circolari per i clienti dello studio professionale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Inform@Mail circolari per i clienti dello studio professionale"

Transcript

1 circolari per i clienti dello studio professionale n. 5 del 15 marzo 2004 SOMMARIO NEWS Fisco pag. 2 Lavoro pag. 8 Società e impresa pag. 12 Finanziamenti agevolati pag. 15 SCADENZE APRILE Sabato 10 pag. 16 Giovedì 15 pag. 17 Venerdì 16 pag. 19 Lunedì 19 pag. 31 Martedì 20 pag. 31 Lunedì 26 pag. 35 Venerdì 30 pag. 37 ADEMPIMENTI di G. Fiore - RE.FI. Concordato: i chiarimenti ministeriali al 90 minuto pag. 45 GUIDE OPERATIVE a cura di A.Gigliotti Concordato: sospeso lo scontrino ma rimane il registratore pag. 48 Le agevolazioni edilizie nuovamente prorogate fino al 2005 pag. 51 Autoveicoli concessi in uso ad amministratori e dipendenti pag. 55 I costi ad utilizzazione pluriennale pag. 59 FOCUS a cura di F.Bonicalzi La fattura elettronica e la sua archiviazione pag. 65 Copyright Ipsoa Editore srl - Tutti i diritti riservati - n. 5 del 15 marzo

2 NEWS FISCO LEGISLAZIONE Fondi strutturali: l'u.e. finanzia IVA, capitali di rischio, acquisto di beni immobili, terreni e usato È in vigore dall 11 marzo un regolamento della Commissione europea sulle spese ammissibili al cofinanziamento a carico dei fondi strutturali. L Unione europea eroga aiuti per: l acquisto di materiale usato, di terreni e beni immobili; l IVA sostenuta a forfait dal beneficiario degli aiuti; gli investimenti diretti in capitale di rischio; la costituzione di fondi di capitale di rischio e di fondi per mutui a sostegno di investimenti nelle PMI; le operazioni di leasing e lease-back. (Commissione UE, Reg. 10 marzo 2004, n. 448, G.U.U.E 11 marzo 2004, L72) Consumi di gasolio: entro il 30 giugno 2004 la dichiarazione per la restituzione degli oneri agli autotrasportatori Gli autotrasportatori di merci, conto proprio o conto terzi, possono chiedere la restituzione della quota di accisa, in denaro o in compensazione, corrispondente alla riduzione degli oneri relativi ai consumi di gasolio per autotrazione, relativi all anno 2003, presentando una dichiarazione specifica entro il 30 giugno I consumi di gasolio ammessi in beneficio possono essere comprovati solo attraverso le relative fatture di acquisto, mentre per la fruizione dell agevolazione con Mod. F24 deve essere utilizzato il codice tributo (Agenzia Dogane, Comunicato stampa 10 marzo 2004) Accisa sul gas metano per usi civili: le aliquote per il 2004 L Agenzia delle Dogane rende note le aliquote di accisa da applicare, nel periodo 1 gennaio 31 dicembre 2004, al gas metano per usi civili nelle Regioni del centro-nord Italia. Le aliquote di accisa da applicare sono le seguenti: per usi domestici di cottura cibi e produzione di acqua calda: euro 40,00 per mille metri cubi; per usi di riscaldamento individuale: euro 40,00 per mille metri cubi; per altri usi civili: euro 173,20 per mille metri cubi. (Agenzia Dogane, Nota 9 marzo 2004, n. prot. n. 929/V/A.G.T.) Diritti doganali: fissato il tasso di interesse semestrale per il pagamento differito Il saggio di interesse per il pagamento differito dei diritti doganali effettuato oltre il periodo di trenta giorni è fissato nella misura dell'1,71 per cento annuo per il periodo dal 13 gennaio al 12 luglio (D.M. - Economia e finanze - 27 febbraio 2004, G.U. 8 marzo 2004, n. 56) Le bozze dei modelli per l'irap Copyright Ipsoa Editore srl - Tutti i diritti riservati - n. 5 del 15 marzo

