Vademecum DATA PRIVACY Come tutelare i dati personali nello studio medico LE ISTRUZIONI PER L USO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Vademecum DATA PRIVACY Come tutelare i dati personali nello studio medico LE ISTRUZIONI PER L USO"

Transcript

1 Vademecum DATA PRIVACY Come tutelare i dati personali nello studio medico LE ISTRUZIONI PER L USO

2 Introduzione Nel 2014 sono state svolte dal Garante per la protezione dei dati personali circa 200 ispezioni presso studi medici. Il bilancio dell attività ispettiva e sanzionatoria del Garante privacy ha rivelato, in sostanza, una scarsa informazione agli utenti sull uso dei dati personali, ancora numerosi trattamenti illeciti e poca attenzione alle misure di sicurezza. Alla luce delle ispezioni attivate dal Garante privacy per verificare il rispetto delle normative negli studi, in particolare dei Medici di Medicina generale, ecco un promemoria ragionato degli adempimenti da rispettare per gestire correttamente i dati personali dei pazienti. Il Vademecum affronta in maniera sintetica le misure e i comportamenti da adottare: l informativa e il consenso informato, come rispettare la Privacy del paziente, come gestire le ricette, la sicurezza dei dati e le lettere di incarico ai collaboratori. Il documento è stato realizzato a cura di Cegedim Italia in collaborazione con l Avvocato Marco Maglio. L iniziativa Vademecum Data Privacy per il Medico prevede una seconda pubblicazione di materiale di pratica consultazione e utilizzo, tra cui la modulistica di riferimento pronta per essere scaricata e stampata. Un cenno ai riferimenti normativi Il medico deve ottemperare alle norme contenute nel D.Lg. 196/2003 e sue successive modifiche ed integrazioni, concernente il trattamento dei dati comuni e sensibili, nonché all obbligo di garantire le misure di sicurezza imposte dall allegato b) del suddetto decreto. E importante precisare che il comma 1 dell art. 45, Decreto Legislativo 9 febbraio 2012, n. 5 (cd. decreto semplificazioni ) ha eliminato l obbligo di redigere (in forma scritta e con data certa) il documento programmatico per la sicurezza dei dati. 1

3 Informativa Nella sala di aspetto deve essere esposta ben visibile, in particolare nelle vicinanze dei punti di accoglienza, l Informativa che deve dichiarare al paziente la finalità per la quale si raccolgono i suoi dati sensibili, i soggetti che, per garantire queste finalità, potranno avere accesso ai dati, le garanzie che il cittadino ha di escludere comunque uno o più di tali soggetti dalla consultazione, le misure di protezione che il medico adotta per garantire la conservazione e l uso corretto dei dati, anche conservati in repository remoti in cloud. Cosa deve contenere l Informativa? Consenso Informato La normativa, con gli articoli 77, 78 ed 81 del suddetto D.Lg. 196/2003 ha definito che il medico che raccoglie i dati solo per svolgere attività necessarie per la prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione, nei termini di cui all informativa sopra descritta, è autorizzato alla raccolta del consenso informato semplificato, consistente nella raccolta verbale del consenso e nella annotazione in cartella clinica elettronica (quindi senza acquisizione di consenso scritto firmato dal paziente). Il consenso può essere raccolto anche una sola volta. per il Medico vale il consenso informato semplificato... È importante ricordarsi, all atto dell apertura della scheda sanitaria di raccogliere il consenso al trattamento dei dati e di annotarlo in cartella. A questo scopo molti applicativi hanno delle funzioni di Help che se attivate, aprono direttamente la schermata di annotazione del consenso ricevuto per i pazienti che non lo avevano ancora espresso. 2

4 La riservatezza nelle comunicazioni, in ambulatorio e al telefono Rispetto della Privacy del paziente Per garantire al paziente la necessaria Privacy si devono adottare le seguenti misure, specie da parte del personale operante nello studio/ambulatorio: 1. La prenotazione e le visite devono avvenire con modalità tali da evitare che altri pazienti possano sentire le conversazioni e/o individuare l interlocutore. 2. Per nessun motivo dovranno essere comunicate telefonicamente patologie, diagnosi o risultati di esami o referti. 3. In presenza di altri pazienti o terzi in sala di attesa non dovranno essere comunicate ad alta voce patologie, diagnosi o risultati di esami o referti. 4. È necessario evitare di comunicare diagnosi a persone diverse dall interessato, soprattutto per telefono. 5. Le prescrizioni mediche, referti e documenti contenenti dati sanitari devono essere consegnate solo al paziente. È possibile consegnarle anche a persone diverse sulla base di una delega scritta acquisita anche una sola volta e valida per sempre. 6. La consegna o la giacenza di prescrizioni, referti e documenti sanitari deve avvenire sempre mediante busta chiusa e sigillata. Per nessun motivo le ricette/prescrizioni possono essere lasciate in sala di attesa o in altri luoghi accessibili al pubblico. 3

5 Le ricette mediche Le ricette mediche possono essere lasciate presso le farmacie e gli studi medici per il ritiro da parte dei pazienti, purché siano messe in busta chiusa. Lasciare ricette e certificati alla portata di chiunque o perfino incustodite, in vaschette poste sui banconi delle farmacie o sulle scrivanie degli studi medici, viola la privacy dei pazienti. Il Garante ha recentemente precisato (novembre 2014) che le procedure, in vigore già da tempo, consentono ai medici di lasciare ai pazienti ricette e i certificati presso le sale d attesa dei propri studi o presso le farmacie, senza doverglieli necessariamente consegnare di persona. Per impedire la conoscibilità da parte di estranei di dati delicati, come quelli sanitari, è però indispensabile che ricette e certificati vengano consegnati in busta chiusa. La busta chiusa è tanto più necessaria nel caso in cui non sia il paziente a ritirare i documenti, ma una persona da questi appositamente delegata. Semplici regole di buon senso, queste, che permettono di rispettare la riservatezza e la dignità delle persone senza creare troppi aggravi e difficoltà né ai medici né agli stessi pazienti. Tutte queste specifiche devono essere oggetto di formazione specifica del personale e devono essere contenute in apposita lettera di incarico di cui una copia va consegnata al personale ed una, controfirmata dal personale per attestazione di ricevimento/presa visione, va conservata agli atti. Sì alle ricette in farmacia o nelle sale di attesa, purché... 4

6 Sicurezza dei dati Come sopra accennato recentemente è stato eliminato l obbligo di compilazione con data certa del documento programmatico per la sicurezza, ma sono rimaste inalterate le regole previste dall allegato b) del D.Lg. 196/2003 che impone di mantenere stringenti misure di sicurezza. È necessario pertanto fare attenzione a: 1. I Dati del paziente che vengono inseriti nella cartella clinica devono essere crittografati. È sconsigliato utilizzare programmi fai da te mentre è indicato utilizzare uno dei programmi specifici per la gestione della cartella clinica avendo cura, scegliendo il prodotto, di verificare che sia adeguatamente protetto. va inserita una password per l accesso al computer, una per l accesso al programma di gestione della cartella clinica 2. Password: va inserita una password per l accesso al computer ed una per l accesso al programma di gestione della cartella clinica. Si deve fare attenzione a cambiare la password di accesso almeno ogni tre mesi, scegliendole alfanumeriche con non meno di 8 caratteri. Ovviamente le password sono strettamente personali e quindi non vanno annotate in agende o simili e a maggior ragione non vanno attaccati biglietti pro-memoria con le password al monitor o in luoghi accessibili a terzi. 3. Misure di sicurezza per la protezione dei sistemi informatici: vanno fatti regolari e giornalieri back up dei dati e le copie dei dati vanno conservate in luogo diverso da quello dove risiede il personal computer. Il sistema va protetto con un sistema antivirus e firewall anche se non si è collegati ad internet, i virus possono essere annidati anche in file contenuti in altri documenti. 4. Per la manutenzione va utilizzato personale specializzato sottoscrivendo un contratto che obblighi il consulente al rispetto delle normative e delle più scrupolose regole di manutenzione. 5

7 Lettere di incarico La lettera di incarico, oltre ad essere obbligatoria, è anche un sistema per obbligare i terzi alla massima responsabilità: mediante la lettera di incarico il medico titolare responsabilizza il personale ed altri collaboratori come i medici sostituti. Le lettera di incarico, oltre a contenere le indicazioni operative a cui il destinatario si deve attenere, deve contenere anche la specifica che sulla materia il destinatario è stato formato. La lettera di incarico è anche un sistema per obbligare i terzi alla massima responsabilità Il personale deve essere responsabilizzato alla corretta gestione e manutenzione dei sistemi informatici. Spesso il personale, anche il più efficiente, utilizza internet e la posta elettronica. Facile quindi che utilizzi i sistemi anche per ragioni personali. È opportuno quindi che, oltre alla lettera di incarico, sia fornita una adeguata nota di istruzioni in modo che sia possibile anche procedere disciplinarmente in caso di violazioni. Sarebbe utile adottare per il personale un regolamento del personale che contenga adeguate istruzioni scritte. Poiché tutte le specifiche azioni da intraprendere relative a sicurezza dei dati, rispetto della Privacy, lettere di incarico e formazione, sono contemplate e proposte dal Documento programmatico sulla sicurezza, se ne consiglia comunque la compilazione quale utile strumento di check list delle azioni da garantire. 6

8 A completamento di queste istruzioni per l uso è utile riportare in questa sezione il link ad un documento diffuso dal Garante per la protezione dei dati personali nel 2011 e intitolato Dalla parte del paziente. Privacy: le domande più frequenti. Si tratta di una serie di regole utili sia per i cittadini sia per gli operatori sanitari che qui ripercorriamo in una maniera sintetica e ragionata. La tutela dei pazienti. Nel caso delle sale d aspetto, le indicazioni cambiano a seconda che ci si trovi in una struttura sanitaria o nello studio di uno specialista o del medico di base. Nel primo caso, il nome del paziente in attesa non può essere pronunciato ad alta voce, ma bisogna in caso utilizzare un codice numerico. Negli studi medici privati, in quelli specialistici o dal medico di base c è invece libertà di chiamare la persona per nome. Pronto soccorso. Telefonando al pronto soccorso si possono ricevere informazioni sulla presenza di una persona o in uno dei reparti, ma solo se si è un parente, un convivente, un conoscente o personale volontario. Non si possono ricevere informazioni dettagliate sulle condizioni sanitarie del paziente. Questo naturalmente nei casi che l interessato sia comunque d accordo. Cosa succede invece se il paziente non è in grado di dare il consenso al trattamento dei dati, ma deve essere sottoposto a cure? In questo caso, si può fare a meno della sua risposta quando c è rischio imminente per la salute o quando vi è impossibilità fisica o incapacità di agire, di intendere o di volere. I dati e il web. Sul vademecum si scopre che è vietata la diffusione di dati idonei a rivelare lo stato di salute. Non possono quindi essere resi disponibili su internet i dati anagrafici, l indicazione delle diagnosi o i risultati delle analisi cliniche delle persone che si recano presso un ospedale. Non bisogna pubblicare dati personali di pazienti, ad esempio nomi o fotografie, sulle proprie pagine di social network. Anche se spesso si pensa di condividerle solo con amici, magari colleghi sanitari, si rischia invece di diffonderle a un numero imprecisato di utenti della rete, violando così la privacy delle persone coinvolte. Cartelle cliniche. I referti diagnostici, le cartelle cliniche, i risultati delle analisi e i certificati rilasciati dagli organismi sanitari possono essere consegnati in busta chiusa anche a persone diverse dai diretti interessati purché munite di delega scritta. Certificati di malattia. Il datore di lavoro non può raccogliere certificati di malattia dei dipendenti con l indicazione della diagnosi. In assenza di specifiche deroghe previste da leggi o regolamenti, il lavoratore assente per malattia deve fornire un certificato contenente esclusivamente la prognosi con la sola indicazione dell inizio e della durata dell infermità. I sondaggi. Infine, il Garante ha fissato le regole alle quali dovranno attenersi gli organismi sanitari pubblici e privati che svolgono indagini sulla qualità dei servizi sanitari offerti ai cittadini. Inoltre questi sondaggi, effettuati per telefono, per posta, per , tramite questionari cartacei o forum su siti istituzionali, possono riguardare esclusivamente informazioni sulla qualità del servizio sanitario (accoglienza, tempi di attesa, informazioni ricevute, comodità della struttura), senza entrare nella valutazione degli aspetti sanitari delle prestazioni e delle cure erogate. 7

