Management e certificazione: valori per le reti di impresa Roma, 9 maggio, 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Management e certificazione: valori per le reti di impresa Roma, 9 maggio, 2013"

Transcript

1 Management e certificazione: valori per le reti di impresa Roma, 9 maggio, 2013 Le reti di impresa: dalla costituzione, al management, alla valutazione e alla certificazione

2 Valori Progetto condiviso Crescita competitiva Autonomia Centralità del programma di rete Superamento del localismo Governance semplice Evidenza verso terzi 2

3 Aggregazioni stabili e multiformi Proiettate su periodi medio-lunghi: 2/3 dei contratti oltre cinque anni Orizzontali: composte da imprese che si collocano al medesimo livello della filiera Verticali: composte da imprese che si collocano su segmenti contigui della filiera Multilocalizzate 30% distribuzione sovraregionale Fonte: Laboratorio Reti - Fondazione Bruno Visentini 3

4 Dagli ultimi dati Unioncamere, a marzo risultano registrati 707 contratti di rete che interessano: Incremento imprese tra : Società di capitale Società di persone Imprese individuali Altre forme di società Società cooperative Fondazioni 4

5 Distribuzione regionale Al 4 marzo, le imprese in rete sono situate in 100 Province e coinvolgono tutte le Regioni 5

6 Settori e composizione 6

7 Principali Driver RICERCA SVILUPPO INNOVAZIONE realizzazione di materiali e processi produttivi innovativi abbattere gli sprechi e attenzione all ambiente INTERNAZIONALIZZAZIONE Accrescere la produzione all estero e l assistenza post vendita Contrattare i prezzi di acquisto e condividere conoscenze e informazioni sui mercati Formazione comune per il personale specializzato Partecipazione a missioni, fiere e bandi MARKETING Sviluppare e implementare sistemi informatici di promozione, di nuovi servizi finanziari ed assicurativi Condivisione di informazioni commerciali sui clienti del comparto Diffusione del valore di qualità, tecnologia, e distinzione della componentistica Made in Italy 7

8 Principali Driver (2) QUALITÀ Realizzare prodotti (e servizi connessi) dall elevato standard qualitativo (tecnologico, informatico, estetico) Migliorare i processi di produzione Ricevere riconoscimenti e certificazioni TERRITORIO Valorizzare le tradizioni culturali Porre maggiore attenzione alle caratteristiche geografiche e sociali 8

9 COSTITUZIONE: il ruolo del Sistema confederale MONITORAGGIO ASSOCIATIVO Primi risultati - 64 Associazioni coinvolte il 33% ha predisposto una delega specifica ad un imprenditore che segue gli sviluppi del contratto di rete; il 63% ha un area dedicata alle reti d impresa; il 97% ha un funzionario che segue il tema delle reti di impresa. Attività più utilizzate: Assistenza diretta nella progettazione di reti d impresa Convegni Supporto alla partecipazione a bandi destinati alle reti Seminari tecnici Assistenza diretta nella stesura del contratto Workshop Incontri B2B Assistenza nei rapporti con le Banche Creazione di banche dati Incubatore di reti d'impresa 9

10 COSTITUZIONE: il ruolo delle istituzioni e della consulenza Azione delle Istituzioni a favore delle reti d impresa: - Misura Fiscale - Interventi settoriali (Es. MIUR, MISE, TURISMO) - Già 65 interventi territoriali (Regioni, Enti locali, CdC) Importanza del ruolo del Sistema Associativo e delle Professioni in vari ambiti (progettuale, legale, fiscale, finanziario, organizzativo,.) Non esiste un modello di contratto standard MA va cucito su misura 10

11 MANAGEMENT: le azioni di sistema Confindustria per la formazione dei manager di rete: Seminari con SFC per i funzionari Attività Fondimpresa e Fondirigenti Corso di alta formazione per manager di rete con LUISS Business School Il Manager di rete: Competenza gestionale di qualità Forte capacità decisionale e doti di mediazione Trasparenza ed equità 11

12 LEGGERE LA RETE INTERNA (verifica andamento) Valutazione in itinere Per legge in contratto deve prevedere l'indicazione degli obiettivi strategici di innovazione e di innalzamento della capacità competitiva dei partecipanti e le modalità concordate con gli stessi per misurare l'avanzamento verso tali obiettivi ESTERNA (evidenza verso terzi) Asseverazione ai fini fiscali verifica della sussistenza degli elementi propri del contratto di rete e della coerenza tra obiettivi strategici e modalità di raggiungimento degli stessi Rating per le imprese in rete Validità del progetto industriale di rete per un miglior rating delle imprese in rete e facilitare l accesso al credito 12

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013 Il Progetto di Confindustria per competere in rete Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013 Esigenze espresse dalle Imprese Volontà di: Aggregazione su programmi/progetti Superamento del localismo distrettuale

Dettagli

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA?

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? 1 CONOSCERE IL MERCATO ITALIA L Italia ha più opportunità di quello che sembra NOI LE INTERCETTIAMO IN ANTICIPO Conoscere il comparto in cui si opera.

Dettagli

Il sistema di condivisione delle informazioni sulle abitudini di pagamento

Il sistema di condivisione delle informazioni sulle abitudini di pagamento Il sistema di condivisione delle informazioni sulle abitudini di pagamento Alcune Premesse Un terzo delle risorse delle imprese servono per finanziare i clienti attraverso il credito commerciale. Quando

Dettagli

Le Reti d Impresa per le nuove Politiche Industriali. Jesi, 15 settembre 2010

Le Reti d Impresa per le nuove Politiche Industriali. Jesi, 15 settembre 2010 Le Reti d Impresa per le nuove Politiche Industriali Jesi, 15 settembre 2010 1 Dai Distretti alle Reti Incontri nei distretti Sassuolo Canavese Montebelluna Pordenone Belluno Borgomanero Prato Siracusa

Dettagli

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE IN AZIENDA

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE IN AZIENDA IL PASSAGGIO GENERAZIONALE IN AZIENDA PROGRAMMA FORMATIVO III EDIZIONE 1 AREA GIURIDICO LEGALE PAG. 3 MODULO 1 STRUMENTI GIURIDICI PER GESTIRE IL PASSAGGIO DELLA PROPRIETÀ PAG. 3 MODULO 2 STRUMENTI GIURIDICI

Dettagli

SEMINARI E FORMAZIONE la nostra attività

SEMINARI E FORMAZIONE la nostra attività SEMINARI E FORMAZIONE la nostra attività AGENDA 1 Seminari su tematiche strategiche e gestionali 2 Seminari sull asset credito e finanza 3 Corsi di formazione AGENDA 1 Seminari su tematiche strategiche

Dettagli

Il contributo si focalizza sugli aspetti organizzativi/ funzionali connessi allo sviluppo/ implementazione dei sistemi di rating interno

Il contributo si focalizza sugli aspetti organizzativi/ funzionali connessi allo sviluppo/ implementazione dei sistemi di rating interno IL CONTRIBUTO DI UNICREDITO ITALIANO AL PROGETTO DI RICERCA Rating interni e controllo del rischio di credito Esperienze, problemi, Soluzioni Milano - 31 marzo 2004 NEWFIN Centro Studi sull innovazione

Dettagli

PRODUCT MANAGEMENT La gestione del prodotto aziendale

PRODUCT MANAGEMENT La gestione del prodotto aziendale PRODUCT MANAGEMENT La gestione del prodotto aziendale OBIETTIVI Introdotto per la prima volta nel settore dei beni di largo consumo, oggi il Product Management, funzione del marketing dedicata alla gestione

Dettagli

COSTO: è previsto un contributo simbolico a persona a titolo di partecipazione alle spese organizzative

COSTO: è previsto un contributo simbolico a persona a titolo di partecipazione alle spese organizzative I seguenti eventi formativi sono stati sottoposti all'accreditamento da parte dell'ordine dei Dottori Commercialisti di N Responsabile evento Materia di riferimento Tipologia formativo (convegno, seminario,

Dettagli

GESTIONE e SVILUPPO delle RETI di IMPRESA CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN. 7 ottobre 3 dicembre 2011 Cassino Frosinone codice CJ031

GESTIONE e SVILUPPO delle RETI di IMPRESA CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN. 7 ottobre 3 dicembre 2011 Cassino Frosinone codice CJ031 Confindustria Frosinone 7 ottobre 3 dicembre 2011 Cassino Frosinone codice CJ031 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN GESTIONE e SVILUPPO delle RETI di IMPRESA Main sponsor Con il supporto di Con il contributo

Dettagli

BNL per le Reti d Impresa

BNL per le Reti d Impresa per le Reti d Impresa Reti d Impresa: vantaggi per imprese e banche VANTAGGI PER LE IMPRESE VANTAGGI PER LE BANCHE Forma di collaborazione efficace tra aziende Maggiori economie di scala (efficienza sui

Dettagli

Soluzioni. per le Imprese CHINA

Soluzioni. per le Imprese CHINA Soluzioni per le Imprese CHINA Il nostro team Fondazione Italia Cina e Camera di Commercio Italo Cinese hanno raggiunto un accordo di integrazione e hanno dato vita ad un unica sezione per l erogazione

Dettagli

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa Il Progetto di Confindustria per competere in rete Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa La rete d impresa: Non ha: sovrastrutture (burocratiche e parapubbliche) Limiti territoriali Limiti settoriali

Dettagli

PMO: così fanno le grandi aziende

PMO: così fanno le grandi aziende PMO: così fanno le grandi aziende Tutte le grandi aziende hanno al loro interno un PMO - Project Management Office che si occupa di coordinare tutti i progetti e i programmi aziendali. In Italia il project

Dettagli

OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO

OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO Il Sistema Congressuale Italiano nel primo semestre 2003 Copyright 2003 Convention Bureau della Riviera di Romagna Meeting e Congressi - Ediman Alma Mater Studiorum Università

Dettagli

Organizzare e gestire la forza vendita sul territorio Come dimensionare e gestire la forza vendita sul territorio

Organizzare e gestire la forza vendita sul territorio Come dimensionare e gestire la forza vendita sul territorio Organizzare e gestire la forza vendita sul territorio Come dimensionare e gestire la forza vendita sul territorio Ciclo convegni sulla cultura del marketing Vicenza, COM 2004 Organizzazione: AISM Delegazione

Dettagli

POLO ALTA MODA AREA VESTINA. Dott. Prof. Luigi Di Giosaffatte Direttore Generale Confindustria Pescara

POLO ALTA MODA AREA VESTINA. Dott. Prof. Luigi Di Giosaffatte Direttore Generale Confindustria Pescara POLO ALTA MODA AREA VESTINA Dott. Prof. Luigi Di Giosaffatte Direttore Generale Confindustria Pescara POLO ALTA MODA AREA VESTINA COS E È una rete certificata di imprese legate in filiera unitamente ad

Dettagli

BNL per le Reti di imprese

BNL per le Reti di imprese per le Reti di imprese Reti di imprese: vantaggi per imprese e banche VANTAGGI PER LE IMPRESE VANTAGGI PER LE BANCHE Forma di collaborazione efficace tra aziende Maggiori economie di scala (efficienza

Dettagli

Credex LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI. ABI Consumer Credit 2003. Roma, 27 marzo 2003

Credex LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI. ABI Consumer Credit 2003. Roma, 27 marzo 2003 LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI ABI Consumer Credit 2003 Roma, 27 marzo 2003 Questo documento è servito da supporto ad una presentazione orale ed i relativi

Dettagli

L Agenzia di Confindustria per competere in rete

L Agenzia di Confindustria per competere in rete L Agenzia di Confindustria per competere in rete Esigenze espresse dalle Imprese Volontà di: Aggregazione su progetti Superamento del localismo distrettuale Innovazione e Internazionalizzazione Governance:

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

La formazione finanziata delle risorse umane che «fanno estero» Vicenza, 8 luglio 2014

La formazione finanziata delle risorse umane che «fanno estero» Vicenza, 8 luglio 2014 La formazione finanziata delle risorse umane che «fanno estero» Vicenza, 8 luglio 2014 Risorse in Crescita Un partner con competenze e professionalità d eccellenza CUOA Impresa svolge la sua attività nella

Dettagli

Corso di Specializzazione VISUAL PLANNING EXPERIENCE WORKSHOP Pianificare e gestire i progetti in modo snello

Corso di Specializzazione VISUAL PLANNING EXPERIENCE WORKSHOP Pianificare e gestire i progetti in modo snello Corso di Specializzazione VISUAL PLANNING EXPERIENCE WORKSHOP Pianificare e gestire i progetti in modo snello OBIETTIVI Il pensiero Lean sostiene con forza che la complessità debba essere affrontata con

Dettagli

Il Network di Business International

Il Network di Business International Il Network di Business International 2014 Il network di Business International Business International ha attivato dal 1998 un network riservato ai manager di Imprese nazionali e multinazionali con l obiettivo

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

GESTIONE e SVILUPPO delle RETI di IMPRESA CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN. 27 Maggio 22 Ottobre 2011 Reggio Emilia - Modena

GESTIONE e SVILUPPO delle RETI di IMPRESA CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN. 27 Maggio 22 Ottobre 2011 Reggio Emilia - Modena 27 Maggio 22 Ottobre 2011 Reggio Emilia - Modena CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN GESTIONE e SVILUPPO delle RETI di IMPRESA Con il patrocinio dell Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Sponsor OBIETTIVI

Dettagli

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA L approccio e l offerta del nostro Gruppo Gli accordi con Confindustria Confindustria Piccola Industria L accordo, rinnovato lo scorso 1 marzo, richiama la rilevanza

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

corsi di formazione 2006-07 Organizzazione e Management

corsi di formazione 2006-07 Organizzazione e Management Al Polo Lionello Bonfanti corsi di formazione 2006-07 OM Organizzazione e Management OM ORG-MNG 01 Comunicazione aziendale Destinatari Durata ore / giornate Apprendere un modello della comunicazione non

Dettagli

POR FESR 2007-2013 Accordo Sardegna Veneto

POR FESR 2007-2013 Accordo Sardegna Veneto POR FESR 2007-2013 Accordo Sardegna Veneto Progetto di Cooperazione interregionale Sardegna - Veneto 2 PECULIARITA DELL AZIONE Prima esperienza in Italia di sperimentazione del principio di integrazione

Dettagli

Soluzioni per la tua crescita

Soluzioni per la tua crescita Soluzioni per la tua crescita Sviluppiamo il tuo business Una storia di successi Co.Mark nasce a Bergamo nel 1998 come studio di consulenza professionale nel campo dei servizi di temporary management per

Dettagli

Formazione e Conoscenza

Formazione e Conoscenza Formazione e Conoscenza Internazionalizzazione, Nuova Imprenditoria, Laboratori per il cambiamento, Responsabilità Sociale d Impresa (CSR), Regolazione del Mercato e Tutela del Consumatore, Servizio Stage,

Dettagli

Camera dei Deputati X Commissione Attività produttive, commercio e turismo

Camera dei Deputati X Commissione Attività produttive, commercio e turismo Camera dei Deputati X Commissione Attività produttive, commercio e turismo RISOLUZIONE IN COMMISSIONE 7/00574 AUDIZIONE 6 maggio 2015 CONTRATTI DI RETE COME STRUMENTO DI POLITICA ECONOMICA Le organizzazioni

Dettagli

MASTER COMMUNICATION & MARKETING

MASTER COMMUNICATION & MARKETING MASTER COMMUNICATION & MARKETING L.UN.A., Libera Università delle Arti, Piazza San Martino 4F Bologna Italy +39 051 0393690 +39 051 0393691 info@uniluna.com wwwuniluna.com La Libera Università delle Arti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Regolamento del Centro di Servizi Sistema di Supporto alla Ricerca, Innovazione e Trasferimento Tecnologico Articolo 1. Costituzione e scopi 1. Il Centro di Servizi Sistema di Supporto alla Ricerca, Innovazione

Dettagli

COORDINATE PER CRESCERE

COORDINATE PER CRESCERE COORDINATE PER CRESCERE E COORDINATE PER CRESCERE COORDINATE PER CRESCERE CHI SIAMO Attraverso un approccio integrato, una struttura flessibile e una spiccata preparazione professionale, Consilia offre

Dettagli

Osservatorio ICT nel NonProfit. Claudio Tancini Novembre 2009

Osservatorio ICT nel NonProfit. Claudio Tancini Novembre 2009 Osservatorio ICT nel NonProfit Claudio Tancini Novembre 2009 1 Premessa (1/2): Il mercato ICT non ha focalizzato il NonProfit come un segmento specifico, da seguire con le sue peculiarità. In alcuni casi

Dettagli

Livio Barnabò - curriculum Vitae

Livio Barnabò - curriculum Vitae Livio Barnabò - curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Luogo e Data di nascita Auronzo di Cadore (BL), 3 febbraio 1952 ESPERIENZA PROFESSIONALE Date DA OTTOBRE 2009 Attività Libero professionista Consulenza

Dettagli

RAGIONE SOCIALE AZIENDA. INDIRIZZO SEDE LEGALE (via, cap, comune, provincia) INDIRIZZO SEDE PRODUTTIVA COINVOLTA (via, cap, comune, provincia)

RAGIONE SOCIALE AZIENDA. INDIRIZZO SEDE LEGALE (via, cap, comune, provincia) INDIRIZZO SEDE PRODUTTIVA COINVOLTA (via, cap, comune, provincia) COMPETITIVITA D IMPRESA FONDIMPRESA AVVISO 4/2014 Compilare in ogni parte e ri-inviare ad Il Sestante Srl Federica Marangoni mail fmarangoni@confindustriaravenna.it tel 0544 210410 fax 0541 439906 ENTRO

Dettagli

LUISS Business School

LUISS Business School LUISS Business School per CONFINDUSTRIA L Aquila Executive Program on International Business 2014 1. Presentazione LUISS Business School LUISS Guido Carli - Libera Università degli Studi Sociali Guido

Dettagli

Progetto Costa d Amalfi

Progetto Costa d Amalfi 14-7-2000T.FEDERICI Convegno di lancio Progetto Costa d Amalfi 1 Progetto Costa d Amalfi Il cambiamento organizzativo degli Enti e la progettazione di reti locali opportunità da cogliere, criticità da

Dettagli

Programma di Export Temporary Management

Programma di Export Temporary Management Programma di Export Temporary Management Aree di intervento Business Strategies, grazie ad una solida esperienza acquisita negli anni, eroga servizi nell ambito dell Export Temporary Management finalizzati

Dettagli

IL MANAGER PARTECIPATIVO

IL MANAGER PARTECIPATIVO IL MANAGER PARTECIPATIVO Prof. Mario Mazzoleni www.mariomazzoleni.com www.labser.it Forlì, 4 maggio 2007 Il manager IL MANAGEMENT La persona o il gruppo o l organo destinati a guidare e gestire l impresa

Dettagli

14 settembre 24 novembre 2012 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN. Rovigo. GESTIONE e SVILUPPO delle RETI di IMPRESA. Con il contributo di

14 settembre 24 novembre 2012 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN. Rovigo. GESTIONE e SVILUPPO delle RETI di IMPRESA. Con il contributo di 14 settembre 24 novembre 2012 Rovigo CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN GESTIONE e SVILUPPO delle RETI di IMPRESA Con il contributo di OBIETTIVI LUISS Business School, la scuola di formazione manageriale dell

Dettagli

Presentazione della Società. Maggio 2014

Presentazione della Società. Maggio 2014 Presentazione della Società Maggio 2014 La Società La Struttura Produttiva Il Sistema di Competenze Il Posizionamento I Dati Economico - Finanziari 2 La Società La Storia 2004 Costituzione della StraDe

Dettagli

Lezione 4 Formazione delle strategie e strategie basate sulla conoscenza: la Knowledge Based View

Lezione 4 Formazione delle strategie e strategie basate sulla conoscenza: la Knowledge Based View Università degli Studi di Padova Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea Triennale in Discipline della Mediazione Linguistica e Culturale a.a. 2007/08 Economia e Gestione delle Imprese Lezione 4

Dettagli

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Il continuum delle strutture tra efficienza ed efficacia Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura a matrice Struttura orizzontale

Dettagli

Sviluppare competenze per creare valore

Sviluppare competenze per creare valore Sviluppare competenze per creare valore QUADIR È La Scuola di Alta Formazione Cooperativa INCONTRO Quadir è la Scuola di Alta Formazione Cooperativa di Legacoop. Organizza master, seminari e corsi ed è

Dettagli

Forum dell Innovazione di FederlegnoArredo Presentazione del progetto Slow Wood

Forum dell Innovazione di FederlegnoArredo Presentazione del progetto Slow Wood Forum dell Innovazione di FederlegnoArredo Presentazione del progetto Slow Wood Chi siamo Imprenditore del legno con esperienze sia nella produzione che nella commercializzazione, nonchè fondatore dell

Dettagli

CORSI FINANZIABILI TRAMITE VOUCHER For.Te

CORSI FINANZIABILI TRAMITE VOUCHER For.Te CORSI FINANZIABILI TRAMITE VOUCHER For.Te Da richiedere on line sul sito del fondo For.Te il giorno lunedì 21 gennaio 2013 secondo la procedura dell avviso 3/2012 SETTORE SCUOLA Titolo Progettare e valutare:

Dettagli

L'IMPRESA LE RISORSE UMANE DEL SISTEMA

L'IMPRESA LE RISORSE UMANE DEL SISTEMA RELAZIONE SOCIALE LE RISORSE UMANE DEL SISTEMA Il patrimonio del Sistema Confindustria: 4.600 professional che lavorano producendo servizi per le imprese associate e svolgendo attività di lobby e rappresentanza

Dettagli

MANAGEMENT DELLE STRUTTURE DI OSPITALITÀ TURISTICA

MANAGEMENT DELLE STRUTTURE DI OSPITALITÀ TURISTICA EXECUTIVE EDUCATION MANAGEMENT DELLE STRUTTURE DI OSPITALITÀ TURISTICA CORSO DI ALTA FORMAZIONE Corso inserito nel Catalogo interregionale di Alta Formazione V Edizione Annualità 2013 26 NOVEMBRE 2013

Dettagli

ALLEGATO 1 SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL PARTENARIATO TER- PREMESSO:

ALLEGATO 1 SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL PARTENARIATO TER- PREMESSO: ALLEGATO 1 SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL PARTENARIATO TER- RITORIALE DEL SISTEMA AMBIENTALE E CULTURALE DI [INSERIRE DENOMINAZIONE SAC] PREMESSO: che il Programma Operativo (PO)

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA ORIENTATA AL MERCATO

LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA ORIENTATA AL MERCATO LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA ORIENTATA AL MERCATO La pianificazione strategica può essere definita come il processo manageriale volto a mantenere una corrispondenza efficace tra gli obiettivi e le risorse

Dettagli

Promuovere e Valorizzare Pistoia Terra delle piante

Promuovere e Valorizzare Pistoia Terra delle piante Promuovere e Valorizzare Pistoia Terra delle piante f a r e m a r k e t i n g MAKE Italia è una Marketing Company nata per aiutare imprese, organizzazioni ed enti, di ogni settore e dimensione, a confrontarsi

Dettagli

Le aziende siciliane secondo la Normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa. Elena Desiderio Senior Product Marketing Manager

Le aziende siciliane secondo la Normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa. Elena Desiderio Senior Product Marketing Manager Le aziende siciliane secondo la Normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa Elena Desiderio Senior Product Marketing Manager Caratteristiche del campione analizzato Numerosità : 16.036 società

Dettagli

CORSO IN ESPERTO DI METODI E TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI DALL UNIONE EUROPEA

CORSO IN ESPERTO DI METODI E TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI DALL UNIONE EUROPEA CORSO IN ESPERTO DI METODI E TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI DALL UNIONE EUROPEA SEDE del Corso: EuropeAurum, Largo Gardone Riviera Pescara QUOTA D ISCRIZIONE CON BORSA

Dettagli

DESCRIZIONE PROGETTI NEL DETTAGLIO

DESCRIZIONE PROGETTI NEL DETTAGLIO DESCRIZIONE PROGETTI NEL DETTAGLIO Sviluppo di un modello organizzativo DESCRIZIONE CLIENTE: società toscana specializzata nell edilizia con una forte focalizzazione su innovazione e investimenti in ricerca

Dettagli

Brochure Imprese_Layout 1 24/06/14 13.30 Pagina 1. Soluzioni per le Imprese

Brochure Imprese_Layout 1 24/06/14 13.30 Pagina 1. Soluzioni per le Imprese Brochure Imprese_Layout 1 24/06/14 13.30 Pagina 1 Soluzioni per le Imprese CHINA Brochure Imprese_Layout 1 24/06/14 13.30 Pagina 2 Il nostro team Brochure Imprese_Layout 1 24/06/14 13.30 Pagina 3 Fondazione

Dettagli

Guida agli Strumenti del Fondo

Guida agli Strumenti del Fondo Guida agli Strumenti del Fondo in vigore dal 2 Settembre 2013 1. Come aderire Aderendo a Fondirigenti si sceglie di destinare al finanziamento della formazione del proprio management e senza alcun onere

Dettagli

LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _

LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _ LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _ 10 Novembre 2015 Verona Dott.ssa Margherita Marin Dott. Giuseppe Guido Stefenello DI COSA PARLIAMO: 1. COS È IL CONTRATTO DI RETE: PRINCIPALI CARATTERISTICHE

Dettagli

Il Progetto di Confindustria per competere in rete

Il Progetto di Confindustria per competere in rete Il Progetto di Confindustria per competere in rete Esigenze espresse dalle Imprese Volontà di: Aggregazione su programmi/progetti Superamento del localismo distrettuale Innovazione e Internazionalizzazione

Dettagli

Seminario CRISI E INTERNAZIONALIZZAZIONE. La finanza di impresa nell ottica della riorganizzazione finanziaria e del sostegno allo sviluppo

Seminario CRISI E INTERNAZIONALIZZAZIONE. La finanza di impresa nell ottica della riorganizzazione finanziaria e del sostegno allo sviluppo Business School Seminario CRISI E INTERNAZIONALIZZAZIONE La finanza di impresa nell ottica della riorganizzazione finanziaria e del sostegno allo sviluppo Dott. FRANCO VASELLI Siena, 22 Novembre 2012 CRISI

Dettagli

Il Reporting Direzionale

Il Reporting Direzionale L offerta di consulenza di Professionisti per l Impresa www.piconsulenza.it A cosa serve il controllo individuare i fattori che determinano le performance misurare le performance informare i responsabili

Dettagli

Foto indicativa del contenuto del modulo. Materiale Didattico Organizzazione Aziendale

Foto indicativa del contenuto del modulo. Materiale Didattico Organizzazione Aziendale Foto indicativa del contenuto del modulo Materiale Didattico Organizzazione Aziendale 3 Strategia d impresa (Introduzione al problema strategico) 4 Premessa Tema caratterizzato da ampispazi di indeterminatezza

Dettagli

Un progetto di formazione dedicato alle aziende della filiera moda. finanziato da

Un progetto di formazione dedicato alle aziende della filiera moda. finanziato da Un progetto di formazione dedicato alle aziende della filiera moda finanziato da Descrizione progetto Il progetto nasce con l intento di realizzare un vero e proprio progetto di filiera nel mondo del fashion,

Dettagli

ACCELERARE LO SVILUPPO

ACCELERARE LO SVILUPPO ACCELERARE LO SVILUPPO Metodi e strumenti operativi per il sostegno e lo sviluppo d impresa Novembre - Dicembre 2012 Il percorso si pone l obiettivo di fornire una formazione tecnica di alto livello, di

Dettagli

Strumenti di gestione per l innovazione sociale

Strumenti di gestione per l innovazione sociale CERGAS Centro di Ricerche sulla Gestione dell Assistenza Sanitaria e Sociale Strumenti di gestione per l innovazione sociale Agenda Chi Siamo Cergas Lab I laboratori Gli altri servizi Il bollino Costo

Dettagli

SAILING FOR MANTOVA. Sede: Confindustria Mantova Via Portazzolo 9 46100 Mantova

SAILING FOR MANTOVA. Sede: Confindustria Mantova Via Portazzolo 9 46100 Mantova SAILING FOR MANTOVA Sede: Confindustria Mantova Via Portazzolo 9 46100 Mantova INFORMAZIONI E MODALITÀ DI ISCRIZIONE AI SEMINARI OTTOBRE DICEMBRE 2015 Il programma SAILING FOR MANTOVA intende offrire alle

Dettagli

PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UN MODELLO MANAGERIALE PER LA GESTIONE DEL FENOMENO DEI BENI CONFISCATI

PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UN MODELLO MANAGERIALE PER LA GESTIONE DEL FENOMENO DEI BENI CONFISCATI PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UN MODELLO MANAGERIALE PER LA GESTIONE DEL FENOMENO DEI BENI CONFISCATI Secondo i dati dell ANBSC (Agenzia Nazionale per l Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE COME METODO E PROCESSO DEL GOVERNO REGIONALE. Processo di formazione di Piani e Programmi Regionali

LA PROGRAMMAZIONE COME METODO E PROCESSO DEL GOVERNO REGIONALE. Processo di formazione di Piani e Programmi Regionali LA PROGRAMMAZIONE COME METODO E PROCESSO DEL GOVERNO REGIONALE Processo di formazione di Piani e Programmi Regionali PROGRAMMARE NELLA SUSSIDARIETA ISTITUZIONALE STATUTO REGIONALE E PROGRAMMAZIONE IL PROCESSO

Dettagli

BUSINESS SCHOOL CONSULENZA LEAN MANUFACTURING

BUSINESS SCHOOL CONSULENZA LEAN MANUFACTURING BUSINESS SCHOOL BUSINESS SCHOOL BUSINESS SCHOOL 30% della quota all atto dell iscrizione e 70% entro l inizio del corso tramite bonifico bancario. BUSINESS SCHOOL SEGUE SEGUE SEGUE SEGUE

Dettagli

AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION MARKETING PLANNING. Formula Weekend Z2114.4

AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION MARKETING PLANNING. Formula Weekend Z2114.4 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION MARKETING

Dettagli

SINTESYS DRIVE YOUR BUSINESS

SINTESYS DRIVE YOUR BUSINESS SINTESYS DRIVE YOUR BUSINESS EASY 7 SUITE EASY MANAGER 7 Easy Manager 7. Il Modulo per la Riclassificazione del Bilancio. La Gestione ed il Controllo Economico-Finanziario dell Azienda. Il Bilancio di

Dettagli

FRANCESCO FLORIAN PROFILO

FRANCESCO FLORIAN PROFILO FRANCESCO FLORIAN PROF. FRANCESCO FLORIAN Nato a Lucca il 3 maggio 1967 Residente a Milano, Viale Cassiodoro n. 12 Tel. +39 02 4986942. Uff. +39 02 7711121 - Fax. +39 02 77111207 PROFILO Dopo gli studi

Dettagli

MASTER per MANAGER DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO

MASTER per MANAGER DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO MASTER per MANAGER DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO Presentazione Il turismo legato all'enogastronomia è divenuto ormai parte integrante dell'offerta turistica italiana. Turismo,territorio, enogastronomia sono

Dettagli

Valorizzare il potenziale delle risorse

Valorizzare il potenziale delle risorse Valorizzare il potenziale delle risorse 1 Chi Siamo Nata nel 1974, Sintex si è affermata come punto di riferimento a livello nazionale nella ricerca e selezione di professional e di figure da inserire

Dettagli

Potenziamento e Sviluppo della Governance Pubblica

Potenziamento e Sviluppo della Governance Pubblica Potenziamento e Sviluppo della Governance Pubblica La missione L ogos P.A. è una Fondazione di partecipazione pubblicoprivata che nasce quale struttura operativa di supporto per le pubbliche amministrazioni

Dettagli

PROGETTARE E REALIZZARE LA COMUNICAZIONE CON IL PUBBLICO INTERNO

PROGETTARE E REALIZZARE LA COMUNICAZIONE CON IL PUBBLICO INTERNO PROGETTARE E REALIZZARE LA COMUNICAZIONE CON IL PUBBLICO INTERNO 2014 / 2015 Marketing sales & communication Z2124.3 Formula weekend 13 NOVEMBRE 15 NOVEMBRE 2014 OBIETTIVI Il seminario si propone di trasmettere

Dettagli

TREASURY MANAGEMENT PIANIFICAZIONE FINANZIARIA E GESTIONE DELLA TESORERIA IN AZIENDA

TREASURY MANAGEMENT PIANIFICAZIONE FINANZIARIA E GESTIONE DELLA TESORERIA IN AZIENDA TREASURY MANAGEMENT PIANIFICAZIONE FINANZIARIA E GESTIONE DELLA TESORERIA IN AZIENDA CORSO EXECUTIVE 5ª EDIZIONE 17 GIUGNO - 22 OTTOBRE 2016 CUOA Business school Da oltre 50 anni CUOA Business School forma

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Presentano impresa in accademia. IV edizione - Anno 2014 -

Presentano impresa in accademia. IV edizione - Anno 2014 - Presentano impresa in accademia IV edizione - Anno 2014 - Presupposti progettuali Perdita dei paradigmi professionali Bisogno di orientamento dei giovani Necessità di confronto con gli attori del mondo

Dettagli

I promotori Master Team consulenza e formazione professionalità sempre più distintive nuove leve di futuri manager

I promotori Master Team consulenza e formazione professionalità sempre più distintive nuove leve di futuri manager GRANDE MILANO, AUTUNNO 2012 PRIMAVERA 2013 PREPARATI ALL EXPO! La 26ma Edizione Speciale del Master in Hospitality Management nasce dalla necessità di progettare e realizzare un continuum virtuoso che

Dettagli

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014 SURVEY Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto 17 Luglio 2014 Il CLUB FINANCE La mission Il Club rappresenta a livello nazionale un centro di riferimento, di informazione

Dettagli

La governance della politica regionale unitaria Innovazioni e lavori in corso per il 2007-2013

La governance della politica regionale unitaria Innovazioni e lavori in corso per il 2007-2013 La governance della politica regionale unitaria Innovazioni e lavori in corso per il 2007-2013 1. Governance e politiche di coesione Nelle politiche di coesione 2007 2013 hanno un forte rilievo le azioni

Dettagli

Il Network di Business International. www.businessinternational.it

Il Network di Business International. www.businessinternational.it Il Network di Business International www.businessinternational.it The illiterate of the 21st century will not be those who cannot read and write, but those who cannot learn, unlearn, and relearn. Alvin

Dettagli

LA PROPOSTA DELLA REGIONE SARDEGNA

LA PROPOSTA DELLA REGIONE SARDEGNA GREEN FUTURE AVVISO PUBBLICO DI CHIAMATA DI OPERAZIONI DA REALIZZARE CON IL CONTRIBUTO DEL FONDO SOCIALE EUROPEO 2007-2013 OBIETTIVO 2 ASSE OCCUPABILITA TURISMO SOSTENIBILE E CREAZIONE D IMPRESA NELLA

Dettagli

SCUOLA DI COMUNICAZIONE. Proposta di MASTER di Primo livello in. MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY:

SCUOLA DI COMUNICAZIONE. Proposta di MASTER di Primo livello in. MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY: SCUOLA DI COMUNICAZIONE Proposta di MASTER di Primo livello in MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY: Promozione enogastronomica e valorizzazione delle eccellenze del territorio A.A.2014-15 Premessa

Dettagli

FONDIMPRESA CONTO FORMAZIONE. Il conto che conviene. www.focusformazione.it

FONDIMPRESA CONTO FORMAZIONE. Il conto che conviene. www.focusformazione.it Il conto che conviene www.focusformazione.it Cos è Fondimpresa? È il fondo paritetico di natura privatistica per la formazione continua costituito da Confindustria, CGIL, CISL e UIL. Cos è il Conto Formazione?

Dettagli

BOZZA. di Pier Paolo Inserra

BOZZA. di Pier Paolo Inserra BOZZA PRIMI CENNI AL PARADIGMA DI ECONOMIA SOCIALE SPERIMENTATO CON IL DISTRETTO INTEGRATO DI ECONOMIA SOCIALE AREA MARCHE NORD di Pier Paolo Inserra Da un modello collettivo ad un modello connettivo Il

Dettagli

1 SAFETY FOR FOOD (S4F)

1 SAFETY FOR FOOD (S4F) 1 SAFETY FOR FOOD (S4F) Cisco Systems Italy srl e Penelope SpA, hanno studiato lo stato dell arte del settore industriale agroalimentare attraverso l analisi del contesto socio-economico, l approfondimento

Dettagli

La forza lavoro del futuro: nuove strategie gestionali e previdenziali per le imprese

La forza lavoro del futuro: nuove strategie gestionali e previdenziali per le imprese La forza lavoro del futuro: nuove strategie gestionali e previdenziali per le imprese Marco Valerio Morelli, Mercer Valerio Salone, Mercer Ripensare l età e la sua gestione La prospettiva dell Age Management

Dettagli

Corso di Specializzazione LEAN DESIGN EXPERIENCE WORKSHOP Progettare nuovi prodotti in modo snello

Corso di Specializzazione LEAN DESIGN EXPERIENCE WORKSHOP Progettare nuovi prodotti in modo snello Corso di Specializzazione LEAN DESIGN EXPERIENCE WORKSHOP Progettare nuovi prodotti in modo snello OBIETTIVI Il Lean è una filosofia che sta cambiando il modo di operare delle imprese e che può portare

Dettagli

HOW CLUSTERS CONTRIBUTE TO THE SMART SPECIALIZATION STRATEGIES

HOW CLUSTERS CONTRIBUTE TO THE SMART SPECIALIZATION STRATEGIES HOW CLUSTERS CONTRIBUTE TO THE SMART SPECIALIZATION STRATEGIES Dr. Giorgio Martini New cluster concepts for cluster policies in Europe 18th September 2014 Scuola Grande San Giovanni Evangelista, Venice

Dettagli

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Quando ricorrere al capitale di rischio Sostegno alla crescita Ricambio generazionale Internazionalizzazione Riorganizzazione

Dettagli

ONE DAY CREATIVE DESIGN WORKSHOP Il percorso progettuale e la creatività con metodo

ONE DAY CREATIVE DESIGN WORKSHOP Il percorso progettuale e la creatività con metodo ONE DAY CREATIVE DESIGN WORKSHOP Il percorso progettuale e la creatività con metodo OBIETTIVI Trasmettere ai partecipanti il processo progettuale applicato al design industriale dai più avanzati studi

Dettagli

Il Sistema di Monitoraggio dell Agenzia delle Entrate

Il Sistema di Monitoraggio dell Agenzia delle Entrate Il Sistema di Monitoraggio dell Agenzia delle Entrate 1 La Governance dei contratti di outsourcing Dipartimento Politiche Fiscali Strumenti di governance Convenzione Triennale Agenzia delle Entrate Sogei

Dettagli

L internazionalizzazione delle aziende Moda del fermano

L internazionalizzazione delle aziende Moda del fermano INVITO AL L internazionalizzazione delle aziende Moda del fermano Seminario di diffusione dei risultati delle politiche attive del lavoro 7 Febbraio 2014 ore 9.30 Sala Consiglio - Provincia di Fermo Viale

Dettagli

Reti di imprese. Cosa sono e perché farle.

Reti di imprese. Cosa sono e perché farle. Reti di imprese. Cosa sono e perché farle. Ing. Giovanni Moser Consulente d impresa Provincia di Pavia Agriturismo Corte Montini 18 aprile 2012 Contenuti Rete d imprese. Cos è pag 4 o Le parole chiave

Dettagli

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale SETTORE/UFFICIO:SETTORE PERSONALE E ORGANIZZAZIONE CODICE CIFRA:PER/DEL/2008/002 OGGETTO: seguito dgr n. 1399/2007 e definitiva

Dettagli