QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020"

Transcript

1 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016

2 PREMESSA ESTRATTO DELLA CARTA OLIMPICA: Testo d applicazione della Regola 34 Richiesta per l organizzazione dei Giochi Olimpici - città richiedenti 1.1. Per essere accettata, ogni richiesta di una città per l organizzazione dei Giochi Olimpici deve essere approvata dal CNO del proprio Paese, nel qual caso, la città è considerata città richiedente. 1.2 Ogni richiesta di organizzazione dei Giochi Olimpici deve essere sottoposta al CIO dalle autorità pubbliche competenti della città richiedente con l approvazione del CNO di tale Paese. Le autorità e il CNO devono garantire che i Giochi Olimpici saranno organizzati con l approvazione del CIO e alle condizioni da esso dettate. 1.3 Nel caso in cui ci siano in un Paese più città richiedenti per organizzare i medesimi Giochi Olimpici, una sola città può presentare la propria richiesta, secondo la decisione del CNO del Paese relativo. 1.4 Dal giorno del deposito presso il CIO della richiesta di organizzazione dei Giochi Olimpici, il CNO del Paese della città candidata supervisionerà, e ne sarà congiuntamente responsabile, le azioni e i comportamenti della città candidata per quanto riguarda questa richiesta e, se del caso, la candidatura della città all organizzazione dei Giochi Olimpici. 1.5 Ciascuna città richiedente ha l obbligo di conformarsi alla Carta Olimpica e a ogni altra regola dettata dalla Commissione Esecutiva del CIO così come pure a tutte le norme tecniche emanate dalle Federazioni Internazionali per i loro rispettivi sport. 1.6 Tutte le città richiedenti si conformeranno a una procedura di accettazione delle candidature, condotta sotto l autorità della Commissione Esecutiva del CIO, che determinerà il contenuto di questa procedura. La Commissione Esecutiva del CIO deciderà quali città accettare tra le città candidate. Sulla base della valutazione della Commissione CONI Candidatura Italiana ai XXXII Giochi Olimpici 2020 nominata dalla Giunta Nazionale il 21 ottobre 2009, e ad insindacabile giudizio della Giunta Nazionale, saranno portate all attenzione del Consiglio Nazionale solo le candidature ritenute in possesso di adeguati requisiti.

3 INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Nel 2002, in conformità con la politica del CIO, il Presidente del CIO ha chiesto, da un lato, la revisione del contenuto dei Giochi Olimpici da parte della Commissione per il Programma Olimpico e, dall altro, uno studio delle dimensioni, della complessità e del costo dei Giochi Olimpici, condotto dalla Commissione di Studio dei Giochi Olimpici. Le due commissioni hanno presentato rapporti e raccomandazioni alla Commissione Esecutiva del CIO e alla 4^ Sessione del CIO a Città del Messico nel novembre Le principali decisioni prese e le raccomandazioni emesse sono riassunte nel prosieguo. 1. COMMISSIONE PER IL PROGRAMMA OLIMPICO Il compito della Commissione per il Programma Olimpico è revisionare ed analizzare il programma degli sport, delle discipline e degli eventi, il numero degli atleti in ciascuno sport per i Giochi dell Olimpiade e per i Giochi Olimpici Invernali, al fine di elaborare raccomandazioni sui principi e la struttura del Programma Olimpico per i Giochi Olimpici e i Giochi Olimpici Invernali. Per la prima volta dal 1936, la Commissione per il Programma Olimpico ha eseguito un riesame completo del programma degli sport e ha presentato il suo rapporto alla 4^ Sessione del CIO a Città del Messico, dove la decisione più importante di limitare il numero degli sport a 28, il numero delle prove a 300 e il numero degli atleti a per i Giochi delle Olimpiadi è stata adottata all unanimità. Come menzionato sopra, e tenendo conto del riesame in corso del Programma Olimpico, il programma incluso nella presente Procedura di Accettazione delle Candidature (programma per Pechino 2008) sarà soggetto a cambiamenti per i Giochi della XXXII Olimpiade nel 2020*. Rispetto al programma olimpico di Pechino sono esclusi il baseball e il softball e sono stati inseriti il rugby a 7 e il golf. PRINCIPIO 1 FORMAT DEI GIOCHI Il CIO relativamente all organizzazione dei Giochi Olimpici riafferma i seguenti principi della Carta Olimpica: - I Giochi Olimpici sono attribuiti ad una città ospitante - La durata delle competizioni non supererà i sedici giorni - Solo gli sport praticati sulla neve e sul ghiaccio possono essere considerati sport invernali PRINCIPIO 2 LIVELLO DEI SERVIZI Porre fine alla costante crescita dei livelli di riferimento (benchmark inflation) risultanti dal confronto dei servizi forniti ai Giochi precedenti o in altre manifestazioni importanti. Il livello dei servizi dovrebbe essere di uno standard ragionevole ed essere adattato alle reali necessità di ciascun gruppo di clienti. Livelli di rischio accettabili devono ugualmente essere stabiliti con alcune delle principali parti coinvolte. PRINCIPIO 3 LUOGHI DI GARA E STRUTTURE Ridurre al minimo i costi e massimizzare l utilizzo dei luoghi di gara, di allenamento e altre sedi e garantirne un uso efficiente in termini di tempo, spazio e servizi, tenendo in considerazione le esigenze della Famiglia Olimpica.

4 TEMI I. INTRODUZIONE: MOTIVAZIONE, CONCETTO E OPINIONE PUBBLICA II. III. IV. SOSTEGNO POLITICO FINANZIAMENTO SEDI V. ALLOGGI VI. VII. INFRASTRUTTURA DEI TRASPORTI CONDIZIONI GENERALI, LOGISTICA ED ESPERIENZA

5 PRESENTAZIONE DELLE RISPOSTE ISTRUZIONI Le Città che intendono candidarsi sono invitate a rispondere a 24 domande. Le risposte dovranno essere presentate nel modo più semplice ed economico possibile. 1 - Le risposte dovranno essere presentate su fogli di formato A4 (20,9cm x 29,6cm), con orientamento verticale. 2 - Tutte le risposte dovranno essere redatte in un solo documento. 3 - La risposta a ciascuna domanda dovrà limitarsi a una pagina A4 più una pagina per ciascun allegato richiesto (ad esclusione del Finanziamento in cui si richiede una pagina per budget OCOG e budget esterno OCOG) Numero massimo di pagine: 25 (esclusi la copertina e gli allegati). Il documento dovrà essere predisposto in italiano. 4 - Nessun altra forma di comunicazione o di documento (incluse videocassette, CD ROM o altre pubblicazioni di natura artistica o promozionale) potrà accompagnare le risposte alle domande. 5- Cartine: Le Città che intendono candidarsi devono fornire cinque cartine (vedi allegati) In entrambi i casi, la cartina di base è la stessa, cambiano le informazioni che devono essere sovrascritte su di esse. La cartina di base deve essere una cartina recente della vostra città /regione, su cui sia chiaramente indicata la scala. Tutte le cartine devono essere in formato A3. Cartina A Si tratta di una cartina generale, che rappresenta il vostro concetto dei Giochi non è richiesto alcun codice di colori. Cartina B Si tratta di una cartina generale per illustrare il piano trasporti della candidatura. Sono altresì richieste due cartine Ba e Bb per illustrare il piano trasporti su gomma e quello su ferro. Il seguente codice di colori dovrà essere utilizzato per questa cartina: - Blu: infrastrutture esistenti perfettamente funzionanti - Giallo: infrastrutture previste (contratti firmati/deliberati) - Rosso: infrastrutture supplementari da costruire per i Giochi Olimpici - Verde: infrastrutture esistenti, ma da ristrutturare per i Giochi Olimpici - Arancione: infrastrutture temporanee da allestire per i Giochi Olimpici - Viola: esistenti da allestire Cartina C Si tratta di inserire sulla cartina A gli alberghi che la città può avere a disposizione utilizzando il codice colori come segue : - Blu: alberghi esistenti - Rosso: alberghi in costruzione - Giallo: alberghi previsti già deliberati