9 Chi siamo Il Vademecum è un iniziativa realizzata da Cegedim Italia, con la collaborazione dell Avvocato Marco Maglio. Cegedim Italia Azienda con casa madre in Francia e filiali in 80 paesi che, da oltre 40 anni, realizza soluzioni tecnologiche e servizi informativi destinati a tutti gli attori interessati al settore Healthcare. In Italia Cegedim è attiva da oltre 20 anni ed è un azienda leader nell ambito della raccolta di informazioni e della gestione di database specifici su individui ed enti del mondo sanitario. Riconosciuta da organizzazioni e istituzioni del mondo della sanità collabora con enti, editori specializzati, società farmaceutiche fornendo dati e servizi di supporto per favorire l informazione delle persone che a vario titolo operano nel settore sanitario. Marco Maglio Avvocato in Milano e fondatore di Lucerna Iuris, il Network Giuridico Internazionale formato da avvocati in Europa, America e Asia esperti di questioni di protezione dei dati personali e di marketing. E professore di Diritto dei consumi e del marketing. E consulente legale delle principali associazioni nel settore del marketing, della vendita a distanza e del commercio elettronico. Dopo essere stato nominato Presidente di AIDIM (Associazione Italiana del Marketing Diretto ed Interattivo) presiede il Giurì per l Autodisciplina. È membro del Consiglio Direttivo di FEDMA (Federazione Europea del Direct Marketing) in rappresentanza dell Italia. E autore di numerose pubblicazioni sui temi della tutela dei dati, del diritto del marketing e del diritto di internet e fa parte del comitato scientifico di alcune pubblicazioni giuridiche nel settore del diritto dell informazione, di internet e delle nuove tecnologie. E specializzato sulle problematiche legali in ambito farmaceutico e sanitario. E Certification Auditor dell European Privacy Seal Institute e Certification Committee Member dell International Association of Privacy Professionals. Contatti Per qualsiasi informazione, suggerimenti o comunicazioni: Pubblicato nel mese di Febbraio 2015 Piazza I. Montanelli, Sesto San Giovanni (Milano) 8

06/04/2009 Avv. Paola Ferrari info@studiolegaleferrari.it- www.studiolegaleferrari.it Via G. Carducci, 1/f Cassina De Pecchi 02 9522003

06/04/2009 Avv. Paola Ferrari info@studiolegaleferrari.it- www.studiolegaleferrari.it Via G. Carducci, 1/f Cassina De Pecchi 02 9522003 LA GESTIONE DEI DATI NELLO STUDIO MEDICO DI MEDICINA GENERALE E PEDIATRI DI LIBERA SCELTA Piccolo manuale operativo con formule per le lettere di incarico e formazione del personale 06/04/2009 Avv. Paola

Dettagli

Nozioni generali in materia di privacy. Genova, 7 ottobre 2013

Nozioni generali in materia di privacy. Genova, 7 ottobre 2013 Nozioni generali in materia di privacy Genova, 7 ottobre 2013 Termine anglosassone traducibile con riservatezza Nasce nel 1800 e si configura come diritto ad essere lasciato in pace OVVERO Non subire intrusioni

Dettagli

Breve manuale sulle cautele da adottare nel trattamento di dati personali.

Breve manuale sulle cautele da adottare nel trattamento di dati personali. ALLEGATO D Breve manuale sulle cautele da adottare nel trattamento di dati personali. Alle persone che entrano in contatto con medici e strutture sanitarie per cure, prestazioni mediche, acquisto di medicine,

Dettagli

Sono in aumento, negli ultimi anni, gli infermieri

Sono in aumento, negli ultimi anni, gli infermieri pubblicazioni Libera professione e privacy di Paola Gobbi, Consigliere Sono in aumento, negli ultimi anni, gli infermieri che decidono di svolgere la libera professione, svincolandosi da rapporti di dipendenza

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI

COMUNE DI ROSSANO VENETO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI COMUNE DI ROSSANO VENETO SERVIZI INFORMATICI DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI Allegato A) INDICE 1 INTRODUZIONE 2 ASPETTI GENERALI 2.1 Contenuti 2.2 Responsabilità 2.3 Applicabilità

Dettagli

informazione relativa a persona fisica o ad altro soggetto giuridico. Per trattamento dei

informazione relativa a persona fisica o ad altro soggetto giuridico. Per trattamento dei Il rispetto della privacy. Cosa comporta la presenza dell altro? Quale altro? Quando vale e per chi il segreto professionale? Cosa introduce nel processo comunicativo? E fuori dal segreto professionale

Dettagli

La nuova frontiera del CLOUD

La nuova frontiera del CLOUD La nuova frontiera del CLOUD La nuova versione di Aria CLOUD, permette di disporre dei propri dati ovunque e da qualunque postazione, non è più un problema poter operare da un secondo ambulatorio, da casa

Dettagli

FIMPNAPOLI Notizie. Ottobre 2014. a cura di Antonio D Avino, Segretario Provinciale FIMP Napoli. Copia riservata agli iscritti FIMP Napoli

FIMPNAPOLI Notizie. Ottobre 2014. a cura di Antonio D Avino, Segretario Provinciale FIMP Napoli. Copia riservata agli iscritti FIMP Napoli FIMPNAPOLI Notizie Ottobre 2014 Copia riservata agli iscritti FIMP Napoli a cura di Antonio D Avino, Segretario Provinciale FIMP Napoli Privacy : vecchi obblighi, nuove sanzioni Tutto nasce quando le agenzie

Dettagli

L informazione sanitaria in rete deve seguire la legge e la deontologia

L informazione sanitaria in rete deve seguire la legge e la deontologia Internet, linee guida dell Ordine L informazione sanitaria in rete deve seguire la legge e la deontologia Su Genova Medica del novembre 2000 avevamo pubblicato una serie di linee guida da seguire per l

Dettagli

Glossario minimo della protezione dei dati

Glossario minimo della protezione dei dati minimo della protezione dei dati www.garanteprivacy.it Glossario minimo della protezione dei dati N.B. Il glossario e le principali domande in tema di dati personali sono schematizzati e hanno una finalità

Dettagli

Consenso Informato e Privacy

Consenso Informato e Privacy Consenso Informato e Privacy Consenso e Privacy sono le basi fondanti del moderno concetto di Medicina e una cura di qualità non può prescindere da essi, così come la stessa etica e deontologia degli interventi

Dettagli

L IMPORTANZA DEL TRATTAMENTO DEI DATI NELLO STUDIO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE

L IMPORTANZA DEL TRATTAMENTO DEI DATI NELLO STUDIO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE LA DOCUMENTAZIONE CLINICA E ALLA BASE DELLA SICUREZZA DELLE CURE 0 L IMPORTANZA DEL TRATTAMENTO DEI DATI Il rispetto del carattere confidenziale delle informazioni idonee a rivelare lo stato di salute

Dettagli

MODULO HEALTH - SAMPLE TEST (rev 4) 10 domande

MODULO HEALTH - SAMPLE TEST (rev 4) 10 domande MODULO HEALTH - SAMPLE TEST (rev 4) 10 domande (16 ottobre 2008) Domanda 1 1.1 Concetti 1.1.1 Sistemi Informativi Sanitari (SIS) 1.1.1.1 Definire un Sistema Informativo Sanitario (SIS) come un sistema

Dettagli

Registro elettronico scuola ospedaliera rel. 5.0

Registro elettronico scuola ospedaliera rel. 5.0 Registro elettronico scuola ospedaliera rel. 5.0 REGOLAMENTO SULL USO DEL REGISTRO ELETTRONICO E NORME SUL RISPETTO DELLA PRIVACY 1/8 DOCENTE AMMINISTRATORE SCUOLA OSPEDALIERA Riferimenti normativi I riferimenti

Dettagli

La CARTA dei SERVIZI. del Medico di Medicina Generale

La CARTA dei SERVIZI. del Medico di Medicina Generale La CARTA dei SERVIZI del Medico di Medicina Generale Caro Cittadino, questa breve Carta dei Servizi è stata preparata per fornirti tutte le informazioni utili a garantire, tra te assistito e il tuo medico,

Dettagli

Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere

Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere Aspetti legali, assicurativi e privacy nelle sperimentazioni cliniche Francesco Mazza Direttore Legale, Fiscale e Rapporti con le Associazioni,

Dettagli

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123 COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123 N. 30 Reg. Delib. G.C. Seduta del 17/03/2006 OGGETTO: REVISIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI PERSONALI PER L

Dettagli

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA Sommario Introduzione Le finalità del progetto CRS-SISS e il ruolo di Regione Lombardia Aspetti tecnico-organizzativi del Progetto Servizi

Dettagli

Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013. L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario»

Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013. L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario» Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013 L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario» Chiara Penello Decreto Crescita 2.0 (DL 179/2012 conv. in Legge n.

Dettagli

Il nuovo codice in materia di protezione dei dati personali

Il nuovo codice in materia di protezione dei dati personali Il nuovo codice in materia di protezione dei dati personali Si chiude il capitolo, dopo sette anni dalla sua emanazione, della legge 675 sulla privacy. Questa viene sostituita da un testo di legge unico

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina gli interventi diretti alla tutela della privacy in ambito sanitario. Esso si attiene alle disposizioni

Dettagli

Protezione dei dati personali

Protezione dei dati personali Associazione Federazione Pugliese Donatori Sangue Piazza Umberto I Palazzina ex goccia del latte Tel/fax: 0805219118 e-mail: fidas_fpds@yahoo.it www.federazionepugliesedonatorisangue.it 70121 B A R I ONLUS

Dettagli

Consenso informato e privacy: responsabilità ed implicazioni per gli operatori in sanità. Docente: Dott.ssa Paola Gobbi. paolagobbi64@yahoo.

Consenso informato e privacy: responsabilità ed implicazioni per gli operatori in sanità. Docente: Dott.ssa Paola Gobbi. paolagobbi64@yahoo. Consenso informato e privacy: responsabilità ed implicazioni per gli operatori in sanità Docente: Dott.ssa Paola Gobbi paolagobbi64@yahoo.it MATERIALE DI STUDIO Il Garante richiama la pubblica amministrazione

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA N. 39 Parma, 10/10/2012

COMUNICAZIONE INTERNA N. 39 Parma, 10/10/2012 DIREZIONE DIDATTICA DI VIA F.LLI BANDIERA Via F.lli Bandiera n. 4/a 43125 PARMA Tel. 0521/984604 - Fax 0521/1910846 - E-mail corazza@scuole.pr.it C.F. n.. 92144100341 - Cod. Min.: PREE020007 COMUNICAZIONE

Dettagli

LA PRIVACY TRA I BANCHI DI SCUOLA

LA PRIVACY TRA I BANCHI DI SCUOLA LA PRIVACY TRA I BANCHI DI SCUOLA Manlio Morini System Architect / Senior Software Developer Rev. Modello 1.0 (26/04/10) Aggiornamento: 22/04/2011 Diapositive: 17 EOS Development http://www.eosdev.it LA

Dettagli

NORMATIVA PRIVACY - CONVOCAZIONE MEDICI SU SPESA FARMACEUTICA

NORMATIVA PRIVACY - CONVOCAZIONE MEDICI SU SPESA FARMACEUTICA Numero 167 29 Ottobre 2014 Newsletter della Sezione Provinciale del Sindacato dei Medici di Medicina Generale LA SEGRETERIA PROVINCIALE INFORMA a cura di Ivana Garione, Marco Morgando e Aldo Mozzone NORMATIVA

Dettagli

Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali» Provvedimento garante privacy 27.11.

Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali» Provvedimento garante privacy 27.11. Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali» Provvedimento garante privacy 27.11.2008 e successive modiche e integrazioni TRATTAMENTO DEI DATI NELLE ISTITUZIONI

Dettagli

U.O.C. FACILITY MANAGEMENT UFFICIO PRIVACY OGGETTO: Vademecum per gli Incaricati dei Trattamenti.

U.O.C. FACILITY MANAGEMENT UFFICIO PRIVACY OGGETTO: Vademecum per gli Incaricati dei Trattamenti. Servizio Sanitario Nazionale Regione Siciliana VIA MAZZINI, 1 91100 TRAPANI TEL.(0923) 805111 - FAX (0923) 873745 Codice Fiscale P. IVA 02363280815 U.O.C. FACILITY MANAGEMENT UFFICIO PRIVACY OGGETTO: Vademecum

Dettagli

Il problema non e garantire la privacy. E educare chi non la vuole ad apprezzarla

Il problema non e garantire la privacy. E educare chi non la vuole ad apprezzarla La tutela della riservatezza: inquadramento normativo e criticità Il problema non e garantire la privacy. E educare chi non la vuole ad apprezzarla (Umberto Eco) La tutela della riservatezza: inquadramento

Dettagli

MEDICINA IN ASSOCIAZIONE Equipe Medicinsieme CARTA DEI SERVIZI Aggiornata al 23 Gennaio 2014

MEDICINA IN ASSOCIAZIONE Equipe Medicinsieme CARTA DEI SERVIZI Aggiornata al 23 Gennaio 2014 MEDICINA IN ASSOCIAZIONE Equipe Medicinsieme CARTA DEI SERVIZI Aggiornata al 23 Gennaio 2014 In, da diversi anni è stata costituita ai sensi dell A.I.R di cui alla DGR 10 febbraio 2003, n. 508410 l Equipe

Dettagli

Timbro azienda. All interno della Società/Ditta, esistono collaboratori con partita IVA? Se si specificare.

Timbro azienda. All interno della Società/Ditta, esistono collaboratori con partita IVA? Se si specificare. Privacy - DLgs 196/2003 Questionario per la formulazione del preventivo per la redazione del DPS (documento programmatico sulla sicurezza) Inviare previa compilazione al fax 0532 1911288 Società/Ditta:.....

Dettagli

Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Abstract del progetto. Obiettivi

Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Abstract del progetto. Obiettivi Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Titolo prodotto: Portabilità Individuale Clinica (P.I.C.) Categoria: e-health Tipologia di prodotto Broadband/Online/WEB (channel): Abstract del progetto

Dettagli

INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali)

INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali) INFORMATIVA SUL SERVIZIO CONTO CORRENTE SALUTE (ai sensi dell Art. 13 Dgls 196/2003, Codice in materia di protezione di dati personali) Gentile Signora / Gentile Signore, desideriamo informarla sulle finalità

Dettagli

M inist e ro della Pubblica Istruz io n e

M inist e ro della Pubblica Istruz io n e Linee guida per il TRATTAMENTO E GESTIONE DEI DATI PERSONALI Articolo 1 Oggetto e ambito di applicazione e principi di carattere generale 1. Il presente documento disciplina le modalità di trattamento

Dettagli

Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione

Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione Pensato per un centro di fisioterapia con 8-10 dipendenti, può essere utilizzato in qualsiasi struttura occorre prendere e gestire degli

Dettagli

Procedura operativa per la gestione della terapia farmacologica

Procedura operativa per la gestione della terapia farmacologica Procedura operativa per la gestione della terapia farmacologica Prescrizione: La responsabilità della corretta prescrizione è attribuita a: Medici di Medicina Generale che svolgono le visite domiciliari

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI

ISTRUZIONI PER IL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI ISTRUZIONI PER IL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI (a norma dell art. 29, comma 4, del Codice in materia di protezione dei dati personali, emanato con decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, più oltre

Dettagli

I Modulo: Generale 11 12 13 giugno 2013 orario: 9.00 13.00 e 14.00 17.30

I Modulo: Generale 11 12 13 giugno 2013 orario: 9.00 13.00 e 14.00 17.30 I Modulo: Generale 11 12 13 giugno 2013 orario: 9.00 13.00 e 14.00 17.30 Martedì, 11 giugno Avv. Luigi Foglia Ing. Andrea Caccia Il documento informatico e la sua conservazione Il Documento informatico:

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA. Ai sensi e per gli affetti del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, Allegato B punto 19

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA. Ai sensi e per gli affetti del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, Allegato B punto 19 Per trattamento di dati deve intendersi: qualunque operazione o complesso di operazioni, svolte con o senza l ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione,

Dettagli

DISCIPLINARE INTERNO DISPOSIZIONI RIGUARDANTI L USO DI POSTA ELETTRONICA E INTERNET, VIDEOFONINI E IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEI LAVORATORI

DISCIPLINARE INTERNO DISPOSIZIONI RIGUARDANTI L USO DI POSTA ELETTRONICA E INTERNET, VIDEOFONINI E IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEI LAVORATORI Allegato n 2 alla deliberazione n 03/050 del Consiglio Direttivo adunanza 03/2008 del 29 marzo 2008 DISPOSIZIONI RIGUARDANTI L USO DI POSTA ELETTRONICA E INTERNET, VIDEOFONINI E IL TRATTAMENTO DEI DATI

Dettagli

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE La privacy DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE Temi in classe Non lede la privacy l insegnante che assegna ai propri alunni lo svolgimento di temi in classe riguardanti il loro

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P I E MO NTE Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

Il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) della Provincia Autonoma di Trento TreC e ricetta elettronica: numeri di eccellenza

Il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) della Provincia Autonoma di Trento TreC e ricetta elettronica: numeri di eccellenza Evento organizzato con il supporto e la collaborazione del progetto Mattone Internazionale COMUNICATO STAMPA Il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) della Provincia Autonoma di Trento TreC e ricetta elettronica:

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

PROFIM - Software di cartella

PROFIM - Software di cartella Interfaccia Personalizzabile Nel riquadro di sintesi iniziale hai il pieno controllo delle informazioni più importanti relative al paziente. Sei libero di scegliere le sezioni che vuoi avere sempre in

Dettagli

La Cartella Clinica. Informatizzata

La Cartella Clinica. Informatizzata La Cartella Clinica Informatizzata Caratteristiche del software Vantaggi incredibile semplicità d uso grafica efficace e divertente testo, immagini, filmati, grafici sicuro, potente e veloce buona scalabilità

Dettagli

La firma digitale in Italia. Il Portale Sanitario Pediatrico dell Ospedale Bambino Gesù

La firma digitale in Italia. Il Portale Sanitario Pediatrico dell Ospedale Bambino Gesù Infosecurity 2004 La firma digitale in Italia Il Portale Sanitario Pediatrico dell Ospedale Bambino Gesù Massimiliano Manzetti Responsabile Area Informatica Virtuale Direzione Sistemi Informativi e Organizzazione

Dettagli

Parliamo di privacy per la farmacia. Dott.ssa Priscilla Dusi Consulente Aziendale

