NEL MARE CI SONO I COCCODRILLI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NEL MARE CI SONO I COCCODRILLI"

Transcript

1 La classe 1^b vi presenta: la storia vera di Enaiatollah Akbari, attraverso il libro... NEL MARE CI SONO I COCCODRILLI

2 TOLMEZZO, 9 MAGGIO 2012

3 L'INCONTRO Non tutto il mondo è fatto di rose e fiori. Per questo siamo stati all'incontro con Enaiatollah Akbari; lui ci ha fatto scoprire cose che neanche immaginavamo come il dolore, la povertà e la sofferenza che ogni giorno migliaia e migliaia di persone provano. Il 9 maggio, noi ragazzi di prima ci siamo recati a Tolmezzo, in una sala enorme; era alta più di una decina di metri e larga anche il doppio della nostra palestra: era un teatro, che conteneva circa 450 posti a sedere. Eravamo più o meno duecento persone, tutti studenti delle scuole friulane giunti per incontrare il protagonista del racconto più raggelante ed emozionante che abbiamo mai ascoltato: Nel mare ci sono i coccodrilli C'erano molti ragazzi e ragazze che parlavano, facevano domande, commentavano esclamando a voce alta; eravamo tutti curiosi di scoprire com'era diventato Enaiatollah, il bambino, ora cresciuto, di cui avevamo conosciuto le incredibili vicende; ci sentivamo veramente agitati! Alcuni hanno ricevuto il suo autografo ed erano entusiasti all'idea che lui, il nostro eroe, che aveva dimostrato un grandissimo coraggio, avesse posato la sua mano sui nostri block-notes e avesse usato la sua penna per noi. Ci siamo emozionati e commossi ascoltando di nuovo la sua storia che ora, a frammenti, vogliamo riproporvi.

4 QUESTO LIBRO MI E' PIACIUTO PERCHE'... È AVVENTUROSO TALVOLTA E' SPIRITOSO E' COMMOVENTE FA CAPIRE COME SI VIVE IN PAESI LONTANI RACCONTA ESPERIENZE DURE E DOLOROSE PARLA DI AMICIZIA PARLA DI BONTA E GENEROSITA PARLA DI INGIUSTIZIE FA CAPIRE QUANTO SIAMO FORTUNATI FA APPREZZARE QUELLO CHE ABBIAMO CI FA PENSARE ALLE CRUDELTA DEL MONDO CI SPINGE A DARE UNA MANO AGLI ALTRI

5 NELLA MENTE HO TRATTENUTO UN EPISODIO CHE RACCONTO IN POCHE FRASI... Un giorno i Talebani sono andati a scuola, dove c'era anche Enaiatollah e, davanti a tutti i bambini, hanno ucciso il maestro e il Preside perchè non avevano obbedito e non volevano chiudere la scuola.... Enaiatollah Akbari è a Venezia, gli si avvicinano due ciclisti che, vedendolo mal messo, con i vestiti sporchi e rovinati, gli chiedono da dove viene, lui risponde che il suo paese natale è l'afghanistan e i ciclisti allora esclamano: Ah, sei un Talebano! Ma Enaiatollah si offende, perchè sarebbe la stessa cosa se a noi Italiani venisse detto che siamo mafiosi.... Mi ha colpito l'episodio in cui Enaiatollah ha attraversato i monti che separano l'iran dalla Turchia: ha camminato per un mese, nutrendosi solo di un uovo e di un pomodoro al giorno e vedendo morire intorno a lui dodici persone.... Enaiatollah aveva un padre che faceva il commerciante e trasportava le merci in Iran. Un giorno venne ucciso, i Talebani volevano avere un risarcimento, allora sua madre nascose lui e suo fratello in una buca, vicino al campo di patate.... La scena che mi ha rapito il cuore è stata quando Enaiat telefona a sua mamma e, sospirando, inizia a piangere ininterrottamente.... Enaiatollah Akbari abitava in Afghanistan, a Nava, il padre era stato derubato e ucciso; lui viveva con la madre e i fratelli. Per evitare la morte dei figli la mamma li nascondeva in una buca. Quando Ena era diventato grande lei lo portò in Pakistan dove lo abbandonò. Da lì ebbe inizio il suo viaggio.... Quando arrivano a Mitilene, dopo aver attraversato il mare, su un gommone tutto bucato: sono in cinque bambini ed Enaiatollah è il più grande, tutti hanno una gran paura, soprattutto dei coccodrilli. Quando giungono sulla riva non hanno più i vestiti, solo le mutande e, in questi stati, devono cercare qualcosa da mangiare in un supermercato. E' stato ridicolo ascoltare questo racconto.

6 QUESTO LIBRO MI FA VENIRE IN MENTE... FUTURO SOLITUDINE PAURA DIVERTIMENTO SOLIDARIETA' LIBERTA' avventura ANNI determinazione FORZA DI ANDARE AVANTI CORAGGIO POLIZIA paesi DOLORE INGIUSTIZIA ASIA viaggio FAMIGLIA LAVORO TRISTEZZA GIOIA EUROPA AMORE PENSIERI INFINITI speranza

7 IL VIAGGIO DI ENAIATOLLAH SULLA CARTA GEOGRAFICA Italia Grecia Turchia Afghanistan Iran Pakistan

8 AFGHANISTAN Immagini: lo Stato Immagini: il viaggio Sintesi del capitolo Geografia Videolettura CARTA GEOGRAFICA

9 IMMAGINI PAGINA SUCCESSIVA. CARTA GEOGRAFICA AFGHANISTAN

10 NAVA - KANDAHAR HERAT PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA AFGHANISTAN PRECEDENTE

11 SINTESI DEL CAPITOLO Enaiatollah abitava a Nava, un paesino di montagna. Suo padre lavorava per i Talebani: era un mercante e vendeva merce agli Iraniani, egli era un Hazara pertanto la sua lingua veniva ben compresa da quel popolo. Purtroppo un giorno accadde un evento drammatico: suo papà venne ucciso dai briganti e il carico che trasportava, rubato. Da allora i Talebani pretesero come risarcimento Enaiat e suo fratello. Per questo motivo la mamma li nascondeva di notte in un buco, scavato vicino al campo di patate, invece di giorno i due fratelli si confondevano con gli altri bambini. Degli anni trascorsi a Nava Enaiatollah non si scorderà mai un giorno: era mattina quando, a scuola, arrivò un Talebano che urlava ordinando di chiudere la scuola, ma il maestro e il Preside non volevano ascoltarlo; così il mattino seguente i due insegnanti vennero uccisi davanti a tutti i bambini: fu spaventoso! Allora la mamma decise di allontanare suo figlio; partì con lui verso Kandahar e poi proseguì fino a Quetta, in Pakistan, abbandonandolo al suo destino. L'ultima notte, prima dell'addio, la donna si fece promettere dal figlio che non avrebbe mai rubato, ucciso e usato la droga: furono queste le sue ultime parole. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA AFGHANISTAN

12 GEOGRAFIA LA POSIZIONE Questo Stato si trova nell'asia Centrale. Confina: a Nord con il Turkmenistan, l'uzbekistan e il Tagikistan, a Ovest con l'iran, a Sud con il Pakistan, a Est con la Cina e il Pakistan. La capitale è Kabul, una città che si trova nel Nord-Est. L'Afghanistan è una Repubblica Islamica, questo vuol dire che la religione controlla in parte la politica di questo paese, per esempio molte leggi sono quelle dell'islam, scritte o derivate dal Corano che è il libro più importante per ogni Musulmano. La popolazione è divisa in molte etnie: i Pasthun rappresentano il gruppo più numeroso, ma ci sono anche i Tagiki, gli Hazara e altri. La religione praticata è quella musulmana-sunnita. GLI AMBIENTI NATURALI. L'Afghanistan è prevalentemente montuoso e desertico ed è privo di sbocchi sul mare. La catena montuosa principale è quella dell'hindu KUSH. Si trova a Nord-Est, al confine con il Pakistan, vicino ad altre imponenti catene: il Pamir (Tagikistan) e il Karakoram (Pakistan). Attraverso il passo di Khiher è possibile superare questi monti elevatissimi e giungere in Pakistan. Le montagne dell'hindukush degradano verso Nord-OVEST nella pianura attraversata dal fiume Amudarja, a Sud invece terminano in zone desertiche o paludose. L'altitudine media delle sue vette è di 5000m slm. Questo rilievo è sorto in seguito ad un'orogenesi, cioè uno scontro tra due zolle o placche tettoniche: una di queste si è alzata dando origine ad un sollevamento della crosta terrestre cioè ad una catena montuosa. Questa orogenesi è stata chiamata dai geologi alpino-himalayana (ha dato origine anche alle nostre Alpi) ed è un fenomeno endogeno molto recente, infatti queste catene montuose vengono anche chiamate giovani montagne.non essendo state molto modificate dai fattori esogeni (pioggia, vento, ghiaccio...) presentano cime aguzze, pendii ripidissimi, altitudini molto elevate. La maggior parte dei fiumi nasce dalla catena dell'hindu Kush e non ha una foce, poiché essi evaporano nei deserti.

13 IL CLIMA L'inverno in Afghanistan è molto freddo (la temperatura può scendere fino a -15 ), l'estate invece è torrida, c'è quindi una notevole escursione termica e questo è tipico del clima continentale. Poiché ci sono deserti si dice che il clima è continentale-desertico. Il paesaggio è arido e brullo, dominato dalla steppa vocabolo che vuol dire pianura secca, pochi sono gli alberi, prevalgono le erbe. UN'ECONOMIA ARRETRATA L'Afghanistan è uno dei Paesi più economicamente arretrati e poveri del mondo. Ciò è determinato da vari fattori: geografici (gli ambienti prevalenti sono quelli di montagna e i deserti), climatici (clima continentale-desertico) e storici (continue guerre): tutto questo non favorisce l'economia. Principale risorsa è la coltivazione del papavero da oppio, da cui si ricava una droga; oltre il 90% di questo prodotto nel mondo viene dall'afghanistan. L'agricoltura è svolta con metodi tradizionali ed è praticata nelle valli dei fiumi. L'allevamento è quello di cammelli, cavalli, ovini e caprini. La risorsa principale del sottosuolo è il gas naturale. LA GUERRA Nel 2001 in Afghanistan è iniziata una guerra contro i Talebani, un gruppo politico e religioso che governava questo Paese. I Talebani sono chiamati nel libro di Enaiat anche fondamentalisti e barba lunga, essi infatti portano lunghe barbe e vogliono un ritorno alla tradizione, al passato dei primi tempi dell'islam quindi, per esempio, ritengono le donne esseri inferiori, prive di qualsiasi diritto: di pensiero, di parola, d'istruzione (non possono andare a scuola) di lavoro (non possono lavorare e quindi essere indipendenti dal punto di vista economico, ma dipendono dal marito) di spostarsi (le donne non possono uscire di casa da sole, ma devono essere accompagnate dal marito o da un parente maschio) di salute (non possono essere curate da medici maschi) del diritto a far ricorso alla legge (una donna non può denunciare qualcuno per un torto o una violenza subita o ricorrere ad un tribunale) del diritto a divertirsi (devono trascorrere la loro vita in casa) non possono ridere né parlare a voce alta, non possono indossare vestiti dai colori sgargianti o scarpe con il tacco alto né mostrare il volto (devono indossare un mantello che ricopra tutto il loro corpo, anche il volto: il burqa). Insomma, la vita per le donne in Afghanistan è veramente terribile. Purtroppo questa guerra, a cui partecipano anche Paesi stranieri come gli USA e l'italia, è ancora in corso e non sembra aver portato pace, giustizia e tranquillità in questo luogo. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA AFGHANISTAN

14 PAKISTAN Immagini: lo Stato Immagini: il viaggio Sintesi del capitolo Geografia Videolettura PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA

15 IMMAGINI PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA PAKISTAN

16 QUETTA PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA PAKISTAN

17 SINTESI DEL CAPITOLO Così, al mattino, Enaiatollah si ritrovò solo, nel samavat, una specie di albergo, dove di lì a poco cominciò a lavorare per il padrone Kaka Rahim in cambio di cibo e un posto per dormire. Faceva un po' il tuttofare: puliva le fogne, il pavimento, portava il shir shay, una bevanda simile al tè, nei vari negozi e un giorno, parlando con il proprietario di uno di questi, riuscì a trovare un vero lavoro, cioè a guadagnare qualcosa. Doveva vendere dolcetti, gomme da masticare, calze e accendini; varie furono le disavventure, in una di queste conobbe il suo miglior amico: Sufi. Talvolta per vendere qualcosa imbrogliava le mamme, scatenando, con un debole pizzicottino, il pianto dei bambini e facendoli poi tacere con qualche caramella. Ma un giorno, insieme a Sufi, decise di partire: era stanco di essere trattato male dai fondamentalisti, dai poliziotti che gli chiedevano il passaporto e a cui bisognava dare del denaro, altrimenti lo prendevano e lo portavano in prigione, era stufo di rischiare la vita a causa dei continui attentati. Allora, contattando un trafficante di uomini, raggiunse l'iran. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA PAKISTAN

18 GEOGRAFIA POSIZIONE Il Pakistan si trova in Asia. Confina: a nord con la Cina e l'afghanistan, a sud si affaccia sul Mare Arabico, a est con l'india, a ovest con l'iran e l'afghanistan. La capitale del Pakistan è Islamabad. Il Pakistan è una Repubblica federale e democratica. L'urdu è la lingua nazionale del Pakistan, mentre l'inglese è la lingua ufficiale. La maggioranza dei Pakistani pratica la religione musulmana. GLI AMBIENTI NATURALI Il Pakistan presenta un territorio montuoso a nord; queste catene comprendono le vette più alte del mondo, ad esempio il K2 (8611 m slm). Questo ambiente naturale conserva importantissime foreste, pascoli, biodiversità e piante medicinali. Rilievi principali: Karakoram (o Karakorum), appartiene alla grande catena dell'himalaya da cui è diviso dal fiume Indo; si trova a Nord del Paese, segue una direzione OVEST-EST, è sorto in seguito all'orogenesi alpino-himalayana. L'orogenesi indica uno scontro tra due zolle o placche della crosta terrestre, una di queste si alza e crea un rilievo. Queste montagne sono le più alte del mondo, presentano pendii scoscesi, profilo frastagliato, sono per lo più ricoperte dai ghiacciai, quindi disabitate; Hindu Kush, si trova nel nord-ovest del Paese, al confine con l'afghanistan. La pianura, di origine alluvionale, creata dai depositi del fiume Indo, si trova a Est e a Sud del Paese. Nella regione orientale si estende anche il deserto del Thar, chiamato anche Grande Deserto Indiano. Il più importante fiume è l'indo che nasce in Cina e sfocia nel Mare Arabico; la maggior parte degli altri fiumi sono affluenti dell'indo.

19 IL CLIMA In Pakistan c'è una stagione umida chiamata monsonica dai venti che soffiano dal mare e portano abbondanti precipitazioni, dura da giugno a settembre; c'è poi una stagione calda, da marzo a giugno, dove le temperature sono soffocanti (si registrano le temperature più alte dell'intero continente asiatico); infine c'è una stagione secca, da ottobre a febbraio, dove il clima è mite, ma di notte può fare molto freddo. L'ECONOMIA Il Pakistan non è un paese poverissimo, la sua economia è basata non solo sull'agricoltura ma anche sull'industria che produce beni legati all'informatica; ciò nonostante il livello di analfabetismo e mortalità, soprattutto infantile, è molto elevato. Forse perchè questo paese ha investito molto denaro negli esperimenti nucleari. RICETTE ALL'ORIENTALE Tra i piatti tipici c'è il Kebab, un piatto a base di carne. Lahore è famosa per i kebab speziati con succo di limone e yogurt. Tra le bevande, oltre al tè ricordiamo il lassi che è uno yogurt al gusto salato o dolce il gola ganda che è ghiaccio tritato di diversi gusti. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA PAKISTAN

20 IRAN Immagini: lo Stato Immagini: il viaggio Sintesi del capitolo Geografia Videolettura PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA

21 IMMAGINI PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA IRAN

22 ESFAHAN QOM - TEHERAN TABRIZ SALMAS PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA IRAN

23 SINTESI DEL CAPITOLO Superato il confine Enaiatollah arrivò a Kerman e poi, dopo una breve permanenza, a Esfahan, dove iniziò a lavorare come muratore. A lui piaceva questo lavoro anche se per ben due volte al cantiere arrivò la polizia e tutti i clandestini, quindi anche lui, dovettero ritornare in Afghanistan, per poi riuscire sempre a rientrare in Iran. Da Esfahan Ena partì per Qon, dove si era trasferito il suo amico Sufi, a lavorare in una cava: il lavoro era durissimo, lavorava anche dodici-quattordici ore ogni giorno e il padrone lo trattava malissimo; un giorno gli cadde una roccia sul piede ma, prima di medicarsi, dovette terminare il suo compito. Allora decise di andare in Turchia; viaggiò fino a Salmas, su un camion e poi, insieme a tante altre persone attraversò alte montagne. Questo viaggio fu molto duro: la fatica, la fame, la sete, la paura di morire... Ogni giorno si trovava vicino ad una persona che, il giorno dopo, senza che nulla all'apparenza fosse successo, non vedeva più: scomparsa, persa nella neve. Mangiava solo un uovo e un pomodoro ogni mattina; quell'inferno sarebbe dovuto durare tre giorni, secondo i trafficanti di uomini, ma ne trascorsero circa ventotto prima di giungere in Turchia, a Van. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA IRAN

24 GEOGRAFIA POSIZIONE L'Iran, un tempo noto come Persia, è uno stato dell'asia. Confina: a nord con il Turkmenistan, l'azerbaigian, l'armenia e il mar Caspio, a Est con il Pakistan e l'afghanistan, a Sud è delimitato dal golfo dell'oman e dal golfo Persico, a Ovest con la Turchia e l'iraq. La capitale è Teheran. E' una Repubblica Islamica, cioè uno Stato in cui la legge religiosa, quella islamica, è molto importante nel governo e nella politica. La religione praticata è l'islamismo. La lingua parlata è il farsi (persiano). GLI AMBIENTI NATURALI. In Iran ci sono tre catene montuose principali: i monti Zagros, l'elburz e i Khorasan. Si trovano rispettivamente a Ovest, a Nord e a Est del paese. Hanno un'altitudine compresa tra i 3000 e i 5000m slm. Spesso sono privi di vegetazione e presentano un paesaggio desertico. Verso il centro-nord troviamo il deserto del Kavir e nel centro il deserto di Lut, mentre l'unica grande area pianeggiante è presente al confine dell'iraq. IL CLIMA Il clima è continentale-desertico nell'interno, quindi gli inverni sono freddi e le estati sono molto calde; invece sulle coste è temperato. La pioggia è quasi assente ma d'inverno, sulle montagne, le nevicate sono abbondanti. LA FLORA E LA FAUNA Il deserto iraniano è caratterizzato dalla mancanza di vegetazione a causa della salinità del suolo; nelle alture sono spesso presenti rocce nude, arbusti e cespugli spinosi; nei monti Zagros crescono molte piante da frutto, come per esempio il pesco che si ritiene originario di questi luoghi. La fauna comprende pochi leoni e tigri, mentre leopardi e linci

25 sono più numerosi. Vivono anche sciacalli, lupi, gazzelle e, lungo le rive del mar Caspio, sono presenti le foche. Ci sono ben undici parchi naturali. L'ECONOMIA L'economia del Paese si trova in difficoltà, nonostante la ricchezza di petrolio (secondo posto mondiale per riserve possedute). Si coltivano pistacchi, zafferano, cotone, cereali, canna da zucchero. L'allevamento è bovino nei pascoli e ovino-caprino nelle zone aride. Le industri presenti sono legate alla lavorazione del petrolio (poche le raffinerie), dei tappeti, del ferro (siderurgiche). LA MUSICA Nell'antica Persia era molto importante, perchè usata nelle cerimonie religiose. Le corti dei re iraniani favorirono la musica e il canto, strumenti tipici sono l'arpa (chang, uno strumento a corde), la pandora (strumento a tre corde) i flauti, i tromboni, i tamburi e i liuti. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA IRAN

26 TURCHIA Immagini: lo Stato Immagini: il viaggio Sintesi del capitolo Geografia Videolettura PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA

27 IMMAGINI PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA TURCHIA

28 VAN ISTANBUL AYVALIK PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA TURCHIA

29 SINTESI DEL CAPITOLO Stravolto dalle fatiche Enaiatollah aveva finito di camminare, ma fu subito gettato nel doppiofondo di un camion, profondo appena cinquanta centimetri, insieme a tutti i suoi compagni; stavano strettissimi, rannicchiati con le ginocchia sul petto, a ognuno di loro erano state date due bottigliette, una con l'acqua e l'altra vuota per la pipi; quel viaggio durò tre giorni, alla fine vennero rinchiusi in una grotta dove Ena, per la prima volta, fece pipì: era tutta rossa! Arrivò finalmente a Istanbul. Dalla Turchia Enaiatollah decise di partire per la Grecia, insieme ad altri quattro bambini, lui era il più grande; era un'impresa un po' difficile dato che nessuno di loro sapeva nuotare! Un trafficante di uomini aveva procurato loro un gommone bucato, del nastro adesivo e dei giubbotti di salvataggio. I bambini coprirono tutti i buchetti che si vedevano con lo skoch. Il mezzo era pronto e i ragazzini, fieri di sé, ma un po' preoccupati, s'imbarcarono a Ayvalik; due raccolsero i remi e iniziarono a remare, però nel frattempo la paura si faceva sentire sempre più perchè si erano convinti che nel mare ci fossero i... COCCODRILLI!!! Allora si sedettero tutti su un lato e... gira, gira, gira... il gommone ruotava su se stesso come un cane che si morde la coda, poi, improvvisamente... sssssssssssssss! Avevano urtato contro uno scoglio. Ena cercò di mostrarsi capace a remare: era il più grande e si sentiva responsabile; rema, rema, rema... a forza di tutto quel remare...spak, un remo si ruppe. Persero anche i vestiti durante questa traversata. Alla fine arrivarono a Mitilene. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA TURCHIA

30 GEOGRAFIA La Turchia occupa la parte più occidentale dell'asia, cioè la penisola dell'anatolia, ma si estende per una piccola parte (il 3% del territorio) anche sul continente europeo; confina: a Nord con il mar Nero e la Bulgaria, a Est con la Georgia, l'armenia e l'iran, a Sud con la Siria e l'irq, a Ovest con il mar Egeo e il Mare di Marmara. La capitale della Turchia è Ankara. Questi Stato è una Repubblica Democratica. La lingua parlata è il turco. La religione maggiormente praticata è l'islamismo. GLI AMBIENTI NATURALI L'ambiente prevalente è quello di montagna: la Turchia è occupata da catene montuose che seguono la direzione: ovest-est; le principali sono: i monti del Ponto a nord e i monti del Tauro a Sud. La vetta più elevata è il monte Ararat (5164m slm). Al contrario le coste sono prevalentemente basse e sabbiose. I fiumi principali sono il Tigri e l'eufrate. IL CLIMA Sulle coste il clima è di tipo mediterraneo con estati calde e inverni miti. All'interno invece il clima è continentale, progressivamente più arido man mano che si procede verso Est, cioè ci si allontana dall'influsso dei mari: gli inverni sono freddi e le estati molto calde, ci sono forti escursioni termiche e ridotte precipitazioni dato che le catene costiere (Ponto) bloccano le correnti umide dei mari. All'interno della Turchia l'ambiente tipico è la steppa. Invece sulle coste troviamo una ricca vegetazione mediterranea: pini marittimi, cipressi, piante aromatiche come il rosmarino, la salvia, il corbezzolo, l'alloro... L'ECONOMIA La Turchia è un paese in crescita dal punto di vista dello sviluppo economico. Settore primario. In agricoltura si coltivano: alberi da frutto (agrumi), cereali (frumento) barbabietole da zucchero, patate e legumi. E' sviluppato l'allevamento ovino e caprino. Il mare è presente una notevole risorsa ittica. Settore secondario. Molto sviluppata è l'industria siderurgica: la Turchia produce una gran quantità di acciaio. Molto sviluppate sono anche le industri che producono zucchero e tessuti (tappeti) Settore terziario. Non è ancora molto sviluppato anche se in Turchia sono presenti paesaggi molto affascinanti. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA TURCHIA

31 GRECIA Immagini: lo Stato Immagini: il viaggio Sintesi del capitolo Geografia Videolettura PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA

32 IMMAGINI PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA GRECIA

33 MITILENE ATENE CORINTO PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA GRECIA

34 SINTESI DEL CAPITOLO Dovevano procurarsi del cibo, ma anche degli abiti; dopo alcune avventure Enaiatollah perse i suoi compagni e si ritrovò tutto solo, nudo e affamato. Allora corse dentro un cortile e si riparò dietro un albero. Fu una vera fortuna per lui, la proprietaria, un'anziana signora, lo ospitò senza chiedergli nulla; fu gentilissima, lo vestì con una bella camicia, gli preparò il pranzo e gli diede del denaro che lui usò per acquistare il biglietto del traghetto diretto a Corinto. Sulla barca incontrò il suo amico Jonall. Finirono ad Atene ed era il 2004 quando c'erano le Olimpiadi, quindi lavorarono sodo. Un giorno arrivarono i poliziotti, lui infatti, insieme ad altri, dormiva in un giardino; ma non li rimpatriarono, presero alcuni calci e alla fine si ripararono dietro un angolino. Purtroppo quando finirono i giochi non avevano più lavoro. Dopo alcuni tentativi Ena salì su un camion che veniva imbarcato e così arrivò in Italia, a Venezia. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA GRECIA

35 GEOGRAFIA La Grecia si trova nell'europa mediterranea. Confina: a Nord con la Bulgaria, la Repubblica di Macedonia e l'albania, a Est con il mar Egeo e la Turchia, a Sud con il mar Mediterraneo, a Ovest con il mar Ionio. La capitale è Atene. Questo Stato è una Repubblica. La lingua parlata è il greco moderno. La religione più diffusa è quella Greco-Ortodossa. GLI AMBIENTI NATURALI La Grecia è prevalentemente montuosa; la catena più importante è quella del Pindo che corre da Nord a Sud nella parte centrale del Paese. Il monte più elevato è il m. Olimpo (2917m). Le pianure sono poco estese e si trovano lungo le coste e nella Tessaglia. Le coste hanno un profilo molto frastagliato e irregolare: ci sono moltissime penisole e golfi. Tantissime sono le isole e gli arcipelaghi: le Cicladi, le Sporadi, Rodi, Creta, le isole Ionie. I fiumi hanno un corso breve per la vicinanza dei monti al mare. IL CLIMA E' prevalentemente mediterraneo con inverni miti ed estati molto calde, scarse sono le precipitazioni. L'ECONOMIA Le condizioni ambientali non favoriscono l'economia a causa dell'aridità del suolo, dell'estensione delle montagne e della scarsità di risorse minerarie ed energetiche. In agricoltura si coltivano la vite, l'ulivo e il frumento. Diffuso è l'allevamento di caprini e ovini; molto praticata è la pesca. Le industri non sono molto sviluppate, ci sono cantieri navali, industri siderurgiche e tessili. Il turismo è un'importante risorsa per questo Paese per gli splendidi paesaggi e i reperti storici. LA CUCINA I piatti tipici sono: -la feta: un formaggio di pecora e di capra dal gusto un po' acido; -il tzatziki: è una salsa composta da yogurt, cetrioli, cipolla, aglio ed erbe aromatiche come la menta; la mousaka: è uno sformato cucinato con prodotti tipici della Grecia: carne d'agnello, melanzane e formaggio. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA GRECIA

36 ITALIA Immagini Sintesi del capitolo Geografia Videolettura PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA

37 IMMAGINI PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA ITALIA

38 SINTESI DEL CAPITOLO In Italia Enaiatollah venne a sapere che a Roma c'era un centro di accoglienza per tutti gli Afghani. Si diresse in stazione e continuò il suo viaggio in treno. Domandava continuamente a un signore che stava seduto vicino a lui se era arrivato e diceva: -Rum...Rum- Ma quello intendeva il liquore, il rum e dopo un po', stanco di quel continuo domandare, andò a comprargli una lattina di Coca Cola; Enaiat rimase stupito e molto contento ma, trascorso del tempo, riprese a chiedere: -Rum...Rum- Allora il signore capì. Nella capitale incontrò un ragazzo afghano più grande che gli consigliò di andare a Torino dove venne ospitato da una famiglia, che sarebbe diventata la sua famiglia adottiva. Qualche tempo dopo cominciò a desiderare di mettersi in contatto con la sua mamma; così una sera ricevette una telefonata dall'afghanistan: era sua madre. Non ebbero bisogno di dirsi nulla solo due parole: -Mamma... mamma...- e i sospiri della donna. Oggi Enaiat studia all'università e si mantiene lavorando. Il suo viaggio è durato circa dieci anni. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA ITALIA

39 GEOGRAFIA L'Italia è una penisola, si trova nell'europa del Sud. Confina: a Nord con l'austria e la Svizzera, a Est con la Slovenia ed è bagnata dal mar Adriatico, a Sud è bagnata dal mar Ionio e dal canale di Sicilia, a Ovest con la Francia, il Principato di Monaco ed è bagnata dal mar Tirreno e dal mar Ligure. La capitale è Roma. Questo Paese è una Repubblica Democratica. La lingua parlata è l'italiano, ma lo stato riconosce come lingue anche il sardo, il ladino e il friulano, sono presenti moltissimi dialetti. GLI AMBIENTI NATURALI L'Italia si divide in tre regioni: continentale, peninsulare e insulare; è prevalentemente collinare. I rilievi principali sono: le Alpi che si trovano nel Nord e seguono una direzione Ovest-Est; ci sono molte cime che superano i 4000m come il m.rosa, il m.cervino e il m.bianco (4810m) che è anche la vetta più elevata dell'europa; gli Appennini che si trovano nell'italia peninsulare e in Sicilia; seguono una direzione Nord- Sud; la vetta più elevata è il Gran Sasso d'italia (2910m). Queste catene sono nate in seguito all'ultima orogenesi, quella denominata alpina. La pianura più estesa è la pianura Padana, si estende dalle Alpi occidentali al mar Adriatico; è di origine alluvionale, creata dalla sedimentazione dei detriti trasportati dal po e dai suoi affluenti. I fiumi che nascono dalle Alpi hanno un regime regolare e una portata d'acqua costante, presentano corsi di media lunghezza e molti di questi sono affluenti del Po I fiumi che nascono dagli Appennini hanno un regime non sempre regolare, spesso sono a carattere torrentizio, il corso è più breve per la vicinanza dei monti ai mari. Ci sono molti laghi; alcuni sono di origine glaciale-valliva (lago di Garda, di Como, Maggiore, d'iseo, di Varese) molti sono i laghetti di circo presenti sull'arco alpino; nell'italia centrale troviamo laghi di origine vulcanica (lago di Bracciano, di Bolsena, di Vico); laghi di origine costiera sono quelli di Lesina e di Varano: di origine tettonica è invece il lago Trasimeno. Le coste hanno una morfologia molto varia: rocciose e frastagliate o basse e sabbiose. I mari che bagnano la penisola sono: il mar Adriatico, il mar ionio, il canale di Sicilia, il mar Tirreno e il mar Ligure. Le isole maggiori sono la Sicilia e la Sardegna; sono presenti numerosi arcipelaghi: arcipelago Toscano, Eolie, Egadi, Pelagie, Tremiti. IL CLIMA Troviamo varie regioni climatiche: a sud c'è un clima mediterraneo (inverni miti, estati molto calde, scarse precipitazioni); nelle zone alpine e appenniniche troviamo un clima alpino (inverni freddi e nevosi, estati fresche) nella pianura padano-veneta e friulana il clima è continentale (inverni freddi, estati calde, precipitazioni nelle stagioni intermedie); sulle coste tirreniche il clima è temperato, mentre sulle coste adriatiche è più freddo a causa dei venti che soffiano da Nord-Est.

40 POPOLAZIONE L'Italia è il quarto paese in Europa per numero di abitanti e ha una densità demografica superiore alla media europea. La popolazione si concentra soprattutto nelle aree pianeggianti e sulle coste. L'ECONOMIA L'Italia deve acquistare molte materie prime e risorse energetiche dai Paesi stranieri. Pur essendo uno Stato favorevole per condizioni ambientali e clima all'agricoltura, questa non è molto praticata ed ha visto un notevole calo in questi anni nel numero degli addetti. Varie sono le coltivazioni: vite, olivo, cereali, in particolare riso, barbabietola da zucchero, ortaggi e frutta. L'allevamento bovino si pratica sulle Alpi, quello caprino e ovino nel Sud dell'italia. Le industrie sono soprattutto di piccole dimensioni, ci sono poi industrie automobilistiche, chimiche, farmaceutiche, agroalimentari, cantieri navali. Il settore dei servizi si è molto espanso. L'Italia è una meta turistica molto rinomata. PAGINA SUCCESSIVA CARTA GEOGRAFICA ITALIA

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi...

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi... GLI APPENNINI Gli Appennini sono una catena montuosa che si estende da Nord a Sud per circa 1400 chilometri lungo la penisola italiana. Le montagne degli Appennini sono montagne meno alte di quelle delle

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno.

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno. ITALIA FISICA Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 10 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE A. Le idee importanti l L Italia è una penisola al centro del Mar Mediterraneo, con due grandi isole l In Europa, l

Dettagli

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159 CHE COS È IL CLIMA? L atmosfera: è l aria che circonda la Terra. Ti è capitato di vedere in televisione o su un giornale le previsioni del tempo? La persona che parla spiega che cosa succede nell aria

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande ELEMENTARE è elementare, mi creda... senz'altro elementare, mio caro. L'importante è non dare per scontate quelle cose che sono solo evidenti. L'evidenza, di per sé, non è sinonimo di verità. La verità

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Abano Terme, 27 29 Aprile 2007 Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Adriano Barbi, Alessandro Chiaudani, Irene Delillo ARPAV Centro Meteorologico di Teolo Sabato 28 Aprile 2007 In collaborazione con

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Che tempo fa? Unità 1. Pioggia, freddo e vento: al Nord è maltempo. Tromba d aria in Valtellina

Che tempo fa? Unità 1. Pioggia, freddo e vento: al Nord è maltempo. Tromba d aria in Valtellina Unità 1 Che tempo fa? Com è il tempo oggi? Sei un tipo meteoropatico? Quanto influisce il tempo sul tuo umore? Come ti senti in una giornata luminosa e soleggiata? E in una giornata umida e piovosa? Pioggia,

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva 4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva L attività è stata introdotta da una richiesta di collaborazione, si è chiesto l aiuto degli alunni per riscoprire le caratteristiche

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

YET S O F A R F R O M SAF E T Y

YET S O F A R F R O M SAF E T Y UNHCR / A. D Amato YET S O F A R F R O M SAF E T Y 70.000 59.000 60.000 26.300 9.700 22.500 165.000 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 Totale di arrivi via mare MEDITERRANEO RIFUGIATI E MIGRANTI RISCHIANO

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Il CLIMA del Friuli-Venezia Giulia

Il CLIMA del Friuli-Venezia Giulia Il CLIMA del Friuli-Venezia Giulia Estratto: B) SUDDIVISIONE CLIMATICA DEL FRIULI-VENEZIA GIULIA pag.2 C) VALORI MEDI pag. Livio Stefanuto OSMER Osservatorio Meteorologico Regionale ARPA Friuli-Venezia

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

Meteo Varese Moti verticali dell aria

Meteo Varese Moti verticali dell aria Movimento verticale dell aria Le masse d aria si spostano prevalentemente lungo direzioni orizzontali a seguito delle variazioni della pressione atmosferica. I movimenti più importanti sono però quelli

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli