ESEMPI DI COMPILAZIONE QUADRO RF UNICO E CALCOLO IMPOSTE. dott. Carlo Cappelluti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESEMPI DI COMPILAZIONE QUADRO RF UNICO E CALCOLO IMPOSTE. dott. Carlo Cappelluti"

Transcript

1 ESEMPI DI COMPILAZIONE QUADRO RF UNICO E CALCOLO IMPOSTE dott. Carlo Cappelluti

2 LA SOCIETA ALFA SRL RILEVA, AL 31 DICEMBRE 2014, UN RISULTATO PRE-IMPOSTE PARI AD EURO SI PROVVEDA ALLA COMPILAZIONE DEL QUADRO RF DEL MODELLO UNICO 2015 SOCIETA DI CAPITALI AL FINE DI DETERMINARE IL REDDITO IMPONIBILE SI PROVVEDA AL CALCOLO DELL IRES CORRENTE CON RELATIVA REGISTRAZIONE CONTABILE SI PROVVEDA AL CALCOLO DI EVENTUALI IMPOSTE DIFFERITE E ANTICIPATE CON RELATIVA REGISTRAZIONE

3 PLUSVALENZE PATRIMONIALI (art. 86, comma 4 Tuir) In data 15 ottobre 2014 la società «ALFA SRL» ha ceduto un macchinario acquisito in data 26 giugno 2010 alle seguenti condizioni: COSTO STORICO DI ACQUISIZIONE ,00 AMMORTAMENTI FISCALI DEDOTTI FINO AL ,00 VALORE FISCALMENTE RICONOSCIUTO ,00 PREZZO DI VENDITA ,00 PLUSVALENZA REALIZZATA ,00 3

4 PLUSVALENZE PATRIMONIALI (art. 86, comma 4 Tuir) IMPORTO RIGO QUADRO RF PLUSVALENZA DA RATEIZZARE ,00 VARIAZ. (-) RF 34 QUOTA DELLA PLUSVALENZA DA IMPUTARE AL PERIODO (ES. 1/5) 3.600,00 VARIAZ. (+) RF 7 4

5 PLUSVALENZE PATRIMONIALI (art. 86, comma 4 Tuir) RF7 Quote costanti delle plusvalenze e sopravvenienze imputabili all'esercizio 1, ,00 RF34 Plusvalenze e sopravvenienze da acquisire a tassazione in quote costanti 1, ,00 5

6 TASSAZIONE IMMOBILI PATRIMONIO (art. 90 Tuir) LA SOCIETA «ALFA SRL» POSSIEDE UN IMMOBILE CAT. CATASTALE A/2 LOCATO A TERZI AD USO ABITATIVO IMPORTO CANONI DI LOCAZIONE ,00 RENDITA CATASTALE RIVALUTATA 1.500,00 QUOTE DI AMMORTAMENTO 4.500,00 SPESE MANUTENZIONE ORDINARIA 5.000,00 SPESE MANUTENZIONE STRAORDINARIA ,00 6

7 TASSAZIONE IMMOBILI PATRIMONIO (art. 90 Tuir) IMPORTO CANONI DI LOCAZIONE ,00 QUOTE DI AMMORTAMENTO 4.500,00 SPESE MANUTENZIONE ORDINARIA 5.000,00 SPESE MANUTENZIONE STRAORDINARIA ,00 RIGO QUADRO RF VARIAZ. (-) RF 39 VARIAZ. (+) RF 11 VARIAZ. (+) RF 11 VARIAZ. (+) RF 11 7

8 TASSAZIONE IMMOBILI PATRIMONIO (art. 90 Tuir) IMPORTO CANONI DI LOCAZIONE ,00 RIGO QUADRO RF 15% DEL CANONE DI LOCAZIONE 1.800,00 SPESE MANUTENZIONE ORDINARIA 5.000,00 CANONE DI LOCAZIONE RIDOTTO ,00 RENDITA CATASTALE RIVALUTATA 1.500,00 REDDITO CATASTALE IMMOBILE ,00 VARIAZ. (+) RF 10 8

9 TASSAZIONE IMMOBILI PATRIMONIO (art. 90 Tuir) RF10 Redditi di immobili non costituenti beni strumentali né beni alla cui produzione è diretta l'attività ,00 RF11 Spese ed altri componenti negativi relativi agli immobili di cui al rigo RF ,00 RF39 Proventi degli immobili di cui al rigo RF ,00 9

10 COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI (art. 95 comma 5 Tuir) COMPENSI DI COMPETENZA 2013 CORRISPOSTI NEL 2014 COMPENSI DI COMPETENZA 2014 CORRISPOSTI NEL 2014 COMPENSI DI COMPETENZA 2014 NON CORRISPOSTI IMPORTO , , ,00 RIGO QUADRO RF VARIAZ. (-) RF 40 - VARIAZ. (+) RF 14 10

11 COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI (art. 95 comma 5 Tuir) RF14 Compensi spettanti agli amministratori ma non corrisposti (art. 95, comma 5) 7.500,00 RF40 Utili spettanti ai lavoratori dipendenti e agli associati in partecipazione (art. 95, comma 6) e, se corrisposti, compensi spettanti agli amministratori (art. 95, comma 5) ,00 11

12 IMPOSTE INDEDUCIBILI O NON PAGATE (art. 99, comma 1, Tuir) IMPORTO I.M.U. IMMOBILI NON STRUMENTALI 3.500,00 TASSA RIFIUTI VERSATA NELL ANNO 800,00 TASSA RIFIUTI NON VERSATA NELL ANNO 300,00 10% IRAP VERSATA NELL ESERCIZIO 2.000,00 RIGO QUADRO RF VARIAZ. (+) RF 16 - VARIAZ. (+) RF 16 VARIAZ. (-) RF 55 CODICE 12 12

13 IMPOSTE INDEDUCIBILI O NON PAGATE (art. 99, comma 1, Tuir) RF16 Imposte indeducibili o non pagate (art. 99, comma 1) 3.800,00 RF55 Altre variazioni in diminuzione ,00 13

14 INTERESSI PASSIVI (art. 96 Tuir) IMPORTO INTERESSI PASSIVI E ONERI ASSIMILATI ,00 INTERESSI ATTIVI 4.000,00 DIFFERENZA ,00 R.O.L ,00 30% R.O.L ,00 INTERESSI PASSIVI DEDUCIBILI ,00 INTERESSI PASSIVI INDEDUCIBILI ,00 RIGO QUADRO RF VARIAZ. (+) RF 15 14

15 INTERESSI PASSIVI (art. 96 Tuir) RF118 Interessi passivi deducibili RF119 Risultato operativo lordo RF120 Eccedenza di ROL riportabile RF121 Interessi passivi non deducibil , , ,00 4, ,00 trasferito consolidato 1 (di cui,00 ) non trasf.consolidato trasf. consolidato 1 (di cui,00 2,00 ) , ,00, ,00 RF15 Interessi passivi indeducibili 1 ', ,00 15

16 ONERI AUTOMEZZI A DEDUCIBILITA LIMITATA (art. 164 Tuir) TOTALE QUOTA INDED. MANUTENZIONI AUTO 2.400, ,00 CARBURANTI E LUBRIFICANTI , ,00 ASSICURAZIONI R.C. AUTO 3.500, ,00 TASSA DI PROPRIETA 450,00 360,00 RIGO QUADRO RF VARIAZ. (+) RF 18 VARIAZ. (+) RF 18 VARIAZ. (+) RF 18 VARIAZ. (+) RF 18 16

