@ RIPRENDIAMO IL FILO DELL INFORMAZIONE E DEL DIALOGO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Inform@ @ RIPRENDIAMO IL FILO DELL INFORMAZIONE E DEL DIALOGO"

Transcript

1 @ Dicembre 2013 N. 1/2013 Cabiate Informa è una pubblicazione edita dall Amministrazione Comunale di Cabiate. Direttore Responsabile: Maurizio Brenna Redazione: Vedi ultima pagina - Registrazione: In corso di registrazione presso il Tribunale di Como Redazione: Comune di Cabiate - Via Achille Grandi N.1 Realizzazione grafica a cura del Comune di Cabiate. RIPRENDIAMO IL FILO DELL INFORMAZIONE E DEL DIALOGO Dopo tre anni si torna a pubblicare Cabiate per riprendere il filo dell informazione sull attività amministrativa e sociale, ma anche il dialogo con i cittadini. Non sembrano peraltro passati tre anni, ma molti di più: la crisi economica, che ormai è divenuta crisi sociale, sta incidendo sulle nostre vite e sul nostro territorio in modo irreversibile. Questa crisi ha coinvolto in modo pesante tutti i comuni compreso il nostro: le risorse statali sono state azzerate, anzi lo Stato ci ha chiesto contributi (quest anno !) e i vincoli del patto di stabilità hanno quasi annullato le possibilità di investimento. In questo contesto non resta che ricorrere alla fantasia e a qualcosa che ha continuato ad avanzare anche in questi momenti: l uso di internet, l informazione globale, la possibilità di comunicare in tante forme diverse. Tuttavia manca uno strumento che informi sulle vicende amministrative in modo compiuto, cioè, al di là degli articoli di stampa che, pur importanti, sottolineano però solo alcuni aspetti che si reputa facciano presa sull opinione pubblica. Per cui si è deciso di sfruttare lo strumento informatico sempre più diffuso e sempre più facilmente utilizzabile anche per costruire un giornale, nel quale anche la fotografia avrà uno spazio significativo. Si è così costituita una piccola redazione con la presenza dei gruppi consiliari, ma in allargamento, compatibilmente con la sua funzionalità, ad esponenti dell associazionismo e della scuola, e non solo ad essi. Ma accanto all espressione dell amministrazione, dei gruppi consiliari, delle realtà cabiatesi, vorremmo che i cittadini scrivessero (ovviamente anche con una semplice mail) alla redazione per proporre problemi di interesse generale o semplicemente chiedere chiarimenti su questioni locali. La redazione effettuerà poi le scelte sul materiale pervenuto. Si tratta di un nuovo esperimento, perché, come detto, il mondo è cambiato e sarà necessario allargare ai social network la presenza del comune. Intanto potrete consultare la pubblicazione on line che, per la sua duttilità, potrà consentire una maggiore tempestività di informazione, magari attraverso poche pagine, ma di pronta reperibilità e consultazione. L impegno verso i cittadini, lo spirito di servizio, che rappresenta il solo sostegno in momenti come questi, ci ha spinto ad effettuare questa scelta di carattere informativo, che è parte comunque di una comunità che vuole essere viva e continuare a pensare al futuro. E una piccola cosa quella che ci accingiamo a fare, ma crediamo che tanti piccoli gesti contribuiscano a tenere unita una comunità, a favorirne il dialogo e il ragionamento, a superare le divisioni e il malessere che in questo momento è particolarmente acuto. Il Sindaco Dott. Maurizio Brenna P.S. Un grazie a Paola e Carlo per l impegno profuso, non solo per la redazione ma anche per l attenta riproduzione online.

2 2 Dicembre 2013 CITTADINANZA ONORARIA AI RAGAZZI STRANIERI In una calda mattinata di inizio giugno si è svolta, nella nostra bella Cittadella della Cultura, una manifestazione importante per la nostra comunità. La cerimonia di conferimento della Cittadinanza Onoraria ai bambini e ragazzi stranieri nati in Italia è nata da una esplicita richiesta fatta dai ragazzi di III media durante l'ultimo Consiglio Comunale Unicef, a cui è seguita una mozione condivisa da tutti i gruppi consiliari. Lungi dal voler intervenire in senso politico e giuridico su di un argomento molto delicato, che deve trovare la sua soluzione in altre sedi, l'atipico Consiglio Comunale che si è svolto l'8 giugno ha voluto essere un momento di festa e rappresentare una sorta di abbraccio simbolico attraverso il quale lanciare un messaggio di coesione sociale. Davanti al pubblico festoso dei nostri ragazzi, il Sindaco ha aperto il Consiglio con una riflessione su politica ed immigrazione. Sono seguiti gli interventi dei capigruppo Paola Santambrogio e Mariapia Tagliabue, improntati sull'importanza dell'integrazione, e quello del rappresentante Unicef che ha spiegato l'iniziativa "Io come tu". Anche i ragazzi di III media hanno voluto dare il loro contributo, leggendo due belle poesie dedicate al valore dell'accoglienza e del rispetto reciproco. A conclusione della cerimonia, dopo aver ascoltato l'inno d'italia, il nostro Sindaco ha consegnato ai nuovi "cittadini onorari" una pergamena con l'art. 3 della Costituzione, che introduce il principio di uguaglianza, e la bandiera italiana come simbolo dei nostri valori che, pur nel rispetto delle proprie origini familiari, anch'essi dovranno condividere. La manifestazione ha riscontrato molto favore e i ragazzi sono sembrati molto entusiasti di aver contribuito alla sua realizzazione. Ritengo che questo avvenimento rappresenti un segno visibile, anche se simbolico, di apertura e accoglienza di tutto il territorio verso chi non è cittadino italiano, ma vive la quotidianità della nostra comunità. Il Consigliere Comunale Paola Santambrogio SALDO I.M.U. ANNO 2013 E definitivamente sospeso per il 2013 il versamento dell IMU sull abitazione principale ed UNA pertinenza per categoria catastale, ad esclusione delle abitazioni principali con categoria catastale A/1, A/8, A/9. PER TUTTI GLI ALTRI IMMOBILI LA RATA DI SALDO IMU 2013 SCADE IL 16 DICEMBRE (50% DELL IMPORTO calcolato sulle aliquote definitive dell anno 2013 ) Altre informazioni:

3 3 Dicembre 2013 CITTADINANZA ONORARIA AI RAGAZZI STRANIERI Poesie lette dai ragazzi delle Scuole Medie in occasione del conferimento della Cittadinanza Onoraria ai ragazzi stranieri nati in Italia Un ponte tra i cuori, Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui piani, di tutti i continenti. Se questo ponte ci fosse, gli uomini si scambierebbero i segreti, i motivi lieti, il sorriso e il perdono. Eppure l'uomo non sa innalzare questa passerella d'amore: manca lo slancio al cuore. Aiutalo tu, fanciullo; costruisci con le tue mani, senza travi, questo grande lavoro, questo ponte d'oro in un mare di luce: questo ponte che conduce da Oriente a Occidente e da Occidente a Oriente una sola gente. (Emilia Alboret, in A. Manzi, Orzowei, Vallecchi) Sulla riva dei mondi I bambini s'incontrano sulla spiaggia di mondi sconfinati. Su di loro l'infinito cielo è silenzioso, l'acqua s'increspa. Con grida e danze s'incontrano i bambini sulla spiaggia di mondi sconfinati. Fanno castelli di sabbia e giocano con vuote conchiglie. Con foglie secche intessono barchette e sorridendo le fanno galleggiare sull'immensa distesa del mare. I bambini giocano sulla riva dei mondi. (R. Tagore) AUGURI PER I 100 ANNI! Immagine tratta da Wikipedia 03 maggio Sig.ra Olgarita Banfi AVVISI DI PAGAMENTO MAGGIORAZIONE STANDARD Gli avvisi di pagamento della sola maggiorazione standard, pari a 0,30 centesimi al metro quadro di superficie tassabile RISERVATA ALLO STATO, in via di ricevimento in questi giorni, sono AVVISI BONARI ( non raccomandate A.R. ) pertanto, il mancato pagamento entro la data indicata del 16/12/2013, NON genera alcuna violazione. SI RICORDA che Il saldo sulla tariffa rifiuti anno 2013, di competenza comunale, verrà trasmesso, entro gennaio 2014, applicando, per il calcolo di quest ultima rata, le tariffe TARSU, ai sensi dell articolo 5 comma 4 quater della legge di conversione n. 124 del 28/10/2013, approvate con delibera di Giunta Comunale n 99 del 28/11/2013. L'Ufficio Tributi

4 4 Dicembre ANNI DI SCUOLA MATERNA un secolo dopo Acqua potabile (1907); palazzo delle scuole presso la Stazione Nord (1909); tram Monza-Cantù (1912); associazioni di Mutuo Soccorso (1905), Unione Giovani (1908), Gioventù femminile (1920): questo è il contesto in cui avviene la fondazione della Scuola Materna o, più precisamente, considerati i tempi, dell Asilo. Cabiate, in quegli anni, vive una situazione di fermento, di crescita sia civile che religiosa, ma soprattutto sociale ed educativa, con una particolare attenzione rivolta ai giovani e ai bambini, per cui la posa della prima pietra dell Asilo, avvenuta il 29 ottobre 1911, alla presenza del cardinal Ferrari, ne rappresentava una logica conseguenza. Richiamare questo inizio dell attività dell Asilo per arrivare alla Scuola Materna di oggi ci permette di comprendere come la crescita educativa sia strettamente connessa al contesto, al territorio, alle spinte culturali che nascono dalla società e nello stesso tempo diventa a sua volta strumento di sviluppo sociale. La memoria delle vicende della Scuola Materna in questi cento anni trascorsi non è quindi un occasione per qualche rimpianto, bensì per recuperare gli elementi che ne costituiscono l identità, richiamando il meglio di quello che è stato espresso, per tradurlo nella vita scolastica di oggi, guardando avanti. Ritengo infatti che, pur con tutte le contraddizioni e le difficoltà che la scuola ha attraversato, il cammino compiuto sinora sia stato complessivamente di crescita, di sviluppo sociale, in una parola, di progresso. Per andare avanti dobbiamo tuttavia interrogarci continuamente sugli obiettivi, sugli indirizzi che si intendono perseguire: la scuola è nata in ambito cattolico, è stata a lungo, sino al 2004, caratterizzata dalla presenza nella direzione, ma anche, in parte nell insegnamento, delle Suore del Cottolengo, per passare poi ad una gestione affidata totalmente ai genitori, ovviamente attraverso chi li rappresenta. Nel frattempo la scuola ha pure cambiato sede, collocandosi in una struttura decisamente più grande della precedente, ma soprattutto più adeguata in termini di vivibilità dell ambiente e di funzionalità ai progetti educativi. E quindi una bella sfida che ha affrontato la cooperativa di genitori che gestisce la scuola, guidata da un consiglio di amministrazione decisamente motivato a realizzare programmi educativi adeguati ai tempi, con alla testa un Presidente che sta affrontando con coraggio, passione e spirito manageriale situazioni complesse anche dal punto di vista economico, con la collaborazione di tutto il personale. E proprio questo è uno dei punti qualificanti e caratteristici della scuola: i genitori, riuniti in cooperativa, che si fanno carico del futuro dei propri figli partecipando alle decisioni e interagendo con gli insegnanti. Proprio questa partecipazione è una delle modalità con cui la scuola si rapporta con il territorio, oltre che per il fatto che gran parte dei bambini provengono dal comune o, al massimo, dai comuni limitrofi. La collaborazione con le associazioni locali, con la protezione civile, con l amministrazione comunale, l attenzione alle tradizioni locali, producono tanti momenti significativi di radicamento della scuola sul territorio e di reciproco arricchimento. Ma la scuola svolge anche un importante servizio: nel comune, infatti non esiste una scuola materna

5 5 Dicembre 2013 pubblica, per cui le famiglie possono rivolgersi a questa struttura collocata in prossimità delle loro abitazioni o dei luoghi di lavoro ricevendo una prestazione qualificata. A questi tre aspetti, sicuramente importanti, ne aggiungerei un quarto: l apertura verso un ambiente sempre più globalizzato. lombarde, o nazionali, o, perché no, anche della comunità europea, organizzando qualche incontro come momento di ulteriore crescita della propria proposta educativa. Si chiude quindi un cammino di cento anni, ma se ne apre un altro subito, senza soluzione di continuità, che lascia già intravedere una prospettiva di crescita: possiamo così fare festa veramente guardando al futuro. Formulo, quindi, alla Scuola Materna Padulli i migliori auguri da parte di tutto il Consiglio Comunale e di tutti i cittadini cabiatesi. IL SINDACO Dott. Maurizio Brenna I nostri bambini sono destinati a vivere, che lo si voglia o meno, in un ambiente che richiede una capacità di comprensione del mondo sempre più rapida, dove i punti di riferimento sono sempre meno stabili e soggetti a cambiamenti talvolta radicali, dove gli stessi genitori fanno un enorme fatica a svolgere i propri compiti educativi. E quindi necessario introdurre qualche elemento che, adeguato ovviamente all età dei bambini, cominci ad avviarli verso quel mondo: l utilizzo della lingua inglese, per fare un esempio, o di qualche mezzo informatico, una socializzazione con coetanei di altri paesi. Queste necessità sono ben presenti alla scuola, tant è vero che talune di esse sono già state realizzate. Non ho certo le competenze per fare proposte educative, ma intendo solo sottolineare questa ulteriore caratteristica come elemento qualificante della scuola stessa. Sarebbe auspicabile che la scuola potesse confrontare queste caratteristiche e i propri metodi con altre scuole

6 6 Dicembre 2013 Scuola dell Infanzia Padulli una storia lunga 100 anni! 200 bimbi!! il doppio di potenziali genitori e ancora il doppio di nonni, centinaia di persone, decine di autorità, fra cui il Sindaco, la Sig.ra Paola Padulli e i suoi famigliari, i Responsabili Provinciali e Nazionali delle scuole dell infanzia F.I.S.M., membri di Consiglio attuali e passati, Insegnanti e operatori scolastici, molti Sacerdoti concelebranti, Suore arrivate da ogni parte e da ogni dove e un Cardinale. Insomma una bella compagnia! Una festa, un evento. Il Centenario della scuola dell Infanzia Padulli!!! visita il nostro sito con tutte le foto Dove si voleva arrivare, quale obiettivo? - in primo luogo far gioire, divertire, lasciare un ricordo nel cuore dei più piccoli perché 100 anni sono 100; - celebrare una circostanza, un anniversario coinvolgendo Cabiate; - far star bene la Comunità stando insieme; - sensibilizzare tutti e tutto in merito all opportunità di sostenere, difendere, condividere la scelta di una scuola gestita e condotta dai Genitori, Cattolica e vicina ai valori umani ed in particolari quelli Cristiani. A parte tutto questo, poi di fatto, dietro, cosa è stato? 8 mesi di lavoro e preparativi. Incontri, riunioni, consultazioni ai vari livelli, con tutti e tutto. La Parrocchia con il coro, l Amministrazione Comunale, le Associazioni in Rete, il Calcio Cabiate, il Moto Club, lo Sci Club, il Cai, il Centro Giovanile, la Scuola Primaria, la Biblioteca, l Associazione Anziani, la Scuola d Arte, il Circolo Ricreativo Pace, i commercianti e molti molti cittadini privati. Senza dimenticare chi ha tagliato l erba e chi a realizzato gli addobbi. Bello è stato veder associata la nostra Scuola ad iniziative locali organizzate anche in appoggio al nostro Centenario: ad esempio 100 passi in Villa Padulli, la giornata dello Sport del Centro Giovanile e quella della Scuola Primaria. Bello è stato sentire ed avvertire un atteggiamento di condivisione generale. Bello è stato, ed è costatare, tanta soddisfazione al nostro interno, da parte di chi, sì ha lavorato, ma che adesso è contento. Bello è il fascicolo (domanda una copia a Scuola, in Comune, in Biblioteca) fresco, colorato molto ben impostato, dove i protagonisti sono stati anche i bambini con i loro pensierini al riguardo, al come si sta alla Scuola, insieme a contenuti magari più impegnati, fra i quali quelli del Parroco, del Sindaco, del Presidente e della Coordinatrice. Molto ben fatta la parte storica. Significative e simpatiche le interviste che hanno messo d accordo anche opinioni e atteggiamenti e pensieri diversi. Pregevole l augurio del Cardinale Scola. Poi ancora, un logo, un gonfalone, una scultura bronzea, una mostra fotografica. La S. Messa, la banda, Franco e i suoi 200 calciatori.

