Accesso e capacità d uso elementare del Computer. Accesso a Internet. Conoscenza di base della Lingua Inglese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Accesso e capacità d uso elementare del Computer. Accesso a Internet. Conoscenza di base della Lingua Inglese"

Transcript

1

2 Accesso e capacità d uso elementare del Computer Accesso a Internet Conoscenza di base della Lingua Inglese

3

4 Casa/ famiglia Scuola Comunità Fattori genetici Psicosociali Altri fattori personali Norme e valori sociali Fattori esterni Ambiente Individuo Alimenti e bevande Attività fisica Indistrie alimentari e bevande Media Ministero della salute Sanità pubblica /SIAN Operatori sanitari Spazi aperti e trasporti Tempo libero e spazi ricreativi Formazione /informazione Introito energetico Spesa energetica Energy Balance Prevenzione dell obesità e del sovrappeso nei bambini e negli adolescenti IOM Report on chilhood obesity, WHO 2005 (modificata)

5 ! Formazione operatori sanitari Formazione degli insegnanti Campagne mass media locali Formazione della famiglia Formazione operatori sanitari Formazione della famiglia Campagne Industrie alimentari Compilazione corretta dei menù offerta sportiva Formazione degli insegnanti Alimentazione Attività fisica obesità (?) Sovrappeso Livelli medi BMI Dismetabolismi ( ) educazione alimentare esercizio fisico Atteggiamenti sedentari

6 " Formazione operatori sanitari Formazione degli insegnanti Formazione della famiglia Migliore sicurezza aree pedonali e delle piste ciclabili Iniziative per raggiungere la scuola a piedi o bicicletta Attività fisica Programmi promozione della salute nelle scuole per ridurre il numero di ore TV e videogiochi e pasti davanti alla TV Atteggiamenti sedentari Programmi familiari per promuovere la modifica dei comportamenti

7 " # Campagne mass media locali Formazione operatori sanitari Formazione della famiglia Istituire programmi di distribuzione buoni per centri sportivi Promozione interventi urbanistici offerta sportiva Attività fisica Formazione degli insegnanti Programmi di educazione allo sport/ attività fisica nelle scuole disponibilità impianti sportivi e per il tempo libero Migliore sicurezza aree pedonali e delle piste ciclabili Counseling esercizio fisico Promozione di eventi sportivi ricreativi

8 " # Formazione della famiglia Formazione operatori sanitari Programmi di educazione alimentare Campagne Industrie alimentari Compilazione corretta dei menù Formazione degli insegnanti Menù ristoranti con indicazioni nutrizionali Campagne mass media locali Counseling Alimentazione Programmi scolastici per conoscere cibi sani educazione alimentare Promozione consumo frutta e verdura Promozione consumo bibite gassate Etichettatura alimenti con informazioni nutrizionali Promozione industrie cibi sani Riordino menù

9 # $ % & " ' ( ) )

10 9 : #$ & 9 $ " ( ' # # 6 $ & * ' * * * * ' + ( $ * *,, - *. $ + + / + + / * $

11 9 : #$ & 9 $ " ( ' # # 6 $ 5 2 7; & * * *' + ( $ * *,, - *. $ * / + + / * $

12 9 : #$ & 9 $ " ( ' #! $ # 6 7; & * * * ' + *, # ( $ * *,, - *. $ * / + + / * $

13 9 : #$ & " ( ' # $ # 6 7; & *' * * ( $ * *,, - *. $ * / + + / * $

14 % &,

15

16

17 * $, * $ * ' $) * ' $'$ * ' ' *. $ *.$

18 "# $% % % &# &'( $ < / ' ) " =/ ' "> / $), =/, > # $ $,."/ = $ /, >? 78 $ $ BCDD $ 0 7E6# F =BD4 >? $$ >0 $A $ G84 0

19 # $% % % & #& '% # <, H,.$A $,. ), ) )0 7D $ #CD4 A608DD $0, < 0. I #A, 0

20 ) *#+ $% % % &)&'( < ' '$ A # 0# < < $ $ $ A < $$ $ $ ='.+ '.$) >0' $) $ < $ % $ 80DDD $$ =.+.$ $ >A $ $ BDD0DDD ='/ ' ' ' >A$ $ =', ', ) >A ='., '.$, ) >0

21 # # $% % % & ##&'( #9 ' $) 0" < A 9 $ A A 0

22 $)(,,&) &,,'( < $ = A A A# A # A0> 9 $ $ C0DDD AJ0DDD $ $0

23 "#$% % % &#& '( G # +, A $ $ A = $, >0

24 A 9$$ $ A K KA A A A A A $$ L A A A 9 0 9I 0

25 , * * M * " *. $

26 - $% % % &&'( 0 I EE # $ =/.A( / ( >0# $ NO A N O < $ 0" 9? 0 = 00 > 9 =N$$ O>A =N O> $ $ # =N'/ $ $ O>0

27 . $% % % & & '(' A I E E # $ =/.A( / ( > 9? 0 < A A? 0 "? 0

28 / - *$/ * ' < $ A A# A 0 $ 7 < $ $ A 0 "" $ < '/ 0 / < $0

29 # 0 $)(,,#+&&,#), ),#1123&) '(< $ A F 7C J A $ C D =. $ " >9 =, $. ) '0

30

31 * #! # # 4& 5 )## ) "# ) *# + $# # % ' 6 / $6 / #' # 7& ## 2&

32 ( % &

33 ( $

34 /) A ) ; :4; = < 4 < 7 < 2 783=1 3 < = $%>?' 4;3 5 % 8/ *B +&

35 ! "

36 & P P

37 ## $ % #&'( #& )*+#, - #& #).$ / $$ 01!,23.- *4 5 * $%63,-5 ( #5- -- *$,,63*-5 + ( # 7 + $.8,!.,3,-( 99:# - + ;<= $,82,3,- *5 *# + * 5 5;> *:5?$4.),!44.)83,-* 5?5# # +#- * # $,-* 5 - < 5 * $8),3 ( *-53?5 A$>>: B A$>>: B 5 # 5 5#? #,25 - A$>>: $ * $!!).% 4!.,3,-4+*?5 *- * +< 5 5 *+ $

38

39 $$ A ( 5 % 8/ *B +&

40 # < # A 9 0 $ < '0? < < $ 0

41 !"! #! $ %!! &!

