Le priorità ferroviarie: tempi e risultati attesi. Maggio 2013

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le priorità ferroviarie: tempi e risultati attesi. Maggio 2013"

Transcript

1 Le priorità ferroviarie: tempi e risultati attesi Maggio 2013

2 RFI: l infrastruttura ferroviaria nazionale una grande risorsa Rete RFI : km Doppio binario: km Binario unico: km Linee elettrificate: km (oltre 71 %) ~ km ~ 950 km ~ km ~ km ~ km Linee alta velocità Nodi metropolitani Rete fondamentale Rete integrativa Rete complementare Stazioni passeggeri: Tecnologie innovative per la sicurezza SSC SCMT km ERTMS 650 km GSM-R km Totale Personale circa Dati al

3 Il Contratto di Programma aggiornamento Tabella A: opere in corso Tabella E: Ultimati (Totale tabelle A+E) di cui Rete Convenzionale TO-MI-NA Lotti costruttivi Ultimati (tab.e) (Importi in Milioni ) Di cui per manutenzione straordinaria, migliorativa e obblighi di legge per Tecnologie per sicurezza, circolazione ed efficientamento per sviluppo infrastrutturale Di cui totale disponibili CIS: Direttrice Napoli-Bari Lecce-Taranto Direttrice Messina-Catania-Palermo 504 Direttrice Salerno-Reggio Calabria Totale risorse disponibili su progetti inclusi in CIS

4 I volumi di produzione annua 6,6 6,5 5,8 5,8 5,6 2,0 1,4 0,6 3,6 1,9 1,8 4,3 3,4 2,2 2,1 2,3 4,1 3,4 2,5 3,1 3,4 3,4 2,4 2,2 4,8 3,1 1,7 3,7 2,6 1,1 3,2 2,9 2,7 2,7 2,4 2,3 0,5 0,4 0,4 4,0 4,2 3,4 3,0 3,4 3,6 2,8 2,4 0,6 0,6 0,6 0,6 media '93 ' Totale Rete Convenzionale/Alta Capacità Rete AV/AC Torino Milano Napoli (Milioni ) Totale Rete Convenzionale/Alta Capacità Rete AV/AC Torino Milano Napoli

5 Metodologia di gestione e controllo investimenti Processi/Procedure aziendali Regole Customizzazione piattaforma SAP Sistema informatico Organizzazione Team di Progetto dedicati

6 Organizzazione DIRETTORE PROGRAMMI INVESTIMENTI/RdP Contrattualistica e Autorizzazioni Controllo Progetti Amministrazione e contabilità Committente di Progetto Project Engineer Project Controller Gestore Tecnico Gestore Progetto Fulcro centrale del metodo di Project Management di RFI è la costituzione di Team di Progetto, pool di risorse dedicate alla gestione e controllo degli investimenti inseriti in Portafogli di Progetti, ai fini del conseguimento degli obiettivi tecnici ed economici degli stessi.

7 Regole Steering Scheduling Reporting I Team operano in base a regole strutturate e formalizzate attraverso Procedure aziendali, che prevedono il presidio del portafoglio Progetti attraverso incontri mensili di steering con i Soggetti Tecnici incaricati della progettazione, dell affidamento e della realizzazione degli investimenti. Il costante monitoraggio del rispetto degli obiettivi economici e temporali degli investimenti consente il presidio su eventuali criticità emergenti, anche in termini di incremento di costo o di slittamento dei tempi di realizzazione.

8 Il calendario di steering Il processo di steering consiste in una strutturata attività di gestione di riunioni periodiche nelle quali i Team di Committenza e dei Soggetti Tecnici analizzano lo stato di avanzamento e individuano la risoluzione delle criticità del Progetto, definendo anticipatamente le eventuali azioni correttive. Qualora tali azioni non portino alla risoluzione delle criticità, negli Steering viene condiviso l aggiornamento degli obiettivi temporali ed economici dell investimento da sottoporre alla successiva fase approvativa delle Strutture Centrali di RFI.

9 Sistema informatico Progetti di sviluppo WBS tipologia 10 Definizione Progetto Progetti contenitori tipologici WBS tipologia 31 N.P.P. = CUP Progetti Soppressione PL WBS tipologia 12, 33 Definizione Progetto = CUP NPP/Anno n NPP/Anno n+1 NPP/Anno n+2 Progetto NPP/Anno n NPP/Anno n + 1 NPP/Anno n + 2 S. P. Intervento 1 Intervento Intervento Intervento Progettazione Realizzazione OPERA OPERA OPERA P. P. 1 P. D. 1 P. E. 1 Op.1 Op.2 C1 C2 C1 C2 C1 C2 C1 C1 C1 C1 C2 C1 WBS standard Studi di Fattibilità WBS tipologia 34 Definizione Progetto = CUP Progetti Ante Progetti Programmatici WBS tipologia 50 Definizione Progetto ante = CUP Progetto 1 Progetto 2 Comm. 1 Comm. 2 Prog.ne Realizz.ne Prog.ne Realizz.ne La gestione ed il controllo del portafoglio Progetti vengono supportati da uno strumento informatico integrato su piattaforma SAP, nel quale sono rappresentate tutte le fasi del Progetto attraverso la rappresentazione del programma lavori aggiornato mensilmente come supporto alle riunioni di steering e storicizzato quadrimestralmente per alimentare i Processi aziendali.

10 La reportistica di steering Procedura autorizzativa I report di Steering sono utilizzati come supporto per la ripianificazione e per la verifica della rappresentazione del programma lavori del Progetto prima di crearne la Versione.

11 Principali criticità realizzazione investimenti - Principali criticità in fase progettuale: Criticità finanziarie Difficoltà nell acquisizione delle approvazioni da parte di Enti in sede di CdS e del CIPE Difficoltà nell acquisizione dell espressione della conferma da parte del MIT (art. 4 CdP) Recepimento nuove normative nazionali/europee (ambiente, validazione, interoperabilità, ecc.) Allungamento tempi di gara per contenzioso negoziale e verifica offerte anomale Ridefinizione input progettuali specifiche tecnico/funzionali - Principali criticità in fase realizzativa: Criticità finanziarie Rapporti con ANSF per la messa in esercizio degli impianti Recepimento normativa adeguamento sicurezza gallerie (art. 10 DM ) Difficoltà economico finanziarie degli appaltatori Difficoltà nell acquisizione delle aree Adeguamento a nuovi standard impiantistici Imprevisti idro-geologici ed archeologici

12 Principali criticità realizzazione investimenti Il Metodo di gestione e controllo degli investimenti aiuta a minimizzare l impatto delle eventuali criticità sui tempi realizzativi perché consente di agire proattivamente quando le problematiche sono gestibili internamente ad RFI

13 Direttrice Napoli Bari - Lecce/Taranto quadro localizzazione interventi Tratta Cancello Frasso T. Stato: PP approvata dal CIPE il (In attesa pubblicazione Delibera CIPE) CVI: 730 Mio EUR; Roma Roma Napoli Afragola NAPOLI Caserta Linea AV / AC Roma - Napoli Cancello Vitulano Frasso T. Tratta Frasso T. - Vitulano Stato: P.P. in L.O. Invio Progetto ai Ministeri: CVI : 986 Mio EUR (finanziata solo progettazione) Apice Benevento Irpinia Tratta Vitulano - Apice Stato: in esercizio Variante Napoli Cancello Stato: PP approvata dal CIPE il (In attesa pubblicazione Delibera CIPE) C.V.I.: 813 Mio EUR Foggia Orsara Cervaro Bovino Tratta Apice - Orsara Stato: P.P. in L.O. Invio Progetto ai Ministeri: CVI : 2676 Mio EUR (finanziata solo progettazione) Bretella di Foggia Stato: progettazione esecutiva in corso C.V.I. 10 Mio EUR Bari Tratta Cervaro Bovino Cervaro Bovino: in corso di realizzazione (C.V.I.: 230 Mio EUR) Potenziamento Direttrice Napoli Bari Lecce/Taranto Interventi Tecnologici nel nodo di Napoli Nodo di Napoli: ACC Napoli Centrale Stato: PD in corso; CVI: 85 Mio EUR Nodo di Napoli: potenziamento tecnologico Stato: affidamento in corso; CVI: 77 Mio EUR Nodo di Napoli: potenziamento tecnologico ulteriore fase Stato: PD in corso; CVI: 28 Mio EUR Velocizzazione Napoli-Bari Stato: PD in corso; CVI: 15 Mio EUR

14 Direttrice Napoli-Bari-Lecce/Taranto: localizzazione interventi Nodo di Bari (ACC Bari PN) Stato: in corso di realizzazione CVI: 90 Mio EUR PRG e ACC di Bari Centrale Stato: PP in corso CVI: 90 Mio EUR Raddoppio Bari S.Andrea-Bitetto Stato: in corso di realizzazione CVI:219 Mio EUR SCC Bari-Taranto Stato: in corso di realizzazione CVI: 30 Mio EUR Bari S.Andrea Completamento attrezzaggio Bari-Taranto Stato: PD in corso CVI: 18 Mio EUR Bitetto Nodo di Bari: Bari Sud (Bari C.le Bari Torre a Mare) Stato: PD in corso. CVI: 391Mio EUR SCC Bari-Lecce Stato: in corso di realizzazione CVI: 78 Mio EUR Velocizzazione Bari Lecce Stato: PD in corso CVI: 15 Mio EUR PRG e ACC di Lecce Stato: PD in corso CVI: 60 Mio EUR

15 Direttrice Napoli-Bari-Lecce/Taranto: localizzazione interventi Raddoppio Pescara-Bari Tratta Ripalta-Lesina Stato: in corso PP CVI: 106 Mio EUR Potenza-Foggia Stato: da avviare PP CVI: 200 Mio EUR

16 Direttrice Napoli-Bari-Lecce/Taranto: obiettivi INTERVENTI TECNOLOGICI Finalizzati ad una riduzione dei tempi di percorrenza, pari a: circa 25 sulla relazione Roma Bari; 13 sulla relazione Bari Lecce INTERVENTI INFRASTRUTTURALI Bari Sud (Bari Centrale Bari Torre a Mare) Il progetto Bari Sud ha una importante valenza urbanistica, in quanto consente: riduzione delle interferenze tra le linee ferroviarie ed il territorio comunale e la eliminazione di 2 passaggi a livello FS ancora presenti a sud di Bari; realizzazione di un sistema di trasporto integrato; recupero, riqualificazione e valorizzazione delle aree ferroviarie da dismettere Bari - Napoli Il potenziamento tecnologico ed infrastrutturale dell intera linea Napoli-Bari (inclusi quindi anche i tratti tra Frasso Telesino e Bovino, che al momento non dispongono di integrale copertura finanziaria) riduce di 1h33 i tempi di percorrenza tra Napoli e Bari (da 3h33 a 2h00 ) e porta a circa 3h il tempo di percorrenza del collegamento Roma - Bari. Asse Bologna-Bari-Lecce-Taranto - Variante Termoli - Lesina (tratto Lesina-Ripalta) Il raddoppio del binario nella tratta Lesina-Ripalta consente un miglioramento della regolarità dell esercizio e la risoluzione dei problemi collegati alle esondazioni del fiume Fortore

17 Direttrice ferroviaria Salerno-Reggio Calabria: localizzazione interventi Potenziamento Metaponto Sibari B.S.Antonello (Paola) In realizzazione/progettazione CVI 153 Mio EUR Potenziamento infrastrutturale e tecnologico linea Battipaglia Reggio Calabria Progettazione Definitiva approvata dal CIPE: CVI 230 Mio EUR Asse Salerno Reggio Calabria velocizzazione principali linee (Upgrading interventi accessori) Sviluppata progettazione preliminare CVI 30 Mio EUR Asse Salerno Reggio Calabria velocizzazione principali linee (Upgrading) Sviluppata progettazione preliminare CVI 10 Mio EUR Collegamento Lamezia Catanzaro Dorsale ionica: Studio di fattibilità e realizzazione 1^ lotto funzionale (elettrificazione) studio di fattibilità CVI 81 Mio EUR

18 Direttrice ferroviaria Salerno-Reggio Calabria I progetti inseriti nel CIS contribuiscono: alla modernizzazione della rete ferroviaria calabrese adeguandola agli standard prestazionali e di esercizio più avanzati all incremento e omogenizzazione della velocità di linea sulle relazioni Battipaglia Reggio Calabria, Sibari Crotone Catanzaro Lido e Catanzaro Lido Lamezia Terme allo sviluppo del traffico merci da/per il Porto di Gioia Tauro In particolare: Interventi di velocizzazione (Velocizzazione Battipaglia Reggio Calabria e Velocizzazione principali linee) Incremento della velocità fino a 200 m/h sulla linea Battipaglia - Reggio Calabria e fino a 140/150 km/h fra Sibari e Lamezia. Gli interventi di velocizzazione, congiunti agli interventi previsti nel nodo di Napoli, consentiranno di ridurre i tempi di percorrenza fra Roma e Reggio Calabria a 4h 30 contro le attuali 5h 12 Potenziamento itinerario Gioia Tauro-Taranto (Metaponto-Sibari-Bivio S.Antonello) Eliminazione delle criticità infrastrutturali attualmente presenti nei tratti oggetto delle varianti e potenziamento della linea in termini di prestazioni e tempi di percorrenza. Elettrificazione (Collegamento Lamezia-Catanzaro-Dorsale ionica: studio di fattibilità e realizzazione primo lotto funzionale) Abbattimento dei livelli di Co2, miglioramento della continuità ed affidabilità del servizio con omogenizzazione del materiale rotabile utilizzato sulla rete calabrese, miglioramento dei tempi di percorrenza

19 CIS per il completamento della Direttrice ferroviaria Messina-Catania-Palermo-: localizzazione interventi Raddoppio Catania Ognina C.le CVI: 120 Mio EUR Risorse disponibili: 120 Mio EUR Catania Raddoppio Giampilieri Fiumefreddo CVI: Mio EUR Risorse disponibili: 46 Mio EUR Fabbisogno residuo: Mio EUR In attesa chiusura Tavolo Tecnico regione Sicilia per adeguamento Progetto Preliminare Giampilieri Nodo di Palermo CVI: Mio EUR Risorse disponibili: Mio EUR Roccapalumba Marianopoli Catenanuova Fiumefredd o Catania Ognina Bivio Enna Sud Raddusa Agira CATANIA Interventi tecnologici per potenziamento e velocizzazione: Messina-Palermo e Messina-Siracusa: CVI 28 Mio EUR finanziati in corso progettazione opere Palermo Catania e Messina-Catania: CVI 20 Mio EUR - in corso progettazione opere SCC Messina-Siracusa CVI 56 Mio EUR finanziati in realizzazione SCC Fiumetorto-Messina CVI 37 Mio EUR finanziati in realizzazione SCC Nodo di Palermo CVI 38 Mio EUR finanziati in realizzazione Motta Bicocca Raddoppio Bivio Zurria Acquicella CVI : 116 Mio EUR Risorse disponibili: 116 Mio EUR In corso Progettazione Definitiva (sospesa per mancanza autorizzazione sondaggi) Nodo di Catania: interramento stazione centrale (km 2) CVI: 464 Mio EUR Risorse disponibili: 8 Mio EUR Fabbisogno residuo: 456 Mio EUR Da avviare Progettazione Definitiva a seguito consolidamento requisiti di progetto

20 CIS per il completamento della Direttrice ferroviaria Messina-Catania-Palermo-: localizzazione interventi Raddoppio Catenanuova Raddusa-Agira CVI : 309 Mio EUR Risorse disponibili: 309 Mio EUR Progetto Preliminare Raddoppio Bicocca Motta Catenanuova CVI : 430 Mio EUR Risorse disponibili: 430 Mio EUR In corso iter approvazione Progetto Preliminare da parte CIPE Fiumetorto Giampilieri Roccapalumba Marianopoli Catenanuova Fiumefredd o Catania Ognina Velocizzazione Roccapalumba Marianopoli CVI : 62 Mio EUR Risorse Disponibili: 62 Mio EUR Progetto Preliminare Raddusa Agira Motta Bicocca CATANIA Tratta Raddusa -Enna Fiumetorto e confronto con Corridoio nr. 5 Risorse disponibili: 2 Mio EUR studio di fattibilità corridoio

21 Collegamento Palermo-Catania e Collegamento Messina-Catania Palermo-Catania Attualmente: Palermo-Catania: 2 ore 45 minuti con tre fermate intermedie a Termini Imerese, Caltanissetta, Enna Palermo-Catania: 2 ore e 40 minuti senza fermate intermedie (oggi non previsto in orario) Dopo la realizzazione della prima fase interventi infrastrutturali (raddoppio Bicocca-Catenanuova-Raddusa Agira e velocizzazione Roccapalumba-Marianopoli): Palermo - Catania: 2 ore e 24 minuti con fermata intermedia ad Enna Recupero in termini di percorrenza rispetto al miglior servizio attuale di 21 minuti Attualmente: Messina-Catania Messina-Catania: 1 ore 15 minuti con tre fermate intermedie a Taormina, Giarre, Acireale Messina-Catania: 1 ore e 10 minuti senza fermate intermedie (oggi non previsto in orario) Dopo la realizzazione del raddoppio Giampilieri-Fiumefreddo: Messina- Catania: 45 minuti senza fermate intermedie Recupero in termini di percorrenza rispetto al miglior servizio attuale di 30 minuti

22 Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) Rappresenta un atto, innovativo ed efficace, con cui Governo, Regioni, FS e RFI si impegnano a collaborare e coordinarsi per la realizzazione di un perimetro condiviso di interventi infrastrutturali: eseguendo un monitoraggio periodico degli impegni assunti; rimuovendo gli ostacoli che dovessero sorgere nel corso della realizzazione dei Progetti; accettando, in caso di inerzia, ritardo o inadempienza accertate, le misure sanzionatorie previste dal Contratto stesso. Costituisce indubbiamente uno strumento funzionale e di utile supporto per il superamento delle principali cause di slittamento dei tempi di ultimazione degli investimenti ferroviari, di natura autorizzativa e finanziaria.

23 Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) Itinerario Napoli-Bari:Variante Cancello-Napoli Agosto 2009 : Dicembre 2009: Febbraio 2010: Luglio 2010: Settembre 2010: Marzo 2012: Agosto 2012: Ottobre 2012: Ottobre 2012 Febbraio 2013: inoltro del progetto preliminare al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti richieste di integrazione da parte della Commissione VIA inoltro integrazioni da parte di RFI parere positivo Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare parere positivo del Ministero dei beni e delle Attività Culturali parere positivo della regione Campania, con prescrizioni sul tracciato sottoscrizione CIS inoltro documento comparativo delle soluzioni di tracciato da parte di RFI al Responsabile Unico del Contratto, come previsto nel CIS nuova Delibera della Regione Campania approvazione del progetto preliminare da parte del CIPE 42 mesi 4 mesi Si è in attesa della pubblicazione della Delibera CIPE sulla Gazzetta Ufficiale, condizione necessaria per il prosieguo delle attività.

24 Direttrice Napoli-Bari-Lecce/Taranto Interventi inclusi nel Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS)

25 Direttrice Napoli-Bari-Lecce/Taranto Interventi inclusi nel Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS)

PIANO PER IL SUD Suddivisione regionale degli investimenti

PIANO PER IL SUD Suddivisione regionale degli investimenti PIANO PER IL SUD Suddivisione regionale degli investimenti PIANO PER IL SUD la linea AV/AC Investimenti Regione Campania Potenziamento itinerario Napoli-Bari: tratta Apice-Orsara 4 3 Potenziamento itinerario

Dettagli

PIANO DI AZIONE COESIONE PRINCIPALI INTERVENTI FERROVIARI

PIANO DI AZIONE COESIONE PRINCIPALI INTERVENTI FERROVIARI Allegato 2 PIANO DI AZIONE COESIONE PRINCIPALI INTERVENTI FERROVIARI 1 Quadro complessivo e piano finanziario La strategia di sviluppo della dotazione infrastrutturale ferroviaria delle Regioni Meridionali

Dettagli

Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari

Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari Legge 11 novembre 2014, n. 164, di conversione del Decreto Legge n.133/2014 «Sblocca Italia» Grottaminarda, 15 dicembre 2014 1 Il Gruppo

Dettagli

SCHEDA N. 121 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE J11H03000100008. RFI Spa.

SCHEDA N. 121 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE J11H03000100008. RFI Spa. SISTEMI URBANI Sistema integrato di trasporto del nodo di Catania Nodo di Catania - Interramento stazione centrale e raddoppio bivio Zurria- Catania Acquicella SCHEDA N. 121 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA

Dettagli

Contratto Istituzionale di Sviluppo per la realizzazione della direttrice ferroviaria Salerno-Reggio Calabria

Contratto Istituzionale di Sviluppo per la realizzazione della direttrice ferroviaria Salerno-Reggio Calabria Allegato 3 schede intervento Contratto Istituzionale di Sviluppo per la realizzazione della direttrice ferroviaria Salerno-Reggio Calabria INTERVENTI DI ADEGUAMENTO TECNOLOGICO ED INFRASTRUTTURALE PER

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA Asse ferroviario Salerno - Reggio Calabria - Palermo - Catania Prolungamento della AV/AC a sud Linea AV-AC Palermo-Catania-Messina SCHEDA N. 212 LOCALIZZAZIONE

Dettagli

La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari

La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari Dario Gentile - aprile 2009 1 LE TAPPE DEL PROGETTO DELLA LINEA DI ALTA CAPACITÀ NAPOLI-BARI Il rilancio della linea Napoli-Bari è stato possibile dopo anni

Dettagli

Fasi iter: MODIFICATO PER COMMISSIONE ASSEGNATARIA IL 10/07/2013 DISCUSSIONE IL 11/09/2013 SVOLTO IL 11/09/2013 CONCLUSO IL 11/09/2013 Atto Camera

Fasi iter: MODIFICATO PER COMMISSIONE ASSEGNATARIA IL 10/07/2013 DISCUSSIONE IL 11/09/2013 SVOLTO IL 11/09/2013 CONCLUSO IL 11/09/2013 Atto Camera ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE 5/00562 Dati di presentazione dell'atto Legislatura: 17 Seduta di annuncio: 50 del 10/07/2013 Firmatari Primo firmatario: IANNUZZI TINO Gruppo: PARTITO

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità ferroviaria Malpensa Opere connesse all'expo: tratta Rho-Gallarate e Raccordo Y per la connessione diretta tra Rho-Fiera/Expo e Malpensa SCHEDA N. 13 LOCALIZZAZIONE

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) Nodo AV Verona SCHEDA N.

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) Nodo AV Verona SCHEDA N. CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) Nodo AV Verona SCHEDA N. 8 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: F81H91000000018

Dettagli

GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI

GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI Hub aeroportuale sistema Veneto - Collegamenti ferroviari con aeroporti veneti (Venezia e Verona) Collegamento ferroviario con l'aeroporto Marco

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA Asse ferroviario Ventimiglia-Genova-Novara-Milano (Sempione) Ventimiglia-Genova Tratta Andora - Finale Ligure SCHEDA N. 38 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA:

Dettagli

Evoluzione del sistema ferroviario. Marsiglia, 29 marzo 2005

Evoluzione del sistema ferroviario. Marsiglia, 29 marzo 2005 Evoluzione del sistema ferroviario Marsiglia, 29 marzo 2005 Progetti Prioritari della rete TEN e corridoi Paneuropei interessanti l Italia Tratti italiani del Progetto Prioritario 6 (TEN) e del Corridoio

Dettagli

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA Imperia-Porto Maurizio, 21 luglio 2008 Il territorio della Liguria è interessato da un intenso programma di potenziamento infrastrutturale e tecnologico. Rete Ferroviaria Italiana

Dettagli

L'impegno del Gruppo Ferrovie dello Stato in Campania 1^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI RETE FERROVIARIA ITALIANA IN CAMPANIA

L'impegno del Gruppo Ferrovie dello Stato in Campania 1^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI RETE FERROVIARIA ITALIANA IN CAMPANIA L'impegno del Gruppo Ferrovie dello Stato in Campania 1^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI RETE FERROVIARIA ITALIANA IN CAMPANIA PAG. 2 2^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI

Dettagli

CURRICULUM VITAE DI MARCO. Giorgio. 03.01.1949 Palermo. Italiana. Coniugato. Università di Palermo. 2^ sessione1974. Ingegneria Elettronica

CURRICULUM VITAE DI MARCO. Giorgio. 03.01.1949 Palermo. Italiana. Coniugato. Università di Palermo. 2^ sessione1974. Ingegneria Elettronica CURRICULUM VITAE 1. Family name: Cognome: 2. First names: Nome: 3. Date and Place of birth: Data e di nascita: 4. Nationality: Nazionalità: 5. Civil status: Stato Civile: DI MARCO Giorgio 03.01.1949 Italiana

Dettagli

SEGRETERIA PROVINCIALE CATANZARO TEL. 347/5909826 EMAIL: MARTINO.VERGATA@FASTFERROVIE.IT

SEGRETERIA PROVINCIALE CATANZARO TEL. 347/5909826 EMAIL: MARTINO.VERGATA@FASTFERROVIE.IT SEGRETERIA PROVINCIALE CATANZARO TEL. 347/5909826 EMAIL: MARTINO.VERGATA@FASTFERROVIE.IT Il Segretario Provinciale Ing. Martino Vergata Prot. 12/2012 Trasmessa a mezzo email Alla c.a. Sergio Abramo SINDACO

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità ferroviaria Malpensa Raddoppio linea ferroviaria Milano-Mortara: tratta Cascina Bruciata-Parona Lomellina

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità ferroviaria Malpensa Raddoppio linea ferroviaria Milano-Mortara: tratta Cascina Bruciata-Parona Lomellina CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità ferroviaria Malpensa Raddoppio linea ferroviaria Milano-Mortara: tratta Cascina Bruciata-Parona Lomellina SCHEDA N. 11 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture

Ministero delle Infrastrutture PRIORITÀ INFRASTRUTTURALI NELLE REGIONI REGIONE CAMPANIA SISTEMA AUTOSTRADALE A3 Salerno-Reggio Calabria dal km 44+100 al km 47+800 Lavori per l ammodernamento e l adeguamento alle norme del CNR/80 tipo

Dettagli

AREA SERVIZI TECNICI U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI

AREA SERVIZI TECNICI U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI AREA SERVIZI TECNICI U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI Determinazione nr. 3312 Trieste 04/11/2014 Proposta nr. 1113 Del 30/10/2014 Oggetto: S.P. N. 5 "di San Pelagio". Soppressione del P.L. alla prog. Km

Dettagli

Il Sud si muove. Si muove l Europa.

Il Sud si muove. Si muove l Europa. Il Sud si muove. Si muove l Europa. PON TRASPORTI 2000-2006 Programma di sviluppo infrastrutturale della rete trasporti nel Sud Italia Il Programma Nell ambito delle politiche cofinanziate dai Fondi strutturali

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità Malpensa Collegamento tra la S.S. n. 11 "Padana Superiore" a Magenta e la Tangenziale Ovest di Milano, con variante di Abbiategrasso e adeguamento in sede del

Dettagli

Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci

Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci Marzo 2015 Il contesto europeo: i Core Corridors che interessano l Italia Corridoio

Dettagli

La linea Firenze-Empoli-Pisa

La linea Firenze-Empoli-Pisa La linea Firenze-Empoli-Pisa La variante Signa-Montelupo La variante Signa-Montelupo La realizzazione della variante Signa-Montelupo sulla linea Firenze-Empoli-Pisa consentirà il potenziamento del servizio

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE DORSALE CENTRALE Bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo e opere connesse SCHEDA N. 63

CORRIDOIO PLURIMODALE DORSALE CENTRALE Bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo e opere connesse SCHEDA N. 63 CORRIDOIO PLURIMODALE DORSALE CENTRALE Bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo e opere connesse SCHEDA N. 63 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: F81B03000120001 Rete stradale ANAS

Dettagli

SISTEMI URBANI Monza metropolitana Prolungamento della linea metropolitana M1 a Monza Bettola, tratta Sesto Fs- Monza Bettola SCHEDA N.

SISTEMI URBANI Monza metropolitana Prolungamento della linea metropolitana M1 a Monza Bettola, tratta Sesto Fs- Monza Bettola SCHEDA N. SISTEMI URBANI Monza metropolitana Prolungamento della linea metropolitana M1 a Monza Bettola, tratta Sesto Fs- Monza Bettola SCHEDA N. 94 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: B61E04000030001

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture

Ministero delle Infrastrutture PRIORITÀ INFRASTRUTTURALI NELLE REGIONI REGIONE LIGURIA SISTEMI STRADALI E AUTOSTRADALI Tunnel sottomarino/sotterraneo Genova Nel sistema della grande viabilità urbana di Genova si inserisce il progetto

Dettagli

Analisi di capacità di infrastruttura regionale; dallo stato attuale al Piano di potenziamento

Analisi di capacità di infrastruttura regionale; dallo stato attuale al Piano di potenziamento SEF 15-4 Convegno Nazionale Sicurezza ed Esercizio Ferroviario Università La Sapienza Facoltà di Ingegneria Analisi di capacità di infrastruttura regionale; dallo stato attuale al Piano di potenziamento

Dettagli

Roma, 6 maggio 2008. Piani di sviluppo e programma investimenti infrastrutturali di FS

Roma, 6 maggio 2008. Piani di sviluppo e programma investimenti infrastrutturali di FS Roma, 6 maggio 2008 Piani di sviluppo e programma investimenti infrastrutturali di FS La Legge Finanziaria 2006-2007 2007 La riduzione dei trasferimenti finanziari previsti nella Legge Finanziaria 2006-2007

Dettagli

Corridoio Scandinavia-Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli-Bari. Grottaminarda, 15 dicembre 2014

Corridoio Scandinavia-Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli-Bari. Grottaminarda, 15 dicembre 2014 Corridoio Scandinavia-Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli-Bari Grottaminarda, 15 dicembre 2014 Itinerario Napoli - Bari: gli obiettivi del progetto L itinerario Napoli Bari, consentirà di integrare l

Dettagli

Indice 1. VELOCIZZAZIONE BATTIPAGLIA REGGIO CALABRIA... 2 2. VELOCIZZAZIONE PRINCIPALI LINEE (UPGRADING) 1... 15

Indice 1. VELOCIZZAZIONE BATTIPAGLIA REGGIO CALABRIA... 2 2. VELOCIZZAZIONE PRINCIPALI LINEE (UPGRADING) 1... 15 _ Indice 1. VELOCIZZAZIONE BATTIPAGLIA REGGIO CALABRIA... 2 2. VELOCIZZAZIONE PRINCIPALI LINEE (UPGRADING) 1... 15 3. VELOCIZZAZIONE PRINCIPALI LINEE (UPGRADING) INTERVENTI ACCESSORI... 19 4. COLLEGAMENTO

Dettagli

RAPPORTO SULLA MOBILITÀ NELL AREA NAPOLETANA

RAPPORTO SULLA MOBILITÀ NELL AREA NAPOLETANA RAPPORTO SULLA MOBILITÀ NELL AREA NAPOLETANA (PROF. ALESSANDRO BIANCHI) NAPOLI, 16 MAGGIO 2016 NATURA E OBIETTIVI DEL RAPPORTO La collaborazione tra Unione Industriale di Napoli e SVIMEZ I Piani di Primo

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA Asse ferroviario Salerno - Reggio Calabria - Palermo - Catania Completamento raddoppio Messina-Catania: potenziamento della linea ferroviaria Giampilieri-Fiumefreddo

Dettagli

SCHEDA N. 123 SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE. ENAV Spa. Opera aeroportuale. Lavori in corso 105/2009

SCHEDA N. 123 SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE. ENAV Spa. Opera aeroportuale. Lavori in corso 105/2009 SISTEMI URBANI Nodi, sistemi urbani e metropolitani di Palermo e Catania Ammodernamento tecnologico-infrastrutturale dell'aeroporto Falcone- Borsellino SCHEDA N. 123 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA:

Dettagli

SCHEDA N. 122 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE C31J06000000001

SCHEDA N. 122 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE C31J06000000001 SISTEMI URBANI Sistema integrato di trasporto del nodo di Catania Completamento Circumetnea - Prolungamento della rete FCE nella tratta metropolitana di Catania Tratta Stesicoro-Librino-Aeroporto SCHEDA

Dettagli

Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi

Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi Inquadramento di rete Investimenti Terzo Valico dei Giovi Potenziamento Nodo di Genova Marsiglia Ventimiglia Collegamento del sistema portuale

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Regione del Veneto RFI Spa Comune di Vicenza Camera di Commercio di Vicenza

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Regione del Veneto RFI Spa Comune di Vicenza Camera di Commercio di Vicenza giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1241 del 22 luglio 2014 pag. 1/6 PROTOCOLLO D INTESA per l attraversamento del territorio vicentino con la linea AV/AC Verona-Padova tra Ministero

Dettagli

Incrementi prestazionali della rete AV/AC conseguibili con ETR 1000

Incrementi prestazionali della rete AV/AC conseguibili con ETR 1000 Incrementi prestazionali della rete AV/AC conseguibili con ETR 1000 Caratteristiche della rete AV/AC italiana La rete ferroviaria AV/AC in Italia presenta un assetto e una conformazione ( curve minime

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità ferroviaria Malpensa Opere connesse all'expo: tratta Rho-Gallarate e Raccordo Y per la connessione diretta tra Rho-Fiera/Expo e Malpensa SCHEDA N. 13 LOCALIZZAZIONE

Dettagli

Infrastrutture di rete e le grandi opere per la competitività del paese

Infrastrutture di rete e le grandi opere per la competitività del paese Infrastrutture di rete e le grandi opere per la competitività del paese Prof. Ing.. Aurelio MISITI Roma, 13 maggio 2004 Fiera di Roma Normativa! Per agevolare la realizzazione delle grandi opere sono state

Dettagli

Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno

Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno Pag. 0 di 28 Metrotranvia Milano (Parco Nord) Seregno Bresso (Sala Consiglio) - 8.04.2008 Pag. 1 di 28 Intese e Quadro programmatico Accordo tra Regione, e Comuni in ordine alla riqualificazione della

Dettagli

Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari

Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari Legge 11 novembre 2014, n. 164, di conversione del Decreto Legge n.133/2014 «Sblocca Italia» Grottaminarda, 15 dicembre 2014 1 Il Gruppo

Dettagli

Piastra Logistica Integrata Porto di Taranto IL CONTROLLO DEL PROGETTO E DELLA REALIZZAZIONE DELLE OPERE - PROGRAMME MANAGEMENT-

Piastra Logistica Integrata Porto di Taranto IL CONTROLLO DEL PROGETTO E DELLA REALIZZAZIONE DELLE OPERE - PROGRAMME MANAGEMENT- Piastra Logistica Integrata Porto di Taranto STRADA DEI MOLI PIATTAFORMA LOGISTICA VASCA DI COLMATA DARSENA OVEST IV SPORGENTE IL CONTROLLO DEL PROGETTO E DELLA REALIZZAZIONE DELLE OPERE - PROGRAMME MANAGEMENT-

Dettagli

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete 1 Overview Brescia e l Europa: i corridoi della Rete TEN-T Nodo di Brescia: infrastruttura e servizi Il Piano TPL

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Complemento del corridoio autostradale 5 e dei Valichi confinari Tangenziale Sud Brescia: Raccordo autostradale casello di Ospitaletto (A4), di Poncarale e l'areoporto di Montichiari

Dettagli

La strategia per lo sviluppo del Sud ha come requisito essenziale la soddisfazione dei diritti di cittadinanza

La strategia per lo sviluppo del Sud ha come requisito essenziale la soddisfazione dei diritti di cittadinanza 1 La strategia per lo sviluppo del Sud ha come requisito essenziale la soddisfazione dei diritti di cittadinanza Con scuola, sicurezza, qualità dell aria e dell acqua, la giustizia è uno dei servizi essenziali

Dettagli

La sostenibilità ambientale nei progetti ferroviari di Italferr

La sostenibilità ambientale nei progetti ferroviari di Italferr La sostenibilità ambientale nei progetti ferroviari di Italferr Torino, 02/04/2014 Andrea Nardinocchi L impegno ambientale di Italferr Italferr è da anni impegnata nella gestione delle tematiche ambientali

Dettagli

SCHEDA N. 106 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: CUP: LOCALIZZAZIONE. Ferrovie metropolitane B41E76000000004. Comune di Napoli

SCHEDA N. 106 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: CUP: LOCALIZZAZIONE. Ferrovie metropolitane B41E76000000004. Comune di Napoli SISTEMI URBANI Completamento rete metropolitana regionale campana (comprensivo delle conurbazioni di Salerno e Caserta) Napoli metropolitana - Sistema di metropolitana regionale (SMR): sistema integrato

Dettagli

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Grazie agli interventi di potenziamento infrastrutturale e di ammodernamento tecnologico delle linee ferroviarie del Nord Est portati a termine negli ultimi anni

Dettagli

Valutazione Ambientale e Fattibilità dei Piani e dei Progetti (CdL VALGESTA)

Valutazione Ambientale e Fattibilità dei Piani e dei Progetti (CdL VALGESTA) Valutazione Ambientale e Fattibilità dei Piani e dei Progetti (CdL VALGESTA) POLITICHE REGIONALI POLITICHE REGIONALI SCHEDA PROGETTO 4 5 6 7 8 1. Caratteristiche e obiettivi dell intervento In questo paragrafo

Dettagli

Investimenti infrastrutturali in Sicilia Nuovo collegamento Palermo - Catania. S.O. Progetto Nodo di Catania

Investimenti infrastrutturali in Sicilia Nuovo collegamento Palermo - Catania. S.O. Progetto Nodo di Catania 11 Novembre 2011 Investimenti infrastrutturali in Sicilia Nuovo collegamento Palermo - Catania Direzione Programmi Investimenti Direttrice Sud S.O. Progetto Nodo di Catania POTENZIAMENTO ITINERARIO MESSINA

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O C U R R I C U L U M V I T A E D I P I E R L U I G I N A P O L I

F O R M A T O E U R O P E O C U R R I C U L U M V I T A E D I P I E R L U I G I N A P O L I F O R M A T O E U R O P E O C U R R I C U L U M V I T A E D I P I E R L U I G I N A P O L I INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Email PIERLUIGI NAPOLI Via Mario Rapisardi, 48 00137 Roma 3479367838

Dettagli

I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria. Febbraio 2015

I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria. Febbraio 2015 I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria Febbraio 2015 Traffico passeggeri dei principali Aeroporti nazionali - 2014 Aeroporto Nazionali Internazionali di cui C. Europea

Dettagli

Legnano, 5 maggio 2009. FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno

Legnano, 5 maggio 2009. FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno Legnano, 5 maggio 2009 FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno 1 Progetti Prioritari rete TEN e corridoi paneuropei 2 Progetto Prioritario 6 (TEN.T) e del Corridoio Paneuropeo V Connessione con il sistema dei

Dettagli

Nuova Organizzazione Territoriale Focus Direzione Investimenti

Nuova Organizzazione Territoriale Focus Direzione Investimenti Roma 21 luglio 2009 Nuova Organizzazione Territoriale Focus Direzione Investimenti Incontro con OOSS Nazionali Novità introdotte Accorpamento nella Direzione di tutti i progetti di investimento di tipo

Dettagli

PIANO DI AZIONE COESIONE PER IL MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI PUBBLICI COLLETTIVI AL SUD RISULTATI ATTESI E AZIONI DA INTRAPRENDERE 1-18

PIANO DI AZIONE COESIONE PER IL MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI PUBBLICI COLLETTIVI AL SUD RISULTATI ATTESI E AZIONI DA INTRAPRENDERE 1-18 PIANO DI AZIONE COESIONE PER IL MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI PUBBLICI COLLETTIVI AL SUD RISULTATI ATTESI E AZIONI DA INTRAPRENDERE 1-18 INDICE 1. Sintesi 2. Interventi e risultati attesi per priorità del

Dettagli

www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA

www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA informa www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA FOGLIO INFORMATIVO STAMPATO IN PROPRIO - ANNO 3, N. 048 - FEBBRAIO 2010 CARGO DIISPOSIIZIIONE ORGANIIZZATIIVA 952//10 FAST FerroVie

Dettagli

I Trasporti multi-modali, ostacoli e opportunità

I Trasporti multi-modali, ostacoli e opportunità Intermodal Connections in the Adriatic Ionian Macro Region I Trasporti multi-modali, ostacoli e opportunità Roberto Laghezza Direttore Direttrice Adriatica Ancona, 02 Luglio 2015 La Rete TEN-T che attraversa

Dettagli

SISTEMI URBANI Torino metropolitana (Linea 1 tratte 3, 4 e 6) Linea 1 - Prolungamento sud -Tratta funzionale 4: Lingotto-Nizza-Bengasi SCHEDA N.

SISTEMI URBANI Torino metropolitana (Linea 1 tratte 3, 4 e 6) Linea 1 - Prolungamento sud -Tratta funzionale 4: Lingotto-Nizza-Bengasi SCHEDA N. SISTEMI URBANI Torino metropolitana (Linea 1 tratte 3, 4 e 6) Linea 1 - Prolungamento sud -Tratta funzionale 4: Lingotto-Nizza-Bengasi SCHEDA N. 93 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE:

Dettagli

La sostenibilità ambientale nelle infrastrutture ferroviarie Arch. Martino

La sostenibilità ambientale nelle infrastrutture ferroviarie Arch. Martino La sostenibilità ambientale nelle infrastrutture ferroviarie Arch. Martino L impegno ambientale di Italferr Italferr è da anni impegnata nella gestione delle tematiche ambientali ed attribuisce alla tutela

Dettagli

Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese. Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6. Elementi di fattibilità.

Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese. Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6. Elementi di fattibilità. Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6 Elementi di fattibilità Ottobre 2011 Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture Programma Operativo Nazionale Trasporti 2000-2006

Ministero delle Infrastrutture Programma Operativo Nazionale Trasporti 2000-2006 ALLEGATO IX MATERIALE ROTABILE E INTERVENTI D AREA VASTA Per ottemperare alla richiesta della Commissione Europea (nota CE n. 3473 del 3 aprile 2007) di fornire indicazioni sullo stato di avanzamento dell

Dettagli

Anni 2002-2003 - Atti amministrativi TRC

Anni 2002-2003 - Atti amministrativi TRC Anni 2002-2003 - Atti amministrativi TRC Nel 2002 dopo la sentenza del Consiglio di Stato a favore di AM per quanto riguarda gli espropri, l allora Agenzia Tram, oggi Agenzia Mobilità, riattiva le procedure

Dettagli

occorre, altresì, velocizzare al massimo le attività di progettazione -:

occorre, altresì, velocizzare al massimo le attività di progettazione -: INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE 5/01760 Interrogazione a risposta in Commissione 5-01760 IANNUZZI. - - Per sapere - premesso che: per il completamento del progetto di ammodernamento della autostrada

Dettagli

Riunione del Comitato di gestione Monitoraggio APQ - 18/12/03

Riunione del Comitato di gestione Monitoraggio APQ - 18/12/03 Riunione del Comitato di gestione Monitoraggio APQ - 18/12/03 Roma, 18 dicembre 2003 Agenda dell'incontro Approvazione del regolamento interno Stato di avanzamento del "Progetto Monitoraggio" Prossimi

Dettagli

SISTEMI URBANI Tangenziale di Napoli collegamento costiero SCHEDA N. 114

SISTEMI URBANI Tangenziale di Napoli collegamento costiero SCHEDA N. 114 SISTEMI URBANI Tangenziale di Napoli collegamento costiero SCHEDA N. 114 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: Rete stradale Presidente della Regione Campania, Commissario Straordinario

Dettagli

ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA

ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA Ponte strallato sul Po (tratta AV/AC Milano-Bologna) PRESENTAZIONE 29.11.2010 RETE ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA Con treno ad Alta Velocità si intende un convoglio per il

Dettagli

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Piano Nazionale di edilizia abitativa Visto il decreto legge 25 giugno 2008, n 112 convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n 133, recante

Dettagli

SCHEDA N. 155 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: CUP: LOCALIZZAZIONE. Rete idrica G87H04000030001. Ente Irrigazione Puglia Lucania ed Irpinia di Bari

SCHEDA N. 155 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: CUP: LOCALIZZAZIONE. Rete idrica G87H04000030001. Ente Irrigazione Puglia Lucania ed Irpinia di Bari SCHEMI IDRICI BAS - Ristrutturazione dell'adduttore idraulico "S. Giuliano" - Ginosa (progetto BAS 3) 2 lotto: completamento della ristrutturazione del sistema di adduzione SCHEDA N. 155 LOCALIZZAZIONE

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA Asse ferroviario Salerno - Reggio Calabria - Palermo - Catania Prolungamento della AV/AC a sud Linea AV-AC Palermo-Catania-Messina Raddoppio Giampilieri-Fiumefreddo

Dettagli

Anni 2002-2003 - Atti amministrativi TRC

Anni 2002-2003 - Atti amministrativi TRC Relazione Presidente Agenzia Mobilità Prof. Franco Fabi Consiglio Provinciale Aperto 29 maggio 2007 Anni 2002-2003 - Atti amministrativi TRC Nel 2002 dopo la sentenza del Consiglio di Stato a favore di

Dettagli

Piano pluriennale Anas 2015 2019 e Contratto di Programma 2015

Piano pluriennale Anas 2015 2019 e Contratto di Programma 2015 L Italia si fa strada Piano pluriennale Anas 2015 2019 e Contratto di Programma 2015 Intervento del Presidente di Anas S.p.A. Ing. Gianni Vittorio Armani Roma, 25 novembre 2015 Piano pluriennale 2015-2019

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA CITTA DI BRINDISI PROGRAMMA INTEGRATO DI RIGENERAZIONE URBANA

PROTOCOLLO D INTESA CITTA DI BRINDISI PROGRAMMA INTEGRATO DI RIGENERAZIONE URBANA PROTOCOLLO D INTESA TRA Comune di Brindisi Rete Ferroviaria Italiana Spa FS Sistemi Urbani Spa PER CITTA DI BRINDISI PROGRAMMA INTEGRATO DI RIGENERAZIONE URBANA Trasformazioni urbanistiche nell ambito

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture

Ministero delle Infrastrutture PRIORITÀ INFRASTRUTTURALI NELLE REGIONI REGIONE CALABRIA SISTEMI STRADALI E AUTOSTRADALI A3 Salerno-Reggio Calabria Il progetto di generale ammodernamento dell Autostrada Salerno-Reggio Calabria, da sempre

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

DAL 28 FEBBRAIO E DAL 1 MARZO 2010

DAL 28 FEBBRAIO E DAL 1 MARZO 2010 DAL 28 FEBBRAIO E DAL 1 MARZO 2010 BUS E TRENI REGIONALI SICILIA TRENI DI LUNGA PERCORRENZA: COLLEGAMENTI CON LA SICILIA VARIAZIONI ORARIO Da domenica 28 febbraio e da lunedì 1 marzo 2010 verranno modificati

Dettagli

DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 69/DPO del 25 feb. 2010 "Rete Ferroviaria Italiana "

DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 69/DPO del 25 feb. 2010 Rete Ferroviaria Italiana Direzione Personale e Organizzazione l Amministratore Delegato Il Direttore DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 69/DPO del 25 feb. 2010 "Rete Ferroviaria Italiana " Direzione Produzione Alle dirette dipendenze

Dettagli

Opere ed interventi da realizzare:

Opere ed interventi da realizzare: ACCORDO PROCEDIMENTALE 23/07/1997 Sugli interventi di ambito locale per la sistemazione del nodo ferroviario di Modena in applicazione all art. 8 dell Accordo Quadro Regionale del 29/07/94 sul Quadruplicamento

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Complemento del corridoio autostradale 5 e dei Valichi confinari Tangenziale Sud Brescia: Raccordo autostradale casello di Ospitaletto (A4), di Poncarale e l'areoporto di Montichiari

Dettagli

L accessibilità dei servizi di trasporto passeggeri e merci

L accessibilità dei servizi di trasporto passeggeri e merci ANNO ACCADEMICO DUEMILAQUATTORDICII/DUEMILAQUINDICI 15 dicembre 2014 Laboratorio di Analisi dei Sistemi di Trasporto L accessibilità dei servizi di trasporto passeggeri e merci Francesco Russo francesco.russo@unirc.it

Dettagli

SCHEDA N. 4 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE J94F04000020001. RFI Spa. Rete ferroviaria

SCHEDA N. 4 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE J94F04000020001. RFI Spa. Rete ferroviaria SISTEMA VALICHI Asse ferroviario Monaco - Verona: valico del Brennero e Fortezza - Verona Asse ferroviario Fortezza - Verona Quadruplicamento Fortezza-Verona - Lotti 1, 2 SCHEDA N. 4 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA Asse ferroviario Ventimiglia-Genova-Novara-Milano (Sempione) "Terzo valico dei Giovi" linea AV/AC Milano-Genova SCHEDA N. 39 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA:

Dettagli

GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI

GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI Hub aeroportuale - allacciamenti metro Parma Sistema di trasporto rapido di massa a guida vincolata per la città di Parma SCHEDA N. 147 LOCALIZZAZIONE

Dettagli

La titolarità della struttura organizzativa DIREZIONE SICUREZZA DI RETE è affidata a Paolo GENOVESI. Il Responsabile ha sede Roma.

La titolarità della struttura organizzativa DIREZIONE SICUREZZA DI RETE è affidata a Paolo GENOVESI. Il Responsabile ha sede Roma. l Amministratore Delegato ORDINE DI SERVIZIO n. 111/AD del 30 set. 2010 Rete Ferroviaria Italiana Direzione Tecnica La titolarità della struttura organizzativa DIREZIONE SICUREZZA DI RETE è affidata a

Dettagli

ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE

ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE INDICE Direttore di Filiale Imprese... 3 Coordinatore... 4 Gestore Imprese... 5 Addetto Imprese... 6 Specialista Estero Merci... 7 Specialista Credito

Dettagli

HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144

HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144 HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: C21H04000080005 C91H04000240005 C31H04000120005 Interporti Regione Umbria STATO DI ATTUAZIONE

Dettagli

Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario

Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario 1 La riqualificazione delle grandi infrastrutture Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario ing. Vincenzo Conforti 1 Scelte economiche e tecniche nel Nodo di Bologna

Dettagli

FONDI EUROPEI. PER UN SUD D ITALIA CHE CAMBIA.

FONDI EUROPEI. PER UN SUD D ITALIA CHE CAMBIA. FONDI EUROPEI. PER UN SUD D ITALIA CHE CAMBIA. NOI E L'EUROPA, INSIEME PER LO SVILUPPO. L'azione dell'unione Europea mira a ridurre il divario tra i livelli di sviluppo delle varie regioni e il ritardo

Dettagli

SISTEMI URBANI Accessibilità metropolitana Fiera di Milano Nodo d'interscambio AC/SFR/MM trasporto pubblico e privato su gomma SCHEDA N.

SISTEMI URBANI Accessibilità metropolitana Fiera di Milano Nodo d'interscambio AC/SFR/MM trasporto pubblico e privato su gomma SCHEDA N. SISTEMI URBANI Accessibilità metropolitana Fiera di Milano Nodo d'interscambio AC/SFR/MM trasporto pubblico e privato su gomma SCHEDA N. 91 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: B41I07000140005

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) AV/AC Verona-Padova SCHEDA N.

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) AV/AC Verona-Padova SCHEDA N. CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) AV/AC Verona-Padova SCHEDA N. 7 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: F81H91000000018

Dettagli

Lo studio di fattibilità

Lo studio di fattibilità Laboratorio integrato 3 Valutazione economica del progetto Clamarch a.a. 2015/16 Lo studio di fattibilità Docente Collaboratori prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it arch. Valeria Ruaro

Dettagli

SISTEMI URBANI Interventi per il piano d'area emergenza in Abruzzo Programma stralcio per la parziale ricostruzione dell'università de L'Aquila

SISTEMI URBANI Interventi per il piano d'area emergenza in Abruzzo Programma stralcio per la parziale ricostruzione dell'università de L'Aquila SISTEMI URBANI Interventi per il piano d'area emergenza in Abruzzo Programma stralcio per la parziale ricostruzione dell'università de L'Aquila SCHEDA N. 125 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO

Dettagli

INTESA GENERALE QUADRO. tra. GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA e REGIONE CAMPANIA

INTESA GENERALE QUADRO. tra. GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA e REGIONE CAMPANIA INTESA GENERALE QUADRO tra GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA e REGIONE CAMPANIA ROMA, CONSIDERATO che la regione Campania ha una popolazione residente pari a circa il 10% della popolazione italiana con

Dettagli

SCHEDA N. 108 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: CUP: LOCALIZZAZIONE. Ferrovie metropolitane B41E04000210001. Comune di Napoli

SCHEDA N. 108 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: CUP: LOCALIZZAZIONE. Ferrovie metropolitane B41E04000210001. Comune di Napoli SISTEMI URBANI Completamento rete metropolitana regionale campana (comprensivo delle conurbazioni di Salerno e Caserta) Napoli metropolitana - Sistema di metropolitana regionale (SMR): sistema integrato

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA per il miglioramento della mobilità ferroviaria regionale del Lazio. tra

PROTOCOLLO D INTESA per il miglioramento della mobilità ferroviaria regionale del Lazio. tra PROTOCOLLO D INTESA per il miglioramento della mobilità ferroviaria regionale del Lazio tra Regione Lazio e Trenitalia S.p.A e Rete Ferroviaria Italiana S.p.A Roma, 1 L anno, il giorno del mese di in Roma,

Dettagli

SCHEDA N. 95 SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: CUP: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE. Ferrovie metropolitane. Comune di Milano B61E04000040003

SCHEDA N. 95 SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: CUP: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE. Ferrovie metropolitane. Comune di Milano B61E04000040003 SISTEMI URBANI Monza metropolitana Nuova linea metropolitana M5 da Garibaldi a Monza Bettola - Tratta Garibaldi- Bignami compresa variante Stazione Garibaldi F.S. SCHEDA N. 95 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA

Dettagli

SCHEDA N. 90 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: LOCALIZZAZIONE. Ferrovie metropolitane. Comune di Milano/ATM Spa - Azienda Trasporti Milanesi

SCHEDA N. 90 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: LOCALIZZAZIONE. Ferrovie metropolitane. Comune di Milano/ATM Spa - Azienda Trasporti Milanesi SISTEMI URBANI Accessibilità metropolitana Fiera di Milano Prolungamento della linea metropolitana M1 dall'attuale terminale di Molino Dorino al nuovo polo fieristico di Pero-Rho compresa l'acquisizione

Dettagli

Ferrovie italiane: più sicurezza sulla rete, meno tratte inutili ad alta velocità

Ferrovie italiane: più sicurezza sulla rete, meno tratte inutili ad alta velocità Ferrovie italiane: più sicurezza sulla rete, meno tratte inutili ad alta velocità Per il governo Berlusconi solo grandi opere e tagli alle risorse per la rete esistente Se si cancella il Ponte sullo Stretto,

Dettagli

Modulo. Valutazione e fattibilità dei piani e dei progetti

Modulo. Valutazione e fattibilità dei piani e dei progetti Valutazione Ambientale e Fattibilità dei Piani e dei Progetti (CdL VALGESTA) Modulo Valutazione e fattibilità dei piani e dei progetti SIMULAZIONE Indirizzi per la redazione degli elaborati La valutazione

Dettagli

PIANO DEGLI INTERVENTI

PIANO DEGLI INTERVENTI DEL. CIPE N. 7/2006 PROGRAMMI OPERATIVI DI SUPPORTO ALLO SVILUPPO 2007-2009 ADVISORING PER LO SVILUPPO DEGLI STUDI DI FATTIBILITA E SUPPORTO ALLA COMMITTENZA PUBBLICA PIANO DEGLI INTERVENTI ALLEGATO 1

Dettagli