REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO DELL ATC PS2

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO DELL ATC PS2"

Transcript

1 Ambito Territoriale di Caccia Pesaro 2 REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO DELL ATC PS2 (Reg. Reg. n. 3/12 e ss. mm. e ii.) Stagione Venatoria

2 ART. 1 Finalità 1. Il presente regolamento recepisce quanto previsto dalla L.R. 7/95 e ss. mm. e ii., dal Regolamento Regionale 23 marzo 2012 n. 3 Disciplina per la gestione degli ungulati nel territorio regionale, in attuazione della legge regionale, 5 gennaio 1995, n. 7 (Norme per la protezione della fauna selvatica e per la tutela dell'equilibrio ambientale e disciplina dell'attività venatoria) (in seguito citato come R.R. 3/12), dalle Direttive per l abilitazione delle figure tecniche approvate con DGR 889 del 18/06/2012 e dai Criteri ed Indirizzi per la Pianificazione Faunistico-Venatoria della Regione Marche. 2. Il presente regolamento è redatto in attuazione dell art. 6, comma 2 lett. e) del R.R. 3/12. ART. 2 La pianificazione territoriale per la gestione ed il prelievo del Cinghiale 1. L ATC PS2, in accordo e congiuntamente con l ATC PS1, sulla base dei Criteri ed Indirizzi per la Pianificazione faunistico-venatoria della Regione Marche, ripartisce il territorio in tre zone omogenee, in conformità a quanto previsto all art. 4 del R.R. 3/2012, e quindi in DG-cinghiale secondo quanto previsto all art. 5 commi 1 e 2 del R.R. 3/2012. Tale pianificazione è riportata in allegato 1) al presente regolamento sino a quando non verrà approvato il Piano faunistico-venatorio della Provincia di Pesaro e Urbino, a seguito del quale tale zonazione sarà realizzata nell ambito del Piano quinquennale dell ATC PS2. 2. Successivamente alle presentazione delle domande delle squadre, dei gruppi di girata e dei selecacciatori di cinghiale, valutati i requisiti degli stessi in base al R.R. 3/12 e al presente regolamento, e svolti i censimenti, l ATC PS2 ripartisce il territorio in UGcinghiale che vengono approvate nell ambito del Piano annuale di gestione. ART. 3 La gestione del Cinghiale 1. Entro i termini previsti dal R.R. 3/12 il Comitato di Gestione dell ATC PS2 approva il Piano annuale di gestione del Cinghiale. 2. Il Piano annuale è redatto in conformità a quanto previsto all art. 6 del R.R. n. 3/12 e ss. mm. e ii. e viene completato con la proposta di disciplinare attuativo per il prelievo del cinghiale che viene trasmesso alla Provincia. ART. 4 Accesso al prelievo del cinghiale 1. Il prelievo del cinghiale è consentito nelle forme disciplinate dal R.R. n. 3/12 e ss. mm. e ii. 2. Le squadre, i gruppi di girata e i selecacciatori che intendono operare la gestione e il prelievo del cinghiale, presentano domanda all ATC PS2 nei termini previsti dal R.R. 3/12 utilizzando esclusivamente l apposita modulistica disponibile presso l ATC medesimo. Le domande presentate oltre i termini previsti o non redatte sull apposita modulistica non sono ammesse. Qualora le domande risultino incomplete o non conformi alle disposizioni previste dal R.R. 3/2012 o dal presente regolamento, l ATC

3 PS2, a mezzo posta, comunica al richiedente il preavviso di diniego di accoglimento della domanda, indicando gli aspetti non conformi della stessa. Il richiedente entro il termine successivo di 15 giorni può conformare la domanda che l ATC PS2 può quindi ammettere o che, in difetto del rispetto dei termini o dei contenuti contestati, può escludere. 3. Eventuali modifiche nella composizione della squadra e dei gruppi di girata richiedenti l accesso potranno essere presentate all ATC PS2 entro i termini previsti dal R.R. 3/12. Le eventuali modifiche non hanno validità relativamente alle caratteristiche della squadra/gruppo di girata per quanto attiene ai requisiti di ammissione e priorità previsti agli articoli successivi. 4. La squadra per poter presentare richiesta di ammissione al prelievo deve avere le seguenti caratteristiche: a) essere costituita da un minimo di trenta ad un massimo di ottanta cacciatori abilitati alla caccia al cinghiale in forma collettiva in possesso della qualifica di cui all art. 2 comma 1 lettera e) del R.R. n. 3/12 e ss. mm. e ii., dei quali: - un caposquadra avente la qualifica di cui all art. 2 comma 1 lettera d) del R.R. n. 3/12 e ss. mm. e ii.; - due sostituti caposquadra in possesso della qualifica di cui all art. 2 comma 1 lettera d) del R.R. n. 3/12 e ss. mm. e ii.; - un operatore addetto al rilevamento biometrico dei capi abbattuti di cui all art. 2 comma 1 lettere i) o ibis) del R.R. n. 3/12 e ss. mm. e ii. Per la Stagione Venatoria 2013/2014 tale figura potrà essere inserita nella compagine della squadra entro il termine del 31 agosto. b) essere costituita da almeno l 80% dei componenti con residenza anagrafica nella Regione Marche; c) presentare la domanda di accesso nel medesimo DG-cinghiale relativa ad almeno 1 selecacciatore di cinghiale. d) disporre di un indirizzo di posta elettronica, per le successive comunicazioni. 5. Ogni gruppo di girata che presenta istanza per l accesso alla gestione e al prelievo in un DG-cinghiale, deve avere le seguenti caratteristiche: a) essere costituito da un minimo di cinque ad un massimo di dieci cacciatori abilitati alla caccia al cinghiale in forma collettiva in possesso della qualifica di cui all art. 2 comma 1 lettera e) del R.R. n. 3/12 e ss. mm. e ii., dei quali: - un conduttore di limiere in possesso della qualifica di cui all art. 2 comma 1 lettera g) del R.R. n. 3/12 e ss. mm. e ii.; - un operatore addetto al rilevamento biometrico dei capi abbattuti di cui all art. 2 comma 1 lettera i) del R.R. n. 3/12 e ss. mm. e ii. Per la Stagione Venatoria 2013/2014 tale figura potrà essere inserite nella compagine del Gruppo entro il termine del 31 agosto. b) essere costituita da almeno l 80% dei componenti con residenza anagrafica nella Regione Marche; c) presentare la domanda di accesso nel medesimo DG-cinghiale relativa ad almeno 1 selecacciatore di cinghiale.

