1 Per Iniziare Interfaccia Grafica Configurazione Runtime...10

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 Per Iniziare...4. 2 Interfaccia Grafica...6. 3 Configurazione Runtime...10"

Transcript

1 MANUALE RUNTIME

2 SOMMARIO PUBBLICAZIONE 1 Per Iniziare Prerequisiti Installazione Collegamento Selezione Sessione Menù principale Interfaccia Grafica Elementi base dell interfaccia Barra degli Strumenti Barra tasti di comando Barra dello opzioni Visualizzazione Workbook Barra del menu Barra dei command service Funzionalià di base Calcolatrice Calendario Griglie Configurazione Runtime Definizione Tipi di configurazione Logica di definizione della configurazione di un utente Parametri di configurazione Librerie Progetto Profilo Utente: Ambiente di Esecuzione : Definizione Menu: Comando Esecuzione Shortcut Abiltazioni: Personalizzazione Info Software Incasso Campi Output Modalità di configurazione Aggiunta/Modifica configurazione di Progetto Aggiunta/Modifica Utenti Configurazione multipla per un utente Gestione Default Video Generalità Gestione Segnalazioni d Errore Errori in fase di connessione Errori in fase di esecuzione Gestione Company In WEBGATE Premessa File WGCOMP WGCOMPT Gestione Menu In webgate Premessa Reperimento menu unico reperimento menu al cambio del sistema informativo Menu da visualizzare al Logon...Errore. Il segnalibro non è definito. 7.5 Api per scrivere/leggere i parametri ambientali Definizione delle CALL...18 Pagina 2 di 18

3 Pagina 3 di 18

4 1 PER INIZIARE 1.1 Prerequisiti Per ottenere prestazioni soddisfacenti si consiglia vivamente di rispettare i seguenti requisiti hardware e software. Hardware minimo: Pentium IV - 2 GHZ MBRAM 4 GByte disco libero Ambiente operativo: Windows2000/XP con Internet Explorer rel. 6.0 installato e funzionante Nota. Si consiglia di dimensionare il file di paging secondo la seguente formula: dimensione = 3 x RAM installata Per le applicazioni che necessitano delle possibilità offerte da Macromedia Flash Player, si consiglia di verificare l installazione del player o superiore. 1.2 Installazione Fare riferimento al foglio di installazione consegnato insieme al CD di installazione, sia per l installazione del Server che dei client. 1.3 Collegamento Per utilizzare e configurare il modulo run time è necessario avviare l applet e, alla visualizzazione del menù principale, collegarsi impostando: Sistema: Utente: Password: indirizzo ip dell iseries WEBGATERUN WEBGATERUN NB: se in possesso anche del modulo CONVERTITORE lo stesso menù viene visualizzato collegandosi con utente WEBGATECVT e password WEBGATECVT. 1.4 Selezione Sessione Se sono già presenti più configurazioni viene visualizzato lo schermo di selezione sessione. 1.5 Menù principale Il menu principale di webgate e diviso in varie parti; il presente manuale fornisce informazioni sulle sezioni: Pagina 4 di 18

5 Stato installazione Evidenzia, mediante testo scorrevole, lo stato dell attuale installazione. Runtime Permette di configurare l ambiente di esecuzione dell applicativo che utilizza la versione grafica attraverso i seguenti programmi: Tutorial Configurazione Run Time Configurazione Command Service Manutenzione Lingua Visualizza questo manuale in formato pdf (e necessario avere installato Acrobat Reader) Manuale Run time Pagina 5 di 18

6 2 INTERFACCIA GRAFICA 2.1 Elementi base dell interfaccia Barra degli Strumenti Barra tasti di comando Barra dello opzioni Visualizzazione Workbook Barra del menu Barra dei command service 2.2 Funzionalià di base Calcolatrice E disponibile per tutti i campi numerici presenti a video Per attivarla è necessario posizionarsi sul campo interessato ed effettuare un click con il tasto destro del mouse, selezionando l opzione calcolatrice (oppure attraverso la pressione dei tasti ALT -X). Il risultato dell operazione viene automaticamente inserito nel campo selezionato alla pressione del tasto ENTER. Pagina 6 di 18

7 2.2.2 Calendario E disponibile su tutti i campi numerici di lunghezza 6 o 8 cifre; Per attivarla è necessario posizionarsi sul campo interessato ed effettuare un click con il tasto destro del mouse, selezionando l opzione calendario (oppure attraverso la pressione dei tasti ALT -D). La data selezionata viene automaticamente inserito nel campo alla pressione del tasto ENTER o all effettuazione di un doppio click del mouse Griglie Opzioni Le opzioni disponibili sui record vengono riportate in una barra riposizionabile inizialmente posta alla sinistra del video.. Pagina 7 di 18

8 Per attivarle è possibile digitarle nell apposito campo oppure selezionare un record e cliccare nella barra delle opzioni sul bottone corrispondente. NB: Effettuando un doppio click sul record desiderat viene selezionata ed eseguita la prima opzione dell elenco Ordinamento E possibile riordinare i record in base al valore di una particolare colonnamantenendo premuto il tasto ALT e cliccando sulla testata della colonna Ridimensionamento colonne E possibile modificare a proprio piacere la larghezza di una colonna, utilizzando la stessa metodologia presente in Excel Nascondere una colonna E possibile nascondere una colonna tramite un click con il tasto destro del mouse sulla testata Visualizzazione su più righe Se la struttura della griglia lo prevede, è possibile visualizzare i record su più righe: Per ottenere questo è necessario cliccare col tasto destro del mouse sulla cella zero/zero, selezionando l opzione Disposizione su più righe dal relativo menu Spostamento colonne E possibile modificare a proprio piacere l ordine con cui le colonne vengono visualizzate attraverso tre semplici operazioni: 1. cliccare sulla testata della colonna da spostare (in questo modo la colonna viene evidenziata) Pagina 8 di 18

9 2. cliccare sulla colonna e trascinarla senza rilasciare il bottone del mouse (compare così una linea rossa che evidenzia la nuova posizione. Pagina 9 di 18

10 3 CONFIGURAZIONE RUNTIME 3.1 Definizione La modalità di visualizzazione ed esecuzione del client grafico viene gestita tramite un apposita configurazione detta di Runtime. Si tratta di un sistema di profiling delle applicazioni legato ad utenti/progetti/sessioni di lavoro. Attraverso la compilazione di questi profili è possibile diversificare elementi di lavoro quali: menù iniziale stampante associata abilitazioni shortcut variabili d esecuzione. E quindi possibile, ad esempio, consentire ad un utente l esecuzione di un solo programma, piuttosto che la visualizzazione di un particolare menù iniziale. 3.2 Tipi di configurazione E possibile definire tre diverse tipologie di configurazione: DEFAULT: è unico, caratterizzato dal valore *DEFAULT per campi USER, SESSION, PROJECT. Viene creato automaticamente e non deve essere modificato. PROGETTO: ne dovrebbe esistere uno per ogni progetto Webgate. Il campo PROJECT contiene il nome del progetto mentre i campi USER e SESSION devono avere valore *ALL (che sta ad indicare che le impostazioni sono valide per tutti gli utenti che utilizzano tale applicazione). Definisce le caratteristiche standard di un applicazione. 1. UTENTE: definisce le personalizzazioni che devono avere le sessioni utente (ad esempio il menu utente o la stampante ad esso collegata). Può essere relativo a tutte le applicazioni definite oppure solo ad una. Viene creato al primo collegamento sulla base dei dati presenti nello UserPrifile e può essere modificato in qualunque momento. 3.3 Logica di definizione della configurazione di un utente La definizione della configurazione di un utente nel momento in cui si collega procede secondo la seguente logica: ad ogni campo di configurazione viene assegnato il valore più specifico possibile, quindi in primo luogo quello del record utente, se non è impostato utilizzo quello del record relativo a progetto in uso ed in ultima istanza eventualmente il valore di default. 3.4 Parametri di configurazione I valori che è possibile impostare dall apposita finestra sono i seguenti (per quelli non indicati riferirsi all help contestuale): Pagina 10 di 18

11 3.4.1 Librerie Progetto Programmi : libreria programmi convertiti; Dati : libreria in cui si trovano i file WGCMD, WGIMG; Profilo Utente: Lingua : identificativo della lingua utilizzata (ITA, ENG); Gruppo : gruppo di appartenenza dell utente; Ambiente di Esecuzione : Printer Device : stampante di default associata all utente; Modo Monosessione : abilita la modalità monosessione (BLANK = N); Definizione Menu: Menu Principale / Libreria : nome del menu utente / Libreria; Menu default programmi / Libreria : nome del menu di default per il progetto / Libreria; Programma Iniziale / Libreria Use Information System Menu Comando Esecuzione Shortcut : nome del programma iniziale dell utente / Libreria; : flag che indica se il menu deve essere ricaricato al cambio del sistema Sistema Informativo in uso (BLANK = FALSE). Comando che viene eseguito quando l utente lancia uno shortcut Abiltazioni: Shortcut solo a Menu Aggiunta Help Standard Aggiunta Help Utente Default Standard Cambio Utente in WRKSPLF Command Service DB Links Prompt Generico Prompt Shortcut Prompt SQL Fast Query Modo Designer Estrazione Dati Messaggi WRKACTJOB : abilita al lancio esclusivamente degli shortcut presenti nel menu (BLANK = N); : abilta all immissione di help standard (BLANK = N); : abilta all immissione di help custom (BLANK = Y); : abilta al salvataggio di default standard (BLANK = N); : abilta al cambio utente nella visualizzazione delle stampe tramite PrintBox (BLANK = N); : abilita l utilizzo dei Service Command (BLANK = Y); : abilita l utilizzo Gestione Allegati, se installata (BLANK = Y); : abilita immissione CALL tramite menu Comandi (BLANK = N); : abilita visualizzazione campo immissione shortcut (BLANK = Y); : abilita possibilità di immissione SQL manuali da menu Comandi (BLANK = N); : abilita utilizzo Fast Query; Personalizzazione Info Software Percorso Icona Descrizione Icona : Abilita l utente alla personalizzazione contestuale dei video (BLANK = N); : Specifica se l utente è autorizzato alla estrazione dati tramite la utilità Data Downloader (BLANK = N); : abilita all utilizzo della gestione di invio messaggi tra utenti (BLANK = Y); : abilita all utilizze della gestione dei lavori attivi (BLANK = N); : percorse dell IFS in cui è memorizzata l icona (file.ico contenete i formati 16*16 e 32*32) da visualizzare nella barra del titolo delle finestre dell applet; : titolo del frame principale dell applet; Programma Informazioni Software: programma che deve essere richiamato nella voce Informazioni Software del menu Strumenti dell applet; Percorso sfondo Incasso Campi Output : percorso dell IFS in cui è memorizzato il file da usare come sfondo del frame principale dell applet. I formati supportati sono i seguenti: ".TIF", ".JPG", ".BMP", ".DIB", ".PCX"; Specifica la combinazione di attributi del campo di solo output che ne causano la rappresentazione incassata. Pagina 11 di 18

12 3.5 Modalità di configurazione Selezionando la voce Configurazione Run Time, viene proposto l elenco delle configurazioni e degli utenti già configurati. Opzioni Disponibili 2 = Modifica 3 = Copia 4 = Cancellazione 5 = Visualizzazione 7 = Ridenominazione Tasti funzionali F3 = Uscita F6 = Aggiunta Aggiunta/Modifica configurazione di Progetto Tale impostazione non è da effettuare se già fornita come parte integrante di un applicativo che utilizza la versione grafica. In tal caso vanno impostate esclusivamente le configurazioni a livello di utente (vedere il paragrafo successivo). In caso di impostazione di un nuovo applicativo, tramite il tasto funzionale F6 impostare il solo NOME PROGETTO lasciando invariati i restanti campi chiave e premere F1. Pagina 12 di 18

13 A questo punto compare la schermata di definizione dei parametri: Aggiunta/Modifica Utenti In caso di modifica di un utente esistente, selezionarlo tramite opzione 2, in caso di creazione utilizzare il tasto funzionale F Configurazione multipla per un utente E possibile definire più di una configurazione per un medesimo utente, ad esempio per fornire abilitazioni diverse per diversi applicativi convertiti; in questo caso, al momento della connessione, l utente dovrà scegliere quale configurazione lanciare (selezionandole tutte, verranno attivate tante istanze di applet quante sono le configurazioni). Pagina 13 di 18

14 4 GESTIONE DEFAULT VIDEO 4.1 Generalità Tramite il frontend grafico, è possibile memorizzare i valori impostati dall utente in un video, in modo da poterli reimpostare automaticamente in seguito. 4.2 Gestione Per salvare una certa combinazione basta entare nel menu Strumenti, Default, Salvataggio Default ; impostare il livello di personalizzazione desiderato; impostare un codice alfanumerico che identifica il set di valori e una descrizione; specificare un particolare valore parametrico ad eventuali campi data presenti nel video, in modo da poter definire concetti quali: giorno corrente, inizio/fine mese, inizio/fine anno con la possibilità di aggiungere/togliere un offset Pagina 14 di 18

15 A questo punto, per reimpostare i valori salvati basta rientrare nel video e premere i tasti ALT+Q o entrare nel menu Strumenti Default Gestione Default : se è presente qualche default compare la lista tra cui scegliere quello desiderato (se ce n è uno solo e lo si è richiamato tramite la combinazione ALT+Q viene impostato direttamente). Per eliminare un default impostato, bisogna selezionare il menu Strumenti, Default Gestione Default, ed eliminare default che non serve più. Pagina 15 di 18

16 5 SEGNALAZIONI D ERRORE 5.1 Errori in fase di connessione 1. Server Http non raggiungibile. Verificare che la porta 4400 sia aperta. Il PC non riesce a contattare il server: potrebbe essere spento il server http o l iseries; il firewall del PC/il server proxy blocca l applicazione; manca la connessione di rete. 2. Accesso negato. Utente/password errate. 3. Forbidden by rule (HTTP 403). Il server non può eseguire la richiesta a causa di una regola di configurazione interna. 4. Richiesta non Eseguibile (HTTP 404). Richiesta non eseguibile per cause varie. 5. Proxy Authentication Required. Verificare le impostazioni del proxy. La porta 4400 deve essere abilitata (HTTP 407). Verificare le impostazione del server proxy. 6. Http Server Timeout (HTTP 408). Timeout server scaduto. 5.2 Errori in fase di esecuzione 1. Il programma richiesto ha inaspettatamente interrotto la propria esecuzione. Contattare il fornitore del servizio per segnalare il problema. Il programma RPG è andato in errore e si è chiuso. 2. Il programma richiesto si trova in uno stato di errore (MSGW). Premere SI per ottenere il log del lavoro. Il Programma RPG si trova in MSGW: premendo si è possibile visualizzare il log del lavoro. Premendo no il lavoro resta tra i lavori attivi. E possibile chiudere il lavoro rimasto appeso sull iseries mediante la gestione dei lavori attivi. 3. Elaborazione richiesta terminata regolarmente. Nessun codice di errore rilevato. E stato sottomesso un lavoro senza uscita a video che è terminato regolarmente (ad esempio l elaborazione di una stampa). 4. L'elaborazione richiesta ha prodotto il seguente codice di errore:. E stato sottomesso un lavoro senza uscita a video che è terminato con un errore; oppure il menu da cui è stato lanciato l elaborato non è compilato correttamente. 5. Il programma richiesto sta eseguendo un'elaborazione che richiede più tempo del previsto. Per riprendere il controllo dell'applicazione premere il tasto RIPROVA. Messaggio emesso se il tempo di esecuzione del programma RPG supera il minuto: premendo riprova l elaborazione continua (e ogni minuto eventualmente ricompare la segnalazione) altrimenti il programma viene chiuso. Pagina 16 di 18

17 6 GESTIONE COMPANY IN WEBGATE Premessa Per default l applet consente di impostare la definizione di 9 company mediante il menu Strumenti\Configurazione : tali impostazioni sono locali e valide per ogni utente che si collega da quel pc; l identificativo di ognuna di esse è un numero. Per impostarle in modo centralizzato e renderle configurabili per ciascun utente e ogni applicazione convertita vengono messi a disposizione due file: WGCOMP e WGCOMPT. 6.2 File I due file devono risiedere nella libreria dati dell applicazione convertita WGCOMP Consente di definire quali company sono visibili ad un utente, associandogli gli ID corrispondenti. L elenco delle company abilitate viene ottenuto tramite diverse letture del file con chiave via via meno dettagliata sulla base dei parametri settati nella configurazione selezionata dall utente (lingua e gruppo). Il flag Include/Omit consente di nascondere/abilitare una certa company solamente per alcuni utenti: affinché sia visibile il flag deve essere impostato a Y. Se la chiave è tutta a blank, l Id specificato è abilitato per tutti gli utenti WGCOMPT Questo file viene letto dopo aver ricavato la lista delle company associate all utente, prima con chiave completa (Lingua+Company) e poi eventualmente con chiave solamente Company, per ricercare le descrizioni associate alle company. 7 GESTIONE MENU IN WEBGATE Premessa Webgate400 fornisce due metodologie relativamente al reperimento del menu utente: 1. l utente ha un unico menu associato; 2. l utente ha un menu diverso per ogni company. 7.2 Reperimento menu unico La procedura di individuazione del menu utente segue i seguenti passi: 1. Innanzitutto viene valuato il valore del campo Menu Principale : Se il valore è uguale a *SIGNOFF oppure a *SAME significa che non esiste un menu specifico per l utente, dunque, se anche il campo Programma iniziale è vuoto, ricerco il menu di default, quello indicato nel campo Menu Default Proget. e, se non esiste, ne ricerco uno con chiave uguale al campo Progetto, cioè il nome dell applicazione convertita in uso. Se il menu principale non è definito ma esiste un programma iniziale, cioè se il campo Programma iniziale ha un valore diverso da *NONE, ho due possibilità: se il valore è il valore riservato per Webgate WGINLMNU significa che devo richiamare tale programma, nella libreria specificata nel campo Libreria Programma Iniz, il quale valorizzerà due variabili ambientali (mediante le apposite API fornite) che indicano il nome e la libreria del menu utente. Se il nome del programma iniziale è diverso da WGINLMNU allora creo un menu con un solo nodo che coincide col programma specificato. Se il menu Menu Default Proget. è uguale a MAIN e la libreria è *LIBL (oppure se questi sono i valori ritornati dal programma WGINLMNU), significa che il menu da utilizzare, se esiste, è quello indicato nel campo Menu Principale. Se nei casi precedenti viene identificato un menu utente che però non esiste, si procede come al passo reperimento menu al cambio del sistema informativo Questa procedura si applica se il campo Usa Information System Menu nella Configurazione Runtime vale Y. L applet, in questo caso, richiama Al logon il programma WGINLMNU (nessun parametro) Al cambio del sistema informativo il programma WGINLMNUXX (passando utente e company entrambi di 10 caratteri) Programma WGINLMNU La creazione di questo programma è a cura dell utente. Non riceve nessun parametro. Compito di questo programma è di impostare il menu e la company al primo collegamento Programma WGINLMNUXX La creazione di questo programma è a cura dell utente. Il lancio di questo programma viene innescato dalla modifica della company tra quelle disponibili a video. Pagina 17 di 18

18 Riceve 2 parametri USER 10 char (Nome utente di collegamento) COMPANY 10 char (Codice della company selezionata) Compito di questo programma è di impostare facoltativamente un menu diverso al cambio company. 7.4 Api per scrivere/leggere i parametri ambientali Al fine di comandare la visualizzazione di un particolare menu o di una particolare company sono rese disponibili due API E inoltre disponibile un API per leggere alcuni parametri di impostazione d ambiente di Runtime WGSETMNU: IMPOSTAZIONE MENU Questo programma imposta il menu grafico da visualizzare Nome programma: WGSETMNU Parametri: Libreria del menu da impostare: alfanumerico da 10. Nome del menu da impostare: alfanumerico da 10 Codice d errore: alfanumerico da WGSETCOM: IMPOSTAZIONE COMPANY Questo programma imposta la company da visualizzare Nome programma: WGSETCOM Parametri: ID della company da impostare: alfanumerico da 10 Codice d errore: alfanumerico da WGGETENV: LETTURA PARAMETRI Questo programma permette di leggere i parametri d ambiente relativi al job in cui viene eseguita. Nome programma: WGGETENV Parametri: Variabile ricercata: alfanumerico da 10, puo assumere i valori : o WGAPPN (nome progetto convertito) o WGADLIB (libreria di default dei dati per il progetto) o WGLANGID (lingua dell utente o MENUNAME (nome menu) o MENULIB (libreria menu) Valore: alfanumerico da 50 (restituisce il valore della variabile richiesta) 7.5 Definizione delle azioni nel menù Le CALL (o azioni) definite nei menu, oltre ai parametri fissi, possono essere valorizzate con due variabili ambientali passati dell applet: il nome dell utente e l ID della Company corrente. In tal modo al variare della company è possibile impostare il proprio ambiente di esecuzione secondo le esigenze del programma chiamato (lista librerie, data area ) Per far si che il programma richiamato riceva uno o entrambi i parametri è necessario che nella lista parametri della CALL compaiano le 2 stringe dalla sintassi fissa: &WGCOMPID e &WGUSRID, entrambi senza apici (che vengono aggiunti automaticamente). Ad esempio: CALL LIB/PGM PARM( PARM1 &WGCOMPID &WGUSRID) Pagina 18 di 18

Webgate400 Manuale Interfaccia Utente V7

Webgate400 Manuale Interfaccia Utente V7 Webgate400 Manuale Interfaccia Utente V7 1-1 SOMMARIO 1 Interfaccia Grafica... 1-4 1.1 Elementi base dell interfaccia... 1-4 2 Ribbon... 2-5 2.1 Categorie... 2-5 2.1.1 WGHome... 2-5 2.1.2 Azioni... 2-7

Dettagli

Videoregistratori Serie DX

Videoregistratori Serie DX Pagina:1 DVR per telecamere AHD, analogiche, IP Manuale programma CMS Come installare e utilizzare il programma client per i DVR Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale viene descritto come installare

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO CONVERTITORE PDF WSO2PDF 1.00

INSTALLAZIONE E UTILIZZO CONVERTITORE PDF WSO2PDF 1.00 Pagina 1 di 16 INSTALLAZIONE E UTILIZZO CONVERTITORE PDF WSO2PDF 1.00 1 SCOPO Lo scopo di questo documento è di fornire supporto tecnico per l installazione e la configurazione del prodotto Convertitore

Dettagli

Fast Query Manuale Utente. Fast Query Manuale Utente

Fast Query Manuale Utente. Fast Query Manuale Utente Fast Query Manuale Utente Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 10 Versione 2 del 24/02/2010 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione... 4-3 5

Dettagli

Prontuario PlaNet Contabilità lavori

Prontuario PlaNet Contabilità lavori Prontuario PlaNet Contabilità lavori Status: Definitivo Pag. 1/34 File: Prontuario PlaNet Fornitori_00.doc INDICE PREMESSA...3 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE...4 ATTIVITÀ AMBITO DEL PROCESSO...5 Accesso

Dettagli

Università di Firenze Gestione Presenze Interfaccia grafica

Università di Firenze Gestione Presenze Interfaccia grafica Università di Firenze Gestione Presenze Interfaccia grafica Pagina 1 di 29 Versione Emissione Approvazione Modifiche Apportate Autore Data Autore Data 1 Maggini 01/03/06 - - Prima emissione. Pagina 2 di

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

Lyra CRM WebAccess. Pag. 1 di 16

Lyra CRM WebAccess. Pag. 1 di 16 Lyra CRM WebAccess L applicativo Lyra CRM, Offer & Service Management opera normalmente in architettura client/server: il database di Lyra risiede su un Server aziendale a cui il PC client si connette

Dettagli

Webgate400 Manuale Interfaccia Utente V75

Webgate400 Manuale Interfaccia Utente V75 Webgate400 Manuale Interfaccia Utente V75 2-1 SOMMARIO 1 Interfaccia Grafica... 2-3 1.1 Elementi base dell interfaccia... 2-3 2 Ribbon... 2-4 2.1 Categorie... 2-4 2.1.1 WGHome... 2-4 2.1.2 Azioni... 2-6

Dettagli

Introduzione... 4 Funzionalità... 5 Requisiti tecnologici... 17 Orari di disponibilità del servizio... 18

Introduzione... 4 Funzionalità... 5 Requisiti tecnologici... 17 Orari di disponibilità del servizio... 18 MIFID PTTS Post-Trade Transparency Service Manuale utente V 1.4 Luglio 2012 Indice 1 Introduzione... 4 2 Funzionalità... 5 2.1 Login e cambio della lingua... 6 2.2 Inserimento dei report OTC... 6 2.2.1

Dettagli

SoftwareSirio V10 La versione 10 e lode

SoftwareSirio V10 La versione 10 e lode SoftwareSirio V10 La versione 10 e lode SOFTWARESIRIO V10 LA SVOLTA IL PUNTO DI PARTENZA DELLA NUOVA SIRIO INFORMATICA E SISTEMI LA RISPOSTA FORTE DI SIRIO AI CLIENTI CON CONTRATTO DI MANUTENZIONE ATTIVO

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

Hosting Applicativo Installazione Web Client

Hosting Applicativo Installazione Web Client Hosting Applicativo Installazione Web Client Utilizzo del portale di accesso e guida all installazione dei client Marzo 2012 Hosting Applicativo Installazione Web Client Introduzione Le applicazioni CIA,

Dettagli

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12)

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12) Manuale utente per l ordine online del materiale pubblicitario e modulistica, biglietti da visita e timbri Versione 1.0 del 18/6/12 Login Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede

Dettagli

Progetto SOLE Sanità OnLinE

Progetto SOLE Sanità OnLinE Progetto SOLE Sanità OnLinE Rete integrata ospedale-territorio nelle Aziende Sanitarie della Regione Emilia-Romagna: I medici di famiglia e gli specialisti Online (DGR 1686/2002) console - Manuale utente

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

DiFarm evolution. Convegno Rimini, 16-17 Novembre 2006

DiFarm evolution. Convegno Rimini, 16-17 Novembre 2006 DiFarm evolution Convegno Rimini, 16-17 Novembre 2006 E un argomento che interessa molti, tecnici e responsabili edp, ma anche direttori e imprenditori: I primi nell ottica di sviluppare un prodotto che

Dettagli

PRIMO PASSO: entrare nel sito web.spaggiari.eu

PRIMO PASSO: entrare nel sito web.spaggiari.eu PRIMO PASSO: entrare nel sito web.spaggiari.eu Il registro è un SISTEMA WEB, quindi: si può operare nel registro solo con una connessione internet attiva; i dati inseriti non si salvano nella memoria del

Dettagli

Punto Print Il programma per stampare. Documentazione Tecnica

Punto Print Il programma per stampare. Documentazione Tecnica Punto Print Il programma per stampare Documentazione Tecnica 1 Punto Software di Iselle Mirko Documentazione tecnica PuntoPrint 1. Installazione Per effettuare l installazione del programma, decomprimere

Dettagli

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial &RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD Microsoft Word Tutorial Sommario Introduzione Formattazione del documento Formattazione della pagina Layout di pagina particolari Personalizzazione del documento Integrazione

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Ricambi Esplosi Ordini vers. 1.0.1 settembre 2007

Ricambi Esplosi Ordini  vers. 1.0.1 settembre 2007 spa Sito Web di Consultazione Disegni Esplosi e Distinte Ricambi, Gestione Preventivi e Ordini Ricambi e Consultazione della Documentazione Tecnica Prodotti Esplosi Ricambi Ordini vers. 1.0.1 settembre

Dettagli

WebRoom Quick User Guide Conference Manager

WebRoom Quick User Guide Conference Manager WebRoom Quick User Guide Conference Manager Marzo 2009 Indice 1. Introduzione...3 2. Accesso al servizio...3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi del servizio...3

Dettagli

FAQ (Frequently asked questions)

FAQ (Frequently asked questions) FAQ (Frequently asked questions) Le informazioni contenute in questo manuale sono soggette a modifiche senza preavviso. I nomi di prodotti e società menzionati in questo manuale sono marchi dei rispettivi

Dettagli

ECDL Modulo 2. Contenuto del modulo. Uso del computer e gestione dei file

ECDL Modulo 2. Contenuto del modulo. Uso del computer e gestione dei file ECDL Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Contenuto del modulo Per iniziare Il desktop Organizzare i file Semplice editing Gestione della stampa Esercitazioni 1 Per iniziare (1) Per iniziare a

Dettagli

Convertitore PDF (WSO2PDF) Manuale Sistemista

Convertitore PDF (WSO2PDF) Manuale Sistemista Convertitore PDF (WSO2PDF) Manuale Sistemista Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1 Introduzione 3 2 Moduli dell applicazione 3 3 Installazione 4 3.1 Installazione da Setup Manager 4 3.2 Installazione da pacchetto

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli

Objectway ActivTrack

Objectway ActivTrack Objectway ActivTrack Manuale Utente Gruppo ObjectWay Guida OW ActivTrack 1.0.docx 22-01-2012 Pag. 1 di 13 Indice 1. Che cosa è Ow ActivTrack... 3 1.1. Le caratteristiche principali di Ow ActivTrack...

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma di gestione della fatturazione. BDWinfatture 2007. Versione 6.0

MANUALE OPERATIVO. Programma di gestione della fatturazione. BDWinfatture 2007. Versione 6.0 MANUALE OPERATIVO Programma di gestione della fatturazione BDWinfatture 2007 Versione 6.0 MANUALE OP ERAT I V O BDWinfatture Belvedere Daniele Software Via Petitti, 25 10017 Montanaro (To) info@belvederesoftware.it

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Hosting Applicativo Installazione Web Client

Hosting Applicativo Installazione Web Client Hosting Applicativo Installazione Web Client Utilizzo del portale di accesso e guida all installazione dei client Versione ridotta Marzo 2012 Hosting Applicativo Installazione Web Client 21 1 - Prerequisiti

Dettagli

Manuale d uso M-bus View

Manuale d uso M-bus View Manuale d uso M-bus View Indice Richieste minime...3 installazione...3 Definizioni...4 Lista Hot-Keys...4 sommario banca dati...5 simboli per l edificio...6 simboli per gli apparecchi...6 Stato di lettura

Dettagli

SITI Convocazioni. Manuale Utente. SITI Convocazioni. ed. Settembre 2006. Revisione 1.1

SITI Convocazioni. Manuale Utente. SITI Convocazioni. ed. Settembre 2006. Revisione 1.1 Manuale Utente SITI Convocazioni ed. Settembre 2006 Revisione 1.1 Sommario REQUISITI... 1 Hardware... 1 Software... 1 Internet... 1 INTERFACCIA... 2 MENU... 2 BOTTONI... 2 IMMAGINI... 2 PAGINA DI LOGIN...

Dettagli

Basi di dati. Microsoft Access. Cosa è. Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Come iniziare. Aprire un database. Creare un database. Creare un database

Basi di dati. Microsoft Access. Cosa è. Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Come iniziare. Aprire un database. Creare un database. Creare un database Cosa è Basi di dati Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Microsoft Access Access è un DBMS relazionale in grado di supportare: Specifica grafica dello schema della base dati Specifica grafica delle interrogazioni

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

REALIZZAZIONE DI REPORT MEDIANTE MICROSOFT EXCEL 2007

REALIZZAZIONE DI REPORT MEDIANTE MICROSOFT EXCEL 2007 SISTEMA A SUPPORTO DEI PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE NELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE REALIZZAZIONE DI REPORT MEDIANTE MICROSOFT EXCEL 2007 Copyright 2010 CSIO Società di Informatica

Dettagli

Come accedere alle pubblicazioni da remoto con Windows

Come accedere alle pubblicazioni da remoto con Windows Come accedere alle pubblicazioni da remoto con Windows 1. Introduzione Molti utenti lamentano la difficoltà di accedere alle riviste scientifiche quando non si trovano in Dipartimento di Fisica, il problema

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

Guida all uso dell ambiente di sviluppo 1 integrato o IDE. JCreator LE 4.50

Guida all uso dell ambiente di sviluppo 1 integrato o IDE. JCreator LE 4.50 Guida all uso dell ambiente di sviluppo 1 integrato o IDE JCreator LE 4.50 Inizializzazione: creazione del nuovo progetto e del file sorgente in ambiente JCreator Al lancio del programma si apre la finestra

Dettagli

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 1. Novità di Excel 2003 MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 CAPITOLO 1 Microsoft Office Excel 2003 ha introdotto alcune novità ed ha apportato miglioramenti ad alcune funzioni già esistenti nelle precedenti versioni

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Lotti & Matricole. www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Lotti & Matricole. www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Lotti & Matricole www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Configurazione... 6 Personalizzare le etichette del modulo lotti... 6 Personalizzare i campi che identificano

Dettagli

NexusPub. Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale. rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government

NexusPub. Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale. rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government NexusPub APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) NexusPub è stato realizzato con il contributo tecnologico di 0 rev. 10.2.1_010714

Dettagli

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net - Introduzione Con questo articolo chiudiamo la lunga cavalcata attraverso il desktop di Windows XP. Sul precedente numero ho analizzato il tasto destro del mouse sulla Barra delle Applicazioni, tralasciando

Dettagli

BIMPublisher Manuale Tecnico

BIMPublisher Manuale Tecnico Manuale Tecnico Sommario 1 Cos è BIMPublisher...3 2 BIM Services Console...4 3 Installazione e prima configurazione...5 3.1 Configurazione...5 3.2 File di amministrazione...7 3.3 Database...7 3.4 Altre

Dettagli

CERTIFICATO CONTO CONSUNTIVO 2014

CERTIFICATO CONTO CONSUNTIVO 2014 CERTIFICATO CONTO CONSUNTIVO 204 Presupposti tecnici per l utilizzo del programma Il CD contiene la procedura di gestione del Certificato al Conto consuntivo funzionante con i sistemi operativi Windows

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Raccolta Ordini Agenti AVVIO PROGRAMMA Per avviare il programma fare click su Start>Tutti i programmi>modasystem>nomeazienda. Se il collegamento ad internet è attivo

Dettagli

SOFTWARE DI GESTIONE PSS

SOFTWARE DI GESTIONE PSS Rev. 1.0 SOFTWARE DI GESTIONE PSS Prima di utilizzare questo dispositivo, si prega di leggere attentamente questo manuale e di conservarlo per future consultazioni. Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta S.

Dettagli

VADEMECUM TECNICO. Per PC con sistema operativo Windows XP Windows Vista - Windows 7

VADEMECUM TECNICO. Per PC con sistema operativo Windows XP Windows Vista - Windows 7 VADEMECUM TECNICO Per PC con sistema operativo Windows XP Windows Vista - Windows 7 1) per poter operare in Server Farm bisogna installare dal cd predisposizione ambiente server farm i due file: setup.exe

Dettagli

PORTALE MODOC. Guida per l utente. Release 4.0 30/05/2015

PORTALE MODOC. Guida per l utente. Release 4.0 30/05/2015 PORTALE MODOC Guida per l utente Release 4.0 30/05/2015 Sommario INFORMAZIONI GENERALI... 3 LOGIN... 4 HOME... 5 CENSIMENTO... 6 Nuova scatola... 6 Censimento di un box... 6 Censimento di un faldone...

Dettagli

DINAMIC: gestione assistenza tecnica

DINAMIC: gestione assistenza tecnica DINAMIC: gestione assistenza tecnica INSTALLAZIONE SU SINGOLA POSTAZIONE DI LAVORO PER SISTEMI WINDOWS 1. Installazione del software Il file per l installazione del programma è: WEBDIN32.EXE e può essere

Dettagli

Digital Persona Client/Server

Digital Persona Client/Server Documentazione Tecnica Digital Persona Client/Server Installazione 03/10/2012 INDICE DOCUMENTO Introduzione... 3 Versioni del documento... 3 Premessa... 3 Digital Persona... 3 Prerequisiti... 3 Installazione...

Dettagli

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10]

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] - 88 - Manuale di Aggiornamento 4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] È ora possibile importare i listini fornitori elencati in un file Excel. Si accede alla funzione dal menù Magazzino

Dettagli

REGIONE BASILICATA Sistema per la Gestione Unificata del Protocollo Informatico Manuale di installazione Vers. 3.0

REGIONE BASILICATA Sistema per la Gestione Unificata del Protocollo Informatico Manuale di installazione Vers. 3.0 0 REGIONE BASILICATA Sistema per la Gestione Unificata del Protocollo Informatico Manuale di installazione Vers. 3.0 CONTENUTI 1 PREMESSA... 2 2 CONTENUTO DEL CD DI INSTALLAZIONE... 2 3 INSTALLAZIONE...

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Stress-Lav. Guida all uso

Stress-Lav. Guida all uso Stress-Lav Guida all uso 1 Indice Presentazione... 3 I requisiti del sistema... 4 L'installazione del programma... 4 La protezione del programma... 4 Per iniziare... 5 Struttura delle schermate... 6 Password...

Dettagli

Data Emissione: 31/01/2012 Codice Doc: Manuale_Operatore Emesso da: Verificato da: Approvato da: Accettato da:

Data Emissione: 31/01/2012 Codice Doc: Manuale_Operatore Emesso da: Verificato da: Approvato da: Accettato da: Sistema Informativo per la Gestione dei ticket Manuale utente Data Emissione: 31/01/2012 Codice Doc: Manuale_Operatore Emesso da: Verificato da: Approvato da: Accettato da: Sistema Informativo per la Gestione

Dettagli

Introduzione al QMF per Windows

Introduzione al QMF per Windows Query Management Facility Introduzione al QMF per Windows Versione 7 SC13-2907-00 Query Management Facility Introduzione al QMF per Windows Versione 7 SC13-2907-00 Nota Prima di utilizzare questo prodotto

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014 Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO BASE DI INFORMATICA Il corso di base è indicato per i principianti e per gli autodidatti che vogliono

Dettagli

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati 2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati Sommario COME INSTALLARE STR VISION CPM... 3 Concetti base dell installazione Azienda... 4 Avvio installazione... 4 Scelta del tipo Installazione... 5 INSTALLAZIONE

Dettagli

Perché modernizzare?

Perché modernizzare? La modernizzazione di un sistema ERP in Azienda porta con sè diversi benefici: minori costi d integrazione, consolidamento delle piattaforme, maggior efficienza nei processi e produttività individuale

Dettagli

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Ottobre 2009 Indice 1. Introduzione...3 2. Accesso al servizio...3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi del

Dettagli

MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB ( ULTIMO AGGIORNAMENTO 26MARZO 2009)

MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB ( ULTIMO AGGIORNAMENTO 26MARZO 2009) MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB ( ULTIMO AGGIORNAMENTO 26MARZO 2009) I N D I C E VISUALIZZAZIONE PDF COLORE E RIDUZIONE.4 INVIO MAIL MULTIPLA IN PDF O SOMMARIO.5 GESTIONE 9 GESTIONE TESTATE..9

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 4/11/2010 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale...3 1. Glossario...3 2. Presentazione...4 2.1 Funzionamento del sistema...4 2.1.1 Predisposizioni...4

Dettagli

Il DATABASE Access. Concetti Fondamentali

Il DATABASE Access. Concetti Fondamentali Il DATABASE Access Concetti Fondamentali Con la nascita delle comunità di uomini, si è manifestata la necessità di conservare in maniera ordinata informazioni per poi poterne usufruire in futuro. Basta

Dettagli

Ri.Um. Gestione Risorse Umane

Ri.Um. Gestione Risorse Umane RiUm Ri.Um. Gestione Risorse Umane SOMMARIO 1. INTRODUZIONE 4 1.1. COS E RI.UM.... 4 1.2. PREREQUISITI... 4 2. RI.UM. 5 2.1. AVVIO... 5 2.2. CONSULTAZIONE TABELLE... 6 2.3. GESTIONE TABELLE... 6 2.3.1

Dettagli

MANUALE OPERATORE CMS ASMENET

MANUALE OPERATORE CMS ASMENET MANUALE OPERATORE CMS ASMENET 2.0 Pag. 1 di 46 INDICE Termini e definizioni... pag. 3 Introduzione... pag. 4 Descrizione generale e accesso al back office... pag. 5 1 Gestione della pagina... pag. 6 1.1

Dettagli

GENERALITÀ...4 REQUISITI DI ACCESSO AL SISTEMA...5

GENERALITÀ...4 REQUISITI DI ACCESSO AL SISTEMA...5 Manuale Operatore Storage Trading System INDICE 1 GENERALITÀ...4 REQUISITI DI ACCESSO AL SISTEMA...5 2 LAYOUT GENERALE...6 2.1 MENÙ DI NAVIGAZIONE... 6 2.2 PULSANTI DI AZIONE... 7 2.3 PAGINE ELENCO...

Dettagli

Manuale Utente QueryGenerator

Manuale Utente QueryGenerator SOFTWARE DI GESTIONE DEL CORPUS API Manuale Utente QueryGenerator Cirass Sommario Introduzione 1 1. Presentazione 1 2. Requisiti di Sistema 2 3. Installazione 2 4. Utilizzo 3 5. Logica d interrogazione

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

Manuale SeceCBI CSE 04

Manuale SeceCBI CSE 04 Titolo Documento: Manuale SeceCBI CSE 04 Tipologia Documento: Manuale Servizi Codice Identificazione: PSECECBI04-TE-005-03-B07 Data Emissione: 2004-01-30 Pagina 1/45 Nominativo Funzione Data Firma Redazione

Dettagli

LISTA DI DISTRIBUZIONE: IT Telecom srl, Telecom Italia, Clienti Telecom Italia TI REGISTRO DELLE MODIFICHE REVISIONE DESCRIZIONE EMISSIONE

LISTA DI DISTRIBUZIONE: IT Telecom srl, Telecom Italia, Clienti Telecom Italia TI REGISTRO DELLE MODIFICHE REVISIONE DESCRIZIONE EMISSIONE CERTQUAL.IT.DPMU1257 TITOLO DOCUMENTO: TIPO DOCUMENTO: EMESSO DA: Manuale Utente IT Telecom s.r.l. DATA EMISSIONE: 2/12/21 N. ALLEGATI: STATO: REDATTO: F. Lappa ITT VERIFICATO: M. Donatone ITT APPROVATO:

Dettagli

Guida all uso. Instant Cloud Platform As A Service

Guida all uso. Instant Cloud Platform As A Service Guida all uso Instant Cloud Platform As A Service Prima edizione maggio 2014 Instant Cloud Platform As A Service Sommario Instant Cloud - Platform As A Service... 4 1 Introduzione... 4 2 Instant Cloud...

Dettagli

SICE.NET Servizio Informativo Casse Edili

SICE.NET Servizio Informativo Casse Edili SICE.NET Servizio Informativo Casse Edili http://213.26.67.117/ce_test Guida all uso del servizio Internet On-Line CASSA EDILE NUOVA INFORMATICA Software prodotto da Nuova Informatica srl Pag. 1 Il Servizio

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

INFOSTAT-COVIP. Piattaforma per la raccolta delle informazioni MANUALE UTENTE

INFOSTAT-COVIP. Piattaforma per la raccolta delle informazioni MANUALE UTENTE INFOSTAT-COVIP Piattaforma per la raccolta delle informazioni MANUALE UTENTE febbraio 2015 I N D I C E 1. ISTRUZIONI OPERATIVE PER L'UTILIZZO DEI SERVIZI INFOSTAT-COVIP... 3 2. HOME PAGE... 4 3. ACCESSO

Dettagli

Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base

Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base Prof. Orlando De Pietro Programma L' hardware Computer multiutente e personal computer Architettura convenzionale di un calcolatore L unità centrale

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

Sommario. Copyright 2008 Apogeo

Sommario. Copyright 2008 Apogeo Sommario Prefazione xix Modulo 1 Concetti di base della Tecnologia dell Informazione 1 1.1 Fondamenti 3 Algoritmi...3 Diagramma di flusso...4 Progettare algoritmi non numerici...5 Progettare algoritmi

Dettagli

WEBGATE400 MOLTO PIÙ DI UNA BELLA COPERTINA. Vorresti regalare una nuova vita ai tuoi programmi RPG e arricchirli di innovative funzionalità?

WEBGATE400 MOLTO PIÙ DI UNA BELLA COPERTINA. Vorresti regalare una nuova vita ai tuoi programmi RPG e arricchirli di innovative funzionalità? Modernizza la tua applicazione RPG rendendola Windows e Internet nativa su piattaforma IBM Power System Vorresti regalare una nuova vita ai tuoi programmi RPG e arricchirli di innovative funzionalità?

Dettagli

Procedure Web Oracle 9iAS. Manuale di Installazione Client

Procedure Web Oracle 9iAS. Manuale di Installazione Client Indice e Sommario Installazione componenti... 3 Installazione Jinitiator 1.3.1.13... 3 Installazione certificato applicativo... 5 Installazione di Acrobat Reader... 6 Installazione JAVA 6 Update 13 (Solo

Dettagli

Interfaccia software per pc

Interfaccia software per pc Interfaccia software per pc Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche quotidiane.

Dettagli

Software centralizzazione per DVR

Software centralizzazione per DVR Software centralizzazione per DVR Manuale installazione ed uso 2 INTRODUZIONE Il PSS (Pro Surveillance System) è un software per PC utilizzato per gestire DVR e/o telecamere serie VKD. Tramite esso è possibile

Dettagli

IMPORTANTE PER ESEGUIRE QUESTA INSTALLAZIONE NEI SISTEMI OPERATIVI NT-2000-XP, BISOGNA AVERE I PRIVILEGI AMMINISTRATIVI.

IMPORTANTE PER ESEGUIRE QUESTA INSTALLAZIONE NEI SISTEMI OPERATIVI NT-2000-XP, BISOGNA AVERE I PRIVILEGI AMMINISTRATIVI. IMPORTANTE PER ESEGUIRE QUESTA INSTALLAZIONE NEI SISTEMI OPERATIVI NT-2000-XP, BISOGNA AVERE I PRIVILEGI AMMINISTRATIVI. Dopo aver selezionato SSClient506.exe sarà visibile la seguente finestra: Figura

Dettagli

Mail And Fax Manuale Utente. Indice

Mail And Fax Manuale Utente. Indice Mail And Fax Manuale Utente Indice Manuale Utente 1 Indice 1 1 Introduzione 2 2 Requisiti di sistema 2 3 Predisposizione di Outlook 2 3.1 Controllo della versione di Outlook...3 3.2 Controllo della configurazione

Dettagli

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro,

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro, EXCEL PER WINDOWS95 1.Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area

Dettagli

Piattaforma e-learning VIDEO IN DIRETTA MANUALE UTENTE

Piattaforma e-learning VIDEO IN DIRETTA MANUALE UTENTE Piattaforma e-learning VIDEO IN DIRETTA MANUALE UTENTE Prerequisiti Attraverso la piattaforma i partecipanti possono vedere e ascoltare i relatori. Per accedere alle aule virtuali è sufficiente essere

Dettagli

NOTE TECNICHE DI CONFIGURAZIONE. Giugno 2009

NOTE TECNICHE DI CONFIGURAZIONE. Giugno 2009 NOTE TECNICHE DI CONFIGURAZIONE Giugno 2009 INDICE Configurazioni 3 Configurazioni Windows Firewall.. 3 Configurazioni Permessi DCOM. 4 Installazione Sql Server 2005 9 Prerequisiti Software 7 Installazione

Dettagli

AXWIN6 QUICK INSTALL v.3.0

AXWIN6 QUICK INSTALL v.3.0 AXWIN6 QUICK INSTALL v.3.0 Procedura per l installazione di AxWin6 AxWin6 è un software basato su database Microsoft SQL Server 2008 R2. Il software è composto da AxCom: motore di comunicazione AxWin6

Dettagli

License Service Manuale Tecnico

License Service Manuale Tecnico Manuale Tecnico Sommario 1. BIM Services Console...3 1.1. BIM Services Console: Menu e pulsanti di configurazione...3 1.2. Menù Azioni...4 1.3. Configurazione...4 1.4. Toolbar pulsanti...5 2. Installazione

Dettagli

Manuale Utente Gestione Atti Delibere, Determine, Disposizioni e Convenzioni

Manuale Utente Gestione Atti Delibere, Determine, Disposizioni e Convenzioni Giugno 2007 LUCA A SISTEMI s.r.l. Via Cicerone,13 Matera Tel 0835/381935 - Fax 381937 Pag. 1 di 47 Indice 1. PREMESSA... 3 1.1 Icone utilizzate... 3 2. I STALLAZIO E GESTIO E ATTI... 4 2.1 Prerequisiti...

Dettagli

Corso BusinessObjects SUPERVISOR

Corso BusinessObjects SUPERVISOR Corso BusinessObjects SUPERVISOR Il modulo SUPERVISOR permette di: impostare e gestire un ambiente protetto per prodotti Business Objects distribuire le informazioni che tutti gli utenti dovranno condividere

Dettagli

Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner

Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner 2 ECUmania.it Learn, think and improve Sommario 1 Operazioni Preliminari... 4 1.1 Verifica dei requisiti di sistema... 4 1.2 Rimozione

Dettagli

Sistemi operativi: interfacce

Sistemi operativi: interfacce Sistemi operativi: interfacce I sistemi operativi offrono le risorse della macchina a soggetti diversi: alle applicazioni, tramite chiamate di procedure da inserire nel codice all utente, tramite interfaccia

Dettagli

Indice generale. Il BACK-END...3 COME CONFIGURARE JOOMLA...4 Sito...4 Locale...5 Contenuti...5

Indice generale. Il BACK-END...3 COME CONFIGURARE JOOMLA...4 Sito...4 Locale...5 Contenuti...5 Guida a Joomla Indice generale Il BACK-END...3 COME CONFIGURARE JOOMLA...4 Sito...4 Locale...5 Contenuti...5 Il BACK-END La gestione di un sito Joomla ha luogo attraverso il pannello di amministrazione

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Installazione Installazione tipica Linux Installazione teamportal-linux21-20xx0x00.exe Ambiente dove è installato SysInt/U: Copiare il file

Dettagli