! "!! #" # $ " $ $ $ $ % $

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "! "!! #" # $ " $ $ $ $ % $"

Transcript

1 !"!#" $$$%

2

3 il Decreto Regio (gennaio 1900)

4

5 ! "# $$$$ %$!$ #$# #%3# %# $# *+ #&$ )%$ &) "$)!#%($%#!!%& ' $%&# '($%# "$)!#%,-./0 #%%$ 1--2

6 & 4 '! + + / '! + 5 6/ A B C D E F G H A E H A E F G H

7 & 4 ' ' + ' + +7 & 8 9 & /

8 ! "# $%!&"'"!# $ 5 " /., 0:--6 5 "*!& 6/ # ; ; /

9 /0 6 "$)!#%$!!%& '$ / 6 "$)!#%$ %$!$ #&$%# "# "$)!#% < 9 6 &&#! " #&$%# %$! "# "$)!#% + 9

10 (()*+,,,

11 & " 22, "! " 0=,>1--0 ' ' ' 5 6 ' ///

12 5., =,> /--- 16% 4% PICCOLI MEDI GRANDI 80%

13 SETTORE NUMEROSITA' MINISTERI ED ENTI D39/93 57 REGIONI 20 PROVINCE 103 COMUNI AUTOMOBILE CLUB 104 ENTE PUBBLICO NON ECONOMICO 125 AZIENDE AUTONOME 5 ENTI NAZIONALI DI RICERCA 26 ISTITUTI SPERIMENTALI 29 STAZIONI SPERIMENTALI 12 ENTI DI SORVEGLIANZA E VIGILANZA 9 ENTI EX ART. 73 D.LGS 29/93 18 ORDINI E COLLEGI 178 ATER/ALER/IACP 114 AZIENDE AUTONOME DI CURA SOGGIORNO E TURISMO/EPT 363 AZIENDE/ENTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO 37 CCIAA 102 COMUNITA' MONTANE 381 CONSORZI CONSORZI DI BONIFICA 155 ENTI PARCHI NATURALI/REGIONALI 43 ENTI REGIONALI 76 IPAB (istituzioni per l'assistenza e la beneficenza) ASL 243 AZIENDE OSPEDALIERE 98 IRCCS 12 ISTITUTI ZOOPROFILATTICI SPERIMENTALI 11 ISTITUTI UNIVERSITARI 14 OSSERVATORI ASTRONOMICI 15 UNIVERSITA' 56

14 '%$' "$ &&$%* '"(% " "# (&&$ $*(% "%"+ "''" # $ $$'!"# $% )$%)$&" $%%*$ # # $!"# $&"

15 -. " (' &$ % $ " (' &$ "$ &&$%*$ '%$)""%% -'((" "# %$',(%# %$%" '$((!$&" "%"+ "''"!"# $&" $*$&" # $ % &". (%" $'(

16 "%""''"!"# $%" *(/ "%""''"!"# $%&&$%" 0 "/# $"$ 1"# %")""%%" " (2 "!!$%"# $%" 0 "/# $"'"# $" 1 $))( %$&"!"# $%$$%%3!$%% "$%$# %'*$ %4"# %"!# $%"%$'# %5 0 "$"" "'"# $&&$" %$%%$ "# %$ $'"4$%$5"%$' 0 "$"" "'"# $" %$%%$%%% "# %$ $'"3%$'!"# $%

17 Numero Oggetto Data

18 Generata dalla compressione, con perdita di informazione, del testo. Il numero di bit dell impronta è fisso (160). A testi diversi corrispondono impronte diverse. Non è possibile generare un testo cui corrisponde un determinato valore dell impronta. Non è possibile generare due testi che abbiano uguale impronta.

19 Per ogni file allegato ad un protocollo in ingresso o in uscita, viene calcolata l impronta e viene memorizzata nel sistema documentale, associata ai dati di protocollo relativi. Funzionerà come chiave per la ricerca del numero di protocollo a partire da un file. DB Impronte SHA-1 File allegato ai messaggi di posta in ingresso o in uscita Impronta Numero Protocollo? SHA-1 %/ Impronta

20 0 1 & A B & C ;/ & 8 4 ' ' ' 'ADB

21 Ruoli e fasi del processo di protocollazione e trattamento dei documenti in partenza Campo Sistema Addetto al Dirigente Funzionario informatico protocollo il numero di protocollazione progressivo; X la data di protocollazione; X il destinatario o i destinatari; X l oggetto; X l eventuale numero e tipologia di allegati; X il riferimento ad eventuali allegati redatti su supporto X informatico; il responsabile del procedimento ai sensi della legge 7 X agosto 1990, n. 241; l ufficio che ha prodotto il documento; X l indicazione del numero di codice fiscale o di partita IVA, X ovvero, in caso si indisponibilità degli stessi, il nome e cognome dell eventuale soggetto cui si riferisce l atto; l eventuale riferimento a documenti collegati, protocollati in X precedenza; la classifica ed eventuale sottoclassifica, con particolare X riferimento alle categorie degli atti esclusi dall accesso; la denominazione del tipo di procedimento cui afferisce il X documento, individuato dai regolamenti emanati ai sensi dell art. 2, comma 2, della legge 7 agosto 1990, n. 241; lo stato del procedimento ed il suo iter, attraverso X l indicazione del numero di protocollo di un qualsiasi documento; il numero progressivo dello specifico procedimento cui X afferisce il documento la data di partenza X la collocazione del documento nell archivio dell amministrazione, anche in relazione all identificativo del fascicolo in cui è inserito; X

22 Ruoli e fasi del processo di protocollazione e trattamento dei documenti in arrivo Campo Sistema Addetto al Dirigente Funzionario informatico protocollo il numero di protocollazione progressivo; X la data di protocollazione; X il mittente o i mittenti; X la data e numero di protocollo del mittente (se disponibili); X l oggetto; X la data di arrivo; X l eventuale numero e tipologia di allegati; X il riferimento ad eventuali allegati redatti su supporto X informatico; il responsabile del procedimento ai sensi della legge 7 X agosto 1990, n. 241; l ufficio al quale il documento è assegnato; X le eventuali informazioni identificative del mittente; X l indicazione del numero di codice fiscale o di partita IVA, X ovvero, in caso di indisponibilità degli stessi, il nome e cognome dell eventuale soggetto cui si riferisce l atto; l eventuale riferimento a documenti collegati, protocollati X in precedenza; la classifica ed eventuale sottoclassifica, con particolare X riferimento alle categorie degli atti esclusi dall accesso; la denominazione del tipo di procedimento cui afferisce il X documento, individuato dai regolamenti emanati ai sensi dell art. 2, comma 2, della legge 7 agosto 1990, n. 241; lo stato del procedimento ed il suo iter, attraverso X l indicazione del numero di protocollo di un qualsiasi documento; il numero progressivo dello specifico procedimento cui X afferisce il documento la collocazione del documento nell archivio dell amministrazione, anche in relazione all identificativo del fascicolo in cui è inserito; X

23 8 '"# #")"%""''" (%" "# %$' 9 6 "7!'"2 "# %$'.