3 L'Agenzia delle Entrate ha reso disponibili le bozze e le istruzioni dei modelli IRAP 2004 per le Persone fisiche, le Società di persone, le Società di capitali, gli Enti non commerciali ed equiparati e le Amministrazioni pubbliche. (Agenzia Entrate, Comunicato stampa 5 marzo 2004) Definizione automatica anni pregressi: il nuovo modello Con un provvedimento in corso di pubblicazione in G.U. l'agenzia delle Entrate rende noto il modello e le istruzioni per la definizione automatica di redditi di impresa e di lavoro autonomo per gli anni pregressi mediante autoliquidazione La definizione può riguardare una o più annualità dal 1997 al 2002, per le quali le dichiarazioni sono state presentate entro il 31 ottobre Sono tenuti ad effettuare la comunicazione i seguenti soggetti: esercenti attività d impresa ovvero arti o professioni; persone fisiche titolari dei suddetti redditi prodotti in forma associata; imprenditori agricoli titolari di reddito agrario imprese di allevamento. (Provv. - Agenzia Entrate -12 marzo 2004, in corso di pubblicazione in G.U.) Riscossione: l'importo delle spese di notifica della cartella di pagamento Il Ministro delle finanze ha rideterminato nella misura di Euro 5,56 l'importo delle spese di notifica della cartella di pagamento dovute dal debitore iscritto a ruolo al concessionario del servizio nazionale della riscossione. (D.M. - Economia e Finanze - 27 febbraio 2004, G.U. 2 marzo 2004, n. 51) UNICO 2004: le bozze e le istruzioni per società di persone, società di capitali e enti no profit L Agenzia delle Entrate rende disponibili le bozze e le istruzioni dei modelli per le dichiarazioni dei redditi: Modello Unico Società di persone Modello Unico Società di capitali Modello Unico Enti non commerciali (Agenzia Entrate, Comunicato 1 marzo 2004) UNICO PF 2004: dall'agenzia delle Entrate le bozze e le istruzioni L Agenzia delle Entrate ha reso disponibili le bozze e le istruzioni del Modello Unico 2004 Persone fisiche. Quest'anno, la dichiarazione Modello Unico presenta alcune significative novità. In particolare: la modifica delle aliquote e degli scaglioni di reddito; l'introduzione di una deduzione dal reddito complessivo determinata in base al suo ammontare e alla sua tipologia; la modifica, negli importi e nella modalità di determinazione, delle detrazioni per lavoro dipendente e pensioni; la previsione di un nuovo onere deducibile per le erogazioni liberali a favore della ricerca scientifica sulle malattie neoplastiche; l'innalzamento del limite massimo ammesso alla detrazione del 19 per cento delle erogazioni liberali in denaro, in favore delle società sportive dilettantistiche ed estensione del beneficio alle associazioni sportive dilettantistiche; la possibilità per i contribuenti di età non inferiore a 75 e 80 anni di ripartire la detrazione del 36 per cento relativa alle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio rispettivamente in 5 e 3 rate annuali; l'estensione della detrazione del 36 per cento alle spese riguardanti gli interventi di bonifica dall'amianto; Copyright Ipsoa Editore srl - Tutti i diritti riservati - n. 5 del 15 marzo

