Indicazioni Controlli formali ex art. 36 ter

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indicazioni Controlli formali ex art. 36 ter"

Transcript

1 Indicazioni Controlli formali ex art. 36 ter 1.PREMESSA Ogni modello 730 inviato dal Caf, è soggetto al Visto di Conformità, ovvero l intermediario (Caf) certifica che i dati inseriti in dichiarazione sono corretti e che gli oneri indicati, sono realmente deducibili/detraibili. Se in fase di controllo formale, l Agenzia delle Entrate, verifica la non spettanza di un onere, può applicare sanzioni agendo su due fronti: LATO CONTRIBUENTE: Provvede ad inviare un avviso di irregolarità a casa del contribuente, con il quale viene comunicato un recupero dell imposta non dovuta con applicazione di sanzioni ed interessi, che il contribuente può regolarizzare pagando quanto dovuto tramite versamento con modello F24. LATO INTERMEDIARIO: Provvede ad applicare la sanzione per infedele visto di conformità, che può variare a discrezione della direzione regionale di competenza, da un minimo di 258,00 euro ad un massimo di 2580,00 euro. Il verbale di contestazione, contenente tutte le sanzioni per infedele visto di conformità comunicate dai vari uffici sul territorio nazionale ovvero tutti quei casi in cui è stata verificata la non corretta indicazione dei dati in dichiarazione, viene inviata alla struttura nazionale e al RAF che ha apposto il visto di conformità, a conclusione del lavoro di controllo. Risulta chiaro quindi che quando vi è il pagamento del contribuente tramite F24 delle irregolarità riscontrate, rimane comunque in vigore la sanzione applicata al CAF. Ed è per tale motivo che viene sempre richiesto alle sedi di inviare copia della documentazione alla sede centrale per poter presentare opportuni ricorsi tributari presso gli uffici competenti. 2. ESITO DEL CONTROLLO FORMALE Una volta terminato, da parte dell Agenzia delle Entrate, il lavoro di verifica della documentazione, il contribuente viene avvisato della conclusione del controllo formale mediante l invio: - Se il controllo si è concluso senza recupero di imposta, con un apposita ricevuta di regolarità di cui si allega un fac - simile

2

3 - Se il controllo si è concluso con un recupero di imposta e applicazione di sanzioni ed interessi, con un apposita comunicazione di irregolarità di cui si allega un fac simile

4 3. LISTE CONTRIBUENTI SEGNALATE AL CAF Al Caf vengono indicati i contribuenti, per i quali ha inviato le dichiarazioni reddituali, posti a controllo dall Agenzia delle Entrate, divise per tre liste: PRIMA LISTA: Sono presenti i contribuenti per i quali la richiesta di esibizione della documentazione è rivolta in prima persona al Caf. Per tale tipologia di controlli, è necessario fornire agli uffici competenti, copia di tutti gli oneri detraibili/deducibili inseriti in dichiarazione. La presentazione della documentazione sarà a cura del Caf Centrale, attraverso il servizio CIVIS dell Agenzia delle Entrate; pertanto è necessario che il Responsabile della sede, invii copia di tutta la documentazione, utilizzando l apposita sezione dell area riservata Controlli Formali 36Ter -, entro e non oltre il 30 Novembre Si rammenta che in tale fase i contribuenti vengono avvisati del controllo solo se sono riscontrate irregolarità o omissioni di presentazione della documentazione. Si precisa che la corretta presentazione della documentazione all Agenzia delle Entrate non attesta alcuna regolarità dei dati dichiarati. SECONDA LISTA: Vengono comunicati i contribuenti per i quali la richiesta di esibizione della documentazione da parte dell Agenzia dell Entrate viene rivolta direttamente ai cittadini. Di consuetudine viene richiesta la correttezza delle detrazioni di imposta per familiari a carico indicati nella dichiarazione dei redditi, unitamente a specifici oneri indicati in dichiarazione che hanno generato una detrazione/deduzione di imposta. La consegna della documentazione può avvenire: A cura del Responsabile del centro di raccolta/professionista; in tal caso, previa delega del contribuente, il responsabile può recarsi in prima persona all Agenzia delle Entrate, portando in visione la documentazione richiesta e giustificando le indicazioni fornite con la dichiarazione dei redditi. (nella fattispecie in esame, al Caf andrà fornita copia della documentazione esibita e la ricevuta di consegna) A cura del contribuente; in tal caso è direttamente il contribuente che fornisce quanto richiesto, all ufficio competente dell Agenzia delle Entrate (per tale fattispecie il responsabile del centro di raccolta/professionista, deve fornire copia della documentazione tenuta presso i propri archivi o in alternativa chiederne una copia al contribuente). Terminato il lavoro di controllo dell Agenzia delle Entrate, dovrà essere fornito al CAF copia dell esito del controllo formale, con ricevuta di regolarità (in caso di controllo positivo senza recuperi di imposta) o comunicazione di irregolarità (avviso completo ricevuto dal contribuente dal quale si evince la natura dell imposta rettificata al contribuente). TERZA LISTA Sono presenti in tale lista, i contribuenti per i quali l Agenzia delle Entrate, predispone comunicazioni automatizzate con rettifiche effettuate d ufficio senza una precedente richiesta di esibizione della documentazione. Il Contribuente in questi casi può far valere quanto dichiarato in 730, portando entro trenta giorni dal ricevimento della lettera, copia dei giustificativi o in alternativa, se la richiesta

5 dell amministrazione pubblica è corretta, pagare quanto dovuto tramite F24. L eventuale consegna della documentazione può avvenire: A cura del Responsabile del centro di raccolta/professionista; in tal caso, previa delega del contribuente, il responsabile può recarsi in prima persona all Agenzia delle Entrate, portando in visione la documentazione richiesta e giustificando le indicazioni fornite con la dichiarazione dei redditi. (nella fattispecie in esame, al Caf andrà fornita copia dell avviso di irregolarità ricevuta dal contribuente unitamente a copia della documentazione indicata nel mod. 730) A cura del contribuente; in tal caso è direttamente il contribuente che fornisce quanto richiesto, all ufficio competente dell Agenzia delle Entrate (per tale fattispecie il responsabile del centro di raccolta/professionista, deve fornire copia dell avviso di irregolarità ricevuta dal contribuente e della documentazione tenuta presso i propri archivi o in alternativa chiederne copia al contribuente). Dovrà essere fornito al CAF copia dell avviso di irregolarità, completo di tutte le sue pagine, ricevuto dal contribuente unitamente alla documentazione inserita nel modello 730.

Controllo Formale delle Dichiarazioni 730/2015. Roma, 30 novembre 2017

Controllo Formale delle Dichiarazioni 730/2015. Roma, 30 novembre 2017 Controllo Formale delle Dichiarazioni 730/2015 Roma, 30 novembre 2017 1 NOVITÀ CONTROLLO FORMALE 730/2015 Il decreto legislativo n. 175/2014, parallelamente all introduzione della dichiarazione precompilata,

Dettagli

Unico 2010 Impegno a trasmettere la dichiarazione

Unico 2010 Impegno a trasmettere la dichiarazione Unico 2010 Impegno a trasmettere la dichiarazione A cura di Antonio Gigliotti Contestualmente alla ricezione della dichiarazione o all assunzione dell incarico per la sua predisposizione, l intermediario

Dettagli

CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO

CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO 1 Il controllo formale delle dichiarazioni Art. 36 bis Liquidazione delle imposte sulla base dei dati emergenti dalla dichiarazione dei redditi.

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 335 08.11.2016 Omesso canone di locazione anno 2012 Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Adempimenti A cura di Pasquale Pirone Il contribuente

Dettagli

La dichiarazione precompilata L innovazione del modello fiscale

La dichiarazione precompilata L innovazione del modello fiscale Agenzia delle entrate La dichiarazione precompilata L innovazione del modello fiscale L Agenzia delle entrate incontra gli intermediari Roma, 17 febbraio 2015 La platea interessata: un avvio graduale Contribuenti

Dettagli

I canali telematici dell Agenzia. Francesca Affini 21 luglio 2016

I canali telematici dell Agenzia. Francesca Affini 21 luglio 2016 I canali telematici dell Agenzia Francesca Affini 21 luglio 2016 Indice Obbligo e opportunità Obbligo Adempimenti : la presentazione è la trasmissione telematica Versamenti : F24 canale Entratel e Fisconline

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 316 04.11.2014 Il nuovo ravvedimento operoso lunghissimo Si potrà sanare la propria posizione anche dopo l anno Categoria: Finanziaria Sottocategoria:

Dettagli

Comunicazione N Codice Atto N PEC:

Comunicazione N Codice Atto N PEC: Comunicazione N. 0044625616101 Codice Atto N. 07137551615 EMAIL PEC: ADMHANDLINGSRL@PEC.IT C.F. 02509030603 VIA SAN PASQUALE 38/A 03043 CASSINO FR Spett.le Contribuente, ogni anno l Agenzia delle Entrate

Dettagli

Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo

Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo Entro il prossimo 25 ottobre il contribuente, in caso di errori nella compilazione della dichiarazione, può presentare al CAF o al professionista

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 336 09.11.2016 Anomalie anno 2012: le comunicazioni del Fisco Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Adempimenti A cura di Pasquale Pirone In

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 137937 del 2015 RU Modalità con cui l Agenzia delle Entrate mette a disposizione del contribuente e della Guardia di finanza elementi e informazioni al fine di introdurre nuove e più avanzate forme

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l News per i Clienti dello studio 21 Luglio 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Controllo formale della dichiarazione 2012: documentazione integrativa entro 30 giorni dalla data di effettivo ricevimento della

Dettagli

Le scadenze per la trasmissione del modello 730/2017 precompilato e ordinario

Le scadenze per la trasmissione del modello 730/2017 precompilato e ordinario CIRCOLARE A.F. N.97 del 4 Luglio 2017 Ai gentili clienti Loro sedi Le scadenze per la trasmissione del modello 730/2017 precompilato e ordinario Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

92/2016 Giugno/17/2016 (*) Napoli 30 Giugno 2016

92/2016 Giugno/17/2016 (*) Napoli 30 Giugno 2016 Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli 92/2016 Giugno/17/2016 (*) Napoli 30 Giugno 2016 Con provvedimento del 1 giugno 2016, l Agenzia individua le anomalie nei dati degli studi

Dettagli

Dentro la Notizia. 10 Aprile 2013

Dentro la Notizia. 10 Aprile 2013 Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 50/2013 APRILE/6/2013 (*) 10 Aprile 2013 LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

Dettagli

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 98/2013 LUGLIO/8/2013 (*) 12 Luglio 2013

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 98/2013 LUGLIO/8/2013 (*) 12 Luglio 2013 Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 98/2013 LUGLIO/8/2013 (*) 12 Luglio 2013 CON LA CIRCOLARE N.21/E DEL

Dettagli

UNICO 2015, ultimo giorno per la presentazione

UNICO 2015, ultimo giorno per la presentazione UNICO 2015, ultimo giorno per la presentazione Si chiude oggi, 30 settembre, la campagna dichiarativa 2015. Entro il 30 settembre, infatti, occorre inviare telematicamente la dichiarazione dei redditi

Dettagli

Fiscal Adempimento. N. 44 Del 06/11/2017

Fiscal Adempimento. N. 44 Del 06/11/2017 A cura di Giuseppe Avanzato La dichiarazione tardiva e integrativa entro novanta giorni Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Modello Redditi 2017 Il contribuente può presentare la propria dichiarazione

Dettagli

LE NUOVE REGOLE PER LA RATEAZIONE DEGLI AVVISI BONARI

LE NUOVE REGOLE PER LA RATEAZIONE DEGLI AVVISI BONARI Circolare N. 44 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 7 giugno 2011 LE NUOVE REGOLE PER LA RATEAZIONE DEGLI AVVISI BONARI Al fine di agevolare la dilazione delle somme scaturenti dalla liquidazione

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. n. 91828 Attuazione dell articolo 1, commi da 634 a 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 Comunicazioni per la promozione dell adempimento spontaneo riferite a più categorie reddituali. IL DIRETTORE

Dettagli

CIVIS. Servizio di presentazione documenti per il controllo formale. Art. 36 ter D.P.R. 600/73. Roma, 18 dicembre 2014

CIVIS. Servizio di presentazione documenti per il controllo formale. Art. 36 ter D.P.R. 600/73. Roma, 18 dicembre 2014 CIVIS Servizio di presentazione documenti per il controllo formale Art. 36 ter D.P.R. 600/73 Roma, 18 dicembre 2014 Invio della documentazione tramite il canale CIVIS Il contribuente abilitato ai servizi

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferite dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferite dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, dispone PROVVEDIMENTO PROT. N. 275294 Attuazione dell articolo 1, commi da 634 a 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 Comunicazione per la promozione dell adempimento spontaneo nei confronti dei soggetti

Dettagli

Modello 730/2016 precompilato

Modello 730/2016 precompilato Modello 730/2016 precompilato Il Modello 730/2016 consiste nella dichiarazione dei redditi precompilata A partire dal 15 aprile, l Agenzia delle entrate mette a disposizione dei lavoratori dipendenti e

Dettagli

I SERVIZI ON LINE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

I SERVIZI ON LINE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE I SERVIZI ON LINE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SERVIZI ON LINE CIVIS Comunicazioni irregolarità virtualizzate per intermediari Serviti CASSETTO FISCALE CIVIS Il canale telematico Civis offre i seguenti servizi:

Dettagli

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI Gli aggiornamenti più recenti rateizzazioni comunicazioni di irregolarità riduzione delle sanzioni per i versamenti tardivi aggiornamento marzo 2016 CONTROLLO

Dettagli

La dichiarazione precompilata. Roma, 13 aprile 2016

La dichiarazione precompilata. Roma, 13 aprile 2016 La dichiarazione precompilata Roma, 13 aprile 2016 Cambia radicalmente il paradigma PRIMA: «Mi dica, poi io verifico e le faccio sapere nei prossimi anni» Oggi il cittadino dichiara i propri redditi e

Dettagli

Le Certificazioni non prevedono ravvedimento

Le Certificazioni non prevedono ravvedimento Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 40 06.02.2015 CU 2015: la trasmissione entro 5 giorni Le Certificazioni non prevedono ravvedimento Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Varie

Dettagli

CIVIS. Il canale di assistenza telematica. Direzione Regionale del Piemonte

CIVIS. Il canale di assistenza telematica. Direzione Regionale del Piemonte CIVIS Il canale di assistenza telematica Direzione Regionale del Piemonte 1 CIVIS Il canale CIVIS può essere utilizzato sia dai contribuenti che dagli intermediari e consente di: richiedere assistenza

Dettagli

La gestione degli avvisi di irregolarità. Modalità operative

La gestione degli avvisi di irregolarità. Modalità operative La gestione degli avvisi di irregolarità Modalità operative MILANO 21 GIUGNO 2016 Gli inviti a regolarizzare Ad oggi sono stati inviati mediante PEC due inviti a regolarizzare, similari nella forma ma

Dettagli

DEFINITE LE MODALITÀ DI INVIO DELLE SPESE SANITARIE PER MEDICI E ODONTOIATRI PER IL MOD. 730 PRECOMPILATO

DEFINITE LE MODALITÀ DI INVIO DELLE SPESE SANITARIE PER MEDICI E ODONTOIATRI PER IL MOD. 730 PRECOMPILATO DEFINITE LE MODALITÀ DI INVIO DELLE SPESE SANITARIE PER MEDICI E ODONTOIATRI PER IL MOD. 730 PRECOMPILATO Recentemente sono state pubblicate sul sito Internet del Sistema Tessera Sanitaria (STS) le procedure

Dettagli

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 249 26.09.2013 Unico 2012: integrativa entro il 30.09 Categoria: Intermediari Sottocategoria: Adempimenti Il termine del 30.09.2013 incide anche

Dettagli

CIRCOLARE MENSILE - MAGGIO 2017

CIRCOLARE MENSILE - MAGGIO 2017 Thiene, 5 maggio 2017 CIRCOLARE MENSILE - MAGGIO 2017 Indice Presentazione dei modelli F24 per i titolari di partita Iva... 2 Compensazioni con nuovo limite a euro 5.000... 2 Detrazione IVA... 3 Scadenza

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE U Attuazione dell articolo 1, commi da 634 a 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 Comunicazione per la promozione dell adempimento spontaneo nei confronti dei soggetti che hanno omesso di presentare

Dettagli

Direzione Regionale della Puglia Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Direzione Regionale della Puglia Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi I SERVIZI TELEMATICI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE I servizi telematici sono il mezzo più sicuro, rapido ed efficiente per effettuare online i propri adempimenti tributari (presentare il modello Unico, pagare

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 32 04.05. Unico PF: modalità e termini di Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico Persone fisiche La dichiarazione dei redditi può essere

Dettagli

Rettificative Post Scadenza

Rettificative Post Scadenza Rettificative Post Scadenza [Guida alla gestione delle dichiarazioni Rettificative Post Scadenze relativamente alle Sanzioni e agli Interessi] (Vers. n. 1.0) 1 Tutti i diritti sono riservati È vietata

Dettagli

CIRCOLARE n. 19/2012

CIRCOLARE n. 19/2012 CIRCOLARE n. 19/2012 RESPONSABILITA DEL COMMITENTE E DELL APPALTATORE PER DEBITI FISCALI -LA NUOVA DISCIPLINA- I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Circ. 08/10/2012 n. 40) 1.PREMESSA 3 2. AMBITO DI

Dettagli

Le novità della dichiarazione precompilata. Roma 8 aprile 2016

Le novità della dichiarazione precompilata. Roma 8 aprile 2016 Le novità della dichiarazione precompilata Roma 8 aprile 2016 L accesso alla dichiarazione precompilata Diretto Tramite il proprio sostituto se ha già prestato l assistenza fiscale e la presta nel 2016

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. n. 83317 Modalità con cui l Agenzia delle Entrate mette a disposizione del contribuente, del suo intermediario e della Guardia di finanza elementi e informazioni, al fine di introdurre nuove e più

Dettagli

Lavoro autonomo, reddito di capitale, fabbricati e studi di settore: in arrivo le comunicazioni di anomalia

Lavoro autonomo, reddito di capitale, fabbricati e studi di settore: in arrivo le comunicazioni di anomalia CIRCOLARE A.F. N.83 del 8 Giugno 2017 Ai gentili clienti Loro sedi Lavoro autonomo, reddito di capitale, fabbricati e studi di settore: in arrivo le comunicazioni di anomalia Gentile cliente, con la presente

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 57 14.07.2014 Sanzioni tributarie e ravvedimento operoso Il sistema sanzionatorio previsto per errori e omissioni collegate alla dichiarazione

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 124 30.03.2017 Controlli Operazioni IVA 2014 e spesometro Le comunicazioni dell Agenzia delle Entrate A cura di: Pasquale Pirone Categoria: Contribuenti

Dettagli

Recupero dei crediti inesistenti indebitamente utilizzati in compensazione nel modello F24

Recupero dei crediti inesistenti indebitamente utilizzati in compensazione nel modello F24 Recupero dei crediti inesistenti indebitamente utilizzati in compensazione nel modello F24 Vincenzo D'Andò in LEGGE FINANZIARIA 2009, Novità legislative (legge di stabilità...) Recupero dei crediti inesistenti

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti:

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: CIRCOLARE N. 19 DEL 27/11/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: DEFINITE LE MODALITA DI INVIO DELLE SPESE SANITARIE PER MEDICI E ODONTOIATRI PER IL MOD. 730 PRECOMPILATO

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone PROT. N. 27065 Comunicazioni all anagrafe tributaria dei dati relativi alle spese universitarie ai sensi dell articolo 1 del decreto del Ministro dell Economia e delle Finanze del 13 gennaio 2016. Opposizione

Dettagli

Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti

Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti N. 107 06.10.2016 Le correzioni al Modello 730/2016 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 Nella presente fiscal

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 331 03.11.2016 Omesso versamento Iva e possibile compensazione Categoria: Iva Sottocategoria: Varie A cura di Paola Sabatino Nel caso di omesso

Dettagli

Roma, 27/02/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi

Roma, 27/02/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi Roma, 27/02/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Credito Iva spettante, ma omessa Dichiarazione Iva Gentile Cliente, la presente per comunicarle le ultime indicazioni fornite dall Amministrazione

Dettagli

Trasmissione dei dati sanitari

Trasmissione dei dati sanitari Periodico informativo n. 07/2016 Trasmissione dei dati sanitari Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che, entro il 31 gennaio 2016, le strutture

Dettagli

Oggetto: Responsabilità solidale negli appalti.

Oggetto: Responsabilità solidale negli appalti. Bologna, 05/03/2013 Circolare n. 4/2013 Oggetto: Responsabilità solidale negli appalti. A seguito della circolare n. 2/E dell 1 marzo 2013 dell Agenzia delle Entrate, che ha precisato e risposto ad alcune

Dettagli

posta elettronica certificata allegati

posta elettronica certificata allegati Nei mesi scorsi, l Agenzia delle entrate ha attivato un nuovo servizio dedicato agli intermediari professionali finalizzato alla richiesta di assistenza in merito alle comunicazioni di irregolarità relative

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 4 31.03.2015 Acquisizione, accettazione o modifica del 730 precompilato Come deve procedere il contribuente Categoria: Dichiarazione Sottocategoria:

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. dispone. 1. Elementi e informazioni a disposizione del contribuente

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. dispone. 1. Elementi e informazioni a disposizione del contribuente PROVVEDIMENTO PROT. 251544 Attuazione dell articolo 1, commi da 634 a 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 Comunicazione per la promozione dell adempimento spontaneo nei confronti dei soggetti titolari

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF C O M U N E D I M O N T E S E G A L E (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 in data 29 marzo

Dettagli

LA CHECK-LIST PER IL VISTO DI CONFORMITÀ DEL CREDITO IRES 2015

LA CHECK-LIST PER IL VISTO DI CONFORMITÀ DEL CREDITO IRES 2015 INFORMATIVA N. 248 06 SETTEMBRE 2016 DICHIARAZIONI LA CHECK-LIST PER IL VISTO DI CONFORMITÀ DEL CREDITO IRES 2015 Art. 1, comma 574, Legge n. 147/2013 Informativa SEAC 5.9.2016, n. 246 Facendo seguito

Dettagli

Vademecum soci. per la validazione dei rimborsi e delle prestazioni per familiari a carico anno di reddito 2015

Vademecum soci. per la validazione dei rimborsi e delle prestazioni per familiari a carico anno di reddito 2015 Vademecum soci per la validazione dei rimborsi e delle prestazioni per familiari a carico anno di reddito 2015 1 CHI DEVE PRESENTARE LA DOCUMENTAZIONE REDDITUALE Tutti i soci che hanno percepito da FISDE

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 340 14.11.2016 Dichiarazione integrativa e mancata indicazione di un reddito da locazione L immobile ad uso non abitativo A cura di Andrea Amantea

Dettagli

FAQ 1.0 Speciale Rettificativi

FAQ 1.0 Speciale Rettificativi FAQ 1.0 Speciale Rettificativi (Aggiornato al 31.07.2015) Le risposte del Settore Fiscale del CAAF ai quesiti più frequenti Al passo con i cambiamenti Il Caf risponde.. ai quesiti più frequenti sul 730

Dettagli

Circolare n. 11/E del 23 marzo 2015

Circolare n. 11/E del 23 marzo 2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 113 02.04.2015 3 730 precompilato: le risposte del Fisco Circolare n. 11/E del 23 marzo 2015 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 La Circolare

Dettagli

Ravvedimento operoso - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Ravvedimento operoso - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Ravvedimento operoso - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate STUDIO PULIANI VIA F.TURATI 10 01016 TARQUINIA (VT) 0039 0766 / 845157 FAX 0766/848558 WWW. STUDIOPULIANI.COM 1 PREMESSA L Agenzia delle Entrate,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 110/E

RISOLUZIONE N. 110/E RISOLUZIONE N. 110/E Direzione Centrale Normativa Roma, 12 dicembre 2012 OGGETTO: Chiarimenti in merito all applicabilità dell istituto della remissione in bonis Sono pervenute alla scrivente, da parte

Dettagli

730 precompilato e ordinario: il punto

730 precompilato e ordinario: il punto Cristina Sergiacomi (Commercialista in Cuneo) 730 precompilato e ordinario: il punto 1 Dati inerenti le spese sanitarie (D.M. 01/09/2016) Dal 2017 le cosiddette parafarmacie; gli iscritti agli albi professionali

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone Comunicazioni all anagrafe tributaria dei dati relativi ai contributi versati alle forme pensionistiche complementari di cui al decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252. IL DIRETTORE DELL AGENZIA In

Dettagli

La motivazione della cartella esattoriale

La motivazione della cartella esattoriale La motivazione della cartella esattoriale Autore: Villani Maurizio In: Diritto tributario L articolo 36-ter D.P.R. n. 600 del 29/09/1973 stabilisce che gli uffici periferici dell Amministrazione Finanziaria

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 119 27.03.2017 Ravvedimento F24 a saldo zero I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate A cura di: Pasquale Pirone Categoria: Contribuenti Sottocategoria:

Dettagli

COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia

COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia Allegato alla delibera di C.C. n. 10 del 04.02.2004 COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO I N D I C E Art. 1 Oggetto pag. 3 Art. 2 Ipotesi

Dettagli

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 Servizio Caf 730 Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 INFORMATIVA N. 41 Prot. 4723 DATA 14.06.2006 Settore: Oggetto: IMPOSTE SUI REDDITI Correzione di errori ed omissioni commessi dal contribuente

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 47 11.03.2016 CU 2016: rettifiche e sanzioni In caso di dati omessi o errati si ha tempo fino a lunedì 14 marzo per reinoltrare

Dettagli

CIVIS. Il canale di assistenza telematica. Roma, 18 dicembre 2014

CIVIS. Il canale di assistenza telematica. Roma, 18 dicembre 2014 CIVIS Il canale di assistenza telematica Roma, 18 dicembre 2014 CIVIS Il canale CIVIS può essere utilizzato sia dai contribuenti che dagli intermediari e consente di: richiedere assistenza sulle comunicazioni

Dettagli

Modalità e termini di comunicazione all anagrafe tributaria dei dati relativi alle spese sanitarie rimborsate IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Modalità e termini di comunicazione all anagrafe tributaria dei dati relativi alle spese sanitarie rimborsate IL DIRETTORE DELL AGENZIA Modalità e termini di comunicazione all anagrafe tributaria dei dati relativi alle spese sanitarie rimborsate IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel

Dettagli

Fiscal News La Circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La Circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La Circolare di aggiornamento professionale N. 69 07.03.2016 Compensazione crediti inesistenti: novità sanzioni Categoria: Versamenti Sottocategoria: Compensazioni A cura di Pasquale Pirone

Dettagli

Voluntary disclosure Modalità applicative, cause ostative e benefici. Milano, 24 febbraio Relatore: Prof. Avv. Benedetto Santacroce

Voluntary disclosure Modalità applicative, cause ostative e benefici. Milano, 24 febbraio Relatore: Prof. Avv. Benedetto Santacroce Voluntary disclosure Modalità applicative, cause ostative e benefici Milano, 24 febbraio 2014 Relatore: Prof. Avv. Benedetto Santacroce 1 Modalità applicative Regola generale L adesione alla procedura

Dettagli

D /97, 2, 2, I

D /97, 2, 2, I NUOVO SERVIZIO DI ASSISTENZA PER MIGLIORARE IL RAPPORTO CON IL FISCO CANALE TELEMATICO PER ILTRATTAMENTO DEGLI AVVISI DI IRREGOLARITA A cura di Belfiore Matteo Michele e Quattrone Floreana Luisa Maria

Dettagli

PAGAMENTI. Invio di una domanda di autorizzazione. Per procedere all invio di una domanda di autorizzazione cui sia stata allegata tutta la

PAGAMENTI. Invio di una domanda di autorizzazione. Per procedere all invio di una domanda di autorizzazione cui sia stata allegata tutta la PAGAMENTI Invio di una domanda di autorizzazione Per procedere all invio di una domanda di autorizzazione cui sia stata allegata tutta la documentazione richiesta è necessario selezionare Gestione richieste

Dettagli

Roma, 14/02/2014 INDICE

Roma, 14/02/2014 INDICE Roma, 14/02/2014 Società di persone e imprenditori individuali in contabilità ordinaria - Determinazione dell IRAP relativa al triennio 2014-2016 in base al bilancio - Opzione entro il 3.3.2014 INDICE

Dettagli

BOZZA INTERNET del 21/11/2016

BOZZA INTERNET del 21/11/2016 1. Soggetti obbligati alla trasmissione 1.1 Gli amministratori di condominio in carica al 31 dicembre dell anno di riferimento trasmettono in via telematica all Agenzia delle entrate le comunicazioni di

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale 14.09.2017 A cura di Pasquale Pirone N. 315 Comunicazione liquidazione IVA: il ravvedimento Categoria: IVA Sottocategoria: Varie Comunicazione liquidazione

Dettagli

CIRCOLARE MENSILE - APRILE 2017

CIRCOLARE MENSILE - APRILE 2017 Thiene, 7 aprile 2017 CIRCOLARE MENSILE - APRILE 2017 Indice Istanza per rimborso o compensazione iva trimestrale... 2 Proroga termini per istanza di rottamazione delle cartelle... 2 Nuove comunicazioni

Dettagli

CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011

CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011 Circolare informativa per la clientela n. 28/2011 del 15 settembre 2011 CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011 In questa Circolare 1. Controllo automatico delle dichiarazioni Comunicazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2 Associazioni

Dettagli

ERRORI NELLA COMPILAZIONE O NEL VERSAMENTO TRAMITE MODELLO F24 DEI TRIBUTI IMU - TASI TARI

ERRORI NELLA COMPILAZIONE O NEL VERSAMENTO TRAMITE MODELLO F24 DEI TRIBUTI IMU - TASI TARI COMUNE DI MANERBA DEL GARDA Provincia di Brescia ERRORI NELLA COMPILAZIONE O NEL VERSAMENTO TRAMITE MODELLO F24 DEI TRIBUTI IMU - TASI TARI Da alcuni anni il versamento dei tributi Comunali (IMU, Tasi,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferite dalle disposizioni normative riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferite dalle disposizioni normative riportate nel seguito del presente provvedimento. Prot. n. 94624 Modalità con cui l Agenzia delle Entrate mette a disposizione del contribuente e della Guardia di finanza elementi e informazioni al fine di introdurre nuove e più avanzate forme di comunicazione

Dettagli

L a dichiarazione dei sostituti

L a dichiarazione dei sostituti Il regime sanzionatorio e il ravvedimento operoso 78 L a dichiarazione dei sostituti d imposta è articolata in due parti: a) Il modello 770 semplificato utilizzato dai sostituti d imposta, comprese le

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI. Regolamento in materia di definizione agevolata dei tributi Comunali.

REGOLAMENTO IN MATERIA DI DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI. Regolamento in materia di definizione agevolata dei tributi Comunali. Comune di Canicattì Provincia di Agrigento REGOLAMENTO IN MATERIA DI DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI Regolamento in materia di definizione agevolata dei tributi Comunali. - Art.1 Ambito di Applicazione

Dettagli

Rev. 0 del 25/03/2011 REGOLAMENTO PER LA DILAZIONE/SOSPENSIONE DEI CONTRIBUTI

Rev. 0 del 25/03/2011 REGOLAMENTO PER LA DILAZIONE/SOSPENSIONE DEI CONTRIBUTI Rev. 0 del 25/03/2011 REGOLAMENTO PER LA DILAZIONE/SOSPENSIONE DEI CONTRIBUTI 1 SOMMARIO Art. 1... 3 Requisiti... 3 Art. 2... 3 Modalità e termini di presentazione della domanda... 3 Art. 3... 3 Controlli...

Dettagli

Palermo, 21/01/2013 Agli ODCEC della Sicilia Consigli Provinciali dei Consulenti del Lavoro della Sicilia 4557/C.1/2013

Palermo, 21/01/2013 Agli ODCEC della Sicilia Consigli Provinciali dei Consulenti del Lavoro della Sicilia 4557/C.1/2013 Palermo, 21/01/2013 Direzione Regionale della Sicilia Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Agli ODCEC della Sicilia Ai Consigli Provinciali dei Consulenti del Lavoro della Sicilia e-mail

Dettagli

Redazione Fiscale In prima linea per il tuo aggiornamento fiscale

Redazione Fiscale In prima linea per il tuo aggiornamento fiscale Pubblicato il 15-11-2016 alle 22:00 Cancellazione dal VIES per 60.000 soggetti passivi Circa 60mila soggetti Iva che non hanno presentato elenchi riepilogativi a partire dal primo trimestre 2015 e che

Dettagli

RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI

RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI 1.Perchè la Regione sta provvedendo ad inviare avvisi bonari relativi agli anni 2009 e 2010? Le lettere bonarie riguardano le esenzioni ticket sanitario

Dettagli

CIRCOLARE DI STUDIO 33/2016. Parma, 31 Ottobre 2016

CIRCOLARE DI STUDIO 33/2016. Parma, 31 Ottobre 2016 CIRCOLARE DI STUDIO 33/2016 Parma, 31 Ottobre 2016 OGGETTO: Chiarimenti in materia di ravvedimento operoso Di seguito si fornisce un breve riepilogo dei chiarimenti forniti dall Agenzia delle entrate con

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF

REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF COMUNE DI VAL DI NIZZA Provincia di Pavia REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 02 in data 23.03.2007 S O M M A R I O Articolo 1 Istituzione

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA della Provincia di Torino

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA della Provincia di Torino AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA della Provincia di Torino Settore Contabilità DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 460 / 2011 INVIO TELEMATICO MODELLI 770/S 2011 CONDOMINI AMMINISTRATI DA A.T.C. IMPEGNO DI

Dettagli

PUO'COSTARE CARA. a cura del Prof. Renzo Boninsegna REVOCA NON TEMPESTIVA. SCHEDE dello Snals Confsal di Verona. RISCHIO SANZIONE fino a 2.

PUO'COSTARE CARA. a cura del Prof. Renzo Boninsegna REVOCA NON TEMPESTIVA. SCHEDE dello Snals Confsal di Verona. RISCHIO SANZIONE fino a 2. Sede di Verona: via E. Duse, 20 37124 Verona tel. 045915777 e 0458340923 fax 045915907 e-mail: verona@snals.it www.snalsverona.it Sede di Legnago: via Frattini, 78 37045 Legnago tel e fax 0442601546 e-mail:

Dettagli

FONDAZIONE PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA PROFESSIONALE E DELLO SVILUPPO ECONOMICO

FONDAZIONE PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA PROFESSIONALE E DELLO SVILUPPO ECONOMICO FONDAZIONE PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA PROFESSIONALE E DELLO SVILUPPO ECONOMICO Corso di formazione professionale per Praticanti Dottori Commercialisti Cenni generali sull accertamento tributario dott.

Dettagli

20.10.2014 Modello 770: il ravvedimento

20.10.2014 Modello 770: il ravvedimento Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 36 20.10.2014 Modello 770: il ravvedimento Categoria: Sottocategoria: Ravvedimento I sostituti d imposta tenuti alla presentazione del

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. dispone PROT. 112072/2016 Attuazione dell articolo 1, commi da 634 a 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 Comunicazione per la promozione dell adempimento spontaneo nei confronti dei soggetti destinatari

Dettagli

Decreto autorizzativo del CAF Nazionale Del Lavoro S.p.A.

Decreto autorizzativo del CAF Nazionale Del Lavoro S.p.A. Decreto autorizzativo del CAF Nazionale Del Lavoro S.p.A. Pagina n. 7 C.A.F. NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A. 60131 ANCONA (AN), Via delle Brecce Bianche n. 158/A C.A.F. NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A. 60131 ANCONA

Dettagli

NOTA OPERATIVA N 13/2013

NOTA OPERATIVA N 13/2013 NOTA OPERATIVA N 13/2013 OGGETTO: ritenute d acconto, regole per lo scomputo - Introduzione I sostituti di imposta devono operare le ritenute sui compensi erogati a determinati soggetti (lavoratori autonomi,

Dettagli

1. INTRODUZIONE LA LETTERA DELL AGENZIA A chi e come viene inviata Cosa contiene... 3

1. INTRODUZIONE LA LETTERA DELL AGENZIA A chi e come viene inviata Cosa contiene... 3 COMPLIANCE (ADEMPIMENTO SPONTANEO) CIVIS RIDUZIONE SANZIONI RAVVEDIMENTO DICHIARAZIONE INTEGRATIVA L AGENZIA TI SCRIVE: LETTERA DI INVITO A REGOLARIZZARE POSSIBILI ERRORI Aggiornamento SETTEMBRE 2016 Ufficio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF

REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF COMUNE DI CANNETO PAVESE Provincia di Pavia REGOLAMENTO DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 3 in data 29.03.2007 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

COMUNE DI OSSONA PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE IRPEF

COMUNE DI OSSONA PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE IRPEF COMUNE DI OSSONA PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE IRPEF 1 S O M M A R I O Articolo 1 Oggetto del regolamento Articolo 2 Variazione dell aliquota Articolo 3 Soggetto attivo

Dettagli