42 '! (!) * * +!,+ - "!!.!

43 / %!!!. %! 0!!,!!!.!,! 1!!

44 7JB J%8J6 JG; ;%;;;8 68; =7B6 >

45

46 % M

47 M * '( / ( * /. * : F( (, * ( : : *, ( ( * * '

48 '( / ( '!

49

50

51 '.

52 Struttura del dossier Capitolo 1 Parte prima: Analisi delle basi scientifiche del PSP 1.1 Quadro epidemiologico 1.2 I determinanti dell obesità Parte seconda: la revisione sistematica della letteratura scientifica Prove di efficacia Valutazione economica Capitolo 2 Indagine sulle pratiche di lavoro nei principali ambiti geografici europei ed internazionali Capitolo 3 Bilancio dei risultati del Programma di Sanità Pubblica Capitolo 4 Stakeholders analysis Capitolo 5 Valutazione del Dossier

53 Introduzione universale della vaccinazione contro le patologie causate da Streptococcus pneumoniae nei bambini e negli adulti : prove di efficacia

54 La nostra ricerca si è concentrata: sul target di popolazione che dal quadro epidemiologico risulta quello che maggiormente può beneficiare della vaccinazione, anche tenendo conto dei Paesi in cui la vaccinazione è offerta a livello universale, ossia i bambini e gli anziani su quelle patologie che, per gravità o per diffusione, risultano di maggior interesse, ossia le infezioni pneumococciche invasive (comprendenti meningiti e batteriemie), le polmoniti e le otiti

55 Abbiamo deciso di orientarci sull aspetto dell efficacia vaccinale, consultando le revisioni di letteratura sull argomento inizialmente tramite il database MedLine e successivamente consultando anche Cochrane Library, NHS EED, Dissertation Abstracts, completando poi la ricerca con una ricerca manuale, con le voci segnalate in bibliografia degli articoli reperiti e la consultazione dei motori generalisti di ricerca

56 Consultazione MedLine 36 Revisioni di letteratura sull efficacia vaccinale Lettura abstract o full-text 6 esclusi perché consideravano soggetti a rischio 2 esclusi perché valutavano l aspetto costo-efficacia 2 esclusi perché non erano revisioni ma studi primari 2 esclusi perché valutavano l efficacia degli antibiotici 1 escluso perché presentava un aggiornamento l anno successivo 4 esclusi perché non erano revisioni sistematiche ma linee guida o protocolli.. 19 revisioni di letteratura totali 6 rivolte a bambini (di cui 3 revisioni sistematiche) 13 rivolte ad anziani (di cui 10 revisioni sistematiche)

57 Database Risultati Lavori selezionati Pub Med 36 lavori 19 revisioni Cochrane Library 10 lavori 3 revisioni DARE 21 lavori 11 revisioni Motori di ricerca generici (vivisimo) 180 lavori 2 revisioni Totale 21 revisioni di cui 13 revisioni sistematiche

58 La qualit delle revisioni sistematiche < stata valutata utilizzando il QUOROM statement, da noi in parte modificato. Tale approccio prevede l#uso di una check-list (vedi figura n. 24) mirata a valutare la completezza del reporting, in particolare prende in considerazione alcuni elementi essenziali presenti nel titolo, nell#abstract, nell#introduzione, nella parte metodologica, in quella dei risultati e nella discussione.

59 Straetemans (2004) Lucero (2005) Abstract Metodi Risultati Titolo Usa un formato strutturato Oggetto Fonte dei dati Metodo della revisione Risultati Conclusioni Introduzione Ricerca Selezione Valutazione della qualità Estrazione dei dati Caratteristiche dello studio Sintesi quantitativa dei dati Diagramma di flusso Caratteristiche dello studio Sintesi quantitativa dei dati Discussione ++ + Punteggio finale Buono Buono

60 L#aggiornamento delle revisioni tramite la ricerca degli articoli primari pubblicati nel periodo successivo alle revisioni stesse, per questo target di popolazione, < stata inizialmente volta al reperire RCT ma, visto che non si < avuto nessun risultato, < stata successivamente estesa anche agli altri tipi di studio. La ricerca ha prodotto 10 articoli; di questi la maggior parte (6/10) avevano come outcome le infezioni pneumococciche invasive (IPD).

61 &

62 # $ $ J % # # $ $ J Q, =". A". > 0# $$ = > # +$ 9 $ 0/ # O0 # 68 % N/ < $ # 68 O0

63 . ' $ $ M # < 7 J D D C 0 9$ #C D 4 0 ' # # M / < 9 # #

64

Il Piano Regionale di Prevenzione dell obesit. obesità. Clara Pinna Regione Friuli Venezia Giulia

Il Piano Regionale di Prevenzione dell obesit. obesità. Clara Pinna Regione Friuli Venezia Giulia Il Piano Regionale di Prevenzione dell obesit obesità Clara Pinna Regione Friuli Venezia Giulia PERCORSO Linee operative del Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie del Ministero

Dettagli

Educazione alla Salute Alimentazione e Movimento nella Scuola Primaria: Misurare il cambiamento

Educazione alla Salute Alimentazione e Movimento nella Scuola Primaria: Misurare il cambiamento Protocollo n. 26/DDA/2012 Oggetto: progettualità per la valutazione, formazione, educazione alimentare e motoria Educazione alla Salute Alimentazione e Movimento nella Scuola Primaria: Misurare il cambiamento

Dettagli

Come stanno bambine e bambini: i dati del Sistema di Sorveglianza OKkio alla SALUTE

Come stanno bambine e bambini: i dati del Sistema di Sorveglianza OKkio alla SALUTE Come stanno bambine e bambini: i dati del Sistema di Sorveglianza OKkio alla SALUTE Angela Spinelli per il Gruppo OKkio alla SALUTE dell ISS angela.spinelli@iss.it OKkio alla SALUTE È un sistema di sorveglianza

Dettagli

PROGETTO PIEDIBUS : PUO FUNZIONARE?

PROGETTO PIEDIBUS : PUO FUNZIONARE? http://digilander.libero.it/riminisportmedicina riminisportmedicina@libero.it MEDICINA dello SPORT e PROMOZIONE dell ATTIVITA FISICA PROGETTO PIEDIBUS : PUO FUNZIONARE? dr. Eugenio Albini Tutte le più

Dettagli

Programmi efficaci per la prevenzione dell obesità: sito web EBP e obesità

Programmi efficaci per la prevenzione dell obesità: sito web EBP e obesità Programmi efficaci per la prevenzione dell obesità: sito web EBP e obesità Nadia Olimpi Agenzia Regionale di Sanità della Toscana Modena, 27 Maggio 2009 www.arsanita.toscana.it Il progetto Programmi efficaci

Dettagli

WORKSHOP. competenze, risorse e strumenti HPH. Traiettoria Rete HPH Emilia-Romagna

WORKSHOP. competenze, risorse e strumenti HPH. Traiettoria Rete HPH Emilia-Romagna WORKSHOP Modelli e strumenti per lo sviluppo del progetto HPH elaborati nel Laboratorio interreti HPH Traiettoria Rete HPH Emilia-Romagna Ricerca in promozione della salute: competenze, risorse e strumenti

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 3 Argomento BIMBI IN FORMA, SERVE UN GIRO DI VITA. Sapevate che in Italia i minori in sovrappeso o in condizioni di obesità

Dettagli

R e g i o n e L a z i o

R e g i o n e L a z i o (La scheda non deve superare le 7 cartelle, compreso la tabella indicatori) Titolo del Progetto o del programma: R e g i o n e L a z i o Progetto per il miglioramento delle coperture vaccinali con particolare

Dettagli

DALLA BIBLIOTECA ALLA RETE

DALLA BIBLIOTECA ALLA RETE DALLA BIBLIOTECA ALLA RETE Come utilizzare il sito della Biblioteca Medica Parte prima Rita IORI Itala ROSSI Biblioteca Medica ASMN R.E. 2004 1 Obiettivi del sito Descrivere la Biblioteca Promuovere la

Dettagli

Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE?

Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE? Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE? Rita Iori Arcispedale Santa Maria Nuova Biblioteca Medica Reggio Emilia Chiara Bassi Ce.V.E.A.S Centro per la Valutazione della Efficacia dell Assistenza

Dettagli

L esperienza degli ospedali: la Regione Piemonte Roma 25 giugno 2008

L esperienza degli ospedali: la Regione Piemonte Roma 25 giugno 2008 QuickTime e un decompressore TIFF (Non compresso) sono necessari per visualizzare quest'immagine. L esperienza degli ospedali: la Regione Piemonte Roma 25 giugno 2008 QuickTime e un decompressore TIFF

Dettagli

Progetto di educazione alimentare per le scuole della Provincia di Lecco

Progetto di educazione alimentare per le scuole della Provincia di Lecco Progetto di educazione alimentare per le scuole della Provincia di Lecco ANNO SCOLASTICO 2014/15 La LILT - Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Lecco, realizza da diversi

Dettagli

L APPETITO VIEN LAVORANDO

L APPETITO VIEN LAVORANDO b PROGRAMMA DI AZIONE REGIONALE PROMOZIONE DELLA SALUTE 2005-2006 (DD 466-29.11.04) BANDO REGIONALE 2005-2006 PROGETTI DI PROMOZIONE DELLA SALUTE (DD 284-28.11.05 BURP 13 30.03.06) L APPETITO VIEN LAVORANDO

Dettagli

Menu: i nuovi standard regionali

Menu: i nuovi standard regionali Menu: i nuovi standard regionali Assessorato politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna M.Fridel Reggio Emilia 29 settembre 2012 Abitudini alimentari da migliorare A livello regionale sono attive

Dettagli

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

Hanno partecipato. Ferrara Maria Piera. Serino Livia. Grafica a cura di. Serino Livia

Hanno partecipato. Ferrara Maria Piera. Serino Livia. Grafica a cura di. Serino Livia Hanno partecipato Ferrara Maria Piera Serino Livia Grafica a cura di Serino Livia Alimentazione e stili di vita Un incontro di grande interesse su un tema estremamente attuale. Giovedì 23 aprile alle 9.30

Dettagli

ASL - Benevento. Okkio alla salute. Un indagine tra i bambini della scuola primaria

ASL - Benevento. Okkio alla salute. Un indagine tra i bambini della scuola primaria ASL - Benevento Bollettino Epidemiologico n. 96 Servizio Epidemiologico e Prevenzione - Tel. 0824.308286-9 Fax 0824.308302 e-mail: sep@aslbenevento1.it Okkio alla salute Un indagine tra i bambini della

Dettagli

Da OKkio alla SALUTE risultati dell indagine 2010 ASL 9

Da OKkio alla SALUTE risultati dell indagine 2010 ASL 9 Da OKkio alla SALUTE risultati dell indagine 10 ASL LO STATO PONDERALE DEI BAMBINI Il problema dell obesità e del sovrappeso nei bambini ha acquisito negli ultimi anni un importanza crescente, sia per

Dettagli

OKkio alla SALUTE Promozione della salute e della crescita sana nei bambini della scuola primaria

OKkio alla SALUTE Promozione della salute e della crescita sana nei bambini della scuola primaria OKkio alla SALUTE Promozione della salute e della crescita sana nei bambini della scuola primaria M.La Rocca,V.Rocchino, F. Faragò, D. Mamone. UNITA OPERATIVA DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE-

Dettagli

Serata genitori. Movimento. Anno scolastico 2014-2015. Perché parlare di alimentazione equilibrata e di movimento?

