DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO"

Transcript

1 DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO II PARTE INTERVENTI

2 IV) PROGETTI PER L OCCUPAZIONE 68 A) INTERVENTI A FAVORE DELLA NUOVA IMPRENDITORIALITÀ AUTOIMPIEGO SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DI UN IDEA IMPRENDITORIALE 72

3 IV) PROGETTI PER L OCCUPAZIONE A) interventi a favore della nuova imprenditorialità

4 8. AUTOIMPIEGO Finalità Favorire il rientro nel sistema produttivo dei lavoratori espulsi dai processi produttivi o in difficoltà occupazionale, mediante il sostegno economico ad iniziative di autoimpiego. Contenuti E concesso un contributo ai soggetti che intendano avviare una nuova attività sotto forma di micro o piccola impresa, in qualsiasi settore economico, o acquisire o subentrare al 100% in imprese già esistenti, anche tramite affitto d azienda. Nel caso di affitto d azienda la durata del contratto non deve essere inferiore a 3 anni. Nel caso in cui più persone in possesso dei requisiti previsti partecipino alla medesima impresa, il contributo può essere concesso per ciascun imprenditore. Il contributo è cumulabile con analoghe agevolazioni previste dalla normativa provinciale, nazionale o comunitaria, ad eccezione del contributo al Sostegno allo sviluppo di un idea imprenditoriale previsto nell intervento n. 9 del presente Documento Non possono accedere al presente intervento i soggetti che ne abbiano già beneficiato in anni precedenti. Nel caso di beneficiari di sostegni al reddito previsti da questo Documento nell Intervento 24, il contributo è aumentato degli importi concessi a titolo di sostegno al reddito, ma non ancora erogati. Il contributo è concesso, ai sensi del Regolamento CE n. 1998/2006 (de minimis). Nella tabella sotto indicata sono riportate le tipologie di soggetti che sono incentivate e l entità del contributo concesso. 69

5 Tabella dei contributi per auto impiego soggetti destinatari persone licenziate ed iscritte alla lista di mobilità in base alla L. 236/93 persone iscritte nella lista di premobilità provinciale persone uscite dalla lista di mobilità ed ancora disoccupate persone in cassa integrazione guadagni in deroga dichiarate in esubero persone beneficiarie di mobilità in deroga uomini con più di 30 anni disoccupati da più di 12 mesi donne con più di 30 anni disoccupate da più di 6 mesi donne con più di 30 anni inattive da più di 24 mesi persone disoccupate da più di 3 mesi con più di 50 anni persone disoccupate da più di 3 mesi con famiglia monoparentale, con uno o più figli minori conviventi persone disoccupate da più di 3 mesi prive di diploma di scuola media superiore o professionale persone disoccupate da più di 3 mesi "beneficiarie di reddito di garanzia" giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni disoccupati da più di 6 mesi lavoratori provenienti da inserimento lavorativo in cooperative sociali del presente Piano lavoratori provenienti dagli Interventi di accompagnamento all'occupabilità del presente Piano lavoratori provenienti dal Servizio Conservazione della Natura e Valorizzazione Ambientale. (L.P. 32/90 - Progettone) persone con meno di 30 anni che abbiano svolto attività lavorativa come lavoro a progetto e/o co.co.co. e/o contratto di inserimento e/o contratto a tempo determinato, per almeno 18 mesi negli ultimi 3 anni, anche non continuativi agevolazione prevista maschio femmina maschio femmina maschio femmina maschio femmina maschio femmina maschio femmina maschio femmina durata una tantum, trascorsi 6 mesi dalla data di avvio dell'attività persone con età uguale o superiore ai 30 anni che abbiano svolto attività lavorativa come lavoro a progetto e/o co.co.co. e/o contratto di inserimento e/o contratto a tempo determinato, per almeno 18 mesi negli ultimi 3 anni, anche non continuativi maschio femmina persone che cessano il rapporto di lavoro per ragioni riconducibili a crisi di mercato e beneficiarie di azioni di sostegno al reddito per affrontare l emergenza occupazionale conseguente alla crisi economica quota di sostegno al reddito provinciale non ancora goduta dal lavoratore Disabili disoccupati iscritti all'elenco provinciale di cui alla L. 68/99 secondo le norme stabilite dalle legislazioni vigenti per l'inserimento lavorativo 70

6 Soggetti richiedenti Imprenditori individuali o soci di società di persone. Nel caso di franchising, il richiedente deve assumere la qualità di franchisee o franchisor. Il richiedente, alla data di avvio dell attività e fino alla data di erogazione dell intervento finanziario, deve possedere i seguenti requisiti: 1) essere residente in provincia di Trento da almeno tre anni al momento della presentazione della domanda; 2) non aver svolto, nei tre anni precedenti la data di avvio dell impresa, attività autonoma con partita I.V.A. o attività di impresa, anche a titolo di collaboratore familiare; 3) non essere stato socio di impresa a qualsiasi titolo nell ultimo anno ad eccezione di società quotate in borsa e di società cooperative.; 4) non aver ricoperto, nell ultimo anno, cariche amministrative in organi di società; 5) lavorare a tempo pieno all interno dell impresa costituita; 6) essere iscritto alle competenti gestioni previdenziali; 7) non avere in corso procedure concorsuali; 8) essere munito delle prescritte autorizzazioni e licenze per l esercizio dell attività. Non sono ammessi a contributo: attività d impresa a carattere stagionale; associazioni in partecipazione o subentro o acquisizione di quote in società già esistenti; attività derivanti da acquisizione della proprietà o da subentro al 100% in attività nelle quali siano presenti al momento del subentro, in qualità di titolari o soci, conviventi o coniugi, parenti ed affini entro il 2 grado; attività di libera professione, i procacciatori d affari e agenti di commercio; collaboratori familiari, soci accomandanti. Modalità di accesso Presentazione all Agenzia del Lavoro di domanda trascorsi almeno 60 giorni dalla data di avvio dell attività, ma non oltre i 240 giorni. Per data di avvio attività si intende quella risultante dal registro imprese dalla Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Trento. Il contributo viene erogato all impresa, in un unica soluzione, trascorsi sei mesi dalla data di avvio attività. Riferimenti normativi Regolamento CE n. 1998/2006 Legge n. 236/93 71