7 7 Dicembre 2013 Scuola dell Infanzia Padulli una storia lunga 100 anni! Foulard per le Signore, cravatte, magliette, cappellini, esperimenti scientifici, palloni, festoni coreografici, autoadesivi, tante belle foto, giochi lotteria, la Protezione Civile, i Vigili, la Croce Bianca, la torta e Gli Alpini: una vera e propria macchina da guerra e giù a cucinare salamelle, piadine, patatine e quant altro per far degustare e soddisfare anche i palati più esigenti, a volte con il viso stravolto dal tanto lavoro; insomma dei mostri di generosità e altruismo verso Cabiate ed i Cabiatesi, proprio bravi. Con Anna, la nostra segretaria, a tenere il passo delle prenotazioni. E le nostre cuoche con le aiutanti? Quantomeno alpine anche loro. Chiara, la regista: alpina pure lei? Sì ma anche bersagliera per il tanto correre senza mai fermarsi, senza piume al vento, ma con la testa sulle spalle e tanta generosa capacità. Bè è proprio vero, il bello, il buono ed il meglio finiscono sempre per succedere. E il futuro? Anche qui dicono T.D.S. sarà migliore di qualsiasi passato. O meglio come direbbe S.Carla Deo Gratias Uno sguardo particolare da lassù, una presenza discreta da lassù e allo stesso tempo pregnante, la sensazione di un Qualcosa, di Qualcuno di determinante, necessario, complice, assecondante, presente I difetti, le sconvenienze, gli errori? Magari anche tanti ma pensiamoci la prossima volta.

8 8 Dicembre PASSI NEL PARCO DI VILLA PADULLI: 5 MAGGIO passi nel Parco di Villa Padulli: giornata di festa in Piazza Umberto I e visite guidate, in collaborazione con la Protezione Civile, nel Parco di Villa Padulli. La banda e l Amministrazione comunale festeggiano i 100 anni della signora Olgarita Banfi. Foto by Photorep Foto by Photorep Foto by Photorep Foto by Photorep Foto by Photorep Foto by Photorep Foto by Photorep Continua

9 9 Dicembre 2013 Cento passi nel parco di Villa Padulli EVVIVA LA FESTA DELLO SPORT Foto by Photorep Foto by Photorep Foto by Photorep Dopo un anno di pausa, è tornata più in forma che mai (è proprio il caso di dirlo!) la Festa dello Sport! Sabato 8 giugno si è infatti svolta al parco della Pace la sesta edizione della Festa dello Sport, conclusiva del progetto "DIVERTIAMOCI CONDIVIDENDO...SET... CANESTRO... GOAL!!!!" che ha coinvolto tutte le classi della Scuola Primaria A. Manzoni di Cabiate. Grande successo per questa manifestazione che si è potuta realizzare grazie all'appoggio dell'amministrazione Comunale e alla preziosa collaborazione delle Associazioni Sportive di Basket, Calcio e Pallavolo che non si è certo limitata all'organizzazione di questa festa. Infatti, gli allenatori Cristina, Mattia, Federica e Ilaria hanno seguito con pazienza e buona volontà i ragazzi durante tutto l'anno scolastico: a loro va il nostro grazie più sentito! mattinata è trascorsa tra giochi e gare e si è conclusa con la premiazione della squadra vincente da parte del campione olimpico Igor Cassina che, accolto con grande calore dal numeroso pubblico, ha raccontato la propria esperienza e rivolto ai presenti l'augurio di poter ricavare dallo sport i valori veri della vita. La buona riuscita di questa mattinata di sport si deve sicuramente anche all'aiuto concreto di tanti genitori che hanno dato un grande contributo nell'organizzazione, alla disponibilità degli insegnanti e ai nostri bambini, ben felici di trascorrere tanto tempo all'aperto all'insegna di giochi e divertimento e la cui allegria ha coinvolto tutti i presenti. Un grande grazie, infine, agli Alpini sempre disponibili alla collaborazione, che con le loro salamelle hanno allietato i palati di grandi e piccini! Le maestre della Scuola Primaria A. Manzoni

10 10 Dicembre 2013 EVVIVA LA FESTA DELLO SPORT

11 11 Dicembre 2013 I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA Come momento finale del progetto musicale di Plesso, venerdì 24 maggio, presso il Palazzetto dello Sport di Cabiate, gli alunni delle classi prime, seconde e terze della Scuola Primaria A. Manzoni si sono esibiti nello spettacolo I MIGLIORI ANNI, accompagnati dal gruppo corale degli ANTA. Lo spettacolo ha concluso i festeggiamenti per il cinquantesimo compleanno della scuola, iniziati ad ottobre con una CAMMINATA e una MOSTRA. Gli alunni, con canzoni significative e supportati dagli Anta, hanno percorso la storia della musica italiana partendo dagli anni 60 fino ad arrivare ai nostri giorni: un nostalgico viaggio sulle ali delle più celebri melodie che costituiscono la colonna sonora dei cinque decenni di vita di A. Manzoni, una scuola che nonostante sia in cammino da 50 anni, come recita il suo slogan, rimane sempre ed eternamente giovane, come da sua natura. Divertente è stata anche l animazione che ha accompagnato le canzoni, presentate per decenni(anni 60, Anni 70 ) con brevi commenti e informazioni sulle caratteristiche del periodo storico. Gestualità, movimenti, scenette hanno dato un ulteriore tocco scenografico all esibizione. I protagonisti hanno saputo emozionare il numeroso pubblico presente, che ha dimostrato di gradire l esibizione con frequenti e calorosi applausi e lasciandosi spesso coinvolgere nel canto Un piacevole tuffo nel passato ha fatto riaffiorare ricordi e sensazioni che sembravano sopiti Alla fine, l insegnante Bregaglio ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato per la buona riuscita dello spettacolo: in primis gli alunni, poi gli Anta (a cui è stato consegnato un attestato come ricordo), gli insegnanti e i genitori,che hanno prestato come sempre la loro opera con impegno e passione, la Banda S. Cecilia,che ha fornito il fondale, e la maestra D Azzeo, che da pensionata continua a dare la sua disponibilità e il suo contributo nelle varie manifestazioni della scuola. 30 GRUPPO ALPINI DI CABIATE Nella ricorrenza del Trentesimo di costituzione del nostro Gruppo Alpini, contrariamente alle tradizionali sfilate, abbiamo deciso di ricordarlo esclusivamente per la "nostra" Cabiate. Il 15 aprile ci siamo recati presso la scuola primaria donando a tutti i ragazzi il Tricolore e l'inno di Mameli spiegandone la nascita e la necessità di amarlo. Il 19 Aprile ricorrendo il centenario di fondazione della scuola materna Padulli con un buon numero di alpini abbiamo donato a tutti i bambini la bandiera Tricolore. Nel mese di settembre abbiamo invitato il Coro Alpino Orobica diretto da Don Bruno Pontalto che nel 1987 era i cappellano della Brigata Alpina Orobica. Lo stesso Don Bruno nel 2008 avendo visto il Santuario di Cabiate ha espresso il desiderio di cantare in quella chiesa. Grazie al nostro parroco Don Carlo tutto ciò è stato possibile e il 7 di settembre il coro alpino Orobica si è esibito in Santuario davanti ad un pubblico molto entusiasta. Come preventivato da Don Bruno, l'acustica è stata stupenda e tutti coloro che erano presenti alla serata si ricorderanno per molto tempo di questo fantastico coro. Un ringraziamento particolare va anche alla Prorezione Civile che ci ha aiutato ad organizzare la logistica di questa manifestazione. Termineremo il nostro anniversario sabato 9 novembre con una Santa Messa in sufragio degli Alpini e Amici degli Alpini che sono andati avanti ricordando in particolar modo Mons. Luigi Oldani cappellano del nostro Gruppo e tutti coloro che ci sono vicini. Il Capogruppo Agostoni Pietro