24 Nucleo Minimo Protocollo Limitarsi a questo livello di realizzazione significa, in estrema sintesi: circoscrivere l obiettivo dell intervento alla registrazione dei documenti e alla loro organizzazione nel sistema documentario; prendere in considerazione solamente i documenti protocollati; coinvolgere nel processo di informatizzazione esclusivamente l Ufficio Protocollo; consentire l accesso in via informatica alle informazioni relative ai documenti, ma non ai documenti stessi. Gestione Documentale Per gestione documentale si intende la gestione informatica dei documenti in modalità avanzata. E stata così denominata perché si tratta di una soluzione che privilegia ed esalta essenzialmente le potenzialità legate alla gestione informatizzata dei documenti e degli archivi. Essa prevede le seguenti attività: registrazione con trattamento delle immagini (scannerizzazione dei documenti cartacei); assegnazione per via telematica al destinatario; gestione avanzata della classificazione dei documenti collegamento dei documenti alla gestione dei fascicoli Procedere a questo livello di realizzazione significa, in linea di: privilegiare l obiettivo della creazione di patrimonio informativo; prendere in considerazione tutti i documenti, non solamente quelli protocollati; coinvolgere nel processo di informatizzazione tutti gli uffici; consentire l accesso in via informatica direttamente ai documenti.

25 Workflow Documentali In tale categoria si vogliono ricomprendere quella attività di razionalizzazione esclusivamente dei processi documentali di una Amministrazione.. Essa prevede una o più delle seguenti attività: informatizzazione dei processi relativi ai flussi documentali in entrata; informatizzazione dei processi relativi ai flussi documentali in uscita; informatizzazione dei processi relativi ai flussi documentali interni; integrazione con gli eventuali workflow relativi ai processi primari. Procedere a questo livello di realizzazione significa, in linea generale : privilegiare l obiettivo della razionalizzazione ed informatizzazione dei flussi documentali; prendere in considerazione tutti i documenti, anche quelli relativi agli iter di processo; coinvolgere nel processo di informatizzazione tutti gli uffici; consentire l accesso in via informatica agli iter di processo BPR Quest ultima categoria è quella invece che prevede la reingegnerizzazione dei processi dell ente al fine di una loro successiva informatizzazione: in particolare vengono gestiti mediante sistemi integrati di workflow tutti quei processi che possiedono i requisiti di convenienza, ovvero la complessità, la ripetitività e la stabilità dell iter.

26 (()*+,,, 2$$/&"!2%& 2$"!' /22!"/# $!/&"! '# # $&"

27 ,- 2/ + E /

28 2# "1/" '$$/3+, 2$ Denominazione ufficio protocollo Atti in ingresso Atti in uscita PROT. GAB PROT. ANTIMAFIA ART PROT.ANTIMAFIA Art PROT. N.O.T./GAB PROT.SETTORE I PROT.1 SETT.SEGRETARI COMUNALI PROT.SETTORE II PROT.II INVALIDI CIVILI PROT.II SETT.PORTO D ARMA PROT.II SETT.G.P.G.G.E.V PROT.II SETT.9 ESPLOSIVI/FOCHINI PROT.II SETT. ISTITUTI VIGIL. GUARDIE GIURATE PROT.II SETT.ISTITUTI VIGIL. PORTO D ARMA PROT.SETT.II 6 PAT.PATENTI PROT.SETT.II DEP.1 RICORSI PROT.SETT.II SEQUESTRI PROT.SETT.II DEP 3 VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE PROT.SETT.II RUOLI PROT. SETT. III PROT. ELETTORALE Totale

29

30

31 Ex Ministero del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica Rilevazione Servizi di Protocollo e Volumi di Documenti Gestiti (I dati si riferiscono alla sola Amministrazione Centrale, ad essi vanno aggiunti quelli delle 104 DPT e delle 104 RPS) Ministero Totale servizi di protocollazione = 95 Totale documenti trattati = Dipartimento del Tesoro (7 Direzioni Generali) Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato (18 Direzioni Generali) Serv. protocollazione = 39 Documenti trattati = Dipartimento per le Politiche dello Sviluppo e Coesione (5 Direzioni Generali) Serv. protocollazione = 4 Documenti trattati = Dipartimento dell'amm. Generale del Personale e dei Servizi del Tesoro (5 Direzioni Generali) Serv. protocollazione = 7 Documenti trattati = Serv. protocollazione = 45 Documenti trattati = MTBPE -CONSIP

32 Ex Ministero del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica I Dipartimento = 39 uff. protocollo INDIVIDUAZIONE AOO II Dipartimento = 4 uff. protocollo IV Dipartimento = 45 uff. protocollo MTBPE AOO I Dip. AOO II Dip AP SCSII SV AAGG PGS MTBPE -CONSIP

33 & ()* ))+, '+ - ' - '., - ' /, 0, ), 00 1 *,, +/,, 2

34 & ' 4 ' 4 5 ;6

35 & / & # 4 ' >> ' ' ' ' ; ' ' ' ; '

36 & < 4 'A < / 0=,>1--0 / # C F /B & /

37 (()*+,,, 4 "5' "6 2$"' /22!"/# $

38 -:: (Art. 64 comma 3) Il sistema per la gestione dei flussi documentali include il sistema di gestione informatica dei documenti.

39 UO1 UO2 UON

40 LA PRINCIPALE CARATTERISTICA DI UN SISTEMA DI WORKFLOW E LA CAPACITA DI DISTRIBUIRE ATTIVITA ED INFORMAZIONI TRA GLI ATTORI DEL PROCESSO RISORSE UMANE RISORSE TECNOLOGICHE

41 9 4 & ; )1 +, / +, ) +,/, & ; /, * )/2 ) + )) / *2 &, 1

42 -:: (Art. 64 comma 1) Le pubbliche amministrazioni provvedono in ordine alla gestione dei procedimenti amministrativi mediante sistemi informativi automatizzati, valutando i relativi progetti in termini di rapporto tra costi e benefici, sulla base delle indicazioni fornite dall'autorità per l'informatica nella pubblica amministrazione.

43 .