7 9. SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DI UN IDEA IMPRENDITORIALE Finalità Favorire l avvio di un attività d impresa da parte di persone in difficoltà occupazionale, attraverso un sostegno economico ed un servizio orientativo e formativo in fase di start-up. Contenuti L Agenzia del Lavoro fornisce ai potenziali imprenditori un sostegno alla realizzazione di un idea imprenditoriale. Sono ammesse le idee imprenditoriali che prevedano: investimenti per un ammontare massimo di ; forma giuridica dell impresa come individuale, società di persone o piccola cooperativa; sede operativa e sede legale nel territorio della provincia. Non sono ammesse le idee imprenditoriali che prevedano forme di avvio d impresa con contratto di affitto o subentro d azienda, di affiliazione, di franchising, le attività di procacciatori d affari e di agenti di commercio. L Agenzia del Lavoro fornisce: un percorso di orientamento e formazione, della durata massima di quattro settimane, durante il quale viene verificata la fattibilità dell idea progettuale e vengono trasferite le principali conoscenze in materia di gestione di un impresa. Alla conclusione del percorso formativo è espressa una valutazione complessiva di fattibilità di ciascun progetto d impresa, che costituisce elemento essenziale per l ammissione alle ulteriori agevolazioni di natura finanziaria e di assistenza tecnica allo start up; un contributo massimo di , di cui fino ad , per le spese relative ai beni di investimento e fino ad 5.500, per le spese di gestione. Il contributo per le spese di investimento è composto fino ad un massimo di , a fondo perduto e fino ad un massimo di , con prestito agevolato. Il contributo è cumulabile, purché non sugli stessi beni, con analoghe agevolazioni previste dalla normativa provinciale, nazionale e comunitaria ad eccezione del contributo all autoimpiego previsto nell intervento n. 8 descritto del presente Documento; l assistenza personalizzata nella fase di start-up dell azienda. L Agenzia del lavoro attiva una rete di coordinamento tra i soggetti che a vario titolo si occupano di imprenditorialità in provincia di Trento per valorizzare il lavoro autonomo in particolare dei giovani. Soggetti richiedenti Persone che, alla data della domanda, posseggono i seguenti requisiti soggettivi: essere disoccupati; essere residente in provincia di Trento da almeno tre anni al momento della presentazione della domanda; non aver svolto attività autonoma con partita I.V.A, attività di impresa, anche a titolo di collaboratore familiare nei tre anni precedenti la data di avvio dell impresa; non essere stato socio di impresa a qualsiasi titolo nell ultimo anno ad eccezione delle società quotate in borsa e di società cooperative; 72

8 non aver ricoperto, nell ultimo anno, cariche amministrative in organi di società; non aver subito protesti per assegni o cambiale negli ultimi 5 anni; non essere coinvolto in procedure concorsuali in corso, anche in qualità di garante o fideiussore; non aver riportato condanne penali, anche se non passate in giudicato, per delitti dolosi negli ultimi 5 anni; non essere sottoposto a misure preventive di sicurezza; non essere interdetto o inabilitato. Nel caso di beneficiari di sostegni al reddito previsti da questo Documento nell intervento 24, il contributo è aumentato degli importi concessi a titolo di sostegno al reddito, ma non ancora erogati. Il contributo è concesso, ai sensi del Regolamento CE n. 1998/2006, (de minimis). Modalità di accesso Partecipazione a bando indetto dall Agenzia del Lavoro. Riferimenti normativi Legge provinciale 16 giugno 1983 n. 19 Regolamento CE n. 1998/2006, (de minimis). 73

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO 2011 2013 II parte INTERVENTI testo approvato dalla Commissione provinciale per l impiego con deliberazione n. 373 del 26 luglio 2011 ed adottato dalla

Dettagli

Fare impresa al femminile

Fare impresa al femminile Fare impresa al femminile Sala Calepini 9 aprile 2014 dott.ssa Antonella Chiusole Fare impresa al femminile La presenza femminile nel mercato del lavoro Fare impresa al femminile Donne e uomini sono posizionati

Dettagli

GLI INCENTIVI ALL ASSUNZIONE Vanda Conci

GLI INCENTIVI ALL ASSUNZIONE Vanda Conci GLI INCENTIVI ALL ASSUNZIONE 16.03.2017 Vanda Conci 1 Intervento 5 da pag. 46 a pag. 52 Finalità: favorire l'inserimento lavorativo di persone in difficoltà occupazionale e la diffusione di contratti a

Dettagli

Fare impresa: gli strumenti di Invitalia

Fare impresa: gli strumenti di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Fare impresa: gli strumenti di Invitalia Sabina de Dominicis Finanza e Impresa Pistoia, 12/12/2011 Mission e obiettivi

Dettagli

Giovani Imprenditori in Agricoltura: gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività. Dario De Pascale Responsabile Funzione Valutazione

Giovani Imprenditori in Agricoltura: gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività. Dario De Pascale Responsabile Funzione Valutazione Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Giovani Imprenditori in Agricoltura: gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività Dario De Pascale Responsabile

Dettagli

Lavoro e famiglia: strumenti e opportunità

Lavoro e famiglia: strumenti e opportunità Lavoro e famiglia: strumenti e opportunità Comunità delle Giudicarie Tione di Trento, 2 ottobre 2012 Provincia Autonoma di Trento CONSIGLIERA DI PARITÀ 1 Il mercato del lavoro in Trentino: alcuni dati

Dettagli

Giovani Imprenditori in Agricoltura: Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività

Giovani Imprenditori in Agricoltura: Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Giovani Imprenditori in Agricoltura: Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività Convegno OIGA 2009-10

