CIO meets CMO. Osservazioni, idee, proposte per affrontare il Digital Marketing.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIO meets CMO. Osservazioni, idee, proposte per affrontare il Digital Marketing."

Transcript

1 CIOsummit 2013 CIO meets CMO Osservazioni, idee, proposte per affrontare il Digital Marketing. Realizzato con i contributi di alcuni CIO dell Advisory Board di CIONET Italia.

2 Sommario 2 CIO meets CMO. Avviamo una conversazione che crediamo sarà fruttuosa... 3 Enzo Bertolini, Group s CIO, Ferrero... 4 Maurizio Brianza, Direttore Sistemi Informativi, bticino... 5 Dario Castello, CIO, settore Automotive... 6 Stefano Catellani, Direttore ICT, Caprari... 7 Paolo Daperno, CIO & Business Process Director, illycaffè... 8 Mara Maffei, Manager ICT, Heineken Italia... 9 Paolo Magnani, Vice President IT, Italy & Head of IT LifeScience & HealthCare Sector, Europe, DHL Supply Chain Italy Donatella Paschina, CIO, settore Fashion & Retail Luigi Pignatelli, ICT Manager, Carl Zeiss Italia Adriano Riboni, CIO, Sanofi Aventis Italia Nicola Rivezzi, IT Manager, Metropolitana Milanese... 14

3 CIO meets CMO Avviamo una conversazione che crediamo sarà fruttuosa 3 Con oltre una decina di miliardi di Euro spesi nel nostro Paese in pubblicità online, vi è più di un valido motivo per ottimizzare e giustificare questa spesa, soprattutto quando le stesse imprese sono alle prese con una profonda trasformazione digitale i cui effetti non si sono ancora del tutto rivelati: tra ripensare il valore dei clienti e creare nuovi modelli operativi risulta difficile delineare con precisione vantaggi e nuove opportunità di differenziazione. Una questione decisiva è il modello ottimale di go-to-market. Il moltiplicarsi dei social media e dei canali online/mobile attraverso cui è possibile raggiungere clienti e consumatori richiede l impiego di modalità e supporti nuovi, la capacità di raccogliere informazioni comportamentali più sofisticate, lo shift di risorse dai programmi abituali ai programmi per creare offerte personalizzate sulle necessità dei singoli individui. Inoltre qualsiasi mercato richiede più velocità nell azione, di tenere il passo dei consumatori online, di affermare in modo virale i propri prodotti e servizi, di acquisire su base contestuale e a costi minori i clienti più promettenti. Il nuovo marketing, che con più precisione chiamiamo Digital Marketing allorché lo collochiamo nel nuovo scenario determinato da Internet, introduce una nuova generazione di CMO alle prese con nuove discipline, practice ed investimenti diretti a esplorare al meglio le opportunità dell online. Poco importa se oggi questi investimenti, a causa del perdurare della crisi economica, sono molto lontani dai grandi budget di un tempo: Chief Marketing Officer e Digital Marketing Officer stanno facendo l esperienza necessaria per costruire un reale vantaggio competitivo nello scenario di domani, quando il consumatore sarà perfino più esigente, sempre più digital e certamente mobile. Fatto importante, tutta la prima linea di management sta traguardando attentamente il Digital Marketing come mossa strategica. Mentre aumentano budget e risorse allocate su questa opportunità e, contemporaneamente crescono le aspettative di ROI, anche la storica riluttanza del CMO a fare leva sull IT aziendale si va smorzando. In prospettiva la strada sembra essere quella della collaborazione, ma non abbiamo fatto che pochi passi e, in parecchi casi, non siamo ancora partiti I CIO di CIONET incontrano nel loro summit annuale i CMO e hanno preparato un loro documento ricco di osservazioni, idee e proposte per affrontare insieme il Digital Marketing. In questo breve Insight sono riportati fedelmente i contributi espressi da alcuni dei CIO dell Advisory Board italiano: uno stimolo per tutti ad iniziare una conversazione che crediamo sarà fruttuosa e che certamente non si esaurisce qui. Alfredo Gatti, Managing Director CIONET Italia

4 Enzo Bertolini 4 Group s CIO Ferrero Presidente dell Advisory Board di CIONET Italia I tratti caratteristici della strategia digitale di un impresa credo possano assumere peculiarità diverse in funzione dello specifico settore di mercato in cui si opera, delle caratteristiche specifiche di integrazione tra azienda e consumatore, del livello di maturità e di predisposizione di ciascun mercato al mezzo digitale. Qui faremo riferimento all esperienza specifica vissuta in un contesto di Fast Moving Consumer Goods. Il compito a cui sono chiamati il CMO ed il CIO è quello di ottimizzare e rendere efficaci nel loro complesso driver e vettori di forze che tendono a disporsi in un radar alquanto allargato. Si dovrà portare a sintesi fenomeni che tendono a contrapporre esigenze antitetiche: Locale vs Globale, Sperimentazione vs Efficienza, Contenuto vs Piattaforma, Nicchia vs Fattore di scala, Ampiezza del target vs Intensità del contatto, il tutto in un contesto di esperienze che mutano drammaticamente l orizzonte temporale in cui maturano o tendono a manifestarsi. L esperienza dei media televisivi che dispiegano la loro valenza in un arco temporale ormai cinquantennale e quella dei media digitali che si rincorrono e sostituiscono con periodicità non superiore ai cinque anni. Anche il modello comunicativo cambia radicalmente, passando da una comunicazione ufficiale di tipo broadband, dall azienda al consumatore, ad un modello dove l esperienza e la voce del singolo si fanno valore di testimonianza e trust nei confronti della comunità dei pari, e dove proprio la capacità di ascolto del dialogo in rete diviene valore per l azienda. In un tale contesto di complessità e velocità delle mutazioni, far leva sulle specifiche competenze di professionalità diviene essenziale e mandatorio, secondo un paradigma un po schematico che tenderei a riassumere così: contenuti e consumer experience nelle responsabilità del CMO, piattaforme e modelli di delivery nelle responsabilità del CIO. Interagire per massimizzare il risultato verso il consumatore

5 Maurizio Brianza Direttore Sistemi Informativi bticino 5 Le nuove opportunità offerte dall IT si sono diffuse molto rapidamente tra i nostri dipendenti e tra i nostri clienti e fornitori. I primi molto spesso possiedono tecnologie più progredite di quelle fornite come dotazione aziendale ed i secondi talvolta dimostrano un utilizzo più smart di tali nuove opportunità. Questo mutato scenario impone ai CEO un cambio di focus nell utilizzo dell IT. Dalla tradizionale ottimizzazione dei processi interni, abbinata a qualche rinnovato meccanismo di customer engagement, alla formulazione di una vera e propria strategia digitale d impresa. Questa corretta impostazione, più visibile nelle aziende Hi-Tech, Fashion e Finance/Banking, non sempre trova riscontro nelle aziende più tradizionali e rivolte al B2B dove vengono privilegiate iniziative specifiche di Customer Care, di e-commerce e di Comunicazione Digitale. Ne consegue un approccio a silos funzionali non sempre coordinati tra loro, con elementi mancanti o trascurati, con duplicazioni di iniziative e soprattutto con il grave rischio di non gestire correttamente la relazione con il mondo esterno all impresa. La valutazione della maturità di una impresa nella definizione della propria Strategia Digitale necessita dell analisi di alcuni fattori chiave: Vision ovvero lo scenario futuro di business, Engagement e Motivazione ai vari livelli aziendali, Governance per garantire il coordinamento di tutte le iniziative digitali e Risorse e Competenze adeguate in numero e competenze per gestire i nuovi processi. Come può il CIO contribuire alla crescita della Maturità Digitale d Impresa? Non certo come un tradizionale progetto ERP. E necessario un approccio nuovo. Rapidità e flessibilità di risposta insieme a competenze tecnologiche in frenetica evoluzione, impongono oggi al CIO un ruolo di promotore, di advisor e di aiuto alla Governance del processo di trasformazione in corso. Il nuovo scenario impone ai CEO un cambio di focus nell utilizzo dell IT

6 Dario Castello 6 Chief Information Officer settore Automotive I clienti sono sempre più connessi: sfruttano i canali digitali per ricercare e comparare informazioni, interagire con le aziende o diffondere informazioni sui brand e prodotti tramite il mondo dei social network e per effettuare transazioni di business. E nel futuro questa tendenza si amplificherà ancora. Ogni cliente si aspetta un trattamento disegnato sulle proprie esigenze personali poichè oggi questo è possibile attraverso il corretto utilizzo delle tecnologie informatiche. La pressione crescente sulle organizzazioni IT purtroppo non sempre consente di dare la giusta priorità ed attenzione alle richieste del Marketing, che spesso decide di impostare le proprie soluzioni in autonomia, in questo a volte aiutati dai fornitori di tecnologie che intravedono un canale alternativo per conquistare spazi nelle aziende clienti. Un rapporto di Gartner prevede addirittura che nel 2015 il CMO controllerà una spesa in tecnologia maggiore rispetto al CIO, tanto da porre la questione se il CMO sarà il prossimo CIO. Ma l approccio individualistico del Marketing si rivela spesso poco efficace e di breve respiro, mancando di quella visione complessiva e di completa integrazione con tutti i processi aziendali che solo una salda collaborazione tra CMO e CIO può garantire. Solo questa alleanza rende possibile la costruzione di una strategia di Marketing Digitale veramente completa (dal CRM al B2C, dal mondo social alla brand reputation) associata ad una roadmap tecnologica, con al centro il cliente ed il disegno congiunto di una user experience coerente con gli obiettivi di business. L atteggiamento collaborativo deve andare oltre i problemi che possono nascere dalle reciproche competenze tradizionali e che minacciano la corretta esecuzione della strategia stessa, mettendo anche in atto forme organizzative miste IT e Marketing che sappiano lavorare con confini di responsabilità sempre più labili (ad esempio le impostazioni grafiche e la realizzazione tecnica). In definitiva solo una partnership reale tra CMO e CIO può veramente orientare le risorse aziendali verso la piena soddisfazione dei clienti digitali e tradizionali attraverso i vari canali di contatto. Il CMO sarà il prossimo CIO?

7 Stefano Catellani Direttore Information & Communication Technology Caprari 7 Nella specifica realtà di un azienda che progetta e costruisce beni industriali durevoli, il CMO è il trait-d union tra il mondo esterno e l azienda stessa. Cura l immagine aziendale, raccoglie e distribuisce le informazioni in forma strutturata ai reparti interni e distribuisce le informazioni all esterno. Per fare questo ha bisogno di strumenti, che in ambito digitale, sono specifici, come il sito web istituzionale e il sistema di gestione dei contenuti (CMS), sia condivisi con le altre Direzioni, come l ERP, il sistema di gestione documentale (DMS) e il portale che raccoglie le web application. Compito fondamentale del CIO è fornire tali strumenti, spesso prevedendo in anticipo un esigenza ancor prima che si manifesti palesemente, e garantirne il funzionamento: governare la tecnologia per consentire sviluppo, espansione e controllo del business. Trattandosi di ruolo trasversale, la relazione tra CIO e CMO è quindi molto simile a quella che intercorre con gli altri C-Level. Siamo a Modena, terra di motori ed è lecito un paragone con il mondo automobilistico: il CIO mette a disposizione la vettura, ne cura la manutenzione e l efficienza, la prepara al percorso da seguire arrivando a sostituirla se necessario, insegna le tecniche di guida. Al CMO è lasciato l onere di comprendere la vettura, il suo comportamento sul tracciato e proporre le modifiche di assetto. Va da sé che intesa e collaborazione sono i fattori chiave di successo tra collaudatore e team manager. Intesa e collaborazione come tra collaudatore e team manager

8 Paolo Daperno 8 CIO & Business Process Director illycaffè Focus sui clienti, sui consumatori e capacità di agire, costituiscono i cardini della strategia IT in illycaffè. Da qualche anno l azienda sviluppa una attenta relazione digitale con il consumatore sia in termini di comunicazione, sia in termini di relazione commerciale con la vendita diretta del sistema iperespresso attraverso l e-commerce ed il retail. La relazione tra il CMO e il CIO parte dall assunto che la comunicazione e l esperienza del consumatore sono affidate al CMO. Gli strumenti digitali, la loro adozione e le loro integrazioni, anche nei processi di business, sono invece responsabilità del CIO. Nulla di diverso dalle altre aree di business, se non il fatto che CIO e CMO mai come oggi sono stati così vicini. Una sana relazione che permette al CIO di comprendere le esigenze del CMO e di mettere a disposizione le sue competenze e il suo team in vista di un obiettivo comune. Il CIO deve però essere un passo avanti nella conoscenza degli strumenti disponibili e saper guidare il CMO tra le soluzioni che la tecnologia mette a disposizione, cogliendo le opportunità che questa può offrire anche in termini di economie di scala su piattaforme che altrimenti sarebbero costose ed ingovernabili, come di fronte a più digital business owner e CMO divisionale/geografico. Se il CIO non sa ricoprire questo ruolo, il CMO cercherà aiuto all esterno impoverendo così l azienda dei positivi effetti sinergici che la collaborazione tra IT e Marketing, concorre a far nascere. Una raccomandazione però: il CIO deve seguire l agenda, a volte fortemente stagionale, del CMO nello sviluppo e nel rilascio delle piattaforme, combinando momenti di forte sviluppo a momenti di manutenzione, soprattutto quando il mondo digital è parte del processo di vendita on e off line. La nuova relazione tra il CIO ed il CMO può costituire un cambio di equilibro e solo un reciproco rispetto dei ruoli può evitare una situazione di contrapposizione. Il CIO deve seguire l agenda del CMO

9 Mara Maffei Manager ICT Heineken Italia 9 Fino a non molto tempo fa il modello di relazione tra Marketing ed IT era pressoché paragonabile a quello di due pianeti appartenenti a galassie diverse; i mezzi a disposizione non consentivano di affrontare il viaggio per avvicinare gli uni agli altri. Nemmeno l arrivo di Internet, Second Life e similari fu sufficiente a stabilire una conversazione: gli uni, novelli esploratori, impegnati ad invadere i nuovi pianeti attraverso l ausilio dei soliti compagni di viaggio (agenzie media e creativi di ogni specie), gli altri invischiati nell ennesimo progetto ERP, senza mai sintonizzare le antenne verso nuovi idiomi che pervadevano l etere. Poi sono arrivati, insieme alla peggiore crisi dal secondo dopoguerra, FB, Twitter, smartphone e tablet: che occasione! Di necessità virtù, il dialogo si è avviato definendo pragmaticamente un percorso di collaborazione, dove l IT mette a disposizione le proprie competenze di base, delivery di piattaforme, gestione dei provider, etc., mentre il Marketing si focalizza sui contenuti e sui consumatori, ed entrambi si coalizzano per ottimizzare i costi. Come in tutte le relazioni, la durata dipende dalla capacità di crescere insieme. Per l IT la sfida consiste nell accrescere le proprie competenze e capacità di agire in contesti poco strutturati ed in rapido cambiamento: quasi una rivoluzione. CIO e CMO... se son rose fioriranno

10 Paolo Magnani 10 Vice President IT, Italy & Head of IT LifeScience & HealthCare Sector, Europe DHL Supply Chain Italy Nel settore dei Servizi Logistici in cui operiamo, la collaborazione tra CIO e CMO è imprescindibile. Di fatto, la logistica è connaturata ad un forte elemento di pragmatismo: il cuore dell offerta è la costanza e la concretezza che ci permette di avere delle Operations efficienti ed efficaci, a cui unire una solida proposta di Servizi a Valore Aggiunto. Le politiche di Marketing sono costruite su questi concetti fondamentali e di conseguenza la collaborazione IT Marketing è già declinata all interno della nostra offerta di business. Il CIO ha l importante compito di supportare in maniera proattiva il posizionamento della nostra offerta per tutto quanto attiene agli aspetti di Information Technology. Avendo il comune focus sull offerta dei nostri servizi la collaborazione CIO-CMO si sviluppa su diversi ambiti e livelli tra i quali, l analisi di posizionamento del brand e dei competitor sul canale digital, la pianificazione congiunta dei principali canali obiettivo, l elaborazione ed esecuzione di attività di marketing digitale (es banner), il controllo e l analisi statistica dei click, la gestione e il continuo sviluppo del CRM. In un mondo sempre più digitale, come quello attuale, la collaborazione tra le due funzioni non solo si rafforza ma supera il concetto di relazione IT-Operations divenendo IT-Operations-Marketing. Di fatto l IT del provider logistico può posizionarsi come supplier IT del committente e la risultante della collaborazione tra CIO e CMO è una consistente strategia focalizzata su dove e come competere e costruita su solidi pilastri tecnologici. Imprescindibile una collaborazione tra CIO e CMO

11 Donatella Paschina Chief Information Officer settore Fashion & Retail 11 Allineamento, integrazione e cooperazione fra le Linee di Business e la funzione Sistemi Informativi sono da sempre i principali fattori di successo nel perseguimento degli obiettivi aziendali. La leva informatica si aggiunge infatti alle usuali leve aziendali degli investimenti e delle risorse umane. L avvento della Consumerizzazione dell IT e di conseguenza dei numerosi canali digitali di contatto con il consumatore finale e con gli stakeholder aziendali ha comportato il necessario presidio da parte delle funzioni Marketing aziendali dei canali tecnologici di comunicazione: web, social network, mobile, digital media e molto altro ancora. Questo scenario evolutivo della funzione Marketing non fa prescindere dalla usuale necessaria cooperazione fra Business e IT, ma anzi la avvalora ulteriormente. I nuovi e numerosi canali e piattaforme di comunicazione digitale permettono la raccolta delle informazioni, erogano servizi a valore aggiunto al cliente e al tempo stesso, restituiscono secondo lo schema 2.0 preziose informazioni qualitative e quantitative. Nuove professionalità devono essere inserite in azienda, rese disponibili sul mercato del lavoro da una crescente proposta formativa da parte degli Istituti Universitari. Professionalità che prevedono una forte alfabetizzazione informatica e la capacità di utilizzo di strumenti avanzati di comunicazione, unite ovviamente alle tecniche di comunicazione e relazione proprie del Marketing. Quindi utenti avanzati di sistemi aziendali integrati con piattaforme digitali di comunicazione. CIO e CMO insieme sono chiamati a formulare la strategia di posizionamento dell azienda sui diversi canali digitali, introducendo la necessità dei nuovi sistemi e servizi informativi che rendano disponibili i contenuti da erogare attraverso quei canali, per creare e trarre valore dalla relazione diretta con il cliente. CIO e CMO insieme per creare valore

12 Luigi Pignatelli 12 ICT Manager Carl Zeiss Italia Dopo decenni di quasi anarchia informatica delle direzioni marketing, di scarso dialogo con i sistemi informativi aziendali, di terziarizzazione massiccia delle soluzioni tecnologiche e di fuori controllo dalla Governance IT, negli ultimi anni i CMO hanno dovuto affrontare nuove metodologie comunicative conseguenti alla diffusione dei socal media, che integrate alle molteplici piattaforme tecnologiche disponibili, sono state foriere di una profonda complicazione nella comprensione e gestione delle relative evoluzioni ed innovazioni. Questa crescente difficoltà, ha contribuito positivamente a creare un nuovo e più stabile canale collaborativo con il dipartimento IT e le sue diverse funzioni. Parallelamente, come conseguenza dell evoluzione dei modelli organizzativi, è aumentata la penetrazione di nuovi modelli di governo dell Information Technology, in cui le funzioni di business (Marketing incluso) assumono un ruolo attivo nell identificazione, approvazione e controllo di strategie ed investimenti IT. Il CMO diventa quindi un importante stakeholder per il CIO, il quale per converso assume per il CMO l importante ruolo di esperto e advisor tecnologico, un alleato e insieme un facilitatore per integrare al meglio le moderne tecnologie nei propri processi di funzione ed aziendali. L avvento dei social media, il crescente ricorso alle Apps in mobilità e l utilizzo avanzato di tool innovativi come l augmented reality e il geomarketing avanzato, hanno gettato le basi per una nuova relazione fra Marketing e IT, generando nuovi ruoli e funzioni di business, la cui estrazione è spesso di origine IT. E il caso dei Chief Digital Officer, Social Media Manager, New Media Manager, per i quali la conoscenza di software e tecnologie, diventa una leva fondamentale se coniugata a grandi competenze di comunicazione. Solo risvolti positivi dalla nuova relazione CIO CMO per la crescita e il successo di business dell impresa. Il CMO è un importante stakeholder per il CIO

13 Adriano Riboni Chief Information Officer Sanofi Aventis Italia 13 Il ruolo del CIO cambierà definitivamente nel corso dei prossimi anni, forse non esisterà più come lo si intende ora e sarà un ruolo sempre più integrato con il Business. Il mio slogan: non solo Business Partner ma Parte del Business, è confermato continuamente. Nelle Società Farmaceutiche il modo di fare Marketing è radicalmente cambiato, anche se ovviamente più che di Marketing si tratta di Informazione Scientifica. La comunicazione è stata ripensata e re-ingegnerizzata in funzione delle nuove tecnologie e dei nuovi strumenti e canali di comunicazione. L obiettivo è sfruttare al massimo le possibilità dei nuovi device, le opportunità offerte di comunicazione e personalizzazione del messaggio in funzione dell interlocutore, delle capacità comunicative e delle tecniche dell Informatore Scientifico, fino ad arrivare ad un CLM (Close Loop Market), dove tutte le informazioni, raccolte dai vari canali, modificano ed incidono sulle successive informazioni che si presenteranno. Nella preparazione del materiale informativo, il responsabile Marketing ha imparato a lavorare a stretto contatto con le persone dell IT, perché solo dalla collaborazione tra IT e Marketing è possibile costruire un prodotto ad alto contenuto scientifico e tecnico, in grado di sfruttare le opportunità offerte dalle nuove tecnologie e migliorare l efficacia dei processi. Stiamo assistendo anche ad una crescita dei colleghi del Marketing, ad un nuovo modo di pensare, ad una nuova consapevolezza sul ruolo dell IT. Le due funzioni oggi sono parte integrante di un mondo, che solo fino a due anni fa, non aveva quasi nessun contatto reciproco se non per l accesso ai dati statistici. Ora anche il Marketing riconosce che la collaborazione con i colleghi dell IT è essenziale per costruire insieme una strategia vincente. IT e Marketing, un matrimonio ancora giovane ma che ha buone basi per durare nel tempo. Il CMO riconosce che la collaborazione con il CIO è essenziale

14 Nicola Rivezzi 14 IT Manager Metropolitana Milanese Il ruolo del CMO e del CIO è molto influenzato dal settore di mercato in cui si opera e dal contesto competitivo di riferimento. La strategia digitale di un impresa è necessariamente più o meno importante e sviluppata in funzione di questi fattori, non ultimo la sensibilità stessa del CIO e del CMO verso le opportunità offerte dal Digitale. Qui faremo riferimento all esperienza specifica vissuta in un azienda del settore dei servizi al cittadino nell ambito dell Ingegneria e della gestione del Servizio Idrico Integrato. Trattandosi di società che opera in un contesto di mercato non libero, la strategia digitale del CMO e del CIO non dovrebbe essere indirizzata all acquisizione di nuove quote di mercato quanto piuttosto al miglioramento dei servizi offerti al cittadino. Numerose in tal senso le opportunità offerte dal mondo digitale, sebbene il mercato dei servizi al cittadino per il momento sembra essere poco interessato e sensibile al tema. Il primo ostacolo però che questo tipo di aziende incontra è la scarsa abitudine a definire una precisa strategia di Marketing; per alcune di esse non esiste ancora la figura del CMO. Il CIO trova come unico interlocutore il Responsabile delle Relazioni Esterne, che spesso è poco sensibile alle tematiche digitali e alle opportunità che il Digitale offre. Per superare le difficoltà che rischiano di tenere le imprese del settore in stallo, il CIO deve per prima cosa impegnarsi in un opera di sensibilizzazione dei vertici aziendali e dei colleghi delle altre Direzioni sulle opportunità offerte dal Marketing digitale. Definire poi insieme al CMO (ove esistente) una adeguata strategia di Marketing per migliorare i servizi al cittadino, quindi partecipare alla definizione del piano di implementazione della strategia di Marketing, sfruttando tutte le opportunità offerte dal Digitale. Una leva per migliorare i servizi al cittadino

15 15 CIONET è la business community internazionale di Top CIO più numerosa e attiva in Europa con oltre utenti registrati, presente in Belgio, Olanda, Spagna, UK, Francia, Italia, Norvegia, Germania, Portogallo, Svezia e Lussemburgo. Quale Business Community di alto profilo, CIONET è focalizzata sui temi dell IT e dell Innovazione. Operativa in un contesto internazionale, CIONET assicura ai suoi membri un ambiente dedicato, specializzato ed esclusivo, idoneo a costruire relazioni, condividere esperienze ed idee per giocare da protagonisti la sfida con il What s next. L Advisory Board, il gruppo ristretto di Top CIO, referenti di spicco, opinion leader e influencer riveste un ruolo preminente nella conduzione del programma di CIONET in Italia. Analogamente un Advisory Board Euro peo condivide il programma internazionale e le relazioni con la Comunità Europea. Il lancio di CIONET in Italia è avvenuto nel mese di giugno Ad Aprile 2013 la community italiana conta 525 CIO di aziende Top e Medio Grandi in Italia. Italia CIONET Group Canale CIONET ITALIA

16 SI RINGRAZIA PREMIUM BUSINESS PARTNER BUSINESS PARTNER CIOsummit GOLD BUSINESS PARTNER CIOsummit SILVER BUSINESS PARTNERS RESEARCH PARTNER NETWORK PARTNER CIONET Italia srl - Viale Bianca Maria Milano - tel PUBBLICAZIONE FUORI COMMERCIO

NEXTVALUE 2014. Presentazione

NEXTVALUE 2014. Presentazione NEXTVALUE 2014 Presentazione NEXTVALUE 2014 CALENDARIO ATTIVITA E-commerce in Italia. Aziende e Operatori a confronto. End-user Computing in Italia. What s next. Information Security Management in Italia.

Dettagli

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace CORPORATE GOVERNANCE Implementare una corporate governance efficace 2 I vertici aziendali affrontano una situazione in evoluzione Stiamo assistendo ad un cambiamento senza precedenti nel mondo della corporate

Dettagli

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano.

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. di: Enrico MASTROFINI Ottobre 2004 Nella formulazione iniziale del Piano Ict sono di solito inseriti

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE AS HIO N LUXURY Internet e customer engagement omnichannel stanno trasformando le strategie dei grandi brand del mercato Fashion

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO di Massimo Lazzari e Davide Mondaini (*) L evoluzione rapida e irreversibile dei contesti di riferimento in cui le aziende si

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

DON T FORGET TO LOOK AROUND YOU

DON T FORGET TO LOOK AROUND YOU DON T FORGET TO LOOK AROUND YOU PROFILO AGENZIA Maste Eventi è un agenzia di servizi dinamica ed innovativa che si propone come partner ideale nella realizzazione di soluzioni personalizzate per tutte

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità Mario Massone fondatore Club CMMC 1) Il Marketing, nuova centralità: meno invasivo, più efficace 2) La customer experience, come

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE La comunicazione efficace - cioè quella qualità nella comunicazione che produce il risultato desiderato nell interlocutore prescelto - è il prodotto di un perfetto ed equilibrato mix di scientificità,

Dettagli

EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY

EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY Per Euronics la scelta di intervenire radicalmente sul proprio portale web è frutto di un cambiamento che mette al centro il presidio delle tecnologie

Dettagli

GIURIA TECNICA PREMIO HEAD OF ECOMMERCE 2014. Il premio per i migliori Head of Ecommerce in Italia Prima edizione

GIURIA TECNICA PREMIO HEAD OF ECOMMERCE 2014. Il premio per i migliori Head of Ecommerce in Italia Prima edizione PREMIO HEAD OF ECOMMERCE 2014 Il premio per i migliori Head of Ecommerce in Italia Prima edizione Milano 16 Giugno 2014 PREMIO HEAD OF ECOMMERCE 2014 PRIMA EDIZIONE ROBERTO CASALINI Caporedattore Centrale

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance CUSTOMER SUCCESS STORY Febbraio 2014 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Società: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO.

non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO. non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO. Jim Morrison Società Algol Consulting: il partner per i progetti ERP Fin dall inizio della sua attività, l obiettivo di Algol Consulting è stato quello

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4 Sommario Premessa... 1 Fasi del processo... 3 Zone di rischio... 4 Premessa Le tecnologie informatiche hanno rivoluzionato da tempo il modo in cui lavorano le aziende e le organizzazioni in genere. Gestire

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 5 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 5 Modulo 5 Il Sistema Informativo verso il mercato, i canali ed i Clienti: I nuovi modelli di Business di Internet;

Dettagli

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA vision guide line 6 LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA QUANDO SI PARLA DI UN MERCATO COMPLESSO COME QUELLO DELL EDILIZIA E SI DEVE SCEGLIERE UN PARTNER CON CUI CONDIVIDERE L ATTIVITÀ SUL MERCATO, È MOLTO

Dettagli

Accenture Innovation Center for Broadband

Accenture Innovation Center for Broadband Accenture Innovation Center for Broadband Il nostro centro - dedicato alla convergenza e alla multicanalità nelle telecomunicazioni - ti aiuta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie broadband.

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA

Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA ESPANSIONE INTERNAZIONALE, MAGGIORE INTEGRAZIONE NELLA GESTIONE DEI DATI E MIGLIORAMENTO DELLA STANDARDIZZAZIONE DELLE PROCEDURE,

Dettagli

COMUNICAZIONE ITALIANA

COMUNICAZIONE ITALIANA COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su carta, interagisce su internet, decide di persona. Edizioni Servizi Eventi COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su

Dettagli

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Gestione dei processi di vendita Master di I livello L Università degli Studi di Torino Dipartimento di Management, attraverso il Bando

Dettagli

COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017

COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017 COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA 1 PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017 Premessa Le recenti iniziative varate dal Governo per il riordino del sistema camerale

Dettagli

Marketing Multimedia Innovative Communication Technology

Marketing Multimedia Innovative Communication Technology Marketing Multimedia Innovative Communication Technology Chi siamo Marketing Multimedia nasce nel 1993, dall idea e dall entusiasmo di Roberto Silva Coronel. Roberto Silva Coronel, classe 1969, ha fatto

Dettagli

Cos è. Mission & Vision. Attitude in Web, area di IT Attitude, ha competenze specifiche nel settore informatico e nel web marketing.

Cos è. Mission & Vision. Attitude in Web, area di IT Attitude, ha competenze specifiche nel settore informatico e nel web marketing. Cos è Mission & Vision COMUNICAZIONE. SOLUZIONI INFORMATICHE. CONSULENZA AZIENDALE. WEB MARKETING. Attitude in Web, area di IT Attitude, ha competenze specifiche nel settore informatico e nel web marketing.

Dettagli

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture TRASFORMARE LE COMPAGNIE ASSICURATIVE Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture Costruire la compagnia digitale? L approccio DDway alla trasformazione dell IT Un percorso

Dettagli

e-detailing, CRM e S.F.E. : innovazione nei processi di relazione con il professionista della salute (informazione scientifica e vendita).

e-detailing, CRM e S.F.E. : innovazione nei processi di relazione con il professionista della salute (informazione scientifica e vendita). . 18 Settembre 2015 e-detailing, CRM e S.F.E. : innovazione nei processi di relazione con il professionista della salute (informazione scientifica e vendita). Relatore: Flavio D Annunzio (Founder & CEO

Dettagli

.EVERYWHERE LOGIN. entra nel futuro. partnership signed

.EVERYWHERE LOGIN. entra nel futuro. partnership signed .EVERYWHERE LOGIN entra nel futuro. partnership signed Sinergia per l innovazione. Studio Ferroli e Acknow Per essere competitivi e vincenti in un mercato sempre più dinamico e globalizzato, che richiede

Dettagli

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013 CARTELLA STAMPA di CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE Turismo integrato, motore di Expo 2015 Milano, 10 Dicembre 2013 INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE

Dettagli

Le idee per il tuo futuro: un business possibile!

Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Antonio Usai ausai@uniss.it Marketing strategico e sviluppo nuovi prodotti Dipartimenti di scienze economiche e aziendali Università degli Studi di Sassari

Dettagli

INNOVATION LAB DIGITAL ROI IL RETAIL SI VESTE DIGITAL: INNOVAZIONE AL SERVIZIO DEL PUNTO VENDITA

INNOVATION LAB DIGITAL ROI IL RETAIL SI VESTE DIGITAL: INNOVAZIONE AL SERVIZIO DEL PUNTO VENDITA INNOVATION LAB DIGITAL ROI IL RETAIL SI VESTE DIGITAL: INNOVAZIONE AL SERVIZIO DEL PUNTO VENDITA Competere con la customer experience, integrando fisico e online. Tecnologie, metriche, organizzazione Sommario

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS in collaborazione con FACEBOOK PER IL BUSINESS MODULO BASE A giugno 2014 Facebook festeggia 30 milioni di piccole imprese attive con una pagina aziendale sui propri canali.

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

Social Plan Lo strumento fondamentale per definire ed attuare Una nuova politica di CSR. La dimensione operativa

Social Plan Lo strumento fondamentale per definire ed attuare Una nuova politica di CSR. La dimensione operativa Social Plan Lo strumento fondamentale per definire ed attuare Una nuova politica di CSR La dimensione operativa Una nuova visione della CSR Quello della responsabilità sociale è un valore che viene accettato

Dettagli

Professional Services per contact center Mitel

Professional Services per contact center Mitel Professional Services per contact center Mitel Una struttura rigorosa per un offerta flessibile Rilevamento Controllo dello stato Requisiti della soluzione Architettura Roadmap strategica Ottimizzazione

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_ DIALOGO_ METODO_ SOLUZIONI_ COMPETENZE_ MISSION_ TECNOLOGIE_ ASSISTENZA_ MANAGEMENT_ SERVIZI_ GEWIN La combinazione di professionalità e know how tecnologico per la gestione aziendale_ L efficienza per

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Logistics & Supply Chain

Logistics & Supply Chain 21 Global Summit 25-26 Marzo Bologna Logistics & Supply Chain Chi sono Claudio Gagliardini Mi occupo di Web Marketing e comunicazione Online per aziende, organizzazioni e professionisti. Sono un esperto

Dettagli

Innovazione e Competenza. Tecnologia = Conrad. Online 24 ore su 24. Più di 3.900 collaboratori nel mondo

Innovazione e Competenza. Tecnologia = Conrad. Online 24 ore su 24. Più di 3.900 collaboratori nel mondo Tecnologia = Conrad Online 24 ore su 24 Più di 3.900 collaboratori nel mondo Filiali in 17 Paesi, spedizioni in 150 Nazioni Innovazione e Competenza Il giusto valore alla tua professionalità Tecnologia

Dettagli

L unione di più competenze per essere concreti: Il nostro slogan è Esperti di Processi, Non informatici. Il nostro approccio alle aziende:

L unione di più competenze per essere concreti: Il nostro slogan è Esperti di Processi, Non informatici. Il nostro approccio alle aziende: Servizi e Soluzioni Software per le PMI Soluzioni IT Aiutiamo a concretizzare le Vostre idee di Business. Nella mia esperienza oramai ventennale ho compreso come i processi delle imprese spesso non siano

Dettagli

REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE

REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE SALESFORCE EFFECTIVENESS 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ DISPORRE DI PROCESSI COMMERCIALI PIÙ COMPETITIVI? Realizzare nel tempo una crescita

Dettagli

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE Manifesto per l energia del futuro È in discussione in Parlamento il disegno di legge sulla concorrenza, che contiene misure che permetteranno il completamento del

Dettagli

Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa.

Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa. Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa. Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione Operiamo a sostegno delle piccole e medie imprese, degli enti pubblici e delle associazioni nella

Dettagli

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO PERCORSO FORMATIVO PART TIME E MODULARE IN COLLABORAZIONE CON MAGGIO LUGLIO 2016 CUOA Business

Dettagli

MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA

MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA Il contesto di riferimento verso cui muove l incontro formativo parte dall assunto che il Web è un acceleratore di visibilità

Dettagli

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7 Il progetto di quotazione in borsa Pagina 1 di 7 PREMESSA Il documento che segue è stato realizzato avendo quali destinatari privilegiati la Direzione Generale o il responsabile Amministrazione e Finanza.

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI 1 Lo scenario: i soggetti che operano su Internet All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI E-market player Digitalizzatori di processi

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

Big Data e Customer Engagement

Big Data e Customer Engagement 2013 Big Data e Customer Engagement Una Ricerca di: Novembre 2013 SOMMARIO PRINCIPALI RISULTATI DELLO STUDIO 2 INTRODUZIONE 5 COSA SONO I BIG DATA 5 PERCHÉ I BIG DATA SONO DIVENTATI IMPORTANTI 6 ADOZIONE

Dettagli

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight CUSTOMER SUCCESS STORY April 2014 Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight PROFILO DEL CLIENTE: Azienda: S.p.A. Settore: logistica e trasporti Fatturato: 8,2

Dettagli

Reti di INDUSTRIA 4.0

Reti di INDUSTRIA 4.0 DALLA DIGITALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ALLA DIGITALIZZAZIONE DELLA SUPPLY CHAIN LA COMPETITIVITÀ DELLA SUPPLY CHAIN Bologna, 27 novembre 2015 Questa presentazione Imprese e competizione globale Supply Chain,

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Studio imprese di comunicazione Dinamiche di cambiamento e nuove opportunità di posizionamento

Studio imprese di comunicazione Dinamiche di cambiamento e nuove opportunità di posizionamento Studio imprese di comunicazione Dinamiche di cambiamento e nuove opportunità di posizionamento Una sintesi dei principali risultati giugno 2013 L IMPIANTO DELLA RICERCA [2] Il nuovo studio Imprese di comunicazione

Dettagli

PRESENTAZIONE Time & Mind

PRESENTAZIONE Time & Mind PRESENTAZIONE Time & Mind Febbraio 2008 Time & Mind srl C.so Svizzera, 185 10149 Torino T +39 011 19505938 www.timeandmind.com - info@timeandmind.com Ecosistemi Digitali al servizio delle aziende L agenzia

Dettagli

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le ACCENTURE SPA Profilo Azienda Accenture è un'azienda globale di Consulenza Direzionale, Servizi Tecnologici e Outsourcing che conta circa 323 mila professionisti in oltre 120 paesi del mondo. Quello che

Dettagli

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto Focus Informatica Danilo Longoni 1 Dicembre 2015 Polo Tecnologico - Vimercate

Dettagli

ForIndLog. Miglioramento della capacità di ricerca ed innovazione delle risorse umane nell ambito della Logistica e del Trasporto

ForIndLog. Miglioramento della capacità di ricerca ed innovazione delle risorse umane nell ambito della Logistica e del Trasporto ForIndLog Miglioramento della capacità di ricerca ed innovazione delle risorse umane nell ambito della Logistica e del Trasporto Fondo Sociale Europeo Misura D.4 Miglioramento delle risorse umane nel settore

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

www.mauriziovinci.it

www.mauriziovinci.it www.mauriziovinci.it Il mercato impone decisioni rapide ed efficaci, obiettivi chiari e sostenibili, strategie ben strutturate che non lasciano spazio all improvvisazione. Studio di consulenza integrata

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

Presentazione della ricerca AZIENDE ITALIANE E SOCIAL MEDIA EDIZIONE 2013. Spazio Eventi Mondadori Multicenter Milano, 20 Febbraio 2013

Presentazione della ricerca AZIENDE ITALIANE E SOCIAL MEDIA EDIZIONE 2013. Spazio Eventi Mondadori Multicenter Milano, 20 Febbraio 2013 Presentazione della ricerca AZIENDE ITALIANE E SOCIAL MEDIA EDIZIONE 2013 Spazio Eventi Mondadori Multicenter Milano, 20 Febbraio 2013 INDAGINE Introduzione: obiettivi

Dettagli

SOSTENIBILITA E LOGISTICA URBANA. Roma, 18 settembre 2013

SOSTENIBILITA E LOGISTICA URBANA. Roma, 18 settembre 2013 SOSTENIBILITA E LOGISTICA URBANA Roma, 18 settembre 2013 Luca Maggiore Direttore Business Unit IL GRUPPO MAGGIORE UNITA DI BUSINESS DEL GRUPPO: : noleggio auto a breve e medio termine : noleggio furgoni

Dettagli

Consulenza e formazione dal 1967

Consulenza e formazione dal 1967 Consulenza e formazione dal 1967 PROFILO SOCIETARIO CIAgroup è un azienda che da 40 anni opera nella consulenza e formazione manageriale e tecnica. La sua strategia è fare squadra con i clienti e diventare

Dettagli

Soluzioni per la tua crescita

Soluzioni per la tua crescita Soluzioni per la tua crescita Sviluppiamo il tuo business Una storia di successi Co.Mark nasce a Bergamo nel 1998 come studio di consulenza professionale nel campo dei servizi di temporary management per

Dettagli

Social Network. Social Business

Social Network. Social Business Social Network Social Business Piero Luchesi PMP AGENDA Agenda e introduzione Parte I Overview sul Social Business Era della collaborazione Social Network Apertura al Social Business Come fare Social Business

Dettagli

Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management

Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management L organizzazione del lavoro per progetti è stata per lungo tempo una caratteristica prevalente delle aziende che operano

Dettagli

Semplificati la vita. manuale d uso

Semplificati la vita. manuale d uso Semplificati la vita manuale d uso Introduzione. Nel mondo del lavoro rendere le cose semplici è uno degli obiettivi più complicati da perseguire. La complessità dei problemi è una costante che scoraggia

Dettagli

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE Introduzione Il perché della ricerca La presenza di prodotti non alimentari nelle diverse formule della distribuzione

Dettagli

C. D. G. chi siamo. la struttura. i nostri servizi. trovaci CORPORATE IDENTITY MILANO

C. D. G. chi siamo. la struttura. i nostri servizi. trovaci CORPORATE IDENTITY MILANO C. D. G MILANO chi siamo la struttura i nostri servizi trovaci CORPORATE IDENTITY CHI SIAMO PIATTAFORMA DIGITALE TEAM AFFIATATO LAB PREMEDIA 2 CREDIAMO FORTEMENTE NEL NOSTRO LAVORO CAPACE DI CONFERIRE

Dettagli

Innovation Technology

Innovation Technology Innovation Technology Una naturale passione per Un partner tecnologico che lavora a fianco dei propri clienti per studiare nuove soluzioni e migliorare l integrazione di quelle esistenti. l innovazione.

Dettagli

"Pure Performance" per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune

Pure Performance per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune "Pure Performance" per i Partner Una direzione chiara per una crescita comune 2 "Pure Performance" per i Partner "Pure Performance" per i Partner 3 Alfa Laval + Partner Valore per il Cliente Partner per

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

Le imprese Web Active in Italia

Le imprese Web Active in Italia Le imprese Web Active in Italia per settore di attività Introduzione p. 2 Obiettivo e variabili utilizzate p. 2 La classifica p. 4 Analizziamo i dati p. 5 Metodologia p. 9 1 Le imprese Web Active in Italia

Dettagli

SOCIAL MEDIA E TURISMO

SOCIAL MEDIA E TURISMO SOCIAL MEDIA E TURISMO L EVOLUZIONE DEL MERCATO: LA RIVOLUZIONE DIGITALE Lo scenario attuale è in costante cambiamento, i social media stanno modificando il nostro modo di guardare il mondo invadendo quasi

Dettagli

Questa versione del programma è da intendersi come provvisoria Seguici e commenta su #dimensionesocial

Questa versione del programma è da intendersi come provvisoria Seguici e commenta su #dimensionesocial 8.15 9.15 Registrazione dei Partecipanti, Networking e Welcome Coffee nell Area Mee(a)ting 9.15 11.15 SESSIONE PLENARIA L onda d urto del 2.0 sui clienti, il business e la cultura aziendale i nuovi paradigmi

Dettagli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media INFORMAZIONI Materiale

Dettagli

What you dream, is what you get.

What you dream, is what you get. What you dream, is what you get. mission MWWG si propone come punto di riferimento nella graduale costruzione di una immagine aziendale all'avanguardia. Guidiamo il cliente passo dopo passo nella creazione

Dettagli

CALL CENTER: IL MODELLO VODAFONE

CALL CENTER: IL MODELLO VODAFONE CALL CENTER: IL MODELLO VODAFONE Nicola benedetto Francesca devescovi L universo dei call center, oltre a rappresentare una delle realta occupazionali con il più elevato tasso di crescita, e un mondo complesso

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

SEDE LEGALE: Strada Iovita, n.4 settore 5 Bloc P24 scala 8 app. 35, Bucarest (Romania)

SEDE LEGALE: Strada Iovita, n.4 settore 5 Bloc P24 scala 8 app. 35, Bucarest (Romania) SEDE LEGALE: Strada Iovita, n.4 settore 5 Bloc P24 scala 8 app. 35, Bucarest (Romania) Sede Operativa: Bd Unirii n. 37 et.2 - Bacau (Romania) Tel: +4 0334-405434 Fax: +4 0334-405435 e-mail:bites.info@euroservicegroupspa.com

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

SIMULWARE. Datawarehouse e sistemi di BI Dati in qualità, decisioni rapide ed efficaci

SIMULWARE. Datawarehouse e sistemi di BI Dati in qualità, decisioni rapide ed efficaci SIMULWARE Datawarehouse e sistemi di BI Dati in qualità, decisioni rapide ed efficaci Introduzione Il mercato di riferimento per la Business Intelligence è estremamente eterogeneo: dalla piccola azienda

Dettagli

L INTEGRAZIONE TRA SEARCH, SOCIAL E DIGITAL PR

L INTEGRAZIONE TRA SEARCH, SOCIAL E DIGITAL PR L INTEGRAZIONE TRA SEARCH, SOCIAL E DIGITAL PR 24 Ottobre 2013 Agenda Search, Social e Digital PR: la sfida L approccio integrato ed i suoi benefici La valutazione delle performance What s Next: priorità

Dettagli

Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni

Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni Introduzione alla direttiva del Dipartimento della Funzione Pubblica I principali campi di indagine Le fasi del processo di rilevazione (c) IdWeb S.r.l. Ottobre

Dettagli