17 ONERI AUTOMEZZI (art. 164 Tuir) RF18 Spese per mezzi di trasporto indeducibili ai sensi dell'art. 164 del TUIR ,00 N.B. NON VANNO RICOMPRESE IN QUESTO RIGO LE QUOTE DI AMMORTAMENTO DEGLI AUTOVEICOLI A DEDUCIBILITA LIMITATA CHE VANNO RICOMPRESE NEL RIGO RF 21 17

18 AMMORTAMENTI (artt. 102, 103 e 104 Tuir) TOTALE QUOTA INDED. AMM.TO AUTOVETTURA 4.000, ,00 AMM.TO IMPIANTI , ,00 AMM.TO MACCHINARI , ,00 RIGO QUADRO RF VARIAZ. (+) RF 21 VARIAZ. (+) RF 21 VARIAZ. (+) RF 21 18

19 AMMORTAMENTO AVVIAMENTO (artt. 103 Tuir) LA SOCIETA «ALFA SRL» HA RILEVATO NEL CORSO DEL 2014 UN RAMO DI AZIENDA SOSTENENDO UN COSTO A TITOLO DI AVVIAMENTO PARI AD EURO AMMORTAMENTO CIVILISTICO AMMORTAMENTO FISCALE DIFFERENZA , , ,00 RIGO QUADRO RF VARIAZ. (+) RF 21 19

20 AMMORTAMENTI (artt. 102, 103 e 104 Tuir) RF21 Ammortamenti non deducibili ,00 N.B. IN TALE RIGO VANNO RICOMPRESE LE QUOTE DI AMMORTAMENTO INDEDUCIBILI RELATIVE A BENI MATERIALI, IMMATERIALI E A BENI GRATUITAMENTE DEVOLVIBILI 20

21 SPESE DI MANUTENZIONE, RIPARAZIONE ECC. (art. 102, comma 6, Tuir) IMPORTO RIGO QUADRO RF BENI AMM.LI INIZIO PERIODO ,00 5 PER CENTO ,00 SPESE DI MANUTENZIONE ,00 QUOTA DEDUCIBILE ,00 QUOTA DEDUCIBILE 5 PERIODI SUCCESSIVI QUOTA 2014 SPESE MANUTENZIONE ANNI PRECEDENTI , ,00 VARIAZ. (+) RF 24 VARIAZ. (-) RF 55 Codice 6 21

22 SPESE DI MANUTENZIONE, RIPARAZIONE ECC. (art. 102, comma 6, Tuir) RF24 Spese di manutenzione, riparazione ecc. eccedenti la quota deducibile (art. 102, comma 6) ,00 RF55 Altre variazioni in diminuzione ,00 N.B. PER GLI ESERCENTI IMPRESE DI AUTOTRASPORTO PER CONTO TERZI ISCRITTE AL RELATIVO ALBO E PREVISTA UNA PERCENTUALE DI DEDUCIBILITA DELLE SPESE DI MANUTENZIONE PARI AL 25% 22

23 SVALUTAZIONE CREDITI (art. 106 Tuir) IMPORTO RIGO QUADRO RF TOTALE CREDITI FINE PERIODO ,00 0,5 PER CENTO 3.150,00 SVALUTAZIONI CIVILISTICHE ,00 F.DO SVAL. CREDITI ,00 5% DEL TOTALE CREDITI ,00 QUOTA DEDUCIBILE 3.150,00 QUOTA INDEDUCIBILE ,00 VARIAZ. (+) RF 25 23

24 SVALUTAZIONE CREDITI (art. 106 Tuir) RF25 Svalutazioni ed accantonamenti indeducibili in tutto o in parte ,00 N.B. AL MOMENTO IN CUI SI RILEVA L EFFETTIVA PERDITA SU CREDITI, LA QUOTA ECCEDENTE L ACCANTONAMENTO FISCALE OPERATO POTRA ESSERE PORTATA IN DEDUZIONE ISCRIVENDOLA COME VARIAZIONE IN DIMINUZIONE NEL RIGO RF 55 24

25 DIVIDENDI (art. 89 Tuir) DIVIDENDI PERCEPITI NEL 2014 IMPUTATI IN ESERCIZI PRECEDENTI IMPORTO ,00 5% 4.500,00 DIVIDENDI IMPUTATI A C.E. NEL 2014 MA NON ANCORA PERCEPITI ,00 RIGO QUADRO RF VARIAZ. (+) RF 31 Codice 1 VARIAZ. (-) RF 55 Codice 1 25

26 DIVIDENDI (art. 89 Tuir) RF31 Altre variazioni in aumento ,00 RF55 Altre variazioni in diminuzione ,00 26

27 PRESTAZIONI ALBERGHIERE E DI RISTORAZIONE (art. 109, comma 5, Tuir) IMPORTO SPESE PER ALBERGHI E RISTORANTI 5.000,00 QUOTA DEDUCIBILE (75%) 3.750,00 RIGO QUADRO RF VARIAZ. (+) RF 23 Colonna 1 VARIAZ. (-) RF 43 Colonna 1 27

28 PRESTAZIONI ALBERGHIERE E DI RISTORAZIONE (art. 109, comma 5, Tuir) RF23 Spese di cui agli artt. 108, 109, comma 5, ultimo periodo, o di competenza di altri esercizi (art. 109, comma 4) ,00 2,00 3,00 RF43 Spese / componenti negativi non dedotti o non imputati a c/e ,00 2,00 3,00 28

29 SPESE DI RAPPRESENTANZA (art. 108, comma 2, Tuir) IMPORTO RIGO QUADRO RF RICAVI ,00 SPESE DI RAPPRESENTANZA ,00 LIMITE DI DEDUCIBILITA ( X 1,3%) ,00 VARIAZ. (+) RF 23 Colonna 2 VARIAZ. (-) RF 43 Colonna 2 29

30 SPESE DI RAPPRESENTANZA (art. 108, comma 2, Tuir) RF23 Spese di cui agli artt. 108, 109, comma 5, ultimo periodo, o di competenza di altri esercizi (art. 109, comma 4) 1, ,00 3,00 RF43 Spese / componenti negativi non dedotti o non imputati a c/e 1, ,00 3,00 30

31 CALCOLO IRES CORRENTE IMPORTO UTILE PRE IMPOSTE ,00 + TOTALE VARIAZIONI IN AUMENTO ,00 - TOTALE VARIAZIONI IN DIMINUZIONE ,00 = REDDITO IMPONIBILE ,00 IRES CORRENTE (27,5% DEL REDDITO IMPONIBILE) ,00 31

32 SCRITTURA CONTABILE IRES CORRENTE Ires dell esercizio a Debiti Tributari ,00 32

33 CALCOLO IRES DIFFERITA PLUSVALENZE RATEIZZATE (27,5% * 4/5 DELL INTERA PLUSVALENZA) DIVIDENDI NON ANCORA PERCEPITI (75.000,00 x 5% x 27,5%) IMPOSTE DIFFERITE 3.960, ,25 TOTALE IMPOSTE DIFFERITE 4.991,25 33

34 SCRITTURA CONTABILE IRES DIFFERITA Imposte differite a Fondo Imposte Differite 4.991,25 34

35 CALCOLO IRES ANTICIPATA COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI (27,5% DEL COMPENSO 2013 NON CORRISPOSTO) TASSA RIFIUTI NON VERSATA NELL ANNO (27,5% DELL IMPORTO NON VERSATO) INTERESSI PASSIVI (27,5% DELLA QUOTA INDEDUCIBILE NELL ANNO) AMMORTAMENTI (27,5% DELLA QUOTA INDEDUCIBILE E RECUPERABILE) SPESE DI MANUTENZIONE (27,5% DELL ECCEDENZA INDEDUCIBILE NELL ANNO) SVALUTAZIONE CREDITI (27,5% DELLA QUOTA INDEDUCIBILE) IMPOSTE DIFFERITE 2.062,50 82, , , , ,75 TOTALE IRES ANTICIPATA ,25 35

36 SCRITTURA CONTABILE IRES ANTICIPATA Crediti per imposte anticipate a Imposte Anticipate ,25 36

37 CALCOLO UTILE DELL ESERCIZIO IMPORTO UTILE PRE IMPOSTE ,00 - IMPOSTE CORRENTI ,00 - IMPOSTE DIFFERITE 4.991,25 + IMPOSTE ANTICIPATE ,25 = UTILE DELL ESERCIZIO ,00 37

38 QUADRO RF DEFINITIVO IMPORTO UTILE DELL ESERCIZIO ,00 + TOTALE VARIAZIONI IN AUMENTO (COMPRENSIVE DI IMPOSTE CORRENTI E DIFFERITE) - TOTALE VARIAZIONI IN DIMINUZIONE - (COMPRENSIVE DI IMPOSTE CORRENTI E DIFFERITE) , ,00 = REDDITO IMPONIBILE ,00 IRES CORRENTE (27,5% DEL REDDITO IMPONIBILE) ,00 38

39 IMPOSTE INDEDUCIBILI O NON PAGATE (art. 99, comma 1, Tuir) IMPORTO IRES DELL ESERCIZIO ,00 IRES DIFFERITA 4.991,00 IRES ANTICIPATA ,00 RIGO QUADRO RF VARIAZ. (+) RF 16 VARIAZ. (+) RF 16 VARIAZ. (-) RF 55 CODICE 24 39

40 IMPOSTE INDEDUCIBILI O NON PAGATE (art. 99, comma 1, Tuir) RF16 Imposte indeducibili o non pagate (art. 99, comma 1) ,00 RF55 Altre variazioni in diminuzione ,00 40

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI GENOVA - 13/10/2015 PROVA PRATICA PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI GENOVA - 13/10/2015 PROVA PRATICA PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI GENOVA - 13/10/2015 PROVA PRATICA PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ALFA S.P.A. - PERIODO DI IMPOSTA 2014 SVOLGIMENTO CALCOLI RELATIVI

Dettagli

BILANCIO D'ESERCIZIO DAL PUNTO DI VISTA FISCALE. Valori contabili ,00. Totale componenti positivi , ,65

BILANCIO D'ESERCIZIO DAL PUNTO DI VISTA FISCALE. Valori contabili ,00. Totale componenti positivi , ,65 ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI GENOVA - 29/05/2017 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI BILANCIO D'ESERCIZIO DAL PUNTO DI VISTA FISCALE

Dettagli

Esercitazione: la determinazione della base imponibile e delle imposte corrente, anticipate e differite

Esercitazione: la determinazione della base imponibile e delle imposte corrente, anticipate e differite Esercitazione: la determinazione della base imponibile e delle imposte corrente, anticipate e differite Al 31/12/2008 la Alfa S.p.A., società che opera nel settore industriale, presenta, tra gli altri,

Dettagli

La determinazione del reddito imponibile e il calcolo delle imposte

La determinazione del reddito imponibile e il calcolo delle imposte La determinazione del reddito imponibile e il calcolo delle imposte Al 31/12/2004 la Alfa spa che opera nel settore industriale presenta, tra gli altri, i seguenti conti: Stralcio della situazione contabile

Dettagli

Voce Conto economico VA = variazioni in aumento VD = variazioni in diminuzione. VA adeguamento studi/parametri VA assegnazione beni merce ai soci

Voce Conto economico VA = variazioni in aumento VD = variazioni in diminuzione. VA adeguamento studi/parametri VA assegnazione beni merce ai soci Si analizzano, a partire dalle voci del Conto Economico, le principali variazioni fiscali ai fini IRES e IRAP (metodo da bilancio). Si precisa che talune voci di CE sono irrilevanti ai fini IRAP; per tali

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata I (Valutazioni di Bilancio) LA DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE E DELLE IMPOSTE

Ragioneria Generale e Applicata I (Valutazioni di Bilancio) LA DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE E DELLE IMPOSTE LA DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE E DELLE IMPOSTE Al 31/12/2004 la Alfa S.p.A., società che opera nel settore industriale, presenta, tra gli altri, i seguenti conti: Stralcio della situazione contabile

Dettagli

La determinazione del carico fiscale

La determinazione del carico fiscale La determinazione del carico fiscale Emanuele Perucci Traccia di Economia aziendale Il candidato, dopo aver illustrato il principio di competenza per la determinazione del reddito d impresa, soffermandosi

Dettagli

Le imposte sui redditi C O R S O D I R A G I O N E R I A G E N E R A L E E D A P P L I C A T A

Le imposte sui redditi C O R S O D I R A G I O N E R I A G E N E R A L E E D A P P L I C A T A Le imposte sui redditi C O R S O D I R A G I O N E R I A G E N E R A L E E D A P P L I C A T A A. A. 2 0 1 6-2017 D O T T. S S A L A U R A M U L A S Imposta sul reddito delle società (IRES) riferimenti

Dettagli

- Il reddito d impresa- a) Norme generali, costi ricavi e valutazioni-determinazione del reddito d impresa; b) componenti positivi e

- Il reddito d impresa- a) Norme generali, costi ricavi e valutazioni-determinazione del reddito d impresa; b) componenti positivi e - Il reddito d impresa- a) Norme generali, costi ricavi e valutazioni-determinazione del reddito d impresa; b) componenti positivi e negativi-ammortamenti e accantonamenti-le valutazioni secondo le norme

Dettagli

DIFFERENZE TRA REDDITO CIVILISTICO E REDDITO FISCALE

DIFFERENZE TRA REDDITO CIVILISTICO E REDDITO FISCALE DIFFERENZE TRA REDDITO CIVILISTICO E REDDITO FISCALE DIFFERENZE PERMANENTI variazioni fiscali definitive che non verranno riassorbite in successivi esercizi (es. costi definitivamente non deducibili; ricavi

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata. la determinazione della base imponibile e delle imposte correnti, anticipate e differite

Ragioneria Generale e Applicata. la determinazione della base imponibile e delle imposte correnti, anticipate e differite Esercitazione: la determinazione della base imponibile e delle imposte correnti, anticipate e differite 1 Al 31/12/2009 la Alfa S.p.A., società che opera nel settore industriale, presenta, tra gli altri,

Dettagli

La determinazione del reddito imponibile e il calcolo delle imposte

La determinazione del reddito imponibile e il calcolo delle imposte La determinazione del reddito imponibile e il calcolo delle imposte Al 31/12/2007 la Alfa S.p.A., società che opera nel settore industriale, presenta, tra gli altri, i seguenti conti: Stralcio della situazione

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014 Allegato sub.b) alla Nota Integrativa FUNIVIA ALBINO SELVINO S.R.L. RICONCILIAZIONE TRA ONERE FISCALE DA BILANCIO E ONERE FISCALE TEORICO in unità di Euro IRES Risultato prima delle

Dettagli

(i) l iscrizione di un provento, che nella voce 22 del conto economico quindi rettifica, in diminuzione, l ammontare delle imposte correnti;

(i) l iscrizione di un provento, che nella voce 22 del conto economico quindi rettifica, in diminuzione, l ammontare delle imposte correnti; Fiscalità differita ed anticipata: casi e soluzioni L iscrizione delle imposte differite attive e passive ad integrazione delle imposte correnti è necessaria al fine di rappresentare correttamente nel

Dettagli

RELAZIONE TRA VALUTAZIONI CIVILISTICHE E FISCALI, LA FISCALITÀ DIFFERITA. Rif. dispensa

RELAZIONE TRA VALUTAZIONI CIVILISTICHE E FISCALI, LA FISCALITÀ DIFFERITA. Rif. dispensa RELAZIONE TRA VALUTAZIONI CIVILISTICHE E FISCALI, LA FISCALITÀ DIFFERITA Rif. dispensa 1. Le valutazioni di bilancio nel Codice Civile Sono prioritariamente individuati dall art 2426 del Codice Civile

Dettagli

ESERCITAZIONE SULLE IMPOSTE. Contabilità e Bilancio Prof. Gianluigi Roberto A.A. 2015/2016

ESERCITAZIONE SULLE IMPOSTE. Contabilità e Bilancio Prof. Gianluigi Roberto A.A. 2015/2016 ESERCITAZIONE SULLE IMPOSTE Contabilità e Bilancio Prof. Gianluigi Roberto A.A. 2015/2016 RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE 2 Componenti negativi IRES IRAP Materie prime c/acquisti 574.000,00 574.000,00 Oneri

Dettagli

La valutazione delle partecipazioni immobilizzate al costo

La valutazione delle partecipazioni immobilizzate al costo La valutazione delle partecipazioni immobilizzate al costo Il 2 gennaio dell esercizio 2004, la società Alfa acquista per euro 1.580.000 la totalità delle azioni ordinarie costituenti il capitale sociale

Dettagli

La rilevazione delle imposte

La rilevazione delle imposte La rilevazione delle imposte Le imposte valutazione e fonti Per la valutazione delle imposte sul reddito si devono rispettare i criteri generali che sono alla base della determinazione di tutte le altre

Dettagli

La Rossi spa presenta il seguente conto economico redatto al 31/12 dopo le scritture di assestamento.

La Rossi spa presenta il seguente conto economico redatto al 31/12 dopo le scritture di assestamento. La Rossi spa presenta il seguente conto economico redatto al 31/12 dopo le scritture di assestamento. A) VALORE DELLA PRODUZIONE Ricavi delle vendite e delle prestazioni 64.000.000 Variazione rimanenze

Dettagli

TOMO 1-11. L IMPOSIZIONE FISCALE IN AMBITO AZIENDALE Svolgimento a cura di Mariaersilia Lisi Ricatti

TOMO 1-11. L IMPOSIZIONE FISCALE IN AMBITO AZIENDALE Svolgimento a cura di Mariaersilia Lisi Ricatti TOMO 1-11. L IMPOSIZIONE FISCALE IN AMBITO AZIENDALE Svolgimento a cura di Mariaersilia Lisi Ricatti 11.1 svalutazione fiscale dei crediti ( ) Impresa A Il fondo rischi su crediti preesistente rappresenta

Dettagli

Le imposte - esercizio

Le imposte - esercizio Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO Le imposte - esercizio Esempio di determinazione delle imposte correnti La Belvedere S.p.A. alla fine dell esercizio X presenta il seguente

Dettagli

Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO. Esercitazione n.7

Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO. Esercitazione n.7 Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO Esercitazione n.7 La Belvedere S.p.A. alla fine dell esercizio 2014 presenta il seguente conto economico: Conti Saldo dare ( ) Saldo avere

Dettagli

Seminario sugli aspetti fiscali del bilancio

Seminario sugli aspetti fiscali del bilancio Seminario sugli aspetti fiscali del bilancio Riccardo Cimini Ricercatore di Economia Aziendale rcimini@unitus.it A.A. 2016/2017 1 Tipologia Imposte indirette Imposte dirette Imposte comunali sugli immobili

Dettagli

- Ires I: - Soggetti passivideterminazione

- Ires I: - Soggetti passivideterminazione - Ires I: - Soggetti passivideterminazione del tributo 1 I soggetti Ires (Art. 73 del Tuir) Società di capitali residenti (esempio: s.p.a., s.r.l., s.a.p.a., società cooperative e di mutua assicurazione);

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni Bozza del //00 PERIODO D IMPOSTA 00 0 QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni RE Codice attività parametri: cause di esclusione studi di settore: cause di esclusione

Dettagli

ESERCITAZIONE SULLE IMPOSTE. Contabilità e Bilancio Prof. Gianluigi Roberto A.A. 2012/2013

ESERCITAZIONE SULLE IMPOSTE. Contabilità e Bilancio Prof. Gianluigi Roberto A.A. 2012/2013 ESERCITAZIONE SULLE IMPOSTE Contabilità e Bilancio Prof. Gianluigi Roberto A.A. 2012/2013 Risultato prima delle imposte IRES IRAP Materie prime c/acquisti 574.000,00 574.000,00 Oneri bancari 287,50 287,50

Dettagli

Calcolo Imposte 2013

Calcolo Imposte 2013 Calcolo Imposte 2013 Presentiamo un utilissimo foglio di Excel che consente di determinare l ammontare delle imposte IRAP ed IRES per il 2013 ed incorpora il calcolo dell ACE, del ROL e della quota di

Dettagli

L IRAP. Relatore: dott. Francesco Barone

L IRAP. Relatore: dott. Francesco Barone L IRAP Relatore: dott. Francesco Barone IRAP PER I SOGGETTI IRES La base imponibile è data dalla differenza tra il valore e i costi della produzione di cui alle lettere A) e B) dell art. 2425 c.c. con

Dettagli

CORSO BASE IL CALCOLO DELLE IMPOSTE NELLE SOCIETÀ DI CAPITALI

CORSO BASE IL CALCOLO DELLE IMPOSTE NELLE SOCIETÀ DI CAPITALI CORSO BASE IL CALCOLO DELLE IMPOSTE NELLE SOCIETÀ DI CAPITALI Do#. Pietro Ungari L ires, è l imposta sui redditi delle società di capitali relativa al reddito maturato nell esercizio, insieme all Irap

Dettagli

Determinazione del reddito fiscale e calcolo dell IRPEG e dell IRAP. Rilevazione delle imposte e compilazione del Conto economico

Determinazione del reddito fiscale e calcolo dell IRPEG e dell IRAP. Rilevazione delle imposte e compilazione del Conto economico 76 ESERCIZIO 8 INDIRIZZO Amministrativi Ragioneria Programmatori Ragioneria ed Economia aziendale Igea Mercurio Economia aziendale Professionali - Progetto 92 Economia aziendale Determinazione del reddito

Dettagli

Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO. Le imposte. Le imposte valutazione e fonti

Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO. Le imposte. Le imposte valutazione e fonti Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO Le imposte Le imposte valutazione e fonti Per la valutazione delle imposte sul reddito si devono rispettare i criteri generali che sono alla

Dettagli

IL REDDITO OPERATIVO LORDO (ROL) E LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI

IL REDDITO OPERATIVO LORDO (ROL) E LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI IL REDDITO OPERATIVO LORDO (ROL) E LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI 1 INDEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI: MOTIVAZIONI TEORICHE Indirizzare le fonti di finanziamento dell impresa verso capitale

Dettagli

BILANCIO D'ESERCIZIO DAL PUNTO DI VISTA FISCALE ESERCITAZIONE PRATICA ESTRATTO DA BILANCIO DI VERIFICA DI ALFA S.P.A. AL

BILANCIO D'ESERCIZIO DAL PUNTO DI VISTA FISCALE ESERCITAZIONE PRATICA ESTRATTO DA BILANCIO DI VERIFICA DI ALFA S.P.A. AL PRESTAZIONI DI SERVIZI 2.414.000,00 RICAVI DI VENDITA 2.414.000,00 AFFITTI ATTIVI 61.653,00 IMPIANTI 1.500,00 PROVENTI DIVERSI 3.000,64 ARROTONDAMENTI ATTIVI 7,61 affitto di un immobile non strumentale

Dettagli

Indice. Base imponibile. Voci che concorrono in ogni caso a formare il valore della produzione netta

Indice. Base imponibile. Voci che concorrono in ogni caso a formare il valore della produzione netta Indice Capitolo 1- La determinazione della base imponibile Irap per i soggetti IRES: il principio di derivazione dal bilancio pag.9 Società di capitali Principio di inerenza Base imponibile Voci di corrispondenza

Dettagli

NUOVO MODELLO IRAP 2009 D. Lgs , n Provv. Ag. Entrate L , n. 244

NUOVO MODELLO IRAP 2009 D. Lgs , n Provv. Ag. Entrate L , n. 244 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI SOGGETTI IRPEF SENZA OPZIONE SOGGETTI IRPEF CON OPZIONE E SOGGETTI IRES FILMATO Video Fisco 22.4.29 Info al n. 376-77513 NUOVO MODELLO IRAP 29 D. Lgs. 15.12.1997, n. 446 - Provv.

Dettagli

La tassazione delle società in Italia: Dal tasso nominale al tasso effettivo. D.P.R. 22 dicembre 1986 n 917 Testo Unico delle Imposte sui redditi.

La tassazione delle società in Italia: Dal tasso nominale al tasso effettivo. D.P.R. 22 dicembre 1986 n 917 Testo Unico delle Imposte sui redditi. 1 ITALIAN- SWISS TAX AND LEGAL FORUM 29 La tassazione delle società in Italia: Dal tasso nominale al tasso effettivo D.P.R. 22 dicembre 1986 n 917 Testo Unico delle Imposte sui redditi. Art. 83- Il reddito

Dettagli

Strumenti e Materiali - Economia Aziendale

Strumenti e Materiali - Economia Aziendale Strumenti e Materiali - Economia Aziendale Esercitazioni in preparazione all Esame di Stato ESERCITAZIONE 5 reddito fiscale e calcolo dell Ires a cura di Daniela Lucarelli La Bergami s.p.a presenta il

Dettagli

I.R.E.S. Imposta sul reddito delle società art D.P.R. 917/86 Tuir

I.R.E.S. Imposta sul reddito delle società art D.P.R. 917/86 Tuir PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA I.R.E.S. Imposta sul reddito delle società art.72 161 D.P.R. 917/86 Tuir 1 I.R.E.S. ha sostituito l I.R.P.E.G. si applica a S.p.a.,S.a.p.a.,S.r.l.,cooperative,

Dettagli

Dall utile di bilancio al reddito fiscale. Dott. Antonino Barbagallo

Dall utile di bilancio al reddito fiscale. Dott. Antonino Barbagallo Dall utile di bilancio al reddito fiscale Dott. Antonino Barbagallo 1 Le imposte Una società di capitali è soggetta a due tipi di imposte sul reddito: IRES (imposta sul reddito delle società) si determina

Dettagli

Bilancio e dichiarazione dei redditi 2015 D'Alessio Raffaele - Antonelli Valerio. Maggioli Editore. 2015 isbn: 9788891610089

Bilancio e dichiarazione dei redditi 2015 D'Alessio Raffaele - Antonelli Valerio. Maggioli Editore. 2015 isbn: 9788891610089 Bilancio e dichiarazione dei redditi 2015 D'Alessio Raffaele - Antonelli Valerio. Maggioli Editore. 2015 isbn: 9788891610089 A.1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni A.1.1 Abbuoni, resi e sconti su

Dettagli

UNICO SC 2015: la deduzione degli interessi passivi Emiliano Ribacchi - Dottore commercialista in Roma - ACP Studio - Alonzo Committeri & Partners

UNICO SC 2015: la deduzione degli interessi passivi Emiliano Ribacchi - Dottore commercialista in Roma - ACP Studio - Alonzo Committeri & Partners UNICO SC 2015: la deduzione degli interessi passivi Emiliano Ribacchi - Dottore commercialista in Roma - ACP Studio - Alonzo Committeri & Partners ADEMPIMENTO " FISCO I soggetti IRES, in sede di calcolo

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 4/2012. OGGETTO: il trattamento contabile delle imposte anticipate e differite

NOTA OPERATIVA N. 4/2012. OGGETTO: il trattamento contabile delle imposte anticipate e differite NOTA OPERATIVA N. 4/2012 OGGETTO: il trattamento contabile delle imposte anticipate e differite - Definizione Al fine di procedere all esame delle imposte anticipate e differite da un punto di vista contabile

Dettagli

Temi speciali di bilancio

Temi speciali di bilancio Università degli Studi di Parma Temi speciali di bilancio Le imposte Riferimenti PRINCIPIO CONTABILE n. 25 (da fare tutto) DOCUMENTO INTERPRETATIVO AL P.C. 25 (N.2) (da fare: 1-15, 18-42) 2 Le imposte

Dettagli

FISCALITÀ DIRETTA UTILE PER L IMPRESA, GLI INTERESSI PASSIVI DEDUCIBILI

FISCALITÀ DIRETTA UTILE PER L IMPRESA, GLI INTERESSI PASSIVI DEDUCIBILI FISCALITÀ DIRETTA UTILE PER L IMPRESA, GLI INTERESSI PASSIVI DEDUCIBILI Le novità nei bilanci 2016, con la possibilità di scaricare file excel che riportano 2 esempi di calcolo della deducibilità degli

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni. parametri: cause di esclusione

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni. parametri: cause di esclusione PERIODO D IMPOSTA 0 0 QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni Rientro lavoratrici/lavoratori RE Codice attività parametri: cause di esclusione studi di settore:

Dettagli

Modello Unico 2015 Analisi novità e problematiche operative. Visto di conformità

Modello Unico 2015 Analisi novità e problematiche operative. Visto di conformità 1 Visto di conformità Adempimenti dichiarativi, scadenze e compensazioni 2 VISTO DI CONFORMITÀ Art. 1, c. 574, L. 147/2014 La casella Visto di conformità rilasciato ai sensi dell art. 35 del D.Lgs. n.

Dettagli

LA SCISSIONE ASPETTI FISCALI. Prof. Claudia Rossi 1

LA SCISSIONE ASPETTI FISCALI. Prof. Claudia Rossi 1 LA SCISSIONE ASPETTI FISCALI Prof. Claudia Rossi 1 DATA DI EFFETTO La scissione ha effetto dalla data dell ultima delle iscrizioni dell atto di scissione dell ufficio del registro delle imprese in cui

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 20 28.05.2014 La rateizzazione delle plusvalenze Aspetti contabili e fiscali Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Scritture contabili Le plusvalenze

Dettagli

Bilancio Consolidato di Gruppo a.a Le imposte correnti, anticipate e differite nel Bilancio consolidato

Bilancio Consolidato di Gruppo a.a Le imposte correnti, anticipate e differite nel Bilancio consolidato Le imposte correnti, anticipate e differite nel Bilancio consolidato 1 A. Le imposte correnti nel bilancio individuale Risultato prima delle imposte [posta di conto economico] (R.A.I.) Reddito imponibile

Dettagli

CONTROLLI FISCALI DI BILANCIO. Descrizione Verifiche Sì No

CONTROLLI FISCALI DI BILANCIO. Descrizione Verifiche Sì No CONTROLLI FISCALI DI BILANCIO Principi generali Valore delle immobilizzazioni Ammortamento Insussistenze e sopravvenienze su cespiti I componenti positivi e negativi sono stati imputati al conto economico

Dettagli

Quadro RF: esame delle principali variazioni in aumento I parte

Quadro RF: esame delle principali variazioni in aumento I parte Focus di pratica professionale di Federico Salvadori Quadro RF: esame delle principali variazioni in aumento I parte Premessa Con il presente intervento si analizzano quelle che sono le principali variazioni

Dettagli

IMPOSTE SUL REDDITO E FISCALITÀ DIFFERITA

IMPOSTE SUL REDDITO E FISCALITÀ DIFFERITA IMPOSTE SUL REDDITO E FISCALITÀ DIFFERITA A cura di Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara Imposte sul reddito e fiscalità differita Indice La determinazione

Dettagli

IMPOSTE SUL REDDITO E FISCALITÀ DIFFERITA. o Differenze temporanee e definitive oimposte differite oimposte anticipate

IMPOSTE SUL REDDITO E FISCALITÀ DIFFERITA. o Differenze temporanee e definitive oimposte differite oimposte anticipate IMPOSTE SUL REDDITO E FISCALITÀ DIFFERITA o Differenze temporanee e definitive oimposte differite oimposte anticipate Competenza economica ed imposte sul reddito Il reddito imponibile per il calcolo delle

Dettagli

Periodico informativo n. 83/2016

Periodico informativo n. 83/2016 Periodico informativo n. 83/2016 Unico SC variazioni in aumento e in diminuzione: check list Gentile Cliente, al fine di poter correttamente compilare il modello Unico16 SC, Le proponiamo, di seguito,

Dettagli

IRES. Presupposto: possesso di redditi in denaro o in natura da parte dei seguenti soggetti passivi:

IRES. Presupposto: possesso di redditi in denaro o in natura da parte dei seguenti soggetti passivi: IRES 1 IRES Presupposto: possesso di redditi in denaro o in natura da parte dei seguenti soggetti passivi: Società per Azioni (S.p.a.), Società in accomandita per azioni (S.a.p.a.), Società a Responsabilità

Dettagli

Interessi passivi e operatività del reddito d'impresa A cura di Mauro Nicola

Interessi passivi e operatività del reddito d'impresa A cura di Mauro Nicola Interessi passivi e operatività del reddito d'impresa A cura di Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara Interessi passivi espliciti in conto economico

Dettagli

NOVITA IN MATERIA DI IRAP. 10 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare

NOVITA IN MATERIA DI IRAP. 10 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare NOVITA IN MATERIA DI IRAP 10 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare RIDUZIONE ALIQUOTA IRAP ALIQUOTA RIDOTTA PER AGRICOLTURA RIPARAMETRAZIONE VALORI CORRELATI ALL ALIQUOTA IRAP RIPARAMETRAZIONE DEDUZIONI

Dettagli

Differenze permanenti e temporanee e relative imposte differite e anticipate

Differenze permanenti e temporanee e relative imposte differite e anticipate Differenze permanenti e temporanee e relative imposte differite e anticipate RISULTATO ANTE IMPOSTE (R.A.I.) REDDITO IMPONIBILE (R.I.) CONFRONTO VALORI UGUALI VALORI DIVERSI DIFFERENZE PERMANENTI DIFFERENZE

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Caratteri economico-aziendali Beni di uso durevole strumentali alla produzione del reddito Se soggetti a logorio tecnico-economico partecipano alla formazione del reddito attraverso

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni. studi di settore: cause di esclusione

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni. studi di settore: cause di esclusione BOZZA INTERNET del //0 PERIODO D IMPOSTA 0 0 QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni Rientro lavoratrici/lavoratori RE Codice attività studi di settore: cause

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni. studi di settore: cause di esclusione

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni. studi di settore: cause di esclusione PERIODO D IMPOSTA 0 0 REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni Rientro lavoratrici/lavoratori RE RE Compensi derivanti dall attività professionale o artistica

Dettagli

CODICE FISCALE REDDITI QUADRO RE. Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni

CODICE FISCALE REDDITI QUADRO RE. Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni PERIODO D IMPOSTA 00 00 QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni RE RE RE RE RE RE RE RE RE RE0 RE RE RE RE RE RE RE Codice attività parametri e studi di settore:

Dettagli

Operazioni straordinarie Parte fiscale - Cessione di azienda o di ramo d'azienda - parte pratica

Operazioni straordinarie Parte fiscale - Cessione di azienda o di ramo d'azienda - parte pratica Operazioni straordinarie Parte fiscale - Cessione di azienda o di ramo d'azienda - parte pratica L'operazione di cessione di azienda può determinare il sorgere, in capo al soggetto cedente, di una plusvalenza

Dettagli

In pratica, gli importi Irap versati come acconti dell'esercizio vanno confrontati con l'importo Irap effettivamente dovuto per l'esercizio stesso.

In pratica, gli importi Irap versati come acconti dell'esercizio vanno confrontati con l'importo Irap effettivamente dovuto per l'esercizio stesso. Focus di pratica professionale di Francesco Facchini Quadro RF: le variazioni in diminuzione Premessa Il presente intervento ha lo scopo di procedere all analisi di alcune fra le principali variazioni

Dettagli

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE CONFCOMMERCIO MILANO PER GLI ASPIRANTI IMPRENDITORI E LE NEO IMPRESE Avv. Giampaolo Foresi Direzione Servizi Tributari LE REGOLE FISCALI SUI COSTI AZIENDALI

Dettagli

IRES IRAP. meno contributi INAIL ,00 var. permanente IMPONIBILE , ,00

IRES IRAP. meno contributi INAIL ,00 var. permanente IMPONIBILE , ,00 CONTO IRES IRAP Accantonamento TFR 17.400,00 Ammortamento arredi e attrezzature 9.750,00 9.750,00 Ammortamento fabbricati 12.000,00 12.000,00 Ammortamento impianti e macchinari 41.250,00 41.250,00 Ammortamento

Dettagli

BILANCIO ECONOMICO DI ESERCIZIO 2008

BILANCIO ECONOMICO DI ESERCIZIO 2008 Allegato 2 alla determinazione n. 27 del 3.4.29 BILANCIO ECONOMICO DI ESERCIZIO 28 Piano dei Gruppo Mastro Conto ANNO 28 A) VALORE DELLA BILANCIO PRODUZIONE ECONOMICO 1) CONTRIBUTI IN C/ESERCIZIO a) Contributi

Dettagli

RIPRODUZIONE VIETATA

RIPRODUZIONE VIETATA Spa 38121 TRENTO Via Solteri, 74 SERVIZIO ASSISTENZA CONTABILE INFORMATIVA N. 12 Prot. 2300 DATA 07.05.2015 OGGETTO: SCRITTURE DI CHIUSURA ESERCIZIO 2014 CONTABILITÁ SEMPLIFICATA Si riassumono le principali

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni PERIODO D IMPOSTA 00 0 QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni RE Codice attività parametri: cause di esclusione studi di settore: cause di esclusione RE Compensi

Dettagli

Quadro RF: analisi delle principali variazioni in aumento I parte

Quadro RF: analisi delle principali variazioni in aumento I parte Focus di pratica professionale di Sandro Cerato e Michele Bana Quadro RF: analisi delle principali variazioni in aumento I parte I contribuenti Ires, determinato il reddito d impresa del periodo d imposta

Dettagli

Le imposte sul reddito

Le imposte sul reddito Le imposte sul reddito 1 Le imposte sono un costo per la produzione del reddito Esse vanno imputate nell esercizio in sui sono stati iscritti i costi e i ricavi cui le stesse si riferiscono (principio

Dettagli

INDICE. Sezione Prima - ASPETTI GENERALI. Sezione Seconda - SCRITTURE DI AMMORTAMENTO

INDICE. Sezione Prima - ASPETTI GENERALI. Sezione Seconda - SCRITTURE DI AMMORTAMENTO INDICE Premessa: la revisione dei principi contabili nazionali... pag. 9 Sezione Prima - ASPETTI GENERALI Bilancio d esercizio... pag. 12 Principi di redazione...» 13 Bilancio in forma abbreviata...» 19

Dettagli

IRAP Dott. Duilio LIBURDI

IRAP Dott. Duilio LIBURDI 2009 Dott. Duilio LIBURDI Diretta 18 maggio 2009 ASPETTI PROCEDURALI - Dichiarazione 2009 deve essere presentata in forma autonoma - Soggetti IRES con periodo di imposta che non comprende il 31.12.2008

Dettagli

IMPOSTE SUL REDDITO E FISCALITÀ DIFFERITA

IMPOSTE SUL REDDITO E FISCALITÀ DIFFERITA IMPOSTE SUL REDDITO E FISCALITÀ DIFFERITA Genova, 17 maggio 2016 Dott. Roberto Pischedda 1 Imposte sul reddito e fiscalità differita Indice La determinazione delle imposte sul reddito; Le differenze temporanee

Dettagli

Le dichiarazioni rigo per rigo

Le dichiarazioni rigo per rigo Le dichiarazioni rigo per rigo Modello Unico 2011 societàdi capitali ed enti La compensazione fra debiti e crediti in Unico 2011 1. DL n.78/2009 limiti all utilizzo dei crediti IVA di importo superiore

Dettagli

OIC 25 IMPOSTE SUL REDDITO

OIC 25 IMPOSTE SUL REDDITO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE OIC 25 IMPOSTE SUL REDDITO Francesco Grasso 20 marzo 2015 Modalità esposizione Analisi del principio contabile con particolare riferimento alle novità rispetto alla precedente

Dettagli

SEZIONE DI RAGIONERIA G. FERRERO I BENI IN LEASING SEZIONE DI RAGIONERIA G. FERRERO

SEZIONE DI RAGIONERIA G. FERRERO I BENI IN LEASING SEZIONE DI RAGIONERIA G. FERRERO I BENI IN LEASING DEFINIZIONE Contratto per mezzo del quale il locatore trasferisce al locatario, in cambio di un pagamento o di una serie di pagamenti, il diritto all utilizzo di un bene per un periodo

Dettagli

INTERESSI PASSIVI: NUOVE MODALITÀ DI DEDUZIONE E INDICAZIONE IN DICHIARAZIONE. Dott. Pasquale SAGGESE

INTERESSI PASSIVI: NUOVE MODALITÀ DI DEDUZIONE E INDICAZIONE IN DICHIARAZIONE. Dott. Pasquale SAGGESE INTERESSI PASSIVI: NUOVE MODALITÀ DI DEDUZIONE E INDICAZIONE IN DICHIARAZIONE Dott. Pasquale SAGGESE Diretta 18 maggio 2009 SOGGETTI IRES - DISCIPLINA FISCALE COMMA 1: CRITERIO GENERALE DI DEDUCIBILITÀ

Dettagli

crediti verso società collegate

crediti verso società collegate crediti verso società collegate B) Immobilizzazioni III - Immobilizzazioni finanziarie 1) Crediti b) Verso imprese collegate Stato Patrimoniale C) Attivo circolante II - Crediti 3) Verso imprese collegate

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 13 LA DIMENSIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE SUL REDDITO.

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 13 LA DIMENSIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE SUL REDDITO. ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 13 LA DIMENSIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE SUL REDDITO. di Maurizio Pini PRIMA PARTE - Esercizi relativi al par. 13.2 (Il Liability Method applicato secondo l approccio IS&L). 1

Dettagli

RAPPORTI TRA BILANCIO E NORMATIVA FISCALE ELIMINAZIONE DEDUCIBILITA EXTRACONTABILI COSTANZA DEI COMPORTAMENTI CONTABILI

RAPPORTI TRA BILANCIO E NORMATIVA FISCALE ELIMINAZIONE DEDUCIBILITA EXTRACONTABILI COSTANZA DEI COMPORTAMENTI CONTABILI RAPPORTI TRA BILANCIO E NORMATIVA FISCALE ELIMINAZIONE DEDUCIBILITA EXTRACONTABILI COSTANZA DEI COMPORTAMENTI CONTABILI 10 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare ELIMINAZIONE DEDUZIONE EXTRACONTABILI (QUADRO

Dettagli

NUOVO MODELLO IRAP 2009 D. Lgs , n Provv. Ag. Entrate L , n. 244

NUOVO MODELLO IRAP 2009 D. Lgs , n Provv. Ag. Entrate L , n. 244 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI SOGGETTI IRPEF SENZA OPZIONE SOGGETTI IRPEF CON OPZIONE E SOGGETTI IRES FILMATO Video Fisco 22.4.29 Info al n. 376-77513 NUOVO MODELLO IRAP 29 D. Lgs. 15.12.1997, n. 446 - Provv.

Dettagli

Direzione Regionale della Puglia. La nuova IRAP. Settore Servizi e Consulenza Ufficio Fiscalità delle imprese e Finanziaria

Direzione Regionale della Puglia. La nuova IRAP. Settore Servizi e Consulenza Ufficio Fiscalità delle imprese e Finanziaria Direzione Regionale della Puglia La nuova IRAP Settore Servizi e Consulenza Ufficio Fiscalità delle imprese e Finanziaria LA NUOVA IRAP Le regole per la dichiarazione 2009 - Le aliquote per la Regione

Dettagli

Bilancio Civile Prospetto Fiscale

Bilancio Civile Prospetto Fiscale Bilancio Civile Prospetto Fiscale Francesca Affini Milano 10 gennaio 2005 1 Normativa Legge 3 ottobre 2001 n.366 (legge delega di riforma del diritto societario) o D.Lgs.13 gennaio 2003 n.6 Legge 7 aprile

Dettagli

IMPOSTE CORRENTI E DIFFERITE

IMPOSTE CORRENTI E DIFFERITE Caso 5 IMPOSTE CORRENTI E DIFFERITE Oggetto ed obiettivi: oggetto del caso sono le imposte differite. Calcolarle è necessario per la corretta imputazione a Conto Economico delle imposte di competenza.

Dettagli

NOVITA' PER LA DEDUCIBILITA' INTERESSI PASSIVI

NOVITA' PER LA DEDUCIBILITA' INTERESSI PASSIVI NOVITA' PER LA DEDUCIBILITA' INTERESSI PASSIVI NOVITÀ PER LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI Nell ambito del c.d. Decreto Internazionalizzazione, pubblicato recentemente sulla G.U., il Legislatore

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SESSIONE ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SESSIONE ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO SESSIONE ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO DIRITTO TRIBUTARIO SESSIONE 2014 TEMA N. 1 Il Candidato illustri le tipologie di reddito che il contribuente

Dettagli

NOVITA FISCALI E FOCUS FINALE SU UNICO 2012

NOVITA FISCALI E FOCUS FINALE SU UNICO 2012 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO NOVITA FISCALI E FOCUS FINALE SU UNICO 2012 GIANCARLO DELLO PREITE 26 SETTEMBRE SALA ORLANDO C.SO VENEZIA, 47 MILANO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI

Dettagli

SEZIONE DESCRIZIONE ASSENZA E.C. VENDITA EXTRA AGRICOLA

SEZIONE DESCRIZIONE ASSENZA E.C. VENDITA EXTRA AGRICOLA PDC Professionisti CODICE SEZIONE DESCRIZIONE ASSENZA E.C. VENDITA EXTRA AGRICOLA 00088 R MOVIMENTO PROFORMA SI 18010 R COMPENSI DERIVANTI DALL@ATTIVITA@ PROFESSIONALE O ARTISTICA 18011 R CORRISPETTIVI

Dettagli

Diritto Tributario. F. Tesauro, Istituzioni di diritto tributario. Vol. 2: Parte speciale, Roma, Utet, 2012;

Diritto Tributario. F. Tesauro, Istituzioni di diritto tributario. Vol. 2: Parte speciale, Roma, Utet, 2012; Diritto Tributario Redditi d impresa ARTICOLI DEL TUIR Artt. 55-66 del TUIR BIBLIOGRAFIA: F. Tesauro, Istituzioni di diritto tributario. Vol. 2: Parte speciale, Roma, Utet, 2012; G. Marongiu e A. Marcheselli,

Dettagli

TRASFORMAZIONE AGEVOLATA ADEMPIMENTI PRATICI. Vincenzo GUARINO Stefania TELESCA

TRASFORMAZIONE AGEVOLATA ADEMPIMENTI PRATICI. Vincenzo GUARINO Stefania TELESCA ADEMPIMENTI PRATICI Vincenzo GUARINO Stefania TELESCA RISERVE DA SOCIETA DI CAPITALI Nella trasformazione di una società di capitali in società in società semplice, le riserve di utili vengono tassate

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERESSI PASSIVI ED IL BILANCIO 2008: LE NOVITA DI CUI TENERE CONTO

LA NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERESSI PASSIVI ED IL BILANCIO 2008: LE NOVITA DI CUI TENERE CONTO Circolare N. 22 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 24 marzo 2009 LA NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERESSI PASSIVI ED IL BILANCIO 2008: LE NOVITA DI CUI TENERE CONTO Con l approssimarsi della chiusura

Dettagli

I nuovi principi contabili nazionali: nuove regole per il bilancio 2014

I nuovi principi contabili nazionali: nuove regole per il bilancio 2014 I nuovi principi contabili nazionali: nuove regole per il bilancio 2014 TERZA SESSIONE parte seconda ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Modena, 17 marzo 2015 I nuovi principi contabili

Dettagli

ESAME DI STATO PER LA ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DI DOTTORE COMMERCIALISTA ED ESPERTO CONTABILE.

ESAME DI STATO PER LA ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DI DOTTORE COMMERCIALISTA ED ESPERTO CONTABILE. ESAME DI STATO PER LA ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DI DOTTORE COMMERCIALISTA ED ESPERTO CONTABILE. Tema 1 I SESSIONE 2016 SEZIONE A I PROVA SCRITTA 15 GIUGNO 2016 Il candidato illustri in dettaglio le principali

Dettagli

II sessione - Temi - Prima prova d'esame

II sessione - Temi - Prima prova d'esame II sessione - Temi - Prima prova d'esame Il tema sorteggiato è il numero 3: TEMA 3 Con riferimento al tema dell analisi economico-finanziaria a partire dai dati di bilancio, il/la candidato/a illustri:

Dettagli

Con il patrocinio Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Cagliari

Con il patrocinio Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Cagliari Con il patrocinio Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Cagliari Benvenuti Convegno Cagliari, 17/04/2008 L EVOLUZIONE DELL IRAP IL PRINCIPIO DI DERIVAZIONE IL RUOLO DELL AGENZIA

Dettagli

TITOLO I IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE. CAPO I Disposizioni generali

TITOLO I IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE. CAPO I Disposizioni generali TITOLO I IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE CAPO I Disposizioni generali Art. 1 (Presupposto dell imposta) Art. 2 (Soggetti passivi) Art. 3 (Base imponibile) Art. 4 (Coniugi e figli minori) Art.

Dettagli

Bilancio dell'esercizio dal 01/01/2013 al 31/12/2013 Redatto in forma estesa

Bilancio dell'esercizio dal 01/01/2013 al 31/12/2013 Redatto in forma estesa CASA DI CURA SAN FRANCESCO SPA Bilancio dell'esercizio dal 01/01/2013 al 31/12/2013 Redatto in forma estesa Sede in Verona, Via Monte Ortigara, n. 21/B Indirizzo PEC: pec@pec.casadicurasfrancesco.it Società

Dettagli

Corso Diritto Tributario

Corso Diritto Tributario Corso Diritto Tributario Il reddito d impresad Lezione 16/ PARTE II 3. La determinazione di reddito di impresa: componenti positivi e componenti negativi Componenti positivi: Le plusvalenze sono imponibili

Dettagli

IL BILANCIO D ESERCIZIO: REDAZIONE, IMPOSTE ED INDICI SIMULAZIONE ESAME DI STATO

IL BILANCIO D ESERCIZIO: REDAZIONE, IMPOSTE ED INDICI SIMULAZIONE ESAME DI STATO IL BILANCIO D ESERCIZIO: REDAZIONE, IMPOSTE ED INDICI SIMULAZIONE ESAME DI STATO 1 Dott. Alfonso Trignano Dott. Angelo Massara ARGOMENTI DA SVILUPPARE 1. IL BILANCIO D ESERCIZIO: FORMA E CONTENUTO 2. PRINCIPI

Dettagli