Dettagli

BANDO per i servizi integrati a supporto degli INVESTIMENTI MATERIALI E IMMATERIALI connessi allo start-up d impresa

BANDO per i servizi integrati a supporto degli INVESTIMENTI MATERIALI E IMMATERIALI connessi allo start-up d impresa Spett.le Azienda Speciale S.E.I. C.so Risorgimento 302 86170 Isernia aziendasei@is.legalmail.camcom.it NOTA La compilazione dei campi con asterisco è obbligatoria. Se mancanti la domanda verrà considerata

Dettagli

7 Quadro degli incentivi all assunzione

7 Quadro degli incentivi all assunzione 7 Quadro degli incentivi all assunzione Considerata l ampia articolazione delle tipologie di incentivi e la variabilità dei parametri di aiuto previsti nel triennio appena trascorso (sia in relazione all

Dettagli

Progetto Co-manager Intervento 17 Agenzia del lavoro. 15 aprile 2015 Dott.ssa Antonella Chiusole

Progetto Co-manager Intervento 17 Agenzia del lavoro. 15 aprile 2015 Dott.ssa Antonella Chiusole Progetto Co-manager Intervento 17 Agenzia del lavoro 15 aprile 2015 Dott.ssa Antonella Chiusole 1 Il mercato del lavoro femminile Indicatori del Mercato del Lavoro (valori percentuali) Tasso di attività

Dettagli

Piano straordinario per l'occupazione.

Piano straordinario per l'occupazione. Piano straordinario per l'occupazione. Il lavoro, il futuro. ASSI MISURA I.1 Più lavoro Incentivi all occupazione di giovani e adulti 16 Beneficiari Destinatari Fonte di finanziamento Promuovere l inserimento

Dettagli

Il progetto offre un supporto concreto ai disoccupati e inoccupati per agevolarli nel processo di inserimento nel mondo del lavoro.

Il progetto offre un supporto concreto ai disoccupati e inoccupati per agevolarli nel processo di inserimento nel mondo del lavoro. Lazio, Campania, Sicilia. E stato prorogato al 31/05/2016 il termine ultimo di presentazione delle domande per l assegnazione di contributi e servizi a sostegno della nascita di nuove realtà imprenditoriali

Dettagli

NUOVA IMPRENDITORIALITÀ IL NUOVO BANDO FESR

NUOVA IMPRENDITORIALITÀ IL NUOVO BANDO FESR Provincia autonoma di Trento Dipartimento sviluppo economico e lavoro NUOVA IMPRENDITORIALITÀ IL NUOVO BANDO FESR Rovereto, 28 ottobre 2016 Claudio Moser IL PROGETTO NUOVA IMPRENDITORIALITÀ Obiettivi 1.

Dettagli

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO PER IL TRIENNIO INTERVENTO 5: SVANTAGGIATI

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO PER IL TRIENNIO INTERVENTO 5: SVANTAGGIATI Via R. Guardini, 75 38121 Trento numero verde 800.264760 - Fax 0461/496054 Ufficio inserimento lavorativo soggetti svantaggiati e-mail certificata: disva.adl@pec.provincia.tn.it DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI

Dettagli

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO INTERVENTO 5: DEBOLI

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO INTERVENTO 5: DEBOLI Via R. Guardini, 75 38121 Trento numero verde 800.264760 - Fax 0461/496054 Ufficio affari amministrativi, generali e contabili e-mail certificata: amministrazione.adl@pec.provincia.tn.it Il sottoscritto

Dettagli

Finanziamenti agevolati per imprese femminili e libere professioniste: domande possibili fino al 31 dicembre 2017

Finanziamenti agevolati per imprese femminili e libere professioniste: domande possibili fino al 31 dicembre 2017 Ai gentili clienti Loro sedi Finanziamenti agevolati per imprese femminili e libere professioniste: domande possibili fino al 31 dicembre 2017 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che

Dettagli

ALLEGATO B REGOLAMENTO PER INCENTIVI ALL ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI

ALLEGATO B REGOLAMENTO PER INCENTIVI ALL ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI ALLEGATO B REGOLAMENTO PER INCENTIVI ALL ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI 1) FINALITA L obiettivo del regolamento è quello di sostenere le imprese che favoriscono l inserimento nel mondo del lavoro attraverso

Dettagli

LEGGE 215/1992. Azioni positive per l imprenditoria femminile. Realizzazione Eureka Srl per Faimpresa Srl - Riproduzione riservata

LEGGE 215/1992. Azioni positive per l imprenditoria femminile. Realizzazione Eureka Srl per Faimpresa Srl - Riproduzione riservata LEGGE 215/1992 Azioni positive per l imprenditoria femminile Realizzazione Eureka Srl per Faimpresa Srl - Riproduzione riservata COS E LA L. 215/92 E uno strumento di agevolazione nazionale Si tratta di

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Paragrafo A AZIONI STRAORDINARIE PER L OCCUPAZIONE Le parti firmatarie concordano sulla stabilizzazione, fino all adozione delle misure attuative della delega sugli ammortizzatori sociali, delle disposizioni

Dettagli

INTERVENTO N. 5: PART-TIME PER MOTIVI DI CURA

INTERVENTO N. 5: PART-TIME PER MOTIVI DI CURA . Via Guardini, 75 38121 Trento numero verde 800.264760 - Fax 0461/496170 Osservatorio del mercato del lavoro e-mail certificata: osservatorio.adl@pec.provincia.tn.it Il sottoscritto / La sottoscritta

Dettagli

FONDO REGIONALE MICROCREDITO - FSE

FONDO REGIONALE MICROCREDITO - FSE CENTRO SERVIZI LOSA POR FSE 2007-2013 FONDO REGIONALE MICROCREDITO - FSE Agevolazioni a favore di soggetti svantaggiati o con difficoltà di accesso al credito per l avvio e lo sviluppo di attività imprenditoriali

Dettagli

Le risorse finanziarie per le start-up

Le risorse finanziarie per le start-up Le risorse finanziarie per le start-up Catania, 5 aprile 2013 Alessandro Russo Agenda 1. Business model e valutazioni del finanziatore 2. Esercizio sulla determinazione del fabbisogno finanziario 3. Interventi

Dettagli

Sostegno all autoimpiego e all imprenditorialità

Sostegno all autoimpiego e all imprenditorialità Sostegno all autoimpiego e all imprenditorialità Vuoi metterti in proprio? Sei un giovane di età compresa fra i 18 e 29 anni, non studi, non lavori e non frequenti un corso di formazione? Se hai una buona

Dettagli

RESTO AL SUD. Misura a favore dei giovani imprenditori nel Mezzogiorno

RESTO AL SUD. Misura a favore dei giovani imprenditori nel Mezzogiorno Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Commissione di Studio Agevolazioni Finanziarie Nazionali e Regionali RESTO AL SUD Misura a favore dei giovani

Dettagli

ANTONELLA FADDA Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale

ANTONELLA FADDA Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI IMPRESA PO FSE 2014-2020 ANTONELLA FADDA Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale Fondo Microcredito FSE 2007/2013 Il microcredito risponde

Dettagli

Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia XI Legislatura - Atti consiliari

Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia XI Legislatura - Atti consiliari Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia - 1 - XI Legislatura - Atti consiliari TESTO PRESENTATO DALLA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Pensare in grande, da piccoli Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 41 del 16 Marzo 2016 Ai gentili clienti Loro sedi Avviso pubblico Selfiemployment : via alle domande Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che a partire

Dettagli

Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale. assistenza tecnica

Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale. assistenza tecnica Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale assistenza tecnica Imposta di bollo vigente Alla Provincia di Reggio Emilia Domanda per la concessione di un contributo per l assunzione a tempo indeterminato

Dettagli

Allegato parte integrante

Allegato parte integrante Allegato parte integrante Allegato d) - Modifiche ed integrazioni ai criteri e modalità per gli aiuti alla nuova imprenditorialità femminile e giovanile Modifiche ed integrazioni ai criteri e modalità

Dettagli

FONDO MICROCREDITO FSE

FONDO MICROCREDITO FSE La Regione Campania ha previsto la realizzazione di interventi di Microcredito istituendo un FONDO MICROCREDITO FSE che prevede la concessione di prestiti fino a 25 mila Euro, da restituire a tasso zero.

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTUATIVE DELL INTERVENTO DI SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DI UN IDEA IMPRENDITORIALE

DISPOSIZIONI ATTUATIVE DELL INTERVENTO DI SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DI UN IDEA IMPRENDITORIALE PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO DISPOSIZIONI ATTUATIVE DELL INTERVENTO DI SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DI UN IDEA IMPRENDITORIALE Deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 36 di data 25.08.2011, successivamente

Dettagli

CITTÀ di ROSSANO UFFICIO EUROPA

CITTÀ di ROSSANO  UFFICIO EUROPA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L INDIVIDUAZIONE DI RETI DI IMPRESE E/O IMPRESE E/O AGENZIE DI SVILUPPO LOCALE DISPONIBILI AD OSPITARE GIOVANI LAUREATI NELL AMBITO DI PERCORSI INTEGRATI DI ORIENTAMENTO,

Dettagli

Avviso pubblico Selfiemployment : via alle domande

Avviso pubblico Selfiemployment : via alle domande CIRCOLARE A.F. N. 41 del 16 Marzo 2016 Ai gentili clienti Loro sedi Avviso pubblico Selfiemployment : via alle domande Premessa Con il nuovo avviso Selfiemployment viene prevista l erogazione di un incentivo

Dettagli

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO 2011 2013 II parte INTERVENTI testo approvato dalla Commissione provinciale per l impiego con deliberazione n. 373 del 26 luglio 2011 ed adottato dalla

Dettagli

STARTUP E PMI INNOVATIVE CAGLIARI 20 APRILE 2016

STARTUP E PMI INNOVATIVE CAGLIARI 20 APRILE 2016 STARTUP E PMI INNOVATIVE CAGLIARI 20 APRILE 2016 Invitalia e il sostegno all imprenditorialità innovativa Da più di vent anni Invitalia sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali. Per accelerare

Dettagli

Introduzione pag. 4. Autoimpiego pag. 6. Autoimprenditorialità pag. 15. Lavoro autonomo pag. 7. Microimpresa pag. 9. Imprese in franchising pag.

Introduzione pag. 4. Autoimpiego pag. 6. Autoimprenditorialità pag. 15. Lavoro autonomo pag. 7. Microimpresa pag. 9. Imprese in franchising pag. AUTOIMPIEGO E AUTOIMPRENDITORIA Introduzione pag. 4 Autoimpiego pag. 6 Lavoro autonomo pag. 7 Microimpresa pag. 9 Imprese in franchising pag. 12 Autoimprenditorialità pag. 15 Nuova imprenditorialità nel

Dettagli

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Cultura Crea, incentivi per la nascita e la crescita di MPMI, anche del terzo settore, della filiera culturale N. 39_fa_culturacrea_MiBACT_2016 AdIM News testata giornalistica registrata presso il Tribunale

Dettagli

INTERVENTI DI INTEGRAZIONE LAVORATIVA E DI SOSTEGNO SOCIO-ECONOMICO - Anno 2015

INTERVENTI DI INTEGRAZIONE LAVORATIVA E DI SOSTEGNO SOCIO-ECONOMICO - Anno 2015 Consorzio Comuni Bim di Valle Camonica Comunità Montana di Valle Camonica INTERVENTI DI INTEGRAZIONE LAVORATIVA E DI SOSTEGNO SOCIO-ECONOMICO - Anno 2015 - LINEE GUIDA PER L ACCESSO AI FONDI E PER LA SELEZIONE

Dettagli

I nuovi bandi per il consolidamento dell attività d impresa

I nuovi bandi per il consolidamento dell attività d impresa AL VIA IL POR FESR 2014-2020: VIENI A CONOSCERLO! Roberto Marcato Assessorato allo Sviluppo Economico ed Energia Direzione Industria Artigianato Commercio e Servizi I nuovi bandi per il consolidamento

Dettagli

Il progetto IN.LA. Il Progetto è finalizzato all inserimento lavorativo dei disoccupati di lunga durata della Provincia di Napoli.

Il progetto IN.LA. Il Progetto è finalizzato all inserimento lavorativo dei disoccupati di lunga durata della Provincia di Napoli. 1 Il progetto IN.LA IN.LA. è un intervento straordinario di sostegno all occupazione promosso da Ministero del Lavoro, Regione Campania, Provincia di Napoli e Comune di Napoli, con l assistenza tecnica

Dettagli

Centro Finanza Agevolata

Centro Finanza Agevolata AGEVOLAZIONI PUBBLICHE PER LA CREAZIONE E L AMPLIAMENTO D IMPRESA Manduria 30 Settembre 2016 Centro Finanza Agevolata GRIGLIA DELLE OPPORTUNITA MISURE DISPONIBILI Start Up Operative Agricoltura Microcredito

Dettagli

LA FORMAZIONE PER DISOCCUPATI ED OCCUPATI

LA FORMAZIONE PER DISOCCUPATI ED OCCUPATI LA FORMAZIONE PER DISOCCUPATI ED OCCUPATI 10.03.2017 Direttore dott. Mauro Ghirotti 1 LA FORMAZIONE PER DISOCCUPATI E OCCUPATI Intervento 3 FORMAZIONE PER DISOCCUPATI, LAVORATORI A RISCHIO DISOCCUPAZIONE

Dettagli

INDICE DEI CAPITOLI. CAPITOLO I Procedure di start up e forme giuridiche (Andrea Parmeggiani)

INDICE DEI CAPITOLI. CAPITOLO I Procedure di start up e forme giuridiche (Andrea Parmeggiani) INDICE DEI CAPITOLI CAPITOLO I Procedure di start up e forme giuridiche (Andrea Parmeggiani) SESSIONE 1 NORME PER L AVVIO DI UN ATTIVITA IMPRENDITORIALE E OBBLIGHI DA ADEMPIERE Pag. 10 SESSIONE 2 LE FORME

Dettagli

BANDO INTRAPRENDO. Contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso zero per le Start up e gli aspiranti imprenditori / professionisti

BANDO INTRAPRENDO. Contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso zero per le Start up e gli aspiranti imprenditori / professionisti Contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso zero per le Start up e gli aspiranti imprenditori / professionisti Obiettivi Favorire e stimolare l imprenditorialità lombarda, mediante l avvio e il

Dettagli

Avviso Pubblico: FAQ

Avviso Pubblico: FAQ Avviso Pubblico: SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA PER L INSERIMENTO DI GIOVANI MIGRANTI 2G FAQ 1. DOMANDA: I giovani compresi fra i 18 ed i 30 anni che non hanno un figlio, ma regolarmente residenti e con

Dettagli

CREATIVITA FEMMINILE: BANDO PER LA CONCESSIONE DI PREMI ECONOMICI PER LE MIGLIORI IDEE IMPRENDITORIALI

CREATIVITA FEMMINILE: BANDO PER LA CONCESSIONE DI PREMI ECONOMICI PER LE MIGLIORI IDEE IMPRENDITORIALI COMITATO PER LA PROMOZIONE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE DI COMO CREATIVITA FEMMINILE: BANDO PER LA CONCESSIONE DI PREMI ECONOMICI PER LE MIGLIORI IDEE IMPRENDITORIALI 3^ EDIZIONE R E G O L A M E N T O

Dettagli

INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE

INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE Provincia di Biella PIANO OPERATIVO REGIONALE FSE 2007-2013 OB. 2 COMPETITIVITA REGIONALE 1 1. DATORI DI LAVORO INTERESSATI Gli incentivi sono rivolti

Dettagli

POR Sardegna FSE 2014-2020 - Avviso Pubblico Attività integrate per l empowerment, la formazione professionale, la certificazione delle competenze, l accompagnamento al lavoro, la promozione di nuova imprenditorialità,

Dettagli

Rapporto trimestrale. Monitoraggio Politiche Attive del Lavoro regionali. PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Giugno 2014

Rapporto trimestrale. Monitoraggio Politiche Attive del Lavoro regionali. PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Giugno 2014 Rapporto trimestrale Monitoraggio Politiche Attive del Lavoro regionali PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Giugno 2014 Progetto PON, Pianificazione Oativa Territoriale (POT) Linea «Dati, informazioni e report

Dettagli

Sportello Impresa Ella

Sportello Impresa Ella MERIDAUNIA Regione Puglia Assessorato al Welfare Agenzia di Sviluppo dei Monti Dauni Comune di Troia Unione Sindacale Territoriale CISL Foggia Progetto MI PIACE(rebbe) LAVORARE Patto Sociale di Genere

Dettagli

Selfiemployment: nuovi chiarimenti e nuovi finanziamenti

Selfiemployment: nuovi chiarimenti e nuovi finanziamenti Ai gentili clienti Loro sedi Selfiemployment: nuovi chiarimenti e nuovi finanziamenti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che sono stati recentemente modificate le condizioni per accedere

Dettagli

SOMMARIO. Presentazione... XIII Nota sull Autore... XV. Parte Prima INTEGRAZIONI SALARIALI PRE RIFORMA

SOMMARIO. Presentazione... XIII Nota sull Autore... XV. Parte Prima INTEGRAZIONI SALARIALI PRE RIFORMA SOMMARIO Presentazione... XIII Nota sull Autore... XV Parte Prima INTEGRAZIONI SALARIALI PRE RIFORMA Capitolo 1 - Cassa integrazione guadagni ordinaria 1. Nozione... 3 2 Fonti... 3 3. Presupposti e cause

Dettagli

INTERVENTO N. 5: PART-TIME PER MOTIVI DI CURA

INTERVENTO N. 5: PART-TIME PER MOTIVI DI CURA . Via Guardini, 75 38121 Trento numero verde 800.264760 - Fax 0461/496170 Osservatorio del mercato del lavoro e-mail certificata: osservatorio.adl@pec.provincia.tn.it Il sottoscritto / La sottoscritta

Dettagli

CITTÀ DI CLUSONE Provincia di Bergamo Ambito Territoriale n. 9 - Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve

CITTÀ DI CLUSONE Provincia di Bergamo Ambito Territoriale n. 9 - Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve CITTÀ DI CLUSONE Provincia di Bergamo Ambito Territoriale n. 9 - Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve SECONDO BANDO BANDO PER PER L EROGAZIONE DI BUONI DEI BUONI SOCIALI SOCIALI PER LE FAMIGLIE COLPITE

Dettagli

L.N.215/92 Imprenditoria femminile

L.N.215/92 Imprenditoria femminile Imprenditoria femm L.N.215/92 Imprenditoria femminile [ Presentazione a bando ] SOGGETTI BENEFICIARI Piccole imprese aventi una delle seguenti forme giuridiche: - società cooperative, costituite per non

Dettagli

PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19

PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19 PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19 Indennità regionale a favore dei lavoratori disoccupati inseriti nelle liste provinciali di mobilità e disposizioni in materia di previdenza integrativa

Dettagli

Allegato parte integrante CRITERI E LIMITI PER LA CONCESSIONE DEGLI AIUTI ALLE PICCOLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO PER LA CESSAZIONE DELL'ATTIVITA'

Allegato parte integrante CRITERI E LIMITI PER LA CONCESSIONE DEGLI AIUTI ALLE PICCOLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO PER LA CESSAZIONE DELL'ATTIVITA' Allegato parte integrante CRITERI E LIMITI PER LA CONCESSIONE DEGLI AIUTI ALLE PICCOLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO PER LA CESSAZIONE DELL'ATTIVITA' CRITERI E LIMITI PER LA CONCESSIONE DEGLI AIUTI ALLE PICCOLE

Dettagli

SPERIMENTAZIONE DI UNA AZIONE DI MICROCREDITO A FAVORE DELLE DONNE

SPERIMENTAZIONE DI UNA AZIONE DI MICROCREDITO A FAVORE DELLE DONNE Un i on e Euro p ea Fon d o Soc ia le Eu rop eo SPERIMENTAZIONE DI UNA AZIONE DI MICROCREDITO A FAVORE DELLE DONNE PROVINCIA DI VITERBO Assessorato Politiche del Lavoro Formulario per la presentazione

Dettagli

IL MICROCREDITO DI PADOVA E ROVIGO

IL MICROCREDITO DI PADOVA E ROVIGO IL MICROCREDITO DI PADOVA E ROVIGO e i finanziamenti di Invitalia IL MICROCREDITO Chi può accedere? Le nuove imprese, fino ad un anno dalla costituzione Solo ditte individuali e società di persone e società

Dettagli

Nidi: Fondo creato dalla Regione Puglia a favore delle Nuove Iniziative d'impresa

Nidi: Fondo creato dalla Regione Puglia a favore delle Nuove Iniziative d'impresa Nidi: Fondo creato dalla Regione Puglia a favore delle Nuove Iniziative d'impresa Finalità Con il fondo NIDI la Regione Puglia si pone l obiettivo di sostenere le microimprese di nuova costituzione con

Dettagli

INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i)

INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i) INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE 2013 (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i) Entità del finanziamento A livello nazionale: 307 milioni di euro circa Per

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE N.02/2012 AGLI ENTI ASSOCIATI - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO Contributi per il rischio sismico Sono previsti

Dettagli

Start. Come avviare un impresa.

Start. Come avviare un impresa. Start Come avviare un impresa. Sommario Come avviare un impresa 4 La qualifica di imprenditore La scelta della forma giuridica Impresa individuale 5 Impresa familiare Costituzione: impresa individuale

Dettagli

Bando FiXO: le assunzioni con contratto di apprendistato sono agevolate fino al

Bando FiXO: le assunzioni con contratto di apprendistato sono agevolate fino al Ai gentili clienti Loro sedi Bando FiXO: le assunzioni con contratto di apprendistato sono agevolate fino al 30.09.2016 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che è stato prorogato al

Dettagli

GUIDA. INCENTIVI all ASSUNZIONE 2014

GUIDA. INCENTIVI all ASSUNZIONE 2014 GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE 2014 INCENTIVO DESTINATARI BENEFICIARI INCENTIVO BENEFICI Bonus assunzione giovani (D.L. 76/2013 art. 1; L. 99/2013) Lavoratori tra i 18 e i 29 anni che abbiano uno dei seguenti

Dettagli

INCENTIVI ALLE IMPRESE FINALIZZATI ALL INSERIMENTO LAVORATIVO DI SOGGETTI SVANTAGGIATI

INCENTIVI ALLE IMPRESE FINALIZZATI ALL INSERIMENTO LAVORATIVO DI SOGGETTI SVANTAGGIATI INCENTIVI ALLE IMPRESE FINALIZZATI ALL INSERIMENTO LAVORATIVO DI SOGGETTI SVANTAGGIATI PROGETTO INTEGRATO DI POLITICA DEL LAVORO COFINANZIATO DALLA PROVINCIA DI TORINO E FORMA.TEMP progetto integrato di

Dettagli

Circolare N. 15 del 2 Febbraio 2017

Circolare N. 15 del 2 Febbraio 2017 Circolare N. 15 del 2 Febbraio 2017 Assunzioni 2017: gli incentivi di carattere locale Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che oltre ai meglio conosciuti incentivi economici definiti

Dettagli

Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività

Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività Alessandro Palmitelli Funzione Business Development Rimini,

Dettagli

INPS - MESSAGGIO 23 MARZO 2010, N. 8123

INPS - MESSAGGIO 23 MARZO 2010, N. 8123 INPS - MESSAGGIO 23 MARZO 2010, N. 8123 Incentivo al reimpiego in forma autonoma o in cooperativa per i lavoratori destinatari di trattamento di sostegno al reddito. 1. Premessa e quadro normativo. Con

Dettagli

FRANCHISING DI: commercializzazione prodotti erogazione di servizi produzione. Autorizzazione sanitaria ASL. Autorizzazione di estetica

FRANCHISING DI: commercializzazione prodotti erogazione di servizi produzione. Autorizzazione sanitaria ASL. Autorizzazione di estetica SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA Le informazioni riportate in questo documento sono fornite dal franchisor e costruite sull analisi storica dell andamento dei punti vendita.

Dettagli

Autoimpiego: agevolazioni per il lavoro autonomo

Autoimpiego: agevolazioni per il lavoro autonomo Autoimpiego: agevolazioni per il lavoro autonomo Descrizione In breve Agevolazione rivolta a persone fisiche che intendono avviare un'attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale. Con avviso

Dettagli

Mettersi in proprio con gli strumenti di Invitalia. Autoimpiego - D.Lgs 185/2000 Tit. II POIn Attrattori

Mettersi in proprio con gli strumenti di Invitalia. Autoimpiego - D.Lgs 185/2000 Tit. II POIn Attrattori Mettersi in proprio con gli strumenti di Invitalia Autoimpiego - D.Lgs 185/2000 Tit. II POIn Attrattori Novembre 2014 Costruire nel Sud Italia per crescere nel mondo «All inizio eravamo quattro neolaureati,

Dettagli

INDICE-SOMMARIO PARTE I VERSO UN SISTEMA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI

INDICE-SOMMARIO PARTE I VERSO UN SISTEMA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI PARTE I VERSO UN SISTEMA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI Capitolo I ALLE ORIGINI DELLA RIFORMA: IL FUNZIONAMENTO DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI DURANTE LA GRANDE CRISI 1. L origine della riforma: la grande crisi

Dettagli

Codice Modulo:

Codice Modulo: Codice Modulo: 005778 Via Guardini, 75 38121 Trento Tel. 0461/496057 Fax 0461/496054 Ufficio affari amministrativi, generali e contabili e.mail certificata: amministrazione.adl@pec.provincia.tn.it Marca

Dettagli

FRANCHISING DI: commercializzazione prodotti erogazione di servizi produzione. Non previsto (distanza minima di 500 metri da altro punto Frimm)

FRANCHISING DI: commercializzazione prodotti erogazione di servizi produzione. Non previsto (distanza minima di 500 metri da altro punto Frimm) SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA Le informazioni riportate in questo documento sono fornite dal franchisor e costruite sull analisi storica dell andamento dei punti vendita.

Dettagli

Pdl 73 Proposta di legge regionale Modifiche alla legge regionale 29 aprile 2008, n. 21 (Promozione dell imprenditoria giovanile)

Pdl 73 Proposta di legge regionale Modifiche alla legge regionale 29 aprile 2008, n. 21 (Promozione dell imprenditoria giovanile) Pdl 73 Proposta di legge regionale Modifiche alla legge regionale 29 aprile 2008, n. 21 (Promozione dell imprenditoria giovanile) SOMMARIO Preambolo Art. 1 Sostituzione del titolo della legge regionale

Dettagli

Garanzia Giovani: Finanziamenti Zero Interessi. Scritto da Dott. Antonio Ferraioli Mercoledì 24 Febbraio 2016 14:02

Garanzia Giovani: Finanziamenti Zero Interessi. Scritto da Dott. Antonio Ferraioli Mercoledì 24 Febbraio 2016 14:02 Dal 1 marzo 2016 partono i finanziamenti agevolati per le start-up e nuove imprese per incentivare iniziative imprenditoriali di soggetti svantaggiati nel mercato del lavoro. I prestiti saranno concessi

Dettagli

L impegno dei CIF. per il credito alle imprenditrici

L impegno dei CIF. per il credito alle imprenditrici L impegno dei CIF Comitato per la promozione dell imprenditoria femminile di Trento per il credito alle imprenditrici Patrizia Montermini rappresentante ABI del Comitato per la promozione dell Imprenditoria

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI TITOLO IMPRESE BENEFICIARIE AGEVOLAZIONE PREVISTA TERMINI DI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto Nuove imprese con

Dettagli

Una chance per fare impresa: gli strumenti di Invitalia

Una chance per fare impresa: gli strumenti di Invitalia Una chance per fare impresa: gli strumenti di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Massimo Calzoni Finanza e Impresa Sviluppo, Promozione e Marketing

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI PER LE AZIENDE PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

LA CARTA DEI SERVIZI PER LE AZIENDE PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO LA CARTA DEI SERVIZI PER LE AZIENDE PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO POSSIAMO GARANTIRTELO: PER TUTTE LE PROBLEMATICHE DEL LAVORO È ATTIVO UN SERVIZIO APPOSITAMENTE PENSATO PER LE AZIENDE. IL NOSTRO. indice

Dettagli

POLITICHE DEL LAVORO INCENTIVI ALLE AZIENDE E AI LAVORATORI

POLITICHE DEL LAVORO INCENTIVI ALLE AZIENDE E AI LAVORATORI PROVINCIA DI PORDENONE POLITICHE DEL LAVORO INCENTIVI ALLE AZIENDE E AI LAVORATORI INCONTRO, La fiera sul lavoro, la formazione e l orientamento 29 30 ottobre 2009 Normativa vigente D.P.Reg. 0342/Pres/2008

Dettagli

PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19

PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19 PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19 Indennità regionale a favore dei lavoratori disoccupati inseriti nelle liste provinciali di mobilità e disposizioni in materia di previdenza integrativa

Dettagli

Legge Regionale 18/2005, art. 33 STABILIZZAZIONI contratti precari

Legge Regionale 18/2005, art. 33 STABILIZZAZIONI contratti precari Legge Regionale 18/2005, art. 33 STABILIZZAZIONI contratti precari D.P.REG. 0237/PRES del 13 dicembre 2013 entrato in vigore il 01.01.2014 REGIMI DI AIUTO (ALTERNATIVI): AIUTI DE MINIMIS : ai sensi del

Dettagli

I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli

I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli AGENDA L ISMEA e le sue attività Il subentro in agricoltura Il riordino fondiario La garanzia fideiussoria 2 ISMEA Articolo 6, comma 5, decreto legislativo

Dettagli

BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE. Periodo 13 giugno settembre 2016

BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE. Periodo 13 giugno settembre 2016 Area Distretto e Ufficio di Piano A S L L e c c o Premesso che: BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE Periodo 13 giugno 2016 9 settembre 2016 La D.g.r. n. 1081 del 12/12/2013

Dettagli

Diritto del Lavoro Novità e aggiornamenti

Diritto del Lavoro Novità e aggiornamenti C o n v e g n o 11 Luglio 2016 Diritto del Lavoro Novità e aggiornamenti Gli incentivi alle assunzioni Dott. Simone Sbrillo Studio Associato Barillari Lapolla Cavalleri Incentivi alle assunzioni Esonero

Dettagli

ANNO 2016/2017 ISCRIZIONE PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA FREQUENZA (CONTRIBUTI ECONOMICI MEDIANTE BUONI SERVIZIO) AL NIDO BIANCANEVE.

ANNO 2016/2017 ISCRIZIONE PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA FREQUENZA (CONTRIBUTI ECONOMICI MEDIANTE BUONI SERVIZIO) AL NIDO BIANCANEVE. ANNO 2016/2017 ISCRIZIONE PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA FREQUENZA (CONTRIBUTI ECONOMICI MEDIANTE BUONI SERVIZIO) AL NIDO BIANCANEVE. Autodichiarazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 Bambin Femmina Maschio

Dettagli

COMUNE DI SAN MINIATO PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI SAN MINIATO PROVINCIA DI PISA PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AI DATORI DI LAVORO PRIVATI AI FINI DELL ASSUNZIONE DI GIOVANI E DONNE DISOCCUPATI E INOCCUPATI Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA ANNO 2011

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA ANNO 2011 LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA ANNO 2011 CIG IN DEROGA Campo di applicazione Imprese industriali Aziende artigiane Imprese del commercio e del terziario Imprese cooperative

Dettagli

Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito R E G O L A M E N TO

Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito R E G O L A M E N TO Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito Art. 1 Finalità R E G O L A M E N TO La Camera di Commercio di Como, nell ambito delle iniziative promozionali

Dettagli

Il regime degli Aiuti di Stato

Il regime degli Aiuti di Stato Le leggi a sostegno dell'imprenditorialità giovanile Relatore: Domenico Rossetto Torino, 6 luglio 2001 Il regime degli Aiuti di Stato MERCATO COMUNE = DIVIETO DI AIUTI (ART. 87-1 TRATTATO) DEROGHE GENERALI

Dettagli

Opportunità di accesso al credito per le nuove imprese

Opportunità di accesso al credito per le nuove imprese Opportunità di accesso al credito per le nuove imprese Maria Paola Cometti Responsabile Settore Promozione Estero Tutela e regolazione del mercato IL FONDO CENTRALE DI GARANZIA PER LE PMI Il Fondo sostiene

Dettagli

Riferimenti normativi

Riferimenti normativi LR 3/2015 (Rilancimpresa) Contributi a sostegno dell autoimprenditorialità nelle situazioni di crisi da attuarsi nella forma cooperativa nel settore manifatturiero e terziario (art. 31) Pordenone, 4 maggio

Dettagli

MICROCREDITO per IMMIGRATI. Modena,

MICROCREDITO per IMMIGRATI. Modena, MICROCREDITO per IMMIGRATI Modena, 16.03.2011 ATAS onlus 1989: Caritas Tridentina, ACLI, Centro Missionario, Trentini nel Mondo 80 soci Mission: Favorire il processo di accoglienza e inclusione sociale

Dettagli

Concorso idee imprenditoriali innovative DGR -Marche n. 1477/2007. Macro obiettivo. Art. 1 Descrizione dell iniziativa

Concorso idee imprenditoriali innovative DGR -Marche n. 1477/2007. Macro obiettivo. Art. 1 Descrizione dell iniziativa Concorso idee imprenditoriali innovative DGR -Marche n. 1477/2007 Scadenza 10 marzo 2008 Macro obiettivo Art. 1 Descrizione dell iniziativa Favorire l inserimento di giovani laureati e laureandi all interno

Dettagli

Il Microcredito in Italia: normativa, evoluzione e prospettive

Il Microcredito in Italia: normativa, evoluzione e prospettive Il Microcredito in Italia: normativa, evoluzione e prospettive Orrick, Herrington & Sutcliffe (Europe) LLP Avv. Luca Benvenuto Associate 9 giugno 2016 Microcredito: fonti normative Decreto Legislativo

Dettagli

Bando Interventi Integrati per l acquisizione di aziende in crisi, di impianti produttivi chiusi o a rischio chiusura

Bando Interventi Integrati per l acquisizione di aziende in crisi, di impianti produttivi chiusi o a rischio chiusura DIREZIONE REGIONALE COMPETITIVITA DEL SISTEMA REGIONALE DIREZIONE REGIONALE COESIONE SOCIALE FINPIEMONTE S.p.A. Bando Interventi Integrati per l acquisizione di aziende in crisi, di impianti produttivi

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA - SPORTELLO COMUNALE PER IL LAVORO TIROCINI FORMATIVI IN EMILIA ROMAGNA SINTESI DELLA LEGGE

COMUNE DI BOLOGNA - SPORTELLO COMUNALE PER IL LAVORO TIROCINI FORMATIVI IN EMILIA ROMAGNA SINTESI DELLA LEGGE Legge regionale n. 7 del 19 luglio 2013 con modifiche della Legge regionale n. 14/2015 Premesse 1) le Regioni hanno competenza esclusiva in materia 2) Legge Fornero > Linee Guida > Accordo Stato-Regioni

Dettagli