Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI"

Transcript

1 Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESCLUSI COME SI COMPILA Il quadro SX è utilizzato per evidenziare i dati riepilogativi dei crediti e le compensazioni effettuate tra enti impositivi diversi. Sono tenuti all invio di tale quadro tutti i sostituti d imposta che devono presentare il modello 770/Ordinario. Il quadro SX non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle con ordinamento autonomo. Il quadro SX accoglie: i dati dei crediti derivanti dalla precedente dichiarazione e di quelli sorti nel periodo di riferimento; le compensazioni; i crediti residui. ADEMPIMENTO Il quadro SX è utilizzato al fine di evidenziare: a) i dati riepilogativi dei crediti mediante la compilazione dei righi da SX1 a SX4; b) le compensazioni effettuate tra enti impositivi diversi. In particolare, nei righi da SX1 a SX4 devono essere riepilogati: il credito 2013 derivante dalla precedente dichiarazione e del suo utilizzo: - ai sensi dell art. 1 del D.P.R. n. 445/1997 mediante la compilazione del punto 4 della prima e seconda sezione del quadro ST e nel punto 4 del quadro SV (compensazione interna); - tramite Mod. F24, ai sensi del D.Lgs. n. 241/1997, entro il 31 luglio 2013, data di presentazione della dichiarazione (compensazione esterna); i crediti sorti nel corso del periodo d imposta 2014 e del loro utilizzo ai sensi dell art. 1 del D.P.R. n. 445/1997 mediante la compilazione dei punti 4 e 5 della prima e seconda sezione del quadro ST e dei punti 4 e 5 del quadro SV (compensazione interna). La compilazione del presente quadro è funzionale al necessario riscontro delle compensazioni effettuate (rigo SX 4) e alla ripartizione delle imposte e dei crediti compensati tra i vari enti impositori cui competono (righi da SX5 a SX30). Tale quadro è unico in tutta la dichiarazione; pertanto nell ipotesi di soggetti estinti, i dati da indicare nel quadro SX vanno esposti con riferimento a tutti i quadri compilati, inclusi quelli del soggetto estinto. PRESENTAZIONE DEL QUADRO SX I soggetti tenuti a presentare sia il Mod. 770/2015 Semplificato che quello Ordinario, devono compilare un unico quadro SX, contenente i dati relativi alle compensazioni complessivamente operate, solo se sono intervenute compensazioni tra versamenti attinenti le somme certificate con il modello semplificato e quelli relativi alle somme indicate nel Modello Ordinario (art. 1 D.P.R. n. 445/1997). In questo caso il quadro SX deve essere allegato al modello ordinario. In assenza delle predette compensazioni, il sostituto può compilare e presentare distinti quadri SX riguardanti rispettivamente le compensazioni relative alle somme certificate con il modello semplificato o quelle relative alle somme comprese nel modello ordinario. DICHIARAZIONI FISCALI

2 COME SI COMPILA Per le modalità di compilazione del presente quadro si rimanda alle indicazioni fornite per la compilazione del prospetto SX del Mod. 770/2015 Semplificato. In questa parte si evidenziano le particolarità che caratterizzano la compilazione dei righi del quadro SX del Mod. 770/2015 Ordinario. RIGO SX1 Il rigo SX1 è destinato ad accogliere gli importi complessivi dei crediti. Nella colonna 4 deve essere indicato l ammontare complessivo dei versamenti in eccesso risultante dai quadri ST e SV ad esclusione dell eccesso di versamento dell imposta sostitutiva versata dalle SGR (art. 32, comma 4-bis, D.L. n. 78/2010) tenute alla compilazione del rigo SX44. Nella colonna 6 deve essere indicato l importo del credito derivante dal versamento dell imposta sul valore dei contratti assicurativi esteri di cui all art. 1, comma 2-sexies, del D.L. n. 209/2002. Gli importi nel rigo SX1 sono compresi nell importo da indicare nel rigo SX4, colonna 4. RIGO SX2 - VERSAMENTI 2014 IN ECCESSO E RESTITUZIONI RELATIVI ALLA PRESENTE DICHIARAZIONE UTILIZZATI NEL QUADRO RZ DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI Nel rigo SX2, presente solo nel Mod. 770/2015 Ordinario, indicare: l importo dei versamenti in eccesso effettuati nel 2014; l importo delle restituzioni relative all anno 2014; l eventuale riporto dell anno precedente non utilizzato in compensazione mediante Mod. F24; risultanti dalla dichiarazione 770/2015 Ordinario e utilizzati nel quadro RZ della dichiarazione dei redditi. L importo da indicare nel presente rigo deve diminuire l ammontare da indicare nella successiva colonna 4 del rigo SX4. RIGO SX3 - AMMONTARE UTILIZZATO NELLA PRESENTE DICHIARAZIONE RELATIVO AL QUADRO RZ DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI Nel rigo SX3, presente solo nel Mod. 770/2015 Ordinario, riportare: l importo dei versamenti in eccesso effettuati nel 2014; l importo delle restituzioni relative all anno 2014; l eventuale riporto dell anno precedente non utilizzato in compensazione mediante Mod. F24; risultanti dal quadro RZ della dichiarazione dei redditi e utilizzato nella dichiarazione 770/2015. RIGO SX4 - IMPORTO COMPLESSIVO COLONNA 2 - CREDITO RISULTANTE DALLA DICHIARAZIONE RELATIVA AL 2013 UTILIZZATO NEL MOD. F24 Nella colonna 2 va indicato l importo a credito risultante dalla precedente dichiarazione (Mod. 770/2014). 316 DICHIARAZIONI FISCALI

3 Nel caso di presentazione del Mod. 770/2015 Ordinario, contenente anche i dati dei versamenti e delle compensazioni attinenti al Mod. 770/2015 Semplificato, l ammontare del credito da riportare in colonna 2 si ottiene dalle seguenti colonne del Mod. 770/2014: SX32 (colonna 2 - colonna 1) + SX33 (colonna 2 - colonna 1) + SX34 (colonna 2 - colonna 1) Nel solo caso in cui il Mod. 770/2015 Ordinario sia presentato privo dei dati dei versamenti e delle compensazioni attinenti al Mod. 770/2015 Semplificato (poiché già indicati all interno del Mod. 770/2015 Semplificato), l ammontare del credito da riportare nella colonna 1 è invece pari a: COLONNA 4 - CREDITI MATURATI NEL 2014 SX34 (colonna 2 - colonna 1) Nella colonna 4 va evidenziato il risultato della seguente operazione: SX1 (colonna 1 + colonna 2 + colonna 3 + colonna 4 + colonna 5 + colonna 6) - SX2 + SX3 COLONNA 5 - AMMONTARE UTILIZZATO A SCOMPUTO DEI VERSAMENTI 2014 Va evidenziata la somma delle colonne 4 e 5 della prima e della seconda sezione dei diversi righi del quadro ST e delle colonne 4 e 5 dei diversi righi del quadro SV al netto di quanto riportato al rigo SX38 colonna 1, al rigo SX39 colonna 1, al rigo SX40 colonna 2 e delle colonne 4 e 5 dei righi da ST27 a ST37 del quadro ST e alla colonna 4 dei prospetti ST e SV nel caso di compilazione del campo 10 con il codice U. Qualora nella colonna 6 del rigo SX4 del Mod. 770/2014 Ordinario sia stato indicato l importo del credito chiesto in compensazione, il sostituto d imposta dovrà comunque presentare il Mod. 770/2015 Ordinario anche se nel corso del 2014 non sono state operate ritenute alla fonte e ciò al fine di effettuare la scelta tra compensazione e rimborso del credito. RIEPILOGO DEL CREDITO DA UTILIZZARE IN COMPENSAZIONE La sezione Riepilogo del credito da utilizzare in compensazione deve essere compilata obbligatoriamente qualora dal Mod. 770/2015 ordinario risulti un credito richiesto in compensazione (la colonna 6 del rigo SX4 è compilata). I presenti righi sono finalizzati a consentire un corretto utilizzo del predetto credito qualora nel periodo d imposta successivo il sostituto intenda avvalersi della facoltà di trasmettere i dati relativi al Mod. 770 Semplificato e dei relativi prospetti SS, ST, SV e SX separatamente dal Mod. 770 Ordinario. In questa ipotesi, infatti, il sostituto potrà effettuare le compensazioni previste dal D.P.R. n. 445/1997 da indicare nel quadro ST (modello ordinario) o nei prospetti ST e SV (modello semplificato), utilizzando esclusivamente crediti aventi la stessa natura delle ritenute che si intendono compensare. Qualora il sostituto intenda avvalersi della facoltà di inviare il 770 Semplificato senza i prospetti ST, SV e SX, oltre a dover indicare i dati nei quadri ST, SV e SX del Mod. 770 Ordinario, ha la possibilità di effettuare compensazioni utilizzando crediti aventi natura diversa dalle ritenute che si intendono compensare. Per la compilazione dei righi SX32 e SX33 si rimanda a quanto descritto per la compilazione dei medesimi righi del prospetto SX del Mod. 770/2015 Semplificato. RIGO SX34 - CREDITO SCATURITO DA RITENUTE DI CAPITALE Nel rigo SX34, colonna 2 indicare la quota del credito di cui al rigo SX4 colonna 6, da utilizzare in compensazione, scaturita da ritenute su redditi di capitale. Tale importo è comprensivo di quello eventualmente esposto a colonna 1. DICHIARAZIONI FISCALI

4 La colonna 1 è riservata ai soggetti che hanno optato per il consolidato previsto dagli artt. 117 e ss. del TUIR. Tali soggetti possono trasferire, in tutto o in parte, il credito evidenziato nella successiva colonna 2 ai fini della compensazione dell IRES dovuta dalla società consolidante a seguito della tassazione di gruppo. Il credito residuo risultante dalla differenza (SX34 colonna 2 - SX34 colonna 1) dovrà essere utilizzato in compensazione che, qualora venga effettuata nel modello di pagamento F24, comporta l utilizzo del codice tributo Qualora nel periodo d imposta successivo, il sostituto opti per la trasmissione del Mod. 770 Ordinario separatamente da quello Semplificato, il credito residuo risultante dal rigo SX34 potrà essere utilizzato in compensazione esclusivamente con i versamenti delle ritenute operate sui redditi di capitale corrisposti. Il credito da indicare in colonna 1 non può essere superiore all importo risultante dalla colonna 2. Inoltre, l importo del credito complessivamente ceduto, risultante dalla somma della colonna 1 dei righi SX32, SX33 e SX34, non può superare euro ,90 (art. 25 D.Lgs. n. 241/1997). RIGHI DA SX35 A SX44 - RIEPILOGO ALTRI CREDITI 318 DICHIARAZIONI FISCALI

5 Per la compilazione dei righi SX35, SX37 SX38, SX39, SX40 e SX47 si rinvia al commento riportato nel capitolo dedicato al prospetto SX del Mod. 770 Semplificato. Il rigo SX36 deve essere utilizzato per indicare il credito corrispondente alle ritenute di cui all art. 26, ultimo comma del D.P.R. n. 600 del 1973, restituite ai sensi dell art. 4 del D.Lgs. 30 maggio 2005, n. 143 da utilizzare in compensazione esclusivamente mediante il modello di pagamento F24. In particolare indicare: nella colonna 1, il credito risultante dalla colonna 3 del rigo SX36 della dichiarazione precedente nonché il credito maturato nel 2014, a seguito del rimborso delle ritenute operate dal 1 gennaio 2004 al 26 luglio 2005, a società o stabili organizzazioni di società situate in altro stato membro dell Unione Europea, e non dovute ai sensi dell art. 26-quater, del D.P.R. n. 600 del 1973; nella colonna 2, il credito utilizzato in compensazione nell anno 2014 mediante Mod. F24; nella colonna 3, il credito residuo risultante dalla differenza tra la colonna 1 e la colonna 2. Il rigo SX41 deve essere compilato per fornire i dati relativi al credito maturato a seguito dei versamenti dell imposta sulle riserve matematiche dei rami vita di cui al D.L. n. 209/2002, effettuati con i codici tributo 1681 e Il credito in questione, ricorrendo le condizioni previste dal comma 2 dell art. 1 del citato D.L. n. 209 del 2002, potrà essere utilizzato per la compensazione delle imposte e dei contributi ai sensi dell art. 17 del D.Lgs. n. 241 del 1997, anche oltre il limite previsto dall art. 34, comma 1, della legge n. 388/2000, ovvero ceduto a società o enti appartenenti al gruppo. In particolare indicare: nella colonna 1, l importo del credito utilizzabile alla data del 1 gennaio 2014, evidenziato nel rigo SG21, colonna 2 aumentato del credito residuo risultante dal rigo SX41, colonna 7, del Mod. 770/2014 Ordinario; nella colonna 2, l importo del credito acquisito per effetto di cessioni infragruppo avvenute con le modalità previste dall art. 43-ter del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602; nella colonna 3, il codice fiscale del soggetto cedente; nella colonna 4, l importo del credito ceduto per effetto di cessioni infragruppo avvenute con le modalità previste dall art. 43-ter del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602; nella colonna 5, il codice fiscale del cessionario; nella colonna 6, l ammontare del credito utilizzato nel Mod. F24 (codice tributo 6780) dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014, a compensazione delle imposte e dei contributi ai sensi dell art. 17 del D.Lgs. n. 241/1997, anche oltre il limite previsto dall art. 34, comma 1, della legge 23 dicembre 2000, n. 388; nella colonna 7, l importo del credito residuo alla data del 31 dicembre 2013 risultante dalla seguente operazione: colonna 1 + colonna 2 - colonna 4 - colonna 6 Nel rigo SX42 devono essere forniti i dati relativi al credito d imposta riconosciuto alle banche e agli intermediari finanziari per i quali, sulla base delle informazioni disponibili presso l Anagrafe tributaria, possono ricorrere le condizioni per l applicabilità delle disposizioni dell art. 2 del D.L. n. 185 del 2008, convertito con modificazioni dalla L. n. 2 del Questo credito d imposta è pari alla differenza tra gli importi delle rate determinate ai sensi del comma 1 del citato art. 2 del D.L. n. 185/2008 e quelli derivanti dall applicazione delle condizioni contrattuali dei mutui. Il credito d imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione ai sensi dell art. 17 del D.Lgs. n. 241 del 1997 e successive modificazioni. In particolare indicare: nella colonna 1 il credito residuo dell anno precedente riportato nel rigo SX42 colonna 3 del Mod. 770/2014 Ordinario; nella colonna 2 l ammontare del credito di cui alla colonna 1 utilizzato in compensazione esterna tramite Mod. F24, ai sensi dell art. 17 del D.Lgs. n. 241/1997; nella colonna 3 l ammontare del credito residuo. Il rigo SX43 deve essere utilizzato: dalle società di gestione del risparmio; degli intermediari depositari delle quote di fondi immobiliari, DICHIARAZIONI FISCALI

6 per indicare l importo relativo all eventuale eccedenza di versamento dell imposta sostitutiva di cui all art. 32, comma 4-bis, del D.L. n. 78/2010, utilizzabile in compensazione ai sensi dell art. 17 del D.Lgs. n. 241/1997. In particolare, occorre indicare: nella colonna 1, l importo relativo all eccedenza di versamento dell imposta sostitutiva; nella colonna 2, l importo del credito di cui alla colonna 1, utilizzato in compensazione esterna tramite modello F24, ai sensi dell art. 17 del D.Lgs. n. 241/1997; nella colonna 3, l importo del credito residuo. Il rigo SX44 deve essere utilizzato: dalle società di gestione del risparmio (SGR); dalle SICAV di diritto italiano; dai soggetti incaricati del collocamento delle quote o azioni dei fondi lussemburghesi storici, per indicare i dati riepilogativi delle compensazioni effettuate tra i risultati negativi di gestione accumulati dagli organismi di investimento alla data del 30 giugno 2011, i redditi di capitale derivanti dalla partecipazione ad organismi di investimento assoggettati a ritenuta di cui all art. 26-quinquies del D.P.R. n. 600/1973 e i redditi di capitale derivanti dalla partecipazione ad organismi di investimento in valori mobiliari di diritto estero assoggettati a ritenuta di cui all art. 10-ter, comma 1, della legge n. 77/1983. A decorrere dal 1 luglio 2011, sul risultato maturato della gestione degli organismi di investimento collettivo in valori mobiliari di diritto italiani e dei fondi lussemburghesi storici non è più dovuta l imposta sostitutiva del 12,50% di cui all art. 8, commi da 1 a 4, del D.Lgs. n. 467/1997, ovvero l imposta sostitutiva del 27% di cui all art. 8 del D.Lgs. 23 dicembre 1999, n. 505, sul risultato riferibile all investimento in partecipazioni qualificate. Sulle modalità operative si rimanda alla Circ. 33/E del 15 luglio Nel rigo SX44, pertanto, devono essere indicati i seguenti dati: nella colonna 1, l importo totale del risparmio d imposta non utilizzati in compensazione come risultante dal quadro SX del Mod. 770/2014 Ordinario; nella colonna 2, l importo del risparmio d imposta indicato nella colonna 1 utilizzato in compensazione nell anno 2014 con le ritenute di cui all art. 26-quinquies del D.P.R. n. 600/1973 operate nella misura del 12,50%; nella colonna 3, l importo del risparmio d imposta indicato nella colonna 1 utilizzato in compensazione nel 2014 con le ritenute operate in base all art. 10-ter, comma 1, L. n. 77/1983; nella colonna 4, l importo del risparmio d imposta indicato nella colonna 1 oggetto di certificazione ai partecipanti a seguito della cessazione dell organismo di investimento; nella colonna 5, l importo del risparmio d imposta indicato nella colonna 1 oggetto di trasferimento a seguito di operazioni straordinarie (cessioni di ramo d azienda, operazioni di fusione, ecc.); nella colonna 6, l importo del risparmio d imposta acquisito a seguito di operazioni straordinarie (acquisto di rami di azienda, operazioni di fusione, ecc.); nella colonna 7, l importo del risparmio d imposta residuo. Il rigo SX45 va compilato dagli intermediari (art. 11, comma 1, lett. b), D.L. n. 350/2001) al fine di: a) indicare il credito residuo 2013 (colonna 3 del rigo SX45 presente nel Mod. 770/2014 Ordinario); b) indicare l utilizzo del credito nel corso del 2014 mediante F24; c) indicare l eventuale credito residuo 2014 risultante dalla differenza tra colonna 1 e colonna 2. Nel rigo SX46 devono essere forniti i dati relativi al credito maturato a seguito dei versamenti relativi all acconto dell imposta sostitutiva sui redditi diversi di natura finanziaria in regime del risparmio amministrato di cui all articolo 2, comma 5, del decreto legge 30 novembre 2013, n In particolare occorre indicare: nella colonna 1, l importo del credito utilizzabile alla data del 1 gennaio 2014 risultante dal versamento relativo all acconto dell imposta sostitutiva dei redditi di natura finanziaria in regime di risparmio amministrato versato nel 2013 al netto di quanto già compensato con i versamenti 320 DICHIARAZIONI FISCALI

7 dell imposta sostitutiva sui redditi diversi di natura finanziaria in regime di risparmio amministrato, già evidenziati nel modello 770/2014 ordinario; nella colonna 2, l importo del credito acquisito per effetto di cessioni infragruppo avvenute con le modalità previste dall art. 43-ter del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602; nella colonna 3, il codice fiscale del soggetto cedente del credito ceduto; nella colonna 4, l importo del credito ceduto per effetto di cessioni infragruppo avvenute con le modalità previste dall art. 43-ter del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602; nella colonna 5, il codice fiscale del soggetto cessionario del credito; nella colonna 6, l importo del credito maturato nell anno 2014 a seguito del versamento relativo all acconto effettuato entro il 16 dicembre 2014; nella colonna 7, deve essere indicato l importo del credito di cui alle precedenti colonne utilizzato in compensazione interna ai sensi dell art. 1 del D.P.R. n. 445 del 1997, limitatamente alla parte utilizzata a scomputo dei versamenti relativi al periodo di imposta della presente dichiarazione; nella colonna 8, l importo del credito residuo risultante dalla seguente operazione colonna 1 + colonna 2 colonna 4 + colonna 6 colonna 7 CHECK LIST DI VERIFICA COMPILAZIONE QUADRO SX MODELLO 770/2015 ORDINARIO Recuperare i dati relativi ai conguagli dei redditi di lavoro dipendente Recuperare le copie dei modelli di versamento Verificare gli eventuali versamenti in eccesso Verificare la documentazione relativa ai crediti d imposta Verificare il credito derivante dalla precedente dichiarazione Verificare la compilazione del quadro RZ del modello Unico DICHIARAZIONI FISCALI

20. QUADRO SX - RIEPILOGO DELLE COMPENSAZIONI

20. QUADRO SX - RIEPILOGO DELLE COMPENSAZIONI 20. QUADRO SX - RIEPILOGO DELLE COMPENSAZIONI Questo quadro può essere compilato per esporre le compensazioni, nel caso di presenza di ritenute da lavoro dipendente e da lavoro autonomo, solo dai sostituti

Dettagli

11. PROSPETTO SX - RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI

11. PROSPETTO SX - RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI 11. PROSPETTO SX - RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle con ordinamento autonomo. In

Dettagli

Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI

Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESCLUSI COME SI COMPILA CASI PRATICI Il prospetto SX riguarda il riepilogo dei crediti e delle compensazioni.

Dettagli

19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF

19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF 19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF ATTENZIONE Il presente quadro non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle con ordinamento autonomo. Il quadro

Dettagli

Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF

Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI COME SI COMPILA CASI PARTICOLARI CASI PRATICI Il prospetto SV riguarda il riepilogo dei dati relativi alle trattenute

Dettagli

Modello 770: ST e SX

Modello 770: ST e SX Modello 770: ST e SX Modello Ordinario SI I quadri ST e SX vanno con il Modello Ordinario o con il Modello Semplificato * NO I quadri ST e SX vanno con il Modello Semplificato * Se non sono state effettuate

Dettagli

Quadro ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

Quadro ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE Quadro ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESCLUSI OGGETTO COME SI COMPILA Il quadro ST riguarda il riepilogo dei dati

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007; PROSPETTO ST - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il 12.01.2008 relativi all anno 2007; - versamenti effettuati entro marzo 2008 relativi alle operazioni di conguaglio di fine anno

Dettagli

9. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

9. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE 9. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle

Dettagli

QUADRO ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

QUADRO ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE QUADRO ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ASPETTI GENERALI Il quadro ST deve essere utilizzato per elencare i dati relativi alle ritenute operate ed ai relativi

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ; PROSPETTO ST Dati relativi a: - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il 12.01.2007; - ritenute operate in sede di conguaglio di fine anno 2006 effettuato entro il 28.02.2007;

Dettagli

6. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

6. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE 6. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle

Dettagli

9.PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

9.PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE 9.PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle

Dettagli

18. QUADRO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

18. QUADRO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE 18. QUADRO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE Questo quadro può essere compilato per esporre i versamenti di ritenute da lavoro dipendente e da lavoro autonomo

Dettagli

MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR

MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR Indice Introduzione Soggetti obbligati Calcolo della rivalutazione del TFR Imposta sostitutiva Acconto Saldo Termini di versamento Modalità

Dettagli

4.2.9 QUADRO VL LIQUIDAZIONE DELL IMPOSTA ANNUALE. SEZIONE 2 - Credito anno precedente

4.2.9 QUADRO VL LIQUIDAZIONE DELL IMPOSTA ANNUALE. SEZIONE 2 - Credito anno precedente 4.2.9 QUADRO VL LIQUIDAZIONE DELL IMPOSTA ANNUALE Il quadro VL è composto di tre sezioni. Nel caso di compilazione di più moduli per effetto di contabilità separate (art. 36), le sezioni 2 e 3 del presente

Dettagli

OPERAZIONI STRAORDINARIE: AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

OPERAZIONI STRAORDINARIE: AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE OPERAZIONI STRAORDINARIE: AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE di Sergio Lombardi Nel mutevole scenario economico, il ricorso alle operazioni straordinarie è sempre più frequente. Approfondiremo di seguito gli

Dettagli

Prospetto ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

Prospetto ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE Prospetto ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI Il prospetto ST riguarda il riepilogo dei dati relativi alle ritenute operate, alle

Dettagli

QUADRO ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

QUADRO ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE QUADRO ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ASPETTI GENERALI Il quadro ST deve essere utilizzato per elencare i dati relativi alle ritenute operate ed ai relativi

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Modificazioni dei modelli 770/2016 Semplificato e 770/2016 Ordinario, e delle relative istruzioni, approvati con separati provvedimenti del 15 gennaio 2016, nonché delle relative specifiche tecniche approvate

Dettagli

Rimborsi per versamenti in eccedenza

Rimborsi per versamenti in eccedenza Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 58 20.02.2015 Rimborsi per versamenti in eccedenza Categoria: Versamenti Sottocategoria: D imposta L art. 15, D.Lgs n. 175/2014 introduce, a decorrere

Dettagli

Mod. 770 struttura. Mod Ordinario. Semplificato. Dividendi Redditi di capitale. Lavoro autonomo Redditi diversi provvigioni

Mod. 770 struttura. Mod Ordinario. Semplificato. Dividendi Redditi di capitale. Lavoro autonomo Redditi diversi provvigioni Mod. 770 struttura Mod. 770 Semplificato Ordinario Lavoro dipendente e assimilati TFR Lavoro autonomo Redditi diversi provvigioni Dividendi Redditi di capitale Mod. 770 semplificato: Modello Semplificato

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 287 27.09.2016 Unico 2016: il recupero dei pagamenti eccedenti Categoria: Unico Sottocategoria: Dichiarazione Il contribuente che effettua un

Dettagli

I fondi non istituzionali e la tassazione per trasparenza

I fondi non istituzionali e la tassazione per trasparenza I fondi non istituzionali e la Direttore Settore Fiscale 1 Sommario Il regime di tassazione dei fondi non istituzionali Il regime di tassazione per «trasparenza» degli investitori non istituzionali residenti

Dettagli

Quadro SH REDDITI DI CAPITALE, PREMI E VINCITE, PROVENTI DELLE ACCETTAZIONI BANCARIE, PROVENTI DERIVANTI DA DEPOSITI A GARANZIA DI FINANZIAMENTI

Quadro SH REDDITI DI CAPITALE, PREMI E VINCITE, PROVENTI DELLE ACCETTAZIONI BANCARIE, PROVENTI DERIVANTI DA DEPOSITI A GARANZIA DI FINANZIAMENTI Quadro SH REDDITI DI CAPITALE, PREMI E VINCITE, PROVENTI DELLE ACCETTAZIONI BANCARIE, PROVENTI DERIVANTI DA DEPOSITI A GARANZIA DI FINANZIAMENTI ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI COME SI COMPILA CASI PARTICOLARI

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore

730, Unico 2016 e Studi di settore 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 103 28.09.2016 Quadro RT e controllo delle plusvalenze A cura di Devis Nucibella Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico Persone fisiche

Dettagli

ESEMPI DI COMPILAZIONE DEI PROSPETTI ST ED SX DEL MODELLO 770/2007 SEMPLIFICATO

ESEMPI DI COMPILAZIONE DEI PROSPETTI ST ED SX DEL MODELLO 770/2007 SEMPLIFICATO ESEMPI DI COMPILAZIONE DEI PROSPETTI ST ED SX DEL MODELLO 770/ SEMPLIFICATO Provv. Dir. Gen. Entrate.0. ESEMPI DI COMPILAZIONE Esempio n. Retribuzioni erogate entro il.0. (criterio di cassa allargato)

Dettagli

Sono tali i soggetti elencati dall art. 32, comma 3, del decreto legge n. 78/2010, ossia:

Sono tali i soggetti elencati dall art. 32, comma 3, del decreto legge n. 78/2010, ossia: Regime fiscale delle imposte sui redditi dei partecipanti Sulla base del quadro normativo delineato dall art. 32 del decreto legge n. 78 del 31 maggio 2010, come da ultimo modificato dalla legge n. 106

Dettagli

Le società che nel 2008 hanno partecipato ad

Le società che nel 2008 hanno partecipato ad DICHIARAZIONI IVA di gruppo di Ciro D Ardia (*) Le società che nel 2008 hanno partecipato ad una procedura di gruppo in base a quanto previsto dall articolo 73, ultimo comma del D.P.R. n. 633/1972 e dal

Dettagli

SOMMARIO: 1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi. 4.

SOMMARIO: 1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi. 4. OGGETTO: Riscossione 2010 dei contributi dovuti dagli iscritti alle gestioni artigiani e commercianti sulla quota di reddito eccedente il minimale e dai liberi professionisti iscritti alla gestione separata

Dettagli

Bologna, 29 maggio Circolare n. 17/2017. Oggetto: Comunicazioni periodiche IVA: le FAQ dell Agenzia delle Entrate

Bologna, 29 maggio Circolare n. 17/2017. Oggetto: Comunicazioni periodiche IVA: le FAQ dell Agenzia delle Entrate Oggetto: Comunicazioni periodiche IVA: le FAQ dell Agenzia delle Entrate Bologna, 29 maggio 2017 Circolare n. 17/2017 Gentile Cliente, Il D.L. 193/2016 ha introdotto l obbligo, per i soggetti passivi IVA,

Dettagli

MONOGRAFIA IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR

MONOGRAFIA IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR MONOGRAFIA IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR Indice Introduzione Soggetti obbligati Calcolo della rivalutazione del TFR Imposta sostitutiva Acconto Saldo Termini di versamento Modalità di

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2015

SEMPLIFICATO. Anno 2015 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. del D.lgs. n. 9 del 00 in materia di protezione dei dati personali Finalità del trattamento Con questa informativa l Agenzia delle

Dettagli

CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE

CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE CRITERI GENERALI: VERSAMENTI ACCONTI COMPENSAZIONE RATEIZZAZIONE Versamenti I versamenti a saldo risultanti dalla dichiarazione, compresi quelli relativi al primo acconto IRES, devono essere eseguiti entro

Dettagli

2. Reddito imponibile 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi 4. Rateizzazione 5. Quadro RR del modello UNICO

2. Reddito imponibile 3. Reddito imponibile per i contribuenti minimi 4. Rateizzazione 5. Quadro RR del modello UNICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Roma, 14/06/2010 Circolare n. 73 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

Roma, 26 agosto Oggetto: MODELLO 730-SITUAZIONI PARTICOLARI, REDDITI 2012.

Roma, 26 agosto Oggetto: MODELLO 730-SITUAZIONI PARTICOLARI, REDDITI 2012. l Roma, 26 agosto 2013 Oggetto: MODELLO 730-SITUAZIONI PARTICOLARI, REDDITI 2012. L art.51-bis Ampliamento assistenza fiscale del D.L. n.69 del 21 giugno 2013, convertito dalla legge n.98 del 9 agosto

Dettagli

Gli Approfondimenti di Lavorofacile.it Numero 43/2016 Giovedì 10 novembre 2016

Gli Approfondimenti di Lavorofacile.it Numero 43/2016 Giovedì 10 novembre 2016 Gli Approfondimenti di Lavorofacile.it Numero 43/2016 Giovedì 10 novembre 2016 TFR: l acconto dell imposta sostitutiva sulle rivalutazioni Scade il 16 dicembre il termine entro il quale il datore di lavoro

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 245 19.09.2014 Compilazione del 770 anche per il condominio Presentazione del modello entro il 19 settembre. Categoria: Dichiarazione Sottocategoria:

Dettagli

Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap

Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap Il 30 novembre è il termine ultimo per versare la seconda o unica rata dell acconto IRPEF da parte delle persone fisiche tenute alla presentazione del Modello Unico

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria art. 8 Imposta sostitutiva sul risultato di gestione degli organismi di investimento collettivo del risparmio.

Servizio di documentazione tributaria art. 8 Imposta sostitutiva sul risultato di gestione degli organismi di investimento collettivo del risparmio. Servizio di documentazione tributaria art. 8 Imposta sostitutiva sul risultato di gestione degli organismi di investimento collettivo del risparmio. Testo: in vigore dal 22/08/2000 1. L'articolo 9 della

Dettagli

Articolo 2, commi del Dl 225/2010 (Dl milleproroghe)

Articolo 2, commi del Dl 225/2010 (Dl milleproroghe) Articolo 2, commi 62-84 del Dl 225/2010 (Dl milleproroghe) 62. Nell'articolo 73 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, dopo

Dettagli

SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016

SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016 SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016 1. Importi da versare a saldo e primo acconto dell Irpef 2. Termini di versamento e modalità di versamento 3. Rateazione Il saldo Irpef e relative addizionali risultanti

Dettagli

UNICO PF ADEMPIMENTO " RIFERIMENTI " Legge 27 dicembre 2013 n. 147, art. 1 c. 156 lett. a) SOGGETTI INTERESSATI " PROCEDURE " SCADE "

UNICO PF ADEMPIMENTO  RIFERIMENTI  Legge 27 dicembre 2013 n. 147, art. 1 c. 156 lett. a) SOGGETTI INTERESSATI  PROCEDURE  SCADE UNICO PF quadri RT e RM: rivalutazione delle partecipazioni edellequotesocietarie Riccardo Rizzi e Donatella Cerone - Dottori commercialisti in Bergamo ADEMPIMENTO " FISCO I contribuenti hanno l opportunità

Dettagli

MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017

MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017 MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017 1. Obbligo di versamento 2. Individuazione dell importo da versare a saldo dell Irpef 3. Individuazione dell importo da versare in acconto

Dettagli

R15 - QUADRO RT - PLUSVALENZE DI NATURA FINANZIARIA

R15 - QUADRO RT - PLUSVALENZE DI NATURA FINANZIARIA R15 - QUADRO RT - PLUSVALENZE DI NATURA FINANZIARIA Questo quadro è composto da quattro sezioni a seconda delle tipologie dei redditi da dichiarare. Deve essere compilato per indicare i redditi derivanti

Dettagli

Le novità del modello Unico ENC

Le novità del modello Unico ENC Variazioni in aumento L articolo 3, comma 16-quater del D.L. 16/2012, ha modificato l articolo 102, comma 6, del TUIR eliminando la disposizione in base alla quale per i beni ceduti, nonché per quelli

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 147 27.07.2016 Autonomi: alla cassa per il versamento dei contributi Ultima chiamata per gli artigiani e commercianti e liberi

Dettagli

1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Rateizzazione. 4. Quadro RR del modello UNICO Compensazione.

1. Termini e modalità di versamento. 2. Reddito imponibile. 3. Rateizzazione. 4. Quadro RR del modello UNICO Compensazione. Direzione Centrale delle Entrate Contributive Roma, 12 Giugno 2007 Circolare n. 92 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

RISOLUZIONE N. 127/E denominato Imposta sostitutiva per i contribuenti minimi di cui all art. 1, commi da 96 a 117, L. n. 244/2007.

RISOLUZIONE N. 127/E denominato Imposta sostitutiva per i contribuenti minimi di cui all art. 1, commi da 96 a 117, L. n. 244/2007. Direzione Centrale Amministrazione Pianificazione e Controllo RISOLUZIONE N. 127/E OGGETTO: Istituzione del codice tributo per il versamento, tramite modello F24, dell imposta sostitutiva per i contribuenti

Dettagli

Quadro SK COMUNICAZIONE DEGLI UTILI CORRISPOSTI DA SOGGETTI RESIDENTI E NON RESIDENTI NONCHÉ ALTRI DATI DELLE SOCIETÀ FIDUCIARIE

Quadro SK COMUNICAZIONE DEGLI UTILI CORRISPOSTI DA SOGGETTI RESIDENTI E NON RESIDENTI NONCHÉ ALTRI DATI DELLE SOCIETÀ FIDUCIARIE Quadro SK COMUNICAZIONE DEGLI UTILI CORRISPOSTI DA SOGGETTI RESIDENTI E NON RESIDENTI NONCHÉ ALTRI DATI DELLE SOCIETÀ FIDUCIARIE ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI COME SI COMPILA Il quadro SK deve essere

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore

730, Unico 2016 e Studi di settore 730, Unico 2016 e Studi di settore N. 16 29.03.2016 730: quadro K e amministratore di condominio Un confronto con il quadro AC di UNICO Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 Una delle principali

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2015

SEMPLIFICATO. Anno 2015 SEMPLIICATO 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. del D.lgs. n. del 00 in materia di protezione dei dati personali inalità del trattamento Con questa informativa l

Dettagli

N. I / 1 / / 03 protocollo

N. I / 1 / / 03 protocollo N. I / 1 / 189310 / 03 protocollo Direzione Centrale Gestione Tributi Approvazione dello schema di certificazione unica CUD 2004, con le relative istruzioni, nonché definizione delle modalità di certificazione

Dettagli

Quadro VL del Mod. IVA 2013: liquidazione dell imposta annuale

Quadro VL del Mod. IVA 2013: liquidazione dell imposta annuale Quadro VL del Mod. IVA 2013: liquidazione dell imposta annuale di Roberto Fanelli (*) L ADEMPIMENTO Nel Quadro VL della dichiarazione IVA annuale sono riportati gli elementi relativi alla liquidazione

Dettagli

I soggetti destinatari della compilazione del quadro RB sono identificati in:

I soggetti destinatari della compilazione del quadro RB sono identificati in: UNICO PF e cedolare secca L analisi del modello UNICO Persone Fisiche 2012 evidenzia - nel quadro RB - un apposita sezione destinata ad accogliere la cedolare secca introdotta dall art. 3 del D.Lgs. 14

Dettagli

RISOLUZIONE N. 85/E. Roma, 12 agosto 2011

RISOLUZIONE N. 85/E. Roma, 12 agosto 2011 RISOLUZIONE N. 85/E Roma, 12 agosto 2011 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Richiesta di rimborso per somme erogate a titolo di incremento della produttività negli anni 2008 e 2009. Compilazione

Dettagli

ntrate PERIODO D IMPOSTA 2008 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del trattamento

ntrate PERIODO D IMPOSTA 2008 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del trattamento PERIODO D IMPOSTA 00 00 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. del 00 Finalità del trattamento Dati personali Modalità del trattamento Titolari del trattamento

Dettagli

I quadri SH, SI e SK del Modello 770/2011

I quadri SH, SI e SK del Modello 770/2011 I quadri SH, SI e SK del Modello 770/2011 di Marco Peverelli (*) L ADEMPIMENTO I quadri SH, SI e SK del Mod. 770/2011 devono essere compilati in caso di corresponsione di redditi di capitale, premi e vincite,

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 69: ammontare corrisposto nel 2006: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 70; - ridotto

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE PREVIBANK iscritto all Albo dei Fondi Pensione al n. 1059 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 Luglio 2014) Pagina 1 di 6 Versione Luglio 2014 PREMESSA Le informazioni fornite nel

Dettagli

COMPENSAZIONI TRAMITE F24: I CODICI TRIBUTO PER I SOSTITUTI D IMPOSTA

COMPENSAZIONI TRAMITE F24: I CODICI TRIBUTO PER I SOSTITUTI D IMPOSTA COMPENSAZIONI TRAMITE F24: I CODICI TRIBUTO PER I SOSTITUTI D IMPOSTA A cura di Paolo Rossi A seguito delle novità introdotte dal Decreto Semplificazioni fiscali 1, in vigore dal primo gennaio 2015, l

Dettagli

CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO

CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO 1 Il controllo formale delle dichiarazioni Art. 36 bis Liquidazione delle imposte sulla base dei dati emergenti dalla dichiarazione dei redditi.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 46 /E

RISOLUZIONE N. 46 /E RISOLUZIONE N. 46 /E Roma, 18 aprile 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza Giuridica Art. 25 del DL n. 78 del 2010 Ritenuta del 10 per cento sui bonifici disposti in favore di Fondi Immobiliari

Dettagli

colonna 4 Istruzioni per la compilazione rigo RT1 rigo RT2 rigo RT3 colonna 2 colonna 1 rigo RT4 rigo RT5 colonna 2 rigo RT6 rigo RT7 rigo RT8

colonna 4 Istruzioni per la compilazione rigo RT1 rigo RT2 rigo RT3 colonna 2 colonna 1 rigo RT4 rigo RT5 colonna 2 rigo RT6 rigo RT7 rigo RT8 4. QUADRO RT - Plusvalenze di natura finanziaria Questo quadro è composto da quattro sezioni a seconda delle tipologie dei redditi da dichiarare. Deve essere compilato per indicare i redditi derivanti

Dettagli

MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017

MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017 Circolare informativa per la clientela n. 19/2017 del 25 maggio 2017 MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017 1. Obbligo di versamento 2. Individuazione dell importo da versare

Dettagli

L utilizzo in compensazione del credito IVA annuale trova specifiche limitazioni in base all ammontare dello stesso.

L utilizzo in compensazione del credito IVA annuale trova specifiche limitazioni in base all ammontare dello stesso. L UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA 2014 RIFERIMENTI - Art. 10, DL n. 78/2009 - Circolari Agenzia Entrate 23.12.2009, n. 57/E; 15.1.2010, n. 1/E; 12.3.2010, n. 12/E; 3.6.2010, n. 29/E e 19.9.2014,

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 27/06/2012

Direzione Centrale Entrate. Roma, 27/06/2012 Direzione Centrale Entrate Roma, 27/06/2012 Circolare n. 90 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

Circolare n.20/e. Roma, 18/05/2016

Circolare n.20/e. Roma, 18/05/2016 Circolare n.20/e Direzione Centrale Normativa Roma, 18/05/2016 OGGETTO: Commento alle novità fiscali. Legge 28 dicembre 2015, n. 208 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello

Dettagli

CIRCOLARE N. 27. Roma, 19 settembre 2014

CIRCOLARE N. 27. Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

L AGEVOLAZIONE ACE E IL MOD. UNICO 2013 SC

L AGEVOLAZIONE ACE E IL MOD. UNICO 2013 SC INFORMATIVA N. 105 18 APRILE 2013 DICHIARAZIONI L AGEVOLAZIONE ACE E IL MOD. UNICO 2013 SC Art. 1, DL n. 201/2011 Decreto MEF 14.3.2012 Circolare Agenzia Entrate 20.9.2012, n. 35/E Informativa SEAC 14.3.2013,

Dettagli

Imposta di bollo sul risparmio gestito deducibile come onere inerente. Risoluzione n.76 del 6 novembre 2013.

Imposta di bollo sul risparmio gestito deducibile come onere inerente. Risoluzione n.76 del 6 novembre 2013. Fiscal Flash La notizia in breve N. 284 07.11.2013 Imposta di bollo sul risparmio gestito deducibile come onere inerente Risoluzione n.76 del 6 novembre 2013. Categoria: Imposte indirette Sottocategoria:

Dettagli

Risoluzione del Ministero delle Finanze - (RIS) n. 69 E del 24 maggio 2000

Risoluzione del Ministero delle Finanze - (RIS) n. 69 E del 24 maggio 2000 3/06/2000 MODELLO F24 CODICI TRIBUTO n. 22/2000 Pag. 2963 Compilazione del nuovo modello F24: nuove istruzioni e modifiche alle tabelle con i codici tributo per il pagamento delle somme dovute per i vari

Dettagli

Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi

Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi Pag. 2334 n. 17/2000 29/04/2000 Nuovo Modello F24: ulteriori istruzioni e nuovi codici tributo per il pagamento di somme dovute per i vari istituti conciliativi Circolare del Ministero delle Finanze -

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

ORDINARIO. Anno Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del Finalità.

ORDINARIO. Anno Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del Finalità. 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 9 del 00 Finalità del trattamento Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i dati raccolti

Dettagli

FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/2017) Torino, lì 23 maggio 2017

FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/2017) Torino, lì 23 maggio 2017 23 MGGIO 1 FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/) Torino, lì 23 maggio Relatore: Andrea Gippone - Commercialista 2 TERMINI DI PRESENTAZIONE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Prot. 7773/2016 Approvazione del modello 770/2016 Semplificato, relativo all anno 2015, con le istruzioni per la compilazione, concernente i versamenti, i crediti e le compensazioni effettuati. IL DIRETTORE

Dettagli

Come presentare il Modello IVA 26 Mascia Dalmaggioni e Manuela Castellani, Dottori commercialisti in Bergamo

Come presentare il Modello IVA 26 Mascia Dalmaggioni e Manuela Castellani, Dottori commercialisti in Bergamo Come presentare il Modello 26 Mascia Dalmaggioni e Manuela Castellani, Dottori commercialisti in Bergamo ADEMPIMENTO " RIFERIMENTI " SOGGETTI INTERESSATI " SOGGETTI ESCLUSI " PROCEDURE " SCADE " CASI PARTICOLARI

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE N. protocollo n. 2011/180987 Modalità di attuazione delle disposizioni contenute nei commi 3-bis, 4, 4-bis e 5 dell articolo 32 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 137 04.05.2016 UNICO 2016: dividendi percepiti da persone fisiche Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: UNICO Persone Fisiche La tassazione

Dettagli

SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2010

SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2010 SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2010 1 Venerdì IMPOSTE E CONTRIBUTI/MODELLO F24 Versamento e compensazione 1 Venerdì CALAMITÀ ED EVENTI ECCEZIONALI Imposte e tasse - Termini di adempimento 5

Dettagli

Allegato LA REGOLARIZZAZIONE DEGLI IMMOBILI ALL ESTERO

Allegato LA REGOLARIZZAZIONE DEGLI IMMOBILI ALL ESTERO Allegato LO SCUDO FISCALE - IMMOBILI ALL ESTERO L art. 13-bis, DL n. 78/2009, convertito dalla Legge n. 102/2009, ha (re)introdotto la specifica disciplina, c.d. scudo fiscale, che consente a coloro che

Dettagli

Correttiva nei termini Dichiarazione integrativa Eventi eccezionali

Correttiva nei termini Dichiarazione integrativa Eventi eccezionali 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 9 del 00 in materia di protezione dei dati personali Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come

Dettagli

Anno 2014 N. RF196. La Nuova Redazione Fiscale MODELLO 770/2014 ORDINARIO - I QUADRI SI E SK ISTRUZIONI MODELLO 770/2014 ORDINARIO

Anno 2014 N. RF196. La Nuova Redazione Fiscale MODELLO 770/2014 ORDINARIO - I QUADRI SI E SK ISTRUZIONI MODELLO 770/2014 ORDINARIO Anno 2014 N. RF196 www.redazionefiscale.it ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale Pag. 1 / 9 OGGETTO RIFERIMENTI MODELLO 770/2014 ORDINARIO - I QUADRI SI E SK ISTRUZIONI MODELLO 770/2014 ORDINARIO CIRCOLARE

Dettagli

Gruppo di Lavoro Principi Contabili. Linee operative contabili 3 Utilizzo dell eccedenza ACE per il versamento dell IRAP

Gruppo di Lavoro Principi Contabili. Linee operative contabili 3 Utilizzo dell eccedenza ACE per il versamento dell IRAP Gruppo di Lavoro Principi Contabili Linee operative contabili 3 Utilizzo dell eccedenza ACE per il versamento dell IRAP G iugno 2015 1. Il caso/fatto amministrativo L articolo 19, comma 1, lett. b), del

Dettagli

Milano, 16 febbraio 2012 Dott. Norberto Arquilla

Milano, 16 febbraio 2012 Dott. Norberto Arquilla Riforma della tassazione dei redditi di capitale e dei redditi diversi di natura finanziaria (D.L. n. 138/2011 convertito in L. n. 148/2011, D.L. 216/2011 convertito il 15 febbraio 2012, D.L. 2 del 2012

Dettagli

R15 - QUADRO RQ - IMPOSTE ADDIZIONALI E SOSTITUTIVE ALL IRES E ALL IRAP

R15 - QUADRO RQ - IMPOSTE ADDIZIONALI E SOSTITUTIVE ALL IRES E ALL IRAP R15 - QUADRO RQ - IMPOSTE ADDIZIONALI E SOSTITUTIVE ALL IRES E ALL IRAP 15.1 Sezione I Conferimenti o cessioni di beni o di aziende in favore di CAF (art. 8 della L. n. 342/2000) 15.2 Sezione II Imposta

Dettagli

Decreto Legislativo 12 aprile 2001, n. 168

Decreto Legislativo 12 aprile 2001, n. 168 Decreto Legislativo 12 aprile 2001, n. 168 "Disposizioni correttive del decreto legislativo 18 febbraio 2000, n. 47, in materia di riforma della disciplina fiscale della previdenza complementare" pubblicato

Dettagli

Modelli 770/ Proroga dei termini di presentazione - Effetti ai fini del ravvedimento operoso

Modelli 770/ Proroga dei termini di presentazione - Effetti ai fini del ravvedimento operoso Modelli 770/2015 - Proroga dei termini di presentazione - Effetti ai fini del ravvedimento operoso Novità Circolare numero 27 del 27 luglio 2015 Via Leoncino, 22 37121 Verona - IT Foro Buonaparte, 67 20121

Dettagli

Studio Denti & Associati Via Aspromonte 55 Nuoro

Studio Denti & Associati Via Aspromonte 55 Nuoro Egr. Clienti Loro sedi Nuoro, 07 novembre 2016 OGGETTO: Acconti d imposta 2016. Entro il prossimo mercoledì 30 novembre 2016 andrà versata la seconda rata d acconto relativa alle imposte sui redditi ed

Dettagli

Modulo RW. Dott. Salvatore Sanna

Modulo RW. Dott. Salvatore Sanna Modulo RW Dott. Salvatore Sanna MODULO RW PER I SOGGETTI RESIDENTI Persone fisiche Enti non commerciali Società semplici Soggetti equiparati RESIDENTI IN ITALIA REQUISITO NECESSARIO Sono residenti in Italia,

Dettagli

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 Servizio Caf 730 Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 INFORMATIVA N. 12 Prot. 1185 DATA 16.02.2005 Settore: Oggetto: Riferimenti: IMPOSTE SUI REDDITI Rigo D1 Utili ed altri proventi equiparati: modalità

Dettagli

UNICO 2015 Società Capitali: la tassazione per trasparenza Filippo Gagliardi - Esperto fiscale

UNICO 2015 Società Capitali: la tassazione per trasparenza Filippo Gagliardi - Esperto fiscale UNICO 2015 Società Capitali: la tassazione per trasparenza Filippo Gagliardi - Esperto fiscale ADEMPIMENTO " FISCO Le società di capitali, a determinate condizioni ed esclusivamente in via opzionale, possono

Dettagli

Bozza del 29/12/2010 ORDINARIO. Anno Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003.

Bozza del 29/12/2010 ORDINARIO. Anno Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003. Bozza del 9//00 0 Anno 00 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 9 del 00 Finalità del trattamento Dati personali Modalità del trattamento Titolari del trattamento

Dettagli

ESEMPIO N. 12. Saldo TFM superiore a euro un milione

ESEMPIO N. 12. Saldo TFM superiore a euro un milione Esempio n. ESEMPIO N. Saldo TFM superiore a euro un milione Si ipotizzi che al signor Silvio Salvi, amministratore di una Srl con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, vengano corrisposti,

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA

CERTIFICAZIONE UNICA Trattamento di fine rapporto, indennità equipollenti, altre indennità e prestazioni in forma di capitale soggette a tassazione separata Nella presente sezione punti da 801 a 808 devono essere esposti i

Dettagli

I passaggi che portano alla compilazione di un 770 sono riassumibili in :

I passaggi che portano alla compilazione di un 770 sono riassumibili in : I passaggi che portano alla compilazione di un 770 sono riassumibili in : - produzione di mandati a dipendenti o a terzi sui quale l Ente agisce come sostituto d imposta, ovvero trattenendo i tributi erariali

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 331 03.11.2016 Omesso versamento Iva e possibile compensazione Categoria: Iva Sottocategoria: Varie A cura di Paola Sabatino Nel caso di omesso

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Economia e delle Finanze Visto l articolo 1, comma 91, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, il quale dispone, tra l altro, che, a decorrere dal periodo di imposta 2015, agli enti di previdenza

Dettagli