Serata genitori. Movimento. Anno scolastico 2014-2015. Perché parlare di alimentazione equilibrata e di movimento? Serata genitori Movimento Anno scolastico 2014-2015 Perché parlare di alimentazione equilibrata e di movimento? Le malattie non trasmissibili, e principalmente le malattie cardiovascolari, i cancri, i

Dettagli

L OBESITA DEL BAMBINO E DEL FUTURO ADULTO

L OBESITA DEL BAMBINO E DEL FUTURO ADULTO L OBESITA DEL BAMBINO E DEL FUTURO ADULTO Luca Chiovato, Agnese Mottadelli U.O. di Medicina Interna e Endocrinologia, I.R.C.C.S. Fondazione S. Maugeri Cattedra di Endocrinologia Università di Pavia Sono

Dettagli

Un progetto di comunità per la promozione dei corretti stili di vita in età evolutiva

Un progetto di comunità per la promozione dei corretti stili di vita in età evolutiva Un progetto di comunità per la promozione dei corretti stili di vita in età evolutiva Dott.ssa Giovanna Camarlinghi Responsabile UOS Igiene Alimenti e Nutrizione Azienda USL 12 Viareggio Il marketing sociale

Dettagli

La Giunta regionale toscana è intenzionata

La Giunta regionale toscana è intenzionata 10 Toscana: Alimentazione e salute La Giunta regionale toscana è intenzionata a rafforzare il progetto di studio già in atto sul rapporto tra alimentazione e salute. Lo scopo è di monitorare i comportamenti

Dettagli

PREVENZIONE POLMONITE

PREVENZIONE POLMONITE fiammaz o l m o n a r e struzione br avità pleuri Streptococcus p n e u m o n i a Infezione Mal Respiratorio PREVENZIONE POLMONITE Vaccino Pneumococcico Polisaccaridico Coniugato, (13Valente Adsorbito)

Dettagli

GUADAGNARE SALUTE ASL 4 DI TERNI

GUADAGNARE SALUTE ASL 4 DI TERNI GUADAGNARE SALUTE ASL 4 DI TERNI I DATI EPIDEMIOLOGICI Sez. 1 Attività fisica 2 Attività fisica L uso del tempo dei bambini L attività fisica è un fattore determinante per mantenere o migliorare la salute

Dettagli

COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008

COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008 COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008 2 Too much information, too little time THE COCHRANE LIBRARY - Pubblicazione elettronica aggiornata ogni

Dettagli

La prevenzione dell obesità nella popolazione generale: gli interventi finalizzati al miglioramento delle scelte alimentari

La prevenzione dell obesità nella popolazione generale: gli interventi finalizzati al miglioramento delle scelte alimentari 22 novembre 2013 La prevenzione dell obesità nella popolazione generale: gli interventi finalizzati al miglioramento delle scelte alimentari Silvia Cardetti mortalità 10,3% degli adulti italiani 2,3% delle

Dettagli

Esperienze nelle Marche di promozione della Salute per contrastare l obesità ed in comportamenti a rischio nei bambini Giordano Giostra

Esperienze nelle Marche di promozione della Salute per contrastare l obesità ed in comportamenti a rischio nei bambini Giordano Giostra Esperienze nelle Marche di promozione della Salute per contrastare l obesità ed in comportamenti a rischio nei bambini Giordano Giostra OKkio alla Salute 1 bambino su 3 è in eccesso di peso Solo 6 bambini

Dettagli

L Obesità infantile in numeri. Federica Berti +, Cinzia Di Novi

L Obesità infantile in numeri. Federica Berti +, Cinzia Di Novi L Obesità infantile in numeri Federica Berti +, Cinzia Di Novi L obesità costituisce un problema di notevole rilevanza medica e sociale nei paesi occidentali dove si registrano dati allarmanti soprattutto

Dettagli

Fabbisogno energetico e sue componenti

Fabbisogno energetico e sue componenti Fabbisogno energetico e sue componenti WHO (1985) come: l apporto di energia di origine alimentare necessario a compensare il dispendio energetico di individui che mantengano un livello di attività fisica

Dettagli

ALIMENTAZIONE E ATTIVITÀ MOTORIA Attività e metodi per progettare interventi efficaci.

ALIMENTAZIONE E ATTIVITÀ MOTORIA Attività e metodi per progettare interventi efficaci. Corso di aggiornamento: Interventi di promozione della salute. Strumenti di programmazione e Valutazione per le Direzioni dei Dipartimenti di Sanità Pubblica Bologna 29 Settembre 2009 ALIMENTAZIONE E ATTIVITÀ

Dettagli

Salute Infanzia e Adolescenza

Salute Infanzia e Adolescenza Salute Infanzia e Adolescenza Modena 11 ottobre 2005 Migliorare il contesto ambientale, sociale e di cura Paola Pace Pediatra di Libera Scelta in Associazione LA SALUTE È non solo assenza di malattia,

Dettagli

Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari per prevenire sovrappeso e obesità

Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari per prevenire sovrappeso e obesità Servizio Igiene Provincia di Oristano Ufficio Scolastico Provinciale degli Alimenti e Nutrizione Assessorato alle Politiche Sociali di Oristano Ufficio studi Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari

Dettagli

Saggio breve IV D a.s. 2011/12 Salute,benessere e attività fisica. GALVANI-IODI DI RE DIPARTIMENTO DI EDUCAZIONE FISICA Attività sportiva e salute.

Saggio breve IV D a.s. 2011/12 Salute,benessere e attività fisica. GALVANI-IODI DI RE DIPARTIMENTO DI EDUCAZIONE FISICA Attività sportiva e salute. Saggio breve IV D a.s. 2011/12 Salute,benessere e attività fisica Il benessere fisico ci consente di vivere una vita sana,serena e spesso felice. Oggi il progresso tecnologico ha reso l uomo sempre più

Dettagli

OKkio alla SALUTE: Obiettivo

OKkio alla SALUTE: Obiettivo 09/07/202 Promuovere stili di vita salutari nei bambini: il contributo del sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE Anna Lamberti per il Gruppo OKkio alla SALUTE Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza

Dettagli

Piani di Sorveglianza Nutrizionale: risultati e prospettive. I dati del sistema di sorveglianza Okkio e HBSC 2010. M. Fridel

Piani di Sorveglianza Nutrizionale: risultati e prospettive. I dati del sistema di sorveglianza Okkio e HBSC 2010. M. Fridel Piani di Sorveglianza Nutrizionale: risultati e prospettive. I dati del sistema di sorveglianza Okkio e HBSC 2010 M. Fridel Bologna, 18 novembre 2010 OKkio alla SALUTE: Obiettivi Implementare, nelle diverse

Dettagli

Angela Maria Messina Tecnologo alimentare- Specialista in Scienza dell Alimentazione