Parliamo di privacy per la farmacia. Dott.ssa Priscilla Dusi Consulente Aziendale Parliamo di privacy per la farmacia Dott.ssa Priscilla Dusi Consulente Aziendale Le farmacie italiane, tutte convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, hanno l importante compito di collaborare

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

La Privacy nelle Associazioni di Promozione Sociale

La Privacy nelle Associazioni di Promozione Sociale La Privacy nelle Associazioni di Promozione Sociale Forlì, 25 gennaio 2007 1 Adempimenti previsti dal Codice della Privacy per le APS 2 Codice della Privacy Nel 1996 la legge n. 675 regolamentò la tutela

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A2

Università per Stranieri di Siena Livello A2 Unità 14 La Carta sanitaria elettronica CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sulla Carta sanitaria elettronica e sul Fascicolo sanitario elettronico parole relative

Dettagli

Ticino. Legge. Ticino : Legge

Ticino. Legge. Ticino : Legge Ticino : Legge Ticino Legge LS Legge sulla promozione della salute e il coordinamento sanitario, del 18 aprile 1989, Versione in vigore dal 27.01.2009, http://www.lexfind.ch/dta/14333/4/185.htm. Agopunturista

Dettagli

Organizzazione e modalità di funzionamento del Registro Tumori della Regione Piemonte, istituito con Legge Regionale 4/2012

Organizzazione e modalità di funzionamento del Registro Tumori della Regione Piemonte, istituito con Legge Regionale 4/2012 Organizzazione e modalità di funzionamento del Registro Tumori della Regione Piemonte, istituito con Legge Regionale 4/2012 Il Registro Tumori Piemonte (RTP) raccoglie i casi di neoplasia maligna insorti

Dettagli

AVIS COMUNALE MILAZZO

AVIS COMUNALE MILAZZO Con l introduzione del D.Lgs. 196/2003 sul trattamento dei dati personali, che dal lontano 2004 è diventato operativo sostituendo la L. 675/1996, molte sono le domande sulla necessità di una nuova legge

Dettagli

PRIVACY E SICUREZZA http://www.moviwork.com http://www.moviwork.com de.co dsign&communication di Celestina Sgroi

PRIVACY E SICUREZZA http://www.moviwork.com http://www.moviwork.com de.co dsign&communication di Celestina Sgroi PRIVACY E SICUREZZA LA PRIVACY DI QUESTO SITO In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Tale politica

Dettagli

La privacy è un diritto fondamentale oggi riconosciuto dall ordinamento giuridico di tutti i paesi europei e delle principali nazioni del mondo.

La privacy è un diritto fondamentale oggi riconosciuto dall ordinamento giuridico di tutti i paesi europei e delle principali nazioni del mondo. LUCERNA IURIS LEGAL EUROPEAN NETWORK STUDIO LEGALE MAGLIO E ASSOCIATI - Cosa è la privacy - Cosa sono i dati personali - I principi fondamentali da conoscere per proteggere i dati personali a. Cosa è la

Dettagli

Circolare n. 2/09 del 27 aprile 2009*

Circolare n. 2/09 del 27 aprile 2009* Circolare n. 2/09 del 27 aprile 2009* PRIVACY E RAPPORTO DI LAVORO Il trattamento dei dati personali dei lavoratori per finalità di gestione del rapporto di lavoro costituisce una tematica molto complessa

Dettagli

I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel

I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel APPROVATO CON DELIBERAZIONE N.2002/67 DEL 3/12/2002 I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel raccoglitore

Dettagli

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DI PERSONAL COMPUTER, DISPOSITIVI ELETTRONICI AZIENDALI, POSTA ELETTRONICA E INTERNET

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DI PERSONAL COMPUTER, DISPOSITIVI ELETTRONICI AZIENDALI, POSTA ELETTRONICA E INTERNET DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DI PERSONAL COMPUTER, DISPOSITIVI ELETTRONICI AZIENDALI, POSTA ELETTRONICA E INTERNET INDICE 1. Premesse. 2. Adozione del Disciplinare e sua efficacia. 3. Principi generali.

Dettagli

POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ!

POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ! POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ! Introduzione pag. 2 Strumenti utili per aiutare Pollicino a non perdersi nella Rete pag. 3 A cura di Symantec Consigli utili per aiutare Pollicino

Dettagli

INFANTIA. Tutto sotto controllo. In un sol colpo d occhio. drcloud. Esenzioni. Lista dei problemi. Dati. Sintesi. Visite.

INFANTIA. Tutto sotto controllo. In un sol colpo d occhio. drcloud. Esenzioni. Lista dei problemi. Dati. Sintesi. Visite. INFANTIA Esenzioni Dati Lista dei problemi Sintesi Visite INFANTIA drcloud Healthcare Network Solutions Tutto sotto controllo. In un sol colpo d occhio. INFANTIA è il software di cartella clinica pediatrica

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A2

Università per Stranieri di Siena Livello A2 Unità 14 La Carta sanitaria elettronica In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sulla Carta sanitaria elettronica e sul Fascicolo sanitario elettronico parole relative alle

Dettagli

Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia

Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia ing. Vito Bavaro email: v.bavaro@regione.puglia.it Ufficio Sistemi Informativi e Flussi Informativi Servizio Accreditamento

Dettagli

Oggetto ed obiettivi dell applicativo di riferimento (sperimentato ed in uso per

Oggetto ed obiettivi dell applicativo di riferimento (sperimentato ed in uso per SISabile: caratteristiche tecniche e funzionali Una piattaforma software per la sperimentazione e l acquisizione di abilità operative nella gestione del percorso diagnostico-terapeutico assistenziale del

Dettagli

L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future

L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future Dott. Pietro Paolo Faronato Direttore Generale Azienda ULSS 1 Belluno Padova, 27 settembre 2013 1 Verso la Sanità Digitale Sanità

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

La tua guida per accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE)

La tua guida per accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) La tua guida per accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) GESTIONE ACCESSO SEMPLIFICATO AI SERVIZI (GASS) Di cosa si tratta? È una nuova modalità di accesso online ai servizi socio-sanitari, tramite