12 12 Dicembre 2013 FESTA PER L 85 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO MUSICALE S. CECILIA L'ultimo anno trascorso è stato ricco di avvenimenti per il corpo musicale Santa Cecilia. A settembre è stato festeggiato un grande traguardo: l'85 anniversario della nascita dell'associazione, che è stato celebrato con una grande sfilata in compagnia di altri corpi musicali (La cittadina di Cantù, Santa Cecilia di Meda, il corpo musicale di Carate Urio...) per le vie del paese. Successivamente, in occasione delle festività natalizie, è stata organizzata una interessante e riuscita serie di concerti che hanno visto la collaborazione attiva degli allievi della scuola materna Padulli e delle scuole elementari manzoni. Il 2013 è iniziato con un grande rinnovamento: il maestro Marco Gerosa, dopo 19 anni di direzione che hanno portato il Corpo musicale ad eseguire concerti in tutta Italia e anche in alcune capitali europee, ha infatti lasciato il posto al maestro Michele Fioroni. Il nuovo sodalizio con il giovane maestro, che vanta già numerose collaborazioni musicali e incarichi di direzione, è iniziato ufficialmente sabato 4 maggio con il concerto in occasione della festa della mamma, durante il quale è stato proposto un repertorio che comprendeva musiche tratte dalla lirica e dall'opera, oltre che composizioni originali per banda. Nel mese di giugno il corpo musicale ha partecipato ai festeggiamenti in occasione del 100 anniversario dalla fondazione della scuola materna Padulli. In questa occasione è stato eseguito l'inno a Cabiate di fronte ai cittadini e alle autorità presenti, tra le durante il quale il maestro Fioroni ha diretto il corpo musicale negli appuntamenti della stagione concertistica estiva: Musica in corte, presso la residenza Domus, e Brindisi in villa, presso la residenza Anderloni. Il programma proposto, in occasione dell'anno verdiano e wagneriano, non poteva che presentare diverse composizioni dei due celeberrimi autori. Domenica 9 giugno, proprio nelle terre natali del maestro Giuseppe Verdi, si è tenuta la classica gita del corpo quali in cardinale Tettamanzi. L'attività della banda per la prima parte del 2013 si è conclusa nel mese di luglio, musicale. Durante la giornata i partecipanti hanno avuto l'occasione di visitare la casa natale del maestro, nonchè la villa dove ha vissuto. Proprio nella residenza di Busseto il maestro ha vissuto, composto e ha lasciato innumerevoli testimonianze del suo talento multiforme.

13 13 Dicembre 2013 FESTA PER L 85 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO MUSICALE S. CECILIA La scuola di musica è aperta a tutti, e a settembre ricominceranno i corsi della scuola allievi, con l'auspicio che numerosi nuovi aspiranti strumentisti entrino a far parte della scuola. Il presidente Giuseppe Gugliotta ha grandi programmi per il futuro del corpo musicale: "il mio sogno è quello di collaborare attivamente per fare crescere la Santa Cecilia non solo dal punto di vista musicale ma anche come associazione. La nostra scuola allievi deve essere il punto di partenza per gettare le basi del futuro del corpo musicale." Per qualsiasi informazione contattare: (presidente Gugliotta) corpo musicale santa cecilia cabiate Cesare Longoni ha rivestito la carica di presidente dell'associazione con impegno, dedizione e sicuramente un approccio sempre positivo e appassionato per 16 anni consecutivi, nonchè numerosi altri anni in veste di amico e collaboratore. Un legame che, grazie al grande rapporto di stima e amicizia instaurato con i musicanti, sta continuando tutt'ora. Di pari passo con la stagione concertistica, anche la scuola allievi ha visto grandi rinnovamenti e oggi vanta 16 iscritti nelle classi di percussioni, ottoni e ance. Il 15 e 16 settembre 2012 la nostra Banda ha festeggiato 85 anni! Ecco alcuni momenti della bella manifestazione svoltasi in collaborazione con altre Bande di paesi vicini. La

14 14 Dicembre 2013 di attenzione verso noi stessi e verso il mondo che abitiamo. Si può vivere in due modi. Si può vivere solo per se stessi, ponendosi al centro di tutte le cose, e allora si diventa fatalmente aggressivi. Oppure si vive con l esigenza di creare per tutti gli uomini pace e felicità (Padre Balducci) Il laboratorio parrocchiale Sotto il campanile nasce nel mese di maggio del 2009 con l obiettivo di creare percorsi di inclusione sociale attraverso attività lavorative di riciclo e rigenerazione. La ricchezza e la valorizzazione delle risorse umane, professionali e creative consente annualmente la realizzazione del PROGETTO SOLIDARIETA determinando nel contempo un percorso che continua a svilupparsi in un vero e proprio lavoro di ricerca. Il lavoro principale, se così si può definire, consiste nell ingegnarsi a recuperare materiali che altrimenti verrebbero buttati e grazie alla preziosa collaborazione di alcune esperte del settore handcraft oltre al lavoro manuale, il laboratorio organizza corsi e dimostrazioni per far conoscere e approfondire le diverse tecniche creative utilizzate. Ogni pezzo è UNICO, diverso dall altro per materiale utilizzato, rifiniture e decorazioni. L obiettivo del laboratorio è tanto quello di recuperare e sviluppare manualità e creatività quanto quello di creare nel contempo prodotti artigianali belli, pratici e durevoli. Il gruppo di lavoro si incontra tutti i martedì sera dalle ore 20,30-22,30 e il mercoledì pomeriggio dalle ore 14,30-16,30 nei locali che la parrocchia ha messo a disposizione in via Rho n. 6 per smistare il materiale raccolto e per progettare i lavori. I corsi e le dimostrazioni si tengono presso il Centro Giovanile in via Baracca n. 4. I manufatti creati dai volontari vengono periodicamente presentati in mostre-mercato ed il ricavato è devoluto per beneficenza. Tutte le informazioni inerenti alle attività del laboratorio e la vetrina dei manufatti prodotti sono visibili e aggiornati MENSILMENTE su FACEBOOK - lab sotto il campanile. Contatti : Sig. Assunta cell ore ufficio Alla base di ogni attività del laboratorio ci sono tre parole chiave : recupero, rigenerazione, riuso. Recupero di materiali, beni e esperienze. Rigenerazione in altre forme di ciò che sarebbe destinato all eliminazione sviluppando nel contempo nuove creatività Riuso e conservazione : la cura quale pratica quotidiana

15 15 Dicembre 2013 Una delle realtà che opera sul nostro territorio è la Caritas Parrocchiale. E' innanzitutto doveroso precisare che la Caritas non è un'associazione di volontariato e neppure un ente filantropico ma è la Chiesa stessa che realizza una delle sue funzioni vitali: lo spirito e la pratica dell'amore evangelico. La Caritas esiste perché esiste la Chiesa, comunità dei Cristiani, per i quali il servizio ai fratelli bisognosi costituisce una risposta di coerenza con la propria fede. A Cabiate la Caritas c'è da parecchi anni e ha operato e continua a operare in vari settori. Uno dei servizi maggiori offerti è quello dei trasporti.. In questo caso ci si rivolge a volontari che, gratuitamente, si mettono a disposizione per accompagnare con il loro mezzo persone bisognose di visite o terapie in ospedali o ambulatori. Riguardando l'archivio, si vede che sono oltre 200 i volontari che, nel corso degli anni, si sono prestati per questo servizio e oltre una cinquantina le persone che ne hanno usufruito, per periodi più o meno lunghi. La gratitudine che tutta la comunità deve a queste persone è davvero grande, perché senza la loro generosa disponibilità, non sarebbe stato possibile offrire questo importante servizio a tante persone. Altro grande aiuto che la Caritas riesce a dare, soprattutto in questo periodo di crisi che tocca anche tante persone di Cabiate, è la distribuzione mensile di borse con prodotti alimentari a famiglie bisognose: attualmente sono oltre una trentina le borse che vengono distribuite. Anche questa assistenza è resa possibile dalla generosità dei Cabiatesi che, durante l'avvento e la Quaresima, rispondono con generosità all'appello della Caritas, donando questi prodotti nei vari punti di raccolta. Un grazie va anche ad una panetteria di Cabiate che, il lunedì, dona quanto viene avanzato nel negozio e ad una pizzeria di Meda che, una volta alla settimana, offre delle pizze che vengono portate a famiglie bisognose. Ad alcune di queste famiglie viene anche dato un aiuto economico, sotto varie forme: durante l'anno 2012 la spesa sostenuta è stata di Euro. Per poter continuare ad offrire questi contributi economici, la Caritas fa appello alla generosità di tutti e ricorda che è possibile devolvere offerte direttamente al Parroco o a qualche componente della Caritas, oppure lasciare soldi nella cassetta posta a lato dell'altare della Madonna in chiesa parrocchiale. Prima di decidere di dare sia l'aiuto in denaro checon le borse di alimentari, ci si consulta sempre con il Parroco e con l'assistente sociale del comune, in modo da essere sicuri che le persone che ne usufruiscono siano veramente bisognose. I membri della Caritas vanno regolarmente a trovare gli anziani e gli ammalati costretti in casa dall'età o dalla malattia e, essendo questo servizio organizzato in modo che un gruppo di ammalati sia sempre visitato dalle stesse persone, si riesce a instaurare un rapporto di amicizia. Ogni volta ci si sente dire: "Vi aspettavamo, tornate ancora!" Esiste anche un servizio di volontariato di giovani che, due sabati al mese, si recano nelle abitazioni di ragazzi disabili, per dar modo alle famiglie di organizzare il loro tempo, sicuri che ci sia qualcuno che si prende cura, con attenzione ed amore, dei loro figli. Purtroppo, in questo ambito, si vorrebbe e si dovrebbe fare di più, ma è veramente difficile trovare giovani disponibili per questo servizio, nonostante l'impegno richiesto sia solo del pomeriggio di un sabato al mese. Una simpatica iniziativa che si riesce sempre ad organizzare per Natale è la visita che due bambini,

16 16 Dicembre 2013 vestiti da angioletti di Gesù Bambino, fanno ai ragazzi con difficoltà, portando un piccolo dono, e accompagnati da una decina di componenti della nostra banda musicale che, con tanta disponibilità, suonano e ripetono su richiesta i noti motivetti natalizi. La Caritas è anche un punto di riferimento per famiglie che cercano un aiuto domestico o badanti. Per aprire un po' la visuale oltre il nostro territorio, dal 2003 la Caritas di Cabiate ha iniziato una specie di gemellaggio con la Caritas della Georgia, il Paese caucasico che faceva parte dell'unione sovietica, e che ora, dopo la caduta del comunismo, versa in uno stato di grave bisogno. Per parecchi anni, le raccolte di generi alimentari che venivano fatte in Avvento e Quaresima, erano proprio a favore della popolazione di questa nazione, mentre ora, visto l'alto costo delle spedizione con container ma soprattutto delle sopraggiunte difficoltà di famiglie cabiatesi, si è sospeso l'invio di questi prodotti che vengono utilizzati per il nostro territorio. Continuano invece le adozioni di bambini seguiti dalla Caritas Georgia: attualmente sono ancora un'ottantina le famiglie adottanti che versano alle incaricate, mensilmente, 25 Euro. Il desiderio di tutti i componenti della Caritas, (ma dovrebbe essere il desiderio di tutti) è che nessuno, nella nostra comunità, possa dire di essere stato lasciato solo nel momento del bisogno. Purtroppo, ci si rende conto che spesso è quasi più difficile scoprire chi ha necessità di aiuto che aiutare: non sempre chi è in difficoltà osa chiedere. Sarebbe quindi auspicabile che ognuno di noi iniziasse a pensare che la persona che ci passa accanto, che ci abita vicino, è forse nel bisogno e se ne facesse carico in qualche modo (anche solo segnalando questo bisogno a chi di competenza -Sacerdoti o componenti Caritas). Se ciò si realizzasse, allora, veramente, la comunità cristiana potrebbe dire di aver risposto pienamente alla sua vocazione. Le Parole che non hanno mai abbandonato la Chiesa nel suo bimillenario cammino sono sempre le stesse: "Da questo riconosceranno che siete miei discepoli: dall'amore che avrete gli uni per gli altri".