Angela Maria Messina Tecnologo alimentare- Specialista in Scienza dell Alimentazione Angela Maria Messina Tecnologo alimentare- Specialista in Scienza dell Alimentazione Cosa abbiamo nel piatto: tecnologie, ambiente, educazione, sicurezza Milano, 17 ottobre 2012 Alimentarsi = elementare

Dettagli

INFORMAZIONI ED INDICAZIONI NUTRIZIONALI NELL AMBITO DI CORRETTI STILI DI VITA

INFORMAZIONI ED INDICAZIONI NUTRIZIONALI NELL AMBITO DI CORRETTI STILI DI VITA INFORMAZIONI ED INDICAZIONI NUTRIZIONALI NELL AMBITO DI CORRETTI STILI DI VITA Angiola Vanzo, M.D. Direttore Servizio di Igiene degli Alimenti e Nutrizione Azienda U.L.SS. n 6 Vicenza angiola.vanzo@ulssvicenza.it

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE ABITUDINI ALIMENTARIE E MOTORIE Sezioni 3 ANNI

QUESTIONARIO SULLE ABITUDINI ALIMENTARIE E MOTORIE Sezioni 3 ANNI PROGETTO ALIMENTAZIONE E MOVIMENTO a.s. 2008-2009 COMUNE DI VIGNOLA AZIENDA USL MODENA COOP ESTENSE s.c.- Polivalente Olimpia QUESTIONARIO SULLE ABITUDINI ALIMENTARIE E MOTORIE Sezioni 3 ANNI Da restituire

Dettagli

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2012. Regione Sicilia/ASP Catania

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2012. Regione Sicilia/ASP Catania OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2012 Regione Sicilia/ASP Catania Hanno contribuito alla realizzazione della raccolta dati 2012 - a livello nazionale: Angela Spinelli, Anna Lamberti,

Dettagli

Piano Regionale della Campania contro l Obesità infantile

Piano Regionale della Campania contro l Obesità infantile Convegno Carte in Tavola Due anni di CCM e di Sanità Pubblica Piano Regionale della Campania contro l Obesità infantile Renato Pizzuti Gaetano Sicuranza Assessorato alla Sanità Agenzia Regionale Sanitaria

Dettagli

Sovrappeso e obesità in età pediatrica

Sovrappeso e obesità in età pediatrica Sovrappeso e obesità in età pediatrica Caso clinico Gloria è una bambina di 10 anni e mezzo, apparentemente robusta che frequenta la V elementare. Non pratica attività sportiva extra scolastica, dopo che

Dettagli

Salute: Buontempo, sinergia comune per informare su rischi obesità infantile Occorre un impegno comune tra istituzioni e associazionismo nella lotta

Salute: Buontempo, sinergia comune per informare su rischi obesità infantile Occorre un impegno comune tra istituzioni e associazionismo nella lotta I dati della ricerca sono meno positivi se consideriamo il tempo passato dai ragazzi davanti alla TV: la maggior parte dei ragazzi passa meno di 2 ore al giorno davanti alla TV, ma nel week-end le ore

Dettagli

Epidemiologia dell obesità

Epidemiologia dell obesità Epidemiologia dell obesità Obesità Paradossalmente,visto il grado di malnutrizione esistente sul pianeta, l obesità costituisce oggi uno dei problemi di salute pubblica più visibile e tuttavia ancora

Dettagli

Alimentazione nel bambino in età scolare

Alimentazione nel bambino in età scolare Martellago 05 marzo 2015 Alimentazione nel bambino in età scolare Dr.ssa Maria Tumino Servizio Igiene degli alimenti e della Nutrizione Veneto Sovrappeso Obesità Obesità severa 17,45% 5,5% 1,5% latte

Dettagli

I fattori di rischio sanitario legati al traffico

I fattori di rischio sanitario legati al traffico POSSIBILI AZIONI COMUNI PER IL MIGLIORAMENTO DEI DETERMINANTI AMBIENTALI E SOCIALI DI SALUTE I fattori di rischio sanitario legati al traffico LA MOBILITA SOSTENIBILE costruzione delle competenze per rendere

Dettagli

infosalute Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche

infosalute Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche infosalute Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Alimentazione e stato nutrizionale

Dettagli

Protocollo dello studio

Protocollo dello studio Protocollo dello studio Indagine su disturbi e malattie respiratorie e fattori ad essi correlati nella popolazione infantile residente nell area di S. Polo e nel resto del comune di Brescia Premessa A

Dettagli

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2010 REGIONE PIEMONTE - ASL TO4

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2010 REGIONE PIEMONTE - ASL TO4 OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2010 REGIONE PIEMONTE - ASL TO4 A cura di: Referenti di ASL per l Area Nutrizione dei Servizi di Igiene Alimenti e Nutrizione (SIAN): Giuseppe Barone,

Dettagli

PIANO REGIONALE TRIENNALE 2006 2008 PER LA SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DELL OBESITÀ

PIANO REGIONALE TRIENNALE 2006 2008 PER LA SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DELL OBESITÀ PIANO REGIONALE TRIENNALE 2006 2008 PER LA SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DELL OBESITÀ CONTENUTI 2.1. INTRODUZIONE 2.1.1 L OBESITÀ E IL SOVRAPPESO NELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA 2.2. SISTEMI DI SORVEGLIANZA

Dettagli

COMUNE DI SAN DONATO MILANESE

COMUNE DI SAN DONATO MILANESE COMUNE DI SAN DONATO MILANESE Prevalenza passata e futura del sovrappeso nel mondo (adulti e bambini) Reproduced from the Organization for Economic Co-operation and Development. Lancet 2011;378:815-25

Dettagli

I metodi della Evidence Based Prevention(EBP) e la consultazione delle principali banche dati e siti internet

I metodi della Evidence Based Prevention(EBP) e la consultazione delle principali banche dati e siti internet FORMAZIONE OSSERVATORIO STILI DI VITA: Progettazione, censimento e diffusione di buone pratiche per azioni di promozione di sani stili di vita nel contesto del programma Guadagnare Salute I metodi della

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA SCHEDA SOVRAPPESO ED OBESITA IN ETA INFANTILE PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DELL INDAGINE OKKIO ALLA SALUTE Conferenza Stampa 7

Dettagli

Gian Vincenzo Zuccotti Clinica Pediatrica, Ospedale dei Bambini V. Buzzi Università degli Studi di Milano

Gian Vincenzo Zuccotti Clinica Pediatrica, Ospedale dei Bambini V. Buzzi Università degli Studi di Milano Gian Vincenzo Zuccotti Clinica Pediatrica, Ospedale dei Bambini V. Buzzi Università degli Studi di Milano Obesità infantile nel mondo 2010: PIÚ DI 42 MILIONI I BAMBINI IN SOVRAPPESO SOTTO I 5 ANNI Obesità

Dettagli

Sovrappeso ed obesità nei figli di donne straniere: diffusione del fenomeno, abitudini alimentari e percezione delle madri

Sovrappeso ed obesità nei figli di donne straniere: diffusione del fenomeno, abitudini alimentari e percezione delle madri 12 Congresso SIMM Viterbo 10-13 ottobre 2012 II sessione: Gli immigrati di seconda generazione Sovrappeso ed obesità nei figli di donne straniere: diffusione del fenomeno, abitudini alimentari e percezione

Dettagli

Obesità. Il quadro epidemiologico-organizzativo regionale. Lorenzo Iughetti Viviana Patianna Università di Modena e Reggio Emilia

Obesità. Il quadro epidemiologico-organizzativo regionale. Lorenzo Iughetti Viviana Patianna Università di Modena e Reggio Emilia Tavola rotonda 27 ottobre 2012 Obesità Il quadro epidemiologico-organizzativo regionale Lorenzo Iughetti Viviana Patianna Università di Modena e Reggio Emilia Patterns Of Overweight & Obesity Globally

Dettagli

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2005 2007 (parte seconda) REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione

Dettagli

stili di vita e disuguaglianze

stili di vita e disuguaglianze stili di vita e disuguaglianze Gli stili di vita insalubri sono fattori di rischio che possono causare disuguaglianze di salute. Come dimostrano diversi studi, abitudini e comportamenti malsani contribuiscono

Dettagli

Profilo professionale: CAMERIERE/BARISTA Livello: 2

Profilo professionale: CAMERIERE/BARISTA Livello: 2 Profilo professionale: CAMERIERE/BARISTA Livello: 2 Competenze C1 PREPARARE L AREA DI LAVORO PER IL SERVIZIO M1 Materie INFORMATICA DI BASE, GESTIONE DATI ED INTERNET Competenze associate C6, C30, C31,

Dettagli

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2010. Regione Sardegna/ASL Sanluri

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2010. Regione Sardegna/ASL Sanluri OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2010 Regione Sardegna/ASL Sanluri Hanno contribuito alla realizzazione della raccolta dati 2010 - a livello aziendale: Marina Donatini (Referente

Dettagli

Piano nazionale della prevenzione 2005-2007. Progetti Ccm e altre interazioni sinergiche con il Pnp

Piano nazionale della prevenzione 2005-2007. Progetti Ccm e altre interazioni sinergiche con il Pnp 3 Piano nazionale della prevenzione 2005-2007 Progetti Ccm e altre interazioni sinergiche con il Pnp 13 Progetti Ccm e altre interazioni sinergiche Con l avvio del Piano nazionale della prevenzione è emersa

Dettagli

La promozione della salute nei luoghi di lavoro: valutazione di evidenze di efficacia e raccomandazioni metodologiche

La promozione della salute nei luoghi di lavoro: valutazione di evidenze di efficacia e raccomandazioni metodologiche La promozione della salute nei luoghi di lavoro: valutazione di evidenze di efficacia e raccomandazioni metodologiche Anna Pavan, Maria Elena Pirola, Marina Bonfanti, Liliana Coppola, Luigi Macchi Direzione

Dettagli

Il ruolo della grande distribuzione nella prevenzione: la formulazione dei prodotti e l informazione ai consumatori.

Il ruolo della grande distribuzione nella prevenzione: la formulazione dei prodotti e l informazione ai consumatori. Il ruolo della grande distribuzione nella prevenzione: la formulazione dei prodotti e l informazione ai consumatori. Maurizio Zucchi Direttore Qualità Coop Italia Modena, 12 aprile 2012 L obesità e il

Dettagli

LA CARTA DI TORONTO COME STRUMENTO A SUPPORTO DELL ATTUAZIONE DEGLI IMPEGNI ISTITUZIONALI: NELLA DIMENSIONE NAZIONALE

LA CARTA DI TORONTO COME STRUMENTO A SUPPORTO DELL ATTUAZIONE DEGLI IMPEGNI ISTITUZIONALI: NELLA DIMENSIONE NAZIONALE LA CARTA DI TORONTO COME STRUMENTO A SUPPORTO DELL ATTUAZIONE DEGLI IMPEGNI ISTITUZIONALI: NELLA DIMENSIONE NAZIONALE Dott.ssa Daniela Galeone 6 Corso Girolamo Mercuriale DARE ATTUAZIONE ALLA CARTA DI

Dettagli

NICE clinical guideline 43 1

NICE clinical guideline 43 1 Data di pubblicazione: Dicembre 2006 Obesità Guida per la prevenzione, l identificazione, la valutazione e il controllo dell obesità e del sovrappeso negli adulti e nei bambini NICE clinical guideline

Dettagli

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2010. ASL Avellino

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2010. ASL Avellino OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2010 ASL Avellino Hanno contribuito alla realizzazione della raccolta dati 2010 - a livello nazionale: Angela Spinelli, Anna Lamberti, Giovanni

Dettagli

Linee di indirizzo nazionali per la ristorazione scolastica del Ministero della Salute

Linee di indirizzo nazionali per la ristorazione scolastica del Ministero della Salute Linee di indirizzo nazionali per la ristorazione scolastica del Ministero della Salute Dott. ssa Ida Poni Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e della nutrizione Ministero della

Dettagli

Dalle buone pratiche agli Ipest: un nuovo strumento per la prevenzione efficace

Dalle buone pratiche agli Ipest: un nuovo strumento per la prevenzione efficace Dalle buone pratiche agli Ipest: un nuovo strumento per la prevenzione efficace Fabrizio Faggiano, Silvia Caristia Università del Piemonte Orientale 27/11/2015 Premessa Il 57% dei DALY (2013) sono determinati

