GUIDA ALZHEIMER. ai servizi. nella Regione Lazio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA ALZHEIMER. ai servizi. nella Regione Lazio"

Transcript

1 GUIDA ai servizi ALZHEIMER nella Regione Lazio

2 Prefazione del Presidente 2010 ISMA Istituti di Santa Maria in Aquiro Via della Guglia, 69/b Roma tel: fax: Stampato con il finanziamento della Regione Lazio Progetto grafico, impaginazione ed editing a cura di Edizioni Pigreco di Pigreco Soc. Coop. via di Pietralata, Roma Tutti i diritti riservati La missione istituzionale dell IPAB ISMA consiste nel creare valore pubblico in modo socialmente responsabile al fine di generare con la sua azione effetti positivi nei confronti della comunità. In particolare l Ente si prefigge, di assistere e ospitare persone anziane, mediante l attuazione di servizi aperti e/o residenziali. In attuazione di tale scopo l IPAB ha avviato un Centro Diurno Alzheimer in collaborazione con il I Municipio, l Ospedale Nuovo Regina Margherita e la ASL RM A e un Centro Sollievo per i malati di Alzheimer, realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze dell Invecchiamento dell Università La Sapienza. Il primo obiettivo che l IPAB ISMA si propone di raggiungere attraverso questa Guida è prima di tutto la sensibilizzazione di un numero sempre maggiore di persone, di istituzioni e della classe politica su il tema dell Alzheimer che ha forti implicazioni sociali ed economiche, tale da richiedere interventi seri e incisivi. Un ulteriore e importante obiettivo è quello di rafforzare la creazione di reti di collaborazione e supporto reciproco fra soggetti pubblici e privati, affinché le politiche sociali e assistenziali possano rispondere in maniera sempre più efficace e diretta ad un problema che, direttamente e indirettamente, colpisce un numero sempre più crescente di cittadini. Questa Guida, infine, vuole essere uno strumento per gli utenti, siano essi i pazienti affetti dalla malattia di Alzheimer ma soprattutto i familiari, affinché in un percorso così difficile

3 dal punto di vista affettivo e psicologico di condivisione della malattia del loro caro congiunto, possano trovare un concreto supporto orientativo sulle realtà istituzionali, private e volontaristiche presenti nel territorio della regione Lazio. La Malattia di Alzheimer Il Presidente Dott. Guido Magrini Il morbo di Alzhemeir è la forma più comune di demenza senile, che colpisce 18 milioni di persone nel mondo e costituisce una delle grandi emergenze sociali e sanitarie di questi anni. Nella nostra società occidentale infatti, si assiste da un lato a un miglioramento e incremento della aspettativa di vita, soprattutto degli ultra ottantenni, dall altro a un aumento delle malattie croniche degenerative progressivamente invalidanti. Nella Classificazione Internazionale delle Malattie e dei problemi sanitari e correlati del Ministero della Sanità e dell Organizzazione Mondiale della Sanità, il morbo di Alzheimer è classificato tra le malattie del sistema nervoso ed è caratterizzato dalla progressiva perdita delle capacità cognitive, con particolare riguardo alla memoria. Questa perdita è imputabile a una lenta ma progressiva degenerazione e morte di intere popolazioni di cellule nervose o neuroni e alla progressiva atrofizzazione delle fibre nervose. Secondo il Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute (CNESPS) dell Istituto Superiore di Sanità, l Alzheimer oggi colpisce circa il 5% delle persone con più di 60 anni e in Italia si stimano circa cinquecentomila ammalati. È la forma più comune di demenza senile, uno stato provocato da una alterazione delle funzioni cerebrali che implica serie difficoltà per il paziente nel condurre le normali attività quotidiane. La malattia colpisce la memoria e le funzioni cognitive, si ripercuote sulla capacità di parlare e di pensare ma può causare anche altri problemi fra cui stati di confusione, cambiamenti di umore e disorientamento spazio-temporale. Il decorso della malattia è lento e in media i pazienti possono vivere fino a 8-10 anni dopo la diagnosi della malattia. I disturbi cognitivi possono, tuttavia, essere presenti anche anni prima che venga formulata una diagnosi di demenza di Alzheimer. Come in altre malattie neurodegenerative, la diagnosi precoce è molto importante sia perché offre la possibilità di trattare alcuni sintomi della malattia, sia perché permette al paziente di pianificare il suo futuro, quando ancora è in grado di prendere decisioni. Se si prendono in considerazione i fenomeni di ospedalizzazione, sulla base di fonti ISTAT del 2006, tra il 1999 e il 2004, i ricoveri per Alzheimer sono più che raddoppiati, con un incremento del 114,5%. Nei due terzi dei casi, le persone interessate avevano più di 80 anni. Il morbo di Alzheimer è passato dalla dodicesima all ottava posizione fra le cause di ricovero, per quanto i ricoveri per disturbi mentali senili siano diminuiti in termini percentuali. 4 5

4 Per quanto riguarda le politiche sociali adeguate per i malati e le famiglie dei malati, la situazione, in effetti, non è delle migliori. È stato stimato che il costo per l assistenza sanitaria ai malati di Alzheimer corrisponde a un punto percentuale del PIL nazionale. La metà di questa cifra, però, è sostenuta interamente dalle famiglie, che spesso si vedono costrette ad affrontare un problema drammatico e complesso, in grado di incidere in maniera profonda, oltre che sul budget familiare, anche sulla serenità del quotidiano e delle relazioni interpersonali. L Alzheimer è una delle patologie attualmente più costose, tanto dal punto di vista economico quanto dal punto di vista sociale, ma al tempo stesso meno conosciute. Il mondo medico-scientifico sta lavorando intensamente per trovare un rimedio alla malattia. A oggi, in ogni caso, la migliore cura è la prevenzione, la predizione, l adozione di uno stile di vita sano, non soltanto in vecchiaia. Tali dati conducono a una riflessione sui problemi relativi ai costi sociali della malattia, il Censis ci informa infatti che il costo medio annuo stimato per paziente è di circa euro; i costi della demenza gravano per il 72% sulle famiglie, senza considerare i costi affettivi non monetizzabili ma molto incidenti sulla qualità della vita del paziente e della sua famiglia. Aree territoriali di interesse: Roma e provincia > pag. 9 Latina e provincia > pag. 31 Frosinone e provincia > pag. 35 Rieti e provincia > pag. 39 Viterbo e provincia > pag. 43 La presente guida si riferisce alle seguenti realtà istituzionali: Unità Valutative Alzheimer U.V.A. Centri Diurni Alzheimer Centri Anziani Fragili Assistenza domiciliare CAD Strutture residenziali dedicate all Alzheimer Associazioni Istituti di Ricerca Riferimenti ASL di Roma e provincia: Per quanto riguarda le aree di Roma e provincia, ciascuna struttura è stata inserita secondo la ASL di appartenenza. Città di Roma: ASL RM/A RM/B RM/C RM/D RM/E TERRITORIO DI RIFERIMENTO Municipi I, II, III e IV Municipi V, VII, VIII e X Municipi VI, IX, XI e XII Municipi XIII, XV e XVI Municipi XVII, XVIII, XIX e XX 6 7

5 Provincia di Roma: ASL RM/F RM/G RM/H TERRITORIO DI RIFERIMENTO Polidoro, Civitavecchia, Cerveteri, Bracciano, Campagnano Tivoli, Guidonia, Monterotondo, Subiaco, Palestrina, Colleferro Rocca Priora, Albano, Frattocchie, Pomezia, Velletri, Nettuno Le Associazioni inserite in questa guida sono iscritte al Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato - L.R. n. 29/93 e al Registro Associazionismo - L.R. n. 22/99 della Regione Lazio. Roma e Provincia U.V.A. Unità Valutative Alzheimer Le Unità Valutative Alzheimer, in sigla UVA, sono Centri ospedalieri specializzati delle divisioni di neurologia, di psichiatria e di geriatria, che hanno il compito di valutare la gravità della malattia, di stabilire la terapia appropriata, di attivare una serie di iniziative per il sostegno alle famiglie e di assicurare gratuitamente le medicine disponibili in un primo periodo presso il Centro stesso e poi nelle farmacie, su presentazione della ricetta compilata dal medico di famiglia. Territorio ASL Roma A Day Hospital Geriatrico Nuovo Regina Margherita Via Morosini, Roma Responsabile: Dott.ssa Fanfoni Tel per appuntamento Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli Isola Tiberina Responsabile: Dott. Cassetta 8 9 Roma e provincia

6 Tel per la prima visita il mercoledì ( ambulatorio) Unità Operativa Neurologia Dipartimento Malattie Sistema Nervoso San Giovanni Addolorata Via Amba Aradam, Roma Responsabile: Prof. Brogi Tel per la visita lunedì ( Primario) Dipartimento Scienze Neurologiche Policlinico Umberto I Viale dell Università, Roma Responsabile: Prof. Prencipe Tel per appuntamento martedì - giovedì Cattedra di Geriatria, Dipartimento Scienze dell Invecchiamento Policlinico Umberto I Viale del Policlinico, Roma Responsabile: Prof. Marigliano Tel per appuntamento V Clinica Neurologica, Dipartimento Scienze Neurologiche Policlinico Umberto I Viale dell Università, Roma Responsabile: Prof. Bruno Tel per appuntamento la mattina ( numero Responsabile) Clinica Malattie Nervose e Mentali, Dipartimento di Neurologia e Otorinolaringoiatria, II Cattedra di Neurologia Policlinico Umberto I Viale dell Università, Roma Responsabile: Prof. Amabile Tel per appuntamento Territorio ASL Roma B Coordinamento del CC.AA.DD. c/o Poliambulatorio Via Tenuta di Torrenova, Roma Responsabile: Dott. Amici Tel per appuntamento la mattina UVA, CAD, ASSISTENZA DOMICILIARE Centro Polivalente Prevenzione e Cura Malattie in Età Geriatrica Poliambulatorio di Via Antistio, Roma Responsabile: Dott. Cervelli Tel La visita va prenotata presentandosi personalmente dal lunedì al venerdì Territorio ASL Roma C Divisione Clinica Neurologica Policlinico Tor Vergata Viale Oxford, Roma Roma e provincia Roma e provincia