6 I. INTRODUZIONE: MOTIVAZIONE, CONCETTO E OPINIONE PUBBLICA 1. INTRODUZIONE: a- Qual è la vostra motivazione principale per ospitare i Giochi Olimpici? 2. CONCETTO: b- Quale sarebbe l impatto e l eredità dei Giochi Olimpici per la vostra città/regione? c- Quali sono le maggiori risorse economiche della vostra città? a- Descrivete brevemente la vostra visione dei Giochi Olimpici nella vostra città/regione. Descrivete dettagliatamente i seguenti aspetti: - Motivazione della scelta dell ubicazione delle principali infrastrutture Olimpiche - benefici previsti durante e dopo i Giochi. Spiegate come la vostra visione dei Giochi si integra nella strategia di pianificazione a lungo termine della vostra città. b-fornite una cartina (A) della vostra città/regione in cui il vostro progetto è sovraimpresso, dandone così una panoramica visiva completa. Questa cartina deve contenere l ubicazione di tutte le principali infrastrutture Olimpiche (luoghi sportivi, Villaggio o Villaggi Olimpico/i, alloggi o Villaggio/i dei Media, Centro Stampa Principale (MPC, Main Press Centre), Centro Internazionale Radiotelevisivo (IBC, International Broadcasting Centre), principale zona alberghiera, principali infrastrutture dei trasporti aeroporto/i, autostrade, stazioni ferroviarie, ecc.) 3. OPINIONE PUBBLICA: a- Qual è in generale l opinione del pubblico nella vostra città/regione e in Italia riguardo al vostro progetto di ospitare i Giochi Olimpici? Se effettuate sondaggi di opinione, vogliate fornirci le seguenti informazioni: Domande poste Area coperta Date del sondaggio Dimensioni del campione Società incaricata per il sondaggio b- Quali sono le obiezioni al vostro progetto? Fornite una descrizione dettagliata. c- Descrivete il tipo di appoggio delibere, ordini del giorno ecc. - dato alla Vostra candidatura da parte delle autorità locali e citate in che modo queste eventualmente parteciperanno e faranno parte del Comitato di Candidatura. 14

7 II. SOSTEGNO POLITICO 4. SOSTEGNO DEL GOVERNO: Il CIO richiede alla città che intende candidarsi il sostegno del governo nazionale, regionale e locale. Il sostegno del Governo sarà richiesto dal CONI successivamente per la città che sarà scelta, unitamente alle garanzie che il CIO richiede: SOSTEGNO DELLA CITTÁ: Si richiede una lettera di garanzia sottoscritta dalle autorità municipali della città nella quale è necessario confermare di avere preso atto delle disposizioni della Carta Olimpica, del Codice Etico, del contratto della città Ospitante e che si sia compreso che qualsiasi impegno preso (anche durante questa fase) sarà vincolante per la città. Si dovrà inoltre dichiarare che verranno presi tutti i provvedimenti necessari affinché la città possa rispettare pienamente i propri obblighi. In questa fase di pre-candidatura la città non può usare i cerchi olimpici e le dizioni correlate, né tanto meno la terminologia di città Applicante o Candidata. 5. FUTURO COMITATO PER LA CANDIDATURA: Se sarete accettati come Città candidata ad ospitare i Giochi Olimpici del 2020, come sarà strutturato e composto il vostro Comitato per la Candidatura? Specificate quali istituzioni, organizzazioni o enti pubblici o privati sarebbero rappresentati nel vostro Comitato per la Candidatura e i loro rispettivi livelli di autorità.

8 6. BUDGET DELLA CANDIDATURA: III. FINANZIAMENTO Se la vostra città sarà accettata come Città candidata ad ospitare i Giochi Olimpici del 2020, descrivete come e da chi sarà finanziata la vostra candidatura. Qual è il budget (in USD) per: Fase I (Domanda per candidarsi) Fase II (Candidatura) N.B. Le città candidate ai Giochi Olimpici 2016 hanno speso circa 40 milioni di euro. 7. BUDGET DEI GIOCHI: Come sarà strutturato il budget dei Giochi (finanziamento privato e/o pubblico)? Nella predisposizione dei progetti di finanziamento dei Giochi Olimpici, bisogna tenere presente che esistono due diversi budget: Il budget dell OCOG: si tratta del budget operativo per l organizzazione dei Giochi Olimpici. I costi per la costruzione, la ristrutturazione delle infrastrutture per le sedi sportive, il Villaggio Olimpico, l IBC e il MPC ed altri progetti per la realizzazione di grandi infrastrutture non devono essere inclusi nel budget dell OCOG, ma nel budget esterno all OCOG. Budget esterno all OCOG: si tratta del budget relativo ai costi per la costruzione o il rifacimento per le principali infrastrutture ed impianti sportivi CONTRIBUTI DEL GOVERNO: Una volta che sarà scelta la città da candidare bisognerà specificare quali impegni finanziari sono stati ottenuti dal governo nazionale, regionale o locale e dalle autorità municipali. E importante ricordare che nella fase successiva, la città scelta, durante la fase della candidatura dovrà ottenere tra l altro, le seguenti garanzie da parte delle autorità pubbliche, che sono fondamentali per il successo della realizzazione dei Giochi Olimpici: L impegno a fornire tutti i servizi di sicurezza, sanitari, doganali ed altri servizi legati al governo, senza costi per il Comitato Organizzatore (OCOG); L impegno a mettere a disposizione dell OCOG tutti i luoghi gara e non di proprietà delle autorità pubbliche, senza costi o a un canone di locazione approvato preventivamente dal CIO; La copertura di un eventuale deficit dell OCOG; L impegno a realizzare e finanziare i progetti di sviluppo delle infrastrutture richieste. 8. POTENZIALE PER GENERARE RICAVI DELL OCOG: Oltre al contributo finanziario che riceverete dal CIO, quali altre entrate ritenete di poter generare? Indicate la fonte, l importo stimato e le informazioni in base alle quali avete effettuato tale stima.

9 A. LUOGHI DI GARA IV. SEDI 9. Rispondere alle seguenti domande utilizzando la Tabella I (vedi modello negli allegati): a- Installazioni sportive esistenti: Indicate le installazioni sportive esistenti, perfettamente funzionanti, che ritenete saranno utilizzate per i Giochi Olimpici. Fornite tutte le altre informazioni richieste nella tabella. b- Installazioni sportive esistenti da allestire: Indicate le installazioni sportive esistenti, ma con necessità di interventi significativi, che ritenete saranno utilizzate per i Giochi Olimpici. Fornite tutte le altre informazioni richieste nella tabella. c- Installazioni sportive da ristrutturare d- Installazioni sportive previste: Indicate le installazioni sportive già previste nei piani e nei finanziamenti, indipendentemente dalla vostra domanda di candidatura per i Giochi Olimpici, che saranno utilizzate per le competizioni Olimpiche. Fornite tutte le altre informazioni richieste nella tabella. Per gli Sport per cui si prevede di utilizzare più impianti, indicarli tutti in successione nella casella relativa N.B. Per tutte le installazioni di cui sopra elencare, ove possibile, l eventuale piano regolatore e- Installazioni sportive supplementari: Indicate le installazioni sportive da costruire per i Giochi Olimpici, non ancora previste nei piani e nei finanziamenti. Fornite tutte le altre informazioni richieste nella tabella. f- Installazioni sportive temporanee da allestire: Indicate le installazioni sportive previste con tecniche costruttive provvisorie, da utilizzate per i Giochi Olimpici e smontare dopo. Fornite tutte le altre informazioni richieste nella tabella. 10. Fornite la Cartina B, Ba, Bb (vedi istruzioni) Si tratta della cartina della vostra città/regione su cui vi chiediamo di indicare l ubicazione dei luoghi di gara elencati nella precedente domanda 9, e quella del Villaggio Olimpico, o dei Villaggi Olimpici se più di uno, dell IBC/MPC e del Villaggio o Villaggi dei Media, utilizzando il codice di colori descritto nelle istruzioni per distinguere tra le installazioni sportive esistenti, da ristrutturare, previste, supplementari, e temporanee.

10 B. LUOGHI NON DESTINATI ALLE GARE. VILLAGGIO/I OLIMPICO/I: a- Descrivete il vostro concetto per il o i Villaggi per gli atleti, nonché i vostri progetti per il loro utilizzo dopo i Giochi Olimpici. N.B. Il Villaggio Olimpico deve ospitare persone. b- Specificate chi finanzierà la costruzione del o dei villaggi per gli atleti. c- Indicate se uno o più villaggi supplementari o altre soluzioni di alloggiamento sono previste o richieste. Descrivete quali sono queste eventuali soluzioni alternative di alloggiamento, ove ve ne siano. Indicate se il progetto del Villaggio Olimpico è già inserito nel piano regolatore della città. CENTRO INTERNAZIONALE RADIOTELEVISIVO (IBC)/CENTRO STAMPA PRINCIPALE (MPC): a- Descrivete il vostro concetto per l IBC e MPC, nonché i vostri progetti per il loro utilizzo dopo i Giochi Olimpici. (Ubicazione, costruzione esistente o nuova, luoghi combinati o separati) N:B: Il Centro Stampa e quello Televisivo occupano uno spazio di mq. b- Specificate chi finanzierà la costruzione dell IBC/MPC. Indicate se il progetto del Villaggio Olimpico è già inserito nel piano regolatore della città.

11 V. ALLOGGI 12. ALBERGHI: Completare la Tabella II (vedere modello negli allegati) indicando il numero di alberghi e di camere d albergo in un raggio di 10km dal centro della città ed in un raggio di -25km e 26-50km dal centro della città. Per le sedi al di fuori della città, indicate il numero di camere d albergo entro 10km dalla sede. Indicate le tariffe medie in vigore nel 2009 per gli hotel a 3, 4 e 5* nel mese dei Giochi, colazione e tasse incluse. N.B. Relativamente al numero di stanze necessarie per ospitare i Giochi, le indicazioni tecniche del CIO richiedono almeno stanze tra 2 e 5 stelle nel raggio di 50 km, nella realtà servono almeno stanze e altri alloggi. In caso di necessità di nuove costruzioni fornire, se esistenti, le garanzie formali, con eventuale iter, sulla realizzazione nei tempi previsti e indicare se sono già inserite nel piano regolatore della città. Si riportano per opportuna informazione i dati relativi alla offerta stanze (di cui è stata presentata lettera di garanzia) riportati nei dossier di candidatura delle città candidate ai Giochi Olimpici 2016: Madrid Chicago Rio de Janeiro Tokyo Potete già designare l albergo del CIO durante i Giochi Olimpici? Cartina C Fornire piantina supplementare per gli alberghi e la loro dislocazione 13. ALLOGGI PER I MEDIA: I rappresentanti dei Media devono essere alloggiati in albergo, ogni volta che ne sussista la possibilità. Nel caso in cui l infrastruttura alberghiera della città ospitante sia insufficiente per rispondere ai bisogni dei media, l OCOG deve fornire un villaggio dei media (o più di uno, in base alla configurazione delle Sedi Olimpiche). Se prevedete di utilizzare uno o più villaggi dei media: a- Descrivete il vostro concetto per il o i villaggi dei media, nonché i vostri progetti per il loro utilizzo dopo i Giochi Olimpici. b- Specificate chi finanzierà la costruzione del o dei Villaggi dei media e indicate se sono già inseriti nel piano regolatore della città.

12 VI. INFRASTRUTTURA DEI TRASPORTI 14. Rispondere alle seguenti domande utilizzando la Tabella III (vedi modello negli allegati): a- INFRASTRUTTURA DEI TRASPORTI ESISTENTE: Indicate l infrastruttura dei trasporti esistente: autostrade e rete delle principali arterie urbane, rete ferroviaria periferica, rete metropolitana e metropolitana leggera. b- INFRASTRUTTURA DEI TRASPORTI PREVISTA: Indicate tutti i progetti di sviluppo dell infrastruttura dei trasporti già previsti, indipendentemente dalla vostra domanda di candidatura, ma che possono influire sull accessibilità alle sedi Olimpiche. c- INFRASTRUTTURA DEI TRASPORTI SUPPLEMENTARE: Indicate l infrastruttura dei trasporti supplementare da costruire che ritenete necessaria per ospitare i Giochi Olimpici. Per ciascuna delle voci di cui sopra, specificate: - Lunghezza e capacità (numero di corsie o strade ferrate) - Come e da chi saranno finanziate (ove applicabile) - Data prevista per la fine dei lavori di costruzione (ove applicabile) Distinguete l infrastruttura dei trasporti all interno della città da quella tra la città e le sedi all esterno. Specificate se questi progetti supplementari sono autorizzati e sostenuti dalle autorità componenti e se sono inseriti nel piano regolatore della città. 15. a- Qual è il principale aeroporto internazionale che intendete utilizzare per i Giochi Olimpici? Fornite la motivazione. b- Quali altri aeroporti intendete utilizzare per i Giochi Olimpici? Fornite la motivazione. c- Per ciascun aeroporto che intendente utilizzare, indicate la capacità (numero di piste d atterraggio, numero di porte d imbarco, capacità del terminal passeggeri), distanza dal centro della città e collegamenti, esistenti e previsti, con i trasporti pubblici al centro della città. 16. Fornite la Cartina B (vedi istruzioni) Si tratta della cartina della vostra città/regione, su cui vi chiediamo di indicare tutte le infrastrutture dei trasporti elencate nella domanda 15, utilizzando il codice di colori descritto nelle istruzioni per distinguere tra le infrastrutture dei trasporti esistenti, previste e supplementari. (Accertatevi che il principale aeroporto internazionale sia indicato su questa cartina) B/a B/b piantina trasporti su gomma piantina trasporti su ferro 17. Quali sono attualmente le difficoltà nel settore dei trasporti che la vostra città deve affrontare e come intendete superarle nel corso dei Giochi? 18. TRASPORTI: Completate la Tabella IV (vedi modello negli allegati). Indicate tutte le distanze (in km) e i tempi di percorrenza nel 2009 (in minuti) con l itinerario più idoneo in autobus. Se esiste un collegamento

13 ferroviario, aggiungete tra parentesi (treno) per il corrispondete collegamento. VII. CONDIZIONI GENERALI, LOGISTICA ED ESPERIENZA 19. DATE DEI GIOCHI OLIMPICI: 20. POPOLAZIONE: I Giochi della XXXI Olimpiade si svolgeranno entro il seguente periodo: dal 15 luglio al 31 agosto Indicate le date che proponete per ospitare i Giochi della XXXI Olimpiade e specificatene il motivo. Indicate La popolazione attuale e la popolazione stimata per il 2020: 21. METEOROLOGIA: 22. AMBIENTE: 23. ESPERIENZA: 24. SICUREZZA: - Regione - Città - Città, inclusa l area metropolitana, ove applicabile Completate la Tabella V (vedi modello negli allegati). a- Fornite una valutazione delle attuali condizioni ambientali nella vostra città. b- Descrivete nel dettaglio i progetti ambientali in corso e la loro organizzazione. c- Fornite una valutazione dell impatto ambientale dei Giochi Olimpici nella vostra città. d- Sono stati condotti studi sull impatto ambientale in una o più delle sedi proposte? Quale esperienza avete maturato nell organizzazione di eventi sportivi e plurisportivi internazionali? Elencate un massimo di dieci manifestazioni di alto livello organizzate negli ultimi dieci anni, precisando le date. Elencate quali grandi manifestazioni sportive o grandi eventi di massa sono stati assegnati alla città fino al Fornite statistiche relative ai tassi di criminalità nella vostra regione e città negli ultimi dieci anni. Per quanto riguarda la Vostra città specificare i particolari problemi di criminalità che deve affrontare. Illustrate un piano di sicurezza generale dei Giochi indicando sia il tipo di sicurezza proposto che il ruolo delle organizzazioni di sicurezza pubbliche e private, specificando il grado di coordinamento e il rapporto con l eventuale Comitato Organizzatore. Evidenziare referenze in tema di sicurezza in occasione di importanti eventi di massa. Fornite un documento sottoscritto dalle autorità locali che garantisca che i provvedimenti proposti verranno presi per assicurare una gestione pacifica e ordinata dei Giochi.

14 ALLEGATI CHE DEVONO ESSERE PRESENTATI DALLE CITTÁ CHE INTENDONO CANDIDARSI ALLEGATO RIFERIMENTO Cartina A Domanda 2b: Concetto Tabella I (vedi modello) Domanda 9: Sedi sportive esistenti, previste, supplementari, da ristrutturare e temporanee Cartina B B/a B/b Domande 10 e 16: Infrastruttura dei trasporti e sedi di gara e non esistenti, previste, supplementari, da ristrutturare e temporanee Cartina C Domanda 12: alloggi Tabella II (vedi modello) Domanda 12: Alloggi Tabella III (vedi modello) Domanda 14: Infrastruttura dei trasporti esistente, prevista e supplementare Tabella IV (vedi modello) Domanda 18: Trasporti Tabella V (vedi modello) Domanda 21: Meteorologia 14

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

EGIDIO DANSERO ANNA SEGRE 1 I XX GIOCHI OLIMPICI INVERNALI «TORINO 2006» BREVIARIO MINIMO

EGIDIO DANSERO ANNA SEGRE 1 I XX GIOCHI OLIMPICI INVERNALI «TORINO 2006» BREVIARIO MINIMO EGIDIO DANSERO ANNA SEGRE 1 I XX GIOCHI OLIMPICI INVERNALI «TORINO 2006» BREVIARIO MINIMO La pista olimpica verso il 2006. Presentiamo qui di seguito una sintetica scheda sulle olimpiadi invernali di Torino

Dettagli

Risposta al Questionario per la Candidatura Italiana ai Giochi della XXXII Olimpiade 2020

Risposta al Questionario per la Candidatura Italiana ai Giochi della XXXII Olimpiade 2020 Risposta al Questionario per la Candidatura Italiana ai Giochi della XXXII Olimpiade 2020 INDICE I_Introduzione 01 Motivazione 02 Concetto 03 Opinione pubblica Il_Sostegno politico 04 Sostegno della Città

Dettagli

Logistica La prenotazioni alberghiere dovranno essere inviate entro il 22 febbraio 2009 alla Funsport Società Sportiva Dilettantistica r.l..