17 17 Dicembre 2013 Il termine donazione è conosciuto ed usato in tutto il Mondo per il suo enorme e determinante valore che anche noi dell Avis comunale di Cabiate conosciamo molto bene e a cui attribuiamo un significato sociale ed associativo. Sono ormai 55 anni che gli avisini di questa sezione donano qualcosa di loro per il prossimo, donano un bene prezioso ed indispensabile per la popolazione: il sangue. Proprio così, 55 anni di storia che ci hanno portati ed essere quelli che oggi siamo e che contiamo di essere coi fatti negli anni a venire. Recentemente ci sono stati alcuni avvenimenti che ci hanno resi protagonisti in Paese, come il cambio della sede passata ora in via Toti (ex abitazione della suore della vecchia scuola materna). Per questa nuova ubicazione dobbiamo ringraziare, ed utilizziamo anche questo mezzo, l Amministrazione Comunale, il Sindaco e tutti gli Assessori; al contrario non sono cambiate la nostra disponibilità ed il nostro impegno, tant è che come al solito ci troverete il secondo giovedì di ogni mese dalle ore alle ore circa. Altro recente e significativo avvenimento è stato il traguardo in questo 2013 appunto del cinquantacinquesimo anno di fondazione dell Avis Comunale di Cabiate, e come ogni anniversario che si rispetti il Consiglio Direttivo si è riunito ed ha organizzato una giornata indimenticabile: la domenica del 19 Maggio scorso, iniziata con la Santa Messa celebrata dal Parroco Don Carlo, il quale ha debitamente sottolineato l importanza dell associazione e della sua presenza nella comunità, a cui è seguita la visita al monumento eretto a simbolo del volontariato avisino e di quanti ci hanno preceduto nell impegno sociale. Grazie anche all accompagnamento musicale del Corpo Musicale Santa Cecilia di Cabiate la commemorazione ed i festeggiamenti sono proseguiti sino al pranzo conclusivo presso il Centro Giovanile. Saltando indietro fino all inizio di quest anno, altro momento importante è stato caratterizzato dalle nomine del Consiglio Direttivo da cui, con grande dispiacere, alcuni dei nostri validi consiglieri hanno dato le dimissioni e perciò stesso a tutti loro va la nostra completa e sincera riconoscenza per l impegno profuso all interno di questo piccolo gruppo. Naturalmente all interno del Consiglio abbiamo accolto nuovi membri, nuovi consiglieri che hanno mostrato dal principio determinazione e voglia di far crescere la nostra sezione. Il Consiglio quindi è ora così composto: il presidente Cesare Minotti, il vicepresidente Domenico Gugliotta, la Segretaria Alessia Colombo, la vicesegretaria Michela Fantin, il tesoriere Barbara Bardellotto, i consiglieri Marina Luraschi, Agostino Michienzi, Aronne Carenini e Fulvio Carenini; mentre il direttore sanitario è il Dottor Umberto Vaghi. Tuttavia, con enorme rammarico, ricordiamo anche le note dolenti. Il compiacimento per la rinnovata presenza dell associazione nella vita comunitaria lascia il doveroso e sentito spazio al ricordo di un avvenimento altresì poco piacevole accaduto poco prima di festeggiare il nostro anniversario: la scomparsa di un grande uomo, per tutti noi associati e non solo, il Presidente Onorario dell Avis: Franco Busnelli, il quale ha determinato e determinerà la storia di Avis Cabiate. Permetteteci dunque di usare questo articolo per il più animato e sincero dei ringraziamenti a Franco: «grazie di cuore Presidente per tutto quello che ha fatto per noi; la ricorderemo e avremo nei nostri occhi il suo esempio, l esempio di una persona sempre pronta e sempre in prima linea ad aiutare il prossimo, ma anche un uomo con un sorriso per tutti coloro che incontrava sul suo cammino, una persona sempre presente in ogni occasione, sempre pronta a dare consigli o semplicemente a dire ciò che pensava. Ciao Franco e ancora grazie per quello che con il tempo hai realizzato e che noi, con molto piacere ed onore, cercheremo di portare avanti». Come avete letto nelle righe precedente, il nostro è un gruppo poco numeroso ma i valori e gli obiettivi che portiamo avanti ci portano ad essere uniti e sempre

18 18 Dicembre 2013 pronti a raggiungere dei traguardi, con la speranza di portare a casa piccoli ma importanti risultati. Un ottimo risultato che potrebbe renderci felici ed orgogliosi di quello che facciamo, riguarda proprio voi cari lettori, perché la nostra associazione sta cercando nuove persone, nuovi donatori che abbiano voglia di entrare a far parte di questa famiglia, la famiglia del donatore, colui che, nonostante la crisi, nonostante i momenti poco piacevoli, ha la voglia e il desiderio di dedicare un pochino del suo tempo per recarsi a donare un bene prezioso e vitale a coloro che ne necessitano. Non vogliamo sconvolgervi la vita o cambiare le vostre abitudini, vogliamo solo trasmettere un messaggio, ossia che donare il sangue è un gesto che non costa nulla ma che cambia la vita. Vi aspettiamo a braccia aperte, anche solo per avere delle informazioni o soltanto per chiarirvi dei dubbi. Non abbiate timore di scegliere di fare il donatore, è una scelta di cui non potrete mai pentirvi, i nostri predecessori ne sono un esempio. Alessia Colombo e Michela Fantin INDAGINE ISTAT MULTISCOPO SULLE FAMIGLIE "USO DEL TEMPO" ANNI L'Istituto Nazionale di statistica (Istat) svolgerà un'importante rilevazione sull'uso del tempo, a partire dal mese di dicembre 2013 e fino al mese di ottobre 2014, in attuazione dell art. 16 della legge 53/2000 Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città. Le informazioni saranno raccolte direttamente presso circa famiglie residenti in 508 Comuni italiani e serviranno a conoscere come gli italiani organizzano la loro vita quotidiana e come conciliano orari ed impegni di varia natura, con particolare attenzione alla divisione dei ruoli di genere nella società e nelle famiglie. L'Istat ha affidato al Comune di Cabiate, attraverso l Ufficio Statistica Servizi Demografici, il compito di svolgerla su n 44 famiglie totali, ripartite in 4 trimestri di rilevazione (dicembre2013-aprile2014-agosto2014-ottobre2014). Le famiglie campione sono state estratte CASUALMENTE dall Istat attingendo dagli archivi anagrafici comunali; ad esse sarà sottoposto un questionario predisposto dall'istat; saranno avvisate tramite lettera del Comune e/o dell'istat e contattate da un rilevatore munito di tesserino di riconoscimento che deve essere mostrato; in alcuni casi la lettera potrebbe essere recapitata direttamente dal rilevatore; le famiglie estratte hanno l obbligo di rispondere ai questionari come indicato dall'art. 7 del D.Lgs n. 322/89 e dal DPR La normativa vigente, tuttavia, prevede la facoltà di rispondere o meno ad alcuni quesiti riguardanti dati sensibili che verranno segnalati dall'intervistatore. Le informazioni raccolte, tutelate dal segreto statistico e sottoposte alla normativa sulla protezione dei dati personali, saranno utilizzate nell'ambito del Sistema statistico nazionale esclusivamente ai fini statistici e saranno diffuse in forma aggregata in modo tale che non sia possibile risalire ai soggetti che le forniscono. Titolare del trattamento dei dati è l'istat - Istituto nazionale di statistica, via Cesare Balbo Roma; responsabile del trattamento è il Direttore centrale per le indagini su condizioni e qualità della vita, anche per quanto riguarda l'esercizio dei diritti degli interessati. Per verifiche ed approfondimenti è possibile rivolgersi a: Istat telefonando al numero verde (gratuito) il martedì e il giovedì dalle ore alle ore 13.00; Comune di Cabiate Ufficio Servizi Demografici Tel Per ogni ulteriore informazione consultare: Il Comune di Cabiate ringrazia sin d ora le famiglie che collaboreranno all indagine. IL SINDACO (Brenna dott. Maurizio)

19 19 Dicembre 2013 NOTIZIE DAI GRUPPI CONSILIARI LEGA NORD LEGA LOMBARDA PER L INDIPENDENZA DELLA PADANIA Una statua per i nostri artigiani Il 17/05/2011, durante un consiglio comunale, il gruppo della Lega Nord ha proposto una mozione in cui si chiedeva alla maggioranza di impegnarsi a far progettare e posizionare una statua che potesse rappresentare il mondo dell artigianato locale legato in particolare al mondo del legno-arredo. Cogliamo questa occasione per raccontarvi quella mozione e la sua storia. Alla crisi economica che stiamo ahinoi vivendo si va via via sempre più accostando in modo nascosto e strisciante una crisi di valori, una crisi morale che investe molti dei capisaldi che rappresentano le basi delle nostre tradizioni, delle nostre radici. La crisi sembra volersi portare via con se tanti aspetti del nostro vivere civile, tante caratteristiche della nostra società. Arrendersi a tutto questo non è sicuramente il modo migliore di affrontare questo periodo pieno di rivolgimenti. Non è nello spirito brianzolo ne tanto meno in quello dei cabiatesi, abituati ad alzarsi presto la mattina, ad andare a lavorare, a fare i conti con la vita con la fronte imperlata di sudore e lo spirito di chi sa quanto valore ha quello in cui crede e quello che fa. Una sera d inverno del 2011, trovandoci nella nostra sede, il gruppo della Lega di Cabiate, ragionando su questi temi, ha deciso che era bene, oltre a tutte le azioni portate avanti a livello comunale su temi economici e sociali volte a migliorare, per quanto possibile la vita di tutti i cabiatesi, ribadire e scolpire nella memoria di tutti, uno degli aspetti più tipici del nostro paese. Pensammo che era il caso di ergere di fronte alla crisi una difesa anche morale. Pensammo che era il caso di mettere in bella mostra ciò che siamo, quasi a sfregio della crisi, ricordando a questo tragico periodo che ci sono cose che non permetteremo che ci vengano sottratte. E allora, oltre a battagliare in consiglio per far abbassare le imposte, oltre a brigare per portare un po di investimenti sul territorio, abbiamo creduto fosse nostro dovere portare avanti anche una battaglia culturale per riaffermare e per ricordare cosa e chi ha reso grande Cabiate. L artigianato e gli artigiani. Veri baluardi della Cabiate di una volta e della Cabiate di oggi, meritevoli ancor più in questo momento in cui stanno lottando aspramente contro un nemico invisibile eppure tangibilissimo. Nella mozione che presentammo in consiglio abbiamo ricordato che l economia cabiatese ha ruotato e ruota intorno all attività artigianale, che questa attività ha molto influito sulla cultura locale portando il nostro paese, tra le altre cose, a divenire punto di riferimento importantissimo per molti artisti del settore, che l artigianato ha rappresentato per molto tempo e rappresenta ancora oggi fonte di reddito e di sostentamento per numerosissime famiglie cabiatesi. Nella mozione abbiamo poi portato a conoscenza di tutti che, come comprovato da testimonianze e ricostruzioni storiche, la prima vera e propria bottega artigianale legata al settore del legno-arredo è sorta in Cabiate già nel 1730, che anche nella toponomastica cittadina possiamo ritrovare l importanza che ha avuto l artigianato per Cabiate. La Via Brocchi, per esempio, è infatti dedicata ad un professore veneziano che, trasferitosi a Cabiate, aprì una rinomata bottega di mobili in stile e fu nominato direttore della locale scuola di disegno. Inoltre non potevamo non rammentare che la poetessa dialettale Ida Rho ci ha lasciato una poetica rappresentazione della figura del falegname nella sua bella poesia Ul Legnamèè. Abbiamo perciò chiesto che l amministrazione si impegnasse a posizionare una raffigurazione scultorea che rappresenti l artigianato locale legato al settore del legnoarredo collocandola in una delle rotonde presenti lungo via Buozzi, arteria sita in piena zona industriale-artigianale. Abbiamo anche avanzato l idea di prendere in considerazione, magari in un futuro non troppo lontano, la possibilità di poter posizionare tre raffigurazioni dello stesso tipo su tutte e tre le rotonde presenti lungo via Buozzi così da rendere quell arteria vitale ad economia e commercio una vera e propria opera

20 20 Dicembre 2013 artistica in tributo ai nostri artigiani. Per rendere meglio al lettore quelle che erano e sono le nostre intenzioni vogliamo in quest occasione proporre di seguito parte del commento esposto a corredo della mozione stessa in consiglio comunale. Scrisse una volta un grande poeta di nome Charles Baudelaire: "Vi sono profumi freschi come carni di bimbi, dolci come gli oboe, verdi come prati e altri, corrotti, ricchi e trionfanti, tali da espandersi come le cose infinite, come l'ambra, il muschio, il benzoino e l'incenso, che cantano i trasporti dello spirito e dei sensi." Tra tutti e cinque i nostri sensi, l olfatto è di sicuro quello più sorprendente e misterioso. Un messaggio odoroso infatti può suscitare molte diverse sensazioni come piacere, rifiuto o eccitazione e tutto questo senza che il nostro cervello ne sia conscio. In questo senso si può ben dire che un odore o un profumo è sempre carico di emotività e rispedisce facilmente la nostra mente ad esperienze passate. Da questo punto di vista, si parla spesso di memoria olfattiva per indicare come i ricordi legati all olfatto che risalgono all'infanzia così come quelli legati a vicende emotivamente molto coinvolgenti siano i più potenti nella loro capacità di suscitare sensazioni gradevoli, oltre che i più facili da riattivare poiché la loro forza dipende dall'importanza che ha avuto la situazione in cui l'odore è stato percepito nel processo d'apprendimento delle persone. Prova del fascino e del mistero sollevato nell uomo dalle sensazioni odorose sono state le grandi testimonianze che ci hanno lasciato insigni poeti e letterati. Pensiamo a La Montagna Incantata di Thomas Mann, dove l'odore del sanatorio di Davos è talmente ben descritto che sembra di poterlo percepire nelle narici oppure a Madame Bovary di Flaubert, dove i dolci ricordi di Emma sono evocati dai profumi del vento e dei lillas, senza infine dimenticare l abilità letteraria di Harris Joanne, nel deliziare il lettore attraverso le descrizioni delle vetrine imbandite di peccati al cioccolato che spopolano nel best-seller Chocolat. È da qualche minuto che parlo e qualcuno probabilmente si sarà chiesto perché me ne sto qui a disquisire di poeti e di profumi quando questo dovrebbe essere il commento ad una mozione riguardante l artigianato. Porsi domande ed avere dubbi è sempre un esercizio sano ma questa volta non ce n è bisogno, credetemi, un nesso c è. Ritengo che tutti noi sappiamo fin troppo bene qual è e qual è stata l importanza economica e sociale che ha avuto per Cabiate il settore dell artigianato. Non è il caso quindi di dilungarsi in discorsi che molti altri meglio di me potrebbero pronunciare sull argomento. Allora ho deciso di guardare a quest aspetto così fondamentale per il nostro paese da un altra prospettiva, una prospettiva più interiore, più umana. Io credo che quando si parla di artigianato la questione olfattiva sia di primissimo piano, di primissima importanza se si vuole cercare di cogliere l aspetto più poetico ed umano di questo nobile lavoro. Si parla spesso di memoria collettiva. Essa, ritengo non sia fatta solo di fotogrammi, di oggetti e di tutto ciò che è in qualche modo tangibile ma anche di tutto ciò che per una collettività è emozione comune, ricordo comune che resta impresso per sempre. Ricollegandomi a quanto detto in precedenza penso si possa dire che una comunità abbia, quale retaggio del suo passato, anche una memoria olfattiva collettiva. Essa può coincidere con tutto quell insieme di profumi, odori e fragranze riconducibili immediatamente ad un esperienza ed un emozione comune ad un insieme di persone, ad una comunità intera. Se oggi prendessimo a girare per le vie di Cabiate e chiedessimo ad ogni persona che incontriamo qual è il profumo che maggiormente contraddistingue la sua vita o del quale comunque abbia un ricordo più forte ed intenso, credo di non sbagliare dicendo che molti risponderebbero quello del legno, quello della paglia,

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme!

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Giugno 2015 Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera DIVERSITÀ E AMICIZIA Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Diversità e amicizia: questi i due temi della festa

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

COMUNE DI CAPISTRANO

COMUNE DI CAPISTRANO COMUNE DI CAPISTRANO GRUPPO BANDISTICO CITTA DI CAPISTRANO I Raduno Bandistico Città di Capistrano, 8 Agosto 2012 a Capistrano (VV) (Calabria). Con la partecipazione dei gruppi bandistici: L Associazione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DON AGOSTINO ROSCELLI P:zza Paolo da Novi,11 16129 Genova ANNO SCOLASTICO 2014 2015 La scuola dell infanzia non è scuola dell obbligo,

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 Care e cari Sanganesi, egregi Assessori, egregi Consiglieri, caro Dott. Russo, carissima Flavia oggi si insedia il nuovo Consiglio

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano In data di giovedì 4 giugno dalle ore 20.45 presso Auditorium Moscheni c/o la scuola secondaria F. Nullo si è tenuto il Comitato Genitori n. 4 per l anno

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA CERVARO CAPOLUOGO PROFUMO DI NATALE IO CITTADINO DEL MONDO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA CERVARO CAPOLUOGO PROFUMO DI NATALE IO CITTADINO DEL MONDO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA CERVARO CAPOLUOGO PROFUMO DI NATALE IO CITTADINO DEL MONDO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO SCUOLA DELL INFANZIA CERVARO CAPOLUOGO PROGETTO

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ Scuola Mater Gratiae Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ ASCOLTIAMO INSIEME GESÙ MOTIVAZIONE Una delle priorità importanti nel nostro progetto educativo didattico della scuola dell infanzia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: Estense.com Vigarano, ecco il nuovo polo scolastico Paron: Scelta la data dell'11 settembre per riprenderci il futuro di Federica Pezzoli Vigarano Mainarda. Quello

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

«Salus populi suprema lex esto» (Cicerone)

«Salus populi suprema lex esto» (Cicerone) INTERVENTO PER LA POSA DELLA PRIMA PIETRA DELLA NUOVA CASERMA DEI CARABINIERI DI OGGIONO 14 MARZO 2010. «Salus populi suprema lex esto» (Cicerone) In questa splendida giornata, in cui anche il clima dopo

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

"Sono lusingata per il riconoscimento e la fiducia che mi è stata a accordata - dichiara la neo

Sono lusingata per il riconoscimento e la fiducia che mi è stata a accordata - dichiara la neo Non Profit: eletti i nuovi vertici del MODAVI, Bellucci presidente per rinnovare gli organi dirigenti dell associazione. È stata eletta presidente Maria Teresa Bellucci, psicologa e psicoterapeuta; mentre

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

Leggere, ascoltare, navigare

Leggere, ascoltare, navigare Leggere, ascoltare, navigare L AMORE CONTA di Maurizio Ermisino Fausto Podavini ha seguito per due anni una coppia: un marito malato di Alzheimer, una moglie che l ha seguito con devozione. È nato così

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5.

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. 1) Ciao Laura e ben trovata, parliamo del Campionato appena terminato, un ottimo risultato della vostra squadra

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto

Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto educativo nel quale l'apprendimento si accorda all'essere e

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

Spazio Tex SPAZIO TEX SI PREPARA AL NATALE. Cosa segnaliamo. Novembre-dicembre 2013 EDIZIONE N 2, 2013

Spazio Tex SPAZIO TEX SI PREPARA AL NATALE. Cosa segnaliamo. Novembre-dicembre 2013 EDIZIONE N 2, 2013 Notiziario Spunti Riflessioni Suggerimenti Annotazioni Segnalazione Eventi Collaborazioni Spazio Tex Novembre-dicembre 2013 EDIZIONE N 2, 2013 Cosa segnaliamo LIBRI IN GIRO, LETTORI CERCASI SPAZIO TEX

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

Ambiente/Beni materiali VALORE Crescita personale VALORE Svago VALORE

Ambiente/Beni materiali VALORE Crescita personale VALORE Svago VALORE VALUTA OGNUNA DI QUESTE DIMENSIONI LEGGI BENE LE DOMANDE, PENSA CON TRASPARENZA ED ONESTA CON TE STESSE E COMPLETA CON UN AUTOVALUTAZIONE DA A 0 PER OGNUNA. RIPORTA IL SUL GRAFICO (UTILIZZA QUELLO IN FONO

Dettagli

Asilo Infantile di Vespolate Scuola dell Infanzia Ai caduti (Sozzago) Scuola Materna Chiara Beldì (Romentino)

Asilo Infantile di Vespolate Scuola dell Infanzia Ai caduti (Sozzago) Scuola Materna Chiara Beldì (Romentino) Asilo Infantile di Vespolate Scuola dell Infanzia Ai caduti (Sozzago) Scuola Materna Chiara Beldì (Romentino) Il progetto L ABC della solidarietà la parabola del Buon Samaritano nasce dalla collaborazione

Dettagli

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola La scuola inizia alle 7.50. Noi bambini ci ritroviamo nel cortile

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

spettacolo delle luci, dove ciascuno a mostrato la sua abilità roteando fiamme e lanciando in alto palloncini luminosi.

spettacolo delle luci, dove ciascuno a mostrato la sua abilità roteando fiamme e lanciando in alto palloncini luminosi. Cari amici dei Salesiani, all inizio di questo nuovo anno formativo desideriamo presentarvi un breve riassunto delle nostre attività dalla fine del giugno scorso fino a settembre. 1 giugno - Animazione

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

La musica che ho in mente

La musica che ho in mente SOCIETA FILARMONICA DI BUSSOLENO La musica che ho in mente Concorso per le scuole materne, elementari, medie e liceo del territorio di Bussoleno, Chianocco, Foresto. Concorso dedicato e gestito dalla Società

Dettagli

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Intervento di Fabio Beltram, Direttore eletto Scuola Normale Superiore (in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Signor Presidente della Repubblica mi permetta di unire la mia personale gratitudine

Dettagli

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1 GRUPPO SCOUT MELNANO 1 PROGETTO EDUCATIVO 2011 2014 Cos è il Progetto Educativo Il progetto educativo è uno strumento per la comunità capi utile a produrre dei cambiamenti nel gruppo scout. E stato pensato

Dettagli

Asilo Nido La Montagna dei Balocchi

Asilo Nido La Montagna dei Balocchi Asilo Nido La Montagna dei Balocchi Anno Educativo 2011.2012 Il mestiere di un narratore non è quello di raccontare grandi eventi, ma di rendere i piccoli eventi interessanti. Arthur Schopenhauer Abbiamo

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA DEL PROGRAMMA RADIOFONICO

SCHEDA RIASSUNTIVA DEL PROGRAMMA RADIOFONICO SCHEDA RIASSUNTIVA DEL PROGRAMMA RADIOFONICO DATI FORMAT E GENERE 0 : TITOLO E CLAIM 1 : DURATA DEL PROGETTO 2 : DURATA DELLA PUNTATA 3 : PUBBLICO E FASCIA ORARIA 4 : A CURA DI 5 : CONDUTTORE 6 : PARTE

Dettagli

Croce Rossa e Avis in lutto per la morte di Melania Bonvini

Croce Rossa e Avis in lutto per la morte di Melania Bonvini Croce Rossa e Avis in lutto per la morte di Melania Bonvini Laboriosità, generosità e gratuità. Tre semplici parole per descrivere una grande donna, una grande donna che ha dedicato la sua vita all'associazionismo

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni)

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Per prepararci all evento finale IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Mentre le attività scolastiche e quelle delle ACS stanno svolgendosi ancora a pieno ritmo, cominciamo a

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO L entrata alla scuola dell infanzia rappresenta per il bambino una tappa fondamentale di crescita. La scuola è il luogo dove il bambino prende coscienza della sua abilità

Dettagli

COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2013-2014

COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2013-2014 COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2013-2014 Non dimentichiamo mai che il vero potere è il servizio. Bisogna custodire la gente, aver cura di ogni persona, con amore, specialmente dei bambini,

Dettagli