7 Responsabile: Prof. Giuseppe Sancesareo Tel Unità Operativa di Neurologia e Riabilitazione Neurologica c/o IRCCS Santa Lucia Via Ardeatina, Roma Responsabile: Dr.ssa Perri Tel Unità Operativa Complessa di Geriatria Ospedale Sant Eugenio Piazzale dell Umanesimo, Roma Responsabile: Dott. Capobianco Tel Territorio ASL Roma D Unità Operativa di Neurologia G. B. Grassi Via Passeroni, Ostia (Roma) Responsabile: Dott. Mancini Tel per appuntamento la mattina Dipartimento Neuroscienze Ospedale San Camillo De Lellis Circonvallazione Gianicolense, Roma Responsabile: Dott. Blundo Tel Territorio ASL Roma E Unità Operativa di Neurologia Ospedale Santo Spirito Dipartimento Tutela Salute degli Anziani c/o Casa di Riposo del Comune di Roma Roma 3 Via G. Ventura, Roma Responsabile: Dott. Carratelli Tel Servizio di Neuropatologia Ospedale San Pietro Via Cassia, Roma Responsabile: Dott. Pietrella Tel Servizio Neuroscienze Policlinico Sant Andrea Via di Grottarossa, 1035/ Roma Responsabile: Dott. Giubilei Tel Unità Operativa Geriatria e Cardiologia INRCA Via Cassia, Roma Responsabile: Dott. Brancati Tel per primo appuntamento Cattedra di Geriatria Centro Medicina dell invecchiamento Università Cattolica Sacro Cuore Largo A. Gemelli, Roma Responsabile: Dott. Zuccalà Roma e provincia Roma e provincia

8 Tel chiamare di mattina per appuntamento Clinica Neurologica Università Cattolica Sacro Cuore Policlinico A. Gemelli Largo A. Gemelli, Roma Tel Unità Operativa Neurologia AOS S. Filippo Neri Via G. Martinetti, Roma Responsabile: Dott. Foti Tel numero UVA Tel chiamare di mattina tranne il sabato per primo appuntamento Territorio ASL Roma F C.A.D. c/o Distretto F.1 Civitavecchia Via delle Terme di Traiano, 39/a Civitavecchia (RM) Responsabile: Dott.ssa Cozzolino Tel Territorio ASL Roma H Unità Operativa Neurofisiopatologia del Polo ospedaliero H2 c/o Presidio ospedaliero di Albano Via del Mare Km Albano Laziale (RM) Responsabile: Dott. Fauzi Cassabgi Tel Unità Operativa senescenza, disabilità, assistenza domiciliare Distretto H1 c/o Ospedale Cartoni Via Malpasso d Acqua Rocca Priora (RM) Responsabile: Dott. Falera Tel Unità Operativa senescenza, disabilità, assistenza domiciliare Distretto H4 Via dei Castelli Romani, Pomezia (RM) Responsabile: Dott.ssa Masselli Tel Territorio ASL Roma G Unità Operativa di Neurofisiopatologia del Centro di salute mentale di Tivoli Via Domenico Giuliani, Tivoli (RM) Responsabile: Dott. Lucarelli - Tel Roma e provincia Roma e provincia

9 Centri Diurni Alzheimer Il Centro Diurno è un servizio a carattere semiresidenziale socio-sanitario che si pone a livello intermedio tra il servizio di assistenza domiciliare e il ricovero in strutture residenziali assistenziali. I destinatari del Centro sono soggetti affetti da malattia di Alzheimer e altri tipi di demenza. Territorio ASL Roma A Centro Diurno Alzheimer I Municipio Via Vittorio Amedeo II, 14 Roma Tel Il Centro è realizzato in collaborazione con: IPAB ISMA I Municipio Ospedale Nuovo Regina Margherita ASL RM A Centro Diurno La Pineta Argentata Via Di Casal Boccone, 112 Roma Tel Fax: MUN: parte del II e IV Giardino Alzheimer Centro Diurno c/o Conservatorio Sant Eufemia (Nomentana) Via Guattani, 17 Roma Tel Mail: MUN: I II III con servizio trasporto e IV Territorio ASL Roma B Centro Diurno Hansel e Gretel Via Di Torre Spaccata, 157 Roma Tel MUN: V VIII X Attivi n. 6 letti di sollievo Centro Diurno La Coccinella Via degli Elci, 13 Roma Responsabile: Antonella Tiribocchi Tel /8 MUN : Solo VII Coop. Nuove Risposte Territorio ASL Roma C Centro Diurno Amarcord Via Oreste Pierozzi, 39 Roma (zona Casilina) Tel Mail: Roma e provincia Roma e provincia

10 MUN: Solo VI Centro Diurno Tre Fontane Via Laurentina, 289 Roma Tel Fax: MUN: XI XII Centro Diurno Attivamente Via Demetriade, 74 Roma Responsabile: Sabina Cascina Tel Mail: MUN: Solo IX Territorio ASL Roma D Sacro Cuore Centro La Cornucopia Via Alessandro Poerio, 100 Roma Tel Fax: Centro Diurno Il Pioppo c/o Casa Vittoria Via Portuense, 220 Roma Tel Mail: MUN: XIII XV XVI Territorio ASL Roma E Centro Diurno Arcobaleno Via G. Ventura, 60 Roma Tel Fax: MUN: XVII XVIII XIX XX Attivi n. 8 letti di sollievo. Per i pazienti in condizioni gravi sono stati costituiti n. 2 laboratori ai quali è stato dato il nome Complesso Sole e Luna. Centro Diurno Alzheimer presso la Residenza Parco di Veio Via Rocco Santoliquido, Roma Prevalenza residenti XX Municipio. Si accettano anche le domande di coloro che risiedono nel XVII, XVIII e XIX Municipio. Aperto nei giorni pari (martedì, giovedì e sabato ). Per la presentazione della domanda ci si rivolga direttamente al Centro Diurno dove si svolgerà anche la visita medica. Territorio ASL Roma G Centro Diurno Guidonia Via Tiburtina, 188 Guidonia (RM) Responsabile: Dott. Gabriele Carbone Tel Roma e provincia Roma e provincia

11 Centri Anziani Fragili Il Centro Diurno Anziani Fragili è un servizio rivolto a donne dai 60 anni e uomini dai 65 anni con ridotte capacità di autonomia che per presenza di patologie multiple manifestano caratteristiche di fragilità sanitaria e socio-ambientale. Il servizio risponde alle esigenze degli anziani a rischio di perdita di autosufficienza che necessitano di un sostegno e di una stimolazione extradomiciliare. Territorio ASL Roma A MUNICIPIO I Via Bodoni, MUNICIPIO II Via Mascagni, 156/b MUNICIPIO II Via Tiepolo, 21 Note: lunedì, mercoledì, venerdì dalle 8.00 alle Martedì, giovedì dalle 8.00 alle MUNICIPIO III Via Severano, MUNICIPIO IV Via dei Campi Flegrei, 34/ Territorio ASL Roma B MUNICIPIO V Via del Badile, MUNICIPIO V Via Beltrami Scalia, MUNICIPIO VII Via dei Castani, MUNICIPIO VIII Via San Biagio Platani, 231/ MUNICIPIO X Via R. Vignali, Territorio ASL Roma C MUNICIPIO VI Via Romiti, MUNICIPIO IX Via Demetriade, MUNICIPIO XI Via degli Argonauti, 5/ MUNICIPIO XII Via G. Guareschi, Territorio ASL Roma D MUNICIPIO XIII Via A. Milesi, 36 Acilia MUNICIPIO XV Via Santorre di Santarosa, MUNICIPIO XVI Via Pietro Cartoni, MUNICIPIO XVI Via Longhena, Territorio ASL Roma E MUNICIPIO Via dei Gracchi, XVII MUNICIPIO Via Castel di Guido, XVIII MUNICIPIO XIX Via Ventura, MUNICIPIO XX Via Cortina d Ampezzo, Roma e provincia Roma e provincia

12 Assistenza domiciliare CAD Il CAD fornisce a casa i servizi domiciliari alle persone che non sono in grado di recarsi, temporaneamente o permanentemente, presso un ambulatorio. CAD AZIENDALI ASL ROMA ASL RM A Distretto 1 I Distretto 2 Distretto 3 Distretto 4 II III IV ASL RM B Distretto 1 V Distretto 2 Distretto 3 Distretto 4 VII VIII ASL RM C Distretto 6 VI X Via Modena, Via Tagliamento, /39 Via dei Frentani, Via Dario Niccodemi, L.go De Dominicis, /76 Via Resaola, Via Tenuta di Torrenova, Viale Rizzieri, /7/8 Via Casilina, Distretto 9 IX Via Marotta, Distretto 11 XI Via Odescalchi, Distretto 12 XII Via Marotta, ASL RM D Distretto 2 XIII Via F. Paolini, Distretto 3 XV Via Volpato, Distretto 4 XVI Via C. Pascarella, Distretto 1 Fiumicino Via Martinengo, ASL RM E Distretto 1 XVII Via di Valle Aurelia, 115/a XVIII /2 Distretto 2 XIX P.zza S. Maria della Pietà, Distretto 2 XX V.le Tor di Quinto, 33/a CAD AZIENDALI ASL RM F Palidoro Sportello Sanità /967 Civitavecchia Cerveteri Ladispoli Bracciano /480 Campagnano Roma e provincia Roma e provincia

13 CAD AZIENDALI ASL RM G Tivoli /677/680 Guidonia Palombara Monterotondo Subiaco Palestrina Zagarolo Colleferro Valmontone DISTRETTO H5 VELLETRI Via San Biagio, 19/21 Tel./Fax: Fax: orari: dal lunedì al venerdì DISTRETTO H6 NETTUNO Via San B. Menni, 2 Tel Fax: orari: dal lunedì al venerdì CAD AZIENDALI ASL RM H DISTRETTO H1 ROCCA PRIORA c/o Osp. Cartoni Tel /576 Fax: orari: lunedì, giovedì e sabato DISTRETTO H2 ALBANO Via Galleria di Sotto, 6 Tel Fax: orari: lunedì, mercoledì, venerdì DISTRETTO H3 FRATTOCCHIE Via Nettunense Vecchia, 1 Tel Fax: orari: lunedì, mercoledì, venerdì DISTRETTO H4 POMEZIA Via Castelli Romani, 2/P Tel Fax: orari: dal lunedì al sabato Strutture residenziali dedicate all Alzheimer Territorio ASL Roma A CENTRO SOLLIEVO Via Isola Madre, 15 Il Centro è realizzato in collaborazione con IPAB ISMA e Dipartimento di Scienze dell Invecchiamento La Sapienza. Territorio ASL Roma E CASA DI CURA VILLA GRAZIA Via F. Cherubini, 26/ Roma Tel / Fax: Roma e provincia Roma e provincia

14 Territorio ASL Roma G Territorio ASL Roma B ITALIAN HOSPITAL GROUP Via Tiburtina Valeria, Guidonia (Roma) Responsabile: Dott. Carbone Tel /220 Tel. centro Alzheimer: Territorio ASL Roma H ISTITUTO S. GIOVANNI DI DIO (AfaR Fatebenefratelli) Via Fatebenefratelli, Genzano (Roma) Tel / ASSOCIAZIONI Territorio ASL Roma A Associazione Alzheimer Anziano Fragile Onlus Via San Quintino, Roma Responsabile: Vincenzo Cannavale Tel / Associazione di Volontariato Sos Alzheimer Onlus Viale Bruno Rizzieri, Roma Responsabile: Giordano Maria Grazia Tel / Territorio ASL Roma D Alzheimer Uniti Roma Onlus Via Poerio, Roma Presidente: Luisa Bartorelli Tel./Fax: Mail: Web: Associazione A.I.D.A. (Assistenza Integrale Demenze Alzheimer) Onlus Via Dobbiacco, 4/a Roma Responsabile: Rosalba Sorbara Tel Territorio ASL Roma E Associazione Alzheimer Roma Onlus Via Monte Santo, Roma Tel Roma e provincia Roma e provincia

15 Mail: ISTITUTI DI RICERCA Ministero della Salute Lungotevere Ripa, Roma Tel Istituto di Neuroscienze - CNR c/o C.E.R.C. via del Fosso di Fiorano, 64/ Roma Responsabile: Martine Teule Ammassari Tel Fax: Mail: Web: Istituto di neurobiologia e medicina molecolare - CRN Via del Fosso di Fiorano, 64 Località Prato Smeraldo, Roma Direttore: Dott. Delio Mercanti Tel Fax: Mail: Dipartimento di Biologia Cellulare e Neuroscienze Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena, Roma Referente: Filippo Belardelli Tel Fax: Mail: Roma e provincia Roma e provincia

16 Latina e Provincia U.V.A. Unità Valutative Alzheimer Le Unità Valutative Alzheimer, in sigla UVA, sono Centri ospedalieri specializzati delle divisioni di neurologia, di psichiatria e di geriatria, che hanno il compito di valutare la gravità della malattia, di stabilire la terapia appropriata, di attivare una serie di iniziative per il sostegno alle famiglie e di assicurare gratuitamente le medicine disponibili in un primo periodo presso il Centro stesso e poi nelle farmacie, su presentazione della ricetta compilata dal medico di famiglia. Territorio ASL Latina Divisione di Geriatria Ospedale civile di Sezze Via S. Bartolomeo, Sezze (Lt) Responsabile: Dott. Righi Tel Unità Operativa Neurologia Ospedale Santa Maria Goretti Via G. Reni, Latina 31 Latina e provincia

17 Responsabile: Dott. Bellini Tel Centri Diurni Alzheimer Il Centro Diurno è un servizio a carattere semiresidenziale socio-sanitario che si pone a livello intermedio tra il servizio di assistenza domiciliare e il ricovero in strutture residenziali assistenziali. I destinatari del Centro sono soggetti affetti da malattia di Alzheimer e altri tipi di demenza. CASA AIMA onlus Via Vespucci, Latina Tel / Fax: 0773/ Mail: - Web: Assistenza domiciliare CAD Il CAD fornisce a casa i servizi domiciliari alle persone che non sono in grado di recarsi, temporaneamente o permanentemente, presso un ambulatorio. Sede Tel. Fax Via Quattro Cisterna Giornate di Napoli, 4 Via Garibaldi, Latina Viale dei Sezze Cappuccini, 70 Via Firenze (Ospedale) Terracina Via Porto Capo Formia Sele Via degli Oleandri, Aprilia Latina e provincia Latina e provincia

18 Frosinone e Provincia U.V.A. Unità Valutative Alzheimer Le Unità Valutative Alzheimer, in sigla UVA, sono Centri ospedalieri specializzati delle divisioni di neurologia, di psichiatria e di geriatria, che hanno il compito di valutare la gravità della malattia, di stabilire la terapia appropriata, di attivare una serie di iniziative per il sostegno alle famiglie e di assicurare gratuitamente le medicine disponibili in un primo periodo presso il Centro stesso e poi nelle farmacie, su presentazione della ricetta compilata dal medico di famiglia. Territorio ASL Frosinone Servizio Geriatrico Integrato Dottore Angelico di Aquino Viale Manzoni, Aquino (Fr) Responsabile: Prof. Luigi Di Cioccio Tel / Numero Verde: Mail: 35 Frosinone e provincia

19 Centro di Salute Mentale di Sora c/o sede Distretto di Sora Via Piemonte, Sora (Fr) Responsabile: Dott.ssa S. Alfonsi Tel / Fax: Assistenza domiciliare CAD Il CAD fornisce a casa i servizi domiciliari alle persone che non sono in grado di recarsi, temporaneamente o permanentemente, presso un ambulatorio. Centri Diurni Alzheimer Il Centro Diurno è un servizio a carattere semiresidenziale socio-sanitario che si pone a livello intermedio tra il servizio di assistenza domiciliare e il ricovero in strutture residenziali assistenziali. I destinatari del Centro sono soggetti affetti da malattia di Alzheimer e altri tipi di demenza. Centro Diurno Alzheimer "Madonna della Speranza" Via Madonna della Speranza Giuliano di Roma (FR) Responsabile: Dott.ssa Serena Paolucci Tel / Sede Tel. Via Armando Fabi Frosinone Via Principe di Sora Piemonte Via Madonna del Cassino Carmine Piazza dell Ospizio Ferentino Via S. Giorgietto Anagni Via Chiappitto Alatri (Ospedale) Via Regina Margherita Ceprano Piazza Berardi Ceccano Via dei Sanniti Atina Via A. Manzoni Aquino Frosinone e provincia Frosinone e provincia

20 Rieti e Provincia U.V.A. Unità Valutative Alzheimer Le Unità Valutative Alzheimer, in sigla UVA, sono Centri ospedalieri specializzati delle divisioni di neurologia, di psichiatria e di geriatria, che hanno il compito di valutare la gravità della malattia, di stabilire la terapia appropriata, di attivare una serie di iniziative per il sostegno alle famiglie e di assicurare gratuitamente le medicine disponibili in un primo periodo presso il Centro stesso e poi nelle farmacie, su presentazione della ricetta compilata dal medico di famiglia. Territorio ASL Rieti Unità Operativa Neurologia Presidio Ospedaliero S. Camillo de Lellis Viale Baroni Rieti Responsabile: Prof. Alessandro Stefanini Tel / Fax: Mail: 39 Rieti e provincia

21 Centri Diurni Alzheimer Il Centro Diurno è un servizio a carattere semiresidenziale socio-sanitario che si pone a livello intermedio tra il servizio di assistenza domiciliare e il ricovero in strutture residenziali assistenziali. I destinatari del Centro sono soggetti affetti da malattia di Alzheimer e altri tipi di demenza. Centro Diurno Rieti Centro Diurno Alzheimer (C.D.A.) Via Garibaldi, 1 Cantalice (RI) Tel Assistenza domiciliare CAD Distretto Salario V.le Europa, 13 Osteria Nuova Poggio Moiano V. Gramsci, 27 Passo Corese, Fara in Sabina Distretto Salto Cicolano Strada Provinciale S. Elpidio Distretto Alto Velino P.zza Martiri della Libertà, 1 Antrodoco ASSOCIAZIONI Associazione malattia alzheimer uniti Piazza Vittorio Emanuele, Rieti Tel Fax: Il CAD fornisce a casa i servizi domiciliari alle persone che non sono in grado di recarsi, temporaneamente o permanentemente, presso un ambulatorio. Sede Distretto Rieti Via delle Ortensie, 28 (I piano) Distretto Poggio Mirteto Via del Finocchietto, snc Tel Rieti e provincia Rieti e provincia

22 Viterbo e Provincia U.V.A. Unità Valutative Alzheimer Le Unità Valutative Alzheimer, in sigla UVA, sono Centri ospedalieri specializzati delle divisioni di neurologia, di psichiatria e di geriatria, che hanno il compito di valutare la gravità della malattia, di stabilire la terapia appropriata, di attivare una serie di iniziative per il sostegno alle famiglie e di assicurare gratuitamente le medicine disponibili in un primo periodo presso il Centro stesso e poi nelle farmacie, su presentazione della ricetta compilata dal medico di famiglia. Territorio ASL Viterbo Unità Operativa Neurologia Ospedale Bel Colle Strada Sammarinese Viterbo Responsabile: Dott. Nappo Tel Fax: Viterbo e provincia

23 Centri Diurni Alzheimer Il Centro Diurno è un servizio a carattere semiresidenziale socio-sanitario che si pone a livello intermedio tra il servizio di assistenza domiciliare e il ricovero in strutture residenziali assistenziali. I destinatari del Centro sono soggetti affetti da malattia di Alzheimer e altri tipi di demenza. Viale F. Agosti Bagnoregio Via Cassia Km Vetralla Via XXV Aprile, Civitacastellana ASSOCIAZIONI Centro diurno Alzheimer Non ti scordar di me Piazzale dei Buccheri - Viterbo Tel. 0761/ Tuscanialzheimer Uniti Piazzale dei Buccheri, Viterbo Tel / Assistenza domiciliare CAD Il CAD fornisce a casa i servizi domiciliari alle persone che non sono in grado di recarsi, temporaneamente o permanentemente, presso un ambulatorio. Sede Tel. Fax Via Dante Alighieri, 100 Montefiascone Viale Igea, Tarquinia Via Arma dei Carabinieri Viterbo Viterbo e provincia Viterbo e provincia

24 INDICE delle STRUTTURE per PROVINCIA ROMA E PROVINCIA...P.09 TERRITORIO ASL ROMA A (Municipi I, II, III e IV) - DAY HOSPITAL GERIATRICO "NUOVO REGINA MARGHERITA"...P.09 - OSPEDALE "SAN GIOVANNI CALIBITA" FATEBENEFRATELLI...P.09 - UNITÀ OPERATIVA NEUROLOGIA DIPARTIMENTO MALATTIE SISTEMA NERVOSO "SAN GIOVANNI ADDOLORATA"...P.10 - DIPARTIMENTO SCIENZE NEUROLOGICHE POLICLINICO "UMBERTO I"...P.10 - CATTEDRA DI GERIATRIA, DIPARTIMENTO SCIENZE DELL'INVECCHIAMENTO POLICLINICO "UMBERTO I"...P.10 - V CLINICA NEUROLOGICA, DIPARTIMENTO SCIENZE NEUROLOGICHE POLICLINICO "UMBERTO I"...P.10 - CLINICA MALATTIE NERVOSE E MENTALI, DIPARTIMENTO DI NEUROLOGIA E OTORINOLARINGOIATRIA, II CATTEDRA DI NEUROLOGIA POLICLINICO "UMBERTO I"...P.11 - CENTRO DIURNO ALZHEIMER I MUNICIPIO...P.16 - CENTRO DIURNO LA PINETA ARGENTATA...P.16 - CENTRO DIURNO C/O CONSERVATORIO SANT EUFEMIA (NOMENTANA)...P.17 - CENTRI ANZIANI FRAGILI MUNICIPIO I, II (2), III, IV...P.20 - CAD AZIENDALI ASL ROMA (DISTRETTO 1,2,3,4)...P.22 - CENTRO SOLLIEVO...P.25 - ASSOCIAZIONE ALZHEIMER ANZIANO FRAGILE ONLUS...P.26 TERRITORIO ASL ROMA B (Municipi V, VII, VIII e X) - COORDINAMENTO DEL CC.AA.DD. C/O POLIAMBULATORIO...P.11 - CENTRO POLIVALENTE PREVENZIONE E CURA MALATTIE IN ETÀ GERIATRICA...P.11 - CENTRO DIURNO HANSEL E GRETEL...P.17 - CENTRO DIURNO LA COCCINELLA...P Indice

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Le nascite nel Lazio. Anno 2011

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Le nascite nel Lazio. Anno 2011 LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Le nascite nel Lazio Anno 2011 Gennaio 2013 Le nascite nel Lazio Anno 2011 a cura di: Domenico Di Lallo Sara Farchi Arianna Polo Francesco Franco Valeria De Pascali

Dettagli

C.L. Tecniche della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Polo di Rieti. Calendario Lezioni 3 anno 2 Semestre - A.A.

C.L. Tecniche della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Polo di Rieti. Calendario Lezioni 3 anno 2 Semestre - A.A. I Settiman 2-6 Ore Lunedi 2 Martedi 3 Mercoledi 4 Giovedì 5 Venerdì 6 II 09-13 Ore Lunedì 9 Martedì 10 Mercoledì 11 Giovedì 12 Venerdì 13 III 16-20 Ore Lunedì 16 Martedì 17 Mercoledì 18 Giovedì 19 Venerdì

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali)

Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali) Ausl Roma H UO Assistenza Domiciliare, Senescenza Disabilità Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali) Troverai altre utili informazioni

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Partenze Da Laurentina [Metro B]

Partenze Da Laurentina [Metro B] Orario in vigore dal 27 Apr 2015 al 08 Jun 2015 pag. 1/28 Laurentina Metro B, Roma Partenze Da Laurentina [Metro B] DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO per Albano Laziale p.zza Mazzini 14:40 NS 14:50 a 16:40

Dettagli

CENTRI PER L IMPIEGO DI ROMA E PROVINCIA

CENTRI PER L IMPIEGO DI ROMA E PROVINCIA CENTRI PER L IMPIEGO DI ROMA E PROVINCIA Centro per l Impiego Roma Cinecittà bacino di competenza: Ex Municipi Roma I, Roma II, Roma VI, Roma IX, Roma X, Roma XI, Roma XVII Viale Rolando Vignali, 14 00173

Dettagli

Partenze Da Anagnina [Metro A]

Partenze Da Anagnina [Metro A] Orario in vigore dal 27 Apr 2015 al 08 Jun 2015 pag. 1/84 Anagnina Metro A, Roma Partenze Da Anagnina [Metro A] DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO per Acuto Prenestina /ex Stazione 06:20. 09:45. 14:00. 14:45.

Dettagli

Orario in vigore dal 24 Set 2010 al 19 Dic 2010 pag. 1/20 DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO 2. NS 18:45 2. SA 18:30

Orario in vigore dal 24 Set 2010 al 19 Dic 2010 pag. 1/20 DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO 2. NS 18:45 2. SA 18:30 Orario in vigore dal 24 Set 2010 al 19 Dic 2010 pag. 1/20 Partenze Da Cave p.zza Plebiscito, Cave DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO per Acuto Prenestina /ex Stazione 07:18. 10:43. 15:43. 17:20. 18:58. 20:38.

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

ESAMI DEL SANGUE GIORNI DEI PRELIEVI DISTRETTO SEDE MODALITÀ

ESAMI DEL SANGUE GIORNI DEI PRELIEVI DISTRETTO SEDE MODALITÀ ESAMI DEL SANGUE Per sottoporsi agli esami del sangue non è in genere necessaria la prenotazione (salvo dove diversamente indicato). Per eseguire gli esami è possibile recarsi, con la ricetta del medico

Dettagli

Partenze Da Isola del Liri

Partenze Da Isola del Liri Orario in vigore dal 13 Mar 2015 al 01 Apr 2015 pag. 1/34 Inferiore/G.Verdi, Isola del Liri Partenze Da Isola del Liri DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO per Alatri SP24 /Staz. 07:10. Casamari - Frosinone Dm

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE VIII Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA VALUTAZIONE ALZHEIMER NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione ALTA SCUOLA DI PSICOLOGIA AGOSTINO GEMELLI Facoltà di Psicologia Master Universitario di secondo livello Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione Sedi di Milano e Brescia Master

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ULSS9 Azienda ULSS n. 9 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ELEZIONI EUROPEE E AMMINISTRATIVE DEL 25 MAGGIO 2014 DESIGNAZIONE dei DIRIGENTI MEDICI AUTORIZZATI al RILASCIO dei

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006)

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Art.1 (Oggetto e finalità) 1. La Regione con la presente legge, in armonia

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente

Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente Piano di progetto Premessa: La proposta toscana per il progetto sulla non autosufficienza Cap. 1: I percorsi, gli attori e le azioni

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere La Rete Oncologica Piano di Riorganizzazione della Rete - La rete Oncologica della Regione Lazio Piano di riorganizzazione

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel.

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel. Denominazione Anna Lapini - Povere glie dalle Sacre Stimmate Il Gignoro - C.S.D. Diaconia Valdese orentina L. F. Orvieto - Suore Passioniste Paolo VI - glie della carità di San Vincenzo de Paoli Santa

Dettagli

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema I CAS DELLE AZIENDE OSPEDALIERE DOTT. A. CAPALDI I.R.C.C.s Candiolo Regione

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

CAMPIONATI GIOVANILI 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N 20 del 28 MAGGIO 2015

CAMPIONATI GIOVANILI 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N 20 del 28 MAGGIO 2015 CAMPIONATI GIOVANILI 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N 20 del 28 MAGGIO 2015 Si comunica a tutte le società dei campionati giovanili che a partire dal 12.05.2015 NON sono più accettati spostamenti via posta

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari LA PROGRAMMAZIONE REGIONALE IN TEMA DI CURE DOMICILIARI E ANALISI DEL DECRETO COMMISSARIALE N. 1/2013 Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari Annalisa

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Indice Premessa 2 Capitolo I: introduzione 1. Il contesto normativo: la legge 328/2000 3 2. La ricognizione 6 Sintesi dei principali risultati Capitolo II:

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi La presente Carta dei servizi è stata realizzata a cura di: - Qualità e Accreditamento dell

Dettagli

Continuo a preferire. la severa giustiza. alla generosa solidarietà. Norberto Bobbio

Continuo a preferire. la severa giustiza. alla generosa solidarietà. Norberto Bobbio Continuo a preferire la severa giustiza alla generosa solidarietà. Norberto Bobbio Editoriale DAI POSITIVI RISULTATI DELLA PETIZIONE PER IL FINANZIAMENTO DEI LEA AD UNA NUOVA INIZIATIVA DIRETTA A OTTENERE

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Delibera di Giunta - N.ro 1999/1378 - approvato il 26/7/1999 Oggetto: DIRETTIVA PER L' INTEGRAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI E SANITARIE ED A RILIEVO SANITARIO A FAVORE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSISTITI

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

RISTORANTI 2014 RESTAURANTS

RISTORANTI 2014 RESTAURANTS RISTORANTI 2014 RESTAURANTS NB Il giorno di chiusura è riferito ai periodi di bassa stagione, in alta stagione normalmente sono sempre aperti RISTORANTI PERGINE - S.CRISTOFORO - ISCHIA - VALCANOVER Al

Dettagli

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE SOMMARIO pag.4 Sintesi della normativa pag.6 LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: disposizioni per

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

Partenze Da Castro dei Volsci

Partenze Da Castro dei Volsci Orario in vigore dal 27 Apr 2015 al 08 Jun 2015 pag. 1/34 Partenze Da Castro dei Volsci Castro-Pofi-Vallecorsa, Castro dei Volsci Stazione FS DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO per Amaseno p.zza S.Rocco 07:03

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

L A MAL ATTIA DI ALZHEIMER Una guida per le famiglie

L A MAL ATTIA DI ALZHEIMER Una guida per le famiglie COOPERATIVA SOCIALE SRL - ONLUS L A MAL ATTIA DI ALZHEIMER Una guida per le famiglie in collaborazione con: Regione Lombardia ASL Bergamo associazione di volontariato senza scopo di lucro ASSOCIAZIONE

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Cardioaritmologia nel Lazio

Cardioaritmologia nel Lazio Cardioaritmologia nel Lazio Regione Lazio Roma, 27-28 marzo 2015 Ergife Palace Hotel PROGRAMMA AVANZATO Con il Patrocinio di ANCE Cardiologia Italiana del Territorio Sezione Regionale Lazio Coordinatori:

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013

BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013 2013 BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013 1. Premessa 1.1 Lettera agli stakeholder 1.2 Metodologia 2. Identità dell organizzazione 2.1 Informazioni generali 2.2 Attività

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già MASTER BIENNALE ECM NEUROSCIENZE PER LA CLINICA ESPERTA DELLE DISABILITA' COGNITIVE ASSOCIAZIONE PSIONLUS ROMA ANNO 2012-2014 L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU32 09/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 45-4248 Il nuovo modello integrato di assistenza residenziale e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA UFFICIO FORMAZIONE E ECM IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA Mod. -0701-08 a Rev. 02 Del 10/07/2011 LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: STRATEGIE E STRUMENTI LOW ED HIGH TECH PER LA COMUNICAZIONE,

Dettagli

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare STRUTTURE, SPESA, ATTIVITÀ Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare PROGRAMMI LE STRUTTURE, LA SPESA, LE ATTIVITÀ AL 31.12.2008 I PROGRAMMI, I MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI

Dettagli

Unione di Comuni della Romagna forlivese. Corpo Unico di Polizia Municipale. Unità Operativa Giro d'italia 2015. Martedì 19/05/2015

Unione di Comuni della Romagna forlivese. Corpo Unico di Polizia Municipale. Unità Operativa Giro d'italia 2015. Martedì 19/05/2015 Martedì 9/05/05 (semaforica) Libertà/ Oriani/Marconi Presidi fissi di viabilità: 07.5-.45 07.5-0.45.5-fine Via Oriani 07.5-.45 07.5-.45 Informazioni+viabilità (rimozioni dalle ore 08.00) Via Oriani (parcheggi

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli

+ + + Servizi e Risorse Umane. per Aziende Private e Pubbliche

+ + + Servizi e Risorse Umane. per Aziende Private e Pubbliche c o r d u s i o + + + Servizi e Risorse Umane per Aziende Private e Pubbliche La Nostra Storia e i nostri Servizi Con oltre 250 professionisti la Cordusio Servizi S.C.P.A. opera su tutto il territorio

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli