LA MOTRICE TRANVIARIA T.I.P. N 3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA MOTRICE TRANVIARIA T.I.P. N 3"

Transcript

1 LA MOTRICE TRANVIARIA T.I.P. N 3 La Storia 1827 Oltre ai trasporti fluviali, Milano instaura regolari trasporti terrestri a mezzo diligenze, con veicoli leggeri, i cosiddetti Velociferi, per i collegamenti fra città e paesi e Omnibus, piu pesanti e capienti per i percorsi più brevi. Nasce il primo collegamento interurbano: Milano Lodi Nasce la linea di Omnibus Milano- Monza Nasce la prima strada ferrata del Lombardo-Veneto: una locomotiva a vapore traina uno o più vagoni E attivato il servizio giornaliero di velociferi fra Milano e Saronno Viene costituita la Società Anonima degli Omnibus, per la città di Milano E' allo studio una strada ferrata a cavalli sulla strada di circonvallazione della città di Milano, inizialmente per trasposto merci, realizzata, in concessione nel Compaiono a Milano i primi orologi elettrici Si inaugura la tranvia a cavalli Milano-Saronno su strada ferrata La linea Milano-Vaprio d'adda viene trasformata in tranvia a vapore L Ing. Giuseppe Colombo si fa promotore di un comitato per l'applicazione dell'energia elettrica, sistema Edison, in Italia Milano vanta una della piu moderne reti tranviarie del Regno d'italia. Piazza del Duomo viene illuminata con lampade elettriche Il Comune stipula con la Edison la convenzione per l'esercizio provvisorio di tram elettrici su 18 linee, delle quali 15 facenti capo a piazza del Duomo. Le carrozze sono di colore rosso scarlatto, piu avanti diventeranno gialle, ed anche illuminate all'intemo persone salgono a turno su queste vetture elettriche il giorno dell'inaugurazione Il 17 Giugno, la Giunta Municipale propone l applicazione della trazione elettrica a tutta la rete urbana e di affidare it servizio alla Società Generale Edison di Elettricità. Nel 1898 la Società degli Omnibus (a cavalli) cessa la sua attivita Muore Giuseppe Verdi. La tranvia Milano-Monza è ormai a trazione elettrica La tranvia Milano-Monza viene prolungata sino alla porta del Regio Parco e da Monza si dipartono i collegamenti con motrici a vapore per Trezzo, Bergamo, Carate Brianza, Seregno e Giussano Dicembre Il tram a cavalli della linea di Porta Ticinese Compie l'ultimo viaggio: il giorno seguente è sostituito dalla tranvia elettrica.

2 1903 Nasce I'Azienda Elettrica Municipale che eredita il contratto già in vigore con la Società Edison. La rete dei servizi urbani raggiunge 75 chilometri, con 225 vetture e 36 rimorchi. Vengono provati i tram a due piani Visto il traffico elevato di vetture in superficie si comincia a parlare di linee sotterranee : la Metropolitana Ha luogo a Milano la Grande Esposizione nella piazza d'armi del Castello (l'attuale parco). Vetture tranviarie in piazza del Duomo Si affronta il problema del radicale ammodemamento e sostituzione delle vetture tranviarie ormai inefficienti II Comune rileva gli impianti ed il materiale mobile, assume direttamente il personale proveniente della Edison e dà inizio alla municipalizzazione del servizio tranviario Quattro delle vetture rimorchiate a due assi, ancora in servizio, sono trasformate in motrici, conservando i due assi, ognuno mosso da un motore elettrico, con tensione di linea di 600 Volt a corrente continua. La nostra motrice Queste vetture, contrassegnate dai numeri 1, 2, 3 e 4, dal 1918 prestano servizio per la T.I.P. (Tranvie Interprovinciali Padane) e rimangono in servizio per molti anni. Nel 1928 inizia la fabbricazione del tram modello 28, a carrelli, comunemente chiamato "bullonato" per la chiodatura di tutte le sue lamiere. Nel 1926 i tram che tenevano la sinistra, come le automobili, per ordine governativo cambiano mano, per tenere la destra come si usa ancor oggi. Nel 1937 diverse linee interurbane confluiscono nella S.T.E.L. (Società Tranvie Elettriche Lombarde) ed anche la T.I.P. cambia divisa. II 30 Giugno 1939 l'azienda Tranviaria Municipale stipula l'acquisto di tutte le linee interurbane già in concessione a S.T.E.L., M.M.C., S.T.A.M. ed M.T.B. e la gestione dei servizi interurbani assume il nome di A.T.M.I. Convoglio tranviario al capolinea della Cagnola (Bersaglio) 2

3 Il colore marrone delle motrici e vetture T.I.P. è sostituito dai colori in uso presso l'atm: verde scuro nella fascia inferiore e verde pallido nella fascia superiore. II numero delle vettura resta bianco e vi si aggiunge lo stemma della città di Milano: una croce rossa in campo bianco che termina, in alto, con una striscia in cui trova posto un fascio littorio. Lo stemma è sormontato da una corona ed il tutto è circondato da due rami di alloro. A seconda della lunghezza delle vetture può esserci un solo stemma o due, lungo le fiancate. Scoppia la guerra e dei 501 tram tipo 28, bullonato, poi modificati ed aggiornati nel 1933, almeno 200 vengono distrutti durante i bombardamenti, oltre ad una buona percentuale di tutti gli altri modelli ancora in circolazione. Le quattro motrici ex T.I.P. rimangono quindi forzatamente in servizio. Nel 1970 si ritrovano, ancora attive, presso il deposito di Desio, ormai alla fine del loro lungo servizio, per la movimentazione dei vagoni e la formazione dei convogli interurbani. Poi le motrici 1 e 2 sono demolite, la 4 è ormai troppo deteriorata, ma la 3 si puó ancora salvare. II sig. Pietro Sozzi, informato di questo, all'inizio degli anni '70 si offre di acquistare la motrice n 3 per conservarla, finchè ancora funzionante, nel suo giardino. Per mezzo di due gru Ormig, una davanti ed una dietro, fa entrare dal suo stretto cancello il Tram, per farlo posare sul binario che ha predisposto ed interrato e lì rimane per quasi trent'anni. Uno dei soci dell associazione Salvaguardia Tranvie d'epoca Lombarde, viene un giomo da me e mi dice: "vorremmo acquistare un vecchio tram per restaurarlo, ma non sappiamo dove metterlo per lavorarci e per conservarlo". L'area del Museo delle Comunicazioni termina con un prato lungo circa 40 metri, quindi rispondo: "Credo che il nostro prato vada bene allo scopo". Ho saputo piu tardi che il tram si trovava a Cusano Milanino, presso il sig. Pietro Sozzi, il quale, saputo dell'esistenza del Museo, un giorno mi telefona. E' interessato a che il suo tram trovi una degna sistemazione, possibilmente in un museo, per meglio conservarlo ed esporlo al pubblico dei visitatori. Incontro Pietro Sozzi poco prima del Natale 2004, nella sua casa di Cusano. Sozzi all'epoca ha 90 anni, ma non li dimostra affatto. Mi fa vedere il suo giardino, in cui ha sistemato il binario che, dal cancello d'entrata, corre lungo un lato della casa e poi le gira dietro, per terminare sotto una tettoia realizzata con tubi da ponteggio e lastre di ondalux per copertura. La vettura viaggia attorno la casa del Sig. Sozzi La linea aerea è sostenuta da mensole sporgenti dai muri della casa e l'alimentazione viene dal suo vicino garage. Mi fa salire a conduce il tram avanti e indietro lungo il suo binario. 3