44 & ) AB AB 4 ' 5 6 ' 5 6 'D 5 6 ' '

45 & #; " 22,/ & ; ;/ & $ ;

46 Architettura modulare.!! % & *! ( ) ( ' $ #! " # $ % ' (!! % & ' (! * % +!, "# - ' ( ' ( ' ( ) * +,, -.. " / 0 #

47 : ;;/ Le attività di protocollazione sono un servizio all interno di un procedimento amministrativo. Esse certificano quando i documenti sono ricevuti o prodotti dall amministrazione. Un procedimento amministrativo è normalmente definito da una serie di passi attraverso i quali procedere nell erogazione di un servizio al cittadino o ad altri organismi dello stato. Automatizzare le attività di protocollazione vuol dire acquisire e mettere in servizio prodotti informatici che siano in grado di garantire l erogazione di servizi di certificazione di protocollo. Automatizzare il protocollo non significa di per se stesso automatizzare il procedimento amministrativo. Vi sono diverse soluzioni tecnologiche perseguibili per automatizzare il protocollo e il procedimento amministrativo nel suo complesso. Le principali sono la soluzione minimale, quella monolitica e quella modulare. Nella soluzione minimale si compra e dispiega un sistema informatico in grado di effetturare le sole registrazioni di protocollo in senso stretto. L automazione del procedimento si limita all uso di strumenti standard di automazione d ufficio che devono essere opportunamente integrate con il sistema di protocollo informatico. Nella soluzione monolitica, la tecnologia acquisita integra le funzioni di protocollazione con alcune funzioni di supporto a procedimenti generici. Tali sistemi sono difficilmente adattabili e estendibili a fronte di nuove o più complesse esigenze dell utenza. Nella soluzione modulare, il sistema di protocollazione viene ad essere collocato come un servizio richiamato all interno di un sistema di gestione del lavoro cooperativo. Tale sistema deve essere parametrizzato utilizzando una qualche descrizione del processo che costituisce il procedimento amministrativo. Le tecnologie di supporto al lavoro cooperativo sono sostanzialmente di due tipi: workflow management systems e sistemi di groupware. I primi sono orientati a processi strutturati e ripetivi. I secondo favoriscono una collaborazione più creativa e meno prevedibile.

48 - <- 0 7 # ($%# $ ''$ 0/0 7 &#%&*((($%# 0/1 7 %($%# 0/. 7 #($%# "# )$ " '$ $ 0/2 7 $!!($%# 1 7 $#($%# "# $#&& 1/0 7 #'($%# 1/1 7 %& 1/. 7 $$&# " ($%((($%# "# $#&&$ 5* 6 1/2 7 "#&$%. 7 #((($%# "# $#$ %$!$./0 7 &)"$ " *; "# &// " &)$ $./1 7 $$G > )&$ # 5/.2->1---6./1 7 %&($%# $)"$ # $!($%# ($%# &$H # 2 7'# &) 2/0 7#& &);)%; $ # ##"*I 2/1 7")&$%# &);%# )%; $ %((' 2/. 7 #'($% " #'#%) &$&!#% %"'")($%# ## "!$!#%$

49 <: < & 4 & //5JK 6 & /%////

50 : & 0::27:= & & 8 & ' ' 1 ' ' K &

51 & 0::? " 21?>:? 0::: 21?>:? K 1--1

52 : : = & 8 & 00 & ' ' ' ; >> & & ' K 4>>// ' K '

53 L L % ) " #L # & # #L *

54 & + & M & &

55 ;, "<$$%! 2 $/

56 . : 0- + < ==N $ $

57 <. : %('# "&#%&*((($%# # $!)%($%# %('# *% 5 #((#6 & // 54>>//6 & %('# "&)$ $ #!!%& ($% #% # $ & + 8 & 54>>//6 & %('# $ #%# & #%( & + %# '#% %$!' % &# "#!%($%# & &"! 5 / 02 " 22,>1---6

58 >

59 4

60 4 Home page Forum di discussione Servizi Dibattiti Risposte a domande frequenti Registraz. utenti Mappa Help Desk Il protocollo informatico Libreria Informazio ni Generali Progetti e iniziative Novità Link Quadro normativo Docum. di riferimento Bibliografia Eventi

61 =$$1**"$"" ""%$ / */ 3 massimizzare la efficacia dell'azione di coordinamento e supporto del CNIPA favorire lo scambio diretto delle esperienze fra le Pubbliche Amministrazioni rendere possibile il riutilizzo dei risultati conseguiti nelle varie fasi del ciclo di vita delle Iniziative e dei progetti relativi al Protocollo Informatico

62 3. 3 O A E H.. * F B F A C E H D G... A E.. $ G H

63

64 :

65 ? &) &!>!!#>&7!!#!!# & $$ A $ $B & && & P! & 1--0 & ""

66 ""$&&$"!'# $" "2"2'2 22$# '"# $"!!/! # # 2$&"!%2 $ " >" $ $$ # $=?$$! /<< # # 2%&"!"2$ $$" "$"!'/&"="22"2$&"! %""" $$ " 3"%$/ 2&!/" "A2% $ &&$ 22$# '"# $"2$2 2$&"!"$"" " 2"!"B/$"2$< $"! (()*+,,,! " $= 22$# '"# $"2$23$. $"3 2 2$$/&"!"2$ $$"! 2"!"B/$" %2$"! " $=

67 & "" ' &, - & *,, *- & - & * & ** - ' &, / 1/ & /, - & /, **- & /, 2 & "" ' & 3++

68 Q DB Documentale Altri Servizio Servizi Mailer... Numero Oggetto Data Servizio di protocolla- zione & Internet-RUPA «control» : Gestione Posta Elettronica 1: ricezione messaggio 2: acquisizione dati include «entity» : Segnatura Informatica «entity» : Messaggio Protocollato include «entity» : Messaggio " : Operatore «control» 4: calcolo impronte 3: autorizzazione : Gestione Protocollazione impronte «boundary» : Interfaccia Protocollazione «entity» : Registrazione Protocollo 5: creazione

69 *

70 Legge 15 marzo 1997, n.59 (art.15) Gli atti, dati e documenti formati dalla pubblica amministrazione e dai privati con strumenti informatici e telematici, i contratti stipulati nelle medesime forme, nonché la loro archiviazione e trasmissione con strumenti informatici, sono validi e rilevanti a tutti gli effetti di legge.