Dettagli

La salute degli anziani: aspetti epidemiologici

La salute degli anziani: aspetti epidemiologici La salute degli anziani: aspetti epidemiologici Giorgi Daniela Dipartimento di Prevenzione - S.C. Epidemiologia e Screening ASL 2 Lucca Residenti in Toscana al 1/1/2012 3.749.813 (Istat) (m 48%, f 52%)

Dettagli

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2012. Regione Friuli Venezia Giulia

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2012. Regione Friuli Venezia Giulia OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2012 Regione Friuli Venezia Giulia Hanno contribuito alla realizzazione della raccolta dati 2012 - a livello nazionale: Angela Spinelli, Anna Lamberti,

Dettagli

ANALISI DEL RISCHIO NUTRIZIONALE Applicazione di modelli per la valutazione dei rischi nella ristorazione collettiva

ANALISI DEL RISCHIO NUTRIZIONALE Applicazione di modelli per la valutazione dei rischi nella ristorazione collettiva ANALISI DEL RISCHIO NUTRIZIONALE Applicazione di modelli per la valutazione dei rischi nella ristorazione collettiva Valeria Morena Stefano Saccares Fondazione S. Lucia IRCCS, Roma Centro Studi Regionale

Dettagli

Revisioni sistematiche Metanalisi Linee guida Health Technology Assessment report

Revisioni sistematiche Metanalisi Linee guida Health Technology Assessment report LE PUBBLICAZIONI SECONDARIE Sono così definite perché i ricercatori prendono i dati da studi già pubblicati (o anche non pubblicati), ne riassumono ed analizzano i risultati combinati, traggono conclusioni

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA SOLARIA Società Cooperativa UFFICIO PUBBLICA ISTRUZIONE PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE Premessa L alimentazione ha assunto nella società in cui viviamo oggi un ruolo fondamentale

Dettagli

ESERCIZIO TERAPEUTICO E TERAPIA MANUALE PER L OSTEOARTROSI DELL ANCA REVISIONE DELLA LETTERATURA

ESERCIZIO TERAPEUTICO E TERAPIA MANUALE PER L OSTEOARTROSI DELL ANCA REVISIONE DELLA LETTERATURA ESERCIZIO TERAPEUTICO E TERAPIA MANUALE PER L OSTEOARTROSI DELL ANCA REVISIONE DELLA LETTERATURA Parazza Sergio FT, Fisioterapista Romeo Antonio FT, Master in T.M. e Riabilitazione Muscoloscheletrica UNIPD

Dettagli

MALATTIE INFETTIVE NELL ASL DI BRESCIA - ANNO 2012 -

MALATTIE INFETTIVE NELL ASL DI BRESCIA - ANNO 2012 - MALATTIE INFETTIVE NELL ASL DI BRESCIA - ANNO 2012 - Malattie infettive nell ASL di Brescia anno 2012- Pag. 1 MALATTIE INFETTIVE NELL ASL DI BRESCIA - ANNO 2012 - Il controllo reale della diffusione delle

Dettagli

OBESITA': CON CORSI DI CUCINA SANA MEDICI PIU' BRAVI CON PAZIENTI

OBESITA': CON CORSI DI CUCINA SANA MEDICI PIU' BRAVI CON PAZIENTI OBESITA': CON CORSI DI CUCINA SANA MEDICI PIU' BRAVI CON PAZIENTI (AGI) - New York, 25 feb. - Un'educazione continua che include anche corsi di cucina veri e propri e' il modo migliore per migliorare i

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA

EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA U.O. IGIENE E SANITÁ PUBBLICA ASP- Potenza EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA Percorsi per guadagnare salute 2015-2016 1 PREMESSA Il concetto della salute è un concetto che necessita di molteplici azioni

Dettagli

Valutare qualità e affidabilità degli Health Technology Assessment report: la checklist INAHTA

Valutare qualità e affidabilità degli Health Technology Assessment report: la checklist INAHTA Valutare qualità e affidabilità degli Health Technology Assessment report: la checklist INAHTA International Network of Agencies of Health Technology Assessment (INAHTA) * Numerosi fenomeni concomitanti

Dettagli

La promozione dell attività fisica. Relazione epidemiologica

La promozione dell attività fisica. Relazione epidemiologica La promozione dell attività fisica Relazione epidemiologica Fabio Voller Osservatorio di Epidemiologia Agenzia Regionale di Sanità Toscana fabio.voller@ars.toscana.it Agenzia regionale di sanità della

Dettagli

Presentazione del progetto

Presentazione del progetto Laboratorio di marketing sociale Presentazione del progetto Soggetto ideatore e organizzatore: Azienda Sanitaria Locale DEFINIZIONE DEL PROBLEMA Sovrappeso ed obesità in età infantile La nuova emergenza

Dettagli

La vaccinazione delle persone ad alto rischio di infezione invasiva pneumococcica

La vaccinazione delle persone ad alto rischio di infezione invasiva pneumococcica La vaccinazione delle persone ad alto rischio di infezione invasiva pneumococcica Dott. Pietro Ragni, Direzione Sanitaria Azienda USL di Reggio Emilia Le patologie che espongono a rischio aumentato

Dettagli

Centro Cochrane Italiano

Centro Cochrane Italiano Come usare la Cochrane Library Centro Cochrane Italiano www.cochrane.it Dicembre 2012 Nuove revisioni Hot topics Editoriali Altri formati per le revisioni Cochrane Tanti modi per cercare p le revisioni

Dettagli

Sovrappeso: se l eccesso di peso è inferiore al 20% (del peso ideale). Obesità: se superiore al 20%

Sovrappeso: se l eccesso di peso è inferiore al 20% (del peso ideale). Obesità: se superiore al 20% Sovrappeso: se l eccesso di peso è inferiore al 20% (del peso ideale). Obesità: se superiore al 20% Eccesso di peso nell infanzia 50 45 40 35 30 25 20 15 10 5 1960 1988 1993 2002 2007 2015 okkio alla