4 Senza discutere e perdere tempo acquistò per un prezzo simbolico quella motrice per il Museo delle Comunicazioni. E' la fine dell'anno All'inizio di Gennaio 2005 comincio a stendere un piano dettagliato di tutte le operazioni necessarie. Occorre tagliare l'erba del prato, tracciare la posizione ottimale del binario per sfruttare tutta la lunghezza utile, disegnare fondazioni e piattaforme su cui appoggiare le traversine di rovere. Inoltre, cercare una ditta per lo scavo, progettare l'armatura e organizzare il getto di calcestruzzo (sono necessarie 8 autobetoniere da 9 m 3 ). Contemporaneamente ordinare le traversine ed il binario, le piastre di collegamento, le caviglie e le staffe di fissaggio e i pali in ghisa stile inizio '900, per la linea aerea che viene ricuperata dalla casa del sig. Sozzi. La cosa più interessante è naturalmente il trasporto e sollevamento del tram, che avviene in una bella giornata di Febbraio. La vettura guidata dal sig. Sozzi arriva fino alla soglia del cancello, poi interviene una gru da 150 t. per portarla sulle piastre in ferro predisposte lungo la strada, dopodichè l'imbragatura viene spostata per sollevare la vettura e trasferirla sul carrello multiruote che attende lungo la via Fiordalisi. Il resto è facile: il convoglio percorre i 5 Km da Cusano al Museo di Cormano fino a stazionare a fianco del muro di cinta. Il prato si trasforma in una breve linea tranviaria. Poi c'é l'operazione piu spettacolare: l'autogru imbraga di nuovo il tram, lo solleva in alto, al di sopra del muro di cinta, e lo deposita dolcemente sul binario che lo attende fra le foto, i lampi dei flash e gli applausi della gente che si è fermata a guardare. A questo punto iniziano i lavori per rimettere in funzione il tram. Prima di tutto si provvede alla tesatura della linea aerea, poi la costruzione della stazione di partenza, per L'autogru deposita il tram sui suoi nuovi binari riparare il tram dalla intemperie da tutti i lati, quindi la scala per salire facilmente al livello del pavimento interno del tram, ed ancora il montaggio e collegamento della sottostazione che deve alimentare i motori con corrente continua a 110 V, partendo dalla corrente trifase 380 V disponibile. Secondo i nostri calcoli, se il tram funzionava con tensione di 600 V, per i due motori in parallelo (per la velocità massima) nel collegamento in serie (per velocità intermedie), ogni motore riceveva 300 V e nelle varie posizioni del controller la tensione variava da 0 a V. Quindi, vista la brevità del percorso, il controller non sarebbe andato oltre la terza posizione, alimentando i motori in serie con 150 V. 4

5 Cosi il tram torna a viaggiare avanti e indietro su quello che era stato il nostro prato. Resta da studiare come restaurare la nostra motrice del Questo é un lavoro che si protrae per 4 mesi, fino al termine del Luglio Sopra la struttura in acciaio del telaio, con assali, molle a balestra, ingranaggi e motori elettrici, tutta la carrozzeria è in legno, foderata esternamente da una cintura di lamiera sottile. Di legno sono anche le guide dei finestrini, le persiane, le guarnizioni interne, il pavimento, il tetto e, naturalmente, i sedili. Tutto viene smontato smerigliato, lucidato; tutte le viti sono sostituite con altre di ottone, tutte le lamiere sono risanate e riverniciate con i colori dei tram ATM: verde scuro RAL 6028 la fascia in basso e verde pallido in alto, la fascia dei finestrini. Anche l'impianto elettrico viene revisionato, le luci esterne e le lampade interne sono oggi funzionanti. Il restauro è terminato Finalmente il Tram esce dalla sua stazione con i fanali accesi, il suono della campana, e percorre il suo binario fino al vicino capolinea per poi ritornare alla stazione che porta il cartello rosso di Fermata Obbligatoria. La serie di fotografie qui riprodotte sono la testimonianza di questa impresa che ha dotato il Museo delle Comunicazioni di una linea tranviaria in movimento, cosa che non può vantare nessun altro museo in Italia, ad eccezione del museo ferroviario di Pietrasa. Prossimamente Il programma per il futuro: acquisto dalle Ferrovie Statali (FS) di una locomotiva a vapore tipo 740 con le seguenti caratteristiche: anno di costruzione 1919, peso 67 tonnellate, 470 esemplari prodotti dal 1911 al 1943). Seguirà un accurato restauro. Ricostruzione di una galleria di carbone con operai al lavoro: al suo interno troverà posto la locomotiva Decauville del 1960, già presente nel museo. Giacomo Tavoletti Direttore del Museo delle Comunicazioni Locomotiva a vapore tipo 740 (1919): prossimamente al Museo 5

CARRELLO ITALIANO Il carrello sterzante detto Italiano è nato a seguito di una esigenza prettamente italiana dovuta alla situazione in cui versavano le linee ferroviarie agli inizi del 1900. I tracciati

