FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012"

Transcript

1 Prot. / 2012 Rif.FORUM : R.A.2012/MMP RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL GIUGNO 2011 GIUGNO 2012 Questa relazione viene redatta, utilizzando alcune parti di quanto scritto nelle precedenti relazioni annuali (in grassetto) pensate e presentate all'amministrazione negli scorsi anni, non certo per nostra pigrizia, ma solo perchè gli argomenti che riteniamo utili porre alla attenzione sono, purtroppo, gli stessi. LAVORO SVOLTO giugno giugno 2012 a) Il nuovo Consiglio ha confermato e portato avanti l impegno di apertura del Forum, come punto di ascolto e di accoglienza delle richieste e segnalazioni dei cittadini, ogni primo sabato del mese dalle ore 15 alle ore 16 presso la sede. Il Forum rimarrà chiuso nei mesi di luglio e agosto. b) Convocato il consiglio del forum una volta al mese per discutere delle richieste avanzate dai cittadini ed organizzare le varie iniziative portate avanti; c) Presa visione del Bilancio di previsione del 2012 e redatto Parere sullo stesso; d) E stata ampliata la mail-list di cittadini residenti nel forum ed un altra di cittadini a cui inviare le varie iniziative del Comune di Imola, che interessano l intera cittadinanza - numerose le attestazioni di gradimento di questa informazione costante e puntuale. e) Partecipazione della Presidente ai numerosi incontri del Collegio dei Presidenti. DALLA RELAZIONE ANNUALE DEL GIUGNO 2009 SITUAZIONE DI PARTENZA In premessa ritengo necessario evidenziare la situazione di partenza, trovata dal Consiglio eletto nel novembre 2008: - La maggioranza dei cittadini che conosce i Forum, li considera privi di qualsiasi potere effettivo, e pertanto inutili. Molti dei cittadini che si erano negli anni scorsi rivolti al Forum con loro richieste, ed esigenze ( mai esigenze di tipo personale, ma sempre relative ad una strada, un condominio o al forum nel suo complesso ) attendono ancora la realizzazione delle opere necessarie. e la loro fiducia nel Forum è decisamente calata. Questo a nostro avviso è un punto fondamentale da cui partire come Forum e da valutare attentamente per programmare ed affrontare il futuro. Il fatto che in questi ultimi 12 mesi non ci siano arrivate nuove segnalazioni ci porta a pensare che i cittadini del nostro Forum a. portano le loro richieste direttamente all'informa Cittadino. b. Probabilmente la "sfiducia rispetto al utilità del Forum " è ancora oggi molto alta. C'è stato sicuramente un periodo di "entusiasmo", nei primi anni, rispetto al nuovo Consiglio sul quale i cittadini hanno c/o CENTRO ANZIANI GIOVANNINI, Via Scarabelli Imola (BO) Presidente: Martignani Maria Pia, tel Orario: 1 sabato del mese Dalle ore 15,00 alle ore 16,00

2 fatto riferimento in tante occasioni e con grandi aspettative... personalmente abbiamo cercato di rispondere alla fiducia accordataci, ma in definitiva il "margine di manovra reale che il Forum ha, è davvero minima, per non dire nulla, in molti casi. - Anche quest'anno con la presentazione di questa Relazione entro luglio 2012, si vuole avere la possibilità, come Forum di incidere sulle scelte che andranno poi a concretizzarsi nel Bilancio preventivo del In modo particolare chiediamo di destinare una somma ad ogni Forum, sulla cui destinazione sarà il Forum stesso a decidere, tra le richieste avanzate. Sarebbe un piccolo passo verso una reale partecipazione. - In data 24 marzo 09 ci era stato prospetto un incontro di presentazione del PSC ( Piano Strutturale Comunale ), ma ad oggi non si è ancora tenuto. Non vorremmo trovarci a dover dare un parere su di un Regolamento così nuovo e complesso, senza un adeguata informazione ed in tempi brevi che non consentirebbero una seria analisi. Ad oggi, malgrado le numerose richieste avanzate dal Collegio dei Presidenti, il PSC non è ancora stato presentato ai Forum: e la richiesta non era certo quella di conoscere un progetto già definitivo, ma di poter colloquiare sulle scelte che stanno alla base di questo importantissimo strumento di pianificazione della Città. RELAZIONE ANNUALE GIUGNO 2009 GIUGNO 2010 Nel nostro Forum sono concentrate, numerose abitazioni di edilizia popolare, in Via Bucci, Via Galilei, Via Marconi, Via Cenni ecc. con conseguente concentrazione di famiglie che molto spesso sono portatrici di disagio familiare, sociale, economico, culturale. Lo stato di degrado di numerosi condomini, e della zona verde di Via Cenni/ Via Bucci rischiano di incentivare un senso di incuria e di degrado. E certamente una situazione da tenere sotto controllo, e pur nella situazione attuale di grave crisi finanziaria delle Amministrazioni comunali, riteniamo che, se qualche iniziativa può essere realizzata, questa debba essere indirizzata proprio qui, dove ce n è più bisogno. Imola si è detto più volte è una città senza periferie, ciò è certamente vero e positivo, siamo pertanto a sottolineare tale situazione, proprio perché non si venga a creare una zona depressa proprio nel cuore della città. Altra situazione problematica si riscontra nel parco verde di Via Volta: anche quest anno molti cittadini si sono rivolti, anche al Forum per segnalare la presenza nel parco di persone che stazionano a tutte le ore del giorno, bevendo e rendendo quindi l area insicura per mamme e bambini, rovinando gli arredi e tenendo comportamenti non civili. CHIEDIAMO DI VALUTARE LA POSSIBILITA DI PROGRAMMARE LA PRESENZA DELLE GUARDIE CIVICHE IN QUESTO PARCO. Per quanto riguarda il posizionamento delle barriere anti rumore lungo la tratta ferroviaria urbana, ad oggi gli incontri avuti dall Assessore Mazzini con ferrovie dello Stato hanno portato a definire il lavoro su Imola, tra quelli che verranno realizzati nella prima trance, ovvero entro il Contrariamente però al progetto pilota fatto redigere, proprio da FFSS nel 2004, ad oggi la proposta è quella di posizionare barriere completamente chiuse, alte dai 5 ai 7 metri, per un tratto di circa 3 chilometri. Non è il progetto per il quale abbiamo raccolto circa 600 firme. E una proposta che - 2 -