71 "# "(''$ "# %$&" $# # (%$%*$

72 & 1* / 4, /* 5) +/+ & */*4) + */ ' +))6 + & */4 ) 5,,3 ' 1 '*1 ' ',,

73 - La Certification Authority rilascia il certificato che associa la persona fisica alla chiave pubblica, e custodisce la chiave pubblica in una lista consultabile Il mittente firma con la sua chiave privata un documento Il messaggio firmato, insieme al certificato del mittente rilasciato dalla CA, raggiunge il destinatario Il destinatario, usando la chiave pubblica del mittente, riesce a determinare l'autenticità dello stesso e l'integrità del messaggio

74 0 & #7 / + 8%, *., 1/ "+))/ & 9/+/ 0*0 5 3 ', 0 ' / +0 ' +/ 0 ' / :/%2 & 9

75 & 9 + /*,,,,, +2 & 5 5 /;<

76 C C

77 & 4 ' 7 7 ' ; ' ;; ;

78 & 4 ' ; 5 6 / ' ) / & ; ' & ; ; ' ; 7 %/

79 & /, 3 ' = /, ' = / & + ) ' *, 0, ' $*&$#&#%( #%$$ 0/ 0 * & * ' >*0 0*

80 8 4 * ) 0 /

81 Andamenti qualitativi dei due approcci: ) 0 1

82 . & ' ' & ' ' & ' '

83 & & & K & & & ; 7

84 .. 1 ' ; 5 6 ' ; A B ' ; ;; ' %; ' ; ' &

85 (+-+,,; & & & 4 ' A ; 8 ; B & $ 4 ' / ) 5&!! "6 ' / ; '

86 & ' ' & ' ' ; & ' ' ' #

87 & <. 4 '" '!

88 .0 & ; ; AB / & 4 ; / & ; /

89 &.$$&"D R/ -=?,1=2.1.

PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI: PRESENTAZIONE BASE

PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI: PRESENTAZIONE BASE PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI: PRESENTAZIONE BASE Guglielmo LONGOBARDI Centro di Competenza Trasparenza e gestione elettronica dei documenti ALL ORIGINE DEI SISTEMI DOCUMENTARI

Dettagli

Gestione documentale e Protocollo informatico

Gestione documentale e Protocollo informatico Gestione documentale e Protocollo informatico Settembre 2003 Cosa tratteremo La gestione dei documenti produzione, acquisizione, trasmissione organizzazione e conservazione reperimento ed accesso alle

Dettagli

Contenuti. La gestione documentale al. Comune di Pisa. Comune di Pisa. Contenuti. LA RECENTE NORMATIVA La PEC Il Codice dell Amministrazione digitale

Contenuti. La gestione documentale al. Comune di Pisa. Comune di Pisa. Contenuti. LA RECENTE NORMATIVA La PEC Il Codice dell Amministrazione digitale La gestione documentale al Contenuti LA RECENTE NORMATIVA La PEC Il Codice dell Amministrazione digitale IL PROTOCOLLO INFORMATICO La gestione dei documenti informatici e i flussi documentali Il B.P.R.

Dettagli

NUCLEO MINIMO GESTIONE DOCUMENTALE WORKFLOW DELLE PRATICHE

NUCLEO MINIMO GESTIONE DOCUMENTALE WORKFLOW DELLE PRATICHE Bari, 24 Luglio 2006 NUCLEO MINIMO GESTIONE DOCUMENTALE WORKFLOW DELLE PRATICHE 1 FUNZIONALITÀ MINIME DEL PROTOCOLLO Le Amministrazioni devono garantire almeno la realizzazione del sistema di protocollo

Dettagli

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese Sintesi del progetto L evoluzione normativa ha portato il Comune di Giugliano ad una revisione del proprio sistema informatico documentale da alcuni anni. La sensibilità del Direttore Generale al miglioramento

Dettagli

Forum P.A. Protocollo informatico al via: esperienze, ostacoli, opportunità. Il Protocollo Informatico dell Automobile Club d Italia

Forum P.A. Protocollo informatico al via: esperienze, ostacoli, opportunità. Il Protocollo Informatico dell Automobile Club d Italia Forum P.A. Protocollo informatico al via: esperienze, ostacoli, opportunità. Il Protocollo Informatico dell Automobile Club d Italia Fiera di Roma 12/05/2004 L'Automobile Club d'italia è un Ente Pubblico

Dettagli

Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI

Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it 1 Definizione 1 E un servizio, obbligatorio

Dettagli

GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1

GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1 GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1 ESPLETAMENTO DI ATTIVITÀ PER L IMPLEMENTAZIONE DELLE COMPONENTI PREVISTE NELLA FASE 3 DEL PROGETTO DI E-GOVERNMENT INTEROPERABILITÀ DEI SISTEMI DI PROTOCOLLO

Dettagli

Dai sistemi documentari al knowledge management: un'opportunità per la pubblica amministrazione

Dai sistemi documentari al knowledge management: un'opportunità per la pubblica amministrazione Dai sistemi documentari al knowledge management: un'opportunità per la pubblica amministrazione Reingegnerizzazione dei sistemi documentari e knowledge management Paola Montironi Quadro di riferimento

Dettagli

DPCM 31 OTTOBRE 2000 (G. U. 21.11.2000, SERIE GENERALE, N. 272) REGOLE TECNICHE PER IL PROTOCOLLO INFORMATICO DI CUI AL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA

DPCM 31 OTTOBRE 2000 (G. U. 21.11.2000, SERIE GENERALE, N. 272) REGOLE TECNICHE PER IL PROTOCOLLO INFORMATICO DI CUI AL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA DPCM 31 OTTOBRE 2000 (G. U. 21.11.2000, SERIE GENERALE, N. 272) REGOLE TECNICHE PER IL PROTOCOLLO INFORMATICO DI CUI AL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 20 OTTOBRE 1998, N. 428 TITOLO I AMBITO DI

Dettagli

Università degli Studi di Macerata STUDIO DI FATTIBILITÀ PER LA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI DEL SUAP NEL POLO MARCHE DIGIP

Università degli Studi di Macerata STUDIO DI FATTIBILITÀ PER LA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI DEL SUAP NEL POLO MARCHE DIGIP Università degli Studi di Macerata STUDIO DI FATTIBILITÀ PER LA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI DEL SUAP NEL POLO MARCHE DIGIP Estratto del documento relativo ai metadati principali da versare

Dettagli

La gestione dei documenti informatici negli Enti Locali

La gestione dei documenti informatici negli Enti Locali La gestione dei documenti informatici negli Enti Locali Dott.ssa Maria Pia Papa MARIA PIA PAPA 1 DPCM 3/12/2013: MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI In attuazione del DPCM 3/12/2013, entro ottobre

Dettagli

GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1

GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1 GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1 ESPLETAMENTO DI ATTIVITÀ PER L IMPLEMENTAZIONE DELLE COMPONENTI PREVISTE NELLA FASE 3 DEL PROGETTO DI E-GOVERNMENT INTEROPERABILITÀ DEI SISTEMI

Dettagli

Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici

Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici Regione Toscana Direzione generale Organizzazione Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici ANAI Marche Fermo, 28 novembre 2012 Ilaria Pescini PO Archivi e sistema

Dettagli

Protezione delle registrazioni di tracciamento da modifiche non autorizzate A R.1.6 [TU4452000/52/1/b]

Protezione delle registrazioni di tracciamento da modifiche non autorizzate A R.1.6 [TU4452000/52/1/b] 7 CHECK LIST 7.1 Tabella di Controllo sezione 1 A R.1.1 [TU4452000/52/1/a] Garanzie di sicurezza e integrità del sistema A R.1.2 [DPCM311000/7/1] Requisiti minimi di sicurezza del sistema operativo dell

Dettagli

Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro.

Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro. Esercizio di GRUPPO: PROTOCOLLO INFORMATICO Mappa concettuale TECNOLOGIE DISPONIBILI Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro.

Dettagli

Il protocollo informatico

Il protocollo informatico La dematerializzazione dei documenti amministrativi Il protocollo informatico Notaio Gea Arcella garcella@notariato.it Udine 22 novembre 2012 1 1.1 L'obbligo di registrazione dei documenti amministrativi

Dettagli

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Comune di Padova Settore Servizi istituzionali e affari generali Servizio archivistico comunale Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Il sistema di gestione documentale dell

Dettagli

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE Flavia Marzano marzano@cibernet.it 10/05/2004 ARPA Club Forum PA 2004 Contenuti Cenni normativi Sistema di gestione documentale:

Dettagli

Comitato Etico per le attività biomediche di Ateneo

Comitato Etico per le attività biomediche di Ateneo Comitato Etico per le attività biomediche di Ateneo Centro Servizi Informativi di Ateneo Proposta di intervento 1 L e-government di Ateneo ed il sistema PRAXIS è l insieme delle soluzioni tecnico-organizzative

Dettagli

Protocollo Informatico e Flusso Documentale

Protocollo Informatico e Flusso Documentale Protocollo Informatico e Flusso Documentale Creatori di software Profilo Tinn è un importante realtà nel settore dell ICT con una posizione di leadership nell offerta di soluzioni software per la Pubblica

Dettagli

CitySoftware PROTOCOLLO. Info-Mark srl

CitySoftware PROTOCOLLO. Info-Mark srl CitySoftware PROTOCOLLO Info-Mark srl Via Rivoli, 5/1 16128 GENOVA Tel. 010/591145 Fax 010/591164 Sito internet: www.info-mark.it e-mail Info-Mark@Info-Mark.it SISTEMA DI PROTOCOLLAZIONE AUTOMATICA Realizzato

Dettagli

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi Titolo Dematerializzazione documentale Amministrazione Comune di Pisa Provincia Pisa Regione Toscana Sito Internet http://www.comune.pisa.it PEC comune.pisa@postacert.toscana.it Referente Geri Patrizio

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO Prot. n. 4519 del 12/10/2015 MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO PREMESSA II presente manuale, previsto dall'art. 5 del DPCM 3 dicembre 2013, descrive il sistema di gestione e di conservazione

Dettagli

FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI

FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI ART. 40. FORMAZIONE DI DOCUMENTI INFORMATICI LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI CHE DISPONGONO DI IDONEE RISORSE TECNOLOGICHE FORMANO GLI ORIGINALI

Dettagli

Il documento informatico nel Comune di Cuneo. Francesca Imperiale Settore Segreteria Generale Servizio Archivio Comune di Cuneo

Il documento informatico nel Comune di Cuneo. Francesca Imperiale Settore Segreteria Generale Servizio Archivio Comune di Cuneo Il documento informatico nel Comune di Cuneo Francesca Imperiale Settore Segreteria Generale Servizio Archivio Comune di Cuneo 1 Firma digitale e documento informatico L acquisizione della firma digitale

Dettagli

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale Servizio Segreteria della Giunta Disciplinare sull utilizzo della posta elettronica certificata

Dettagli

SCENARIO DI RIFERIMENTO

SCENARIO DI RIFERIMENTO SCENARIO DI RIFERIMENTO FORUM P.A. La Trasparenza nei Procedimenti Amministrativi Roma 29 Ottobre 2002 29 Ottobre 2002 Gestione Documentale Integrata 1 Chi è l INAIL? L Istituto Nazionale per l Assicurazione

Dettagli

Fatturazione Elettronica

Fatturazione Elettronica GRUPPO TELECOM ITALIA Giugno 2014 Fatturazione Elettronica Telecom Italia National Wholesale Services.WIC. PIS PM: Margherita Pennazzi Cosa è la Fattura Elettronica Nel codice dell amministrazione digitale

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DI DEMATERIALIZZAZIONE E DIGITALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI

CARTA DEI SERVIZI DI DEMATERIALIZZAZIONE E DIGITALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI CARTA DEI SERVIZI DI DEMATERIALIZZAZIONE E DIGITALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI 1 - PREMESSA Il processo di archiviazione e conservazione dei flussi documentali in forma digitale è un fattore fondamentale per

Dettagli

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Roma, 8 aprile 2002 Roberto Bettacchi Direttore Business Unit P.A. r.bettacchi@agora.it Scenario di riferimento I DIECI OBIETTIVI DEL GOVERNO PER

Dettagli

Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati. Agenzia per l Italia Digitale

Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati. Agenzia per l Italia Digitale Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati Agenzia per l Italia Digitale 21-11-2014 L «ecosistema» della gestione dei documenti informatici PROTOCOLLO INFORMATICO FIRME ELETTRONICHE

Dettagli

Gestire il Protocollo, i Flussi documentali, gli Atti Amministrativi ed i Relativi Archivi

Gestire il Protocollo, i Flussi documentali, gli Atti Amministrativi ed i Relativi Archivi Revisione n 04 Scopo Fornitore del Processo Input Cliente del Processo Output Indicatori Riferimenti Normativi Processi Correlati Sistemi Informatici Gestire le attività di ricezione, protocollazione,

Dettagli

Protocollo Informatico e Flusso Documentale

Protocollo Informatico e Flusso Documentale Protocollo Informatico e Flusso Documentale Creatori di software Profilo Tinn è un importante realtà nel settore dell ICT con una posizione di leadership nell offerta di soluzioni software per la Pubblica

Dettagli

LA DEMATERIALIZZAZIONE

LA DEMATERIALIZZAZIONE LA DEMATERIALIZZAZIONE IL PROCESSO INTEGRATO DEL PROTOCOLLO INFORMATICO CON LA ARCHIVIAZIONE INFORMATICA SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI RIDUZIONE DEI COSTI AMMINISTRATIVI. Lecce 2014 DEMATERIALIZZAZIONE Il

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE. Maggio 2006

PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE. Maggio 2006 PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE Maggio 2006 1 Evoluzione tecnologica 1 Negli ultimi anni le P.A. si sono fortemente impegnate nello sviluppo di reti di computer

Dettagli

Protocollazione della corrispondenza. 18 Novembre 2014 Matteo Arosio Dedagroup ICT Network

Protocollazione della corrispondenza. 18 Novembre 2014 Matteo Arosio Dedagroup ICT Network Protocollazione della corrispondenza 18 Novembre 2014 Matteo Arosio Dedagroup ICT Network 2 Agenda Il progetto per l implementazione del sistema di protocollo e gestone documentale presso Commerfin Il

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea "Automobile Club di BARI"

Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea Automobile Club di BARI Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea "Automobile Club di BARI" SOMMARIO 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. AREA ORGANIZZATIVA

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO SECONDO IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE Sommario: 1. Struttura e finalità del codice dell amministrazione digitale. - 2. La teleamministrazione e l atto elettronico. - 3. Il documento

Dettagli

La Digitalizzazione in Regione Lombardia

La Digitalizzazione in Regione Lombardia La Digitalizzazione in Regione Lombardia Il progetto EDMA: il percorso di innovazione di Regione Lombardia nell'ambito della dematerializzazione Milano, Risorse Comuni, 19 Novembre 2009 A cura di Ilario

Dettagli

LA FORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DELLA MEMORIA DIGITALE

LA FORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DELLA MEMORIA DIGITALE Prof. Stefano Pigliapoco LA FORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DELLA MEMORIA DIGITALE ANAI, Cagliari 6 marzo 2006 s.pigliapoco@fastnet.it L Amministrazione Pubblica Digitale Il complesso delle norme di recente

Dettagli

PROGETTO DI DEMATERIALIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DEL PERSONALE MILITARE

PROGETTO DI DEMATERIALIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DEL PERSONALE MILITARE PROGETTO DI DEMATERIALIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DEL PERSONALE MILITARE Roma, 28 aprile 2016 Brig. Gen. Roberto SERNICOLA Direzione Generale per il Personale Militare - D.P.R. 28 dicembre 2000, n.

Dettagli

il Rettore Richiamato lo Statuto di Ateneo emanato con D.R. n 501 in data 27 marzo 2000 e successive modificazioni;

il Rettore Richiamato lo Statuto di Ateneo emanato con D.R. n 501 in data 27 marzo 2000 e successive modificazioni; DR n 176 Reg.XLVI il Rettore Richiamato lo Statuto di Ateneo emanato con D.R. n 501 in data 27 marzo 2000 e successive modificazioni; vista la deliberazione n 433/14695 in data 06 febbraio 2008 con cui

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Automobile Club d Italia Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di CATANZARO SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...2 2. DEFINIZIONI...2 3. COMPITI DEL

Dettagli

Miglioramento dell efficienza interna Trasparenza dell azione amministrativa

Miglioramento dell efficienza interna Trasparenza dell azione amministrativa Titolo Dematerializzazione documentale Amministrazione Comune di Pisa Provincia Pisa Regione Toscana Sito Internet http://www.comune.pisa.it/dematerializzazione PEC comune.pisa@postacert.toscana.it Referente

Dettagli

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI REGOLAMENTO PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI Approvato con deliberazione n. 463 del 10.08.2015

Dettagli

La PEC e interoperabilità di protocollo

La PEC e interoperabilità di protocollo La PEC e interoperabilità di protocollo Contenuti (1) La Pec La PEC nella normativa Gli attori coinvolti Utenti Gestori La rete di comunicazione Il documento informatico Il punto di vista dell utente Il

Dettagli

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 18-01-2010 Messaggio n. 1715 OGGETTO: Nuovo servizio online per le Aziende e i Consulenti:

Dettagli

Comune di Pisa Direzione Sistema Informativo UO Automazione Flusso Documentale

Comune di Pisa Direzione Sistema Informativo UO Automazione Flusso Documentale Comune di Pisa Direzione Sistema Informativo UO Automazione Flusso Documentale Il punto di partenza Nel Piano Esecutivo di Gestione 2000 particolare del Servizio Sistema Informativo erano allegate le Linee

Dettagli

CASE STUDY: Navalmare

CASE STUDY: Navalmare PROFILO AZIENDALE Navalmare realizza piattaforme offshore e imbarcazioni da diporto, a partire dalla fase progettuale fino alla consegna a mare dei manufatti. L azienda ha sede a La Spezia e cantieri diffusi

Dettagli

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23 La transizione al digitale per gli enti pubblici locali opportunità e criticità operative sala Zodiaco Sede della Provincia di Bologna Mercoledì, 26 novembre 2014 slide 1 di 23 Gli argomenti Saluti e introduzione

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Automobile Club d Italia Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di POTENZA GENNAIO 2013 SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...3 2. DEFINIZIONI...3 3.

Dettagli

Introduzione alla gestione informatica Riccardo Righi

Introduzione alla gestione informatica Riccardo Righi Introduzione alla gestione informatica Riccardo Righi Area gestione documentale dei documenti 15 giugno 2010 Pag. 1 Titulus Programma della sessione Il progetto Titulus L archivio Il registro di protocollo

Dettagli

MCi BUSINESS SUITE MANAGEMENT

MCi BUSINESS SUITE MANAGEMENT MCi BUSINESS SUITE MANAGEMENT Acquisizione, archiviazione, gestione e consultazione flussi documentali Fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva Soluzione rivolta a tutte le aziende che : generano,

Dettagli

La conservazione sostitutiva fatture elettroniche e documenti digitali è il sistema attraverso il quale professionisti, aziende e autonomi possono

La conservazione sostitutiva fatture elettroniche e documenti digitali è il sistema attraverso il quale professionisti, aziende e autonomi possono La conservazione sostitutiva fatture elettroniche e documenti digitali è il sistema attraverso il quale professionisti, aziende e autonomi possono creare, emettere, gestire, archiviare e conservare fatture

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA FIRMA DIGITALE

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA FIRMA DIGITALE CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Le normative vigenti impongono la conservazione di migliaia di documenti. Grazie alle regole tecniche del Cnipa (Centro Nazionale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione)

Dettagli

Un caso concreto di dematerializzazione e semplificazione dei processi inter -amministrazioni: la gestione dei contratti dei docenti

Un caso concreto di dematerializzazione e semplificazione dei processi inter -amministrazioni: la gestione dei contratti dei docenti FORUMPA 2008 13 maggio 2008 Un caso concreto di dematerializzazione e semplificazione dei processi inter -amministrazioni: la gestione dei contratti dei docenti Modello applicativo e tecnologico dott.ssa

Dettagli

Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione

Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione Prof. Avv. Giusella Finocchiaro Studio legale Finocchiaro www. studiolegalefinocchiaro.it 1 Il quadro normativo Percorso lungo e complesso: normativa

Dettagli

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET

Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET Ordine dei Farmacisti della Provincia di Ferrara Gestione del protocollo informatico con OrdineP-NET Manuale gestore DT-Manuale gestore (per utenti servizio CDI) VERSIONE 2.0 del 09/10/2015 1. Premesse

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO

REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO approvato con deliberazione consiliare in data 1 febbraio 2006 n. 10 Indice TITOLO I - Principi fondamentali 3 Art. 1

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA CITTA DI ORBASSANO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012 2014 Indice Premessa pag. 3 1. Riferimenti normativi pag. 3 2. Finalità del Programma pag. 3 3 Il sito istituzionale del

Dettagli

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche SITAS Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche Le procedure per l edificazione nei comuni della Regione Lazio classificati a rischio sismico soffrivano di: Complessa gestione

Dettagli

OPENSUE. Sportello Edilizia. Stringi la mano al cittadino

OPENSUE. Sportello Edilizia. Stringi la mano al cittadino OPENSUE Sportello Edilizia Stringi la mano al cittadino 2 OPENSUE Sportello Edilizia Il DPR n. 380/2001 impone a tutte le amministrazioni comunali di provvedere a costituire lo Sportello unico per l edilizia

Dettagli

Segesta srl Via Giacomo Peroni 400 00131 Roma Tel. 06/36.00.65.96 Fax 06/233.28.703 marketing@segestaitalia.it

Segesta srl Via Giacomo Peroni 400 00131 Roma Tel. 06/36.00.65.96 Fax 06/233.28.703 marketing@segestaitalia.it Segesta srl Via Giacomo Peroni 400 00131 Roma Tel. 06/36.00.65.96 Fax 06/233.28.703 marketing@segestaitalia.it Cosa dice la normativa italiana? Il protocollo informatico è l'insieme delle risorse di calcolo,

Dettagli

S E A V OGGETTO: FT. ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

S E A V OGGETTO: FT. ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Bergamo, marzo 2015 CIRCOLARE N. 14/Consulenza aziendale OGGETTO: FT. ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Dal 31.3.2015 scatta l obbligo di utilizzo generalizzato della fattura elettronica nei confronti

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

COMUNE DI BRESCELLO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI BRESCELLO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI BRESCELLO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 67 del 29.12.2005 In vigore dal 26.02.2006 TITOLO I Principi fondamentali Art. 1 FUNZIONE

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (PD) * * * Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni 1 CONTESTO La realizzazione del Piano di informatizzazione

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Bando MIUR prot. n AOODGAI/ 11547/bis del 08/11/2013 Programma Operativo Regionale Campania Obiettivo Convergenza del FSE 2007-2013 Interventi formativi per lo sviluppo delle competenze chiave Tirocini/Stage

Dettagli

Il Protocollo Informatico

Il Protocollo Informatico Il Protocollo Informatico Esigenza di gestione sistematica dei documenti il decreto regio (gennaio 1900) aumento della quantità dei documenti trattati necessità di suddivisione per attività e/o argomento

Dettagli

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI Documento n. 9 - Allegato al manuale di gestione PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI 1. Composizione del piano Il piano di conservazione oltre

Dettagli

NOTIFICAZIONE E PUBBLICITÀ LEGALE DEGLI ATTI NELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE

NOTIFICAZIONE E PUBBLICITÀ LEGALE DEGLI ATTI NELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE Università degli Studi di Macerata NOTIFICAZIONE E PUBBLICITÀ LEGALE DEGLI ATTI NELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE La società dell informazione e della conoscenza Tutte le organizzazioni, pubbliche

Dettagli

Lo schema complessivo con cui opera il servizio è quello rappresentato in figura. 1

Lo schema complessivo con cui opera il servizio è quello rappresentato in figura. 1 U N I A R C Amministrazione Digitale dei Documenti Nell ambito delle trasformazioni legate alla conversione al digitale della Pubblica Amministrazione e delle Imprese (nuovo Codice dell Amministrazione

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA. 6 Giugno 2014 posta@liberodileo.it

LA FATTURA ELETTRONICA. 6 Giugno 2014 posta@liberodileo.it LA FATTURA ELETTRONICA 6 Giugno 2014 Quadro normativo 2 Decreto 66/2014 Misure urgenti NB -da convertire in legge Direttive europee: Direttiva 2010/45/UE Direttiva 2006/112/CE Direttiva 2001/115/CE Legge

Dettagli

Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione

Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione Le tappe Stato dell arte Consolidamento e sviluppi a cura di: Patrizio Geri Direzione Sistemi Informativi Titolare P.O. Responsabile Automazione

Dettagli

Regione Siciliana. Assessorato Industria Dipartimento Industria. Area Affari Generali e Comuni

Regione Siciliana. Assessorato Industria Dipartimento Industria. Area Affari Generali e Comuni Regione Siciliana Assessorato Industria Dipartimento Industria Area Affari Generali e Comuni MANUALE DEL PROTOCOLLO UNICO INFORMATICO (Documento soggetto a continuo aggiornamento) (art. 5 del DPCM 31.10.2000)

Dettagli

Allegato 1 (articolo 4, comma 1, del regolamento di attuazione)

Allegato 1 (articolo 4, comma 1, del regolamento di attuazione) Allegato 1 (articolo 4, comma 1, del regolamento di attuazione) Il sottoscritto aderente diretto garantisce che il trattamento dei dati personali viene espletato nel rispetto delle disposizioni previste

Dettagli

Il sistema documentario nella Intranet della Regione Marche

Il sistema documentario nella Intranet della Regione Marche Seminario di studio: Dai sistemi documentali al knowledge management Un opportunità per la Pubblica Amministrazione Gestione documentale e knowledge management Roma, 15 aprile 2003 MAURO ERCOLI BEATRICE

Dettagli

Gestione dei documenti e amministrazioni digitali Obblighi antichi e nuove scadenze. 2015 Maria Guercio Sapienza Università di Roma

Gestione dei documenti e amministrazioni digitali Obblighi antichi e nuove scadenze. 2015 Maria Guercio Sapienza Università di Roma Gestione dei documenti e amministrazioni digitali Obblighi antichi e nuove scadenze 2015 Maria Guercio Sapienza Università di Roma documenti e archivi nella legislazione italiana 1900-2000: un secolo di

Dettagli

Scheda prodotto LegalmailPA

Scheda prodotto LegalmailPA Scheda prodotto LegalmailPA Settembre 2006 1 di 6 LegalmailPA La Posta Elettronica Certificata per le Pubbliche Amministrazioni Che cosa è la Posta Elettronica Certificata Il DPR 11 febbraio 2005, n.68

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATICI, POSTA CERTIFICATA E DEMATERIALIZZAZIONE

DOCUMENTI INFORMATICI, POSTA CERTIFICATA E DEMATERIALIZZAZIONE Prof. Stefano Pigliapoco DOCUMENTI INFORMATICI, POSTA CERTIFICATA E DEMATERIALIZZAZIONE s.pigliapoco@unimc.it Codice dell amministrazione digitale Il codice dell amministrazione digitale (Co.A.Di.) è contenuto

Dettagli

Nota informativa sulla Firma Grafometrica.

Nota informativa sulla Firma Grafometrica. Nota informativa sulla Firma Grafometrica. Documento predisposto da Eurizon Capital SGR S.p.A. ai sensi dell articolo 57 commi 1 e 3 del DPCM 22.2.2013, riguardante la firma elettronica avanzata. 1. Premessa

Dettagli

Gestione documentale e Conservazione Sostitutiva a norma CNIPA. L esperienza di Postecom

Gestione documentale e Conservazione Sostitutiva a norma CNIPA. L esperienza di Postecom Gestione documentale e Conservazione Sostitutiva a norma CNIPA L esperienza di Postecom Roma, 15 maggio 2008 Postecom: 7 anni di gestione documentale 2 2001 Lancio servizio Bollettino Report per la pubblicazione

Dettagli

La Posta Elettronica Certificata - Pec

La Posta Elettronica Certificata - Pec Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web La Posta Elettronica Certificata - Pec Piccola guida

Dettagli

QUESITI GENERALI SUL PROTOCOLLO INFORMATICO

QUESITI GENERALI SUL PROTOCOLLO INFORMATICO QUESITI GENERALI SUL PROTOCOLLO INFORMATICO ASPETTI GENERALI Chi ha l obbligo di realizzare la gestione informatica dei documenti? Tutte le pubbliche amministrazioni provvedono a realizzare o revisionare

Dettagli

L esperienza di San Giuliano Milanese

L esperienza di San Giuliano Milanese Sistema di Gestione Flussi Documentali COMUNE DI SAN GIULIANO MILANESE L esperienza di San Giuliano Milanese Dott.ssa Laura Garavello Responsabile dei servizi di supporto gestionale OBIETTIVI DELL AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Nota informativa sulla Firma Grafometrica.

Nota informativa sulla Firma Grafometrica. Nota informativa sulla Firma Grafometrica. Documento predisposto da Intesa Sanpaolo Assicura S.p.A. ai sensi dell articolo 57 commi 1 e 3 del DPCM 22.2.2013, riguardante la firma elettronica avanzata.

Dettagli

Nota informativa sulla Firma Grafometrica.

Nota informativa sulla Firma Grafometrica. Nota informativa sulla Firma Grafometrica. Documento predisposto da Epsilon SGR S.p.A. ai sensi dell articolo 57 commi 1 e 3 del DPCM 22.2.2013, riguardante la firma elettronica avanzata. 1. Premessa Epsilon

Dettagli

La Posta Elettronica Certificata

La Posta Elettronica Certificata La Posta Elettronica Certificata Cedacri S.p.A. Sede legale: Via del Conventino n. 1 43044 Collecchio (Parma) C.F./Partita IVA e Iscrizione al Registro delle Imprese di Parma: 00432960342 R.E.A.: 128475

Dettagli

SI-GTS Sistema Informativo per la Gestione dei Titoli di Spesa. Istruzioni tecniche per l avvio all Esercizio Sperimentale

SI-GTS Sistema Informativo per la Gestione dei Titoli di Spesa. Istruzioni tecniche per l avvio all Esercizio Sperimentale SI-GTS Sistema Informativo per la Gestione dei Titoli di Spesa Istruzioni tecniche per l avvio all Esercizio Sperimentale 1 Contesto di riferimento Il Sistema Informativo per la Gestione dei Titoli di

Dettagli

Gestione Documentale Conservazione Ottica Sostitutiva Firma Digitale

Gestione Documentale Conservazione Ottica Sostitutiva Firma Digitale Gestione Documentale Conservazione Ottica Sostitutiva Firma Digitale GMC Consulting s.n.c. - Via Visconti di Modrone, 2-20122 Milano La soluzione KarthaDoc Descrizione funzionalità KarthaDoc I sistemi

Dettagli

Angelaccio srl, con sede in Isernia, rappresenta una nuova iniziativa imprenditoriale

Angelaccio srl, con sede in Isernia, rappresenta una nuova iniziativa imprenditoriale Partner Infocamere P R E S E N T A Z I O N E A Z I E N D A L E Angelaccio srl, con sede in Isernia, rappresenta una nuova iniziativa imprenditoriale molisana, con proiezione a livello nazionale per la

Dettagli

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000)

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Ricerca veloce degli atti, archiviazione, fascicolazione ed inventario Inserimento semplice e funzionale Collegamento tra protocolli tramite la gestione dei fascicoli

Dettagli

PROT. 5340 A/39/d. Manuale di gestione documentale e del protocollo informatico ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE - "CARLO GEMMELLARO"

PROT. 5340 A/39/d. Manuale di gestione documentale e del protocollo informatico ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE - CARLO GEMMELLARO PROT. 5340 A/39/d Manuale di gestione documentale e del protocollo informatico ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE - "CARLO GEMMELLARO" Indice generale 1. Scopo e campo di applicazione del documento

Dettagli

Provincia di Udine. P.E.C. comune.maranolagunare@certgov.fvg.it

Provincia di Udine. P.E.C. comune.maranolagunare@certgov.fvg.it Prot. n. 841/2014 AVVISO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI UN INCARICO DI NATURA PROFESSIONALE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO PER LE POLITICHE GIOVANILI E LA GESTIONE DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE GIOVANILE

Dettagli

I VANTAGGI. Flessibilità

I VANTAGGI. Flessibilità E-LEARNING E-LEARNING La proposta E-Learning della suite Agorà di Dedagroup A CHI SI RIVOLGE L OFFERTA fornisce al cliente un sistema complementare di formazione a distanza sui prodotti della suite Agorà

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA Policlinico Gaetano Martino di Messina

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA Policlinico Gaetano Martino di Messina AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA Policlinico Gaetano Martino di Messina Deliberazione del Direttore Generale n 124 del 14/ 02/2013 A seguito di Proposta in data n 4 del 23/01/2013 Staff Direzione Strategica

Dettagli

Dematerializzazione: lo stato attuale della normativa

Dematerializzazione: lo stato attuale della normativa Dematerializzazione: lo stato attuale della normativa Prof. ing. Pierluigi Ridolfi Università di Bologna, già Presidente della Commissione Interministeriale per la dematerializzazione Seminario Di.Tech

Dettagli

TARGET DOCUVISION DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE

TARGET DOCUVISION DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE 0 SOMMARIO TARGET DOCUVISION 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE 4 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI MODULI 5 LOGICA OPERATIVA MODULO DOCUVISION 6 LOGICA OPERATIVA DELLE FUNZIONALITA WORKFLOW 7 GESTIONE DOCUMENTI

Dettagli