma 2 del d.lgs. n.165/2001 e art. 67, comma 9, d.l. n.112/2008 convertito nella legge n.133/2008 COMPARTO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 573 SETTORE Settore Lavori Pubblici NR. SETTORIALE 122 DEL 19/05/2015 OGGETTO: RIQUALIFICAZIONE URBANA CORSO UMBERTO, LOTTO: FORNITURE VIVAISTICHE.APPROVAZIONE

Dettagli

Provincia Regionale di Caltanissetta Codice Fiscale e Partita IVA : 00115070856

Provincia Regionale di Caltanissetta Codice Fiscale e Partita IVA : 00115070856 Provincia Regionale di Caltanissetta Codice Fiscale e Partita IVA : 00115070856 REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA MISURAZIONE, VALUTAZIONE, INTEGRITÀ E TRASPARENZA DELLA PERFORMANCE ADOTTATO CON DELIBERA

Dettagli

DETERMINAZIONE del Responsabile del Servizio P.E.G. N. 3

DETERMINAZIONE del Responsabile del Servizio P.E.G. N. 3 DETERMINAZIONE del Responsabile del Servizio ORIGINALE P.E.G. N. 3 SERVIZI SOCIALI Determinazione n 315 In data 21.09.2015 N progressivo generale 1308 OGGETTO: GARA D'APPALTO A PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE

REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE 22 settembre 2014 Premesso: che l Amministrazione comunale di

Dettagli

DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010

DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010 DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010 In data 21 Dicembre 2009, alle ore 10.30, presso la Sala Riunioni dell A.S.L.

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Il Modello inviato risulta certificato in data : 03/06/2014 Il Modello inviato è stato certificato la prima volta in data : 03/06/2014

Il Modello inviato risulta certificato in data : 03/06/2014 Il Modello inviato è stato certificato la prima volta in data : 03/06/2014 Stampa Intero Modello in data : 5/6/2014 Tipo Rilevazione : CONSUNTIVAZIONE SPESE Anno : 2013 Tipo Istituzione : AUTOMOBILE CLUB Contratto : ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI Istituzione : 8514 - AUTOMOBILE

Dettagli

COMUNE DI MONTEFLAVIO (Provincia di ROMA)

COMUNE DI MONTEFLAVIO (Provincia di ROMA) Rispetto dell iter adempimenti procedurale e degli atti propedeutici e successivi alla contrattazione Personale News Modelli operativi www.publika.it Relazione illustrativa e relazione tecnico-finanziaria

Dettagli

1. La disciplina del lavoro straordinario nella normativa e nella contrattazione nazionale

1. La disciplina del lavoro straordinario nella normativa e nella contrattazione nazionale A.O.O. Provincia di Roma Ufficio SG/0 Anno 2007..Classificazione LEN 5.. Fascicolo 14/15... N. 52669 Data 3 maggio 2007 Ai Direttori di Dipartimento ed Uffici equiparati Ai Dirigenti dei Servizi E, p.c.

Dettagli

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ECONOMICO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE RELATIVO ALL ANNO 2012;

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ECONOMICO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE RELATIVO ALL ANNO 2012; RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ECONOMICO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE RELATIVO ALL ANNO 2012; In conformità della circolare della RGS n. 25 / 2012 Modulo I -

Dettagli

Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti. di: Carmine Lasco Dottore Commercialista

Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti. di: Carmine Lasco Dottore Commercialista Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti di: Carmine Lasco Dottore Commercialista (art. 239, comma 1, T. U.E. L. ) Le funzioni obbligatorie dell'organo di revisione sono così riassumibili: collaborazione

Dettagli

Scheda Informativa 2

Scheda Informativa 2 Scheda Informativa 2 Monitoraggio del contratto integrativo Macrocategoria PERSONALE NON DIRIGENTE FONDO: LE DOMANDE SEGUENTI SONO RELATIVE AL FONDO COMUNICATO IN TABELLA 15 Data atto costituzione Fondo/i

Dettagli

TRATTAMENTI PENSIONISTICI DEL PERSONALE UNIVERSITARIO

TRATTAMENTI PENSIONISTICI DEL PERSONALE UNIVERSITARIO TRATTAMENTI PENSIONISTICI DEL PERSONALE UNIVERSITARIO Con circolare n.23 del 30.3.2004 l INPDAP ha diretto istruzioni alle Università aderenti alla sperimentazione liquidazione dei trattieni pensionistici.

Dettagli

IL DIRETTORE DELLA AREA VASTA N. 1 -. -. -

IL DIRETTORE DELLA AREA VASTA N. 1 -. -. - 1 DETERMINA DEL DIRETTORE DELLA AREA VASTA N. 1 N. 1143/AV1 DEL 24/12/2015 Oggetto: Recesso dal 1 LUGLIO 2016 del dipendente MAZINI MASSIMO Dirigente Psichiatra a tempo indeterminato con diritto alla pensione

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO AZIENDE PARTE ECONOMICA BIENNIO 1996-1997

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO AZIENDE PARTE ECONOMICA BIENNIO 1996-1997 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO AZIENDE PARTE ECONOMICA BIENNIO 1996-1997 1 CAPO I NORME GENERALI Art. 1 Durata e decorrenza del contratto biennale 1. Il presente contratto biennale concerne

Dettagli

COMUNE DI VILLAREGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI VILLAREGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA ALBO COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 24 OGGETTO : PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DI PERSONALE PER IL TRIENNIO 2014-2016 L anno

Dettagli

Estensore. Il Direttore della U.o.c. Scostamento Budget NO Proposta n del

Estensore. Il Direttore della U.o.c. Scostamento Budget NO Proposta n del DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Numero data Oggetto: Artt. 25 e 26 CCNL 2002/2005 - Area della Dirigenza Medica - Verifica e valutazione dei dirigenti medici Dott.ssa Paola Scavina, Dirigente Medico

Dettagli

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane IPOTESI CCDI ANNUALITA 2013 - RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA art.5, comma 3 CCNL 1.4.1999 e art.40, comma 3 sexies D. Lgs. 30/03/2001,

Dettagli

CAPO 1 OGGETTO E SOGGETTI. Art. 1 Ambito di applicazione

CAPO 1 OGGETTO E SOGGETTI. Art. 1 Ambito di applicazione CAPO 1 OGGETTO E SOGGETTI Art. 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento definisce le modalità e i criteri cui riferirsi per l assegnazione e la ripartizione, tra il personale dipendente dell Ente,

Dettagli

IL DIRIGENTE. Sostanzialmente il fondo è composto da due macroraggruppamenti di risorse definite stabili e variabili:

IL DIRIGENTE. Sostanzialmente il fondo è composto da due macroraggruppamenti di risorse definite stabili e variabili: IL DIRIGENTE Premesso che: il contratto nazionale di lavoro per il personale del comparto Regioni ed Enti Locali (di seguito per brevità CCNL) del 22/1/2004 all art. 31 ha ridisegnato, semplificando e

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE IN MATERIA DI UTILIZZAZIONE DEL FONDO REGIONALE PER LA RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E DI RISULTATO a.s. 2012-2013 DEI DIRIGENTI SCOLASTICI AREA V DELLA LOMBARDIA

Dettagli

COMUNE DI LIMONE PIEMONTE REGOLAMENTO RELATIVO ALLA

COMUNE DI LIMONE PIEMONTE REGOLAMENTO RELATIVO ALLA COMUNE DI LIMONE PIEMONTE REGOLAMENTO RELATIVO ALLA VALUTAZIONE DEL PERSONALE E FUNZIONAMENTO DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27-02-2007 Modificato con deliberazione

Dettagli

Servizio Economico Finanziario

Servizio Economico Finanziario 33049 SAN PIETRO AL NATISONE (UD) Determinazione nr. 76 del 25/03/2014 Servizio Economico Finanziario OGGETTO: ATTRIBUZIONE RESPONSABILITA' DELL'ISTRUTTORIA/ PROCEDIMENTO/MANSIONARIO DEL PERSONALE ASSEGNATO

Dettagli

Approvato con delibera di Giunta n. 248 del 23.12.2013 pubblicato in data 03.01.2014

Approvato con delibera di Giunta n. 248 del 23.12.2013 pubblicato in data 03.01.2014 REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI FORME DI ASSISTENZA E DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE E FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI GESTIONE DEL COMUNE DI MARUGGIO Approvato con delibera

Dettagli

SETTORE ECONOMATO E GARE Servizio Economato - Provveditorato-Patrimonio e Gare

SETTORE ECONOMATO E GARE Servizio Economato - Provveditorato-Patrimonio e Gare C I T T A di S A R Z A N A Provincia della Spezia AREA 1 - SERVIZI INTERNI SETTORE ECONOMATO E GARE Servizio Economato - Provveditorato-Patrimonio e Gare DETERMINAZIONE N. 091 del 15.04.2013 OGGETTO: Liquidazione

Dettagli

COMUNE DI ZOCCA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 161 in data 29 dicembre 2009

COMUNE DI ZOCCA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 161 in data 29 dicembre 2009 COMUNE DI ZOCCA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 161 in data 29 dicembre 2009 OGGETTO: ACCORDO TRA IL COMUNE DI ZOCCA E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI CASTELLI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Motivazione se termine superiore a 30 gg. Termini di conclusione. termini previsti nei bandi. Stefania Depau. Stefania Depau.

Motivazione se termine superiore a 30 gg. Termini di conclusione. termini previsti nei bandi. Stefania Depau. Stefania Depau. Deminazione Assunzione del personale-concorsi pubblici (tempo determinato e indeterminato) Assunzione del personale- Mobilità in entrata Trasferimento del personale in altro ente- mobilità in uscita Comando/

Dettagli

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE ORIGINALE DETERMINAZIONE SETTORE: SETTORE CONTENZIOSO,CULTURA,PUBBLICA ISTRUZIONE,SPORT E RISORSE UMANE REG. GEN.LE N. 77500DEL 26/09/2014 REG. SERVIZIO

Dettagli

REGOLAMENTO SAN PANCRAZIO SALENTINO

REGOLAMENTO SAN PANCRAZIO SALENTINO REGOLAMENTO SULLA MOBILITA INTERNA DEL C O M U N E DI SAN PANCRAZIO SALENTINO (Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 95 del 26 luglio 2007) 1 INDICE SISTEMATICO Art. 1 Individuazione e definizione

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÁ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÁ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÁ DI BOLOGNA CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO DELL ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA (anno 2012) 1 Le Parti danno atto che

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (Approvato con deliberazione di G.C. 140/02.12.2010) 1 TITOLO I - SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE Capo I - Aspetti generali

Dettagli

COMUNE DI CAMUGNANO. (Provincia di BOLOGNA)

COMUNE DI CAMUGNANO. (Provincia di BOLOGNA) COMUNE DI CAMUGNANO (Provincia di BOLOGNA) C O P I A II Settore Funzionale: Servizi Tecnici Determinazione n. 113 del 31/10/2015 della Proposta n. 111/UO8 del 31/10/2015 OGGETTO: REDAZIONE ATTESTATI DI

Dettagli

Il Modello inviato risulta certificato in data : 23/05/2015 Il Modello inviato è stato certificato la prima volta in data : 23/05/2015

Il Modello inviato risulta certificato in data : 23/05/2015 Il Modello inviato è stato certificato la prima volta in data : 23/05/2015 Stampa Intero Modello in data : 25/5/2015 Tipo Rilevazione : CONSUNTIVAZIONE SPESE Anno : 2014 Tipo Istituzione : PARCHI NATURALI ED ENTI PER LA DIFESA AMBIENTALE Contratto : CONTRATTO REGIONE SICILIA

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 116 del 29/07/2002 modificato con

Dettagli

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092)

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) MORROVALLE SERVIZI S.R.L. APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) Art. 20 Allegato IIB D.lgs. n 163/2006

Dettagli

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA (Provincia di Ravenna)

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA (Provincia di Ravenna) COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA (Provincia di Ravenna) CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA PER L ANNUALITA' ECONOMICA 2011 Il giorno 24

Dettagli

C O M U N E D I P O D E N Z A N O Provincia di Piacenza

C O M U N E D I P O D E N Z A N O Provincia di Piacenza C O M U N E D I P O D E N Z A N O Provincia di Piacenza SERVIZI SOCIALI E ASSISTENZA MINORI #PROPONENTE# Oggetto: SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI A TUTELA DI MINORI E FAMIGLIE: EROGAZIONE CONTRIBUZIONI MESE

Dettagli