Dettagli

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Menù partecipato Il progetto il menù l ho fatto io Un modello

Dettagli

Il PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: dalla Piattaforma su alimentazione, attività fisica e tabagismo al Progetto Mi Voglio Bene

Il PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: dalla Piattaforma su alimentazione, attività fisica e tabagismo al Progetto Mi Voglio Bene Il PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: dalla Piattaforma su alimentazione, attività fisica e tabagismo al Progetto Mi Voglio Bene Dott.ssa Maria Teresa Menzano XXIII Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DI BUDGET DI UNA NUOVA STRATEGIA VACCINALE PATRIZIA BERTO, NICOLA PRINCIPI

ANALISI DI IMPATTO DI BUDGET DI UNA NUOVA STRATEGIA VACCINALE PATRIZIA BERTO, NICOLA PRINCIPI ANALISI DI IMPATTO DI BUDGET DI UNA NUOVA STRATEGIA VACCINALE PATRIZIA BERTO, NICOLA PRINCIPI INTRODUZIONE Le Infezioni da Pneumococco (PNU) rappresentano un problema sanitario grave, soprattutto a causa

Dettagli

! " # $ % www.arsanita.toscana.it

!  # $ % www.arsanita.toscana.it -..! " # $ $ % " # &'()*++, www.arsanita.toscana.it www.arsanita.toscana.it $ / 0 % /#! /- 0 " # 1 2! 3 & ' () ) * +,%$-%!., $ %!. %//0 & ' () )* + 1 $2-$3 $3 %//0 & - - 4 "!/ + $%//3# - 5 "6-7%//3# -

Dettagli

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA:

OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: OKkio alla SALUTE per la SCUOLA: risultati dell indagine 2010 ASL ORISTANO -1- - 2 - PRESENTAZIONE L'atto aziendale dell'asl n.5 di Oristano stabilisce che uno dei punti cardinali della nostra Azienda

Dettagli

L influenza dei mass media e del junk foodsull alimentazione dei ragazzi

L influenza dei mass media e del junk foodsull alimentazione dei ragazzi L influenza dei mass media e del junk foodsull alimentazione dei ragazzi G. Grande Corso di Laurea in Diestistica. Università Magna Graecia di Catanzaro. Tesi di laurea. Relatore Prof.ssa Tiziana Iaquinta.

Dettagli

Dr antonella arata Centro Disturbi Alimentari ASL3

Dr antonella arata Centro Disturbi Alimentari ASL3 U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Centro Disturbi Alimentari TITOLO: PROGETTO EDUCATIVO PER LA PREVENZIONE PRIMARIA DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) RIVOLTO A DOCENTI E ALLIEVI

Dettagli

Una sana alimentazione per una sana sanità:

Una sana alimentazione per una sana sanità: CESENA 27 SETTEMBRE 2012 Una sana alimentazione per una sana sanità: l impatto di una corretta alimentazione sulla spesa sanitaria Roberto Copparoni Ministero della salute Direzione Generale per l igiene

Dettagli

ALLEGATO A PIANO REGIONALE DI PREVENZIONE SANITARIA 2010-2012

ALLEGATO A PIANO REGIONALE DI PREVENZIONE SANITARIA 2010-2012 ALLEGATO A PIANO REGIONALE DI PREVENZIONE SANITARIA 2010-2012 ! #! % & & & ( # ))!!!! )+,!!& ). /0 1 1 0 / 2 1 / )%. +3! & +3 4! +) & & ++ & & 5 & & +! &! + 6 & & + / 0 / 7 +( 8& 4 6!8&! & & +( # +( /.

Dettagli

La salute in Toscana Anno 2012

La salute in Toscana Anno 2012 La salute in Toscana Anno 2012 Elaborazioni a cura di: Osservatorio di epidemiologia Agenzia regionale di sanità della Toscana aprile 2013 Demografia toscana in sintesi I residenti sono 3.667.780 Nel 2012

Dettagli

L OBESITÀ E L ECONOMIA DELLA PREVENZIONE: OBIETTIVO SALUTE OBESITY AND THE ECONOMICS OF PREVENTION: FIT NOT FAT

L OBESITÀ E L ECONOMIA DELLA PREVENZIONE: OBIETTIVO SALUTE OBESITY AND THE ECONOMICS OF PREVENTION: FIT NOT FAT L OBESITÀ E L ECONOMIA DELLA PREVENZIONE: OBIETTIVO SALUTE OBESITY AND THE ECONOMICS OF PREVENTION: FIT NOT FAT Un nuovo rapporto OCSE analizza le dimensioni e le caratteristiche dell attuale epidemia

Dettagli

La prevenzione dell obesità infantile e le disuguaglianze di salute

La prevenzione dell obesità infantile e le disuguaglianze di salute IV Workshop formativo Rete Città Sane OMS Disuguaglianze e iniquità in salute Napoli 19 Marzo 2013 La prevenzione dell obesità infantile e le disuguaglianze di salute Dr. Margherita Caroli European Childhood

Dettagli

Un approccio partecipato per la promozione delle buone abitudini. L esperienza Umbra

Un approccio partecipato per la promozione delle buone abitudini. L esperienza Umbra Un approccio partecipato per la promozione delle buone abitudini alimentari i nella scuola primaria i Dll Dalla Sorveglianza Okkioall analisi li i di contesto secondo Green L esperienza Umbra Roma 20 febbraio

Dettagli

Bambini a Torino: aggiornamento 2011-12

Bambini a Torino: aggiornamento 2011-12 Bambini a Torino: aggiornamento 211- Il numero di soggetti sottoposti a valutazione dello stato di salute e di efficienza fisica abbinata al rilascio di idoneità alla pratica sportiva non agonistica ed

Dettagli

I dati PASSI 2013 per il Piano Regionale della Prevenzione 2014-2018

I dati PASSI 2013 per il Piano Regionale della Prevenzione 2014-2018 REGIONE ABRUZZO I dati PASSI 2013 per il Piano Regionale della Prevenzione 2014-2018 A cura di: Claudio Turchi SIESP ASL Lanciano-Vasto-Chieti Cristiana Mancini SIESP ASL Avezzano-Sulmona-L Aquila Progressi

Dettagli