4 il regime agevolato per il concordato preventivo; la clausola di salvaguardia come strumento di garanzia per il contribuente di ottenere il trattamento fiscale più favorevole. (Agenzia Entrate, Comunicato Stampa 27 febbraio 2004) IVA: in G.U. la fatturazione elettronica E stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legislativo che definisce le regole per la compilazione, emissione e conservazione della fatturazione elettronica IVA. Il decreto, entrato in vigore il 29 febbraio, attua la direttiva comunitaria 2001/115 che mira tra l altro all armonizzazione delle normative europee in materia di fatturazione IVA. (D.Lgs. 20 febbraio 2004, n. 52, G.U. 28 febbraio 2004, n. 49) Editoria: convertito in legge il decreto che prevede agevolazioni per le spedizioni È in vigore dal 28 gennaio 2004 la legge di conversione del decreto che prevede tariffe postali agevolate per la spedizione di prodotti editoriali in favore delle imprese editrici di quotidiani e periodici iscritte al Registro degli operatori della comunicazione e delle imprese editrici di libri. (D.L. 24 dicembre 2003, n. 353, conv. legge 27 febbraio 2004, n. 46, G.U. 27 febbraio 2004, n. 48) PRASSI Concessionari della riscossione: è illegittimo richiedere la dichiarazione stragiudiziale ai potenziali terzi debitori I concessionari del servizio nazionale per la riscossione non possono richiedere il rilascio della c.d. "dichiarazione stragiudiziale" ai potenziali terzi debitori dei soggetti iscritti a ruolo. Lo rende noto l Agenzia delle Entrate in seguito alla pronuncia dell Autorità Garante per la protezione dei dati personali che, nell ambito di un ricorso presentato da un contribuente, ha dichiarato che la prassi è illegittima. (Agenzia Entrate, Ris. 12 marzo 2004, n. 35/E) Rideterminazione valore partecipazioni e terreni: le precisazioni dell'agenzia delle Entrate L'Agenzia delle Entrate comunica che i contribuenti che detengono titoli, quote o diritti non negoziati nei mercati regolamentati possono rideterminare il loro valore di acquisto alla data del 1 luglio 2003, previo pagamento di un'imposta sostitutiva del 4 o del 2 per cento di questi valori, a seconda che si tratti o meno di partecipazioni qualificate. Il valore dei titoli, delle quote o dei diritti alla data del 1 luglio 2003 deve essere determinato in relazione alla frazione del patrimonio netto che risulta da un'apposita perizia giurata di stima. La stessa possibilità è prevista anche ai fini della rideterminazione del valore di acquisto di terreni edificabili e a destinazione agricola, mediante il pagamento di un'imposta sostitutiva nella misura del 4 per cento del valore delle aree, attestato da una perizia giurata di stima riferita al 1 luglio (Agenzia Entrate, Comunicato stampa 11 marzo 2004) Redditi da lavoro dipendente: la tassazione del check-up medico fornito dall'azienda presso strutture convenzionate Sono escluse da tassazione solo l utilizzazione di opere e servizi da parte dei dipendenti; eventuali somme erogate dal datore di lavoro al dipendente in relazione a tali opere e servizi devono invece essere assoggettate integralmente a tassazione (art. 52, TUIR). (Agenzia Entrate, Ris. 10 marzo 2004, n. 34/E) Copyright Ipsoa Editore srl - Tutti i diritti riservati - n. 5 del 15 marzo

5 ICI: decorrenza dell'esenzione per gli immobili destinati ad attività di oratorio L esenzione dall ICI degli oratori decorre sulla base della disposizione dell art. 7, lett. d, i, D.Lgs. n. 504/1992 secondo cui l agevolazione fiscale è riconosciuta non solo ai fabbricati destinati all esercizio del culto, ma anche alle pertinenze degli stessi, per la qualificazione delle quali occorre riferirsi all art. 817 del codice civile, il quale dispone che sono pertinenze le cose destinate in modo durevole a servizio o ad ornamento di un altra cosa e che tale destinazione può essere effettuata da chi sia proprietario o sia titolare di un diritto reale sulla cosa principale. (Ministero Economia e Finanze, Ris. 3 marzo 2004, n. 1/DPF) Legge n. 326/2003: chiarimenti sull'attestazione dei crediti tributari L Agenzia delle Entrate, in riferimento all attestazione dei crediti tributari, ha chiarito che i contribuenti intestatari del conto fiscale possono chiedere che l Agenzia stessa attesti la certezza e la liquidità dei crediti tributari nonché la data indicativa di erogazione del rimborso. Il conto fiscale potrà essere aperto da tutti i contribuenti titolari di partita IVA presso il competente Concessionario del servizio della riscossione; esso è chiuso d ufficio con decorrenza dalla data di cessazione dell attività dichiarata dal contribuente in occasione della richiesta di chiusura della partita IVA. (Agenzia Entrate, Dip. Politiche fiscali, Circ. 3 marzo 2004, n. 9/E) Definizione automatica anni pregressi: il codice tributo per il versamento delle imposte L Agenzia delle Entrate per il versamento delle imposte ai fini della definizione automatica dei redditi d impresa e di lavoro autonomo per gli anni pregressi, esclusa in ogni caso la compensazione, ha istituito il seguente codice tributo: "8101" denominato: "Definizione automatica dei redditi d impresa e di lavoro autonomo e dei redditi prodotti in forma associata Articolo 7, legge n. 289/2002, e art. 2, comma 44, legge 24 dicembre 2003,n. 350". (Agenzia Entrate, Ris. 2 marzo 2004, n. 33/E) Riscossione ICI: istituiti i codici tributo per interessi e sanzioni Ai fini del pagamento dell imposta comunale sugli immobili, per consentire ai Comuni che ne fanno richiesta il recupero dei relativi interessi e delle sanzioni, sono stati istituiti i seguenti codici tributo: 3906, denominato: "Imposta comunale sugli immobili Interessi"; 3907, denominato: "Imposta comunale sugli immobili Sanzioni". Agenzia Entrate, Ris. 2 marzo 2004, n. 32/E) L'IVA sulle cessioni a farmacie di prodotti parafarmaceutici L Agenzia delle Entrate ha stabilito che le cessioni di ausili o protesi poste in essere nei confronti dei farmacisti vanno assoggettae alle disposizioni generali in materia di IVA e pertanto non godono dell applicazione dell aliquota al 4%. L associazione in oggetto è un organizzazione di categoria che rappresenta gli interessi di un rilevante numero di operatori economici nel settore del commercio all ingrosso di parafarmaceutici, medicinali, prodotti chimici. La procedura seguita dall'associazione non dà adeguata garanzia del fatto che il bene venga effettivamente ceduto, al momento dell'immissione in consumo, ad un soggetto affetto da menomazione funzionale permanente. (Agenzia Entrate, Ris. 2 marzo 2004, n. 31/E) Imposta sul reddito: tassazione separata dei riscatti esercitati a seguito della cessazione del raporto di lavoro L Agenzia delle Entrate ha chiarito che i riscatti della posizione individuale, esercitati a seguito della perdita dei requisiti di partecipazione a forme di previdenza complementare causati dalla cessazione del rapporto di lavoro connessa alla fruizione delle prestazioni erogate dal fondo di Copyright Ipsoa Editore srl - Tutti i diritti riservati - n. 5 del 15 marzo

6 solidarietà per il sostegno del reddito, dell occupazione e della riconversione e riqualificazione professionale del personale dipendente dalle imprese di credito e delle banche di credito cooperativo, rientrano tra i riscatti per i quali l imposta sul reddito si applica separatamente. (Agenzia Entrate, Ris. 2 marzo 2004, n. 30/E) Credito d imposta per investimenti in aree svantaggiate: verifiche e ispezioni sulle imprese fruitrici del beneficio Il dipartimento per le Politiche Fiscali ha emanato un decreto che precisa le regole per i controlli sulle imprese fruitrici delle agevolazioni per gli investimenti nelle aree svantaggiate previste dalla legge finanziaria Il decreto prevede verifiche volte alla valutazione degli investimenti delle imprese che hanno usufruito del credito d imposta e della corretta applicazione della disciplina che prevede le agevolazioni. (D.M. - Economia e finanze - 24 febbario 2004, G.U. 1 marzo 2004, n. 50) Società in liquidazione: la modalità di tassazione del reddito prodotto durante la procedura di concordato preventivo In sede di concordato preventivo, non costituisce realizzo di plusvalenze solo la cessione di beni ai creditori ma anche la vendita di beni effettuata nei confronti di terzi dal commissario giudiziale per ricavare i mezzi liquidi necessari per soddisfare i creditori. Ai fini IRAP, la plusvalenza realizzata (così come il componente positivo rappresentato dalla riduzione dei debiti in sede di concordato preventivo) si configura come provento straordinario classificabile nella voce E.20) del conto economico e, pertanto, resta esclusa dalla formazione del valore della base imponibile. (Agenzia Entrate, Ris. 1 marzo 2004, n. 29/E) Contratti di locazione: nei contratti in cui parte è lo Stato l'imposta per la registrazione è a carico della sola controparte privata Nei contratti di locazione in cui parte è lo Stato, obbligata al pagamento dell imposta per la registrazione dello stesso è esclusivamente l altra parte privata (locatore). L obbligo di registrazione grava invece su entrambe le parti (conduttore e locatore) per cui, in caso di omissione della richiesta di registrazione dalla parte privata, la controparte deve provvedervi entro 30 giorni dalla data dell atto, senza contestuale pagamento dell imposta. (Agenzia Entrate, Ris. 1 marzo 2004, n. 28/E) Contribuenti minori: la verifica del volume d'affari per l'installazione dei misuratori fiscali i è riferita solo alle operazioni spettacolistiche Possono avvalersi della facoltà di non installare i misuratori fiscali (art. 8, D.P.R. n. 544/199) i contribuenti che svolgono, oltre ad altre attività imprenditoriali, anche quella di intrattenimento e che da quest ultima abbiano conseguito separatamente ricavi per un importo non superiore a ,84 euro. (Agenzia Entrate, Ris. 1 marzo 2004, n. 27/E) IVA: aliquota al 10 per cento per la cessione di pasta Fiberpast Le cessioni della pasta FiberPast, prodotto dietetico, sono soggette ad aliquota IVA del 10 per cento. (Agenzia Entrate, Ris. 1 marzo 2004, n. 26/E) SGR: base imponibile dell'imposta sostitutiva relativamente ai fondi coinvolti nella fusione L Agenzia delle Entrate indica i criteri per la determinazione dell imposta sostitutiva di registro in tema di fusione di fondi di società di gestione di capitali. Copyright Ipsoa Editore srl - Tutti i diritti riservati - n. 5 del 15 marzo

7 Si può in tal caso procedere alla determinazione di un unica base imponibile in relazione a ciascun fondo derivante dalla fusione, confrontando il valore del patrimonio netto alla fine dell anno del fondo derivante dalla fusione al lordo dell imposta sostitutiva accantonata, aumentato dei rimborsi e dei proventi eventualmente distribuiti nell anno e diminuito delle sottoscrizioni effettuate nell anno, con la somma dei valori dei patrimoni netti all inizio dell anno dei fondi oggetto della fusione. L Agenzia ritiene inoltre che la SGR incorporante possa presentare un unica dichiarazione dell imponibile del risultato della gestione conseguito dai fondi gestiti, procedendo ad un unica liquidazione e versamento dell imposta per ciascuno dei fondi risultanti dalla fusione. (Agenzia Entrate, Ris. 1 marzo 2004, n. 25/E) Aree svantaggiate: l'utilizzo del credito d'imposta da parte di società di persone Nel caso di utilizzo da parte di una società di persone del credito d imposta per gli investimenti nelle aree svantaggiate, l Agenzia delle Entrate ha stabilito che poiché il credito attribuibile ai soci nella dichiarazione dei redditi per il 2003, presentata entro il 31 ottobre 2004, è quello maturato dalla società nel corso del 2003, la società può attribuire ai soci solo l importo maturato che eccede il limite del 20 per cento che è tenuta ad utilizzare in proprio. Le stesse considerazioni valgono anche con riferimento al credito maturato dalla società negli anni successivi, riferito al medesimo investimento agevolato. (Agenzia Entrate, Ris. 1 marzo 2004, n. 23/E) Indennità di occupazione di immobili: l'applicazione dell'imposta di registro L Agenzia delle Entrate ha chiarito che l indennità di occupazione di immobile, richiesta mensilmente dalla società di gestione di patrimoni immobiliari per conto dell Ente pubblico proprietario, a titolo di risarcimento commisurato al canone che l occupante sine titulo avrebbe dovuto corrispondere, ha natura di canone di locazione e non di risarcimento del danno conseguente ad illecito. Pertanto tali rapporti sono assoggettati alla disciplina dell imposta di registro con applicazione dell aliquota del 2 per cento; inoltre l assimilazione alle locazioni comporta l obbligo della registrazione in ogni caso, anche in assenza di atto scritto. (Agenzia Entrate, Ris. 1 marzo 2004, n. 22/E) Trasporto e distribuizione di guide telefoniche: esenti da ritenuta alla fonte i compensi se i servizi sono occasionali Secondo l Agenzia delle Entrate i compensi corrisposti in relazione ad attività di trasporto e di distribuzione delle guide telefoniche prive del requisito dell organizzazione e della professionalità abituale si inquadrano fra i redditi derivanti da attività commerciali non esercitate abitualmente. Pertanto non sono assoggettati a ritenuta alla fonte. (Agenzia Entrate, Ris. 1 marzo 2004, n. 21/E) Operazioni di credito fondiario: l'applicazione di tasse ipotecarie alle annotazioni di erogazione e quietanza L Agenzia del territorio, in riferimento all applicabilità delle tasse ipotecarie alle formalità di annotazione, aventi ad oggetto l erogazione, totale o parziale, di somme da parte della banca al beneficiario, nell ambito di operazioni di credito fondiario garantite da ipoteca, chiarisce che l esecuzione delle annotazioni relative agli atti di erogazione, redatti separatemante rispetto alla stipula dell atto di finanziamento, può essere considerata come un unica operazione sui registri immobiliari. Quindi il debito tributario relativo alla esecuzione delle annotazioni deve ritenersi assolto con il pagamento delle tasse ipotecarie effettuato al momento dell esecuzione dell iscrizione dell ipoteca oggetto di annotazione. (Agenzia Territorio, Ris. 1 marzo 2004, n. 1/T) Operazioni di credito fondiario: l'applicazione di tasse ipotecarie alle annotazioni di erogazione e quietanza Copyright Ipsoa Editore srl - Tutti i diritti riservati - n. 5 del 15 marzo

8 L Agenzia del territorio, in riferimento all applicabilità delle tasse ipotecarie alle formalità di annotazione, aventi ad oggetto l erogazione, totale o parziale, di somme da parte della banca al beneficiario, nell ambito di operazioni di credito fondiario garantite da ipoteca, chiarisce che l esecuzione delle annotazioni relative agli atti di erogazione, redatti separatemante rispetto alla stipula dell atto di finanziamento, può essere considerata come un unica operazione sui registri immobiliari. Quindi il debito tributario relativo alla esecuzione delle annotazioni deve ritenersi assolto con il pagamento delle tasse ipotecarie effettuato al momento dell esecuzione dell iscrizione dell ipoteca oggetto di annotazione. (Agenzia Territorio, Ris. 1 marzo 2004, n. 1/T) Scissione societaria parziale proporzionale: non elusiva se non è preordinata alla vendita delle quote della beneficiaria Non è elusiva l'operazione di scissione parziale proporzionale di una società, con contestuale costituzione di una nuova impresa, cui sarebbero conferiti i fattori produttivi afferenti all'attività commerciale esercitata dalla scindenda, ferma restando la manifestata intenzione dei soci di non cedere le partecipazioni della scindenda. Ciò a condizione che non sia preordinata alla successiva vendita delle quote della beneficiaria o, comunque, a privare di operatività le imprese partecipi della complessiva riorganizzazione societaria. (Comitato consultivo norme antielusive, Parere 24 febbraio 2004, n. 2) LAVORO LEGISLAZIONE Dmag Unico: proroga dei termini di presentazione della denuncia trimestrale Il Ministro del lavoro, a seguito dell'approvazione della delibera del consiglio di amministrazione dell'inps riguardante la regolamentazione della materia relativa alla presentazione delle dichiarazioni trimestrali della manodopera agricola occupata (Dmag Unico) con sistemi automatizzati, ha differito al 25 maggio, 25 agosto, 25 novembre e 25 febbraio il termine fissato rispettivamente al giorno 25 aprile, 25 luglio, 25 ottobre e 25 gennaio per la presentazione della denuncia trimestrale dei lavoratori agricoli, occupati, da parte dei datori di lavoro, dei consulenti del lavoro e delle associazioni di categoria che si avvalgono della presentazione della denuncia trimestrale a mezzo internet o supporto magnetico. (D.M. - Lavoro - 16 febbraio 2004, G.U. 5 marzo 2004, n. 54) Riforma Biagi: al via l'albo delle Agenzie per il collocamento privato Il Ministero del Lavoro ha fissato le modalità di presentazione delle richieste di autorizzazione per l iscrizione all albo informatico delle agenzie per il lavoro, istituito dalla riforma Biagi, che stabilisce i requisiti ed i regimi particolari di autorizzazione. La Direzione generale per l impiego, l orientamento e la formazione provvede alla tenuta dell Albo, alla acquisizione delle domande di iscrizione e della documentazione prescritta, e rilascia a richiesta il certificato di iscrizione. L'iscrizione all'albo informatico delle agenzie avviene previa presentazione della richiesta mediante lettera raccomandata, corredata da un floppy-disk nel quale è riprodotta tutta la documentazione. La richiesta deve essere sottoscritta dal rappresentante legale e redatta su appositi formulari. (D.M. - Lavoro e politiche sociali 23 dicembre 2003, G.U. 3 marzo 2004, n. 52) Copyright Ipsoa Editore srl - Tutti i diritti riservati - n. 5 del 15 marzo

9 PRASSI Calamità naturali: l'elenco dei comuni per il riconoscimento dei benefici previdenziali per gli operai agricoli a tempo determinato E stato reso noto l elenco dei Comuni per i quali il Ministero delle Politiche agricole ha dichiarato l esistenza del carattere di eccezionalità delle calamità naturali e degli eventi atmosferici verificatesi nel 2003, nei quali, per gli operai agricoli a tempo determinato rimasti privi di occupazione in conseguenza di tali eventi ed iscritti ai relativi elenchi anagrafici, vengono riconosciuti appositi benefici previdenziali. (INPS, Circ. 10 marzo 2004, n. 47) Aziende agricole: chiarimenti sulla concessione dell'esonero contributivo L INPS ha fornito chiarimenti in merito all applicazione del parziale esonero contributivo in relazione concessione del beneficio ad aziende con pluralità di fondi, alcuni dei quali allocati in zone non colpite dall evento calamitoso; applicazione del beneficio nell ipotesi di assicurazione della produzione lorda vendibile Il beneficio è esteso anche ai fondi, compresi nell azienda, ma ricadenti in Comuni colpiti da calamità, sempre che a casua della stessa abbiano subito danni non inferiori al 35% della produzione lorda vendibile. (INPS, Circ. 10 marzo 2004, n. 46) Gestione separata INPS: la misura dell'aliquota per il computo delle prestazioni pensionistiche per l'anno 2004 Per la determinazione dell'aliquota di computo da applicare alla base imponibile al fine della determinazione del montante contributivo individuale per il calcolo delle pensioni per gli iscritti alla Gestione separata privi di altra tutela previdenziale, l INPS ricorda che: per gli iscritti alla gestione pensionistica l'aliquota di computo è stabilita nella misura del 10%; per i soggetti che non risultano iscritti ad altre forme obbligatorie, con effetto dal 1 gennaio 1998, l elevazione graduale del contributo dovuto alla gestione separata ha stabilito che la relativa aliquota contributiva per il computo delle prestazioni pensionistiche è maggiorata rispetto a quella di finanziamento di un punto percentuale; tale maggiorazione sia di due punti percentuali rispetto all aliquota contributiva, nei limiti di una complessiva aliquota di 20 punti percentuali; per gli iscritti alla gestione che percepiscono redditi da pensione previdenziale diretta, l aliquota di finanziamento e l aliquota di computo della pensione sono incrementate di 2,5 punti dal 1 gennaio 2003, e di ulteriori 2,5 punti dal 1 gennaio 2004 (INPS, Circ. 10 marzo 2004, n. 45) CUD 2004: i chiarimenti dell'inps sulla compilazione dei dati previdenziali ed assistenziali La principale novità relativa al modello CUD 2004 riguarda l obbligo di attestare anche i dati previdenziali ed assistenziali versati o dovuti all INPS per l anno 2003 da parte dei datori di lavoro anche non sostituti d imposta, che occupano dirigenti ex INPDAI, già tenuti alla presentazione del mod. DAP/12. Infatti la legge finanziaria 2003 ha previsto, con effetto 1 gennaio 2003, la soppressione dell Istituto nazionale di Previdenza per i dirigenti industriali (INPDAI) e il trasferimento delle relative strutture e funzioni all INPS. (INPS, Circ. 10 marzo 2004, n. 44) Copyright Ipsoa Editore srl - Tutti i diritti riservati - n. 5 del 15 marzo

10 Settore indotto automobilistico: istruzioni realtive al trattamento di integrazione salariale previsto dalla finanziaria 2003 L INPS fornisce istruzioni alle imprese del settore dell indotto automobilistico che intendono avvalersi della concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale per periodi consecutivi non superiori a 24 mesi consecutivi o per un massimo di 24 mesi in un triennio, secondo quanto previsto dalle disposizioni della legge finanziaria 2003 volte a contrastare la grave crisi del settore automobilistico. (INPS, Circ. 9 marzo 2004, n. 43) Italiani all'estero: l'avviso per la selezione dei progetti per la formazione professionale E' in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale l'avviso per la selezione di progetti relativi ad interventi finalizzati alla formazione professionale degli Italiani residenti in Paesi non appartenenti all'unione Europea. Le candidature dovranno essere presentate entro il sessantesimo giorno successivo alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. L' Avviso delinea gli obiettivi delle azioni ammissibili e definisce criteri e procedure per accedere ai relativi contributi. (Ministro Lavoro, Avviso 5 marzo 2004, n. 1) Artigiani e commercianti: le contribuzioni per il 2004 L'INPS, in riferimento alla contribuzione per il 2004 per artigiani ed esercenti attività commerciali, rende noto che, per il 2004, il reddito minimo annuo da prendere in considerazione ai fini del calcolo del contributo IVS dovuto dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali è pari a ,00. Anche nell esercizio 2004 tutti gli artigiani e gli esercenti attività commerciali devono corrispondere i contributi tramite i modelli di pagamento unificato F24 secondo le seguenti scadenze: 16 maggio, 16 agosto, 16 novembre 2004 e 16 febbraio 2005, per il versamento delle quattro rate dei contributi dovuti sul minimale di reddito; entro i termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche in riferimento ai contributi dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale, a titolo di saldo 2003, primo acconto 2004 e secondo acconto (INPS, Circ. 4 marzo 2004, n. 42) Lavoratori italiani all estero: precisazioni sulle retribuzioni convenzionali A seguito della determinazione per l anno 2004 delle retribuzioni convenzionali che devono essere prese a riferimento per il calcolo dei contributi dovuti per le assicurazioni sociali obbligatorie dei lavoratori italiani operanti all'estero per l anno 2004, l INPS fornisce precisazioni e istruzioni operative. Le tabelle retributive allegate al decreto che determina le retribuzioni convenzionali presentano come unica novità rispetto all anno precedente l introduzione di specifiche fasce di retribuzioni convenzionali per i lavoratori dipendenti dell industria edile. (INPS, Circ. 4 marzo 2004, n. 41) Lavoratori extraue: utilizzo del contributo forfetario L'INPS, in riferimento al contributo forfetario (pari a 700) versato dai datori di lavoro per la regolarizzazione dei lavoratori extracomunitari, ha precisato le modalità di ripartizione: 669 destinati alle competenti gestioni previdenziali pensionistiche, in base all aliquota di finanziamento del 32,70% calcolata sul minimale contributivo; 31 a copertura delle spese necessarie per far fronte all organizzazione ed allo svolgimento dei compiti (art.1, D.L. n. 195/2002) da assegnare per due terzi al Ministero dell interno e per un terzo al Ministero del lavoro. (INPS, Msg. 1 marzo 2004, n. 5639) Copyright Ipsoa Editore srl - Tutti i diritti riservati - n. 5 del 15 marzo

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 «Trattamento di fine rapporto e istituzione dei fondi pensione dei pubblici dipendenti». (Gazzetta Ufficiale n. 111 del 15 maggio 2000

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011 CIRCOLARE N. 26/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 giugno 2011 Oggetto: Cedolare secca sugli affitti Articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione; SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI PER IL RIORDINO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN CASO DI DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA E DI RICOLLOCAZIONE DEI LAVORATORI DISOCCUPATI,

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013 Circolare n. 12/E Direzione Centrale Normativa Roma, 3 maggio 2013 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dall articolo 1, comma 1,

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

HELP 05. a cura di Flavio Chistè. Help Federcircoli n. 5 pag. 1/5

HELP 05. a cura di Flavio Chistè. Help Federcircoli n. 5 pag. 1/5 a cura di Flavio Chistè RESPONSABILITA' CIVILE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI E DEI RAPPRESENTANTI LEGALI L'istituto del ravvedimento operoso, introdotto dall'articolo 13 del D.Lgs. 472/97, consente ai contribuenti,

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 10/04/2015 Circolare n. 74 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

IMMOBILI. Art.1. Art.2

IMMOBILI. Art.1. Art.2 Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 010100 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www..comune.marta.vt.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale Visto l articolo 2120 del codice civile; Visto l articolo 3 della legge 29 maggio 1982, n. 297; Visto il decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252; Visto l articolo 1, comma 755, della legge 27 dicembre

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio 2014 A cura di Leonardo Pascarella Aggiornamento DICEMBRE 2014 Responsabile:

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI Art. 1, comma 89, Legge n. 147/2013 DM n. 307/2014 Circolare MIT 22.9.2014, n. 18358 Modena, 07 ottobre 2014 La Finanziaria 2014 ha previsto

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Pagina 1 di 7 TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Testo del decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 66 del 20 marzo 2014), coordinato con la

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015 Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali Art. 1 (Risultati differenziali del bilancio dello Stato) 1. I livelli massimi del saldo netto da finanziare

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli