Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili"

Transcript

1 IT MANUALE TECNICO MT SBC 0 Videocitofonia a colori con cablaggio a fili Assistenza tecnica Italia 046/ Commerciale Italia 046/75009 Technical service abroad (+9) Export department (+9) Comelit Group S.p.A. - Via Don Arrigoni Rovetta S. Lorenzo BG Italy - tel. (+9) fax (+9)

2 GROUP S.P.A. IT Avvertenze Effettuare l installazione seguendo scrupolosamente le istruzioni fornite dal costruttore ed in conformità alle norme vigenti. Tutti gli apparecchi devono essere destinati esclusivamente all uso per cui sono stati concepiti. Comelit Group S.p.A. declina ogni responsabilità per un utilizzo improprio degli apparecchi, per modifiche effettuate da altri a qualunque titolo e scopo, per l uso di accessori e materiali non originali. Tutti i prodotti sono conformi alle prescrizioni delle direttive 006/95/CE (che sostituisce la direttiva 7//CEE e successivi emendamenti) e ciò è attestato dalla presenza della marcatura CE sugli stessi. Evitare di porre i fili di montante in prossimità di cavi di alimentazione (0/400V). MT SBC 0

3 MT SBC 0 Videocitofonia a colori con cablaggio a fili SOMMARIO POSTI ESTERNI - Istruzioni per installazione posto esterno audio-video Powercom pag. - Istruzioni per montaggio moduli informativi Art. 6, Art. 44 e Art. 46 pag. 4 - Realizzazione cartellini portanome Powercom pag. 4 - Chiamata digitale Art. 40 pag. 5 - Rubrica digitale Art. 4 pag. - Istruzioni per installazione posto esterno audio-video Vandalcom pag. 4 - Chiamata digitale Art. 070/A pag. 7 - Rubrica digitale Art. 07/A pag. - Istruzioni per installazione posto esterno audio-video Roma pag. 6 - Istruzioni per installazione posto esterno audio N-AV/4 pag. 8 - Istruzioni di montaggio posto esterno audio-video Powerpost con apertura verticale pag. 0 - Istruzioni di montaggio posto esterno audio-video Powerpost con apertura laterale pag. POSTI INTERNI - Descrizione monitor Bravo Art. 570 e informazioni utente pag. - Istruzioni per installazione posto interno Bravo pag. - Istruzioni per installazione scheda opzionale Art. 57, Art. 574 (solo per monitor Bravo) pag. 4 - Inserimento mascherine per monitor Bravo pag. 6 - Descrizione monitor Genius Art. 580 e informazioni utente pag. 7 - Istruzioni per installazione posto interno Genius pag. 8 - Caratteristiche tecniche staffa di fissaggio Art. 574C per monitor Bravo e Genius pag Descrizione monitor Diva Art. 4780, citofono viva-voce Art. 478 e informazioni utente pag. 4 - Istruzioni per installazione posto interno Diva audio-video Art pag. 4 - Istruzioni per installazione posto interno Diva audio Art. 478 pag. 4 - Caratteristiche tecniche staffa di fissaggio Art per monitor Diva pag Istruzioni per installazione citofono Style Art. 68, 68, 60 e 68 pag Descrizione citofono Style Art. 68 e informazioni utente pag Descrizione citofono Style Art. 68 e informazioni utente pag Descrizione citofono Style Art. 60 e informazioni utente pag Descrizione citofono Style e Art. 68 e informazioni utente pag Citofono da parete Okay per impianti misti Art. 48W/A pag Citofono da parete Okay con funzione privacy/dottore Art. 40W/B pag. 5 - Citofono da parete Okay per intercomunicante Art. 48W pag. 5 - Descrizione funzioni pulsanti pag. 5 ACCESSORI - Modulo relé attuatore Art. 56 pag. 5 - Modulo telecamere scorporate Simplebus Art. 59C pag Centralino di portineria Art. 998A pag Programmatore palmare Art. 5/A pag. 65 CONFIGURAZIONE DEI DISPOSITIVI - Programmazione staffa Art. 574C, 4784, citofono Style 68, 68, 60, 68 e citofono Okay Art. 48W/A, 40W/B, 48W pag Programmazione scambio Art. 4A pag Programmazione pulsanti con gruppo audio video Art. 4660C e moduli Art. /, /4 e /6 pag Tabella di programmazione dei dip switch pag Programmazioni speciali Art. 4660C, 60, 60VC pag. 80 INDICAZIONI GENERALI DI INSTALLAZIONE E FUNZIONAMENTO - Miscelatore-alimentatore Art. 4888C pag. 8 - Regole di installazione per impianti videocitofonici pag. 8 - Tabella Impostazioni dell Art. 6 in funzione del tipo di cavo di connessione utilizzato pag. 8 - Distanze massime raggiungibili per i conduttori di alimentazione monitor aggiunto e posto esterno pag. 8 - Distanze massime e caratteristiche dei conduttori pag. 84 NOTE DI FUNZIONAMENTO pag. 86 MESSA IN FUNZIONE/VERIFICA TENSIONI DI IMPIANTO A RIPOSO pag. 87 SCHEMI DI COLLEGAMENTO pag. 88 VARIANTI DI COLLEGAMENTO pag. 89 MT SBC 0

4 GROUP S.P.A. POSTI ESTERNI Istruzioni per installazione posto esterno audio-video Powercom cm MT SBC 0

5 MT SBC MIC Posizione alternativa del microfono open close Carla Rossi MT SBC 0

6 GROUP S.P.A. Istruzioni per montaggio moduli informativi Art. 6, Art. 44 e Art Realizzazione cartellini portanome Powercom Per una ottimale realizzazione dei cartellini portanome si consiglia di procedere nel seguente modo: Utilizzare una striscia adesiva trasparente per etichettatrice (tipo Dymo) come mostrato in figura. Rossi Aldo Rossi Aldo MT SBC 0 4

7 MT SBC 0 Chiamata digitale Art. 40 Disporre tassativamente i moduli come indicato in figura. ) INSTALLAZIONE DEL MODULO Per evitare disturbi causati da scariche elettrostatiche, si consiglia di eseguire una schermatura della carcassa come riportato sullo schema CA/EN/08 a pag. 9. ) ACCESSO ALLA FASE DI CONFIGURAZIONE Modulo alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. Oppure: Mentre il modulo si trova in modalità riposo, premere il tasto, inserire il supercodice e confermare premendo nuovamente il tasto. GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI Il modulo è in fase di programmazione: per selezionare il menù per scorrere i menù per tornare al menù precedente. 4) IMPOSTAZIONE DELLA LINGUA 4A) ALLA PRIMA ACCENSIONE DEL MODULO, LA LINGUA NON E ANCORA STATA SELEZIONATA: CONDIZIONE INIZIALE INTRODUZIONE Il modulo di chiamata digitale Comelit Art. 40 è utilizzabile in impianti tipo Simplebus, è dotato di una rubrica portanomi per memorizzare una lista di nomi utente e di una tastiera alfanumerica per chiamare gli utenti citofonici componendo il codice che li identifica. Le principali caratteristiche sono: Capienza della memoria: 400 nomi da 8 caratteri alfanumerici. Display grafico con risoluzione 8x64 dots/pitch. modalità di gestione della chiamata : Standard oppure Codice Indiretto. Inserimento della lista di nomi ( Download ) tramite programmatore Art. 0 oppure tramite connessione con PC dotato di software Art. 49/A. L inserimento dei nomi tramite connessione con PC può avvenire su linea RS oppure su linea RS485 mediante la scheda di interfaccia Art. 9 (vedi schema di impianto CA/EN/08 a pag. 9). Lettura ( Upload ) della lista di nomi memorizzata nel modulo rubrica mediante connessione con PC dotato di software Art. 49/A. Controllo Accessi con la possibilità di memorizzare fino a 00 codici password per attivare il relè presente nel modulo porter,tipicamente utilizzato come apriporta. Possibilità di visualizzare i messaggi dell interfaccia grafica in una delle 9 lingue disponibili. ) FUNZIONE DEI TASTI INDIETRO: Scorre la lista degli utenti in ordine alfabetico decrescente CHIAMATA SELEZIONA MENÙ AVANTI: Scorre la lista degli utenti in ordine alfabetico crescente. RICERCA NOME - ESCI DAL MENÙ Modulo alimentato. Scorrere la lista con i tasti. Per selezionare la lingua desiderata premere. SELECT LANGUAGE: * ITALIANO ENGLISH * ITALIANO ENGLISH FRANCAIS 4B) MODIFICA DELLA LINGUA PRECEDENTEMENTE IMPOSTATA: È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / SCEGLI LINGUA. Scorrere la lista con i tasti. Per selezionare la lingua desiderata premere. 5) AUTO DIAGNOSI GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI SCEGLI LINGUA * ITALIANO INGLESE SCEGLI LINGUA ITALIANO * INGLESE La voce DEFAULT imposta la lingua italiana, alla successiva riaccensione del modulo viene nuovamente richiesta la selezione della lingua. La lingua impostata è contraddistinta da un asterisco sul fianco sinistro. La voce DEFAULT imposta la lingua italiana, alla successiva riaccensione del modulo viene nuovamente richiesta la selezione della lingua. All accensione l apparecchiatura esegue una diagnosi delle connessioni per verificare la corretta comunicazione con il modulo porter Art. 60/4660C e con il modulo tastiera che compone l Art. 40. Se accanto alla voce appare la scritta OK il test è positivo,viceversa se appare la scritta FALLITA. Alla fine della fase di auto diagnosi premere il tasto per portare il modulo nello stato di riposo. Di seguito la tabella che riassume il significato dei singoli test: CHIAMATA APRIPORTA LOCALE CANCELLAZIONE CARATTERE o CHIAMATA TEST INIZIALIZZAZIONE SERIALE PORT. MODALITA Verifica la corretta scrittura della EEPROM che contiene la lista dei nomi utente. Se il test fallisce il modulo è guasto. Se il test fallisce occorre verificare la corretta connessione seriale con il modulo porter Art.60 / 4660C. Verifica la presenza della tastiera alfanumerica che compone l Art. 40. Se appare la scritta 4 accanto alla descrizione, bisogna verificare la corretta connessione tra la tastiera alfanumerica e il modulo rubrica. 5 MT SBC 0

8 GROUP S.P.A. 6) USO DELLA RUBRICA PORTANOMI 6A) SCORRIMENTO E CHIAMATA DELL UTENTE SELEZIONATO 7) USO DEL MODULO DI CHIAMATA CONDIZIONE INIZIALE Modulo alimentato in condizione di riposo. Scorrere la lista dei nomi utente con i tasti. Per uscire premere il tasto. Premere il tasto per chiamare l utente selezionato. CONDIZIONE INIZIALE DIGITA IL CODICE UTENTE Seguito da: SCORRI NOMI CERCA NOME GIOVANNI ROSSI CHIAMATA INOLTRATA Oppure: Se sono stati memorizzati degli utenti in rubrica. I nomi sono inseriti in ordine alfabetico. La chiamata è avvenuta correttamente. Modulo alimentato in condizione di riposo. ESEMPIO: Si vuole chiamare l utente con codice. Premere il tasto dalla tastiera alfanumerica. Premere il tasto oppure per chiamare. SCORRI NOMI CERCA NOME Seguito da: DIGITA IL CODICE UTENTE CHIAMA UTENTE: CHIAMATA INOLTRATA Oppure: UTENTE NON DISPONIBILE Oppure: UTENTE OCCUPATO La chiamata è avvenuta correttamente. La chiamata non è avvenuta correttamente. L impianto è occupato. UTENTE NON DISPONIBILE Oppure: UTENTE OCCUPATO La chiamata non è avvenuta correttamente. L impianto è occupato. E possibile annullare la chiamata o la conversazione in corso premendo il tasto X. CHIAMATA INOLTRATA Oppure: IN COMUNICAZIONE E possibile annullare la chiamata o la conversazione in corso premendo il tasto X. CHIAMATA INOLTRATA Oppure: IN COMUNICAZIONE 8) GESTIONE DELLA RUBRICA 8A) INSERIMENTO DI UN NOME E possibile memorizzare un nome all interno della rubrica tramite programmatore infrarossi Art. 0, oppure tramite i software Art. 49/A, oppure direttamente tramite la tastiera alfanumerica di cui è dotato il modulo. 6B) RICERCA DI UN NOME ALL INTERNO DELLA RUBRICA Modulo alimentato in condizione di riposo. Premere il tasto. Inserire il nome utente anche con parte dell estensione. ESEMPIO: ROSSI Premere il tasto iniziare la ricerca. per Ora è possibile scorrere la lista dei nomi utente con i tasti. CONDIZIONE INIZIALE SCORRI NOMI CERCA NOME Seguito da: DIGITA IL CODICE UTENTE INSERIRE IL NOME CHE SI DESIDERA RICERCARE ROS_ RICERCA IN CORSO ROSSI GIOVANNI Oppure: IL NOME NON E PRESENTE IN RUBRICA Viene visualizzato il nome utente trovato. Il nome utente non esiste. 8B) INSERIMENTO TRAMITE ART. 0 (non disponibile se la modalità di chiamata è Codice Indiretto; vedi Punto 9) Modulo alimentato in condizione di riposo. Premere il tasto NAME-> dell Art.0. Digitare il nome utente che si vuole inserire. ESEMPIO: ROSSI GIOVANNI Premere il tasto ENTER dell Art.0. CONDIZIONE INIZIALE DIGITA IL CODICE UTENTE Seguito da: SCORRI NOMI CERCA NOME INSERIMENTO DI UN NOME ROSSI GIOVANNI CODICE: _ Se sono stati memorizzati degli utenti in rubrica. Per utilizzare il caratteri inferiore dei tasti premere SHIFT. Per cancellare il carattere a sinistra premere <. Per inserire caratteri particolari premere la combinazione di tasti come descritto sotto: NAME -> + A = Å NAME -> + B = Ä NAME -> + C = ß NAME -> + O = Ö NAME -> + P = Ø NAME -> + Q = Ü Premere ESC per annullare l operazione di inserimento del nome utente. Inserire il codice utente. ESEMPIO: Premere il tasto ENTER dell Art.0 per memorizzare nome e codice utente. CODICE: MEMORIZZAZIONE IN CORSO E possibile procedere con l inserimento di altri utenti. MT SBC 0 6

9 MT SBC 0 8C) INSERIMENTO TRAMITE SOFTWARE ART. 49/A Modulo alimentato in condizione di riposo. Collegare il cavetto abbinato all Art. 49/A ai morsetti TX / RX / -. Il modulo 40 e 4 non deve essere in programmazione. Avviare il software Art. 49/A. Consultare la Guida in linea del prodotto per i settagli richiesti. Premere il tasto F7 per avviare il download. ATTENZIONE: La modalità di chiamata selezionata deve corrispondere con quella impostata nel modulo Art. 40 (vedi punto 9). Alla fine del download. CONDIZIONE INIZIALE DIGITA IL CODICE UTENTE Oppure: DOWNLOAD FALLITO DOWNLOAD TERMINATO La rubrica deve essere vuota. Se il download sta avvenendo correttamente. Se ci sono problemi di connessione. Selezionare il menù GESTIONE RUBRICA / MODIFICA NOMI. Inserire il nome utente che si vuole modificare,anche con parte dell estensione. ESEMPIO: ROSS Premere il tasto per procedere con la ricerca del nome utente. Utilizzare i tasti per scorrere la lista degli utenti. Selezionare il nome utente che si desidera modificare. ESEMPIO: ROSSI GIOVANNI Premere il tasto per procedere con la modifica del nome utente. Modificare il nome tramite la tastiera alfanumerica. INSERIRE IL NOME ANCHE CON PARTE DELL ESTENSIONE ROSS _ RICERCA IN CORSO ROSSI GIOVANNI ROSSI GIOVANNI _ ROSSI GIOVANN_ Viene richiesto l inserimento del nome utente che si vuole modificare. 8D) MULTIDOWNLOAD È possibile gestire una rete RS485 con i moduli Art. 40, in modo che si possa caricare o scaricare una lista di nomi utente su qualsiasi modulo presente, utilizzando un PC con installato il software 49/A versione. o superiore. In questa modalità ogni modulo dovrà avere un CODICE ID differente (vedi punto 0C). Per il montaggio della rete RS485 fare riferimento allo schema CA/EN/08 a pag. 9. Premere il tasto per procedere con la modifica del codice utente. Modificare il codice tramite la tastiera alfanumerica. CODICE: CODICE 8E) INSERIMENTO DIRETTAMENTE DA TASTIERA (non disponibile se la modalità di chiamata è Codice Indiretto; vedi punto 9) È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). Selezionare il menù GESTIONE RUBRICA / INSERIMENTO NOMI / MANUALE. Procedere con l inserimento del nome utente. ESEMPIO: ROSSI GIOVANNI Premere il tasto per procedere con l inserimento del codice utente. ESEMPIO: Premere il tasto per memorizzare nome e codice utente. GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI _ ROSSI GIOVANNI _ CODICE: MEMORIZZAZIONE IN CORSO Oppure: NOME GIA PRESENTE IN RUBRICA Il modulo è pronto per l inserimento dei nomi. Per cancellare il carattere a sinistra del cursore premere il tasto X, per caratteri speciali il tasto 9. Se il nome utente è già presente in rubrica. Premere il tasto per memorizzare nome e codice utente. E possibile procedere con la modifica di un altro utente. MEMORIZZAZIONE IN CORSO Oppure: NOME GIA PRESENTE IN RUBRICA 8G) CANCELLAZIONE DI UN NOME (non disponibile se la modalità di chiamata è Codice Indiretto; vedi punto 9). È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). Selezionare il menù GESTIONE RUBRICA / CANCELLAZIONE NOMI. Inserire il nome utente che si vuole cancellare,anche con parte dell estensione. ESEMPIO: ROSS Premere il tasto per procedere con la ricerca del nome utente. GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI INSERIRE IL NOME ANCHE CON PARTE DELL ESTENSIONE ROSS _ RICERCA IN CORSO Viene richiesto l inserimento del nome utente che si vuole cancellare. E possibile procedere con l inserimento di altri utenti. 8F) MODIFICA DI UN NOME O DI UN CODICE UTENTE (non disponibile se la modalità di chiamata è Codice Indiretto; vedi punto 9) È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). _ GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI Utilizzare i tasti per scorrere la lista degli utenti. Selezionare il nome utente che si desidera cancellare. ESEMPIO: ROSSI GIOVANNI Premere il tasto per procedere con la cancellazione del nome utente. E possibile procedere con la cancellazione di un altro utente. ROSSI GIOVANNI ELIMINAZIONE IN CORSO 7 MT SBC 0

10 GROUP S.P.A. 8H) CANCELLAZIONE DI UN NOME TRAMITE Art. 0 (non disponibile se la modalità di chiamata è Codice Indiretto; vedi punto 9) Modulo alimentato in condizione di riposo. CONDIZIONE INIZIALE DIGITA IL CODICE UTENTE Seguito da: L inserimento della lista con i campi elencati può avvenire solamente tramite il software Art. 49/A. Il codice indiretto può essere al massimo di 6 cifre. Il campo Nome Utente può anche essere omesso (vedi Modalità Codice Indiretto senza campo nome nella Guida in linea Art. 49/A). Per aggiornare un modulo in cui è già stata memorizzata una lista bisogna prima eseguire una cancellazione totale di quella presente seguendo la procedura di paragrafo 8L. SCORRI NOMI CERCA NOME Se sono stati memorizzati degli utenti in rubrica. Selezionare il nome utente che si desidera eliminare scorrendo la lista con i tasti. Premere il tasto NAME <- dell Art.0. Premere il tasto ENTER dell Art.0 per confermare l eliminazione. GIOVANNI ROSSI ELIMINARE IL NOME? ELIMINAZIONE IN CORSO 8I) CANCELLAZIONE DI TUTTI I NOMI PRESENTI IN RUBRICA Per selezionare la modalità di chiamata Standard oppure Codice Indiretto è necessario eseguire le seguenti operazioni: È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / GEST. CHIAMATA. Selezionare la modalità desiderata mediante i tasti. GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI GEST. CHIAMATA * STANDARD CODICE INDIRETTO GEST. CHIAMATA * STANDARD CODICE INDIRETTO È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI Premere il tasto per confermare la scelta. GEST. CHIAMATA STANDARD * CODICE INDIRETTO Selezionare il menù GESTIONE RUBRICA / AZZERA TUTTI I NOMI Premere il tasto per eliminare tutti gli utenti in rubrica. Premere il tasto per annullare l operazione. ELIMINARE TUTTI I NOMI? ELIMINAZIONE IN CORSO 0) MODIFICA DEI PARAMETRI D IMPIANTO 0A) IMPOSTAZIONE DEI PARAMETRI DEL PORTER ART C (tempo di apriporta, tempo di fonica e tempo di attesa reset. Per tempo di attesa reset si intende il tempo che intercorre tra la chiusura di una comunicazione e la possibilità di poterne intraprendere un altra). 8L) VISUALIZZAZIONE DEL NUMERO DI NOMI INSERITI IN RUBRICA, DELLA VERSIONE SOFTWARE INSTALLATA E DEL CODICE ID È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI Modulo Art. 60 / 4660C alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. Il modulo è in fase di programmazione. Selezionare il menù INFO. REV..6 NOMI IN RUBRICA: 0 INDIRIZZO RS Premere per selezionare il menù IMPOSTAZIONI / PARAMETRI IMPIANTO / PARAMETRI PORTER. INS. TEMPO FONICA INS. TEMPO APRIP INS. TEMPO RESET 9) IMPOSTAZIONE DELLA MODALITA DI FUNZIONAMENTO (Standard oppure Codice Indiretto) 9A) MODALITA DI CHIAMATA STANDARD ( Default ) In questa modalità di funzionamento l utente citofonico è identificato da un campo Nome Utente e da un campo Codice. ESEMPIO: Nome utente = Rossi ; Codice = La chiamata può avvenire nei seguenti modi: )Seleziono l utente Rossi tramite i tasti premo il tasto invio la chiamata all utente identificato con il codice. )Digito da tastiera il codice premo il tasto. 9B) MODALITA DI CHIAMATA CODICE INDIRETTO In questa modalità di funzionamento l utente citofonico è identificato dai campi Codice indiretto, Nome Utente (opzionale) e Codice. ESEMPIO: Nome utente = Rossi ; Codice = ; Codice Indiretto = 00 La chiamata può avvenire nei seguenti modi: ) Seleziono l utente Rossi tramite i tasti premo il tasto invio la chiamata all utente identificato con il codice. ) Digito da tastiera il Codice Indiretto 00 premo il tasto invio la chiamata all utente identificato con il codice. Selezionare il parametro che si vuole modificare. ESEMPIO: tempo di fonica. Modificare il valore del parametro agendo sui tasti, per annullare l operazione premere il tasto. Confermare il valore premendo il tasto. INS. TEMPO FONICA INS. TEMPO APRIP INS. TEMPO RESET VALORE IN SEC. 00 PARAMETRO MODIFICATO Valori ammissibili Tempo fonica: da 0 a 80 sec. Tempo apriporta: da a 99 sec. Tempo attesa reset: da 0 a 0 sec. Si udirà un tono di conferma sul modulo porter Art. 60/4660C. MT SBC 0 8

11 MT SBC 0 0B) VISUALIZZAZIONE DEI PARAMETRI DEL PORTER ART C (tempo di apriporta, di fonica e di attesa reset) È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). Modulo Art.60 / 4660C alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI C) AZZERAMENTO DEL SUPERCODICE È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). Selezionare il menù CONTROLLO ACCESSI / SUPERCODICE / AZZERA. GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI SUPERCODICE MODIFICATO Il supercodice viene riportato al valore di default (778899). Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / PARAMETRI IMPIANTO / PARAMETRI PORTER / VISUALIZZA. TEMPO APRIPORTA 0 TEMPO FONICA 00 TEMPO ATT. RESET 0 Vengono visualizzati i parametri impostati sul modulo porter Art.60/4660C. ATTENZIONE: La funzione viene garantita solo con moduli porter che montano una versione software.0 o superiore. D) INSERIMENTO DI UN CODICE PASSWORD (Default = nessun codice memorizzato) È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). Selezionare il menù CONTROLLO ACCESSI / PASSWORD. GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI INSERISCI CANCELLA TROVA Si accede al menù di gestione delle password di apriporta. 0C) IMPOSTAZIONE DEL CODICE ID ( Default = 0 ) Il codice ID viene utilizzato solo in applicazioni speciali. È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI Selezionare il menù INSERISCI. Inserire il valore di password desiderato. Premere il tasto per confermare l inserimento. INSERISCI PASSWORD: INSERISCI PASSWORD: * * * * * * MEMORIZZAZIONE IN CORSO La password può essere composta da a 6 caratteri. Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / PARAMETRI IMPIANTO / INDIRIZZO RS485. INDIRIZZO RS485: 0 Il codice ID visualizzato non è quello configurato. E possibile procedere con l inserimento di altre password. INSERISCI PASSWORD: Premere il tasto per confermare la scelta. Agire sui tasti per modificare il valore del codice ID. Premere il tasto per memorizzare il valore. INDIRIZZO RS485: 0 INDIRIZZO RS485: 54 PARAMETRO MODIFICATO Il codice ID visualizzato non è quello configurato. Il codice può avere un valore compreso tra e 55. E) CANCELLAZIONE DI UN CODICE PASSWORD È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). Selezionare il menù CONTROLLO ACCESSI / PASSWORD. GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI INSERISCI CANCELLA TROVA Si accede la menù di gestione delle password di apriporta. ) GESTIONE DELLA FUNZIONE DI CONTROLLO ACCESSI A) SUPERCODICE DI DEFAULT Il supercodice permette l'accesso alla fase di configurazione B) MODIFICA DEL SUPERCODICE ( Default = ) Selezionare il menù CANCELLA. Premere il tasto per confermare la scelta. INSERISCI CANCELLA TROVA CANCELLA PASSWORD: È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI Inserire il valore di password che si desidera eliminare. Premere il tasto per confermare l inserimento. CANCELLA PASSWORD: * * * * * * ELIMINAZIONE IN CORSO Se la password è stata trovata all interno della lista. Selezionare il menù CONTROLLO ACCESSI / SUPERCODICE / INSERISCI NUOVO. Inserire il nuovo supercodice. Deve essere composto da 6 cifre. Premere il tasto per confermare l inserimento. NUOVO SUPERCODICE: NUOVO SUPERCODICE: * * * * * * SUPERCODICE MODIFICATO Oppure: CANCELLA PASSWORD: X X X X X X Se la password non viene trovata, viene mostrata quella con valore simile. E possibile scorrere la lista delle password inserite agendo sui tasti, per cancellare quella selezionata premere il tasto. Oppure: SUPERCODICE ERRATO E possibile procedere con l eliminazione di altre password. CANCELLA PASSWORD: 9 MT SBC 0

12 GROUP S.P.A. F) CANCELLAZIONE DI TUTTI I CODICI DI PASSWORD I) VISUALIZZAZIONE DEL NUMERO DI PASSWORD INSERITE È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI Selezionare il menù CONTROLLO ACCESSI / PASSWORD / AZZERA. INSERISCI CANCELLA TROVA Si accede la menù di gestione delle password di apriporta. Selezionare il menù CONTROLLO ACCESSI / INFO. PASSWORD INSERITE: Viene visualizzato il numero di password inserite. Selezionare il menù AZZERA. Premere il tasto per confermare l eliminazione di tutte le password. ELIMINARE TUTTE LE PASSWORD? ELIMINAZIONE IN CORSO ) IMPOSTAZIONE DEL TIPO DI CONNESSIONE CON PC, RS oppure RS485 (Default = RS) G) RICERCA DI UN CODICE DI PASSWORD È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). Selezionare il menù CONTROLLO ACCESSI / PASSWORD. GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI INSERISCI CANCELLA TROVA Si accede al menù di gestione delle password di apriporta. È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ). Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / TIPO DOWNLOAD Selezionare la modalità di download agendo sui tasti. ESEMPIO: RS485 GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI TIPO DOWNLOAD *RS RS485 TIPO DOWNLOAD *RS RS485 L impostazione di DEFAULT è RS. La modalità impostata viene contraddistinta da un asterisco ul fianco sinistro. Selezionare il menù TROVA. Inserire il valore di password che si desidera ricercare. ESEMPIO: Premere il tasto per confermare l inserimento. TROVA PASSWORD: TROVA PASSWORD: * * * * * * TROVA PASSWORD: Viene mostrata la password ricercata oppure quella con valore simile memorizzata all interno della lista. Premere il tasto per confermare la scelta. TIPO DOWNLOAD RS * RS485 Apparirà un asterisco sul fianco sinistro della voce scelta. ATTENZIONE: Per il download in modalità RS485 rifarsi allo schema di collegamento CA/EN/08 a pag. 9. E possibile visualizzare la lista delle password inserite agendo sui tasti. TROVA PASSWORD: 44 Le password sono memorizzate in ordine crescente. H) ATTIVAZIONE DEL RELE DI APRIPORTA DIGITANDO IL CODICE DI PASSWORD CONDIZIONE INIZIALE Modulo alimentato in condizione di riposo. Premere il tasto. Digitare il codice di password. Premere il tasto. DIGITA IL CODICE UTENTE Seguito da: SCORRI NOMI CERCA NOME INSERISCI PASSWORD: INSERISCI PASSWORD: * * * * * * PASSWORD CONFERMATA Oppure: PASSWORD ERRATA Se sono stati memorizzati degli utenti in rubrica. Viene richiesto il codice di password. Se è un codice presente in memoria, viene attivato il relè presente nel modulo Art. 60 / 4660C. Se è un codice non presente in memoria. MT SBC 0 0

13 MT SBC 0 Rubrica digitale Art. 4 INTRODUZIONE Il modulo di chiamata digitale Comelit Art. 4 è utilizzabile in impianti tipo Simplebus, è dotato di una rubrica portanomi per memorizzare una lista di nomi utente. Le principali caratteristiche sono: Capienza della memoria: 400 nomi da 8 caratteri alfanumerici. Display grafico con risoluzione 8x64 dots/pitch. modalità di gestione della chiamata : Standard oppure Codice Indiretto. Inserimento della lista di nomi ( Download ) tramite programmatore Art. 0 oppure tramite connessione con PC dotato di software Art. 49/A. L inserimento dei nomi tramite connessione con PC può avvenire su linea RS oppure su linea RS485 mediante la scheda di interfaccia Art. 9 ( vedi schema di impianto CA/EN/08 a pag. 9). Lettura ( Upload ) della lista di nomi memorizzata nel modulo rubrica mediante connessione con PC dotato di software Art. 49/A. Possibilità di visualizzare i messaggi dell interfaccia grafica in una delle 9 lingue disponibili. ) FUNZIONE DEI TASTI 4B) MODIFICA DELLA LINGUA PRECEDENTEMENTE IMPOSTATA È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ) Selezionare il menú IMPOSTAZIONI / SCEGLI LINGUA Scorrere la lista con i tasti. Per selezionare la lingua desiderata premere 5) AUTO DIAGNOSI GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI SCEGLI LINGUA * ITALIANO ENGLISH SCEGLI LINGUA ITALIANO * ENGLISH La lingua impostata è contraddistinta da un asterisco sul fianco sinistro. La voce DEFAULT imposta la lingua italiana, alla successiva riaccensione del modulo viene nuovamente richiesta la selezione della lingua All accensione l apparecchiatura esegue una diagnosi delle connessioni per verificare la corretta comunicazione con il modulo porter Art. 60/4660C. Se accanto alla voce appare la scritta OK il test è positivo,viceversa se appare la scritta FALLITA. Alla fine della fase di auto diagnosi premere il tasto per portare il modulo nello stato di riposo. Di seguito la tabella che riassume il significato dei singoli test: TEST INDIETRO: Scorre la lista degli utenti in ordine alfabetico decrescente CHIAMATA SELEZIONA MENÚ AVANTI: Scorre la lista degli utenti in ordine alfabetico crescente. RICERCA NOME - ESCI DAL MENÚ INIZIALIZZAZIONE SERIALE PORT. MODALITA Verifica la corretta scrittura della EEPROM che contiene la lista dei nomi utente. Se il test fallisce il modulo è guasto. Se il test fallisce occorre verificare la corretta connessione seriale con il modulo porter Art. 60 / 4660C. Verifica la presenza della tastiera alfanumerica che compone l Art. 40. Non essendo prevista per l'art. 4, deve apparire la scritta 4. 6) USO DELLA RUBRICA PORTANOMI 6A) SCORRIMENTO E CHIAMATA DELL UTENTE SELEZIONATO ) INSTALLAZIONE DEL MODULO Per evitare disturbi causati da scariche elettrostatiche, si consiglia di eseguire una schermatura della carcassa come riportato sullo schema CA/EN/08 a pag. 9. Modulo alimentato in condizione di riposo. CONDIZIONE INIZIALE SCORRI NOMI CERCA NOME ) ACCESSO ALLA FASE DI CONFIGURAZIONE Modulo alimentato con morsetto PR collegato al morsetto - GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI 4) IMPOSTAZIONE DELLA LINGUA 4A) ALLA PRIMA ACCENSIONE DEL MODULO, LA LINGUA NON E ANCORA STATA SELEZIONATA CONDIZIONE INIZIALE Il modulo è in fase di programmazione: per selezionare il menú per scorrere i menú per tornare al menú precedente Scorrere la lista dei nomi utente con i tasti. Per uscire premere il tasto Premere il tasto per chiamare l utente selezionato ROSSI GIOVANNI CHIAMATA INOLTRATA Oppure: UTENTE NON DISPONIBILE Oppure: UTENTE OCCUPATO 6B) RICERCA DI UN NOME ALL INTERNO DELLA RUBRICA CONDIZIONE INIZIALE I nomi sono inseriti in ordine alfabetico La chiamata è avvenuta correttamente La chiamata non è avvenuta correttamente L impianto è occupato Modulo alimentato Scorrere la lista con i tasti. Per selezionare la lingua desiderata premere SCEGLI LINGUA: * ITALIANO ENGLISH * ITALIANO ENGLISH FRANÇAIS La voce DEFAULT imposta la lingua italiana, alla successiva riaccensione del modulo viene nuovamente richiesta la selezione della lingua Modulo alimentato in condizione di riposo. Premere il tasto SCORRI NOMI CERCA NOME RICERCA DI UN NOME TRAMITE LA SUA INIZIALE E poi di seguito: SCEGLI INIZIALE: A B C D E F G MT SBC 0

14 GROUP S.P.A. Selezionare l iniziale del nome utente tramite i tasti. Per uscire premere il tasto. ESEMPIO: A Premere il tasto per iniziare la ricerca Ora è possibile scorrere la lista dei nomi utente con i tasti 7) GESTIONE DELLA RUBRICA SCEGLI INIZIALE: A B C D E F G RICERCA IN CORSO ALBINI GIOVANNI Oppure: NON ESISTONO NOMI CON QUESTA INIZIALE Viene visualizzato il primo nome utente in ordine alfabetico con l iniziale selezionata Non esiste nessun nome utente con l iniziale selezionata 7C) INSERIMENTO TRAMITE SOFTWARE ART. 49/A Modulo alimentato in condizione di riposo. Collegare il cavetto abbinato all Art. 49/A ai morsetti TX / RX / -. Il modulo 40 e 4 non deve essere in programmazione Avviare il software Art. 49/A. Consultare la Guida in linea del prodotto per i settagli richiesti. Premere il tasto F7 per avviare il download Alla fine del download CONDIZIONE INIZIALE SCORRI NOMI CERCA NOME Oppure: DOWNLOAD FALLITO DOWNLOAD TERMINATO Se il download sta avvenendo correttamente Se ci sono problemi di connessione 7A) INSERIMENTO DI UN NOME E possibile memorizzare un nome all interno della rubrica tramite programmatore infrarossi Art. 0, oppure tramite il software Art. 49/A. 7B) INSERIMENTO TRAMITE ART. 0 CONDIZIONE INIZIALE 7D) MULTIDOWNLOAD È possibile gestire una rete RS485 con i moduli Art. 4, in modo che si possa caricare o scaricare una lista di nomi utente su qualsiasi modulo presente, utilizzando un PC con installato il software 49/A versione. o superiore. In questa modalità ogni modulo dovrà avere un CODICE ID differente (vedi punto 8C). Per il montaggio della rete RS485 fare riferimento allo schema CA/EN/08 a pag. 9. Modulo alimentato in condizione di riposo SCORRI NOMI CERCA NOME 7E) CANCELLAZIONE DI UN NOME TRAMITE Art. 0 CONDIZIONE INIZIALE Premere il tasto NAME-> dell Art. 0. INSERIMENTO DI UN NOME Modulo alimentato in condizione di riposo SCORRI NOMI CERCA NOME Digitare il nome utente che si vuole inserire. ESEMPIO: ROSSI GIOVANNI ROSSI GIOVANNI_ DIGITA NOME ENTER CONFERMA ESC ANNULLA Per utilizzare i caratteri inferiori dei tasti premere SHIFT. Per cancellare il carattere a sinistra premere <. Per inserire caratteri particolari premere la combinazione di tasti come descritto sotto: NAME -> + A = Å NAME -> + B = Ä NAME -> + C = ß NAME -> + O = Ö NAME -> + P = Ø NAME -> + Q = Ü Premere ESC per annullare l operazione di inserimento del nome utente Selezionare il nome utente che si desidera eliminare scorrendo la lista con i tasti Premere il tasto NAME <- dell Art. 0 Premere il tasto ENTER dell Art. 0 per confermare l eliminazione ROSSI GIOVANNI ELIMINARE IL NOME? ENTER CONFERMA ESC ANNULLA ELIMINAZIONE IN CORSO Premere il tasto ENTER dell Art. 0 7F) CANCELLAZIONE DI TUTTI I NOMI PRESENTI IN RUBRICA Inserire il codice utente. ESEMPIO: Premere il tasto ENTER dell Art. 0 per memorizzare nome e codice utente. E possibile procedere con l inserimento di altri utenti DIGITA IL CODICE ENTER CONFERMA ESC ANNULLA MEMORIZZAZIONE IN CORSO È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ) Selezionare il menú GESTIONE RUBRICA / AZZERA TUTTI I NOMI Premere il tasto per eliminare tutti gli utenti in rubrica. Premere il tasto per annullare l operazione GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI ELIMINARE TUTTI I NOMI? ELIMINAZIONE IN CORSO MT SBC 0

15 MT SBC 0 7G) VISUALIZZAZIONE DEL NUMERO DI NOMI INSERITI IN RUBRICA, DELLA VERSIONE SOFTWARE INSTALLATA E DEL CODICE ID È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ) GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI 8C) IMPOSTAZIONE DEL CODICE ID ( Default = 0 ) Il codice ID viene utilizzato solo in applicazioni speciali È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ) GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI Selezionare il menú INFO REV..4 NOMI IN RUBRICA: 00 INDIRIZZO RS Selezionare il menú IMPOSTAZIONI / PARAMETRI IMPIANTO / INDIRIZZO RS485 INDIRIZZO RS485: 0 Il codice ID visualizzato non è quello configurato Premere il tasto per confermare la scelta INDIRIZZO RS485: 0 Il codice ID visualizzato non è quello configurato 8) MODIFICA DEI PARAMETRI D IMPIANTO Agire sui tasti per modificare il valore del codice ID INDIRIZZO RS485: 54 Il codice può avere un valore compreso tra e 55 8A) IMPOSTAZIONE DEI PARAMETRI DEL PORTER ART C (tempo di apriporta, tempo di fonica e tempo di attesa reset. Per tempo di attesa reset si intende il tempo che intercorre tra la chiusura di una comunicazione e la possibilità di poterne intraprendere un altra). Premere il tasto per memorizzare il valore PARAMETRO MODIFICATO È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ) GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI 9) IMPOSTAZIONE DEL TIPO DI CONNESSIONE CON PC, RS oppure RS485 (Default = RS) Modulo Art. 60 / 4660C alimentato con morsetto PR collegato al morsetto - Il modulo è in fase di programmazione È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ) GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI Premere per selezionare il menú IMPOSTAZIONI / PARAMETRI IMPIANTO / PARAMETRI PORTER Selezionare il parametro che si vuole modificare. ESEMPIO: TEMPO FONICA Modificare il valore del parametro agendo sui tasti, per annullare l operazione premere il tasto Confermare il valore premendo il tasto INS. TEMPO FONICA INS. TEMPO APRIP INS. TEMPO RESET INS. TEMPO FONICA INS. TEMPO APRIP INS. TEMPO RESET VALORE IN SEC. 00 PARAMETRO MODIFICATO Valori ammissibili Tempo fonica: da 0 a 80 sec. Tempo apriporta: da a 99 sec. Tempo attesa reset: da 0 a 0 sec. Si udirà un tono di conferma sul modulo porter Art. 60/4660C Selezionare il menú IMPOSTAZIONI / TIPO DOWNLOAD Selezionare la modalità di download agendo sui tasti. ESEMPIO: RS485 Premere il tasto per confermare la scelta TIPO DOWNLOAD *RS RS485 TIPO DOWNLOAD *RS RS485 TIPO DOWNLOAD RS * RS485 L impostazione di DEFAULT è RS La modalità impostata viene contraddistinta da un asterisco sul fianco sinistro Apparirà un asterisco sul fianco sinistro della voce scelta. ATTENZIONE: Per il download in modalità RS485 rifarsi allo schema di collegamento CA/EN/08 a pag. 9. 8B) VISUALIZZAZIONE DEI PARAMETRI DEL PORTER ART C (tempo di apriporta, di fonica e di attesa reset) È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto ) Modulo Art. 60 / 4660C alimentato con morsetto PR collegato al morsetto - Selezionare il menú IMPOSTAZIONI / PARAMETRI IMPIANTO / PARAMETRI PORTER / VISUALIZZA GESTIONE RUBRICA CONTROLLO ACCESSI IMPOSTAZIONI TEMPO APRIPORTA 0 TEMPO FONICA 00 TEMPO ATT. RESET 0 Vengono visualizzati i parametri impostati sul modulo porter Art.60/4660C. ATTENZIONE: La funzione viene garantita solo con moduli porter che montano una versione software.0 o superiore MT SBC 0

16 GROUP S.P.A. Istruzioni per installazione posto esterno audio-video Vandalcom UP ALTO ALTO ALTO UP ALTO ALTO 6 7 MT SBC 0 4

17 UP MT SBC ALTO giallo verde ALTO 0 MIC ALTO ALTO 5 MT SBC 0

18 UP UP P GROUP S.P.A. UP ALTO SOLUZIONE A 5 ALTO UP UP 4 SOLUZIONE B 6 MT SBC 0 6

19 MT SBC 0 Chiamata digitale Art. 070/A INTRODUZIONE Il modulo di chiamata digitale Comelit Art. 070/A è utilizzabile in impianti tipo Simplebus e permette di chiamare un utente citofonico digitando il codice che lo caratterizza. Le principali caratteristiche sono: Display alfanumerico a caratteri. Abbinabile ai moduli porter 06, 6 (abbinato a modulo 60) e 68 (abbinato a modulo 4660C). Modalità di funzionamento STANDARD oppure CODICE INDIRETTO. Possibilità di modificare i parametri di Tempo di apriporta, Tempo di conversazione e Tempo di attesa reset del modulo porter. Funzione CONTROLLO ACCESSI per aprire il varco digitando un codice password preregistrato. Interfaccia PC per la gestione della modalità CODICE INDIRETTO tramite linea seriale RS oppure RS485. Possibilità di visualizzare i messaggi dell interfaccia grafica in una delle 9 lingue disponibili. ) FUNZIONE DEI TASTI CANCELLA: uscita dal menù o cancellazione operazione ) USO DEL MODULO DIGITALE A) CHIAMATA A UTENTE: Modulo alimentato in condizione di riposo. Digitare il codice tramite la tastiera numerica del modulo Art. 070/A. ESEMPIO: chiamata ad utente con codice. Premere il tasto per inoltrare la chiamata. CONDIZIONE INIZIALE COMPORRE IL CODICE D UTENTE UTENTE: PER CHIAMARE Se la chiamata va a buon fine apparirà: CHIAMATA INOLTRATA Se la chiamata non va a buon fine apparirà: UTENTE NON DISPONIBILE Oppure se il montante è occupato apparirà: INTERNO OCCUPATO B) RESET DI UNA CHIAMATA O DI UNA CONVERSAZIONE CHIAMATA APRIPORTA SELEZIONE MENÙ ) INSTALLAZIONE DEL MODULO Per l utilizzo del modulo 070/A con 6 (abbinato a modulo 60) e 68 (abbinato a modulo 4660C) vedere schema SB/KC a pagina 8. Se si utilizza l Art. 06 fare riferimento allo schema di collegamento CA/EN/09 riportato a pagina 9. Per evitare disturbi causati da scariche elettrostatiche, si consiglia di eseguire una schermatura della carcassa come riportato nello schema sotto. Chiamata inoltrata oppure conversazione in corso. Premere il tasto X. CONDIZIONE INIZIALE CHIAMATA INOLTRATA oppure: IN COMUNICAZIONE COMPORRE IL CODICE D UTENTE 4) IMPOSTAZIONI 4A) ACCESSO ALLA FASE DI CONFIGURAZIONE Il modulo Art. 070/A torna in stato di riposo. Modulo alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. Oppure: Mentre il modulo si trova in modalità riposo, premere il tasto, inserire il supercodice e confermare premendo nuovamente il tasto. PRINCIPALE IMPOSTAZIONI Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. 4B) PARAMETRI D IMPIANTO 4B-) MODIFICA DEI PARAMETRI DI TEMPO DI CONVERSAZIONE, DI APRIPORTA E DI ATTESA RESET DEL MODULO PORTER. Questa operazione permette di modificare i tempi di conversazione, di chiusura del relé di apriporta e di attesa invio reset del modulo porter al termine della comunicazione citofonica. CONDIZIONE INIZIALE È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A). Modulo porter Art. 06 / 6/ 68 alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. PRINCIPALE IMPOSTAZIONI Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. Il modulo porter è in fase di programmazione. 7 MT SBC 0

20 GROUP S.P.A. Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / PAR. IMPIANTO / PAR. PORTER tramite il tasto. Per annullare un operazione oppure per uscire dal menù premere il tasto X. Selezionare, tramite il tasto, la voce di menù corrispondente al parametro che si vuole modificare. ESEMPIO: Modifica del tempo di conversazione. Digitare il valore desiderato. ESEMPIO: 00. Premere il tasto per confermare il valore del parametro. Dopo che la modifica è stata eseguita togliere i collegamenti tra PR e sui morsetti dei porter 06/6 /68. PAR. PORTER INS t FONICA t FONICA ( 0-80 ) VALORE: _ t FONICA ( 0-80 ) * VALORE: 00 PARAMETRO MODIFICATO Oppure: INSERIMENTO ERRATO 4B-)VISUALIZZAZIONE DEI PARAMETRI DEL TEMPO DI CONVERSAZIONE, DI APRIPORTA E DI ATTESA RESET DEL MODULO PORTER Questa operazione permette di visualizzare i valori del tempo di conversazione, di chiusura del relè di apriporta e di attesa reset impostati nel modulo porter. CONDIZIONE INIZIALE E possibile modificare il tempo di conversazione, il tempo di attivazione del relè apriporta e il tempo di attesa reset. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. N.B: I valori tra parentesi * indicano i limiti min e max del parametro (rif. tabella pag. ). Se l inserimento è avvenuto correttamente. Se il parametro non rientra nei limiti previsti. Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / PAR. IMPIANTO / TIPO DOWNLOAD tramite il tasto. Per annullare un operazione oppure per uscire dal menù premere il tasto X. Inserire il valore del parametro desiderato. Premere il tasto per confermare il valore del parametro. MOD. DOWNL. ( 0 - ) * VALORE: _ PARAMETRO MODIFICATO Oppure: INSERIMENTO ERRATO N.B: I valori tra parentesi * indicano i limiti min e max del parametro (rif. tabella pag. ). Se l inserimento è avvenuto correttamente. Se il parametro non rientra nei limiti previsti. 4B-4) MODO CHIAMATA Il parametro imposta la modalità di funzionamento del modulo di chiamata come STANDARD oppure CODICE INDIRETTO. MODALITA DI CHIAMATA STANDARD (Impostazione di fabbrica): In questa modalità di funzionamento l utente citofonico è identificato da un Codice. La chiamata avviene nel seguente modo: Digito da tastiera il codice premo il tasto invio la chiamata all utente identificato con il codice. MODALITA DI CHIAMATA CODICE INDIRETTO: In questa modalità di funzionamento l utente citofonico è identificato dai campi Codice indiretto e Codice. ESEMPIO:Utente Rossi Giovanni identificato da Codice = e Codice Indiretto = 00 La chiamata avviene nel seguente modo: Digito da tastiera il Codice Indiretto 00 premo il tasto invio la chiamata all utente identificato con il codice. L inserimento della lista con i campi elencati può avvenire solamente tramite il software Art. 49/A impostato come modalità CODICE INDIRETTO senza campo Nome. È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A). Modulo porter Art. 06 / 6/ 68 alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / PAR.IMPIANTO / PAR. PORTER / VISUALIZZA tramite il tasto. Per uscire dal menù premere il tasto X. Dopo che la modifica è stata eseguita togliere i collegamenti tra PR e sui morsetti del porter 06 / 6 / 68. PRINCIPALE IMPOSTAZIONI TEMPO FONICA VALORE: 80 Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. Il modulo è in fase di programmazione. Dopo secondi vengono visualizzati in sequenza i valori degli altri parametri. È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A). Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / PAR. IMPIANTO / MODO CHIA- MATA tramite il tasto. Per annullare un operazione oppure per uscire dal menù premere il tasto X. Inserire il valore del parametro desiderato. Premere il tasto per confermare il valore del parametro. CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI MODO CHIAM. ( 0 - ) * VALORE: _ PARAMETRO MODIFICATO Oppure: INSERIMENTO ERRATO Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. * N.B: I valori tra parentesi indicano i limiti min e max del parametro (rif. tabella pag. ). Se l inserimento è avvenuto correttamente. Se il parametro non rientra nei limiti previsti. 4B-) TIPO SCARICAMENTO SERIALE Il parametro imposta il tipo di connessione utilizzata per lo scaricamento della lista utilizzata per la gestione della modalità CODICE INDIRETTO. E disponibile un interfaccia RS oppure RS485. È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A). CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. 4B-5) INDIRIZZO RS485 Il valore di questo parametro è utilizzato solo in applicazioni speciali. È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A) CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. MT SBC 0 8

21 MT SBC 0 Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / PAR. IMPIANTO/ INDIRIZZO RS485 tramite il tasto. Per annullare un operazione oppure per uscire dal menù premere il tasto X. Inserire il valore del parametro desiderato. Premere il tasto per confermare il valore del parametro. 4B-6)TIPO SIMPLEBUS (di fabbrica impostato per i moduli Art. 60 e Art. 4660C abbinati a Art. 6 e Art. 68). Il valore di questo parametro è utilizzato per indicare all Art. 070/A con che tipo di porter si deve interfacciare, soprattutto per quanto riguarda la gestione delle password per la funzione CONTROLLO ACCESSI: per i moduli Art. 06 i codici di password vengono immagazzinati nella memoria del porter, mentre per i moduli Art. 6 e 68 vengono memorizzate nella memoria dell Art. 070/A. È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A). Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / PAR. IMPIANTO / TIPO SIMPLEBUS tramite il tasto. Per annullare un operazione oppure per uscire dal menù premere il tasto X. Inserire il valore del parametro desiderato. Premere il tasto per confermare il valore del parametro. IND.RS485 ( -55 ) * VALORE: _ PARAMETRO MODIFICATO Oppure: INSERIMENTO ERRATO CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI TIPO SIMPL. ( 0 - ) * VALORE: _ PARAMETRO MODIFICATO 4C) IMPOSTAZIONE DELLA LINGUA Il valore di questo parametro è utilizzato per impostare la lingua dei messaggi. Se si tratta della prima accensione del modulo Art. 070/A bisogna procedere come descritto di seguito: CONDIZIONE INIZIALE N.B: I valori tra * parentesi indicano i limiti min e max del parametro (rif. tabella pag. ). Se l inserimento è avvenuto correttamente. Se il parametro non rientra nei limiti previsti. Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. N.B: I valori tra * parentesi indicano i limiti min e max del parametro (rif. tabella pag. ). Se l inserimento è avvenuto correttamente. Per modificare il valore del parametro,se il valore impostato è diverso da DEFAULT: È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A). Selezionare il menù IMPOSTAZIONI / LINGUA tramite il tasto ; per uscire premere X. Inserire il valore del parametro. Inserire il valore del parametro desiderato. Premere il tasto per confermare il valore del parametro. 5) CONTROLLO ACCESSI CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI INS. LINGUA ( - 0 ) VALORE: INS. LINGUA ( -0 ) * VALORE: PARAMETER CHANGED Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. N.B: I valori tra * parentesi indicano i limiti min e max del parametro (rif. tabella pag. ) Se l inserimento è avvenuto correttamente. Questa funzione permette di attivare il relè di apriporta presente nel modulo porter (contatto SE / SE ) digitando un codice di password precedentemente memorizzato (vedi paragrafo ESECUZIONE DI UN APRIPORTA DIGITANDO IL CODICE PASSWORD). 5A) INSERIMENTO DI UN CODICE PASSWORD È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A). Selezionare il menù CONTR. ACCESSI /PASSWORD / INSERISCI tramite il tasto ; per uscire dal menù premere X. Inserire il codice di password desiderato. ESEMPIO:00. CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI PASSWORD VALORE: PASSWORD VALORE: _ 00 Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. Il codice di password può avere al massimo 6 cifre. Modulo alimentato LANGUAGE (-0): VALUE: _ Inserire il valore del parametro. ESEMPIO: si vuole impostare la lingua ITALIANA. Per annullare l operazione premere X. Premere il tasto per confermare il valore del parametro. LANGUAGE (-0): * VALUE: PARAMETRO MODIFICATO N.B: I valori tra * parentesi indicano i limiti min e max del parametro (rif. tabella pag. ) La voce DEFAULT imposta i messaggi in ITALIANO, alla successiva riaccensione del modulo viene nuovamente richiesta la selezione della lingua. Se l inserimento è avvenuto correttamente. Premere il tasto per confermare l inserimento. MEMORIZZAZIONE IN CORSO Oppure: GIA ESISTENTE 5B) ELIMINAZIONE DI UN CODICE PASSWORD È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A) CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI Se il codice digitato non esiste in memoria. E possibile inserire fino a 00 codici password. Se il codice digitato esiste già in memoria. Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. 9 MT SBC 0

22 GROUP S.P.A. 5E) MODIFICA DEL SUPERCODICE AL VALORE DI DEFAULT Selezionare il menù CONTR. ACCESSI / PASSWORD / ELIMINA tramite il tasto ; per uscire dal menù premere X. PASSWORD VALORE: È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A). CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. Inserire il codice di password desiderato. ESEMPIO: 00. PASSWORD VALORE: _ 00 ELIMINAZIONE IN CORSO Il codice di password può avere al massimo 6 cifre. Se il codice digitato è stato trovato. Selezionare il menù RESET SUPERCOD. tramite il tasto. Per uscire dal menù premere X. PARAMETRO MODIFICATO Il supercodice è stato modificato al valore di default (). Premere il tasto per confermare l inserimento. Oppure: NON ESISTENTE 5C) ELIMINAZIONE DI TUTTI I CODICI PASSWORD CONDIZIONE INIZIALE Se il codice digitato non è stato trovato. 5F)VISUALIZZAZIONE DEL NUMERO DI PASSWORD INSERITE E DELLA VERSIONE SOFTWARE INSTALLATA NEL MODULO Art. 070/A È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A) CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A) Selezionare il menù CONTR. ACCESSI / PASSWORD / AZZERA tramite il tasto ; per uscire dal menù premere X. Per confermare premere il tasto. PRINCIPALE IMPOSTAZIONI ELIMINARE TUTTE LE PASSWORD? ELIMINAZIONE IN CORSO Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. La pressione del tasto X permette di annullare l operazione. Selezionare il menù INFO tramite il tasto. REV.0 N. PASSWORD:00 Nella prima riga viene visualizzata la versione software installata nel modulo 070/A. Nella seconda riga viene visualizzato il numero di codici password inseriti. 5G)ESECUZIONE DI UN APRIPORTA DIGITANDO IL CODICE DI PASSWORD Modulo Art. 070/A alimentato in condizione di riposo. Premere il tasto. CONDIZIONE INIZIALE COMPORRE IL CODICE D UTENTE PASSWORD: CONFERMA CON Per annullare l operazione premere il tasto X. 5D) MODIFICA DEL SUPERCODICE Inserire il codice di password. ESEMPIO: 00. PASSWORD: _ 00 CONFERMA CON È stato eseguito l accesso alla fase di configurazione (vedi punto 4A). N.B: Se il parametro TIPO SIMPLEBUS è impostato a 0 è richiesto che il modulo porter 06 sia in programmazione connettendo il morsetto PRG a -. Selezionare il menù CONTR. ACCESSI / SUPERCODICE / MODIFICA tramite il tasto. Per uscire dal menù premere X. Inserire il nuovo valore di supercodice ESEMPIO:. Premere il tasto per confermare l inserimento. CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI SUPERCODICE VALORE: SUPERCODICE VALORE: PARAMETRO MODIFICATO Il modulo è in fase di programmazione. Lo scorrimento dei menù avviene automaticamente ogni secondi. Il supercodice deve essere composto da 6 cifre. Il nuovo valore di supercodice è. Premere il tasto. 6) CODICE INDIRETTO PASSWORD CONFERMATA Oppure: NON ESISTENTE Se il codice di password esiste in memoria. Verrà attivato il contatto SE / SE del modulo porter. Se il codice di password non esiste in memoria. 6A) MULTIDOWNLOAD È possibile gestire una rete RS485 con i moduli Art. 070/A, in modo che si possa caricare o scaricare una lista di nomi utente su qualsiasi modulo presente, utilizzando un PC con installato il software 49/A versione. o superiore. In questa modalità ogni modulo dovrà avere un CODICE ID differente (vedi punto 4B-5). Per il montaggio della rete RS485 fare riferimento allo schema CA/EN/09 a pag. 9. 6B) INSERIMENTO DI UNA LISTA ( DOWNLOAD ) Tramite il software Art. 49/A è possibile inserire all interno del modulo 070/A la lista con i campi Codice Indiretto e Codice per la modalità di funzionamento CODICE INDIRETTO. L Art. 070/A deve essere impostato in modalità di chiamata codice indiretto (vedi punto 4B-4). Modulo alimentato in condizione di riposo. CONDIZIONE INIZIALE COMPORRE IL CODICE D UTENTE MT SBC 0 0

23 MT SBC 0 Collegare il cavetto in dotazione con il software Art. 49/A ai morsetti TX / RX / - ( oppure D / D- se si dispone di linea RS485 ). Avviare il software Art. 49/A. Compilare la lista con i campi Codice e Codice Indiretto all interno del software Art. 49/A, oppure caricarne una già esistente. COMPORRE IL CODICE D UTENTE COMPORRE IL CODICE D UTENTE COMPORRE IL CODICE D UTENTE Sul software 49/A è necessario Impostare la MODALITA DI CHIAMATA come Codice Indiretto senza campo nome. 7) TABELLA PARAMETRI Viene riportata di seguito la tabella esplicativa dei parametri di configurazione del modulo Art. 070/A: LINGUA PARAMETRO POSSIBILE VALORE =ITALIANO =INGLESE =FRANCESE 4=TEDESCO 5=PORTOGHESE 6=DANESE 7=FINLANDESE 8=OLANDESE 9=SPAGNOLO 0=DEFAULT (viene richiesto l inserimento della lingua alla successiva riaccensione del modulo 070/A). VALORE DI DEFAULT 0 = DEFAULT Premere il pulsante Download all interno del software Art. 49/A. TIPO DOWNLOAD 0 = Connessione tramite linea RS = Connessione tramite linea RS485 0 = Connessione tramite linea RS DOWNLOAD TERMINATO Se il download è terminato con successo. MODO CHIAMATA 0 = STANDARD = CODICE INDIRETTO 0 = STANDARD Oppure: DOWNLOAD FALLITO Se si è verificata qualche anomalia durante il download. TIPO SIMPLEBUS INDIRIZZO RS485 0 = Modalità per moduli porter Art.06 = Modalità per moduli porter Art.6 e 68 Valore da 0 a 55 = Modalità per moduli porter Art. 6 e 68 0 TEMPO FONICA Valore da 0 a 80. Esprime il tempo in secondi della conversazione citofonica. 80 6C) LETTURA DELLA LISTA MEMORIZZATA ( UPLOAD ) Tramite il software Art. 49/A è possibile leggere dal modulo 070/A la lista con i campi Codice Indiretto e Codice per la modalità di funzionamento CODICE INDIRETTO. L Art. 070/A deve essere impostato in modalità di chiamata codice indiretto. E necessario eseguire le seguenti operazioni: Modulo alimentato in condizione di riposo. CONDIZIONE INIZIALE COMPORRE IL CODICE D UTENTE TEMPO APRIPORTA TEMPO RESET Valore da 0 a 99. Esprime il tempo in secondi della chiusura del relè di apriporta. Valore da 0 a 0. Esprime il tempo in secondi di attesa invio del codice di reset alla fine di una conversazione citofonica. 0 0 Collegare il cavetto in dotazione con il software Art. 49/A ai morsetti TX / RX / - (oppure D / D- se si dispone di linea RS485. Rif. schema di collegamento CA/EN/09 pag. 9). Avviare il software Art. 49/A. Premere il pulsante Upload all interno del software Art. 49/A. Verrà caricata la lista all interno del software Art. 49/A. COMPORRE IL CODICE D UTENTE COMPORRE IL CODICE D UTENTE UPLOAD TERMINATO Oppure: UPLOAD FALLITO Se l upload della lista è terminato con successo. La lista viene cancellata dal modulo 070/A. Se si è verificata qualche anomalia durante l upload della lista. MT SBC 0

24 GROUP S.P.A. Rubrica digitale Art. 07/A INTRODUZIONE Il modulo rubrica digitale Comelit Art. 07/A è utilizzabile in impianti tipo Simplebus e permette di chiamare un utente citofonico selezionandolo da una lista caricata in memoria: Display alfanumerico a caratteri. Abbinabile ai moduli porter 06, 6 (abbinato a modulo 60) e 68 (abbinato a modulo 4660C). Possibilità di memorizzare fino a 400 utenti con lunghezza massima di 6 caratteri. Possibilità di modificare i parametri di Tempo di apriporta, Tempo di conversazione e Tempo di attesa reset del modulo porter. Interfaccia PC per poter caricare una lista di utenti. E disponibile una connessione standard RS oppure RS485. Possibilità di visualizzare i messaggi dell interfaccia grafica in una delle 9 lingue disponibili. ) FUNZIONE DEI TASTI AVANTI: Scorre la lista degli utenti in ordine alfabetico crescente. INDIETRO: Scorre la lista degli utenti in ordine alfabetico decrescente CHIAMATA-SELEZIONA MENÚ ) USO DEL MODULO RUBRICA A) SCORRIMENTO DELLA LISTA UTENTI E CHIAMATA Modulo alimentato in condizione di riposo. Scorrere la lista tramite i tasti o. Premere il tasto per inoltrare la chiamata. CONDIZIONE INIZIALE RICERCA NOME CON ALBINI PIETRO PER CHIAMARE Se la chiamata va a buon fine apparirà: CHIAMATA INOLTRATA Se la chiamata non va a buon fine apparirà: UTENTE NON DISPONIBILE Oppure se il montante è occupato apparirà: INTERNO OCCUPATO La continua pressione di uno dei tasti rende più veloce lo scorrimento. B) RICERCA DI UN UTENTE ALL INTERNO DELLA LISTA SELEZIONANDO LA SUA INIZIALE RICERCA NOME ESCI DAL MENÚ Modulo alimentato in condizione di riposo. CONDIZIONE INIZIALE SELEZIONA NOME CON O ) INSTALLAZIONE DEL MODULO Per l utilizzo del modulo 07/A con 6 (abbinato a modulo 60) e 68 (abbinato a modulo 4660C) vedere schema SB/KC a pagina 8. Se si utilizza l Art. 06 fare riferimento allo schema di collegamento CA/EN/09 riportato a pagina 9. Per evitare disturbi causati da scariche elettrostatiche, si consiglia di eseguire una schermatura della carcassa come riportato nello schema sotto. Premere il tasto. Selezionare l iniziale del nome utente da ricercare tramite i tasti o. ESEMPIO: A Confermare la scelta tramite il tasto. RICERCA DI UN NOME INIZIALE CON CONFERMA CON A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V W X Y Z å ä ß ö ø ü RICERCA IN CORSO E possibile eseguire lo scorrimento dei nomi con i tasti o. ALBINI PIETRO PER CHIAMARE Oppure: NESSUN UTENTE TROVATO Viene visualizzato il primo utente della lista con la lettera selezionata. Non è stato trovato nessun utente che inizia con la lettera selezionata. C) CANCELLAZIONE DI UNA CHIAMATA CONDIZIONE INIZIALE Chiamata inoltrata oppure conversazione in corso. Premere il tasto. CHIAMATA INOLTRATA oppure IN COMUNICAZIONE SELEZIONA NOME CON O o RICERCA NOME CON Il modulo Art. 07/A torna in stato di riposo ed è stata cancellata la chiamata inviata su montante. MT SBC 0

25 MT SBC 0 4) IMPOSTAZIONI 4A) PARAMETRI D IMPIANTO 4A-)MODIFICA DEI PARAMETRI DI TEMPO DI CONVERSAZIONE, DI APRIPORTA E DI ATTESA RESET DEL MODULO PORTER Questa operazione permette di modificare i tempi di conversazione, di chiusura del relè, di apriporta e di attesa reset del modulo porter. CONDIZIONE INIZIALE Dopo che la modifica è stata eseguita togliere i collegamenti tra PR e sui morsetti del 07/A e dei porter 06 / 6 / 68. Modulo Art. 07/A alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. PRINCIPALE IMPOSTAZIONI Il modulo è in fase di programmazione: o per scorrere i menú per selezionare il menú per passare al menú inferiore 4A-) TIPO SCARICAMENTO SERIALE Il parametro imposta il tipo di connessione utilizzata per lo scaricamento della lista utenti. E disponibile un interfaccia RS oppure RS485. CONDIZIONE INIZIALE Modulo porter Art. 06/6/ 68 alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. Selezionare tramite i tasti o il menú PRINCIPALE IMPOSTAZIONI/ PAR. IMPIANTO/ PAR. PORTER. Scorrere tramite i tasti o le voci di menú e selezionare quello relativo al parametro che si vuole modificare. ESEMPIO: Modifica del tempo di conversazione. PAR. PORTER INS. t FONICA INS. t FONICA VALORE: _ Il modulo porter è in fase di programmazione. E possibile modificare il tempo di conversazione, il tempo di attivazione del relè apriporta e il tempo di attesa reset. Modulo Art. 07/A alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. Selezionare il menú PRINCIPALE IMPOSTAZIONI / PAR. IMPIANTO / TIPO DOWNLOAD. Inserire il valore desiderato agendo sui tasti o. ESEMPIO: PRINCIPALE IMPOSTAZIONI TIPO DOWNLOAD VALORE: 0 TIPO DOWNLOAD VALORE: Il modulo è in fase di programmazione: o per scorrere i menú per selezionare il menú per passare al menú inferiore. Inserire il valore desiderato agendo sui tasti o. ESEMPIO: 00 Premere il tasto per confermare il valore del parametro. Dopo che la modifica è stata eseguita togliere i collegamenti tra PR e sui morsetti del 07/A e dei porter 06 / 6 / 68. INS. t FONICA VALORE: 00 PARAMETRO MODIFICATO CONDIZIONE INIZIALE La pressione continua del tasto o incrementa o diminuisce il valore a step di 0. Se l inserimento è avvenuto correttamente. 4A-)VISUALIZZAZIONE DEI PARAMETRI DI TEMPO DI CONVERSAZIONE, DI APRIPORTA E DI ATTESA RESET DEL MODULO PORTER Questa operazione permette di visualizzare i valori del tempo di conversazione, di chiusura del relè di apriporta e di attesa reset impostati nel modulo porter. Modulo Art. 07/A alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. Modulo porter Art. 06 / 6 / 68 alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. Selezionare il menú PRINCIPALE IMPOSTAZIONI / PAR. IMPIANTO / PAR. PORTER / VISUALIZZA. PRINCIPALE IMPOSTAZIONI TEMPO FONICA VALORE: 00 Il modulo è in fase di programmazione: o per scorrere i menú per selezionare il menú per passare al menú inferiore. Il modulo porter è in fase di programmazione. Dopo secondi vengono visualizzati in sequenza i valori degli altri parametri. Premere il tasto per confermare il valore del parametro. Dopo che la modifica è stata eseguita togliere i collegamenti tra PR e sul morsetto del 07/A. PARAMETRO MODIFICATO 4A-4) INDIRIZZO RS485 Il valore di questo parametro è utilizzato solo in applicazioni speciali. Modulo Art. 07/A alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. Selezionare il menú PRIN- CIPALE IMPOSTAZIONI / PAR. IMPIANTO / INDIRIZZO RS485. Inserire il valore desiderato agendo sui tasti o. ESEMPIO: 00 Premere il tasto per confermare il valore del parametro. Dopo che la modifica è stata eseguita togliere i collegamenti tra PR e sul morsetto del 07/A. CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI IND.RS485 VALORE: _ IND.RS485 VALORE: 00 PARAMETRO MODIFICATO Oppure: INSERIMENTO ERRATO Se l inserimento è avvenuto correttamente. Il modulo è in fase di programmazione: o per scorrere i menú per selezionare il menú per passare al menú inferiore. Se l inserimento è avvenuto correttamente. Se il parametro non rientra nei limiti previsti. MT SBC 0

26 GROUP S.P.A. 4B) IMPOSTAZIONE DELLA LINGUA Il valore di questo parametro è utilizzato per impostare la lingua dei messaggi. Se si tratta della prima accensione del modulo Art. 07/A bisogna procedere come descritto di seguito: Modulo alimentato. Inserire il valore del parametro. ESEMPIO: 0 se si vuole impostare la lingua ITALIANA. Premere il tasto per annullare l operazione. Per modificare il valore agire sui tasti o. CONDIZIONE INIZIALE LINGUA VALORE: 0 LINGUA VALORE: 0 La voce DEFAULT imposta i messaggi in ITALIANO, alla successiva riaccensione del modulo viene nuovamente richiesta la selezione della lingua. Selezionare il menú INFO tramite il tasto. Dopo che la modifica è stata eseguita togliere i collegamenti tra PR e sul morsetto del 07/A. 5) GESTIONE DELLA LISTA UTENTI 07/A REV. NOMI INS :00 5A) INSERIMENTO DI UN NOME TRAMITE ART.0 Nella prima riga viene visualizzata la versione software installata nel modulo 07/A. Nella seconda riga viene visualizzato il numero di utenti inseriti in memoria. Premere il tasto per confermare il valore del parametro. PARAMETRO MODIFICATO Premere il tasto NAME dell Art. 0. INSERIMENTO NUOVO UTENTE seguito da INTR. NOME Per modificare il valore del parametro, se il valore impostato è diverso da DEFAULT: Modulo Art. 07/A alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. Selezionare il menú PRINCIPALE IMPOSTAZIONI / LINGUA. CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI LINGUA VALORE: 0 Il modulo è in fase di programmazione: o per scorrere i menú per selezionare il menú per passare al menú inferiore. Digitare il nome utente che si vuole inserire (ESEMPIO: BIANCHINI) BIANCHINI INTR.NOME Per utilizzare i caratteri inferiori dei tasti premere SHIFT. Per cancellare il carattere a sinistra premere <. Per inserire caratteri particolari premere la combinazione di tasti come descritto sotto: NAME -> + A = Å NAME -> + B = Ä NAME -> + C = ß NAME -> + O = Ö NAME -> + P = Ø NAME -> + Q = Ü Premere ESC per annullare l operazione di inserimento del nome utente Modificare il valore agendo sui tasti o. LINGUA VALORE: 0 Premere il tasto ENTER dell Art. 0. BIANCHINI INTR. CODICE Premere il tasto per confermare il valore del parametro. PARAMETER CHANGED Oppure: INSERIMENTO ERRATO Se l inserimento è avvenuto correttamente. Se il parametro non rientra nei limiti previsti. Inserire il codice utente (ESEMPIO: 5) BIANCHINI INTR. CODICE 5 In questa fase sono abilitati i soli caratteri numerici e quindi non è necessario digitare il tasto SHIFT; digitare il tasto < per cancellare cifre a sinistra. Dopo che la modifica è stata eseguita togliere i collegamenti tra PR e sul morsetto del 07/A. Premere il tasto ENTER dell Art. 0 per memorizzare nome e codice utente, il tasto ESC per annullare l operazione. MEMORIZZAZIONE IN CORSO... oppure 4C) VISUALIZZAZIONE DEL NUMERO DI UTENTI INSERITI E DELLA VERSIONE SOFTWARE INSTALLATA Modulo Art. 07/A alimentato con morsetto PR collegato al morsetto -. CONDIZIONE INIZIALE PRINCIPALE IMPOSTAZIONI Il modulo è in fase di programmazione: o per scorrere i menú per selezionare il menú per passare al menú inferiore. NOME GIÁ PRESENTE Seguito da INTR. NOME SELEZIONA NOME CON O Al nominativo appena inserito è già associato un codice diverso da quello che si desidera memorizzare; il nominativo non viene introdotto. E' possibile procedere con l'inserimento di altri utenti. MT SBC 0 4

27 MT SBC 0 5B) CANCELLAZIONE DI UN NOME TRAMITE ART.0 Selezionare il nome utente che si desidera eliminare scorrendo la lista con i tasti. (ESEMPIO: BIANCHINI) Premere il tasto NAME dell Art. 0. Premere il tasto ENTER dell Art. 0 per confermare l eliminazione o ESC per annullare. BIANCHINI PER CHIAMARE ELIMINARE UTENTE? ELIMINAZIONE IN CORSO Seguito da ROSSI PER CHIAMARE SELEZIONA NOME CON O Viene richiesta la conferma dell eliminazione. Il nominativo è stato eliminato. Sul display compare l'utente successivo in ordine alfabetico. 5E) LETTURA DELLA LISTA MEMORIZZATA ( UPLOAD ) Tramite il software Art. 49/A è possibile leggere dal modulo 07/A la lista con i campi Nome utente e Codice. E necessario eseguire le seguenti operazioni: Modulo alimentato in condizione di riposo. Collegare il cavetto in dotazione con il software Art. 49/A ai morsetti TX / RX / - (oppure D / D- se si dispone di linea RS485. Rif. schema di collegamento CA/EN/09 a pag. 9). Avviare il software Art. 49/A. Consultate la Guida in linea del prodotto per i settaggi richiesti. Premere il pulsante Upload all interno del software Art. 49/A. CONDIZIONE INIZIALE SELEZIONA NOME CON O SELEZIONA NOME CON O SELEZIONA NOME CON O 5C) MULTIDOWNLOAD È possibile gestire una rete RS485 con i moduli Art. 07/A, in modo che si possa caricare o scaricare una lista di nomi utente su qualsiasi modulo presente, utilizzando un PC con installato il software 49/A versione. o superiore. In questa modalità ogni modulo dovrà avere un CODICE ID differente (vedi punto 4A-4). Per il montaggio della rete RS485 fare riferimento allo schema CA/EN/09 a pag. 9. Verrà caricata la lista all interno del software Art. 49/A. UPLOAD TERMINATO Oppure: UPLOAD FALLITO Se l upload della lista è terminato con successo. Se si è verificata qualche anomalia durante l upload della lista. 5D) INSERIMENTO DI UNA LISTA ( DOWNLOAD ) Tramite il software Art. 49/A è possibile inserire all interno del modulo 07/A la lista con i campi Nome utente e Codice, ordinata in modo alfabetico crescente. E necessario eseguire le seguenti operazioni: Modulo alimentato in condizione di riposo. Collegare il cavetto in dotazione con il software Art. 49/A ai morsetti TX / RX / - (oppure D / D- se si dispone di linea RS485). CONDIZIONE INIZIALE SELEZIONA NOME CON O SELEZIONA NOME CON O 6) TABELLA PARAMETRI Viene riportata di seguito la tabella esplicativa dei parametri di configurazione del modulo Art. 07/A: LINGUA PARAMETRO POSSIBILE VALORE =ITALIANO =INGLESE =FRANCESE 4=TEDESCO 5=PORTOGHESE 6=DANESE 7=FINLANDESE 8=OLANDESE 9=SPAGNOLO 0=DEFAULT (viene richiesto l inserimento della lingua alla successiva riaccensione del modulo 07/A). VALORE DI DEFAULT 0 = DEFAULT Avviare il software Art. 49/A. Consultate la Guida in linea del prodotto per i settaggi richiesti. Sul software 49/A è necessario impostare la MODALITA DI CHIAMATA come Standard. TIPO DOWNLOAD 0 = Connessione tramite linea RS = Connessione tramite linea RS485 0 = Connessione tramite linea RS Compilare la lista con i campi Nome utente e Codice all interno del software Art. 49/A, oppure caricarne una già esistente. SELEZIONA NOME CON O INDIRIZZO RS485 TEMPO FONICA Valore da 0 a 55 Valore da 0 a 80. Esprime il tempo in secondi della conversazione citofonica Premere il pulsante Download all interno del software Art. 49/A. DOWNLOAD TERMINATO Oppure: DOWNLOAD FALLITO Se il download è terminato con successo. Se si è verificata qualche anomalia durante il download. TEMPO APRIPORTA TEMPO RESET Valore da 0 a 99. Esprime il tempo in secondi della chiusura del relè di apriporta. Valore da 0 a 0. Esprime il tempo in secondi dell attesa invio del codice di reset alla fine di una conversazione citofonica MT SBC 0

28 GROUP S.P.A. Istruzioni per installazione posto esterno audio-video Roma! 4!! -- 5 giallo verde 6 giallo verde MT SBC 0 6

29 MT SBC ! Operazione da effettuare solo se non sono presenti moduli pulsanti Art. 06/A o 06B. Per utilizzare più di pulsanti, montare esclusivamente i moduli 06B o 06/A. 7 MT SBC 0

30 GROUP S.P.A. Istruzioni per installazione posto esterno audio N-AV/4!! 4 5! giallo verde MT SBC 0 8

31 MT SBC ! Operazione da effettuare solo se non sono presenti moduli pulsanti Art. 06/A o 06B. Per utilizzare più di pulsanti, montare esclusivamente i moduli 06B o 06/A. 9 MT SBC 0

32 GROUP S.P.A. Istruzione di montaggio posto esterno audio-video Powerpost con apertura verticale 4 Carla Rossi 5 MT SBC 0 0

33 MT SBC 0 Istruzione di montaggio posto esterno audio-video Powerpost con apertura laterale 4 Carla Rossi 5 MT SBC 0

34 GROUP S.P.A. POSTI INTERNI Descrizione monitor Bravo Art. 570 e informazioni utente I Monitor Videocitofonici Comelit della Serie Bravo Art. 570 (Monitor a colori), sono compatibili con i monitor delle serie: Genius e Diva. La staffa di fissaggio Art. 574C completa il Monitor e determina il sistema di cablaggio Simplebus Color.. Selettore suoneria/servizio Privacy a posizioni: Posizione sinistra: Suoneria volume massimo. Posizione centrale: Suoneria volume medio. Posizione destra : Attivazione funzione Privacy (per servizio Privacy si intende l esclusione della chiamata dal posto esterno o dal centralino di portineria; l attivazione della funzione Privacy è evidenziata dalla comparsa di un indicatore rosso a lato del selettore).. Led di segnalazione impianto occupato, funzione dottore ecc... (disponibile di serie).. Pulsante Apriporta. 4. Pulsante disponibile di serie (di fabbrica programmato per chiamata a centralino) utilizzabile come comando attuatore (vedi variante D a pag. 6) o come contatto libero C. NO. rimuovendo i jumper CV e CV4 (riferimento in morsettiera C P contatto C.NO. max 4V 00mA, vedi SB/AAF a pag. 5). 5. Pulsante disponibile di serie (di fabbrica programmato per funzione Accensione). 6. Pulsanti e 4 opzionali (di fabbrica programmati per attivazione attuatore generico). Disponibili utilizzando Art Pulsante 5 opzionale (di fabbrica programmato per attivazione attuatore generico) disponibile utilizzando Art. 57 oppure Led di segnalazione opzionale disponibile utilizzando Art Pulsante 6 opzionale (di fabbrica programmato per attivazione funzione Dottore) disponibile utilizzando Art. 57 oppure Led di segnalazioneopzionale disponibile utilizzando Art Schermo per visualizzazione immagine da posto esterno. 0. Cartoncino personalizzabile intercambiabile (utilizzando kit di personalizzazione).. Manopola regolazione luminosità (ruotare in senso orario per aumentare la luminosità).. Manopola regolazione intensità colore (ruotare in senso orario per aumentare il valore). Etichetta memo - pulsanti su cui è possibile riportare la funzione dei pulsanti del Monitor (da applicare sul Monitor sotto la cornetta come indicato in figura). L etichetta adesiva è allegata al monitor Art. 570 nel manuale utente FT BRAVO Cornetta Monitor (Sollevare la cornetta per iniziare la comunicazione). MT SBC 0

35 MT SBC 0 Istruzioni per installazione posto interno Bravo Installazione Staffa Art. 574C su scatola serie civile 50 (Art. 457). Installazione a muro Staffa Art. 574C con 4 viti a tassello. 45 cm Misure di ingombro del Monitor. Procedura di aggancio Monitor. 0, cm cm CV5 CV CV7 CV CV6 4,4 cm 8, cm,4 cm 4 5 CV CV ,4 cm 6 Procedura per togliere il Monitor. CV5 CV CV7 CV CV6 CV CV MT SBC 0

36 GROUP S.P.A. MT SBC Montaggio del monitor sulla base da tavolo Art. 57. Istruzioni per installazione scheda opzionale Art. 57, Art. 574 (solo per monitor Bravo) 4

37 MT SBC ! ! Estrarre la staffa e la scheda opzionale dalla propria confezione.. Avvitare la scheda opzionale con le apposite viti sul supporto plastico della staffa.. Morsettiera: P: Contatto Pulsante del Monitor. * C: Contatto comune Pulsante del Monitor *. Comune principale da staffa (scollegare il filo verso il connettore staffa per liberare tutti i contatti comuni). P4: Contatto Pulsante 4 del Monitor. * C4: Contatto comune Pulsante 4 del Monitor. * +P5: Contatto Pulsante 5 del Monitor per Art. 57 *. Ingresso positivo Led 5 per Art C5: Contatto comune Pulsante 5 del Monitor per Art. 57 *. Ingresso negativo Led 5 per Art P6: Contatto Pulsante 6 del Monitor per Art. 57 *. Ingresso positivo Led 6 per Art C6: Contatto comune Pulsante 6 del Monitor per Art. 57 *. Ingresso negativo Led 6 per Art Connettore maschio staffa.. Connettore femmina Art. 57 o Art Collegare il connettore femmina della scheda opzionale al connettore maschio posto sulla staffa. 4. Posizionare i fili tra la scheda opzionale e la staffa come mostrato in figura. 5. Fissare con le apposite viti la scheda opzionale con connettore sul retro del Monitor. 6. Solo per la scheda Opzionale Art. 574: tagliare e rimuovere i Pulsanti 5 e 6 del Monitor. 7. Solo per la scheda Opzionale Art. 574: inserire i Pulsanti trasparenti allegati alla confezione dell'articolo nelle posizioni dei Pulsanti 5 e 6 come mostrato in figura. * Per utilizzare il Pulsante come contatto C.NO. (4V-00mA max) rimuovere il filo verso il connettore staffa e liberare il relativo comune. 5 MT SBC 0

38 GROUP S.P.A. Inserimento mascherine per monitor Bravo MT SBC 0 6

39 MT SBC 0 Descrizione monitor Genius Art. 580 e informazioni utente Il monitor Genius Art. 580 (Monitor a colori) può essere utilizzato in alternativa al monitor Bravo sulla staffa Art. 574C e con la base da tavolo Art. 57. Per l installazione e il cablaggio fare riferimento ai suddetti prodotti. Gli accessori Art. 57 e Art. 574, per la gestione dei pulsanti e dei LED aggiuntivi, non possono essere utilizzati in abbinamento al monitor Genius.. Selettore suoneria a posizioni: Posizione sinistra: Suoneria volume massimo. Posizione centrale: Suoneria volume medio. Posizione destra: Suoneria volume minimo.. Pulsante Apriporta.. Cornetta monitor (sollevare la cornetta per iniziare la comunicazione). 4. Pulsante disponibile di serie (di fabbrica programmato per chiamata a centralino) utilizzabile come comando attuatore (vedi variante D a pag. 6) o come contatto libero C. NO. rimuovendo i jumper CV e CV4 (riferimento in morsettiera C P contatto C.NO. max 4V 00mA, vedi SB/AAF a pag. 5). 5. Pulsante disponibile di serie (di fabbrica programmato per funzione Accensione). 6. Schermo,5 a colori. 7. Manopola regolazione luminosità (ruotare in senso antiorario per aumentare la luminosità). 7 MT SBC 0

40 GROUP S.P.A. Istruzioni per installazione posto interno Genius Misure di ingombro del Monitor. Procedura di aggancio Monitor. 0, cm 0, cm 4,4 cm 8, cm,4 cm,4 cm Procedura per togliere il Monitor ON DIP Installazione Staffa Art. 574C su scatola serie civile 50 (Art. 457). Installazione a muro Staffa Art. 574C con 4 viti a tassello. 45 cm ON DIP 5 4 MT SBC 0 8

41 MT SBC 0 Montaggio del monitor sulla base da tavolo Art MT SBC 0

42 GROUP S.P.A. Caratteristiche tecniche staffa di fissaggio Art. 574C per monitor Bravo e Genius Connettore Staffa-Monitor.. Morsettiera per connessione impianto: +0 0V Morsetti per connessione con Art. 05/B o /B. L L Morsetti di connessione linea Bus. CFP CFP Ingresso chiamata da piano. P C Contatti per Pulsante usato per usi vari. Per avere un contatto C.NO. (4V-00mA max) rimuovere i jumper CV e CV4. +S -S Morsetti per dispositivo ripetizione di chiamata. +LED -LED Morsetti ingresso LED per usi vari (solo monitor Bravo). JP Jumper per programmare la staffa come Principale o Secondaria. 4. CN Connettore per schede opzionali Art. 57, Art. 574 (solo monitor Bravo). 5. CN Connettore per programmazione *. 6. S Micro-interruttori per programmazione codice utente. 7. S Micro-interruttori per programmazione pulsante (vedi variante D a pag 6). 8. CV CV CV7 Jumper alimentazione Monitor aggiuntivo. 9. CV CV4 Jumper per liberare Pulsante (contatto C. NO. 4V- 00mA max). 0. CV5 Jumper chiusura video. * È possibile personalizzare le funzioni dei pulsanti programmando la staffa Art. 574C tramite il programmatore palmare Art. 5/A; per i dettagli sulle funzioni programmabili e per procedere alla programmazione dei pulsanti del monitor vai a pag. 65. MT SBC 0 40

43 MT SBC 0 Descrizione monitor Diva Art. 4780, citofono viva-voce Art. 478 e informazioni utente Il videocitofono viva-voce serie Diva Art e il citofono vivavoce Art. 478 sono compatibili con i monitor della serie: Bravo, Genius. La staffa di fissaggio Art completa il posto interno e determina il sistema di cablaggio Simplebus Color.. Regolazione luminosità (ruotare pin senso orario per aumentare la luminosità) (solo Art. 4780).. Regolazione volume di chiamata (ruotare per variare l'intensità).. Pulsante Apriporta. 4. Pulsante per attivare e disattivare la fonica dopo una chiamata. Dopo l attivazione (led blu acceso) la conversazione è in modalità Parla/Ascolta automatica. 5. Pulsante disponibile di serie (di default per funzione Chiamata a centralino) utilizzabile come comando attuatore (vedi variante D a pag. 6) (A). 6. Pulsante disponibile di serie (di default per funzione Accensione) (A). 7. Pulsante disponibile di serie (di default per funzione Attuatore) (A) (B). 8. Pulsante disponibile di serie (di default per funzione Privacy) (per servizio Privacy si intende l esclusione della chiamata dal posto esterno e centralino) (A). 9. Led blu di segnalazione fonica (l accensione indica che la fonica è attivata). 0. Led rosso di segnalazione interno occupato, servizi Privacy o Dottore attivi, oppure, durante una comunicazione segnala lo stato della conversazione: - spento: a questo Monitor si sente la fonica proveniente dal posto esterno o da un altro apparecchio intercomunicante; - acceso: la fonica proveniente da questo Monitor si sente presso il posto esterno o presso un altro apparecchio intercomunicante.. Ganci di fissaggio. (A) (B) Pulsanti programmabili con programmatore palmare Art. 5/A Pulsanti liberabili 4 MT SBC 0

44 GROUP S.P.A. Istruzioni per installazione posto interno Diva audio-video Art Misure di ingombro del Monitor. Installazione monitor Art su scatola da incasso. La scatola serie civile 50 (Art. 457) deve essere murata in posizione orizzontale. 7,5,5 7,5 95 = = 6 mm 60,5 7,5 74,5 Ø cm Installazione monitor Art a parete. Procedura di aggancio Monitor. 45 cm 4 Procedura per togliere il Monitor. Montaggio del Monitor sulla base da tavolo Art MT SBC 0 4

45 MT SBC 0 Istruzioni per installazione posto interno Diva audio Art. 478 Misure di ingombro del Monitor. Installazione monitor Art. 478 su scatola da incasso. La scatola serie civile 50 (Art. 457) deve essere murata in posizione verticale. 95 = = 7,5,5 60,5 7,5 74,5 Ø 50 6 mm 45 cm Installazione monitor Art. 478 a parete. Procedura di aggancio Monitor. Procedura per togliere il Monitor cm MT SBC 0

46 GROUP S.P.A. Caratteristiche tecniche staffa di fissaggio Art per monitor Diva Connettore Staffa-Monitor.. Morsettiera per connessione impianto: +0V 0V Morsetti per connessione con Art. 05/B o /B. L L Morsetti di connessione linea Bus. CFP CFP Ingresso chiamata da piano. P C Contatti per Pulsante usato per usi vari (vedi variante SB/AAI pag 6). Per avere un contatto C.NO. (4V-00mA max) rimuovere i jumper CV e CV4. +S -S Morsetti per dispositivo ripetizione di chiamata (vedi variante SB/AAH pag 5). +LED -LED Morsetti ingresso LED per usi vari (vedi SB/AAH pag 5).. JP Jumper per programmare la staffa come Principale o Secondaria. 4. CN Connettore per programmazione *. 5. S Micro-interruttori per programmazione codice utente. 6. S Micro-interruttori per impostazioni varie. 7. CV CV CV7 Jumper alimentazione Monitor aggiuntivo o collegamento Art CV CV4 Jumper per liberare Pulsante (contatto C. NO. 4V- 00mA max). 9. CV5 Jumper chiusura video. 0. TM Volume Microfono.. TM Volume Altoparlante.. TM Sensibilità del Microfono per la commutazione dei canali di fonica (regolata in posizione ideale dal produttore). * É possibile personalizzare le funzioni dei pulsanti programmando la staffa Art tramite il programmatore palmare Art. 5/A; per i dettagli sulle funzioni programmabili e per procedere alla programmazione dei pulsanti del monitor vedi pag. 65. MT SBC 0 44

47 MT SBC 0 Istruzioni per installazione citofono Style Art. 68, 68, 60 e 68 95mm 47,5mm 75,5mm 4 5mm Ø 5mm max 45 cm 4A 4B Ø 5mm max 4C 5 6 Cover intercambiabile disponibile per gli Art. 68, 60 e 68 4 CH MT SBC 0

48 GROUP S.P.A. Descrizione citofono Style Art. 68 e informazioni utente Citofono Basic equipaggiato di serie di funzione Chiamata da piano e di Ripetizione di chiamata. È possibile inserire sino a tre citofoni con lo stesso codice utente nel medesimo impianto. Per programmare il codice utente impostare il Dip switch U facendo riferimento alla tabella a pag. 79. L'Art. 68 permette di sfruttare le funzioni Chiamata centralino o Attuatore su impianti Simplebus o Simplebus color. Corredato del morsetto di derivazione Art. 4/C. 4. Pulsante Apriporta.. Pulsante P chiamata centralino / attuatore generico / pulsante per usi vari presente in morsettiera (P C).. Selettore suoneria/servizio Privacy a posizioni: Posizione alto: Suoneria volume massimo. Posizione centrale: Suoneria volume medio. Posizione basso: Attivazione funzione privacy (per servizio privacy si intende l esclusione della suoneria di chiamata dal posto esterno e centralino; l attivazione della funzione è evidenziata dalla comparsa di un indicatore rosso in alto a destra). 4. Indicatore funzione Privacy. 5. Morsetti connessione impianto: L L connessione alla linea bus. CFP CFP ingresso chiamata da piano (vedi variante A a pag. ). P C morsetti pulsante P C. NO. 4V 00mA dedicato a servizi vari (rimuovere CV e CV). S+ S- morsetti per dispositivo ripetizione di chiamata (vedi variante SB/AAK a pag. ). 6. JP jumper per selezionare la funzione Chiamata centralino (posizione C) / Attuatore generico (posizione A) del pulsante P (vedi figura sotto). 7. CV CV jumper da rimuovere per avere contatto pulito C. NO. sul pulsante P. 8. Dip switch U per impostazione codice utente (vedi pag. 79). 9. Trimmer regolazione volume microfono. JP MT SBC 0 46

49 MT SBC 0 Descrizione citofono Style Art. 68 e informazioni utente Citofono Elegance equipaggiato di serie di funzione Chiamata da piano (vedi variante A a pag. ) e di Ripetizione di chiamata (vedi variante SB/AAK a pag. ). È possibile inserire sino a tre citofoni con lo stesso codice utente nel medesimo impianto. Per programmare il codice utente impostare il Dip switch U facendo riferimento alla tabella a pag. 79. Il citofono é utilizzabile sia su impianti Simplebus che su impianti Simplebus o Simplebus color. L articolo, da fabbrica, è impostato per essere utilizzato su impianti Simplebus o Simplebus color. L'Art. 68 permette di sfruttare le funzioni Attuatore e Chiamata a Centralino su impianti tipo Simplebus e Simplebus e Simplebus color. Corredato del morsetto di derivazione Art. 4/C. dei pulsanti del citofono (da applicare sotto la cover intercambiabile) Fig. 7 pag Cornetta citofono (sollevare la cornetta per iniziare la comunicazione). (A) Pulsante disponibile con scheda opzionale Art. 66. Led di visualizzazione disponibile con scheda opzionale Art. 67. Pulire con un panno inumidito con acqua. Evitare Alcool e altri prodotti aggressivi Selettore suoneria/servizio Privacy a posizioni: Posizione alto: Suoneria volume massimo. Posizione centrale: Suoneria volume medio. Posizione basso : Attivazione funzione Privacy (per servizio Privacy si intende l esclusione della chiamata dal posto esterno o centralino; l attivazione della funzione Privacy è evidenziata dalla comparsa di un indicatore rosso in alto a destra).. Indicatore funzione Privacy.. Pulsante disponibile di serie per funzione Attuatore generico. 4. Pulsante Apriporta. 5. Pulsante disponibile di serie per funzione chiamata a centralino. 6. Pulsante per usi vari presente in morsettiera (P C). 7. Pulsanti C.NO. o Led (MAX ) opzionali per funzioni supplementari (A). 8. Cover intercambiabile Fig. 7 pag Etichetta memo-pulsanti su cui è possibile riportare la funzione. Morsetti connessione impianto. L L connessione alla linea bus. CFP CFP ingresso chiamata da piano (vedi variante A a pag. ). P C morsetti pulsante P C. NO. 4V 00mA dedicato a servizi vari. S+ S- morsetti per dispositivo ripetizione di chiamata (vedi variante SB/AAK a pag. ).. JP Jumper per la selezione tra modalità Simplebus e Simplebus.. Dip switch U per impostazione codice utente (vedi pag. 79). 4. Trimmer regolazione volume microfono. 47 MT SBC 0

50 GROUP S.P.A. Descrizione citofono Style Art. 60 e informazioni utente Citofono Elegance fornito oltre che di pulsante apriporta, di un LED per segnalazione e di due pulsanti le cui funzioni sono impostabili a seconda dell impianto in cui viene inserito. Per programmare il codice utente impostare il Dip switch U facendo riferimento alla tabella a pag. 79. L articolo, da fabbrica, è impostato per essere utilizzato su impianti Simplebus. Per utilizzare il citofono Art. 60 in impianti Simplebus e Simplebus color vedi nota sotto. L'Art. 60 permette di sfruttare le funzioni Dottore, Attuatore, Autoaccensione e Chiamata a Centralino su impianti tipo Simplebus, Simplebus e Simplebus color. Le impostazioni del Dip switch U4 per assegnare le funzioni ad ogni pulsante seguono le regole della tabella a pag. 49. Corredato del morsetto di derivazione Art. 4/C. 7. Pulsanti C. NO. o Led (MAX ) opzionali per funzioni supplementari (A). 8. Cover intercambiabile Fig. 7 pag Etichetta memo-pulsanti su cui è possibile riportare la funzione dei pulsanti del citofono (da applicare sotto la cover intercambiabile) Fig. 7 pag Cornetta citofono (sollevare la cornetta per iniziare la comunicazione). (A) Pulsante disponibile con scheda opzionale Art. 66. Led di visualizzazione disponibile con scheda opzionale Art. 67. Pulire con un panno inumidito con acqua. Evitare Alcool e altri prodotti aggressivi Selettore suoneria/servizio Privacy a posizioni: Posizione alto: Suoneria volume massimo. Posizione centrale: Suoneria volume medio. Posizione basso : Attivazione funzione Privacy (per servizio Privacy si intende l esclusione della chiamata dal posto esterno e centralino; l attivazione della funzione Privacy è evidenziata dalla comparsa di un indicatore rosso in alto a destra).. Indicatore funzione Privacy.. Led di segnalazione (disponibile di serie). 4. Pulsante Apriporta. 5. Pulsante disponibile di serie (programmabile con varie funzioni, vedi tabella a pag. 79. Di fabbrica programmato per funzione Attuatore generico). 6. Pulsante disponibile di serie (liberabile, vedi variante SB/X a pag. 8 o programmabile con varie funzioni, vedi tabella a pag. 79. Di fabbrica programmato per funzione chiamata a centralino).. Morsetti connessione impianto. L L connessione alla linea bus. CFP CFP ingresso chiamata da piano. P C morsetti pulsante P C. NO. 4V 00mA dedicato a servizi vari (rimuovere CV e CV). S+ S- morsetti per dispositivo ripetizione di chiamata.. JP Jumper per la selezione tra modalità Simplebus e Simplebus.. CV CV Jumper da rimuovere per avere il pulsante P C. NO. 4. Dip switch U per impostazione codice utente (vedi pag 79). 5. Dip switch U4 per la programmazione del pulsanti P e P (vedi tabella a pag. 49). 6. Trimmer regolazione volume microfono. ATTENZIONE! PER UTILIZZARE IL CITOFONO ART. 60 IN IMPIANTI SB O SBC (CHE UTILIZZANO QUINDI L ART. 4896, 4888 O 4888C) È NECESSARIO SPOSTARE IL JUMPER JP IN POSIZIONE S JP S MT SBC 0 48

51 ON U4 MT SBC 0 Descrizione citofono Style Art. 68 e informazioni utente P P 4 Citofono Elegance fornito oltre che di pulsante apriporta, di un LED per segnalazione e di otto pulsanti le cui funzioni sono impostabili a seconda dell impianto in cui viene inserito. Il citofono Art. 68 è utilizzabile sia sulle reti intercomunicanti che direttamente su montante di impianto Simplebus, Simplebus o Simplebus color. L articolo, da fabbrica, è impostato per essere utilizzato su impianti Simplebus o Simplebus color. E equipaggiato di serie di funzione Chiamata da piano (vedi variante A a pag. ) e di Ripetizione di chiamata (vedi variante SB/AAK a pag. ). È possibile inserire sino a tre citofoni con lo stesso codice utente nel medesimo impianto. L'Art. 68 permette di sfruttare le funzioni Dottore, Attuatore, Autoaccensione, Chiamata a Centralino, Chiamata intercomunicante, Chiamata di gruppo. Per la programmazione dei pulsanti con le varie funzioni vai a pag. 79. NON corredato del morsetto di derivazione Art. 4/C DIP DIP DIP DIP Funzione tasto P Attuatore generico Chiamata a centralino Chiamata a centralino Attuatore generico Funzione tasto P Chiamata a centralino Attuatore generico 0 0 Dottore 0 0 Dottore 0 Dottore Dottore Chiamata a centralino Attuatore generico Chiamata a centralino Attuatore generico Autoaccensione Autoaccensione 0 0 Dottore Autoaccensione 0 Autoaccensione 0 Autoaccensione. Selettore suoneria/servizio Privacy a posizioni: Posizione alto: Suoneria volume massimo. Posizione centrale: Suoneria volume medio. Posizione basso : Attivazione funzione Privacy (per servizio Privacy si intende l esclusione della chiamata dal posto esterno e centralino; l attivazione della funzione Privacy è evidenziata dalla comparsa di un indicatore rosso in alto a destra).. Indicatore funzione Privacy.. Led di segnalazione (disponibile di serie) per funzione Dottore, Occupato o usi vari. 4. Pulsante Apriporta. 5. Pulsante disponibile di serie (di default programmato per funzione Attuatore generico) (A). 6. Pulsante disponibile di serie (di default programmato per funzione Chiamata Centralino) (A). 7. Pulsanti disponibili di serie (di default non programmati) (A) 8. Pulsanti disponibili di serie (di default non programmati) (A) (B) 9. Cover intercambiabile (figura 7 pag. 45). 0. Etichetta memo-pulsanti su cui è possibile riportare la funzione dei pulsanti del citofono (da applicare sotto la cover intercambiabile, figura 7 pag. 45).. Cornetta citofono (sollevare la cornetta per iniziare la comunicazione). (A) (B) Pulsanti programmabili con programmatore palmare Art. 5/A. Pulsanti liberabili. Pulire con un panno inumidito con acqua. Evitare Alcool e altri prodotti aggressivi. 49 MT SBC 0

52 GROUP S.P.A. Citofono da parete Okay per impianti misti Art. 48W/A MIC Morsetti connessione impianto: L L connessione alla linea bus. CFP CFP ingresso chiamata da piano. LED+ LED- morsetti ingresso LED per usi vari. S+ S- morsetti per dispositivo ripetizione di chiamata.. JP Jumper per la selezione tra modalità Simplebus e Simplebus. 4. CV6 Jumper per la chiusura video. 5. CV4 CV5 Jumper per usi vari del LED di segnalazione (vedi variante SB/AAA a pag. 7). 6. CP9 CC9 Jumper da rimuovere per avere il pulsante P9 C.NO. 7. P9 C9 morsetti pulsante P9 C. NO. 4V 00mA dedicato a servizi vari (rimuovere CP9 e CC9) 8. CP8 CC8 Jumper da rimuovere per avere il pulsante P8 C. NO. 9. P8 C8 morsetti pulsante P8 C. NO. 4V 00mA dedicato a servizi vari (rimuovere CP8 e CC8) 0. Dip switch U per impostazione codice utente (vedi pag. 79).. Trimmer per la regolazione del volume del microfono.. Connettore per programmatore palmare Art. 5/A Citofono digitale fili, con chiamata elettronica a volume regolabile, segreto di conversazione, tasto di conversazione sulla base, pulsante apriporta e pulsante di chiamata centralino o libero (C.NO.) Completo di dip-switch a 8 posizioni per la selezione del codice utente desiderato. Consente la gestione di chiamata fuoriporta. Citofono da utilizzare in impianti misti audio/video (Simplebus e Simplebus ) o in impianti audio quando si necessita di funzione di ripetizione di chiamata. Corredato del morsetto di derivazione Art. 4/C. Dimensioni: 85xx65 mm. Caratteristiche tecniche:. Pulsante Apriporta.. Pulsante chiamata centralino/pulsante per usi vari presente in morsettiera (P C).. Morsetti connessione impianto: L L connessione alla linea bus. CFP CFP ingresso chiamata da piano. P C pulsante normalmente dedicato a servizi vari. Per avere un contatto pulito (C.NO.) tagliare i cavallotti CV e CV. S+ S- morsetti a cui connettere un dispositivo di ripetizione suoneria. 4. Dip switch per impostazione codice utente. 5. Trimmer regolazione volume microfono. 6. Trimmer regolazione volume suoneria. MT SBC 0 50

53 MT SBC 0 Citofono da parete Okay con funzione privacy/ dottore Art. 40W/B + - MIC Tabella DIP 4 DIP DIP DIP Pulsante Pulsante Centralino Centralino Attuatore Attuatore Attuatore Attuatore Centralino Privacy Dottore Privacy Dottore Attuatore Citofono da parete Okay per intercomunicante Art. 48W 4 Citofono digitale fili, con chiamata elettronica a volume regolabile, segreto di conversazione, tasto di conversazione sulla base, pulsante apriporta, pulsante di chiamata centralino o libero (C.NO.), interruttore e led per servizio privacy o dottore (apertura automatica della serratura a seguito di chiamata). Completo di dip-switch a 8 posizioni per la selezione del codice utente desiderato. Consente la gestione di chiamata fuoriporta Citofono da utilizzare in impianti misti audio/video Simplebus, Simplebus o Simplebus color. Corredato del morsetto di derivazione Art. 4/C. Dimensioni: 85xx65 mm. Caratteristiche tecniche:. Pulsante apriporta.. Pulsante (vedi Tab. per funzioni impostabili)/pulsante per usi vari presente in morsettiera (P C).. Pulsante (vedi Tab. per funzioni impostabili). 4. LED di segnalazione attivazione Privacy/Occupato 5. Trimmer regolazione volume microfono. 6. Trimmer regolazione volume suoneria. 7. Morsetti connessione impianto. L L connessione alla linea bus. CFP CFP ingresso chiamata da piano. P C pulsante normalmente dedicato a servizi vari. Per avere contatto pulito NO tagliare i cavallotti CV e CV. S+ S- morsetti per dispositivo ripetizione di chiamata. L+ L- morsetti per alimentazione LED 8. Dip switch S per impostazione codice utente. 9. Cavallotto CV 0. Cavallotto CV. Dip switch S per impostazione funzioni pulsanti (vedi Tab.).. CV4 e CV5 cavallotti da tagliare quando si alimenta il LED separatamente. Citofono digitale fili, con chiamata elettronica a volume regolabile, segreto di conversazione, tasto di conversazione sulla base, pulsante apriporta e pulsante di chiamata centralino o libero (C.NO). Dispone inoltre di 5 pulsanti aggiuntivi e un led predisposti per la funzione intercomunicante. Per la programmazione del codice intercomunicante è necessario utilizzare il programmatore palmare Art. 5/A. Completo di dip-switch a 8 posizioni per la selezione del codice utente desiderato. Consente la gestione di chiamata fuoriporta. Citofono da utilizzare, in abbinamento all interfaccia Art alimentata dal trasformatore Art. 95, in impianti audio o misti audio/vide (Simplebus e Simplebus ) quando si necessita della funzione intercomunicante. Si utilizzato in impianti misti audio/video, il citofono necessita del morsetto Art. 4/C da acquistare separatamente. Dimensioni: 85xx65 mm. Descrizione funzioni pulsanti La funzione Dottore oltre a disattivare la suoneria del citofono come nella funzione Privacy, permette l azionamento automatico dell apriporta su chiamata al codice utente del citofono da parte del posto esterno. L abilitazione o la disabilitazione della funzione Dottore avviene premendo per secondi il relativo pulsante del Citofono; l abilitazione inoltre è indicata dall accensione del LED di segnalazione. Nel caso di più utenti con stesso codice utente impostare la funzione Dottore su uno solo degli apparecchi abilitati a questa funzione. La funzione comando Attuatore o Attuatore indirizzato permette di utilizzare gli accessori Art. 56 o 59C; impostare queste funzioni solo se sono presenti tali accessori opportunamente settati. Per impostare l Art. 56 o l'art. 59C in modo che si attivi su comando attuatore vai a pag. 5. La funzione chiamata Centralino permette di effettuare la chiamata a centralino di portineria Art. 998A negli impianti provvisti di centralino. Negli impianti non forniti di centralino Art. 998A la stessa funzione chiamata a centralino è utilizzabile per attivare il relè a bordo dell Art. 56. Per impostare il modulo relè attuatore Art. 56 in modo che si attivi su comando chiamata centralino vai a pag. 5. La funzione Autoaccensione permette di entrare in comunicazione con un posto esterno senza dover ricevere prima una chiamata. Funziona solo ad impianto libero, diversamente lampeggia il led di segnalazione. 5 MT SBC 0

54 GROUP S.P.A. ACCESSORI Modulo Relè Attuatore Art. 56 L Art. 56 fornisce le seguenti sei funzioni a seconda della posizione del jumper JP: Dispositivo intelligente per comando di un relè (a bordo) da 0A per usi generali. Inserire al Max 0 moduli relè attuatore Art. 56 sulla linea bus in uscita ad un posto esterno audio o audio/video. Inserire al Max 0 moduli relè attuatore Art. 56 sulla linea bus in uscita ad un miscelatore-alimentatore Art. 4888C. L Art. 56, da fabbrica, è impostato per essere utilizzato su impianti Simplebus e Simplebus Color nella tratta prima dell Art. 4888C. Per utilizzare il Modulo Relè Attuatore in impianti Simplebus nella tratta dopo l Art. 4888C: ) spostare jumper JP in posizione ) spostare jumper JP in posizione ) spostare jumper JP4 in posizione A) Funzione ripetizione chiamata. Per attivare questa funzione impostare jumper JP come in figura. Viene azionato il relè chiudendo il contatto C.NO. su chiamata da centralino, da posto esterno e da piano; ciò avviene solo se è impostato il codice utente di cui si vuole ripetere la chiamata tramite il Dip switch. Su chiamata da posto esterno e da piano viene eseguita una singola chiusura del relè. Su chiamata da centralino viene eseguita una doppia chiusura del relè. Le chiamate intercomunicanti non vengono replicate. Il modulo relè attuatore è utilizzabile anche singolarmente, nel caso non si debba ripetere la chiamata ad un appartamento, ma si voglia la Fig. JP chiusura del contatto C.NO. quando il posto esterno chiama il codice utente impostato sull Art. 56. Il tempo di chiusura del relè è fisso a circa sec. Per impostazione codice utente tramite Dip switch vai a pag. 79. Per il corretto inserimento dell Art. 56 nell'impianto vedi schema SB/MBC a pag. 09. B) Funzione attivazione su pulsante chiamata centralino. Per attivare questa funzione impostare jumper JP come in figura. Da utilizzarsi solo per impianti non provvisti di centralino Art. 998A. Viene azionato il relè chiudendo il contatto JP C.NO. su chiamata centralino inviata da citofono o da videocitofono. Il tempo di chiusura del relè è programmabile tramite Dip switch, vedi tabella A a pag. 5. La funzione è utilizzabile solo ad impianto libero. Per il corretto inserimento dell Art. 56 nell'impianto vedi schemi : Fig. SB/MBC-SB/NC- SB/GC. JP JP4 JP C) Funzione Luce Posto Esterno / Funzione Luce Scale. Per attivare questa funzione impostare jumper JP come in figura. Viene azionato il relè chiudendo il contatto C.NO. su chiamata da posto esterno o su accensione interna da videocitofono. Il tempo di chiusura del relè è programmabile tramite Dip switch vedi tabella A a pag. 5. Per il corretto inserimento dell Art. 56 nell'impianto vedi schemi: SB/MBC-SB/NC- Fig. SB/GC. JP MT SBC 0 5

55 MT SBC 0 D) Funzione Apriporta di fondo scala (senza JP posto esterno). Per attivare questa funzione impostare jumper JP come in figura 4. Si attiva il relè su pressione del pulsante apriporta se il codice utente del citofono o del videocitofono, da cui si è mandato il comando, è all interno del range definito tramite Dip switch, Fig. 4 vedi tabella B a fianco. Il tempo di chiusura del relè è fisso a circa sec. Per il corretto inserimento dell Art.56 nell impianto vedi schema SBV/EN/55GC a pag.. E) Funzione attivazione su pulsante Attuatore. Per attivare questa funzione impostare jumper JP come in figura 5. Viene azionato il relè chiudendo il contatto C.NO. su chiamata Attuatore generico inviata da citofono o da videocitofono. Il tempo di chiusura del relè è programmabile tramite Dip switch, vedi tabella A a fianco. La funzione è sempre utilizzabile tranne quando è in atto una conversazione da citofono o videocitofono diverso dal proprio. Tutti gli Art. 56 impostati per essere utilizzati in questa funzione vengono attivati contemporaneamente su pressione del pulsante sul posto interno. Per la programmazione dei pulsanti del videocitofono e del citofono vai a pag. 79. Fig. 5 JP Per il corretto inserimento dell Art.56 nell impianto vedi schemi: SB/MBC-SB/NC- SB/GC. Tabella A: programmazione tempo chiusura relè per funzioni B, C ed E Dip switch su ON Tempo chiusura relè sec sec. 4 sec. 8 sec. Tabella B: programmazione Range per funzione D Dip switch su ON Indirizzi abilitati 0 6 sec. sec. min. e 5 sec. min. e 0 sec F) Funzione attivazione su pulsante Attuatore con codice. Per attivare questa funzione impostare jumper JP come in figura 6. Viene azionato il relè chiudendo il contatto C.NO. se il pulsante premuto sul citofono o sul videocitofono è stato programmato per Fig. 6 JP mandare la chiamata attuatore con codice dell attuatore preso in considerazione. Il tempo di chiusura del relè è fisso a sec. La funzione è sempre utilizzabile tranne quando è in atto una conversazione da citofono o videocitofono diverso dal proprio. Per impostazione codice utente tramite Dip switch vedi pag. 79. Per la programmazione dei pulsanti del videocitofono o del citofono utilizzare l Art. 5/A. Per il corretto inserimento dell Art.56 nell impianto vedi schemi: SB/MBC-SB/NC- SB/GC. 5 MT SBC 0

56 GROUP S.P.A. Modulo telecamere scorporate Simplebus Art. 59C Questo accessorio della gamma Simplebus consente la modulazione e l invio del segnale video proveniente da telecamere a colori visibili ciclicamente sul monitor insieme all immagine proveniente dal posto esterno. L Art. 59C è utilizzabile su impianti Simplebus e Simplebus Color nella tratta prima dell Art. 4888C. Funzionamento A monitor acceso il ciclico delle telecamere può essere azionato dal video-citofono mediante tasti funzione che dipendono dal tipo di impianto e della programmazione del modulo 59C utilizzando il microinterruttore (S) a 8 vie come spiegato di seguito. Il ciclico è azionabile utilizzando anche un contatto pulito (C.NO.) collegandolo all ingresso INA GND come da schema SBV/07GC a pag. 07. Il ciclico telecamere è possibile anche in fonica. Ad ogni pressione del pulsante attuatore sul monitor o del contatto manuale, si attiva una telecamera in sequenza secondo lo schema di Figura : (ipotesi di telecamere collegate). Posto esterno a Telecamera a Telecamera a Telecamera 4 Figura : Sequenza ciclica delle telecamere Programmazione numero telecamere connesse Il modulo prevede ingressi video coassiali a cui vanno collegate le telecamere occupando i morsetti nella prima posizione libera partendo dal basso. Il numero di telecamere collegate è selezionato agendo sugli interruttori 7 e 8 del selettore S secondo la Tabella. DIP 7 DIP 8 DIP-SWITCH 5 0 Telecamere DIP-SWITCH Telecamera 0. Morsettiera MR per connessione impianto: V S Ingresso coassiale telecamera V S Ingresso coassiale telecamera V S Ingresso coassiale telecamera IN A Contatto comando esterno modulo telecamera GND Contatto comune. Morsettiera MR per connessione impianto L OUT L OUT Uscita linea Bus L IN L IN Ingresso linea Bus ~- ~+ Ingresso alimentazione Vac 0Vdc. TRIMMER P Regolazione frequenza modulazione segnale video (regolato in modo ottimale in fabbrica, non variare) 4. TRIMMER P Regolazione ampiezza segnale video modulato (regolato in modo ottimale in fabbrica, non variare) 5. Microinterruttori S di programmazione Telecamere Telecamere 0 Tabella : programmazione del numero di telecamere. Modalità attuatore generico N.B. Prima di procedere con la programmazione del modulo, vedi Tabella : Compatibilità del 59C. Utilizza la funzione Attuatore generico su pulsante del videocitofono BRAVO per comandare il modulo 59C. Sull Art. 574C, il comando attuatore generico è fruibile di fabbrica sul pulsante, 4 e 5 del videocitofono dotato dell Art. 57 (modulo DIP-SWITCH DIP-SWITCH MT SBC 0 54

57 MT SBC 0 per pulsanti opzionali) oppure impostando uno dei pulsanti a disposizione mediante il programmatore palmare (Art. 5/A). DIP-SWITCH In questa modalità, sul video-citofono con monitor acceso, sarà possibile ciclare tutte le telecamere collegate Figura : Impostazione premendo ripetutamente il pulsante di per attuatore generico attuatore generico. E necessario impostare il microinterruttore S come in Figura.. Modalità attuatore con codice N.B. Prima di procedere con la programmazione del modulo, vedi Tabella : Compatibilità del 59C In questa modalità il modulo 59C può essere comandato mediante pulsante attuatore con codice. Per attivare la funzione programmare il pulsante sulla staffa Bravo mediante il programmatore palmare 5/A e impostare il selettore S come in Tabella. In questa modalità, sul video-citofono con monitor acceso, premendo ripetutamente il pulsante di attuatore con DIP-SWITCH Figura : Esempio impostazione indirizzo su Art. 59C per comando tramite codice attuatore 4. codice sarà possibile ciclare SOLO le telecamere collegate al 59C con indirizzo corrispondente. Sul medesimo impianto è possibile installare fino ad 8 moduli 59C con 8 codici distinti. 59C. A questo punto ad ogni pressione del pulsante di comando (vedi modalità precedenti) o ad ogni chiusura del contatto manuale, si attiva una telecamera in sequenza secondo lo schema di Figura 4 (ipotesi di telecamere collegate). a Telecamera Figura 4: Sequenza ciclica delle telecamere in funzione centralino Compatibilità con 56 Compatibilità con 59C a Telecamera Modalità attuatore generico No 56 in funzione E Nessun altro 59C Tabella : Compatibilità 59C con 56 o altri 59C. a Telecamera Modalità attuatore con codice No 56 in funzione F con codici tra 0 e 7 Solo 59C in modalità con 8 codici distinti DIP DIP DIP DIP 4 DIP 5 DIP Corrispondenza indirizzo 59C attuatore con codice su staffa INDIRIZZO 59C Codice attuatore su staffa 574C o 574/CI Tabella : Programmazione in modalità attuatore con codice Le due modalità di funzionamento precedenti sono alternative.. Modalità con Centralino 998A Parallelamente ad una delle modalità descritte sopra, è possibile una attivazione del modulo mediante Chiamata Video da centralino. La funzione centralino è disponibile collegando il contatto INA- GND ai morsetti OUT-OUT dell Art. 998A come nello schema SBV/08GC a pag. 08. N.B. E necessario collegare il modulo telecamere scorporate necessariamente sulla linea Bus in uscita dai morsetti LM-LM del centralino. Impostare il centralino in modalità Video prima della chiamata. Ad ogni chiamata video proveniente da centralino, il monitor si accenderà non appena si solleva la cornetta e l immagine visualizzata sarà quella proveniente dalla prima telecamera connessa al 55 MT SBC 0

58 GROUP S.P.A. CENTRALINO DI PORTINERIA ART. 998A ) Introduzione Il sistema è in grado di gestire: Impianti audio/video con un massimo di 40 utenti e 0 ingressi principali (vedi schemi SBV/EN/0GC, SBV/EN/0GC, SBV/08GC). Il trasferimento di una chiamata da posto esterno verso gli interni. L intercomunicante tra due interni anche di montanti diversi. Un massimo di 0 chiamate non risposte. La messa in attesa di una chiamata da interno o da posto esterno. Il sistema è dotato di: Display LCD retroilluminato per visualizzare la data e l ora corrente,eventuali chiamate non risposte e le modalità di funzionamento. Rubrica personale con capienza massima di 400 nomi ad inserimento manuale tramite tastiera alfanumerica oppure scaricabili da PC tramite il software dedicato Art. 49/A. Orologio interno con batteria tampone. 8 numeri brevi per chiamate veloci. Regolazione della suoneria su tre livelli (MAX MIN OFF). Tasto TRASFERIMENTO per inoltrare una chiamata da posto esterno o per eseguire l intercomunicante tra interni. Tasto MENÙ per accedere alle programmazioni/impostazioni. Modalità GIORNO per intercettare tutte le chiamate che transitano sul bus. Modalità NOTTE: - le chiamate da posto esterno indirizzate al centralino (codice 40) e quelle in arrivo dagli interni vengono intercettate dal sistema - le altre chiamate esterne transitano direttamente sul bus senza nessun intervento da parte del sistema. Funzione GIORNO/NOTTE automatico per gestire automaticamente il passaggio da GIORNO a NOTTE in base a 4 fasci orari definiti dall utente con la possibilità di programmare per ogni giorno della settimana la modalità di funzionamento del sistema. Contatto libero attivato durante la suoneria per collegare eventuali ripetitori di chiamata (vedi morsetti CH CH di Figura a pag. 57). Visualizzazione del nome del chiamato se questo è memorizzato in rubrica. Informazioni visualizzate su display e funzione dei tasti A (---) AUTO 4:40 WED /0/07 ABC 8 9 ESC OK MENU CANC A/V ON/OFF 6 7 DEF 4GHI 5JKL 6 MNO 7 PQRS 8TUV 9 WXYZ 0 # Figura Legenda: Visualizzazioni su display A Modalità audio V Modalità video (---) Indica il numero di chiamate non risposte in modalità giorno o viene visualizzata la scritta NOTTE in modalità notte. AUTO Indica il funzionamento del centralino in modalità AUTO (viene visualizzato solo durante il funzionamento in giorno). 4 4:40 Ora corrente. 5 Indicazione di chiamate non risposte in modalità notte. 6 MER /0/007 Data corrente. Funzione dei tasti Numeri brevi. Shift a sinistra e visualizzazione delle chiamate non risposte. Shift a destra e visualizzazione delle chiamate non risposte. 4 ESC Uscita dai menù. 5 OK Conferma della programmazione. 6 CANC Cancellazione. 7 A/V Impostazione modalità AUDIO/VIDEO sull invio delle chiamate. 8 Scorrimento della rubrica. 9 Scorrimento della rubrica. 0 Inserimento dei nomi nella rubrica personale. MENÙ Accesso ai menù. ON/OFF Accensione/Spegnimento. Tenere premuto per sec. Impostazione modalità GIORNO/NOTTE. 4 Chiamata. 5 Apriporta. 6 Trasferimento di una chiamata da posto esterno o intercomunicante. 7 Messa in attesa/ripresa di una chiamata MT SBC 0 56

59 MT SBC 0 Descrizione morsettiera Figura Legenda: 4 VA Alimentazione 4V AC 0 VA Alimentazione 0V AC LP LP Linea dati in arrivo da posto esterno. LM LM Linea dati verso i montanti. CH CH Contatto libero per ripetizione di chiamata. OUT OUT Contatto normalmente aperto che si chiude inviando una chiamata da centralino verso un interno. IN IN Contatto normalmente aperto per funzioni speciali. TX RX Seriale RS. Da connettere al PC per poter scaricare i nomi della rubrica tramite l Art. 49/A. GND GROUND seriale RS. Da connettere all Art. 49/A per poter scaricare i nomi della rubrica da PC. 57 MT SBC 0

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 1 2 3 4 Elementi di comando e visualizzazione Elementi di comando e visualizzazione 11 12

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento

Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento Controllo Elettronico MACROLogic per Dat Air Manuale 201713A01 Emissione 10.99 Sostituisce --.-- Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento 1370 Controllo

Dettagli

Centralina rivelazione e spegnimento

Centralina rivelazione e spegnimento Centralina rivelazione e spegnimento 3 zone rivelazione e 1 zona spegnimento Certificata CPD in accordo alle EN 12094-1:2003, 54-2 e 54-4 Manuale D uso 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del manuale 4 1.2 Prima

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Risoluzione dei problemi

Risoluzione dei problemi Istruzioni per l uso Risoluzione dei problemi 1 2 3 4 5 6 7 Quando la macchina non funziona nel modo corretto Risoluzione dei problemi quando si utilizza la funzione copiatrice Risoluzione dei problemi

Dettagli

Nucleo. Manuale Operativo RCH. Rel 06/04 HW3

Nucleo. Manuale Operativo RCH. Rel 06/04 HW3 Nucleo Manuale Operativo RCH Grazie per aver scelto il nostro prodotto, RCH garantisce che il prodotto è stato costruito nel rispetto degli standard di sicurezza vigenti: direttive LVD ed EMC. Il prodotto

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Phonak ComPilot. Manuale d uso

Phonak ComPilot. Manuale d uso Phonak ComPilot Manuale d uso Indice 1. Benvenuto 5 2. Per conoscere il dispositivo ComPilot in uso 6 2.1 Legenda 7 2.2 Accessori 8 3. Come cominciare 9 3.1 Impostazione dell alimentatore 9 3.2 Come caricare

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA MANUALE D USO Modem ADSL/FIBRA Copyright 2014 Telecom Italia S.p.A.. Tutti i diritti sono riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà Telecom Italia S.p.A.. Nessuna parte

Dettagli

per Scanner Serie 4800/2400

per Scanner Serie 4800/2400 Agosto, 2003 Guida d installazione e guida utente per Scanner Serie 4800/2400 Copyright 2003 Visioneer. Tutti i diritti riservati. La protezione reclamata per il copyright include tutte le forme, gli aspetti

Dettagli

GUIDA PER UTENTI BASE

GUIDA PER UTENTI BASE GUIDA PER UTENTI BASE MFC-7360N MFC-7460DN MFC-7860DW Non tutti i modelli sono disponibili in tutti i paesi. Versione B ITA Per chiamare il servizio assistenza clienti Si prega di completare le seguenti

Dettagli

Gestione Fascicoli Guida Utente

Gestione Fascicoli Guida Utente Gestione Fascicoli Guida Utente Versione 2.3 Guida Utente all uso di Gestione Fascicoli AVVOCATI Sommario Premessa... 4 Struttura... 5 Pagamento fascicoli... 9 Anagrafica Avvocati... 17 1.1 Inserimento

Dettagli

SISTEMI A CHIAMATA IN ALTERNATA

SISTEMI A CHIAMATA IN ALTERNATA SISTEMI A CHIAMATA IN ALTERNATA MANUALE TECNICO 2004 INTRODUZIONE In questa pubblicazione sono riportate le caratteristiche di funzionamento e montaggio dei prodotti Farfisa. Per un corretto funzionamento

Dettagli

D00000000A DA-40. Registratore DAT MANUALE D ISTRUZIONI

D00000000A DA-40. Registratore DAT MANUALE D ISTRUZIONI » D00000000A DA-40 Registratore DAT MANUALE D ISTRUZIONI Indice generale 1 - Introduzione al DA-40 1.1 Funzioni...4 1.2 Apertura imballo e verifica contenuto...4 1.3 Installazione del registratore...4

Dettagli

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano.

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. DUE FILI PLUS Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. Abbiamo aumentato le performance, le distanze, le possibilità di dialogo. Da oggi con la nuova tecnologia Due Fili Plus si

Dettagli

SMART Più MANUALE UTENTE

SMART Più MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE 01/2003 INDICE 1. INTRODUZIONE... 1 2. ARCHITETTURA DELLO STRUMENTO... 3 2.1 Linea seriale RS485. Rete fino a 31 analizzatori... 4 2.2 Linea seriale RS485. Rete con più di 31 analizzatori...

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

ipod shuffle Manuale Utente

ipod shuffle Manuale Utente ipod shuffle Manuale Utente 1 Indice Capitolo 1 3 Informazioni su ipod shuffle Capitolo 2 5 Nozioni di base di ipod shuffle 5 Panoramica su ipod shuffle 6 Utilizzare i controlli di ipod shuffle 7 Collegare

Dettagli

REG-DA. Regolatore di tensione REG-DA. Istruzioni per l'uso. Stato 16.01.2007/03a. Versione Software. Edizione I Stato 01.2000

REG-DA. Regolatore di tensione REG-DA. Istruzioni per l'uso. Stato 16.01.2007/03a. Versione Software. Edizione I Stato 01.2000 REG-DA Regolatore di tensione REG-DA Istruzioni per l'uso Stato 16.01.2007/03a Versione Software Edizione I Stato 01.2000 Istruzioni per l'uso REG-DA 1 REG-DA Regolatore di tensione REG-DA Istruzioni per

Dettagli

SIMATIC S7. Primi passi ed esercitazioni con STEP 7. Benvenuti in STEP 7, Contenuto. Introduzione a STEP 7 1

SIMATIC S7. Primi passi ed esercitazioni con STEP 7. Benvenuti in STEP 7, Contenuto. Introduzione a STEP 7 1 s SIMATIC S7 Primi passi ed esercitazioni con STEP 7 Getting Started Benvenuti in STEP 7, Contenuto Introduzione a STEP 7 1 SIMATIC Manager 2 Programmazione con nomi simbolici 3 Creazione di un programma

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

ipod nano Guida alle funzionalità

ipod nano Guida alle funzionalità ipod nano Guida alle funzionalità 1 Indice Capitolo 1 4 Nozioni di base di ipod nano 5 Panoramica su ipod nano 5 Utilizzare i controlli di ipod nano 7 Disabilitare i controlli di ipod nano 8 Utilizzare

Dettagli