Logistica La prenotazioni alberghiere dovranno essere inviate entro il 22 febbraio 2009 alla Funsport Società Sportiva Dilettantistica r.l.. CAMPIONATO NAZIONALE LIBERTAS 2009 DI CORSA CAMPESTRE 60 LEVA NAZIONALE LIBERTAS MASCHILE DI CORSA CAMPESTRE 45 LEVA NAZIONALE LIBERTAS FEMMINILE DI CORSA CAMPESTRE 16 TROFEO NAZ. LIBERTAS MASTER / AMATORI

Dettagli

CANDIDATURA PER IL TITOLO DI CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019 da compilarsi a cura delle città candidate al titolo

CANDIDATURA PER IL TITOLO DI CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019 da compilarsi a cura delle città candidate al titolo CANDIDATURA PER IL TITOLO DI CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019 da compilarsi a cura delle città candidate al titolo Al fine di motivare la presentazione della loro candidatura al titolo di Capitale Europea

Dettagli

23/04/2014. ORGANIZZAZIONE: ASD A.S.P.E.A PADOVA ONLUS tel./fax: 049/8934777 e-mail: info@aspeapadova.it

23/04/2014. ORGANIZZAZIONE: ASD A.S.P.E.A PADOVA ONLUS tel./fax: 049/8934777 e-mail: info@aspeapadova.it 746 A TUTTE LE SOCIETÀ FISDIR INTERESSATE E, P.C. AL REFERENTE TECNICO NAZIONALE DI DISCIPLINA AI DELEGATI REGIONALI FISDIR 23/04/2014 OGGETTO: 6 CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO DI ATLETICA LEGGERA FISDIR

Dettagli

SISTEMI URBANI Rete metropolitana dell'area milanese Nuova linea metropolitana M4 da Lorenteggio a Linate - Lotto 1 San Cristoforo-Sforza Policlinico

SISTEMI URBANI Rete metropolitana dell'area milanese Nuova linea metropolitana M4 da Lorenteggio a Linate - Lotto 1 San Cristoforo-Sforza Policlinico SISTEMI URBANI Rete metropolitana dell'area milanese Nuova linea metropolitana M4 da Lorenteggio a Linate - Lotto 1 San Cristoforo-Sforza Policlinico SCHEDA N. 87 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO

Dettagli

Normativa sulle trasferte e i relativi rimborsi delle spese della Federazione Motociclistica Italiana

Normativa sulle trasferte e i relativi rimborsi delle spese della Federazione Motociclistica Italiana Normativa sulle trasferte e i relativi rimborsi delle spese della Federazione Motociclistica Italiana Approvata dal Consiglio Federale n. 5 del 10-11 ottobre 2013 con deliberazione n. 157 1. STRUTTURA

Dettagli

Qualità della proposta punti 10 Ricadute occupazionali e capacità operative punti 10 Fattibilità punti 6 Sostenibilità gestionale punti 7

Qualità della proposta punti 10 Ricadute occupazionali e capacità operative punti 10 Fattibilità punti 6 Sostenibilità gestionale punti 7 Bando per la selezione di manifestazioni di interesse ad interventi per la fruibilità turistica e ricreativa in aree interessate da attività estrattive Articolo 1. Contenuto del bando ed obiettivi 1. Il

Dettagli

OFFERTA Campionato Italiano Dinghy 12p

OFFERTA Campionato Italiano Dinghy 12p OFFERTA Campionato Italiano Dinghy 12p Evento Campionato Italiano Dinghy 12p Luogo e date: Bibione Pineda dal 06/09 al 09/09 2012. PARTECIPANTI Circa 100 persone tra atleti, allenatori, giudici, organizzatori,

Dettagli

Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus. L Europa ci unisce!

Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus. L Europa ci unisce! Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus L Europa ci unisce! Se viaggi in Aereo I principali diritti dei passeggeri: Persone con disabilità e a mobilità ridotta Imbarco negato Cancellazione Lunghi ritardi

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE CSEN JUDO JUDO CON IL PATROCINIO DEL COMITATO REGIONALE FIJLKAM LAZIO 4 DICEMBRE 2011

CAMPIONATO NAZIONALE CSEN JUDO JUDO CON IL PATROCINIO DEL COMITATO REGIONALE FIJLKAM LAZIO 4 DICEMBRE 2011 CAMPIONATO NAZIONALE CSEN JUDO JUDO CON IL PATROCINIO DEL COMITATO REGIONALE FIJLKAM LAZIO 4 DICEMBRE 2011 RISERVATO ALLE CLASSI ESOR.A-B MF - CADETTI MF- JUNIORES MF - SENIORES MF-MASTER PALAZZO DELLO

Dettagli

ANNUARIO SPORTIVO NAZIONALE 2015 APPENDICE 10 AL REGOLAMENTO SPORTIVO NAZIONALE RIMBORSI SPESE E TRATTAMENTI ECONOMICI

ANNUARIO SPORTIVO NAZIONALE 2015 APPENDICE 10 AL REGOLAMENTO SPORTIVO NAZIONALE RIMBORSI SPESE E TRATTAMENTI ECONOMICI ANNUARIO SPORTIVO NAZIONALE 2015 APPENDICE 10 AL REGOLAMENTO SPORTIVO NAZIONALE RIMBORSI SPESE E TRATTAMENTI ECONOMICI CRONOLOGIA MODIFICHE: ARTICOLO MODIFICATO DATA DI APPLICAZIONE DATA DI PUBBLICAZIONE

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ DI

MANUALE DELLA QUALITÀ DI MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 13 MANUALE DELLA QUALITÀ DI Copia master Copia in emissione controllata (il destinatario di questo documento ha l obbligo di conservarlo e di restituirlo, su richiesta della

Dettagli

ORGANIZZAZIONE e LOGISTICA DI GARA:

ORGANIZZAZIONE e LOGISTICA DI GARA: Padova, 19 ottobre 2015 Alla Federazione Ginnastica d Italia Al Settore Tecnico Roma Ai Comitati Regionali FGI Alle Società interessate Oggetto: 4 prova CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA 4 PROVA

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER IL SOSTEGNO DIRETTO A MANIFESTAZIONI SPORTIVE REALIZZATE CON FONDI REGIONALI 1

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER IL SOSTEGNO DIRETTO A MANIFESTAZIONI SPORTIVE REALIZZATE CON FONDI REGIONALI 1 DOMANDA DI CONTRIBUTO PER IL SOSTEGNO DIRETTO A MANIFESTAZIONI SPORTIVE REALIZZATE CON FONDI REGIONALI 1 ( Piano Regionale per la Promozione della cultura e della pratica dell attività sportiva e motorioricreativa

Dettagli

Linee guida per l'organizzazione di gare di sci alpino

Linee guida per l'organizzazione di gare di sci alpino Linee guida per l'organizzazione di gare di sci alpino Campo di applicazione Le seguenti linee guida si propongono di essere una sorta di vademecum operativo per quelle società sportive regolarmente affiliate

Dettagli

C I R C O L A R E N 1

C I R C O L A R E N 1 C I R C O L A R E N 1 Organizzazione Finali Nazionali Campionati Giovanili 2011 Si comunicano, per opportuna conoscenza, le condizioni a cui gli Enti o Società dovranno attenersi qualora desiderino presentare

Dettagli

CONTRATTO DELL'EVENTO

CONTRATTO DELL'EVENTO CONTRATTO DELL'EVENTO relativo all organizzazione del.. tra FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO (d'ora in avanti "FIC") e.. (d'ora in avanti ".") e LA CITTÀ DI [CITTÀ], (d'ora in avanti "CITTÀ") PREMESSO

Dettagli

ORGANIZZAZIONE e LOGISTICA DI GARA:

ORGANIZZAZIONE e LOGISTICA DI GARA: Padova, 19 ottobre 2015 Alla Federazione Ginnastica d Italia Al Settore Tecnico Roma Ai Comitati Regionali FGI Alle Società interessate Oggetto: 4 prova CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA 4 PROVA

Dettagli

Campionati Italiani Juniores di Pesistica m/f -Finale Nazionale- Roma, 18 e 19 aprile 2009 INFORMAZIONI LOGISTICHE

Campionati Italiani Juniores di Pesistica m/f -Finale Nazionale- Roma, 18 e 19 aprile 2009 INFORMAZIONI LOGISTICHE Campionati Italiani Juniores di Pesistica m/f -Finale Nazionale- Roma, 18 e 19 aprile 2009 INFORMAZIONI LOGISTICHE Organizzazione FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA Viale Tiziano, 70-00196

Dettagli

SEDE GARA ORGANIZZAZIONE- CORRISPONDENZA

SEDE GARA ORGANIZZAZIONE- CORRISPONDENZA Associazione Sportiva Dilettantistica C.O.N.I. - SOCIETÀ GINNASTICA PRO NOVARA 1881 - F.G.I. STADIO COMUNALE - 28100 NOVARA - Viale Marmo, 2 Casella Postale 124 - Tel. e Fax 0321 45.59.94 C.F. e P. Iva

Dettagli

OFFERTA Campionato Italiano Dinghy 12p

OFFERTA Campionato Italiano Dinghy 12p OFFERTA Campionato Italiano Dinghy 12p Evento Campionato Italiano Dinghy 12p Luogo e date: Bibione Pineda dal 06/09 al 09/09 2012. PARTECIPANTI Circa 100 persone tra atleti, allenatori, giudici, organizzatori,

Dettagli

AREA SPORTIVA - SETTORE LOTTA

AREA SPORTIVA - SETTORE LOTTA AREA SPORTIVA - SETTORE LOTTA ufficiogare@fijlkam.it lotta@fijlkam.it Denominazione: CAMPIONATO ITALIANO PER SQUADRE DI CLUB OVER 18 - GR Luogo e data: PADOVA 15 novembre 2008 Sede: FIERA DI PADOVA padiglione

Dettagli

cambiare Roma: 2 fasi, un solo obiettivo

cambiare Roma: 2 fasi, un solo obiettivo cambiare Roma: 2 fasi, un solo obiettivo La cosa migliore del futuro è che arriva un giorno alla volta (Abraham Lincoln) la nuova fase dell azione di governo 2 anni per cambiare i modi di governare la

Dettagli

APPALTI e CONCESSIONI

APPALTI e CONCESSIONI DOTAZIONE INFRASTRUTTURE: DATI UE E NAZIONALI L ISPO (Istituto per gli studi sulla Pubblica opinione) ha reso noti i dati di una ricerca comparata sulle infrastrutture, sia a livello comunitazio che nazionnale.

Dettagli

Fase Nazionale Trofeo CONI 2014 Caserta 09-11 Ottobre

Fase Nazionale Trofeo CONI 2014 Caserta 09-11 Ottobre Fase Nazionale Trofeo CONI 2014 Caserta 09-11 Ottobre VADEMECUM INFORMATIVO Linee guida partecipative ed organizzative Domande e risposte più frequenti riferite al Trofeo CONI 2014 1. D. A chi e dove dovranno

Dettagli

TROFEO DELLE REGIONI A SQUADRE MASTER 6 Armi sabato 03 e domenica 04 dicembre 2011 RAPALLO (GE)

TROFEO DELLE REGIONI A SQUADRE MASTER 6 Armi sabato 03 e domenica 04 dicembre 2011 RAPALLO (GE) Rimini, 09 novembre 2011 Circolare n 3 2011-12 TROFEO DELLE REGIONI A SQUADRE MASTER 6 Armi sabato 03 e domenica 04 dicembre 2011 RAPALLO (GE) LUOGO DI GARA Palestra Casa della Gioventù, Via Lamarmora

Dettagli

Il CONI attraverso l Area Sport e Preparazione Olimpica

Il CONI attraverso l Area Sport e Preparazione Olimpica 1 Il CONI attraverso l Area Sport e Preparazione Olimpica «cura la preparazione degli atleti, lo svolgimento delle manifestazioni e l approntamento dei mezzi necessari alla partecipazione della delegazione

Dettagli

IL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO A MADRID

IL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO A MADRID IL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO A MADRID 1) I soggetti regolatori Comunidad de Madrid: in base all articolo 26.5 del suo Statuto, la Comunità Autonoma di Madrid ha pieni poteri normativi in materia di

Dettagli

Oggetto del Bando. Requisiti di partecipazione. Termini e Modalità di partecipazione

Oggetto del Bando. Requisiti di partecipazione. Termini e Modalità di partecipazione BANDO ASSEGNAZIONE CAMPIONATI ITALIANI PATTINAGGIO ARTISTICO 2017 SPECIALITA LIBERO DIVISIONE NAZIONALE A/B/C/D SOLO DANCE DIVISIONE NAZIONALE SOLO DANCE DIVISIONE INTERNAZIONALE ALLIEVI/CADETTI /JEUNESSE

Dettagli

MUNDIALITO CUP TOURNAMENT 2013

MUNDIALITO CUP TOURNAMENT 2013 La Federazione Italiana Football Sala presenta: MUNDIALITO CUP TOURNAMENT 2013 Coppa dei Popoli PALAZZETTO DELLO SPORT SCUOLE MEDIE WALTER TOBAGI - Via Cairoli 32, Lainate (MI)- Fraz. Barbaiana 30-31/03/2013

Dettagli

MODULO CANDIDATURA RICHIESTA ORGANIZZAZIONE MANIFESTAZIONI FIPIC ATTIVITA FEDERALE STAGIONE SPORTIVA 2014/2015

MODULO CANDIDATURA RICHIESTA ORGANIZZAZIONE MANIFESTAZIONI FIPIC ATTIVITA FEDERALE STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 MODULO CANDIDATURA RICHIESTA ORGANIZZAZIONE MANIFESTAZIONI FIPIC ATTIVITA FEDERALE STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 EVENTI ALL STAR GAME FINAL FOUR COPPA ITALIA FINAL FOUR CAMPIONATO GIOVANILE CONCENTRAMENTO

Dettagli

DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS

DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS Dal 1 marzo 2013 è in vigore il Regolamento (UE) n. 181/2011, che stabilisce i diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus, prevedendo,

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Capitolato Tecnico servizi di agenzia di viaggio. Pagina 1 di 11

CAPITOLATO TECNICO. Capitolato Tecnico servizi di agenzia di viaggio. Pagina 1 di 11 SERVIZIO DI AGENZIA DI VIAGGIO PER LA GESTIONE INTEGRATA DELLE TRASFERTE DI LAVORO DEL PERSONALE DI TURISMO TORINO E PROVINCIA, NONCHÉ DEI SERVIZI DI PIANIFICAZIONE, ORGANIZZAZIONE ED ASSISTENZA ACCESSORIA

Dettagli

OGGETTO: XXXIX Campionato Italiano Assoluto Estivo di Nuoto Paralimpico Bergamo 1-3 luglio 2016

OGGETTO: XXXIX Campionato Italiano Assoluto Estivo di Nuoto Paralimpico Bergamo 1-3 luglio 2016 Prot. n 0140 del 11/05/2016 Alle Società Sportive e,p.c. Ai Delegati Regionali FINP Allo Staff Tecnico Nazionale LORO SEDI OGGETTO: XXXIX Campionato Italiano Assoluto Estivo di Nuoto Paralimpico Bergamo

Dettagli

TECNOPOLO TIBURTINO ROMA - COMPLESSO SOFTWARE HOUSE OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO

TECNOPOLO TIBURTINO ROMA - COMPLESSO SOFTWARE HOUSE OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO TECNOPOLO TIBURTINO ROMA - COMPLESSO SOFTWARE HOUSE OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO INDICE Contesto Territoriale....................... 4 Ubicazione - Accessibilità.................. 5 Caratteristiche principali..................

Dettagli

ANNUARIO SPORTIVO NAZIONALE 2015 REGOLAMENTO DI SETTORE - SLALOM NORME GENERALI

ANNUARIO SPORTIVO NAZIONALE 2015 REGOLAMENTO DI SETTORE - SLALOM NORME GENERALI ANNUARIO SPORTIVO NAZIONALE 2015 REGOLAMENTO DI SETTORE - SLALOM NORME GENERALI CRONOLOGIA MODIFICHE: ARTICOLO MODIFICATO DATA DI APPLICAZIONE DATA DI PUBBLICAZIONE REGOLAMENTO DI SETTORE (RDS) SLALOM

Dettagli

CENTRO REGIONALE SPORTIVO LIBERTAS PIEMONTE. regolamento

CENTRO REGIONALE SPORTIVO LIBERTAS PIEMONTE. regolamento CENTRO REGIONALE SPORTIVO LIBERTAS PIEMONTE CAMPIONATO NAZIONALE LIBERTAS 2013 DI CORSA CAMPESTRE 64 LEVA NAZIONALE LIBERTAS MASCHILE DI CORSA CAMPESTRE 49 LEVA NAZIONALE LIBERTAS FEMMINILE DI CORSA CAMPESTRE

Dettagli

COMUNICATO GARE N 4/13

COMUNICATO GARE N 4/13 Roma, 11 ottobre 2012 A TUTTI GLI INTERESSATI - LORO INDIRIZZI - COMUNICATO GARE N 4/13 OGGETTO: 1 prova Nazionale Giovani alle 6 specialità Rimini 27/28 ottobre 2012 Orario gara Sabato 27 ottobre Domenica

Dettagli

Regolamento per la gestione dei rapporti con sponsor, partner e media tra FISO e Comitati Organizzatori di manifestazioni sportive in Italia

Regolamento per la gestione dei rapporti con sponsor, partner e media tra FISO e Comitati Organizzatori di manifestazioni sportive in Italia Regolamento per la gestione dei rapporti con sponsor, partner e media tra FISO e Comitati Organizzatori di manifestazioni sportive in Italia PREMESSA 1. Il presente documento ha lo scopo di regolamentare

Dettagli

Pianificazione Invernale Edizione 2014-2015

Pianificazione Invernale Edizione 2014-2015 Pianificazione Invernale Edizione 2014-2015 PIANIFICAZIONE INVERNALE PER LA GESTIONE DELLA VIABILITA E REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI PESANTI IN AUTOSTRADA IN CASO DI PRECIPITAZIONI NEVOSE

Dettagli

COMUNICATO GARE N 25/12 AGGIORNATO

COMUNICATO GARE N 25/12 AGGIORNATO Roma,18 maggio 2012 A TUTTE LE SOCIETA SCHERMISTICHE - LORO INDIRIZZI - COMUNICATO GARE N 25/12 AGGIORNATO OGGETTO: Campionati Italiani Assoluti individuali e serie A1 a squadre Bologna -24/27 maggio 2012

Dettagli

1. LISBONA- dal 11 al 15 Marzo 2014 in aereo- indicativamente 78 studenti + 8 accompagnatori

1. LISBONA- dal 11 al 15 Marzo 2014 in aereo- indicativamente 78 studenti + 8 accompagnatori ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ETTORE MAJORANA Via Caselle 26 40068 San Lazzaro di Savena - BO tel. 051-6277811 Fax 051-454153 posta elettronica:iismajorana@iismajoranasanlazzaro.it Prot. n.5144 /C14

Dettagli

Amatori (1978-1989) Master MM35 (1973/77) Master MF35 (1973/77) Master MM40 (1968/72) Master MF40 (1968/72) Master MM45 (1963/67)

Amatori (1978-1989) Master MM35 (1973/77) Master MF35 (1973/77) Master MM40 (1968/72) Master MF40 (1968/72) Master MM45 (1963/67) CAMPIONATO NAZIONALE LIBERTAS 2012 DI CORSA CAMPESTRE 63 LEVA NAZIONALE LIBERTAS MASCHILE DI CORSA CAMPESTRE 48 LEVA NAZIONALE LIBERTAS FEMMINILE DI CORSA CAMP ESTRE 19 TROFEO NAZ. LIBERTAS MASTER / AMATORI

Dettagli

Area Master Roma, 27 agosto 2003. Prot. FT/ 12345. Ai Presidenti dei Comitati Regionali FIDAL LORO SEDI

Area Master Roma, 27 agosto 2003. Prot. FT/ 12345. Ai Presidenti dei Comitati Regionali FIDAL LORO SEDI Area Master Roma, 27 agosto 2003 Prot. FT/ 12345 Ai Presidenti dei Comitati Regionali FIDAL LORO SEDI Oggetto: Campionati di Società su Pista - Finale Nazionale In allegato trasmettiamo il dispositivo

Dettagli

SISTEMI URBANI Monza metropolitana Prolungamento della linea metropolitana M1 a Monza Bettola, tratta Sesto Fs- Monza Bettola SCHEDA N.

SISTEMI URBANI Monza metropolitana Prolungamento della linea metropolitana M1 a Monza Bettola, tratta Sesto Fs- Monza Bettola SCHEDA N. SISTEMI URBANI Monza metropolitana Prolungamento della linea metropolitana M1 a Monza Bettola, tratta Sesto Fs- Monza Bettola SCHEDA N. 94 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: B61E04000030001

Dettagli

COMUNICATO GARE N 27/12

COMUNICATO GARE N 27/12 Roma, 7 maggio 2012 A TUTTE LE SOCIETA SCHERMISTICHE - LORO INDIRIZZI - COMUNICATO GARE N 27/12 OGGETTO: Campionati Italiani Maestri Bologna -25/27 maggio 2012 La Federazione Italiana Scherma, in accordo

Dettagli

Il XV Congresso della Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi chiude

Il XV Congresso della Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi chiude XV Congresso Federazione nazionale Collegi Ipasvi Infermieri: valori, innovazione e progettualità per l assistenza alla persona Firenze - Fortezza da Basso - 26-27-28 febbraio 2009 Il XV Congresso della

Dettagli

5496/CD-EE 18 maggio 2015

5496/CD-EE 18 maggio 2015 5496/CD-EE 18 maggio 2015 Ai Ai Alle TESSERATI FGI interessati COMITATI REGIONALI DELEGAZIONI REGIONALI e PROVINCIALI e, per quanto di competenza: Al Consigliere Federale prof. Fabio Gaggioli e, per conoscenza:

Dettagli

FIORETTO E SCIABOLA MASCHILE E FEMMINILE. TROFEO «Città di Roma» FIORETTO E SCIABOLA MASCHILE E FEMMINILE

FIORETTO E SCIABOLA MASCHILE E FEMMINILE. TROFEO «Città di Roma» FIORETTO E SCIABOLA MASCHILE E FEMMINILE FIORETTO E SCIABOLA MASCHILE E FEMMINILE TROFEO «Città di Roma» FIORETTO E SCIABOLA MASCHILE E FEMMINILE 1. Programma delle prove... 3 2. Luogo di gara... 3 3. Regole di gara... 3 3.1. Partecipazione...

Dettagli

IL DECRETO SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI

IL DECRETO SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI Traduzione non ufficiale N.B. Il testo facente fede è unicamente quello in lingua serba In base all art. 7 della Legge sul budget della Repubblica di Serbia per l anno 2012 ( Gazzetta Ufficiale della Repubblica

Dettagli

Campionati Italiani Assoluti di Pesistica Olimpica. 110^ edizione 30 anniversario di Fondazione dell Associazione ASD Miossport

Campionati Italiani Assoluti di Pesistica Olimpica. 110^ edizione 30 anniversario di Fondazione dell Associazione ASD Miossport Campionati Italiani Assoluti di Pesistica Olimpica 110^ edizione 30 anniversario di Fondazione dell Associazione ASD Miossport Cervignano del Friuli (UD), 19-20 Dicembre 2015 INFO LOGISTICHE Organizzazione

Dettagli

INFORMAZIONI LOGISTICHE. Finale Criterium Nazionale Distensione su Panca m/f e Criterium Nazionale di Biathlon Atletico m/f

INFORMAZIONI LOGISTICHE. Finale Criterium Nazionale Distensione su Panca m/f e Criterium Nazionale di Biathlon Atletico m/f Finale Criterium Nazionale Distensione su Panca m/f e Criterium Nazionale di Biathlon Atletico m/f Lignano Sabbiadoro (UD), 2 ottobre 2010 INFORMAZIONI LOGISTICHE Organizzazione C.R. Friuli Venezia Giulia

Dettagli

OGGETTO: 4 Campionato Italiano FISDIR di Atletica Leggera Indoor. Ancona 21/22 marzo 2015.

OGGETTO: 4 Campionato Italiano FISDIR di Atletica Leggera Indoor. Ancona 21/22 marzo 2015. Segretario Federale Prot. n l\, ii Alle Società Sportive interessate Al Referente Tecnico Nazionale di Disciplina Ai Delegati Regionali FISDIR Loro Sed/ OGGETTO: 4 Campionato Italiano FISDIR di Atletica

Dettagli

CANDIDATURA DELLA CITTÀ DI ROMA AI XXXII GIOCHI OLIMPICI E XVI GIOCHI PARALIMPICI DEL 2020

CANDIDATURA DELLA CITTÀ DI ROMA AI XXXII GIOCHI OLIMPICI E XVI GIOCHI PARALIMPICI DEL 2020 CANDIDATURA DELLA CITTÀ DI ROMA AI XXXII GIOCHI OLIMPICI E XVI GIOCHI PARALIMPICI DEL 2020 I. INTRODUZIONE: MOTIVAZIONE, CONCETTO E OPINIONE PUBBLICA Domanda 1 - Introduzione Domanda 2 - Concetto Domanda

Dettagli

XX Giochi Olimpici Invernali. I numeri di Torino 2006. Torino 2006. La certificazione ambientale del Comitato Olimpico Torino 2006

XX Giochi Olimpici Invernali. I numeri di Torino 2006. Torino 2006. La certificazione ambientale del Comitato Olimpico Torino 2006 ambientale del Comitato Olimpico Torino 2006 Roberto Saini Ciro De Battisti Milano, 4 maggio 2004 1 XX Giochi Olimpici Invernali IX Giochi Paralimpici Invernali Torino 2006 Il, fondazione di diritto privato

Dettagli

EQUITALIA POLIS S.p.A.

EQUITALIA POLIS S.p.A. EQUITALIA POLIS S.p.A. Gara d appalto comunitaria a procedura aperta, indetta ai sensi del D.Lgs. 163/06 e s.m.i., per l affidamento dei servizi di prenotazione e rilascio di titoli di viaggio (aerei,

Dettagli

PROGETTO BIKE SHARING E BIKE SAVING IMPORTO COMPLESSIVO DI PROGETTO 536.328,00

PROGETTO BIKE SHARING E BIKE SAVING IMPORTO COMPLESSIVO DI PROGETTO 536.328,00 AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI DA INVITARE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO DI PROGETTAZIONE DEFINITIVA, ESECUTIVA E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE

Dettagli

COMUNICATO GARE N 25/12

COMUNICATO GARE N 25/12 Roma, 3 maggio 2012 A TUTTE LE SOCIETA SCHERMISTICHE - LORO INDIRIZZI - COMUNICATO GARE N 25/12 OGGETTO: Campionati Italiani Assoluti individuali e serie A1 a squadre Bologna -24/27 maggio 2012 Giovedì

Dettagli

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 L EVENTO Complessivamente dal 31 gennaio al 13 febbraio sono stati registrati i seguenti spessori del manto nevoso Parte orientale della Regione: fascia

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ATTESTAZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI D. LGS 231/2001 I & F BUREAU VERITAS ITALIA

REGOLAMENTO PER LA ATTESTAZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI D. LGS 231/2001 I & F BUREAU VERITAS ITALIA Emesso da Ufficio: REGOLAMENTO ATTESTAZIONE INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. IMPEGNI DI BUREAU VERITAS... 2 3. IMPEGNI DELL ORGANIZZAZIONE... 2 4. PROCEDURA DI ATTESTAZIONE... 2 5. RICHIESTA

Dettagli

Contrada di San Giacomo

Contrada di San Giacomo Contrada di San Giacomo PREMESSA La Contrada di San Giacomo (Contrada), membro Socio dell Ente Palio Città di Ferrara e con il patrocinio del Comune di Ferrara, si è aggiudicata l organizzazione della

Dettagli

IV Sessione La sfida turistica degli eventi. Eredità di Torino 2006: gli eventi e le opportunità future

IV Sessione La sfida turistica degli eventi. Eredità di Torino 2006: gli eventi e le opportunità future IV Sessione La sfida turistica degli eventi Eredità di Torino 2006: gli eventi e le opportunità future Pierpaolo Maza Vicepresidente Torino Olympic Park Piemonte e Turismo Il turismo: risorsa economica

Dettagli

OGGETTO: Campionato Interregionale di Specialità Ginnastica Ritmica Zona Centro Ovest Centro Est - Sud Fucecchio, 12-13 marzo 2016

OGGETTO: Campionato Interregionale di Specialità Ginnastica Ritmica Zona Centro Ovest Centro Est - Sud Fucecchio, 12-13 marzo 2016 Castelfranco di Sotto, 18 febbraio 2016 Spett.le FEDERAZIONE GINNASTICA D ITALIA Viale Tiziano, 70 ROMA COMITATO REGIONE TOSCANA F.G.I. Via di Ripoli, 207/B FIRENZE Alle Società Partecipanti al Campionato

Dettagli

A tutte le Società Sportive Loro indirizzo

A tutte le Società Sportive Loro indirizzo A tutte le Società Sportive Loro indirizzo Oggetto: 8^ edizione Hand-Bike Marathon Bici-Parma Po Prova Campionato Italiano F.C.I. per Società di Handbike. Percorso con partenza e arrivo a Polesine Parmense

Dettagli

Oggetto n. 1: 5^ Prova Circuito Nazionale Master 2014-2015 6 Armi individuali

Oggetto n. 1: 5^ Prova Circuito Nazionale Master 2014-2015 6 Armi individuali Circolare n. 7 2014-2015 Roma, 03 febbraio 2015 Oggetto n. 1: 5^ Prova Circuito Nazionale Master 2014-2015 6 Armi individuali BARI (BA) sabato 14 e domenica 15 marzo 2015 Oggetto n. 2: Torneo Veteres riservato

Dettagli

Approva l Accordo a Latere sottoscritto dal Comune con R.F.I. S.p.A. e FS Sistemi Urbani;

Approva l Accordo a Latere sottoscritto dal Comune con R.F.I. S.p.A. e FS Sistemi Urbani; PROGETTO PEOPLE MOVER 16 luglio 2011 A cura di Comune di Pisa, SAT e PISAMO Contenuti della delibera del 14 luglio 2011 Contenuti Prende atto dell Accordo di Programma siglato in data 13 aprile 2011 da

Dettagli

T R O F E O L O M B A R D I A < M A S T E R >

T R O F E O L O M B A R D I A < M A S T E R > F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A J U D O L O T T A K A R A T E A R T I M A R Z I A L I COMITATO REGIONALE LOMBARDIA SETTORE JUDO VIA G.B. PIRANESI N 46-2017 MILANO T R O F E O L O M B A R D I A

Dettagli

Informazioni utili per i Partecipanti

Informazioni utili per i Partecipanti Informazioni utili per i Partecipanti Sede Via della Fiera, 23 INGRESSO B 47923 Tel. 0541 711500 - www.riminipalacongressi.it Come arrivare In aereo L Aeroporto Internazionale Federico Fellini è a 4,5

Dettagli

AVVISA. che questa Azienda, in relazione alla realizzazione delle seguenti opere: Classi L. 143/1949 e s.m.i.

AVVISA. che questa Azienda, in relazione alla realizzazione delle seguenti opere: Classi L. 143/1949 e s.m.i. INDAGINE DI MERCATO PER L'INDIVIDUAZIONE DI PROFESSIONISTI DA INVITARE A PRESENTARE OFFERTA PER PROCEDURE NEGOZIATE DI AFFIDAMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO STIMATO INFERIORE AD EURO 100.000,00.

Dettagli

Segreteria Federale Roma, 27 aprile 2011 LF/ A tutte le Società Affiliate

Segreteria Federale Roma, 27 aprile 2011 LF/ A tutte le Società Affiliate Segreteria Federale Roma, 27 aprile 2011 LF/ CIRCOLARE N 39 A tutte le Società Affiliate e,p.c. Ai Comitati ed alle Delegazioni Regionali Ai Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Bando per la concessione

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

ISTITUTO DI CERTIFICAZIONE DEI DATI STATISTICI FIERISTICI spa ISF

ISTITUTO DI CERTIFICAZIONE DEI DATI STATISTICI FIERISTICI spa ISF Allegato sub A PROTOCOLLO PER LA RILEVAZIONE E CERTIFICAZIONE DEI DATI ATTINENTI AGLI ESPOSITORI ED AI VISITATORI DELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE ISTITUTO DI CERTIFICAZIONE DEI DATI STATISTICI FIERISTICI

Dettagli

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni Empoli Centrale numero di treni e passeggeri giornalieri feriali sabato domenica 198 189 124 6.961 4.580 3.315 Localizzazione La stazione di Empoli ha una posizione molto centrale, a poca distanza dal

Dettagli

Finali Nazionali Campionati Italiani Juniores di Pesistica Olimpica. Ostia (RM), 19 20 settembre 2015 INFO LOGISTICHE

Finali Nazionali Campionati Italiani Juniores di Pesistica Olimpica. Ostia (RM), 19 20 settembre 2015 INFO LOGISTICHE Finali Nazionali Campionati Italiani Juniores di Pesistica Olimpica Ostia (RM), 19 20 settembre 2015 INFO LOGISTICHE Sede di gara PalaPellicone - Via della Stazione di Castelfusano - 00122 Lido di Ostia

Dettagli

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Adottato con atto C.C. n. 3400/192 del 16.06.2000 Modificato con atto C.C. n. 2700/223

Dettagli

TRENTO CUP 2014. Trento, 08-09 novembre 2014

TRENTO CUP 2014. Trento, 08-09 novembre 2014 CIRCOLO PATTINATORI ARTISTICI TRENTO Associazione sportiva dilettantistica Sede legale:via Fersina 15 38100 Trento Recapito postale: Casella postale 263 38100 Trento Codice fiscale 96034740223 partita

Dettagli

TRAVEL & EXPENSES POLICY

TRAVEL & EXPENSES POLICY TRAVEL & EXPENSES POLICY Pag. 16 di 16 TRAVEL & EXPENSES POLICY Redatta Verificata Approvata Distribuita DIREZIONE DIRETTORE CDA DIREZIONE Versione n Del In vigore da 1.0 28/02/2012 01/03/2012 TRAVEL &

Dettagli

GUIDA RELATIVA ALLA TIPOLOGIA DI PROBLEMI E DI RICHIESTE DEL CONSUMATORE

GUIDA RELATIVA ALLA TIPOLOGIA DI PROBLEMI E DI RICHIESTE DEL CONSUMATORE GUIDA RELATIVA ALLA TIPOLOGIA DI PROBLEMI E DI RICHIESTE DEL CONSUMATORE La presente guida fornisce spiegazioni sulle diverse categorie di problemi e di richieste del consumatore, nonché alcuni esempi

Dettagli

40 a Assemblea Nazionale FIPAV Bellaria Igea Marina (Rn) Domenica 7 dicembre 2008

40 a Assemblea Nazionale FIPAV Bellaria Igea Marina (Rn) Domenica 7 dicembre 2008 1 1 40 a Assemblea Nazionale FIPAV Bellaria Igea Marina (Rn) Domenica 7 dicembre 2008 INFORMAZIONI LOGISTICHE DELEGATI 1 - LUOGO DI SVOLGIMENTO: CENTRO CONGRESSI EUROPEO Lungomare Uso 1 47814 Bellaria

Dettagli

Oggetto: Campionati Italiani Paralimpici Assoluti

Oggetto: Campionati Italiani Paralimpici Assoluti Prot. N. 0368 Roma lì, 14/05/2015 Alle Società Sportive Interessate Allo Staff Tecnico Nazionale Al Referente Medico Sanitario FISPES Ai Delegati Regionali FISPES Al Comitato Regionale CIP Toscana All

Dettagli

TEATRO CONGRESSI PIETRO D ABANO ABANO Terme (PD) Largo Marconi, 16

TEATRO CONGRESSI PIETRO D ABANO ABANO Terme (PD) Largo Marconi, 16 CENTRO SERVIZI NAZIONALE FABI Roma Associazione per l assistenza agli iscritti e non iscritti alla Federazione Autonoma Bancari Italiani Centro Servizi Nazionale Codice Fiscale e Partita IVA 04983251002

Dettagli

Riforma "Specialista del commercio al dettaglio" Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al

Riforma Specialista del commercio al dettaglio Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al Specialista del commercio al Riforma "Specialista del commercio al " Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al (La designazione di persone o gruppi

Dettagli

T R O F E O L O M B A R D I A < M A S T E R >

T R O F E O L O M B A R D I A < M A S T E R > F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A J U D O L O T T A K A R A T E A R T I M A R Z I A L I COMITATO REGIONALE LOMBARDIA SETTORE JUDO VIA G.B. PIRANESI N 46-2017 MILANO T R O F E O L O M B A R D I A

Dettagli

PARTE I^ Prot n. 4210

PARTE I^ Prot n. 4210 1 Circolare n. 15 - Anno Sportivo 2014/2015 Roma, 24/09/2014 Oggetto: Rimborsi Spese e Diarie Arbitrali Destinatari: Comitato Nazionale Arbitri, Arbitri, Comitati e Delegazioni Regionali, Fiduciari Regionali

Dettagli

1^ FASE COPPA ITALIA

1^ FASE COPPA ITALIA Comune di Napoli Assessorato Sport, Politiche giovanili, Politiche familiari e Pari opportunità 1^ FASE COPPA ITALIA IV TROFEO DELLE REGIONI LOTTA STILE LIBERO E FEMMINILE Il Comitato Regionale della Campania

Dettagli

EFPA Italia. meeting 2013. I Professionisti Certificati EFPA per una educazione finanziaria corretta e consapevole del risparmiatore

EFPA Italia. meeting 2013. I Professionisti Certificati EFPA per una educazione finanziaria corretta e consapevole del risparmiatore EFPA Italia meeting 2013 Riva del Garda (TN) 6-7 Giugno I Professionisti Certificati EFPA per una educazione finanziaria corretta e consapevole del risparmiatore Aggiornato al 10/12/2012 COMITATO ORGANIZZATORE

Dettagli

Rimborsi Spese e Diarie Arbitrali Anno Sportivo 2015-2016. 1 LA PREMESSA Procedure per i rimborsi spese e delle diarie del Settore Arbitrale

Rimborsi Spese e Diarie Arbitrali Anno Sportivo 2015-2016. 1 LA PREMESSA Procedure per i rimborsi spese e delle diarie del Settore Arbitrale Pag.0 Roma, CIRCOLARE NUMERO 11 Anno Sportivo 2015-2016 Ufficio Tesseramento Protocollo: 4573 Destinatari: Comitato Nazionale Arbitri, Arbitri, Società, Comitati e Delegazioni Regionali, Fiduciari D Area.

Dettagli

Spett.le Federazione Ginnastica d Italia Palazzo delle Federazioni Nazionali Viale Tiziano 70 00196 Roma info@federginnastica.it

Spett.le Federazione Ginnastica d Italia Palazzo delle Federazioni Nazionali Viale Tiziano 70 00196 Roma info@federginnastica.it Trezzo sull Adda, 15 Febbraio 2013 Spett.le Federazione Ginnastica d Italia Palazzo delle Federazioni Nazionali Viale Tiziano 70 00196 Roma info@federginnastica.it e.p.c. ALLE SOCIETA SPORTIVE Sez. ACROSPORT

Dettagli

Disposizioni della Commissione Tecnica Nazionale

Disposizioni della Commissione Tecnica Nazionale Pag.1 di 5 Circolare n.69 del 30 Novembre 2012 Settore Tecnico Nazionale Dilettanti Prot.n. 5425 / GC Roma, 30 Novembre 2012 Trasmesso a mezzo fax ed e-mail Ai Sigg.ri Presidenti e Delegati degli Organi

Dettagli

"Analisi della transizione dal ciclismo alla corsa: aspetti applicativi" BARI. Sabato 19 Maggio 2012

Analisi della transizione dal ciclismo alla corsa: aspetti applicativi BARI. Sabato 19 Maggio 2012 Convegno di Aggiornamento "Analisi della transizione dal ciclismo alla corsa: aspetti applicativi" BARI Sabato 19 Maggio 2012 Il Settore Istruzione Tecnica della Federazione Italiana Triathlon in collaborazione

Dettagli

Interporto della Toscana Centrale Piano di Ampliamento

Interporto della Toscana Centrale Piano di Ampliamento Interporto della Toscana Centrale Piano di Ampliamento Information Memorandum Strettamente privato & confidenziale Novembre 2012 Con la consulenza fornita da: Indice & Disclaimer 1. Finalità della presentazione

Dettagli

Prot. 1271 Roma, 17 Febbraio 2009

Prot. 1271 Roma, 17 Febbraio 2009 Prot. 1271 Roma, 17 Febbraio 2009 Ai Sigg. Presidenti delle Associazioni Cronometristi Ai Sigg. Consiglieri Federali Ai Sigg. Presidenti dei Comitati Regionali Ai Sigg. Delegati Provinciali con funzioni

Dettagli

XIV MEETING NAZIONALE GIOVANI FIDAS 15-16-17 MARZO 2013 TORINO HOTEL HOLIDAY INN

XIV MEETING NAZIONALE GIOVANI FIDAS 15-16-17 MARZO 2013 TORINO HOTEL HOLIDAY INN XIV MEETING NAZIONALE GIOVANI FIDAS 15-16-17 MARZO 2013 TORINO HOTEL HOLIDAY INN VENERDI 15 MARZO Hotel Holiday Inn 14.00 Arrivo e registrazione dei partecipanti 15.00 Apertura meeting - Saluto dell associazione

Dettagli

LA RIFORMA DEL CODICE DELLA STRADA

LA RIFORMA DEL CODICE DELLA STRADA LA RIFORMA DEL CODICE DELLA STRADA Tabella comparativa delle modifiche del codice della strada previste dalla legge n. 120 del 29.07.2010 di riforma del codice della strada: - nella colonna a sinistra

Dettagli

MASCHILE E FEMMINILE - 6^ PROVA FINALE SABATO 15 DICEMBRE 2 0 1 2 CISERANO (BG), PALASPORT DI VIA CABINA, 5

MASCHILE E FEMMINILE - 6^ PROVA FINALE SABATO 15 DICEMBRE 2 0 1 2 CISERANO (BG), PALASPORT DI VIA CABINA, 5 F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A J U D O L O T T A K A R A T E A R T I M A R Z I A L I COMITATO REGIONALE LOMBARDIA - SETT JUDO VIA G.B. PIRANESI N 46-2017 MILANO E FEMILE - 6^ PROVA FINALE SABATO

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO LIBERO COPPIE ARTISTICO COPPIE DANZA

CAMPIONATO ITALIANO LIBERO COPPIE ARTISTICO COPPIE DANZA COMUNICATO UFFICIALE N. 28/2007 Roma, 23 maggio 2007 Pattinaggio Artistico CAMPIONATO ITALIANO LIBERO COPPIE ARTISTICO COPPIE DANZA CATEGORIE ALLIEVI A / ALLIEVI B COPPIE DANZA E COPPIE ARTISTICO ALLIEVI

Dettagli

Torino, il VAL e le sue evoluzioni Conferenza CIFI - EXPO Ferroviaria 2012

Torino, il VAL e le sue evoluzioni Conferenza CIFI - EXPO Ferroviaria 2012 Torino, il VAL e le sue evoluzioni Conferenza CIFI - EXPO Ferroviaria 2012 apr-12 1 Torino - Metropolitana automatica - Linea 1 XX Giochi olimpici invernali 11 stazioni 6,4 km Estensione Porta Nuova 15

Dettagli