4 d) presentare ausiliari regolarmente abilitati, il cui impiego nell azione di caccia è comunque limitato ad un soggetto. Per la Stagione Venatoria 2013/2014 il cane abilitato potrà essere presentato entro il termine del 31 agosto. 6. Ogni anno, valutati i requisiti di ogni richiedente, l ATC PS2 provvede ad ammettere alla gestione ed al prelievo del cinghiale le squadre, i gruppi di girata ed i selecacciatori sulla base dei posti disponibili e secondo i criteri di priorità stabiliti nei successivi commi. 7. Per la S.V. 2013/2014 nel territorio dell ATC PS2 sono ammessi: a) Le squadre ed i gruppi di girata secondo la ripartizione riportata nella tabella dell allegato 1); b) I selecacciatori di cinghiale che presentano domanda in Zona A e B, secondo la ripartizione in UG definita nel piano annuale di gestione. c) Tutti i selecacciatori di cinghiale ed i Gruppi di girata che presentano domanda per operare nella Zona C). 8. L ATC PS2 ammette per la S.V. 2013/2014 esclusivamente le squadre, omologhe o quelle che si formano per fusione di due o più squadre definite aggregate, che sono state autorizzate dalla Provincia di Pesaro e Urbino nelle stagioni venatorie 2011/2012 e 2012/ E definita squadra omologa, in riferimento al precedente comma, quella che mantiene il 70% dei componenti che costituivano la stessa nelle S.V. 2011/2012 o 2012/ E definita squadra aggregata, in riferimento al precedente comma 8, quella che si forma con almeno il 51% dei componenti di ciascuna squadra che era stata autorizzata nella stagione venatoria 2012/2013. La squadra che si forma per fusione di 2 o più squadre ha diritto di mantenere una superficie dell UG-cinghiale pari ad almeno il 75% del territorio della superficie delle UG-cinghiale in cui era stata precedentemente autorizzata. 11. Le squadre sono ammesse nei DG-cinghiale, nel rispetto dei parametri numerici riportati in allegato 1), secondo i seguenti livelli di priorità: a) Squadre omologhe o aggregate che presentano domanda di operare il prelievo nello stesso DG-cinghiale in cui sono state autorizzate al prelievo nella stagione venatoria precedente all atto di domanda (qualora il territorio oggetto dell UG assegnata nel corso della S.V. precedente ricada in un DG-cinghiale differente sarà considerato il primo livello di priorità). b) Squadre aggregate, che presentano domanda di operare il prelievo in DG-cinghiale differente da quelli in cui sono state autorizzate le due squadre nella stagione venatoria precedente all atto di domanda; c) Squadre omologhe, che presentano domanda per esercitare il prelievo in DGcinghiale diverso da quello in cui erano state autorizzate al prelievo nelle precedenti stagioni venatorie. 12. Vengono ammessi ad operare il prelievo in Zona B i gruppi di girata in base ai seguenti criteri di priorità: a) Gruppi di girata omologhi, ovvero costituiti dal almeno il 70% dei componenti autorizzati nella passata stagione venatoria, che sono stati autorizzati ad operare nel territorio dell ATC PS2 nella S.V. 2012/2013;

5 b) Gruppi di girata costituiti con il maggior numero di componenti con residenza anagrafica nei comuni ricadenti nell ATC PS2; c) Gruppi di girata che siano in possesso di cane limiere abilitato che abbia esercitato l attività di prelievo di cinghiale in girata, sia in attività di caccia che di controllo numerico del cinghiale (ai sensi dell art. 25 della L.R. 7/95), durante la S.V. 2012/2013; d) Gruppi di girata il cui conduttore di limiere sia stato abilitato, a seguito di corsi organizzati dall ATC PS2, con il voto d esame maggiore e a parità di tale requisito quello di età anagrafica più giovane. 13. Qualora una squadra/gruppo di girata/selecacciatore non venga ammesso ad operare nel DG-cinghiale richiesto, per indisponibilità di spazio, l ATC PS2 può prevedere che il soggetto richiedente possa optare per seconde scelte o proporre allo stesso di operare in un altro DG-cinghiale avente capienza. 14. Con il Piano annuale di gestione l ATC PS2 definisce la perimetrazione delle UGcinghiale, in ogni ambito territoriale e rispetto ad ogni tecnica di prelievo. 15. L ATC PS2 provvede ad assegnare in via esclusiva una UG-cinghiale per l intera annata venatoria alla squadra e al gruppo di girata ammessi nei DG-cinghiale. L UG-cinghiale deve avere continuità territoriale e quindi non può essere frammentata in più parcelle non collegate tra loro. 16. Le UG-cinghiale per il prelievo, in forma collettiva, vengono definite attraverso la seguente procedura: a) Le squadre ed i gruppi di girata ammessi ad operare il prelievo in un DG-cinghiale sono chiamati a proporre all ATC PS2 la perimetrazione delle UG e relativa assegnazione. Qualora ci siano una condivisione unanime delle squadre e dei gruppi di girata l ATC PS2 tiene in considerazione la proposta. b) Nei casi in cui le squadre ed i gruppi di girata di un DG non trovino una soluzione condivisa delle UG-cinghiale, l ATC PS2 provvede a definire le UG per l assegnazione alle squadre tenendo conto ponderalmente dei seguenti parametri riferiti alla S.V. 2012/2013: Numero di azioni di caccia effettuate per località; Correttezza nell esecuzione dei censimenti di cinghiale; Numero dei partecipanti alle battute; Sforzo di caccia; Completamento del piano di abbattimento; Valutazione dei danni prodotti dal cinghiale nell UG-cinghiale gestita e liquidati dall ATC PS2; Collaborazione all esecuzione di interventi gestionali previsti nel Piano annuale; Sanzioni e provvedimenti disciplinari subiti. 17. Nell ambito delle UG-cinghiale assegnate alle squadre o ai gruppi di girata, sono definite dall ATC PS2 le UG-cinghiale per il prelievo in forma selettiva. Tali UG non possono avere una superficie inferiore ad ha Sulla base delle richieste che perverranno relativamente alla Zona C, l ATC PS2 può provvedere ad individuare UG-cinghiale che sono assegnate giornalmente ai richiedenti selecacciatori e gruppi di girata ammessi.

6 19. L ATC PS2 completa il presente regolamento, successivamente all istruttoria delle richieste di ammissione degli interessati al prelievo del cinghiale, stabilendo la quota di partecipazione economica delle squadre e dei gruppi di girata. 20. In ogni DG-cinghiale il Comitato di Gestione dell ATC PS2, a proprio insindacabile giudizio, nomina un Responsabile di distretto avente le funzioni previste dal R.R. n. 3/12 e ss. mm. e ii., scegliendolo nell ambito di una rosa di tre nominativi fornita dai capisquadra e conduttori di limiere di ogni DG-cinghiale. I capisquadra e i conduttori di limiere nominano 1 vice capo distretto, facente parte del DG-cinghiale. ART. 5 Modalità di prelievo 1. Il piano di abbattimento è definito con il Piano annuale di gestione del Cinghiale. Le modalità di prelievo, nelle forme consentite, sono definite, oltre che dal calendario venatorio regionale, dal disciplinare attuativo approvato dalla Provincia ai sensi dell art. 8 comma 15bis del R.R. 3/ La squadra/gruppo di girata è tenuto ad eseguire il Piano di Abbattimento (PA) entro i valori minimi e massimi stabiliti su scala di Distretto. I selecacciatori sono tenuti a rispettare l assegnazione personale di capi da abbattere. 3. L ATC PS2, in base ai danni rilevati alle produzioni agricole nel periodo estivo, determina nel Piano annuale di gestione la percentuale minima del piano di prelievo che deve essere realizzato in forma selettiva nei DG-cinghiale, ovvero nelle rispettive UG-cinghiale. ART. 6 Norme di completamento Per quanto non espressamente riportato nel presente regolamento attuativo si rimanda al R.R. 3/12, al Piano annuale di gestione e prelievo del Cinghiale dell ATC PS2 e al disciplinare approvato dalla Provincia.

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NEL TERRITORIO DELL ATC PS2. ( Reg. Reg. n. 3/12 e ss. mm. e ii.)

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NEL TERRITORIO DELL ATC PS2. ( Reg. Reg. n. 3/12 e ss. mm. e ii.) REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NEL TERRITORIO DELL ATC PS2 ( Reg. Reg. n. 3/12 e ss. mm. e ii.) marzo 2013 REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NEL TERRITORIO DELL ATC PS1. (Reg. Reg. n. 3/12 e ss. mm. e ii.)

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NEL TERRITORIO DELL ATC PS1. (Reg. Reg. n. 3/12 e ss. mm. e ii.) REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NEL TERRITORIO DELL ATC PS1 (Reg. Reg. n. 3/12 e ss. mm. e ii.) gennaio 2013 REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER L AMMISSIONE ALLA GESTIONE ED AL PRELIEVO DEL CINGHIALE E DEI CERVIDI NEL TERRITORIO DELL ATC PS2

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER L AMMISSIONE ALLA GESTIONE ED AL PRELIEVO DEL CINGHIALE E DEI CERVIDI NEL TERRITORIO DELL ATC PS2 Ambito Territoriale di Caccia Pesaro 2 REGOLAMENTO ATTUATIVO PER L AMMISSIONE ALLA GESTIONE ED AL PRELIEVO DEL CINGHIALE E DEI CERVIDI NEL TERRITORIO DELL ATC PS2 (R.R. n. 3/12 e ss. mm. e ii., art 6 comma

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NEL TERRITORIO DELL AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AN2

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NEL TERRITORIO DELL AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AN2 REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NEL TERRITORIO DELL AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AN2 (Reg. Reg. n. 3/12 e ss. mm. e ii.) novembre 2014 TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1

Dettagli

Ambito Territoriale di Caccia Macerata 2 "Val di Chienti" Contrada Valleverde, Piediripa di Macerata (MC)

Ambito Territoriale di Caccia Macerata 2 Val di Chienti Contrada Valleverde, Piediripa di Macerata (MC) Ambito Territoriale di Caccia Macerata 2 "Val di Chienti" Contrada Valleverde, 11 62100 - Piediripa di Macerata (MC) Regolamento per la gestione e il prelievo degli ungulati nell'ambito Territoriale di

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E PRELIEVO DEGLI UNGULATI

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E PRELIEVO DEGLI UNGULATI A.T.C. ASCOLI PICENO REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E PRELIEVO DEGLI UNGULATI In attuazione del R.R. n. 3 del 23 marzo 2012 e succ. mod. e int. (art. 6 comma 2 lettera e) STAGIONE VENATORIA 2016/2017

Dettagli

Ambito Territoriale di Caccia Macerata 2 "Val di Chienti" Contrada Valleverde, Piediripa di Macerata (MC)

Ambito Territoriale di Caccia Macerata 2 Val di Chienti Contrada Valleverde, Piediripa di Macerata (MC) Ambito Territoriale di Caccia Macerata 2 "Val di Chienti" Contrada Valleverde, 11 62100 - Piediripa di Macerata (MC) Regolamento per la gestione e il prelievo degli ungulati nell'ambito Territoriale di

Dettagli

BANDO PER L ISCRIZIONE AI CORSI PER IL CONSEGUIMENTO DELLE QUALIFICHE PREVISTE DAL R.R. 3/12

BANDO PER L ISCRIZIONE AI CORSI PER IL CONSEGUIMENTO DELLE QUALIFICHE PREVISTE DAL R.R. 3/12 BANDO PER L ISCRIZIONE AI CORSI PER IL CONSEGUIMENTO DELLE QUALIFICHE PREVISTE DAL R.R. 3/12 L Ambito Territoriale di Caccia PS1 ATC PS1, come previsto dall art. 2 comma 2 del R.R. 3/12 a seguito di approvazione

Dettagli

L AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AN1

L AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AN1 Via Ramazzani, 77/79 60011 Arcevia (AN) Tel. e Fax 0731.9067 http://www.atcan1.it e-mail: info@atcan1.it AVVISO PER L ACCESSO AI CORSI PER L ABILITAZIONE DELLE FIGURE TECNICHE PREVISTE PER LA GESTIONE

Dettagli

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DEI CERVIDI NEL TERRITORIO DELL ATC PS1

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DEI CERVIDI NEL TERRITORIO DELL ATC PS1 Ambito Territoriale di Caccia Pesaro 1 ESTRATTO DEL REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DEI CERVIDI NEL TERRITORIO DELL ATC PS1 (Reg. Reg. n. 3/12 e ss. mm. e ii.) gennaio 2013 TITOLO

Dettagli

GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DEL CAPRIOLO (Capreolus capreolus) RELAZIONE CONSUNTIVA STAGIONE VENATORIA 2013/2014

GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DEL CAPRIOLO (Capreolus capreolus) RELAZIONE CONSUNTIVA STAGIONE VENATORIA 2013/2014 GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DEL CAPRIOLO (Capreolus capreolus) RELAZIONE CONSUNTIVA STAGIONE VENATORIA 2013/2014 La presente relazione è stata redatta dal Dott. Filippo Savelli in veste di tecnico faunistico

Dettagli

A.T.C. TO1 ZONA EPOREDIESE DISCIPLINA DEL PRELIEVO SULLA SPECIE CINGHIALE ZONA B A CACCIA REGOLAMENTATA

A.T.C. TO1 ZONA EPOREDIESE DISCIPLINA DEL PRELIEVO SULLA SPECIE CINGHIALE ZONA B A CACCIA REGOLAMENTATA A.T.C. TO1 ZONA EPOREDIESE DISCIPLINA DEL PRELIEVO SULLA SPECIE CINGHIALE ZONA B A CACCIA REGOLAMENTATA FINALITA 1. Razionalizzare il prelievo e ottimizzare gli abbattimenti; 2. Porre in atto una efficace

Dettagli

Provincia di Benevento Regolamento Provinciale per la Gestione Faunistico Venatoria del Cinghiale - BOZZA -

Provincia di Benevento Regolamento Provinciale per la Gestione Faunistico Venatoria del Cinghiale - BOZZA - Provincia di Benevento Regolamento Provinciale per la Gestione Faunistico Venatoria del Cinghiale - BOZZA - Titolo I - Parte generale Art. 1 - Finalità Il presente regolamento disciplina la gestione faunistica

Dettagli

A.T.C. SV 2 - PONENTE

A.T.C. SV 2 - PONENTE A.T.C. SV 2 - PONENTE PROCEDURE PER LA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA STAGIONE VENATORIA 2016/2017 PREMESSA L'A.T.C. SV 2 in applicazione a quanto disposto dal Regolamento Regionale per la Caccia

Dettagli

Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 ed in particolare l art. 18 concernente le specie cacciabili e i periodi di attività venatoria;

Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 ed in particolare l art. 18 concernente le specie cacciabili e i periodi di attività venatoria; REGIONE PIEMONTE BU17S1 24/04/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 15 aprile 2014, n. 30-7447 Art. 18, legge 11.2.1992, n. 157. Art. 40, comma 2, della l.r. 5/2012. D.G.R. n. 94-3804 del 27.4.2012

Dettagli

CHIEDE per l annualità 2016/2017

CHIEDE per l annualità 2016/2017 L.R. 0/00 - Regolamento per la gestione faunistico - venatoria degli ungulati n /0 e s.m.i. RICHIESTA DI ISCRIZIONE/CONFERMA REGISTRO SQUADRA COLLETTIVA (BRACCATA O GIRATA) E DI ASSEGNAZIONE/CONFERMA ZONA

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrero: Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 e s.m.i.;

A relazione dell'assessore Ferrero: Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 e s.m.i.; REGIONE PIEMONTE BU39S3 25/09/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 22 settembre 2014, n. 16-337 L. 157/1992. L.r. 5/2012. DGR n. 31-7448 del 15.4.2014 e s.m.i.. Approvazione dei piani di prelievo

Dettagli

A.T.C. RN2. Ambito Territoriale di Caccia RN2 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NELL ATC RN2

A.T.C. RN2. Ambito Territoriale di Caccia RN2 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NELL ATC RN2 A.T.C. RN2 Ambito Territoriale di Caccia RN2 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NELL ATC RN2 PROPOSTA DI MODIFICA approvata dal Consiglio dell ATC RN2 in data 19 gennaio 2017 TITOLO

Dettagli

GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DEI CERVIDI

GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DEI CERVIDI GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DEI CERVIDI RELAZIONE CONSUNTIVA STAGIONE VENATORIA 2016/2017 MAGGIO 2017 La presente relazione è stata redatta dal Dott. Filippo Savelli in veste di tecnico faunistico incaricato

Dettagli

CAPO I Disposizioni generali Art. 1 (Oggetto e finalita)

CAPO I Disposizioni generali Art. 1 (Oggetto e finalita) Testo vigente REGOLAMENTO REGIONALE 23 marzo 2012, n. 3 Disciplina per la gestione degli ungulati nel territorio regionale, in attuazione della legge regionale, 5 gennaio 1995, n. 7 (Norme per la protezione

Dettagli

Regolamento Regionale 3/12 e ss. mm. ed ii.

Regolamento Regionale 3/12 e ss. mm. ed ii. Regolamento Regionale 3/12 e ss. mm. ed ii. Disciplina per la gestione degli ungulati nel territorio regionale, in attuazione della legge regionale 5 gennaio 1995, n. 7 (Norme per la protezione della fauna

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE E DELLA ISCRIZIONE DELLE SQUADRE CINGHIALISTE. Art.

REGOLAMENTO INTERNO PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE E DELLA ISCRIZIONE DELLE SQUADRE CINGHIALISTE. Art. REGOLAMENTO INTERNO PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE E DELLA ISCRIZIONE DELLE SQUADRE CINGHIALISTE. Art. 1 Consistenza della Specie Il Comitato di Gestione dell ATC

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrero:

A relazione dell'assessore Ferrero: REGIONE PIEMONTE BU38S1 22/09/2016 Deliberazione della Giunta Regionale 19 settembre 2016, n. 30-3945 L.157/1992. L.r. 5/2012.DGR n. 21-3140 dell'11.4.2016 e s.m.i..approvazione piani di prelievo numerico

Dettagli

Regolamento per la caccia al cinghiale

Regolamento per la caccia al cinghiale Ambito territoriale di Caccia VV 2 Regolamento per la caccia al cinghiale Art. 1 1 Finalità Il presente regolamento, nel rispetto delle norme vigenti, disciplina e pianifica la caccia alla specie del cinghiale.

Dettagli

nato a ( ) il (comune di nascita) (prov.) (data) residente in ( ) (comune di residenza) via N (recapito telefonico) (nome della squadra)

nato a ( ) il (comune di nascita) (prov.) (data) residente in ( ) (comune di residenza) via N  (recapito telefonico) (nome della squadra) COMPILARE IN STAMPATELLO RICHIESTA ISCRIZIONE SQUADRA PER LA CACCIA AL CINGHIALE IN GIRATA (DA COMPILARE A CURA DEL CAPOSQUADRA E CONSEGNARE ALL ATC ENTRO L SETTEMBRE 07) All Ambito Territoriale di Caccia

Dettagli

nato a ( ) il (comune di nascita) (prov.) (data) residente in ( ) (comune di residenza) via N (recapito telefonico) (nome della squadra)

nato a ( ) il (comune di nascita) (prov.) (data) residente in ( ) (comune di residenza) via N  (recapito telefonico) (nome della squadra) COMPILARE IN STAMPATELLO RICHIESTA ISCRIZIONE SQUADRA PER LA CACCIA AL CINGHIALE IN BRACCATA (DA COMPILARE A CURA DEL CAPOSQUADRA E CONSEGNARE ALL ATC ENTRO L 11 SETTEMBRE 2017) All Ambito Territoriale

Dettagli

COMITATO DI GESTIONE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA - ATC PISTOIA 16

COMITATO DI GESTIONE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA - ATC PISTOIA 16 MODULO DI RICHIESTA PER LA PARTECIPAZIONE AI PIANI DI PRELIEVO DEL CERVO IN QUALITA DI OSPITE Il sottoscritto nato il / / a residente a nel comune di (CAP ) via, n Codice Fiscale dichiara: di essere stato

Dettagli

PROVINCIA DI PESCARA SETTORE IV - POLITICHE AMBIENTALI, ENERGETICHE E GENIO CIVILE

PROVINCIA DI PESCARA SETTORE IV - POLITICHE AMBIENTALI, ENERGETICHE E GENIO CIVILE Determina 2013-0003213 del 19/12/2013 Pagina 1 di 5 PROVINCIA DI PESCARA SETTORE IV - POLITICHE AMBIENTALI, ENERGETICHE E GENIO CIVILE Oggetto: Regolamentazione dell'utilizzo del cane da seguita nel periodo

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA D.G.R. N DEL 06/05/2013

REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA D.G.R. N DEL 06/05/2013 AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A.T.C.VC1 VIA VERCELLI 44 13030 CARESANABLOT TEL./FAX 0161 58181 REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA D.G.R. N DEL 06/05/2013

REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA D.G.R. N DEL 06/05/2013 AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A.T.C.VC1 VIA VERCELLI 44 13030 CARESANABLOT TEL./FAX 0161 58181 REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA

Dettagli

DECRETO N Del 05/07/2016

DECRETO N Del 05/07/2016 DECRETO N. 6379 Del 05/07/2016 Identificativo Atto n. 3287 PRESIDENZA Oggetto ATTIVAZIONE DELLA CACCIA DI SELEZIONE AL CAPRIOLO NEL COMPRENSORIO ALPINO DI CACCIA PENISOLA LARIANA, STAGIONE VENATORIA 2016-2017

Dettagli

COMITATO DI GESTIONE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N PISTOIA PROT. N. 308/15 DELIBERA N APRILE 2015

COMITATO DI GESTIONE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N PISTOIA PROT. N. 308/15 DELIBERA N APRILE 2015 COMITATO DI GESTIONE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 16 - PISTOIA PROT. N. 308/15 DELIBERA N. 40 16 APRILE 2015 OGGETTO: QUOTE DI ACCESSO ALLA CACCIA AL CINGHIALE IN BATTUTA, ALLA CACCIA DI SELEZIONE

Dettagli

CAPO I Disposizioni generali

CAPO I Disposizioni generali REGOLAMENTO REGIONALE 23 marzo 2012, n. 3 Disciplina per la gestione degli ungulati nel territorio regionale, in attuazione della legge regionale, 5 gennaio 1995, n. 7 (Norme per la protezione della fauna

Dettagli

ANNATA VENATORIA 2016/2017 VISTO AVVISO PUBBLICO N. 1/2016

ANNATA VENATORIA 2016/2017 VISTO AVVISO PUBBLICO N. 1/2016 ANNATA VENATORIA 2016/2017 Il Comitato di Gestione dell Ambito Territoriale di Caccia CS2, al fine di garantire una corretta ed efficace gestione della caccia nel territorio dei 29 Comuni, VISTO la Legge

Dettagli

Ambito Territoriale di Caccia ASCOLI PICENO Via Salaria Inferiore, Ascoli Piceno

Ambito Territoriale di Caccia ASCOLI PICENO Via Salaria Inferiore, Ascoli Piceno Ambito Territoriale di Caccia ASCOLI PICENO Via Salaria Inferiore, 84 63100 Ascoli Piceno CORSO FORMATIVO per l abilitazione alla figura tecnica di CACCIATORE DI CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA (lett. e),

Dettagli

Schema di Regolamento Regionale Regolamento per la caccia al cinghiale in forma collettiva

Schema di Regolamento Regionale Regolamento per la caccia al cinghiale in forma collettiva Schema di Regolamento Regionale Regolamento per la caccia al cinghiale in forma collettiva Articolo 1 Caccia al cinghiale in forma collettiva 1. La caccia al cinghiale in forma collettiva può essere esercitata

Dettagli

PROVINCIA DI SIENA Area POLITICHE DELL AMBIENTE SERVIZIO RISORSE FAUNISTICHE E RISERVE NATURALI

PROVINCIA DI SIENA Area POLITICHE DELL AMBIENTE SERVIZIO RISORSE FAUNISTICHE E RISERVE NATURALI PROVINCIA DI SIENA Area POLITICHE DELL AMBIENTE SERVIZIO RISORSE FAUNISTICHE E RISERVE NATURALI REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DI CERVIDI E BOVIDI TITOLO I PRINCIPI GENERALI

Dettagli

nato a ( ) il (comune di nascita) (prov.) (data) residente in ( ) (comune di residenza) via N (recapito telefonico) (nome della squadra)

nato a ( ) il (comune di nascita) (prov.) (data) residente in ( ) (comune di residenza) via N  (recapito telefonico) (nome della squadra) COMPILARE IN STAMPATELLO RICHIESTA ISCRIZIONE SQUADRA PER LA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA (DA COMPILARE A CURA DEL CAPOSQUADRA E CONSEGNARE ALL ATC ENTRO IL 20 SETTEMBRE 2016) All Ambito Territoriale

Dettagli

Ambito Territoriale di Caccia RN1 NORME PER LA GESTIONE FAUNISTICA DEL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA. Regolamento interno

Ambito Territoriale di Caccia RN1 NORME PER LA GESTIONE FAUNISTICA DEL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA. Regolamento interno Ambito Territoriale di Caccia RN1 NORME PER LA GESTIONE FAUNISTICA DEL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA Regolamento interno Ultima revisione : Marzo 2014 1 Finalità Il presente Regolamento recepisce integralmente

Dettagli

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DEL CINGHIALE

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DEL CINGHIALE REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO P.zza Dompè,13/A 12045 FOSSANO (CN) C.F. e P.I. 92011130041 e-mail: atc_cn1@libero.it TEL. e FAX 0172/48.83.72 GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DEL CINGHIALE REGOLAMENTO

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE - PER BATTUTA DI CACCIA ALLA VOLPE IN SQUADRA - NEL TERRITORIO DEL C.A. CN 4 Valle Stura. CHIEDE

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE - PER BATTUTA DI CACCIA ALLA VOLPE IN SQUADRA - NEL TERRITORIO DEL C.A. CN 4 Valle Stura. CHIEDE SCHEDA DOMANDA n. 1 AL Presidente del Comprensorio Alpino CN 4 Valle Stura Via Divisione Cuneense, 5 12014 DEMONTE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE - PER BATTUTA DI CACCIA ALLA VOLPE IN SQUADRA - NEL TERRITORIO

Dettagli

L.R. 30/1999, art. 17, c. 2, lett. d) e art. 42, c. 01 B.U.R. 01/03/2000, n. 9

L.R. 30/1999, art. 17, c. 2, lett. d) e art. 42, c. 01 B.U.R. 01/03/2000, n. 9 L.R. 30/1999, art. 17, c. 2, lett. d) e art. 42, c. 01 B.U.R. 01/03/2000, n. 9 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 1 febbraio 2000, n. 030/Pres. Regolamento recante i criteri e le modalità per

Dettagli

DECRETO N Del 29/09/2016

DECRETO N Del 29/09/2016 DECRETO N. 9541 Del 29/09/2016 Identificativo Atto n. 5334 PRESIDENZA Oggetto AUTORIZZAZIONE AL PRELIEVO DI AVIFAUNA TIPICA ALPINA NEI COMPRENSORI ALPINI DI BRESCIA BRESCIA CA1 PONTE DI LEGNO, CA2 EDOLO,

Dettagli

L.R. 6/2008, art. 39, c. 1, lett. g) B.U.R. 29/10/2008, n. 44. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 16 ottobre 2008, n. 0274/Pres.

L.R. 6/2008, art. 39, c. 1, lett. g) B.U.R. 29/10/2008, n. 44. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 16 ottobre 2008, n. 0274/Pres. L.R. 6/2008, art. 39, c. 1, lett. g) B.U.R. 29/10/2008, n. 44 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 16 ottobre 2008, n. 0274/Pres. Regolamento recante criteri per il rilascio dei permessi annuali di caccia

Dettagli

Giunta Regionale della Campania /08/

Giunta Regionale della Campania /08/ DECRETO DIRIGENZIALE AREA GENERALE DI COORDINAMENTO A.G.C. 11 Sviluppo Attività Settore Primario COORDINATORE DIRIGENTE SETTORE Dr. Massaro Francesco Dr.ssa Lombardo Daniela DECRETO N DEL A.G.C. SETTORE

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Durata e validità

Art. 1 Finalità. Art. 2 Durata e validità PROPOSTA DI REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ VENATORIA NELLE AREE CONTIGUE (ZONE DI PRE-PARCO) DEL PARCO DEI LAGHI DI SUVIANA E DEL BRASIMONE PER LE ANNATE VENATORIE 2017/2021 Art. 1 Finalità

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 2 OGGETTO: Approvazione del Disciplinare venatorio regionale per il prelievo del Cinghiale in forma collettiva, braccata e girata, per la stagione venatoria 2016/2017. LA VISTO il documento istruttorio

Dettagli

AVVISO PUBBLICO L A.T.C. ASCOLI PICENO ORGANIZZA UN CORSO PER L ABILITAZIONE ALLA FIGURA TECNICA DI

AVVISO PUBBLICO L A.T.C. ASCOLI PICENO ORGANIZZA UN CORSO PER L ABILITAZIONE ALLA FIGURA TECNICA DI AVVISO PUBBLICO L A.T.C. ASCOLI PICENO ORGANIZZA UN CORSO PER L ABILITAZIONE ALLA FIGURA TECNICA DI Responsabile di distretto per la caccia di ungulati con metodi selettivi Articolo 1 FINALITA Il corso

Dettagli

CORSI DI PREPARAZIONE ALLA GESTIONE FAUNISTICA DI CUI ALLA L.R. N. 8/1994, ART. 16, COMMA 3 E SUCCESSIVE MODIFICHE

CORSI DI PREPARAZIONE ALLA GESTIONE FAUNISTICA DI CUI ALLA L.R. N. 8/1994, ART. 16, COMMA 3 E SUCCESSIVE MODIFICHE (Dalla DGR n. 1104/2005) CORSI DI PREPARAZIONE ALLA GESTIONE FAUNISTICA DI CUI ALLA L.R. N. 8/1994, ART. 16, COMMA 3 E SUCCESSIVE MODIFICHE I corsi vengono istituiti per il controllo delle specie maggiormente

Dettagli

DECRETO N Del 20/07/2016

DECRETO N Del 20/07/2016 DECRETO N. 7145 Del 20/07/2016 Identificativo Atto n. 3802 PRESIDENZA Oggetto AUTORIZZAZIONE DELLA CACCIA DI SELEZIONE AL CAPRIOLO, AL CERVO, AL MUFLONE E DEI RELATIVI PIANI DI PRELIEVO, NEI COMPRENSORI

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrero:

A relazione dell'assessore Ferrero: REGIONE PIEMONTE BU39S1 29/09/2016 Deliberazione della Giunta Regionale 26 settembre 2016, n. 33-3978 Art. 38 l.r. n. 26 del 22 dicembre 2015 "Razionalizzazione dei Comitati di gestione degli Ambiti Territoriali

Dettagli

(R.R. n. 3/12 ss. mm. ii.)

(R.R. n. 3/12 ss. mm. ii.) PIANO ANNUALE DI GESTIONE DEI CERVIDI 2017/2018 (R.R. n. 3/12 ss. mm. ii.) Maggio 2017 PREMESSA Il presente documento costituisce la parte del Piano annuale di gestione degli Ungulati redatto ai sensi

Dettagli

PROVINCIA DI GROSSETO

PROVINCIA DI GROSSETO Disciplinare inerente le modalità tecniche per l allenamento e l utilizzo dei cani da traccia ed il recupero dei capi feriti Regolamento Provinciale per la gestione faunistica e venatoria dei Cervidi e

Dettagli

CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2016/2017. Articolo 1 (Caccia programmata)

CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2016/2017. Articolo 1 (Caccia programmata) CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2016/2017 Articolo 1 (Caccia programmata) 1. Ai fini della razionale gestione delle risorse faunistiche sull intero territorio della Liguria si applica

Dettagli

DISPOSIZIONI PER IL PRELIEVO VENATORIO AL CINGHIALE (Sus scrofa e relativi ibridi) IN REGIONE PIEMONTE

DISPOSIZIONI PER IL PRELIEVO VENATORIO AL CINGHIALE (Sus scrofa e relativi ibridi) IN REGIONE PIEMONTE Allegato A DISPOSIZIONI PER IL PRELIEVO VENATORIO AL CINGHIALE (Sus scrofa e relativi ibridi) IN REGIONE PIEMONTE 1. METODI DI PRELIEVO E SUDDIVISIONE TERRITORIALE 1. La gestione faunistico-venatoria del

Dettagli

DISTRETTI TERRITORIALI DELL'ATC PS1

DISTRETTI TERRITORIALI DELL'ATC PS1 REGOLAMENTO PER L'ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ NEI DISTRETTI TERRITORIALI DELL'ATC PS1 ART. 1 - Validità - Il presente regolamento approvato dal Comitato di Gestione dell'atc PS1 nella seduta del 25 Maggio

Dettagli

visti i commi 2 e 3 dell articolo 40 della l.r. 4 maggio 2012 n. 5 Legge finanziaria per l anno 2012 ;

visti i commi 2 e 3 dell articolo 40 della l.r. 4 maggio 2012 n. 5 Legge finanziaria per l anno 2012 ; REGIONE PIEMONTE BU38S2 /09/14 Deliberazione della Giunta Regionale 16 settembre 14, n. 2-3 L. 7/1992. L.r. 5/12. D.G.R. n. 31-7448 del.04.14 e s.m.i. Approvazione dei piani numerici di prelievo della

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SPECIE CAMOSCIO, CERVO E CAPRIOLO AI DETENTORI DI CARNET "A"

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SPECIE CAMOSCIO, CERVO E CAPRIOLO AI DETENTORI DI CARNET A CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SPECIE CAMOSCIO, CERVO E CAPRIOLO AI DETENTORI DI CARNET "A" ART. 1 (Compiti del Comitato Regionale per la Gestione Venatoria) Il Comitato Regionale per la Gestione Venatoria,

Dettagli

Piano di Prelievo Massimo 1 150 250 2 280 400 3 160 380 4 340 630 5 450 650 6 300 400 B1 160 200. Piano di Prelievo Minimo

Piano di Prelievo Massimo 1 150 250 2 280 400 3 160 380 4 340 630 5 450 650 6 300 400 B1 160 200. Piano di Prelievo Minimo DISCIPLINARE DELL ATC PS1 PER L ESERCIZIO DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA (BRACCATA E GIRATA) E SELETTIVA Le norme riportate nel presente disciplinare devono considerarsi integrative e/o

Dettagli

Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio) e successive modifiche

Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio) e successive modifiche Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio) e successive modifiche e integrazioni; Vista la legge regionale 6 marzo 2008,

Dettagli

b) Densità della specie cinghiale compatibile con le componenti faunistiche; con le attività produttive agricole e con le specie venabili.

b) Densità della specie cinghiale compatibile con le componenti faunistiche; con le attività produttive agricole e con le specie venabili. REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL A.T.C. NOVARA 2 SESIA in esecuzione alla DGR 6 maggio 2013, n. 17-5754 (approvato dal Comitato di Gestione dell ATC NO 2 del

Dettagli

Regolamento per la caccia al Cinghiale in forma collettiva ed indicazioni di gestione faunistica della specie

Regolamento per la caccia al Cinghiale in forma collettiva ed indicazioni di gestione faunistica della specie Provincia di Genova Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti Regolamento per la caccia al Cinghiale in forma collettiva ed indicazioni di gestione faunistica della specie CAPO I Principi Generali

Dettagli

AVVISO PER LA SELEZIONE PUBBLICA DI NUMERO DI N.

AVVISO PER LA SELEZIONE PUBBLICA DI NUMERO DI N. AVVISO PER LA SELEZIONE PUBBLICA DI NUMERO DI N. 373 OPERATORI DI SELEZIONE DA UTILIZZARE NELLE OPERAZIONI PREVISTE NEL PIANO DI CONTROLLO DEL CINGHIALE DEL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO. IL DIRETTORE visto

Dettagli

Ambito Territoriale Caccia VT2

Ambito Territoriale Caccia VT2 Ambito Territoriale Caccia VT2 RICHIESTA ASSEGNAZIONE ZONE AI SENSI DEL DISCIPLINARE DELLA GESTIONE DELLA SPECIE CINGHIALE NELLA REGIONE LAZIO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ (Art. 47 D.P.R.

Dettagli

1) Caccia al cinghiale in area non vocata

1) Caccia al cinghiale in area non vocata Piano per la caccia di selezione al cinghiale nelle aree non vocate alla specie della Provincia di Firenze In attuazione del Piano Faunistico Venatorio Provinciale 2012-2015 1) Caccia al cinghiale in area

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento della caccia al cinghiale

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento della caccia al cinghiale PROVINCIA DI ROMA Regolamento della caccia al cinghiale Adottato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 41 del 13/09/2010 1 REGOLAMENTO DELLA CACCIA AL CINGHIALE NELLA PROVINCIA DI ROMA Art. 34

Dettagli

CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2002/2003

CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2002/2003 ALLEGATO 1 ALLEGATO A CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2002/2003 Articolo 1. (Caccia programmata). 1. Ai fini della razionale gestione delle risorse faunistiche sull intero territorio della

Dettagli

L esercizio venatorio nella stagione 2014/2015, è consentito con le seguenti modalità:

L esercizio venatorio nella stagione 2014/2015, è consentito con le seguenti modalità: ALLEGATO A CALENDARIO VENATORIO PER LA STAGIONE 2014/2015 L esercizio venatorio nella stagione 2014/2015, è consentito con le seguenti modalità: 1) SPECIE E PERIODI DI ATTIVITA' VENATORIA 1.1. Ai fini

Dettagli

MODALITA E PRESCRIZIONI PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI.

MODALITA E PRESCRIZIONI PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI. Provincia di Ravenna Settore Agricoltura Caccia e pesca MODALITA E PRESCRIZIONI PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI. Art 1 Recupero degli ungulati feriti 1. Il recupero degli ungulati feriti, in azione

Dettagli

TITOLO I Principi e disposizioni generali. Art. 1 (Finalità)

TITOLO I Principi e disposizioni generali. Art. 1 (Finalità) Regione Abruzzo Indirizzi generali per la gestione delle popolazioni di cinghiale e principi generali per la gestione delle popolazioni di cervo e capriolo TITOLO I Principi e disposizioni generali Art.

Dettagli

Domanda di costituzione gruppo di girata per la caccia al cinghiale

Domanda di costituzione gruppo di girata per la caccia al cinghiale PRODURRE IN BOLLO Spett.le Servizio Agricoltura Spazio Rurale Flora e Fauna Provincia di Forlì-Cesena Piazza Morgagni 2-47100 Forlì (FC) La domanda di costituzione della squadra deve essere inoltrata al

Dettagli

Determinazione n. 2671 del 05/10/2015

Determinazione n. 2671 del 05/10/2015 PROVINCIA DI GROSSETO FRONTESPIZIO Determinazione n. 2671 del 05/10/2015 IP N 2882/2015 OGGETTO: Disposizioni relativamente al regolamento regionale di attuazione della LRT 3/1994 artt. 88 comma 1, 90

Dettagli

DCP n.36/2010 DCP n.11/2011. REGOLAMENTO DELLA CACCIA AL CINGHIALE (art. 34, comma 13, L. R. n. 17/1995) Art. 1 (Finalità)

DCP n.36/2010 DCP n.11/2011. REGOLAMENTO DELLA CACCIA AL CINGHIALE (art. 34, comma 13, L. R. n. 17/1995) Art. 1 (Finalità) DCP n.36/2010 DCP n.11/2011 REGOLAMENTO DELLA CACCIA AL CINGHIALE (art. 34, comma 13, L. R. n. 17/1995) Art. 1 (Finalità) 1. Il presente regolamento disciplina le modalità di esecuzione della caccia al

Dettagli

Disposizioni per la caccia al cinghiale UDGNC ATC Pistoia stagione venatoria Periodo 1 ottobre - 31 dicembre 2016

Disposizioni per la caccia al cinghiale UDGNC ATC Pistoia stagione venatoria Periodo 1 ottobre - 31 dicembre 2016 Allegato Delibera 79 del 30. 09.2016 Disposizioni per la caccia al cinghiale UDGNC ATC Pistoia stagione venatoria 2016-2017 - Periodo 1 ottobre - 31 dicembre 2016 1. Premessa L'approvazione della L.R.

Dettagli

PRELIEVO VENATORIO DI CINGHIALE NELL AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AN2

PRELIEVO VENATORIO DI CINGHIALE NELL AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AN2 PRELIEVO VENATORIO DI CINGHIALE NELL AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AN2 STAGIONE VENATORIA 2014/2015 (Regolamento Regionale n.3/12 "Disciplina per la gestione degli ungulati nel territorio regionale, in

Dettagli

(approvato con deliberazione consiliare n. 131 del )

(approvato con deliberazione consiliare n. 131 del ) IX SETTORE TUTELA DELL AMBIENTE Area Flora e Fauna REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E PER L ATTIVITA DI CONTROLLO DELLA FAUNA IN SOVRANNUMERO (approvato con deliberazione consiliare n. 131 del 13.12.2004)

Dettagli

Atto Dirigenziale N del 21/03/2012

Atto Dirigenziale N del 21/03/2012 Atto Dirigenziale N. 1088 del 21/03/2012 Classifica: 011.02.01 Anno 2012 (4284281) Oggetto ESAMI PER L ABILITAZIONE ALLA CACCIA DI SELEZIONE DI CAPRIOLO, DAINO, MUFLONE E CERVO DELL APPENNINO, INDIZIONE

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA CACCIA AL CINGHIALE ART. 1 CACCIA A SQUADRE E ZONIZZAZIONE DEL TERRITORIO ASSEGNATO ALLE STESSE.

PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA CACCIA AL CINGHIALE ART. 1 CACCIA A SQUADRE E ZONIZZAZIONE DEL TERRITORIO ASSEGNATO ALLE STESSE. PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA CACCIA AL CINGHIALE ART. 1 CACCIA A SQUADRE E ZONIZZAZIONE DEL TERRITORIO ASSEGNATO ALLE STESSE. 1) Ai fini della caccia al cinghiale, tutto il territorio

Dettagli

PROVINCIA DI ASTI Medaglia d oro al valor militare

PROVINCIA DI ASTI Medaglia d oro al valor militare PROVINCIA DI ASTI Medaglia d oro al valor militare VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO nell esercizio dei poteri della Giunta Provinciale N. meccanografico DL007-3-2013 del 25/01/2013

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE E L ESERCIZIO VENATORIO AL CINGHIALE nella Provincia di SALERNO

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE E L ESERCIZIO VENATORIO AL CINGHIALE nella Provincia di SALERNO (ALLEGATO A) DISCIPLINARE PER LA GESTIONE E L ESERCIZIO VENATORIO AL CINGHIALE nella Provincia di SALERNO ART. 1 La Regione Campania Servizio Territoriale Provinciale di Salerno Ufficio Caccia - disciplina

Dettagli

«Modificazioni ed integrazioni del regolamento regionale 30/11/1999, n. 34 Prelievo venatorio della specie cinghiale».

«Modificazioni ed integrazioni del regolamento regionale 30/11/1999, n. 34 Prelievo venatorio della specie cinghiale». REGOLAMENTO REGIONALE 28 GIUGNO 2006, N. 8 «Modificazioni ed integrazioni del regolamento regionale 30/11/1999, n. 34 Prelievo venatorio della specie cinghiale». BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE UMBRIA N.

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO A CACCIA PROGRAMMATA DELL A.T.C.

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO A CACCIA PROGRAMMATA DELL A.T.C. REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO A CACCIA PROGRAMMATA DELL A.T.C. ART. 1 FINALITÀ Il presente regolamento disciplina la gestione faunistico-venatoria

Dettagli

ATC LUCCA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN BATTUTA

ATC LUCCA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN BATTUTA ATC LUCCA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN BATTUTA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN BATTUTA Art.1 FINALITA Il presente

Dettagli

CINGHIALE PIANO DI GESTIONE E CALENDARIO VENATORIO NELLE AREE NON VOCATE DELLA REGIONE TOSCANA

CINGHIALE PIANO DI GESTIONE E CALENDARIO VENATORIO NELLE AREE NON VOCATE DELLA REGIONE TOSCANA CINGHIALE PIANO DI GESTIONE E CALENDARIO VENATORIO NELLE AREE NON VOCATE DELLA REGIONE TOSCANA PERIODO 2016-2018 1) Introduzione La Legge Obiettivo Ungulati della Regione Toscana, oltre a porre le basi

Dettagli

CAPO I. CALENDARIO VENATORIO PER LE STAGIONI VENATORIE 2008/2009, 2009/2010 e 2010/2011. Articolo 1 (Caccia programmata)

CAPO I. CALENDARIO VENATORIO PER LE STAGIONI VENATORIE 2008/2009, 2009/2010 e 2010/2011. Articolo 1 (Caccia programmata) LEGGE REGIONALE 6 GIUGNO 2008 N. 12 Calendario venatorio regionale triennale e modifiche alla legge regionale 1 luglio 1994, n. 29 (norme regionali per la protezione della fauna omeoterma e per il prelievo

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA

CROCE ROSSA ITALIANA REGOLAMENTO ISTRUTTORI C.R.I. di PROTEZIONE CIVILE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Premessa 1. Al fine di ottemperare ai propri compiti istituzionali, nell ambito delle attività di protezione civile

Dettagli

AMBITI TERRITORIALI DI CACCIA. Approvato dal Consiglio Direttivo dell A.T.C.MO2 nella seduta del Con validità a partire dal

AMBITI TERRITORIALI DI CACCIA. Approvato dal Consiglio Direttivo dell A.T.C.MO2 nella seduta del Con validità a partire dal REGOLAMENTO CACCIA DI SELEZIONE CAPRIOLO DAINO Approvato dal Consiglio Direttivo dell A.T.C.MO2 nella seduta del 12.02.2013 Con validità a partire dal 14.02.2013 1 Art. 1 Obiettivi e finalità Il presente

Dettagli

Comprensorio alpino n. 2

Comprensorio alpino n. 2 Comprensorio alpino n. 2 Arsiero, Laghi, Lastebasse, Pedemonte, Posina, Tonezza, Valdastico Facoltà assentite per la stagione 2014 2015 Caccia specialistica (Punto 2 calendario venatorio Z.A.). In tutte

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL PRELIEVO IN SELEZIONE DEL CINGHIALE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL PRELIEVO IN SELEZIONE DEL CINGHIALE Provincia di TERAMO ATC Salinello ATC Vomano REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL PRELIEVO IN SELEZIONE DEL CINGHIALE In attuazione del Regolamento regionale d Abruzzo 5/2014 (DPRA 27 maggio 2014) TITOLO

Dettagli

DISCIPLINARE PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA S.V. 2014/2015

DISCIPLINARE PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA S.V. 2014/2015 All. 1 alla Delibera del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta n. 309 del 10/10/2014 DISCIPLINARE PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA S.V. 2014/2015

Dettagli

REGOLAMENTO DEGLI ALLEVAMENTI DI FAUNA SELVATICA

REGOLAMENTO DEGLI ALLEVAMENTI DI FAUNA SELVATICA REGOLAMENTO DEGLI ALLEVAMENTI DI FAUNA SELVATICA Approvato con deliberazione Consiliare n. 66 del 30 dicembre 2013 Pag. 1 di 5 ART 1. FINALITA 1. Il presente Regolamento disciplina l allevamento, la detenzione,

Dettagli

L esercizio venatorio, nella stagione 2013/2014, è consentito con le seguenti modalità:

L esercizio venatorio, nella stagione 2013/2014, è consentito con le seguenti modalità: ALLEGATO A La Giunta regionale Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 Visto l art. 11- quaterdecies della legge 2 dicembre 2005, n. 248 Visto l art. 40 della l.r. 4 maggio 2012, n. 5 Vista la D.G.R. n.

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE CACCIA LA SPEZIA. Disposizioni di attuazione del Regolamento regionale per la caccia di selezione agli ungulati CAPRIOLO

AMBITO TERRITORIALE CACCIA LA SPEZIA. Disposizioni di attuazione del Regolamento regionale per la caccia di selezione agli ungulati CAPRIOLO AMBITO TERRITORIALE CACCIA LA SPEZIA Disposizioni di attuazione del Regolamento regionale per la caccia di selezione agli ungulati CAPRIOLO Art. Principi generali. Le presenti Disposizioni di attuazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CORSO DI FORMAZIONE PER CONDUTTORI DI CANE LIMIERE IN GIRATA E OPERATORI DI GIRATA Destinatari del corso

AVVISO PUBBLICO CORSO DI FORMAZIONE PER CONDUTTORI DI CANE LIMIERE IN GIRATA E OPERATORI DI GIRATA Destinatari del corso ATCFR1 L A.T.C.FR/1 intende effettuare il corso di cui al seguente AVVISO che, stante la ristrettezza dei tempi, viene pubblicato in data odierna e fatta salva l autorizzazione da parte della Regione Lazio.

Dettagli

A.T.C. RN2. Ambito Territoriale di Caccia RN2 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NELL ATC RN2

A.T.C. RN2. Ambito Territoriale di Caccia RN2 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NELL ATC RN2 A.T.C. RN2 Ambito Territoriale di Caccia RN2 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NELL ATC RN2 Dicembre 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 Finalità 1. Il presente regolamento recepisce

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 1 POTENZA Via Umberto I, Rionero in Vulture Tel. 0972/ Fax: 0972/724856

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 1 POTENZA Via Umberto I, Rionero in Vulture Tel. 0972/ Fax: 0972/724856 AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 1 POTENZA Via Umberto I, 10 85028 Rionero in Vulture Tel. 0972/724605 - Fax: 0972/724856 ===================== ANNO 2015 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA

Dettagli

Zona Svantaggiata Kg. CONSEGNE

Zona Svantaggiata Kg. CONSEGNE Allegato alla Delib.G.R. n. 47/6 del 28.11.2012 Criteri per la riassegnazione ai produttori sardi, dei quantitativi di quota di Kg. 529.244 disponibili per la campagna 2013/2014 derivanti dalla riserva

Dettagli

Disciplinare inerente le modalità tecniche per l allenamento e l utilizzo dei cani da traccia ed il recupero dei capi feriti

Disciplinare inerente le modalità tecniche per l allenamento e l utilizzo dei cani da traccia ed il recupero dei capi feriti Disciplinare inerente le modalità tecniche per l allenamento e l utilizzo dei cani da traccia ed il recupero dei capi feriti Regolamento Provinciale per la gestione faunistica e venatoria dei Cervidi e

Dettagli

Allegato A) al decreto n.

Allegato A) al decreto n. Modalità di presentazione le istanze finalizzate alla sottoscrizione di accordi di collaborazione tra Comuni e Regione Lombardia (art. 6, l.r. n. 28/ 2004) PREMESSA La Regione Lombardia con la legge regionale

Dettagli

Indicare con O + numero i punti di appostamento, e con X + lettera i relativi posti auto

Indicare con O + numero i punti di appostamento, e con X + lettera i relativi posti auto DISTRETTO DI CACCIA DI SELEZIONE Stagione Venatoria ATC 15-7 Area Omogenea 8 Sottozona 1 ATC 15 - maggio 2015 1 2 4 ATC 15-7 Area Omogenea 8 Sottozona 2 1 2 1 3 4 ATC 15-7 Area Omogenea 8 Sottozona 3 2

Dettagli