CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA ANNO 2010

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA ANNO 2010"

Transcript

1 CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA ANNO 2010

2 2 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA - ANNO 2010 Gli eccellenti risultati conseguiti nell ultimo anno confermano che ci stiamo muovendo nella giusta direzione. La Regione Lombardia, che già vantava una posizione da primato in Italia, con i suoi 47 milioni di kg si conferma infatti, ancora una volta, al primo posto per la quantità raccolta di RAEE. L incremento - nell ordine del 23% - delle quantità raccolte rispetto all anno precedente è importante e porta la raccolta media pro-capite pari a ben 4,79 kg, nettamente al di sopra dei 4 kg indicati dalla legislazione europea. Numeri importanti raggiunti grazie a importanti interventi legislativi nazionali (politica del ritiro uno contro uno ) e investimenti territoriali (più di 100 nuovi Centri di Raccolta), ma anche ad una sempre più sviluppata coscienza civica dei cittadini lombardi. A livello provinciale i risultati sono abbastanza omogenei fatta eccezione per le Province di Como, Lodi e Mantova dove le quantità medie pro-capite di RAEE raccolti, pur essendo al di sopra del quantitativo indicato dalla UE, sono leggermente inferiori rispetto a quelle delle altre Province lombarde. Il nostro obiettivo è continuare a migliorare i già ottimi risultati, attraverso una rete di Centri di Raccolta sempre più capillare che arrivi a servire il 100% della popolazione (attualmente siamo al 95%) e campagne informative mirate a livello territoriale per far passare il messaggio che il corretto smaltimento dei RAEE è fondamentale, oltre che per risparmiare materie prime e per proteggere l ambiente, anche e soprattutto per la salute di tutti noi. Essi, infatti, oltre ad essere ricchi di numerose materie prime secondarie che possono essere riciclate, contengono anche componenti che possono diventare tossici e pericolosi per l ambiente ma anche per la salute umana. La Regione Lombardia ci tiene a ringraziare i cittadini, le amministrazioni locali, il Centro di Coordinamento RAEE e tutti gli operatori coinvolti per l eccellente lavoro svolto e assicura loro che continuerà a lavorare al loro fianco e a supportarli in questa utile e fondamentale iniziativa. Daniele Belotti Assessore Territorio e Urbanistica Regione Lombardia

3 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA - ANNO Il 2010 è stato un anno dai grandi risultati per la Gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche in Italia. L impegno e il lavoro congiunto di tutti i protagonisti del Sistema hanno infatti portato al raggiungimento dell obiettivo fissato dall Unione Europea di 4 kg annui per abitante per un quantitativo di RAEE raccolti nel nostro paese che passa dai 193 milioni di kg del 2009 a oltre 245 milioni nel Nell analizzare i dati sulla raccolta dei RAEE in Italia, ciò che risulta maggiormente interessante sono però gli aspetti locali che raccontano l operato all interno delle singole Regioni. Approfondire gli aspetti della raccolta dei RAEE nei diversi territori consente, infatti, di individuare nel dettaglio punti di forza e criticità di un sistema nazionale che in soli tre anni ha raddoppiato i propri risultati di ritiro e riciclo di questa particolare categoria di rifiuti. Partendo da questa riflessione, il Centro di Coordinamento ha voluto realizzare in collaborazione con l Assessorato Territorio e Urbanistica della Regione Lombardia questo Dossier che analizza i risultati ottenuti dalla Lombardia, concentrando l attenzione sui dati relativi alle singole Province. La Lombardia nel 2010 ha infatti raggiunto un totale di RAEE raccolti pari a kg, confermandosi la prima Regione in Italia per quantitativi raccolti. Anche attraverso la media pro-capite ci si rende conto dell efficiente gestione portata avanti dalla Regione, che con 4,79 kg per abitante supera anche il dato nazionale. Un altro aspetto importante per la Lombardia è il numero dei Centri di Raccolta, che passano dai 745 del 2009 agli 846 del 2010, servendo una popolazione pari al 95% e rendendola la Regione più attrezzata della penisola. Dato il suo ruolo, nel futuro, il Centro di Coordinamento RAEE continuerà ad impegnarsi per mantenere la proficua collaborazione tra cittadini, Enti locali, Sistemi Collettivi e tutti gli altri soggetti coinvolti nel ritiro dei RAEE, con l obiettivo di far evolvere un Sistema di Gestione che significa soprattutto tutela dell ambiente e sicurezza per tutti i cittadini. Danilo Bonato Presidente Centro di Coordinamento RAEE

4 4 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA - ANNO 2010 La gestione dei RAEE in Lombardia Nella tabella sottostante sono riportati i dati relativi al sistema di gestione dei RAEE nella Regione Lombardia. Le pagine successive sono invece dedicate agli approfondimenti riguardanti le singole Province. Italia Regione Lombardia Totale Kg RAEE Raccolti Media pro-capite (kg/ab) 4,07 4,79 Popolazione Totale Popolazione Servita Percentuale Popolazione Servita 89,62% 95% Comuni Serviti Centri di Raccolta Nel 2010 nella Regione Lombardia sono stati raccolti complessivamente kg di Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Un risultato importante, che la conferma la prima Regione italiana per quantità raggiunte. Rispetto al 2009 ha inoltre registrato un incremento della raccolta del 23%, riuscendo a superare la media nazionale pro-capite con un totale di 4,79 kg per abitante. FIG. 1 QUANTITATIVI DI RAEE RACCOLTI NELLE PROVINCE LOMBARDE (kg) Bergamo Brescia Como Cremona Lecco Lodi Mantova Milano Monza Brianza Pavia Sondrio Varese La Lombardia ha poi migliorato la sua rete di Centri di Raccolta che passano da 745 a 846 e che oggi servono una popolazione pari al 95% del totale. Anche in questo senso la Regione si colloca al primo posto in Italia, in quanto risulta la più attrezzata di tutta la penisola. Milano è anche questo anno la Provincia italiana dove si raccolgono i maggiori quantitativi di RAEE. Anche le altre Province lombarde ottengono ottimi risultati superando tutte (ad eccezione di Lodi) il milione di kg di RAEE raccolti. FIG. 2 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Lombardia 2010 (kg) Per quanto riguarda la suddivisione per Raggruppamenti, in Lombardia è molto accentuato il dato di raccolta delle tv e i monitor che da solo rappresenta quasi il 40% dei RAEE raccolti. Per quanto riguarda gli R1 (apparecchiature refrigeranti) gli R2 (grandi elettrodomestici) e R4 (piccoli elettrodomestici) i quantitativi raccolti sono molto simili (circa il 20% ciascuno) con un buon livello di R2 che raggiungono quota 21,16%. Sebbene sia molto basso il dato del Raggruppamento R5 (sorgenti luminose) è comunque più alto in relazione alle medie nazionali.

5 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA - ANNO BERGAMO RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 5,10 Nr Ritiri Nr. Centri di Raccolta 190 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 96,36% La Provincia di Bergamo totalizza un quantitativo di RAEE raccolti pari a kg piazzandosi al secondo posto nella Regione Lombardia per raccolta complessiva. La media pro-capite è di 5,10 kg/ab, al di sopra della media regionale. I Centri di Raccolta rimangono 190 come nel 2009 e consentono di servire il 96,36% della popolazione residente. Notevole il numero di ritiri effettuati presso i CdR che raggiunge quota FIG. 3 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Bergamo 2010 (kg) La suddivisione dei RAEE per Raggruppamento vede una larga preponderanza del Raggruppamento R3 (tv e monitor) che totalizza quasi il 40% dei rifiuti raccolti. Consistente anche la raccolta di R4 (piccoli elettrodomestici) pari al 22%. Apparecchiature refrigeranti e grandi elettrodomestici rappresentano circa il 20% della raccolta ciascuno mentre le sorgenti luminose (R5) l 1%, un risultato importante se raffrontato con le medie nazionali e regionali. BRESCIA RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 4,33 Nr Ritiri Nr. Centri di Raccolta 131 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 91,84% Brescia è la terza Provincia lombarda per raccolta complessiva di RAEE che nel 2010 è stata pari a kg. Meno rilevante la raccolta pro-capite, che si ferma a quota 4,33 kg/ab, al di sotto della media regionale ma comunque superiore alla media nazionale. Il numero dei Centri di Raccolta diminuisce dai 165 del 2009 ai 131 del 2010 ma questo permette comunque di aumentare la popolazione servita fino al 91,84% dei residenti. È il segnale di un efficientamento della rete dei CdR presso cui sono stati svolti ritiri. FIG. 4 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Brescia 2010 (kg) In linea con il dato regionale, anche nella Provincia di Brescia è molto rilevante la raccolta di tv e monitor (Raggruppamento R3) pari a quasi il 40% del totale. Seguono i grandi bianchi (R1, pari al 24%) mentre il Raggruppamento R2 e l R4 si situano rispettivamente al 19,7% e al 16,5%. Chiude la suddivisione il Raggruppamento R5 pari allo 0,55% del totale.

6 6 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA - ANNO 2010 COMO RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 4,16 Nr Ritiri Nr. Centri di Raccolta 58 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 79,88% Sono i kg di RAEE raccolti in Provincia di Como nel 2010 con una media pro-capite pari a 4,16 kg per abitante, un dato molto vicino al dato nazionale ma inferiore a quello regionale. Sicuramente migliorabile è la rete dei Centri di Raccolta che conta 58 strutture e serve una popolazione pari a meno dell 80% del totale. FIG. 5 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Como 2010 (kg) Anche in Provincia di Como sono le tv e i monitor il Raggruppamento più raccolto, con il 37,64% del totale. Molto simili le percentuali dei Raggruppamenti R1 (apparecchiature refrigeranti) R2 (grandi elettrodomestici) ed R3 (piccoli elettrodomestici) che si aggirano intorno al 20% ciascuno dei quantitativi raccolti. Le sorgenti luminose (R5) rappresentano lo 0,74% del totale. CREMONA RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 6,34 Nr Ritiri Nr. Centri di Raccolta 65 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 96,83% Cremona è la seconda Provincia lombarda per raccolta pro-capite che è pari a 6,34 kg per abitante. Un risultato raggiunto grazie a una raccolta complessiva pari a kg di RAEE. Nel 2010 i Centri di Raccolta passano da 60 a 65, servendo una popolazione che è quasi il 97% del totale. FIG. 6 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Cremona 2010 (kg) Ancora una volta il Raggruppamento R3 (tv e monitor) è il più raccolto nella Provincia con quasi il 40% del totale. Seguono le apparecchiature refrigeranti che rappresentano il 23,32% dei RAEE cremonesi. 20,08% è invece un buon dato per i piccoli elettrodomestici a cui seguono i grandi elettrodomestici del Raggruppamento R2 (16,37%) e le sorgenti luminose (0,53%).

7 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA - ANNO LECCO RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 5,85 Nr Ritiri 443 Nr. Centri di Raccolta 2 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 99,58% La Provincia di Lecco registra una buona media pro-capite di raccolta dei RAEE con un dato pari a 5,85 kg/ab che è abbondantemente più alto della media regionale e nazionale. Questo risultato attraverso l utilizzo di 2 soli centri di raccolta che comunque servono una popolazione vicina al 100%. Presso i Centri di Raccolta sono stati effettuati nel corso dell anno un totale di 443 ritiri da parte dei Sistemi Collettivi. FIG. 7 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Lecco 2010 (kg) Circa un terzo dei RAEE raccolti nella Provincia di Lecco sono rappresentati da tv e monitor (Raggruppamento R3). Consistente anche il dato dei grandi elettrodomestici (R2, pari al 25,95% del totale). Segue il Raggruppamento R1 (freddo e clima, 21,31%) e R4 (piccoli elettrodomestici, 19,35%) mentre chiudono la ripartizione le sorgenti luminose (R5) pari a circa lo 0,5% LODI RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 4,22 Nr Ritiri 826 Nr. Centri di Raccolta 42 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 82,97% Lodi è l unica Provincia lombarda in cui non si raggiunge il milione di kg di RAEE raccolti dato che il risultato per il 2010 è stato pari a kg. La media pro-capite è di 4,22 kg/ab, inferiore al resto della Regione ma comunque più alta del dato italiano. Cresce il numero dei Centri di Raccolta passando da 36 a 42 ed innalzando la popolazione servita fino a quota 82,97%. FIG. 8 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Lodi 2010 (kg) Le tv e i monitor costituiscono poco meno della metà dei RAEE raccolti nella Provincia di Lodi. Seguono i condizionatori e i frigoriferi (Raggruppamento R1) e i piccoli elettrodomestici (R2), entrambi vicini a quota 22%. Relativamente scarsa la raccolta dei grandi elettrodomestici, pari all 11,57% del totale mentre le sorgenti luminose rappresentano lo 0,62% dei RAEE

8 8 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA - ANNO 2010 MANTOVA RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 4,21 Nr Ritiri Nr. Centri di Raccolta 65 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 93,63% La Provincia di Mantova nel corso del 2010 ha raccolto un quantitativo complessivo di RAEE pari a kg. Raggiungendo una quota pro-capite di 4,21 kg/ab è un dato appena al di sotto della media regionale ma comunque superiore a quella nazionale. Nel corso dell anno sono stati attivati 3 nuovi Centri di Raccolta raggiungendo quota 65, che permettono di servire una popolazione pari al 93,63% dei residenti. FIG. 9 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Mantova 2010 (kg) Molto ingente la raccolta del raggruppamento R3 (tv e monitor) che raggiunge quota 42,92% in Provincia di Mantova. Seguono le apparecchiature refrigeranti con oltre un quarto del totale. Piuttosto basso il dato dei grandi elettrodomestici (R2), fermo a 11,31% e superato anche dai piccoli elettrodomestici (R4 pari a 18,91%). Le sorgenti luminose costituiscono invece lo 0,71% dei RAEE mantovani. MILANO RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 4,43 Nr Ritiri Nr. Centri di Raccolta 137 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 97,94% Milano si conferma la Provincia in cui si raccolgono più RAEE a livello nazionale: ben kg nel corso del Anche la media pro-capite, con 4,43 kg di RAEE per abitante, è al di sopra del dato nazionale ma non supera la media regionale. I nuovi 10 Centri di Raccolta realizzati nel corso dell anno fanno salire il totale a 137 arrivando a servire una popolazione pari al 97,94% del totale. Da notare anche il numero di ritiri che hanno impegnato i Sistemi collettivi ben volte, un altro primato nazionale. FIG. 10 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Milano 2010 (kg) La ripartizione dei RAEE in Provincia di Milano è molto simile a quella del resto della Regione con il Raggruppamento R3 (tv e monitor) che costituisce circa il 43% del totale. Seguono i piccoli elettrodomestici (R4, pari al 22,23%), le ap pa recchiature refrigeranti (R1, 18,62%) e i grandi elettrodomestici (R2, 15,82%). Chiude la ripartizione il Raggruppamento R5 delle lampade a neon e a basso consumo con lo 0,5% del totale.

9 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA - ANNO MONZA BRIANZA RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 4,60 Nr Ritiri Nr. Centri di Raccolta 50 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 100,00% Sono stati i kg di RAEE raccolti nel corso del 2010 nella Provincia di Monza Brianza. Questo ha permesso di totalizzare una raccolta pro-capite di 4,60 kg per abitante, situandosi sopra la media nazionale ma appena al di sotto di quella regionale. Il primato della Provincia è dato dalla popolazione servita che corrisponde alla totalità della popolazione provinciale, che può accedere a un totale di 50 Centri di Raccolta. FIG. 11 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Monza Brianza 2010 (kg) Altissima la quantità di tv e monitor raccolta nella Provincia che sfiora quota 50%. Inferiore alla media invece il dato del Raggruppamento R2 (grandi bianchi) che è pari all 8,84%. Nella media invece la raccolta delle apparecchiature refrigeranti (22,3%) dei piccoli elettrodomestici (R4, 20,23%) e delle sorgenti luminose (R5, 0,77%). PAVIA RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 4,42 Nr Ritiri Nr. Centri di Raccolta 32 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 94,04% In Provincia di Pavia la Raccolta dei RAEE ha totalizzato nel kg con un dato pro-capite pari a 4,42 kg per abitante, che si attesta al di sotto della media regionale pur battendo il risultato nazionale. La rete dei Centri di Raccolta si amplia di una sola struttura ma la percentuale di popolazione servita cresce di circa 4 punti percentuale raggiungendo quota 94,04%, segnale di un efficientamento delle altre strutture sul territorio. FIG. 12 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Pavia 2010 (kg) Sebbene anche nella Provincia di Pavia siano tv e i monitor i RAEE più presenti (38,15% del totale) è da notare un ampia fetta di raccolta che riguarda le apparecchiature refrigeranti (R1, pari al 31,78%). Seguono i grandi elettrodomestici (R2, 17,66%) mentre è minore il quantitativo di piccoli elettrodomestici, pari al 12,23%. Piuttosto scarsa anche la percentuale di sorgenti luminose (R5, 0,18%).

10 10 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA - ANNO 2010 SONDRIO RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 7,69 Nr Ritiri 324 Nr. Centri di Raccolta 5 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 99,99% Sondrio riconferma il proprio primato di Provincia più virtuosa della Lombardia con 7,69 kg per abitante raccolti nel corso del Nonostante la scarsa popolosità della Provincia, la raccolta complessiva raggiunge così un buon risultato, pari a kg. Altro record di Sondrio è quello della popolazione servita che con solo 5 Centri di Raccolta risulta comunque pari al 100%. FIG. 13 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Sondrio 2010 (kg) La ripartizione dei RAEE risulta molto particolare in Provincia di Sondrio con una preponderanza dei piccoli elettrodomestici (R4) che totalizzano esattamente un terzo della raccolta. È invece relativamente scarsa la raccolta di tv e monitor (R3) al 19,25%. Poche differenze invece tra gli altri due Raggruppamenti principali con l R2 (grandi elettrodomestici) al 24,32% e l R1 (apparecchiature refrigeranti) al 22,99%. Bassa la percentuale delle sorgenti luminose (R5) pari allo 0,15%. VARESE RAEE Raccolti (Kg) Raccolta pro-capite 5,97 Nr Ritiri Nr. Centri di Raccolta 69 Popolazione residente Popolazione servita Percentuale Popolazione servita 92,97% Rallenta leggermente l incremento della raccolta a Varese tanto che la Provincia passa dal secondo a terzo posto per raccolta pro-capite. I 5,97 kg per abitante rimangono comunque un ottimo risultato che fa il paio con gli oltre 5 milioni di kg raccolti nel 2010, il quarto risultato più alto a livello regionale. I 69 Centri di Raccolta servono il 92,97% della popolazione residente. FIG. 14 RIPARTIZIONE DEI RAEE TRA I 5 RAGGRUPPAMENTI - Provincia di Varese 2010 (kg) Oltre un terzo dei RAEE raccolti nella Provincia di Varese sono rappresentati da tv e monitor (Raggruppamento R3). Rilevanti anche i dati dei grandi elettrodomestici (R2, pari al 23,15% del totale) e del Raggruppamento R4 (piccoli elettrodomestici, 21,31%). Segue il Raggruppamento R1 (freddo e clima, 18,11%) mentre chiudono la ripartizione le sorgenti luminose (R5) pari a circa lo 0,5%

11 Coordinamento editoriale: Extra - Comunicazione e Marketing Illustrazioni: Carlo Baffi Progetto Grafico: MetaStudio di Mauro Fanti

12 CENT RO D I COORD I NAM ENTO

DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN CAMPANIA ANNO 2010

DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN CAMPANIA ANNO 2010 RAPPORTO RAEE Campania:Layout 1 24/06/11 19.33 Pagina 1 CENT RO D I COORD I NAM ENTO Assessorato alle Politiche Ambientali DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

Dettagli

CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN UMBRIA 2010

CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN UMBRIA 2010 CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN UMBRIA 2010 2 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

Dettagli

DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN VENETO ANNO 2010

DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN VENETO ANNO 2010 CENT RO D I COORD I NAM ENTO REGIONE DEL VENETO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN VENETO ANNO 2010 2 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE

Dettagli

CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN ABRUZZO ANNO 2010

CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN ABRUZZO ANNO 2010 CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN ABRUZZO ANNO 2010 2 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED

Dettagli

AdnKronos Lombardia è la più virtuosa nella raccolta Raee, 4,79 chili per abitante

AdnKronos Lombardia è la più virtuosa nella raccolta Raee, 4,79 chili per abitante INDICE RASSEGNA STAMPA Presentazione Dossier Regione Lombardia 20 giugno 2011 QUOTIDIANI L eco di Bergamo Lavatrici e tv da riciclare Bergamo vince la sfida verde Giornale di Bergamo Rifiuti elettronici,

Dettagli

INDICE RASSEGNA STAMPA Presentazione Dossier Regione Trentino 22 giugno 2011

INDICE RASSEGNA STAMPA Presentazione Dossier Regione Trentino 22 giugno 2011 INDICE RASSEGNA STAMPA Presentazione Dossier Regione Trentino 22 giugno 2011 QUOTIDIANI Corriere del Trentino Rifiuti elettronici, Trentino virtuoso L Adige Per i rifiuti elettronici raccolta in crescita

Dettagli

centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LIGURIA ANNO 2011

centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LIGURIA ANNO 2011 centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LIGURIA ANNO centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE

Dettagli

Martedì 05 maggio >Facebook

Martedì 05 maggio >Facebook Accedi >>Ô seleziona un comune Registrati A Menu HOME / CRONACA / FIUMI DI SPAZZATURA ELETTRONICA CRESCE LA RACCOLTA, LOMBARDIA LEADER Cronaca Economia Altri Articoli Cultura e Spettacoli Martedì 05 maggio

Dettagli

CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN EMILIA-ROMAGNA ANNO 2010

CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN EMILIA-ROMAGNA ANNO 2010 CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN EMILIA-ROMAGNA ANNO 2010 2 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE

Dettagli

INDICE RASSEGNA STAMPA Presentazione Dossier Regione Veneto 10 giugno 2011

INDICE RASSEGNA STAMPA Presentazione Dossier Regione Veneto 10 giugno 2011 INDICE RASSEGNA STAMPA Presentazione Dossier Regione Veneto 10 giugno 2011 QUOTIDIANI Cronaca di Verona Il Veneto è al terzo posto in Italia per raccolta Raee Il Gazzettino Venezia. Il Veneto al terzo

Dettagli

CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA ANNO 2011

CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA ANNO 2011 CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN LOMBARDIA ANNO CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE

Dettagli

ALLEGATO STATISTICO LECCO

ALLEGATO STATISTICO LECCO Nota informativa N. 1 del 14 febbraio 2011 Analisi congiunturale 4 trimestre 2010 industria, artigianato e commercio ALLEGATO STATISTICO LECCO 1 Provincia di Lecco. Produzione industriale. Variazioni tendenziali

Dettagli

Lombardia DATI REGIONALI. Panorama economico

Lombardia DATI REGIONALI. Panorama economico Lombardia L andamento del PIL è migliore rispetto a quello delle altre regioni, il reddito per abitante aumenta e sale anche la spesa complessiva per i beni durevoli. Milano continua a detenere il primato

Dettagli

Il turismo in Brianza

Il turismo in Brianza Il turismo in Brianza Sistema delle imprese e flussi turistici A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza Marzo 2013 I numeri del turismo in Brianza Strutture ricettive al 31

Dettagli

Servizio idrico integrato Lombardia Assetti organizzativi e performance economico-finanziarie delle aziende operanti in ciascun ATO

Servizio idrico integrato Lombardia Assetti organizzativi e performance economico-finanziarie delle aziende operanti in ciascun ATO Servizio idrico integrato Lombardia Assetti organizzativi e performance economico-finanziarie delle aziende operanti in ciascun ATO A.T.O. della Città metropolitana di Milano (Provinciale) Ufficio d'ambito

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 3 trimestre 2010

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 3 trimestre 2010 DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 3 trimestre 2010 Imprese nel complesso In Lombardia, nel secondo trimestre del 2010 le anagrafi camerali registrano un saldo positivo di 4.448 unità. Alla fine di settembre

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 4 trimestre 2008

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 4 trimestre 2008 DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 4 trimestre 2008 Imprese nel complesso In Lombardia, nel quarto trimestre del 2008 le anagrafi camerali registrano un saldo positivo di 1.857 unità. Alla fine di dicembre

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 1 trimestre 2011

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 1 trimestre 2011 DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 1 trimestre 2011 Imprese nel complesso In Lombardia, nel primo trimestre del 2011 le anagrafi camerali registrano un saldo positivo di 987 unità. Alla fine di marzo risultano

Dettagli

Un approfondimento dell Ufficio Studi della Camera di Commercio IN DIMINUZIONE IL PIL DEL LODIGIANO

Un approfondimento dell Ufficio Studi della Camera di Commercio IN DIMINUZIONE IL PIL DEL LODIGIANO Comunicato stampa n. 1 del 10 Gennaio 2007 Un approfondimento dell Ufficio Studi della Camera di Commercio IN DIMINUZIONE IL PIL DEL LODIGIANO Prodotto interno lordo - Nel il Prodotto interno lordo della

Dettagli

pensioni rivalutate e congelate nelle province della Lombardia

pensioni rivalutate e congelate nelle province della Lombardia 90501 - gennaio 2012 Scheda 51 1 Osservatorio previdenza Spi-Cgil Lombardia scheda nr. 51 gennaio 2012 pensioni rivalutate e congelate nelle province della Lombardia CIRCA MEZZO MILIONE DI PENSIONI LOMBARDE

Dettagli

Lombardia Statistiche Report

Lombardia Statistiche Report Lombardia Statistiche Report N 9 / 2016 13 dicembre 2016 L incidentalità stradale nel 2015 in Lombardia e nei suoi territori Il trend a livello regionale Nel 2015 gli incidenti stradali che hanno provocato

Dettagli

venerdì 27 dicembre 2013

venerdì 27 dicembre 2013 Ufficio Stampa CISL Bergamo Rassegna Stampa venerdì 27 dicembre 2013 venerdì 27 dicembre 2013 REGIONE LOMBARDIA "Abbiamo assegnato 4.288 doti per la fascia 'alta' per un totale di oltre 11 milioni di

Dettagli

L offerta turistica in Lombardia - Anno 2015

L offerta turistica in Lombardia - Anno 2015 Lombardia Statistiche Report N 6 / 4 agosto 2016 L offerta turistica in Lombardia - Anno 2015 L'offerta al Per il 2015 i dati sul patrimonio ricettivo mettono in evidenza che la Lombardia è caratterizzata

Dettagli

Nota informativa n. 8 del 16 novembre 2016

Nota informativa n. 8 del 16 novembre 2016 Nota informativa n. 8 del 16 novembre 2016 Analisi congiunturale 3 trimestre 2016 industria, artigianato, commercio e servizi A cura dell U.O. Studi, Programmazione, Statistica e Osservatori della Camera

Dettagli

Lombardia Statistiche Report

Lombardia Statistiche Report Lombardia Statistiche Report N 1 / 2017 9 febbraio 2017 I conti economici regionali: le performance della Lombardia La dinamica del prodotto interno lordo Secondo i più recenti dati della contabilità economica

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 2 trimestre 2009

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 2 trimestre 2009 DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 2 trimestre 2009 Imprese nel complesso In Lombardia, nel secondo trimestre del 2009 le anagrafi camerali registrano un saldo positivo di 4.839 unità. Alla fine di giugno

Dettagli

Il rapporto annuale sul mercato del lavoro e la formazione in Lombardia Anno Focus sistema educativo

Il rapporto annuale sul mercato del lavoro e la formazione in Lombardia Anno Focus sistema educativo Il rapporto annuale sul mercato del lavoro e la formazione in Lombardia Anno 2015 Focus sistema educativo Milano, 12 maggio 2016 GIANNI MENICATTI LUCA SCHIONATO Rapporto curato da: IRS Istituto per la

Dettagli

L immigrazione straniera nella Provincia di Bergamo

L immigrazione straniera nella Provincia di Bergamo Provincia di Bergamo Settore Istruzione Formazione Lavoro e Politiche Sociali L immigrazione straniera nella Provincia di Bergamo di Alessio Menonna, Università degli Studi Milano-Bicocca Fondazione Ismu

Dettagli

GLI STRANIERI NELL ECONOMIA DELLA BRIANZA. A cura del Servizio Studi, statistica e prezzi

GLI STRANIERI NELL ECONOMIA DELLA BRIANZA. A cura del Servizio Studi, statistica e prezzi GLI STRANIERI NELL ECONOMIA DELLA BRIANZA A cura del Servizio Studi, statistica e prezzi Monza, ottobre 2014 Uno sguardo alla popolazione Andamento della popolazione in Brianza Popolazione di cui stranieri

Dettagli

10.3. Analisi congiunturale 3 trimestre 2013 industria, artigianato, commercio e servizi.

10.3. Analisi congiunturale 3 trimestre 2013 industria, artigianato, commercio e servizi. 10.3 Nota informativa n. 6 del 19 novembre 2013 Analisi congiunturale 3 trimestre 2013 industria, artigianato, commercio e servizi. A cura dell U.O. Studi, Programmazione, Statistica e Osservatori della

Dettagli

Statistica e Osservatori LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA. In Generale. Coordinamento editoriale:

Statistica e Osservatori LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA. In Generale. Coordinamento editoriale: Statistica e Osservatori NOTIZIESTATISTICHE Numero 5 - Aprile 2007 (Estratto dal Comunicato Stampa di Istat sulle Agrituristiche del 16 apirle 07) LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA L Istat

Dettagli

Condizioni e tendenze del sistema produttivo siciliano

Condizioni e tendenze del sistema produttivo siciliano Condizioni e tendenze del sistema produttivo siciliano 1. Le imprese attive Alla fine del 2011, in Sicilia erano attive poco meno di 381.000 imprese (le registrate erano oltre 463.000), in contrazione

Dettagli

Il parco veicolare di Monza e della Brianza 2015

Il parco veicolare di Monza e della Brianza 2015 2016 8 Il parco veicolare di Monza e della Brianza 2015 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza,

Dettagli

Eccellenze produttive e makers in Lombardia

Eccellenze produttive e makers in Lombardia Eccellenze produttive e makers in Lombardia UFFICIO STUDI CONFARTIGIANATO IMPRESE OSSERVATORIO MPI CONFARTIGIANATO LOMBARDIA 2 HIGHLIGHTS SU LA LOMBARDIA IN EUROPA E NEL MONDO Occupa le prime posizioni

Dettagli

LOMBARDIA EROGAZIONI TRIMESTRALI IN LOMBARDIA PRESTITI PER L'ACQUISTO DI ABITAZIONI A FAMIGLIE CONSUMATRICI -13% -6% 30/06/ /09/ /12/2007

LOMBARDIA EROGAZIONI TRIMESTRALI IN LOMBARDIA PRESTITI PER L'ACQUISTO DI ABITAZIONI A FAMIGLIE CONSUMATRICI -13% -6% 30/06/ /09/ /12/2007 LOMBARDIA 6.000 5.000 4.000 3.000 2.000 1.000 EROGAZIONI TRIMESTRALI IN LOMBARDIA 2 32% 9% 1 13% 1 3% 1 3% 9% 4% 4% 13% 11 4 3 1 1 Il mercato dei prestiti per l acquisto delle abitazioni destinato a famiglie

Dettagli

CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN TOSCANA ANNO 2009

CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN TOSCANA ANNO 2009 CENT RO D I COORD I NAM ENTO DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN TOSCANA ANNO 2009 2 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED

Dettagli

3 LA PRODUZIONE DI RICCHEZZA

3 LA PRODUZIONE DI RICCHEZZA 3 LA PRODUZIONE DI RICCHEZZA Per analizzare l evoluzione della congiuntura economica nel territorio lecchese e cogliere l intensità con cui la crisi si è ripercossa sull economia provinciale, appare opportuno

Dettagli

LEGAMBIENTE DOSSIER PM10 IN PIANURA PADANA, CONFRONTO TRA REGIONI E TENDENZA NEGLI ANNI ANCORA LUNGA LA STRADA PER RIENTRARE NEI LIMITI

LEGAMBIENTE DOSSIER PM10 IN PIANURA PADANA, CONFRONTO TRA REGIONI E TENDENZA NEGLI ANNI ANCORA LUNGA LA STRADA PER RIENTRARE NEI LIMITI LEGAMBIENTE DOSSIER PM1 IN PIANURA PADANA, CONFRONTO TRA REGIONI E TENDENZA NEGLI ANNI ANCORA LUNGA LA STRADA PER RIENTRARE NEI LIMITI Legambiente Veneto ha confrontato il PM1 in Veneto, Lombardia e Piemonte,

Dettagli

Statistica e Osservatori LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA. Coordinamento editoriale: Alloggio Ristorazione Degustazione Altre Attività

Statistica e Osservatori LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA. Coordinamento editoriale: Alloggio Ristorazione Degustazione Altre Attività Statistica e Osservatori NOTIZIESTATISTICHE Numero 5 - Novembre 2008 (Estratto dal Comunicato Stampa di Istat sulle Agrituristiche del 26 novembre 08) LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA L Istat

Dettagli

Occupazione e forze lavoro in provincia di Bergamo. Dati medi annuali 2015

Occupazione e forze lavoro in provincia di Bergamo. Dati medi annuali 2015 Occupazione e forze lavoro in provincia di. Dati medi annuali Servizio Studi della Camera di Commercio di 01/04/2016 OCCUPAZIONE E FORZE LAVORO NEL A BERGAMO Secondo i dati medi annui provinciali dell

Dettagli

OCCUPAZIONE E FORZE LAVORO NEL 2014 A BERGAMO

OCCUPAZIONE E FORZE LAVORO NEL 2014 A BERGAMO Occupazione e forze lavoro a nel 2014 Servizio Studi della CCIAA di OCCUPAZIONE E FORZE LAVORO NEL 2014 A BERGAMO Secondo i dati medi annui provinciali dell indagine campionaria sulle Forze di lavoro di

Dettagli

Commercio di souvenir in Lombardia nel 2016 Commercio al dettaglio

Commercio di souvenir in Lombardia nel 2016 Commercio al dettaglio C ' u z, h C ' (us ') C suv L C ' C s s C p fu C C h (us pz pu ) C p Pv BERGAMO 7 7,% -,% BRESCIA 7-3,% -,% COMO 3 73,% 73,% CREMONA - 3 - -,3%,% LECCO 3-37,% 3 -,% LODI - 3 3-3,% 3,% MANTOVA - - - 3,3%,%

Dettagli

Sindacato confederale e unitario dei pensionati: Un confronto con i Comuni Monday, 06 February :30

Sindacato confederale e unitario dei pensionati: Un confronto con i Comuni Monday, 06 February :30 Aumenta il sostegno economico dei cittadini lombardi per avere servizi pubblici locali, i Comuni hanno avanzi di amministrazione dettati da troppa prudenza e non sempre buona programmazione. Il confronto

Dettagli

Il turismo in Provincia di Milano a cura dell Osservatorio Turismo della Provincia di Milano

Il turismo in Provincia di Milano a cura dell Osservatorio Turismo della Provincia di Milano 1 Il turismo in Provincia di Milano a cura dell Osservatorio Turismo della Provincia di Milano Flussi turistici 2008 a confronto (triennio 2006-2008) Indice Flussi turistici nelle Province lombarde per

Dettagli

Famiglia e risparmio: la risposta italiana alla crisi Monza, Lombardia, Italia

Famiglia e risparmio: la risposta italiana alla crisi Monza, Lombardia, Italia Famiglia e risparmio: la risposta italiana alla crisi Monza, Lombardia, Italia con il coordinamento scientifico di Metodologia e caratteristiche: il campione Somministrazione telefonica di un questionario

Dettagli

Nota informativa N. 3 del 5 agosto 2010

Nota informativa N. 3 del 5 agosto 2010 Nota informativa N. 3 del 5 agosto 2010 Analisi congiunturale 2 trimestre 2010 industria, artigianato e commercio A cura dell U.O. Studi, Programmazione, Statistica e Osservatori della Camera di Commercio

Dettagli

Esercizi di vicinato Medie strutture vendita

Esercizi di vicinato Medie strutture vendita La ricerca si propone di fornire un aggiornamento della realtà distributiva al dettaglio della provincia di Brescia, alla data del 2005, evidenziando i dati sulla stessa, organizzati per tipologia di vendita,

Dettagli

Il parco veicolare di Monza e della Brianza 2016

Il parco veicolare di Monza e della Brianza 2016 2017 7 Il parco veicolare di Monza e della Brianza 2016 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza,

Dettagli

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato Lombardia 29/06/2016 Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE HIGHLIGHTS SETTORE MECCANICA DEL TERRITORIO DI VARESE

Dettagli

OSSERVATORIO ECONOMICO PROVINCIALE

OSSERVATORIO ECONOMICO PROVINCIALE Nota informativa n. 2 del 19 febbraio 2016 Il Registro di Lecco: iscrizioni, cessazioni e stock di imprese lecchesi, lombarde e italiane nel 2015 A cura dell U.O. Studi, Programmazione, Statistica e Osservatori

Dettagli

L imprenditoria femminile in provincia di Brescia

L imprenditoria femminile in provincia di Brescia L imprenditoria femminile in provincia di Brescia Rapporto elaborato a cura dell Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Brescia su dati Istat, Infocamere, Movimprese. Brescia, marzo 2015

Dettagli

SICILIA 2014 CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

SICILIA 2014 CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE SICILIA DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE CENT RO D I COORD I NAM ENTO CENT RO D I COORD I NAM ENTO CENT RO D I COORD I NAM

Dettagli

Lo sviluppo della geotermia in Lombardia

Lo sviluppo della geotermia in Lombardia Lo sviluppo della geotermia in Lombardia 30 ottobre 2012 - Milano 20 CO 2 Stefania Ghidorzi 20 RE 20 FER IL CONTESTO DI RIFERIMENTO: L AZIONE CLIMA EUROPEA RINNOVABILI 17% DEI CONSUMI ENERGETICI AL 2020

Dettagli

Osservatorio previdenza. Spi-Cgil Lombardia. scheda nr. 42 settembre 2009 L INVECCHIAMENTO DEI PENSIONATI LOMBARDI

Osservatorio previdenza. Spi-Cgil Lombardia. scheda nr. 42 settembre 2009 L INVECCHIAMENTO DEI PENSIONATI LOMBARDI 1 Osservatorio previdenza Spi-Cgil Lombardia scheda nr. 42 settembre 2009 L INVECCHIAMENTO DEI PENSIONATI LOMBARDI In questo numero: 2 In Lombardia diminuiscono le pensioni previdenziali agli ex dipendenti,

Dettagli

Osservatorio previdenza

Osservatorio previdenza Osservatorio previdenza Spi-Cgil Lombardia Scheda numero 59 febbraio 2014 LE PENSIONI LOMBARDE DA UN CONGRESSO CGIL ALL ALTRO La comparazione di redditi pensionistici ed età dei beneficiari lombardi negli

Dettagli

LIGURIA 2015 CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

LIGURIA 2015 CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE LIGURIA 2015 DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE CENT RO D I COORD I NAM ENTO CENT RO D I COORD I NAM ENTO Rapporto Regione Liguria

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI IN LOMBARDIA IV trimestre 2015

IL MERCATO DEI MUTUI IN LOMBARDIA IV trimestre 2015 IL MERCATO DEI MUTUI IN LOMBARDIA IV trimestre 2015 L'Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato l'andamento dei finanziamenti concessi alle famiglie residenti sul territorio regionale e finalizzati

Dettagli

Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 03 Febbraio 2015. Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa

Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 03 Febbraio 2015. Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 03 Febbraio 2015 Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa 2 POSITIVI NEGATIVI STABILI Aumento costante della domanda di mutui Aumento

Dettagli

Infortuni sul lavoro Anni

Infortuni sul lavoro Anni Statistica e Osservatori NOTIZIESTATISTICHE STATISTICA E OSSERVATORI N. 2 - Luglio 2008 L INAIL produce annualmente un rapporto sulle denunce di infortuni sul lavoro. I dati sono derivati da archivi gestionali

Dettagli

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO 2007-2016 Como, 24 gennaio 2018 Ufficio Studi e Statistica Fonte dei dati: ISTAT - PoliSLombardia Provincia di Como PROVINCE LOMBARDE REGIONE - ITALIA Presenze

Dettagli

Famiglie e fiducia. Monza e Brianza, Lombardia, Italia. Monza, 26 gennaio In collaborazione con Digicamere

Famiglie e fiducia. Monza e Brianza, Lombardia, Italia. Monza, 26 gennaio In collaborazione con Digicamere Famiglie e fiducia Monza e Brianza, Lombardia, Italia Monza, 26 gennaio 2011 In collaborazione con Digicamere Metodologia e caratteristiche: il campione Somministrazione telefonica di un questionario a

Dettagli

Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT

Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT Fondazione Ordine degli Ingegneri, 8 giugno 2016 Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT Principali risultati della Matrice Regionale O/D 2014 Roberto Spagnolo, Responsabile Area Service

Dettagli

Nota informativa n maggio 2016

Nota informativa n maggio 2016 Nota informativa n. 6-13 maggio 2016 Analisi congiunturale 1 trimestre 2016 industria, artigianato, commercio e servizi A cura dell U.O. Studi, Programmazione, Statistica e Osservatori della Camera di

Dettagli

centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN ABRUZZO ANNO 2011

centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN ABRUZZO ANNO 2011 centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN ABRUZZO ANNO centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE

Dettagli

GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 16 GENNAIO

GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 16 GENNAIO GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 16 GENNAIO 2017 SOMMARIO Dall adesione alla presa in carico - Focus 1, 2 e 3 Distribuzione delle prese in carico per fascia

Dettagli

Brianza: imprese culturali e creative 2 trimestre 2015

Brianza: imprese culturali e creative 2 trimestre 2015 Brianza: imprese culturali e creative 2 trimestre 2015 A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza Il Distretto Culturale Evoluto: cosa è? Il Distretto Culturale Evoluto di Monza

Dettagli

La gestione dei rifiuti in Lombardia

La gestione dei rifiuti in Lombardia La gestione dei rifiuti in Lombardia La produzione o di rifiuti urbani Il presente rapporto analizza i dati 2006 e 2007, anni in cui è entrato in vigore il D. Lgs. n. 152/06, che definisce nuovi modi di

Dettagli

INDICE RASSEGNA STAMPA Presentazione Dossier Regione Val D Aosta 27 giugno 2011

INDICE RASSEGNA STAMPA Presentazione Dossier Regione Val D Aosta 27 giugno 2011 INDICE RASSEGNA STAMPA Presentazione Dossier Regione Val D Aosta 27 giugno 2011 QUOTIDIANI La Stampa Ambiente raggiunti i 4,47 kg per abitante. Primato nella raccolta dei rifiuti elettrici WEB Ansa Rifiuti:

Dettagli

Mobilità elettrica. Elena Colombo Dirigente Struttura Reti Energetiche D.G Ambiente Energia e Sviluppo Sostenibile Regione Lombardia

Mobilità elettrica. Elena Colombo Dirigente Struttura Reti Energetiche D.G Ambiente Energia e Sviluppo Sostenibile Regione Lombardia Mobilità elettrica 26 ottobre 2017 in Lombardia Elena Colombo Dirigente Struttura Reti Energetiche D.G Ambiente Energia e Sviluppo Sostenibile Regione Lombardia 1 Il Programma Fondo Europeo di Energetico

Dettagli

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA RELAZIONE SUI SERVIZI DEGLI ENTI LOCALI. Magistrato Istruttore Giancarlo Penco

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA RELAZIONE SUI SERVIZI DEGLI ENTI LOCALI. Magistrato Istruttore Giancarlo Penco CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA RELAZIONE SUI SERVIZI DEGLI ENTI LOCALI Magistrato Istruttore Giancarlo Penco Hanno collaborato all elaborazione della relazione: Germano

Dettagli

STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI

STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI 27 novembre 2014 Anno 2012 STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI Nel 2012, le imprese attive dell industria e dei servizi di mercato sono 4,4 milioni e occupano

Dettagli

POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE. Anno Anticipazione

POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE. Anno Anticipazione Ragioneria Generale I Direzione Sistemi informativi di pianificazione e controllo finanziario U.O. Statistica POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE Anno 2016 Anticipazione Indice Stranieri residenti per area

Dettagli

Via Stephenson, 94, Milano (Italy), Tel , Fax ,,

Via Stephenson, 94, Milano (Italy), Tel , Fax ,, Centro Internazionale per gli Antiparassitari e la Prevenzione Sanitaria International Centre for Pesticides and Health Risk Prevention (ICPS) Via Stephenson, 94, 20157 Milano (Italy), Tel. +39 02 3568661,

Dettagli

LE IMPRESE LECCHESI PREVEDONO NUOVE ASSUNZIONI TRA LUGLIO E SETTEMBRE 2017.

LE IMPRESE LECCHESI PREVEDONO NUOVE ASSUNZIONI TRA LUGLIO E SETTEMBRE 2017. Nota informativa n. 7 del 4 agosto 2017 Previsioni occupazionali delle imprese con dipendenti nel trimestre luglio-settembre 2017 (nuova indagine Excelsior) LE IMPRESE LECCHESI PREVEDONO 4.890 NUOVE ASSUNZIONI

Dettagli

centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN MOLISE ANNO 2012

centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN MOLISE ANNO 2012 centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN MOLISE ANNO centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE

Dettagli

GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 8 MAGGIO

GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 8 MAGGIO GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 8 MAGGIO 2017 SOMMARIO Dall adesione alla presa in carico - Focus 1, 2 e 3 Distribuzione delle prese in carico per fascia

Dettagli

QUANTI E QUALI GRUPPI AMA IN LOMBARDIA: DAI DATI RACCOLTI NELLA MAPPATURA REGIONALE

QUANTI E QUALI GRUPPI AMA IN LOMBARDIA: DAI DATI RACCOLTI NELLA MAPPATURA REGIONALE QUANTI E QUALI GRUPPI AMA IN LOMBARDIA: DAI DATI RACCOLTI NELLA MAPPATURA REGIONALE Maria Pia Ma, Istituto di Sociologia e Ricerca Sociale Università Bicocca Milano Perché mappare una realtà quale quella

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Risultati "Progetto Promoter" ANCI - CdC RAEE. Giugno 2014. a cura di

RASSEGNA STAMPA. Risultati Progetto Promoter ANCI - CdC RAEE. Giugno 2014. a cura di RASSEGNA STAMPA Risultati "Progetto Promoter" ANCI - CdC RAEE Giugno 2014 a cura di COMUNICATO STAMPA Pronti i risultati del ʻProgetto Promoterʼ ANCI-CdC RAEE: contro i furti di RAEE più controlli sul

Dettagli

Anno 2009 L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA. QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 5/2010 maggio Fonte dati ISTAT

Anno 2009 L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA. QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 5/2010 maggio Fonte dati ISTAT L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA Anno 2009 QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 5/2010 maggio 2010 Fonte dati ISTAT Elaborazioni Ufficio Studi ed Informazione Statistica Il 28 aprile 2010 l Istituto Nazionale

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEGLI INCIDENTI STRADALI ISTAT. Angelo Cortellazzi Provincia di Mantova

RILEVAZIONE STATISTICA DEGLI INCIDENTI STRADALI ISTAT. Angelo Cortellazzi Provincia di Mantova RILEVAZIONE STATISTICA DEGLI INCIDENTI STRADALI ISTAT Angelo Cortellazzi Provincia di Mantova RILEVAZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI Modello Istat CTT.INC PRIMA DEL 1999 Forze dell Ordine ISTAT DAL 1999

Dettagli

GLI OPERATORI ECONOMICI ALL EXPORT E LE IMPRESE ESPORTATRICI DELLA LOMBARDIA

GLI OPERATORI ECONOMICI ALL EXPORT E LE IMPRESE ESPORTATRICI DELLA LOMBARDIA GLI OPERATORI ECONOMICI ALL EXPORT E LE IMPRESE ESPORTATRICI DELLA LOMBARDIA novembre 215 Gli operatori economici all export della Lombardia (28-214) Secondo elaborazioni di Unioncamere Lombardia su dati

Dettagli

DATI ISTAT SULLA FORZA LAVORO

DATI ISTAT SULLA FORZA LAVORO DATI ISTAT SULLA FORZA LAVORO Provincia di Piacenza: Forze di lavoro e tassi di disoccupazione, occupazione e attività, medie annue 2000/2002 2000 2001 2002 FORZE DI LAVORO OCCUPATI 107 110 111 maschi

Dettagli

Via G.B. Grassi, 74, Milano (Italy), Tel , Fax ,

Via G.B. Grassi, 74, Milano (Italy), Tel , Fax , Centro Internazionale per gli Antiparassitari e la Prevenzione Sanitaria International Centre for Pesticides and Health Risk Prevention (ICPS) Via G.B. Grassi, 74, 20157 Milano (Italy), Tel. +39 02 3568661,

Dettagli

DOTE UNICA LAVORO Occupati in Lombardia! Valentina Aprea Assessore all Istruzione, Formazione e Lavoro Regione Lombardia

DOTE UNICA LAVORO Occupati in Lombardia! Valentina Aprea Assessore all Istruzione, Formazione e Lavoro Regione Lombardia DOTE UNICA LAVORO 2013-2015 Occupati in Lombardia! Valentina Aprea Assessore all Istruzione, Formazione e Lavoro Regione Lombardia Una fotografia dell Italia Censis 2013 Il lavoro che manca: raddoppiato

Dettagli

L agriturismo lombardo nel 2010

L agriturismo lombardo nel 2010 L agriturismo lombardo nel 2010 In un contesto agricolo che sta cambiando per una serie di motivi che sono davanti agli occhi di tutti, l agricoltore è incentivato a diversificare la propria attività verso

Dettagli

7 OTTOBRE 2009 BOLOGNA

7 OTTOBRE 2009 BOLOGNA CONVEGNO NAZIONALE RAEE 7 OTTOBRE 2009 BOLOGNA Centro di Coordinamento RAEE CdC RAEE Fabrizio Longoni Sistemi Collettivi: raggruppano Produttori Produttore x Produttore y Produttore Z Produttore A Produttore

Dettagli

Anno 2013 Unità Organizzativa Governo della Prevenzione e Tutela Sanitaria Direzione Generale Salute

Anno 2013 Unità Organizzativa Governo della Prevenzione e Tutela Sanitaria Direzione Generale Salute Infortuni stradali in Lombardia: quadro di contesto Anno 2013 Unità Organizzativa Governo della Prevenzione e Tutela Sanitaria Direzione Generale Salute Infortuni stradali in Lombardia Gli incidenti stradali

Dettagli

I redditi della Provincia di Monza e Brianza

I redditi della Provincia di Monza e Brianza 2013 9 I redditi della Provincia di Monza e Brianza L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza, in

Dettagli

2 RIFIUTI SPECIALI Dati 2013

2 RIFIUTI SPECIALI Dati 2013 2 RIFIUTI SPECIALI Dati 2013 I dati relativi ai rifiuti speciali hanno come fonte le dichiarazioni del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD) di cui alla Legge. n. 70 del 25/1/1994, da presentare

Dettagli

L occupazione femminile e maschile nel settore. del Credito Assicurazioni in Lombardia Coordinamento Nazionale Donne Fisac CGIL

L occupazione femminile e maschile nel settore. del Credito Assicurazioni in Lombardia Coordinamento Nazionale Donne Fisac CGIL L occupazione femminile e maschile nel settore del Credito Assicurazioni in Lombardia 2006-2007 Coordinamento Nazionale Donne Fisac CGIL Roma 11 giugno 2010 Materiale didattico Maria La Salandra Fonte:

Dettagli

VULNERABILITÀ SOCIALE: QUADRO DI CONTESTO E STRUMENTI DI ANALISI. Filippo Bongiovanni Milano, 28 gennaio 2016

VULNERABILITÀ SOCIALE: QUADRO DI CONTESTO E STRUMENTI DI ANALISI. Filippo Bongiovanni Milano, 28 gennaio 2016 VULNERABILITÀ SOCIALE: QUADRO DI CONTESTO E STRUMENTI DI ANALISI Filippo Bongiovanni Milano, 28 gennaio 2016 Struttura della presentazione Un chiarimento lessicale Evoluzione congiunturale dell economia

Dettagli

L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA

L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA Anno 2008 QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 6/2009 Aprile 2009 Fonte dati ISTAT Elaborazioni Ufficio Studi ed Informazione Statistica In data 28 aprile 2009 l Istituto

Dettagli

5. VALORE AGGIUNTO, REDDITO CONSUMI E PATRIMONIO. ŀ5. Valore Aggiunto, Reddito, Consumi e Patrimonio

5. VALORE AGGIUNTO, REDDITO CONSUMI E PATRIMONIO. ŀ5. Valore Aggiunto, Reddito, Consumi e Patrimonio 5. VALORE AGGIUNTO, REDDITO CONSUMI E PATRIMONIO ŀ5. Valore Aggiunto, Reddito, Consumi e Patrimonio 45 5.1 Il Valore Aggiunto L Istituto Tagliacarne, che quantifica ogni anno il valore aggiunto a livello

Dettagli

Brexit, le conseguenze per le imprese

Brexit, le conseguenze per le imprese Relazioni con i media tel. 02 1.22-29, 6121. Comunicati su www.mi.camcom.it Brexit, le conseguenze per le imprese UE debole e taglio del business Per il 2%, effetto domino su altri Paesi, ma tiene la fiducia

Dettagli

LE ALER: UN QUADRO DI SINTESI

LE ALER: UN QUADRO DI SINTESI Regione Lombardia Assessorato alla Casa, housing sociale e pari opportunità LE : UN QUADRO DI SINTESI Sintesi dei dati estratti dai bilanci consuntivi 2012 1 SOMMARIO LE DIMENSIONI AZIENDALI...3 IL PATRIMONIO...3

Dettagli

LE FORZE DI LAVORO IN LOMBARDIA. Serie storica anni

LE FORZE DI LAVORO IN LOMBARDIA. Serie storica anni LE FORZE DI LAVORO IN LOMBARDIA anno 2011 Nel corso dell anno 2011 in Lombardia ci sono stati in media 4 milioni e 273mila occupati, numero che conferma quello dell anno precedente. Si è così arrestato

Dettagli

L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014

L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014 L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014 Servizio Studi della Camera di Commercio di Bergamo 26/06/2014 Le esportazioni originate dalla provincia di Bergamo

Dettagli

Nota informativa N. 9 del 1 settembre 2015

Nota informativa N. 9 del 1 settembre 2015 cciaa_lc AOO1-CCIAA_LC - REG. CLCRP - PROTOCOLLO 0012613/U DEL 01/09/2015 15:33:09 Nota informativa N. 9 del 1 settembre 2015 RISULTATI DELLA XVIII INDAGINE EXCELSIOR A cura dell U.O. Studi, Programmazione,

Dettagli

Analisi congiunturale 4 trimestre 2015 industria, artigianato, commercio e servizi

Analisi congiunturale 4 trimestre 2015 industria, artigianato, commercio e servizi Nota informativa n. 1 del 15 febbraio 2016 Analisi congiunturale 4 trimestre 2015 industria, artigianato, commercio e servizi A cura dell U.O. Studi, Programmazione, Statistica e Osservatori della Camera

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE Imprese Artigiane

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE Imprese Artigiane DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE LOMBARDE Imprese Artigiane (2 trimestre 2009) Aumenta il numero delle imprese artigiane registrate negli archivi lombardi nel secondo trimestre 2009. E di +257 unità il saldo risultante

Dettagli