3 da un punto di vista di impatto ambientale, sarebbe decisamente invasivo. GIUGNO 2012: il Presidente del Centro Anziani Giovannini, comunica al consiglio del Forum la difficoltà in cui il Centro stesso si trova: mancano nuovi volontari per compensare la " scomparsa" e la sempre minore capacitò di contribuire dei " soci storici ". Lo stesso Sammarchi ci informa che è sua intenzione, lasciare il ruolo di Presidente a fine 2012: ha svolto un intenso servizio per oltre 10 anni, ed ora, senza degli aiuti adeguati, per tenere aperto il centro e per tenerlo pulito, ha deciso di dimettersi. SAREBBE PER IL NOSTRO QUARTIERE UNA GROSSA PERDITA, SPECIE PER LA FASCIA SOCIALE PIU' DEBOLE E BISOGNOSA CHE è RAPPRESENTATA DAGLI ANZIANI, ED ANZIANI CHE SPESSO VIVONO SITUAZIONI ECONOMICHE E SOCIALI PARTICOLARMENTE DIFFICILI. IL RUOLO DEL FORUM, IN TEMPO DI CRISI Il Consiglio del Forum Marconi si è recentemente interrogato su quale possa essere il ruolo del Forum in questi anni in cui, causa la crisi e causa alcune leggi statali, il bilancio del Comune di Imola, non può affrontare in tema di lavori pubblici, alcun tipo di spesa, sia pur minima. Abbiamo individuato alcune modalità per non rinunciare al ruolo che lo Statuto dei Forum ci attribuisce di strumenti di partecipazione : Discutere con i cittadini le problematiche del Forum che essi ci portano, segnalare le esigenze ed i bisogni all Amministrazione comunale, in modo che, anche nell ambito di risorse ristrette, possa avere una indicazione e si possa dare voce ai cittadini ai quali devono essere date le risposte e date in tempi certi; Organizzare iniziative pubbliche sui temi di interesse cittadino, promuovendo in particolare la partecipazione e la corresponsabilità in merito alle decisioni per nostra città. Proprio perché la situazione economica è molto critica, è opportuno che i cittadini attraverso i Forum possano avere un reale controllo sulle spese che vengono fatte. Occorre che i cittadini, sempre più possano essere informati su cosa si decide di fare, come vengono fatti i lavori, e come vengono spesi i soldi pubblici. Sempre più significativa la "sfiducia nella effettiva possibilità di partecipare alle scelte amministrative e politiche del nostro territorio". RELAZIONE ANNUALE GIUGNO 2010 GIUGNO 2011 IL RUOLO DEL FORUM, OGGI Abbiamo individuato alcune modalità per non rinunciare, nonostante i tagli di Bilancio, al ruolo che lo Statuto dei Forum ci attribuisce di strumenti di partecipazione : Chiedere la collaborazione di tutti: condividere con i cittadini le problematiche del Forum cercando la loro collaborazione alla soluzione dei problemi; Informare: far conoscere per quanto è possibile, tutte le informazioni, le possibilità, i bandi pubblicati e le iniziative promosse dal Comune o da altri organismi quali Hera, AUSL, ASP o altre Organizzazioni. Tutti i 12 Forum hanno deciso per l anno 2012 di focalizzare la loro attenzione sul tema PARTECIPAZIONE

4 L'esperienza stessa dei Forum, che sulla carta sono uno strumento innovativo e certamente valido di partecipazione della cittadinanza alle scelte politiche, a distanza di 4 anni dalla nostra elezione, ci appare spesso "una occasione persa". L'attività di tanti cittadini, ci pare non trovare una reale utilità per la comunità stessa che essi si trovano a rappresentare. Le decisioni, come forse è anche giusto, si prendono altrove...ma allora ha ancora senso "tenere in vita" questa realtà? Pur essendo "pesante" questa affermazione, la serietà e la volontà di essere utili ed efficaci, che animano molti dei volontari dei collegi di Forum, ci portano a fare apertamente questa riflessione, perchè nulla è più dannoso in politica, come in altre realtà, del "potrebbe essere, ma non è"... DAL PARERE del SUL BILANCIO 2012 Il consiglio del Forum, anche partendo dalle esperienze avute personalmente su vari fronti, quali l AUSL, i Servizi Sociali, i trasporti pubblici ecc. ritiene di dover fare una forte sottolineatura sulla ATTENZIONE ALLA QUALITA DEI SERVIZI COME UNICO E REALE STRUMENTO DI CONTENIMENTO DELLA SPESA. La richiesta della maggiore qualità dei servizi è una richiesta sempre presente da parte dei cittadini e, ci pare, anche nella consapevolezza della nostra Amministrazione: troppo spesso però, specie in questi ultimi anni, che sono gravemente segnati da una crisi economica globale, e forti tagli alle amministrazioni locali, è stato proprio il fattore economico il primo ostacolo esibito per giustificare una impossibilità a fare di più o fare meglio. Riteniamo invece che perseguire la QUALITA non richiede maggiori fondi, ma anzi sia l unico e vero strumento PER OTTENERE UN RISPARMIO ED UN USO QUALIFICATO DELLE RISORSE. 1. Qualità intesa come qualità del servizio offerto, ovvero maggiore cura nelle prestazioni e dei servizi, creazione di un efficace coordinamento per evitare sovrapposizioni, doppioni, ma anche vuoti ; 2. Qualità intesa come migliore comunicazione tra gli operatori e con l utente: troppo spesso gli utenti sono numeri di prestazioni da esibire, dimenticando la persona che si ha di fronte, che non è solo il problema che porta. Molti pazienti imolesi, ad esempio, si rivolgono ad altre realtà sanitarie limitrofe o lontane non solo perché erogano prestazioni con tempi di attesa più brevi ma anche perché forniscono una migliore qualità in alcuni servizi intesi come diagnosi, terapia e rapporto operatore -assistito. La qualità di un servizio dipende molto dai rapporti che ci sono tra chi dirige e chi opera a contatto con l'assistito. Se l'interesse primario è realmente il bene degli utenti e non solo far quadrare i conti economici, è indispensabile il dialogo tra tutti gli operatori che operano in vari modi nel perseguire l'obbiettivo comune: il maggior bene possibile della persona. 3. Qualità a partire di chi decide: occorre che la direzione dei servizi sia affidata a persone competenti nella materia specifica. Non ci possono essere solo manager a guidare l organizzazione di servizi quali, ad esempio, quelli sanitari o sociali, è necessario che chi prende le decisioni abbia una chiara visione delle - 4 -

5 priorità, della migliore organizzazione e delle dinamiche che quel servizio richiede. Se l obbiettivo della dirigenza è solo quello di far quadrare i conti, dati ed esperienza alla mano, nel lungo periodo ci si trova a dover spendere molto di più per sanare le conseguenze delle scelte fatte. E non sempre la quadratura dei conti, (quando si ottiene) corrisponde ad un servizio adeguato, non perché non ci siano abbastanza soldi, ma perché le strategie portate avanti non sempre sono le migliori. 4. Qualità dell organizzazione di operatori/professionisti: è molto difficile fornire un buon servizio quando gli operatori cambiano con grande frequenza, l organizzazione varia più volte in pochi anni; si rischia di portare avanti il lavoro in modo estremamente frammentato e discontinuo, con la conseguenza che gli operatori per primi non sono troppo motivati; questo porterà risultati scarsi e problemi più grossi e più onerosi, di cui l amministrazione, la comunità dovranno farsi carico negli anni a venire. In campo medico, quante prescrizioni di esami vengono fatte solo per tutelare il medico da una possibile causa, e non dalla necessità reale di eseguire l esame? In materia di servizi sociali, i casi che non vengono seguiti in modo costante ed adeguato, presenteranno problematiche più onerose dopo breve tempo. Con l augurio che questo nostro contributo possa essere di aiuto nell ambito della discussione sul Bilancio, ma piu in generale sulla gestione politica della nostra città, cogliamo l occasione per porgere distinti saluti. Imola, 18 luglio 2012 Per il Consiglio del Forum Marconi Maria Pia Martignani Presidente Forum - 5 -

!"#!#$%& * $ %+,-.,-/ ! " # $ % & ' ( ) *+!,-+ #! $ $ %%& $ '$$ ' ( ) ***

!#!#$%& * $ %+,-.,-/ !  # $ % & ' ( ) *+!,-+ #! $ $ %%& $ '$$ ' ( ) *** n.14 ottobre 2005 a cura del Comitato Genitori del Liceo Classico e Scientifico Giulio Casiraghi del Parco Nord Milano!" #! $ $ %%& $ '$$ ' ( ) *** "!"#!#$%& '(! " # $ )&! % & ' ( ) *+!,-+!.*/,)## ""(0-1222

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Comune di Tufino 2) Titolo del progetto: GARANZIAMBIENTE 3) Settore ed area di intervento del

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Governance Gestione locale per la sostenibilità

Governance Gestione locale per la sostenibilità Capitolo 1/2 Governance Gestione locale per la sostenibilità Aalborg Commitment 1 Ci impegniamo a rafforzare i nostri processi decisionali tramite una migliore democrazia partecipatoria. Lavoreremo quindi

Dettagli

La mediazione linguistico-culturale nei servizi sociali. (Alcune riflessioni a cura di Daniela Giuliani e Paola Del Vecchio)

La mediazione linguistico-culturale nei servizi sociali. (Alcune riflessioni a cura di Daniela Giuliani e Paola Del Vecchio) La mediazione linguistico-culturale nei servizi sociali (Alcune riflessioni a cura di Daniela Giuliani e Paola Del Vecchio) La figura del mediatore culturale è nata negli anni sulla base di precise esigenze,

Dettagli

LA NOSTRA STORIA DOVE SIAMO FINALITÀ OBIETTIVI

LA NOSTRA STORIA DOVE SIAMO FINALITÀ OBIETTIVI LA NOSTRA STORIA Casa Betania nasce da una diversa destinazione d uso di una ridente villetta di proprietà delle Suore di S. Onofrio ed è ubicata nel territorio di competenza della Parrocchia di San Raffaele.

Dettagli

RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI

RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI EMPLOYEE (PEOPLE) SATISFACTION Non bisogna mai dimenticare che i primi clienti di un organizzazione sono i collaboratori interni e che un indicatore molto importante

Dettagli

Cittadinanzattiva Come promuovere l empowerment dei pazienti partendo dalla consapevolezza dei loro diritti

Cittadinanzattiva Come promuovere l empowerment dei pazienti partendo dalla consapevolezza dei loro diritti Cittadinanzattiva Come promuovere l empowerment dei pazienti partendo dalla consapevolezza dei loro diritti Giuseppe Scaramuzza Premessa Questo intervento non ha un taglio dottrinale ma racconta e riporta

Dettagli

Rilevazione gradimento servizio di Management Didattico Aprile 2014

Rilevazione gradimento servizio di Management Didattico Aprile 2014 Rilevazione gradimento servizio di Management Didattico Aprile 2014 Nel 2014 il servizio di Management Didattico è stato valutato da complessivamente 3540 studenti (rispetto a 3.999 nel 2012) che hanno

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 Il giorno 26 maggio 2015 alle ore 18.30, presso la Sede del Comune di Cavriago, si riunisce il Forum scuola,con il seguente ordine del giorno 1) aggiornamento

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2014. dopo aver dato lettura del Piano Programmatico Pluriennale 2014-2016,

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2014. dopo aver dato lettura del Piano Programmatico Pluriennale 2014-2016, DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2014. Egregi Signori, dopo aver dato lettura del Piano Programmatico Pluriennale 2014-2016, approvato dal Consiglio Generale nella seduta del 15 ottobre e prima di

Dettagli

CALENDARI E SONDAGGI PER L ANNO NUOVO

CALENDARI E SONDAGGI PER L ANNO NUOVO CALENDARI E SONDAGGI PER L ANNO NUOVO È iniziata la distribuzione dei calendari per l anno nuovo realizzati dall Ufficio Ecologia del Comune di Saronno in collaborazione con Econord. L importante appuntamento

Dettagli

Cidiesse Cooperativa Sociale r.l. BILANCIO SOCIALE ESERCIZIO 2002

Cidiesse Cooperativa Sociale r.l. BILANCIO SOCIALE ESERCIZIO 2002 Cidiesse Cooperativa Sociale r.l. Sede in Milano Capitale Sociale 17.609 BILANCIO SOCIALE ESERCIZIO 2002 ASPETTI GENERALI In relazione all art. 3 dello statuto si conferma che i criteri che hanno guidato

Dettagli

Progetti di marketing sociale 2011

Progetti di marketing sociale 2011 Progetti di marketing sociale 2011 Clown in corsia La medicina del buonumore Il sorriso e il buonumore portati da un clown possono incidere positivamente sui tempi di guarigione del paziente. Il progetto

Dettagli

-Ma come la Scuola dell Infanzia si inserisce in un discorso così complesso dalle varie sfaccettature pedagogiche, sociali, politiche?...

-Ma come la Scuola dell Infanzia si inserisce in un discorso così complesso dalle varie sfaccettature pedagogiche, sociali, politiche?... RELAZIONE : Ispettrice LUCILLA D ANTONIO. LA PRECOCITA DELL INTERVENTO A PARTIRE DALLA SCUOLA DELL INFANZIA. L attività educativa nei confronti dei bambini in difficoltà è talmente articolata che affrontarla

Dettagli

Strasburgo, 12 gennaio 2015. Sono grato per l occasione di partecipare nuovamente ai lavori di questa Commissione.

Strasburgo, 12 gennaio 2015. Sono grato per l occasione di partecipare nuovamente ai lavori di questa Commissione. Intervento del Ministro Padoan alla Commissione Affari Economici e Monetari (ECON) del Parlamento Europeo al termine del semestre di presidenza italiana della Ue Presidente, Onorevoli Membri, Strasburgo,

Dettagli

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente Allegato n. 1 C.I. del 29.04.2014 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEMARCIANO MARINA Via G. Marotti, 26 60018 MONTEMARCIANO (AN) ic.montemarciano@libero.it - www.icsmontemarciano.it Tel. 071 915239 - Fax 071 915050

Dettagli

IL MIO MONDO IL TUO MONDO. Punto d ascolto ammalati e disabili Garante mondo disabilità

IL MIO MONDO IL TUO MONDO. Punto d ascolto ammalati e disabili Garante mondo disabilità IL MIO MONDO IL TUO MONDO Punto d ascolto ammalati e disabili Garante mondo disabilità L'idea di creare uno sportello d'ascolto presso il Comune di Aversa nasce da un approfondito confronto tra persone

Dettagli

Intervento del Presidente Vasco Errani

Intervento del Presidente Vasco Errani Intervento del Presidente Vasco Errani Ci sono aspetti del confronto tra Governo e Regioni sui temi della crisi, dell utilizzo dei fondi comunitari e degli ammortizzatori sociali che vanno chiariti. La

Dettagli

"Sono lusingata per il riconoscimento e la fiducia che mi è stata a accordata - dichiara la neo

Sono lusingata per il riconoscimento e la fiducia che mi è stata a accordata - dichiara la neo Non Profit: eletti i nuovi vertici del MODAVI, Bellucci presidente per rinnovare gli organi dirigenti dell associazione. È stata eletta presidente Maria Teresa Bellucci, psicologa e psicoterapeuta; mentre

Dettagli

PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 CANDIDATO SINDACO Patrizia Sbardolini CANDIDATI CONSIGLIERI Luca Felappi Raffaella Zanardini Serafino Frassi Luisa Manella Davide Morgera Alessandra Frassi

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI Consultorio Familiare LA CASA di Erba CARTA DEI SERVIZI E lo strumento del quale il Consultorio si è dotato per rendere più facilmente visibili i servizi offerti a coloro che intendono

Dettagli

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 ELEZIONI COMUNALI AL COMUNE DI FISCIANO - 15/16 MAGGIO 2011 Programma 1 Area Politiche Sociali e Servizi alla Persona 2 Ambiente e Territorio 3 Giovani -

Dettagli

La nostra visione del traffico transfrontaliero di merci e di viaggiatori è ben diversa! Per illustrarla vi abbiamo invitato a questo incontro.

La nostra visione del traffico transfrontaliero di merci e di viaggiatori è ben diversa! Per illustrarla vi abbiamo invitato a questo incontro. Signore e signori, questo cartello, fotografato alla stazione di confine di Domodossola, dice tutto sull attuale situazione nel traffico ferroviario tra l Italia e la Svizzera: Strutture obsolete Impianti

Dettagli

DIREZIONE SERVIZI CIVICI, LEGALITA E DIRITTI SERVIZI ELETTORALI INDAGINE SUI SERVIZI ELETTORALI DEL COMUNE DI GENOVA

DIREZIONE SERVIZI CIVICI, LEGALITA E DIRITTI SERVIZI ELETTORALI INDAGINE SUI SERVIZI ELETTORALI DEL COMUNE DI GENOVA DIREZIONE SERVIZI CIVICI, LEGALITA E DIRITTI SERVIZI ELETTORALI INDAGINE SUI SERVIZI ELETTORALI DEL COMUNE DI GENOVA QUESTIONARIO Obiettivo: indagare il grado di soddisfazione dei cittadini sui servizi

Dettagli

EMERGENZA CASA IN PIEMONTE INTERVENIRE PER GARANTIRE IL DIRITTO

EMERGENZA CASA IN PIEMONTE INTERVENIRE PER GARANTIRE IL DIRITTO CGIL-CISL-UIL PIEMONTE SUNIA-SICET-UNIAT PIEMONTE RELAZIONE INTRODUTTIVA EMERGENZA CASA IN PIEMONTE INTERVENIRE PER GARANTIRE IL DIRITTO In Piemonte come in Italia la pesante crisi economica ha generato

Dettagli

CASA COMUNE. Trasparenza TRASPARENZA, PARTECIPAZIONE, EFFICIENZA DEL COMUNE, CONNETTIVITÀ, COMUNICAZIONE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2015 - GELA

CASA COMUNE. Trasparenza TRASPARENZA, PARTECIPAZIONE, EFFICIENZA DEL COMUNE, CONNETTIVITÀ, COMUNICAZIONE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2015 - GELA ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2015 - GELA CASA COMUNE TRASPARENZA, PARTECIPAZIONE, EFFICIENZA DEL COMUNE, CONNETTIVITÀ, COMUNICAZIONE Trasparenza In questi anni il distacco dei cittadini dalla politica ha raggiunto

Dettagli

Sviluppo del territorio e dell economia locale

Sviluppo del territorio e dell economia locale ASSESSORATO ALLE POLITICHE AMBIENTALI Settore Punti di forza Punti di debolezza Rischi Opportunità Sviluppo del territorio e dell economia locale Buoni livelli di qualità della vita a livello socio-economico,

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato Cari amici, illustri ospiti, Voglio innanzitutto ringraziarvi tutti per

Dettagli

ATTI DEL CONVEGNO LA FAMIGLIA ADOTTIVA : LA DIMENSIONE GIURIDICA E QUELLA AFFETTIVA RELAZIONALE. Rimini 13 ottobre 2010

ATTI DEL CONVEGNO LA FAMIGLIA ADOTTIVA : LA DIMENSIONE GIURIDICA E QUELLA AFFETTIVA RELAZIONALE. Rimini 13 ottobre 2010 Servizio Polifunzionale per l Adozione Internazionale ATTI DEL CONVEGNO LA FAMIGLIA ADOTTIVA : LA DIMENSIONE GIURIDICA E QUELLA AFFETTIVA RELAZIONALE Rimini 13 ottobre 2010 Intervento dell Ente Autorizzato

Dettagli

Se questo non ti sta portando il risultato che speravi, ti suggeriamo di leggere qui di seguito:

Se questo non ti sta portando il risultato che speravi, ti suggeriamo di leggere qui di seguito: Strategia Web Sergio Minozzi Imprenditore dell'informática da 20 anni, 12 anni ha lavorato nel settore di web marketing, di cui 5 negli Stati Uniti, Insegnante all'universitá Amministrativa Aziendale.

Dettagli

Promozione della Cittadinanza Europea Attiva

Promozione della Cittadinanza Europea Attiva Promozione della Cittadinanza Europea Attiva Promozione della Cittadinanza Europea Attiva L avvio del progetto: su Il Quotidiano della Calabria si parla del progetto In.Form.Azione L Idea Gli Obiettivi

Dettagli

CARTA PER LA CITTADINANZA SOCIALE dell Ambito Sociale n. 22 Lanciano

CARTA PER LA CITTADINANZA SOCIALE dell Ambito Sociale n. 22 Lanciano CITTADINANZA SOCIALE dell Ambito Sociale n. 22 Lanciano La carta della cittadinanza è un documento/strumento rivolto alla società civile per informare sull offerta dei servizi sociali, assumere impegni

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Criteri di valutazione degli alunni

Criteri di valutazione degli alunni Funzioni della valutazione Criteri di valutazione degli alunni La valutazione degli alunni risponde alle seguenti funzioni fondamentali: verificare l acquisizione degli apprendimenti programmati; adeguare

Dettagli

Sezione Provinciale di Trapani

Sezione Provinciale di Trapani prot. p/13/se del 14/09/2013 Al dr. Vittoriano De Simone Direttore del distretto 4 - ASP 9 Trapani Al dr. Andrea farina Direttore del distretto 5 Trapani Alla dott. Lucia Borsellino assessore Regionale

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Federazione Friuli V.G LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Venerdì 6 marzo 2009 Sede Regione FVG Via Sabbadini, 31 - UDINE ABSTRACT CONTRIBUTO

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

PER IL LAVORO E LO SVILUPPO IL PIEMONTE OLTRE LA CRISI

PER IL LAVORO E LO SVILUPPO IL PIEMONTE OLTRE LA CRISI PER IL LAVORO E LO SVILUPPO IL PIEMONTE OLTRE LA CRISI Il quadro economico del Piemonte Il Piemonte è una delle regioni a più alta concentrazione industriale d Europa, tanto che ancora oggi, nella grave

Dettagli

«Our streets, our choice» Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2014

«Our streets, our choice» Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2014 «Our streets, our choice» Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2014 Our streets, our choice Ovvero «Le nostre strade, la nostra scelta»: lo slogan scelto quest'anno per la Settimana della Mobilità

Dettagli

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO Premessa La progettazione di un centro socio educativo sul territorio di Serravalle P.se nasce dall

Dettagli

Orari (PCO) degli. Città di Avigliana

Orari (PCO) degli. Città di Avigliana Il Piano di Coordinamento degli Orari (PCO) Città di Avigliana Il Piano Coordinamento degli di Orari (PCO) * Introduzione * Il percorso per l elaborazione del PCO * Le fasi di lavoro * I temi e le azioni

Dettagli

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO La Carta dei valori è

Dettagli

LA MEDIAZIONE FAMILIARE

LA MEDIAZIONE FAMILIARE LA MEDIAZIONE FAMILIARE Nel corso dell ultimo decennio, in Italia, si è organizzato un movimento di opinione con lo scopo di promuovere con un approccio conciliativo e sull esempio di esperienze internazionali

Dettagli

MANIFESTO DEI GEOLOGI ITALIANI PER LA MESSA IN SICUREZZA DEL NOSTRO TERRITORIO

MANIFESTO DEI GEOLOGI ITALIANI PER LA MESSA IN SICUREZZA DEL NOSTRO TERRITORIO MANIFESTO DEI GEOLOGI ITALIANI PER LA MESSA IN SICUREZZA DEL NOSTRO TERRITORIO In occasione delle prossime elezioni politiche il Consiglio Nazionale dei Geologi, a nome di tutta la comunità geologica italiana,

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI ASSESSORATO ALLA PARTECIPAZIONE STATUTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI CAPO I - NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI Art. 1 - Istituzione...

Dettagli

Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale

Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale A. PARTE DESCRITTIVA Si richiede la conferma / aggiornamento dei dati riportati nelle analoghe caselle della scheda di

Dettagli

Le nuove tendenze dell abitare a Milano

Le nuove tendenze dell abitare a Milano martedì, 6 maggio 2014 Le nuove tendenze dell abitare a Milano Osservatorio Housing Evolution Mario Abis Campione e iodo di rilevamento L IMPIANTO METODOLOGICO CAMPIONE 1.000 casi età 2565 anni rappresentativi

Dettagli

Forum UNIDI 11 Febbraio 2012. Relazione delle AAOO Unitarie. ( CNA /SNO,Confartigianato /Fenaodi,Casartigiani/FNO,CIO/Confesercenti, ANTLO)

Forum UNIDI 11 Febbraio 2012. Relazione delle AAOO Unitarie. ( CNA /SNO,Confartigianato /Fenaodi,Casartigiani/FNO,CIO/Confesercenti, ANTLO) Forum UNIDI 11 Febbraio 2012 Relazione delle AAOO Unitarie ( CNA /,Confartigianato /Fenaodi,Casartigiani/,CIO/Confesercenti, ANTLO) La crisi che sta attanagliando il settore del dentale, è ormai tale da

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DEI SISTEMI EDILIZI E TERRITORIALI

POLITECNICO DI TORINO DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DEI SISTEMI EDILIZI E TERRITORIALI POLITECNICO DI TORINO DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DEI SISTEMI EDILIZI E TERRITORIALI OSSERVATORIO REGIONALE SULLA CONDIZIONE ABITATIVA Analisi delle domande presentate ai sensi dell art.11 L. 431/98 prof.

Dettagli

Le nuove tendenze dell abitare

Le nuove tendenze dell abitare mercoledì, 18 giugno 2014 Le nuove tendenze dell abitare O s s e r v a t o r i o H o u s i n g E v o l u t i o n Mario Abis URBAN CENTER, MONZA Campione e iodo di rilevamento L IMPIANTO METODOLOGICO CAMPIONE

Dettagli

I p ri r n i ci c p i alil iri r f i l f e l s e si idel e llib i ro r bia i nco c o sullla l mob o iliilt i à re r g e io i n o ale l, e,

I p ri r n i ci c p i alil iri r f i l f e l s e si idel e llib i ro r bia i nco c o sullla l mob o iliilt i à re r g e io i n o ale l, e, I principali riflessi del Libro bianco sulla mobilità regionale, locale e urbana in Italia Carlo Carminucci, Isfort Roma, 17 giugno 2011 Dove eravamo rimasti: la mobilità locale nella programmazione europea.

Dettagli

I.I.S. Albert Einstein a.s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione

I.I.S. Albert Einstein a.s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità I.I.S. Albert Einstein a.s. 2014-2015 Piano Annuale per l Inclusione Rilevazione dei BES presenti: n disabilità certificate (Legge 104/92 art. 3, commi

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

Allegato A all atto rep. n.106.396/22.910 STATUTO

Allegato A all atto rep. n.106.396/22.910 STATUTO Allegato A all atto rep. n.106.396/22.910 STATUTO Art.1 (denominazione e sede) 1. é costituita l organizzazione di volontariato denominata Helios ONLUS (qui di seguito denominata Helios) 2. L organizzazione

Dettagli

È fondamentale liberalizzare la società

È fondamentale liberalizzare la società È fondamentale liberalizzare la società NEL NOSTRO PAESE SI È PARLATO E SI PARLA ANCORA DI LIBERALIZZAZIONI. TUTTAVIA, CIÒ AVVIE- NE SOLO IN CAMPO ECONOMICO E CON RISULTATI POCO SODDISFACENTI. INFATTI,

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO Provincia di Pavia. Amministrazione Comunale di San Martino Siccomario. Sala Luigi Calabresi, Giovedì 9 Aprile 2015

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO Provincia di Pavia. Amministrazione Comunale di San Martino Siccomario. Sala Luigi Calabresi, Giovedì 9 Aprile 2015 COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO Provincia di Pavia Amministrazione Comunale di San Martino Siccomario Sala Luigi Calabresi, Giovedì 9 Aprile 2015 PGT Il percorso della Variante Generale: alcuni spunti

Dettagli

Discorso di insediamento Mi rivolgo ai presenti tutti, nell esprimere il mio più sentito ringraziamento per l alto onore e la responsabilità che

Discorso di insediamento Mi rivolgo ai presenti tutti, nell esprimere il mio più sentito ringraziamento per l alto onore e la responsabilità che Discorso di insediamento Mi rivolgo ai presenti tutti, nell esprimere il mio più sentito ringraziamento per l alto onore e la responsabilità che comporta il compito di realizzare questo progetto che ci

Dettagli

Indicazioni per la predisposizione del foglio informativo, del modulo di consenso informato e della lettera al medico curante

Indicazioni per la predisposizione del foglio informativo, del modulo di consenso informato e della lettera al medico curante Indicazioni per la predisposizione del foglio informativo, del modulo di consenso informato e della lettera al medico curante Introduzione e premesse Sezione 1: Indicazioni per la redazione del foglio

Dettagli

in collaborazione con

in collaborazione con in collaborazione con Ogni individuo ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia con particolare riguardo all alimentazione, al vestiario,

Dettagli

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio CoMoDo. Comunicare Moltiplica Doveri (art direction, grafica, fotografia Marco Tortoioli Ricci) Provincia di Terni in collaborazione con i Comuni della provincia Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21

Dettagli

STRALCIO SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

STRALCIO SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA STRALCIO SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE Ente proponente il progetto: CONSORZIO SOL.CO CREMONA Società Cooperativa Sociale Sede Accreditata C/o Cooperativa

Dettagli

UN FARO A SALVAGUARDIA DELL INFANZIA (Diritti dell infanzia e dell adolescenza)

UN FARO A SALVAGUARDIA DELL INFANZIA (Diritti dell infanzia e dell adolescenza) IO, NOI Associazione di Volontariato per la Solidarietà e l integrazione Sociale Sede legale - Sede Operativa: via delle Meduse, 63a 00054 Fiumicino Tel. 3208594921 066520591 Fax: 0665499252 E.Mail: infoline@ionoi.org

Dettagli

INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA

INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA 1 2011 OBIETTIVI DELL INDAGINE Fornire un un contributo conoscitivo sugli attuali comportamenti di mobilità in sei principali comuni della provincia di

Dettagli

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA.

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. E sicuramente un onore per me, che sono fresco di nomina, avere l incarico di relatore per le Parti

Dettagli

Circolare Informativa n 55/2013. Malattia del lavoratore: controllo e contestazione dei certificati di malattia

Circolare Informativa n 55/2013. Malattia del lavoratore: controllo e contestazione dei certificati di malattia Circolare Informativa n 55/2013 Malattia del lavoratore: controllo e contestazione dei certificati di malattia Pagina 1 di 7 INDICE Premessa pag.3 1) Malattia, certificazioni e controlli: normativa di

Dettagli

Associazione Centro Negozi Le Torrette STATUTO * * *

Associazione Centro Negozi Le Torrette STATUTO * * * Associazione Centro Negozi Le Torrette STATUTO * * * CAPITOLO I: COSTITUZIONE - SEDE - DURATA - SCOPI Costituzione e Sede Articolo 1. E' costituita l'associazione denominata Centro Negozi le Torrette con

Dettagli

La Famiglia nell era digitale

La Famiglia nell era digitale La Famiglia nell era digitale sabato 22 gennaio 2011 Firenze - Convitto della Calza Alcuni siti web che possono essere utilmente consultati per Navigare sicuri bambini e adulti Siti che possono essere

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ.

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ. AL DIRIGENTE SCOLASTICO 8Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca LICEO STATALE CARLO TENCA Bastioni di Porta Volta,16 20121 Milano Tel. 02.6551606 Fax 02.6554306 C. F. 80126370156 Cod.

Dettagli

30 anni di HIV/AIDS. La parola delle persone con HIV. A cura di NPS Emilia Romagna Onlus

30 anni di HIV/AIDS. La parola delle persone con HIV. A cura di NPS Emilia Romagna Onlus 30 anni di HIV/AIDS La parola delle persone con HIV A cura di NPS Emilia Romagna Onlus Chi siamo NPS Emilia Romagna si è costituita come associazione Onlus il 13-03-2010 a Faenza, ma già da anni era attiva

Dettagli

Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus

Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus Rovereto, 20 aprile 2012 RELAZIONE PRESIDENTE Cari amici, grazie per la vostra presenza alla nostra assemblea che quest anno abbiamo programmato in un giorno settimanale,

Dettagli

NONSOLO15 ASSOCIAZIONE PER LA RICERCA E IL SOSTEGNO DI FAMILIARI E AMICI DI PERSONE AFFETTE DA SINDROME INVDUP15 (IDIC15)

NONSOLO15 ASSOCIAZIONE PER LA RICERCA E IL SOSTEGNO DI FAMILIARI E AMICI DI PERSONE AFFETTE DA SINDROME INVDUP15 (IDIC15) STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLOTARIATO DENOMINATA NONSOLO15 ASSOCIAZIONE PER LA RICERCA E IL SOSTEGNO DI FAMILIARI E AMICI DI PERSONE AFFETTE DA SINDROME INVDUP15 (IDIC15) ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA

Dettagli

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ DI BENEVENTO REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO Titolo I Principi generali Art. 1 Il Forum della Gioventù della Provincia di Benevento è un organismo di partecipazione, rappresentanza

Dettagli

Delibera n. 13845 del 11-12-1998 proposta da GIOVANAZZI. Legge provinciale 11 settembre 1998, n. 10, art. 44, 4. comma.

Delibera n. 13845 del 11-12-1998 proposta da GIOVANAZZI. Legge provinciale 11 settembre 1998, n. 10, art. 44, 4. comma. Delibera n. 13845 del 11-12-1998 proposta da GIOVANAZZI Legge provinciale 11 settembre 1998, n. 10, art. 44, 4 comma. Individuazione dei criteri in base ai quali il Servizio Lavori Pubblici degli Enti

Dettagli

FORUM DEI GIOVANI CITTA DI AVELLINO REGOLAMENTO

FORUM DEI GIOVANI CITTA DI AVELLINO REGOLAMENTO FORUM DEI GIOVANI CITTA DI AVELLINO REGOLAMENTO INDICE ARTICOLO 1 ISTITUZIONE ARTICOLO 2 - IMPEGNI DELL AMMINISTRAZIONE ARTICOLO 3 - FINALITA DEL FORUM ARTICOLO 4 - AREE DI INTERESSE ARTICOLO 5 COMPETENZE

Dettagli

Priorità per i Trasporti e la Logistica

Priorità per i Trasporti e la Logistica Priorità per i Trasporti e la Logistica Audizione presso Comitato Scientifico Consulta Generale per l Autotrasporto e la Logistica Sommario Premessa: le Linee Guida del Piano per la Logistica... 2 Descrizione

Dettagli

Via Nicolò Copernico 12 - Valdagno - Vicenza

Via Nicolò Copernico 12 - Valdagno - Vicenza Via Nicolò Copernico 12 - Valdagno - Vicenza Documento redatto nel mese di gennaio 2013, modificato nel mese di gennaio 2015. PREMESSA La riforma della sanità del 1999 ha modificato in maniera sostanziale

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PIANO DI LAVORO DI LINGUA INGLESE

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PIANO DI LAVORO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PIANO DI LAVORO DI LINGUA INGLESE Riferito al Piano dell'offerta Formativa al Curricolo Verticale d'istituto al Curricolo delle Competenze Trasversali anno scolastico 2015/2016

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA Allegato A COMUNE DI TREVISO PROTOCOLLO DI INTESA tra Comune di Treviso e Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A., Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., Trenitalia S.p.A., FS Logistica S.p.A., FS Sistemi Urbani

Dettagli

INCONTRO MIMMO GARGANO BITETTO. con. www.mimmogargano.it

INCONTRO MIMMO GARGANO BITETTO. con. www.mimmogargano.it INCONTRO BITETTO con www.mimmogargano.it MIMMO GARGANO Domenico Gargano Sono stato Assessore al Personale, Servizi Sociali e Sanitari, Anagrafe e Demografici, Polizia Municipale del Comune di Bitetto.

Dettagli

EDIFICI PRIVATI APERTI AL PUBBLICO

EDIFICI PRIVATI APERTI AL PUBBLICO Comune di Milano Settore Concessioni e Autorizzazioni Edilizie QUADERNI TECNICI SULLA FRUIBILITÀ AMBIENTALE Guida alla progettazione senza barriere architettoniche secondo l applicazione delle prescrizioni

Dettagli

Tenersi per mano nella società dell incertezza.

Tenersi per mano nella società dell incertezza. Tenersi per mano nella società dell incertezza. Ricerca Spi Cgil Lombardia-AASter, settembre 2004 Discorsi sugli anziani. Viviamo, anziani e non anziani, nel postmoderno. Che in prima approssimazione si

Dettagli

Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia

Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia (Approvato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 18 dicembre 2008) ---------------- L Istituto Comprensivo VIA CASAL BIANCO è una scuola che svolge

Dettagli

Un nuovo orizzonte per la tutela e la sicurezza del lavoro nei cantieri edili

Un nuovo orizzonte per la tutela e la sicurezza del lavoro nei cantieri edili Supplemento 1.2009 7 Un nuovo orizzonte per la tutela e la sicurezza del lavoro nei cantieri edili Gian Carlo Muzzarelli* Sommario 1. Tutela e sicurezza del lavoro nei cantieri edili. 2. I cardini della

Dettagli

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo HumanWare Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Aree di Intervento Sistemi di Analisi e Valutazione delle Posizioni Sistemi di Valutazione delle Prestazioni

Dettagli

FORUM Regionale R/S ABRUZZO OGGI

FORUM Regionale R/S ABRUZZO OGGI Ho capito che la situazione dell altro è uguale alla mia: uscirne da soli è egoismo, insieme è POLITICA (Don Milani) Noi educhiamo i nostri ragazzi a sviluppare la propria individualità tanto nello spirito

Dettagli

VERBALE N.3 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO 5 dicembre 2012

VERBALE N.3 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO 5 dicembre 2012 VERBALE N.3 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO 5 dicembre 2012 Il giorno 5 dicembre 2012, alle ore 17.30, nei locali della Scuola Donati di Cintolese, si è riunito dietro convocazione del Dirigente Scolastico -

Dettagli

INDICE ARTICOLI REGIONE

INDICE ARTICOLI REGIONE MESSAGGERO VENETO domenica 18 aprile 2010 (Gli articoli della presente rassegna, dedicata esclusivamente ad argomenti di carattere economico e sindacale, sono scaricati dal sito internet del quotidiano.

Dettagli

Team e lavoro di gruppo

Team e lavoro di gruppo Team e lavoro di gruppo Team di lavoro Team Numero ridotto di persone aventi capacità complementari che si ritengono reciprocamente responsabili per scopo, obiettivi e approccio comuni. L evoluzione di

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE VOLONTARI SOLAROLO MONS. GIUSEPPE BABINI

STATUTO ASSOCIAZIONE VOLONTARI SOLAROLO MONS. GIUSEPPE BABINI STATUTO ASSOCIAZIONE VOLONTARI SOLAROLO MONS. GIUSEPPE BABINI ART. 1 - COSTITUZIONE È costituita con sede a Solarolo in via Montale n. 1/b l associazione di volontariato denominata Associazione Volontari

Dettagli

PATTO DI CORRESPONSABILITA E REGOLAMENTO SCUOLA DELL INFANZIA

PATTO DI CORRESPONSABILITA E REGOLAMENTO SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola Infanzia- Scuola Primaria Scuola secondaria di 1 grado Tel/Fax 0832/361100 e-mail leic89900c@istruzione.it e-mail certificata: leic89900c@pec.istruzione.it c.f. 80019410754

Dettagli

Consiglio territoriale di partecipazione n.6 Porta a Lucca I Passi Gagno Porta Nuova San Francesco Santa Maria

Consiglio territoriale di partecipazione n.6 Porta a Lucca I Passi Gagno Porta Nuova San Francesco Santa Maria Consiglio territoriale di partecipazione n.6 Porta a Lucca I Passi Gagno Porta Nuova San Francesco Santa Maria VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 10/09/2014 In allegato A foglio presenze. Segretario:

Dettagli

Liceo Giuseppe e Quintino Sella

Liceo Giuseppe e Quintino Sella Liceo Giuseppe e Quintino Sella Classico - Linguistico - Artistico Istituto Istruzione Superiore Statale Via Addis Abeba, 20 13900 BIELLA Tel. 015/8409141 - fax 015/8491797 E-mail: segreteria@liceosella.it

Dettagli

Efficienza energetica: governance, strumenti e mercato. Luigi De Paoli 12 marzo 2014

Efficienza energetica: governance, strumenti e mercato. Luigi De Paoli 12 marzo 2014 Efficienza energetica: governance, strumenti e mercato Luigi De Paoli 12 marzo 2014 Schema dell intervento 1. Premessa 2. Come ha lavorato il Laboratorio Efficienza Energetica di EnergyLab nel 2013 3.

Dettagli

Esercitazione. la valigia del rientro: ricordi, souvenir e sviluppi

Esercitazione. la valigia del rientro: ricordi, souvenir e sviluppi Esercitazione la valigia del rientro: ricordi, souvenir e sviluppi dicembre 2012 La traccia Premessa Questo viaggio ha avuto lo scopo di fornire una panoramica su alcune tendenze in atto nei servizi di

Dettagli

Regolamento Forum dei Giovani di Albanella

Regolamento Forum dei Giovani di Albanella Regolamento Forum dei Giovani di Albanella ARTICOLO 1 - ISTITUZIONE ARTICOLO 2 - IMPEGNI DELL'AMMINISTRAZIONE ARTICOLO 3 - FINALITA' ARTICOLO 4 - AREE DI INTERESSE ARTICOLO 5 - COMPETENZE ARTICOLO 6 -

Dettagli