Dettagli

DEL SISTEMA AZIENDALE BOOK FIRST AID ACCESSO ALLA RETE SITO AOUC INTRANET

DEL SISTEMA AZIENDALE BOOK FIRST AID ACCESSO ALLA RETE SITO AOUC INTRANET DEL SISTEMA AZIENDALE BOOK FIRST AID ACCESSO ALLA RETE SITO AOUC INTRANET Agenda - BOOK - PRENOTAZIONE Per la corretta prenotazione di una visita ambulatoriale occorre essere in possesso della tessera

Dettagli

PROCEDURA PRIVACY PER RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

PROCEDURA PRIVACY PER RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Pag. 1 di 11 PROCEDURA PRIVACY PER RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI REV. DATA REDATTO APPROVATO Rev. 2 aprile 2014 Dr. Egidio Sesti Referente Aziendale Privacy Dr. Vitaliano De Salazar Direttore

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli

MODULO 01. Come è fatto un computer

MODULO 01. Come è fatto un computer MODULO 01 Come è fatto un computer MODULO 01 Unità didattica 05 Il computer nella vita di ogni giorno In questa lezione impareremo: come viene usato il computer negli ambiti lavorativi a conoscere il significato

Dettagli

SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI

SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI Consigli per la protezione dei dati personali Ver.1.0, 21 aprile 2015 2 Pagina lasciata intenzionalmente bianca I rischi per la sicurezza e la privacy

Dettagli

Piacenza, 8 giugno 2015 Alle Cooperative in indirizzo

Piacenza, 8 giugno 2015 Alle Cooperative in indirizzo SERVIZIO SINDACALE Piacenza, 8 giugno 2015 Alle Cooperative in indirizzo Prot. n. 78 Oggetto: Vademecum privacy Il Garante per la protezione dei dati personali ha diffuso un breve vademecum sul trattamento

Dettagli

INFANTIA - Cartella clinica

INFANTIA - Cartella clinica INFANTIA Interfaccia Personalizzabile Nel riquadro di sintesi iniziale hai il pieno controllo delle informazioni più importanti relative al paziente. Sei libero di scegliere le sezioni che vuoi avere sempre

Dettagli

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE PROTOMAIL REGISTRO ELETTRONICO VIAGGI E-LEARNING DOCUMENTI WEB PROTOCOLLO ACQUISTI QUESTIONARI PAGELLINE UN GESTIONALE INTEGRATO PER TUTTE LE ESIGENZE DELLA SCUOLA

Dettagli

Allegato alla Delib.G.R n. del 21.2.2013 ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE. ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE 2013 Pag. 1 di 8

Allegato alla Delib.G.R n. del 21.2.2013 ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE. ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE 2013 Pag. 1 di 8 Allegato alla Delib.G.R n. del 21.2.2013 ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE 2013 ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE 2013 Pag. 1 di 8 In data 6 FEBBRAIO 2013 alle ore 11.30, ha avuto luogo l incontro per la firma

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

IV Congresso Nazionale F.I.Te.La.B. Percorsi e progetti clinico diagnostici: professioni a Confronto. La telemedicina al servizio del cittadino

IV Congresso Nazionale F.I.Te.La.B. Percorsi e progetti clinico diagnostici: professioni a Confronto. La telemedicina al servizio del cittadino IV Congresso Nazionale F.I.Te.La.B Percorsi e progetti clinico diagnostici: professioni a Confronto La telemedicina al servizio del cittadino Nunzio Toffano P.O. Gestionale U.O. Trasfusionale e Immunologia

Dettagli

REGOLAMENTO INFORMATICO INTERNO VALIDO AI SENSI DEL D.LG. 196/03

REGOLAMENTO INFORMATICO INTERNO VALIDO AI SENSI DEL D.LG. 196/03 REGOLAMENTO INFORMATICO INTERNO VALIDO AI SENSI DEL D.LG. 196/03 Utilizzo strumentazione 1. E fatto divieto installare sulla strumentazione in uso, hardware fisso o removibile (ad esempio modem) qualora

Dettagli

Codice. in materia di. Protezione dei Dati Personali

Codice. in materia di. Protezione dei Dati Personali Codice in materia di Protezione dei Dati Personali (D.Lgs. 196/2003) ====================== Incontri Formativi con il Personale della Direzione Didattica del 7 Circolo Didattico G. Carducci di Livorno

Dettagli

GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA DIRETTA IL NETWORK PREVIMEDICAL E IL REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA

GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA DIRETTA IL NETWORK PREVIMEDICAL E IL REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA DIRETTA La presente guida, presentata qui nella sua prima edizione, si propone di fornire le indicazioni all Assistito circa

Dettagli

Questionario sull utilizzo di strumenti "on line" da parte di cittadini con 65 o più anni

Questionario sull utilizzo di strumenti on line da parte di cittadini con 65 o più anni Questionario sull utilizzo di strumenti "on line" da parte di cittadini con 65 o più anni Caratteristiche dell intervistato età tra 65 e 74 anni tra 75 e 84 anni oltre 84 anni genere femmina maschio scolarità

Dettagli

Medici e Pediatri di Famiglia

Medici e Pediatri di Famiglia Medici e Pediatri di Famiglia L assistenza del medico e del pediatra di famiglia Il Medico di Medicina Generale (MMG) ed il Pediatra di Famiglia (PdF) sono le figure di riferimento per ogni problema che

Dettagli

MANUALE UTENTE CARESTUDIO 2.0

MANUALE UTENTE CARESTUDIO 2.0 MANUALE UTENTE CARESTUDIO 2.0 Documento tecnico Pag. 1 di 19 Indice 1. Introduzione... 3 2. Accesso al sistema... 4 3. Gestione Cartella e Prescrizione... 6 3.1 Identificazione dell assistito... 7 3.2

Dettagli

Copyright A&D future. La filosofia di MODELPROD per la Sanità tende alla rivalutazione della

Copyright A&D future. La filosofia di MODELPROD per la Sanità tende alla rivalutazione della Commento Dia 1 La versione per le Aziende Sanitarie di MODELPROD consente di vedere l Ospedale come processo produttivo e si propone come strumento per estendere ad esso i criteri di gestione e controllo

Dettagli

APPLICAZIONE NEGLI STUDI ODONTOIATRICI DELLA NORMATIVA SULLA PRIVACY Codice della Privacy Decreto legislativo n. 196/2003

APPLICAZIONE NEGLI STUDI ODONTOIATRICI DELLA NORMATIVA SULLA PRIVACY Codice della Privacy Decreto legislativo n. 196/2003 APPLICAZIONE NEGLI STUDI ODONTOIATRICI DELLA NORMATIVA SULLA PRIVACY Codice della Privacy Decreto legislativo n. 196/2003 Le nuove norme sulla privacy disciplinano la tutela del diretto interessato ai

Dettagli

Circolare n.9 / 2010 del 13 ottobre 2010 CONTROLLO SUL LAVORO E PRIVACY: LE ULTIME NOVITA

Circolare n.9 / 2010 del 13 ottobre 2010 CONTROLLO SUL LAVORO E PRIVACY: LE ULTIME NOVITA Circolare n.9 / 2010 del 13 ottobre 2010 CONTROLLO SUL LAVORO E PRIVACY: LE ULTIME NOVITA La tutela della riservatezza nella gestione del rapporto di lavoro è una tematica particolarmente complessa e delicata

Dettagli

PRIVACY IN AZIENDA. Introduzione Privacy in azienda

PRIVACY IN AZIENDA. Introduzione Privacy in azienda Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 21/07/2015. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

La Riservatezza e la Sicurezza dei Dati Personali nei Luoghi di Lavoro

La Riservatezza e la Sicurezza dei Dati Personali nei Luoghi di Lavoro La Riservatezza e la Sicurezza dei Dati Personali nei Luoghi di Lavoro Università Giustino Fortunato Milano, 15 giugno 2013 Avv. Gaspare Roma Studio Legale De Berti Jacchia Franchini Forlani La Riservatezza

Dettagli

Procedura per la tenuta sotto controllo delle registrazioni PA.AQ.02. Copia in distribuzione controllata. Copia in distribuzione non controllata

Procedura per la tenuta sotto controllo delle registrazioni PA.AQ.02. Copia in distribuzione controllata. Copia in distribuzione non controllata Pag.: 1 di 7 Copia in distribuzione controllata Copia in distribuzione non controllata Referente del documento: Referente Sistema Qualità (Dott. I. Cerretini) Indice delle revisioni Codice Documento Revisione

Dettagli

Privacy. Vademecum per il titolare di farmacia. Riepilogo adempimenti - modulistica

Privacy. Vademecum per il titolare di farmacia. Riepilogo adempimenti - modulistica Privacy Vademecum per il titolare di farmacia Riepilogo adempimenti - modulistica A cura dell ufficio legale della Federfarma INDICE RIEPILOGO ADEMPIMENTI adempimenti già in vigore p.1 adempimenti da attuare

Dettagli

Video Corso per Fornitori Cedacri. Regnani Chiara Collecchio, Gennaio 2014

Video Corso per Fornitori Cedacri. Regnani Chiara Collecchio, Gennaio 2014 Video Corso per Fornitori Cedacri Regnani Chiara Collecchio, Gennaio 2014 1 Scopo Scopo del presente Corso è fornire informazioni necessarie per rapportarsi con gli standard utilizzati in Azienda 2 Standard

Dettagli

Amministratori graziati dalla legge sulla privacy

Amministratori graziati dalla legge sulla privacy Amministratori graziati dalla legge sulla privacy L'ulteriore proroga al 31 dicembre 2005 dell'invio del documento programmatico di sicurezza, previsto ai sensi della protezione delle banche dati elettroniche,

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Privacy e lavoro. Le regole per il corretto trattamento dei dati personali dei lavoratori da parte di soggetti pubblici e privati

Privacy e lavoro. Le regole per il corretto trattamento dei dati personali dei lavoratori da parte di soggetti pubblici e privati Privacy e lavoro Le regole per il corretto trattamento dei dati personali dei lavoratori da parte di soggetti pubblici e privati A cura dell Unione Industriale Pisana 1 DISCIPLINA GENERALE INDICE 1. Cartellini

Dettagli

Privacy e lavoro, le indicazioni del Garante della Privacy per una corretta gestione del lavoro pubblico e privato

Privacy e lavoro, le indicazioni del Garante della Privacy per una corretta gestione del lavoro pubblico e privato SUPPLEMENTO N. 17 25 maggio 2015 Reg. Tribunale di Milano n. 51 del 1 marzo 2013 IN QUESTO NUMERO Privacy e lavoro, le indicazioni del Garante della Privacy per una corretta gestione del lavoro pubblico

Dettagli

Informatizzazione delle strutture:

Informatizzazione delle strutture: Informatizzazione delle strutture: 9 anni di esperienza e Rete Oncologica Trentina Enzo Galligioni Oncologia Medica, Trento 1 Assistenza sanitaria in Trentino: Peculiarità organizzative Provincia Autonoma

Dettagli

Privacy. Studio Consulenza privacy Dott.ssa Gloriamaria Paci Via Bonsi, 45 47900 Rimini

Privacy. Studio Consulenza privacy Dott.ssa Gloriamaria Paci Via Bonsi, 45 47900 Rimini Privacy Studio Consulenza privacy Dott.ssa Gloriamaria Paci Via Bonsi, 45 47900 Rimini Tel. e Fax. 0541-798280 Cellulare 347-5244264 www.consulenzepaci.it Privacy Decreto Legislativo 30/06/2003 n. 196

Dettagli

AZIENDA PER L ASSISTENZA SANITARIA N. 4 FRIULI CENTRALE Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE Partita IVA e Codice Fiscale 02801610300

AZIENDA PER L ASSISTENZA SANITARIA N. 4 FRIULI CENTRALE Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE Partita IVA e Codice Fiscale 02801610300 ISTRUZIONI SUL CORRETTO TRATTAMENTO DEI DATI A. TRATTAMENTI CARTACEI E COMUNICAZIONI 1. Non comunicare a nessun soggetto terzo i dati personali comuni, sensibili, giudiziari, sanitari e/o altri dati, elementi,

Dettagli

COMUNE DI STRIANO (Provincia di Napoli)

COMUNE DI STRIANO (Provincia di Napoli) COMUNE DI STRIANO (Provincia di Napoli) Via Sarno, 80040 Striano Tel. 081.8276202 Fax 081. 8276103 P.I. 01254261215 - C.F. 01226000634 segreteria@comune.striano.na.it www.comune.striano.na.it Regolamento

Dettagli