IL RADIATORE LINEE GUIDA edizione 2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL RADIATORE LINEE GUIDA edizione 2009"

Transcript

1 IL RADIATORE LINEE GUIDA edizione 2009

2 TIPOLOGIE E COMPLEMENTI DEI RADIATORI p a g. 4 IL RADIATORE TESI p a g. 7

3 Volume m 3 21,6 x Watt 50 = Watt 1080 LE TIPOLOGIE DI IMPIANTO p a g. 1 0 LA BASSA TEMPERATURA p a g. 1 2 ELEMENTI DI CALCOLO TERMICO p a g. 1 4 SCELTA DEL RADIATORE p a g. 1 5 F. A. Q. p a g. 1 8

4 TIPOLOGIE E COMPLEMENTI DEI RADIATORI Esempio di radiatore da bagno 2 1 LEGENDA 3 1. Valvola di sfiato 2. Fissaggio a muro 3. Collettore 4. Detentore 5. Valvola 6. Entrata / Uscita acqua Uscita (ritorno) Interasse Idraulico 6 Entrata (mandata) 4

5 1 TIPI DI RADIATORI Ci sono 2 tipologie di radiatori: Il radiatore con funzionamento ad acqua, collegato all impianto di riscaldamento, e il radiatore con funzionameto elettrico, collegato all impianto elettrico. 2 RADIATORE CON FUNZIONAMENTO AD ACQUA Il radiatore ad acqua è quel componente dell impianto di riscaldamento delle attuali abitazioni che trasmette nell ambiente il calore generato dalla caldaia che riscalda l acqua dell impianto stesso. 3 RADIATORE CON FUNZIONAMENTO ELETTRICO I radiatori elettrici riscaldano tramite l ausilio di una resistenza elettrica che riscalda il liquido (acqua, olio glicole o miscela di questi) contenuto nel radiatore, il quale a sua volta cede il calore all ambiente circostante (foto a lato). La potenza elettrica è la potenza termica/ora trasmessa all ambiente. 4 COS È IL FUNZIONAMENTO MISTO? Alcuni modelli di radiatori funzionanti ad acqua possono essere utilizzati anche nei periodi in cui la caldaia è spenta con l inserimento di una speciale resistenza elettrica (disponibile come optional). L'utilizzo della resistenza con raccordo "tre vie" comporta la modifica della misura dell'interasse attacchi idraulici, rimane invariata utilizzando kit valvola e detentore salvaspazio. Consultare l'idraulico per le soluzioni impiantistiche adottate. 5 VALVOLA E DETENTORE Le valvole ed i detentori permettono all installatore di collegare fisicamente il corpo scaldante (radiatore) al sistema di riscaldamento (tubi). La funzionalità di questi componenti ci permette di regolare (tramite la valvola) l afflusso di acqua diretta al corpo scaldante ed eventualmente, in situazioni di manutenzione, permettono inoltre di poter scollegare fisicamente il radiatore evitando di svuotare l impianto. Gran parte delle valvole offerte da Irsap sono termostatizzabili (vedi punto 7). 6 IMPORTANZA DELLA SCELTA DI VALVOLA E DETENTORE Prima di scegliere valvola e detentore è necessario conoscere le dimensioni delle tubature che arrivano alla caldaia e le dimensioni degli attacchi di ingresso e uscita acqua del radiatore. Irsap ha scelto di standardizzare gran parte degli attacchi idraulici dei suoi radiatori uniformandoli a 1/2 (il mezzo pollice è l unità di misura standard in Europa e la più utilizzata). Le dimensioni delle tubature dipendono dal materiale utilizzato dal progettista e dall installatore (rame/multistrato). 7 TIPOLOGIE DI VALVOLE Valvole termostatizzabili diritte Valvole termostatizzabili a squadro Valvole passo 50 mm termostatizzabili Valvole salvaspazio 5

6 TIPOLOGIE E COMPLEMENTI DEI RADIATORI 8 VALVOLA TERMOSTATICA DI RISPARMIO ENERGETICO La combinazione della valvola termostatizzabile e della testa termostatica permette al radiatore di aprirsi e chiudersi in modo automatico in funzione della temperatura ambiente e del set point impostato sulla testa termostatica. La valvola termostatica è utile per adattare quindi la temperatura ambiente in modo autonomo, con un conseguente risparmio d energia. Questo accessorio come tutti i radiatori IRSAP è in ottemperanza al decreto legge 311 del 29/12/06, partecipando all agevolazione della detrazione d imposta lorda del 55%. 9 COS È LA VALVOLA DI SFIATO E PERCHÉ SI SFIATA IL RADIATORE? L acqua immessa nell impianto al primo riempimento contiene una parte di ossigeno che, una volta a riposo all interno del radiatore, si separa dall acqua. Dove c è aria il radiatore non si riscalda, perciò si tratta di farla uscire manovrando la valvolina di sfiato, durante il funzionamento dell impianto stesso. 10 COS È IL DIAFRAMMA? Il diaframma è l elemento mobile o fisso interno al radiatore che devia il flusso evitando che l acqua vada verso l uscita senza scaldare tutto il radiatore. (Vedi specifiche Piano/Piano2 ed Arpa/Arpa2 per utilizzo valvola monotubo). DIAFRAMMA 11 INTERASSE IDRAULICO L interasse idraulico è la distanza tra il centro dell entrata (mandata) e il centro dell uscita (ritorno) dell acqua. 12 COS È LA NIPPLATURA? La nipplatura é l unione di due batterie attraverso l utilizzo di nipples interni che le tengono unite. Questa soluzione è utilizzabile solo per i radiatori Tesi. 13 COSA SONO I MANICOTTI? I manicotti sono dei tronchetti di metallo, saldati al radiatore per collegarlo all impianto con interasse diverso dal prodotto standard (ottima soluzione in caso di ristrutturazioni non radicali). 14 TIPOLOGIE DI INSTALLAZIONE La tipologia d installazione descrive le modalità di fissaggio a parete del prodotto. L installazione più comunemente utilizzata è quella a parete (vedi fig.1). Esistono tuttavia altre tipologie di fissaggio a parete, un esempio è l installazione a bandiera (vedi fig.2). Si definisce installazione a bandiera quando il radiatore viene fissato perpendicolarmente al muro, tramite il sistema di fissaggio appropriato. fig.1 fig.2 6

7 IL RADIATORE TESI IL RADIATORE TESI Il Tesi è un radiatore in acciaio a colonne componibile e modulare. E disponibile in 5 diverse profondità o colonnaggi : 2 colonne (profondità 65 mm), 3 colonne (profondità 101 mm), 4 colonne (profondità 139 mm), 5 colonne (profondità 177 mm) e 6 colonne (profondità 215 mm). Ogni colonnaggio è disponibile in 19 altezze H (da 200 mm a 2500 mm), e in 39 Lunghezze, cioè il n degli elementi (da 2 a 40 elementi, 45 mm cad.uno) vedi figure sotto riportate: Esempio: nella foto è indicato un modello TESI 3, 3 colonne, altezza 2000, 10 elementi. LEGENDA 1 1. Valvola di sfiato H 2. Valvola Entrata (mandata) 3. Detentore 2 Uscita (ritorno) Lunghezza Particolare foto: elementi (es. 10). Ogni elemento è largo 45 mm, di conseguenza il prodotto è largo 450 mm. 45 mm Interasse idraulico Particolare foto con numero colonne. Esempio 3 colonne per radiatore Tesi 3 (profondità 101 mm)

8 IL RADIATORE TESI 1 LA STRUTTURA DEL RADIATORE TESI La sua flessibilità compositiva rende il radiatore TESI adatto per qualsiasi contesto e soluzione abitativa. La molteplicità, quindi, di misure ed allacciamenti idraulici, risponde perfettamente alle esigenze della ristrutturazione, il prodotto TESI è adattabile a qualunque interasse idraulico oggi esistente. Esempio di interasse idraulico nel radiatore Tesi: L interasse idraulico è la misura indicata con la lettera L e determina generalmente la distanza tra l ingresso e l uscita dell acqua al radiatore. H La quota H riportata invece, come descritto nella pagina precedente, identifica l altezza totale del radiatore. Particolare foto con altezza 2000 mm (H). 2 IL COLONNAGGIO DEL TESI Esempio di colonnaggio da 2 a 6 colonne (profondità da 65 a 215 mm): TESI 2 TESI 3 TESI 4 TESI 5 TESI TESI CONFIGURAZIONE Per semplificare l utilizzo e la vendita del prodotto, IRSAP propone il radiatore TESI completo di tappi e riduzioni che facilitano l installazione idraulica del prodotto. Con il termine configurazione si intendono le diverse tipologie di allacciamento idraulico. Esempio (presente sul listino vendita): CONFIGURAZIONE T02 ALLACCIAMENTO LATERALE ingresso uscita 1/2 1/2 1/2 T02: [senza suppl.] 1/2 sfiato(*) (*) non compreso nell imballo da ordinare a parte LEGENDA Diaframma mobile Diaframma saldato Ingresso dell acqua Uscita dell acqua Tappo cieco da 1/2 o 3/8 Manicotto da 1/2 saldato Sfiato da 1/2-3/8 4 COSA SIGNIFICA CONFIGURAZIONE T2? Significa, richiedere un radiatore modello Tesi equipaggiato con: 4 riduzioni (la riduzione è un tappo di chiusura che riduce l apertura portandola da 1 ¼ a ½ ) che permettono l installazione del prodotto senza doverli ordinare separatamente dal radiatore stesso. 1 tappo cieco con copri tappo con logo IRSAP da diametro 1/2. Questa è una tipica configurazione che permette di ordinare il prodotto pronto per l installazione e di avere le 4 riduzioni da 1 ¼ a ½ e il tappo cieco da ½ compresi nel prezzo della batteria. A questo punto si dovranno abbinare i sistemi di fissaggio, scelti opportunamente in base al tipo di muratura (vedi pag. 9), la valvola a sfiato (vedi pag. 6) e le valvole di collegamento all impianto scelte in base alle esigenze estetiche o di finitura adeguate al prodotto (vedi pag. 5). 8

9 5 MENSOLE TESI Per quanto riguarda il radiatore Tesi i sistemi di fissaggio proposti da IRSAP sono: LE MENSOLE STANDARD. La mensola standard (figura 1 e disegno 1) è sicuramente la più diffusa, viene utilizzata dopo aver costruito il muro sul quale verrà ancorato il prodotto. Le mensole standard sono dedicate ad ogni singolo colonnaggio esempio: 2 colonne, 3 colonne, 4 colonne, 5 colonne e 6 colonne. disegno 1 MENSOLE STANDARD TESI Altri sistemi di fissaggio meno diffusi possono essere: figura 1 Supporto a pavimento (figura 2, particolare A disegno 2), da utilizzarsi per radiatori di dimensioni e pesi elevati o in presenza di pareti con portate limitate (cartongesso, legno, truciolare ecc..). Il supporto a pavimento va abbinato preferibilmente a sistemi di fissaggio a parete, tipo CHELA (particolare B disegno 2). disegno 2 B SUPPORTO A PAVIMENTO A figura 2 Chele universali (figura 3, particolare B disegno 2) che abbracciano l ultimo tubo posteriore del radiatore. Tale sistema è da utilizzarsi come fissaggio a parete con radiatori di piccole dimensioni/peso, per murature piene o con alte portate (pareti, tramezze, portanti). CHELA PER RADIATORI TESI figura 3 9