Dettagli

STORIA LA RETE TRANVIARIA ATTUALE DATI DI ESERCIZIO IL MATERIALE ROTABILE LE APPLICAZIONI DI CONTROLLO CENTRALIZZATO

STORIA LA RETE TRANVIARIA ATTUALE DATI DI ESERCIZIO IL MATERIALE ROTABILE LE APPLICAZIONI DI CONTROLLO CENTRALIZZATO LA RETE TRANVIARIA DI TORINO STORIA LA RETE TRANVIARIA ATTUALE DATI DI ESERCIZIO IL MATERIALE ROTABILE LE APPLICAZIONI DI CONTROLLO CENTRALIZZATO STORIA 1871: prima linea tranviaria su rotaia in Italia

Dettagli

Nota per la stampa. IL MUSEO DI PIETRARSA 170 anni di storia delle Ferrovie italiane. Padiglione A Ex Reparto Montaggio. Napoli, 2 ottobre 2009

Nota per la stampa. IL MUSEO DI PIETRARSA 170 anni di storia delle Ferrovie italiane. Padiglione A Ex Reparto Montaggio. Napoli, 2 ottobre 2009 Nota per la stampa IL MUSEO DI PIETRARSA 170 anni di storia delle Ferrovie italiane Napoli, 2 ottobre 2009 Inaugurato nel 1989, in occasione dei 150 anni delle Ferrovie italiane, il Museo di Pietrarsa

Dettagli

LA METROPOLITANA DI ORLY

LA METROPOLITANA DI ORLY LA METROPOLITANA DI ORLY Il secondo scalo della capitale francese si presenta come un esempio di aeroporto collegato al centro urbano mediante una linea metropolitana, anche se con i limiti di un percorso

Dettagli

UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE

UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE LECTURE 01 - GENERALITA SUL TRASPORTO FERROVIARIO Docente: Ing. Marinella Giunta CENNI

Dettagli

PMV. Sistema Tranviario di Mestre-Venezia Situazione Lavori e Prospettive Nuove Linee. Ing. Massimo Diana Progetti Speciali PMV

PMV. Sistema Tranviario di Mestre-Venezia Situazione Lavori e Prospettive Nuove Linee. Ing. Massimo Diana Progetti Speciali PMV Ingegneriaed economia disistema nel TrasportoPubblicoLocaleavia guidata. Sistema Tranviario di Mestre-Venezia Situazione Lavori e Prospettive Nuove Linee Ing. Massimo Diana Progetti Speciali Coordinato

Dettagli

Convogli presso le ferrovie tedesche (dagli anni Trenta ai nostri giorni) Si ringrazia Marco Briziarelli per l aiuto storico. Anni dal 1975 al 1984

Convogli presso le ferrovie tedesche (dagli anni Trenta ai nostri giorni) Si ringrazia Marco Briziarelli per l aiuto storico. Anni dal 1975 al 1984 Capitolo 63 (terminato nel gennaio 2012) Convogli presso le ferrovie tedesche (dagli anni Trenta ai nostri giorni) Si ringrazia Marco Briziarelli per l aiuto storico - X parte - Anni dal 1975 al 1984 Il

Dettagli

Un nuovo sistema di riparazione

Un nuovo sistema di riparazione I Un nuovo sistema di riparazione SPEED sa fare di tutto! La maggior parte degli incidenti accadono a velocità così basse da non creare danni strutturali SPEED è dotato di un raddrizzatore adatto a riparazioni

Dettagli

Stazioni e binari: un mondo da scoprire

Stazioni e binari: un mondo da scoprire Stazioni e binari: un mondo da scoprire LE CASE E LE SCARPE DEI TRENI Nell Europa di oggi tutti possiamo viaggiare liberamente, e per questo i treni sono importantissimi. Ma dove andrebbero i treni senza

Dettagli

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI Giovanni Petrecca Dipartimento di Ingegneria Elettrica- Facoltà di Ingegneria

Dettagli

Galleria fotografica

Galleria fotografica Galleria fotografica Foto di copertina della Galleria fotografica: Costantini Palazzolo s/o, 1950. Cartolina d epoca, colorata a mano, in cui si nota un automotrice diesel mentre, sulla destra, si scorge

Dettagli

FLL Relazione Tecnica - Maserati

FLL Relazione Tecnica - Maserati La nostra squadra: FLL Relazione Tecnica - Maserati Siamo un gruppo di studenti delle classi 1 a e 2 a del Liceo delle Scienze Applicate (opzione informatico) dell Istituto Maserati di Voghera. È la seconda

Dettagli

Industrializzazione e rotaie archeologia industriale Il paesaggio urbano nel progetto urbanistico Il paesaggio territoriale nella pianificazione Il

Industrializzazione e rotaie archeologia industriale Il paesaggio urbano nel progetto urbanistico Il paesaggio territoriale nella pianificazione Il Industrializzazione e rotaie archeologia industriale Il paesaggio urbano nel progetto urbanistico Il paesaggio territoriale nella pianificazione Il paesaggio dell uomo e della natura il paesaggio teatro

Dettagli

Prof. Stefano Maggi Ferrovie: nascita e sviluppo. Carta ferroviaria 1900

Prof. Stefano Maggi Ferrovie: nascita e sviluppo. Carta ferroviaria 1900 Prof. Stefano Maggi Ferrovie: nascita e sviluppo Carta ferroviaria 1900 Le ferrovie nel Risorgimento Durante il Risorgimento il treno rappresenta il principale simbolo di unione fra i diversi territori

Dettagli

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni.

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni. 1 Prima di qualsiasi altra valutazione, vorrei soffermarmi su tre considerazioni, per me fondamentali per meglio definire il contesto in cui si sviluppa la nostra azione o le nostre pratiche sindacali,

Dettagli

Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno

Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno Pag. 0 di 28 Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno Bresso (Sala Consiglio) - 8.04.2008 Pag. 1 di 28 Intese e Quadro programmatico Accordo tra Regione, e Comuni in ordine alla riqualificazione della

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

PRIMA TAPPA: Case FIAT

PRIMA TAPPA: Case FIAT PRIMA TAPPA: Case FIAT Ritrovo presso la Casa nel parco, sede della Fondazione della Comunità di Mirafiori, all'interno del Parco Colonnetti (Via Panetti, 1 Incrocio con Via Artom). La Casa nel Parco è

Dettagli

RELAZIONE STATO DI FATTO

RELAZIONE STATO DI FATTO RELAZIONE STATO DI FATTO L intervento è localizzato principalmente nell area denominata Terrazzo del Garove, situata tra il Padiglione di Ponente e i fronti della Reggia esposti a sud. Negli ultimi anni,

Dettagli

Centro Interuniversitario di Ricerca Trasporti Università degli Studi di Genova. Riccardo Genova

Centro Interuniversitario di Ricerca Trasporti Università degli Studi di Genova. Riccardo Genova Centro Interuniversitario di Ricerca Trasporti Università degli Studi di Genova Stato dell arte e innovazione nel settore filoviario nel moderno contesto dei sistemi a grande capacità di trasporto Fabio

Dettagli

BINARI SENZA TEMPO. programma per l esercizio di un Museo Dinamico della Fondazione FS Italiane

BINARI SENZA TEMPO. programma per l esercizio di un Museo Dinamico della Fondazione FS Italiane BINARI SENZA TEMPO programma per l esercizio di un Museo Dinamico della Fondazione FS Italiane Quattro spettacolari linee ferroviarie, tra la natura e l arte, per i treni storici della Fondazione FS Italiane.

Dettagli

Trasformazione Sevylor Hudson a Vela con parte del kit di Blumarino. Visione d'insieme della canoa attrezzata

Trasformazione Sevylor Hudson a Vela con parte del kit di Blumarino. Visione d'insieme della canoa attrezzata Visione d'insieme della canoa attrezzata 1 Fissaggio della scassa dell'albero In ogni punto in cui i tubi di alluminio sono stati forati per il passaggio delle viti di fissaggio, all'interno sono presenti

Dettagli

Città di Seregno Consiglio Comunale dei Ragazzi anno scolastico 2009/2010. 20 anniversario della CADUTA del MURO di BERLINO

Città di Seregno Consiglio Comunale dei Ragazzi anno scolastico 2009/2010. 20 anniversario della CADUTA del MURO di BERLINO Città di Seregno Consiglio Comunale dei Ragazzi anno scolastico 2009/2010 20 anniversario della CADUTA del MURO di BERLINO Premessa Al termine della seconda guerra mondiale (1939 1945) la Germania, sconfitta,

Dettagli

www.ferroviedellostato.it 00161 Roma Piazza della Croce Rossa, 1 Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani

www.ferroviedellostato.it 00161 Roma Piazza della Croce Rossa, 1 Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani Piazza della Croce Rossa, 1 00161 Roma www.ferroviedellostato.it Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani La storia dell Alta Velocità inizia

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it INTRODUZIONE Definizioni Si definisce stazione ogni complesso organico di impianti

Dettagli

Corrado Sala Alta Velocità L ALTA VELOCITA tutti una

Corrado Sala Alta Velocità L ALTA VELOCITA tutti una L ALTA VELOCITA E un momento nel quale si parla tanto e male dell alta velocità, ma non correttamente. Le motivazioni per le quali è nata l alta velocità sono in parte diverse dal semplice progetto di

Dettagli

MI-01 Il Mincio dal Garda a Mantova

MI-01 Il Mincio dal Garda a Mantova MI-01 Lombardia in bicicletta - Itinerari Partenza: Peschiera del Garda, stazione ferroviaria Arrivo: Mantova, stazione ferroviaria Lunghezza Totale (km): 46.0 Percorribilità: In bicicletta Tempo di percorrenza

Dettagli

PARTE II. a) Esterno motrice Discatura pannelli laterali, frontali e posteriori, sostituzione parti corrose e applicazione

PARTE II. a) Esterno motrice Discatura pannelli laterali, frontali e posteriori, sostituzione parti corrose e applicazione 11 PARTE II A) LOTTO 1 - SPECIFICHE PER LA REVISIONE DI CARROZZERIA, DELL IMPIANTO ELETTRICO (AT e BT) E DELL IMPIANTO PNEUMATICO DELLA MOTRICE TRANVIARIA STORICA NUMERO AZIENDALE 2598 (EX T402) 1. REVISIONE

Dettagli

La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti

La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti 1 Tommaso Panero Amministratore Delegato GTT spa Convegno: OBIETTIVO SOSTENIBILITA : Design e Logistica a confronto

Dettagli

Il ventennio fascista fu epoca di grande espansione per le nostre ferrovie. Fu

Il ventennio fascista fu epoca di grande espansione per le nostre ferrovie. Fu II GRANDII TRENII IIll Trreno Realle/Prresiidenziialle s Il ventennio fascista fu epoca di grande espansione per le nostre ferrovie. Fu proprio in quegli anni che gran parte delle maggiori personalità

Dettagli

Capitolo 7. Infrastrutture

Capitolo 7. Infrastrutture Capitolo 7 Infrastrutture Variabili e indicatori utilizzati: Dotazione infrastrutturale viaria Dotazione infrastrutturale ferroviaria Numero di autovetture circolanti Numero di veicoli per trasporto merci

Dettagli

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA Imperia-Porto Maurizio, 21 luglio 2008 Il territorio della Liguria è interessato da un intenso programma di potenziamento infrastrutturale e tecnologico. Rete Ferroviaria Italiana

Dettagli

Situazione e proposte per i servizi ferroviari valtellinesi.

Situazione e proposte per i servizi ferroviari valtellinesi. Situazione e proposte per i servizi ferroviari valtellinesi. Guido Magenta Anni 20 - Calolziocorte 1986 S. Agata Valtellina Vettori Veloci, ricominciare dalla ferrovia Sondrio, 3 luglio 2009 Fotografie

Dettagli

IL SISTEMA TRANVIARIO SU GOMMA A GUIDA VINCOLATA PER LA CITTA DI MESTRE VENEZIA

IL SISTEMA TRANVIARIO SU GOMMA A GUIDA VINCOLATA PER LA CITTA DI MESTRE VENEZIA IL SISTEMA TRANVIARIO SU GOMMA A GUIDA VINCOLATA PER LA CITTA DI MESTRE VENEZIA AVANZAMENTO LAVORI Actv Elio Zaggia Direttore Automobilistico PMV Antonio Stifanelli Presidente Amministratore Delegato PMV

Dettagli

In treno. In aereo. dalla Stazione Termini è possibile raggiungerci:

In treno. In aereo. dalla Stazione Termini è possibile raggiungerci: In treno dalla Stazione Termini è possibile raggiungerci: in metropolitana* direttamente nella stazione andate a prendere la linea B (colore blu) direzione Laurentina scendere alla prima fermata Cavour.

Dettagli

modulog Combinazioni di moduli per la tecnica della manipolazione

modulog Combinazioni di moduli per la tecnica della manipolazione modulog Combinazioni di moduli per la tecnica della manipolazione Facile gestione di carichi pesanti - un valore aggiunto per la produttività La manipolazione ed il montaggio manuale di carichi pesanti

Dettagli

Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario

Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario 1 La riqualificazione delle grandi infrastrutture Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario ing. Vincenzo Conforti 1 Scelte economiche e tecniche nel Nodo di Bologna

Dettagli

Mezzi di trasporto particolari a Budapest

Mezzi di trasporto particolari a Budapest i Mezzi di trasporto particolari a Budapest Metropolitana del Millennio Museo della Metropolitana Funicolare del Castello di Buda Seggiovia Ferrovia a cremagliera (tram n. 60) Linee di battello sul Danubio

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Prevenzione delle cadute dall alto INCONTRI DI IN FORMAZIONE 28 Settembre 2012 _MANTOVA_ LAVORI IN QUOTA. A cura di Pier Luigi Ghisi

Prevenzione delle cadute dall alto INCONTRI DI IN FORMAZIONE 28 Settembre 2012 _MANTOVA_ LAVORI IN QUOTA. A cura di Pier Luigi Ghisi Prevenzione delle cadute dall alto INCONTRI DI IN FORMAZIONE 28 Settembre 2012 _MANTOVA_ LAVORI IN QUOTA A cura di Pier Luigi Ghisi OBIETTIVO PRINCIPALE Descrivere l approccio che è stato utilizzato nella

Dettagli

LAVORAZIONI ESEGUITE PER IL RECUPERO FUNZIONALE DELLA LOC. E.

LAVORAZIONI ESEGUITE PER IL RECUPERO FUNZIONALE DELLA LOC. E. LAVORAZIONI ESEGUITE PER IL RECUPERO FUNZIONALE DELLA LOC. E. 626 27 maggio 03 Valerio Marchetto - 1 - LAVORAZIONI ORE IMPERIALE SMONTAGGIO,REVISIONE, PROVA AL BANCO E VERNICIATURA DEI DUE PANTOGRAFI,

Dettagli

carrossa a fûc Storia della prima auto in Italia Testimonanza del Maestro Bettiol che fu ad Ajello del Friuli tra il 1896 e il 1899.

carrossa a fûc Storia della prima auto in Italia Testimonanza del Maestro Bettiol che fu ad Ajello del Friuli tra il 1896 e il 1899. In Ajello ebbi l occasione di veder girare la prima automobile. L aveva comprata un signore, un certo Lazzari, che ci aveva una bella villa ed aveva la forma di un calessino senza timone. Tutti correvano

Dettagli

Progetti e servizi per la mobilità regionale

Progetti e servizi per la mobilità regionale ECORailS Progetti e servizi per la mobilità regionale in Regione Lombardia Elena Foresti, Giorgio Stagni Brescia, 14.04.2011 1 Il trasporto regionale in Lombardia 1.920 km di linee con oltre 400 stazioni

Dettagli

Sistemi metropolitani a guida automatica. L esperienza romana. Torino, 28 Marzo 2012

Sistemi metropolitani a guida automatica. L esperienza romana. Torino, 28 Marzo 2012 Sistemi metropolitani a guida automatica L esperienza romana Torino, 28 Marzo 2012 Le tipicità di Roma Roma presenta alcune caratteristiche particolari: il delicato tessuto urbanistico, caratterizzato

Dettagli

modello Bertello VISTAMAG h 5900

modello Bertello VISTAMAG h 5900 modello Bertello VISTAMAG h 5900 (1) STRUTTURA AUTOPORTANTE Costruita in tubolare di acciaio predisposta per alloggiare la catenaria di trasporto delle unita di carico su un anello a sviluppo verticale.

Dettagli

RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA

RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA 40 ANNI SUL MERCATO! RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA LOCOTRATTORI STRADA-ROTAIA ZEPHIR, MODERNI ED EFFICIENTI PER OPERARE NEI PIAZZALI DI MOVIMENTAZIONE FERROVIARIA TECNOLOGIA

Dettagli

Come arrivare all Area51 A cura di Left 3ye

Come arrivare all Area51 A cura di Left 3ye Come arrivare all Area51 A cura di Left 3ye Indice: Per chi scende alla stazione di Firenze Rifredi Per chi scende alla stazione Campo di Marte Per chi scende alla stazione di Santa Maria Novella Per chi

Dettagli

Modifiche alle PCT R 300.1 R 300.15 valevoli dal 1 luglio 2015 (ciclo di modifiche A2015), versione in lingua italiana. 1 Osservazioni preliminari

Modifiche alle PCT R 300.1 R 300.15 valevoli dal 1 luglio 2015 (ciclo di modifiche A2015), versione in lingua italiana. 1 Osservazioni preliminari Modifiche alle PCT R 300.1 R 300.15 valevoli dal 1 luglio 2015 (ciclo di modifiche A2015), versione in lingua italiana R o cfr fino ad ora modifica 300.1 1 1 Osservazioni preliminari L ufficio federale

Dettagli

L elettrificazione ferroviaria in Italia dal 1900 al 2000

L elettrificazione ferroviaria in Italia dal 1900 al 2000 Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani Pomeriggio di Ingegneria Ferroviaria sulla TRAZIONE ELETTRICA L elettrificazione ferroviaria in Italia dal 1900 al 2000 Parte I Sintesi storica dello sviluppo Ing.

Dettagli

Cambiamenti ai regolamenti stradali del NSW

Cambiamenti ai regolamenti stradali del NSW 1 novembre 2012 Cambiamenti ai regolamenti stradali del NSW Dal 1 novembre 2012, saranno introdotti alcuni cambiamenti ai regolamenti stradali del NSW. Molti di questi cambiamenti sono semplicemente un

Dettagli

DATA RITROVO : 19/09/03 ORA RITROVO : 17.50-18.00 PRESSO : la Feltrinelli Libri e Musica Piazza Piemonte, 2 - Milano

DATA RITROVO : 19/09/03 ORA RITROVO : 17.50-18.00 PRESSO : la Feltrinelli Libri e Musica Piazza Piemonte, 2 - Milano 1 Raduno Italiano del Lene Marlin Italian Fan Club DATA RITROVO : 19/09/03 ORA RITROVO : 17.50-18.00 PRESSO : la Feltrinelli Libri e Musica Piazza Piemonte, 2 - Milano Lo staff di Lene.it ti regala questa

Dettagli

Come arrivare al FlightSimCenter di Milano in Automobile

Come arrivare al FlightSimCenter di Milano in Automobile >>> Come arrivare al FlightSimCenter di Milano in Automobile Innanzi tutto per chi intende utilizzare l automobile occorre avvisare da subito che il FlightSimCenter si trova molto vicino al centro di Milano,

Dettagli

msrmilano.com Biglietti e abbonamenti per viaggiare nell area milanese GUIDA ALL ACQUISTO

msrmilano.com Biglietti e abbonamenti per viaggiare nell area milanese GUIDA ALL ACQUISTO msrmilano.com Biglietti e abbonamenti per viaggiare nell area milanese GUIDA ALL ACQUISTO Aggiornamento: marzo 2015 INDICE DOVE E COME SPOSTAMENTI URBANI A MILANO SPOSTAMENTI INTERURBANI CON ORIGINE O

Dettagli

29 Circuiti oleodinamici fondamentali

29 Circuiti oleodinamici fondamentali 29 Circuiti oleodinamici fondamentali Fig. 1. Circuito oleodinamico: (1) motore elettrico; (2) pompa; (3) serbatoio; (4) filtro; (5) tubazione di mandata; (6) distributore; (7) cilindro; (8) tubazione

Dettagli

REGOLAZIONE E CONTROLLO DEI SERVIZI TPL L ESPERIENZA DI MILANO. Maria Berrini Luca Tosi

REGOLAZIONE E CONTROLLO DEI SERVIZI TPL L ESPERIENZA DI MILANO. Maria Berrini Luca Tosi REGOLAZIONE E CONTROLLO DEI SERVIZI TPL L ESPERIENZA DI MILANO Maria Berrini Luca Tosi Conferenza Le Funzioni delle Agenzie per il Trasporto Pubblico. Brescia, 26/02/2014 La gestione del Trasporto Pubblico

Dettagli

Alexandre Gustave Eiffel Digione, 15 dicembre 1832 Parigi, 27 dicembre 1923

Alexandre Gustave Eiffel Digione, 15 dicembre 1832 Parigi, 27 dicembre 1923 Alexandre Gustave Eiffel Digione, 15 dicembre 1832 Parigi, 27 dicembre 1923 BREVE BIOGRAFIA Nato in una famiglia agiata si diplomò come ingegnere chimico e successivamente sia affermò come imprenditore.

Dettagli

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi camminano in mezzo. A destra si nota una macchina d

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

Solleviamo il Vostro Lavoro

Solleviamo il Vostro Lavoro ITALIANO_2013 noastuo.com Solleviamo il Vostro Lavoro Officina FAEDO srl Via Arzignano, 10/16 36072 Chiampo (VI) - Italy Tel. +39.0444.62.31.44 / 62.35.00 / 42.72.66 Fax +39.0444.42.65.82 e-mail: faedogru@interplanet.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE SULL'IMPIANTO ATAF

REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE SULL'IMPIANTO ATAF Associazione Ticinese Amici della Ferrovia Casella postale 1005 6648 Minusio www.ataf.ch info@ataf.ch REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE SULL'IMPIANTO ATAF Questo regolamento definisce le regole base per

Dettagli

LEPRI MODELS. Modellismo Ferroviario FS Scala HO. Catalogo mezzi operativi per manutenzione armamento e carri FS PRODUZIONE LIMITATA SU PRENOTAZIONE

LEPRI MODELS. Modellismo Ferroviario FS Scala HO. Catalogo mezzi operativi per manutenzione armamento e carri FS PRODUZIONE LIMITATA SU PRENOTAZIONE LEPRI MODELS Modellismo Ferroviario FS Scala HO Catalogo mezzi operativi per manutenzione armamento e carri FS PRODUZIONE LIMITATA SU PRENOTAZIONE ANNO 2015 20156 Milano Via M. Gandhi, 9 Tel. 333.4304998

Dettagli

Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa

Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa Dr. Adriano Cavadini Presidente Associazione svizzera Alta Capacità Lugano-Milano già Consigliere nazionale Il Corridoio

Dettagli

Il 12 giugno 2011 a Albairate Vermezzo arrivano la linea S9 e il nuovo servizio Mortara-Milano

Il 12 giugno 2011 a Albairate Vermezzo arrivano la linea S9 e il nuovo servizio Mortara-Milano Il 12 giugno 2011 a Albairate Vermezzo arrivano la linea S9 e il nuovo servizio Mortara-Milano Quadrante Sud Tratta Milano - Mortara Cambio Orario del 12 giugno 2011 1 Il cambio orario del 12 giugno 2011

Dettagli

Capacità e potenzialità di una linea (1/4)

Capacità e potenzialità di una linea (1/4) Capacità e potenzialità di una linea (1/4) Per due convogli/veicoli che si susseguono possono essere definiti due tipi di distanziamente: Distanziamento spaziale D SP : è la distanza che intercorre tra

Dettagli

Università degli Studi di Milano

Università degli Studi di Milano Università degli Studi di Milano Laurea in Sicurezza dei sistemi e delle reti informatiche Esercizi sul calcolo del numero di bit STEFANO FERRARI Fondamenti di informatica per la sicurezza Esercizi sul

Dettagli

INDICE. Assessorato turismo, sport, commercio e trasporti Infrastrutture funiviarie

INDICE. Assessorato turismo, sport, commercio e trasporti Infrastrutture funiviarie INDICE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DEGLI IMPIANTI A FUNE... 2 1.1 Definizione di impianto a fune... 2 1.2 Tipologie di impianto... 3 1.3 Funzionamento degli impianti a fune... 6 1.4 Normativa per la costruzione

Dettagli

BRIANZA EXPO LINEA MILANO BOVISA SEVESO ASSO

BRIANZA EXPO LINEA MILANO BOVISA SEVESO ASSO BRIANZA EXPO LINEA MILANO BOVISA SEVESO ASSO NUOVA FERMATA DI BRUZZANO/BRUSUGLIO 1. spostamento della fermata di circa 500 m verso nord; 2. realizzazione di due banchine di 250 m, alte 55 cm sul p.f.,

Dettagli

UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE LECTURE 07 - LE STAZIONI

UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE LECTURE 07 - LE STAZIONI UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE LECTURE 07 - LE STAZIONI Docente: Ing. Marinella Giunta DEFINIZIONI Vengono definite

Dettagli

nome classe data i segnali Collega le definizioni dei segnali stradali ai termini appropriati. PERICOLO PRECEDENZA DIVIETO OBBLIGO INDICAZIONE

nome classe data i segnali Collega le definizioni dei segnali stradali ai termini appropriati. PERICOLO PRECEDENZA DIVIETO OBBLIGO INDICAZIONE I segnali stradali Leggi, rifletti e poi rispondi alle domande. I segnali stradali sono uguali in tutto il mondo. È importante osservare e imparare bene la forma geometrica, il colore ed eventualmente

Dettagli

Borse attrezzi per Porsche 356

Borse attrezzi per Porsche 356 Borse attrezzi per Porsche 356 Nell illustrazione sottostante abbiamo inserito un estratto dal libretto uso e manutenzione della Porsche 356 Se La si dovesse giudicare dalla scelta della Sua Vettura, si

Dettagli

IC CASAL BIANCO DI ROMA PROGRAMMA DEL VIAGGIO DI ISTRUZIONE A MILANO EXPO 2015

IC CASAL BIANCO DI ROMA PROGRAMMA DEL VIAGGIO DI ISTRUZIONE A MILANO EXPO 2015 IC CASAL BIANCO DI ROMA PROGRAMMA DEL VIAGGIO DI ISTRUZIONE A MILANO EXPO 2015 2 27-30 OTTOBRE 2015 (SSIG) 27 OTTOBRE Ore 7,00: incontro e raduno di tutti i partecipanti alla S.F. di Roma Termini presso

Dettagli

MODALITÀ DI ACCESSO ALL AEROPORTO ED ALLE SUE AREE OPERATIVE

MODALITÀ DI ACCESSO ALL AEROPORTO ED ALLE SUE AREE OPERATIVE REV. 0 PAG. 1/11 MODALITÀ DI ACCESSO ALL AEROPORTO ED ALLE SUE AREE OPERATIVE INDICE 9.0 SCOPO... 3 9.1 CAMPO DI APPLICAZIONE... 4 9.2 RIFERIMENTI... 5 9.3 ACCESSO DELLE PEONE... 6 9.4 Generalità... 6

Dettagli

Anno Accademico 2013 2014 Corso di: Progettazione di Sistemi di Trasporto Docente: prof. ing. Alfonso Micucci

Anno Accademico 2013 2014 Corso di: Progettazione di Sistemi di Trasporto Docente: prof. ing. Alfonso Micucci Anno Accademico 2013 2014 Corso di: Progettazione di Sistemi di Trasporto ELEMENTI DI TECNOLOGIA FERROVIARIA (3) 14 Aprile 2014 ore 14-16 Paolo Masselli Stesura parte del corso, esercitazioni, esami, tesi.

Dettagli

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO Scalo Smistamento Retroporto Casello Alessandria sud A27 Genova - Gravellona Toce Strada di collegamento con la tangenziale 1 PRA STRADA DI COLLEGAMENTO CON LA TANGENZIALE

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA VOLUME 1 CAPITOLO 0 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: Terra... territorio...

Dettagli

Regolamento nazionale

Regolamento nazionale Regolamento nazionale (Per capire meglio tra virgolette la nota da che regolamento è tratta la regola, dove non ci sono virgolette la regola è presente sia nel Faentino che nel Ravennate.) LE PEDINE Sono

Dettagli

Più automobili e meno spazi. È questa l'equazione da risolvere in quasi tutte le città. Per questo, i sistemi robotizzati di parcheggio, che

Più automobili e meno spazi. È questa l'equazione da risolvere in quasi tutte le città. Per questo, i sistemi robotizzati di parcheggio, che Più automobili e meno spazi. È questa l'equazione da risolvere in quasi tutte le città. Per questo, i sistemi robotizzati di parcheggio, che sfruttano in modo più efficiente gli spazi disponibili, sono

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Il 12 giugno 2011 a Abbiategrasso parte il nuovo servizio R Mortara-Milano e la linea S9 arriva ad Albairate

Il 12 giugno 2011 a Abbiategrasso parte il nuovo servizio R Mortara-Milano e la linea S9 arriva ad Albairate Il 12 giugno 2011 a Abbiategrasso parte il nuovo servizio R Mortara-Milano e la linea S9 arriva ad Albairate Quadrante Sud Tratta Milano - Mortara Cambio Orario del 12 giugno 2011 1 Il cambio orario del

Dettagli

Federazione DSC - Documentazione, Storia, Cultura

Federazione DSC - Documentazione, Storia, Cultura Le foto delle locomotive costruite per la ferrovia Roma-Sulmona, già disponibili in vari album dedicati a ciascun tipo macchina, ora sono state archiviate anche singolarmente. Vi sono inedite e preziose

Dettagli

(ma non solo) Presentazione Caroline Camponovo Presidente Sezione SI ATA Bruno Storni Membro Comitato Centrale ATA

(ma non solo) Presentazione Caroline Camponovo Presidente Sezione SI ATA Bruno Storni Membro Comitato Centrale ATA (ma non solo) Presentazione Caroline Camponovo Presidente Sezione SI ATA Bruno Storni Membro Comitato Centrale ATA Nel 2012 l ATA, Sezione della Svizzera italiana, ha fatto allestire dalla mrs partner

Dettagli

MUOVERSI CON I MEZZI PUBBLICI UTILIZZANDO MAPPE

MUOVERSI CON I MEZZI PUBBLICI UTILIZZANDO MAPPE ObiettivO dell attività COllegamenti COn altre discipline realizzazione Sapersi muovere con i mezzi pubblici, utilizzando mappe dei percorsi e tabelle orarie / Saper scegliere percorsi e mezzi economici

Dettagli

Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria. 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana

Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria. 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana Fig. 1 Foto aerea del 1924 Il deposito ha avuto un ruolo importante nelle

Dettagli

Esse vengono definite "mezzi mobili" e possono essere raggruppate in due grandi categorie: trasportatori continui e trasportatori discontinui.

Esse vengono definite mezzi mobili e possono essere raggruppate in due grandi categorie: trasportatori continui e trasportatori discontinui. Mezzi di handling Tra le attrezzature che operano nel magazzino sono particolarmente importanti i mezzi che seguono il materiale (per lo meno con una parte) durante i suoi movimenti. Esse vengono definite

Dettagli

CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA

CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA Stazione: Comune: Linea / km: CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA tra Ferrovie federali svizzere FFS società anonima di diritto speciale con sede a Berna Infrastruttura Orario e design della

Dettagli

Senza corrente non funziona Veicoli di intervento rapido per la linea di contatto. Klaus Vetter Plasser Italiana Srl

Senza corrente non funziona Veicoli di intervento rapido per la linea di contatto. Klaus Vetter Plasser Italiana Srl Senza corrente non funziona Veicoli di intervento rapido per la linea di contatto Klaus Vetter Plasser Italiana Srl Stato dell'arte Mantenimento in efficienza della linea aerea mediante OBW/MTW Lavori

Dettagli

La MM, un fattore di successo nei processi di riqualificazione di Milano

La MM, un fattore di successo nei processi di riqualificazione di Milano 1 La riqualificazione delle grandi infrastrutture La MM, un fattore di successo nei processi di riqualificazione di Milano Sergio Viganò 1 ABSTRACT Lo sviluppo di Milano dell ultimo decennio è avvenuto

Dettagli

SCHEDA TECNICA PER IL MONTAGGIO DELLE COPERTURE LA COPERTURA TOSCANA.

SCHEDA TECNICA PER IL MONTAGGIO DELLE COPERTURE LA COPERTURA TOSCANA. SCHEDA TECNICA PER IL MONTAGGIO DELLE COPERTURE LA COPERTURA TOSCANA. La COPERTURATOSCANA, prodotta da COTTOREF, è composta da tre articoli fondamentali: tegole, coppi e colmi, oltre ad una serie di pezzi

Dettagli

6. Depositi e Serbatoi di Energia

6. Depositi e Serbatoi di Energia 6. Depositi e Serbatoi di 6.1. A cosa servono i depositi di energia Molto spesso abbiamo a che fare con fonti di energia che si svuotano come ad esempio le batterie della pila, il serbatoio dell automobile,

Dettagli

Yes, you can. Invacare REM 550. Comando Manuale d uso

Yes, you can. Invacare REM 550. Comando Manuale d uso Yes, you can. Invacare REM 550 Comando Manuale d uso Indice Capitolo Pagina 1 La consolle di guida REM 550 4 2 1.1 Struttura della consolle di guida...4 1.2 Display di stato...7 1.2.1 Indicatore livello

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova NEL QUADRO DEI FESTEGGIAMENTI PER I CENTO ANNI DELLA NOSTRA SSOCIAZIONE SABATO 10 MAGGIO INAUGURAZIONE DEL NUOVO SENTIERO AQ2 AQ2 DATA: 10 maggio 2014 LOCALITA

Dettagli

44 Dicembre 2014 / Gennaio 2015 ~ Elettronica In

44 Dicembre 2014 / Gennaio 2015 ~ Elettronica In 44 Dicembre 2014 / Gennaio 2015 ~ Elettronica In ROBOTICA ROBOT SPAZZANEVE di VITTORIO LOSCHIAVO e GIUSEPPE OLIVIERI Robot cingolato basato su Arduino Uno, comandato a distanza grazie al controller wireless

Dettagli

Dal 9 dicembre 2012 la linea S9 arriva a Saronno

Dal 9 dicembre 2012 la linea S9 arriva a Saronno Dal 9 dicembre 2012 la linea S9 arriva a Saronno Quadrante Nord Tratta Saronno - Seregno Materiale per accompagnare l avvio dei nuovi servizi ferroviari del 9 dicembre 2012 1 Un nuovo servizio per Monza

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA

CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA Non fa rumore Non inquina Occupa poco spazio La bicicletta ( velocipede per il codice della strada ) e le regole per circolare sulla strada La bicicletta e i dispositivi

Dettagli

AMBIENTE COSTRUITO IN MODO SOSTENIBILE

AMBIENTE COSTRUITO IN MODO SOSTENIBILE AMBIENTE COSTRUITO IN MODO SOSTENIBILE _ PROGETTO PER UN FABBRICATO MULTIFUNZIONALE E RIDEFINIZIONE DI UN AREA CENTRALE A CERNUSCO LOMBARDONE 5 Febbraio 2014 Da parte del Gruppo 6 Mark Lukacs, Quian Yang,

Dettagli

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Ing. Antonino Oscar Di Tommaso Università degli Studi di Palermo DIEET (Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni) Ing.

Dettagli

imbiancare il mio appartamento di 90 mq. Lavoro da fare la prossima settimana.

imbiancare il mio appartamento di 90 mq. Lavoro da fare la prossima settimana. N 36 lavori del 03.03.16 Citta: BELLAGIO (CO) [E] descrizione: casa da ristrutturare parzialmente di 90 mq circa a Civenna (data del rogito ancora da fissare per i prossimi mesi). Lavoro da fare: - Sostituzione

Dettagli

PLE Piattaforme di lavoro mobili elevabili

PLE Piattaforme di lavoro mobili elevabili OSSERVATORIO LAVORO SALUTE E SICUREZZA LODI 26 MAGGIO 2015 PLE Piattaforme di lavoro mobili elevabili ing. Marco Antonio Fusco CPT Milano, Lodi, Monza Brianza 1 Cos è una PLE? Le piattaforme di lavoro

Dettagli

le attività dei GAMBINO di CHIERI (torino)

le attività dei GAMBINO di CHIERI (torino) le attività dei GAMBINO di CHIERI (torino) i loro prodotti enologici ed il loro trattore testa calda autocostruito ARTICOLO del Dott.Ing.Giorgio BENVENUTO BENVEN2d@benvenutoluigifrancesco.191.it www.benagri.it

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO,FACOLTA DI INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA RI(S)TRUTTURAZIONE DI CERNUSCO LOMBARDONE

POLITECNICO DI MILANO,FACOLTA DI INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA RI(S)TRUTTURAZIONE DI CERNUSCO LOMBARDONE POLITECNICO DI MILANO,FACOLTA DI INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA RI(S)TRUTTURAZIONE DI CERNUSCO LOMBARDONE 12esima EDIZIONE DEL PREMIO DI STUDIO Laure Larouzè AMBIENTE_COSTRUITO_IN_MODO_SOSTENIBILE Progetto

Dettagli