10 LE TIPOLOGIE DI IMPIANTO 1 DA COSA È COMPOSTO UN IMPIANTO? L impianto di riscaldamento è composto da: Caldaia o Generatore di calore Collettori di distribuzione (non sempre presenti) Tubature di collegamento (di solito in rame o tubo multistrato) Valvole e detentori Terminale di riscaldamento (radiatore) Impianti più sofisticati possono comprendere elementi (compensatori, pompe, ecc.) che non approfondiremo in questo trattato. 2 IMPIANTO A COLLETTORI (MODUL) È il tipo di distribuzione più utilizzato nell attuale edilizia residenziale. L acqua riscaldata dalla caldaia viene portata da un collettore che alimenta i singoli terminali (radiatori); l acqua raffreddata che fuoriesce dai radiatori (in quanto ha ceduto il suo calore all ambiente) confluisce in un collettore prima di tornare in caldaia e riprendere il ciclo. Il sistema consente la regolazione ambiente per ambiente ed un ottima equilibratura dei circuiti, cosa più difficile con gli altri sistemi. Caldaia o Generatore di Calore Collettori di distribuzione Radiatori / Corpi Scaldanti Valvola Detentore Tubature di collegamento 10

11 3 IMPIANTO A COLLETTORI (MODUL) CON VALVOLE MONOTUBO Questa tipologia d impianto rispecchia tutte le caratteristiche del classico Modul. L utilizzo delle valvole monotubo consente l allacciamento al terminale (radiatore) in un solo punto. Valvola monotubo 4 IMPIANTO MONOTUBO SEMPLICE È una tipologia di distribuzione ormai in disuso soprattutto per l impossibilità di operare una corretta regolazione ed equilibratura dei circuiti. Nonostante ciò è possibile ritrovarla in eventuali ristrutturazioni di vecchi edifici. 11

12 LA BASSA TEMPERATURA 1 COS È L IMPIANTO A PAVIMENTO? (BASSA TEMPERATURA) L impianto a pavimento è un sistema di riscaldamento alternativo ai radiatori; il sistema produce calore ed è installato all interno del pavimento. In sostanza in fase di costruzione dei locali, una volta costruiti i solai (o sottofondo), durante la creazione del massetto, vengono inserite delle serpentine di materiale plastico all interno delle quali viene fatta circolare acqua alla temperatura di C. parete intonacata battiscopa fascia perimetrale in cellulosa rivestimento strato colla massetto radiante tubo/serpentina barra portatubo avvitata o incollata pannello di sottofondo in gesso e fibra di cellulosa isolante in fibra di legno barriera umidità in carta paraffinata sottofondo Nello schema sopra riportato e nelle foto allegate si notano i vari passaggi di costruzione di questo particolare impianto che a tutti gli effetti diventa parte unica dell edificio stesso. 2 COME ABBINARE IL RADIATORE AD UN IMPIANTO A PAVIMENTO NELL AMBIENTE BAGNO? L impianto a pavimento può non essere presente nel locale bagno (vedi schema pagina 13); in ogni caso, anche se presente, il limitato spazio (ingombro sanitari) vede sempre necessaria l integrazione con un radiatore per raggiungere l esigenza termica desiderata o calcolata. Nel caso l impianto preveda una linea di alimentazione a temperatura dedicata per l ambiente bagno (acqua in ingresso al radiatore di C) il dimensionamento e la scelta del radiatore deve essere fatta seguendo le indicazioni dell esempio riportato a pagina 15. Nel caso invece l impianto funzioni con un unica temperatura (35-40 circa), il dimensionamento e la scelta del radiatore deve essere fatta seguendo le indicazioni dell esempio riportato a pagina 13. La temperatura media dell acqua di un impianto a pavimento è di circa : questa informazione è fondamentale per scegliere il giusto modello di radiatore da abbinare. 12

13 3 COS E IL T? Il t è la differenza tra la temperatura media del radiatore (Tr) e la temperatura ambiente (Ta): t = Tr - Ta Bagno CON IMPIANTO A PAVIMENTO SENZA IMPIANTO A PAVIMENTO Radiatore zona alta temperatura (acqua a t 50 C) Radiatore unica temperatura (acqua t 20 C) Radiatore zona alta temperatura (acqua t 50 C) Radiatore unica temperatura (acqua t 20 C) RESA NECESSARIA (watt necessari) = Watt richiesti da progetto a t 50 C Watt sviluppati da impianto a pavimento RESA NECESSARIA (watt necessari) = Watt richiesti da progetto a t 20 C Watt sviluppati da impianto a pavimento Esempio: Se nella stanza da bagno il progettista ha previsto un fabbisogno calorico di circa 700 Watt il corpo scaldante (radiatore), va cercato e scelto sulla colonna della potenza termica indicante la sigla t 20 C, poiché tale rendimento è certamente il più vicino a quello utilizzato per il funzionamento dell impianto a pavimento. Se decidiamo di inserire nella stanza da bagno, ad esempio, un radiatore modello Flauto 2 dobbiamo: Individuare la colonna Potenza Termica t 20 C Selezionare la potenza indicata dal progettista /047 EN442-1 MODELLO 810 H mm TUBI 2 INTERVALLI 1218 H mm TUBI 3 INTERVALLI 1558 H mm TUBI 4 INTERVALLI 1762 H mm TUBI 4 INTERVALLI Potenza Termica Codice Profondità Altezza Larghezza Interasse Peso Capacità t 50 C t 50 C t 40 C t 30 C t 20 C Espon. Prezzo Funz. Misto P mm H mm L mm L mm Kg lt Kcal/h Watt Watt Watt Watt n. Euro Watt FDP ,8 4, , , FDP ,8 4, , , FDP ,8 5, , , FDP ,7 5, , , FDP ,7 6, , , FDM ,2 6, , , FDM ,6 7, , , FDM ,1 7, , , FDM ,6 8, , , FDM ,1 10, , , FDL ,5 8, , , FDL ,4 9, , , FDL ,3 9, , , FDL ,2 10, , , FDL ,8 12, , , FDG ,6 9, , , FDG ,8 10, , , FDG ,0 11, , , FDG ,2 12, , , FDG ,8 14, , , = codice colore standard bianco - per codice colore diverso vedere risvolto di copertina. Per t diversi da 50 C utilizzare la formula: Q=Qn ( t / 50) n Nel nostro esempio, troviamo che il prodotto Flauto 2 (altezza 1762 mm, larghezza 756 mm) eroga una potenza di ~ 700 Watt (come indicato in tabella sopra riportata), di conseguenza le esigenze caloriche richieste dal progettista sono soddisfatte. La selezione dei prodotti è oggi consultabile anche direttamente sul sito internet: 13

14 ELEMENTI DI CALCOLO TERMICO 1 INFORMAZIONI UTILI PER LA SCELTA DI UN RADIATORE Per la scelta del nostro radiatore dobbiamo tenere presente alcuni punti fondamentali: CALCOLO TERMICO SPAZIO DISPONIBILE TIPOLOGIA DI ALLACCIAMENTO TIPOLOGIA PARETI Elemento fondamentale è il calcolo termico. È necessario un elaborato di un termotecnico che tenga conto di alcuni elementi importanti quali tipologia di stanza (letto, bagno, etc.), isolamento delle pareti, altitudine, latitudine, esposizione della stanza, numero finestre etc. Inoltre il progettista prescriverà la temperatura acqua di funzionamento dell impianto. La resa calorica di un radiatore è la misura di calore che riesce a trasmettere all ambiente in cui si trova. Le rese caloriche oggi sono misurate in Watt; fino a qualche tempo fa erano misurate in Kcal/h. 1 Watt= 0,86 Kcal/h 1 Kcal/h= 1,16 Watt La normativa prevede inoltre per le aziende l obbligo di certificare i loro prodotti con rendimenti a t 50. Il t è la media fra la temperatura in ingresso e in uscita dell acqua meno la temperatura dell ambiente. Comunque si possono dare delle informazioni di massima; di seguito una tabella che esplicita il numero di Watt per m 3 necessari a seconda dell area geografica. zona GIORNO zona BAGNO zona NOTTE AREA NORD AREA CENTRO AREA SUD 45 watt x m 3 40 watt x m 3 35 watt x m 3 60 watt x m 3 50 watt x m 3 40 watt x m 3 40 watt x m 3 35 watt x m 3 30 watt x m 3 Anche l importanza dello SPAZIO DISPONIBILE, dove collocare il radiatore, non è da trascurare. Questo faciliterà poi la scelta del prodotto. La tipologia dell allacciamento idraulico: interasse, tipo di allacciamento etc. è un dato tecnico essenziale, (vedi pag. 3). Importante è anche capire, soprattutto per la ristrutturazione, la tipologia del muro dove andrà collocato il radiatore. Nel caso di utilizzo di cartongesso, ad esempio, per il fissaggio a muro del radiatore si utilizzeranno supporti e viti apposite. Per tale motivo è importante segnalare all idraulico anche il peso del radiatore oltre che la tipologia di muro. Nel kit di montaggio IRSAP fornisce tasselli per muri. 2 TIPOLOGIA DI ALLACCIAMENTO La tipologia di allacciamento definisce la modalità con la quale un prodotto viene collegato all impianto di riscaldamento. Questa deve comprendere la posizione e le misure dell attacco idraulico, oltre al tipo di valvola da utilizzare (Irsap ha unificato la misura di tutti i suoi attacchi idraulici a 1/2 ). La tipologia di allacciamento deve sempre indicare: - Impianto monotubo o bitubo - Distanza tra ingresso ed uscita dell acqua (ovvero interasse idraulico) - Diametro degli attacchi (esempio attacchi da 1/2 ) - Tipo e diametro dei raccordi tra valvola e tubazione (es. rame diametro 12) 14

15 SCELTA DEL RADIATORE ESEMPIO DI SCELTA DI UN RADIATORE DA BAGNO Dimensioni della stanza da bagno: larghezza 4 mt, lunghezza 2 mt, altezza 2,7 mt Spazio disponibile per l installazione: 63 cm (larghezza) Tipologia d allacciamento: alle estremità del radiatore. Il cliente, residente nelle Marche, dopo aver visionato la documentazione, richiede un radiatore scaldasalviette di colore Bianco Standard. * Watt indicativi Volume richiesti per una stanza da bagno CALCOLO DEL VOLUME DELLA STANZA Lunghezza m 4 x Larghezza m 2 x Altezza m 2,7= m 3 21,6 STIMA POTENZA TERMICA NECESSARIA m 3 21,6 x Watt 50 = Watt 1080 Considerando che la potenza termica dovrà essere all incirca Watt e che lo spazio disponibile in larghezza nella stanza è di 63 cm, si potra selezionare il prodotto incrociando questi due dati. L esempio di seguito è realizzato su un radiatore modello Novo. * di un abitazione del centro Italia (vedi tabella pagina 14). Dimensioni: Altezza 1808 mm - Larghezza 600 mm Watt Una volta scelto il prodotto si compila il codice inserendo il colore desiderato ed il tipo di allacciamento (dove previsto). Pensiamo di utilizzare un allacciamento alle estremità del radiatore: codice allacciamento: O Ora ricaviamo il codice colore dalla cartella colori IRSAP: codice colore Bianco Standard: 01 Il codice quindi risulterà: NOG06001 Nel sito IRSAP è oggi possibile calcolare il fabbisogno energetico selezionando il prodotto più adatto alle vostre esigenze. 15

16 SCELTA DEL RADIATORE ESEMPIO DI SCELTA DI UN RADIATORE TESI Dimensioni della stanza: larghezza 6 mt, lunghezza 4 mt, altezza 2,7 mt Spazio disponibile per l installazione: 80 cm (larghezza) Tipologia d allacciamento: lato destro o sinistro / ingresso lato alto / uscita lato basso Il cliente, residente in Lazio, dopo aver visionato la documentazione, richiede un radiatore Tesi di colore Bianco Standard da installare in una zona giorno. * Watt indicativi Volume CALCOLO DEL VOLUME DELLA STANZA Lunghezza m 6 x Larghezza m 4 x Altezza m 2,7= m 3 64,8 STIMA POTENZA TERMICA NECESSARIA * m 3 64,8 x Watt 40 = Watt 2592 richiesti per una stanza in zona giorno di un abitazione del Centro Italia (vedi tabella pagina 14). Ingombro del radiatore = 675 mm Resa termica complessiva = 2667 Watt Considerando che la potenza termica dovrà essere all incirca 2600 Watt e che lo spazio disponibile in larghezza nella stanza è di circa 80 cm, si potrà selezionare il prodotto incrociando questi due dati. L esempio riportato a lato è realizzato su un radiatore Tesi 2 colonne, altezza 2500 mm (altezza indicata nelle colonne Modello); per determinare il numero degli elementi necessari a soddisfare l esigenza termica individuata (circa 2600 Watt) dobbiamo scorrere lungo la colonna riportante 2500 mm ed individuare la resa termica uguale o maggiore a 2600 Watt. Nel nostro caso troviamo una resa di 2667 Watt riferita ad un radiatore da 15 elementi. Nella colonna di sinistra (lunghezza) possiamo verificare l ingombro del radiatore appena individuato, ovvero 675 mm che rappresentano l ingombro del solo radiatore (cioè n elementi per passo). Da tenere in considerazione che lo spazio per l installazione del prodotto dovrà essere comprensivo di: RADIATORE + 24 mm (TAPPI) + 44 mm (VALVOLA) I 44 mm potrebbero diventare 88 mm se l allacciamento è contrapposto, ingresso dx e uscita sx vedi esempio riportato a pag. 7. Numero elementi 720 yy= yy=17 Come 810 leggere la tabella yy= Lunghezza (mm) yy= yy= yy= yy= yy= yy= yy= yy= yy=27 129,60 148,80 150,40 152,00 153,60 168,00 185,60 204,80 361,60 430,40 462,40 561,60 628, ,70 158,10 159,80 161,50 163,20 178,50 197,20 217,60 384,20 457,30 491,30 596,70 668, ,80 167,40 169,20 171,00 L unione 172,80 di più batterie, 189,00 per 208,80 ottenere 230,40 radiatori 406,80 di lunghezze 484,20 520,20 631,80 707, non indicate 777 nella tabella 952 sopra 1128 riporata, 1246 può essere 1854 effettuata ,90 176,70 178,60 180,50 182,40 199,50 220,40 243,20 429,40 511,10 549, Prezzo con una semplice 1005 operazione 1191 di 1315 nipplatura ,00 186,00 batteria 188,00 190,00 192,00 210,00 232,00 256,00 452,00 538,00 578, ,10 195,30 197,40 199,50 201,60 220,50 243,60 268,80 474,60 564,90 606,90 Una volta scelto il prodotto (Tesi da ,20 204,60 206,80 209,00 211,20 231,00 15 elem.) 255,20si compila 281,60 il codice 497,20 inserendo 591,80 il 635,80 colore desiderato 1379 (scegliendolo dalla 2734 tabella co ,30 213,90 216,20 218,50 220,80 241,50 266,80 294,40 519, lori, nel 1441 nostro esempio 1592 il 2369 colore desiderato è 194,40 223,20 225,60 228,00 230,40 252,00 il Bianco 278,40 Standard 307,20cod. 542,40 01) ,50 232,50 235,00 Resa termica 237,50 240,00 262,50 Il codice 290,00 quindi 320,00 risulterà: 565,00 RT in 753 Watt ,60 241,80 244,40 247,00 a t = 50 C 249,60 273,00 301,60 332,80 587, ,70 251,10 253,80 256,50 259,20 283,50 313,20 345, Nel sito IRSAP è oggi possibile calcolare il fabbisogno energetico selezionando il prodotto più adatto alle vostre esigenze. 16

17 ESEMPIO DI SCELTA DI UN RADIATORE D ARREDO Dimensioni della stanza: larghezza 4,5 mt, lunghezza 4 mt, altezza 2,7 mt Spazio disponibile per l installazione del radiatore in verticale: 100 cm (larghezza) Tipologia d allacciamento: centrale 50 mm Il cliente, residente in Trentino, dopo aver visionato la documentazione, richiede un radiatore Sax di colore Bianco Standard da installare in una zona notte. Lunghezza m 4,5 x * Watt indicativi richiesti per una camera da letto di un abitazione del CALCOLO DEL VOLUME DELLA STANZA Larghezza m 4 x Altezza m 2,7= m 3 48,6 STIMA POTENZA TERMICA NECESSARIA Volume m 3 48,6x Watt 40 = Watt 1944 * Nord Italia (vedi tabella pagina 14). Ingombro del radiatore = 800 mm Resa termica complessiva = 2116 Watt Considerando che la potenza termica dovrà essere all incirca 1950 Watt e che lo spazio disponibile in larghezza nella stanza è di circa 100 cm, si potrà selezionare il prodotto incrociando questi due dati. L esempio riportato a lato è realizzato su un radiatore Sax, altezza 2000 mm (altezza indicata nelle colonne Modello); per determinare il numero degli elementi necessari a soddisfare l esigenza termica individuata (circa 1950 Watt) dobbiamo scorrere lungo la colonna riportante 2000 mm ed individuare la resa termica uguale o maggiore a 1950 Watt. Nel nostro caso troviamo una resa di 2116 Watt. Nella colonna di sinistra (lunghezza) possiamo verificare l ingombro del radiatore appena individuato, ovvero 800 mm corrispondente a 20 elementi. In questo caso l ingombro delle valvole (44 mm ciascuna) non deve essere considerato perchè gli allacciamenti sono centrali (50 mm). Lunghezza (mm) Inst. Verticale Altezza (mm) Inst. Orizzontale Come leggere la tabella Altezza (mm) - inst. Verticale Lunghezza (mm) - inst. Orizz. M o d e l l o Numero elementi Lunghezza. Inst. Vert. Altezza. Inst. Orizz. yy (elementi) Vert. Oriz. Vert. Oriz. Vert. Oriz. Vert. Oriz. Vert. Oriz. Vert. Oriz. Vert. Oriz. Vert. Oriz. Vert. Oriz. Prezzo Una volta scelto il prodotto (Sax 1800 da ,20 97,10 batteria 106,60 119,90 elem.) 133,20 si compila 146,40 il codice inserendo 155,30 il colore 162,90 177,80 yy= ,00 114,10 128,30 148,30 desiderato 168,20 (scegliendolo 188,00 dalla 201,20 tabella colori, 213,30 235,00 yy= nel 554 nostro 591 esempio 659 il 708 colore 730 desiderato è il ,90 Resa 130,90 termica 149,80 176,50 203,10 229,50 247,30 263,80 292,10 Bianco Standard cod. 01). yy= in 358 Watt per 358Sax ,70 147,90 171,50 204,80 238,10 270,90 293,30 314,30 349,30 Resa termica inst. Orizzontale Il codice quindi risulterà: SX yy= in Watt per Sax a t = 50 C ,80 164,70 193,10 233,00 272,90 312,50 339,10 364,70 406,70 inst. Verticale a yy=12 t = 50 C 788 yy= yy= yy= yy= yy= yy= ,60 181,70 214,80 261,30 307,80 354,10 385,10 415,10 463, ,50 198,60 236,40 289,60 342,80 395,70 431,20 465,70 521, Nel sito IRSAP è oggi possibile calcolare il fabbisogno energetico selezionando il prodotto più adatto alle vostre esigenze. 179,30 215,60 258,10 317,90 377,70 437,30 477,10 516,10 578, ,10 232,40 279,60 346,10 412,60 478,70 523,00 566,40 635, ,00 249,40 301,40 374,50 447,60 520,20 568,90 616,90 692, ,10 266,20 323,00 402,70 482,40 561,80 615,00 667,40 749,

18 DOMANDE E RISPOSTE 1 COSA OFFRE IRSAP NEL KIT DI INSTALLAZIONE PER I RADIATORI DI DESIGN? Per tutti i prodotti della collezione Officina delle Idee, Irsap offre: valvola, detentore, raccordi per allacciamento tubi in rame (diametro 10, 12, 14 e 16 mm), raccordi per allacciamento tubi multistrato (diametro 14 mm, spessore 2 mm e diametro16 mm spessore 2), fissaggi a parete (tasselli per muro pieno), valvola di sfiato. 2 QUANTI ANNI DI GARANZIA OFFRE IRSAP? Due anni, secondo le normative europee vigenti in Italia (art bis e seguenti del c.c). 3 COME SONO VERNICIATI I RADIATORI? I prodotti Irsap sono verniciati con polveri epossidiche, cotte in forno a circa C per un tempo non inferiore a 20 minuti. Questo processo non è applicato ai prodotti con finiture Elegance (Cromati, Fiammati, Inox, Wall Finished, Specchio, Cascata). 4 COS È LA VERNICIATURA WALL FINISHED? La speciale verniciatura Wall Finished permette, a radiatore installato, di decorare la superficie con colori e fantasie personalizzate. Il radiatore così diventa vera opera di scultura fondendosi con la parete. Il prodotto con questa particolare finitura può essere colorato solo con tinture che sopportano le dilatazioni termiche (tempera, smalto, etc..). 5 COS È LA CERTIFICAZIONE E A COSA SERVE? Le rese termiche di tutti i radiatori commercializzati all interno della comunità europea, devono essere obbligatoriamente certificate, cioè controllate da Istituti esterni accreditati a livello nazionale/internazionale. Solo dopo la certificazione si può porre il marchio CE. La normativa che prevede questa certificazione è la EN 442. Irsap testa i propri prodotti all Istituto Politecnico di Milano o presso altri laboratori accreditati. 6 PER PULIRE UN RADIATORE COSA DEVO CONSIGLIARE? Per la pulizia del radiatore si consiglia un panno umido senza detergenti né detersivi o alcool. 7 CHE TIPO DI UMIDIFICATORE SI PUÒ CONSIGLIARE? Nel caso si vogliano utilizzare degli umidificatori, si consiglia l utilizzo di umidificatori plastici o in terracotta, ma con la superficie smaltata anche sulla parte di contatto col radiatore. IRSAP propone un proprio modello da abbinare al radiatore tesi. 18

19 8 CHE INFORMAZIONI SERVONO PER VENDERE UN RADIATORE PER SOSTITUZIONE? E necessario avere la dimensione dell ambiente da riscaldare, l interasse idraulico del vecchio radiatore, lo spazio (ingombro) disponibile e la tipologia dell impianto (monotubo, bitubo etc..). 9 SI PUÒ CAMBIARE COLORE DEL RADIATORE GIÀ ORDINATO? La variazione del colore può essere effettuata solo dopo una sverniciatura totale, pulitura e ricollaudo del prodotto. I modelli con lavorazioni particolari (Cromati, Fiammati, Inox, Wall Finished, Specchio, Cascata) non possono essere modificati. In sostanza, meglio approfittare per proporre al cliente un nuovo radiatore. 10 PERCHÈ IL RADIATORE CROMATO SCALDA MENO? Le rese termiche, a parità di prodotto, si riducono circa del 30% se passiamo da un prodotto di colore bianco ad uno di finitura cromata o inox. La causa è da imputare al trattamento superficiale che riduce la trasmissione del calore verso l esterno. 11QUALI DETRAZIONI PERMETTE IL DECRETO LEGGE SUL RISPARMIO ENERGETICO? Risparmio Energetico - Decreto Legge n 311 del 29 Dicembre Tutto iniziò con una direttiva comunitaria (CE) la n 91 del 2002, recepita, modificata e attuata in forma definitiva con il decreto legislativo n 311, applicabile dal 1 Maggio del Gli obiettivi in sintesi di questo decreto sono: 1. l introduzione di un nuovo livello di isolamento termico; 2. la sostituzione dei vecchi impianti di riscaldamento con nuovi più efficienti; 3. la cogenerazione con fonti rinnovabili, con l obiettivo di ridurre entro 3 anni i fabbisogni termici degli edifici di oltre il 40 % (rispettando il protocollo di Kyoto). Collegati a questi obiettivi, l Agenzia delle Entrate ha emesso la Circolare n. 36 del espressamente dedicata alla nuova detrazione per gli interventi di risparmio energetico citati nei tre punti sopra riportati. L agevolazione di cui sopra consiste in una detrazione dall imposta lorda del 55% delle spese sostenute; la detrazione deve essere ripartita in 3 quote annuali di pari importo. Di conseguenza, questo nuovo decreto legislativo, abbinato a questa circolare, permette a chi volesse, di sostituire un vecchio impianto di riscaldamento, con uno nuovo (conforme a queste direttiva), potendo usufruire di una detrazione lorda pari al 55% del valore d imposta. Questo significa, sostituire i tradizionali impianti con impianti a bassa temperatura, che (come descritto a pag 4), permettono di migliorare il comfort abitativo, ridurre i consumi, ridurre le emissioni di gas inquinante in atmosfera, potendo risparmiare allo stesso tempo. 19

20 Il mondo Irsap a portata di mouse Esempio: home page. Esempio: pagina calculator (per calcolare il fabbisogno energetico). Esempio: catalogo sfogliabile. Irsap Spa tutela le proprie innovazioni tecniche ed estetiche con il deposito di brevetti e modelli in sede nazionale ed internazionale. Irsap tutela i propri marchi con la registrazione in sede nazionale ed internazionale. La riproduzione anche parziale del catalogo è vietata. I dati tecnici riportati nella presente documentazione non sono impegnativi. IRSAP SPA si riserva la facoltà di apportare in qualsiasi momento tutte le modifiche ritenute necessarie per il miglioramento del prodotto. Informativa privacy: Cod. 168I0609 IRSAP SPA Arquà Polesine (RO) Tel Fax Web:

NOVO CULT L innovazione nel segno della tradizione

NOVO CULT L innovazione nel segno della tradizione NOVO CULT L innovazione nel segno della tradizione L innovazione nel segno della tradizione 30 anni da quando, nel 1981, Irsap presentava per la prima volta in Italia il radiatore diventato poi il simbolo

Dettagli

Scaldasalviette costruito con elementi orizzontali in acciaio del diametro di 20 mm saldati per fusione con collettori diametro 34 mm

Scaldasalviette costruito con elementi orizzontali in acciaio del diametro di 20 mm saldati per fusione con collettori diametro 34 mm BAT 20 W ESEMPIO D ORDE Per eseguire correttamente l ordine di questo modello seguire l esempio sotto riportato: PRODOTTO BA20#080050 0B1 ST 9010 BA20#080050 articolo riportato nella tabella prezzi a fianco

Dettagli

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L FORM FORM è un calorifero estremamente versatile ed elegante grazie alla forma particolare dei collettori e alle dimensioni dei tubi radianti, decisamente ridotte (ø1 mm). Form è prodotto in due modelli:

Dettagli

VALVOLA NORMALE ATTACCO RAME MISURA PREZZO CODICE PZ/CF SQUADRO 3/8" 10,23 RFAR0001 10 SQUADRO 1/2" 12,93 RFAR0011 10

VALVOLA NORMALE ATTACCO RAME MISURA PREZZO CODICE PZ/CF SQUADRO 3/8 10,23 RFAR0001 10 SQUADRO 1/2 12,93 RFAR0011 10 VALVOLA NORMALE ATTACCO RAME SQUADRO 3/8" 10,23 R0001 10 SQUADRO 1/2" 12,93 R0011 10 DIRITTA 3/8" 12,87 R0031 10 DIRITTA 1/2" 13,98 R0041 10 VALVOLA TERMOSTATIZZABILE ATTACCO RAME SQUADRO 3/8" 15,36 R0031

Dettagli

COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO. RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014

COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO. RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014 COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014 Quando la climatizzazione si fa arte Mai come a casa propria ci si occupa del comfort con tanta passione, l estetica

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

Sistema solare termico

Sistema solare termico Sistema solare termico 1 VELUX Collettori solari VELUX. Quello che cerchi. Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Sempre più

Dettagli

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Se progettate di rinnovare o costruire un nuovo bagno, una cucina o un

Dettagli

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA IT Sistema a soffitto Il rivoluzionario sistema a soffitto Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA Il rivoluzionario sistema a soffitto Resa certificata Adduzione inserita nella

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti THERMATILE & BREVETTATO Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti 1 Che cos è? Thermatile è l innovativo sistema brevettato di riscaldamento radiante in fibra di carbonio, di soli 4 millimetri

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

Corso di energetica degli edifici. Impianti per il riscaldamento ambientale. Impianti di climatizzazione

Corso di energetica degli edifici. Impianti per il riscaldamento ambientale. Impianti di climatizzazione Corso di energetica degli edifici 1 Impianti di climatizzazione 2 Obiettivo di un impianto di climatizzazione destinato agli usi civili è quello di mantenere e realizzare, nel corso di tutto l anno ed

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera Diffusore a pavimento modello SOL per convezione libera Indice Campo di impiego... 5 Panoramica sui prodotti.... 6 Descrizione dei prodotti Modello SOL96... 8 Modello SOL... 9 Modello SOL...10 Modello

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Costruzioni in legno: nuove prospettive

Costruzioni in legno: nuove prospettive Costruzioni in legno: nuove prospettive STRUZION Il legno come materiale da costruzione: origini e declino Il legno, grazie alla sua diffusione e alle sue proprietà, ha rappresentato per millenni il materiale

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01 Ecoenergia Idee da installare La pompa di calore Eco Hot Water TEMP La pompa di calore a basamento Eco Hot

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

Collettori solari termici

Collettori solari termici Collettori solari termici 1 VELUX Collettori solari. Quello che cerchi. massima durabilità, facile installazione Estetica e integrazione A fferenza degli altri collettori solari termici presenti sul mercato,

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

Grazie al calore, le quattro mura si trasformano in un luogo di. comfort e di sogni. Le stanze da bagno oggi, sono sempre più un`area di Wellness.

Grazie al calore, le quattro mura si trasformano in un luogo di. comfort e di sogni. Le stanze da bagno oggi, sono sempre più un`area di Wellness. I radiatori da bagno della Systec Therm sono molto più di un semplice distributore di calore. Il design moderno e individuale, come anche la lavorazione accurata, caratterizzano qualsiasi bagno. Radiatori

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

Magnifici focolari. Il tutto, ovviamente, contrassegnato dal marchio Svanen, per una scelta consapevole a favore dell ambiente.

Magnifici focolari. Il tutto, ovviamente, contrassegnato dal marchio Svanen, per una scelta consapevole a favore dell ambiente. Handöl 26 Magnifici focolari Handöl 26T e Handöl 26K sono le prime stufe di grandi dimensioni della serie Handöl 20. Un magnifico focolare di produzione svedese per tutti coloro che sono alla ricerca di

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum.

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum. TIP-ON inside TIP-ON per AVENTOS HK Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia www.blum.com Facilità di apertura con un semplice tocco 2 Comfort di apertura per le

Dettagli

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1 ie gelieferten bbildungen sind teilweise in arbe. Nur die Vorschaubilder sind in raustufen. ei ruckdatenerstellung bitte beachten, dass man die ilder ggf. in raustufen umwandelt. 햽 햾 Vielen ank 12.0/2010

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie Gruppo termico murale a gas a premiscelazione Serie GENIO Tecnic Serie GENIO TECNIC Caratteristiche principali Quali evoluzione subirà il riscaldamento per rispondere alle esigenze di case e utenti sempre

Dettagli

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.)

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Foglio n 1 di 6 ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Intervento su impianto gas portata termica (Q n )= 34,10. kw tot Impresa/Ditta: DATI INSTALLATORE Resp. Tecnico/Titolare:

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

Dibas 64 S / M / L Il forno da negozio a convezione con porta a scomparsa

Dibas 64 S / M / L Il forno da negozio a convezione con porta a scomparsa Dibas 64 S / M / L Il forno da negozio a convezione con porta a scomparsa * Porta Dibas: La prima porta del forno che scorre lateralmente nel suo alloggiamento: Garantisce la massima sicurezza, facendo

Dettagli

Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni

Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni PANORAMICA Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni Flessibilità, regolazione su richiesta ed efficienza energetica con i sistemi di climatizzazione ad acqua per interni di Swegon www.swegon.com

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro ElEvata sicurezza - Catenaccio laterale

Dettagli

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06 DESCRIZIONE IMPIANTO MOD. DP03 Sistema per il parcheggio di autoveicoli a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche con tre piattaforme singole sovrapposte idonee a parcheggiare in modo indipendente

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa Trasmissione del suono attraverso una parete Prof. ng. Cesare offa W t W i scoltatore W r orgente W a La frazione di energia trasmessa dalla parete è data dal fattore di trasmissione t=w t /W i. Più spesso

Dettagli

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Scatole da incasso Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Principali caratteristiche tecnopolimero ad alta resistenza e indeformabilità temperatura durante l installazione

Dettagli

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN PER SOLAI MONODIREZIONALI skyrail sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE w w w. g e o p l a s t. i t SOLAI 02 VISION Con la Sapienza di costruisce

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non

Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non 2 Soluzioni Antigelo Ensto, niente ghiaccio anche in caso di temperature molto basse. I sistemi elettrici Ensto per la protezione dal

Dettagli

Focolari ad alto livello

Focolari ad alto livello 34 & 35 1 Focolari ad alto livello Contura 34T e 35T sono due innovativi modelli di stufa in pietra ollare, caratterizzati da un desig n più moderno e slanciato, una migliore visibilità del fuoco e l usuale

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

Nuova tecnologia solare Beretta

Nuova tecnologia solare Beretta Nuova tecnologia solare Beretta Risparmio, energia e ambiente Detrazioni fiscali del 55% Nei casi contemplati dalla normativa. 1 Beretta Clima: i professionisti del solare Beretta Clima, specializzata

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 CATALOGO TECNICO SCARICATO DA WWW.SNAIDEROPARTNERS.COM IL CATALOGO È SOGGETTO AD AGGIORNAMENTI PERIODICI SEGNALATI ALL INTERNO DI EXTRANET: PRIMA

Dettagli

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO I CONSUMI ED IL RENDIMENTO E buona prassi che chiunque sia interessato a realizzare un impianto di riscaldamento, serio, efficiente ed efficace, si rivolga presso uno Studio di ingegneria termotecnica

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SETTORE TECNICO UFFICIO PROGETTAZIONE INTERVENTI E.R.S. E M.O. LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA EDILE ELENCO PREZZI UNITARI RESP. UFFICIO

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli